Sei sulla pagina 1di 188

Il Sacro Romano Impero

PDF generato attraverso il toolkit opensource ''mwlib''. Per maggiori informazioni, vedi [[http://code.pediapress.com/ http://code.pediapress.com/]]. PDF generated at: Mon, 31 Jan 2011 11:42:39 UTC

Indice
Voci
Sacro Romano Impero Germanico Lista degli stati del Sacro Romano Impero Provincia Austriaca Provincia Bavarese Provincia Borgognona Provincia dell'Elettorato del Reno Provincia di Franconia Provincia del Basso Reno-Vestfalia Provincia della Bassa Sassonia Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alta Sassonia Wetterau Provincia Sveva Stati del Sacro Romano Impero (A) Stati del Sacro Romano Impero (B) Stati del Sacro Romano Impero (C) Stati del Sacro Romano Impero (D) Stati del Sacro Romano Impero (E) Stati del Sacro Romano Impero (F) Stati del Sacro Romano Impero (G) Stati del Sacro Romano Impero (H) Stati del Sacro Romano Impero (I) Stati del Sacro Romano Impero (J) Stati del Sacro Romano Impero (K) Stati del Sacro Romano Impero (L) Stati del Sacro Romano Impero (M) Stati del Sacro Romano Impero (N) Stati del Sacro Romano Impero (O) Stati del Sacro Romano Impero (P) Stati del Sacro Romano Impero (Q) Stati del Sacro Romano Impero (R) Stati del Sacro Romano Impero (S) Stati del Sacro Romano Impero (T) Stati del Sacro Romano Impero (U) 1 1 3 5 5 7 8 10 14 17 21 23 23 27 34 50 53 55 58 62 66 76 78 79 82 90 96 100 103 108 109 114 135 139

Stati del Sacro Romano Impero (V) Stati del Sacro Romano Impero (W) Stati del Sacro Romano Impero (Z) Principe elettore Diocesi di Magonza Diocesi di Treviri Arcidiocesi di Colonia Principe vescovo

140 141 150 151 159 165 172 178

Note
Fonti e autori delle voci Fonti, licenze e autori delle immagini 182 184

Licenze della voce


Licenza 185

Sacro Romano Impero Germanico

Sacro Romano Impero Germanico


1. RINVIA Sacro Romano Impero

Lista degli stati del Sacro Romano Impero


La tabella degli Stati del Sacro Romano Impero presente su Wikipedia raccoglie, entro i limiti del possibile, tutti gli stati appartenuti al Sacro Romano Impero dalla sua fondazione alla dissoluzione definitiva nei primi dell'Ottocento, continuando poi nell'Impero Tedesco e sino alla proclamazione della Repubblica di Weimar nel 1918.

Parole chiave
La colonna "Provincia" mostra la Provincia Imperiale (Reichskreis) a cui lo stato apparteneva nel Sacro Romano Impero. La colonna "Seggio" mostra come lo stato era rappresentato nel Parlamento dell'Impero (Reichstag).
Province Provincia Austriaca Provincia Austriaca EL Seggi Consiglio dei Principi Elettori, l'elte di Principi del Sacro Romano Impero Seggio Episcopale del Consiglio dei Principi Seggio del Clero Secolare del Consiglio dei Principi Prelati del Reno (Consiglio dei Principi)

Provincia Bavarese Provincia Borgognona Provincia del Reno o Elettorale Provincia di Franconia Provincia del Basso Reno

Provincia Bavarese Provincia Borgognona Provincia dell'Elettorato del Reno

EC PR RP

Provincia di Franconia Provincia del Basso Reno-Vestfalia

SP FC

Prelati svevi (Consiglio dei Principi) Conti di Franconia (Consiglio dei Principi)

Provincia della Bassa Sassonia Provincia della Bassa Sassonia Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alta Sassonia Provincia Sveva Nessuno Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alta Sassonia Provincia Sveva "Libera Provincia"

SC

Conti svevi (Consiglio dei Principi)

WE Conti di Vestfalia (Consiglio dei Principi) WT Conti di Wetterau (Consiglio dei Principi) RH Seggio del Reno del Consiglio delle Citt Imperiali SW Seggio svevo del Consiglio delle Citt Imperiali

Nella colonna "Provincia", il simbolo "n/a" denota che lo stato stato creato prima della Reichsreform. Altre abbeviazioni talvolta usate nella lista sono:

Lista degli stati del Sacro Romano Impero

Arc.

