Sei sulla pagina 1di 143

1 Il conte di Falloden lanci unocchiata al biglietto da visita appoggiato sul vassoio che il maggiordomo gli stava tendendo.

Poi si accigli. Mr Joseph Transome, commerciante di carbone lesse. Perch! diavolo un mercante di carbone dovrebbe volermi incontrare" #vresti dovuto mandarlo via sen$a neanche chiedere cosa volesse, %tarret. Il maggiordomo si scambi un breve sguardo con il valletto del conte. & stato molto insistente, signore spieg. 'a dichiarato che non poteva rivelare il motivo della sua visita a nessuno se non a voi direttamente. (olete che gli dica che non siete in casa, signore" %) ribatt! irritato il conte, accennando al valletto di passargli il plastron. *ra appena tornato da una cavalcata mattutina nel parco, che tuttavia non era riuscita a togliergli di dosso il malumore. +on era nella disposi$ione danimo giusta per accogliere ospiti. Il maggiordomo si inchin rigidamente e si volt per allontanarsi dal camerino del padrone di casa. ,n momento- lo .erm il conte. %embr ancora pi/ irritato, mentre si sistemava il .a$$oletto intorno al collo con un nodo .rettoloso e .in troppo semplice, sebbene il valletto serrasse le labbra in un moto di disapprova$ione. 0uelluomo 1 una persona rispettabile, %tarret" & venuto a bussare alla porta principale" %i 1 presentato con un tiro a 2uattro, signore lo in.orm il maggiordomo. Il conte sollev le sopracciglia. %ar3 meglio che scopra cosa diavolo vuole comment. Fallo attendere in salotto, %tarret. %), signore. Il maggiordomo torn a inchinarsi e poi si conged. ,n commerciante di carbone mormor il conte, rivolto al ri.lesso del suo valletto nello specchio. 4osa pensi che voglia, eh, 4ra5le6" Forse vuole convincermi a cambiare .ornitore di carbone per linverno" 4hi 1 che ce lo .ornisce, a proposito" *bbene, suppongo che dovrei scendere a soddis.are la mia curiosit3. & venuto a bussare alla porta principale e ha chiesto di me, invece di presentarsi a 2uella sul retro, chiedendo di Mrs 7a5.ord. Interessante, non trovi" Ma non attese risposta. ,sc) a lunghi passi dalla stan$a e scese le scale .ino allingresso della sua dimora su 8rosvenor %2uare. 4onsider che il grigiore di 2uel mattino di novembre rendeva 2uasi necessario accendere le lampade, mentre attraversava lingresso e aspettava che un servitore gli aprisse le doppie porte del salotto. Mr Joseph Transome, commerciante di carbone, era un ricco borghese, o perlomeno cos) venne da pensare al conte 2uando luomo si volt verso di lui, dando le spalle alla .inestra da cui stava guardando. Indossava abiti impeccabili e costosi 2uanto i suoi, e anche pi/ alla moda. Il conte non aveva potuto stare al passo con la moda, nellultimo anno, considerando anche che per la maggior parte di 2uel periodo si era vestito a lutto. 7unica critica che avrebbe potuto .are

allabbigliamento del mercante era che 2uei vestiti sembravano di almeno due taglie pi/ grandi. *ra sottile e angoloso, con un volto a..ilato, da cui un paio docchi troppo scuri e grandi osservavano avidamente il suo ospite. Il conte gli rivolse un cenno di saluto. %ono Falloden esord). 4osa posso .are per voi" %i irrigid), 2uando luomo non rispose subito, limitandosi a scrutarlo sen$a .retta da capo a piedi, con un me$$o sorriso sul volto. %iete un belluomo, milord, se mi perdonate lardire disse in.ine Mr Transome, .regandosi le mani. Pi/ di 2uanto mi avessero .atto credere. * 2uesto 1 un bene. 8ra$ie ribatt! .reddamente il conte. #vete 2ualcosa di cui discutere con me personalmente, signore" Mr Transome rise e continu a .regarsi le mani. 9i certo considerereste al2uanto strano se .ossi venuto .in 2ui soltanto per ammirare il vostro aspetto, milord, giusto" comment. Ma anche 2uesto 1 importante, per me. Il conte storse le labbra, restando vicino alle porte del salotto con le mani dietro la schiena, sen$a esortare il suo ospite ad accomodarsi. Forse dovrei venire subito al punto, milord riprese il mercante. %e la nobilt3 1 come la classe borghese, il tempo 1 denaro, come mi piace ripetere. * il tempo non deve essere sprecato in chiacchiere inutili. 4oncordo assolutamente dichiar il conte. # 2uanto pare, milord riprese il mercante, continuando a .regarsi le mani come a lavarsele, e .issando il conte con aria dispiaciuta che voi mi dobbiate una somma considerevole. 9avvero" Il conte inarc un sopracciglio e .iss alte$$osamente il suo ospite. Per caso si tratta di un conto non pagato" 7a .ar condurre dal mio amministratore sen$a altri indugi. +o, no. Mr Transome sollev una mano, interrompendolo. %arebbe una circostan$a, milord, ben al di sotto del suo e del mio livello. +iente di tutto ci. Io credo di non sbagliare, piuttosto, se dico che la sua propriet3 principale, 8ren.ell Par:, in 'ampshire, sia pesantemente ipotecata, non 1 cos)" 7o sguardo del conte si assottigli. * sia la casa che il terreno sono sempre pi/ abbandonati e lasciati a s! stessi, di anno in anno, visto che il denaro proveniente dalla rendita non 1 su..iciente a pagare i costi dellipoteca continu il signor Transome. +on so dove abbia ottenuto 2ueste in.orma$ioni, dichiar il conte ma 8ren.ell Par: non vi riguarda, signore. #desso, se volete scusarmi, mi attende una mattinata .itta di impegni. * cosa dovete .are, milord, se mi 1 concesso lardire di chiedervelo" replic Transome. 9ovete andare dal vostro sarto o dal vostro cal$olaio" In e..etti, in 2uesti ultimi tempi non lavete .atto spesso, visto che i loro pre$$i sono cos) salati da non poterveli permettere. *, .ondamentalmente, voi siete un uomo donore, o cos) dicono le mie .onti.

Mr Transome. Il tono del conte si .ece gelido. 9evo chiedervi di andarvene, ora. * si volt verso le porte del salotto. Inoltre, non siete pi/ stato da Tattersalls, negli ultimi tempi, milord, e non avete partecipato alle corse. Il mercante non si arrese neanche allo spalancarsi delle porte. * non giocate seriamente a carte, gi3 troppo oberato da debiti di gioco che non potreste sperare di ripagare neanche impiegandoci tutta la vita... #nche se, per amore di giusti$ia devo aggiungerlo, non sono vostri. * avete contratto parecchi debiti con degli stro$$ini. +on 1 una bella situa$ione. %uppongo che non dormiate sonni tran2uilli. Il conte torn a chiudere le porte e mosse 2ualche passo verso il suo ospite. Mr Transome, ribatt! immagino che la vostra impertinen$a abbia un .ine. %areste cos) gentile da in.ormarmi pi/ chiaramente riguardo al debito che ho nei vostri con.ronti" & un .atto a conoscen$a dellamministratore di mio cugino" +iente di tutto ci, milord rispose Mr Transome, ammorbidendo il tono. ;serei dire che conoscete per.ettamente a 2uanto ammontano i vostri debiti. * sono abbastan$a da pesarvi sulle spalle come il mondo sulle spalle di 2uel gigante. 4ome si chiama" Mi 1 sempre piaciuta 2uella storia. #tlante ribatt! seccamente il conte. Mi chiedo 2uanto peserete voi sulle mie spalle, Mr Transome, 2uando vi sollever di peso per buttarvi .uori, tra un attimo. Il mercante ridacchi. +on molto, milord ammise. +on molto, in 2uesti ultimi tempi. %apete, i vostri debiti adesso dovrete pagarli a me, milord. 7i ho pagati tutti, .ino allultimo. Il conte si blocc dovera. *, stranamente, non pens neanche per un attimo che 2uelluomo stesse mentendo. Tutti 2uei debiti suo cugino li aveva accumulati negli otto anni in cui era stato conte di Falloden. 0uei debiti che lui si era ri.iutato di disconoscere, 2uando li aveva ereditati, 2uattordici mesi prima. * si era ri.iutato di vendere 8ren.ell Par:, con i suoi terreni, perch! era cresciuto l). Perch! 2uel luogo .aceva parte di lui, gli scorreva nel sangue, era il suo pi/ amato tesoro. ,n macigno legato al suo collo. Perch!" domand, con lo sguardo che tornava ad assottigliarsi. Perch! li ho comprati" ripet! Mr Transome. Per .arvi un .avore, milord. Mi piace pensare che 1 molto meglio e con.onde di meno avere un unico debito con una sola persona, che dovere del denaro a tutta 7ondra e alle contee del %ud. +on trovate anche voi, milord" 0uesto pensiero mi sembra davvero con.ortante comment il conte. 0uindi siete venuto 2ui a spremermi, Transome" 9ovrete attendere. Pagher .ino allultimo penn6. Ma ci vorr3 del tempo. Mr Transome scoppi a ridere. 'o lavorato sodo per tutta la vita, milord dichiar. 4on tanta costan$a e un po di .ortuna, ho ottenuto praticamente tutto ci che un uomo pu desiderare da 2uesta vita. 41 solo una cosa che mi manca, ed 1 proprio ci che mi chiedete voi. Il tempo. Mi 1 rimasto ben poco tempo. #llora, rispose il conte temo che dovr accettare lidea di .inire in prigione per debiti. Mi spiace, signore, ma non posso tirare .uori da nessuna parte in tempi brevi la somma che

vi devo. (orrei poterlo .are, credetemi. (i credo, milord a..erm il mercante, tornando a .regarsi le mani come aveva .atto .ino a poco prima. Ma i vostri debiti possono essere cancellati in un attimo, sapete" Il conte sorrise, gelido. (oi lavate la schiena a me e io la lavo a voi, per cos) dire riprese Mr Transome. %e voi .arete una cosa per me, milord, io canceller i vostri debiti. Fino allultimo penn6. * mi assicurer anche che abbiate i me$$i per rendere 8ren.ell Par: uno dei luoghi pi/ belli dInghilterra, e le sue .attorie le pi/ prospere. * che possiate tornare a spendere tempo e denaro dal vostro sarto. Il conte sollev le sopracciglia. %tate aspettando di sapere cosa voglio da voi riprese Transome. & una piccola cosa, milord, in cambio di ci che otterrete. Ma per me signi.icherebbe moltissimo. Il conte non cambi espressione. 4anceller tutti i vostri debiti, e vi lascer in eredit3 met3 della mia .ortuna... ed 1 una .ortuna considerevole, milord a..erm il mercante se voi sposerete mia .iglia. * la maggior parte della restante met3 dei miei beni sar3 sua dopo la mia morte, dun2ue in realt3 vi apparterr3 anche 2uella. Il conte di Falloden .iss incredulo il suo ospite. (olete che io sposi vostra .iglia ripet! debolmente, chiedendosi per un attimo se non stesse vivendo in uno strano sogno. 7a .iglia di un borghese. 9i un mercante di carbone. ,na per.etta sconosciuta. 'a diciannove anni ed 1 bellissima, anche se sono io a dirlo continu Mr Transome. * se cercate la ra..inate$$a, milord, nessuna donna potrebbe .are al caso vostro come la mia *llie. & stata educata allaccademia di Miss T5eedsmuir. 4erano due giovani nobildonne, al tempo, con lei, e la .iglia di un colonnello. *ra molto amica della .iglia di 7ord 'utchins. 4ome sapete che non sono sposato" domand .reddamente il conte. +o, dimenticate 2uesta domanda. %ono certo che sappiate gi3 tutto della mia vita, signore. %en$a dubbio siete a conoscen$a dei miei sentimenti, anche se non 1 un .idan$amento vero e proprio, per Miss 9orothea 7ovestone. %en$a dubbio sapete dellamante che ho avuto per un anno, in passato. Miss #lice Freeman disse Mr Transome. ,na donna altrettanto bella, se mi permettete lardire, milord. & una chiara dimostra$ione del vostro buongusto. Ma anche *llie vi soddis.er3. #vrete la sua belle$$a, la sua ra..inate$$a e la sua educa$ione, oltre a met3 delle mie ricche$$e, milord. * lei sar3 contessa e vi dar3 un erede. & tutto ci che vi chiedo, milord. Poi ridacchi. *ssere nonno di un conte. Mr Transome, rispose piano il conte uscite dalla mia casa. Il mercante si gratt la testa, su cui i capelli ini$iavano a diradarsi. 4omprendo che voi siete un uomo donore, milord a..erm. * 2uale nobile non lo 1" %o anche che lidea di sposare una persona appartenente a una classe in.eriore non 1 ben vista. Ma a volte, la necessit3 deve avere la meglio sullorgoglio. +on credo voi abbiate alcuna alternativa a ci che vi ho suggerito.

7a prigione dichiar il conte, seccamente. 0uesta 1 unalternativa, signore. +on avete neanche visto la mia *llie comment Mr Transome. 4ome potete essere certo che pre.erireste la prigione, milord" +on posso credere che stiate parlando sul serio. 0uesta 1 spavalderia. Ma anche se non .iniste in prigione, che .uturo si prospetta per voi" +on avete potuto chiedere la mano di Miss 7ovestone, dico bene" +onostante abbiate un titolo da sventolare davanti agli occhi di suo padre. %iete troppo orgoglioso per chiederle di sposarvi ora che siete pieno di debiti. Ma, perdonate lardire, temo che sarete vecchio, o addirittura nella tomba, prima di poter essere di nuovo nella condi$ione di chiedere liberamente la sua mano. * dubito che suo padre accetterebbe comun2ue la vostra o..erta, non essendo egli stesso un uomo ricco. Il mio rapporto con Miss 7ovestone non vi riguarda scatt il conte. 4ertamente concord il suo ospite. Ma siete stato voi il primo a men$ionarla, milord. %ar breve, poich! vedo che siete ansioso di mettere .ine a 2uesto incontro. 9ovrete sposare mia .iglia entro un mese, milord, altrimenti pretender che voi paghiate i vostri debiti. +on vorrei assolutamente arrivare a 2uesto, ma gli a..ari sono a..ari. Il conte pos la mano sul pomolo di uno dei battenti. Permettetemi di accompagnarvi alla porta. Torner domani, milord concluse Transome. +on posso attendere oltre. %ono certo che valuterete con atten$ione la vostra decisione .inale. +on c1 nulla da valutare dichiar il conte, aprendo le doppie porte e segnalando al proprio ospite di precederlo nel corridoio. %precherete soltanto il vostro tempo a tornare 2ui, signore. (i auguro una buona giornata. # domani, allora, milord rispose il mercante, prendendo da un servitore la giacca e il cappello. %ono certo che nel corso di una giornata e di unintera notte, capirete anche voi che, ra$ionalmente, avete ununica scelta. * sar3 una buona scelta, ve lo prometto. (i ho scelto con la massima atten$ione, poich! intendo a..idarvi il bene pi/ pre$ioso che ho. <uona giornata a voi lo salut seccamente il conte, dopodich! accenn al servitore di aprire la porta dingresso e si allontan verso le scale. Mentre saliva i gradini, ini$i a pensare che era cos) che doveva sentirsi un condannato di .ronte al patibolo. *leanor Transome non stava pi/ leggendo la lettera che teneva aperta sulle ginocchia. *ra seduta alla .inestra della sua stan$a da letto, e .issava il paesaggio grigio di 2uella cupa giornata di novembre. Ma, in realt3 non vedeva nulla. *ra cos), dun2ue. =il.red non la voleva. +on lamava. ;h, nella sua lettera aveva detto che la voleva e lamava. 7aveva ripetuto pi/ di una volta. #veva scritto che lavrebbe amata e desiderata per sempre. Ma non lavrebbe sposata. 7e sue motiva$ioni erano nobili. +on voleva strapparla alla vita di lussi a cui era abituata, aveva scritto, per renderla la moglie di un povero spedi$ioniere che non avrebbe .orse mai .atto .ortuna. * non avrebbe mai accettato un aiuto da suo padre, neanche se lui glielo avesse

o..erto. >,n uomo ha il suo onore, *llie aveva scritto, e lei aveva letto e riletto 2uella lettera talmente tante volte da averla imparata a memoria. >*, in un certo senso, lonore 1 pi/ .orte dellamore, perch! sarei consumato dalla vergogna se dovessi chiedere a vostro padre una dote, dovendo poi a lui, invece che ai miei s.or$i, la nostra vita insieme. *leanor chiuse gli occhi. 8li uomini e il loro onore- *ra stata lei a scrivergli per prima, per 2uanto .osse inappropriato per una donna .are la prima mossa, spiegandogli la situa$ione, pregandolo di crederle 2uando diceva di amarlo, e che per lei lamore era tutto, mentre ricche$$e e posi$ione sociale non contavano nulla. In .ondo, lui aveva gi3 espresso la sua inten$ione di volerla sposare, un giorno, in .uturo. >Mi sento in dovere di liberarti aveva scritto. >#vrei lavorato e atteso per sempre pur di poterti meritare, *llie. Ma tutto 1 cambiato, ora. Mi dispiace per tuo padre. +on avevo capito che la situa$ione .osse cos) grave. Ma ha semplicemente cercato di provvedere al tuo .uturo. Faresti meglio ad accettare la sua volont3. Perlomeno, potrai vivere serenamente per il resto dei tuoi giorni, nel modo che ti 1 pi/ consono e che pi/ meriti. Perdonami, *llie. 4erca di .ingere, nella tua mente e nel tuo cuore, che io non sia mai esistito. Ma aveva concluso la missiva con unappassionata con.erma del suo amore per lei, assicurandole che sarebbe stata nel suo cuore in ogni istante, per il resto della sua vita. *leanor sapeva che non cerano speran$e. 4aro, orgoglioso, sciocco =il.red. %apeva che non sarebbe mai riuscita a .argli cambiare idea. * dun2ue, lui non poteva sposarla, perch! era ricca e lui povero. +onostante .ossero cugini di secondo grado. Forse proprio perch! erano cugini di secondo grado. %uo padre dispre$$ava =il.red e il padre perch! non erano riusciti ad avere il suo stesso successo nella vita. * suo padre si era sempre opposto al suo crescente a..etto per =il.red, alimentato dai .re2uenti incontri nelle occasioni in cui la .amiglia si riuniva? laveva sempre chiamata in.atua$ione adolescen$iale, per poi accare$$arle il mento e assicurarle che aveva altri progetti per il suo matrimonio. 4era un conte. *leanor continu a tenere gli occhi chiusi. Pieg lievemente la testa di lato, in modo da appoggiare la tempia contro il vetro .reddo della .inestra. +on conosceva il suo nome n! altro di lui, a parte il .atto che suo padre aveva .atto in modo di incastrarlo ed era piuttosto sicuro che il suo piano sarebbe andato in porto. 0uando si metteva in testa 2ualcosa, suo padre riusciva sempre a reali$$arla. %uo padre voleva che lei sposasse un conte. ,n membro della nobilt3. ,na persona di alto lignaggio. @abbrivid), ricordando tutte le umilia$ioni che aveva sub)to lestate di due anni prima, trascorsa in campagna con la sua amica Pamela, la .iglia di 7ord 'utchins. #veva diciassette anni, al tempo, aveva appena .inito la scuola, era piena di voglia di vivere, divertirsi e amare, e non considerava importanti la di..eren$a e la distan$a tra lei e i suoi ospiti. Prima di 2uellestate non aveva mai sentito la parola >borghese. Ma aveva imparato a conoscerla .in troppo bene, oltre a scoprire che era cos) che la de.inivano i suoi ospiti, in modo dispregiativo. %igni.icava che .aceva parte di una classe in.eriore, di villani arricchiti, una classe volgare. +on aveva visto altro che sdegno negli occhi delle signore, e dispre$$o in 2uelli dei signori, con lunica di..eren$a che i signori avevano anche immaginato che una borghese avrebbe concesso pi/ liberamente i suoi .avori

rispetto a una nobildonna. *leanor rabbrivid) nuovamente, in parte per come aveva reagito a 2uella situa$ione, rispondendo pi/ con listinto che con la ragione. %uo padre voleva che lei sposasse un conte. * il problema era che non avrebbe avuto il coraggio di dirgli di no. +on adesso. %e =il.red avesse risposto in modo diverso, .orse avrebbe potuto decidere di lottare per i propri sentimenti. #n$i, di sicuro lavrebbe .atto. Ma sen$a =il.red, nulla sembrava avere pi/ un senso. * di certo non aveva pi/ un senso ribellarsi. * come avrebbe potuto ri.iutarsi di assecondare il desiderio di un padre morente che aveva signi.icato tutto, per lei, nella vita" *leanor si morse un labbro, ma le lacrime sgorgarono ugualmente da sotto le sue palpebre serrate. %uo padre desiderava cos) ardentemente di vederla sistemata per la vita, prima di morire. *ra sempre stata la massima ambi$ione, per lui, come le aveva rivelato soltanto poche settimane prima A cosa che laveva spinta a scrivere a =il.red A, poterla dare in sposa a un membro della nobilt3, .acendola diventare a sua volta nobile. %arebbe morto .elice, le aveva assicurato, se lavesse vista diventare una lad6, cosa a cui laveva, del resto, educata per tutta la vita. Forse suo padre non aveva capito che una lad6 era tale soltanto in virt/ di una cosa? la nascita. #vrebbe potuto sposare anche una decina di conti, ma sarebbe comun2ue rimasta una borghese. %arebbe stata dispre$$ata per il resto della sua vita. Ma non voleva essere dispre$$ata. (oleva essere amata. +on aveva mai desiderato altro nella vita. %emplicemente essere amata. *ra .orse chiedere troppo" ;vviamente s). Pos la mano aperta sulla lettera che aveva in grembo, sen$a guardarla. Il rumore che aveva inconsciamente atteso .ino a 2uel momento la raggiunse, mettendo bruscamente .ine ai suoi tristi pensieri e alla sua autocommisera$ione. %catt in piedi e corse .uori dalla propria stan$a e gi/ per le scale, per assicurarsi che la persona che era appena entrata in casa .osse davvero suo padre. *ra lui, ed era curvo su s! stesso, sparuto ed esausto. Pap3 mormor, allontanando il servitore e gettandogli le braccia al collo per baciarlo con delicate$$a. %apeva bene che se lo avesse abbracciato stretto avrebbe .inito per .argli male. +on saresti dovuto uscire. %ai bene che non dovresti. %ei cos) stanco. (ieni in salotto, ti prender uno sgabello per riposare i piedi e una coperta da stenderti sulle gambe. * .ar portare del t1 in modo che tu possa prendere le tue medicine. Mentre parlava, gli slacci i bottoni del cappotto e glielo s.il delicatamente dalle spalle, attenta a non urtarlo accidentalmente. 8li sorrise con dolce$$a. #vr .in troppo tempo per starmene seduto o sdraiato, *llie ribatt! lui. * 2uesta mattina ho .atto un buon lavoro. %e anche domani sar3 una giornata pro.icua, tutto sar3 sistemato. 4ome se solo tu potessi portare avanti i tuoi a..ari, sen$a che nessuno potesse .arlo al tuo posto lo rimprover lei, prendendolo con cautela a braccetto per accompagnarlo nel caldo salotto, e alla comoda poltrona con la coperta accanto al caminetto. Pap3, dovresti riposare di pi/. %tai so..rendo, lo vedo da 2uel sorriso .or$ato. #vresti dovuto prendere le tue medicine gi3 da un pe$$o.

0uelle medicine o..uscano la mente 2uanto il dolore a..erm lui, accomodandosi lentamente nella poltrona e appoggiando la nuca allo schienale, con gli occhi chiusi. Tutto si sistemer3, domani, *llie. * allora potr morire sereno. +on parlare cos) mormor lei, accare$$ando i capelli radi e scostandoli dalla .ronte, per baciarlo di nuovo prima di prendere lo sgabello per i piedi, sollevandoli con cautela per .argli distendere le gambe. 9evi soltanto riposare. #h, non 1 pi/ il momento di illudersi, *llie dichiar lui, riaprendo gli occhi per sorriderle lievemente. Fai portare il t1, allora. Il viaggio in carro$$a 1 stato interminabile. 9omani il conte accetter3 le mie condi$ioni e vi vedr sposati prima di morire. *leanor non protest. 7aveva .atto .in troppo, nel corso dellultimo mese, da 2uando i medici di suo padre avevano in.ine ammesso, dopo le sue insisten$e per conoscere la verit3, che il cancro lo stava velocemente uccidendo. Il momento dei ri.iuti era .inito, soprattutto ora che aveva saputo della decisione di =il.red. 0uali sono le tue condi$ioni" gli domand a me$$a voce, suonando il campanello per .ar portare il t1. Provveder a pagare tutti i suoi debiti e gli conceder met3 dei miei beni rispose lui. Possiede unenorme propriet3 e una villa con parco tra le pi/ belle di tutta lInghilterra, *llie. 4on il mio denaro, potr3 riportarla alla magni.icen$a di un tempo. * tu sarai la sua contessa. 9omani, tutto sar3 deciso, e io potr morire .elice. 7ei non disse nulla, ma rest in piedi accanto al .uoco, apparentemente calma, a guardarlo dallalto. *ra di..icile credere che soltanto pochi mesi prima suo padre era un uomo .orte e vigoroso, il ritratto della salute. ;ra non aveva 2uasi pi/ carne intorno alle ossa. #veva le guance incavate e gli occhi in.ossati. Il suo respiro si era ridotto a .aticosi ansiti. *llie sapeva che stava so..rendo molto, e sper silen$iosamente che i servitori arrivassero al pi/ presto con le medicine che avrebbero placato il dolore almeno per 2ualche ora. 4os), 2ualcuno lavrebbe sposata per il suo denaro. ;vviamente non potevano esserci altre motiva$ioni per cui un nobile del regno potesse decidere di sposare una donna della sua estra$ione sociale. 7aveva sempre saputo. Tuttavia, stava per andare in sposa a un uomo s2uattrinato che aveva vissuto in modo cos) dissoluto da riempirsi di debiti, e non aveva dubbi sul .atto che .ossero ingenti, visto che era costretto a sposare la .iglia di un borghese. ,n uomo che lavrebbe dispre$$ata e considerata un me$$o spiacevole ma necessario per togliersi dai guai. ,n uomo che avrebbe sicuramente dilapidato tutte le ricche$$e che suo padre aveva accumulato nel corso di unintera vita di duro lavoro. # volte, le sembrava di essere condannata a morte, esattamente come il suo povero padre.

B %ei ubriaco, @andolph. %ir #lbert 'agle6 si al$ in piedi, torreggiando sullamico e sogghignando divertito. %ar3 meglio che ti riporti a casa, vecchio mio. Il conte di Falloden .ece roteare 2uel che restava del suo brand6 sul .ondo del bicchiere, ma non lo .in). %), era ubriaco, per la prima volta da neanche sapeva pi/ 2uanto. +on poteva permettersi di bere troppo, in 2uel periodo, tranne .orse se si trattava di ac2ua. Ma, purtroppo, non era abbastan$a sbron$o. %oltanto i suoi movimenti sembravano lievemente impediti. Pos cautamente il bicchiere sul tavolo che aveva di .ronte e si congratul con s! stesso per essere riuscito a portare a termine 2uel gesto sen$a .ar danni. 7a sua mente era lucida come 2uando era arrivato al =hites, 2ualche ora prima. #vanti. 0ualcuno lo stava tirando con decisione per un braccio, e lui si al$ ondeggiando in piedi. 4osa .aresti, tu, <ertie" domand, un numero imprecisato di minuti pi/ tardi. +on riusciva a ricordare come .osse riuscito a uscire dal locale e a trascinarsi .ino alla carro$$a dellamico. Ma ora era l), a .issare i propri stivali appoggiati al sedile di .ronte. 7e buone maniere non prevedevano che si appoggiassero i piedi sul sedile della carro$$a di 2ualcun altro. Il conte si lasci s.uggire un singhio$$o e incroci le caviglie. ;h. %ir #lbert sbu.., gon.iando le guance. 4osa .arei" %poserei la raga$$ina, immagino. +on penso che tu abbia molta scelta. & 2uello che ha detto anche lui. 9oveva aver versato un po del suo brand6. 4era una macchia scura sulla parte superiore del suo stivale sinistro. #veva raccontato tutta la storia a <ertie" 9oveva averlo .atto, s). * laveva raccontata a 2ualcun altro" %per di non aver intrattenuto lintera clientela del =hites con la storia dei suoi guai. +on lho mai vista prima mormor. * dovrei sposarla entro un mese. Ti ho detto che il padre 1 un borghese, <ertie" ,n mercante di carbone" Pensi che dovrei semplicemente puntarmi una pistola alla tempia e .arla .inita" Per lennesima volta, no ribatt! rapidamente lamico. Penso che .arei davvero meglio a restare con te per stanotte, @andolph. +on ti ho mai visto cos) sconvolto e non so cosa potresti arrivare a .are. Perch! non vendi 8ren.ell Par:" Potresti ottenere 2ualcosa in pi/ dellipoteca e pagare il resto dei debiti a 2uel bastardo, anche se mi chiedo perch! diavolo dovresti .arlo. * poi saresti libero come 2uando eri semplicemente @andolph Pierce. *cco, 1 2uesto che dovresti .are. Il conte .iss a lungo i propri stivali. Ma appartiene alla .amiglia da oltre due secoli mormor. %ono cresciuto l). * sono a..e$ionato a 2uel luogo. * allora riprese %ir #lbert non devi .are altro che sposare 2uella raga$$a, borghese o meno. #nche se 1 un maledetto peccato, devo ammetterlo. %arai .orse costretto ad ascoltare un accento di campagna a cola$ione per il resto della tua vita, @andolph" Ma non dovrai per .or$a abitare con lei, giusto" 7a tua vita pu procedere pi/ o meno come al solito, tranne che avrai i

me$$i per viverla degnamente. * avrai comun2ue #lice. * un dannato borghese per suocero ringhi il conte, con una smor.ia. * una maledettissima borghese per moglie. %uo padre dice che 1 bella. Mi sembra ovvio che lo dica comment %ir #lbert. *ra a scuola con la .iglia di 'utchins raccont il conte, accigliandosi. Mi chiedo 2uale. 0uanti anni ha" chiese lamico. 4he io sia dannato se lo so. Il conte aggrott la .ronte, pensandoci su. +on ancora venti. 7ha detto, ne sono 2uasi sicuro. #lmeno, non 1 vecchia, <ertie. #llora deve trattarsi di Pamela ragion %ir #lbert. 7a sua ter$a .iglia. 'utchins ha cercato di .armela sposare, un paio di anni .a, ma ha troppo la .accia da cavallo per i miei gusti. Mi ha braccato per partecipare a un noiosissimo part6 di campagna per 2uasi un mese intero. Ma... aspetta un attimo. Fiss il conte, assottigliando lo sguardo. 4ome hai detto che si chiama 2uella raga$$a" %anto cielo. 7ondeggiare della carro$$a ini$iava a dargli decisamente la nausea. +on me lo chiedere. Il cognome 1 Transome. Il nome... #gg6, #dd6, *llie, *mm6... 2ualcosa del genere. 9anna$ione, ma allora potrebbe davvero essere la borghese che Pamela ha invitato a casa sua dopo la .ine della scuola, soltanto per .are un dispetto alla madre esclam %ir #lbert. 4ielo, era imbara$$ante- Terribilmente volgare. #ccento campagnolo, risata sguaiata... non mancava nulla. *ra a caccia di un marito nobile anche al tempo. Purtroppo per lei, non lha voluta nessuno. %ono sicuro che si chiamasse cos), anche se tra noi la chiamavamo soltanto >la borghese. 'utchins mandava lampi, per 2uanto era .urioso. Il conte di Falloden aggrott la .ronte e sbadigli. 8ren.ell potrebbe essere tutta mia comment. Potrei .ar rimettere a nuovo la dimora e il parco, e .ar riparare le .attorie, oltre a portare a termine gli altri lavori di cui il mio amministratore non .a che parlarmi. %e mi piantassi una pallottola nel cranio, non potrei .are niente di tutto 2uesto, vero, <ertie" +o con.erm lamico. Ma non ti addormentare, @andolph, sii gentile. +on c1 niente di peggio che dover trasportare in casa un peso morto. Il conte si sistem pi/ comodamente, reclinando il mento sul petto. 4ome hai detto tu, <ertie, non dovrei per .or$a conviverci, giusto" continu. +o, @andolph, vecchio mio, non dovresti lo assecond %ir #lbert. +on ti addormentare. %iamo 2uasi arrivati. *ppure dovr3 darmi un erede, prima o poi concluse il conte. 'ai .in troppo tempo per 2uello lo rassicur lamico. +on hai neanche trentanni. Potrei lasciarla in citt3 a +atale riprese il conte. Tanto vorr3 stare vicina a suo padre

e ai suoi amici. * io andr a 8ren.ell. (errai con me, <ertie" ;rgani$$eremo una battuta di caccia. Inviter anche altri amici. 7hai gi3 .atto dichiar %ir #lbert. Perlomeno una me$$a do$$ina. #h, s)" borbott il conte. Per +atale" #llora 1 deciso. Magari potr3 venire anche 9orothea. +on sarebbe molto appropriato, vecchio mio gli .ece notare lamico. Poi lo guard pi/ da vicino. Ma non aveva bisogno di .arlo, in realt3. Il suono ritmico che proveniva dal suo petto .aceva capire chiaramente che stava russando. %ir #lbert imprec. # Joseph Transome era stato chiesto di accomodarsi, al contrario di 2uanto era avvenuto la mattina precedente. Ma il conte di Falloden rimase in piedi davanti al caminetto acceso, con le mani dietro la schiena e sen$a neanche avvertire il calore diretto che le .iamme gli trasmettevano. #veva un .eroce mal di testa e il suo stomaco era molto pi/ in disordine di 2uanto avrebbe desiderato. * tuttavia, si ritrovava 2uasi ad accogliere con gioia 2uel malessere .isico che gli teneva la mente occupata. Mr Transome si stava .regando le mani. %ono lieto che abbiate .atto lunica scelta ragionevole, milord a..erm. *ro sicuro che, ri.lettendoci, avreste agito cos). 'o pensato che sarebbe meglio organi$$are il matrimonio in primavera dichiar rigidamente il conte. 'o gi3 altri ospiti, tutti uomini, a 8ren.ell Par: per +atale. Perdonatemi se vi contraddico, milord, rispose Mr Transome ma le no$$e devono avvenire entro 2uesto mese. #n$i, a dire il vero, entro una settimana. 'o gi3 sistemato tutto. #vremo una dispensa speciale. Il conte inarc le sopracciglia. ,na dispensa speciale, signore" (orrei poter vedere la mia *llie sistemata spieg il suo interlocutore. Ma deve accadere presto, milord. +on ho molto tempo. # 2uel punto, sorrise. Il conte lo .iss sen$a capire, e not nuovamente 2uegli abiti troppo larghi per la sua .igura smagrita, le sue guance scavate, gli occhi troppo grandi, il suo cadaverico pallore. 9ubito di riuscire ad arrivare a +atale spieg ancora Transome. +e dubito .ortemente. & possibile che non riesca neanche ad arrivare a dicembre, milord. @idacchi. Il mio medico ha dichiarato che sono arrivato a novembre soltanto per pura testardaggine. Il conte non rispose. %i poteva provare soltanto un pro.ondo disagio, di .ronte alla morte imminente. 9ovevo sistemare i miei a..ari continu Transome. & stato 2uesto a darmi la .or$a di andare avanti, milord. Firmeremo laccordo matrimoniale 2uesta mattina, se non vi dispiace. Il mio avvocato 1 2ui .uori e ha portato i documenti necessari. %o che voi siete un gentiluomo, e che rispetterete laccordo, una volta che sar3 .irmato. Tuttavia, desidero poter vedere con i miei occhi la mia *llie sistemata per la vita. %apr che sar3 .elice 2uando lavr vista diventare contessa di Falloden.

7e labbra del conte si serrarono. 0uanto allaccordo .inan$iario che le ho delineato ieri, milord, spieg ancora Transome il mio avvocato le descriver3 tutto nei minimi dettagli, tra poco. Ma due punti non sono nel contratto scritto, e per me sono molto importanti. (orrei avere la vostra parola di gentiluomo, in merito. * 2uali sarebbero" domand il conte, a me$$a voce. Il sangue gli pulsava nelle tempie, come se 2ualcuno gli avesse piantato un orologio nella testa. Il matrimonio dovr3 essere consumato continu Mr Transome, sorridendo imbara$$ato. * nella prima notte di no$$e, milord. (orrei morire sen$a temere che magari, in .uturo, 2ualcuno possa insinuare che mia .iglia non sia stata una buona moglie per voi. ,n accordo 1 un accordo dichiar il conte. +on lascerei mai che accadesse una cosa del genere. Tuttavia, ribatt! Transome, continuando a sorridere pre.erirei avere la vostra parola in merito, milord. (ostra .iglia diventer3 mia moglie in ogni senso, gi3 dalla prima notte di no$$e ribatt! seccamente il conte. 0uanto allaltro punto" (ivrete con mia .iglia, nella stessa dimora, almeno per il primo anno di matrimonio rispose il signor Transome. Io non ci sar pi/ e non potr assicurarmi di persona che voi teniate .ede ai patti, milord, ma so 2uanto 1 importante lonore per un gentiluomo. %o che manterrete la parola data. 4i .u una lunga pausa. #vete la mia parola dichiar a bassa voce il conte, in.ine. %tate bene, signore" & stato soltanto uno spasmo. Mr Transome sollev una mano a rassicurare il suo ospite, mentre laltra restava premuta sullo stomaco. %e .oste cos) gentile da .ar entrare il mio avvocato, ora, milord, lui potr3 in.ormarvi su tutti i dettagli del contratto mentre io resto seduto 2ui. +on ci vorr3 molto. Il conte tir la corda di un campanello. Mi avete reso un uomo .elice dichiar Transome. Il conte non rispose, limitandosi a .are un cenno al maggiordomo 2uando la porta si apr), in modo che luomo in attesa nel corridoio potesse entrare nel salone. Me$$ora pi/ tardi, era tutto .inito. Il conte di Falloden aveva apposto la sua .irma sul contratto di matrimonio, dopo aver prestato ben poca atten$ione alle spiega$ioni dellavvocato. 4i che doveva accadere sarebbe comun2ue accaduto, e 2uindi al diavolo i dettagli. In ogni caso, gli erano del tutto odiosi. %olo un .atto attir la sua atten$ione. 7a .ortuna di Mr Transome, la met3 della 2uale avrebbe ricevuto sposando sua .iglia *leanor, era molto pi/ cospicua di 2uanto avesse anche soltanto osato immaginare. 0uella met3 da sola sarebbe bastata a renderlo uno dei gentiluomini pi/ ricchi dInghilterra.

Mr Transome si al$ lentamente in piedi, 2uando tutto .u concluso. 7a sua schiena era pi/ curva del giorno prima e per.ino di 2uella mattina stessa. Tese la mano al conte. +on vi pentirete degli accordi di oggi, milord a..erm. * comprenderete presto che mia .iglia 1 il tesoro pi/ grande di tutte le ricche$$e di cui vi .ar dono nel giorno del vostro matrimonio. 9opo una breve esita$ione, il conte di Falloden strinse 2uella mano scarna tesa verso di lui. Posso aspettarmi, dun2ue, che passiate a trovarmi, oggi pomeriggio, per .are la vostra o..erta .ormale a mia .iglia" domand Transome. Il conte annu) e si inchin. * .u tutto. 9ue minuti pi/ tardi, era solo nel salone, a .issare la sua copia del contratto. *ntro una settimana, si sarebbe sposato con una raga$$a che non aveva neanche mai visto. 4on la .iglia di un borghese. 4on una volgare, pacchiana creatura, se davvero era la borghese di cui aveva parlato <ertie. * per la pi/ bassa delle motiva$ioni. 7ui la stava sposando per il suo denaro, e lei per il titolo e la posi$ione che il conte poteva o..rirle nellalta societ3. %orrise gelidamente. 0uella raga$$a avrebbe scoperto presto che non era cos) .acile .ar parte della sua classe sociale. #nche se .orse non se ne sarebbe neppure resa conto. Probabilmente non aveva un briciolo di sensibilit3 in corpo. *ntro una settimana, avrebbe sposato 2uella raga$$a e consumato il matrimonio con lei, per poi trovarsi costretto a conviverci per un anno intero. * addio ai suoi piani di lasciarla in citt3 mentre lui andava in campagna con <ertie e chiun2ue altro avesse invitato. Ma anche sen$a aver dato la sua parola in merito, sapeva bene che 2uella raga$$a a +atale avrebbe avuto soltanto lui a cui appoggiarsi? suo padre non sarebbe sopravvissuto .ino a 2uel momento. Il conte strinse i denti e si volt di scatto verso la porta, per poi rendersi conto che non cera alcun luogo dove potesse s.uggire allaccordo che aveva appena concluso. 9anna$ione, pens. ;h, danna$ione- * per un attimo desider che suo cugino, il conte che gli aveva trasmesso il titolo, .osse ancora vivo soltanto per avere il piacere di ucciderlo con le proprie mani. Pens a 9orothea 7ovestone, la dolce e adorabile 9orothea, di cui era innamorato da 2uasi un anno. %arebbe stata da Pre5ett, 2uella sera. * anche lui sarebbe stato l), per .arle sapere, in modo educato e .ormale, che era .idan$ato. Fidan$ato- %anto dio, pens, lanciando uno sguardo allorologio sulla cappa del camino. %oltanto ventisei ore prima, non aveva mai neanche sentito nominare Joseph Transome e la sua pre$iosa *llie. Fino al giorno prima, era semplicemente un uomo disperato per una situa$ione .inan$iaria disastrata. Fino al giorno prima, non sapeva cosa signi.icasse essere disperati. *bbene, ora lo sapeva. *, maledi$ione, anche *leanor Transome lavrebbe saputo, prima di +atale. %) che lavrebbe saputo. *ppure, mentre apriva e chiudeva nervosamente i pugni, si rese conto che avrebbe dovuto rivolgere la propria rabbia soltanto verso s! stesso. Prov disgusto e vergogna per ci che stava .acendo. %i stava sposando per denaro. *leanor era immobile davanti alla .inestra del salotto, con la schiena rivolta ai vetri.

%entiva .reddo, ma non si sarebbe avvicinata al caminetto. (oleva rimanere pi/ lontana possibile dalla porta. (oleva vedere chiaramente 2uelluomo, 2uando .osse entrato nella stan$a. +on voleva che le si avvicinasse sen$a alcun preavviso. *ra gi3 arrivato, lo sapeva. #veva sentito il trambusto allingresso pi/ di cin2ue minuti prima. <en presto lo avrebbero .atto entrare nel salotto. %uo padre non aveva certo molto da dirgli? laccordo era stato .irmato 2uella mattina. * sarebbe arrivato da solo, non sarebbe stato suo padre ad accompagnarlo. *ra 2uasi svenuto, 2uando era tornato a casa, e adesso era seduto nel suo studio, in una comoda poltrona che era stata portata l) 2ualche settimana prima, in modo da permettergli di continuare a seguire i propri a..ari. %arebbe dovuto essere a letto, al piano di sopra, ma lei sapeva bene che non si sarebbe ritirato .inch! gli a..ari di 2uel giorno non .ossero stati totalmente conclusi. +on voleva sedersi. +on voleva trovarsi in posi$ione di svantaggio, 2uando lui .osse entrato nella stan$a. @est immobile davanti alla .inestra. Poi ud) un leggero bussare e la porta si apr). 9oveva essere un uomo severo e orgoglioso, o almeno cos) le sembr a prima vista. 7a sua espressione, la linea della sua mascella, il modo in cui teneva alto il mento e la luce nei suoi occhi proclamavano a gran voce che non era a..atto contento della situa$ione. Probabilmente sarebbe stato molto pi/ .elice di prendersi soltanto i soldi di suo padre sen$a dover accettare lei in cambio. # 2uel pensiero, anche *leanor sollev leggermente il mento. *ra anche un belluomo, con i capelli di un castano scuro, non molto corti, i lineamenti regolari e gli occhi a$$urri. +on era particolarmente alto, ma muscoloso e snello allo stesso tempo, oltre che ben propor$ionato. *ra il tipo duomo che poteva permettersi di avere molto tempo libero, e che lo impiegava cavalcando, tirando di boCe e tenendo in eserci$io il corpo con altre attivit3 inutili. *ra un conte, del resto? uno dei ricchi, nulla.acenti e alte$$osi membri dellalta societ3. Tranne per il .atto che lui non era ricco. 9oveva essere uno scialac2uatore e probabilmente anche un giocatore da$$ardo. *leanor tenne le spalle dritte e lo .iss direttamente negli occhi. *ra pi/ bello di =il.red. Miss Transome" esord) lui, e alla giovane donna sembr che 2uelle due singole parole .ossero coperte di ghiaccio. * chi altri poteva essere" +on rispose, ri.iutandosi deliberatamente di piegarsi nella riveren$a che, come ben sapeva, loccasione avrebbe richiesto. Falloden, per servirvi continu lui, rivolgendole un elegante inchino. @andolph Pierce. Pierce. 9un2ue sarebbe diventata *leanor Pierce, consider, mentre ripeteva silen$iosamente 2uel nome, con una certa curiosit3. %i chiamava @andolph. %uo padre aveva men$ionato unicamente il suo titolo. 4ome se non ci .osse una persona, dietro di esso. Ma .orse era proprio cos). +on ricambi linchino. 7uomo si avvicin di 2ualche passo, e a 2uel punto lei pot! stimare che se .ossero stati di .ronte, sarebbe arrivata a s.iorargli la bocca con la sommit3 del capo. 0uel pensiero la .ece

irrigidire un po di pi/. 'o il permesso di vostro padre di venirvi a trovare spieg lui. Il suo volto, adesso che era pi/ vicino e la luce proveniente dalla .inestra lo investiva in pieno, sembrava ancora pi/ severo. I suoi occhi sembravano pi/ a$$urri. 4he parole sciocche aveva appena pronunciato- Per 2uale altro motivo sarebbe stato l), altrimenti" %apeva che 2uel momento doveva essere complicato per lui 2uanto lo era per lei, ma non gli avrebbe reso il compito pi/ .acile. ;h, certo che no. 0uelluomo non sarebbe riuscito a guadagnare neanche in un milione di anni la .ortuna che suo padre aveva accumulato lavorando duramente nel corso di unintera vitaD 2uella .ortuna che stava per essergli consegnata in cambio di un solo .astidio? lei. 7e sembrava giusto che si sentisse a disagio, almeno per un po. 'o lonore di chiedervi se volete diventare mia moglie riprese lui. %) rispose in.ine *leanor. +aturalmente. 7a mia risposta 1 s). *ra .iera del .reddo contegno che trapelava dalla sua voce, e non avrebbe aggiunto >mio signore alla sua risposta. 7addestramento dei suoi anni di scuola e 2uello degli anni precedenti, a casa con la governante, le avrebbero imposto di .arlo e di rivolgergli la riveren$a che .ino a 2uel momento gli aveva negato. ,na simile circostan$a richiedeva toni e parole adeguati. Ma non le avrebbe utili$$ate. 7ui non era il suo signore. +on ancora, perlomeno. Il conte la .iss con 2uellespressione dura e severa, come se non sapesse come procedere. *leanor visse un attimo di puro trion.o, e non prov neanche un briciolo di compassione per lui, n! il minimo disagio. +on avrebbe avuto alcuna importan$a, per lei, se .ossero passati altri dieci minuti sen$a che si scambiassero una sola parola. #llora sono un uomo .ortunato ribatt! lui, rivolgendole un altro inchino e tendendole la destra. 7a sua mano era magra, con dita lunghe e unghie ben curate. 7a mano di un aristocratico. 7ei la .iss per lunghi istanti, prima di posarvi sopra la propria. # 2uel punto, 2uando lo sent) chiudere le dita sulle sue, scopr) che 2uella mano era anche calda e sorprendentemente .orte. * poi lo vide sollevarla alle labbra, altrettanto calde, e il suo sguardo pass dalle loro mani unite agli occhi di lui. *rano di un a$$urro intenso e gelido, e sostennero i suoi sen$a esitare. Pens che la odiava almeno 2uanto lo odiava lei. <ene. #ndava bene cos). 7o avrebbe .atto penare per ottenere il denaro di suo padre. 9a 2uel che ho capito, continu il conte vostro padre desidera che le no$$e siano celebrate la prossima settimana. Per voi va bene, signorina" +aturalmente ripet! lei. 4ome se avesse .atto alcuna di..eren$a, se si .osse opposta. %e attenderemo oltre, mio padre morir3. * anche in 2uesto modo, potrebbe non sopravvivere abbastan$a a lungo. Il lampo che gli pass negli occhi le disse che la sincerit3 estrema delle sue parole doveva averlo colto di sorpresa. Mi dispiace per la malattia di vostro padre rispose. 9eve essere doloroso, per voi.

4osa ne poteva sapere di lei, e del suo dolore" +on cera nientaltro che avesse importan$a, per lui, se non mettere le mani sulla .ortuna di suo padre. * suo padre non sarebbe stato tanto avventato e precipitoso, n! cos) sconsiderato nei suoi piani per il .uturo di lei, se non gli .osse rimasto cos) poco tempo da vivere. Tutti dobbiamo morire, prima o poi dichiar. 8i3. +el pronunciare 2uella singola parola, il conte sembr ancora pi/ .reddo, se possibile. * la prossima settimana sia, dun2ue, signorina. (orrei passare il +atale in campagna, ma naturalmente 2uesto dipender3 dalle condi$ioni di vostro padre. +on riuscir3 certamente a sopravvivere cos) a lungo mormor lei in risposta, restando immobile e rigida e riportando come un semplice dato di .atto ci che nelle settimane e nei mesi precedenti si era rivelato come la stra$iante verit3. %uo padre era gi3 riuscito a vivere pi/ di 2uanto chiun2ue si aspettasse, e solo la sua in.lessibile .or$a di volont3 gli avrebbe permesso di arrivare al matrimonio. *leanor era certa che lavrebbe vista sposarsi. Ma non credeva che sarebbe vissuto molto pi/ a lungo. 9accordo, allora concluse il conte, .acendo un passo indietro e portando le mani dietro la schiena. I suoi occhi la .issarono da capo a piedi. Tutto sembra adeguatamente deciso. (ogliamo andare nello studio di vostro padre" 'a detto di volerci vedere entrambi, una volta concluso 2uesto collo2uio. %post una mano da dietro la schiena, pronto a o..rirle il braccio, come lei immaginava. Ma lo oltrepass, puntando verso la porta e attendendo che .osse lui ad aprirla, soltanto perch! sarebbe stato davvero un gesto troppo volgare e contrario alle buone maniere spalancarla lei stessa. 7o condusse attraverso il corridoio, accennando a un servitore di aprire la porta dello studio di suo padre. <ene, miei cari esord) Mr Transome, aprendo gli occhi. *ra appoggiato allo schienale della poltrona. %iete insieme, dun2ue" & tutto stabilito" Miss Transome ha accettato di diventare mia moglie, signore con.erm in tono gelido il conte, da dietro le spalle di *leanor. %uo padre aveva preso le medicine soltanto unora prima. *ppure, lei poteva vedere chiaramente che stava ancora so..rendo. 0uella consapevole$$a la gel e terrori$$. 4osa avrebbero potuto .are, se i medicinali avessero smesso di .are e..etto" 7ui le sorrise, tendendole le braccia. Tesoro mio disse. (ieni, lasciati abbracciare. Ma era un desiderio che non poteva pi/ essere esaudito. %uo padre sembrava aver dimenticato che lei non poteva pi/ abbracciarlo, o sedersi sulle sue ginocchia come da piccola, 2uando, alla .ine di una lunga giornata, si divertiva a raccontargli tutto 2uello che aveva .atto. +on poteva pi/ toccarlo, se non con estrema delicate$$a. #ttravers la stan$a e pos una mano sul bracciolo della poltrona, per piegarsi in avanti e posargli un bacio lieve sulla .ronte. 7ui lasci ricadere le braccia. 9ovresti essere a letto, pap3 gli ricord lei, e 2uelle parole le sembrarono .redde e severe. %apeva anche perch!. Il conte di Falloden era a 2ualche passo di distan$a, in silen$io, e lei si sentiva a disagio.

%uo padre ridacchi. Ma bisogna .esteggiare comment. %uona il campanello, *llie, e .ai portare il vassoio del t1 e dei calici di vino. +on accade ogni giorno che la mia unica .iglia si .idan$i con un nobile del regno. Pap3, ripet! lei, avvertendo ancora una volta la .redde$$a che trapelava dalla propria voce hai bisogno di riposare. (ogliate scusarmi, signore, ma adesso devo proprio congedarmi intervenne il conte di Falloden, con una .redde$$a 2uasi pari a 2uella di *leanor. 4he strano .idan$amento-, si ritrov a pensare lei. 'o un appuntamento urgente. 4on il sarto, sen$a dubbio, pens lei. ; con il gioielliere, o il barbiere. #h ribatt! suo padre, tendendo la mano alluomo. 9obbiamo lasciarvi andare, dun2ue, milord. +on 1 cos), *llie" 7ei lo vide sussultare, in modo .orse percettibile soltanto ai suoi occhi, 2uando il conte gli strinse .ermamente la mano. * lasci che un senso di sollievo la invadesse, 2uando suo padre le chiese di chiamare un servitore per accompagnare lospite alla porta. 0uesto signi.icava che non avrebbe dovuto .arlo lei. +on si sarebbero rivisti, a 2uanto pareva, .ino al giorno del matrimonio, in chiesa, la settimana seguente. * a 2uel punto sarebbero stati marito e moglie, pens con un certo sgomento, mentre lo osservava inchinarsi e congedarsi. %arebbero vissuti insieme, nellintimit3 del matrimonio, per il resto della loro esisten$a, 2uello sconosciuto proveniente da una classe che lei odiava, e lei, che proveniva da una classe da lui dispre$$ata. %i costrinse risolutamente a non pensare a =il.red. *llie. %uo padre le tese una mano, e lei la prese delicatamente tra le proprie, sollevandola contro la propria guancia. ;ra posso morire .elice. +on ancora, per. (ivr .ino al giorno delle no$$e, e .orse anche 2ualcuno in pi/. Ma non dovrai piangermi a lungo. 'o reali$$ato tutto 2uello che desideravo, in 2uesta vita, e anche di pi/. * ora so che avrai una vita sicura, piena di rispetto e .elicit3. %ono un uomo .ortunato. Pap3 mormor lei, girando il viso in modo da potergli baciare la mano, prima di posargliela delicatamente in grembo. 9opodich!, sbatt! con .or$a le palpebre. 4i sarebbe stato tutto il tempo per piangere. Ma 2uello non era il momento. 7ascia che ti porti in camera. %tarai pi/ comodo, a letto. 4redo che tu abbia ragione ammise lui. #llora, andiamo. Ma dimmi, 1 abbastan$a bello per te, *llie" +on credo che ce ne siano molti di pi/ belli, con un titolo e una grande propriet3 di campagna come i suoi. @idacchi. 7a mia *llie diventer3 contessa. *d 1 anche giovane, non ha neppure dieci anni pi/ di te. Molto meglio di 2uel 7ord 'enle6 che avevo considerato per un po. 7ui ha 2uasi la mia et3. #llora, sei .elice, tesoro" %ar pi/ .elice 2uando ti vedr nel tuo letto ribatt! lei, severamente. %uo padre ridacchi.

E *ra una raga$$a .rigida e ostile, 2uesto pens il conte di Falloden, lasciando la casa di Mr Transome. * 2uel pensiero continu a tormentarlo per tutta la successiva settimana, nel corso della 2uale non vide mai n! la sua nuova .idan$ata, n! il .uturo suocero, continuando a svolgere le sue solite attivit3 2uasi come se la sua vita non stesse per cambiare completamente. 8li sembr tutto irreale, .inch! i conoscenti non ini$iarono a commentare il suo .idan$amento, alcuni si congratularono per.ino con lui, e lui vide lannuncio pubblicato sul Morning Post. %tava per sposare una donna .rigida e ostile. @abbrivid) al ricordo del loro collo2uio. %i era atteso unaccoglien$a calorosa, con tanto di eccita$ione, trion.o, gratitudine, chiacchiere e volgarit3. %i era aspettato comun2ue 2ualcosa. +on certo il suo silen$io, la sua immobilit3, il mento rigidamente sollevato e il dispre$$o nel suo sguardo. Ma perch!" %tava ottenendo esattamente ci che voleva, non era cos)" %tava per guadagnarsi il pre$ioso titolo a cui aspirava e il sospirato ingresso nellalta societ3. Forse si rendeva conto che lui era soltanto una vittima A e in 2uesto aveva pienamente ragione A al punto da non avere neanche bisogno di .ingere una passione e una gratitudine che non provava. ; .orse non le erano mai state insegnate la sensibilit3 e le buone maniere che un comportamento cortese avrebbe richiesto. 9i certo la sua .redde$$a non colpiva solamente lui. %uo padre aveva lavorato duramente e .aticato molto per trovarle un marito aristocratico e la vita che lei desiderava. * adesso stava morendo, in modo doloroso e stra$iante, tra laltro. *ppure, lei sembrava non curarsene a..atto. 0uando luomo le aveva teso le braccia, lei aveva totalmente ignorato 2uel gesto, limitandosi a baciarlo .reddamente sulla .ronte. 0uando aveva chiesto di .esteggiare il .idan$amento, lei gli aveva ripetuto di mettersi a letto. 4erto, 2uelle parole avrebbero potuto indicare gentile$$a e preoccupa$ione, ma la .redde$$a estrema con cui erano state pronunciate negava anche 2uella spiega$ione. Fu solo 2uando si .u lasciato la casa alle spalle che si rese conto che il signor Transome aveva avuto ragione su una cosa, almeno. %ua .iglia era davvero bella. *ra di statura media, snella, ma con le curve nei punti giusti. #veva capelli color mogano, occhi verdi e labbra piene e generose. Ma n! 2uella chioma, n! 2uella bocca sembravano rispecchiare il carattere della raga$$a, visto che avrebbero dovuto suggerire invece calore e passione. *ra bella, s). #vrebbe avuto al suo .ianco una bellissima contessa, se 2uesto poteva essergli di 2ualche consola$ione. Ma non la trovava a..atto a..ascinante. 7o colp) il pensiero che avrebbe avuto bisogno di tutta la .or$a di volont3 di cui era capace per poter consumare il matrimonio, nel corso della prima notte di no$$e. Fortunatamente, sempre che un simile termine si potesse usare in 2uelle circostan$e, Transome aveva speci.icato che avrebbero dovuto consumare soltanto una volta, e che convivessero sotto lo stesso tetto solo per il primo anno. +on aveva detto nulla riguardo al dividere lo stesso letto.

