Sei sulla pagina 1di 2

Aprile 2014

The ghost of Tom Joad.


The Ghost of Tom Joad lundicesimo disco (in ordine cronologico) di Bruce Springsteen, leggendario cantautore rock statunitense. Springsteen condivide la sua fama con la gloriosa E Street Band che lo ha accompagnato per gran parte della sua lunghissima e ancora attiva carriera e nei tour, dove il cantante non si mai risparmiato nei confronti del pubblico, esibendosi in lunghissime e coinvolgenti performance. Lalbum, pubblicato nel 1995, una raccolta di canzoni dallarrangiam ento folk e acustico, sul solco tracciato da Woody Guthrie e del precedente album Nebraska (1982), narra storie di strada, di uomini in fuga alla ricerca di unesistenza migliore. Stanotte ho la valigia pronta Domani percorrer quelle strade Che mi porteranno oltre il confine [] So che amore e sorte saranno con me Da qualche parte oltre il confine.1 I personaggi che animano lalbum sono uomini contemporanei che scappano, in cerca di unalterna-tiva, per necessit, rincorrendo i sogni coltivati nei propri animi che spesso tristemente si infrangono in una dura realt. Personaggi senza speranza, alla ricerca di un riparo, di un luogo sicuro dove poter passare la notte. Vittime di un Nuovo Ordine Mondiale gremito di violenti, diseredati, bambini affamati, persone senza lavoro, senza dignit, senza diritti. Zuppa calda sul fuoco da campo sotto il ponte q La fila per il ricovero arriva oltre l'angolo Benvenuti nel nuovo ordine mondiale Le famiglie dormono nelle loro macchine nel Sudovest Niente casa niente lavoro niente pace niente riposo2 Lo scenario dove si consumano le storie di Springteen, la grande Highway americana, una strada ammantata di una cupa atmosfera, distante mille anni luce da quella del grande sogno americano, dalle movie road dei film spensierati e delle pubblicit, delle quella delle belle gite a Yosemite e verso i mitici parchi dellOvest. Una traccia dasfalto dove rivivono le storie delle migliaia di americani costretti, nel periodo della grande depressione, ad abbandonare il luogo d origine e ad avventurarsi sulla Route 66 in cerca di un futuro migliore. La stessa strada percorsa anche da Tom Joad e la sua famiglia in The Grapes of Wrath: il famoso libro del Nobel per la letteratura John Steinbeck. L'autostrada viva stanotte Dove sia diretta tutti gi lo sanno Sono seduto qui alla luce del fuoco da campo E aspetto il fantasma di Tom Joad3
1 2

Across the Border B. Springsteen 1995 Columbia Records The Ghost of Tom Joad B. Springsteen 1995 Columbia Records

Aprile 2014

Il romanzo di Steinbeck in italiano stato tradotto con il titolo di Furore, come tanti libri narra di un viaggio, di una fuga da una terra ormai arida, cotta da un sole selvaggio e potente, battuta da un vento impetuoso che sbriciola il suolo, innalzando una polvere sottile e maligna che tutto ammanta, tutto oscura. Una polvere che offusca la vista che penetra nel naso e nella bocca che filtra nelle case, dalle fessure, dagli interstizi, da sotto le finestre. Il viaggio che la famiglia Joad un viaggio della speranza, unepopea alla volta dellovest, in cerca di fortuna, via dalla Dust Bowl. Ben presto il cammino si riveler molto pi duro del previsto e i membri pi fragili cadranno per lo sfinimento e il precipitare degli eventi. La California tanto agognata non si riveler cos ospitale come sperato. I trenta capitoli che compongono il romanzo scivolano via come la vita delle persone che lo animano, la narrazione si alterna tra descrizioni realistiche presentate in quadri dettagliati, vibranti e passaggi focalizzati sui vari personaggi, nel loro intimo, su ci che sentono e che vivono. Il tema di fondo che accomuna lopera di Steinbeck e di Springsteen la condizione delluomo, essere vivente tra gli altri che popolano questo mondo, perennemente coinvolti nella lotta per la sopravvivenza in una spirale di distruzione e creazione do ve albergano la competizione e lavidit di preda. Steinbeck mantiene i problemi morali a basso livello, considera crimini e virt come due facce della stessa medaglia, facenti parte della vita. Casy lex-predicatore sembra stigmatizzare la visione di Steinbeck nel sermone pronunciato dopo la morte di nonno Joad, quando dice: Questa umana creatura ha vissuto la sua fino alla morte. Non sta a me giudicare se fu onesta o disonesta e daltronde questo non ha importanza. Limportante che stata viva, e tutto quello che vive sacro, e il nonno ha dimostrato di vivere la sua vita fino alla morte. [] Il nonno qui stato felice nella sua scelta e ha percorso tutto il suo viaggio senza incidenti gravi. Adesso arrivato alla meta, pu riposare.4 Ma la memoria delluomo resta viva, attraverso i racconti, i resoconti, le sentenze, le leggende e come lo spirito di Tom Joad, tramandato dalle voci di Steinbeck, John Ford, Woody Guthrie e Bruce Springsteen.

Marco Tambara

3 4

The Ghost fo Tom Joad B. Springsteen 1995 Columbia Records Furore (Ed. Bompiani) pg.160