Sei sulla pagina 1di 3

La copertina

Christian De Sica: in 30 ciak il mio giro intorno al globo


ARIANNA FINOS

Per i lettori abbonati a Repubblica+

Hi tech

Il cinema in regalo con RSera tre nuovi film per il weekend

Schermi piatti e ultra hd il futuro curvo


SERGIO PENNACCHINI

NZ
PD-1F

Fondatore Eugenio Scalfari

www.repubblica.it

Direttore Ezio Mauro


CON DVD I SEGRETI DELLA MUSICA 9,20 (PROV. VE CON LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE 1,20)

Anno 39 - N. 3

in Italia 1,30

sabato 4 gennaio 2014

9 770390 107009

ALVOHXEBbahaajA CIDODFDODI
40104

SEDE: 00147 ROMA, VIA CRISTOFORO COLOMBO, 90 - TEL. 06/49821, FAX 06/49822923. SPED. ABB. POST., ART. 1, LEGGE 46/04 DEL 27 FEBBRAIO 2004 - ROMA. CONCESSIONARIA DI PUBBLICIT: A. MANZONI & C. MILANO - VIA NERVESA, 21 - TEL. 02/574941. PREZZI DI VENDITA: AUSTRIA, BELGIO, FRANCIA, GERMANIA, GRECIA, IRLANDA, LUSSEMBURGO, MALTA, MONACO P., OLANDA, PORTOGALLO, SLOVENIA, SPAGNA 2,00; CROAZIA KN 15; REGNO UNITO LST 1,80; REPUBBLICA CECA CZK 64; SLOVACCHIA SKK 80/ 2,66; SVIZZERA FR 3,00; UNGHERIA FT 650; U.S.A $ 1,50

La maggioranza si spacca sulla proposta del leader democratico. Il premier: la sua iniziativa importante, troveremo un accordo

Unioni civili, subito scontro


Alfano dice no a Renzi. Il Pd: andiamo avanti anche senza di lui
I rendimenti tornano ai minimi di tre anni fa

R2

Da Petrarca a Neruda tutta la poesia del mondo

Lo spread dei record scende sotto quota 200 Letta: il Paese riparte

ROMA La proposta di Matteo Renzi sulle unioni civili divide la maggioranza. Angelino Alfano, vicepremier e leader di Ncd, stoppa il segretario pd: Prima bisogna pensare alle famiglie. Il Partito democratico pronto ad andare avanti anche senza di lui. Il premier Enrico Letta convinto che le soluzioni si troveranno. CUSTODERO A PAGINA 2

La polemica

Il retroscena

I fantasmi delle destre Il segretario: sui diritti bloccano il cambiamento non cedo di un centimetro
CURZIO MALTESE
UL riconoscimento delle unioni civili, il governo Letta sta mettendo in scena un film gi visto troppe volte. Sono passati quasi ventanni da quando il primo governo Prodi inser negli ormai celebri provvedimenti dei primi cento giorni, accanto alla legge sul conflitto dinteressi e alla riforma televisiva, anche una legge sulle unioni di fatto. SEGUE A PAGINA 27

TOMMASO CIRIACO
A ACCESO la miccia, Matteo Renzi. E non sembra pentito: Sia chiaro, non ho mai parlato di unioni gay, ma di civil partnership. Ma su questo io non mi muovo. Neanche di un centimetro. Non arretra, il segretario. Manca un mese alla stesura del nuovo patto di governo e la maggioranza sembra gi intrappolata nella gabbia dei veti incrociati. SEGUE A PAGINA 3

Il caso

Berlusconi: tocca a Marina se il voto sar a maggio


CARMELO LOPAPA A PAGINA 9

WALTER SITI
A POESIA oggi, tutti gli editori lo confermano, unarea depressa: spariscono le collane ad essa dedicate, sono pochi i poeti giovani che restino nella memoria, molti anziani si sono lasciati attrarre dalle sirene del romanzo, tutto sembra limitato a un circuito di editori minori o minimi dove i poeti se la cantano e se la suonano, litigando e leggendosi a vicenda. (Poche eccezioni fatte, naturalmente). Non solo il risultato di politiche culturali ostili: da molto tempo il rapporto della poesia con la metrica diventato problematico, i metri tradizionali sono respinti o citati parodicamente, la lingua speciale della poesia sembra aver perso necessit, la prosa ci ha ormai abituato a tali accensioni metaforiche e a tali oltraggi alla norma che non si vede perch andare a capo. Eppure il pop e il rap hanno raccolto il bisogno inesauribile di musica verbale, di rimare e ritmare le emozioni. SEGUE A PAGINA 42

