Sei sulla pagina 1di 1

R.P Pio di Pietrelcina San Giovanni Rotondo-Presso Foggia Fratel Pio. Vi domando umilmente di pregare Iddio per me.

Sono un prete sottoposto a una serie interminabile di sventure. Pregate Iddio perch la mia fede non soccombi, chio conosca e faccia sempre la sua Santissima volont; e si possibile, che mi levi i miei acciachi cronichi, una malattia di 30 anni, ch a un tempo malattia e tentazione, angelus Satana qui me colaphyzat Ammalato, senza ricorsi di fortuna, guadagnando a stento il pane, perseguitato dai superiori ecclesiastici da 7 anni fa, * spulso dalla C. di G, senza proceso ne riguardo alcuno, sospeso a divinis senza poter dir la Messa, disonorato e infamato, segno di mormorazioni e calumnie, con un grande rammarico e risentimento interno che pu forse (Iddio non voglia) affettare anche la mia fede. Non ho pi fiducia filiale nella Chiesa, che mi appare non gi come madre, anzi come perseguitrice inicua e perversa. Pregate Dio chio possa imitare il vostro grandeAntonio Rosmini-Serbati. Sono professore di Filosofia e scrittore; dicono che uno dei pi valenti di questa piccola nazione; ci che non diffatti molto dire. Ad ogni modo debbo vivere, debbo attuare, debbo scribere e insegnare, debbo guadagnarmi il pane; e conciliare tutto questo con lubbidienza a Prelati che mi calpestano e mi trattano come a nemico. Questo una carica che mi diventa alle volte quasi insopportabile. Dunque, ho sentito parlare della vostra vita, e mi s accesa una grande speranza di esser compreso da Voi e di avere il vostro aiuto in cospetto del Signore. Sono vostro in Domino.

*cacciato di una in altra citt, sottoposto a castighi enormi