Sei sulla pagina 1di 7

www.kristallmensch.

net

SEMINARIO – CRISTALLO 2007


ESSERE UN INSEGNANTE
SAINTE GERMAIN
SABINE WOLF

1° Lezione
Superare la propria oscurità
Il tempo triplo
Le generazioni dei maestri discesi

!$"-"),3",$)4'(5(%*&#"%-")%"..6(,37'$-89)
4"'),-7*$&'.&9)4"')&33"--&'.&)
")$%5$%")4"')-'&,5('#&'.&:)
;($),$"-")$)4$(%$"'$)*"$),"3(.$)")$)3'$,-&..$)*".)#(%*(:)
<'&,5('#"'"-").6(,37'$-8)
,")="'&#"%-").&)>7&'*&-")").&)'$3(%(,3"-":)
)

!"#$%&'$()*$)+'$,-&..()/"0$(%")12) 1)
I quattro spazi dell’oscurità
Osserviamo quattro spazi dell’oscurità, che sono di natura diversa e che si trovano in
diverse dimensioni della vostra vita. Alcuni spazi si toccano, si accavallano o si
attraversano, altri no. Ma hanno ugualmente delle cose in comune:

a) sono nascosti, coperti e occultati. (Churchill una volta disse: Mosca è ”un enigma nel
segreto, circondato da misteri“. Così possiamo immaginare questi spazi oscuri. A
proposito: anche la luce è piena di enigmi, segreti e misteri!)
b) contengono dolore e sofferenza, odio e aggressione, paura e infedeltà, come anche
tutte le altre invenzioni di pensieri e sensazioni ed emozioni dell’umanità;
c) agiscono nella nostra vita secondo le stesse regole di gioco, come la luce;
d) fanno parte di VOI STESSI al 50%.
La risposta alla domanda, come potete vincere l’oscurità, bisogna vederla in più modi.

1° livello: conoscere la natura dell’oscurità


Fino ad ora siete fuggiti da lei. L’avete evitata come potevate. L’avete vietata e
denigrata – e avete condannato o abbandonato alla morte tutte le persone che vivevano
dentro di lei, evitandole. Quello che avevate inflitto agli altri, ritornava sempre da voi.
Voi non avete mai guardato in faccia l’oscurità e pertanto non potevate conoscerla.
Proprio perché siete fuggiti da lei, lei vi ha sempre inseguito, perché è una parte di voi.
Proposta di soluzione:
Fermatevi, giratevi, arrendetevi, accettate quello che viene e comunicate, così vincerete
l’oscurità.

1° esercizio:
Segnati su un diario, tutti gli aspetti oscuri della tua vita. I primi temi potrebbero essere:
“ C’è dell’oscuro nella mia vita?“
“ Di cosa ho paura?“
“ Cosa mi disturba e mi irrita profondamente?“
“ Cosa mi fa arrabbiare?“
“ Cosa mi da un senso di impotenza?“
" Quali temi non voglio per niente al mondo far entrare nella mia vita?“

Raccogli qui solo risposte, senza SE e MA, senza spiegare e indagare sul PERCHÈ.
Prenditi almeno 7 giorni di tempo per darti risposte su ogni singolo tema. Ci vuole del
tempo per farli uscire dagli spazi profondi della tua vita. Raccogli TUTTE le risposte,
movimenti interni e sentimenti senza eccezioni.

!"#$%&'$()*$)+'$,-&..()/"0$(%")12) ?)
2° livello: L’accettazione della natura dell’oscuro
L’oscuro è una forza evolutiva, così come la luce. È nata dall’UNITÀ della LUCE e si è
trasformata in basso da uno spazio all’altro. La luce e l’oscuro hanno percorso la stessa
strada come l’essere umano. Si sono mossi perché l’uomo l’ha fatto.
La via dell’oscuro é da accettare, così come la propria strada dell’evoluzione, perché
l’oscuro ne rappresenta la metà. Chi non accetta questo, si deruba del 50% della base di
esistenza e della forza vitale.
Proposta di soluzione:
Accettate l’oscuro (senza condizioni), senza sottomettervi, così lo vincerete. Accettate
l’oscuro come un’autorità che AMA. Fate ciò dalla vostra stessa AUTORITÀ che
AMA.