Gelo a New York, temperatura a -25 gradi. Undici vittime


GRION E PULEDDA A PAGINA 10

Tempesta di neve sugli Usa, cancellati 5mila voli

Lanalisi

Quindici mesi per sfruttare la fine dellemergenza


FEDERICO FUBINI
UNITALIA ancora sul crinale quella che ieri ha seguito la discesa dello spread sotto quota 200 punti-base. Dimenticata e rimossa per due decenni, questa parola che riassume la distanza fra Bund decennali tedeschi e Btp equivalenti e con quella il rischio-Italia si imposta nel linguaggio di tutti i giorni due anni e mezzo fa quando il Paese rest coinvolto in pieno nel contagio europeo. Quello di met del 2011 in realt fu un ritorno: lo spread aveva gi fatto irruzione nella vita degli italiani nel 92. Allora la lira e il debito pubblico di Roma erano finiti nellocchio del ciclone che spazz via il sistema di cambio europeo del tempo. SEGUE A PAGINA 11

Il nuovo sindaco di New York, Bill de Blasio, spala la neve davanti a casa

MASSIMO VINCENZI A PAGINA 20

Linchiesta

La ricerca

Anziani, pericolo al volante In Italia i ragazzi pi pigri Ora patente pi difficile solo uno su tre fa sport
FABIO TONACCI
HI ha a che fare con la sicurezza stradale dice che la questione degli anziani al volante non un tema. il tema. Perch in dieci anni i quattro milioni di over 70 che oggi hanno la patente diventeranno il doppio. Il governo intende accorciare da due anni a uno la frequenza del rinnovo della patente per ultra ottantenni. A PAGINA 18 CON UN ARTICOLO DI LUGLI E ORLANDO

in mano agli inquirenti

CORRADO ZUNINO
NOSTRI ragazzi sono i pi sdraiati dEuropa, e ogni anno il tempo da loro trascorso sul divano aumenta. La questione si fatta cos pericolosa che la Societ italiana di pediatria ha dedicato al fenomeno il drop out, labbandono dellattivit sportiva in giovane et i suoi stati generali. Non fare sport rende obesi, fa ammalare e isola. A PAGINA 21 CON UNINTERVISTA DI ASSANTE

Schumi aveva una telecamera sul casco

A PAGINA 19

la Repubblica

SABATO 4 GENNAIO 2014

R2CULTURA

42

VILLAGE
ALBERTO ARBASINO

A CHI IMPORTA DELLA TRAVIATA IN AEROPORTO ?


uante varie e modeste iniziative per sopperire alle crisi di identit e personalit attualmente vissute e sofferte da tutta la stampa quotidiana e settimanale, magari ancora in tempo per acchiappare qualche ultima replica. Compatibile con le scadenze. Eppure i concerti pi classici o canonici paiono sempre affollatissimi. Senza contributi mediatici. Evidentemente si stringe una crisi di qualit sui recensori poco autorevoli. A chi importano? Gi, personaggi quali Giorgio Vigolo, Massimo Mila, Fedele dAmico, Eugenio Gara, Franco Abbiati, Beniamino Dal Fabbro e altri ancora avevano a disposizione vasti spazi e impegnativi spazi critici, malgrado le foliazioni ridotte. Ed erano personalit comparabili ai loro colleghi della critica drammatica Nicola Chiaromonte, Sandro De Feo, Raul Radice, Roberto De Monticelli... abituati a una saggistica intercritica e interdipendente e impegnativa piuttosto che a notare se una Traviata veniva ambientata in un aeroporto o in un cesso, e se i cantanti erano pi o meno bravi allaltezza dei loro ruoli, bench infagottati in paltoncini e golfoni. Circa gli orchestrali, del resto, quali analisi tecniche si possono esigere, leggibili e comprensibili e non basate sullorecchio, in un paese dove non si imparano a scuola? Una questione, forse fondamentale. Quanti colleghi ricercatori leggeranno e annoteranno davvero la studiosa recensione del libro di un saggista su un altro saggista, per curiosit culturale e non per obbligo scolastico? Cos come sul vecchio Espresso si scorrevano le recensioni letterarie di Paolo Milano, e le cronache cinematografiche di Alberto Moravia, che venivano menzionate qua e l per lanciare un libro o un film... Che frasi di lancio si possono adoperare, adesso? Alberto Arbasino

FRANCESCO PETRARCA
Lopera lirica dellautore del Canzoniere regol e determin la natura della poesia per molti secoli

