Sei sulla pagina 1di 19

LISOSOMI

ORGANULI CONTENENTI ENZIMI DIGESTIVI CAPACI DI DEGRADARE TUTTE LE PRINCIPALI CLASSI DI MACROMOLECOLE BIOLOGICHE (LIPIDI, CARBOIDRATI, ACIDI NUCLEICI E PROTEINE) NON PIU FUNZIONANTI, MATERIALE EXTRACELLULARE INTRODOTTO PER ENDOCITOSI E STRUTTURE INTRACELLULARI DANNEGGIATE O NON PIU NECESSARIE.

I LISOSOMI PRIMARI, CONTENENTI GLI ENZIMI IDROLITICI, FONDENDOSI CON VESCICOLE CONTENENTI MATERIALI DA DIGERIRE, DI ORIGINE EXTRA O INTRACELLULARE, ORIGINANDO I LISOSOMI SECONDARI.

PEROSSISOMI PEROSSISOMI
ORGANULI DELIMITATATI DA UNA SOLA MEMBRANA CONTENENTI ENZIMI SPECIFICI (CATALASI), ESSENZIALI PER LA DETOSSIFICAZIONE DEL PEROSSIDO DI IDROGENO, COMPOSTO POTENZIALMENTE TOSSICO CHE SI FORMA DA MOLTISSIME REAZIONI OSSIDATIVE CATALIZZATE DALLE OSSIDASI. 2H2O2 2H2O e O2.

CONTENGONO ENZIMI CHE DEGRADANO GLI ACIDI GRASSI (BETA-OSSIDAZIONE), o !e "#"$o%&''"(o )e(o%&, e#"(o%o*.(e+"#o &#& e e%%,%e -e(e, ."..&)e-&)
L&/o/o.& e +e-o//&/o.& $e( -"++-e/e(#"(o %e/e.+&o 0e%%" &- o/ -&'&o(e 0& ,(" -e"'&o(e +e-& o%o/" &( ,( 0o.&(&o -&/#-e##o 0e%%" e%%,%" (e1&#"-e 0& 0"((e22&"-e "%#-e /#-,##,-e)

Sono organelli sferici o allungati, delimitati da una doppia membrana: ESTERNA (MME): a contatto con il citoplasma INTERNA (MMI): si introflette in pieghe dette CRESTE Lo spazio tra la membrana interna e quella esterna detto SPAZIO INTERMEMBRANA. MMI: E impermeabile al passaggio di quasi tutte le molecole e di ioni Presenta proteine che svolgono le reazioni di ossidazione (CATENA DI TRASPORTO DEGLI ELETTRONI o CATENA RESPIRATORIA) e un complesso enzimatico (ATP SINTETASI) che produce ATP nella matrice

I MITOCONDRI

La membrana interna racchiude la MATRICE che contiene: 1) Enzimi (per il metabolismo,compresi quelli necessari per lossidazione del piruvato e degli acidi grassi e per il ciclo dellacido citrico) 2) Parecchie copie identiche del genoma mitocondriale (DNA circolare non legato a istoni) 3) Ribosomi mitocondriali 4) tRNA 5) Enzimi necessari per lespressione dei geni mitocondriali (DNA polimerasi ed RNA polimerasi)

I MITOCONDRI SONO LUNICO ORGANELLO, OLTRE AL NUCLEO (E AI CLOROPLASTI) CHE CONTIENE DNA ! IPOTESI DELLORIGINE SIMBIONTICA DEI MITOCONDRI I mitocondri (e i cloroplasti) si sarebbero evoluti da batteri ancestrali aerobi che avrebbero stabilito con eucarioti anaerobici un rapporto di simbiosi di tipo mutualistico. Il batterio avrebbe fornito alla cellula ospite energia potenziale in misura maggiore rispetto a quella ottenibile con la sola glicolisi e, insieme, avrebbe trovato pi abbondante nutrimento nel citoplasma dellospite stesso.

SEDE DELLA RESPIRAZIONE CELLULARE


C6 H12 O6 + 6 O2 6 CO2 + 6 H2 O + 2879 kJoule

REAZIONE DI OSSIDORIDUZIONE: IL GLUCOSIO SI OSSIDA L'OSSIGENO (processo aerobico) SI RIDUCE PER OGNI MOLE DI GLUCOSIO CHE VIENE 'BRUCIATA' VENGONO PRODOTTE 2879 KJOULE DI CUI PI DI MET SI DISPERDONO COME CALORE, MENTRE IL RESTO VIENE IMMAGAZZINATO COME ENERGIA DI LEGAME (EN. CHIMICA POTENZIALE) NELLE MOLECOLE DELL'ADENOSINTRIFOSFATO (ATP). TALE ENERGIA E UTILIZZABILE PER I PROCESSI ANABOLICI (BIOSINTETICI), LA FORMAZIONE ED IL MANTENIMENTO DI GRADIENTI DI CONCENTRAZIONE ATTRAVERSO LE MEMBRANE, TRASPORTO, MOTILITA CELLULARE, ECC.