2° esercizio:
Scrivi tutte le risposte che hai trovato alle prime domande e accetta tutto SENZA
CONDIZIONI. Scusa te stesso per ogni singola reazione che hai scoperto dentro di te e
benedici te stesso.

Questo significa: togli il velo scuro dalla sua colpa (reazione) e dalla tua. Nessuno può
farlo, se non TU STESSO. Scrivi nel tuo diario frasi complete della tua percezione e
lascia fluire le energie liberate.

3° livello: L’agire dell’oscuro


Si parla “dell’enigmatico segreto del mistero“ perché l’oscuro agisce di nascosto.
Agisce al contrario del pensare e percepire umano, altrimenti sarebbe tutto chiaro e
perciò nessun segreto. L’oscuro genera sempre la luce. Questo è il mistero!
Consideriamo l’oscuro recentemente creato: gli spazi scuri dell’umanità. Sono nati
dall’immissione dello sbaglio (pensare) e della disperazione (percepire) umana tra i due
poli (oscuro e luce). L’agire degli spazi consisteva nel prendere le energie da voi,
salvaguardarli e restituirveli adesso nella fine dei tempi.
Il loro contenuto è errore e disperazione, così anche l’emissione non può essere altro.
Agli spazi non servono queste energie, le tenevano per un certo periodo solamente. Voi
però potete compiere molto tramite loro. Potete raggiungere una grande maturità e forza
se ve le riprendete.
Proposta di soluzione:
Lasciate che l’enigma rimanga enigma, il segreto rimanga segreto e il mistero rimanga
mistero, così vincerete l’oscuro.

Siate coraggiosi davanti agli enigmi, segreti e misteri, non lasciatevi impaurire da loro.
Rimanete tranquilli, respirate profondamente e smettete di cercare. I misteri sono
DENTRO di VOI. Sono la VITA VISSUTA. Quando cercate, non vivete. Quando
vivete, non cercate.

!"#$%&'$()*$)+'$,-&..()/"0$(%")12) @)
I misteri della vita non si scoprono nel CERCARE lontano, ma con
L’ACCETTAZIONE del vicino, quello che viene da voi “ora e qui “, adesso è qui da
voi. Si scoprono tramite guardare e comunicare.
3°esercizio:
Potresti prendere il tuo diario e porre piccole domande a spazi, esseri e mondi,
riguardanti le scoperte del tuo oscuro:
„ Chi, (cosa) sono veramente?“
„ Perché sei con me?“
„ Di che genere è il tuo servizio per me?"
„ Cosa posso fare per liberare te e me?“

Aspettati sempre risposte sincere e dirette se fai domande sincere e dirette. Prendi nota
nel tuo diario. Fai una comunicazione scritta, che puoi leggere di tanto in tanto.
4° esercizio:
Vincerete l’oscuro nella vostra vita, percependo profondamente, accettando e facendo
del vostro mantra, questa piccola frase:

„ Io sono Tu“ e „Tu sei Io.“


Applica questa frase con il cuore aperto su tutte le tue scoperte e vedi cosa cambia.
Prendi nota di tutto questo nel tuo diario.