Arcivescovato

Vesc. Vescovato Co. D. Lan. Contea (alle volte indicato come Contado) Ducato Langraviato

Marg. Margraviato Pr. RA Principato Reichsabtei (Abbazia Imperiale, un monatero che ha aderito alla Reichsunmittelbarkeit)

Definizione dei termini


Abbazia Imperiale: una Reichsabtei, letteralmente Abbazia Imperiale o Abbazia dell'Impero, era un abate alla cui abbazia stata garantita dal Sacro Romano Impero lo status di Reichsabtei (o Reichskloster), letteralmente Abbazia Imperiale (o Monastero), a significare che egli ha aderito al Reichsunmittelbarkeit, come una Citt Imperiale, rendendolo principe della chiesa, con il rango di Principe dell'Impero, come Principe-Vescovo. Provincia Imperiale: una Provincia Imperiale (in tedesco Reichskreis, plurale Reichskreise) era una regione che raggruppava una serie di stati del Sacro Romano Impero, create inizialmente per la comune difesa e per la raccolta delle tasse, ma anche poi come riorganizzazione per il Reichstag (Parlamento Imperiale). Parlamento Imperiale Reichstag: il Reichstag fu il parlamento del Sacro Romano Impero, della Confederazione Germanica del Nord e della Germania stessa sino al 1945. Stato Imperiale: uno Stato Imperiale (tedesco: Reichsstand, plurale: Reichsstnde) fu un'entit del Sacro Romano Impero con la possibilit di voto nel Reichstag. Molti stati non avevano sede nell'Impero, mentre molti erano (Come gli Usceri Ereditari) membri non votanti; venivano qualificati come Stati Imperiali. Libera citt Imperiale: nel Sacro Romano Impero, una libera citt imperiale (tedesco: freie Reichsstadt) era una citt dipendente formalmente esclusivamente dall'Imperatore al contrario della maggior parte delle citt dell'impero, governate ciascuna da un diverso principe (Frsten) dell'Impero, come duchi o principi-vescovi. Le citt libere erano inoltre indipendenti nelle loro rappresentanze al Reichstag del Sacro Romano Impero. Feudo Imperiale Reichsfreiheit: il Reichsfreiheit o Reichsunmittelbarkeit (aggettivi reichsfrei, reichsunmittelbar) era uno stato politico o feudale privilegiato in forma di feudo dello stato, come citt, entit religiosa o principato feudale di una signoria minore che fa parte del Sacro Romano Impero. In pratica era una citt feudale, un'abbazia o un territorio sotto il diretto controllo dell'autorita del Sacro Romano Impero e del parlamento Imperiale, senza il governo di alcun intermediario. I vantaggi consistevano nel fatto che le regioni del reichsfrei avevano il diritto di raccogliere le tasse e trattenere dei diritti di giurisdizione (incluso il Blutgericht, 'Alta' giustizia che comprendeva la pena capitale). Di fatti il Reichsfreiheit corrispondente ad uno stato autonomo semi-indipendente. Riforma Imperiale: nel 1495, venne firmato un concordato a Worms per dare una nuova struttura al disgregato parlamento del Sacro Romano Impero, comunemente indicato come Riforma Imperiale (in tedesco: Reichsreform). Annessione: Definitiva annessione di una monarchia da parte di un'altra monarchia di modo che il secondo ottenga integralmente i titoli nobiliari del primo, e talvolta gli stessi poteri. Principe dell'Impero: un Principe dell'Impero un qualsiasi Principe regnante il cui territorio compreso nel Sacro Romano Impero (non solo nei paesi a maggioranza linguistica tedesca, ma anche in molti altri paesi di confine ed in regioni esterne all'Impero stesso) uniti dalla possibilita di votare (o da una collettiva unit di voto, come la Grafenbank) nel Parlamento Imperiale (Reichstag).

