Sei sulla pagina 1di 1

Eveline di James Joyce

Questo racconto di James Joyce s'intitola "Eveline" e fa parte della raccolta Gente di Dublino. Questo breve testo racconta di una ragazza che vive in una condizione di grande povert e disagio familiare. La storia ambientata a Dublino dove questa ragazza "Eveline" , appunto, sta guardando fuori dalla finestra con la fronte appoggiata al vetro e ripensa ad alcuni momenti della sua vita. La ragazza aveva due fratelli, Harry ed Ernest, ora morto, e aveva perso anche la madre a causa di una malattia. Eveline conduceva una vita monotona, fatta di solo lavoro per guadagnare qualche soldo da dividere con la famiglia e con la preoccupazione di badare alla casa visto che la madre non c'era pi. Eveline per voleva lasciare la casa per andare con Frank, il suo fidanzato marinaio, per andare a Buenos Aires in Argentina. Suo padre per ne non era a conoscenza e non sarebbe stato certo daccordo poich non conosceva bene Frank ma soprattutto gli stava antipatico. Sua madre, prima di morire disse a Eveline che doveva tenere la famiglia unita il pi possibile ma proprio quel giorno lei stava scappando lasciando da soli il padre ed il fratello. Eveline aveva in mano due lettere di addio, una da dare a suo padre e una a suo fratello Harry. Poco dopo Frank ed Eveline arrivarono al porto dove avrebbero dovuto prendere la nave per andare a Buenos Aires. Purtroppo Eveline era troppo emozionata, con lanimo pieno di sentimenti contrastanti e non riusc a seguire il fidanzato. Rimase attaccata al parapetto del porto, Frank fu trascinato sulla nave dalla folla e, inutilmente, chiamava Eveline che per gi lo guardava come uno sconosciuto poich aveva rinunciato alla sua nuova vita.

Alberto Zanobetti IV B