4° livello: La differenziazione degli spazi dell’oscuro


Con l’evoluzione spirituale dall’UNO SPAZIO sono nati otto successivi spazi. Quattro
chiari e quattro scuri e uno scuro-chiaro. Noi per adesso trattiamo solamente gli spazi
scuri. Alla base sono tutti labirinti, sale degli specchi e montagne russe. Hanno
ugualmente un ordine e un equilibrio.
Due di loro crearono lo Spirito e due l’uomo. Quelli creati dallo Spirito non sono spazi
ma esseri spirituali che agiscono, creando spazio. Quelli creati dall’uomo sono spazi
energetici pieni di creature ed esseri.
Nella prima divisione dell’UNO nacquero la luce creativa e l’oscuro creativo. Questi
crearono la luce e l’oscuro interiore non incarnati. Questi nuovamente si incarnavano
nei ventricoli del cuore umano. Loro davano la luce al corpo umano.
Da questi due ventricoli dall’oscuro e dalla luce incarnata, l’uomo creò la luce esteriore,
l’umanità che si aiuta, e l’oscuro esteriore, l’umanità che si batte. Nella comunicazione
degli umani e la loro comunità esterna nacquero l’oscuro astrale e la luce, lo spazio dei
sentimenti umani unipolari, negativi e positivi.

Proposta di soluzione:
Guardate con il cuore aperto, allo sviluppo naturale degli spazi ed esseri scuri.
Guardateli come animali nello zoo, dai quali avreste avuto paura se fossero stati liberi,
che vi interessano e affascinano ugualmente.

!"#$%&'$()*$)+'$,-&..()/"0$(%")12) A)
5° esercizio:
Guardate lì, dove finora avevate chiuso gli occhi. (es. 1. Esercizio, domanda 6) Aprite il
vostro cuore e permettete a tutti i veli oscuri di andarsene dalla vostra vita.

Se lo PERMETTETE, accade da solo (questo é il carattere della Nuova Energia)


Prendete nota nel vostro diario dell’oscuro (e percepite come si trasformerà in un diario
della LUCE DELL’UNO)

5° livello: Giudizio e differenziazione


La forza più grande degli spazi oscuri astrali è il giudizio, la forza più debole è la
differenziazione.
Il giudizio è una forza oscura che nacque nell’era della polvere, quando il conscio
dell’Uno era quasi chiuso. Le basse frequenze delle forze del “giusto e sbagliato”,
“valore e indegnità”, “colpa e riconciliazione”, “bene e male” lo favorirono.
Tutte le forze in merito si andavano sempre più abbassando. Giudizio è uno strumento
della divisione e della negazione di uno dei due poli. Portò all’oscuramento e alla
confusione, che furono per tanto tempo aspetti di maturità.
Se non finirà il giudizio e il giudicare, non terminerà l’abbassamento delle forze e
provocherà oscurità e decadenza. Porta la legge dello Spirito negli spazi più profondi
delle emozioni (fondamentalismo e fanatismo). Le emozioni non sono in grado di
distinguere, ma solo di giudicare. Sono nati dal caos e lo portano alla conclusione.
La distinzione nacque all’inizio del cammino nella dualità, nell’era cristallina sorgente.
Si trova nella grande saggezza dell’UNO, che creò da se stesso i poli semi pari. La
distinzione è la forza che porta chiarezza, saggezza e salvezza alla fine del cammino
quando il caos è al culmine.
Proposta di soluzione:
Finite di giudicare e incominciate a distinguere in maniera neutrale e senza emozioni.
Concedete a voi e agli altri l’esistenza totale e tutte le decisioni. Il giudizio è una forza
che viene dalle emozioni del ventre e dall’intellettualità del cervello. Le forze dietro il
giudizio sono paura, il sentirsi in colpa, inferiorità, pentimento, vergogna, aggressione,
dubbio (ventre), così come la smania di controllo e rappresaglia, costrizione di
organizzazione e di programmazione (cervello). Questi sono spazi uni-poli e non
mutabili. I giudizi vi fanno sentire dipendente. Solo il vostro cuore è capace di
distinguere senza giudizio e di prendere una vera decisione.

6° esercizio:
Percepisci la disastrosa forza del giudizio di te stesso. Prendi nota di tutte le risposte alle
seguenti domande:
“Quale singolarità, forze e caratteristiche della mia persona si distinguono con altre
persone?” (prendi 2 o 3 persone come esempio)
“Come giudico gli aspetti miei in confronto ad altri?”
“Che cosa ammiro in loro?”
“Dove mi rammarico?”

