Sei sulla pagina 1di 2

5.

UN FENOMENO ANCORA MISTERIOSO: IL COHERER


A mysterious phenomenon: the coherer

Un tubetto di plastica ricavato da una penna a sfera, due viti di acciaio inox da 6 mm di diametro e al centro, fra i due estremi distanti circa 1 mm, un po' di limatura di una moneta da 50 delle vecchie lire. Questo il primo rivelatore di onde elettromagnetiche conosciuto. Si pu costruire in pochi minuti. Fu usato da Marconi nei suoi primi esperimenti di trasmissione a distanza per mezzo delle onde elettromagnetiche. Come funziona?

Inserito in un circuito con una pila da 3 V e un diodo LED, il coherer non conduce, ed il LED spento. Ma ad ogni scintilla dell'accendiga piezoelettrico che scocchi nelle vicinanze,

il coherer diventa e resta conduttore, e il diodo LED si accende. Per ripristinare lo stato di non conduzione basta dare un colpetto al coherer. Se si collegano i due poli sia del trasmettitore (accendigas), che del coherer, rispettivamente ad una antenna di qualche metro e ad una presa di terra, con gli oggetti che si vedono nella figura si pu trasmettere un segnale radio a una trentina di metri di distanza. Il fenomenno del coherer ancora misterioso. I fatti. 1. Una tensione continua di 3 V, applicata al coherer, non lo manda in conduzione. 2. Un molto pi debole segnale costituito da un'onda sinusoidale smorzata lo manda in conduzione. 3. La frequenza dell'onda smorzata non ha importanza: da pochi KHz fino ai GHz. 4. Ed il pi strano: il coherer diventa conduttore a seguito di una scintilla anche se non alimentato (pile staccate).