0uindi, il conte di Falloden si costrinse risolutamente a non pensare a 9orothea 7ovestone, la piccola, dolce e .emminile 9orothea, e allespressione addolorata che le aveva letto negli occhi 2uando le aveva parlato del suo .idan$amento. * trascorse ogni notte della settimana precedente alle no$$e, compresa lultima, con la sua amante. #lice era stata lunico lusso che si era concesso in 2uellanno e poco pi/ da 2uando aveva ereditato il suo titolo e lincubo dei debiti era cominciato. 7ei gli sorrise placidamente, mentre luomo si sedeva sul bordo del letto, allalba del giorno del matrimonio. #lice .aceva tutto con calma, compreso lamore. 7ui sapeva bene che non lo amava, che le interessava soltanto avere la sicure$$a di un protettore regolare. Forse era proprio 2uesto che gli piaceva di lei. Il .atto che soddis.acesse i suoi bisogni sen$a imporgli alcun obbligo. +on verr, stanotte la avvert), lanciando uno sguardo disgustato ai suoi abiti sparsi sul pavimento. +o, ovviamente rispose lei. ;ggi ti sposerai. +eppure lannuncio del suo imminente matrimonio era riuscito a scuotere #lice dal suo distacco. Ma torner domani notte soggiunse lui. 4os) presto" 7ei si raggomitol meglio sotto le coperte. * a tua moglie non dar3 .astidio" 7ui si gir a guardarla. I suoi riccioli neri erano arru..ati, lo sguardo assonnato. # te dar3 .astidio" le rispose. %ar 2ui domani, #lice. * anchio gli disse sorridendo la giovane donna. +on sei contento di 2uesto matrimonio, vero, Falloden" %ei stato teso per tutta la settimana. Ma potrai sempre tornare da me. Il letto sembrava caldo e invitante. 7a sagoma del corpo di lei raggomitolato sotto le len$uola non lo era di meno. #vrebbe desiderato unirsi a lei ancora una volta, e trascorrere la giornata a .are lamore, dimenticando tutto il resto. Ma 2uello era il giorno del suo matrimonio. %i al$ in piedi, rabbrividendo nel .reddo dellalba, e raccolse i suoi abiti per rivestirsi. *leanor era stanca. 7a sua cameriera aveva schioccato la lingua, nel vedere il pallore sulle sue guance e le ombre scure sotto i suoi occhi, e aveva tentato di rimediare al .atto che non .osse nella sua .orma migliore con una pettinatura pi/ elaborata del solito. *ra un bene, aveva detto, che Miss *llie indossasse un vestito a$$urro, semplice e delicato, e con una mantella negli stessi toni, e non tonalit3 pi/ .orti, che avrebbero soltanto .atto risaltare 2uel pallore. Ma lei era .elice di essere stanca, mentre scendeva le scale per raggiungere il padre in salotto. Forse, in 2uel modo, il giorno del matrimonio sarebbe stato indistinto, come avvolto da una .itta nebbia. * poi, entrando nella stan$a, scopr) che il conte era gi3 l). *ra in anticipo. *d era splendido, due volte pi/ bello di come lo ricordava, vestito nei toni del blu, come se .osse stato a conoscen$a dei colori dellabito di lei. %embrava 2uasi che dovesse andare a incontrare il re o il

principe reggente in persona. *ppure, non prov nulla per lui. %i .ece an$i ancora pi/ .redda e rigida, nel vederlo, e chin il capo sen$a sorridere, continuando a non concedergli la riveren$a che ci si sarebbe aspettati da lei. * poi si ritrovarono in carro$$a, diretti verso la chiesa, con suo padre che chiacchierava. In 2ualche modo, con un incredibile s.or$o di volont3, era riuscito ad al$arsi dal letto, 2uella mattina, nonostante le proteste della .iglia. Il conte di Falloden era silen$ioso 2uanto lei. * poi raggiunsero la chiesa, e il suo .uturo marito le present un altro gentiluomo vestito in modo impeccabile? il suo caro amico, %ir #lbert 'agle6. #mmesso che potesse comportarsi in modo ancora pi/ .reddo, *leanor lo .ece, 2uando luomo le rivolse un inchino, e lei chin il capo di rimando. 7o riconobbe allistante, e .u certa che anche lui lavesse riconosciuta, sebbene .osse troppo ben educato per dire 2ualcosa, naturalmente. *ra stato il primo a cercare di .lirtare con lei, al part6 di campagna di Pamela 'utchins. #nche se >.lirtare era soltanto un eu.emismo, in 2uel caso. 7ieto di conoscervi disse in 2uel momento. <uongiorno a voi rispose lei. * poi la .redda chiesa vuota li accolse, insieme al parroco sorridente. * a 2uel punto, suo padre mise la sua mano in 2uella del conte e il conte ripet! le .rasi suggerite dal parroco, e lei .ece lo stesso. Poco dopo, le labbra di suo marito premettero brevemente e .reddamente sulle sue. Il parroco sorrise e si inchin. %ir #lbert la baci su una guancia e suo padre labbracci, cosa che non pot! evitare. * in.ine, si ritrov di nuovo allesterno, presso la carro$$a del conte. 7a carro$$a di suo marito. %uo marito. %i avviarono dun2ue verso la casa del conte di Falloden a 8rosvenor %2uare. 7a sua casa. 7a sua nuova casa, dove le .urono rivolti inchini e riveren$e e sorrisi da .ile di servitori in livrea, e dove suo marito la condusse nellenorme sala da pran$o, dove era stato preparato un rin.resco per 2uattro persone. 4ome si conveniva al suo nuovo stato di contessa di Falloden, *leanor .u .atta sedere a capotavola, di .ronte a suo marito. %uo padre e %ir #lbert si sedettero ai due lati della tavola. 4i .urono dei discorsi. %icuramente ci .urono. %uccessivamente, non le sembr di ricordare momenti di imbara$$ante silen$io. Ma lei non partecip alla conversa$ione. +on riusc) a ricordare neanche se aveva mangiato 2ualcosa. Ma in.ine il pasto si concluse. %uo padre si al$ in piedi, con un calice di vino in mano, e lei .ece per sollevare una mano nel tentativo di .ermarlo. Ma poi la lasci ricadere in grembo. ,n brindisi declam, guardando gli altri tre seduti a tavola. #lla mia amata .iglia e a mio genero. #l conte e alla contessa di Falloden. 7ei non manc di notare le labbra di suo marito assottigliarsi per un attimo, prima di rilassarsi in un gelido sorriso, mentre il suo sguardo incontrava 2uello della giovane moglie dallaltra parte del tavolo. %ir #lbert si al$ in piedi a sua volta, ripetendo il brindisi e .acendo tintinnare il proprio calice contro 2uello del padre di lei.

Per.ino la .or$a di volont3 non sarebbe dovuta bastare per .ar al$are dal letto suo padre, 2uel giorno, pens lei guardandolo. Ma ci era riuscito. %i era al$ato a malapena, nellultima settimana, e diverse volte era piombato in un tormentoso delirio. Il suo medico, che lei stessa aveva chiamato due giorni prima, anche se passava a visitarlo ogni mattina, aveva a..ermato che ormai aveva le ore contate, e che poteva morire da un momento allaltro. 7ei lo aveva vegliato per le ultime tre notti, assicurandosi che prendesse le sue medicine, rimboccandogli le coperte, sprimacciandogli i cuscini e controllando che il .uoco non si spegnesse nel camino. #veva sonnecchiato sulla poltrona accanto al suo letto, ridestandosi di tanto in tanto di soprassalto, spaventata, 2uando la stan$a sembrava troppo silen$iosa. 7o aveva implorato di non cercare di al$arsi, 2uella mattina. Ma lui non solo ci aveva provato, ci era anche riuscito. * le aveva sorriso per tutta la breve cerimonia in chiesa e durante il rin.resco. 7a giovane donna si torse le mani in grembo, guardandolo tornare a sedersi, ansante e a..aticato. Pap3 mormor. ;ra 1 meglio che tu torni a casa. 9evi riposare. Ma le sue parole suonarono dure e .redde, e lei si sent) stringere il cuore. 4erano due sconosciuti, nella stan$a, di cui uno era suo marito. 4redo proprio che lo .ar, *llie rispose lui, con un sorriso che in realt3 somigliava pi/ a una smor.ia in2uietante. Fortunatamente, il conte cap), al$andosi in piedi e mandando un servitore a chiamare di corsa la carro$$a di Mr Transome. 7ei avrebbe voluto accompagnarlo. #n$i, doveva .arlo. 9oveva restare con lui, ora che il tempo che gli rimaneva era ormai alla .ine. * suo padre aveva bisogno di lei. *ra sempre stata la prima persona che aveva cercato, svegliandosi, nel corso dellultima settimana. 7ei era sempre stata la luce della sua vita. 7aveva detto pi/ volte di 2uante non ne riuscisse a ricordare, da 2uando sua madre era morta, 2uando lei aveva soltanto cin2ue anni. * adesso aveva bisogno di lei pi/ che mai. Ma 2uella mattina, le aveva ricordato che stava per sposarsi, e che da 2uel giorno in poi avrebbe dovuto lealt3 e obbedien$a soltanto a suo marito, non pi/ a lui. * adesso era davvero sposata, e lei era a casa di suo marito. +on sentiva di conoscerlo abbastan$a da chiedergli un .avore. %e ci .osse stato a..etto tra loro, se lui .osse stato =il.red, gli avrebbe potuto chiedere il permesso di tornare a casa con suo padre, che .osse o meno il giorno del matrimonio. Ma lui non era =il.red e non cera alcun sentimento tra loro. Poteva soltanto sperare che luomo mostrasse un minimo di comprensione per la situa$ione e .osse lui stesso a suggerire 2uella solu$ione. #l$ gli occhi su di lui, 2uando entrambi si spostarono allingresso per accompagnare suo padre alla porta, ma non lo avrebbe implorato, neanche con lo sguardo. (i riporter vostra .iglia domani, per vedere come state, signore disse il conte, piuttosto rigidamente. +on c1 alcuna .retta rispose il padre di *leanor, in tono gioviale. %e voi due vorrete restare a letto .ino a tardi, potr tran2uillamente attendere, milord.

7ei not che il conte si irrigidiva ulteriormente allallusione contenuta in 2uelle parole, e lott per non arrossire. <ene soggiunse suo padre, aprendo le braccia verso di lei. *llie, contessa di Falloden. Forse ora sei una lad6 troppo altolocata per abbracciare tuo padre. *ra cos) .elice. 4os) soddis.atto. 4os) allo stremo delle .or$e. 7ei avan$ in modo che il conte non potesse scorgere il suo volto. Ma non os rilassare troppo lespressione. Il suo petto e la sua gola erano chiusi per il dolore che stava provando. 7o baci con estrema delicate$$a su una guancia e gli permise di chiuderle le braccia intorno alla vita. Ma non ricambi il gesto. * improvvisamente, 2uella le sembr la parte pi/ crudele di tutta la situa$ione. #vrebbe voluto gettargli le braccia al collo e abbracciarlo stretto. #vrebbe voluto poterlo ricordare vivo tra le sue braccia, nei giorni a venire. +on indugiare oltre, pap3 sussurr, indietreggiando. 9omani verr a trovarti. Tenne il mento sollevato e serr le mani in grembo di .ronte a s!, mentre lo guardava andare via. %i sentiva ghiacciata .ino al midollo. +on gli apparteneva pi/, neppure per 2uel poco tempo che gli rimaneva da vivere. #pparteneva a 2uella strana, enorme e .redda dimora, e a 2uello straniero gelido che le stava accanto. * avevano anche un ospite da intrattenere. ; 2uantomeno lui. 7ei non sapeva neanche se si aspettavano che restasse con loro o si ritirasse nelle sue stan$e. 4osa desiderate che .accia" domand, girandosi a guardarlo e notando ancora una volta 2uanto .osse bello, sebbene 2uella constata$ione non le provocasse alcuna rea$ione emotiva. 4osa desidero" ripet! lui, sollevando le sopracciglia. %aliremo nel salotto, mia signora, e potrete .ar servire il t1. 7e tese il braccio, e dopo un attimo di esita$ione, lei lo a..err. #veva indugiato .in troppo, decise il conte di Falloden, voltando con determina$ione le spalle alla .inestra della sua camera da letto, attraverso la 2uale era rimasto a .issare loscurit3. 7anci uno sguardo di desiderio al proprio letto, ordinatamente preparato per la notte, e pens con un moto di desiderio ben pi/ intenso al letto ampio e so..ice di #lice, e al suo corpo .ormoso, bello e con.ortevole. +on cera motivo di ritardare oltre, pens. %arebbe stato meglio .arla .inita, visto che non aveva scelta. %arebbe tornato a dormire nel suo letto in men che non si dica, se .osse riuscito a decidersi e a oltrepassare il proprio camerino per raggiungere 2uello della moglie e la sua stan$a da letto. %ua moglie- Il solo pensiero lo disgustava. %e laveva ritenuta .redda durante il loro primo incontro, non cerano parole abbastan$a gelide per descrivere il suo comportamento di 2uel giorno. ;rgogliosa, algida e silen$iosa, si stava certamente godendo il suo trion.o per essere entrata a .ar parte dellalta societ3, e lunico .astidio era la sua necessaria presen$a in tutta la .accenda. * poi continuava a essere insensibile come il marmo anche con suo padre, che era cos) chiaramente prossimo alla .ine. Pos la mano sul pomolo della porta che congiungeva i loro camerini, buss con la mano libera e gir la maniglia.

7ei non era a letto, come il conte si era aspettato. %i stava al$ando da una sedia accanto al .uoco, 2uando lui entr nella stan$a dal camerino. * rest l), immobile, dritta e .iera, o..rendo un aspetto piuttosto regale, nonostante il .atto che indossasse una camicia da notte, e i suoi capelli .ossero sciolti sulle spalle. 7a consapevole$$a della sua belle$$a lo colp) nuovamente, pur sen$a provocargli alcun moto passionale. 7a sua camicia da notte, di seta e pi$$o, che doveva essere costata a Transome una .ortuna, accentuava le deli$iose curve del suo corpo. * i suoi capelli erano .olti, ondulati e lucenti, e le ricadevano sulle spalle come lingue di .uoco. Il conte si ritrov a pensare 2uanto .ossero di..erenti 2uella chioma e il carattere di chi la s.oggiava. 9un2ue, mia signora, esord), andandole incontro sul tappeto siete diventata la contessa di Falloden, oggi, ottenendo di diritto un posto nel beau monde. 7ambi$ione di una vita .inalmente soddis.atta" ,n me$$o sorriso si .orm sulle labbra di lei, unespressione che il conte non aveva mai visto prima. 9un2ue, mio signore, ribatt! la giovane donna vi siete liberato dai vostri debiti, oggi, e siete diventato pi/ ricco di 2uanto avevate mai potuto immaginare. 7ambi$ione di una vita .inalmente soddis.atta" 7ui la .iss per un attimo, sorpreso. Touch mormor in.ine. & un bel giorno per entrambi, a 2uanto pare. 8i3. 0uella parola .u pronunciata in tono secco, 2uasi trion.ante. Ma non 1 ancora del tutto completo continu lui. Il nostro non 1 ancora propriamente un matrimonio. +o, in.atti ammise lei, mentre il suo mento si sollevava di 2ualche millimetro. 9un2ue credo che sarebbe il caso di apporre lultimo sigillo alla nostra .elicit3 comment lui. %). 8li occhi di lei sembravano prenderlo in giro. >'o ottenuto 2uello che volevo sembravano dirgli. >Tutto il resto non ha alcuna importan$a. * la giusta indigna$ione gli era negata. #nche lui aveva ottenuto ci che voleva. Ma si era aspettato una moglie mite e sottomessa. #vvert) un lampo di rabbia, misto al desiderio di cancellare 2uellespressione dal suo sguardo. 7a volont3 di .arle del male, di umiliarla. *d era troppo in.uriato, probabilmente con s! stesso, per essere disgustato da 2uel desiderio. %arebbe potuto .inire tutto nel giro di pochi minuti. #vrebbe potuto .arla distendere sul letto, sollevarle la camicia da notte e la sottoveste e consumare rapidamente il matrimonio. %arebbe potuto essere di ritorno nella sua stan$a entro cin2ue minuti, sposato in ogni senso, libero di continuare a vivere la propria vita come aveva sempre .atto, tranne che per linconveniente di dover convivere con la moglie per un anno. Ma era in.uriato.

#llung una mano dietro la nuca di lei, a..ondando le dita tra le .olte ciocche dei suoi capelli, e la costrinse a portare la testa indietro e di lato. %i cal sulle sue labbra con le proprie e le dischiuse, insinuandovisi con la lingua. *sult al sentirla irrigidirsi immediatamente, mentre tentava di serrare le labbra e di allontanare la testa da lui, premendola contro la sua mano, che non cedette di un solo centimetro. Poi sollev il capo e le sorrise. %i potrebbe 2uasi pensare che siate .atta di marmo, mia signora dichiar. * ignor deliberatamente la voce della coscien$a, invero molto lontana, che tentava di ricordargli che, per 2uanto il carattere di 2uella giovane donna .osse poco appre$$abile, era 2uasi sicuramente vergine e non doveva aver mai neanche baciato un uomo. Forse si sarebbe calmato, se lei non avesse deciso di restituirgli orgogliosamente lo sguardo, rispondendo con un lento sorriso. %oltanto che non era un vero sorriso. 4era 2ualcosa di 2uasi .elino, in 2uellespressione. 7a guard negli occhi, mentre con deliberata lente$$a andava a slacciare uno dopo laltro i delicati bottoni di madreperla sul davanti della sua camicia da notte. 7a giovane donna sollev ancora di pi/ il mento, 2uando lui .ece scivolare le mani allinterno dellindumento per posarle sulle spalle e poi le spost lentamente per serrarle a coppa sui suoi seni. *rano caldi, serici e sodi, non troppo grandi. 9opotutto, mia signora, sussurr, spostando la camicia di seta e pi$$o con i polsi in modo che le scivolasse gi/ dalle spalle, lungo le braccia, denudandola .ino alla cintola siete mia moglie. Fu .orse in 2uel momento, o un istante pi/ tardi, che la rabbia e il desiderio di umiliarla si tramutarono in un desiderio di altro genere. 7ei lo colse completamente di sorpresa allungando entrambe le mani per slacciare i grossi bottoni della sua camicia, a..errando con decisione la sto..a allalte$$a del colletto per .argliela scivolare lungo le braccia. 9opotutto, mio signore, sussurr, mostrando per la prima volta i denti, candidi e per.etti, come se volesse morderlo siete mio marito. # 2uel punto, .in) per perdere la testa, come successivamente si ritrov a ricordare con imbara$$o e stupore. 7a a..err per i polsi sen$a alcuna gentile$$a e le abbass le braccia, per .ar scivolare la camicia da notte sul pavimento, mentre lui si liberava a strattoni della propria, anche se le mani di lei, 2uando le lasci libere, si a..rettarono ad aiutarlo. * 2uando torn a cercare la sua bocca con la propria, le labbra di lei si dischiusero sen$a indugi, e 2uando la lingua di lui si insinu tra 2uelle labbra, 2uella di lei la cerc con decisione, dan$andovi e seguendola nella bocca dellaltro. * 2uando le sue mani la toccarono, esplorandola sen$a alcuna gentile$$a o esita$ione, 2uelle di lei seguirono il suo esempio. ,na cosa, almeno, doveva essere ormai ben chiara a entrambi, 2uando in.ine si pieg a sollevarla tra le braccia per deporla sul letto. 7ui non avrebbe avuto alcun problema a provare il desiderio carnale necessario a permettergli di consumare il matrimonio. 7ott con lui tra le len$uola, al punto che 2uando in.ine il conte riusc) a bloccarla sotto il suo peso, erano entrambi sen$a .iato.

7ui insinu le ginocchia tra le sue cosce, separandole, scivol con le mani sotto di lei e sollev la testa. 7a giovane donna gli restitu) lo sguardo con orgoglio, le guance rosse, i capelli scomposti sulle spalle e sul cuscino. 7ui trov la sua .essura e la penetr con un unico, rapido a..ondo. 7espressione di lei non cambi. %oltanto il suo corpo si tese e cerc di sottrarglisi. Per 2ualche attimo. Ma mentre continuava a .issarla, lei accenn nuovamente un sorriso e .ece risalire i piedi lungo le gambe di lui, per trovare un punto dappoggio e spingersi contro di lui. 0uasi mia moglie, mia signora le sussurr lui. & 2uasi .atta. 4redevo che avrebbe .atto male mormor lei. Pensavo dovesse essere 2ualcosa di stra$iante. In 2uel momento, ottenuto il completo trion.o su di lei, con 2uel corpo piegato alla sua volont3 e impalato sotto di lui, avrebbe potuto mostrarle un minimo di piet3, concludendo latto rapidamente. Ma lei aveva rin.ocolato la sua rabbia, con 2uello stupido a..ronto alla sua virilit3. 9un2ue avrebbe scoperto cosa signi.icava essere costretta a soddis.are il suo piacere, essere obbligata a garantirgli i suoi diritti coniugali. 7e avrebbe riempito dansia i giorni a venire, costringendola a chiedersi se ogni notte avrebbe dovuto nuovamente a..rontare 2uellordalia. Prese a muoversi dentro di lei, .issandola in volto. 7ei gli restitu) lo sguardo, ma 2ualcosa, in .ondo ai suoi occhi, gli disse che non si era aspettata 2uella continua$ione, che aveva pensato di dover sopportare soltanto 2uellunica penetra$ione ini$iale. Trov un ritmo lento, prima di abbassarsi su di lei, smettendo di sostenere interamente il proprio peso sui gomiti, e a..ondando tra le sue morbide curve. 4ontinu a muoversi, assicurandosi di ritrarsi 2uasi completamente per poi a..ondare pro.ondamente in lei ogni volta che tornava a spingersi in avanti. * ascolt i suoni umidi dei loro corpi uniti, e il cigolio delle molle sotto di loro, e il suo respiro a..annato 2uanto il proprio, costringendosi a controllarsi con tutte le proprie .or$e per non cedere allorgasmo .ino allultimo istante. Ma non era .acile. 7entamente cominci a rendersi conto, al di l3 del battito precipitoso del suo cuore e al ruggito del suo sangue nelle tempie, che le gambe di lei erano .ermamente intrecciate alle sue, e che il bacino della giovane donna si muoveva per andargli incontro a ogni spinta, cercando una penetra$ione ancora pi/ pro.onda. I suoi muscoli interni gli si stringevano intorno, come se volessero trattenerlo 2uando si ritraeva, rilassandosi 2uando le a..ondava dentro. * i .ianchi di lei continuavano a premersi contro i suoi. 7a a..err per le spalle, .acendo scivolare le mani lungo la sua schiena per chiuderle con .or$a contro i suoi glutei e bloccarla, per poi spingersi dentro di lei con maggiore urgen$a, sen$a pensare pi/ a nulla, .inch! un meraviglioso .remito accompagn il suo culmine. ,d) un grido, e pens che .osse la propria voce. 7a raga$$a tremava con violen$a sotto di lui. Il conte le rest addosso .inch! non la sent) rilassarsi gradualmente. * .orse anche pi/ a lungo di cos). *bbe la netta impressione, 2uando in.ine si decise a spostarsi, scivolando via dal suo umido calore, di essersi svegliato in 2uel momento dal sonno. *ppure, le candele erano ancora accese, e il .uoco ancora bruciava scoppiettando nel caminetto.

@est disteso accanto a lei, guardandola. +essuno dei due aveva tirato su le coperte. 7a sua lunga chioma color mogano era sparsa in un groviglio selvaggio sui cuscini e contro la sua pelle, .acendo sembrare i suoi pallidi seni come scolpiti nellalabastro. In 2uel momento, 2uei capelli rossi non sembravano cos) .uori luogo. 0uella raga$$a aveva una natura passionale e .ocosa che lui non avrebbe mai creduto di poter trovare in una donna del genere. Men che meno in lei. Forse 2uellaspetto proveniva dalle sue origini popolari, sebbene nella sua esperien$a per.ino le amanti e le prostitute sapevano esercitare un maggiore decoro in camera da letto. ,na natura appassionata e un cuore gelido. *bbene, disse in.ine tutto 1 compiuto. 0uantomeno, non potr mai essere accusato di avervi privato di 2ualsivoglia diritto che vi spetta in 2uanto mia contessa. *, 2uantomeno ribatt! lei io non potr mai essere accusata di negarvi tutto tranne la dote che portavo con me. Touch, ancora una volta ammise lui. <ene, il giorno pi/ .elice della nostra vita si 1 concluso, mia signora, con nostro grande dispiacere, ne sono certo. (i lascer a sognare il trion.o della vostra nuova posi$ione sociale, mentre io torner al mio letto, per sognare in.initi tesori. <uonanotte. Torn ad abbassare lo sguardo su di lei, mentre si al$ava. 7e len$uola e linterno delle sue cosce erano macchiati di sangue. Ma lei non accenn a coprirsi. 7o .iss con 2uel me$$o sorriso che lui trovava cos) spiacevole. <uonanotte rispose. 9ubito che la notte sar3 lunga abbastan$a per contare tutto 2uelloro, mio signore. Mio padre 1 molto, molto ricco. 7o so ribatt! lui, piegandosi a recuperare la propria camicia da notte ma sen$a indossarla prima di lasciare la stan$a. 7anci uno sguardo allorologio nel proprio camerino. *ra trascorsa pi/ di unora, da 2uando era entrato nella camera di sua moglie. ,nondata di disgusto lo .ece rabbrividire, mentre versava dellac2ua ormai 2uasi .redda nel catino per lavarsi. Provava repulsione per la strana, .redda e appassionata donna che aveva sposato. * anche verso s! stesso, per aver ceduto alla rabbia e a istinti animaleschi di cui non si era mai ritenuto capace. #lmeno, pens poi, adesso era tutto .inito. %ia la sua casa che 8ren.ell Par: erano grandi abbastan$a da permettere loro di stare lontani per la maggior parte del tempo. *, trascorso un anno, si sarebbe potuto assicurare che lei .osse sempre in una casa diversa da 2uella in cui si .osse trovato lui. * se avesse mai desiderato un erede... *bbene, ci avrebbe pensato a tempo debito. In .ondo, aveva soltanto ventotto anni. 7a raga$$a aveva sanguinato molto di pi/ di 2uanto si sarebbe aspettato da una vergine, si ritrov a pensare mentre guardava lac2ua nel catino colorarsi di una tonalit3 rossastra. # 2uel punto, prov vergogna per essere stato cos) istintivo, e rabbia verso di lei che laveva provocato. Mentre serrava le palpebre e allungava una mano verso la camicia da notte, consider che avrebbe atteso con impa$ien$a la notte successiva. 0uella in cui si sarebbe trovato al cospetto della tran2uillit3 del letto e del corpo di #lice.

F *leanor si svegli ritrovandosi in una stan$a che le era 2uasi del tutto estranea? ampia, s2uadrata e dal so..itto alto, con 2uel letto pi/ grande e so..ice del proprio, e con il pre$ioso baldacchino verde invece che rosa. 4ap) cosa laveva svegliata 2uando not una cameriera inginocchiata davanti al caminetto, silen$iosamente intenta a ravvivare il .uoco. 4era 2ualcun altro nel suo camerino. ,d) il tintinnio della porcellana, che probabilmente era 2uello di una cara..a dac2ua calda che veniva posata. * poi si sorprese allidea di essere riuscita a chiudere occhio. %i era aspettata una notte insonne. @icordava per.ettamente di essere entrata nel camerino per lavarsi con le mani che tremavano per la paura e lo sgomento. @icordava di essersi piegata in avanti sul catino, appoggiandosi agli avambracci e chiudendo gli occhi, nel ripensare allorrore di 2uanto era appena accaduto, di 2uello che lui le aveva .atto e di come lei aveva reagito. #veva .atto 2uello che .aceva sempre 2uando era spaventata o arrabbiata, o entrambe le cose? si era gettata a capo.itto in ci che stava accadendo. #veva a..rontato la sua paura, letteralmente. +on era mai stata cos) terrori$$ata come 2uando suo marito laveva raggiunta nella stan$a. +on le era mai successo di a..rontare una lotta cos) disperata. *ppure, ricordava anche di aver sbadigliato, nonostante tutto. 9i aver sbadigliato pi/ volte, domandandosi come avrebbe .atto a tornare a letto dal camerino. #veva trascorso tre notti 2uasi insonni, per poi vivere unora di puro terrore e una di spaventoso, totale abbandono, nel corso della 2uale, a un certo punto, si era persa completamente, al punto da risvegliarsi di colpo come dal sonno, ritrovandosi schiacciata sotto il peso del marito. +on riusciva a ricordare come .osse riuscita a tornare nella camera da letto. Ma doveva averlo .atto, perch! adesso era l) che si trovava, distesa tra le len$uola. * indossava la sua camicia da notte, cosa di cui si avvide s.iorandola con una mano. +on ricordava di averla in.ilata di nuovo. Me$$ora pi/ tardi, scopr) che uno dei compiti pi/ di..icili che si .osse mai trovata ad a..rontare in vita sua sarebbe stato congedare la cameriera e uscire dal camerino per scendere nella sala della cola$ione. Tremava al pensiero di rivederlo? lui, 2uello sconosciuto rigido e alte$$oso che laveva umiliata e .atta so..rire cos) tanto la notte prima. %uo marito. @addri$$ le spalle e sollev con decisione la testa. Ma la sala della cola$ione era vuota, .atta ecce$ione per il maggiordomo e un servitore, e .ile di vassoi coperti e mantenuti al caldo su un bu..et. <uongiorno, milad6 la salut il maggiordomo, con un pro.ondo inchino, prima di scostare una sedia per lei. *d era esattamente cos), pens lei con un certo stupore. ,na lad6, una contessa. 7a contessa di Falloden. Il pensiero le .ece precipitare lumore ancora pi/ in basso. <uongiorno, Mr %tarret rispose, sorridendogli come aveva sempre sorriso ai servitori

di suo padre. <uongiorno disse ancora, rivolgendosi allaltro uomo. +on conosco il vostro nome. Peter, mia signora mormor lui, 2uasi sobbal$ando per la sorpresa. <uongiorno a voi, milad6. <uongiorno, Peter ripet! lei. Il maggiordomo aveva un messaggio per lei. Il conte lavrebbe accompagnata a casa di suo padre non appena avesse .inito di .are cola$ione. 0uelle parole le chiusero lo stomaco in unondata di nausea, e lei chiese soltanto una .etta di pane tostato. 9un2ue suo marito sarebbe venuto con lei, proprio come aveva detto il giorno prima a suo padre. +on sarebbe potuta s.uggirgli in nessun modo. * suo padre" %i sorprese a pensare, con un improvviso e violento senso di colpa, che non aveva pensato a lui per tutta la notte, e neanche 2uando si era svegliata. 4ome aveva .atto" 4ome era riuscita anche solo a dormire" ,n lampo di panico le attravers la mente. *ra sopravvissuto alla notte" %arebbero giunti a casa sua soltanto per scoprire che era gi3 spirato" 4osa avrebbe .atto, allora" +on sarebbe stata in grado di sopportare la solitudine, una volta che suo padre .osse morto. %oprattutto in 2uel momento. Tuttavia, legoismo di 2uel pensiero le .ece provare ulteriore vergogna. Pos il tovagliolo accanto al piatto e alla .etta di pane tostato consumata soltanto a met3, e il maggiordomo si avvicin rapidamente per scostarle la sedia. 8ra$ie, Mr %tarret mormor lei. Potete in.ormare mio marito che sar pronta a uscire tra cin2ue minuti" 9ovette usare tutta la .or$a di volont3 di cui era capace per non .uggire dalla stan$a. *ra di nuovo lalgida dama di marmo, seduta in silen$io e con la schiena dritta accanto a lui in carro$$a, con lo sguardo .uori dal .inestrino, a osservare il mondo che le passava accanto. 7ui la .iss mentre procedevano lungo le vie di 7ondra. #veva un aspetto pericolosamente incantevole, nel ricco abito di velluto color castagno che indossava, una tonalit3 che sarebbe sembrata scialba su 2ualsiasi altra donna. Ma era per.etta per lei e il colore dei suoi capelli. %edeva rigida e .iera. %arebbe potuta sembrare una duchessa, pens lui, e consider che dovesse aver studiato con molta atten$ione la sua entrata trion.ale nei ranghi dellalta societ3. +essuno avrebbe mai immaginato, guardandola 2uella mattina, che .osse soltanto la .iglia di un borghese. * la sua contessa. %i trov a ripensare alla notte precedente con rinnovata vergogna. +on aveva mai trattato neanche una prostituta con la rude$$a con cui si era comportato con sua moglie. %i sarebbe potuto scusare con lei. In e..etti, aveva pensato a una .rase di scuse, mentre attendeva in biblioteca che lei si preparasse e .acesse cola$ione. Tuttavia, laveva guardato con tale .reddo dispre$$o 2uando gli era andata incontro allingresso, e laveva salutato con tale gelida alterigia che 2uelle scuse gli erano svanite dalle labbra come dalla mente. %i era limitato a rivolgerle un inchino e a ricambiare il saluto. *rano state le uniche parole che si erano scambiati 2uella mattina. * tuttavia, si era scoperto a ripensare con stupore a 2uanto .osse stata una tigre, lei, la notte precedente. ,na tigre in calore. *ra di..icile riconciliare 2uel ricordo con limmagine della dea dei ghiacci che gli sedeva accanto. 7a spogli con lo sguardo, ma non riusc) comun2ue a rivedere la stessa donna con cui si era selvaggiamente rotolato nudo tra le len$uola soltanto poche ore prima.

(i ringra$io per avermi accompagnato, milord disse lei, 2uando raggiunsero la casa di suo padre. +on si volt a guardarlo negli occhi. Ma non c1 bisogno che scendiate dalla carro$$a. Torner a 8rosvenor %2uare pi/ tardi, nella carro$$a di mio padre. #l contrario, mia signora, ribatt! lui ho tutte le inten$ioni di passare a salutare di persona vostro padre. %mont con gra$ia dalla carro$$a, prima di lei, per poi tenderle la mano e aiutarla a scendere a sua volta. Il conte not che uno spesso strato di paglia era stato generosamente sparso sul lastricato di .ronte alla casa, e del tessuto era stato avvolto intorno al battente dottone. In 2uel momento, .u lieto della gelida sensibilit3 di sua moglie, che reag) a 2uei segni di malattia sen$a speran$a e morte imminente in 2uella casa come se non li avesse neanche visti. Mr Transome era al piano di sopra, nel suo letto, e il suo medico lo stava visitando, come spieg il servitore che apr) la porta, alla domanda del conte. %ua moglie rest in silen$io al suo .ianco. * s), il conte poteva attendere il padrone di casa. Mr Transome laveva espressamente richiesto. #spettarono .inch! il medico non scese al piano di sotto. *leanor .ece strada verso il salotto e rest in piedi davanti al .uoco, scaldandosi le mani. 7ui avrebbe potuto avvicinarsi a lei e posarle le mani sulle spalle, o..rendole 2ualche parola di con.orto. Ma non gli sembrava preoccupata. ,na 2ualun2ue .iglia normale non sarebbe corsa al piano di sopra salendo i gradini due alla volta, medico o non medico" Il dottore .u .atto entrare nel salotto come il conte aveva richiesto, e si inchin osse2uiosamente, spostando il peso da un piede allaltro, imbara$$ato. Mr Transome era in condi$ioni molto gravi. Miss Transome, o meglio, la signora contessa, avrebbe dovuto prepararsi alla sua dipartita da un momento allaltro. Il medico aveva suggerito di raddoppiare le dosi della medicina per il dolore, ma Mr Transome si era ri.iutato di prenderne pi/ del solito prima di parlare con il conte e la .iglia. In.ine, luomo si inchin e si conged, uscendo dal salotto. Il conte, per ovvi motivi, non provava molto a..etto per suo suocero. Tuttavia, lanci uno sguardo irritato alla schiena della moglie. #veva continuato a .issare il .uoco sen$a voltarsi per tutto il tempo in cui il medico era rimasto nella stan$a. #ndr a trovare vostro padre, ora, mia signora dichiar. Potete restare 2ui .inch! non sar di ritorno. +on ci metter molto. 7ei non rispose. 7a di..eren$a nellaspetto del suocero era terri.icante. Il conte comprese in un attimo che soltanto gra$ie a una sovrumana .or$a di volont3 2uelluomo era riuscito ad andare .ino a 8rosvenor %2uare per ben due volte, nel corso della settimana precedente, e poi ad assistere al matrimonio della .iglia, il giorno prima. In 2uel momento, era semplicemente un uomo prossimo alla morte. * tuttavia, riusc) a rivolgergli unombra di sorriso, 2uando lo vide in piedi accanto al letto. #h, milord, esord), con una voce ridotta a un mero sussurro dovr3 scusarmi se non mi al$o per rivolgerle un inchino.

4ome state" domand il conte, rendendosi conto subito dopo dellidio$ia delle proprie parole. %ono stato meglio rispose Transome, tentando per.ino di ridacchiare lievemente. Prego, cosa avete da dirmi" (ostra .iglia 1 mia moglie e mia contessa in ogni senso rispose lui. #h. 7uomo chiuse gli occhi. #vrei tanto voluto vedere il mio primo nipotino, milord. Ma posso accontentarmi. Il conte lo .iss, serrando le mani dietro la schiena. 9ov1 *llie" domand ancora Mr Transome. 9i sotto rispose il conte. & impa$iente di vedervi, signore. Ma ho pensato che prima .osse necessario che noi due parlassimo in privato. 41 un pacchetto con una lettera, nel cassetto pi/ alto della scrivania disse Mr Transome. Prendeteli. * in 2uesto caso, vi sto dando degli ordini, milord. 9ovete perdonarmi. 9opotutto, siete mio genero. Il conte trov .acilmente i due oggetti. Il cassetto era vuoto, a parte 2uelli. Torn accanto al letto e li mostr alluomo. %i tratta di un regalo di +atale per *llie spieg Mr Transome, accennando un pallido sorriso. 8lielo avevo .atto nella speran$a che potessi vivere .ino a 2uel momento, ma temendo di essere troppo ammalato per uscire a comprare 2ualcosa. Potrei darglielo adesso, per vedere la sua rea$ione, ma sar3 meglio tenerlo da parte per +atale. (i prego di darglielo voi, milord. +ella lettera ci sono alcune spiega$ioni che vorrei avesse. %ar3 .atto assicur il conte. #h. Mr Transome torn a chiudere gli occhi. #llora, raga$$o mio, 1 il momento di dirsi addio. Perdonatemi per il tiro mancino che vi ho giocato. #lla .ine mi ringra$ierete, io credo, ma per il momento, cercate di perdonarmi. Mia .iglia 1 lunico motivo che ha reso la mia vita degna di essere vissuta, da 2uando la sua cara madre 1 morta. %ar3 al sicuro dichiar il conte, provando un lampo di rimorso mentre la sua mente si riempiva suo malgrado dei ricordi della notte precedente. Potete starne certo. #ddio. ,sc) dalla stan$a e rest in piedi nel corridoio per un attimo, prima di avviarsi alle scale. * s), pens che avrebbe potuto perdonare 2uelluomo. In .ondo, non aveva .atto altro che pensare alla sicure$$a .utura di sua .iglia nellunico modo che conosceva? usando il proprio denaro per comprare ci che voleva. * chi avrebbe potuto biasimarlo, per 2uesto" 7unico peccato era che tutto lamore che provava e tutta la .atica che aveva .atto erano andati a bene.icio di una persona tanto indegna di ricevere 2uei doni. Il conte strinse i denti e si gir verso le scale. *leanor .issava immobile il .uoco. %uo padre stava morendo. 7o sapeva, e lo sapeva

ormai da tempo. %i sarebbe dovuta aspettare la sua dipartita da un momento allaltro, aveva detto il medico. * anche 2uesto lo sapeva da tempo. Ma 2uellorribile realt3 le era piombata realmente addosso soltanto 2uando il rumore degli $occoli dei cavalli e delle ruote della carro$$a aveva ini$iato a svanire in lontanan$a, e lei, scesa dal me$$o, si era trovata a camminare sulla paglia e aveva posato gli occhi sul battente avvolto di sto..a. In 2uel momento, la consapevole$$a della brutale verit3 laveva raggiunta in tutto il suo orrore. *d era stato suo marito, non lei, a chiedere noti$ie, e a esigere che il medico .osse mandato in salotto non appena .osse sceso al piano di sotto. *ra stato lui a .argli le domande di rito, 2uando in.ine li aveva raggiunti. *ra stato sempre lui ad andare di sopra per primo a trovare suo padre, non lei. *ra rimasta parali$$ata da 2uella nuova consapevole$$a che in realt3 non era a..atto una novit3. 7a concreta certe$$a che suo padre stava morendo, che ben presto sarebbe rimasta sola. %ola con uno sconosciuto .reddo e spaventoso, che non le aveva rivolto neanche una parola di con.orto, mentre attendevano insieme il medico. +on che lei desiderasse la sua compassione. Tuttavia... ;h, s), invece, la desiderava. #vrebbe voluto una voce gentile, un abbraccio in cui sparire... da parte di chiun2ue, per.ino da lui. 7a porta si apr) alle sue spalle. Potete salire, mia signora disse lui. (i sta aspettando. >4ome sta" .u sul punto di chiedergli. Inutili e sciocche parole. (olse le spalle al .ocolare. @ester con lui dichiar, .issando il marito direttamente negli occhi .inch! non morir3. 4on il vostro permesso, mio signore. 7ui annu). Torner pi/ tardi rispose per sapere come procede. 7a giovane donna indossava ancora mantella e cappellino, se ne rese conto solo in 2uel momento. 7i s.il e li appoggi su una sedia, ripiegando con atten$ione il soprabito. #veva paura di entrare in 2uella stan$a. %apeva bene che, dopo il matrimonio, suo padre doveva aver ceduto alla sua inevitabile .ine. %apeva che lavrebbe trovato ormai prossimo alla morte. #vrebbe voluto che 2ualcuno .osse al suo .ianco. #vrebbe desiderato un braccio al 2uale appoggiarsi. (olete che salga con voi" domand il conte. +o, gra$ie ribatt! lei, .issandolo .reddamente e oltrepassandolo per uscire dal salotto e salire le scale. %i sentiva nettamente spaccata in due? una parte di lei pensava e provava emo$ioni, laltra parlava e agiva. * la terrori$$ava il pensiero di non sapere realmente chi delle due .osse la vera *leanor Transome... *leanor Pierce. %uo padre sembrava russare. Ma 2uando si port accanto al letto in punta di piedi e accenn alla governante di lasciarli soli, scopr) che invece era sveglio. Pap3" mormor. *llie. %apeva che stava sorridendo, sebbene sul suo volto lespressione non .osse che vagamente accennata. 7a mia piccola contessa.

8i3 sussurr lei, protendendosi a baciarlo delicatamente sulla .ronte. Ti tratta bene" domand lui. %), pap3 ment) la giovane donna. & molto gentile. *d 1 buono con te, *llie" %), lo 1 sussurr lei, mentre le tornava in mente il ricordo del terribile dolore che aveva provato. Perdonami, tesoro mormor lui. %o che non 1 ci che desideravi. Ma ho pi/ esperien$a di te. * credo che sarai .elice. Mi potrai mai perdonare" Pap3... gemette lei. #mavo tua madre riprese luomo. * tu sei nata da lei, *llie... e per me sei pi/ pre$iosa di chiun2ue o 2ualun2ue altra cosa. Pap3, ripet! lei non parlare pi/, non a..aticarti. 7e sue parole erano state in.ramme$$ate da rantoli spe$$ati. 7e obbed), per un po. @est disteso con gli occhi chiusi, e sembr di nuovo che .osse scivolato nel sonno. Ma alla .ine torn a sollevare le palpebre. Promettimi una cosa, *llie bisbigli. 0ualun2ue cosa, pap3. %i chin verso di lui. +on piangermi troppo a lungo la preg il padre. %o che mi vuoi bene, bambina mia. +on hai bisogno di dimostrarlo al mondo con abiti neri e dispera$ione. %ei una giovane sposa, *llie, e prima che sia passato un anno sarai una giovane madre. +on ne ho dubbi. * inoltre, sta arrivando il +atale. Promettimi che smetterai il lutto prima della (igilia, e che .esteggerai .elice. 4elebra il +atale anche per me. & stato sempre il mio periodo pre.erito. Promettimelo, cara. ;h, pap3- sussurr lei. Promettimelo. 7uomo tese una mano scarna, a..errandole debolmente un polso. Te lo prometto rispose lei. #vremo un +atale piacevole e meraviglioso, pap3. #h sospir lui. Furono le sue ultime parole comprensibili. 0uando poco dopo sembr ini$iare ad agitarsi, *llie prese le sue medicine e gliene diede una dose doppia rispetto al solito. Poi rest al suo cape$$ale, con le mani intrecciate in grembo, sen$a toccare n! lui n! il letto, per timore di causargli altro dolore. 7o guard scivolare in un torpore pro.ondo, da cui torn a riemergere lentamente man mano che passavano le ore, .inch! non dovette somministrargli dellaltro medicinale. <en presto si stabil) una routine, in cui le ore di relativa calma erano intervallate da momenti di agita$ione e delirio. 9iverse volte luomo ripet! il nome della .iglia e 2uello della de.unta moglie. #lla .ine, prese a chiamare soltanto il nome della madre di *leanor, e poi una volta

anche 2uello dei suoi genitori. +on avrebbe saputo dire 2uanto a lungo dur. Pi/ volte si ri.iut di andare a letto a riposare, nonostante le reiterate richieste della servit/, e soltanto una volta si lasci persuadere a mangiare 2ualcosa, anche se i piatti tornarono indietro 2uasi intatti. *ra solo vagamente consapevole del viavai del dottore, della governante e degli altri servitori nella stan$a. * ud) soltanto vagamente la voce della donna che in tre diverse occasioni le ri.er) che suo marito era passato in visita. +on sapeva se .ossero passate ore, giorni oppure settimane, e neanche aveva importan$a. In realt3, era soltanto la sera del giorno seguente al suo arrivo. Il respiro di suo padre era cambiato. #desso cerano intervalli pi/ lunghi tra un rantolo e laltro. & alla .ine, poveretto sussurr il maggiordomo. Ma lei non ud) 2uelle parole. Tenne la mano del moribondo tra le proprie, con delicate$$a, pur sapendo di non essergli pi/ di nessuna utilit3. 7ei era ancora .ermamente ancorata al mondo dei vivi. Invece, sapeva bene che ormai suo padre stava vedendo soltanto sua madre e i propri genitori. %apeva che ormai erano separati, e che doveva soltanto abbandonare 2uel guscio terreno di cui non aveva pi/ bisogno. Provava soltanto il dolore della propria perdita. 7ui era andato oltre il dolore e la paura. & .inita, milad6. Mi dispiace tanto. 7a voce gentile che le si rivolse e le mani sulle sue spalle erano 2uelle della governante. * a 2uel punto, si rese conto che suo padre non respirava pi/. @est seduta a tenergli la mano ancora per un po, prima di posarla con delicate$$a al suo .ianco, come per non causargli dolore. Poi si pieg a baciarla. #ddio, pap3 sussurr. (ostro marito 1 di sotto, milad6 la avvert) la governante. #ndate da lui. Penser a tutto io, 2ui. 8ra$ie. *leanor si al$ in piedi, raddri$$ando le spalle. 8ra$ie, Mrs <ennet. +on pos pi/ lo sguardo sul corpo di suo padre. & morto esord) la giovane donna. Pochi minuti .a. Mi dispiace molto rispose il conte, .acendo un passo verso di lei. *leanor indossava ancora labito di velluto marrone che aveva la mattina del giorno prima. I suoi capelli sembravano non aver visto un pettine da allora. #veva il volto di un pallore dia.ano e ombre sotto agli occhi. 7ui sent) limpulso di raggiungerla, e per.ino di stringerla tra le braccia. *ra rimasto colpito dal .atto che in nessuna delle sue visite lei aveva voluto lasciare il cape$$ale del padre morente. Forse laveva giudicata in modo troppo a..rettato. +on ce n1 bisogno ribatt! lei. %arebbe dovuto morire gi3 un mese .a. %oltanto la sua testardaggine lha mantenuto in vita .inora. 7ui si blocc dovera, guardandola. (enite a sedervi.

& stato gentile da parte vostra venire cos) spesso disse lei. (i ringra$io. Ma non si mosse dalla sua posi$ione accanto alla porta. *ra mio suocero replic lui. * voi siete mia moglie. Incredibilmente, la giovane donna sorrise. 4he ammissione di..icile deve essere stata 2uesta, per voi comment. 7a carro$$a 1 2ui .uori disse il conte. (i .ar tornare a casa con una cameriera. #vete bisogno di riposare. @ester 2ui io ad attendere il medico, e a predisporre il tutto per... a predisporre il tutto. Per il .unerale concluse lei al suo posto. Molto bene. 8ra$ie. %iete gentile a o..rirvi di .arlo. Torner domattina... con il vostro permesso. 4i saranno lettere da scrivere e persone da in.ormare. #nche in 2uel momento, il conte pens di raggiungerla. 4osa sarebbe accaduto, se lavesse presa per le spalle" #vrebbe abbandonato il suo atteggiamento .iero, si sarebbe lasciata andare tra le braccia di suo marito e avrebbe concesso al dolore di mostrarsi liberamente" Ma cera, 2uel dolore" ; .orse avrebbe continuato a starsene dritta e rigida, .issandolo sen$a capire, o per.ino con dispre$$o" %tate bene" le domand. <ene" %gran gli occhi. %ono stanca. 7a sua agonia 1 stata lunga. Molto pi/ di 2uanto mi aspettassi. 7ui rest dovera. #llora andate ribatt!. %en$a altri indugi. 7ei lo .iss in silen$io per un lungo istante, per poi girarsi e lasciare la stan$a sen$a dire altro. 7ui rest a guardarla. +on pot! .are a meno di chiedersi se si sarebbe comportata diversamente, se lui .osse stato un altro. *ra possibile che .osse davvero cos) .redda e insensibile come sembrava" *ra lodio nei suoi con.ronti a costringerla a trattenere in 2uel modo i propri sentimenti" ; .orse semplicemente non era capace di provarne" 7o gelava .in dentro le ossa il pensiero di essere sposato a una donna simile. 4ome anche la consapevole$$a che 2uel matrimonio aveva un peso maggiore di 2uanto si .osse aspettato, nei suoi pensieri. +egli ultimi due giorni, non aveva .atto altro che andare dalla propria abita$ione a 2uella di Transome. +on si era mai .atto vedere da =hites o in altri locali. * soltanto in 2uel momento ricord di aver detto ad #lice che sarebbe andato a trovarla, la notte prima. %i era sentito angosciato e oppresso dallagonia di un uomo che neanche conosceva. 9i uno sconosciuto che avrebbe dovuto odiare per pi/ di un valido motivo. * dallidea di 2uella giovane donna che stava perdendo suo padre e che aveva tutte le ragioni di credere di essere .inita nelle mani di un uomo che lavrebbe trattata molto pi/ crudelmente. 7idea che .osse lui 2uelluomo gli era odiosa. *ppure, come avrebbe potuto o..rire a..etto e gentile$$a a una statua di marmo" # una donna che sembrava soltanto unarrampicatrice sociale" 4ome poteva essere gentile con una donna che lo odiava" ,na donna che parlava della

morte di suo padre come se per lei non avesse alcuna importan$a, come se le sue ultime ore .ossero state soltanto una .aticosa e .astidiosa incomben$a, per lei" * comun2ue, voleva davvero o..rirle gentile$$a e a..etto" *ra la .iglia di un borghese. *ra stato costretto a sposarla. * avrebbe sempre provato una certa vergogna, nel sapere di aver acconsentito a 2uel matrimonio per denaro. +on si era mai considerato un mercenario. Ma si rese conto improvvisamente che non era il momento per 2uei pensieri. 4erano molte cose da .are. %ebbene .osse gi3 tarda sera, al piano di sopra era appena morto un uomo, e sen$a dubbio i servitori si aspettavano che 2ualcuno desse disposi$ioni sul da .arsi. Prese un pro.ondo respiro e apr) la porta che dava sul corridoio. *leanor si mantenne rigida e lott per tenere lontano 2ualsiasi pensiero .inch! non si ritrov .inalmente sola nella propria stan$a della casa di 8rosvenor %2uare. #veva allontanato la cameriera e si era svestita da sola. %i lasci cadere sulla sedia dove aveva atteso suo marito nella prima notte di no$$e... 2uante sere prima" +on lo sapeva pi/. * a 2uel punto, si prepar a piangere tutte le sue lacrime. Fiss le .iamme crepitanti nel camino e pens a suo padre. Pens al .atto che per lui era stata il centro di tutta la sua vita, per tutta lin.an$ia e ladolescen$a, sebbene lui avesse sempre lavorato moltissimo. Pens a come lavesse sempre coperta di a..etto e di regali. * che il proprio mondo era sempre stato incentrato su di lui. Pens a 2uanto aveva so..erto negli ultimi mesi, sebbene non si .osse mai lamentato, ri.iutandosi di .ar sapere ai .ratelli e alle sorelle 2uanto grave .osse la sua malattia, e proibendole di rivelarlo. #veva sempre ripetuto che loro avevano le loro vite e le loro preoccupa$ioni a cui pensare, e non avevano bisogno di accollarsi anche le sue. 7o ricord morente, 2uando lentamente si era allontanato da lei e dalla vita terrena, in 2uelle lunghe ore in cui lei era stata al suo cape$$ale. @ipens al suo corpo immobile, 2uando in.ine aveva lasciato la sua mano e la sua stan$a. Pens al .atto che non lavrebbe pi/ rivisto. ;rmai non era pi/ con lei. %vanito per sempre, come sua madre era bruscamente svanita per sempre dalla sua in.an$ia. *ra sola. %uo padre era morto. 7a persona che aveva amato di pi/ al mondo, pi/ di ogni altra, compreso =il.red, s), compreso anche lui, era morta. #ttese che le lacrime scendessero, che il dolore che provava si s.ogasse e le donasse un minimo di sollievo dallinsopportabile angoscia di 2uella perdita. Ma cera soltanto 2uel dolore, il dolore di sapere in.ine che non riusciva neanche a piangerlo. *ra troppo stanca per piangerlo. +on si era mai sentita tanto esausta in vita sua. %e soltanto non ci .osse stato lui, nel salotto della casa di suo padre, 2uando era scesa. %e soltanto .osse stato uno dei suoi $ii o dei suoi cugini. #ncora una volta si dispiac2ue pro.ondamente del .atto che suo padre non avesse voluto in.ormare i parenti della gravit3 della sua malattia. %arebbero sen$altro venuti? la .amiglia di suo padre era sempre stata unita nelle grandi occasioni, anche 2uando si trattava di una malattia o di un decesso. %e nel salotto ci .osse stato uno dei suoi $ii, si sarebbe potuta gettare tra le sue braccia, nascondendo il viso contro il suo petto e piangendo tutte le sue lacrime. #vrebbe potuto .arlo, allora. +e aveva sentito il bisogno. Invece, si era trovata di .ronte un aristocratico .reddo e distaccato. %e si .osse gettata tra le sue braccia, probabilmente lui si sarebbe preoccupato pi/ di non

.arsi sgualcire il .a$$oletto da collo dalle sue lacrime che non del suo dolore. 7avrebbe .issata con dispre$$o e sdegno. 9i certo nel suo mondo non era considerato appropriato piangere per la morte del proprio padre. * poi, non voleva assolutamente mostrargli i propri sentimenti. +on lavrebbe .atto. Pap! *leanor si nascose il volto tra le mani, desiderando pi/ di ogni altra cosa il sollievo delle lacrime. * avrebbe anche voluto poter contare su 2ualcuno, gettarsi tra le sue braccia, premere il viso contro la sua spalla, ascoltare una voce gentile e parole di con.orto. Ma 2uando ripens a suo marito, le ria..ior in mente soltanto il ricordo di ci che le aveva .atto poche notti prima in 2uella stessa stan$a. +on riusc) a piangere. %mise anche di provarci, e and a letto dopo aver spento le candele. Ma non riusc) neanche a dormire. *ra pi/ stanca di 2uanto si .osse mai sentita, ma non riusc) a prendere sonno. @est a .issare il .uoco, e si domand cosa stesse .acendo il conte. Poi si chiese se sarebbe tornato a casa, 2uella notte.