!"#$%&'$()*$)+'$,-&..()/"0$(%")12) B)
“Quali dei miei aspetti ogni tanto mi portano al margine della disperazione?”

Trasforma ogni giudizio negativo di te stesso:


ACCETTA di cuore le tue forze avversive (l’oscuro), come una parte necessaria del tuo
speciale e singolare cammino.
PERMETTITI di accettare le tue forze interne (la luce).
Permetti a voi Tre (te, l’oscuro e la luce) di trasformarvi in UN unico ESSERE.

7° esercizio:
Prendi un problema, un evento, una persona che giudichi molto volentieri. Sii onesto
con te stesso.
Guarda con il cuore aperto e rispondi alle seguenti domande:
“In che modo ho giudicato tutto questo fino adesso?”
“Perché l’ho fatto così e non in un altro modo?”
“Quali emozioni (ventre) mi hanno guidato?”
“Quali pensieri (cervello) mi hanno guidato?”
“Quale effetto aveva questo giudizio su me stesso?”

Decidi di ripensarci sul tuo giudizio e di guardarlo con il cuore aperto. Prendi nota di
tutte le tue cognizioni, emozioni e movimenti interni. Percepisci quale effetto interno ha
un giudizio riflettuto. Sei UNO con tutto, non È vero?

8° esercizio:
Vai con la tua attenzione nel tuo cuore e inspira ed espira alcune volte molto
profondamente. Apriti e permetti a tutte le correnti di fluire liberamente.

Permetti al tuo Se superiore pieno di luce, di fondersi con te; percepisci come fluisce.
Poi permetti al tuo Se superiore oscuro di fondersi con te; percepisci come fluisce.

Senti la differenza di energie e accettale di tutto cuore. Prendi tempo a sufficienza per
questo e prendi nota di cosa hai percepito e vissuto. Fai che questa fusione diventi
consciamente una parte del tuo respiro.

6° livello: Il sentiero negli spazi oscuri


Anche se avete evitato gli spazi oscuri per anni e vi siete nascosti davanti a loro, eravate
ugualmente dentro di loro, perché loro fanno parte di voi. Eravate sempre dentro di loro,
non perché lo volevate voi, ma perché loro lo desideravano. Perché fanno parte di voi,
sono collegati con voi.
Il problema consiste nel: quello che non volete, ritorna da se e vi domina. Voi dite NO e
lo spazio oscuro dice SÌ. NO è una parola d’impotenza, SÌ è una di potenza.
Che voi siate nello spazio oscuro non è un problema ma uno stato naturale. Se ci state
senza la vostra intenzione, avete un problema. Perché essere senza intenzione, è come
essere senza potenza. Siete in mezzo all’oscuro e non lo riconoscete e non sapete cosa
fare. L’oscuro vi dirige secondo le sue capacità (vedi punto 3) e vi confonde con le sue
strutture labirintiche.

!"#$%&'$()*$)+'$,-&..()/"0$(%")12) C)
Proposta di soluzione:
Vincerete l’oscuro se aprite gli spazi e li supererete consciamente. Siete più forti di tutti
gli esseri ed energie in quegli spazi se rispettate le regole. Una regola è l’intenzione del
cammino. Esistono diverse entrate negli spazi oscuri di tutte le dimensioni. Avete usato
due di loro per millenni senza rendervene conto: lo spazio mentale nel cervello e lo
spazio emozionale nel ventre. Da qui siete scivolati spesso nell’oscuro e ritornati
faticosamente, spesso cambiati o feriti. Questi cammini sono insicuri, pieni di ostacoli e
strade a senso unico.

