Sei sulla pagina 1di 11

Stufa pirolitica a doppia camera, tipo, Lucia Stove

26/08/2013 robyqu@gmail.com

Stufa pirolitica a doppia camera (Lucia Stove). La stufa pirolitica a doppia camera stata ispirata dal progetto di Nathaniel Mulcahy nato in Georgia da padre americano e da madre italiana, era venuto in Piemonte per questioni familiari, salvo innamorarsi di TORTONA e trovare un lavoro da direttore della ricerca in un'azienda piemontese di elettronica. La sua stufa pirolitica porta il nome di Lucia in onore alla sua cagnetta che gli ha salvato la vita. http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/dossier/Economia%20e%20Lavoro/risparmioenergetico/frontiere/luciastove-biochar.shtml Per costruirla ho usato il solito barattolo da 2,5 Kg di contenuto (due, perch c la camera interna) alto 15 cm con il diametro di 15,7 cm La stufetta si compone di una doppia camera cilindrica in cui la distanza tra il cilindro interno e quello esterno deve essere massimo di 15 mm (io ho impostato un valore di 10 mm).

Camera esterna: La camera esterna ha dei fori in basso di un diametro di 12 mm, ne ho praticati 27, vanno fatti pi in basso che si pu. Il coperchio va messo da parte poich andr forato. Camera interna: Laltezza della camera interna deve essere 10 mm meno alta di quella esterna, quindi si taglia in altezza.

Per la foratura, si usano dei fori da 4 mm e si distanziano dalla base del barattolo di un valore da calcolare, usando una formula empirica, eccola: DISTANZA DA CALCOLARE = D + (diametro del foro fatto in basso), dove D la distanza misurata dalla parte superiore del foro fatto in basso fino alla base della cilindro esterno, la applicheremo pi avanti. Come si ottiene il cilindro interno in modo tale che abbia uno scarto di un (1) cm ? (differenza misurata tra la camera interna e quella esterna).

Questa la parte pi laboriosa da fare perch, ho si ha la fortuna di avere un barattolo gi pronto con le dimensioni giuste, oppure bisogna diminuire il diametro del barattolo che si ha a disposizione, io ho adattato il barattolo da 2,5 Kg che avevo a disposizione. Si taglia via il coperchio inferiore e superiore, si taglia il cilindro ottenuto in modo longitudinale e si sovrappongono i bordi fino ad avere il giusto diametro, bisogna praticare dei fori con il trapano per unire il cilindro accorciato in modo da fissarlo con dei bulloni e rivetti. Il fondo del barattolo interno v anchesso adattato, per fare questo si praticano dei tagli con le f orbici al bordo eccedente, lungo tutto il perimetro poi si riabbattono sul cilindro e si fissano con viti o rivetti, la figura vi aiuter a capire meglio.

Ok, adesso calcoliamo a che distanza fare i fori nella camera interna: la distanza D della nostra stufa di 20 mm il diametro del foro 12 mm DISTANZA DA CALCOLARE = 20 + (1/2 x 12) = 26 mm o 2,6 cm A 2,6 cm partendo dalla base inferiore del barattolo interno si disegner la linea di fori effettuare con il diametro di 4 mm. Quanti fori fare? Il pi possibile non si danno indicazioni precise

opportuno fissare in modo concentrico i due cilindri con un bullone alla base che attraversi tutte due le camere. La stufa quasi pronta basta fare il foro grande nel coperchio superiore che sar la met di quello esterno quindi 15,7 / 2 = 7,85 cm Eccola finita con la prova di fuoco.