G 7e vecchie abitudini dovevano essere dure a morire, consider il conte. *leanor torn nella casa del padre piuttosto presto, la mattina seguente alla sua morte, con tutte le inten$ioni di scrivere ai parenti per in.ormarli. * tuttavia, 2uando lui le sugger) di scrivere 2uelle missive a casa, a 8rosvenor %2uare, lei non si oppose. %i limit a .issarlo con uno sguardo vacuo e accett di tornare in carro$$a con lui. %i guardava intorno 2uasi come se si trovasse nella casa pi/ strana che avesse mai visto. Il conte aveva trascorso una notte insonne, e anche *leanor non sembrava a..atto riposata, sebbene lui lavesse mandata a casa a dormire. Il suo viso era pallido e privo di vitalit3, gli occhi cerchiati di ombre scure. %i domand, come gi3 la sera prima, come avrebbe reagito se si .osse avvicinato a lei e le avesse posato una mano sulla spalla o lavesse abbracciata. #vrebbe risposto a 2uel gesto gentile" +on era .acile indovinarlo. +on riusciva a capire se 2uella sua calma imperturbabile .osse il risultato di un .erreo autocontrollo, o se .acesse parte della sua natura. * tuttavia, non gli sembrava di aver scorto traccia di sentimenti, al di sotto di 2uella calma e della sua apparente .redde$$a. (ostro padre 1 stato lavato e vestito le disse, con gentile$$a. & ancora nel suo letto. (olete vederlo" 7ei sembr pensarci per un attimo. +o rispose in.ine. Forse aveva paura. Paura della morte. (i sarebbe di con.orto se venissi con voi"

tent. 7ei si volse a guardarlo. +o, per niente dichiar. 8ra$ie. Far venire la sarta direttamente a casa le disse, una volta che .urono in carro$$a. 4os) non dovrete a..aticarvi a uscire. (i potr3 con.e$ionare tutti gli abiti da lutto che desiderate. #vete pre.eren$e per una modista in particolare" +o rispose lei. * non avr bisogno di molti abiti. Me ne baster3 2ualcuno per le prossime settimane. %metter il lutto prima di +atale. * dovrete .arlo anche voi... sempre che intendiate vestirvi a lutto, mio signore. +on credo abbiate mai provato un particolare a..etto nei con.ronti di mio padre. %mettere il lutto prima di +atale" ripet! lui, con aria disgustata. 9opo appena un mese" Ignor del tutto le sue ultime parole. Perch! vestire di nero per pi/ tempo" osserv lei. Per mostrare al mondo il mio dolore" +on mi interessa ci che pensa il mondo. Invece io credo che vi interessi e anche molto, mia signora obiett il conte. #ltrimenti, perch! desideravate tanto sposare un nobile" 9i..icilmente si potrebbe a..ermare, dopotutto, che mi avete sposato per denaro. ; per amore soggiunse lei. Forse vi ho sposato per la vostra belle$$a, mio signore. %ono certa che siete consapevole che di 2uella ne avete in abbondan$a. 0uesto non 1 di certo il momento n! il luogo adatto per discutere dichiar lui, accigliandosi. Temo di dover insistere che voi continuiate a vestirvi a lutto per almeno un anno, mia signora. *ra una richiesta di mio padre a..erm lei, .issandolo con dispre$$o. Il suo ultimo desiderio. 4he io non lo piangessi a lungo. 4he smettessi di vestirmi a lutto prima di +atale. Ma, naturalmente, adesso devo obbedien$a a voi, giusto" +on a un padre che non 1 neppure pi/ in vita. 4era unamare$$a evidente, nel suo tono. * di 2uale altra prova aveva bisogno per dimostrare che 2uella donna non teneva a nessun altro se non a s! stessa" +on le credeva a..atto. Ma non poteva correre rischi. +on poteva permettere che lei avesse la possibilit3 di rin.acciargli che non le aveva permesso di rispettare le ultime volont3 di suo padre. Molto bene, dun2ue ribatt! seccamente. Ma non vi .arete vedere in pubblico per il prossimo anno, mia signora. +on 2ui in citt3, perlomeno. 4i tras.eriremo in campagna, a 8ren.ell Par:, e resteremo l). Mi dispiace ma non rientrerete a 7ondra, la prossima primavera, e dovrete rinunciare agli eventi mondani della stagione. %ono certo che non vedevate lora di parteciparvi. * lavrebbe anche .atto, pens, con un lampo di gelido rancore. #vrebbe dan$ato e .esteggiato a pochi mesi dalla morte di suo padre, se lui glielo avesse permesso. #h, ribatt! lei ma avr 8ren.ell Par:, mio signore, e tutta la gloria di esserne la padrona. #vr la preceden$a su chiun2ue altro, non 1 cos)" #vete un banco di .amiglia, in chiesa" %ar ben lieta di avan$are lungo la navata, rivolgendo cenni condiscendenti a tutti i nostri vicini.

#vete la lingua pronta comment lui. Immagino che 2ualcuno dei vostri parenti sar3 presente al .unerale. +o rispose lei. 0uasi tutta la .amiglia di mio padre vive a <ristol, o nei dintorni della citt3. 7e lettere non arriveranno in tempo per permettere loro di venire a 7ondra e partecipare al .unerale. Potete rilassarvi, mio signore? non sarete circondato da unorda di volgari mercanti e contadini. 4i sar soltanto io, e 2ualche socio in a..ari londinese di mio padre. %ono certa che gi3 cos) sar3 abbastan$a terribile e umiliante, per voi. Il conte consider lidea di trincerarsi dietro a un muro di silen$io, anche perch! ormai erano abbastan$a vicini a 8rosvenor %2uare. Tuttavia, era necessario mettere 2ualcosa in chiaro, cos) decise. +on intendeva di.endersi unicamente con il silen$io dalla lingua bi.orcuta di 2uella bisbetica. 4redo che sia meglio, mia signora, ribatt! dun2ue, .issandola direttamente negli occhi, e assumendo un tono severo che cominciamo a trattarci con reciproca cortesia. # 2uanto pare, abbiamo entrambi acconsentito a 2uesto matrimonio per motivi tuttaltro che ammirevoli, e mi sembra chiaro che nessuno dei due provi alcun sentimento nei con.ronti dellaltro. Ma siamo sposati, e lo rimarremo per tutta la vita. Perci, ritengo sia giusto comportarci in modo civile. +ei modi come nelle parole. <asta con il sarcasmo e i commenti pungenti. 7ostilit3 negli occhi della giovane donna svan) gradualmente mentre lui la guardava, sostituita da unapparente cautela. Molto bene disse in.ine. Ma 2ualsiasi possibilit3 di con.ortarla per la morte del padre, sempre che lei avesse bisogno di con.orto, ormai gli era preclusa. 7e tese la mano per aiutarla a smontare dalla carro$$a, 2uando raggiunsero 8rosvenor %2uare, e lei spar) subito nello studio per scrivere le lettere ai suoi parenti, mentre il conte si ritirava nella propria stan$a per riposare per 2ualche ora. * tuttavia, si scopr) cos) esausto da non riuscire a prendere sonno. %i trov a desiderare di poter rivivere gli ultimi giorni. #vrebbe voluto seguire .in dal principio il consiglio che aveva dato poco prima a sua moglie, e stabilire con lei .in da subito un rapporto di reciproco rispetto. #vrebbe voluto poter rivivere la sua prima notte di no$$e. #vrebbe voluto consumare il matrimonio con pi/ gentile$$a e considera$ione. Ma .orse le cose non sarebbero potute andare comun2ue diversamente. Forse sua moglie era davvero cos) .redda e bisbetica come laveva conosciuta .ino a 2uel momento. Tuttavia, era inaspettatamente calda, in certe circostan$e. 4hiuse gli occhi e ricord il modo selvaggio e audace con cui aveva .atto lamore con lui. #vrebbe potuto giurare che 2uella giovane donna avesse avuto gi3 molte altre esperien$e, non .osse stato per il sangue, e per la barriera che si era pienamente reso conto di lacerare. * ricord la .renesia con cui aveva concluso 2uel rapporto, riversando in lei il proprio seme sen$a pi/ alcun controllo. Inspir lentamente. +on gli era piaciuto 2uello che era accaduto. * non che gli piacesse .arlo cos), del resto, in altri casi. # lui piaceva le2uilibrio e un caldo benessere, con una donna tra le len$uola. * tuttavia, si rese conto con netto .astidio, mentre si rigirava su un .ianco e tentava di prendere sonno, che 2uei pensieri lo avevano eccitato. Il solo pensiero della sua prima notte di no$$e era bastato ad accendere il desiderio in lui.

+ei giorni e nelle settimane che seguirono, *leanor decise che 2uanto suo marito le aveva detto mentre tornavano a casa in carro$$a la mattina dopo la morte di suo padre era sensato, ed era lieta che avesse pronunciato 2uelle parole, sebbene la sua voce e i suoi occhi .ossero stati glaciali, 2uando aveva parlato, e lei aveva provato un gelido brivido al pensiero di dovere cieca obbedien$a a 2uelluomo per il resto dei propri giorni. Ma in seguito aveva potuto appre$$are 2uella sua decisione. I giorni successivi sarebbero stati di..icili in ogni caso, ma sarebbero risultati molto peggiori, se lui non avesse messo un .reno allostilit3 tra loro, poich! si era ritrovata a vederlo, durante il giorno, molto pi/ spesso di 2uanto non avesse mai visto il padre. +ella maggior parte dei casi, era inevitabile. 7alta societ3 era accorsa in .or$e, nei cin2ue giorni precedenti al .unerale, e anche dopo, per conoscere la sposa del conte di Falloden, per congratularsi con entrambi per il matrimonio, per rivolgere loro le dovute condoglian$e per il lutto. Perlopi/, era la curiosit3 a spingerli, secondo lei? volevano vedere la .iglia del borghese che si era aggiudicata uno dei loro migliori partiti. (olevano osservarla e criticare ogni dettaglio del suo aspetto e del suo comportamento. (olevano trovare ogni traccia di volgarit3 in lei e goderne. * talvolta pensava che avrebbe dato loro tutto ci che volevano vedere, come aveva .atto alla .esta di Pamela due anni prima, se non avesse .atto 2uellaccordo con il marito e se lui non le .osse rimasto sempre e immancabilmente accanto nel corso di tutte 2uelle visite. Forse le era rimasto vicino per evitare situa$ioni che lo avrebbero messo in imbara$$o. Ma, 2uale che .osse il vero motivo, rest sempre al suo .ianco, talvolta passandole un braccio intorno alla vita mentre la presentava come sua moglie ai numerosi sconosciuti in visita. @est al suo .ianco anche 2uando gli amici e i soci di suo padre vennero a esprimere le loro condoglian$e, e lo .ecero in molti. 4onvers cortesemente con loro, per.ino con Mr %imms, che aveva un terribile accento campagnolo, e mantenne il suo patto con lei, cos) come lei .ece nei suoi con.ronti. Tutto ci le dava stranamente con.orto, a parte 2uando pensava alla realt3 della situa$ione, come talvolta .aceva nella solitudine della propria stan$a. *ra tutta una .acciata, una mera dimostra$ione di civilt3, un modo per continuare a vivere sen$a spiacevoli discussioni. *ra servita al suo scopo nei giorni precedenti al .unerale e nelle settimane che lavevano seguito. Ma a 2uel punto, si era ritrovata ad attendere che la vita tornasse alla normalit3, ad aspettare di poter tornare a casa. 7e sembrava 2uasi impossibile poter accettare che 2uella era diventata la sua vita, che 2uella era la sua casa. 4he suo padre non cera pi/. 4he il conte di Falloden era luomo con cui avrebbe dovuto trascorrere il resto della propria vita. @andolph. +on riusciva neanche ad associare 2uel nome al suo volto. +! 2ualsiasi altro nome, se era per 2uello. Per lei, 2uelluomo era soltanto il conte di Falloden. +on cera la bench! minima traccia di sentimento, tra loro. 4os) aveva detto lui. *d era la pura verit3. +essun sentimento. * tuttavia, 2uella consapevole$$a la terrori$$ava. *ra cresciuta in unatmos.era di pro.ondo a..etto, sia con suo padre che con gli altri membri della .amiglia, ogni volta che si riunivano, come spesso accadeva. Ma suo padre era morto, e non avrebbe pi/ rivisto la sua .amiglia. %uo marito non si sarebbe mai abbassato a .re2uentarla. 9un2ue sarebbe stata costretta a vivere per il resto dei suoi giorni sen$a a..etto" 8i3 ne sentiva terribilmente la mancan$a dopo poche settimane. %i sentiva avidamente a..amata damore.

* si sent) in.uriata e terribilmente in.astidita, 2uando =il.red rispose alla lettera che lei aveva scritto a suo padre con una missiva traboccante di amore appassionato. Tutto lamore che avrebbe potuto riempire il suo cuore vuoto e addolorato. Tuttavia, un amore proibito. Forse, aveva pensato ini$ialmente, se avesse portato pa$ien$a, nel giro di un anno avrebbe avuto un bambino su cui riversare tutto lamore represso che sentiva di dover donare a 2ualcuno. %arebbe stato il .iglio del conte, ma anche il suo, e una persona con il proprio carattere e i propri pensieri. Tuttavia, 2uella speran$a ini$i a sbiadire, mentre i giorni e le settimane passavano sen$a che lui tornasse pi/ a trovarla di notte. In verit3, di 2uesto era pro.ondamente grata. +elle prime due settimane si era 2uasi sentita male per il terrore, ogni volta che andava a letto. Ma sen$a 2uegli spaventosi rapporti, sapeva che non avrebbe avuto .igli. +on sapeva come sarebbe riuscita ad andare avanti, con un matrimonio vuoto e privo di 2ualsiasi signi.icato, e sen$a .igli. *ssendo .iglia unica, aveva sempre sognato una .amiglia numerosa, per s!, con cin2ue o sei bambini. * cani e gatti. *... oh, piena di vita, amore e allegria. Per le prime due settimane dopo il .unerale, almeno, ebbe le sere tutte per s!. 9opo la cena, nel corso della 2uale si trovavano sempre a conversare educatamente di argomenti impersonali, si ritirava nel salotto mentre il marito .aceva altro che a lei non era dato di sapere. +on sapeva neanche se uscisse o rimanesse in casa. +on entr mai nel salotto, che si trovava dalla parte opposta della sua camera da letto, rispetto al camerino. 4os), rese 2uella stan$a il suo regno privato, sistemando la mobilia per ottenerne la massima comodit3 e riempiendola dei propri e..etti personali portati l) da casa sua, dalla casa di suo padre, dopo aver trascorso un intero giorno a recuperare ci che desiderava tenere con s!. * in 2uel salottino privato leggeva, cuciva e riusciva a sentirsi 2uasi .elice. Ma 2uella pacata serenit3 non sarebbe durata a lungo. 4ome trascorrete le vostre serate" le domand improvvisamente lui, un giorno, mentre stavano cenando. 7eggo rispose lei. ;ppure ricamo. ; lavoro a maglia. Tutte 2uelle cose che solitamente .a una vera signora. #rross) sotto il suo sguardo .iero. #vete dimenticato il loro accordo. (i chiedo scusa. #llora portate in biblioteca il vostro libro o il vostro ricamo, o ci che deciderete di .are 2uesta sera la invit lui. Potremmo trascorrere le serate nella stessa stan$a, visto che abbiamo imparato a comportarci civilmente tra noi. %), mio signore rispose lei. Ma prov soltanto sgomento e angoscia allidea di dover obbedire a ogni desiderio di 2uelluomo. 7a vita non era giusta nei con.ronti delle donne, consider. * 2uello era un eu.emismo. %i domand cosa avrebbe detto o .atto suo marito se si .osse ri.iutata di obbedirgli, o anche soltanto se avesse espresso una certa riluttan$a nel .arlo. * tuttavia, mentre lo guardava .are un cenno a un servitore per .arsi riempire il bicchiere di vino, ricord a s! stessa che 2uantomeno era un essere umano, e che trascorrere la serata accanto a lui le avrebbe dato lillusione di una certa vicinan$a, cancellando un po della solitudine che permeava la sua esisten$a. Port dun2ue il lavoro di ricamo in biblioteca, considerando che sarebbe stato inutile scegliere un libro, in 2uanto non sarebbe stata in grado di concentrarsi sulle sue pagine. 8iunta a

destina$ione, si accomod su una poltrona di cuoio da un lato del camino acceso, mentre lui si sistemava in 2uella di .ronte, con un libro tra le mani. # 2uel punto, 2uando *leanor chin il capo sul ricamo, si rese conto di essersi sbagliata. %i ritrov a provare una pro.onda solitudine, molto pi/ .orte di 2uella che normalmente avvertiva la sera. Perch! si trovava in una stan$a comoda e calda, che contrastava il .reddo dei primi giorni di dicembre. * suo marito era seduto tran2uillamente nella propria poltrona, accanto a lei. *ra una per.etta scena .amiliare. * tuttavia, era soltanto unillusione. 7ei e suo marito erano due per.etti, in.elici sconosciuti, che avevano concordato di convivere secondo le regole della civilt3 per puro buonsenso. +on cera alcun senso di a..etto o di vicinan$a, tra loro. %e anche avesse voluto .arlo, non avrebbe potuto sollevare il capo e con.idarsi o chiacchierare amabilmente con lui. #l$ gli occhi a guardarlo. * scopr) che anche lui la stava .issando, con il libro abbandonato in grembo. & deli$ioso comment, accennando al ricamo su cui stava lavorando. 8ra$ie. 7ei torn ad abbassare la testa. 0uattro miei amici dovrebbero venire a 8ren.ell Par: per +atale continu il conte. 7i avevo invitati prima di sapere del matrimonio, per una battuta di caccia. 9esiderate che disdica gli inviti" %ono sicuro che capirebbero, tra limprovviso matrimonio e il vostro lutto. 0uattro gentiluomini. 9a intrattenere a +atale. %ent) un brivido gelido lungo la schiena. ,no di loro di sicuro doveva essere %ir #lbert 'agle6. +o mormor. +on sarebbe giusto, mio signore. 41 2ualcuno che vi piacerebbe invitare, allora" le chiese lui. ,namica, o pi/ di una" +on vi ho vista con nessuno, dopo il matrimonio, ma deve pur esserci 2ualcuno. +on 1 cos)" +on sono persone della vostra classe sociale, mio signore mormor lei. +on credo che i vostri amici sarebbero lieti di avere a che .are con loro. Invitatele comun2ue ribatt! lui. 7ascer alla vostra discre$ione, mia signora, di invitare soltanto coloro che si sentiranno a proprio agio in 2uellambiente. *rano parole gentili, pens lei. Parole civili. * tuttavia, se le si considerava da un altro punto di vista, sembravano insopportabilmente condiscendenti. #vrebbe potuto invitare i suoi amici, a patto che non massacrassero la lingua inglese ogni volta che aprivano bocca" ; a patto che non ridessero troppo .orte a una battuta di spirito" ; che non intingessero le dita nel sugo" 8ra$ie mormor in risposta. 0uanti desiderate che ne inviti" 0uanti vorrete concesse lui. 7ei torn a concentrarsi sul ricamo, e il conte non disse altro. 4erc di pensare a chi avrebbe potuto invitare. Ma i suoi amici non avrebbero probabilmente accettato di allontanarsi dalle loro .amiglie per +atale. In ogni caso, avrebbe trovato 2ualcuno da invitare. @icord improvvisamente la promessa che aveva .atto a suo padre, di rendere 2uel +atale una .esta piena di .elicit3 e allegria. 9i..icilmente sarebbe riuscita a mantenerla, se si .osse trovata sola con cin2ue

uomini. %), avrebbe trovato 2ualcuno, pre.eribilmente pi/ persone, da invitare. * se i 2uattro amici di suo marito non avessero gradito di accompagnarsi a dei borghesi o a dei membri della classe media, li avrebbe trattati di conseguen$a. 9opotutto, la sua promessa di comportarsi civilmente era stata .atta unicamente nei con.ronti di suo marito, a volerla interpretare letteralmente. #l$ lo sguardo su di lui, pronta a ribattere per le rime nel caso il conte avesse commentato in modo alte$$oso. Ma il suo sguardo era sulle pagine del libro, e sembrava pro.ondamente immerso nella lettura. Il giorno seguente, *leanor decise di invitare due $ie, sorelle di suo padre, e le due .iglie ancora nubili di una di loro, a trascorrere il +atale con lei a 8ren.ell Par:. 7a $ia <er6l era stata sposata a uno dei me$$adri di un proprietario terriero .ino alla sua morte, avvenuta cin2ue anni prima. Il marito aveva lavorato sodo, lasciando lei e le due .iglie, Muriel e Mabel, in buone condi$ioni economiche. 7a $ia @uth era sempre vissuta con loro e non si era mai sposata. *rano ra..inate, a suo parere. In verit3, avevano spesso cenato con 7ord %harples, il proprietario dei loro terreni. 7a $ia <er6l si vantava spesso di 2uelle occasioni. Ma *leanor si vergognava di aver scelto di invitare i suoi parenti pi/ ra..inati. 4ome se davvero dovesse avere importan$a, per lei. 4ome se le importasse cosa avrebbero pensato suo marito e i suoi amici. #mava i suoi parenti. 7e occasioni in cui si riunivano per le varie .estivit3 erano sempre state tra le pi/ .elici della sua vita. 7e sarebbe piaciuto scrivere gli inviti nel corso della mattinata, ma il maggiordomo le sugger) di rivedere insieme i conti. 7e aveva spiegato a cola$ione che suo marito era uscito e che sarebbe stato .uori per gran parte della giornata. #veva pensato allora di scriverli nel pomeriggio, ma giunsero altri ospiti. +on ne venivano pi/ molti in visita, ma 2uasi ogni giorno se ne presentava almeno un paio. Mr %imms venne a trovarla insieme a sua moglie, che era stata poco bene, la prima volta che era passato. Mrs %imms sembrava in sogge$ione, nonostante suo marito .osse ricco 2uasi 2uanto lo era stato il padre di *leanor. Ma 2uando seppe che il padrone di casa non cera, si rilass e si mise comoda. 7ei e il marito si congedarono soltanto 2uando arrivarono 7ad6 7ovestone e sua .iglia. *leanor non le aveva mai incontrate prima. 7ad6 7ovestone assicur a 7ad6 Falloden che lei e sua .iglia erano desolate di non essere riuscite a passare prima, ma... * 2ui aveva inanellato una serie in.inita di scuse. *leanor sorrise a lei e alla sua delicata e bionda .iglia, che si accomod in silen$io, continuando a .issarla. +on sono mai stata cos) sorpresa in vita mia esord) 7ad6 7ovestone come 2uando ho saputo del .idan$amento di Falloden e del suo a..rettato matrimonio. +aturalmente, sapevo che stava a..rontando delle di..icolt3, povero raga$$o. * vostro padre era..." Mr Joseph Transome ribatt! lei. Ma suo marito non era l) come sempre ad aiutarla a trattenersi. * due paia di occhi alte$$osi la stavano .issando. Mercante di carbone soggiunse in.ine. %) annu) 7ad6 7ovestone. <ene, spero siate .elice, 7ad6 Falloden. Ma sono certa che

lo siete. +on vedo come potreste non esserlo. %ir 'ector sarebbe stato ben lieto di concedere la mano di 9orothea a Falloden, sapete, ma era davvero in cattive ac2ue, economicamente parlando. 4omun2ue, suppongo che il problema deve essere stato risolto. %) con.erm *leanor. Mio padre era molto ricco. %orrise a 9orothea 7ovestone e si domand se 2uella .anciulla avesse amato suo marito. * se lui lavesse amata. +aturalmente, riprese 7ad6 7ovestone sebbene, suppongo, alcune cose sarebbero state diverse, se lui avesse sposato 9orothea. Ma tutto ci non vi riguarda, 7ad6 Falloden. ,no dei vantaggi di non essere di nobile nascita, come dico sempre, sta nel .atto che non si 1 troppo sensibili. ,n cuore troppo tenero pu essere un terribile problema. Immagino rispose *leanor con un sorriso. +on posso saperlo, milad6, non essendo di nobile nascita. * poich! al momento state rispettando il lutto per il vostro povero padre, soggiunse 7ad6 7ovestone suppongo non vi dispiaccia che vostro marito esca ogni sera sen$a di voi. *, naturalmente, lui 1 molto discreto, cosa che di certo vi sar3 di con.orto. 'o sentito che le sue... ah... .re2uenta$ioni sono molto ra..inate, sebbene io non sappia nulla di tali creature, ovviamente. ;vviamente ripet! *leanor, continuando a sorridere. %olo 2uel tanto che basta a parlarne con le mogli interessate, suppongo, milad6. & comprensibile. * poi potreste .erirle, del resto, se sapeste troppi dettagli in merito, dico bene" %e le amanti .ossero pi/ belle di loro, per esempio, o pi/ .ormose. ; magari pi/ brave tra le len$uola. 9orothea, tesoro...- esclam 7ad6 7ovestone, portando di scatto una mano al cuore, mentre la .iglia si agitava sulla poltrona, a disagio, e .issava *leanor con gli occhi sgranati. +on mi .erisce a..atto, an$i, 1 decisamente un sollievo, per me continu *leanor sapere che le... ah... .re2uenta$ioni di mio marito siano ra..inate. Potrebbero essere volgari, dopotutto, e 2uesta sarebbe una cosa terribilmente umiliante. 7ad6 Falloden, ribatt! 7ad6 7ovestone vi prego di ricordare che mia .iglia 1 2ui con noi. (i prego di perdonarmi rispose *leanor, sorridendo dolcemente alla giovane e poi a sua madre. Ma poich! siete stata voi a introdurre largomento, ho ritenuto che lo consideraste adatto alle orecchie di vostra .iglia. Parlarono del tempo per 2ualche altro minuto, prima che 7ad6 7ovestone si al$asse, .acendo cenno alla .iglia di .are lo stesso, e si congedarono almeno dieci minuti prima di 2uanto la cortesia avrebbe richiesto. *leanor pens che se ne sarebbero andate soddis.atte, mentre tornava a sedersi rigidamente sulla poltrona che aveva lasciato per salutarle. Tutti i loro sospetti dovevano essere stati con.ermati. Il conte di Falloden aveva sposato la volgarissima .iglia di un borghese, e unicamente per il suo denaro. #vrebbero potuto gloriarsi del .atto che 9orothea .osse stata la sua scelta, se soltanto %ir 'ector si .osse convinto a non considerare le sue ristrette$$e economiche e i suoi tragici debiti. *ra certa di averle rese estremamente .elici.

Port alle labbra la ta$$a di t1 ormai 2uasi vuota, ma poi la riappoggi sul piattino sen$a toccarla. 7a sua mano stava tremando. * cos), aveva unamante. #vrebbe dovuto immaginarlo. 9opotutto, era un membro della decadente aristocra$ia. +on ci si poteva aspettare che seguisse i pi/ severi valori morali della sua classe sociale. * di sicuro non stava ottenendo alcuna soddis.a$ione sessuale dalla propria moglie. +on aveva importan$a. +o davvero. 4he .acesse pure 2uelle cose terribili e dolorose a una donna pagata pro.umatamente per sopportarle. 4he passasse pure tutte le serate che voleva con la sua amante. 0uesto le avrebbe permesso di starsene da sola nel suo salotto personale. +on le interessava. Ma i suoi pensieri tornarono di colpo alla $ia <er6l e alla $ia @uth e alle sue cugine, e ai motivi che lavevano portata a scegliere di invitare proprio loro a 8ren.ell Par: per +atale. * pens, mentre dentro di lei la rabbia si tras.ormava in .uria, che si sarebbe dannata lanima prima di invitare 2ualcuno soltanto perch! era meno probabile che disturbasse la sensibilit3 di suo marito e dei suoi ospiti. ;h, si sarebbe dannata lanima, prima di scegliere secondo 2uei criteri. 8li aveva chiesto 2uanti ospiti avrebbe potuto invitare, e lui aveva risposto che poteva invitare tutti 2uelli che voleva. Molto bene, dun2ue. #veva avuto la possibilit3 di limitarla, ma aveva poco saggiamente scelto di non .arlo. *leanor si al$ di scatto, con un cupo sorriso sulle labbra. 7o scrittoio, la carta da lettera e le penne si trovavano nel soggiorno. %arebbe stata occupata per diverse ore.

H 4on una certa sorpresa, il conte di Falloden si rese conto che stava aspettando il +atale con impa$ien$a. +on aveva mai amato particolarmente 2uel periodo. #nche da piccolo, 2uando i suoi genitori erano ancora vivi, non aveva mai .atto nulla di speciale a +atale. +on aveva .ratelli o sorelle, e i suoi genitori pre.erivano restare a casa, invece di partecipare alle .este o invitare degli ospiti. * 2uando invitavano 2ualcuno, si trattava sempre unicamente di adulti, e lui rimaneva con.inato nella stan$a dei giochi. 4on i suoi nonni, le cose non erano cambiate molto. +egli ultimi anni, aveva sempre accettato gli inviti che aveva ricevuto, talvolta nelle ville di campagna dei suoi amici, altre volte a cene e balli in citt3. Ma era sempre stato contento di veder .inire 2uel periodo di .esteggiamenti. Per 2ualche motivo, si era sempre sentito molto solo, a +atale, come se si rendesse conto che in 2uella .esta cera molto di pi/, e che lui non aveva mai potuto realmente .arne esperien$a. Ma 2uestanno stava attendendo con impa$ien$a che il +atale arrivasse. %arebbe stato a

8ren.ell Par: e avrebbe potuto guardarsi intorno e sapere che era tutto suo, sen$a alcuna ipoteca, e che avrebbe potuto immaginare tutto ci che voleva reali$$are nella magione e nel parco e nei campi intorno, consapevole che alla .ine 2uei sogni si sarebbero reali$$ati. #veva trascorso intere estati a 8ren.ell con i nonni, da bambino, e aveva vissuto l) con loro dai 2uattordici anni in avanti, dopo che i suoi genitori erano venuti a mancare a distan$a di un anno luno dallaltro. * amava 2uel luogo. * non gli dispiaceva aver invitato degli ospiti, 2uando si era ubriacato, la settimana prima del matrimonio. <ertie sarebbe venuto, e cos) anche 7ord 4harles =rightD Jason, visconte %otherb6D e lonorevole Mr Timoth6 <adcombe. +on aveva mai avuto ospiti a +atale. Forse la loro presen$a avrebbe reso pi/ piacevole 2uel periodo, per una volta. *, piuttosto stranamente, an$i, molto stranamente, non gli dispiaceva neanche lidea di andare in campagna con sua moglie. %i era instaurata una cauta tregua, tra loro, dalla mattina successiva alla morte di Mr Transome. +on avevano pi/ discusso n! si erano scambiati parole velenose o sarcastiche, tranne in 2ualche rara occasione, in cui alle espressioni o..ensive erano 2uasi sempre seguite immediatamente delle scuse. +on cera tenere$$a tra loro, n! amici$ia, e nessun tipo di vicinan$a. Tuttavia, lostilit3 sembrava svanita, o 2uantomeno era stata messa da parte. Ini$iava a sperare che si sarebbero comportati civilmente per il resto del loro primo anno di matrimonio. * .orse anche pi/ a lungo, perch! nel corso del primo mese di conviven$a con la moglie aveva .atto una scoperta in2uietante, e cio1 che non era pi/ in grado di ignorare la sua nuova condi$ione. +on riusciva pi/ a considerarsi un uomo non sposato. * non era soltanto per la presen$a di sua moglie in casa. *ra la sua presen$a nella coscien$a di lui. 9opo il .unerale del padre di *leanor, lui aveva ripreso ad andare da =hites ogni sera. Ma invece di divertirsi, come aveva sempre .atto, si era ritrovato a pensare allingiusti$ia della vita. %ua moglie, essendo donna, costretta a restare a casa da sola, perch! lui non si degnava di portarla da nessuna parte. #veva pensato che le sue serate dovevano essere terribilmente tristi. 9ue volte era andato da #lice, e in entrambi i casi era stato a letto con lei. 7a seconda volta le aveva portato un regalo, un braccialetto di rubini, che sapeva le sarebbe piaciuto. Prima di 2uel momento non aveva mai avuto la possibilit3 di comprarle doni costosi per un semplice capriccio. Ma si era sentito sovrastare da un pro.ondo senso di colpa, 2uando lei laveva accolto con unesclama$ione di pura deli$ia, e gli aveva chiesto di allacciarglielo al polso. #veva comprato 2uel bracciale con il denaro ottenuto con il matrimonio. * sua moglie era a casa da sola. & un regalo daddio aveva detto seccamente ad #lice. * poi si era reso conto, mentre attendeva che lo sgomento lo assalisse per aver parlato cos) impulsivamente, che non provava neanche lombra di 2uellemo$ione. #veva provato soltanto sollievo. +on aveva mai portato alcun dono alla moglie. *leanor. In 2ualche modo, gli riusciva di..icile pensare a lei chiamandola per nome. +on riusciva a indursi a chiamarla per nome. %arebbero andati in campagna insieme, a +atale. %arebbero rimasti l) per gran parte dellanno. Forse avrebbe potuto .are uno s.or$o per tentare di conoscerla meglio, per scoprire se davvero non cera altro che .redde$$a e irritabilit3, dietro allapparente calma imperturbabile che gli aveva sempre mostrato. Forse avrebbe ini$iato per.ino a vivere con lei come suo marito, anche se

gli sarebbe stato di..icile tornare nel suo letto, non avendolo pi/ .atto dopo la prima notte di no$$e. %e la sua promessa a Mr Transome lo spingeva a convivere comun2ue con lei per un anno, .orse avrebbe potuto s.ruttare 2uei mesi per cercare di metterla incinta del suo erede. %e .osse riuscito a .arle avere un .iglio entro lanno, e se .osse stato un maschio, non avrebbero pi/ avuto la necessit3 di vivere sotto lo stesso tetto, se si .osse reso conto che non cera niente da .are per rendere pi/ accettabile il loro matrimonio. In ogni caso, avrebbe .atto un tentativo. * 2uale periodo migliore del +atale poteva esserci per portare un minimo di calore in 2uel rapporto" %perava soltanto che lei avesse deciso di invitare unamica o due. %i sarebbero trovati in una condi$ione complicata, altrimenti? cin2ue uomini e una signora. Partiremo per 8ren.ell Par: la prossima settimana le annunci una sera, mentre erano seduti in biblioteca dopo cena, come avevano .atto per cin2ue sere di seguito. # volte pensava che avrebbe anche appre$$ato 2uelle serate, non .osse stato per il .atto che non riusciva mai a trovare un argomento di conversa$ione che li conducesse a chiacchierare amabilmente tra loro. +on parlavano mai di cose piacevoli, si limitavano ad argomenti molto impersonali. 9ovr in.ormare il maggiordomo riguardo al numero di ospiti che riceveremo per +atale. 7ei sollev lo sguardo dal libro che stava leggendo. * sollev leggermente anche il mento, in un gesto che lui riconobbe subito. %olitamente, 2uel gesto portava con s! parole sarcastiche o atteggiamenti di s.ida. %pero abbiate invitato uno o due amici riprese. ,no o due" ribatt! lei. +on mi avete imposto un limite al numero di persone che avrei potuto invitare, mio signore. +e avete invitati di pi/, allora" replic lui. <ene. +on temete domand *leanor che i vostri amici non saranno lieti di condividere la magione con persone del mio rango" %embrava sul punto di discutere nuovamente con lui, a 2uel che il conte vedeva. %i era chiusa come un riccio. %e lo .aranno, ribatt!, ricambiando .ermamente il suo sguardo dovranno vedersela con me. (oi siete mia moglie. * uno..esa nei miei con.ronti sarebbe uno..esa a voi comment lei. +aturalmente, sono onorata di sentirvelo dire. +on era necessario rimarcarlo, mia signora le .ece notare lui. 8iusto. 7ei torn ad abbassare lo sguardo sulle pagine del libro. 4hi avete invitato" chiese ancora il conte. 0uante persone" 7a mia .amiglia rispose lei, risollevando improvvisamente gli occhi, s.idandolo a controbattere, mentre un lieve rossore le colorava gli $igomi. #bbiamo sempre trascorso le

.estivit3 insieme, 2uando 1 stato possibile. * 2uesta 1 una .estivit3 molto speciale. & il primo +atale che trascorrer sen$a mio padre. * gli ho promesso che avrei passato un +atale meraviglioso. Ma sen$a dubbio voi penserete che non sia appropriato .esteggiare con la .amiglia a meno di due mesi dalla sua morte. 7ui si domand, mentre ini$iava a provare suo malgrado una rabbia sempre pi/ incontenibile, 2uante altre .inte promesse al padre 2uella donna avrebbe inventato nelle settimane e nei mesi a venire. *ra chiaro che desiderasse una vita piena di .este e divertimenti, e non avrebbe permesso al rispetto per il padre de.unto di intralciare i suoi capricci. Potremo .esteggiare con modera$ione sugger). +on con la mia .amiglia dichiar lei. %ono le persone pi/ chiassose, s.renate e volgari che possiate immaginare. 7a rabbia continu a montare in lui. 9i 2uante persone stiamo parlando, esattamente" chiese. 7ei rest in silen$io per 2ualche secondo, con lo sguardo basso. Ma dal lieve movimento delle sue dita, suo marito cap) che stava .acendo mentalmente il conto dei parenti che aveva invitato. (enti, rispose in.ine, tornando a .issarlo .reddamente contando anche i due bambini di mio cugino Tom. %ono troppi, mio signore" #vrei dovuto pensare, 2uando mi avete detto che potevo invitare tutti 2uelli che desideravo, di dovermi limitare a 2uattro" (enti ripet! lui. Santo cielo. 9eve essere davvero un pensiero terribile continu lei immaginare 8ren.ell Par:, dimora del conte di Falloden, invasa da uomini da..ari, mercanti e agricoltori, non 1 cos)" ,n po come lidea di una mandria di buoi lasciati liberi nella navata centrale di una cattedrale. Ma dovete ricordare, mio signore, che 8ren.ell Par: 1 stata pagata con il denaro di un mercante, e con il denaro di un mercante continuer3 a essere mantenuta. Il conte rimase immobile nella sua poltrona. %e si .osse al$ato avrebbe palesato la sua rabbia. +on credo che lo dimenticher mai, mia signora ribatt!. +on con una moglie bisbetica che non perder3 occasione di ricordarmelo. *bbene, replic lei potete sempre .uggire via da me, mio signore. Potete sempre allontanarvi dalla mia lingua bi.orcuta. Mi 1 stato detto che 1 una persona molto ra..inata. 9eve essere una vera consola$ione, per voi. 4hi 1 ra..inata" domand lui, inarcando le sopracciglia. 7a vostra amante scatt *leanor. 7a donna con cui vi intrattenete per i vostri piaceri. #h rispose il conte. *, di gra$ia, chi 1 stato cos) gentile da in.ormarvi del .atto che costei 1 ra..inata"

7a madre della .anciulla che amavate... o che amate, .orse, e che eravate troppo povero per sposare. 7ad6 7ovestone mormor lui. %), ho amato 9orothea e lavrei sposata, se le circostan$e .ossero state di..erenti. & bella, dolce e sensibile. #vvert) un lampo di nostalgia per la dolce$$a e la ra..inate$$a di cui avrebbe potuto godere se lavesse avuta in moglie. Tutto ci che io non sono comment lei. %iete voi a dirlo rimarc .reddamente il conte. * sen$a dubbio avreste lasciato la vostra amante per lei, e sareste vissuti per sempre .elici e contenti dichiar *leanor. 4he peccato che voi siate uno scialac2uatore, mio signore, e vi piaccia cos) tanto giocare da$$ardo, pur sen$a avere molta .ortuna dalla vostra parte. * che .ortuna per me. +on sarei mai riuscita a ottenere un marito nobile come voi, se .oste stato capace di vivere secondo i vostri me$$i. Potete anche ritenervi .ortunata 2uanto volete ribatt! lui, al$andosi in.ine in piedi. #vete il mio titolo, e tutto ci che ne consegue, e lo manterrete sino alla .ine dei vostri giorni. Tuttavia, non avrete mai neanche un briciolo del mio cuore, n! il mio appre$$amento o il mio rispetto. ; la mia compagnia, per 2uel che potr decidere. %i inchin pro.ondamente di .ronte a lei. 8odetevi il vostro trion.o, mia signora. %pero, sinceramente, che si dimostri vuoto e inutile. * io spero sibil lei a denti stretti, mentre il conte si allontanava a lunghi passi nervosi verso la porta che il denaro di mio padre non vi porti alcuna .elicit3, mio signore. 7o spero sinceramente. 0ualcosa and violentemente in .rantumi, dopo che lui si .u chiuso la porta della biblioteca alle spalle. Immagin che per la rabbia, la giovane donna avesse lanciato 2ualcosa contro il battente, probabilmente la .igurina di porcellana che si trovava sul tavolo accanto a lei. 4appotto e cappello ordin seccamente al servitore nel corridoio. (i .accio preparare la carro$$a, milord" chiese luomo con un inchino. #ndr a piedi ribatt! il conte, lottando per resistere allimpulso di urlare contro 2uelluomo che non aveva .atto nulla contro di lui. ,sc) a lunghi passi dalla porta principale, un minuto pi/ tardi, con il cappotto ancora sbottonato nonostante il .reddo della sera e il vento gelido che so..iava per le strade. Ma si rese conto di non poter andare neanche da <ertie per s.ogare la sua rabbia e la sua .rustra$ione. 7ei era sua moglie, e 2uello era il suo matrimonio. ,na .accenda privata. +on si trattava di un problema di cui poteva discutere con un amico. @ipens a 9orothea, mentre si abbottonava il soprabito e si in.ilava in .retta i guanti. +on ricordava di essersi mai sentito pi/ solo di cos), in tutta la sua vita. Mancavano ormai meno di due settimane a +atale, consider *leanor, lanciando uno sguardo .uori dal .inestrino della carro$$a, verso campi sconosciuti che sembravano tristi e scialbi, sotto un cielo a..ollato di pesanti nuvole scure, che rendevano 2uasi buia latmos.era di 2uel primo pomeriggio. +on sentiva a..atto latmos.era del +atale. 9i solito laveva sempre sentita. 9i solito amava .arsi accompagnare da una cameriera a .are ac2uisti diverse volte, non perch! non .osse in grado di scegliere tutto in una volta sola, ma proprio perch! le piaceva latmos.era di .esta che si

respirava nei nego$i e nelle strade. #veva sempre amato ;C.ord %treet a +atale. Forse era a causa della recente scomparsa di suo padre, pens. 9i certo doveva essere 2uello il motivo. * nel ripensare a lui, avvert) un dolore ormai .amiliare che le si annidava nel petto e nella gola, e un altrettanto .amiliare senso di colpa. +on era mai riuscita a piangerlo. +eanche una volta. #bbass lo sguardo sulla mantella di velluto blu, la stessa che aveva indossato nel giorno del suo matrimonio. #veva per.ino smesso di vestirsi a lutto, 2uando avevano lasciato 7ondra. 4os) aveva .atto anche suo marito, anche se aveva scelto di indossare una .ascia nera al braccio. 7ei invece no. Il giorno dopo, sarebbe passato un mese dalla morte di suo padre. ; .orse, si ritrov a pensare, era a causa del suo recente matrimonio, che si era rivelato 2uanto mai in.elice .in dal principio. *rano seduti .ianco a .ianco nella carro$$a, ma si erano scambiati a stento 2ualche parola, da 2uando avevano lasciato 7ondra, limitandosi al minimo della civilt3. In realt3, era curiosa di vedere la campagna, ansiosa e desiderosa di scoprire 8ren.ell Par:, e si chiedeva 2uanto ancora sarebbe durato il viaggio. Tuttavia, non poteva chiederlo al marito. 0uasi non si erano parlati, nei cin2ue giorni seguiti al litigio. #vrebbe voluto scusarsi con lui. Il suo comportamento era stato imperdonabile. +on se la sentiva di biasimarlo per averla de.inita bisbetica. *ra stata lei a cominciare, 2uesto era stata costretta ad ammetterlo anche con s! stessa. %ebbene lui .osse rimasto stordito 2uando lei gli aveva rivelato di aver invitato venti membri della sua .amiglia per +atale, e lei stessa, a dire il vero, ne era stata sorpresa, 2uando li aveva contati tutti, non aveva .atto obie$ioni n! sul numero n! sul carattere dei suoi ospiti. Forse, se gliene avesse dato il tempo, lavrebbe .atto, ma non era accaduto, prima che lei decidesse di mettersi a discutere con lui, nel suo solito modo di reagire 2uando si sentiva nervosa o imbara$$ata. #vrebbe voluto scusarsi anche per aver distrutto 2uella .igurina di porcellana, che era stata una delle sue pre.erite nella casa. Ma non laveva pi/ visto 2uella sera, e neanche il giorno successivo, per poi incrociarlo soltanto brevemente nel corso di 2uello dopo ancora. * lui le si era inchinato con .redda .ormalit3, .issandola con uno sguardo gelido e spre$$ante e parlandole con una voce pari alla sua espressione. 4os), lei aveva ricordato il motivo per cui aveva invitato tante persone e per cui i suoi nervi erano stati tanto tesi 2uella sera in biblioteca, e le sere precedenti. #veva unamante. Faceva 2uelle cose con unaltra donna, 2uando aveva una moglie. +on che avesse importan$a, per lei, naturalmente. #vrebbe pre.erito mille volte che lo .acesse con unaltra, piuttosto che con lei. *ppure, per cin2ue giorni si era sentita detestabile, brutta e sola, sebbene si .osse ripetuta che la sua vita era esattamente 2uella che desiderava. +on voleva 2uelluomo nel suo letto, anche se avrebbe voluto un .iglio. * aveva passato cin2ue giorni a desiderare =il.red, pur cercando di non pensare a lui. * a ricordare la bionda e delicata 9orothea 7ovestone. Perci, aveva indurito il cuore e non si era scusata. * ormai era troppo tardi. Troppo tardi per ripristinare per.ino 2uella poco soddis.acente civilt3 nei loro rapporti giornalieri. %i riscosse bruscamente dai suoi pensieri alla vista di un cavaliere solitario al lato della strada, che tratteneva la sua cavalcatura mentre osservava la carro$$a in avvicinamento. ,n brigante-, pens, ed era sul punto di voltarsi verso il marito per avvertirlo, ma luomo .ece girare il cavallo e part) al galoppo dinan$i a loro, allontanandosi. Forse aveva avuto semplicemente

unincerte$$a riguardo alla dire$ione da prendere. 0uanto mancava ancora" #rriveremo al villaggio entro pochi minuti, a..erm improvvisamente il conte, come se le avesse letto nei pensieri la villa 1 a dieci minuti di distan$a. *ra la .rase pi/ lunga che avesse pronunciato da 2uando era cominciato il loro viaggio. * .orse nellintera settimana. 7ei non distolse lo sguardo dal panorama allesterno. @esteremo l) per tutto il prossimo anno dichiar lui. 0uesto luogo e le persone che vi abitano diventeranno .amiliari per voi, mia signora. 4redo sia meglio dimenticare lultima settimana e lasciarcela alle spalle. 9ato che dovremo sopportarci a vicenda, sarebbe giusto .arlo con la dovuta civilt3. 7ei deglut). 7e stava o..rendo di nuovo un ramoscello dolivo. Inoltre, la prossima settimana avremo degli ospiti da intrattenere continu il conte. (enti2uattro ospiti, per la precisione. %arebbe maleducato da parte nostra non o..rire loro un +atale sereno. +on trovate anche voi" %) ammise lei. Molto bene, allora rispose il conte. (i .u un lungo attimo di silen$io. #vevo messo .ine al mio rapporto con #lice Freeman pochi giorni prima che voi mi parlaste di lei. (i chiedo perdono per non averlo .atto prima del matrimonio. 7ei si sent) invadere dallumilia$ione. 0uando gli aveva parlato con tanto dispre$$o, lui aveva gi3 chiuso il rapporto con la sua amante. * le aveva chiesto scusa. 7ei avrebbe voluto chiedergli perdono per aver in.ranto il loro accordo, per aver costretto entrambi a una settimana di silen$io e dispiacere. Tent di trovare le parole giuste. Ma poco dopo .u distratta dal suono di... campane" +onostante il rumore della carro$$a e degli $occoli dei cavalli, riusciva a sentire 2uei rintocchi .estosi. ;h, cielo mormor suo marito. 7o temevo. 7ei lo .iss con aria interrogativa. %e siete in grado di sorridere, mia signora, le disse lui sar3 meglio che lo .acciate adesso. %tiamo per ricevere un tradi$ionale benvenuto di campagna. 4osa" domand lei, guardandolo stupita. Il conte di Falloden sta tornando a casa con la sua nuova sposa spieg lui. %aremo accolti di conseguen$a. Mi chiedo come abbiano .atto a sapere che stavamo arrivando. 7uomo a cavallo, pens *leanor. * sent) il cuore prendere a battere .orte, mentre la carro$$a procedeva lungo la strada principale del villaggio, e pot! vedere che ogni .inestra e ogni porta erano state decorate di nastri bianchi, e ogni abitante sembrava essere uscito in strada per vederli passare. 0ualcuno li salutava agitando un .a$$oletto e tutti sorridevano ampiamente.

%orridete- le raccomand il marito. * ricambiate il saluto. *leanor obbed). * per la prima volta, ini$i a capire 2uanto il suo matrimonio le avrebbe cambiato la vita, e cosa signi.icava essere una contessa. 7a carro$$a si .erm di .ronte alla locanda del villaggio e un gentiluomo in abiti ecclesiastici le si inchin mentre suo marito la aiutava a scendere, e una signora si pro.use in unaggra$iata riveren$a, al suo .ianco. Il reverendo Jeremiah <lodell era onorato di conoscere la contessa di Falloden, e la pregava di concederle lonore di presentarle sua moglie, Mrs <lodell. *leanor controll il suo primo impulso, che era stato 2uello di tendergli la destra, e invece chin cortesemente il capo, sorridendo al reverendo e a sua moglie. Poi suo marito le tese il braccio, accompagnandola attraverso la sala della locanda, dove due cameriere dalle cu..ie inamidate li salutarono con una pro.onda riveren$a, e su per le scale, oltre i salotti adibiti alla loro accoglien$a e .ino al balcone che dava sulla strada. +on era un villaggio molto grande, ma a *leanor sembr che tutti i suoi abitanti si .ossero riuniti in strada. 0ualcuno chiese di gridare tre urr3, e la .olla lo .ece con entusiasmo. 0uando torn il silen$io, suo marito la prese per mano presentandola agli abitanti del villaggio come sua sposa e nuova contessa di Falloden. 9opo gli applausi che seguirono allannuncio, e le sue brevi parole di ringra$iamento per 2uel caloroso bentornato, il reverendo <lodell si produsse in un lungo discorso, che *leanor, agitata comera, non riusc) a seguire. +uovi applausi e acclama$ioni lo seguirono. 7ei sollev una mano in un breve cenno di saluto, e 2ualcuno in me$$o alla .olla .ischi di ammira$ione. 7e due cameriere della locanda e due servitori portarono vassoi con calici di champagne e tartine nelle sale adibite alla loro accoglien$a, 2uando si allontanarono dal balcone per tornare allinterno. * i cittadini pi/ importanti del villaggio, nonch! alcuni degli agricoltori pi/ .acoltosi, li raggiunsero al piano di sopra. Per i successivi dieci minuti, *leanor si strinse al braccio del marito, mentre lui la presentava a un numero apparentemente in.inito di persone, e lei tentava disperatamente di memori$$are nomi e volti. *ra unabilit3 che suo padre aveva sempre cercato di .arle esercitare. +egli a..ari, diceva sempre, era saggio ricordare il nome di chiun2ue, anche di una persona incontrata una volta sola dieci anni prima. Faceva una buona impressione. %uggeriva alle persone che si era interessati a loro personalmente, non soltanto agli a..ari e al denaro. 7e persone venute a brindare alla sua salute e a 2uella di suo marito e a mangiare tartine erano per la maggior parte i commercianti del villaggio? il macellaio, il .abbro, il merciaio, e altri ancora. *leanor si rilass gradualmente, 2uando si rese conto che non cera nulla di minaccioso in loro, e che sembravano pronti ad appre$$arla e ammirarla, per.ino. #nche se erano a conoscen$a delle sue origini, per loro non sembrava avere alcuna importan$a. Forse, a loro piaceva lidea di avere una contessa della sua estra$ione piuttosto che la .iglia di un nobile. In.ine lasci la presa sul braccio del marito e si mise a conversare con il macellaio, un me$$adro, e le loro mogli. Poi si ritrov a chiacchierare con la .iglia $itella di un vicario e con il maestro della scuola e con Mrs <lodell, e poco dopo con un altro gruppo di persone. Improvvisamente, cominci a sentirsi molto .elice. In modo 2uasi inebriante. 7e

sembrava di essere tornata a casa, anche se non era mai stata in 2uel luogo n! aveva mai parlato prima con 2uelle persone. * anche se non aveva ancora visto 8ren.ell Par:. *d era lieta di poter rimanere l) per un anno, sen$a dover tornare a 7ondra dopo +atale. %ebbene .osse sempre vissuta l) e avesse creduto di non poter essere .elice altrove, non voleva pi/ tornare in citt3. +ellultimo mese, era stata molto in.elice, a 7ondra. Forse, pens con un timido accenno di speran$a nato in 2uel momento, le cose sarebbero potute andare diversamente, ora che erano in campagna. 7anci uno sguardo a suo marito, che stava ridendo a una battuta del locandiere, dallaltra parte della sala. +on ricordava di averlo mai visto ridere prima di allora. %embrava pi/ giovane, spensierato e molto, molto bello. 0ualcosa, dentro di lei, .remette, dolorosamente e inaspettatamente. In.ine, ripresero il viaggio, lasciandosi alle spalle il villaggio e oltrepassando 2uasi subito i due massicci montanti di pietra di un cancello e due portinerie gemelle, procedendo poi lungo una tortuosa strada costeggiata da .ilari di olmi, mentre loscurit3 scendeva su di loro. #vrei dovuto avvertirvi ammise suo marito, seduto accanto a lei. Ma non pensavo che la tradi$ione sarebbe stata rispettata. 7ultima sposa passata di 2ui 1 stata mia nonna. %pero che 2uesta situa$ione non vi abbia messo troppo in imbara$$o. (i siete comportata molto bene. #ncora una volta, le sembr di leggere un tono alte$$oso nella sua voce. Forse non si era aspettato che si comportasse a modo" *rano persone con cui non potevo che essere a mio agio ribatt!. Ma si rese conto del sarcasmo che trapelava dalla sua voce e se ne pent). Forse si sarebbe tras.ormata davvero in unodiosa bisbetica, se non .osse stata attenta. Mi sono piaciuti molto, mio signore. %ono stati tutti molto gentili. Molto bene disse lui. Ma sar3 meglio che non vi rilassiate troppo, mia signora. %e al villaggio avevano .atto tutti 2uesti preparativi per darci il benvenuto, sono piuttosto certo che avranno .atto altrettanto in casa. I servitori saranno tutti allineati nella sala grande, e si aspetteranno che ci .ermiamo a controllare che sia tutto in ordine e che scambiamo due parole con alcuni di loro. 4i saranno acclama$ioni e applausi. (i prego di continuare a sorridere ancora per un po. 7ei lo guard, ma il conte aveva il viso rivolto completamente in avanti, e 2uasi contro il vetro. Probabilmente, gi3 cercava di scorgere la villa davanti a loro. Tutti i servitori della casa da salutare" %ent) un lieve .remito di nervosismo allalte$$a dello stomaco. * al tempo stesso una certa eccita$ione. Per un attimo, le dispiac2ue molto che il loro non .osse un normale matrimonio, che suo marito non potesse condividere con lei la .elicit3 e lentusiasmo di rivedere i propri luoghi, e che lei non potesse condividere con lui la gioia che stava provando nel rendersi conto di sentirsi a casa, in 2uesta sua nuova dimora, prima ancora di averla vista. %arebbe stato meraviglioso potersi tenere per mano guardandosi negli occhi e sorridersi. Ma almeno, pens, lui era riuscito a ristabilire dei rapporti civili tra loro, con le sue parole. 9oveva essergli grata per 2uelle piccole concessioni. * non aveva pi/ unamante. * si era scusato con lei per averne avuta una.