Esiste solamente una via che vi protegge dall’essere imprigionati nelle diverse
dimensioni dell’oscurità o addirittura di perdervi per un certo periodo. È il cammino
attraverso il vostro cuore. Il vostro cuore è il punto di partenza per tutti i viaggi che vi
sono utili e vi arricchiscono. Il vostro cuore è la porta multidimensionale per tutti gli
spazi del cosmo oscuro e quello pieno di luce. Qui regnano tutte le forze di tutti gli
spazi, servitevi di loro!
9° esercizio:
Vai con la tua attenzione nel tuo cuore e inspira ed espira alcune volte molto
profondamente. Apriti e permetti a tutte le correnti di fluire liberamente. Fondi con i
maestri della luce e dell’oscuro (che sei tu stesso) e vai con loro in quegli spazi oscuri
che vuoi vedere, permetti a loro (tramite te) di chiarirsi.

Prenditi tanto tempo per questo viaggio (per esempio, incomincia la sera, quando vai a
dormire). Poi prendi nota di cosa hai visto, sentito e vissuto. Tieni conto che questo può
provocare delle notevoli crisi di guarigione nel tuo spazio corpo o spazio vita. Se è così
continua a respirare, rimani con il cuore aperto e lascia che le fiamme dell’amore
brillino nel tuo cuore. Solamente se lo decidi e lo permetti, sarà così.

!"#$$%&'(#&)%*&+%,#,#&-./#&+#/&0%*1&

E%(.-'&-") F7",-$) -",-$) ") $.) %(,-'() $%*$'$00(G$%-"'%"-) &*) &.-'$9) &55$%3HI) -&%-$) 7#&%$) 4(,,&%()
7,75'7$'")*$)F7",-()#&-"'$&.")")*"..")=(,-'")3(>%$0$(%$:)J$,4"--&-")$.)%(,-'()*$'$--()*6&7-('")
,7$)-",-$)")*$=7.>&-".$)$%)-7--()$.)#(%*()K)4"')$.)L"%")*$)-7--$:)M,&-")F7",-()#&-"'$&.")4"')$.)
=(,-'() 4$&3"'") ") ,=$.744() 4"',(%&."9) #&) 7,&-".() &%3H"9) 4"') $) =(,-'$) 5$%$) 4'(5",,$(%&.$9) ")
3(%-$%7&-")&),=$.744&'.$),"3(%*()$)=(,-'$)5$%$:)!(%(),-&-$)5&--$)4"')F7",-(:)

!-$&#() 3(,-'7"%*() .&) %(,-'&) 4&>$%&) &%3H") $%) &.-'") .$%>7") ") 4"') 3$N) ,-$&#() 3"'3&%*()
4"',(%")*$)#&*'").$%>7&9)3(%),"%,$L$.$-8).$%>7$,-$3&)4"').")-'&*70$(%$:)!$&#()>'&-$)4"')(>%$)
$%*$3&0$(%") ") 3(%%",,$(%":) O($) %(%) 3H$"*$&#() ,(.*$) 4"') $.) %(,-'() .&=('(9) #&) =") .()
'">&.$&#() *$) 37('":) +H$) =7(.") *&'3$) 7%&) >'&-$5$3&0$(%") 5$%&%0$&'$&9) 47N) 5&'.() &--'&="',() $)
,">7"%-$)3(%-$P)Q"')5&=('")$##"--"-").&)4&'(.&)RSTOUVETOWX:)YE//W)ZJUVEW:)

E%)!=$00"'&P)[-(:)\A)K)@1A)1C)K)B)!]E!!)QT!<)
E%)Z"'#&%$&P))[-(P)B^^^)BA1@)^^)_/VP)?D\`@DC^);(.a,L&%a)!"","%)
E_UOP)SWCC)?D\`)@DC^)B^^^)BA1@)^^)b)_E+G+(*"P)ZWOTSWc)1!W!)
)

www.kristallmensch.net Sabine Wolf, Wennigsen, 27 gennaio 2007


Traduzione: Iris E’Lina

!"#$%&'$()*$)+'$,-&..()/"0$(%")12) D)