Schema di funzionamento stufa pirolitica a doppia camera tipo Lucia Stove

piro film

Postato 5th September 2013 da Roberto Quattrociocchi


23

Visualizza commenti 1. Igor Barbos24 ottobre 2013 15:08

Hola Robi . Hai per caso i dati della temperatura della fiamma in uscita ? Rispondi 2. Roberto Quattrociocchi04 novembre 2013 05:18 da misure fatte da altri la fiamma raggiunge la temperatura di 900 - 1000 C. Personalmente non ho un pirometro per misurare, mi attrezzer pi in l se le finanze mi assistono, ave Igor Rispondi 3. Devis Ciaghi11 novembre 2013 03:25 Ciao! innanzitutto complimenti per la tua realizzazione e per i dettagli e le spiegazioni date! tutto molto chiaro.Volevo provare anch'io a realizzare una stufa pirolitica come quella che hai realizzato tu. Oltre alla formula per calcolare l'altezza dei fori sulla camera interna esistono altre realzioni/formule che legano diametri e altezze delle 2 camere o possono essere fatte a piacimento? Ciao e grazie in anticipo! Rispondi 4. Roberto Quattrociocchi11 novembre 2013 06:56 no, tieni presente solo di non eccedere in altezza rispetto al diametro della camera interna, la fiamma potrebbe soffocare mancanza di aria, tipo 1 metro di altezza e 5 cm di diametro, per capirci. La differenza di diametro tra la camera interna e esterna rimane costante indipendentemente dal diametro della stufetta ( tra 8 e 10 mm). prova a pirolizzare la plastica quando la realizzi, che bellezza di fiamma colore blu-verde. ciao e grazie Rispondi 5. Devis Ciaghi12 novembre 2013 00:11 Ok! grazie per le dritte! Allora importante l'intercapedine di 10 mm tra camera interna ed esterna. Se per esempio la volessi alta 50 cm andrebbe bene come diametro interno un 20-25 cm? Poi volevo tentare di realizzarne una a base quadrata-rettangolare, pensi sia fattibile? ...rettangolare, sarebbe comoda per l'inserimento di legna, si riuscirebbe a sfruttare meglio lo spazio. Prover. Buona giornata e grazie! Rispondi 6. Antonio Sangeniti12 novembre 2013 04:46

Ciao Roberto,intanto complimenti per come hai trattato l'argomento..sei molto chiaro!! vorrei realizzarne una da mettere nel mio portichetto chiuso,per miravo ad avere un autonomia media di almeno 3-4 ore,quindi ti chiedevo un paio di cose: 1)Ma durante il processo si pu aggiungere del pellets? 2)Se la facessi alta 1 metro il diametro 15 sarebbe da magiorare?userei la ventilazione forzata regolata con Arduino anzich forare la camera esterna. 3)Anche i fori da 4mm sarebbero da aumentare o sono legati al diametro 15cm? Grazie Saluti Antonio Rispondi 7. Roberto Quattrociocchi14 novembre 2013 05:54 la stufa che ho fatto ha una autonomia di 1 ora caricata a pellet, quando all'interno di una stanza ( la mia 5 x 6 metri), ho anche raddoppiato la portata sempre con lo stesso diametro e non sembrano esserci problemi) i fori interni ed esterni sono sempre delle stesse misure, cio costruendo una piro a doppia camera con la prolunga a doppia camera, che come usare due barattoli da 5 kg di contenuto invece che 2.5 kg. perch non costruisci 2 piro a doppia camera da 15 cm di diametro e alte magari 1/2 metro! e le usi entrambe, potrebbe servirti un tempo d'uso dimezzato ci una mezza carica. credo che comunque la tua idea sia fattibile visto anche la flessibilit che da la ventilazione forzata anche senza modificare il diametro dei fori interni ed ed esterni. fammi sapere come va e che strada hai preso. ciao Rispondi 8. Luca Maiolo17 novembre 2013 08:14 Ciao!!! grazie per le tue drutte.... ma una domanda... sei riuscito a risolvere il problema del fumo alla fine della combustione???? un grosso saluto luca Rispondi 9. Roberto Quattrociocchi19 novembre 2013 12:32 la stove doppia camera non da problemi di innesco di combustione a fine gassificazione,a patto di non toccare il combustibile durante la gassificazione stessa (caricare e consumare senza aggiungere se non nella prima fase di combustione pirolitica, a parte qualche fumatina di tanto in tanto, ma questa pu avvenire anche durante la gassificazione. il problema si pone con la monocamera, a fine gassificazione fa molto fumo perch si innesca la combustione del pellet gassificato, al momento nessuna soluzione. se trovi qualcuno in rete che ce l'ha me lo fai sapere. la monocamera semplicissima da fare ma ha questo inconveniente. ciao e grazie per l'interesse mostrato Rispondi in anticipo.