EMILY DICKINSON
I suoi ritmi salmodianti e le rime asimmetriche hanno rivoluzionato la poesia del XIX secolo

FERNANDO PESSOA
Le sue riflessioni sulla identit, la verit e lesistenza hanno segnato profondamente il 900

I protagonisti

Da domani su Repubblica ogni domenica Walter Siti rilegger un classico da Petrarca a Neruda, da Shakespeare a Pessoa e Trakl Per raccontare una lotta, tra anima, rime e metrica, ancora cruciale

La

POESIA del MONDO


VIAGGIO LUNGO UN ANNO INSIEME ALLE NUDE PAROLE
WALTER SITI

LAUTORE
Walter Siti (Modena, 1947), nel 2013 ha vinto il premio Strega con il romanzo Resistere non serve a niente (Rizzoli) (segue dalla prima pagina) anno raccolto il bisogno di parole che significhino non soltanto per il senso attestato dai vocabolari ma anche per il loro suono. Di molti cantautori si dice che sono poeti, anche se i pi consapevoli tra loro lhanno sempre negato; paradossalmente, la dote che pi spesso manca ai testi di cantautori e rapper proprio la musica intrinseca alle parole, visto che la musica gli viene da fuori; il segreto pi profondo della poesia, che quello di suggerire significati ignoti al poeta stesso prima che il testo abbia preso forma (in maniera che il poeta si sente dettato pi ancora che essere lui a dettare), questo ghese) mentre ci accontentesegreto si rivela a pieno se la remo della sola traduzione parola lasciata sola, nuda, a per i testi russi, o turchi, o aralottare con le convenzioni e bi, o giapponesi. Testi brevi, gli appiattimenti del linguag- necessariamente, e di pura ligio. rica. Tratteremo la poesia liGli unici libri di poesie che rica come un super-genere danno buoni esiti editoriali che ha attraversato le eposono i classici, soprattutto i che, escludendo la poesia classici del Novecento e so- epica, o didascalica, o la balprattutto i pi glamour: Ne- lata romantica; escludendo ruda, Hikmet, Prevrt, Garcia quindi grandi poeti come Lorca, e Whitman dellAtti- Ariosto o Milton o Virgilio mo fuggente e la Szymborska (ma non Dante n Tasso n trainata da Saviano, e magari Catullo. Nel mercato della Il lutto lettura hanno un po la funzione di beni-rifugio, buoni del tesoro pluriennali che non perdono valore; linterpretazione che i lettori ne danno spesso stereotipa, tra ricordi scolastici e suggestioni estremamente private (in riferimento a un amore, a un viaggio, a una perdita). RA una studiosa inappuntabile, libera, di spicUna lettura cantautorale dei classici. cato rigore morale, che ha A partire da questo quadro analizzato con acume e dedi nata lidea, tra me e la reda- zione la storia della cultura itazione del giornale, di rilegge- liana, soprattutto del XX secolo. re un classico la settimana, di Da ieri Luisa Mangoni, per gli domenica, per un anno; 52 amici Marisa, non c pi. poesie di tutti i paesi, col testo morta a 72 anni dopo una lunga accompagnato da un mio malattia che per non le aveva commento. Testi in lingua impedito di continuare a lavooriginale con traduzione a rare, appassionatamente, sino fronte per lingue mediamen- agli ultimi giorni. Di recente si te accessibili (inglese, france- era dedicata, infatti, a una storia se, spagnolo, tedesco, porto- della casa editrice Laterza, dalle

IL DIPINTO
Angelika Kauffmann: Allegoria della poesia e della musica

RIPRODUZIONE RISERVATA

Shakespeare, che sono stati anche straordinari poeti lirici). Comincer con lincontestabile regolatore della lirica moderna in Europa, cio con Petrarca, fondatore di un canone che ha resistito per alcuni secoli; e proseguir coi due grandi che durante lOttocento hanno infranto quelle regole con pi violenza, cio con la Dickinson e con Rimbaud. Andando avanti

Luisa Mangoni origini fino al suo centenario, approfondendone sia limpatto culturale in Italia sia quello organizzativo e pi strettamente editoriale. Un lavoro che ricorda la sua monumentale opera sullEinaudi, ovvero Pensare i libri (Bollati Boringhieri, 1999) che ha analizzato senza pregiu-

la Repubblica

SABATO 4 GENNAIO 2014

PER SAPERNE DI PI www.disney.it www.einaudi.it

43

Il saggio di Otto Pcht sulla rivoluzione della pittura fiamminga

BERTOLT BRECHT
Poeta, drammaturgo e regista teatrale, lautore dellOpera dei tre soldi ha demitizzato la poesia