I 8li ospiti sarebbero arrivati 2uattro giorni prima di +atale. 8li amici del conte sarebbero dovuti giungere una settimana prima, ma lui aveva chiesto loro di ritardare la parten$a. #veva anche dato loro la possibilit3 di declinare linvito, spiegando che 2uel +atale a 8ren.ell sarebbe stato un grande ritrovo di .amiglia. 7a .amiglia di sua moglie. * tuttavia, incredibilmente, tutti e 2uattro avevano deciso comun2ue di venire. 9opotutto, Falloden, aveva detto 7ord 4harles =right, pi/ onestamente degli altri tre nessuno di noi ha altri posti dove andare, e il +atale 1 il momento pi/ triste dellanno, se lo si trascorre in solitudine. #veva ragione. *ra il periodo peggiore di tutti. 7ord 4harles non parlava mai della sua .amiglia, e di sicuro non ne aveva una che lavrebbe accolto con gioia durante le .este. <ertie aveva una madre e diverse sorelle, ma diceva sempre che le loro vite erano totalmente incentrate sui loro .igli. %i sentiva a disagio, con loro, e temeva sempre che 2ualcuna di loro ini$iasse a pensare a lui 2uando si parlava di .uturi matrimoni. 0uanto a <adcombe, aveva litigato con suo padre e suo .ratello anni prima, e gli era stato proibito di tornare a casa. %otherb6 era stato sposato per due anni, e poi sua moglie era morta di parto. 7a sua .amiglia viveva vicina al con.ine sco$$ese. %oltanto <ertie aveva esitato, prima di decidere di unirsi ai .esteggiamenti. Forse tua moglie non lo gradirebbe, @andolph aveva obiettato. %iete appena sposati, sai come vanno 2ueste cose... Ma sa bene che ho invitato 2uattro amici gli aveva risposto il conte. Inoltre, lei ha invitato una ventina di parenti. %ir #lbert era sembrato perplesso. +on lo so aveva ammesso. Forse .arei meglio a mettere la testa sul ceppo davanti a mia madre e alle mie sorelle, 2uestanno, dopotutto. <ertie, gli aveva detto il conte non lasciarmi da solo nel momento del bisogno. 0uattro contro venti. %ei o no il mio migliore amico" *ra 2uanto di pi/ vicino .osse riuscito ad andare dallammissione che il suo matrimonio non .osse poi cos) per.etto. 9imenticavo? non era lei lamica volgare di Pamela 'utchins di cui mi avevi parlato, vero" +o aveva risposto vagamente lamico. * 2uelle venti persone .anno parte della .amiglia di tua moglie, @andolph" +on sapevo che avesse .ratelli o sorelle. +o, si tratta di $ie, $ii e cugini, a 2uanto ho capito aveva risposto il conte. # 2uanto pare, per lei sono molto importanti, <ertie. 'anno sempre trascorso le .estivit3 insieme. +on vedo lora di conoscerli tutti aveva aggiunto, galantemente e in modo non del tutto sincero. Tutti e venti, inclusi i due bambini. ;h, signore. %ir #lbert aveva .atto una smor.ia, grattandosi la testa. Probabilmente

cominceranno a chiederti dei .avori, @andolph. # 2uella gente sembrer3 incredibile che una di loro sia riuscita a entrare nei nostri ranghi. * ci saranno sicuramente tante cugine nubili e piene di speran$e, tra loro. Il conte si era irrigidito. & bene ricordare aveva a..ermato che il padre di mia moglie mi ha restituito 8ren.ell, <ertie, tra le altre cose. ;h. 7amico laveva osservato con interesse. 0uanto .ervore, @andolph- %baglio o sei un po troppo suscettibile sullargomento" Tuttavia, scusami, vecchio mio. & mia moglie aveva ribadito il conte. 7a mia contessa, <ertie. %ir #lbert aveva sbu..ato sonoramente. #llora per te 1 cos) importante che io venga, @andolph" aveva chiesto in.ine. 9altronde te lavevo promesso, giusto" ;h, be, sar3 unesperien$a indimenticabile, immagino. +on era stato, in e..etti, cos) entusiasta di accettare, ma il conte sentiva il bisogno della presen$a dei suoi 2uattro amici, in particolare di <ertie. * sicuramente sar3 unesperien$a indimenticabile, pens nei giorni precedenti allarrivo degli ospiti. 4hiassosi e s.renati, li aveva de.initi lei. * volgari. # volte si sentiva prossimo a cedere a un attacco di panico. Ma non cera tempo per angosciarsi. +el periodo precedente allarrivo degli ospiti e al +atale ormai imminente, trascorse ore intere in compagnia del suo amministratore, controllando i conti con lui e .acendo visita alle .attorie sparse per le sue terre. 0uellimpegno gli piac2ue da subito, perch! adesso non cera pi/ il terrore di poter perdere tutto, e poteva ascoltare le lamentele e i suggerimenti dellamministratore e dei me$$adri con atten$ione e comprensione. Poteva acconsentire alle migliorie necessarie, sapendo che adesso aveva il denaro per coprire 2uelle spese. Poteva dare 2ualche suggerimento lui stesso. * 2uando ricontroll le rendite pagate da alcuni dei suoi me$$adri pi/ poveri, pot! accettare di abbassarle. 4erano visite da .are e da ricevere, a volte da solo, altre in compagnia della moglie. +on si videro molto, e non perch! avevano scelto deliberatamente di evitarsi, ma perch! lei era occupata 2uanto lui. Il maestro voleva che visitasse la scuola e ascoltasse i suoi alunni impegnati nella lettura. 7a moglie del pastore desiderava il suo aiuto per il concerto di +atale dei bambini. * lei desiderava trascorrere del tempo con il maggiordomo, in modo da imparare le regole della casa, e prodigarsi a gestirla lei stessa. (oleva sapere chi erano gli an$iani e gli ammalati, cos) da poter .are loro visita regolarmente, e portare loro dei doni di +atale. (oleva anche portare personalmente dei cesti natali$i a tutti i me$$adri delle .attorie e alle loro .amiglie. 7ui ne era rimasto molto colpito. *leanor si stava comportando 2uasi come se .osse stata addestrata .in da .anciulla a conoscere la vita e le responsabilit3 di una nobildonna. *d era anche colpito dallappre$$amento che aveva suscitato nel vicinato e nella casa. I servitori avevano cominciato a adorarla da 2uando aveva trascorso pi/ di unora, dopo il loro arrivo, a parlare con ciascuno di loro, per.ino con %all6, la sguattera, che era $oppa e aveva di..icolt3 di pronuncia. *leanor le aveva parlato con dolce$$a, sorridendo molto. Fino al momento del loro arrivo in campagna, lui non aveva neanche immaginato che sapesse sorridere in 2uel modo. *d era bellissima, 2uando lo .aceva.

9opo 2ualche giorno, aveva ini$iato a pensare che era stato un bene, per loro, andare in campagna. %embrava il luogo per.etto per entrambi. #veva temuto, in realt3, che lei, da cittadina 2uale era, non potesse sentirsi a suo agio a 8ren.ell. Ma le passeggiate e le gite in carro$$a che .aceva ogni giorno le avevano ben presto colorato le guance, e lui aveva ricordato 2uanto era rimasta reclusa in casa, dopo la morte del padre. +aturalmente, 2uel pensiero gli ricord anche che lei stava mostrando ben poco rispetto per 2uel padre de.unto, ma, a parte ci, ini$iava a sperare che sarebbero riusciti a convivere 2uasi amichevolmente per lanno che li attendeva. %e soltanto larrivo della .amiglia di lei e dei suoi amici non avesse reso tutto cos) incerto- Temeva il momento in cui sarebbero giunti, in tutta onest3. *ra 2uasi deciso a raggiungerla nella sua stan$a, la notte precedente al loro arrivo. @iteneva che .osse il momento giusto per girare pagina e provare a ridare un senso al loro matrimonio. Forse non sarebbe sembrato strano, stare con lei, ora che tutto era strano e diverso da come era stato nei primi tempi della loro con.iden$a. * non provava disgusto allidea di andare a letto con lei. #n$i, era il contrario. %i rese conto, con una certa sorpresa, di desiderarla. 9esiderava sua moglie. 8li si mo$$ava il respiro, 2uando ripensava alla passione della loro prima notte di no$$e. Ma mentre stava per posare la mano sul pomolo della porta che collegava i loro camerini, sollevando laltra per bussare, la sent) chiacchierare con la cameriera, dallaltra parte, e per.ino ridere. %embrava cos) .elice. *ra un suono strano, 2uello, per lui. +on riusciva a immaginare sua moglie mentre rideva allegramente. Forse, pens improvvisamente, era stata sempre cos), prima di sposarsi. Forse era stato lui a privarla della gioia e del sorriso. ; .orse la sua ambi$ione di unirsi a un nobile del regno. Ini$ialmente, pens di attendere .inch! la cameriera non si .osse congedata. #ppoggi la .ronte alla porta e chiuse gli occhi, provando a immaginare come lo avrebbe accolto. 4on un sorriso" +e dubitava .ortemente. 4on indi..eren$a" +e sarebbe stato gelato. 4on ostilit3" #vrebbe visto il suo mento sollevarsi ancora una volta e 2uel luccichio bellicoso balenarle negli occhi" * allora avrebbe atteso la minima occasione per rivolgerglisi con sarcasmo, discutendo con lui .ino a costringerlo a risponderle con 2ualche .reddo insulto" * a 2uel punto, il risultato sarebbe stato .orse una replica di 2uanto era accaduto nella loro prima notte di no$$e, con una lotta per il predominio da parte sua, sen$a sapere nulla di ci che stava provando lei" %arebbe stato un terribile ini$io della loro nuova vita insieme. ,n modo orribile di accogliere il +atale. Forse non sarebbero riusciti a riconciliarsi da un nuovo litigio in tempo per larrivo degli ospiti. * gi3 sarebbe stato .in troppo di..icile cos). +o, non sarebbe andato da lei 2uella notte, decise in.ine. Forse dopo +atale. Forse, dopo la parten$a degli ospiti, 2uando .ossero stati di nuovo soli e tran2uilli insieme, rendere pi/ vero il loro matrimonio sarebbe stato pi/ naturale e semplice. Torn con riluttan$a nella propria camera, e rest sveglio, rigirandosi a lungo nel letto prima di riuscire ad addormentarsi. Ma alla .ine, prima che i loro ospiti arrivassero, si ritrov a pensare che, tutto sommato, le cose stavano andando ragionevolmente bene. Il suo matrimonio non si era rivelato lincubo che ini$ialmente era sembrato. 8li ospiti arrivarono prima della neve. * limminente nevicata li colse di sorpresa.

8uardate disse 2uella mattina suo marito, a cola$ione, osservando il cielo .uori dalla .inestra. 0uelle sono nuvole cariche di neve, ne sono certo. #vremo la neve a +atale. ;h, mormor lei, seguendo il suo sguardo credete" Ma non nevica mai a +atale. I primi giorni di dicembre, spesso, e poi sicuramente a gennaio. Ma mai a +atale. 0uestanno sar3 unecce$ione comment lui. Potrei scommetterci. Ma spero che arrivino tutti prima che cominci a nevicare. In ogni caso, si tras.ormer3 tutto in .ango entro domani a..erm *leanor. 7ui la guard e sorrise. 0uesta 1 la campagna, mia signora, le ricord non 7ondra. 0ui la neve resta dove 1 giusto che rimanga. * si accumula sui rami degli alberi e il vento la .a ammucchiare, per la gioia di tutti i bambini, e poi si pu attraversare soltanto in slitta... con i classici sonagli, naturalmente. ;h, che meraviglia- comment lei, malinconicamente. %iete certo che non siano nuvole di pioggia, mio signore" (i sbagliate mai" %ono in.allibile dichiar lui. %econdo soltanto al Padreterno. *ra la prima volta che le diceva 2ualcosa di lontanamente scher$oso. 7ei gli sorrise, un po incerta. Ma gli ospiti arrivarono nel pomeriggio, e la neve non cominci a cadere che la sera, e soltanto durante la notte prese a scendere pi/ .itta. %ir #lbert 'agle6 .u il primo a giungere, insieme al visconte %otherb6. 0uestultimo le prese la mano, dopo la presenta$ione di suo marito, sorridendo e portandola alle labbra. & stato davvero gentile da parte vostra, 7ad6 Falloden, volerci invitare 2ui con la vostra .amiglia a..erm. 7a mia 1 molto lontana, purtroppo. 7e piac2ue immediatamente, e sospir mentalmente di sollievo. #lmeno uno degli amici aristocratici di suo marito non lavrebbe trattata con dispre$$o. +eanche %ir #lbert si comport alte$$osamente con lei, naturalmente, ma *leanor pens che probabilmente entrambi ricordavano bene il momento in cui, durante 2uel disastroso part6 estivo, lui aveva tentato di .lirtare con lei, arrivando a s.iorarle un seno con il braccio mentre passeggiavano, e lei aveva reagito raccontandogli una bar$elletta un po volgare che una volta uno dei soci di suo padre aveva tirato .uori in sua presen$a, venendo rimproverato subito dopo per averlo .atto. 7aveva raccontata con un .orte accento da popolana, per poi ridere sguaiatamente. # 2uel punto, lui non laveva pi/ avvicinata per il resto del soggiorno, ma lei non aveva abbandonato 2uellaccento o i modi volgari. +on era stato lunico gentiluomo a cercare di prendersi delle libert3 con lei. In 2uel momento, la salut come laveva salutata il giorno del matrimonio, ri.uggendo il suo sguardo e con esagerata cortesia. * poi si volse a salutare suo marito con un certo sollievo e in modo decisamente pi/ spontaneo. *leanor desider che avesse trovato una scusa per non venire. Ma era il migliore amico di suo marito, e lei non avrebbe permesso che la sua presen$a le guastasse lumore. 4erto che no. %ollev deliberatamente il mento.

7o $io %am Transome, .ratello maggiore di suo padre, .u il secondo ad arrivare, insieme alla $ia Irene e al cugino Tom con sua moglie <essie e i due .igli, 9avie e Jenn6. 7o $io diventava pi/ largo, tondo e .lorido ogni volta che lo vedeva, pens *leanor, lasciandosi andare a unespressione deli$iata 2uando li vide entrare nella grande sala dingresso, e vedendolo aprire le braccia per stringerla a s! .inch! non pens che le avrebbe stri$$ato via ogni traccia daria dai polmoni. *llie- esclam. <ella come un dipinto ed elegante come una vera signora. ;h, e sei una signora davvero. 9ovr chiamarti >milad6, ora, e .arti la riveren$a per salutarti, eh" *h, Irene" 4ome dici" #h, >inchinarsi, si dice" 9ovr inchinarmi davanti a te, *llie" Mi spiace tanto per tuo padre, tesoro. Pi/ di 2uanto possa esprimere a parole. Joe era proprio un bravuomo, il pi/ bravo e intelligente di tutti noi. *d era generoso. & sempre stato generoso. Mi manca tantissimo. * di nuovo la abbracci stretta. +on indossavano il lutto. *leanor not con sollievo 2uel particolare, rilassandosi in 2uellabbraccio e respirando il pro.umo .amiliare di cuoio e tabacco da pipa. #vevano assecondato il suo desiderio e 2uello di suo padre. In.ine, si distric dalle braccia dello $io e arrossendo lanci uno sguardo al suo silen$ioso e impassibile marito. 4osa doveva pensare" Fece le dovute presenta$ioni. 7o $io %amuel .a il macellaio, mio signore soggiunse, sollevando appena il mento. * probabilmente 1 il miglior macellaio di <ristol. 8i3, raga$$o mio, 2uesto 1 ci che .accio disse lo $io con modestia, stringendo con decisione la mano di Falloden nella sua, grande e .orte. *... >milord, giusto" #mmicc vistosamente. %pero non ti .arai chiamare cos) anche 2uando siete in intimit3, eh, giovanotto" *leanor rischi di scoppiare in una poco appropriata risatina, e si domand 2uandera stata lultima volta in cui suo marito era stato chiamato >giovanotto. 7ui convers amabilmente con la $ia Irene e con Tom e <essie, e scambi 2ualche parola anche con i due bambini, prima di a..idarli a Mrs Turner, una balia che era stata chiamata per loccasione dal villaggio. * poi tutti gli altri sembrarono arrivare insieme, e il pomeriggio trascorse tra saluti, sorrisi, strette di mano e viaggi al piano di sopra con il maggiordomo e poi di nuovo di sotto per prendere il t1 nella sala grande. 7onorevole Mr Timoth6 <adcombe era un giovane magro e serioso, che tuttavia non sembr troppo sconcertato di ritrovarsi allingresso insieme allo $io <en Transome, alla $ia *unice e alla cugina @achel. 7o $io <en era corpulento e chiassoso 2uasi 2uanto lo $io %am, sebbene dichiarasse di non poter pronunciare neanche una parola .uori posto 2uando era in presen$a della $ia *unice. *ra il proprietario di una locanda poco .uori <ristol. #nche lui abbracci *leanor come se volesse .rantumarle le ossa e le sussurr le sue condoglian$e allorecchio. 7a $ia *unice la baci, e sua cugina @achel le prese una mano, stringendola dolcemente. Il pap3 ha pianto tanto, *llie le sussurr. * anche la mamma e io. 7o $io Joe era il mio pre.erito, anche se voglio tanto bene allo $io %am. Povera *llie. Per... che splendido matrimonio.

*leanor le strinse la mano a sua volta. +on aveva tempo, in 2uel momento, per scambiare due parole in pi/ con la sua cugina pre.erita. 7ord 4harles =right giunse 2uasi nello stesso momento in cui arrivarono la $ia <er6l =ee:es e la $ia @uth Transome, sorelle del padre di *leanor, insieme alle cugine Muriel e Mabel =ee:es. 7a $ia @uth, che ovviamente era andata in brodo di giuggiole allidea di essere invitata a casa di un conte, scambi 7ord 4harles per il suo ospite, e ci vollero parecchi sussurri, ciascuno leggermente pi/ alto del precedente, per .arle capire in.ine chi .osse il vero conte di Falloden, nonch! il marito della sua cara *llie. # 2uel punto, pot! sciogliersi in lacrime tra le braccia della nipote per piangere la scomparsa del miglior .ratello al mondo. *, ne sono certa, anche il padre pi/ caro, tesoro a..erm. 7a $ia <er6l spieg, nel suo tono di voce stridente, che la $ia @uth aveva avuto le palpita$ioni 2uella mattina stessa, al pensiero di raggiungere 8ren.ell Par:, ma non seppe spiegare perch! le .osse accaduto, visto che erano sempre state abituate agli inviti di 7ord %harples, mentre Mr =ee:es era ancora uno dei suoi pi/ importanti me$$adri. *leanor lanci diverse occhiate a suo marito, con il mento deliberatamente alto, aspettandosi il suo dispre$$o. Ma non cera altro che attenta cortesia, nella sua espressione. * poi, poco pi/ tardi, arrivarono anche la $ia 4atherine 8ullis, sorella della madre di *leanor, lo $io 'arr6 e i cugini 8eorge, %usan, 'arve6 e Jane. 7o $io 'arr6 era un .acoltoso mercante di tessuti a <ristol, ed era ricco 2uasi 2uanto lo era stato Joseph Transome. %uo nonno era baronetto e per 2uesto era sempre stato oggetto di battute di spirito da parte del padre di *leanor, e dello $io %am e dello $io <en. 7a $ia 4atherine abbracci subito la nipote, sen$a una parola. Povera *llie mormor in.ine. ,no splendido matrimonio e la dipartita del tuo povero pap3, tutto insieme. 9eve essere stato sconvolgente. %ubito dopo arrivarono il cugino #ubre6 *llis, un me$$adro, che in realt3 era cugino di suo padre e che era stato 2uasi come un .ratello, per lui. *ra vedovo, ma non si era presentato da solo. * alla .ine, nella villa si ritrovarono ospiti ben ventuno membri della sua .amiglia. Il .iglio del cugino #ubre6 laveva accompagnato, sebbene non .osse stato invitato. 'o pensato che non ti sarebbe dispiaciuto se .ossi venuto, *llie, spieg, in tono piuttosto alto visto che ci siamo sempre riuniti tutti, in 2ueste occasioni. # dire il vero, io e mio padre abbiamo considerato che il tuo invito dovesse includere implicitamente anche me. Ma certo rispose il conte, tendendogli la mano. (olevamo assolutamente che tutta la .amiglia di mia moglie .osse 2ui per .esteggiare il +atale con noi. * poi le lanci uno sguardo interrogativo. =il.red *llis, mio signore lo present lei. Mio cugino di secondo grado. Fa lo spedi$ioniere a <ristol. ;h, ho .atto strada da allora, cara *llie dichiar lui, mentre stringeva la mano a suo marito. #desso sono socio del proprietario. +on lo sapevi" +o rispose lei. +on lo avevo saputo. 4ongratula$ioni, =il.red.

Troppo tardi. 9ue mesi troppo tardi. %e .osse accaduto due mesi prima, probabilmente avrebbe risposto diversamente alla sua lettera. #vrebbe avuto la posi$ione e il reddito, come socio della sua compagnia, per poterla sposare. %i sent) improvvisamente so..ocare. Pens ai baci che si erano scambiati, insieme alle promesse di amore eterno, lestate precedente, alla .esta di compleanno per la maggiore et3 di Muriel =ee:es. %i costrinse a scacciare 2uei pensieri e guard il marito, che stava a..idando gli ultimi arrivati al maggiordomo con tutta la cortesia del suo rango. * di colpo, si ritrovarono da soli nella sala dingresso, sebbene dal salone venisse gi3 il rumore di animate e allegre conversa$ioni. 7ei lo guard negli occhi, sollevando il mento. %ono giunti tutti sani e salvi prima della neve, gra$ie al cielo comment lui. %embrava cos) elegante, calmo e ra..inato, pens *leanor, e lingresso pareva cos) silen$ioso, dopo gli arrivi chiassosi e 2uasi caotici di tutti i membri della sua .amiglia. %i sentiva molto sulla di.ensiva. +on che si vergognasse dei suoi .amiliari, di 2uesto era certa. +on se ne vergognava a..atto. 7i amava teneramente, tutti 2uanti, come aveva sempre .atto. Ma venivano da un mondo totalmente diverso da 2uello che apparteneva a suo marito. * lei non desiderava vederli attraverso i suoi occhi. In 2uel momento, si ritrov a desiderare di non averli mai invitati. +on mi vergogno di loro sussurr, 2uasi sibilando. +on vi aspettate che lo .accia. 7ui sollev le sopracciglia, mentre il suo sguardo si induriva, .issandola intensamente. 4era bisogno di 2ueste parole" domand. Mi sono .orse comportato da aristocratico alte$$oso, mia signora" 'o .orse mostrato condiscenden$a... o dispre$$o" +o ammise lei. +aturalmente no. (oi siete un gentiluomo. * sicuramente era anche molto bravo a nascondere i propri veri sentimenti. #h rispose lui. 0uindi secondo voi 1 solo 2uesto che mi ha permesso di mascherare il disappunto, giusto" *leanor non rispose. 9esider di non aver mai dato ini$io a 2uella discussione. 9el resto, cosa le importava della sua opinione" Molto bene dichiar il conte. Perlomeno, avrete 2uesta consola$ione, nei giorni a venire, mia signora. %ono troppo ben educato per rivelare il mio disgusto nel dover ospitare in casa mia un mucchio di volgari mercanti e simili. ,n locandiere" %anto cielo- * un macellaio" Mi vengono i brividi al solo pensiero. Ma solo mentalmente, non temete. Il mio atteggiamento e la mia voce rimarranno cortesi. *ra stata lei a cominciare. +on poteva certo biasimarlo. Ma non riusc) neppure a scusarsi. * se lui stesse davvero pensando 2uelle cose" %e davvero dispre$$ava la sua .amiglia, le persone che avevano sempre costituito il suo mondo" * anche se cos) .osse" %apeva benissimo di rendersi la vita impossibile da sola, ma non poteva .arci niente. (ide suo marito tenderle il braccio e rivolgerle un cortese inchino. (ogliamo unirci ai nostri ospiti, dun2ue" le domand. 7ei gli si appoggi al braccio ed entrarono insieme nel salone. * sorrisero. #gli ospiti, ma non luno allaltra.

*leanor pens che alla .ine =il.red era venuto, e sent) il cuore stringersi nel petto. *ra al piano di sopra, proprio in 2uel momento. <en presto sarebbe sceso, e lei sarebbe stata costretta a guardarlo, conversare con lui, sorridergli. 4ome se non .osse mai stato altro che un cugino, per lei. 4ome se la mente non .acesse paragoni. Per la prima volta da 2uando era giunta a 8ren.ell Par:, la .elicit3 che aveva provato si era dileguata del tutto, lasciando al suo posto una cupa depressione. 9i colpo sent) la mancan$a di suo padre. * 2uel sentimento .u come un violento pugno nello stomaco, capace di privarla completamente del respiro. Interpretare il ruolo dellospite cortese e socievole non era sempre .acile, come scopr) il conte di Falloden prendendo il t1 e, successivamente, a cena. In 2ualche modo, si era aspettato che i .amiliari di sua moglie .ossero intimiditi dal .atto di essere stati invitati a 8ren.ell Par: da un conte. %i era aspettato di dover usare le sue buone maniere per metterli a loro agio. Per.ino gli arrivi chiassosi e le allegre conversa$ioni allora del t1 non lavevano .atto rendere pienamente conto della verit3. @iteneva che non appena si .ossero tutti seduti intorno al tavolo della cena, in un contesto pi/ .ormale, si sarebbero decisamente calmati. Fu dun2ue con sua grande sorpresa che scopr) che le conversa$ioni, a tavola, erano altrettanto vivaci e rumorose, con tante risate e voci piuttosto alte. +on molti dei suoi ospiti sembravano osservare la regola cortese che avrebbe richiesto di conversare unicamente con i commensali pi/ vicini. 7o $io %am e lo $io <en, in particolare, seduti di .ronte e 2uasi ai lati opposti del tavolo, spesso sentivano la necessit3 di scambiarsi battute di spirito. * ogni volta riuscivano a suscitare lilarit3 generale. I suoi amici sembravano divertiti, scopr) il conte, 2uando lanci loro unocchiata curiosa. Tranne <ertie, che era tutto preso a conversare con @achel Transome. 7a .iglia dello $io <en" %), lo $io %am aveva soltanto un .iglio sposato, Tom. Il conte stava cercando di ricordare diligentemente tutti i suoi parenti ac2uisiti. 0uelle persone erano imparentate con lui attraverso il matrimonio, si rese conto, incredulo. Fino a 2uel momento, non ne era stato pienamente consapevole. 7anci unocchiata alla moglie, che sedeva di .ronte a lui, dallaltro lato della lunga tavola. %tava sorridendo anche lei, .inch! non not il suo sguardo, e allora il sorriso si smor$, e lei lo .iss con aria di s.ida. 7o aveva .atto di proposito" # 2uel punto, si trov a domandarselo. #veva invitato tutta la .amiglia per il loro primo +atale a 8ren.ell Par: nella speran$a di sconvolgerlo" ; invece li aveva invitati perch! erano i suoi parenti, e ne aveva bisogno, nel suo primo +atale sen$a suo padre" Ma la risposta era ovvia. 7ei non mostrava alcun segno di lutto, mentre 2uel suo modo di tenere il mento alto mostrava chiaramente che lo stava s.idando. #vrebbe potuto cancellare 2uel pensiero con una risata. +on aveva niente contro i suoi parenti. #n$i, erano allegri e simpatici. Tuttavia, non aveva idea di come intrattenerli, dato che gi3 sembrava chiaro che non si sarebbero con.ormati a nessuna ovvia regola di comportamento. * lui che aveva desiderato larrivo del +atale, .orse per la prima volta nella vita+el salotto, dopo cena, tutti trovarono spontaneamente il modo di trascorrere il tempo.

Il conte aveva pensato di organi$$are dei tavoli di carte per i pi/ an$iani, e magari di incoraggiare i pi/ giovani a riunirsi intorno al piano.orte. Ma lo $io %am volle sapere dalla nipote 2uando sarebbero cominciati i .esteggiamenti, e poco dopo, tutti si stavano organi$$ando animatamente per ra$$iare il parco, il giorno seguente, e portare in casa tutto il vischio su cui .ossero riusciti a mettere le mani. (ischio" domand sua moglie. 4e n1, nei dintorni, mio signore" 4era sempre stata la cerimonia del bacio sotto 2uella pianta, .in dai tempi dei suoi nonni. 4i sono delle 2uerce, a nord della casa rispose. 4redo che il vischio venisse da l), di solito. 9un2ue, era deciso. %arebbero andati a setacciare i boschi, oltre che il parco. * gi3 che cerano, avrebbero trovato un ceppo di +atale, trascinando anche 2uello in casa. 9opotutto, dichiar lo $io <en non si pu .esteggiare il +atale sen$a un ceppo di +atale, giusto, @and6" 8li ci volle 2ualche istante per capire che si stava rivolgendo a lui. %err le labbra e resistette allimprovviso impulso di scoppiare in unesplosiva risata. >@and6" %cambi uno sguardo con <ertie, o almeno ci prov, ma lamico era di nuovo immerso in una .itta conversa$ione con @achel. & cos) che possiamo chiamarvi, caro" domand la $ia *unice, volgendosi a lui dal gruppetto di signore riunite intorno al .ocolare. Me lo domandavo. 9un2ue, dove sono le decora$ioni, @and6" 0uelli di noi che pre.eriranno restare al chiuso, domani mattina, potrebbero sceglierle e prepararle per 2uando tutto sar3 portato in casa. %anto cielo. 9ecora$ioni. 8hirlande, campanelli e cose del genere" * ce nerano, da 2ualche parte" Ma ricordava di averle sempre viste, da piccolo. %uppongo siano in so..itta, signora rispose. 7e .ar tirare .uori domani. +on ce n1 bisogno a..erm la $ia. %aliremo in so..itta noi stesse, e risparmieremo la .atica ai servitori, giusto, <er6l e Irene" * vi prego, chiamatemi $ia *unice. *, 4atherine" * anche tu, @uth" ; .orse la polvere ti .a starnutire troppo" 4redo che ce ne sar3. 4e n1 sempre, nelle so..itte. Il conte aveva pensato di andare a caccia con i suoi 2uattro amici, il giorno dopo, e con chiun2ue dei parenti della moglie avesse voluto unirsi a loro. Ma %otherb6, a 2uanto sembrava, voleva accompagnare Tom e <essie e i loro .igli a cercare lagri.oglio, mentre =right e <adcombe stavano dicendo allo $io %am che, certo, sarebbero stati ben lieti di aiutarlo a trovare il ceppo. * ne sembravano realmente deli$iati. Il mondo, almeno 2uello che conosceva lui, sembrava essere improvvisamente impa$$ito. %anto cielo, i Transome che invadevano la sua casa e il suo parco, mentre lui se ne stava l) impalato a guardarli. #veva la sensa$ione che la casa non sarebbe pi/ stata sua .ino a dopo le .este natali$ie. * si guard intorno con la strana sensa$ione di essere .inito in un sogno. I Transome e i =ee:es e i 8ullis avevano la strana capacit3 di riuscire a parlare tutti insieme, e di ascoltare allo stesso tempo.

8eorge 8ullis, a 2uel che vedeva, non riusciva a staccare gli occhi da Mabel =ee:es, a cui non era a..atto indi..erente. Interessante. Poi, proprio mentre ini$iava a pensare di dover intervenire per organi$$are il resto della serata, i pi/ giovani si radunarono intorno al piano.orte sen$a che nessuno dovesse incoraggiarli, e %usan 8ullis si sedette a suonare. Prima che passasse anche soltanto un minuto, la stan$a si riemp) di musica, o di 2uella che sarebbe stata considerata musica da un ascoltatore super.iciale, perch! tutta la .amiglia si mise a cantare con entusiasmo le classiche can$oni di +atale. #nche %otherb6 e <adcombe si unirono al coro. *, dato che non aveva nientaltro da .are e si sentiva troppo al centro dellatten$ione a rimanere con la bocca chiusa, anche il conte cominci a cantare. 0uello sarebbe stato sen$altro il +atale pi/ strano che avesse mai vissuto, consider, mentre il suo sguardo si spostava attraverso la stan$a, .ino a raggiungere la moglie, in piedi accanto al piano.orte con Muriel e Mabel =ee:es e la .iglia pi/ giovane dei 8ullis, Jane, gli pareva, nonch! =il.red, lospite che si era aggiunto. %tava cantando. * gli sembrava tutto cos) strano, al ricordo dei +atali silen$iosi e signorili che aveva trascorso con i suoi nonni. 0uella era la .amiglia di sua moglie. *ra 2uella la vita che lei aveva sempre conosciuto. #dunate .amiliari di 2uel tipo erano la norma, per 2uelle persone. ;ccasioni allegre, piene di calore e caos. * lei se ne stava in me$$o a loro, ne .aceva parte, era una di loro. Per la prima volta, si rese conto di 2uanto la sua nuova vita dovesse sembrarle strana. 4os) come 2uella di lei sembrava strana a lui. Tuttavia, cera 2ualcosa, di 2uella situa$ione, che lo attirava. * lei ne .aceva parte. %i rese conto di non conoscerla molto. #n$i, 2uasi per niente. *, considerando 2uel pensiero, cap) anche che avrebbe voluto conoscerla meglio. *ra sua moglie, dopotutto. #vevano vissuto insieme per pi/ di un mese. #veva per.ino condiviso con lei il letto matrimoniale, in unoccasione. * tuttavia, era una per.etta sconosciuta, per lui. ,na splendida sconosciuta, a dire il vero. +onch! orgogliosa, permalosa e pronta a rispondere a tono. ,na s.ida, nientemeno. 8uardandola dallaltra parte della stan$a, avvert) un .remito di desiderio nei lombi, e anche nel cuore. #vevano litigato 2uello stesso giorno e probabilmente lavrebbero .atto ancora il giorno seguente. Ma sapeva che almeno per un po, avrebbe comun2ue continuato a cercarla. +onostante tutto. +onostante la sua .amiglia. 0uella consapevole$$a in 2ualche modo gli .ece provare un piacevole calore, e si ritrov a sorridere alla $ia @uth, scatenando il suo entusiasmo 2uando si sedette sul bracciolo della sua poltrona.

%uo marito aveva avuto ragione, pens *leanor, sedendosi sul bordo del letto, con un brivido che la attraversava al primo impatto dellaria .redda al di .uori del bo$$olo caldo delle sue coperte, e notando la strana luce che proveniva da dietro le tende tirate della .inestra. ;h, aveva avuto ragione. 9imentic del tutto il .reddo della stan$a, che il .uoco appena acceso nel camino non era ancora riuscito a disperdere, e corse alla .inestra per arrampicarsi sulla poltrona e aprire le tende. %palanc gli occhi. #veva visto, come tutti gli altri, del resto, che la sera prima stava nevicando, ma si era aspettata che, come sempre, la neve si tras.ormasse in pioggia, durante la notte. %i era aspettata soltanto un paesaggio .angoso e .radicio che avrebbe rovinato la loro ricerca di decora$ioni natali$ie. Ma 2uello che vide le .ece desiderare di mettersi a saltare di gioia come una bambina. 4era neve ovun2ue, una spessa coltre che ammorbidiva ogni angolo e copriva tutto, nascondendo strade e sentieri. +eve che piegava i rami degli alberi e aveva .ormato uno strato di diversi centimetri sul suo davan$ale, .uori dalla .inestra. +eve che scintillava nella debole luce del sole mattutino, come se per magia .osse stata spolverata di diamanti. ;h- esclam, rivolta alla stan$a vuota. ;h. * scese nuovamente dalla poltrona, muovendo 2ualche passo verso il proprio camerino, prima di rendersi conto di dove stava andando. Istintivamente, aveva provato il desiderio di entrare di corsa nella stan$a di suo marito per condividere con lui la meraviglia di 2uella scoperta. Il solo pensiero di 2uello che era stata sul punto di .are bast a .arla arrossire violentemente. 4osa diavolo le era preso" 4i aveva litigato il giorno prima perch! aveva temuto che lui si vergognasse della sua .amiglia, e poi si era ritrovata addosso il suo sguardo spre$$ante mentre le ricordava il mestiere dello $io %am e dello $io <en. Ma era stata lei a cominciare. #veva temuto cos) tanto che lui non provasse altro che disgusto per tutti loro. Ma perch! si sarebbe dovuta preoccupare di una cosa simile" %e lo domand per lennesima volta. 4he importan$a aveva, per lei" 7unico motivo per cui li aveva invitati era stato 2uello di s.idarlo per il .atto che aveva unamante ra..inata. #bbass lo sguardo sulle proprie mani e sent) la triste$$a minacciare nuovamente il suo umore, mentre si rendeva conto di tenere allopinione del conte. *ra suo marito, daltronde, e nonostante tutto, si era sentita gon.iare dorgoglio, la sera prima, 2uando laveva guardato, dallaltra parte del salotto, sapendo che era suo. +onostante il .atto che =il.red le .osse rimasto pi/ vicino che poteva. #veva tentato di non .are caso a lui. * in 2uel momento cerc di non pensarci. Ma cera la neve, l) .uori, si ricord, guardando nuovamente .uori dalla .inestra, con gli occhi che brillavano di aspettativa. * poteva condividere 2uella gioia con i suoi cugini. %uon il campanello per chiamare la cameriera e si a..rett a raggiungere il camerino. Tuttavia, 2uando torn poco dopo nella stan$a da letto, con addosso un caldo vestito di lana, si rese conto che, per 2uanto si .osse a..rettata, non sarebbe stata la prima a scendere. %ent) un grido allegro, e 2uando corse alla .inestra, not ben 2uattro persone gi3 allesterno. ;h, si stava perdendo tutto il divertimento, pens, mentre tornava di corsa nel camerino, per prendere una calda mantella con tanto di cappuccio e un paio di guanti. Pochi secondi pi/ tardi si a..rettava gi/ per le scale, uscendo dalla porta dingresso, che un servitore con un gran sorriso stampato sul volto le tenne aperta. +on pens neanche per un attimo che la sua espressione .osse inappropriata. #n$i, gli

sorrise ampiamente di rimando, mentre usciva. 9avie e Jenn6 erano l), e prendendo la rincorsa, si lanciavano a capo.itto nel grosso mucchio di neve so..ice che si era accumulato alla base della .ontana. Tom e 7ord 4harles stavano tirando palle di neve a Muriel e %usan, che si erano aggiunte al gruppetto di .uori prima che *leanor uscisse. Ma 2uando si .erm un attimo in cima alle scale dellingresso, recuper un minimo di buonsenso. *ra la contessa di Falloden, ed era stata sul punto di mettersi a giocare chiassosamente nella neve con i cugini di .ronte a tutti, in particolare i suoi servitori. *ra vero che non aveva neanche ventanni e che era ben pi/ giovane dei 2uattro adulti che nel .rattempo avevano cominciato una rumorosa battaglia a palle di neve. Ma lei era una signora sposata, nientemeno che a un conte, per giunta. ,na palla di neve le centr una spalla con un ton.o morbido, e 7ord 4harles, proprio lui, le sorrise divertito. In 2uel momento, altre persone uscirono dalla porta dingresso, alle sue spalle. Penso che sar3 meglio se diamo una mano alle raga$$e, 'arve comment 8eorge. %embrano nei guai. *llie, perch! te ne stai l) impalata" Io credo che mi unir agli uomini dichiar @achel. Tom ha una mira letale. Pre.erisco averlo dalla mia parte. (ieni con me, *llie" * prima che *leanor si rendesse pienamente conto di ci che stava accadendo o potesse considerare pi/ a .ondo la 2uestione della propria dignit3, si sent) prendere per le braccia, una da 8eorge e laltra, si rese conto al$ando gli occhi, da un sorridente visconte %otherb6, ed entrambi la trascinarono con loro nella mischia. +on preoccupatevi, 7ad6 Falloden a..erm il visconte. 4ombatter al vostro .ianco. *leanor perse la no$ione del tempo. Potevano essere passati dieci minuti oppure me$$ora, mentre le palle di neve volavano nellaria, gli uomini gridavano, le raga$$e urlavano e tutti si a..annavano e ridevano, sghigna$$avano o lanciavano insulti ai loro mortali nemici. #ltri ospiti uscirono. 7o $io %am si schier contro di lei, =il.red .u dalla sua. 7ei gli rivolse un breve sorriso, prima di riprendere la battaglia, e grid allo $io che era contro le regole tirare pi/ di una palla di neve alla volta. *h" mugg) lui di rimando, portandosi una mano allorecchio. 4he strano, sono completamente sordo, stamattina, *llie. 9eve essere la neve. *cco... prendi- * un mucchio di neve so..ice le .in) sul petto. * poi, la .igura silen$iosa si avvicin alla casa a lunghi passi, proveniente dalle scuderie, e .ermandosi davanti ai gradini, con il cappotto e il cappello immacolati e 2uasi del tutto privi di neve. * con lui, *leanor sent) giungere limbara$$o e il rimorso, insieme alla consapevole$$a che non si sarebbe dovuta lasciare andare a ci che stava .acendo. +onch! la solita ribelle testardaggine, mentre si ripeteva che non le importava nulla dei suoi giudi$i su di lei, n! del .reddo rimprovero che le avrebbe impartito successivamente. 8ett indietro la testa gridando e si chin a raccogliere una nuova palla di neve.

7o colp) sulla mascella, tra il mento e lorecchio. *ra il punto pi/ terribile dove colpire 2ualcuno con una palla di neve, perch! era impossibile togliersela di dosso sen$a evitare che 2ualche cristallo di ghiaccio trovasse il modo di scivolare nel collo del malcapitato. 7o guard, rise e si pieg a raccogliere altra neve, puntando con lo sguardo lo $io %am, che laveva centrata sul gomito pochi attimi prima. Poi, di colpo, le manc la terra sotto i piedi e urlando si ritrov a scalciare nellaria. 9oveva essere stato =il.red, pens indignata, prima di al$are lo sguardo e scoprire chi laveva sollevata tra le braccia, e ora la stava portando via dalla battaglia. %embrava arrabbiato. ;h, cielo, pens, adesso sono davvero nei guai. 9oveva aver .erito il suo orgoglio aristocratico. * cominci a ridacchiare. Ma lui non stava puntando in dire$ione della casa. 9improvviso, e in modo piuttosto allarmante, la .ece ondeggiare di lato e la lanci in aria, costringendola a strillare e ad agitare inutilmente braccia e gambe. * poi atterr dritta nel mucchio di neve contro il 2uale i bambini si erano lanciati .ino a poco tempo prima. ;vviamente, atterr di .accia con la bocca aperta, e poco dopo si ritrov a dibattersi nel vano tentativo di rimettersi in piedi. 7a neve era troppo pro.onda e so..ice. Permettetemi di aiutarvi, mia signora. 7a sua voce era gelida, ma la mano tesa verso di lei sembrava solida e rassicurante, e lo scintillio nei suoi occhi sarebbe potuto essere 2ualsiasi cosa, dalla rabbia al trion.o al divertimento. #llung cautamente una mano e la pos nella sua. Torn in piedi cos) in .retta da riuscire a .ermarsi soltanto 2uando si ritrov contro il solido muro del suo petto. #l$ lo sguardo su di lui. # volte, comment il conte 1 pi/ semplice portare lavversario verso la palla di neve, che non il contrario. %oprattutto 2uando lavversario 1 tanto stolto da scoppiare a ridere dopo aver messo a segno un colpo. 7ei si morse il labbro in.eriore, sen$a sapere se ridere o mostrarsi dispiaciuta, e lo sguardo di lui si abbass a .issare le sue labbra. *, santo cielo, era ancora contro di lui. 4ome se non .osse capace di stare in piedi da sola. 4osa che probabilmente in 2uel momento era vera. %i rese conto del rumore incon.ondibile delle risate, e si accorse che 2uesta volta tutti stavano ridendo allunisono. 7a battaglia si era .ermata e tutti avevano assistito al suo tu..o nella neve. 7a maggior parte dei presenti si stava spa$$olando via la neve da cappotti e mantelle, battendo insieme i guanti per ripulire anche 2uelli. 4os) si .a, raga$$o esclam lo $io %am. #lle donne piace essere trattate in modo rude;h, $io %am- %i lev un coro di proteste indignate dalle cugine. Tutti sapevano che lo $io aveva sempre trattato sua moglie Irene come una dea greca, come al padre di *leanor piaceva sempre ripetere. 7ei si allontan dal marito, decisamente a disagio, e si spa$$ol la mantella, completamente coperta di neve. %anto cielo, per un attimo aveva pensato che lui .osse sul punto di baciarla. #veva avvertito una vampa di calore attraversarla, nonostante la neve scivolata dentro ai

suoi vestiti. * poi la sua grande mano sicura prese a liberarla dalla neve attaccata sulla schiena, e lei prov di nuovo 2uel calore. 4redo, mia signora, decret lui che sia meglio riportare in casa i nostri ospiti per la cola$ione, se stamattina vogliamo andare a prendere le decora$ioni natali$ie nel parco. %) mormor lei, appoggiandosi al suo braccio teso. +ot che nel .rattempo i bambini si erano messi a .are un pupa$$o di neve. 8li altri parlavano tutti insieme, una caratteristica tipica della sua .amiglia. Poich! alla .ine non cera in programma nessuna battuta di caccia e con tutta probabilit3 si sarebbe .atto 2uasi me$$ogiorno prima che tutti si .ossero al$ati e .ossero pronti ad andare alla ricerca di piante natali$ie, il conte di Falloden aveva deciso di uscire prima e di sbrigare alcune .accende che altrimenti avrebbe dovuto portare a termine pi/ tardi nella giornata. *ra tornato a casa aspettandosi di trovare soltanto i pi/ ardimentosi dei suoi ospiti gi3 in piedi e pronti a .are cola$ione. Invece, si era trovato di .ronte a una scena che non aveva mai visto prima a 8ren.ell Par:, e che non si era mai sognato di vedere. 0uasi tutti i suoi ospiti erano nel cortile di .ronte alla casa, impegnati in una violenta e chiassosa battaglia a palle di neve. Per.ino tre dei suoi amici erano tra loro, si era reso conto, avvicinandosi. * sua moglie. 7a sua prima rea$ione era stata di .astidio. %ua nonna si sarebbe rivoltata nella tombaTutto era stato sempre portato avanti con pacata dignit3, a 8ren.ell Par:. * cosa avrebbero pensato i servitori" %oprattutto 2uando avessero visto sua moglie l) .uori insieme agli altri, intenta a strillare, a ridere e a giocare con lo stesso entusiasmo degli ospiti. Ma poi, 2uando si era avvicinato, .ermandosi ai piedi della scalinata dingresso, aveva cominciato a provare una certa invidia. Tranne che durante i suoi anni di scuola, era cresciuto sempre da solo. * a casa, sia con i suoi genitori che successivamente con i nonni, gli era sempre stato richiesto un comportamento decoroso. Per.ino a +atale. Per.ino 2uando un so..ice strato di neve copriva tutto. +on gli era mai stato permesso di cedere alla spontaneit3. #veva provato invidia, e un certo desiderio di unirsi al divertimento generale. * al diavolo i servitori, se non avessero appre$$ato la vista del loro conte e della loro contessa che giocavano nella neve, aveva pensato con noncuran$a, un attimo prima che una palla di neve gli arrivasse sul viso, trovando il modo di scivolare gelida sotto al bavero del cappotto. #veva capito che era stata sua moglie a colpirlo 2uando laveva vista scoppiare a ridere e chinarsi per raccogliere altra neve. #veva agito per puro istinto, a 2uel punto, una cosa che non .aceva 2uasi mai neanche adesso, pi/ di nove anni dopo la morte di suo nonno. +on era neanche stato certo di cosa volesse .arle, 2uando laveva sollevata tra le braccia, allontanandosi dal campo di battaglia con lei. Ma 2uando aveva visto 2uel mucchio di neve non aveva resistito. * non riusciva a ricordare un momento pi/ divertente di 2uello in cui laveva lanciata nella neve, guardandola volare in aria agitando go..amente braccia e gambe, piombando poi in 2uel so..ice ammasso candido. #vrebbe voluto ridere a s2uarciagola, e lavrebbe anche .atto, se lei non lavesse .issato con tanta guardinga indigna$ione. %e si .osse potuta guardare allo specchio in 2uel momento, aveva pensato lui, probabilmente sarebbe morta di vergogna. #veva il naso e le guance lucidi e rossi, i

capelli bagnati e spettinati sotto il cappuccio, ed era completamente coperta di neve. Per.ino ciglia e sopracciglia erano spolverate di bianco. * tuttavia, 2uando laveva aiutata a rimettersi in piedi, tirandola a s!, si era reso conto di desiderarla, come laveva desiderata in ogni istante da 2uando erano arrivati in campagna. +onostante 2uellaspetto disordinato, era bellissima. * aveva scoperto anche unaltra cosa. 7a campagna e larrivo della sua .amiglia avevano contribuito a .ar sbocciare in lei un calore, una vitalit3 e una spontaneit3 che avevano risvegliato in lui il desiderio di 2ualcosa che non aveva mai provato prima. %e lei era davvero cos) e non la .redda statua di marmo che aveva conosciuto a 7ondra... 0uel pensiero gli toglieva il .iato. 7a $ia <er6l, la $ia *unice e la $ia @uth restarono in casa per cercare le decora$ioni natali$ie in so..itta. Tutti gli altri scesero nellingresso, ben coperti e pronti a uscire. #vvolgetevi bene 2uella sciarpa intorno al collo raccomand la $ia <er6l al conte, con materna sollecitudine. +on vorrete buscarvi un malanno proprio a +atale. Il conte concord docilmente e obbed), coprendosi bene. +on preoccupatevi di nulla, 2ui, @and6 lo rassicur la $ia *unice. #vremo organi$$ato tutto alla per.e$ione, per 2uando tornerete a casa. 7ui non aveva dubbi in merito. *llie, cara sussurr la $ia @uth, abbracciando la nipote. Ma che splendido gentiluomo. Il caro Joseph 1 stato cos) bravo a trovarlo. * non 1 .reddo e alte$$oso come temevo, essendo un conte, sai. 'ai visto come si 1 seduto sul bracciolo della mia poltrona, ieri sera, proprio come se .osse un membro della .amiglia" * naturalmente lo 1, anche se da parte sua 1 stato davvero un gesto deli$ioso. ;h, che .elicit3. Pensaci, tesoro? la mia piccola *llie, una contessa. 7a piccola *llie, che sovrastava la $ia di 2ualche centimetro, si pieg a baciarla su una guancia. 9evi essere davvero .elice, tesoro concluse la $ia @uth con un sospiro beato. 7o sono, $ia le assicur *leanor con un sorriso, e al momento non mentiva. %uo marito stava ridendo a una battuta dello $io 'arr6, e davvero sembrava un membro della .amiglia. Jenn6 si era arrampicata sulle spalle del padre, mentre 9avie camminava nella neve pi/ alta che riusc) a trovare. Il visconte %otherb6 camminava a..iancato ai genitori dei due piccoli. 8eorge o..r) il braccio a Mabel e Mr <adcombe si trov circondato da Muriel, %usan, 'arve6 e Jane. %ir #lbert 'agle6 era rimasto un po indietro con @achel. 7a $ia 4atherine era tra lo $io 'arr6 e il cugino #ubre6. 7ord 4harles chiacchierava con =il.red. * lo $io %am e lo $io <en a..iancavano il conte e la sua contessa. 4hi 1 che solitamente vi aiuta a prendere le decora$ioni di +atale nel parco e a portare dentro il ceppo natali$io, @and6" domand lo $io <en. 7anno scorso non sono stato 2ui a +atale, signore spieg il conte. * per gli otto anni precedenti, 8ren.ell Par: 1 appartenuta a mio cugino. +on venivo 2ui a trascorrere le .estivit3.

#i tempi dei miei nonni, credo .ossero i servitori a decorare la casa. (ostro cugino abitava 2ui, e voi non siete mai venuto" intervenne lo $io %am, aggrottando la .ronte. 0uanto 1 grande la vostra .amiglia, raga$$o, e dove sono gli altri" *ravate soltanto voi e vostro cugino" 'o vari $ii e $ie e cugini ammise il conte. Ma temo che non siamo mai stati molto uniti. Incredibile comment lo $io %am, lanciando uno sguardo al .ratello. +on trovi, <en" +iente riunioni di .amiglia" +iente con.usione e urla. %oltanto pace, tran2uillit3 e serenit3. Ti sarebbe piaciuto, eh" Pace e tran2uillit3 con *unice" esclam lo $io <en. 7e riunioni di .amiglia mi permettono di starmene un po lontano dalle sue chiacchiere, %am. ;h, $io <en- lo rimprover *leanor. >;h, $io <en- le .ece il verso lui, divertito. * cos), erano i servitori a pensare alle decora$ioni, eh, @and6" Ma cos) vi perdevate la met3 del divertimento del +atale. * poi" Mangiavano anche il pudding, bevevano il vin brul!, cantavano le can$oni natali$ie e si baciavano sotto il vischio" Il conte sorrise. Il +atale 1 sempre stato un momento molto tran2uillo per me e la mia .amiglia spieg. +on molto diverso dagli altri giorni dellanno, an$i, .orse un po pi/ deprimente. 9eprimente" Il +atale" 7a voce dello $io %am era salita a livelli preoccupanti. 0ueste due parole non stanno bene insieme, giovanotto. +on potrebbero trovarsi vicine in nessun caso. 9ico bene, *llie" Ma naturalmente, 2uestanno avete *llie con voi, e sono certo che non ci sar3 nulla di deprimente. +on 1 cos), raga$$a mia" #ssicurati di tenere da parte un rametto di vischio, 2uando torneremo a casa, e appendilo sopra al letto. Fa miracoli per scacciare la malinconia natali$ia. *hi, sta arrossendo, <en" Tu sei pi/ vicino di me. %ta arrossendo, eh" Penso proprio di s) comment lo $io <en. #nche se lo nasconde bene, gra$ie al .reddo. * @and6 sta arrossendo, %am" 0uesto sarebbe pi/ interessante da sapere. +on vorrei mai mettere .ine a 2uesto piacevole scambio di battute, interlo2u) il conte ma abbiamo raggiunto un bivio. *, con grande sollievo di *leanor, le lasci il braccio per richiamare latten$ione di tutti. I pini e i cespugli di agri.oglio si trovavano a est della casa, mentre gli alberi pi/ massicci, tra cui le 2uerce con il vischio, erano a nord. <en presto diversi uomini, tra cui lo stesso marito di *leanor, si diressero a nord per trovare un ceppo di +atale, e 2ualcuna delle raga$$e and con loro per raccogliere il vischio. 7ei si diresse a est con tutti gli altri per cercare lagri.oglio e prendere 2ualche ramo di pino. * si ritrov =il.red al .ianco mentre ancora si stava riprendendo dallimbara$$o di aver ricevuto il consiglio di appendere il vischio sulla testiera del letto, alla presen$a di suo marito. 8li sorrise e allung il passo, in modo che la $ia 4atherine e lo $io 'arr6 non li distan$iassero troppo.

*llie esord) lui, a voce bassa, puntando direttamente lo sguardo nel suo. 4ome stai" %i erano sempre cercati, prima ancora di capire di essere innamorati. Fino a 2uel momento, le era sempre sembrato giusto. 7ui era molto alto, pi/ di suo marito. 7e era sempre piaciuto il .atto di arrivare a s.iorare appena la sua spalla con la testa. 7a sua statura laveva sempre .atta sentire piccola e .emminile. %to bene dichiar, sorridendogli ampiamente. * tu, =il.red" 9evi essere molto .elice del tuo avan$amento di carriera. @accontami tutto. In realt3, non molto ammise lui. #desso sembra tutto abbastan$a inutile. ;h rise lei. Probabilmente allora non ti sei ancora abituato alla tua nuova e migliore condi$ione, =il.red. Il cugino #ubre6 deve essere molto .iero di te. 4ome ti tratta, *llie" le domand lui. +on ti chieder se sei .elice. Ma almeno ti tratta con gentile$$a" Ma naturalmente ribatt! lei con unaltra risata, mentre si avvicinavano agli alberi di pino e lei ricordava come soltanto lestate precedente entrambi non avessero avuto occhi per nessun altro, e come si .ossero tenuti per mano ogni volta che erano lontani da sguardi indiscreti, e come si .ossero scambiati baci appassionati tutte le volte che avevano potuto. #ppena unestate prima. Pochi mesi prima. * sembrava una vita .a. * poi raggiunsero gli alberi e lo $io 'arr6 li organi$$ in modo che gli uomini prendessero i rami che volevano e le donne li trascinassero via, ammucchiandoli per poterli poi portare a casa. Parlarono e risero molto, mentre lavoravano sodo. Mentre .aceva la sua parte, *leanor not che il visconte %otherb6 stava sorridendo a Muriel mentre le tendeva un ramo verde, e vide con la coda dellocchio 8eorge e Mabel scambiarsi un rapido bacio, dietro al sipario di un altro .rondoso ramo. #nche lei avrebbe potuto scambiarsi sguardi e baci, consider, se soltanto avesse potuto cancellare gli eventi dei due mesi precedenti. %e suo padre .osse stato ancora vivo. %e non avesse organi$$ato il suo matrimonio con il conte di Falloden. %e... se e se. Pens che suo marito non aveva mai realmente conosciuto il +atale. 9oveva essere stato un bambino e poi un raga$$o molto solo. Il +atale era sempre stato un giorno 2ualun2ue, per lui, an$i, .orse un po pi/ deprimente degli altri. #veva una .amiglia a cui non era mai stato vicino. +essuno di loro era a 8ren.ell Par:, per .esteggiare con lui 2uel +atale, mentre la .amiglia di lei era tutta riunita l). Tranne suo padre. +on ci aveva pensato consapevolmente .ino a 2uel momento. 7ui aveva 2uattro amici al suo .ianco, ma nessun parente. Fu improvvisamente colpita da una sensa$ione di triste$$a e desiderio. ,n desiderio sen$a nome, tuttavia. +on riusciva a identi.icarne la .onte. %i pieg a raccogliere 2ualche ramo pi/ piccolo e leggero per permettere anche a 9avie e Jenn6 di portarli a casa nella neve, e 2uasi non si rese conto degli sguardi appassionati che =il.red le stava rivolgendo. %ir #lbert 'agle6 non aveva voluto unirsi al gruppo in cerca di decora$ioni naturali. *ra venuto a 8ren.ell Par: per la battuta di caccia e gli era sembrato scortese da parte degli ospiti convincere @andolph a cambiare idea. +on che desse la colpa allamico, ovviamente. I Transome

erano in maggioran$a schiacciante, a dir poco. * poi il suo umore si era incupito ancora di pi/ 2uando era uscito dalla sala della cola$ione deserta, trovandosi davanti un gruppo di gente chiassosa e coperta di neve che rientrava, con il conte di Falloden davanti a tutti, e si era reso conto di essersi appena perso una battaglia a palle di neve. ,nattivit3 niente a..atto dignitosa. * Miss @achel Transome era l) in me$$o al gruppo, intenta a ridere e a scher$are con 'arve6 8ullis, che non era neanche un suo parente diretto, se aveva capito bene le parentele, la sera prima. #veva le guance rosse e gli occhi scintillanti, ed era spettinata e bagnata di neve, e al tempo stesso deli$iosa, la pi/ attraente delle giovani donne su cui avesse mai messo gli occhi. #veva deciso di evitarla, per 2uel giorno. Poteva anche essere la .iglia di un locandiere, bella e sensibile, e poteva sentirsi attratta da lui 2uanto lui si sentiva attratto da lei. Ma la verit3 era che il locandiere era l) con lei, e lo sovrastava decisamente per sta$$a. * cerano tanti altri parenti della raga$$a, pronti a di.endere il suo onore. ;ltretutto, lui era anche ospite a casa di @andolph, nonch! suo testimone di no$$e. * come se non bastasse, aveva gi3 scoperto a sue spese come si comportavano le donne delle classi in.eriori, gra$ie a una certa Miss *leanor Transome, ora contessa di Falloden. #veva deciso di stare il pi/ possibile lontano da Miss @achel Transome, per 2uel giorno, in ogni caso. Perch! non poteva corteggiarla o tentare di sedurla? le sue atten$ioni sarebbero state interpretate in ben altro modo, e lui si sarebbe ritrovato incatenato alla .iglia di un locandiere prima ancora di poter battere le ciglia. * tuttavia, laveva vista rivolgergli un sorriso mentre .aceva scivolare il cappuccio della mantella sulle spalle, liberando i capelli umidi di neve. *d era arrossita, anche se pi/ tardi si era reso conto del .atto che doveva avere le guance rosse per il .reddo, e che se .osse arrossita non se ne sarebbe comun2ue accorto. #lla .ine di tutto, comun2ue, si era ritrovato ad andare a caccia di rami verdi con tutti gli altri. %i era ripetuto pi/ volte la scusa che non poteva essere lunico uomo a rimanere in casa con le $ie che cercavano le decora$ioni in so..itta. %en$a dubbio, si sarebbe ritrovato a .rugare in scatole piene di polvere e ragnatele, se avesse commesso una tale sciocche$$a. 4os), era andato a cercare il vischio. * naturalmente, si era ritrovato a camminare al .ianco di @achel Transome, parlando con lei e perdendosi 2uasi tra le 2uerce, rendendosi conto di essere solo con lei soltanto 2uando scese dal tronco di una vecchia 2uercia per posare nella sua mano tesa dei ramoscelli di vischio. * poich! erano soli, e lei gli sorrideva in modo cos) solare, e poich! era un idiota che non riusciva a evitare i guai neppure 2uando sua madre e le sue sorelle non erano l) a spingercelo dentro, prese un rametto di vischio, lo sollev sopra di loro e la baci sulle labbra morbide e .redde. %anto cielo, pens, scostandosi dopo 2uel lieve tocco tentatore, e sorridendo alla raga$$a come un ebete. %anto cielo, sarebbe dovuto stare lontano da 8ren.ell Par:. #vrebbe dovuto trascorrere le .este con la sua .amiglia. +on si sarebbe dovuto .ar prendere dalla compassione per @andolph, venendo a dargli supporto morale di .ronte a 2uella stranissima .amiglia. %trana, chiassosa, caotica e piena di calore e a..etto.