CITOSCHELETRO

SCHELETRO INTERNO DELLA CELLULA SOSTEGNO E MOVIMENTO

MICROTUBULI cilindri cavi formati da filamenti di TUBULINA (costituiscono ciglia o cilia e flagelli)

flagello

CENTRI DI ORGANIZZAZIONE MICROTUBULARE ciglia DISPOSIZIONE DEI MICROTUBULI 9+2 (ASSONEMA) CORPO BASALE (9X3)

MICROFILAMENTI : filamenti costituiti da actina FILAMENTI INTERMEDI costituiti da diversi tipi di proteine fibrose (es: cheratine, vimentine) che formano strutture a corda (che conferiscono stabilit meccanica alle cellule) (lamina nucleare)

MATRICE EXTRACELLULARE
Rivestimento delle cellule animali ad esse aderente, costituito da fibre proteiche strutturali (COLLAGENE, ELASTINA) immerse in una matrice di polisaccaridi (GLICOSAMMINOGLICANI, PROTEOGLICANI) e da molecole adesive (FIBRONECTINE, LAMININE, INTEGRINE)
FUNZIONI 1) proliferazione 2) differenziamento 3) motilit cellulare Secreta da: osso, cartilagine, tessuto connettivo

GIUNZIONI CELLULARI
Strutture di connessione tra le cellule di molti tessuti animali
GIUNZIONI ADESIVE (ANCORANTI, ADERENTI) GIUNZIONI OCCLUDENTI (STRETTE, SERRATE, SIGILLANTI)

GIUNZIONI COMUNICANTI

PARETE CELLULARE

PLASTIDI (cloroplasti, amiloplasti, cromoplasti)

VACUOLI (VACUOLO CENTRALE: sacchetti pieni di acqua con disciolti vari soluti; accumulo di sostanze nutritive, digestione di sostanze, mantenimento della pressione idrostatica che d turgore alla cellula)

CENTRIOLI LISOSOMI FLAGELLI

STROMA TILACOIDI (membrana: clorofilla) GRANA UNA MOLECOLA DNA CIRCOLARE

LE LEDIVERSE DIVERSEDIMENSIONI DIMENSIONIDEGLI DEGLIORGANISMI ORGANISMI PLURICELLULARI PLURICELLULARISONO SONODOVUTE DOVUTEAD ADUN UNNUMERO NUMERO DIVERSO DIVERSODI DICELLULE CELLULECHE CHECONPONGONO CONPONGONO LORGANISMO LORGANISMO

DIFFERENZE DIFFERENZETRA TRACELLULA CELLULAPROCARIOTICA PROCARIOTICAED ED EUCARIOTICA EUCARIOTICA


Caratteristica Dimensione Nucleo membranoso Nucleolo Cromosomi Organuli Ribosomi Citoscheletro Mesosomi Flagelli Parete cellulare Divisione cellulare Metabolismo Cellula procariotica 0.3-2 m assente assente 1, circolare assenti 70S assente presenti composti da flagellina presente (peptidoglicano) Scissione binaria anaerobico o aerobico Cellula eucariotica 2-25 m Presente Presente molti, lineari presenti 80S presente assenti composti da tubulina cellule vegetali (piante, cellulosa; funghi, chitina) mitosi e meiosi aerobico

VIRUS VIRUS o o VIRIONI VIRIONI


PARASSITI ENDOCELLULARI OBBLIGATI (10-300 nm)
incapaci di replicazione autonoma necessitano dellinterazione con una cellula che funga da ospite

ACIDO NUCLEICO: DNA o RNA RIVESTIMENTO PROTEICO: CAPSIDE (CAPSOMERI)

NON SONO ORGANISMI VIVENTI! SISTEMA IMMUNITARIO

MOLTEPLICITA VIRALE

Virus ad RNA

Virus ad DNA

Batteriofagi

FAGI LITICI o VIRULENTI

FAGI LISOGENICI o TEMPERATI (PROFAGO)