ARTHUR RIMBAUD
Rivoluzion la poesia sconvolgendo i legami logici e le categorie di tempo, causa ed effetto

WILLIAM SHAKESPEARE
Coniug il gusto popolare con la complessit dellesistenza: il suo un mondo poetico universale

VAN EYCK, I FRATELLI ARTISTI CHE DISSOLSERO IL MEDIOEVO


CESARE DE SETA
l Politticodi Gand tra i pi grandi eventi dellarte occidentale e chi non lha visto si precipiti nel deambulatorio meridionale della cattedrale di San Bavone. Il polittico fu dipinto per laltare della cappella di Joos Viyd: in condizioni perfette, firmato e datato 1432, anno in cui fu concluso da Jan Van Eyck. Liscrizione ci dice che Jan laveva ereditato dal fratello Hubert, pittore ancor pi grande e pi anziano, morto nel 1426. Jan attese allopera per ben sei anni. Il primo, essenziale problema che pone Otto Pcht, in Van Eyck. I fondatori della pittura fiamminga, Einaudi, con una bella prefazione di Artur Rosenauer, quale sia stata la parte dipinta da Hubert: pone cos il problema chiave di chi sia stato il vero fondatore dellArs Nova, il creatore di una visione della realt, lo scopritore del mondo fenomenico, percepibile a livello empirico: come scrive il grande storico della Scuola di Vienna (1902-1988), che la vita dedic al Maestro di Flmalle e ai fratelli Van Eyck, dissentendo con motivate argomentazioni dallerudita interpretazione iconologica di Erwin Panofsky fin dal 56, e ricostruendo il guado tra la tradizione medievale e una visione del reale di nuovo conio. Ptch non ha dubbi nel sostenere che lAdorazione dellAgnello Mistico sia di mano di Hubert pi Jan, ma di- sotto di lui la predella con Adorazione delstinguere le mani di chi ha cominciato e di lAgnello mistico, attorno allaltare una chi ha concluso impresa, dice lautore, cerchia di angeli, dinanzi una vera di pozdestinata a fallire. Anche per i numerosi zo, con ai lati due gruppi di notabili, cavarestauri che si sono succeduti nei secoli. lieri, prelati e monaci oranti. Quattro pi Seguire lintarsio della lettura di Pcht piccoli scomparti nel registro inferiore ilimpossibile, sia per la sbalorditiva capa- lustrano gli Eremiti e Cristoforo con i pelcit dellautore di risalire agli anteceden- legrini a destra, dal lato opposto i Giusti ti che per i collegamenti incessanti alla Giudici (copia) e i Cavalieri di Cristo. pittura nei Paesi Bassi in una stagione ma- Composizione a cui sottende sapienza gica. Tra il 1428 e il 1429 Jan fu in Spagna e teologica e virt di mano: sul fondo di quelinfluenza del retablo percepibile nella sta sublime scena si riconosce in asse con sontuosa struttura compositiva del Polit- lagnello la torre della cattedrale di Utretico. Nello scomparto centrale Dio On- cht, sulla destra si distende una Gerusanipotente, a sinistra Maria e a destra San lemme goticizzata: dietro le colline altalenanti tra ciuffi dalberi si levano torri, cattedrali, absidi, cupole, pinnacoli che sono forse segno della citt terrena con le sue Nel Polittico di Gand Eva non ha false gioie. in mano la mela ma un limone, Chiusi gli sportelli, compare al centro la i capelli sono scarmigliati da una Nicchia con finestrella trilobata, asciugafuria amorosa gi consumata, e mai toio, ramino e bacile di una sbalorditiva felicit pittorica, cos come la Bifora con si era visto un Adamo cos appagato veduta offre sul fondo uno dei pi straordinari scorci urbani del primo QuattroGiovanni: agli estremi lati di questa solen- cento. Il paesaggio tra i pi straordinari IL LIBRO ne compositio sono gli scomparti inter- scorci dellintero Quattrocento. Ed seVan Eyck vallati da angeli che cantano e angeli mu- colo in cui i Van Eyck si misurano con Piedi Otto Pcht sici con Adamo ed Eva. Mai s visto un ro della Francesca, lAngelico e Paolo UcEinaudi Adamo cos drammaticamente appaga- cello. Ai lati in basso il donatore del politpagg. 274 to; dopo aver trasgredito il divino ordine, tico Joss Vijd e sua moglie inginocchiati. Il euro 68 i suoi occhi sono perduti e sognanti, pre- volume di Ptch lesito delle sue ultime sago certo della condanna che lattende, lezioni e nulla s detto del primo capitoma ancora preso dalla mela che ha appe- lo dedicato al Maestro di Flmelle, a lunna morso nasconde il sesso con una foglia. go confuso con Rogier van der Weyden, e Eva ha uno sguardo dolente, in mano non dellultimo capitolo dedicato a Hubert e al ha una mela ma un limone o un limo dal- Libro delle ore di Torino. Una magistrale la corteccia rugosa e verde: il ventre en- lezione questa di Otto Pcht in cui sapfio sul corpo sottile, i capelli scarmigliati prezza il dubbio che attraversa ogni afferda una furia amorosa gi consumata. Al mazione e ha ragione Rosenauer daffercentro la Maest divina impassibile, im- mare che non di una monografia si tratta, penetrabile, sovranamente insensibile ma di uninchiesta storico-stilistica sulcome unicona bizantina al dramma la pittura dei Paesi Bassi. che s consumato dinanzi ai suoi occhi: RIPRODUZIONE RISERVATA