10. Peppe....20 novembre 2013 11:57 ciao a tutti, potreste spiegarmi il discorso dell'aria primaria, secondaria,...non ci sto capendo piu nulla....inoltre mi chiedo l'utilizzo della ventola aiuta l'accensione a quanto ho capito ma quale aria deve spingere e dove Rispondi Risposte 1. Roberto Quattrociocchi28 novembre 2013 11:19 allora, questa una stufa a gas, il gas prodotto dalla sostanza organica che metti dentro la stufa. L'accensione della stufa pirolitica importante perch deve creare una fiamma omogenea su tutta la superficie di pellet o altro che alimenta la stufa. una volta che si forma il tappo di fiamme, appena sotto di esso i'ossigeno che presente nell'aria viene escluso e comincia la gassificazione della sostanza organica. la differenza di pressione che si forma tra sopra e sotto la fiamma spinge il gas prodotto verso il basso, fuoriesce dai fori della camera interna e sale in superficie miscelata con l'aria calda (ormai) che proviene dai fori della camera principale. arriva in superficie e trova la fiamma che incendia aria e gas. E' una stufa che brucia gas quindi come tutte consuma ossigeno dell'atmosfera. La ventilazione forzata insufflata dai fori della camera esterna primaria, aumenta l'entrata di ossigeno e regola l'intensit della fiamma. ma pu funzionare anche senza, non obbligatoria. ciao e grazie per l'interesse Rispondi 11. Peppe....01 dicembre 2013 10:38 Ciao, Ho appena finito la prova ......una marea di fumo alla fine....cosa puo essere Rispondi 12. Michel Pocai03 dicembre 2013 04:30 Qualcuno puo aiutarmi con uqeste misure nin sono in grado di calcolare la distanza per i fori sotto tubo esterno da 200 mm e interno da 170 mm lungo 400 mm quanti mm devo fare i fori sotto della camera interna? Rispondi 13. Roberto Quattrociocchi03 dicembre 2013 11:36 i fori della camera esterna 12 mm vanno bene (li faccio a multipli di 12....24...36...), camera interna 4 mm (sempre a multipli di 12, numero magico!), per la distanza da

calcolare

c'

la

formula

da

applicare.

DISTANZA DA CALCOLARE = D + (1/2 x diametro fori esterni) = D la distanza tra il bordo superiore del foro grande e la base della stufa. Vedi la figura dell'articolo. ciao Rispondi 14. massimo04 dicembre 2013 17:51 complimenti veramente forte... sarebbe bello poter creare un vero e proprio sistema di riscaldamento autonomo in casa sicuro ed ecologico dici che si potr fare? ma si possono usare dentro casa? Rispondi 15. massimo04 dicembre 2013 17:53 scusa l'insistenza ma le vendono queste stufe pirolitiche da qualche parte, magari a doppia camera? Rispondi 16. Roberto Quattrociocchi05 dicembre 2013 01:56 io l'ho cercate http://worldstoveitaly.com/ ma quando inserisco nel carrello non succede niente!!!! non mi fa procedere con la vendita Rispondi 17. Salvatore Sanna14 dicembre 2013 16:32 Salve a tutti ! Come posso fare per postarvi le foto delle pirolitiche che ho creato io ?^_^ Rispondi 18. Roberto Quattrociocchi16 dicembre 2013 12:30 ave salvatore, se vuoi puoi mandare le foto per posta elettronica al mio indirizzo mio , cos posso pubblicarle su questo blog, robyqu@gmail.com Rispondi 19. MARANA-THA11 gennaio 2014 09:33 ciao roberto sono entrato nel sito da te indicatto la http://worldstoveitaly.com/ devi trascinare l'immagine nel carrello sopra disegnato,a me lo ha preso cmq lo solo provato preferirei farla io ;)