4osa .ate nella locanda di vostro padre" le domand. %e la immaginava in grembiule e crestina, con uno spolverino di piume in mano. Immagin gli avventori che le pi$$icavano il didietro e gli sarebbe piaciuto metterli tutti in .ila per poi .ar co$$are le loro teste una contro laltra. +on .accio nulla spieg lei, sorridendo. (iviamo in una casa accanto alla locanda principale. %apete, mio padre ne possiede diverse. #iuto mia madre con le .accende domestiche. 9ue volte alla settimana, insegno a scuola. # volte, la mia vita mi sembra un po insigni.icante ammise in.ine, imbronciandosi lievemente. <e, tanti saluti alla .antasia di lei in grembiule e crestina, dun2ue. %ar3 meglio che ritroviamo gli altri comment, lasciando che lei gli si a..iancasse, con il vischio stretto tra le mani. %i scambiarono racconti della scuola e delluniversit3. 7ei aveva .inito le scuole. 7atino e storia erano le sue materie pre.erite. 7ui le raccont che aveva sempre pre.erito il cric:et. * scoppiarono allegramente a ridere. %ir #lbert sper con tutto il cuore che non uscissero dagli alberi ritrovandosi di .ronte Mr <enKamin Transome pronto a sventolargli un contratto matrimoniale sotto il naso. Ma luomo, ovviamente, stava aiutando gli altri a trascinare il ceppo natali$io. 0uando tuttavia il giovane si rese conto delle e..ettive dimensioni di 2uel tronco, non ne .u poi molto consolato. Ma accidenti a lui, 2uella raga$$a era cos) carina e dolce- * sensibile, e allegra. * ora che era troppo tardi, si scopr) a desiderare di aver indugiato per 2ualche secondo in pi/ su 2uelle labbra deli$iose.

L *ra stato un giorno decisamente stancante. 4era stata la battaglia a palle di neve la mattina presto. * poi cera stata la lunga spedi$ione nella neve e tra gli alberi per portare a casa il ceppo di +atale e i rami. * il pran$o, seguito dalla decora$ione allegra e chiassosa del salotto, della sala da pran$o, dellingresso e delle scale, con almeno una do$$ina di voci a dare ordini e unaltra do$$ina a contraddirli. *ra incredibile, si ritrov a pensare il conte di Falloden 2uando .u tutto .inito, che ce lavessero .atta e che ora la sua casa sembrasse tanto diversa. %.oggiava unatmos.era .estosa e calda, e il pro.umo era meraviglioso. 4era la ghirlanda di vischio sotto la 2uale baciarsi, .atta con amore dalla $ia @uth e da Jane 8ullis, al centro del salotto, e cerano altri ramoscelli della stessa pianta sistemati nei punti pi/ impensati, in modo che 2uando le coppie pi/ improbabili si ritrovavano a passarci sotto, un coro di voci deli$iate chiedeva a tutti i costi un bacio. %ua moglie e 'agle6, per esempio, erano sembrati al2uanto imbara$$ati, 2uando si erano 2uasi scontrati sulla soglia del salotto, ed erano arrossiti violentemente 2uando si erano trovati costretti a scambiarsi un bacio sulle labbra. * %otherb6 e Muriel =ee:es sulla panca del piano.orte, anche se il conte aveva il sospetto che lavessero .atto

apposta, come anche non doveva essere stato casuale lincontro tra 8eorge 8ullis e la sorella di Muriel ai piedi delle scale. * come se non avessero gi3 speso abbastan$a energie, una volta giunta la sera, decisero tutti allunanimit3 A spesso era di..icile, con i Transome, scoprire chi era stato a dare il suggerimento ini$iale di unidea A di giocare ai mimi, ovviamente con la massima competi$ione possibile tra le s2uadre. Il conte scopr), con sua grande sorpresa, di essere piuttosto abile in 2uel gioco, al 2uale si era unito nonostante non ci avesse mai giocato prima e sebbene si sentisse come se la sua casa e la sua vita .ossero state invase da unorda proveniente da un altro pianeta. %oprattutto, .u molto sorpreso 2uando venne applaudito con entusiasmo dalla sua s2uadra, che attribu) a lui e alle sue capacit3 di recita$ione la vittoria ottenuta. %i sentiva piuttosto soddis.atto di 2uella giornata, e ini$iava a chiedersi se in e..etti la gente non avesse ragione a eccitarsi tanto per il +atale. * sua moglie era radiosa, .elice e amabile. +on avevano discusso neanche una volta per tutto il giorno, anche se, naturalmente, non avevano mai avuto occasione di stare da soli. @icord, improvvisamente, le battute scher$ose degli $ii riguardo al vischio che lei avrebbe dovuto appendere sulla testiera del letto, e il suo respiro si .ece lievemente pi/ rapido, in modo tuttaltro che spiacevole. %i rese conto, con una certa sorpresa, di sentirsi rilassato. 4ircondato dai Transome, non pi/ padrone in casa sua e neanche certo che lui e i suoi amici sarebbero mai riusciti a organi$$are 2uella .amosa battuta di caccia, si stava sentendo... .elice. *ra la parola giusta per descrivere il suo stato danimo" *ra .elice" *leanor non si sentiva a..atto .elice come stava tentando in tutti i modi di sembrare. =il.red non laveva lasciata sola un attimo per tutto il giorno, e a parte la triste$$a che le causava la sua vicinan$a, temeva anche che 2ualcuno potesse accorgersene. %uo marito, per esempio. Tutti gli altri dovevano aver capito da un anno e pi/ che si piacevano, anche se non avevano mai dimostrato pubblicamente la..etto reciproco che provavano. 7ui aveva camminato al suo .ianco tornando a casa con i rami di pino, e si era premurato di passarle nastri e ghirlande da intrecciare allagri.oglio sistemato sul corrimano delle scale. 0uando avevano giocato ai mimi, si era messo nella sua s2uadra. * ora, al momento del t1, aveva provato a condurla verso il piano.orte, per cercare il pe$$o che era stato suonato la sera prima. * cera un ramoscello di vischio, sopra al piano.orte. +on poteva pi/ andare avanti cos), decise lei. 7a tensione di avere nella stessa stan$a suo marito e luomo che sarebbe dovuto esserlo stava diventando insopportabile. 9obbiamo parlare mormor a =il.red, e poi al$ la voce in modo che tutti coloro che erano a portata di orecchio, suo marito compreso, sentissero che aveva inten$ione di accompagnarlo in biblioteca per scegliere un libro da portarsi in camera per 2uella sera. 7e sembrava una scusa abbastan$a inattaccabile. 8eorge e Mabel si erano gi3 scusati con il resto del gruppo ed erano scesi nella lunga galleria, e non per guardare i ritratti appesi sulle pareti, ma per ammirare, .uori dalle .inestre, la luna e le stelle. Ma 8eorge e Mabel erano .idan$ati, e ovviamente nessuno si era sognato di opporsi a 2uella decisione, sebbene la $ia <er6l avesse ricordato a Mabel di tornare entro una me$$ora. *leanor appoggi sulla scrivania della biblioteca il candeliere che aveva portato con s! e

si volt con determina$ione verso =il.red. #vrebbe pre.erito che lui avesse chiuso la porta dietro di loro, ma non voleva girargli intorno per .arlo lei stessa. * poi .orse sarebbe stato meglio se il battente .osse rimasto aperto. 4erano servitori di cui le interessava che avessero una buona opinione di lei. *llie esord) lui, andandole incontro. Ma lei sollev una mano per .ermarlo. +on ti avvicinare, =il.red lo ammon). Per .avore. Ma come posso starti lontano" le domand lui, pur .ermandosi, e guardandola con gli occhi scintillanti di desiderio. *llie. #more mio. Io non sono la tua innamorata dichiar lei .ermamente. +on pi/. %ono una donna sposata, =il.red. Ma tu non lo ami obiett lui. 7hai .atto per tuo padre, *llie. %o che hai sempre dispre$$ato i membri della nobilt3 e dellalta societ3. * tuttavia ribatt! lei 1 mio marito. *llie. =il.red avan$ di un altro passo, tendendole entrambe le mani. 7ei le .iss e strinse le proprie ancora pi/ .orte in grembo. 7e sentiva .redde. 4ome sentiva .reddo nel cuore. =il.red era alto e snello e sembrava ancora un raga$$o, sebbene avesse soltanto un paio danni meno di suo marito. %e tu avessi risposto alla mia lettera dicendo di volermi sposare, anche se non avevi molto da o..rirmi, dichiar lei avrei discusso di pi/ con mio padre. * avrei mantenuto la mia decisione, se necessario, .ino alla maggiore et3, anche se non credo che mio padre si sarebbe opposto. 7ui mi voleva bene. ;ppure, se tu mi avessi scritto di attenderti .inch! non avessi potuto o..rirmi una vita pi/ agiata e salvare cos) il tuo orgoglio, io ti avrei aspettato. Per cin2ue anni. Per dieci. Per 2uanto tempo ci .osse voluto. Ma mi hai scritto dicendomi che mi lasciavi libera. Mi hai detto di .are ci che mio padre voleva che .acessi. 9evi sapere le rispose lui come mi sono sentito, *llie, 2uando ho saputo a 2uale matrimonio tuo padre aspirasse per te, e 2uanto poco avessi da o..rirti io, invece. 9evi capire che dovevo .are 2uel nobile gesto. * tuttavia, replic lei, .issandolo con uno sguardo .erito sei venuto 2ui, =il.red. 0uesto 1 stato un gesto nobile, secondo te" * mi hai scritto 2uella lettera, dopo la morte di mio padre, e dopo che ero gi3 sposata. 0uello 1 stato nobile" Perch! sei venuto" 9esiderava con tutto il cuore che ci .osse una buona ragione, ma non poteva essercene alcuna. * non era abituata a considerare =il.red meno che per.etto. 4ome potevo restare lontano da te" le domand lui. *llie, mi addolora terribilmente vederti, e vedere lui, e sapere che tu gli appartieni. ;h, come potevo starti lontano" Forse avresti dovuto .arlo per il mio bene dichiar *leanor. +on hai pensato a come mi sarei sentita io, nel vederti 2ui, =il.red" +el ricordare di noi" * nel sapere che il destino ci ha giocato uno scher$o cos) crudele" ;h, =il.red, non avevi capito che avevi la possibilit3 di diventare socio della tua compagnia" +on lavevi neanche sospettato" #vresti potuto mantenere lorgoglio e

sposarmi, dopotutto. Ma 1 troppo tardi. ;h, 2uanto avrei pre.erito che tu non .ossi mai venuto. 7ui si avvicin di un altro passo. +on lo pensi davvero a..erm. * sai di amarmi ancora. 7ascia che ti abbracci, *llie. %olo una volta. %ono sposata scatt lei. Ma non per tua scelta. 7a sua voce si era .atta carica di urgen$a. 9immi che lo ami, *llie, o che almeno tieni a lui. 9immelo, e me ne andr stasera stessa. Te lo giuro. Ma tu non lo ami, non 1 cos)" %ai che non lo amo mormor lei. 7ho sposato perch! mio padre era cos) convinto che .osse la cosa giusta, ed era cos) prossimo alla morte, e non mi sembrava giusto .erirlo, visto che tu avevi deciso di non sposarmi. Ma i miei sentimenti per lui non hanno niente a che .are con 2uesta situa$ione, =il.red. Il .atto 1 che ho acconsentito a sposarlo e lho sposato, e non posso pi/ assecondare il mio amore per te. 9evi capirlo. ;h, per .avore, devi capirlo. 9evi smettere di guardarmi come hai .atto per tutto il giorno. +on saresti dovuto venire 2ui. ;h, 2uanto vorrei che tu non .ossi mai venuto. +on riesco a sopportarlo. *llie. 7a sua voce era un basso gemito. Io ti amo. & stato soltanto per amore che ti ho lasciata libera. Pensavo di non avere niente da o..rirti. Ma mi sbagliavo. +iente ha pi/ importan$a del nostro amore. * ora avrei tanto da o..rirti. 7unica cosa che desideravo sussurr lei era il tuo cuore. +on volevo ricche$$e. Meno che mai una posi$ione. 7a sua voce tremava. %tava lottando per trattenere le lacrime? non poteva tornare al piano di sopra con gli occhi rossi. (attene gli intim. Ti prego, vattene. +on sarei neanche dovuta venire 2ui in biblioteca con te. ;ra ho bisogno di restare sola. *llie mormor lui. Ti prego lo implor *leanor. 7ui si gir bruscamente e lasci la stan$a. 7ei si volt verso la scrivania e vi si appoggi pesantemente con le braccia. 4hiuse gli occhi e inspir pro.ondamente pi/ volte per calmarsi. =il.red non sembrava capire che era tutto diverso, adesso, e che per 2uanto potessero rimpiangere le decisioni prese negli ultimi due mesi, non cera modo di tornare indietro e cambiare le cose. 7o biasimava per essere andato l). * per averle scritto 2uella lettera damore. * tuttavia, non voleva dargli alcuna colpa. #vrebbe voluto trovare dei motivi per scagionarlo. Ma cosa voleva da lei" ,na rela$ione clandestina" +on capiva che era sposata e che per lei i voti del matrimonio erano sacri e inviolabili" +on la conosceva, in .ondo" In.ine si scost dalla scrivania, lo sguardo abbassato verso il pavimento. %e non .osse tornata al pi/ presto al piano di sopra, 2ualcuno sarebbe venuto a cercarla. %i raddri$$ e sollev la testa. %uo marito era sulla soglia, con una spalla contro lo stipite e le braccia conserte sul petto. 7ei rest immobile a guardarlo entrare e chiudere la porta. @est l) a guardarla a lungo. *ra pallida, ma non stava piangendo. * sosteneva come sempre il suo sguardo. *ra ovvio, non avrebbe mai accettato di abbassare gli occhi.

*bbene, mia signora esord) in.ine. Immagino che voi abbiate sentito tutto sussurr lei. 4hi origlia, di..icilmente sente parlare bene di s!. +on sospettavo neanche che ci .osse bisogno di origliare comment lui. & vostro cugino, dopotutto. (i avevo seguito soltanto per aiutarvi a scegliere un libro, poich! conosco la biblioteca meglio di voi. Ma non mi pare che avesse bisogno di un libro, vero" & uscito di 2ui a mani vuote. +o rispose lei. +on aveva bisogno di un libro. Ma non avete nulla di cui accusarmi, mio signore. %e avete sentito tutto, di certo ne siete consapevole. # 2uanto pare, comment lui non sono lunico ad aver dovuto rinunciare a un amore a causa di 2uesto matrimonio. 8i3 ammise lei. *, a 2uanto pare, continu il conte mi avete sposato unicamente perch! pensavate che vostro cugino non vi volesse, e perch! vostro padre stava morendo e volevate compiacerlo. *satto. +on perch! volevate essere una contessa e .are parte dellalta societ3" 7ei lo .iss con sdegno. *ra ovvio che voi poteste pensarlo dichiar. Probabilmente, per voi non c1 punto pi/ alto a cui una donna potrebbe aspirare nella vita. Ma io pre.erisco le persone vere, mio signore. Pre.erisco chi lavora sodo per ottenere 2uello che vuole, rispetto a chi vive sulle spalle degli altri, per poi dilapidare la propria ricche$$a vivendo in modo sregolato e irresponsabile. 4ome ho .atto io, le rispose lui per .inire nelle sabbie mobili dei miei debiti. 8i3. *bbene. 7a .iss cupamente. 7e cose non sono sempre come sembrano. Forse potrei illuminarvi in merito, ma .rancamente non ho alcun desiderio di .arlo ora. >%ai che non lo amo aveva detto lei al cugino, 2uando =il.red le aveva chiesto se amava suo marito. 0uelle parole, e il tono indignato con cui le aveva pronunciate, gli riecheggiavano nella testa. * lo avevano .erito, per 2uanto 2uella rea$ione .osse sciocca. #veva sempre saputo che lei non lo amava. +essuno dei due aveva mai .into dei sentimenti nei con.ronti dellaltro. #n$i, al contrario. Tuttavia, 2uelle sue parole lo avevano .erito. Forse perch! le aveva con.essate a un altro" Perch! ora 2ualcun altro sapeva 2uanto .osse vuoto e sterile il loro matrimonio" >7unica cosa che desideravo era il tuo cuore aveva detto *leanor a suo cugino, la voce bassa e addolorata. 0uelle parole non .acevano che moltiplicare la sua so..eren$a. 7ei amava =il.red *llis, ma lo aveva .ermamente respinto. Il suo comportamento era stato impeccabile. * .orse lui avrebbe desiderato che non lo .osse. +on aveva motivo di in.uriarsi, e tuttavia aveva bisogno di s.ogare ci che provava.

%mettetela di guardarmi in 2uel modo sibil lei, sollevando il mento. 9ite 2ualcosa, o lasciatemi andare. # 2uanto pare, non siamo pari, dopotutto a..erm lui. +on ci siamo sposati per gli stessi motivi venali. *leanor non rispose. * suppongo continu il conte che 2uesta riunione di .amiglia, 2uesto lieto +atale che state appre$$ando tanto, sia stato deliberatamente organi$$ato per .armi capire 2uanto poco abbiate bisogno di me. %iete stato voi a dirmi di invitare degli ospiti gli ricord lei. Ma non avete davvero molto bisogno di me, non 1 cos)" ribad) il conte. (ostro padre vi ha lasciato 2uasi la met3 della sua .ortuna, e avete dei parenti che sarebbero pi/ che .elici di accogliervi a vivere con loro. %e pensate di potervi liberare cos) .acilmente di me, mio signore, ribatt! lei sarete tristemente deluso. +on sareste costretto a convivere con me, immagino, visto che avete diverse case. Ma avete dato la vostra parola donore che avreste provveduto a me. +on vi lascer. +on vi aspettate che lo .accia e non ci sperate. %econdo i valori morali della mia classe sociale, il matrimonio dura per tutta la vita. # 2uanto pare, tuttavia, Mr =il.red *llis non sembra ricordarlo comment lui. +on posso rispondere per =il.red ammise *leanor. %oltanto per 2uello che mi riguarda. %ono io, del resto, il .astidio che vi 1 capitato insieme a 2uello di cui realmente avevate bisogno, 2uando mi avete sposato. Il denaro si pu spendere velocemente e .acilmente. +on dubito che tra un anno sarete sen$a un soldo e pieno di debiti 2uanto lo eravate due mesi .a. Ma io sar sempre 2ui, mio signore. Fareste bene ad abituarvi. & esattamente ci che intendo .are dichiar lui. * ora sar3 meglio che torniamo di sopra in salotto, prima che i nostri ospiti si chiedano se non ci sia capitato 2ualcosa. ;h, mormor lei sicuramente pensano che abbiamo colto loccasione per starcene un po da soli. +on mi preoccuperei per la nostra reputa$ione, mio signore. In .ondo, siamo una coppia appena sposata. Il sarcasmo nella sua voce era caustico. In e..etti, lo siamo ammise lui, avvicinandosi. * sarebbe un peccato deluderli, non trovate" @itengo che al nostro ritorno tutti dovrebbero vedere con.ermati i loro .elici sospetti. 9ovreste avere laria di una donna che 1 appena stata baciata. %i .erm di .ronte a lei, le port una mano alla nuca e la baci sulla bocca. 7ei rest rigida come una statua di marmo, sebbene lui indugiasse ancora per un po, muovendo le proprie labbra su 2uelle di lei, cercando di .arle dischiudere e di ottenere una 2ualche rea$ione. I suoi occhi, not 2uando apr) i propri, non erano chiusi. (ivrete con me le domand, sollevando la testa se non vi toccher" & 2uesto che intendete" 4ome era con vostro padre" >+on toccarmi, non abbracciarmi"

Mio padre so..riva .isicamente spieg lei. #bbracciandolo gli avrei .atto male. Ma non ho alcun diritto di ri.iutare il contatto con voi. +on ho .atto alcuna obie$ione, mio signore. 7ui scoppi a ridere. # parte irrigidire ogni muscolo del vostro corpo comment. %iete mia moglie, come mi avete cos) gra$iosamente ricordato. * per 2uanto entrambi non lo desideriamo, e per 2uanto non ci piaccia dover continuare 2uel che entrambi abbiamo cominciato per nostra libera volont3, 1 cos). *, per dio, voi sarete mia moglie, la mia signora, da oggi in poi. #spettatevi di trovarmi nella vostra stan$a 2uesta notte, e per tutte le notti a seguire. %), mio signore rispose lei. @iusciva a essere docile e sottomessa, e al tempo stesso a sembrare cos) distaccata da somigliare a una .orte$$a inespugnabile. #vrebbe potuto possedere il suo corpo, gli stava dicendo sen$a parole, ma non gli avrebbe permesso di toccare nessunaltra parte di lei. Il suo cuore e la sua anima le appartenevano, e lei non glieli avrebbe mai concessi. %i sent) raggelato, e desider di tornare subito al piano di sopra, dove avrebbe trovato gente allegra, e la .elicit3 e il calore del +atale. 9ove cera per lui lillusione della vicinan$a e per.ino della..etto di una .amiglia. 0uella di lei. 7e rivolse un inchino .ormale e le tese il braccio. (ogliamo tornare dai nostri ospiti" %e desiderate, mio signore. Mise delicatamente il suo braccio su 2uello di lei. * se avete cambiato idea nel volermi dare un aspetto da donna appena baciata. 0uello lo riserver alla discre$ione delle nostre stan$e dichiar lui, con una voce .redda 2uanto 2uella di *leanor. * per la prima volta si rese conto coscientemente di ci che gli era accaduto negli ultimi giorni e per.ino nelle ultime settimane. #veva creduto di voler rendere pi/ vero il loro matrimonio, ini$ialmente, perch! gli era sembrata la scelta pi/ sensata, alla luce del .atto di aver promesso di trascorrere un anno insieme a lei. * tuttavia, la sua decisione non era stata dettata unicamente dal buonsenso. 7aveva desiderata, aveva ini$iato a trovarla attraente. * non soltanto .isicamente. #veva scoperto, soprattutto dallarrivo dei suoi .amiliari, che *leanor era capace di calore, allegria e spontaneit3. *bbene, tanti saluti al buonsenso e al desiderio. 7ei lo aveva sposato per assecondare il volere di un padre morente e perch! luomo che amava si era ri.iutato di sposarla. ;diava laristocra$ia in generale e dispre$$ava lui in particolare. * il calore e la magia del +atale, a cui .orse aveva cominciato a credere durante 2uellultima giornata, erano soltanto delle illusioni. +on era pi/ il +atale a decorare la sua casa, ma delle semplici .ronde che nel giro di 2ualche giorno sarebbero state staccate e portate via. * poi stavano .esteggiando il +atale 2uando il padre di sua moglie era morto da meno di due mesi. +on sarebbero dovuti ancora essere in pieno lutto" 7ui, lei e tutta la .amiglia" Invece, nel salotto si erano rimessi a cantare. #lmeno alcuni di loro. @isuonavano chiacchiere e risate. Tutti 2uei segnali di .elicit3 che .ino a una me$$ora prima il conte aveva pensato di poter condividere. Ma 2uelle persone, i .amiliari di *leanor, venivano da un altro mondo. ,n mondo che gli era precluso, a causa della sua educa$ione e di come era stato cresciuto. * per il

.atto che lui aveva sposato una donna che apparteneva a 2uel mondo, distruggendo in 2uel modo la sua .elicit3 presente e .utura. ; .orse era stata lei a distruggere la sua" +on lo sapeva. Forse erano vere entrambe le cose. #pr) la porta del salotto e si scost per permettere alla moglie di precederlo allinterno. *leanor si scald le mani davanti al .uoco e .iss le .iamme, mentre si sentiva prossima alle lacrime. +on avrebbe pianto, naturalmente. +on ci riusciva. +on era pi/ riuscita a piangere da prima della morte di suo padre. * non lavrebbe comun2ue .atto ora che suo marito poteva entrare nella stan$a da un momento allaltro. %i ritrov a pensare che non sarebbe riuscita ad appre$$are latmos.era natali$ia come sempre, 2uellanno. ;h, per tutto il giorno era sembrato esattamente come tutti gli anni, con tutta la gioia, la meraviglia e la magia che solitamente il +atale portava con s!. Ma non stava andando realmente cos). 7e decora$ioni non erano riuscite a scaldarle il cuore, 2uando era tornata in salotto dalla biblioteca, e le can$oni natali$ie non erano riuscite a riportarle alla mente la grotta di <etlemme e il signi.icato di 2uelle immagini. 9i colpo, mentre unacuta so..eren$a la invadeva, aveva sentito la mancan$a di suo padre e aveva desiderato di non avergli mai promesso di provare la gioia del +atale anche per lui. 4ome ci si poteva costringere a provare la gioia del +atale" 7allegria della sua .amiglia non era riuscita a sollevarle lumore. 7o $io %am aveva voluto sapere, con un tono che aveva attirato latten$ione di tutti i presenti, dove lei e suo marito .ossero stati, e le battute di spirito si erano sprecate tra lo $io %am, lo $io <en e lo $io 'arr6, e a 2uel punto la $ia *unice e la $ia Irene avevano suggerito ai due di ignorarli, mentre la $ia @uth, Muriel e %usan erano arrossite. * poi Tom aveva notato il punto in cui lei si trovava, e laveva .atto notare anche a suo marito, ridendo. 4os), lui era stato costretto a raggiungerla sotto la ghirlanda di vischio, posandole le mani sulle spalle e baciandola sulle labbra, mentre le risate e gli scher$i a..ettuosi erano ricominciati, e la $ia @uth laveva benedetta. *leanor si era trovata a rabbrividire. +on sarebbe stato un +atale .elice, 2uello, dopotutto. *ppure, aveva .atto una promessa a suo padre. 0uasi per caso, aveva incrociato lo sguardo di =il.red dallaltra parte della stan$a, 2uando avevano smesso di baciarsi. * lui non aveva neanche provato a nascondere lespressione di disperata triste$$a che gli era comparsa sul volto. * ora suo marito stava venendo da lei, e il pensiero la .ece rabbrividire ancora. Perch! era stato .erito nellorgoglio. Perch! aveva capito che lei non aveva mai voluto i suoi pre$iosi titoli, e non si sarebbe mai gettata ai suoi piedi per esprimergli la sua gratitudine. Perch! adesso lui sentiva il bisogno di renderla sua e distruggere lorgoglio di *leanor. Ma lei non voleva che andasse cos). %i era illusa .in da 2uando erano arrivati in campagna. +on pensava che lui potesse amarla, o provare una 2ualche .orma di a..etto nei suoi con.ronti, no, certamente niente di cos) .antasioso e impossibile. Ma 2uantomeno sperava che potesse esserci pace, rispetto e magari una blanda .orma di amici$ia, tra loro. *ppure, 2uella speran$a era andata in .rantumi, ora, perch! lui aveva scoperto i suoi sentimenti per =il.red.

=il.red- +on poteva pensare a lui, adesso. +on lo avrebbe .atto. #veva sposato un altro uomo, e ora doveva pensare soltanto al matrimonio. +on aveva senso struggersi per un amore che non sarebbe mai potuto sbocciare davvero. * poi se lo ritrov nella stan$a, sen$a neanche la cortesia di bussare alla porta. %i gir, dando le spalle al .uoco, per .ronteggiarlo. Indossava soltanto la camicia da notte e sembrava serio e cupo. +on certo come sarebbe dovuto essere un uomo che entrava nella stan$a di sua moglie per .are lamore con lei. #vrebbe dovuto nuovamente a..rontarlo e contrastarlo, pens, mentre lo vedeva attraversare la stan$a per raggiungerla. Ma non se la sentiva di combattere. 7aveva .atto, la prima notte di no$$e, soltanto perch! era terrori$$ata. Ma adesso non aveva paura. %i sentiva soltanto molto triste, perch! avrebbe voluto che tutto avvenisse in modo diverso. %en$a 2uella .redde$$a, sen$a 2uella rabbia. %cost una ciocca di capelli dal viso, portandola dietro le spalle. 9i 2ualcosa, preg mentalmente, mentre le mani di lui si allungavano a slacciarle i bottoni della camicia da notte. Ma 2uella preghiera era cos) pro.onda, dentro di lei, da non riuscire neanche a raggiungere i suoi occhi, in cui lui aveva a..ondato i propri. Baciami. Fingi almeno un minimo di tenerezza. Ma lui non disse nulla, e lei rimase immobile e distaccata, mentre lui le denudava le spalle, lasciando scivolare la camicia da notte sul pavimento. @est a guardarla, .orse aspettandosi che lei .acesse ci che aveva .atto la prima notte di no$$e. Forse si aspettava che .osse lei a svestirlo. Ma lei rimase .erma, sen$a neanche cercare di coprire la propria nudit3 con le mani, o di avvicinarsi in modo che lui non potesse guardarla. %draiati le ordin, e lei si volt verso il letto e .ece come aveva detto. 7o .iss dal basso mentre lui si spogliava a sua volta della camicia da notte, abbandonandola sul pavimento. Ti prego, lo implor mentalmente. Oh ti prego non cos!. Ma cosa voleva davvero" 9elle parole gentili" 9a lui" ,n po di tenere$$a" * perch! mai loro due si sarebbero dovuti scambiare tenere$$e" Ti prego, pens comun2ue, mentre lo .issava immobile. 7ui le si avvent addosso e le allarg le gambe con le ginocchia, per poi penetrarla pro.ondamente con un unico a..ondo. 7ei inspir bruscamente, ma non sent) alcun dolore. Fiss il baldacchino del letto, oltre lui. %eta color oro, dalle pieghe pesanti, con una grande rosa dorata al centro. 7a luce delle candele si ri.letteva su una di 2uelle lucide pieghe. #ttese che lui ini$iasse a muoversi. * poi, si ritrov a .issare il suo volto, comparso improvvisamente nella sua visuale al posto del baldacchino. %i era sollevato sui gomiti. 7ei lo .iss negli occhi con calma, implorandolo silen$iosamente. *cco cosa signi.ica essere mia moglie, mia signora... *leanor le disse, pronunciano il suo nome tra i denti. +on signi.ica tenermi lontano da te, ai con.ini della tua vita, continuando a vivere come hai sempre .ato. %igni.ica 2uesto. Intimit3. ,na costante intimit3 notturna. * .orse anche diurna, 2uando non avremo pi/ degli ospiti da intrattenere. "a s#amare a mio piacere. *ra come se avesse pronunciato anche 2uelle parole, sebbene non lavesse .atto. 7o capisci" Prese a muoversi dentro di lei, molto lentamente.

%) mormor lei. %ono sempre stata 2ui, mio signore. ;gni notte. * ogni giorno. +on vi ho mai ri.iutato. Mi stai ri.iutando adesso le ribad). %embri una statua di marmo, come prima in biblioteca. Ma non permetter pi/ che tu mi tenga lontano da te, *leanor. 9a ora in poi, il nostro sar3 un vero matrimonio, che a te piaccia oppure no. # me sta bene dichiar lei, mentre sentiva la rabbia venirle in aiuto per scacciare lorribile triste$$a che laveva resa cos) apatica. @isal) con i piedi lungo il len$uolo, ai lati delle gambe di lui, in modo da piegare le ginocchia e sentirlo pi/ pro.ondamente dentro di lei. * sollev le braccia dal letto per abbracciarlo. Pensavate che avrei voluto un matrimonio sen$a 2uesto" 4ome avrei potuto avere dei bambini" 7ui si .erm. (uoi dei bambini" le domand, e per un attimo nei suoi occhi pass un lampo che le .ece perdere un battito. 4erto che li voglio dichiar con dispre$$o. 4hi altro potrei amare" 0uellespressione svan) dal suo sguardo 2uasi come se lei lo avesse preso a schia..i. 8i3, chi" ribatt!. Molto bene, dun2ue, a 2uanto sembra non dovr sentirmi in colpa per aver ribadito i miei diritti. Potremo ottenere mutua soddis.a$ione da 2uesti nostri incontri. %) rispose lei. 7ui torn ad a..ondarle dentro, abbassandosi su di lei e portando la testa accanto alla sua, sen$a pi/ guardarla, con il viso nascosto tra i suoi capelli. +on parl pi/, n! la baci. 7ei chiuse gli occhi e gli tenne le braccia strette intorno al busto, concentrandosi su ci che stava accadendo tra loro. +on aveva paura, n! stava so..rendo, n! sentiva la .renesia della prima volta. 9opo un po, si rese conto, con una certa sorpresa, che era piacevole, 2uando sent) la loro unione diventare pi/ umida e calda. +on era a..atto doloroso, e neanche umiliante. 7e .aceva salire una sensa$ione di tensione in tutto il corpo, .ino ai cape$$oli tesi, e le .ece desiderare che proseguisse ancora a lungo. 7o strinse pi/ .orte a s! e sollev le ginocchia .ino ad allacciargli le gambe intorno ai .ianchi. * desider che potessero amarsi, o almeno volersi bene. *ra cos) intima, 2uellunione dei loro corpi, e cos) piacevole. Ma ci sarebbe dovuto essere 2ualcosa di pi/. Parole sussurrate, baci e tenere care$$e. %arebbe dovuta essere ununione di anime, oltre che di corpi. 7o abbracci, sentendo la .erme$$a dei suoi muscoli sotto le dita e il pro.umo dellac2ua di colonia che aveva 2uella sera. Ma nellabbraccio pi/ intimo con suo marito, si sent) improvvisamente sola. * nuovamente prossima alle lacrime. Ti prego. 8ir il viso per premere una guancia contro i suoi capelli. 7ui sollev immediatamente il capo e la guard. 4he succede" *leanor scosse la testa. %i era lasciata s.uggire 2ualcosa" ,n grido" +ulla. Ti sto .acendo male" mormor.

+o. 7ui la guard negli occhi, mentre il corpo di lei continuava a provare 2uel piacere, e il suo spirito 2uel dolore insostenibile. *leanor, sussurr tu sei mia moglie. %). +on capiva cosa intendesse con 2uelle parole. Forse era un modo per chiederle perdono" +on pensava .osse un rimprovero. 7e piaceva essere chiamata *leanor. +essuno la chiamava mai con il proprio nome per intero. <aciami, lo implor silen$iosamente. Ti prego, baciami. Ti prego, ho bisogno di un po di tenere$$a. * poi lo sent) irrigidirsi contro di lei e avvert) il calore del suo seme in pro.ondit3, mentre lui abbassava la testa e sospirava contro la sua guancia. %i disse che presto sarebbe rimasta incinta, mentre lasciava scivolare nuovamente i piedi lungo il materasso e si rilassava sotto il suo peso. *ntro un anno, avrebbe avuto 2ualcuno da stringere a s!, baciare e amare. *ntro il successivo +atale, .orse. Ma le sembrava troppo lontano. #nche se, naturalmente, ci sarebbero stati tutti 2uei mesi in cui avrebbe sentito la vita crescere e muoversi dentro di lei. ,na vita che lui avrebbe .atto cominciare dentro di lei, e lei avrebbe nutrito. 7ui si scost, rimboccandole le coperte. Per poi allungarsi su di lei per spegnere le candele che ancora bruciavano sul tavolino accanto al letto. +elloscurit3 che li avvolse, lei lo sent) sdraiarsi l) accanto e comprese, con grande sorpresa, che non aveva inten$ione di tornare subito nella propria stan$a. 7a sua guancia s.iorava il braccio di lui. Poteva sentire il calore di 2uel braccio. * del resto del suo corpo. %i sentiva bene, a proprio agio e rilassata dalla testa ai piedi. 9ecise di non pensare a nulla. 4i avrebbe pensato il giorno dopo. * si lasci scivolare nel sonno.

1M Il conte pens che .orse sarebbe riuscito a convincere 2ualcuno degli uomini ad andare a caccia, 2uel giorno, mentre osservava il baldacchino scuro del letto sopra la propria testa. 7a stan$a era sorprendentemente illuminata, sebbene non .osse la luce del giorno a trapelare da dietro le tende. %ospettava che avesse nevicato ancora, durante la notte. * gli torn in mente la battaglia a palle di neve cominciata il giorno prima, sorridendo al pensiero di 2uanto .ossero sembrate estranee al cortile di 8ren.ell Par: lallegria e la spontaneit3 di 2uel momento. * 2uanto .ossero state belle, sebbene non .osse riuscito subito ad ammetterlo. 9i sicuro i suoi amici sarebbero andati a caccia. *rano venuti per 2uello. Forse 8eorge 8ullis si sarebbe unito a loro, e cos) anche Tom Transome. Pens per un attimo a =il.red *llis e poi scacci 2uel nome? non poteva non associarlo a un velo di insopportabile triste$$a. #veva bisogno di uscire da 2uella casa con i suoi amici e magari con un paio degli altri

ospiti. #veva bisogno di tornare a un minimo di normalit3. @icord di aver sentito, la sera prima, che sua moglie e alcune delle signore si sarebbero recate in visita alla scuola e alla casa del pastore, nel pomeriggio, per .inire di organi$$are il concerto dei bambini. 0uindi, 2uando .osse tornato a casa, lei sarebbe stata sul punto di uscire. Forse era meglio cos). Forse era cos) che avrebbero ottenuto un po di serenit3, in .uturo? tenendosi il pi/ possibile lontani luno dallaltra. #lmeno .inch! 2uellanno non .osse trascorso, naturalmente, cos) che potessero vivere de.initivamente separati. In 2ualche modo, tuttavia, 2uei pensieri non gli sembravano particolarmente con.ortanti. %i gir a guardare la moglie, ancora addormentata al suo .ianco, con il viso rivolto verso di lui. Per tutto il tempo che restava di 2uellanno, avrebbe continuato a vederla durante la notte, pens. #veva reso nuovamente vissuto il loro matrimonio la sera precedente, e intendeva raggiungerla a letto regolarmente, da 2uel momento in poi. *ra gi3 abbastan$a che .ossero degli estranei in tutto il resto. 9i colpo, avvert) uninattesa sensa$ione di triste$$a. 4erano amore e gioia a non .inire, nella .amiglia di lei, per 2uanto .osse chiassosa e 2uasi ingestibile. 7ui non aveva mai conosciuto 2uel genere di a..etto e di calore. %ua nonna lavrebbe de.inito volgare. Ma non era cos). *ra 2ualcosa di... desiderabile. Tuttavia, non lavrebbe mai saputo davvero. +on avrebbe mai .atto realmente parte di 2uella .amiglia. %ua moglie lo dispre$$ava e amava un altro. * lui" *bbene, non laveva scelta di sua volont3 e laveva sempre considerata .redda e scostante. Ma ora non poteva pi/ dire che .osse davvero cos). In ogni caso, lunica .orma di vicinan$a che avrebbe potuto ottenere tra loro era proprio lunione .isica con lei che il matrimonio gli concedeva di diritto. 9eve essere mattina, ormai, pens. %i sarebbe dovuto al$are, o, 2uantomeno, sarebbe dovuto tornare nella propria stan$a. %i rese conto che la desiderava ancora. Ma lei dormiva pro.ondamente e paci.icamente, e le aveva gi3 causato abbastan$a .astidi, per una notte soltanto. 7aveva svegliata due volte, durante 2uelle ore, per .are di nuovo lamore con lei, o per a..ermare i propri diritti e rendere il loro matrimonio normale, come aveva cercato di ripetersi entrambe le volte. * tuttavia, ogni volta aveva saputo intimamente che cera dellaltro, oltre a 2uelle motiva$ioni. * non sapeva ancora con certe$$a cosa .osse. Forse era il desiderio di rendere 2uella loro unione un matrimonio vero" ; .orse era la necessit3 di avere 2uella vicinan$a .isica con lei nella speran$a che avrebbe portato con s! un minimo di emo$ioni condivise" %anto cielo, no, pens, mentre la sua mente passava da una domanda alla successiva. *leanor era la .iglia di un borghese, e lui era stato costretto a sposarla. %i costrinse a ricordare il loro primo incontro. %i costrinse a ripensare a 9orothea. * a =il.red *llis, e a ci che aveva inavvertitamente sentito in biblioteca, la sera prima. +o, decisamente non pu essere 2uesto, si disse. (oleva soltanto un po di pace, un modo per riuscire a vivere serenamente per i successivi dieci mesi. # 8ren.ell avrebbe avuto i suoi doveri da svolgere durante il giorno, proprio come lei. 9i notte si sarebbe preso il suo piacere con lei, e lei sarebbe stata ben .elice di ricevere il suo seme. Poteva essere un accordo accettabile per entrambi. +iente di pi/ e niente di meno. * 2uando lei avesse avuto un bambino, avrebbe avuto 2ualcuno da amare, pens il

conte, ricordando, con un lampo di dolore acuto, le parole che lei gli aveva rivolto la sera prima. +on aveva .orse lui da amare" In 2uel momento se lera chiesto. Ma era stato un pensiero stupidoD laveva capito allora e lo capiva anche adesso. 7ei lo dispre$$ava, come dispre$$ava la sua intera classe sociale. * lui non voleva il suo amore. 9oveva al$arsi. %i gir a guardarla di nuovo, e la vide stiracchiarsi appena e aprire gli occhi, 2uasi come se avesse avvertito il suo sguardo su di s!. %embrava sorpresa. ;h, mormor che ore sono" +on ne ho idea rispose lui. 4redo sia 2uasi lalba. * poich! *leanor era sveglia, e sembrava assonnata, calda e arru..ata, e poich! era sua moglie, il conte le scost le coperte di dosso e prese il loro posto, prendendola ancora una volta, prima di tornare a coprirla contro il .reddo del mattino scendendo dal letto e cercando a tentoni la camicia da notte. Poteva sentire lo sguardo di lei seguirlo attraverso la stan$a. Ma non disse nulla. 7a mattinata pass piuttosto tran2uillamente. %uo marito era andato a caccia con i suoi 2uattro amici, lo $io 'arr6 e Tom. 8li altri uomini erano nella sala da biliardo. <essie e la $ia *unice avevano preso i bambini e due slitte per andare a .are un giro sulle colline, appro.ittando del nuovo strato di neve .resca, caduta durante la notte. *leanor trascorse unora al piano di sotto, a parlare con la governante, a consultare il cuoco per decidere il menu di +atale, e a godersi latmos.era che si respirava nella grande e calda cucina, insieme ai pro.umi spe$iati che gi3 ini$iavano a riempirla. #vrebbe trascorso la giornata con le altre donne, pens, mentre tornava al piano di sopra per unirsi alle $ie e alle cugine nel soggiorno. 8li uomini sarebbero stati 2uasi sicuramente per conto loro tutto il giorno. *ra possibile che non rivedesse suo marito .ino allora di cena. * poi si sarebbero intrattenuti con 2ualche divertimento serale. * in.ine, sarebbe arrivata nuovamente la notte. * lui sarebbe tornato nella sua stan$a. 7e aveva detto di aspettarsi le sue visite. %arebbe rimasto nuovamente tutta la notte con lei" 7aveva presa 2uattro volte, la notte precedente. 0uattro volte- %i sentiva ancora indolen$ita, in 2uel punto. *llie, cara, stava dicendo la $ia 4atherine sembri distratta. 4osa" ribatt! lei, .issandola con sguardo assente. ;h, scusami tanto. %ono un po stanca. +on ho dormito molto, 2uesta notte. * poi chin il capo sul proprio lavoro di ricamo, arrossendo per limbara$$o. %tavamo tutte parlando della belle$$a di 2uesta casa spieg la $ia 4atherine e non rispondevi ai nostri complimenti. ;h. *leanor rise. 8ra$ie, allora. * il conte, cara *llie interlo2u) la $ia @uth. +on riesco a chiamarlo @and6, nonostante 2uello che dice *unice. & un tale gentiluomo, tesoro. *leanor le sorrise.

* poi 1 cos) bello, *llie soggiunse %usan. Molto pi/ di =il.red. ;h- # 2uel punto, arross) e lanci uno sguardo imbara$$ato a sua madre. %cusatemi. 9evi essere molto .elice, *llie comment @achel. %). *leanor torn a sorridere. 7o sono. Prov a pensarci, e con una certa sorpresa si rese conto che non stava mentendo del tutto. 4erto, non poteva dire di essere realmente .elice. 4ome poteva esserlo, con =il.red in casa" * come poteva esserlo, sposata a un uomo che non riusciva a rispettare, uno scialac2uatore, giocatore da$$ardo e donnaiolo" Tuttavia, consider che non aveva prove del .atto che dilapidasse il proprio denaro al gioco o in altri modi, almeno da 2uando si erano sposati. Forse aveva deciso di cambiare vita. Forse lei stessa avrebbe dovuto dargli una possibilit3 di reden$ione. In .ondo, aveva lasciato la sua amante, giusto" #vvert) un senso improvviso di angoscia, nellimmaginarlo .are con la sua amante 2uello che aveva .atto con lei la notte prima, e .arlo anche dopo il matrimonio. Ma non doveva dimenticare che aveva lasciato 2uella donna e le aveva chiesto scusa per il suo comportamento. %), .orse avrebbe dovuto concedergli una possibilit3. Forse avrebbe dovuto dare una possibilit3 al loro matrimonio, visto che non poteva pi/ cambiare il .atto di essere sposata. * .orse ci sarebbe stata unaltra notte come 2uella appena passata. ,na notte che avrebbe atteso con impa$ien$a. 7e piaceva andare a letto con lui. * si sentiva in colpa a pensarlo, poich! tra loro non cera altro che 2uello, e il sesso non era una cosa buona, se non veniva accompagnato dai sentimenti, giusto" %ent) le altre donne scoppiare a ridere intorno a lei. %ta di nuovo sognando a occhi aperti comment la $ia <er6l, schioccando la lingua sul palato. #vevo ormai 2uasi dimenticato cosa signi.ica essere appena sposati, *llie. Ma 1 bello da vedere, tesoro. # dire il vero, temevo che .osse stato unicamente un matrimonio combinato, sapendo 2uanto .osse ambi$ioso Joseph nei tuoi con.ronti, ma vedo con piacere che non 1 cos). 4i stavamo domandando 2uante persone potranno entrare nelle slitte, oggi pomeriggio. ;h rispose *leanor. 4e ne sono due, ma non le ho mai viste. 9ovr chiedere ai servitori. +on ce n1 bisogno, cara intervenne la $ia 4atherine, lanciando uno sguardo .uori dalla .inestra, non lontana da dove era seduta. 8li uomini sono gi3 di ritorno dalla caccia. Potremo chiederlo a tuo marito. 8i3 di ritorno" *leanor ripieg il proprio ricamo e attese con impa$ien$a, domandandosi se sarebbero entrati subito nella stan$a. Incroci lo sguardo della $ia 4atherine, vedendola sorriderle e ammiccare con aria complice. In e..etti, .ecero il loro ingresso in soggiorno poco dopo, con le guance rosse e i capelli arru..ati. # 2uanto sembrava, lo $io 'arr6 e Mr <adcombe avevano avuto un po di .ortuna, ma non gli altri. Tuttavia, non sembravano molto delusi. Il tempo 1 meraviglioso comment il visconte %otherb6, sorridendo alle signore. & un vero peccato restare in casa.

4i prenderemo la nostra buona dose di aria .resca oggi pomeriggio assicur la $ia <er6l. #ndremo in slitta .ino al villaggio con *llie. #llora smetter subito di stu$$icarvi a..erm il visconte, con un sorriso e un galante inchino. *leanor non aspettava altro che di rivedere suo marito, e cerc il suo sguardo non appena lo vide entrare nella stan$a. In modo piuttosto inaspettato, si sent) .remere dentro, come se il suo cuore o il suo stomaco, o entrambi, avessero .atto una capriola. %ent) le guance avvampare, nonostante .osse seduta piuttosto lontana dal .uoco. 8uardandolo adesso, vestito di tutto punto per la battuta di caccia e in me$$o agli altri, era 2uasi impossibile credere che ci .osse stata tanta intimit3 tra loro la notte prima... e 2uella stessa mattina. 8li occhi di lui le restituirono lo sguardo, altrettanto intensamente. 7ei si sent) improvvisamente in imbara$$o. %ollev il mento e serr i denti, .issandolo con aria di s.ida, come se avesse appena ricevuto un insulto. Il conte sostenne il suo sguardo per 2ualche altro istante, per poi voltarsi e sorridere alle sue cugine, scambiando 2ualche parola con loro. 4hi andr3 al villaggio" domand Tom. Tutte le signore" #llora sar dei vostri. * anchio soggiunse %ir #lbert. 9evo .are degli ac2uisti. <essie ha detto che voi due .arete un pupa$$o di neve con i bambini, oggi pomeriggio, Tom gli ricord la $ia @uth. #h esclam lui, girandosi verso la porta. Io e @achel andremo con *llie, la $ia 4atherine e la $ia <er6l dichiar Muriel. Io verr con te, <ertie a..erm il visconte. %arebbe piuttosto ingiusto lasciare che tu abbia le signore tutte per te. 7o sguardo di *leanor s.ior nuovamente 2uello del marito. %e posso, *leanor, io verr con te a .are visita alla scuola disse lui. 4redo sia giusto che conosca i .igli dei miei me$$adri e dei manovali. 7ei annu) e si sent)... .elice. Felice" Perch! suo marito avrebbe trascorso il pomeriggio in sua compagnia" * volontariamente" *llie" la chiam @achel, diversi minuti pi/ tardi, dopo che gli uomini ebbero lasciato la stan$a, e 2uando le donne si .urono allontanate per occuparsi del pran$o. 7e due raga$$e stavano salendo le scale insieme. %)" *leanor sorrise alla cugina. +on abbiamo avuto un attimo per .are due chiacchiere, io e te, vero, @ache" Pensavo di trovarti .idan$ata, per +atale. 4on il signor @edding. @achel arross). 4redo sia stato pi/ volte sul punto di chiedermi di sposarlo ammise. Ma lavrei comun2ue ri.iutato, *llie. Mi piace, ma non credo di voler diventare sua moglie. ;h rispose *leanor. 4he peccato. #nche a me piaceva. * c1 2ualcun altro"

+... no. %ua cugina la prese a braccetto e la condusse verso la propria camera da letto. *llie... I nobili non sposano spesso le raga$$e della nostra classe sociale, vero" +el tuo caso, 1 successo soltanto perch! lo $io Joe era ricco e in.luente. * tu sei cos) bella. Ma un simile matrimonio 1 ben poco comune, giusto" *leanor la osserv con pi/ atten$ione. 9i chi si tratta, @ache" le domand, mentre il suo cuore perdeva un battito. +on dirmi che 1 %ir #lbert 'agle6 a mostrarti certe atten$ioni. %ono soltanto due giorni che vi conoscete. Tu sei troppo intelligente per .inire in una simile situa$ione. @achel le restitu) lo sguardo. & molto sciocco da parte mia, vero" mormor. * poi mi ha completamente ignorata ieri pomeriggio e ieri sera. 'a detto che sarebbe venuto al villaggio, oggi pomeriggio prima di sapere che sarei venuta anchio. %), 1 una sciocche$$a. (olevo soltanto chiederti di lui, *llie, visto che 1 molto amico di tuo marito. 7ui... 1 .idan$ato" *leanor chiuse gli occhi. & un libertino, @ache sussurr. %tai lontana da lui. %apeva che avrebbe dovuto usare parole pi/ gentili, ma @achel era la sua cugina pre.erita. ;h, mormor lei capisco. %apevo di essermi comportata da stupida. Ma, del resto, si dice spesso che i libertini siano anche molto a..ascinanti. 9accordo, seguir il tuo consiglio, *llie. Immagino che sia anche il .atto di sapere che 1 un nobile ad avermi dato alla testa. ,n baronetto. %ospir. +on dovrebbe .are alcuna di..eren$a, in realt3, giusto" Ma 1 cos) bello stargli accanto, *llie. & un uomo cos) simpatico. *leanor annu). %tai lontana da lui ripet!. Per .avore, @ache. +on voglio vederti so..rire. Far come dici la rassicur la cugina, con un sorriso piuttosto malinconico. * lavrebbe .atto davvero, *leanor lo sapeva, e prov sollievo per 2uesto. @achel era una raga$$a intelligente. Ini$ialmente, *leanor aveva pensato di andare al villaggio da sola, nel pomeriggio. 9el resto, era una visita che .aceva parte dei suoi doveri di contessa di Falloden, sebbene .osse anche un compito piacevole. %e cera una cosa che le piaceva della sua nuova condi$ione, era la possibilit3 di .are 2ualcosa con e per la gente che lavorava per suo marito. Ma non le dispiaceva di avere compagnia. %i trovava a bordo di una delle slitte, stretta tra Muriel e @achel, mentre %ir #lbert e 7ord %otherb6 cavalcavano l) accanto, chiacchierando e ridendo con loro. 7e due $ie erano nellaltra slitta, poco pi/ avanti, e suo marito cavalcava nelle vicinan$e, conversando amabilmente con le donne. %embrava del tutto a suo agio, e le stava .acendo ridere entrambe per una 2ualche battuta che aveva appena detto. *ra un per.etto gentiluomo, doveva ammetterlo. 0ualun2ue cosa pensasse della sua .amiglia, avrebbe trattato tutti con la massima gentile$$a, .inch! .ossero stati suoi ospiti. *leanor sent) crescere dentro di s! un moto di orgoglio nei suoi con.ronti. Per il .atto che gli apparteneva. +on erano sentimenti da appro.ondire, pens. +on avrebbe cercato di spiegarseli. (oleva godersi 2uel pomeriggio. 4ome il visconte aveva a..ermato in preceden$a, il tempo era meraviglioso, e lo pens anche lei, mentre nascondeva le mani nel manicotto e osservava il proprio respiro condensarsi in una nuvola di vapore sopra la sua testa. Il rumore caden$ato degli

$occoli dei cavalli sulla neve si mischiava al tintinnio dei campanelli sui .inimenti e al cigolio dei pattini delle slitte. 4ontinu a guardare avanti, sen$a partecipare alla conversa$ione tra le sue cugine e i due gentiluomini. 7ui era suo marito, pens, osservando la sua schiena dritta, le gambe .orti serrate ai .ianchi della cavalcatura, le mani inguantate strette con delicate$$a sulle redini. %uo marito. 7uomo con cui avrebbe trascorso il resto della vita. 0uel pensiero non le .aceva pi/ provare orrore e disgusto come le prime volteD an$i, al momento era per.ino di..icile, per lei, riportare alla mente il ricordo di 2uei primi giorni. *ra 2ualcosa che ormai aveva accettato, perch! aveva dovuto. 7alternativa era a..rontare una vita di spaventosa in.elicit3. *ra... una s.ida. %), ecco cosera. %i volt e incontr lo sguardo incuriosito di %ir #lbert. *ntrambi distolsero subito gli occhi. *ra lultimo giorno di scuola, per i bambini. *rano tutti ben vestiti, pettinati ed emo$ionati perch! la contessa sarebbe venuta ad ascoltarli leggere. 7a loro agita$ione e la conseguente ansia della maestra si moltiplicarono a dismisura 2uando la contessa .ece la sua comparsa accompagnata da due dame pi/ an$iane, e nientemeno che dal conte in persona. 7e signore pi/ an$iane .urono presentate, e una di loro .ece una pro.onda riveren$a, mentre laltra sorrise in modo decisamente materno. *ntrambe si sedettero sulle sedie portate in tutta .retta per loro da Miss <roo:s, linsegnante. Il conte rest in piedi, piuttosto rigidamente, sulla soglia, con le mani dietro la schiena, mentre la contessa sorrideva ai bambini camminando tra i banchi e parlando con ognuno di loro. Miss <roo:s si sent) subito costernata. +on aveva a..atto previsto una cosa simile, e non aveva preparato i bambini a parlare con una nobildonna. In realt3, aveva immaginato che la contessa, che sarebbe dovuta venire da sola, si sarebbe seduta sulla sedia che era stata appositamente sistemata sulla pedana, mentre i bambini, uno a uno, si sarebbero al$ati per leggere 2ualche .rase provata e riprovata dai loro libri. 7insegnante si schiar) la gola, mentre con la coda dellocchio poteva scorgere la .igura immobile del conte e le due signore. Il conte osserv sua moglie. *leanor sembrava completamente ignara del corretto protocollo da osservare in una simile occasione. #vrebbe dovuto atteggiarsi a gran dama, alte$$osa e distaccata, per in.ondere sogge$ione e ammira$ione nel cuore dei bambini e di Miss <roo:s. Proprio come lui stava tentando la parte del gran signore, immobile e accigliato sulla soglia. %olo che non era una scelta volontaria, da parte sua. *ra una parte che gli era stata inculcata cos) pro.ondamente insieme alleduca$ione che aveva ricevuto, da non avere apparentemente alcun controllo su di essa. I bambini cominciavano visibilmente a rilassarsi, di .ronte alla passeggiata inattesa di sua moglie tra i banchi e ai suoi a..ettuosi sorrisi. Ma invece di sentirsi morti.icato per 2uel comportamento inappropriato A di sicuro sua nonna si sarebbe rivoltata nella tomba A si ritrov a provare uninaspettata invidia. * un altrettanto inaspettato orgoglio. * anche 2ualcosaltro. *leanor era bella, a..ettuosa e gentile. 4ome aveva .atto a pensare che .osse una donna .redda e insensibile" Tuttavia, Miss <roo:s sembrava sul punto di .arsi cogliere da un colpo apoplettico. 7e

si avvicin di 2ualche passo. %iete 2ui da 2uestestate, signorina" le domand. Il @everendo <lodell mi aveva ri.erito, al tempo, che vi considerava unottima candidata per 2uesto incarico, e ho sentito parlare sempre molto bene del vostro lavoro, da allora. Il viso insigni.icante dellinsegnante si illumin per 2uelle parole di appre$$amento, mentre si a..rettava a piegarsi in una rigida riveren$a. 8ra$ie, milord rispose. Faccio del mio meglio, milord. 7ui le sorrise. 7i avete preparati a leggere" domand. Mia moglie sar3 pronta ad ascoltarli, tra poco. %pero che non stiamo disturbando troppo la le$ione di oggi. ;h, no, milord si a..rett a rassicurarlo Miss <roo:s. %iamo onorati di avervi 2ui, milord. Pi/ che onorati. #llora .orse non vi dispiacer3 se prima parliamo un po con i bambini continu lui. +on li interrogheremo sulle le$ioni, signorina. & +atale. * con 2uelle parole, le sorrise nuovamente, rassicurante. Miss <roo:s aveva temuto proprio 2uello. %embr 2uasi a..losciarsi per il sollievo, e torn a guardare il conte con una luce di pura adora$ione negli occhi. * il conte scopr) a 2uel punto di non avere altra scelta se non 2uella di rivolgersi ai bambini e parlare con loro, come stava gi3 .acendo sua moglie. *ra 2uasi terrori$$ato. 4osa si poteva dire a dei bambini di campagna" 4ome .aceva *leanor a sembrare cos) tran2uilla e rilassata, come se si stesse davvero divertendo" Farete un concerto, domani" chiese al primo gruppo di scolari su cui pos lo sguardo. ,na domanda sciocca, considerando lovviet3 della risposta. I piccoli annuirono, con gli occhi sgranati. 7ui sorrise, e cerc 2ualcosaltro da dire. Ma non abbiamo un posto dove .arlo pigol una vocina. Il conte cerc la .onte della voce e aggrott le sopracciglia. +on avete un posto" ripet!, incoraggiante. 7a classe 1 troppo piccola per .ar entrare tutti i genitori, mio signore. *ra la voce di sua moglie, calda e preoccupata, oltre che un po divertita. Me ne hanno parlato. * la sala della chiesa 1 stata chiusa 2uestestate a causa delle in.iltra$ioni nel so..itto. %) con.erm il conte. 'o dato disposi$ioni per .ar riparare il tetto giusto 2ualche giorno .a. #lcuni dei bambini applaudirono. 4on il denaro di tuo padre, sembr dire a sua moglie con lo sguardo che si induriva leggermente. ,n automatico gesto di di.esa, perch! si era aspettato che lei avesse avuto lo stesso pensiero. Ma stava sorridendo.