Il sito
La poesia del mondo domani esordir anche su Repubblica.it: materiale multimediale, schede e i commenti dei lettori

nellanno, cercher di mostrare per cos dire le sponde, il recinto della poesia lirica, quel che la lirica ha saputo e pu fare: canzonette che sembrano fatte di nulla e gridi laceranti, meditazioni quasi filosofiche e sciocchezzuole, invettive engages, preghiere e bestemmie. Ci saranno Di Giacomo e John Donne, il Pessoa ortonimo e

Trakl, Mandelstam e Pascoli, Brecht e Saffo, e Noventa e Basho e Ronsard. Forse il corpus di testi sar un po italocentrico, per comodit e per miei limiti culturali; il commento sar alla buona, parlando come viene, anche dei classici senza timori reverenziali o accademici, senza troppe pretese di accuratezza storica o filologica. Cercando di trovare in ogni testo qualcosa che sia emozionan-

Aveva 72 anni. Suo lo studio Pensare i libri sullEinaudi

ADDIO A LUISA MANGONI STORICA DELLA CULTURA


dizi il rapporto tra la casa torinese e il Pci, mettendo in evidenza anche le zone di autonomia della prima rispetto alla cosiddetta egemonia comunista. Civilt della crisi. Cultura e politica in Italia tra Otto e Novecento (Viella, 2013) lultimo libro edito di Luisa Mangoni. Uno studio della cultura italiana nei due secoli scorsi e delle interconnessioni con la politica, da Carlo Levi a Leone Ginzburg, del quale, tra laltro, Mangoni ha curato importanti pubblicazioni per Einaudi. Fondamentali poi, tra gli altri, L'interventismo della cultura (Laterza e Aragno, 2002), In partibus infidelium (Einaudi, 1989) e la sua antologia Primato 1940-1943 (De Donato, 1977) sulla rivista diretta da Giuseppe Bottai. Aveva cominciato proprio da l, Luisa Mangoni, dalla cultura italiana sotto lultimo periodo del fascismo per poi raccontarne storia e metamorfosi negli ultimi secoli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

te qui e ora, modernizzando con qualche sfacciataggine e precisando le caratteristiche tecniche solo quando sar indispensabile per far sentire la musica. La scelta ovviamente sar parziale, tendenziosa, umorale: le poesie che piacciono a me, anzi che piacciono a me adesso. Sono un anziano, il massimo dellup-to-date per me sono i miei coetanei o quasi, Milo De Angelis o Patrizia Cavalli. (Se arrivasse un ventenne che mi incanta, ah magari!). Quello che spero, anzi che speriamo, che linevitabile criticabilissimo soggettivismo non scateni soltanto le ire degli addetti ai lavori, ma che il lettore nonspecializzato vi trovi qualcosa che parla anche a lui, perch in fondo parla di lui. Che ciascuno riesca a rintracciarvi una poesia che non conosceva e che ha voglia di imparare a memoria, o che da una poesia letta sul giornale sia portato a risalire al poeta per leggere qualcosaltro. Il bisogno di dare musica ai sentimenti universale, come universale il bisogno di scoprire una sfumatura inedita di sentimenti ben noti, per dare pi profondit a quelli che ci portiamo dentro. La poesia maestra di ambiguit, e senza farci carico delle nostre ambiguit non sapremmo distinguere tra verit e menzogna, n sapremmo accettare quel che siamo. Non esistono solo i cantautori e i rapper; le musiche sono tante e ognuno pu scegliere la sua.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Interessi correlati