cmq ottimo blog e complimenti sia per la doppia camera che per la singola .mio cognato la gia provata la doppia camera e funziona,niente fumi e calore abbastanza per una stanza da 15 m2 Rispondi Risposte 1. Roberto Quattrociocchi16 gennaio 2014 02:08 si vero ma non ti f procedere con il pagamento ..... Rispondi 20. E' facile smettere di fumare !15 gennaio 2014 12:03 ciao Roberto, pensavo di autocostruirne una di grosse dimensioni, per smaltire residui di potature creando carbonella, quali dovrebbero essere le distanze dei fori ? se ti invio dati sulle dimensioni delle latte che vorrei utilizzare, potresti darmi qualche consiglio ? grazie, Vincenzo Rispondi Risposte 1. Roberto Quattrociocchi16 gennaio 2014 02:09 invia i dati vediamo che posso fare.....ciao

Allora Urania 64, ho visto la foto della tua creatura, segui queste regole per costruire una doppia camera. la distanza tra le due camere esterna e interna fa che sia da 8 a 10 mm, la doppia camera che costruiamo serva a prendere il gas prodotto da sotto e indirizzarlo attraverso lo spazio della doppia camera sopra la fiamma di innesco. il gas prodotto cosi verr poi bruciato in superficie. c' anche una pirolisi diretta che non usa la doppia camera, questo succede soprattutto all'inizio della combustione e gassificazione, se non vedi gas che si incendia dall'intercapedine della doppia camera significa che non c' abbastanza pressione e il gas non ce la f a risalire lateralmente. in questo caso puoi abbandonare l'idea di forare lateralmente il reattore interno, e fare dei fori da 3 mm direttamente sotto il coperchio inferiore (della camera interna). togli il coperchio inferiore della camera esterna che non ha nessuna funzione e lasciala senza niente, anche pi facile da pulire. Il bordo superiore della camera interna deve essere pi corto di 1 cm di quella esterna, quindi devi accorciarlo e mettere un coperchio che copra tutto il diametro della camera esterna, in questo modo permetterai la risalita laterale dei gas prodotti dalla pirolisi, senza coperchio funziona solo a pirolisi diretta cio con gas prodotti dalla camera interna che vanno subito verso l'alto. i fori esterni in basso della c. esterna che hai fatto sono troppo piccoli aumenta di diametro da 10 - 12 cm. importante che ci sia un volume di aria tra il fondo esterno della camera interna e la base di appoggio della camera esterna, in pratica, la c. interna deve essere sollevata da terra di 1 o 2 centimetri altrimenti fa fumo alla fine. per le proporzioni tra le lunghezze, in futuro, regolati con il rapporto aureo Fi che di 1.618. fai tutto in questo rapporto (dividi e moltiplica per 1.618) e avrai le corrette proporzioni tra due lunghezze differenti. es. se il diametro della camera interna 120 mm, la sua altezza sar 120 x 1.681 cm. riassumendo: camera interna costruita con rapporto aureo (definita la base trovare l'altezza moltiplicando per FI ) buchi da 3 mm direttamente sul fondo del barattolo interno il reattore interno deve essere meno alto di quello esterno di 1 cm - 1.5. occorre il coperchio sopra con un foro di 1/2 il diametro del barattolo grande il fondo del barattolo esterno si pu togliere perch da quello che ho visto non ha una grande funzione per i fori inferiori del contenitore esterno usare un diametro di 1 cm gli accorgimenti per migliorare non finiscono mai, chi ha idee da mettere sia il benvenuto. dimenticavo, la fiamma deve essere il piu possibile blu. la pirolisi perfetta a fuoco blu, emissioni quasi zero, il resto qualcosa che si avvicina alla piro perfetta. la stufa piro brucia ossigeno, e un po di emissioni ci sono sempre (a meno che non avete una fiamma completamente colore blu) quindi prima o poi istaller una piccola canna fumaria, non si s mai, a volte fa capricci di fumo anche se tutto andato bene, meglio avere un punto di sfogo per gli eventuali fumi. grazie spero sia di aiuto