+el .rattempo, la sent) dichiarare non hanno altra scelta se non il concerto 2ui, in condi$ioni di sovra..ollamento inaccettabile, oppure usare la chiesa, che tuttavia non 1 il luogo pi/ adatto. <isognerebbe trovare unalternativa a..erm il conte. ;h, milord intervenne Miss <roo:s, imbara$$ata la classe andr3 benissimo. <ambini, non 1 a..atto giusto che voi in.astidiate il signor conte e la sua signora con 2uesto insigni.icante problema. Ma non 1 a..atto insigni.icante ribatt! il conte, rivolgendosi a lei. * di sicuro c1 unalternativa. Torn a guardare sua moglie. 7ei continuava a sorridergli. #veva capito a cosa stava pensando, ne era certo. Proprio come un marito e una moglie avrebbero dovuto conoscere i rispettivi pensieri. *ra un momento strano, 2uasi irreale. #bbiamo molti ospiti, Miss <roo:s, spieg dun2ue *leanor che sarebbero .elici di assistere al concerto dei bambini. * certamente non potrebbero stringersi tutti 2ui dentro con i genitori e i nonni dei piccoli. +on credete anche voi, $ia 4atherine e $ia <er6l" %ono piuttosto certa dichiar la $ia 4atherine che saremmo tutti molto delusi, se perdessimo 2uesta deli$iosa occasione. #llora 1 deciso concluse il conte. Il concerto di domani si terr3 a 8ren.ell Par:. 9iciamo... alle 2uattro in punto, che ne dite" %i guard intorno, con le mani intrecciate dietro la schiena. (i sembra una solu$ione accettabile" * il concerto sar3 seguito da una .esta soggiunse sua moglie. 4on tanti giochi e cibi s2uisiti. * con 2uesto, torn a sorridere ai bambini. #lcuni dei piccoli li .issarono a bocca aperta. 8li altri applaudirono. 9ue maschietti si rovesciarono indietro con le loro sedie, causando un gran baccano, mentre Miss <roo:s si irrigidiva, arrossendo. & davvero gentile da parte vostra, milord, milad6 dichiar. 4on la .or$a di volont3, e sen$a aver bisogno di parole, riusc) poi ad attirare latten$ione dei suoi alunni distratti. <ambini, credo che un applauso potrebbe essere un appropriato gesto di gratitudine a..erm, battendo per prima le mani con delicate$$a ed elegan$a. I bambini applaudirono con maggiore entusiasmo. Il conte sorrise alla moglie, rendendosi conto che, per la prima volta da 2uando erano sposati, e .uori dal letto, avevano agito in sintonia. Insieme, e sen$a mettersi daccordo, avevano organi$$ato un concerto e una .esta per i bambini e i loro genitori. ,na novit3 assoluta per il villaggio. 0ualcosa per cui il suo cuoco avrebbe potuto tran2uillamente dare le dimissioni. 0ualcosa di cui, sen$a sapere esattamente perch!, si sentiva enormemente soddis.atto. Miss <roo:s riprese sua moglie. %o che desiderate che i bambini mi leggano 2ualcosa. %arebbe davvero un piacere, per me. 9ove volete che mi sieda" %i accomod sulla predella e il conte torn sulla soglia dellaula. * pens che *leanor aveva agito con grande sagge$$a, sempre che avesse piani.icato tutto in preceden$a. #desso, in.atti,

i bambini non erano pi/ agitati, ma tran2uilli e rilassati. * per.ino Miss <roo:s sembrava meno rigida e nervosa. I piccoli alunni si al$arono uno alla volta per leggere, mentre *leanor prestava loro la massima atten$ione, sorridendo incoraggiante. %iete tutti meravigliosi disse in.ine, dopo che lultimo bambino si .u seduto. * sapete leggere benissimo. *ra tanto che non mi divertivo cos). Il vostro concerto di domani sar3 altrettanto bello" I bambini scoppiarono a ridere. +on vedo lora di ascoltarvi a..erm lei, al$andosi in piedi. +atale 1 il periodo pi/ bello dellanno, non 1 cos)" I piccoli alunni sembravano pronti a ricominciare la conversa$ione, ma Miss <roo:s .ece loro un cenno, e i bambini si al$arono e cantarono due stro.e di $od %est &e Merr' $entlemen, recitando i versi con meraviglioso entusiasmo, e sen$a minimamente curarsi del signi.icato di ci che stavano cantando. %), il +atale era davvero un momento splendido, consider il conte, rispondendo mentalmente alla domanda della moglie, mentre apriva la porta dellaula per permettere alle signore di precederlo e sollevava una mano in un cenno di saluto agli alunni e alla loro insegnante. ;ra, 1 il caso di avvertire il pastore e Mrs <lodell del cambio di programma per il concerto. %ar3 anche loccasione per dire loro della .esta a..erm il conte. %) concord sua moglie, posando una mano sul suo braccio. %ono sicura che ne sar3 .elice e sollevata, mio signore. 7ui la guard mentre si voltava a dire 2ualcosa alle $ie, ancora colpito da 2uanta luce ci .osse nei suoi occhi 2uando laveva guardato e gli aveva parlato.

11 8li $ii erano impa$ienti, dopo aver trascorso tutta la giornata in casa. +el corso della cena, lo $io %am dichiar che se avesse giocato ancora a biliardo, sarebbe rimasto piegato in due e non si sarebbe pi/ dovuto preoccupare della vecchiaia. I bambini si sono divertiti con lo slittino, <ess" chiese lo $io <en. 7a discesa era lunga, eh" Fin troppo, per le mie energie, $io ammise lei. *, an$i, c1 pi/ di una discesa, ma ovviamente 9avie ha cercato la pi/ lunga e ripida. In .ondo 1 mio nipote a..erm lo $io %am, ridendo di cuore. 0uanti slittini ci sono,

raga$$o mio" domand poi, rivolgendosi al conte seduto a capotavola. %ei rispose lui. #nche se non so perch! ce ne siano cos) tanti, an$i, non so neanche perch! ci siano degli slittini in 2uesta casa, visto che sono stato lunico a .arne uso. #lmeno .ino a 2uesta mattina. %ei- esclam lo $io, deli$iato. ;ttimo, cos) non ci saranno lunghe attese. * pensate che possano reggere il mio peso, .igliolo" ;h, sicuramente, signore con.erm il conte, con unespressione piuttosto incredula sul volto. %plendido. 7o $io %am si .reg le mani in un gesto che ricordava bi$$arramente 2uello del de.unto .ratello. %e reggono me, reggeranno chiun2ue altro. <en 1 un po pi/ leggero di me, ma di poco. Per 2uanto riguarda Irene, non posso assicurarlo. ;h, %amuel- protest lei, arrossendo. ;h, $io %am- esclamarono tutti i cugini in coro. * cos), sen$a ulteriori discussioni, .u deciso che la cena sarebbe stata seguita da una passeggiata sulle colline al buio e al .reddo, e da unora o due di scivolate sugli slittini. Proprio come bambini spensierati, pens *leanor, lanciando uno sguardo un po ansioso dallaltra parte del tavolo, verso il marito e i suoi 2uattro amici. # dire il vero, erano molto pi/ indisciplinati di un gruppo di bambini. %uo marito e i suoi amici si erano ormai abituati a loro" Provavano ancora disgusto verso la loro volgarit3" ;ppure avevano imparato a tollerarli" Il conte sembrava cortese e galante come sempre. 4ompletamente indeci.rabile, in altre parole. 7ei non aveva idea se 2uellunico s.ogo che aveva avuto contro i suoi parenti il giorno del loro arrivo ri.lettesse i suoi veri sentimenti o .osse stato soltanto un modo di rispondere sarcastico alla discussione a cui lei stessa aveva dato ini$io. #vevano litigato di nuovo, al ritorno dal villaggio. ; meglio, non era stato esattamente un litigio. #vevano parlato, e lei aveva usato le parole sbagliate alla .ine del discorso, e ne era ancora dispiaciuta. Tutta la magia di 2uel pomeriggio ne era stata irrimediabilmente rovinata. Ti sei resa conto, immagino aveva detto lui, mentre la accompagnava di sopra nella sua stan$a, al ritorno che sei 2uasi riuscita a .ar venire un colpo apoplettico a Miss <roo:s, a scuola, ri.iutandoti di comportarti come avrebbe .atto una gran dama, vero" * cio1" aveva risposto lei, irrigidendosi. #vresti dovuto annuire con gra$ia e sen$a sorridere, le aveva spiegato il conte lasciandoti subito scortare verso la pedana. * poi avresti dovuto ascoltare i bambini che leggevano balbettando e con la voce tremante per lemo$ione, e in.ine avresti dovuto raccomandare loro di continuare a esercitarsi .inch! non avessero saputo leggere bene. 7ei si era sentita .uriosa nei con.ronti del marito per la sua mancan$a di sensibilit3. ;h, e pensare che aveva ini$iato per.ino a rilassarsi e a dimenticare che lui apparteneva alla classe che dispre$$ava di pi/, laristocra$ia-

*bbene, aveva risposto, sollevando il mento cosa vi aspettate dalla .iglia di un borghese, mio signore" 9alla .iglia di un mercante di carbone" 4osaltro vi potevate aspettare, se non volgarit3" Forse dovreste riportarmi in citt3, dove potrei essere nascosta pi/ .acilmente alla pubblica vista. * dove avrei meno possibilit3 di mettervi in imbara$$o. 7ui aveva aperto la porta del camerino e si era inchinato di .ronte a lei. %ei davvero come un istrice aveva commentato a me$$a voce. %e mi avessi lasciato .inire, stavo giusto per dire che ero molto lieto che ti .ossi discostata dalle conven$ioni. 'ai messo i bambini a loro agio, e cos) hanno trovato il pomeriggio piacevole, invece di essere soltanto intimiditi. Ma lei lo aveva guardato con sospetto. ,n elogio da parte del conte di Falloden" ; era di nuovo soltanto alte$$osit3" >(uesta )olta )a bene mia cara ma la prossima )olta ricordati di #are cos!.* 7o aveva oltrepassato e si era chiusa la porta alle spalle. * poi si era domandata se avessero litigato oppure no. * ora i suoi parenti si stavano organi$$ando per andare tutti a scivolare sugli slittini. Il problema, pens, era che anche a lei sarebbe piaciuto unirsi a loro. #vrebbe dato 2ualun2ue cosa per poter scendere gi/ per la discesa pi/ lunga, gridando a pieni polmoni. * nuovamente si sentiva oppressa dai vincoli che la sua condi$ione di contessa le imponeva. +eanche nei suoi peggiori incubi aveva mai immaginato di poter diventare una nobildonna. 7anci uno sguardo di s.ida al marito, dallaltra parte del tavolo. 7ui lo not e sollev le sopracciglia. Proprio come un istrice, pens lei, niente a..atto bendisposta nei suoi con.ronti. %), si sarebbe comportata esattamente come un istrice7a $ia <er6l, la $ia @uth e il cugino #ubre6 rimasero in casa. #i bambini non .u detto delluscita, perch! dovevano andare a letto presto, in previsione della (igilia, come aveva spiegato <essie. Tutti gli altri si avventurarono sulle colline, ben coperti contro il .reddo intenso della sera. %ei di loro trascinavano gli slittini, altri portavano delle lanterne, anche se non sarebbero state necessarie. 7a notte era chiara, gra$ie ai ri.lessi della luna e delle stelle sullo spesso manto di neve. ,n +atale meraviglioso. ,n tempo per.etto comment 8eorge 8ullis, s.ruttando comun2ue la scusa del .reddo per passare un braccio intorno alle spalle di Mabel. ,n tempo per.etto per gli innamorati, vorrai dire, 8eorge, raga$$o mio comment divertito lo $io %am. Ma se sperava di mettere in imbara$$o i .idan$ati, si sbagliava di grosso. I due si limitarono a scambiarsi uno sguardo e a sorridere, con le stelle che si ri.lettevano nei loro occhi. #h, esclam lo $io 'arr6, .ermandosi 2uando si avvicinarono alle colline 2uesto 1 ci che io de.inisco per.etto. 4olline per i temerari e colline per i pusillanimi. * tanti alberi a .are da riparo soggiunse la $ia 4atherine. 4ome sono belli, con i rami carichi di neve. *ra davvero un luogo meraviglioso per i bambini, si ritrov a pensare *leanor. ; per i Transome, che erano rimasti bambini nel cuore. 7ei compresa. ;h, voleva essere la prima a scivolare gi/ per la discesa pi/ lunga-

<ene intervenne la $ia Irene, indicando la collina con il pendio meno ripido. +on mi vergogno di ammettere che .accio parte dei pusillanimi. %am, portami gi/ da 2uella. 'arve6 e Jane, nel .rattempo, come anche 8eorge, Mabel, Tom e <essie, stavano risalendo velocemente la collina, trascinandosi dietro gli slittini. Miss =ee:es, esord) il visconte %otherb6, rivolgendosi a Muriel ve la sentite di a..rontare la pi/ ripida" %eguici, se hai il coraggio, Jason lo provoc %ir #lbert con un sogghigno divertito. %tava gi3 risalendo la collina con @achel. ;h, accidenti esclam *leanor, rivolta a nessuno in particolare. (olevo essere io la prima a scendere. (a bene lo stesso se sarai la ter$a" le domand una voce alle sue spalle. Prenderemo uno slittino appena 2ualcuno arriver3 in .ondo. 7ei si gir e sorrise. Ma un po della gioia svan) immediatamente, 2uando vide chi le aveva parlato. * ter$a sia, =il.red ribatt!. * osserv la sua .igura alta e snella, e prov a immaginare come sarebbe stata la sua vita, se gli eventi .ossero andati diversamente, negli ultimi mesi. %arebbe stata una serata magica? scivolare con lo slittino gi/ per la collina, perdersi per 2ualche minuto tra gli alberi, tornare lentamente a casa mentre tutti gli altri li precedevano. #ttese di sentire una stretta al cuore. 9i dolore, o perlomeno di desiderio. Invece, riusc) soltanto a provare un pro.ondo .astidio per il .atto che lui .osse venuto, che .osse l), a ricordarle costantemente 2uello che sarebbe potuto essere. * non riusciva a togliersi dalla testa la delusione che aveva avuto nel rendersi conto che lui non era poi cos) per.etto. +on avrebbe dovuto scriverle 2uella lettera, non sarebbe dovuto venire e non avrebbe dovuto cercare la sua compagnia in ogni occasione. * inoltre sembrava che ogni volta che lo sentiva parlare con 2ualcuno, non .acesse altro che vantarsi della sua nuova posi$ione come socio nella sua compagnia. @icordandole 2uanto erano stati prossimi a 2uel lieto .ine che avevano sempre sognato. #vrebbe voluto essere la prima a scivolare gi/ per la collina. 4on 2ualcun altro. 4on... *cco, sarebbe stato semplicemente giusto che lei .osse con suo marito per la maggior parte del tempo. 7o cerc con lo sguardo in me$$o al gruppo e lo vide al$are lo sguardo verso il pendio da cui la $ia Irene e lo $io %am stavano per scendere. *leanor si accigli. Perch! avrebbe dovuto desiderare di scivolare con lui" 9i sicuro disapprovava lintera uscita. %i sarebbe potuta divertire comun2ue con =il.red. 7a $ia Irene url e lo $io %am rugg). Mabel grid. %ir #lbert 'agle6 lanci un allegro urlo di incoraggiamento. I bambini si sono messi a giocare, pens *leanor. Pi/ tardi, permise a =il.red di prenderla per mano, trascinandola su per la collina, attraverso la neve pi/ pro.onda da una parte della discesa. 7ei inspir pro.ondamente laria .redda della sera e si propose con determina$ione di divertirsi e basta.

%embrarono spaventosamente in alto, 2uando raggiunsero il crinale e lei si gir a guardare verso il basso. Ma era un piacere da non perdere. %i sedette con impa$ien$a davanti, e attese che =il.red si sistemasse a sua volta, con le ginocchia ai lati dei suoi .ianchi e le braccia che stringevano la corda oltre le sue spalle. ,n respiro caldo, e labbra che le baciavano una guancia. *llie mormor lui. (orrei tanto poter scendere con te dallaltro lato della collina, sparire e non tornare mai pi/. * tu" Ma lei prov soltanto un impeto di rabbia. +essun desiderio per lui. (oglio scivolare gi/ per 2uesta collina dichiar, scostando il viso dal suo. *ra .uori dalla biblioteca sussurr =il.red. Ti ha dato problemi, *llie" 7ei grid a pieni polmoni? #ndiamo#vanti, *llie- For$a, =il.- 7o $io <en, che stava risalendo la collina con la $ia *unice, si .erm ad applaudire e .ischiare verso i due. Poi scivolarono a tutta velocit3 gi/ per la collina, con laria .redda che li colpiva sul volto e negli occhi. *leanor grid ancora, scoppiando a ridere sen$a .reni 2uando raggiunsero il .ondo, .ermandosi incolumi. *llie. =il.red la prese per un polso mentre lei saltava in piedi, ma la giovane donna si liber della sua presa e lo .iss con rabbia. 7asciami in pace- sibil, sorprendendosi lei stessa della propria rea$ione. +on mi hai voluto 2uando avresti potuto avermi, =il.red. *bbene, ora non puoi avermi. * non .ar le cose a met3. Io appartengo a @andolph, e 2uasi .atic a pronunciare 2uel nome poco .amiliare per lei davanti a 9io e davanti alla legge, e per mia volont3. <ene, *llie. 7a guard, addolorato. %ei stata sedotta dalla posi$ione sociale e dalle propriet3, alla .ine. +on me lo sarei mai aspettato da te. %ono stata sedotta dal matrimonio dichiar lei. 7ui 1 mio marito. * ora vattene, =il.red. 7ui la a..err per un polso, scostandola con .or$a dalla traiettoria di uno slittino in corsa. 7ei torn alla realt3 e si guard intorno spaventata, temendo che 2ualcuno li avesse visti discutere. +essuno li aveva visti, a parte .orse suo marito, che adesso si stava voltando a guardare il .ondo della collina. *ra troppo lontano per averli sentiti. %i liber con uno strattone. 7ord 4harles esclam allegramente verso uno degli amici di suo marito, mentre scendeva dallo slittino appena giunto a destina$ione, ridendo e togliendosi la neve di dosso. (olete provare di nuovo" 4on me" %ir #lbert 'agle6 aveva deciso piuttosto dimpulso di andare al villaggio, 2uel pomeriggio. * aveva cavalcato accanto alla seconda slitta, chiacchierando con le tre dame che la occupavano, sebbene 7ad6 Falloden .osse troppo occupata a guardare @andolph per ascoltare le sue parole, e ammirando lunica belle$$a dai capelli corvini. * sentendosi a disagio. 7aveva attentamente evitata dalla mattina del giorno precedente. +on voleva dare a nessuno limpressione

di corteggiarla. Tuttavia, nel villaggio avrebbe passeggiato accanto a lei, se la .anciulla non avesse subito preso a braccetto la cugina e poi, sen$a che lui avesse esattamente capito come, aveva .inito per camminare con Jason. # 2uanto sembrava, neanche lei aveva tutto 2uesto desiderio di corrergli dietro. ,n pensiero rassicurante, ma al tempo stesso deprimente. Forse il giorno che aveva trascorso lontano da lei gli aveva .atto abbassare la guardia, rendendolo meno attento. 4omun2ue, si era ritrovato a passeggiare verso le colline accanto a @achel Transome, ridacchiando divertito per i suoi allegri aneddoti riguardanti avventure sui pattini e viaggi in barca. I Transome, a 2uanto sembrava, sapevano divertirsi. * 2uesto gli aveva .atto pensare mestamente a 2uanto tutto .osse serio e misurato con sua madre e le sue sorelle, e di 2uanto .ossero importanti per loro i pettegole$$i su chi non sapeva comportarsi secondo il proprio rango. 0uando raggiunsero le colline, si ritrov ad a..errare uno slittino, e a prendere per mano @achel, risalendo con lei il .ianco dellaltura, e arrancando nella neve alta accanto alla pista scavata dai bambini 2uella mattina. * poi si ritrov a gridare e ridere insieme a lei, scivolando gi/ alla velocit3 del suono, o cos) le aveva giurato, con la mano sul cuore. 4he .an.arone- esclam lei, ridendo allegramente. 7ui non pens di cambiare compagnia a ogni corsa, come sembravano .are gli altri. * non pens neanche a come sarebbe apparsa 2uella serata trascorsa con lei agli occhi di tutti. +! si domand perch! lei non sembrasse avere alcuna inten$ione di allontanarlo. %i stava semplicemente divertendo un mondo. I parenti ac2uisiti di @andolph, si ritrov a pensare ancora una volta, sapevano assolutamente come divertirsi. * poi Timoth6 <adcombe li accus di aver .atto pi/ discese di tutti gli altri, e lui lo s.id a duello, lasciando che .osse Tim a scegliere larma? palle di neve. #llora si bombardarono con .uriosa energia .inch! non .inirono entrambi distesi nella neve, sen$a .iato e scossi dalle risate. Ma lo slittino era ormai perduto. Tim se ne appropri e condusse la giovane Jane 8ullis su per la collina, trion.ante. *bbene, ammise %ir #lbert, sorridendo a @achel temo che 2uesto ci costringer3 a divertirci con una tran2uilla passeggiata. %ignorina" %i inchin con gra$ia e le o..r) il braccio, che lei prese sorridendo. * naturalmente i loro passi li condussero verso gli alberi, e poi oltre i primi tronchi, e in.ine ad addentrarsi sempre pi/ nel bosco. * naturalmente, alla .ine i loro passi rallentarono .ino a .ermarsi del tutto. * naturalmente cera un tronco contro il 2uale lei poteva appoggiare la schiena. %ir #lbert le prese il viso tra le mani e la guard negli occhi, in cui si ri.letteva la luce della luna. %e desiderate che vi riporti dalla vostra .amiglia, ditemelo ora le sussurr piano. 7a sent) deglutire. Poi chin il capo a baciarla lievemente, come laveva baciata sotto al vischio. Il suo viso era .reddo, la bocca e il respiro caldissimi.

Mmm mormor. 9olce. %iete un libertino" gli domand lei in un sussurro. 7ui si ritrasse, pur tenendole ancora il viso tra le mani. Perch!" Per avervi portato 2ui sen$a che nessuno ci accompagnasse" le chiese di rimando. +on voglio .arvi alcun male, @achel. 4redetemi. (olete che torniamo indietro" 7a giovane donna lo guard negli occhi per 2ualche istante, poi scosse leggermente il capo. * lui la baci di nuovo. In modo pi/ intenso. Pi/ pro.ondo. * si spinse contro di lei, sentendo le sue curve acerbe e snelle. 4ielo. ;h, cielo- #veva passato anni a evitare 2uel genere di situa$ione, nonostante gli s.or$i di sua madre e delle sue sorelle. Ma 2uel pensiero gli s.ior appena la mente. 4i avrebbe pensato in seguito. Il giorno dopo lavrebbe evitata di nuovo. Ma non 2uella sera. +on in 2uel momento. %ent) le braccia di lei stringersi intorno alla sua vita e ogni pensiero svan), per interi minuti. ; .orse ore. 7a $ia *unice sentiva .reddo. Tuttavia, 2uando lo $io <en si o..r), con ovvia riluttan$a, di riaccompagnarla a casa, non ne volle sapere. 4osa" 7asciare tutto 2uel divertimento" #llora avrebbero acceso un .al, sugger) lo $io <en, e lidea si propag pi/ rapidamente delle .iamme che avevano deciso di accendere. 0ualcuno aveva dei .iammi.eri" Mr <adcombe .ece sapere che ne aveva. * cos), improvvisamente, gran parte del gruppo, dimenticati slittini e discese per il momento, si spinse verso gli alberi per raccogliere legna da ardere. *leanor era tra loro. Ma avan$ da sola, nascondendosi 2uando vide che =il.red la stava cercando. %uo marito era su una delle colline pi/ basse con %usan, troppo nervosa per .are altro che restarsene ai piedi delle alture per gran parte della serata. *llie raccolse alcuni rametti, ripulendoli dalla neve e addentrandosi un po di pi/ tra gli alberi per trovarne altri. Poi si .erm, guardandosi intorno con cautela. I rumori che sentiva erano bassi, 2uasi impercettibili. * non sembravano 2uelli di persone intente a cercare legna. @achel era in piedi con la schiena contro un albero. %ir #lbert 'agle6 era premuto contro di lei. *rano cos) stretti in 2uellabbraccio da non rendersi conto della sua presen$a. *d entrambi sospiravano e gemevano di soddis.a$ione. *leanor si blocc dovera per 2ualche istante, prima di ritrarsi pi/ lentamente e silen$iosamente possibile. Fu soltanto 2uando ebbe messo una certa distan$a tra s! e i due, e si .u girata per a..rettarsi nuovamente .uori dalla macchia che il pensiero la colse? .orse avrebbe dovuto .are rumore, .arli interrompere, riportare @achel dagli altri. Ma @achel- 9opo ci che si erano dette 2uella mattina- 4ome aveva potuto" * con %ir #lbert 'agle6- 7uomo che dispre$$ava i borghesi, colui che pensava che il loro unico scopo .osse

2uello di lasciarsi sedurre, se erano giovani e di sesso .emminile. @achel era la .iglia di un locandiere. Ma, a di.esa della cugina, ovviamente, cera il .atto che %ir #lbert era un seduttore consumato, e aveva due anni di esperien$a in pi/, da 2uando ci aveva provato con lei. %i guard intorno, incerta e preoccupata. #vrebbe dovuto dirlo allo $io <en" ;ppure alla $ia *unice" Ma a 2uel punto, sarebbe scoppiato un puti.erio. #vrebbe rovinato la bella serata a tutti. * .orse per.ino lintero +atale. Forse lo $io <en avrebbe ritenuto necessario andare via. ; .orse avrebbero chiesto a %ir #lbert di andarsene. * .orse @achel, non rendendosi conto da cosa .osse stata salvata, non le avrebbe rivolto mai pi/ la parola. ;h, @achelIn 2uel momento, vide suo marito accanto alla catasta di legna raccoltaD lui si gir e le sorrise. 'ai inten$ione di portarli 2ui, *leanor" le domand. ; pensavi di .arti il tuo bel .al laggi/" 7ei abbass lo sguardo sul mucchietto di rami che teneva tra le braccia e si a..rett ad accatastarli insieme agli altri. Poi si strinse al suo braccio. Ti prego sussurr. 9evo parlarti. 7ui si allontan con lei dal gruppo, e cerc il suo sguardo con una certa apprensione. 4he succede" domand. %i tratta di %ir #lbert spieg *leanor. 'a portato @achel nel bosco e la sta baciando. 7ui sollev le sopracciglia. *..ettivamente, sarebbe di..icile biasimarlo per aver appro.ittato della situa$ione comment. Mi sembra che si piacciano da 2uando si sono scambiati il primo sguardo. Ma lui... mormor lei, preoccupata 1 un seduttore. <ertie" esclam suo marito, con una certa sorpresa. 4redo che sia una parola un po .orte, *leanor. 9i sicuro non al$er3 un dito su 2uella raga$$a in un bosco e con i suoi parenti nei dintorni. %), ma non avr3 alcun rispetto per lei si a..rett a rispondere *leanor. & la .iglia di un locandiere. 7o sguardo del conte si .ece pi/ .reddo. #h, si tratta di 2uesto comment. 4erto, noi membri dellaristocra$ia dispre$$iamo le persone delle classi in.eriori e non perdiamo occasione di rovinare lonore delle loro donne, se ci capita. ; di sposarle per denaro, ovviamente. Ti prego. *leanor si strinse di nuovo al suo braccio. %o di cosa sto parlando. Per esperien$a personale.

7ui la .iss sorpreso, poi i suoi occhi sembrarono .iammeggiare. 'a provato anche solo a s.iorarti" ringhi, la voce che .remeva di rabbia. %) rispose lei. Ma poi strinse pi/ .orte il suo braccio, 2uando lo vide voltarsi verso gli alberi e .are per allontanarsi da lei. +o. +on adesso. +on da 2uando siamo sposati. Parlo di due anni .a. *ravamo a una .esta in campagna insieme e ho capito, dal suo sguardo, che gli piacevo. Ma poi ho scoperto che pensava che io .ossi una raga$$a .acile, a causa della mia condi$ione sociale. 'a cercato di... toccarmi, e 2uando ha capito che non poteva avermi, ha cominciato a trattarmi con su..icien$a e a chiamarmi borghese. * ben presto hanno cominciato a .arlo anche tutti gli altri, e io ho passato lintero mese a di.endermi. @achel gli sta permettendo di toccarla. 7ei non sa con chi ha a che .are. @andolph la stava guardando intensamente, la mascella serrata e il volto ancora pieno di rabbia. #llora eri tu mormor, pi/ a s! stesso che a lei. * poi sembr rilassarsi. +on le .ar3 del male, *leanor soggiunse. & mio ospite, proprio come lei, e c1 .in troppa gente nei dintorni. & soltanto un bacio rubato, niente di pi/. Ma domani gli parler. Te lo prometto. 7ei sent) la tensione abbandonarla di colpo. %uo marito aveva ragione. 4erto che aveva ragione. @achel non aveva niente da temere, 2uella sera. * il giorno dopo, @andolph avrebbe parlato con %ir #lbert e gli avrebbe spiegato che la raga$$a era cugina di sua moglie e sua ospite. %ir #lbert si sarebbe sentito obbligato a comportarsi da gentiluomo per il resto della sua permanen$a a 8ren.ell Par:. 0uella, almeno, era una cosa che si poteva dire a .avore dei nobili. 7onore era pi/ importante di 2uasi ogni altra cosa, per loro. Ma servono venti persone o gi/ di l), per accendere un .al" comment suo marito, voltandosi a lanciare uno sguardo alle proprie spalle. ;h, s), replic lei se sono dei Transome. 7a sua risposta gli strapp un sorriso divertito, il primo che ricordava di aver mai ricevuto da parte sua. 7o .aceva sembrare molto giovane e bello. * le .ece tremare lievemente le ginocchia. 8uarda, *leanor, lo sent) esclamare sei slittini abbandonati. (ogliamo prenderne uno" ;h, s)- #l$ lo sguardo su di lui, entusiasta. *ra scesa gi/ per 2uelle colline con 2uasi ogni uomo del gruppo, tranne che con lui. Facciamolo. 7a discesa pi/ lunga. 7a pista 1 stata usata talmente tante volte che ormai 1 meravigliosamente scivolosa e pericolosa. Il che la rende irresistibile soggiunse lui, prendendola per mano e a..errando con laltra la corda di uno slittino. 7o .acevi spesso, 2uando eri piccolo" gli chiese *leanor, mentre avan$avano in me$$o alla neve. +on molto ammise il conte. +on cera mai 2ualcuno con cui scivolare. * non 1 molto divertente .arlo da soli. *ri un bambino molto solo comment lei, guardandolo negli occhi. #nchio ero

.iglia unica, ma non sono mai stata sola, gra$ie ai miei cugini. * alle $ie e agli $ii ad accrescere il numero dei bambini. 7ei gli rivolse uno sguardo piccato. Ma lo vide sorridere. +on la stava prendendo in giro. * a mio padre continu allora. #nche lui era sempre l) con me. Prima di ammalarsi, era pieno di energie e amava divertirsi. Tu lhai conosciuto soltanto 2uando ormai stava per morire. Ma parlare di suo padre non .ece altro che ricordare a entrambi situa$ioni che volevano per il momento dimenticare. Il motivo del loro matrimonio. 7amare$$a che entrambi vi avevano portato dentro. ,n silen$io pieno di imbara$$o cal tra loro, mentre lui sistemava lo slittino allini$io della discesa. %i raddri$$ e la guard negli occhi. 'a sempre voluto soltanto il meglio, per me sussurr lei. Pensava che 2uesta situa$ione sarebbe stata la migliore. & stato lunico motivo che lha spinto a .arlo. Ma lui strinse le labbra e non rispose. #ttese che lei si sistemasse sul davanti dello slittino e poi si abbass e si sedette dietro di lei, avvolgendola con le braccia e le gambe. 7ei appoggi la schiena contro il suo petto e desider di non aver mai nominato suo padre. 9esider che lui .acesse ci che aveva .atto =il.red poco prima, e le baciasse una guancia. Ma lui si stava sistemando tra le mani la corda dello slittino. 9evo .arti una con.essione ammise. +on ho mai a..rontato 2uesta discesa, .inora. * sembra decisamente ripida, vero" 7ei sorrise. %e pre.erisci, ribatt! possiamo andare su 2uella meno ripida. %e credi sia pi/ sicura, ecco. Per tutta risposta, lui abbass uno stivale e diede una spinta per .arli partire. Ma .orse la rea$ione alla provoca$ione scher$osa della moglie era stata troppo veemente. ; .orse le numerose discese precedenti avevano reso la pista molto pi/ scivolosa rispetto allini$io della serata. ; .orse .u il .atto che lei si girasse per sorridergli. ; magari il .atto che si .osse spinto con un solo piede invece che con due. Forse non cera un solo motivo. * di sicuro non ebbero tempo di pensarci. 7o slittino and .uori controllo dal primo momento, ondeggiando da una parte allaltra mentre @andolph tentava di tenerlo stabile, e ac2uistando velocit3 in modo decisamente allarmante, .inch! a met3 della discesa non impatt contro un mucchio di neve .resca con unangola$ione strana, sollevandosi di lato e lanciando a capo.itto nella neve pro.onda i suoi occupanti. *leanor era stata cos) terrori$$ata da non riuscire neanche a gridare. Ma 2uando atterr sopra suo marito, con le sue braccia che la stringevano .orte, scopr) che entrambi stavano ridendo a crepapelle. # dire il vero, si rese conto che stava proprio sghigna$$ando, ma non riusciva in nessun modo a costringersi a produrre un suono pi/ educato. 4hi vuole contare braccia e gambe" domand lui, 2uando riusc) a riprendere il controllo della voce. +e abbiamo ancora 2uattro ciascuno" ;h, penso di s) rispose lei, sen$a .iato. Ma non oso contare le dita. (isto" Te lavevo detto che avremmo .atto meglio a scegliere la discesa meno ripida. & per i novellini come te.

#vremmo potuto evitare 2uesto disastro. * ricominci a ridere. 9isastro" 7ui era riuscito pi/ o meno a controllare le risate di poco prima. 4hi ha parlato di disastro" 'o portato 2uello slittino con unabilit3 sen$a pari. Pensavi .orse che volessi davvero condurti .ino in .ondo alla discesa" 7ei sollev il viso e lo guard negli occhi. * in 2ualche modo dimentic come si .aceva a ridere. * per un attimo dimentic anche come si .aceva a respirare. 9avvero lo pensavi" ripet! lui in un sussurro. %). *leanor deglut) go..amente. Invece, intendevo .arci piombare in 2uesto letto di piume deli$iosamente .reddo dichiar lui. 7ontano dagli occhi di chi sta raccogliendo la legna, ecco. *leanor non riusc) a pensare a nulla con cui rispondere a 2uelle parole. +on che ce ne .osse bisogno. 7a mano di lui le s.ior la nuca, contro il cappuccio, e .u .acile per lei cedere a 2uella pressione, premendo le labbra contro 2uelle di lui. * .u subito lieta di averlo .atto. 7e labbra di @andolph erano .redde contro le sue, ma il suo respiro era caldo contro la sua guancia, e 2uando lo sent) aprire la bocca, avvert) altro meraviglioso calore. * altrettanto calda era la sua lingua, mentre scivolava lungo le sue labbra e poi, 2uando lei le dischiuse, dentro la sua bocca. In pro.ondit3. +on sent) neanche un po del terrore e del ribre$$o che laveva portata a lottare ciecamente la prima notte di no$$e. %oltanto un piacevole calore, che partendo dalle sue labbra, si di..ondeva alla sua bocca e scendeva lungo la gola e .ino ai seni, e poi gi/ .ino al suo ventre, .inendo a pulsare l), dove lui laveva penetrata la notte prima. 7o desiderava, adesso. 9entro di lei. 4aldo, duro e meraviglioso. Mmm mugol, 2uando la sua lingua si ritrasse dalla bocca di lei, e lui le baci le labbra, e poi le guance e gli occhi. Mmm ripet! lui, tornando a baciarla sulla bocca e .acendole sentire di nuovo il tocco appassionato della lingua. & un letto piuttosto .reddo, vero" 7ui era completamente sdraiato nella neve. * lei era sopra di lui. 4iononostante, sentiva la neve sciogliersi sotto ai propri abiti, in punti decisamente .astidiosi, e i piedi .ormicolarle per il .reddo. *ra distesa sopra a un uomo sul .ianco esposto di una collina, in piena vista, se 2ualcuno dei suoi parenti avesse deciso di allontanarsi appena di 2ualche passo dal .uoco. %i stava comportando da donna totalmente priva di pudore. * non importava che 2uello .osse suo marito. 7e nobildonne non si prodigavano certo in espliciti gesti di a..etto in pubblico, neanche con il proprio coniuge. %i sollev .aticosamente in piedi e cominci a spa$$olarsi via la neve dagli abiti. 9a 2uando si preoccupava di 2uello che .acevano le nobildonne" +on gliene importava nulla. 7anci uno sguardo a suo marito, mentre, accanto a lei, sollevava il cappotto dalle .alde per scuoterlo. Mi domando, comment se avresti manovrato lo slittino in 2uel modo anche se avessi avuto la .ortuna di sposare una nobildonna. 4he parole sciocche e petulanti, pens lei stessa mentre si ascoltava, 2uasi come .osse unaltra persona rispetto a 2uella che parlava. +on poteva

certo biasimarlo per la sorpresa con cui la guard. +on riesco a immaginarti a rotolare nella neve con Miss 9orothea 7ovestone, per esempio. 7ui sembr pensarci su per 2ualche istante. 'ai ragione dichiar in.ine. 9orothea non sarebbe neanche uscita. +on si sarebbe abbassata a tanto. *cco, visto" ribatt! lei, sentendosi ancora pi/ in.antile, perch! lui le aveva risposto con molta calma. +on si era a..atto scomposto. 7ei 1 una nobildonna e io no. *satto comment lui. Mi pare che tu abbia ragione. 9orothea, naturalmente, 1 piuttosto cagionevole di salute e probabilmente non sarebbe neanche sopravvissuta a una caduta nella neve. ,naltra caratteristica delle nobildonne. Invece io sono robusta e non soccomberei mai al gelo dichiar lei. 7ui la guard sen$a .retta dalla testa ai piedi. %), esattamente ribatt!, con voce .astidiosamente .redda. *leanor si sentiva cos) .rustrata da desiderare di riempirgli il petto di pugni, ma poi si sarebbe sentita ancora pi/ stupida, se lo avesse .atto. 4he motivo ne avrebbe avuto" 7ui le aveva soltanto dato ragione, e nel modo pi/ gentile possibile. # proposito di .reddo, i miei piedi sembrano essersi tras.ormati in due blocchi di ghiaccio. * i tuoi" Perch! mai dovrei avere i piedi .reddi, chiese lei visto che non sono a..atto delicata come una nobildonna" +on saprei rispose lui. Torniamo accanto al .uoco, va bene"

1B Tutto doveva essere cominciato, consider il conte, a scuola, 2uando lei si era comportata in modo cos) poco conven$ionale e lui non si era sentito minimamente imbara$$ato o in.astiditoD aveva soltanto provato una leggera invidia nei suoi con.ronti, e .orse ne era rimasto vagamente incantato. * poi cera stata la sua .olle decisione di .arsi invadere la casa dai bambini e dai loro genitori la (igilia di +atale, decisione che aveva preso per la luce che aveva visto brillare negli occhi di lei, insieme a un allegro senso di s.ida. * poi il suggerimento, da parte sua, che il concerto .osse seguito da una .esta, idea che laveva divertito, invece di disgustarlo. 0uello era stato lini$io. * poi, ovviamente, cera la sua .amiglia? una .amiglia chiassosa, allegra e pronta a divertirsi, che soltanto un mese prima lui avrebbe considerato spaventosamente volgare. 7idea di passare la serata a scivolare con gli slittini sulle colline, persone di una certa et3 comprese, invece di trascorrerla in 2ualche attivit3 pi/ signorile in salotto, ini$ialmente laveva sconvolto. Ma poi aveva pensato? Perch! no" 9avvero, perch! no" %embrava cos) divertente-

* poi aveva notato che sua moglie, nonostante il suo atteggiamento distaccato a tavola, non vedeva lora di uscire con gli altri. 9opotutto, era una Transome anche lei. *d era strano che a 7ondra non se ne .osse mai reso conto. ; che lei glielo avesse tenuto nascosto cos) bene. Prima di uscire, aveva visto la vivacit3 del suo passo e la luce che le brillava negli occhi, e che non poteva in alcun modo nascondere. %ulle colline, laveva vista correre su per le salite e gridare allegramente gi/ per le discese. 4ome se avesse nove anni invece di diciannove. * avrebbe voluto essere l) con lei, tutto il tempo. Ma le buone maniere, 2uelle eterne buone maniere che si opponevano sempre al divertimento pi/ semplice, lo avevano costretto a restare con i propri ospiti. 7aveva vista discutere con =il.red *llis e aveva capito subito di cosa stessero parlando. ; almeno lo aveva sperato. *d era stato contento che *llis avrebbe .inito per distruggere ogni a..etto che lei provava nei suoi con.ronti, con 2uella sua .astidiosa insisten$a. *ra stato 2uel pensiero a .argli tornare in mente tutto ci che era accaduto a partire da 2uel pomeriggio. #veva importan$a, per lui, che *leanor non provasse pi/ nulla per il cugino" 4hi voleva che amasse" 7ui" Per abitudine, ini$ialmente neg che .osse 2uello il suo desiderio. Ma i Transome gli stavano insegnando che le abitudini a volte erano 2ualcosa di orribile. (oleva stare in sua compagnia. *ra 2uella la semplice verit3 dei .atti. Pi/ di 2uanto ancora potesse rendersene conto. 4os), aveva accompagnato due volte %usan gi/ per la discesa, .inch! non si era rilassato e aveva dovuto ammettere che era e..ettivamente divertente, e poi si era diretto verso il .al per cercare la moglie. #veva davvero voluto cadere nella neve con lei" +on lo sapeva. Ma era certo che 2uellincidente era stato provviden$iale. 9avvero. #veva desiderato di baciarla, si era reso conto, perch! la notte prima non laveva baciata. Ma lei, naturalmente, non era pronta alla tenere$$a come invece lui. 9opo una breve e appassionata risposta a 2uel bacio, era tornata a essere la bisbetica di sempre. %ulla di.ensiva, come laveva sempre vista da 2uando laveva conosciuta. +on se nera reso conto, allini$io. #veva creduto che .osse soltanto ostilit3, la sua. Torniamo accanto al .uoco, va bene" le sugger). 7e pass un braccio intorno alla vita, e insieme tornarono gi/ per la collina, .ino a raggiungere la neve pi/ compatta, e procedendo a 2uel punto pi/ spediti. 0uando abbass lo sguardo su di lei, not che sembrava piuttosto dispiaciuta. #veva cercato il litigio e lui glielaveva negato. Ma non aveva alcuna inten$ione di litigare. #veva voglia di ridere, invece. *, saggiamente, aveva mantenuto la calma. 4omun2ue mormor lei, mentre si avvicinavano al .uoco, che adesso bruciava glorioso e sen$a ritorno? non erano stati risparmiati rami per alimentarlo. ,n tipico .al da Transome, consider silen$iosamente @andolph, con 2uel nuovo divertimento che trovava cos) incredibile e piacevole. Penso che stare 2ui .uori sia molto pi/ divertente che annoiarsi in un salotto che sa di chiuso. 9avvero" rispose lui. +on le avrebbe dato la soddis.a$ione di dire altro. @ischi di lasciarsi per.ino s.uggire una risatina. 7a sistem tra s! e il .uoco e le pass le braccia intorno alla vita, attirandola contro il proprio petto. 7o $io 'arr6 e la $ia 4atherine erano nella stessa posi$ione, e cos) Tom e <essie e 8eorge e Mabel. *ra tutto molto inappropriato, naturalmente. In pubblico,

sarebbe stato opportuno al massimo s.iorare la mano di una signora, anche se si trattava della propria sposa. 7o $io <en stava parlando delle stelle. *cco, la mia teoria 1 2uesta stava dicendo. 9evono averci messo molto pi/ di una notte per raggiungere 2uella stalla. (enivano dall;riente, dice la storia. 0uanto lontano" ,n miglio" 9ue" Tre re che vivevano a 2ualche miglio appena di distan$a" 'ai mai notato, per, gli domand lo $io %am che la <ibbia non dice mai che erano tre" * allora, riprese lo $io <en .acciamo dodici. 9odici re che vivevano a 2ualche miglio di distan$a" +o, credetemi, venivano da molto pi/ lontano e ci hanno messo ben pi/ di una notte per arrivare a destina$ione. 0uando ho sposato <en, intervenne la $ia *unice aspettavo sempre che la locanda si riempisse per +atale, per poi attendere che una coppia stanca venisse a chiedermi una stan$a. * ogni volta immaginavo esattamente in 2uale punto della stalla li avrei ospitati. 7o $io <en si mise a ridacchiare. 8uardandola, non si penserebbe mai che *unice sia una persona romantica, vero" comment. ;h, deve esserlo per .or$a, <en dichiar lo $io 'arr6. +on riesco a pensare a nessun altro motivo per cui possa averti sposato. Tutti scoppiarono allegramente a ridere. 4i sei cascato in pieno, <en a..erm lo $io %am. ;ra devi con.essare. ;h, be ribatt! lui. In e..etti ai miei tempi ero un gran bel raga$$o. 4omun2ue, tornando al punto. 0uella stella deve essere rimasta nel cielo per ben pi/ di una notte. * poi torna ogni anno comment @achel. *ra in piedi accanto a %ir #lbert, con la spalla che s.iorava la sua. #vevano entrambi lo sguardo piuttosto acceso, not il conte, osservandoli con aria critica. ;, almeno, 1 2uello che mi dicevi sempre, pap3. *satto rispose lui. #desso 1 lass/. 7a stella di +atale. 7a stella di <etlemme. Il gruppo era stranamente silen$ioso, considerando il .atto che si trattava perlopi/ di Transome. #vevano tutti al$ato lo sguardo verso il cielo buio al di l3 del .al. ;scurit3 e stelle. 4ome se si aspettassero che, tornando ad abbassare gli occhi, si sarebbero trovati di .ronte una stalla e un bambino in una mangiatoia, con i pastori e i Magi che si avvicinavano. %econdo me 1 2uella l) disse Mabel. Ma parl soltanto per 8eorge, e volse il viso in modo che lui potesse baciarla velocemente. ,n altro gesto decisamente inappropriato, consider il conte, posando per un attimo la guancia sulla testa di sua moglie. 0uella ripet! pensierosa la $ia *unice. %embra strano non essere come sempre alla locanda per +atale, <en. 4redi che John Pritchard si stia occupando di tutto come si deve"

0uella pi/ vicina alla luna dichiar @achel, e %ir #lbert si avvicin maggiormente a lei, per .arsi indicare meglio la stella che a lei sembrava pi/ brillante delle altre. 0uella sussurr il conte di Falloden allorecchio di sua moglie. Indic direttamente verso lalto, in modo da portarla ad appoggiare la testa contro la sua spalla per seguire il suo gesto. 8uardarono insieme verso il cielo e la magia del +atale, e lui la sent) per la prima volta. 0uella storia di .ede che aveva sempre celebrato in chiesa, in modo molto pi/ sobrio. Ma 1 proprio sopra di noi comment *leanor. +on dovrebbe essere sopra di noi .ino a domani, giusto" 9omani sar3 sopra alla stalla rispose @andolph. %tanotte invece 1 sopra di noi, in modo da .arci sentire tutto il suo splendore e il suo calore. Pensavo che non avessi mai potuto appre$$are il +atale mormor lei. In.atti 1 cos) ammise il conte. Ma non avevo mai cercato le stelle, prima dora. + mai insieme a te. 0uelle parole gli si .ormarono nella mente, anche se non le pronunci ad alta voce. 7ei rise dolcemente. * si dovrebbero trovare semplicemente perch! 2ualcuno le cerca" In realt3 sono sempre lass/ ribatt! lui. %olo che talvolta dimentichiamo di al$are gli occhi per guardarle. *leanor lasci la testa appoggiata contro la spalla del marito, e sollev lo sguardo insieme a lui in dire$ione di 2uel vasto e imperscrutabile universo che gli uomini cos) spesso dimenticavano, sebbene .osse sempre l), enorme e pieno di misteri. Mio dio, pens lui. *leanor era sua moglie. 8li apparteneva. *ra sua. Per la prima volta da molto tempo, aveva 2ualcuno con s!. ,na .amiglia. 0ualcuno che potesse o..rirgli con.orto e compagnia. ,na persona di cui avere cura e da amare. Mio dio! %tava stringendo un tesoro tra le braccia. * cosa aveva detto il padre di *leanor, riguardo ai tesori" 7a stella di <etlemme 1 2ualun2ue vogliamo che sia intervenne lo $io <en. & 2uella che ci .a sentire in pace, e pieni di speran$a e di amore. 0uella che sentite la stella giusta per voi , la stella giusta. 7o $io %am ridacchi. 9a raga$$o scriveva anche poesie, sapete" a..erm. #h- esclam il visconte %otherb6. Ma 1 un concetto meraviglioso. Fa sembrare tutta la storia del +atale pi/ vicina e personale. * allora 2uella sar3 la mia stella di <etlemme, perch! sento che 1 cos) mormor il conte allorecchio di sua moglie. 7a tua e la mia. *leanor rest immobile contro di lui, a guardare il cielo, con la testa contro la sua spalla, in silen$io. 9ur per un po, 2uel magico silen$io, un silen$io durante il 2uale @andolph si sent) pi/ vicino a lei di 2uanto mai si .osse sentito vicino a chiun2ue altro. ,n silen$io durante il 2uale arriv a credere che .ossero una cosa sola, perch! erano marito e moglie. ,n silen$io in cui si innamor

perdutamente di lei. Ma non era tutto cos) silen$ioso, in realt3. 4erano voci intorno al .uoco. * il crepitio allegro delle .iamme, mentre consumavano la legna. %i distrasse per un attimo, e la magia svan). Forse *leanor se ne stava cos) vicina a lui perch! era stato lui a volerla stringere a s!, e lei era una moglie obbediente. Forse se ne stava in silen$io perch! non aveva niente da dirgli. ; comun2ue niente che gli potesse dire di .ronte alla sua .amiglia. Forse era lontana da lui, e ostile nei suoi con.ronti, come era sempre stata. %ent) un brivido di .reddo, che segu) inesorabilmente al calore morente del .uoco. 4omun2ue, continu, in tono nuovamente pi/ .reddo e pratico 1 un bel pensiero, no" * a cosa serve il +atale, se non a lasciar libera limmagina$ione" Pos .ermamente le mani sulle spalle di *leanor, scostandola da s!, e unendosi ad alcuni degli uomini che stavano gettando della neve sui resti del .al per spegnerlo del tutto. 4ioccolata calda per tutti, al ritorno a casa" esclam allegramente, al$ando la voce in modo che tutto il gruppo potesse sentirlo. * magari un po di brand6, mentre la aspettiamo" 4he ve ne pare" # tutti parve meraviglioso. ;, almeno, cos) gli assicur un intero coro di voci. Perci, ben presto cominciarono a tornare verso casa, in gruppetti allegri che, come al solito, cercavano di parlare tutti insieme e di .arsi sentire al$ando la voce pi/ degli altri. *leanor, che stava tornando indietro con le $ie, <essie e %usan, si sentiva in.reddolita e sola, nonostante le allegre chiacchiere che si stavano scambiando. * anche un po sconvolta. 0ualcosa, a cui ancora non riusciva a dare un nome, era stato l), a portata di mano, di .ronte al .al. %i era appoggiata contro suo marito e aveva sentito la sua larga spalla contro la nuca, e le sue .orti braccia intorno alla vita, e si era resa conto di sentirsi al sicuro, e per.ino .elice, in 2uella stretta. Per.ino 2uando aveva pensato a =il.red, e si era domandata se nel suo abbraccio non sarebbe stata pi/ .elice, non era riuscita a provare alcun dispiacere. *ra suo marito, e avrebbero dovuto trovare la maniera di vivere insieme. +el corso della giornata, le era sembrata unidea meno impossibile di 2uanto non le .osse sembrata allini$io. *ra per.ino diventata una possibilit3 piacevole, in 2ualche modo. 4era stata 2uella strana e sorridente concordia tra loro, nellaula della scuola. Poi lui si era preoccupato per @achel, e le aveva promesso di parlare con %ir #lbert. %i erano baciati nella neve... e i suoi pensieri si persero per un attimo, al ricordo. * poi cera stato il .al, con le sue braccia, la sua spalla e la sua voce. * la stella che lui aveva scelto per loro. 7a loro stella. 7a loro stella di <etlemme, che li avrebbe condotti alla speran$a, alla pace e allamore, secondo le parole dello $io <en. 7ei ci aveva creduto. ;h, era stata completamente rapita dalla magia surreale di 2uel momento. 4i aveva creduto e laveva desiderato. 4on tutta s! stessa. 4on tutto il cuore. * in.ine, aveva sentito di nuovo la sua voce, che, in tono pratico, aveva commentato che era soltanto una piacevole .antasia. ,n attimo dopo si era ritrovata da sola, mentre lui aiutava gli altri a spegnere il .uoco. *d era sola anche in 2uel momento. %ola con la propria stupida ingenuit3. #ppena poco pi/ di un mese prima, lui laveva sposata, dopo averla vista soltanto una volta, perch! aveva un disperato bisogno di denaro per pagare i propri debiti e poter vivere nel lusso che un conte

dovrebbe potersi aspettare dalla vita. +on aveva il minimo interesse in lei. *ra soltanto un .astidio, per lui, e anche un motivo di imbara$$o. %i era vergognato del suo comportamento a scuola, 2uel pomeriggio. %ent) le guance avvampare per lumilia$ione di non aver .atto ci che ci si aspettava da lei. +on che avesse importan$a, si ripet! ancora una volta. +on aveva mai desiderato diventare una nobildonna. * tantomeno una contessa. 7ui laveva sposata, rendendola la sua contessa, soltanto perch! voleva i soldi di suo padre. *bbene, adesso li aveva. * aveva anche lei. #vrebbe dovuto imparare ad accettarla cos) comera. %i sarebbe dannata lanima, prima di cambiare soltanto per compiacerlo. 4era una speran$a. @andolph continuava a ripeterselo. 9oveva continuare a ripeterselo. 9oveva esserci una speran$a. #veva soltanto bisogno di un po di pa$ien$a. * non doveva essere avido. Perch! sapeva di non poter avere tutto ci che desiderava. +on sarebbe mai stato in grado di toccare la stella di <etlemme, neanche se .osse comparsa direttamente sopra la sua testa e lui si .osse allungato per raggiungerla. *leanor non lavrebbe mai amato. +on nel modo in cui lui sognava di essere amato. Il loro matrimonio era avvenuto in circostan$e troppo di..icili. 7ei non avrebbe mai voluto sposarlo e non aveva mai desiderato entrare a .ar parte del suo mondo. *leanor amava un altro uomo. +o, era assurdo pensare che potesse davvero innamorarsi di lui. Ma cera una speran$a. 4era sempre una speran$a. %icuramente cera 2ualcosa che lui doveva dirle. 4era un muro tra loro, ed era stato principalmente lui a erigerlo, poich! aveva ritenuto inutile .arle sapere tutta la verit3, 2uando laveva sposata. %i era ri.iutato di .arlo. Ma adesso voleva che lei sapesse tutto. *ra importante per lui. Il conte di Falloden aveva lasciato la propria stan$a da letto, bussando alla porta del camerino della moglie, per poi scivolare al suo interno. 7ei era l), seduta davanti a uno specchio, intenta a spa$$olarsi i capelli. %cintillavano come rame. 4redo proprio che i nostri ospiti si stiano divertendo esord) lui, posandole le mani sulle spalle, mentre *leanor posava la spa$$ola. %). 7o guard attraverso lo specchio. * anche i tuoi amici. 4redo che siano gentiluomini molto soli. & per 2uesto che li hai invitati" # dire il vero, ho invitato loro e anche diversi altri mentre ero ubriaco ammise @andolph, e desider di non aver mai pronunciato 2uelle parole mentre ancora stavano uscendo dalle sue labbra. +on aggiunse che al tempo era sbron$o perch! non sapeva come evitare di sposarla. Immagino che loro 2uattro abbiano accettato perch! non avevano dove altro andare. 7a moglie di %otherb6 1 morta di parto due anni .a. 7o sapevi" +o sussurr lei. %i al$ in piedi, voltandosi a guardarlo negli occhi. Poverino. & un uomo molto gentile. Mi piace. @est di .ronte a lui, sen$a .are nulla per scostarsi. 7e mani di lui si spostarono 2uasi di propria volont3 per slacciarle i bottoni della camicia da notte. *leanor abbass lo sguardo sulle sue dita. * @andolph prov un lampo bruciante di desiderio per lei. Il bisogno di averla tra le braccia.

