Sei sulla pagina 1di 1

ELEMENTI DEL ROMANICO IN CALABRIA

Questa regione sente nell'alto medioevo dell'influenza Bizantina, dei monaci Benedettini e dei monaci seguaci di S. Basilio (nel IX secolo, per sottrarsi a persecuzioni politico-religiose, i monaci di San Basilio s'erano rifugiati dalla Grecia e dall'Asia Minore nell'Italia meridionale; logico che essi portassero con s anche i modi costruttivi greco-bizantini ). Una certa fioritura del tessuto economico e culturale si assiste al tempo dei normanni, per cui il romanico di queste zone risente anche delle influenze della cultura araba. Ma i monaci seguaci di S. Basilio, spesso danno una impronta alle opere architettoniche maggiormente bizantina .

Il territorio della Calabria si presenta circa un decimo pianeggiante e il restante collinoso e montagnoso. Per questo motivo la sua storia segnata dalle asperit dal territorio, ma anche dai numerosi terremoti e dalle frane. il violentissimo terremoto del 1783 provov danni enormi a tutto il patrimonio artistico calabrese, sicch molte chiese, ritenute irrecuperabili, vennero abbandonate a totale rovina.

San Marco Rossano

duomo di Gerace La Concattedrale di S. Maria Assunta di Gerace, la pi importante costruzione normanna della Calabria[1], oltrech uno degli edifici religiosi pi grandi della regione.

Cattolica di Stilo La Cattolica una piccola chiesa bizantina a pianta centrale di forma quadrata si trova alle falde del monte Consolino a Stilo in provincia di Reggio Calabria.

All'interno quattro colonne dividono lo spazio in nove parti, all'incirca di pari dimensioni. Il quadrato centrale e quelli angolari sono coperti da cupole su delle colonne di pari diametro, la cupola centrale leggermente pi alta ed ha un diametro maggiore . Su un lato sono presenti tre absidi.

Questa tipologia simile a quella delle chiese di San Marco di Rossano e San Giorgio di Pietra Cappa presso San Luca e a quella degli Ottimati di Reggio Calabria, nella sua forma originaria.

La chiesa originaria aveva una pianta quadrangolare , tre absidi orientate nascoste esternamente da un muro rettilineo; le tre navate erano coperte da cinque cupolette secondo un modello bizantino applicato nella regione in edifici tutti databili tra la fine del X secolo e l'XI secolo

La chiesa degli Ottimati (o chiesa di Santa Maria Annunziata) un'antica chiesa bizantino-normanna che si trova a Reggio Calabria, nei pressi di Piazza Castello. Edificata intorno al X secolo, prese il nome dall'antica cripta degli Ottimati che fu realizzata come struttura d'appoggio per la chiesa d'epoca normanna del XII secolo dedicata a san Gregorio Magno.

In et normanna , probabilmente all'epoca di Ruggero II, al di sopra della chiesa ne venne realizzata una seconda intitolata a San Gregorio Magno, sostituendo la copertura a cupolette con volte a crociera.
a cura della prof.ssa Vincy Amato