+on era soltanto un desiderio .isico. #veva bisogno di lei. 4almati, pens. %ii pa$iente. +on aspettarti troppo da lei. *leanor mormor, mentre .aceva scivolare .uori dallasola lultimo bottone, ma sen$a ancora .ar scivolare lindumento lungo le sue spalle. Ti ho sposato per i soldi. 7o devo ammettere. %anto cielo, pens. +on avrebbe potuto cominciare il discorso con parole pi/ disastrose di 2uelle. Ma mi hai giudicato male continu, rapidamente, la voce troppo impostata. #vrebbe dovuto provare 2uel discorso, pensarci bene, prima di aprire bocca e parlare. 9avvero" *leanor sollev lo sguardo a incontrare il suo. +on ricordarmelo. Ti prego. +on adesso. Mi vuoi sul letto" +on sono un giocatore da$$ardo, mormor lui n! uno scialac2uatore. 0uei debiti non erano miei. ;h, per .avore ribatt! lei, mentre sollevava le mani per .ar scivolare lei stessa la camicia da notte gi/ dalle proprie spalle, scoprendo le braccia e il seno, .inch! non cadde ai suoi piedi. 4hiuse gli occhi e gli si .ece incontro. +on voglio saperlo. +on importa. %ei mio marito e lho accettato. +on 1 .orse cos)" +on mi sono sottomessa a te, ieri notte" +on ti ho donato piacere" #ccetta$ione. %ottomissione. Il suo corpo nudo premeva contro 2uello di lui, e la giovane donna teneva gli occhi chiusi, remissiva. Perch! era sua moglie. Perch! aveva accettato di sposarlo per .are contento suo padre, e avrebbe onorato 2uella promessa per il resto della vita. 9overe e onore. +on voleva ascoltare alcuna spiega$ione ulteriore. @andolph si incup), sentendosi decisamente pi/ .reddo di prima. * tuttavia, riusciva a sentire le sue curve morbide e calde contro il proprio corpo, attraverso la propria camicia da notte, che ormai era lunica, sottile barriera tra loro. Poteva vedere i suoi seni premere contro il proprio petto e i suoi capelli di un rosso scuro sciolti in scintillanti onde sulle sue spalle e lungo la sua schiena. 7a desiderava. 9esiderava sua moglie e lei gli si sarebbe sottomessa docilmente. *ra il suo cuore a sentirsi avvolto dal gelo. Il suo corpo, invece, era in .iamme. Pensavo che .orse... mormor, esitante che .orse avresti voluto conoscermi meglio. 4he .orse avremmo potuto essere amici. Mi vuoi nel letto ribatt! lei, con un gelo nella voce pari a 2uello che @andolph provava nel proprio cuore. 9evo andare a sdraiarmi" %) rispose lui, e la guard attraversare la stan$a e distendersi sul letto, mentre si liberava della camicia da notte, lasciandola cadere sul pavimento accanto a 2uella di lei. 7a desiderava, pens, mentre abbassava lo sguardo su di lei, pochi attimi dopo, e la vedeva sdraiata docilmente sulla schiena. Poteva sentire il sangue scorrergli rapido nelle vene, e prov lirresistibile desiderio di spingersi dentro di lei. #veva bisogno di sentir crescere 2uella tensione .ino a .arla esplodere e liberarsene. 7e allarg le gambe, inginocchiandosi tra loro, prese posi$ione e si spinse in lei. *ra

calda e bagnata. #nche lei lo desiderava, allora, nonostante limmobilit3 del suo corpo e lespressione di indi..eren$a sul suo viso. %i desideravano. %i abbass contro di lei e prese a muoversi in una serie di colpi rapidi e pro.ondi. *ppure, non era cos) che avrebbe voluto che .osse, tra loro. Il suo corpo si a..annava .ebbrilmente a cercare la soddis.a$ione dellorgasmo, ma la sua mente restava stranamente distaccata. *ra ununione puramente .isica, pens, per 2uanto meravigliosa potesse essere. *ra soltanto il suo corpo che godeva del corpo di lei. Il semplice dono del suo seme per il piacere di lei. %arebbe dovuto essere 2ualcosa di diverso. 7ui desiderava 2ualcosa di diverso. #vrebbe voluto unire le proprie labbra alle sue, insieme ad altre parti dei loro corpi. #vrebbe voluto poterla guardare negli occhi, e scorgervi la sua anima. #vrebbe desiderato che lei guardasse nella sua. #vrebbe voluto delle parole, parole sussurrate e parole ascoltate. #vrebbe voluto la sua stella di <etlemme. * sapeva che la propria decisione di accontentarsi avrebbe potuto non essere abbastan$a per lui. 7a voleva. ;h, dio, 2uanto la voleva. 4os). %), cos) e cos) e cos). Ma anche di pi/. (oleva di pi/. #h. %i irrigid) dentro di lei, e gir il viso per sospirare contro la sua tempia. * poi avvert) la tensione sciogliersi, un meraviglioso sollievo, mentre liberava il proprio seme. *leanor rest immobile, serena, morbida e calda sotto di lui. *rano due entit3 separate, si rese conto lui, 2uando in.ine torn a ragionare lucidamente. 9ue mondi troppo diversi. ,niti .isicamente 2uanto potevano esserlo un uomo e una donna. Il suo seme era dentro di lei, .orse persino il principio di una nuova vita. Ma a mondi e universi di distan$a. %civol via da lei con un lampo di rimpianto, e si spost al suo .ianco. Fantasie, cos) aveva chiamato i propri sentimenti davanti al .al, 2uando aveva voluto di.endersi dal silen$io di sua moglie. #veva detto la pura verit3. *rano state soltanto .antasie. %arebbe dovuto tornare nella propria stan$a. 7ei aveva .atto il suo dovere di moglie, e ora avrebbe dovuto lasciarla riposare. Il giorno successivo sarebbe stato molto impegnativo. %e .osse rimasto l) con lei, sarebbe tornato sicuramente a desiderarla durante la notte. 9oveva andarsene. %civol nel sonno. * si svegli pi/ tardi, parecchio tempo dopo? sia le candele che il .uoco nel caminetto si erano consumati del tutto. 7ei gli si stringeva contro, borbottando 2ualcosa di incomprensibile, e cercando la sua bocca con la propria. @andolph sapeva che la giovane donna era ancora addormentata, mentre si destava e le dava ci che stava cercando. 7a baci appassionatamente, con le labbra, i denti e la lingua, e si domand, mentre lei stessa cominciava gradualmente a svegliarsi, chi stesse sognando. *ra piena di desiderio per chiun2ue .osse luomo nel suo sogno. I suoi seni, si rese conto 2uando premette un palmo contro uno di essi, avevano i cape$$oli tesi e turgidi. Ma non voleva pensare allidentit3 dellamante del suo sogno. 7a sollev, calda e ancora assonnata, sopra di s!, spalancandole le cosce con le mani, sollevandole le ginocchia ad abbracciargli il busto. Poi la prese per i .ianchi e la penetr mentre la spingeva in basso verso di s!. @itrov le sue labbra e la am con selvaggia passione, come aveva desiderato amarla. *d esult

sentendola sempre pi/ calda, e sentendola adeguarsi al suo ritmo e serrargli i muscoli intorno, .inch! non grid insieme a lui, crollandogli addosso tremante mentre lui le sollevava le coperte sulle spalle. Proprio come aveva .atto durante la prima notte di no$$e, ricord. Ma con una di..eren$a. ;h, s), una grossa di..eren$a. 0uesta volta lavevano .atto insieme. 9allini$io alla .ine, un gesto dopo laltro. *leanor sussurr, ansante, al suo orecchio. Ma lei era di nuovo immersa nel sonno. +leanor. Moglie mia. Mia amante. -more mio. @est sveglio ancora per un po, lottando contro il sonno. %tava troppo bene, era troppo rilassato e .elice per non godersi 2uelle sensa$ioni. * lei era morbida e calda su di lui. *rano ancora uniti. -more mio. *ra un sogno meraviglioso. ,n sogno di +atale. Forse la realt3 gli sarebbe sembrata triste e .redda, la mattina dopo. (oleva restare sveglio e aggrapparsi a 2uel sogno. Fin) per addormentarsi di nuovo.

1E %ir #lbert 'agle6 si trovava nella sala da biliardo con 7ord 4harles, #ubre6 *llis, =il.red e lo $io 'arr6. Il conte entr e rest a guardarli giocare per un po. #hi- comment pacatamente, 2uando 7ord 4harles, dopo un paio di colpi notevoli, manc una buca molto .acile. Ti va se .acciamo due passi in galleria, <ertie" %ir #lbert .ece per protestare, ma 2uando vide lespressione sul volto del suo ospite appoggi subito la stecca alla parete. Perch! no" rispose. Fa troppo .reddo, del resto, per uscire. +eve e poi ancora neve. * vento. +on 1 certo un bel tempo, per la (igilia di +atale. Il cielo torner3 sereno entro me$$ogiorno dichiar allegramente lo $io 'arr6, mentre i due lasciavano la stan$a. +essuna delle signore sta passeggiando in galleria disse il conte. Il .ocolare acceso in soggiorno deve essere una tenta$ione irresistibile. #vremo il corridoio tutto per noi. & cos) importante" domand %ir #lbert, osservando incuriosito lamico. Il .atto che siamo soli, voglio dire.

Il conte non rispose. Ma chiuse .ermamente la porta alle proprie spalle, 2uando entrarono nella galleria. #h- esclam %ir #lbert, procedendo verso la pi/ vicina delle alte .inestre che si susseguivano lungo una parete del lungo e ampio corridoio. %pero che 8ullis abbia ragione, riguardo al cielo che torner3 sereno entro me$$ogiorno. & orribile restare con.inati in casa la (igilia di +atale. 4he inten$ioni hai riguardo a @achel Transome" gli domand con calma il conte. %ir #lbert si guard intorno, sorpreso. 4he inten$ioni ho" ripet!. %anto cielo, @andolph, non starai mica giocando al serio e attento capo.amiglia, ora, vero" +on sei a..atto il capo.amiglia. %uppongo che il promotore di tutto 2uesto sia... lo $io %am. 7e hai dedicato molte atten$ioni gli .ece notare il conte. * ieri notte sei stato sorpreso a baciarla nel bosco. %arei stato uno stupido se non avessi colto 2uelloccasione comment lui. Insomma, lhai vista bene" ; ci hai mai scambiato due chiacchiere" & una .anciulla ingenua dichiar @andolph. +on ha minimamente la tua esperien$a, in 2ueste cose, <ertie. *d 1 la .iglia di un locandiere. %ir #lbert si strinse nelle spalle. * con ci" Tua moglie 1 la .iglia di un mercante di carbone ribatt!. * mi sembra che se la cavi pi/ che bene nel ruolo di contessa. 4osa stai .acendo, @andolph, stai cercando di mettermi in guardia" +on capisco davvero perch! tu abbia intavolato 2uesto discorso. %o come la pensi sui borghesi a..erm il conte. 7amico lo .iss dritto negli occhi. +on molte settimane .a sei stato tu a ubriacarti perch! eri costretto a sposare la .iglia di uno di loro comment. Te ne sei pentito a tal punto da cercare di evitare che io commetta lo stesso errore" Pensi che 2uesta .amiglia sia insopportabilmente volgare" #l contrario dichiar il conte. Invidio la loro esuberan$a, il loro calore e la..etto che sembrano provare tra loro. 4i sono stati momenti in cui ho desiderato essere uno di loro... per poi ricordare che lo sono gi3, in 2uanto marito di *leanor. Per la miseria comment %ir #lbert, osservando con interesse lamico. Ti stai a..e$ionando a lei, @andolph. Ma il conte aveva le spalle rigide e non stava sorridendo. Mi ha detto che hai cercato di sedurla, da 'utchins, due estati .a. 9avvero" #llora sai che era lei rispose %ir #lbert. +on sono sicuro che >sedurla sia la parola esatta, tuttavia, @andolph. 'o cercato di prendermi 2ualche libert3 con lei, immagino... per capire 2uanto potessi spingermi avanti. Ma e..ettivamente, non 1 stato molto. Perch! era una borghese. Il tono del conte era duro. +on avresti trattato allo stesso modo la .iglia di 'utchins, <ertie.

%ir #lbert torn ad accigliarsi. 9evo .orse giusti.icarmi per un .atto accaduto due anni .a" domand. ; piuttosto, per 2ualcosa che non 1 mai accaduto" +on voglio che si ripeta con @achel dichiar il conte. Tutto 2ui, <ertie. & la cugina di mia moglie e mia ospite. Per 2uanto riguarda il resto, 1 una signora e deve essere trattata come tale. 7avrei baciata, ieri notte, anche se .osse stata la pi/ nobile delle nobildonne a..erm %ir #lbert. 'o unin.atua$ione per lei, se proprio vuoi saperlo, @andolph. #n$i, .orse 1 anche 2ualcosa di pi/. & molto pi/ interessante e intelligente della maggior parte delle .ar.alline delicate che si incontrano nelle sale da ballo di 7ondra. * mille volte pi/ bella. * in ogni caso, ribadisco che non devo giusti.icarmi con te, per 2uesto. #l massimo, risponder a suo padre, se sar chiamato a .arlo. 9avvero lo .arai" Il conte sembr istantaneamente sollevato. +el senso che ti comporterai onorevolmente, <ertie" Perch! mi hai detto che *leanor era volgare" Io non ho detto... %) che lhai .atto lo interruppe il conte. 0uando hai pensato che .osse lei la raga$$a che avevi conosciuto da 'utchins. 0uando ti ho parlato per la prima volta del matrimonio. Ma era volgare borbott %ir #lbert. Parlava con un accento campagnolo che si sarebbe potuto tagliare con il coltello, tanto era pesante. * chiassosa, @andolph. 4on una risata che veniva dritta dalla pancia. #h comment il conte. * si 1 comportata cos) prima o dopo che tu hai tentato di sedurla, <ertie" +on me ne sono accorto, prima ammise %ir #lbert. #ltrimenti, dubito che mi sarei anche solo avvicinato a lei. Il conte annu). #h, certo comment. & proprio da *leanor comportarsi cos). @iesco 2uasi a vederla. 4on i pugni stretti, le maniche arrotolate .ino ai gomiti e gli occhi scintillanti di rabbia. # dire il vero, mi 1 stato di..icile credere che si trattasse della stessa donna ammise %ir #lbert. Ma ascoltami, @andolph. # me piace 2uesta .amiglia. # chi non piacerebbe" %tanno rendendo 2uesto +atale davvero indimenticabile, non trovi anche tu" Insomma, ho 2uasi .inito per dimenticare che ini$ialmente ero venuto 2ui solo per cacciare. * non .arai so..rire @achel" gli chiese il conte. %ir #lbert lo .iss, in 2ualche modo a disagio. 'o cercato di starle lontano mormor. Ini$ialmente, credo, proprio perch! 1 la .iglia di un locandiere, e mia madre avrebbe un collasso, se la portassi a casa per .argliela conoscere. * poi perch! non volevo incastrarmi in una situa$ione insostenibile, con tutta la sua .amiglia che ci teneva gli occhi addosso. +on ho mai pensato di sedurla, @andolph. %anto cielo, che idea ti sei .atto di me" 4redo che tu sappia come sia giusto comportarsi in 2uesti casi a..erm il conte. Ma

*leanor era preoccupata. Ti sei davvero innamorato di 2uella raga$$a, <ertie" # mia madre prenderebbe un colpo borbott %ir #lbert. Ma sei tu 2uello che poi dovrebbe vivere con lei gli .ece notare il conte. Proprio cos). %ir #lbert si gratt la testa. #l diavolo, 1 un pensiero piuttosto serio, eh" %ar3 meglio che le stia lontano per il resto della giornata. %e ci riesci ribatt! il conte. Immagino che in 2uesto modo, oggi riuscirai a scoprire 2uanto sono pro.ondi i sentimenti che provi per lei. 4ielo mormor %ir #lbert. 7a .iglia di un locandiere. * 2uella di un mercante di carbone. Ma ha .orse importan$a, @andolph" (oglio dire, ha importan$a davvero" Per me no a..erm il conte. * ora sar3 meglio che vada a vedere se *leanor ha bisogno daiuto, nella sala da ballo. 'a inten$ione di decorarla, per il concerto dei bambini e la .esta di oggi pomeriggio. 9accordo. Io torner nella sala da biliardo rispose %ir #lbert. Ma lamico non si scost dalla porta, 2uando lui si avvicin. @est immobile, guardandolo cupamente. %ir #lbert sollev le sopracciglia. Mi spiace, <ertie dichiar il conte. Ma devo .arlo. 0uesto 1 per mia moglie. ,n attimo pi/ tardi, lespressione di %ir #lbert pass dalla sorpresa al dolore, 2uando il pugno dellamico gli si abbatt! sulla mascella. <arcoll allindietro, cerc di restare in piedi e poi piomb sul pavimento. %e vuoi sistemare la .accenda in 2ualche modo, continu il conte puoi sempre schia..eggiarmi con un guanto, <ertie. %ono certo che troveremo sicuramente dei testimoni, e potremo sistemare tutto lontano dalla casa e dagli occhi delle signore. %ir #lbert sgranch) la mascella dolorante e la s.ior delicatamente con la punta di due dita. #ggrott la .ronte, al$ando lo sguardo sullaltro, dalla propria posi$ione sul pavimento. #..e$ionarsi a lei- sbott, disgustato. Tu sei perdutamente innamorato di lei, @andolph. & la prima volta... e spero sia anche lultima... che vengo punito per 2ualcosa che ho .atto nel passato. 4erchi soddis.a$ione" gli domand il conte. %ir #lbert gli tese una mano. #iutami a rial$armi borbott. & il minimo che tu possa .are. ;ra immagino che avr un bel livido per cui dare spiega$ioni a una do$$ina di curiosi. <ene, ho sbattuto contro una porta. Immagino che sia la risposta pi/ semplice da dare, giusto" * anche la pi/ umiliante. Per la miseria, @andolph, 2uando dai un pugno non ti trattieni per niente, vero" 7a testa mi rimbomber3 per un mese intero. Il conte lo aiut a rimettersi in piedi e poi gli tese nuovamente la mano, in silen$io. %ir #lbert la guard, e la strinse sen$a aggiungere altro. ,scirono dalla galleria insieme.

*leanor si guard intorno con una certa soddis.a$ione. 7a sala da ballo che aveva visto la prima volta le era sembrata una stan$a piuttosto grande, spoglia e tristeD adesso sembrava allegra a su..icien$a per accogliere una .esta. I bambini ne sarebbero stati deli$iati, pens, e anche i loro genitori. #veva deciso che sarebbe rimasta l) per salutare i genitori 2uando sarebbero cominciati ad arrivare. Immagin che per alcuni, se non per tutti, recarsi a 8ren.ell Par: sarebbe stato un motivo di preoccupa$ione, pi/ che un piacere. (oleva dun2ue mettere tutti a proprio agio. 9opotutto, lei era la semplice *leanor Transome, o almeno lo era stata .ino a meno di due mesi prima. %orrise, mentre guardava la sua .amiglia .are praticamente ci che stava .acendo lei, cio1 ammirare il loro operato. %uo marito si era aspettato che avrebbe lasciato decorare la sala ai servitori, limitandosi a dirigere i lavori. 7e aveva anche o..erto il suo aiuto per lorgani$$a$ione. %embrava non conoscere ancora abbastan$a la sua .amiglia. ,na parola a pran$o, e si erano tutti o..erti volontariamente di darle una mano. 7a met3 di loro era uscita per prendere altre .ronde verdi. 7a $ia <er6l e la $ia @uth erano tornate in so..itta per portare gi/ le decora$ioni che non erano ancora state usate, anche se entrambe avevano dichiarato che ne erano rimaste poche. 7ord %otherb6 aveva suggerito di .are un salto al villaggio per comprare 2ualche nastro in pi/, e Muriel, Mabel e 8eorge erano stati ben .elici di accompagnarlo. * poi, naturalmente, si erano messi tutti a decorare la sala con entusiasmo. Mancava ancora pi/ di unora allarrivo dei primi ospiti per il concerto, unora in cui lavarsi e cambiarsi. Mia cara *llie, disse lo $io %am, rivolgendole un esagerato inchino mi concederesti 2uesto val$er" 7ei agit un immaginario ventaglio davanti al viso. Ma, $io, comment purtroppo ho gi3 lagenda piena. Mi dispiace tanto. @idacchiarono entrambi, e lui le pass a..ettuosamente un braccio intorno alle spalle. %ei .elice, tesoro" le domand. 7ei annu). %uo marito e Mr <adcombe tenevano .erma una lunga scala, mentre %ir #lbert 'agle6, appollaiato in precario e2uilibrio sullultimo piolo, parecchio pi/ in alto di loro, stava appendendo delle stelle decorative ai lampadari. Tutti e tre erano in maniche di camicia. * lei dubitava che avessero mai .atto 2ualcosa del genere .ino a 2uel momento, in vita loro. & un bravuomo, *llie comment suo $io. Joe ha .atto unottima scelta. Ma, se ti conosco bene, tu lhai aiutato a scegliere. 7o ami, vero" *leanor annu) di nuovo. %), era cos). +e era stata pienamente consapevole soltanto la notte prima, 2uando si era svegliata e si era resa conto che suo marito stava .acendo lamore con lei, e in 2ualche modo anche lei stava .acendo lamore con lui. Forse era stata lei stessa a cominciare. #veva avuto limpressione che .osse andata cos). Ma non aveva importan$a. %i erano amati. 4era stato latto sessuale, 2uello previsto dal matrimonio, lunione .isica dei loro corpi. Ma era stato molto pi/ di 2uello. *ra stato ci che lei aveva desiderato due notti prima, sen$a sapere esattamente cosa voleva. %i erano amati. +on cera altro modo di descrivere 2uello che era accaduto. Fisicamente era stato pi/ che meraviglioso, perch! lui laveva condotta oltre ogni tensione e angoscia, in un mondo di rilassamento e pace la cui esisten$a lei non aveva mai sospettato. * a livello emotivo, era

stato... oh, non cerano parole per descrivere comera stato. *ppure, 2uel giorno sembrava regnare una sorta di incerte$$a e distan$a, tra loro. %i era svegliata presto, 2uando lui laveva delicatamente scostata da sopra di lui, dove aveva dormito al caldo e al sicuro come su un letto vivente, per appoggiarla sul materasso. * 2uando si era ritratto dal suo corpo, a cui ancora era unito. Ma lui non aveva detto niente, anche se lei aveva aperto gli occhi. %i era al$ato dal letto, girandosi per rimboccarle con cura le coperte e indugiando per un attimo a guardarla in viso. * poi durante la giornata si erano guardati e parlati serenamente, sen$a alcuna traccia di ostilit3 o .redde$$a. Ma non cera stato altro. +iente a indicare che la notte prima si erano amati, che avevano condiviso 2ualcosa di molto pi/ pro.ondo del semplice atto coniugale tra marito e moglie. Forse aveva immaginato ogni cosa" Forse lui non provava gli stessi sentimenti" Forse era stata soltanto lei ad amarlo. %) ripet!. 7o amo, $io %am. (orrei soltanto che pap3 .osse 2ui. * a 2uel punto, sent) un gran senso di vuoto, un dolore sordo che le serrava la gola. 7assen$a di suo padre da 2uella sala da ballo, dalla riunione di .amiglia, era 2uasi tangibile. 7ui le strinse una spalla. #nchio, tesoro sussurr. %uo marito stava venendo loro incontro, sorridendo e s.regandosi via la polvere dalle mani. & una meraviglia, non trovate, $io %am" comment. 4he dire, raga$$o mio" esclam lo $io, lasciando la presa sulla spalla di *leanor per allargare le braccia in modo elo2uente. 41 il tocco dei Transome. 9i un po, sei tu il prossimo a ballare con *llie" +on pu ballare con me, dice, perch! ha gi3 lagenda piena. #h, davvero" ribatt! il conte. <e, non potr3 certo negarmi un ballo, $io %am. %ono suo marito. Parliamo di un val$er, vero" 7ei rise. 4os) dice lo $io comment. 0uanto a me, caro marito, mi sto divertendo cos) tanto a 2uesto ballo, che non so pi/ 2uali dan$e siano in programma. * a 2uel punto batt! le lunghe ciglia verso di lui. @andolph le prese una mano nella propria e si volse a guardare il gruppo allegro e chiassoso dei parenti, .ino a trovare chi stava cercando. Jason- chiam, al$ando la voce. ,n val$er, per .avore, al piano.orte. %arai tu ad accompagnarci per 2uesto ballo, dico bene" 7ord %otherb6 lo .iss per un attimo sen$a capire, interrompendo la conversa$ione in cui era immerso con la $ia 4atherine e la $ia <er6l. Mi stavo solo prendendo una piccola pausa, mio caro signor conte disse in.ine. Torno subito al lavoro... e val$er sia7inattesa .ollia di 2uel momento ne costituiva anche la magia, come scopr) *leanor nei successivi dieci minuti, 2uando 7ord %otherb6 si sedette al piano e, sen$a laiuto di note scritte, cominci a suonare un val$er. %uo marito si inchin davanti a lei, in modo molto pi/ elegante di 2uanto aveva .atto lo $io %am, e le tese una mano. Mia signora esord). (ogliamo dan$are, dun2ue"

7ei consult la sua immaginaria lista di pretendenti. 4os) sia, mio signore rispose, rivolgendogli una pro.onda riveren$a. * poi si ritrovarono a dan$are sulle note di 2uel val$er, un ballo che lei non aveva mai provato .uori dalle aule scolastiche, e avrebbe potuto giurare su una pila intera di <ibbie che stessero dan$ando sospesi nellaria. 8li sorrideva guardandolo negli occhi, e lui le sorrideva allo stesso modo, e allora si sent) riempire di gioia. 9oveva essere stato reciproco, 2uellamore, la notte prima. ;h, non era mai stato cos), tra loro. 7a sala 1 piuttosto a..ollata, vero, mia signora" comment lui, ed *leanor si guard intorno, rendendosi conto che anche tutti gli altri, o 2uasi, si erano messi a loro volta a ballare. Per.ino la $ia @uth volteggiava tra le braccia di Mr <adcombe, e sembrava sul punto di mettersi a gridare per lemo$ione da un momento allaltro. Il +atale mormor il conte, ridacchiando dolcemente verso di lei. %embra proprio che renda .olli le persone pi/ serie, non ti pare" Forse torneremo tutti pi/ seri, la settimana prossima. *ra soltanto 2uesto, dun2ue" Il +atale" Tutto 2ui" 0uella magia sarebbe svanita, la settimana successiva" %en$a lasciare traccia alcuna" +on ci sarebbero stati pi/ 2uellamici$ia, 2uegli scher$i... i balli immaginari" +on si sarebbero pi/ amati" Io spero di no bisbigli allora, e not un lampo di luce scintillargli negli occhi al concludersi della musica, prima che distogliesse rapidamente lo sguardo. Il livello del rumore nella sala da ballo si moltiplic improvvisamente per dieci, e tutti cominciarono a ridere di cuore. %ar3 meglio che ci ritiriamo e ci prepariamo per il concerto sugger) il conte, al$ando la voce e riuscendo in 2ualche modo a .arsi sentire da tutti al di sopra del brusio allegro delle chiacchiere generali. 4hi vorr3 essere presente, naturalmente. Tutti volevano presen$iare al concerto, e glielo dissero con voci via via pi/ alte, per .arsi sentire al di sopra delle altre. Il conte sorrise, divertito. *leanor si volt 2uando sent) una mano posarsi sulla sua spalla. Milad6 esord) %ir #lbert 'agle6. Potete concedermi cin2ue minuti del vostro tempo" Posso parlarvi" 7ei avrebbe pre.erito di no. %i sentiva sempre molto in imbara$$o, in sua presen$a, e lo evitava tutte le volte che poteva. 7e era sembrato, del resto, che %ir #lbert .acesse lo stesso. 4ertamente rispose, con cautela. (ogliamo andare nella serra" 7o guid .uori dalla sala da ballo. Il tempo 1 migliorato comment %ir #lbert, tormentando tra le dita la .oglia vellutata di una pianta e avvicinandosi alle .inestre che si aprivano su tre lati della serra. %) rispose lei. +e sono lieta, per i bambini e i loro genitori. * anche per noi. 0uesta

sera potremo andare tutti in chiesa. ,n silen$io imbara$$ato cal tra loro. Perch! 'agle6 le aveva chiesto di parlarle in privato" %e lo domandava. *ra lultima persona da cui si sarebbe aspettata una tale richiesta. (i devo delle scuse, milad6 a..erm lui di colpo, volgendo risolutamente le spalle alla .inestra e guardandola dritta in viso. *leanor gli restitu) lo sguardo con una certa sorpresa. +on aveva .atto nulla per o..enderla. *, inaspettatamente, ricord come lavesse trovato attraente, alla .esta di Pamela... anche se soltanto allini$io. *ra piuttosto snello di costitu$ione, con il viso magro, gli occhi scuri e i capelli castani. Poteva capire perch! a @achel piacesse tanto. * la stessa @achel lo aveva de.inito >a..ascinante, nel descriverlo. 9opo tanto tempo, dovevo dirvelo continu lui. Il mio comportamento 1 stato imperdonabile. %ia ini$ialmente che dopo. # volte, il modo pi/ semplice per allontanare lumilia$ione di un ri.iuto e il disagio del senso di colpa 1 mostrarsi alte$$osi. * cos) ho .atto, e ricordo di aver portato tutti gli altri dalla mia parte. 9eve essere stato un momento orribile, per voi. %anto cielo, stava parlando di 2uanto accaduto due anni prima. *leanor si sent) avvampare. %), lo 1 stato ammise. #nche se allora .eci in modo che nessun altro lo capisse. #nche lui sembr arrossire lievemente. 7accento campagnolo mormor. %iete abile a imitarlo. * anche 2uelle risate sguaiate. +on avevo capito che la vostra .osse tutta una recita. 4he in realt3 siete elegante e ra..inata come una... come una lad6. (oi siete una lad6. *leanor si .ece improvvisamente sospettosa. & stato mio marito a pretendere 2ueste scuse" domand. +o ribatt! %ir #lbert. #nche se ha sollevato largomento 2uesta mattina, 2uando mi ha parlato di Miss Transome. Miss @achel Transome. 7ei si morse il labbro in.eriore. +on dovete assolutamente temere che si ripetano i .atti di due anni .a continu lui. 4on vostra cugina, intendo. * vi prego sinceramente di perdonarmi, per il mio comportamento di allora, milad6. 4i sarebbe dovuto essere 2ualcuno, anche al tempo, per .armi tornare in me con 2ualche sonora bastonata. *leanor sorrise lievemente. 8ra$ie mormor. %iete il migliore amico di mio marito e ammetto di aver desiderato che cos) non .osse. 'o provato un serio imbara$$o allidea di dovervi .re2uentare spesso. 7o capisco rispose lui. Mi sono trovato in imbara$$o anchio. 7e and incontro, tendendole la destra. (olete prendere la mia mano, milad6" Possiamo essere amici" +e sarei .elice disse *leanor, posando la mano su 2uella di lui e stringendola con gentile$$a. Indugi con lo sguardo sul livido che campeggiava sul lato sinistro della sua mascella e ricord tutte le battute di cui era stato .atto oggetto a pran$o. 0uella porta in cui siete incappato, domand era per caso il pugno di mio marito"

7ui la guard e corrug le labbra. # causa di @achel" soggiunse *leanor. ;h, ma non avrebbe dovuto. # causa vostra spieg %ir #lbert. Perch! non vi ho mostrato il giusto rispetto, due anni .a. ;h. 7a giovane donna sollev una mano alle labbra, ma non riusc) a trattenere un sorriso, nascosto dietro le dita. * non riusc) a impedire ai propri occhi di scintillare. ;h ripet!. * voi ne siete contenta comment lui. #nche se la mia povera mascella ancora so..re le pene dellin.erno. %iete lieta che mi abbia colpito, milad6" ; .orse lo siete per il .atto che tiene a voi al punto di .arlo" 7a seconda ipotesi era 2uella giusta. ;h, s), la seconda. %ir #lbert rispose. Mi dispiace tanto per la vostra povera mascella. Ma non pensate che il +atale sia il periodo pi/ bello dellanno, in ogni caso" 'o avuto giorni migliori, devo ammetterlo a..erm lui. Ma penso che 2uesto +atale non sia poi cos) male. 9opotutto, non 1 ancora .inito. * per la prima volta, credo di poter dire che sono lieto che il cugino di @andolph .osse luomo che era. 7ei lo .iss sen$a capire. %ir #lbert sollev le sopracciglia. %e non lo .osse stato, spieg @andolph non vi avrebbe mai conosciuto e sposato. 4apite cosa intendo" %uo cugino" ripet! lei, guardandolo perplessa. Mi sono persa 2ualcosa" +on capisco di cosa state parlando, perdonatemi. %uo cugino, esattamente. Il precedente conte di Falloden spieg lui. ,na patetica parodia duomo, e un dannato scialac2uatore, se potete perdonare il mio linguaggio, che ha mandato in rovina le propriet3 di .amiglia e ha accumulato talmente tanti debiti, soprattutto di gioco, che tutto sarebbe stato perduto se non avesse avuto la .ortuna di morire prima. @andolph ha ereditato 2uei debiti, anche se avrebbe potuto ripudiare 2uelli personali. (ostro padre li ha comprati tutti, anche lipoteca su 8ren.ell Par:. 4redevo che lo sapeste. +on 1 cos)" ;h, santo cielo, che cosa vi ho rivelato" 7ei gli pos rapidamente una mano sul braccio. ;h, s), lo sapevo si a..rett a rassicurarlo. %apevo dei debiti e del motivo per cui @andolph mi ha sposato. Tuttavia, pensavo che 2uei debiti .ossero tutti suoi. 9i @andolph" esclam %ir #lbert con un sorriso. %arebbe unidea piuttosto comica, in verit3. 0uando eravamo entrambi alluniversit3, e anche dopo, lui era lunico di noi che riusciva a vivere con 2uello che guadagnava, anche se probabilmente era una rendita tra le pi/ basse del nostro gruppo. Per voi sono tutte novit3, vero" Forse avrei dovuto tenere la bocca chiusa. +o. 7o guard negli occhi e sorrise, raggiante. +o. #n$i, gra$ie davvero, amico mio. %i morse un labbro, continuando a sorridere. @andolph aveva cercato di spiegarglielo, la notte prima. 7o cap) improvvisamente, anche se non riusciva a comprendere perch! glielavesse tenuto

nascosto per tutto 2uel tempo. Ma lei lo aveva interrotto. (oleva .are lamore con lui, e non voleva che lardore che stava provando si ra..reddasse? era stato sul punto di .arlo, non appena le aveva ricordato di averla sposata per denaro. In e..etti, lo aveva .atto. @icord la propria passivit3, durante il loro primo rapporto della notte precedente, il suo ri.iuto di mostrargli che lo desiderava, che le piaceva 2uello che le stava .acendo. ;h, avrebbe dovuto ascoltarlo. #vrebbe dovuto sentire 2uelle parole direttamente dalle labbra di suo marito. #desso devo andare a prepararmi per il concerto disse improvvisamente, dirigendosi alla porta. (oi ci sarete" %e non lo .acessi, rispose %ir #lbert a 2uanto pare resterei da solo. 4erto, verr a vedere i bambini. *leanor lo prese a braccetto mentre lui apriva la porta, e insieme attraversarono il corridoio e salirono le scale. 0uesta giornata non .ar3 che migliorare a..erm. (e lo prometto. & +atale. # nessuno 1 permesso di essere triste, a +atale... neppure con una mascella dolorante. @ise dolcemente, e lui le sorrise di rimando. 0uando la giovane donna raggiunse il proprio camerino, si ritrov a canticchiare tra s! e s!, accennando 2ualche passo di dan$a con un compagno immaginario, prima di suonare il campanello per chiamare la cameriera, pur consapevole di avere appena una me$$ora per prepararsi. Ma di colpo si .erm, con la mano sul campanello, bloccata da un nuovo pensiero. =il.red- +on lo aveva neanche guardato per tutto il giorno, sebbene lui lavesse cercata. +on aveva a..atto pensato a lui. * invece aveva pensato moltissimo a suo marito. *ra arrivata ad ammettere con s! stessa di amarlo. *ppure credeva di amare =il.red... non era cos)" 7a risposta era assolutamente ovvia. +o. +on lo amava. +on le importava pi/ niente di lui. Forse perch! era volubile" 7o era davvero" I suoi sentimenti potevano cambiare tanto .acilmente" Ma in realt3, pens, era stato il matrimonio a cambiarla. 7a vicinan$a .or$ata e lintimit3 con suo marito. In 2uel modo, aveva potuto notare i lati piacevoli del conte? non soltanto la belle$$a .isica, ma anche 2uella del suo carattere. * adesso sapeva, gra$ie alle parole di %ir #lbert, che non si era sbagliata. 4erto, laveva sposata per il denaro di suo padre. Ma lo aveva .atto per salvare la casa e le terre dove era cresciuto. #veva capito chiaramente, da ci che aveva visto nei giorni precedenti, che lui amava 8ren.ell Par:. +on laveva sposata soltanto per legoistico desiderio di continuare ad avere uno stile di vita lussuoso ed eccessivo. %orrise dolcemente, chiudendo gli occhi. 7o amava. Indugi sulla novit3 di 2uellidea e lo sussurr alla stan$a. Forse lui non la ricambiava del tutto, sebbene .osse certa che i suoi sentimenti verso di lei .ossero diventati pi/ .orti. Forse non lavrebbe mai amata davvero. Ma non avrebbe permesso a 2uel pensiero di scoraggiarla. *ra +atale, e tutto diventava possibile, a +atale. @icord di aver promesso a suo padre di essere .elice anche per lui. * ricord anche di averlo sentito a..ermare che un giorno sarebbe stata .elice del matrimonio a cui laveva costretta. Molto bene, dun2ue. %i volt e sorrise alla cameriera, sentendo la porta aprirsi alle sue spalle.

1F Il conte di Falloden entr nel camerino di sua moglie, per accompagnarla nella sala da ballo. #ccoglieremo gli ospiti man mano che arriveranno esord). In realt3, non era molto a suo agio 2uel pomeriggio. +on era mai stato .atto niente di simile a 8ren.ell Par:, e non sapeva bene come procedere. In parte, si era pentito di aver ceduto a 2uellidea impulsiva, il pomeriggio precedente. ;h, s). 7ei gli sorrise caldamente. %aranno cos) .elici di essere 2ui, vero" * i bambini saranno cos) eccitati da sentirsi male. @icordo bene 2uando io e i miei cugini .acevamo le recite di +atale. 4era sempre 2uella tensione, e poi la gioia e il trion.o di avercela .atta, e di sentire i complimenti degli adulti. 4i lodavano sempre, anche 2uando dimenticavamo le battute o inciampavamo sullorlo del costume. *ra allegra ed entusiasta, e lo sarebbe rimasta per tutto il periodo natali$io, pens lui. #veva le guance arrossate, ed era cos) bella da sembrare ancora pi/ giovane dei suoi diciannove anni. 7a invidiava per il .atto che guardasse a un pomeriggio cos) strano e .aticoso con tanto entusiasmo. *leanor, continu non mi aspetto che siano molto .elici. 7a maggior parte dei genitori e dei nonni dei bambini saranno intimoriti da 2uesto invito e dalla nostra presen$a. +on so 2uanti di loro si godranno davvero 2uesto pomeriggio. Ma di sicuro ne parleranno e lo ricorderanno per il resto delle loro vite. 7ei lo .iss incredula. 4he sciocche$$a- esclam, ridendo. Tu potrai anche decidere di calarti nella parte del conte gelido e alte$$oso, ma non aspettarti che io .accia lo stesso. +on voleva contraddirlo, @andolph lo cap) subito. %tava sorridendo. * i suoi occhi scintillavano di gioia. +on hai capito ribatt!. +on si tratta di ruoli che possiamo scegliere o meno di interpretare. %ono 2uello che sono. +oi siamo il conte e la contessa di Falloden. Per 2ueste persone, siamo grandi personaggi, da trattare con reveren$a e rispetto. Il sorriso di *leanor si smor$. %tai cercando di avvertirmi" gli domand. & cos), vero" Mi stai ricordando chi sono, in modo da non poterti mettere in imbara$$o comportandomi con la volgare spontaneit3 che ho mostrato ieri a scuola. Forse, dopotutto, sua moglie voleva litigare. 7ui sollev una mano e le s.ior la guancia con le nocche. Istrice sussurr. %cendiamo, o non ci sar3 nessuno da salutare. *... *leanor" Mi piaci come sei. Mi 1 piaciuto moltissimo il modo in cui ti sei comportata ieri a scuola. 9avvero" 7ei lo guard incerta, 2uasi sospettosa. +on ti 1 sembrato volgare" Mia nonna lavrebbe de.inito cos) ribatt! lui. Ma io non sono mia nonna.

;h mormor lei, e allacci il braccio al suo. 8li ospiti sarebbero arrivati da un momento allaltro, pens il conte, e torn a sentirsi scioccamente a disagio. Temeva di incontrare nella sua sala da ballo 2uella stessa gente che andava a trovare tran2uillamente nei campi o nelle .attorie. %i sarebbe ri.ugiato nei suoi comportamenti alte$$osi, consider, ma in realt3 non voleva agire cos). (oleva che 2uelle persone potessero godersi il concerto dei loro bambini. * poi vide i Transome. #nche se in realt3 non era poi cos) giusto usare soltanto 2uel nome, visto che cerano anche 8ullis e =ee:es tra loro, oltre a Jason, 4harles e Tim. %), e anche <ertie. *rano tutti l), riuniti davanti alle porte della sala da ballo e tutti di buonumore e pronti a .esteggiare, ovvero pi/ esuberanti del solito. 7o $io %am si stava s.regando allegramente le mani. Proprio come ai vecchi tempi comment, con la voce potente che riecheggiava pi/ .orte del solito. @icordi le recite di +atale, *llie" Tua $ia Irene non .aceva che prendermi a gomitate nelle costole, cos) non avrei riso nei momenti sbagliati, .erendo i sentimenti di voi bambini. 0uesto 1 il +atale esclam lo $io 'arr6, sorridendo raggiante a tutti. <ambini, concerti e .este. 9el resto, cosaltro 1 il +atale, se non un modo per portare avanti le nuove genera$ioni" Tom sta .acendo la sua parte. ;ra 1 il tuo turno, *llie. * anche tutti gli altri dovranno scegliersi un compagno o una compagna, prima possibile. @idacchi al coro di >;h, $io 'arr6- che gli arriv dai pi/ giovani del gruppo. Molto bene, allora potr .arvi un annuncio proprio sullargomento, pi/ tardi. 9opo la me$$anotte dichiar, ammiccando verso la $ia <er6l. Mabel arross), il conte lo not subito, mentre 8eorge la guardava, con aria molto soddis.atta. 4oraggio, diamo ini$io al concerto, esclam lo $io <en poi ci saranno la .esta e il rin.resco. & +atale, ed 1 il momento di riempirsi lo stomaco .ino a scoppiare. 4he ne dici, @and6" Il conte sent) lo sguardo di sua moglie salire a cercarlo. Il braccio di lei intorno al suo era leggermente teso, e cera dellansia nei suoi occhi, se ne rese conto 2uando abbass lo sguardo a incontrare il suo. #ppena 2ualche giorno prima, sarebbe stato sicuramente colto di sorpresa da certe parole. #desso ne era soltanto divertito. 0uanto a me, caro $io <en, dichiar in risposta intendo mangiare .inch! non rischier di .ar strappare le cuciture dei miei vestiti. Tutti ridacchiarono, lui compreso. Tuttavia, il conte torn immediatamente serio. 9iverse persone stavano salendo le scale, avvicinandosi alla sala da ballo. * sembravano tutti diretti al patibolo. %i ricord di cambiare mentalmente atteggiamento e sorrise. * poi i Transome, compresi 2uelli che portavano un altro nome ma sarebbero potuti tran2uillamente nascere in 2uella .amiglia, a giudicare dal loro comportamento, salutarono i suoi ospiti.

;h, non erano certo cos) maleducati da tagliarlo .uori e impedirgli di .arlo lui stesso, comun2ue. %trinse la mano a tutti e diede loro il benvenuto nella sua casa. %ua moglie, al suo .ianco, .ece lo stesso, sebbene si premurasse anche di assicurare a diverse madri ansiose che s), i loro .igli erano arrivati un po prima ed erano gi3 nella sala, a prepararsi per il concerto con linsegnante. Ma .urono i Transome a stringere con allegria e decisione la mano di ogni nuovo arrivato, esclamando il loro benvenuto, ridendo, chiacchierando e ricordando +atali passati, assicurando a tutti che 2uello era il momento pi/ bello delle .estivit3, e conducendo tutti gli ospiti nella sala da ballo, in modo che si accomodassero davanti al palco improvvisato, per poi sedersi in me$$o a loro continuando a conversare. In 2uel modo, riuscirono a mettere talmente a loro agio gli ospiti che il volume del brusio allinterno della sala divenne 2uasi assordante. 4ome se improvvisamente il luogo si .osse riempito di 2ualche centinaio di Transome. <ene, comment il conte, 2uando sembr in.ine che tutti .ossero arrivati e si .ossero accomodati e tanti saluti alla .redde$$a alte$$osa e al temuto rispetto. Mi spiace, sussurr lei di rimando se loccasione ti 1 stata rovinata. Ma non mi scuser a nome dei miei parenti. 'anno aiutato tutti a rilassarsi. Me compreso dichiar lui, e la vide al$are gli occhi nei suoi con una certa sorpresa. 0uanto invidio i tuoi parenti, *leanor. %ono cos) meravigliosamente bravi a godersi la vita. %i perde cos) tanto, 2uando si pensa e ci si comporta solo come si dovrebbe. ; perlomeno, come si dovrebbe secondo il parere di 2ualche guasta.este aristocratico, ecco. 7ei gli sorrise con calore, mentre il suo sguardo era cos) perso in 2uello di lui che per un attimo il conte dimentic del tutto la sala piena di gente chiassosa appena oltre la soglia davanti a loro, e le sorrise a sua volta. (ado a vedere se posso aiutare Miss <roo:s con i bambini disse *leanor. %commetterei, se .osse una cosa da lad6 scommettere, ovviamente, che sar3 in preda a una do$$ina di crisi dellultimo momento. %tavo per consigliarti di non andare ribatt! lui, considerando che la vista della contessa non avrebbe .atto altro che intensi.icare il panico. Ma sto imparando a non .idarmi pi/ dei miei consigli. (ai pure. * .u sul punto di aggiungere >amore mio, ma si trattenne giusto in tempo. %i stavano comportando civilmente e cordialmente secondo laccordo che avevano stretto, prima a 7ondra e poi durante il loro viaggio verso 8ren.ell Par:. Ma non poteva .are supposi$ioni sui sentimenti di lei. +! poteva permettersi di avere .retta. 7a guard allontanarsi in .retta lungo il corridoio, .ino a raggiungere la piccola sala che avevano adibito a camerino per i bambini. * si sent) del tutto rilassato, e pronto a godersi le due ore successive. Timore e disagio erano scomparsi. %trano, pens. %tava imparando moltissimo dalla sua contessa, a proposito di come dovesse essere un conte e un oculato proprietario terriero. %i era aspettato di dover essere lui linsegnante, e invece si era ritrovato a .are lalunno. 7a .iglia di un borghese. 7a .iglia di un mercante di carbone. *leanor. %ua moglie. 7a donna che amava. %orrise, guardando la sua esile .igura sparire, e torn verso la sala da ballo. Il volume delle conversa$ioni si abbass lievemente 2uando entr, e 2ualcuno dei suoi me$$adri

sembr sul punto di scattare in piedi. Ma lui sorrise e salut con 2ualche cenno amichevole, per poi sedersi in .ondo alla sala, ricordando le parole dello $io 'arr6. %), 2uello era il +atale. <ambini, allegria e un meraviglioso senso di attesa. * calore e a..etto. 4he .ortuna aveva avuto a trovare .inalmente lo spirito del +atale. 4he .ortuna aveva avuto, che Mr Joseph Transome, nel suo desiderio di sistemare gli a..ari in gran .retta prima di morire, avesse posato gli occhi su di lui, 2uando aveva scelto un marito per la propria .iglia. Improvvisamente, si trov a desiderare che il padre di *leanor .osse ancora vivo per poterlo ringra$iare. *rano arrivati tutti, assicur *leanor ai bambini. +on vedevano lora che il concerto cominciasse. * no, naturalmente, non avrebbero dimenticato le parole, e neanche i passi della dan$a. +on succedeva mai, 2uando poi arrivava il momento. * se per caso, per uno stranissimo caso, .osse successo, Miss <roo:s sarebbe stata l) ad aiutarli, e i loro genitori sarebbero stati .elici e orgogliosi di loro, in ogni caso. 0uanto a lei, non vedeva lora di assistere allo spettacolo, assicur loro. +on sarebbe riuscita a sentirsi pi/ eccitata di cos) neanche se lo avesse voluto. I bambini erano ancora molto ansiosi, 2uando li salut, e Miss <roo:s sembrava ormai prossima al crollo nervoso. Ma perlomeno, sembrava averli lasciati in uno stato di eccita$ione ansiosa, piuttosto che di terrore. %orrise, mentre tornava rapidamente nella sala da ballo, e ricord cosa aveva detto lo $io 'arr6. ;ra era il suo turno di dare alla luce dei bambini, in modo che la nuova genera$ione potesse dedicarsi alle recite di +atale. %perava, con tutto il cuore, che sarebbe accaduto presto. 9ue notti damore, ed era a met3 del ciclo. Forse gi3... Ma era meglio non aspettarsi 2ualcosa troppo presto. %e lavesse .atto, sarebbe stata semplicemente delusa, se poi non .osse successo. 9oveva avere pa$ien$a. * doveva sperare che suo marito avesse detto la verit3, 2uando le aveva assicurato che ogni notte sarebbe andato a trovarla. %e non 2uel mese, sarebbe successo il mese successivo, o 2uello dopo ancora. 9esiderava cos) tanto restare incinta. Incinta del suo bambino, del .iglio di @andolph. %orrise calorosamente a tutti, 2uando entr nella sala, not che il volume del brusio era calato e si sent) in dovere di annunciare? %ono tutti pronti. ;ra, se riusciranno a costringere le gambe a obbedire alla loro volont3, saranno 2ui tra pochi minuti. ,na risata generale accolse le sue parole, mentre lei si accomodava accanto al marito, sorridendogli e .acendo scivolare una mano in 2uella di lui. %i rese conto troppo tardi del .atto che 2uel gesto .osse probabilmente molto inappropriato. Tuttavia, non poteva ritrarre la mano sen$a .arsi notare, ormai. * 2uella di @andolph si era chiusa a..ettuosamente intorno alla sua, appoggiandola contro la propria coscia. ;h, mio signore sussurr *leanor. %ono cos) lieta che tu abbia suggerito di tenere 2ui il concerto. 9avvero" mormor lui in risposta. #nchio. Ma prima che lei potesse .arsi troppe domande su 2uel nuovo calore tra loro, che sembrava provenire da entrambi, Miss <roo:s comparve sulla soglia, seguita dai bambini, silen$iosi e in .ila indiana. Tutti tac2uero allistante, lo $io %am prese ad applaudire e il resto dei presenti lo

segu), mentre i piccoli salivano sul palco per cantare le prime due can$oni di +atale. Tre o 2uattro voci cantarono soavemente intonate. Il resto del coro segu) .aticosamente le ottave del piano.orte. *leanor sorrise e si pieg leggermente in avanti sulla sedia. 7o spettacolo continu con cori, assolo, duetti, recite e balli. * in.ine, ci .u la tanto attesa recita di +atale, in cui Miss <roo:s aveva ingegnosamente diviso le parti parlate tra tutti i bambini. Maria parl in tono cos) basso che probabilmente non riusc) a .arsi sentire neanche dal <ambino 8es/D 8iuseppe declam le sue battute a voce cos) alta che avrebbe messo in sogge$ione per.ino lo $io %amD langelo del %ignore dimentic le sue battute, ma i pastori erano cos) impegnati a mostrarsi impauriti dalla sua appari$ione che Miss <roo:s ebbe tutto il tempo di suggerirgliele sen$a che la cosa .osse troppo evidenteD un pastorello pest i piedi nudi di un altro con il suo vincastro e recit battute che non erano nel copione, per non parlare di un saltello improvvisato su un piede soloD il turbante di uno dei Magi scivol sugli occhi del piccolo proprietario mentre si inginocchiava a posare lincenso ai piedi della mangiatoia, e Maria dovette aiutarlo a rimetterselo a postoD e il coro degli angeli era .ormato inspiegabilmente dai bambini pi/ stonati. Ma .u tutto meraviglioso. +on solo perch! sul palco cerano dei bambini e i loro genitori e i loro nonni li stavano guardando, pieni di orgoglio e divertimento. ;h, non solo per 2uel motivo. Ma anche perch!, per 2uanto non ricostruita per.ettamente, 2uella che stavano recitando era la storia del +atale. 8es/ era nato e tutto era meraviglioso, incredibile e pieno di gioia. In 2uella storia non cera nulla del mistero della Pas2ua che ben presto sarebbe arrivata, ma soltanto la meraviglia dellamore incondi$ionato venuto sulla terra nella .orma di un neonato. ;h sospir *leanor, al$ando lo sguardo sul marito dopo che tutti i bambini si .urono inchinati, s.ilando .uori dalla sala da ballo, molto pi/ allegri di 2uanto non lo .ossero stati entrandovi. Ma non riusc) a pensare ad altre parole da dire. 7a sua mano era ancora in 2uella di lui, anche se doveva averla lasciata diverse volte per poter applaudire. 7ui la port alle labbra. 9evo salire sul palco e ricordare a tutti che sono invitati alla .esta a..erm. (ieni con me, *leanor. 7ei lo accompagn sul palco, con la mano ancora stretta nella sua, e sorrise a tutti mentre suo marito parlava, congratulandosi con i bambini e la loro insegnante e invitando tutti a rimanere per i giochi dei pi/ piccoli e il rin.resco. %ent) la risposta dei me$$adri e dei lavoratori, il loro calore, il loro a..etto. *ra vero, .orse, che sarebbero stati sempre in 2ualche modo separati da loro. 0uelle persone non sarebbero mai potute essere davvero loro amiche. 4he le piacesse o meno, lei era una contessa e lui un conte. * .orse era cos) che doveva andare. %uo marito, dopotutto, aveva una grande responsabilit3 nei loro con.ronti, e doveva assicurarsi il loro benessere. Ma alla .ine, calore e a..etto potevano bastare. *rano sicuramente pre.eribili al timore e al .reddo rispetto. 7idea ini$iale era stata di organi$$are dei giochi per i bambini e o..rire un rin.resco a tutti. +aturalmente, per, tutto era stato pensato sen$a considerare la presen$a dei Transome, 2uasi tutti adulti, ma in realt3 bambini nel cuore, 2uando si trattava di giochi. 0uando .u annunciato il gioco In marcia verso 8erusalemme, lo $io %am prese le redini della situa$ione, sistemando le sedie in una lunga .ila al centro della sala da ballo e invitando a gran voce i bambini a sedersi, per poi aggiungere che restava almeno una do$$ina di sedie libere. 4os), *leanor si sistem su una, e lo $io <en su unaltra. 8eorge e Mabel si unirono al gioco. Poi

2ualcuno dei genitori meno timidi and a occupare le sedie ancora vuote, su invito dei loro bambini entusiasti. * a 2uel punto il gioco, allegro e chiassoso, and avanti, e lultimo adulto usc) soltanto 2uando non ci .urono altri adulti da .ar al$are, ma soltanto bambini. *ra ovvio che ogni gioco dovesse essere vinto da uno dei piccoli ospiti. * 2uando si decise di giocare a Moscacieca, la $ia @uth dichiar che non ci giocava da anni e che avrebbe volentieri partecipato, a patto che Muriel la accompagnasse. 0uesto .ece s) che anche il visconte %otherb6 si unisse al gioco. Poi anche Jane e 'arve6 accettarono, insieme a una decina almeno dei genitori dei bambini. * naturalmente tocc anche a *leanor, acclamata allunanimit3 dai piccoli perch! .osse la prima a .arsi bendare gli occhi. 7a .esta .u davvero tale, con tutti che partecipavano o sorridevano e applaudivano ai parenti. Il reverendo <lodell disse al conte che aveva mostrato grande considera$ione per i suoi lavoranti, e che loro gliene sarebbero stati eternamente grati. Il conte sent) a 2uel punto un bi$$arro desiderio di unirsi ai giochi. Poi, mentre Mrs <lodell gli ripeteva 2uello che gi3 suo marito gli aveva detto, ma ovviamente in modo molto pi/ prolisso, si rese conto di non avere altra scelta, in merito. *rano state organi$$ate delle corse, e la ter$a era una sta..etta, con due adulti e cin2ue bambini in ciascuna s2uadra. * il nostro beneamato signore, il conte di Falloden, sar3 a capo della s2uadra numero uno, stava annunciando lo $io %am, con la sua solita voce roboante mentre %ir #lbert 'agle6 guider3 la s2uadra numero due, e... ,na sta..etta. %anto cielo- *ppure, mentre attraversava la sala da ballo per raggiungere la sua s2uadra, in cui laltro adulto era *leanor, mentre laltra persona adulta della seconda s2uadra era @achel, si rese conto che i suoi lavoranti stavano cogliendo al volo lopportunit3 di mostrargli apertamente un po dei loro sentimenti. %i sentivano allegri .ischi, applausi, grida e incitamenti. * lui si ritrov a sorridere. 4ome .un$iona, a proposito" domand alla moglie, mentre le altre s2uadre si andavano .ormando. 9evi mettere i piedi in un sacco, gli spieg lei e tenerlo su con le mani, saltando per tutta la lunghe$$a della sala e poi tornando indietro. Poi passerai il sacco a me. <uon dio- si lasci s.uggire il conte. *leanor rise allegramente, seguita dai bambini della s2uadra, che avevano sentito tutto. & .acile, milord, esclam un bimbetto basta .are atten$ione a non cadere. <asta .are atten$ione a non... I bambini gridarono allegramente, mentre lui si accigliava. * che .ar se dovessi cadere" Ma lo $io %am stava gi3 esortando il primo partecipante di ogni s2uadra a mettere i piedi nel sacco. #l mio >via- esclam. Il conte scopr) ben presto cosa si doveva .are in caso di caduta. 4i si rotolava, si

strisciava e si tentava invano di tornare in piedi sen$a impigliarsi nelle pieghe del sacco. ;ltre a scatenare, ovviamente, urla e risate nel pubblico, e proteste e borbottii tra i membri della propria s2uadra. * naturalmente si tornava per ultimi indietro a passare il sacco al secondo partecipante. Inoltre, ci si guadagnava un livido su un gomito e limpossibilit3 di smettere di ridere. %ua moglie .ece molto meglio, evidentemente il risultato di anni di pratica, e lasci indietro le altre signore, che .inirono per cadere o per procedere piuttosto lentamente. #lla ter$a tornata, la sua s2uadra era ter$a, alla 2uinta arriv seconda e tale rimase .ino alla .ine della gara. <ene, esclam lui, ridendo e guardando orgogliosamente la s2uadra 1 stato molto divertente. * che importa se non siamo arrivati primi, eh" Il secondo posto mi sembra comun2ue molto buono. ,na .ila di servitori arriv con vassoi pieni di pietan$e e bevande, che sistemarono sui tavoli su un lato della sala da ballo, proprio mentre il loro signore era impegnato in una corsa a tre gambe con la $ia 4atherine. Finita la gara, un conte scompigliato e sen$a .iato annunci che il rin.resco era pronto e che gli invitati potevano servirsi a loro piacimento. *, contrariamente alle normali regole, sugger) che i bambini potessero servirsi per primi. I tavoli .urono assediati da unorda allegra e vociante. 7imonata e succo di .rutta .reddo .urono le bevande pi/ appre$$ate. Poi, in 2ualche modo, 2uando la .esta si sarebbe dovuta concludere da sola, ini$iarono le dan$e. <alli popolari, eseguiti con entusiasmo da persone che solitamente intrecciavano 2uei passi nella pia$$a del villaggio o intorno al palo di calendimaggio. +on si sapeva chi .osse stato a suggerire lidea? 2uesta volta non era opera dello $io %am. 0uando era lui a proporre 2ualcosa, si sapeva per certo. Miss <roo:s si era messa a suonare il piano, e poco dopo .u il visconte a darle il cambio. 0uasi tutti si unirono alle dan$e, e si .ormarono gruppi di bambini, di giovani e di persone pi/ attempate. # un certo punto, in me$$o a tutte 2uelle musiche campagnole, 7ord %otherb6 si mise a suonare un val$er, gettando ini$ialmente nello scon.orto la gran parte dei presenti, perlomeno .inch! non osservarono le poche coppie che sapevano come muoversi? pochi minuti pi/ tardi, si erano tutti uniti anche a 2uel ballo, ridendo e guardandosi i piedi. Per.ino i bambini ci provarono. Il conte volteggi con sua moglie tra le braccia, e si domand se potesse sentirsi pi/ eu.orico di cos), per.ino se avesse dan$ato con lei in unoccasione u..iciale e con unintera orchestra a suonare per loro. ,na volta ci avrebbero provato, magari. 0uando non avrebbe pi/ avuto importan$a che lei indossasse il lutto per suo padre, e avesse potuto riportarla a 7ondra. +on che gli mancassero davvero la citt3 e i suoi divertimenti. Pensava piuttosto che sarebbe stato ben .elice di vivere per sempre a 8ren.ell Par:, se 2uel legame con la moglie, e .orse 2ualcosa di pi/, .osse potuto continuare. %e non avessero scoperto, entro pochi giorni, che era stata soltanto latmos.era del +atale e nientaltro. <ertie dan$ava con @achel, not il conte, e i due parlavano .itto .itto tra loro, con le teste vicine. +on avevano occhi per nessun altro. * addio alla volont3 di <ertie di stare lontano da lei per 2uel giorno. %i domand se lo $io <en si aspettasse da un momento allaltro una dichiara$ione u..iciale, e se <ertie .osse ancora re.rattario al .idan$amento. Ma in .ondo 2uei due si conoscevano soltanto da pochi giorni. #nche 2uella poteva essere soltanto una super.iciale in.atua$ione natali$ia e nulla pi/.

* tuttavia, il modo in cui si comportavano entrambi suggeriva che non si trattasse a..atto di una semplice e passeggera in.atua$ione. ,naltra ora trascorse, prima che la musica cessasse e le cara..e di punch .ossero nuovamente prese dassalto, e prima che tutti cominciassero a congedarsi, come di comune accordo, rossi in volto, allegri e sorridenti, oltre che pieni di gratitudine per il conte e sua moglie, che li salutavano, in piedi su un lato della porta. *ra stata la .esta pi/ bella che potessero ricordare, a voler credere alle parole accorate di molti di loro. <uon +atale a voi, milord, milad6. <uon +atale, Mr e Mrs Mallor6. *... Michael, giusto" %ei stato bravissimo nel ruolo di uno dei @e Magi. I saluti continuarono a lungo, .inch! tutti gli ospiti non ebbero lasciato 8ren.ell Par:, e lo $io %am e alcuni dei cugini cominciarono a raccogliere sacchi, sciarpe e altri oggetti utili$$ati nei giochi, mentre la $ia @uth a..ermava, .elice, che era stato tutto come ai vecchi tempi e che era stato cos) meraviglioso che il signor conte e la cara *llie avessero organi$$ato una .esta tanto splendida. 0uasi come se .osse stata organi$$ata soltanto a loro bene.icio. +on ho voluto dirlo mentre tutti gli ospiti vi stavano s.ilando davanti, disse poi lo $io 'arr6, sorridendo divertito al conte e a sua moglie ma vi siete resi conto di dove siete" 0uella particolare domanda nel periodo di +atale poteva signi.icare soltanto una cosa. Il conte al$ lo sguardo e ovviamente vide il ramo di vischio che si era aspettato di trovare. 8ra$ie, $io 'arr6 rispose. %arebbe stato davvero un peccato sprecarlo, giusto" * poi prese sua moglie tra le braccia e la baci con decisione, indugiando a lungo nel gesto, mentre i Transome applaudivano e .ischiavano allegramente intorno a loro. 0uando si scost sorridendo dolcemente alla moglie e guardandola negli occhi, consider che probabilmente non si era mai sentito pi/ .elice di cos) in tutta la sua vita. * non aveva alcun desiderio di pensare ad altro che non .osse 2uellesatto momento. <uon +atale, *leanor mormor. <uon +atale, mi... @a... @andolph sussurr lei.

1G 7a cena .u servita tardi, poich! la .esta era durata pi/ a lungo del previsto. Ma del resto, come aveva detto lo $io <en, e tutti erano stati daccordo, si erano cos) riempiti di buon cibo durante il rin.resco che era giusto attendere un po pi/ del solito per poter rendere giusti$ia alla

cena. * sarebbe stato un vero peccato non .arlo, considerando leccellente cuoco di 8ren.ell Par:. 4os), non rest che unora tra la .ine della cena e il momento di andare in chiesa. * poco prima che potessero bere il t1 e pensare a 2ualcosa da .are per passare il tempo, dal villaggio arrivarono i cantori di +atale, che .urono .atti accomodare nel salone, con le guance rosse per il .reddo di .uori, i loro spartiti e la neve che si scioglieva sui loro stivali. I cantori, che avevano sempre lasciato la grande casa per ultima in 2uanto pi/ lontana da raggiungere, ma che si erano sempre pentiti di non averla raggiunta per prima, poich! aveva sempre rappresentato la triste conclusione di una serata per il resto allegra, ebbero una sorpresa inaspettata. Il precedente conte si era sempre presentato sulla scalinata soltanto alla .ine dei loro inni, e soltanto per salutarli rigidamente e .are loro degli alte$$osi auguri. Il conte e la contessa che lo avevano preceduto si erano sempre presentati sulla scalinata al principio dei canti, salutando con alte$$osa gra$ia, per poi istruire i servitori di preparare un piccolo rin.resco e ritirarsi nelle loro stan$e. Ma non .u cos) con il nuovo conte, che 2ualcuno dei cantori pi/ an$iani ancora ricordava nei panni di un raga$$ino silen$ioso, serio e piuttosto malinconico. Il conte apparve in cima alle scale mentre il gruppo stava ancora entrando, con la sua contessa a braccetto. *d entrambi scesero nella sala, seguiti da tutti i loro ospiti, che, a 2uanto si era detto nel villaggio, erano un gruppo al2uanto allegro e .estoso, costituito perlopi/ da parenti della contessa. +on appena i cantori intonarono il loro primo inno, The .oll' and the I)', alcuni degli ospiti presero inaspettatamente a cantare con loro. * non avevano ancora .inito di cantare la prima stro.a che tutti gli altri si erano uniti al coro, compreso, con grande stupore dei cantori, il conte stesso. 9i solito, i cantori o..rivano 2uattro inni di +atale a ogni casa in cui si .ermavano. Talvolta, a 8ren.ell Par:, se nerano andati dopo il ter$o. Ma in 2uelloccasione, non si sarebbero potuti .ermare al 2uarto neanche se avessero voluto, o avessero pensato di .arlo. 7a sala risuon di un canto di +atale dopo laltro, tanto che per.ino i due servitori di turno sembravano sul punto di mettersi a cantare. #lla .ine, il conte accenn ai servitori di portare il vino e il sidro caldo, insieme a numerosi vassoi di deli$iosi e tiepidi pasticci di carne. * dopo aver mangiato e bevuto, i cantori, gli ospiti e i padroni di casa si sentirono in dovere di cantare ancora una volta, prima degli allegri e apparentemente interminabili saluti con tanto di strette di mano e accompagnamento alla porta, come se non dovessero rivedersi in chiesa entro unora. 4era stata unanimata discussione tra le signore, sen$a che nessuna di loro pensasse di consultare il conte o la contessa in merito, sul .atto di andare tutti in chiesa a bordo di due slitte. #vrebbero dovuto .are pi/ di un viaggio, aveva detto la $ia <er6l. 8li uomini potevano cavalcare, naturalmente, aveva deciso la $ia *unice. * se si .ossero adattati a stare un po stretti, si sarebbero potuti sistemare in tre per slitta. +aturalmente, lattesa per chi .osse giunto per primo in chiesa sarebbe stata noiosa. * chi .osse rimasto indietro avrebbe temuto di .are tardi. Ma i pi/ giovani avrebbero potuto camminare, visto che la chiesa distava appena un miglio dalla casa, e il cielo adesso era limpido e sereno, come lo era stato la notte precedente.

%e .osse stato necessario, aveva dichiarato a 2uel punto la $ia <er6l, anche lei sarebbe andata a piedi. *, in e..etti, aveva aggiunto la $ia 4atherine, un po di eserci$io avrebbe giovato a tutti, dopo 2uello che avevano mangiato nelle ultime ore. 7a sera prima erano andati a piedi .ino alle colline, aveva ricordato loro la $ia Irene, sen$a pensare a..atto alla distan$a, sebbene dovesse essere 2uasi uguale a 2uella che li separava dalla chiesa. *bbene, se tutti gli altri volevano andare a piedi, aveva detto a 2uel punto coraggiosamente la $ia @uth, nessuno avrebbe dovuto preoccuparsi di trovare una slitta soltanto per lei. #vrebbe camminato anche lei. %en$a dubbio %am o <en, o magari #ubre6, sarebbero stati cos) gentili da o..rirle il braccio, se si .osse davvero stancata. Ma non credeva che sarebbe successo. 4os), 2uando il conte pens di .ar sapere loro che aveva ordinato di .ar preparare le slitte ed entrambe le carro$$e per portare i suoi ospiti in chiesa, tutto era gi3 stato deciso, e lui cancell docilmente gli ordini, con un sorriso divertito. %arebbero andati tutti a piedi. +essuno, a 2uanto sembrava, riteneva poco nobile arrivare in chiesa con le guance e il naso arrossati dal .reddo e gli stivali coperti di neve. 7a chiesa, scopr) *leanor, era piena di volti .amiliari, alla maggior parte dei 2uali era per.ino in grado di dare un nome. 4erano i mercanti e i me$$adri pi/ ricchi che aveva incontrato nella sala della locanda al suo arrivo a 8ren.ell, i me$$adri e i contadini pi/ poveri che aveva conosciuto nelle sue varie visite alle loro case, o dietro loro invito oppure 2uando aveva portato loro cesti di cibo e medicinali, la gente del villaggio e delle campagne che era stata al concerto di 2uel pomeriggio e i cantori di poco prima. %orrise a tutti mentre avan$ava lungo la navata con il marito, verso la panca destinata a loro, e scopr) che 2uasi tutti ricambiavano il suo sorriso. Forse, pens, oh, soltanto .orse, non era poi cos) brutto essere una contessa. %orrise in modo particolarmente caloroso allan$iana Mrs @ichards, che era stata troppo ammalata per riuscire 2uasi a sollevarsi a sedere sul letto, durante la sua visita della settimana precedente. ,n presepe era stato sistemato davanti alla chiesa. 7organo suonava e le campane .acevano sentire i loro lieti rintocchi. *leanor si sedette e respir latmos.era del +atale. *ra il pi/ meraviglioso +atale che riuscisse a ricordare, pens, sebbene avesse sempre amato 2uel periodo e lo avesse sempre considerato il pi/ bello dellanno. %e soltanto... %i ritrov a guardare la mano di suo marito mentre prendeva il messale. Ma non doveva tentare di raggiungere la stella di <etlemme. 9oveva accontentarsi di ci che aveva. * in realt3 era tanto, se considerava lini$io cos) poco promettente del suo matrimonio, meno di due mesi prima. %e soltanto 2uellamici$ia e 2uel calore tra loro .ossero rimasti invariati anche una volta trascorso il periodo natali$io e i loro ospiti .ossero tornati a casa, sarebbe stata ben .elice di accontentarsi di ci che aveva. ; 2uasi. *ppure, improvvisamente si sent) in colpa. #veva appena pensato che 2uello era il pi/ bel +atale che riuscisse a ricordare, ma suo padre non era l). *ra morto. %parito per sempre. @icord le sue ultime ore, 2uando aveva visto e parlato con sua moglie, la madre della sua unica .iglia. *ra morto, eppure lei stava vivendo appieno 2uel +atale, neanche due mesi dopo la sua scomparsa... proprio come lui le aveva chiesto.

Improvvisamente si sent) bruciare la gola, e deglut) per sciogliere il nodo che la serrava. Il reverendo <lodell era pronto a ini$iare la messa. Molte delle persone che si erano riunite per la messa di +atale si .ermarono .uori dalla chiesa per pi/ di me$$ora dopo la .ine della .un$ione, e un 2uarto dora dopo che le campane ebbero smesso di suonare. %embrava che tutti volessero salutare gli altri e stringersi la mano a vicenda. Il conte non sarebbe stato sorpreso se gli avessero detto che gli abitanti del villaggio e delle campagne nei dintorni erano stati nuovamente invitati a 8ren.ell Par:. Ma non era cos). #lla .ine, si allontanarono tutti verso le proprie case. 7allegria era tanta. 0ualcuno cominci a tirare palle di neve. %usan .u lanciata, urlante, in un mucchio di neve accanto alla strada dai cugini alleati con 7ord 4harles. * ovviamente, cerano i ritardatari. 8eorge e Mabel, e probabilmente anche 7ord %otherb6 e Muriel, che avevano camminato accanto a loro 2uando avevano lasciato il villaggio. * %ir #lbert e @achel. Il conte avrebbe voluto restare indietro con sua moglie, ma non gli sembrava appropriato aspettare che tutti procedessero avanti soltanto per poterla attirare a s! e baciarla con tutte le stelle della notte di +atale sopra di loro. 9ecise che avrebbe atteso .ino a 2uella notte. 0uantomeno, aveva 2uel vantaggio sulle coppie non ancora sposate. 7o sai che oggi pomeriggio %ir #lbert ha voluto parlarmi in privato" gli chiese improvvisamente *leanor. 7ho sentito, 2uando te lo ha chiesto rispose il conte, guardandola. %i 1 scusato con me spieg lei per il suo brutto comportamento di due anni .a. #h, davvero" domand suo marito. +e sono lieto. +on ti era piaciuto, vero, *leanor" * ora che si 1 scusato, andr3 meglio" %) rispose lei. +on mi sento pi/ in imbara$$o a guardarlo negli occhi. Perch! lo hai colpito" Te lo ha detto lui" chiese il conte, accigliandosi. +o mormor *leanor. Ma la gente che sbatte contro una porta di solito non si ritrova con un livido sotto la mascella. %empre che non si tratti di una porta molto bassa. Perch! lhai .atto" @andolph si strinse nelle spalle. 7ascer che tu dia la tua interpreta$ione personale alla .accenda comment. %ir #lbert mi ha detto unaltra cosa, invece ribatt! lei. ,na cosa che credo tu stessi cercando di spiegarmi ieri sera, 2uando ti ho interrotto. 0uei debiti... non erano in realt3 tuoi, vero" *rano tragicamente ingenti, spieg lui e in alcuni casi erano per.ino stati contratti con degli stro$$ini, prima che tuo padre li pagasse tutti. +on avevo alcuna esperien$a nel campo dei debiti. 0uindi, mormor piano lei nessuno di noi due aveva una motiva$ione poi cos)

venale per sposare laltro, non 1 vero" Immagino che non sia comun2ue giusto sposarsi unicamente per denaro o per compiacere un padre ammise lui. *rano le parole sbagliate da dire. %e ne rese conto mentre ancora le stava pronunciando. *ra 2uanto di pi/ sciocco potesse dire in 2uel momento. * 2uindi, comment lei, mentre la tensione nella sua voce si .aceva pi/ che udibile la colpa 1 tutta di mio padre, vero" & stato lui a comprare i tuoi debiti e a non darti altra scelta se non accettare la sua proposta. *d 1 stato lui a persuadermi a compiere la sua volont3. 7a nostra unica colpa 1 stata 2uella di non avere un carattere abbastan$a .orte da opporci. Immagino di s) mormor lui, dopo una breve pausa. 9un2ue lui 1 lunico da biasimare continu *leanor. Ma siamo noi due a essere vivi. +on cerano proprio le basi per un matrimonio accettabile, vero" 7a sua voce era cupa. Ma anche implorante. Il conte era sul punto di darle ragione. +on cerano mai state, 2uelle basi. #l contrario? il loro matrimonio sarebbe dovuto nau.ragare come si era aspettato .in dal principio. * invece non stava andando cos). In 2ualche modo, contro ogni pronostico, stavano riuscendo a rendere accettabile 2uel loro matrimonio. #desso sembravano esserci tutti gli ingredienti necessari per ununione serena, e .orse per.ino .elice. +o, non poteva essere daccordo con lei. Ma, ovviamente, neanche *leanor voleva che lo .osse. 8li aveva .atto 2uella domanda nella speran$a di essere smentita. %), doveva essere cos). ;rmai la conosceva abbastan$a bene per capirlo. (oleva un matrimonio .elice, proprio come lui. +on cerano, .orse, dichiar ma... Ma la $ia <er6l e la $ia @uth avevano rallentato a tal punto il passo da a..iancarli. @uth 1 un tantino sen$a .iato annunci la $ia <er6l con i suoi soliti modi diretti. +on vi dispiace se si appoggia per un po al vostro braccio, vero, milord" Ma certo che no. Tese il braccio libero alla $ia @uth e la osserv con una certa preoccupa$ione. #vrei dovuto .ar venire una slitta a prendervi .uori dalla chiesa. ;h, no, no esclam lei, agitandosi tutta. %ono certa che un po daria .resca mi .ar3 bene, milord. * poi c1 un tempo cos) meraviglioso. * la messa 1 stata cos) suggestiva. +on 1 vero, *llie" %) concord *leanor. 9avvero suggestiva, $ia @uth. %tavo giusto dicendo a <er6l, continu la $ia che mi piacerebbe tanto avere il reverendo <lodell nella nostra parrocchia. & un uomo cos) carismatico. Il conte sorrise e continu a conversare. Ma pens che avrebbe voluto assolutamente concludere laltra conversa$ione con sua moglie prima di andare a letto. #ltrimenti, si sarebbe ritrovato tra le braccia una statua di marmo o un istrice. 0uel pensiero non .ece che alimentare il suo sorriso.

<ristol disse il visconte %otherb6 a Muriel, ritrovandosi inaspettatamente solo con lei, dopo essersi attardati con 8eorge e Mabel .inch! i due avevano .atto capire piuttosto chiaramente che sarebbero stati ben lieti di perdersi tra gli alberi per 2ualche minuto. & una citt3 che non conosco. & bella" # me piace rispose la giovane donna. 4i siamo tras.eriti l) dalla campagna, dopo che mio padre 1 morto. Forse, comment lui potrei venire a vederla, in primavera. %oprattutto adesso che conosco 2ualcuno che ci vive. %arebbe davvero un piacere, milord ribatt! lei. %apevate che sono stato sposato" le chiese il visconte. +o, non lo sapevo. 7a giovane donna lo guard con gli occhi sgranati. Mia moglie 1 morta spieg lui. 9i parto, poco pi/ di due anni .a. #vrei avuto una bambina. #mavo mia moglie. ;h mormor lei. Mi dispiace tanto. 7ui sorrise. Fortunatamente, o s.ortunatamente, non saprei, continu il dolore diventa sopportabile, e la vita va avanti. Ma mi piaceva essere sposato. Mi piacevano il con.orto e la sicure$$a del matrimonio. 7a vita da scapolo non mi si addice molto, temo. %ono venuto 2ui per .are 2ualche battuta di caccia in compagnia di @andolph, e mi aspettavo un +atale piuttosto triste e cupo, a dire il vero. Invece, 1 stato cos) bello trascorrerlo con la vostra .amiglia. Muriel sorrise. +on riuscirei a immaginare un +atale sen$a la .amiglia comment. ; sen$a lallegria e la .elicit3, insomma. 7a strada era deserta, 8eorge e Mabel erano scomparsi tra gli olmi. * nessun uomo degno di 2uel nome sarebbe potuto rimanere da solo con una bella raga$$a sotto le stelle sen$a baciarla. 7ord %otherb6 baci Muriel. <ristol a mar$o mormor, risollevando il capo. 4i saranno le primule" * anche i narcisi rispose lei. ,na promessa che .u ricompensata da un altro bacio. 8eorge e Mabel, il visconte e Muriel erano rimasti indietro rispetto al resto della .amiglia, ma non poi cos) tanto rispetto a %ir #lbert 'agle6 e a @achel. 7e stelle mormor lui, al$ando lo sguardo al cielo. %embrano cos) vicine che si potrebbe 2uasi immaginare di potersi allungare a prenderne una. 7a mia stella 1 ancora lass/, stanotte sussurr lei, guardando il cielo a sua volta. *d 1 ancora pi/ brillante di ieri.

0uella l)" Indic una stella vicina alla luna. 0uella non 1 la tua stella. & la nostra. ;h, davvero" 7a raga$$a si gir verso di lui per sorridergli, e lui le lasci il braccio per passare il proprio intorno alla sua vita, e attirarla pi/ vicina a s!. Mi hai evitato, a volte, negli ultimi giorni le .ece notare. %) ammise lei. * tu hai .atto lo stesso con me. Per lo stesso motivo" chiese %ir #lbert. 4redo di no. @achel gli sorrise dolcemente. Mi 1 stato detto che sei un seduttore, anche se non penso che sia vero. Ma 1 +atale, ed 1 un momento per.etto per le in.atua$ioni. Tranne per il .atto che io non credo di essere molto brava, in 2uesto. Perch! no" le domand lui. +on riesco ad a..e$ionarmi a 2ualcuno per poi dimenticarlo il giorno dopo ribatt! @achel. #vevano smesso di camminare, a 2uel punto. Ti sei a..e$ionata a me" le chiese %ir #lbert. 0uesta 1 una domanda scorretta rispose lei abbassando lo sguardo. * credo che .orse non dovremmo restare 2ui da soli. Perch! potrei baciarti" riprese lui. %), per 2uesto a..erm lei. * perch! non sono brava in 2ueste cose. Io non credo di saper .are altro, invece comment %ir #lbert. Ti ho allontanato dal gruppo una volta di troppo, vero" * sto per baciarti una volta di troppo. Troppe volte, intendo, se stiamo parlando soltanto di una sciocca e passeggera in.atua$ione, ecco. +on credo che mi piacerebbe venire alle mani con tuo padre. %ono troppo a..e$ionato ai miei denti per .arlo. 7ei rise piano. * cos), mi sono ritrovato in guerra contro me stesso ammise. 4on la testa che mi diceva di starti lontano, e il cuore che invece mi spingeva a cercarti, a portarti lontano dagli altri e a .are... cosa" <aciarti" 4orteggiarti" +on ne sono sicuro. +on conosco molto bene il linguaggio del cuore. 7ei gli sorrise, un po incerta. Penso che .arei meglio a chiedere a tuo padre di potergli parlare in privato, 2uando torneremo a casa a..erm. Poi sorrise brevemente. Prima che sia lui a chiederlo a me. +on mi hai mai davvero compromesso mormor lei, sen$a .iato. * non credo che potremmo davvero .idan$arci. +on siamo una coppia ben assortita. #h, no" %ir #lbert abbass gli occhi in 2uelli di lei. Perch! io provengo da una .amiglia nobile e tu no" %arei stato assolutamente daccordo, prima di conoscerti e prima di vedere

il matrimonio di @andolph diventare ununione damore sotto i miei stessi occhi. #desso 2uestioni del genere mi sembrano semplicemente sciocche. +on 1 possibile de.inirti con una .redda etichetta. Tu sei @achel Transome, e io mi sono innamorato di te. 7ho detto davvero" 4redo che siano le parole pi/ di..icili da pronunciare ad alta voce di tutto il vocabolario inglese. #llora si amano, 1 cos)" mormor lei. 0uando lho saputo, mi sono preoccupata molto. Temevo che *llie .osse stata accecata dallo s.ar$o di sposare un conte. *d 1 la mia cugina pre.erita. Ma la posi$ione sociale non ha niente a che vedere con tutto ci. 0uando si ama 2ualcuno, non importa se 1 un conte o un contabile. Parli per esperien$a diretta" le domand lui. @achel annu). ; un baronetto soggiunse. #llora stanotte stessa parler con tuo padre dichiar %ir #lbert. Posso" 7ei annu) di nuovo. 7a strada era ancora deserta. * le stelle erano ancora sopra di loro. Il discorso con lo $io <en avrebbe dovuto attendere per un po, .inch! %ir #lbert non avesse .inito di baciare @achel a dovere. * poi si sorrisero e si dichiararono a vicenda ci che prima si erano detti piuttosto chiaramente. * ovviamente, 2uella nuova dichiara$ione .u siglata da un altro bacio. %en$a che nessuno lo sapesse, tranne la $ia 4atherine, lo $io 'arr6 aveva portato con s! a 8ren.ell Par: grandi 2uantit3 di champagne. 0uando tutti .urono tornati a casa, .ece portare dal suo valletto le bottiglie nel salotto. *ra gi3 passata la me$$anotte, eppure nessuno sembrava voler andare a dormire, tranne .orse Tom e <essie, che spiegarono che i loro bambini si sarebbero svegliati prima delle allodole, la mattina dopo. 7avevo portato, sapete, raccont lo $io 'arr6 per accompagnare un annuncio che io e 4atherine pensavamo di .are il giorno di +atale con <er6l. %ono sicuro che nessuno avr3 capito di che annuncio si tratta, visto che i due giovani in 2uestione non hanno mostrato alcun interesse reciproco, negli ultimi giorni... o meglio, negli ultimi due anni. Mabel arross), e 8eorge sorrise lievemente, mentre tutti ridevano. Insomma, si tratta dellannuncio di un .idan$amento continu lo $io 'arr6 tra il nostro 8eorge e Mabel, la .iglia di <er6l. * 2uindi, le nostre .amiglie diventeranno ancora pi/ unite, dopo il legame che 1 stato stretto in passato tra la sorella di 4atherine e il .ratello di <er6l. 7a madre e il padre di *llie, che possano riposare in pace. * prima che le lacrime comincino a scorrere e ini$ino a volare grida e abbracci, vi prego, .acciamo un brindisi con 2uesto champagne. 7e lacrime scesero e i presenti cominciarono a scambiarsi abbracci, come anche battute e .rasi scher$ose, tanto che ben presto la nuova .idan$ata della .amiglia, Mabel, si ritrov ad arrossire ancora di pi/, mentre 8eorge, con un sorriso imbara$$ato, le passava un braccio intorno alle spalle. 4i sposeremo ad aprile, per il diciannovesimo compleanno di Mabel disse il giovane,

rispondendo a una domanda del cugino #ubre6. * vorrei ringra$iare pubblicamente lo $io Joe, sebbene non sia 2ui tra noi, per aver continuato a invitarci a tutte le riunioni di .amiglia, anche dopo la morte della $ia. %e non lo avesse .atto, io e Mabel ormai avremmo avuto soltanto dei vaghi ricordi din.an$ia luno dellaltra. * poi i calici di champagne .urono distribuiti e .urono .atti i doverosi brindisi alla coppia di .idan$ati, ai loro genitori, al +atale, alla buona compagnia e a 2ualun2ue altra cosa potesse venire in mente e potesse s.ociare in un entusiastico coro di approva$ioni e nel tintinnio allegro dei calici di cristallo. 7o $io %am si al$ in piedi, in.ine, e attese che intorno a lui calasse il silen$io, cosa non semplice, date le circostan$e. %embrava grosso e imponente, oltre che insolitamente serio. #ncora un brindisi disse. *llie 1 stata molto esplicita nei suoi inviti a ciascuno di noi, e nessuno ha potuto dubitare, conoscendo Joe, che 2uelle istru$ioni .ossero state dettate proprio da lui, e non venissero da lei. 4i 1 stato chiesto di non portare il lutto, e di venire 2ui a .esteggiare il +atale come mai lo avevamo .esteggiato prima. *bbene, lo abbiamo .atto. %i volse a rivolgere un cenno a *leanor, seduta sul bracciolo della poltrona in cui era accomodata la $ia @uth. %), raga$$a mia, labbiamo .atto, gra$ie a te e allospitalit3 di tuo marito, e gra$ie ai suoi amici e a 2uesta casa. +on c1 mai stato un +atale cos), e il giorno di +atale deve ancora arrivare. 4i .u un mormorio di assenso insolitamente pacato, da parte della .amiglia. Ma non dobbiamo dimenticare una cosa continu lui. %tiamo celebrando 2uesto +atale per Joe, perch! 1 stato il suo ultimo desiderio. 0uindi ricordiamo che 1 per lui, e che 1 stato il miglior .ratello, $io, cugino e padre del mondo. * ci manca tanto. %ollev il calice. 4i manchi, Joe. 7a $ia <er6l e la $ia @uth si portarono il .a$$oletto agli occhi. Tutti gli altri al$arono i calici. * cos), pens il conte di Falloden, se poteva ancora avere 2ualche dubbio, adesso era stato de.initivamente .ugato. 7assen$a di abiti a lutto, lallegria di 2uel +atale in cui sarebbe dovuto regnare un sobrio dolore, erano tutte idee di Mr Joseph Transome. *leanor e la sua .amiglia stavano semplicemente mantenendo una promessa .atta sul letto di morte a un uomo che amavano. ,na promessa di +atale. Port lo sguardo su sua moglie, dallaltra parte della stan$a? non aveva n! un .a$$oletto n! un bicchiere tra le mani, che teneva strette in grembo. 7a $ia @uth le stava accare$$ando gentilmente con la propria mano libera, mentre con laltra si asciugava ancora gli occhi. *leanor si era di nuovo tras.ormata nella statua di marmo che lui aveva imparato a conoscere. Pallida, immobile e inespressiva. Il conte spost lo sguardo sulle sue mani. * in.ine, in un lampo, cap). 4ap) perch! la giovane donna non aveva mostrato alcuna rea$ione 2uando aveva visto la paglia sparsa davanti alla porta della casa paterna, o il battente avvolto di stracci, la mattina dopo il matrimonio, e perch! non era corsa al piano di sopra da suo padre, ma se nera rimasta a scaldarsi le mani accanto al .uoco anche 2uando il medico era entrato nel salotto. 4ap) perch! non aveva mostrato emo$ioni 2uando gli aveva annunciato della morte del padre. +! il giorno seguente,

o il giorno del .unerale. 4omprese in 2uel momento che le sue emo$ioni erano troppo pro.onde e angoscianti per poterle esprimere apertamente. 7a statua di marmo era soltanto un sottilissimo strato esterno, sotto al 2uale cera una donna amorevole, calda e piena di sentimenti. 7a conversa$ione riprese, dapprima sommessa e man mano pi/ .orte e allegra. Tom e <essie salutarono tutti e andarono a dormire. =il.red si mise a corteggiare %usan e si sedette al piano.orte con lei. 9iversi altri cugini li accompagnarono. %ir #lbert parlott con lo $io <en, e i due lasciarono insieme la stan$a, poco dopo. #nche *leanor si allontan silen$iosamente dal salotto, sen$a dire nulla a nessuno. Forse soltanto suo marito la vide uscire dalla stan$a. #ttese 2ualche minuto, poi la segu).

1H 4era di nuovo 2uel dolore, insieme a una pro.onda depressione e a una so..eren$a terribile. Terribile perch! non riusciva comun2ue a piangere, sebbene avesse sperato di poterlo .are, mentre se ne stava immobile .uori dal salotto, con le mani premute sul viso. Ma era troppo tardi. #veva lasciato che suo padre morisse sen$a piangerlo adeguatamente, e ora non sarebbe pi/ stata in grado di .arlo. Il miglior padre del mondo, lo aveva de.inito poco prima lo $io %am. %), lo era stato. +onostante tutti i suoi impegni e la .atica di portare avanti il suo lavoro e .ar prosperare i suoi a..ari, lei era sempre stata al centro della sua vita. #veva sempre trovato del tempo per lei. * le aveva sempre donato sorrisi, abbracci a..ettuosi e amore. >4i manchi, Joe. Mi manchi pap. Oh /uanto mi manchi. (uanto mi manchi. Ma non riusciva a piangere. %i volse verso le scale che conducevano alla sua stan$a. +on voleva andarci. %cese le scale e si .erm .uori dalla biblioteca, per poi raggiungere invece la serra. Forse le piante e le grandi .inestre che davano sul cielo limpido e stellato lavrebbero consolata. ; .orse lavrebbero aiutata a piangere. Ma le piante le sembrarono soltanto tristi e cupe, alla debole luce delle candele, e la notte stellata oltre le .inestre la .ece sentire unicamente pi/ sola. %i sentiva sola nella vastit3 del cosmo. #ppoggi il candeliere e si strinse le braccia intorno al busto. Faceva .reddo, nella serra. 9esider che .ossero altre braccia a stringerla. @icord di aver desiderato la stessa cosa, la notte che suo padre era morto. Ma non cerano altre braccia in cui ri.ugiarsi. ;h, 2uelle dello $io %am o dello $io <en, .orse. 9i sicuro loro lavrebbero stretta .orte, se avesse .atto capire loro di averne bisogno. Ma erano altre braccia, 2uelle che desiderava. * le avrebbe avute sicuramente pi/ tardi, 2uando .osse andata a letto. * avrebbe avuto anche il con.orto del peso del suo corpo caldo,

della sua carne dentro di lei. Ma non era in 2uel modo che lo desiderava, adesso. Provava un pro.ondo rimorso per il rischio che aveva corso mentre tornavano a piedi dalla chiesa, sempre che di rischio si potesse parlare. 9i certo non era stato deliberato, ma corso impulsivamente, sul momento. 9apprima, cerano stati il sollievo e anche la gioia di sapere che nessuno dei due aveva scelto di sposarsi per 2uestioni ciniche come entrambi avevano pensato allini$io. Ma poi aveva temuto che lui incolpasse suo padre, che lo odiasse per 2uello che aveva .atto. * in.ine aveva avuto la consapevole$$a che, nonostante tutto, 2uel matrimonio non sarebbe mai dovuto esistere. Tranne per il .atto che aveva rapidamente imparato ad appre$$arlo, e aveva capito che era 2uanto desiderava di pi/ dalla vita, che lui era 2uanto desiderava di pi/ dalla vita. %i era innamorata rapidamente di lui, considerando anche lodio che aveva provato allini$io. * ora, lui era tutto, per lei. 7ui era il mondo. * il +atale, e la sua stella di <etlemme. Ma poi aveva corso 2uel rischio. #veva dato voce ai propri dubbi, aspettandosi che lui li con.ermasse, sperando che la contraddicesse, che le assicurasse che anche per lui 2uel matrimonio era importante, e per.ino necessario. Ma lui si era limitato a darle ragione. ;h, certo, era stato interrotto dalla $ia <er6l e dalla $ia @uth. %tava per dire 2ualcosaltro. Ma 2uelle poche parole che aveva pronunciato erano state su..icienti. 9un2ue, per lui il loro matrimonio era soltanto 2ualcosa da sopportare, con cui convivere nel modo meno spiacevole possibile. 7a sua intrinseca cortesia da gentiluomo, immaginava, gli aveva permesso di costruire una rela$ione accettabile con lei. Ma non cera altro. +on provava vero a..etto per lei. * men che meno amore. ;ra che ci ripensava, avrebbe pre.erito non dire nulla. #vrebbe desiderato non in.rangere 2uel sogno. %i sedette su una sedia e si pos le mani in grembo. 9entro di lei, tutto era grigio e morto. Il +atale era .inito. Poi la porta si apr) e si richiuse piano alle sue spalle, e lui le si avvicin abbastan$a da permetterle di vederlo mentre posava un candeliere e un pacco, anche se non aveva rial$ato lo sguardo. 7a serra si illumin un po di pi/. * sembr un po pi/ calda. %i era aspettato di trovarla in lacrime, ma non .u sorpreso di trovarsi davanti la solita statua di marmo. +on al$ gli occhi a guardarlo, 2uando lui entr nella serra, n! mostr alcun segno di essersi resa conto della sua presen$a. %e ne rest seduta a .issarsi le mani. Il conte ricord la propria esita$ione, la notte in cui il padre di *leanor era morto, e lei era scesa nel salotto ad annunciargli la sua dipartita. @icord di essersi domandato cosa sarebbe successo se avesse provato ad abbracciarla. Ma al tempo era stato incredibilmente sciocco e insensibile. #veva concluso che la giovane donna non sapeva provare sentimenti, e che lo avrebbe respinto, se avesse provato a s.iorarla. 4os) non laveva toccata. #desso sapeva che invece avrebbe dovuto .arlo, per 2uanto lei gli .osse ostile al tempo. #vrebbe avuto bisogno di un contatto umano. +egandoglielo, .orse le aveva in.litto un danno irreparabile. 7e aveva negato il necessario s.ogo al dolore che provava. * adesso sapeva che 2uel

dolore cera stato. * che cera ancora. %i .erm davanti a lei e si sedette sui talloni, prendendole le mani nelle proprie. *rano come due blocchi di ghiaccio. 7e strinse delicatamente, cercando di scaldarle. & stato un buon padre per te, *leanor" le domand. Mi amava tanto sussurr lei, in tono piatto. & cos) .acile dare per scontato lamore, 2uando lo si ha sempre avuto. %apevo che mi amava 2uanto io amavo lui, ma .orse non lho compreso appieno .inch! tutto 2uellamore mi 1 stato tolto. @andolph sent) un peso terribile premergli sul cuore. *ra per 2uesto che volevo un bambino mormor ancora *leanor. 7e sue mani cominciavano lentamente a scaldarsi. 4i sar3 un bambino le promise lui. #n$i, tanti bambini. 4i sar3 tanto amore nella nostra casa, *leanor. %) mormor lei. +on sei riuscita a piangerlo" le chiese. Per la prima volta, la giovane donna cerc il suo sguardo, incerta. +o. & stata colpa mia dichiar lui. %e ti avessi abbracciato, la notte in cui tuo padre 1 morto, saresti riuscita a piangere, non 1 cos)" * allora il dolore della perdita avrebbe cominciato a guarire. Ma ci odiavamo obiett lei. Forse, rispose il conte se ti avessi stretto a me e tu avessi potuto piangere, non ci saremmo pi/ odiati. %aremmo riusciti invece a volerci bene da subito. Perch!, ci vogliamo bene" domand *leanor. %) a..erm lui. 4i vogliamo bene. 7ei si strinse nelle spalle e lo guard ancora, brevemente. Io credo che tuo padre avesse capito 2uanto ti sarebbe mancato oggi e domani dichiar @andolph. 0uindi ha pensato a una consola$ione anche per 2uesto. Tuo padre era molto bravo a risolvere le cose, secondo me. 7ei al$ lo sguardo a cercare i suoi occhi. Ti ha lasciato un regalo di +atale spieg lui. * una lettera. Mi ha chiesto di darteli oggi. 7ei dischiuse le labbra, ma non disse nulla. Il suo sguardo si riemp) di desiderio e triste$$a. 4osa vuoi prima" le chiese lui.

*leanor deglut). 7a lettera sussurr. @andolph gliela porse e la guard romperne il sigillo con le mani tremanti. Poi la osserv mentre la leggeva. 7a giovane donna tenne la lettera in grembo per molto tempo dopo averla .inita di leggere, e in.ine gliela porse, lanciandogli un breve sguardo. >Mia carissima .iglia lesse il conte >.orse mi odierai, 2uando leggerai 2ueste parole, 2uindi sento il bisogno di giusti.icarmi anche dopo la morte. +on ho molto tempo, *llie. 9esidero la tua .elicit3 pi/ di ogni altra cosa, prima di morire. (oglio vederti sposata alluomo giusto, proprio come io sono stato sposato alla donna giusta. Tu credi che sia =il.red, 2uelluomo. Ma non lo 1. %e lo .osse, ti concederei a lui con la mia benedi$ione. 'o pensato che .orse il mio giudi$io sul suo carattere .osse ingiusto. 'o anche pensato che .orse .osse semplicemente gelosia verso un uomo che stava cercando di portarmi via mia .iglia. 4os), gli ho giocato un tiro mancino, *llie. Perdonami- 8li ho o..erto di comprargli il posto come socio nella sua compagnia, se avesse rinunciato a te. %e avesse ri.iutato la mia o..erta, avrebbe avuto sia 2uel posto che te. Ma per come ha scelto, ha soltanto il suo posto da socio, ora. >Forse dovrei dirtelo di persona, adesso, mentre sono ancora vivo. Ma ora saresti soltanto o..esa, accecata dal dolore e dalla rabbia. Forse lo sarai anche 2uando leggerai 2ueste righe. Posso soltanto sperare che, 2uando lo .arai, lamore per tuo marito abbia sostituito lin.atua$ione che provavi per =il.red. 7ho scelto con cura, *llie, e mi dispiace soltanto per il .atto che la mancan$a di tempo mi abbia portato a costringerlo a sposarti. & un uomo di buon carattere e di buone inten$ioni. %i prender3 cura di te, se non altro per la sua onest3 e il suo onore. Ma sono certo che 2uando leggerai 2ueste righe, ci sar3 anche 2ualcosaltro tra voi. +e sono pro.ondamente convinto. Il conte al$ lo sguardo su sua moglie. 7ei si stava nuovamente .issando le mani raccolte in grembo. >+on essere troppo triste per me, *llie continu a leggere il conte. >+on .inger di aver desiderato di morire. Tuttavia, man mano che il momento si avvicina, mi sento sempre pi/ ansioso di riunirmi alla tua cara madre. Mi 1 mancata tanto. Manca una parte di me, da 2uando lei non c1 pi/, e adesso sar di nuovo completo. <uon +atale, .iglia mia adorata. (eglieremo su di te da lass/, da un luogo tra le stelle, il tuo pap3 e la tua mamma. Il conte ripieg con cura la lettera, posandola di nuovo. %ei davvero cos) o..esa" le domand piano. @iguardo a =il.red" mormor lei. Penso che lo sarei stata di pi/ se lui non .osse venuto 2ui. & stato davvero di cattivo gusto, da parte sua, autoinvitarsi 2ui e aspettarsi che io appre$$assi la sua compagnia, parlassi con lui e lo amassi come avevo sempre .atto. Mi ha deluso e mi ha .atto rabbia. Ma lo ami ancora" incal$ lui. 4i .u una breve pausa di silen$io. Poi lei scosse la testa. +o sussurr piano. * ora sono .elice di non amarlo pi/. Pap3 aveva ragione, sul suo conto. Mio padre aveva la .astidiosa

abitudine di avere sempre ragione. %empre" chiese lui, ma non avrebbe permesso alla speran$a di trapelare troppo dalla sua voce. +on era il suo momento, ma 2uello di *leanor. *ra deciso a restituirle ci di cui laveva privata 2uando suo padre era morto. @accolse il pacchetto e glielo mise tra le mani. & un gioiello mormor lei, aprendo la scatola allinterno. ,n gioiello doro. ,na catenina con un medaglione. %ollev il medaglione in una mano e premette il meccanismo laterale per .arlo aprire. * poi rest a guardare in silen$io le due miniature allinterno. Il conte prov una pro.onda so..eren$a per lei, ma attese che la giovane donna mostrasse una 2ualche rea$ione. & il ritratto della mamma che lui portava sempre al collo spieg. 7ho cercato, dopo la sua morte, ma non ero riuscita a trovarlo. * 2uesto 1 un suo autoritratto, che deve aver .atto di recente. Ma prima che dimagrisse tanto. 7ui le sorrise, anche se *leanor non lo stava guardando. Pap3 sussurr lei. & stato cos) doloroso vederlo dimagrire tanto. I suoi occhi erano diventati cos) grandi. # 2uel punto al$ lo sguardo, e i suoi occhi erano grandi e scintillanti. Pensi che si sia davvero riunito con lei" Tu credi nellaldil3" %) annu) lui. Pap3. 7a sua mano prese a tremare, mentre tornava a guardare i due ritratti e richiudeva il medaglione, stringendolo nel palmo. Il conte not che anche le sue labbra e le sue spalle stavano tremando. 7e prese una mano tra le proprie, aprendo delicatamente le sue dita per prendere il medaglione. Poi strinse tra le dita la catenina e la .ece passare sopra la testa di *leanor, per mettergliela al collo. +on aveva visto il ritratto di sua madre, ma sospettava che le somigliasse molto. +essun altro, nella .amiglia Transome, aveva i suoi capelli rossi, tranne Jane 8ullis. +essun altro aveva gli occhi verdi di *leanor. %i al$ in piedi, a 2uel punto, a..errandola delicatamente per le braccia e portandola a rial$arsi a sua volta. * poi la strinse a s!, chiudendole .ermamente e a..ettuosamente le braccia intorno al busto. %ent) 2uel suo lieve .remito tras.ormarsi in un tremore violento. * poi vennero le lacrime e i singhio$$i, pro.ondi, dolorosi, laceranti. %ent) i propri occhi bruciare e la gola chiudersi in un nodo, ma continu a stringerla a s!, cullandola tra le braccia, mormorandole parole sommesse che non sarebbe mai riuscito a ricordare, successivamente. 4ercando di donarle tutto lamore e la .or$a di cui era capace. Ini$ialmente, *leanor pens che il dolore e la so..eren$a che provava lavrebbero dilaniata. +on riusciva a guardare 2uel ritratto, che ritraeva suo padre cos) accuratamente, come era stato prima che la malattia lo tras.ormasse irrimediabilmente. +on riusciva a sopportare di pensare che laveva perso per sempre, che non lavrebbe pi/ visto, che non avrebbe pi/ potuto parlargli. 4he non avrebbe pi/ potuto ascoltare la sua voce.

Ma poi il dolore si plac, 2uasi come se stesse scorrendo via insieme alle lacrime. * ini$i a provare con.orto e calore. 4era 2ualcosa che la teneva ancorata alla vita, 2ualcosa che le assicurava che doveva lasciar andare suo padre, che cerano altre persone per cui valeva la pena di continuare a vivere, altre persone da amare. ,n ultimo singhio$$o la scosse, e lei gir il capo per poter posare la guancia contro la spalla del marito, umida delle sue lacrime. 4hiuse gli occhi, sentendosi in pace con s! stessa come non si sentiva da tanto tempo. 0uesto 1 un buon modo di comportarsi a +atale mormor. %), 1 cos) concord lui. 9ire addio a un padre che hai tanto amato 1 una cosa giusta da .are a +atale. 9i sicuro meglio che .arlo a novembre. *leanor sollev il capo, con il dorso di una mano contro il naso. 4ome puoi capirmi cos) bene, ed essere cos) gentile" sussurr. 'ai ogni motivo di odiarlo. * io devo sembrarti orribile. * il mio naso sta gocciolando. 7ui prese dalla tasca un .a$$oletto di lino, le scost la mano che si era protesa a prenderlo e le asciug delicatamente gli occhi e il viso. Poi glielo lasci perch! potesse so..iarsi il naso. Piuttosto rossa comment, piegando appena la testa di lato e osservandola con un sorriso che non suggeriva altro che dolce gentile$$a. Ma sempre molto bella. Ti senti meglio" 7ei annu). %), davvero. Ma si sentiva piuttosto sola, sen$a le sue braccia a stringerla come aveva .atto prima. 7o guard tristemente. Parlavi sul serio, 2uando hai detto che adesso ci vogliamo bene" Il conte sorrise e annu). & stato terribile, allini$io, vero" continu lei. Per 2uesto, dobbiamo entrambi prenderci le nostre responsabilit3 comment @andolph. # parte il .atto che non ci conoscevamo minimamente e non volevamo sposarci, entrambi avevamo dei pregiudi$i sullaltro. 4ome se tutti gli aristocratici e tutti i membri della borghesia .ossero uguali. 4ome i piselli in un baccello. %iamo stati un po sciocchi, non ti pare" 8i3 ammise lei. Poi esit. 9orothea 7ovestone... cominci. ...1 una dolce, inerme e al2uanto stupida giovane nobildonna concluse lui. +on penso neanche pi/ lontanamente di amarla, *leanor. ;h mormor lei. 0ualcuno... sen$a dubbio lo $io %am, continu il conte ha dichiarato che nessun regalo di +atale si dovr3 aprire prima di domattina. Ma io vorrei dartene uno adesso, *leanor. +on 1 davvero un regalo di +atale, perch! lo avevo comprato per te poco dopo il nostro matrimonio... perch! mi sentivo in colpa, immagino... ma poi non sono mai riuscito a dartelo. #desso sono .elice, per, di non avertelo dato prima, perch! non avrebbe avuto alcun valore.

In.il la mano in una tasca e ne trasse un pacchetto ancora pi/ piccolo di 2uello che aveva contenuto il medaglione. 7ei lo apr), trovandovi dentro un anello di diamanti. ,n semplice solitario incastonato in una .edina doro spieg lui. 'o pensato che .osse un diamante troppo bello per essere circondato da altre gemme. #l tempo non mi sono reso conto che in 2uesto senso era molto simile a mia moglie. 7ei lo guard, mentre gli occhi le si riempivano nuovamente di lacrime. 7ui s.il lanello dalla scatola e glielo .ece scivolare al dito, accanto alla semplice .ede doro che le aveva in.ilato, riluttante, su un dito altrettanto riluttante, il giorno del loro matrimonio. 8ra$ie gli sussurr *leanor, anche se non sapeva con certe$$a se lo stesse ringra$iando di pi/ per lanello o per le sue parole. & meraviglioso. Poco .a ti ho detto riprese lui che ci sarebbe stato amore nella nostra casa, 2uando .ossero nati i nostri .igli, *leanor. 0uando .ossero nati dei bambini. Ma c1 pi/ di 2uesto. 7amore 1 gi3 2ui con noi. %ai, credo di essermi innamorato di un istrice. (olevo che tu lo sapessi. Per non preoccuparti, ecco. %o che ti piaccio, e penso che .orse potresti provare un minimo di a..etto per me, e so che vuoi avere dei .igli miei e amarli. # me 2uesto baster3, *leanor. %apr accontentarmi. *leanor non riusciva a credere alle proprie orecchie, n! ai propri occhi 2uando al$ lo sguardo nei suoi e vi lesse la verit3 delle sue parole. 4ome mi ami" gli chiese in un sussurro. #h mormor lui. 4ome si pu misurare lamore" 4ome si pu spiegare a parole" 4ome ti amo" 4on il mio corpo. 4on il mio cuore. 4on la mia anima. Ma sembra cos) sciocco dirlo cos), vero" * ti accontenterai continu lei se io non ti amer cos)" 7ui le sorrise e si pieg a baciarle dolcemente una guancia. %), mi sapr accontentare dichiar. <ugiardo- esclam lei. Io non potrei mai accontentarmi. %arei il pi/ terribile degli istrici per tutta la vita. +on ti darei pace. 7itigherei con te ogni giorno e ogni notte per il resto della nostra vita, se tu non mi amassi come io amo te. Mi piace il modo in cui lo hai descritto. 4on il corpo, il cuore e lanima, io ti amo, @a... ;h, cielo, 1 cos) di..icile pronunciare il tuo nome, dopo che non lho praticamente mai pronunciato, in un mese e me$$o di matrimonio. Ti amo, @andolph. *cco, lho detto. Io ti amo. %i guardarono come due idioti, mentre *leanor sentiva un sorriso crescerle dentro, scintillando nei suoi occhi, e una .elicit3 cos) intensa da domandarsi come avrebbe .atto a non esplodere allesterno. * poi lo .ece, e nello stesso momento scoppiarono a ridere entrambi. 7ui la sollev tra le braccia, .acendola roteare, ancora e ancora, .inch! non sentirono la testa girare, e poi la baci con passione crescente, .inch! non sentirono girare la testa ancora di pi/. @andolph appoggi la .ronte contro 2uella di lei, mentre il mondo in 2ualche modo tornava stabile. (isto" mormor. Tuo padre ha avuto ragione ancora una volta. *ra tremendo, eh"

;h, abbastan$a ammise lei. Ma come poteva sapere che saremmo andati daccordo" & stato odio a prima vista. 'o lo strano sospetto comment lui che per una volta nella vita, tuo padre abbia rischiato il tutto per tutto. * abbia vinto la sua scommessa. * ho il sospetto ancora pi/ strano che il suo secondo nome debba essere stato Mida. 9i sicuro, nel nostro caso ha tramutato ci che ha toccato in oro. @andolph. *leanor sollev una mano e gli pass delicatamente le dita tra i capelli. Pensi che la nostra stella sia ancora sopra di noi, stanotte" ; .orse 1 sopra la stalla, a <etlemme" @aggiunsero una delle .inestre e guardarono verso la miriade di stelle sopra di loro. %embravano tutte scintillare allo stesso modo. 4ome avrebbero potuto riconoscere 2uella che avevano scelto la notte prima" Ma lui ne indic una non esattamente sopra di loro. 0uella dichiar. +on 1 pi/ sopra di noi, vedi, *leanor" Ma ieri notte lo era. 4i ha guidati a <etlemme. 4om1 che ha detto ieri sera lo $io <en" 4i ha condotti alla pace e alla speran$a. * allamore. Mio padre voleva che .esteggiassimo un meraviglioso +atale anche per lui mormor *leanor. Pensi che avesse capito 2uanto sarebbe stato meraviglioso" +on ne ho il minimo dubbio a..erm @andolph. Mi chiedo che ore siano. 7una e me$$o. 7e due" Pi/ tardi ancora" %e ti assicuro che il cuore e lanima sono pienamente coinvolti, *leanor, vorresti venire a letto con me, cos) che possa dimostrarti il ter$o modo in cui ti amo" %oltanto se potr dimostrartelo anchio sussurr lei. (edi, @andolph, per 2uello che mi riguarda, lamore si .a in due. 7ui ridacchi. <uon +atale, amore mio mormor in.ine. <uon +atale, sussurr lei di rimando amore mio. * gli sorrise, posando la mano nella sua. * poi, dichiar ancora il conte abbiamo una promessa di +atale da mantenere, e 2uale modo migliore pu esserci per mantenerla" 7a sua mano si chiuse con a..etto intorno a 2uella di *leanor.

Interessi correlati