Lista degli stati del Sacro Romano Impero Principe-Abate: un Principe-Abate un ecclesiastico nominato principe della chiesa (come un Principe-Vescovo) nel senso di signore temporale di un'entit feudale ex-officio, conosciuta come Principato Abbaziale o Abbazia Principesca, in un'area a cui fa capo un'abbazia. L'abbazia designata poteva essere un convento o un monastero. Proprio a causa di questo, il titolo di Principe-Abate era uno dei rari casi in cui il governo poteva essere affidato anche alle donne, con il titolo di Principessa-Badessa. In molti casi erano principi del Sacro Romano Impero del Reichsabtei in o nelle vicinanze della Germania, con seggio nel Reichstag (Parlamento dell'Impero). Principe-Vescovo: un Principe-Vescovo un vescovo che un principe territoriae della chiesa e reggente di uno dei principati secolari, normalmente titoli nobiliari pre esistenti affidati ad alti prelati. Se la sede era un arcivescovato, il termine corretto quello di Principe-Arcivescovo; l'equivalente nel clero regolare il titolo di Principe-Abate. Principe-Elettore: il Principe-Elettore o Elettore Principesco o Principe Elettorale del Sacro Romano Impero (tedesco: sing. Kurfrst, pl. Kurfrsten) erano membri del collegio elettorale del Sacro Romano Impero, con la funzione di eleggere l'Imperatore del Sacro Romano Impero. Secolarizzazione: la secolarizzazione un processo di trasformazione di uno stato religioso in un'entit laica. In questo contesto ci si riferice comunemente ai Principati Vescovili trasferiti sotto il controllo di laici.

Provincia Austriaca
La Provincia Austriaca fu un Circolo Imperiale (Reichskreis) del Sacro Romano Impero. Essa fu una delle quattro province create nel 1512, 12 anni dopo l'originale Reichsreform voluta dall'imperatore Massimiliano I con la quale aveva gi creato le prime sei province (Circoli). La Provincia Austriaca comprendeva in gran parte le Erblande ("Terre Ereditarie") della famiglia Asburgo, i principati vescovili di Trento e Bressanone e gli altri principati ecclesiastici secolarizzati con le riforme giuseppine nella seconda met del XVIII secolo (Graz e Seckau, Gurk, Lavant, Goess, Sankt Lambrecht, Mondsee, Sankt Poelten, ecc.). Gli appartenevano le exclaves del margraviato di Burgau sul Danubio, delle citt danubiane austriache, di alcuni distretti Mappa delle Province Imperiali all'inizio del XVI sec. La Provincia Austriaca sul lago di Costanza, del margraviato della in arancio Brisgovia nella Foresta nera, la signoria di Tarasp. Alla met del XVIII secolo vi facevano parte come stati aventi diritto di voto al Reichstag: 3 vescovati, 3 abbazie principesche, 3 principi. Confinava con il regno di Ungheria, la Moravia, la Boemia, i circoli di Baviera, Svevia e Alto Reno, il regno di Francia, la Svizzera, la Repubblica di Venezia.

Provincia Austriaca

Composizione
La Provincia era composta dai seguenti stati:
Nome An der Etsch Tipologia Baliaggio Note Un gruppo di territori gestito amministrativamente dall'Ordine Teutonico; il nome traduce sull'Adige, riferendosi al fiume che attualmente si trova nel nord dell'Italia e che sfocia poi nell'Adriatico. Faceva parte della commenda teutonica dell'Austria. all'imperatore come feudo allodiale; divisa in "sotto l'Enns" (Vienna) e "sopra l'Enns" (Linz); aveva il primo voto al Reichstag Un gruppo di territori amministratito dall'Ordine Teutonico. Gli appartenevano i baliaggi di An der Etsch e dell'Austria, oltre a dieci commende e sette parrocchie. agli arciduchi d'Austria; capoluogo era Friburgo; faceva parte della c.d. "Austria esterna" (Vorland) ha i baliaggi di Luson, Torre Gardena, Vandoies, Brunico, Anteselva, Tires, Braies, e le signorie di Tristach, Bistritz (Bled) agli arciduchi d'Austria agli arciduchi d'Austria; Lubiana privo di feudi immediati, ammesso al voto del collegio dei Principi dell'impero nel 1720. agli arciduchi d'Austria; Gorizia

Austria

Arciducato (Oesterreich) Commenda e baliaggio Langraviato Vescovato (Hochstift) Ducato (Kaernten) Ducato (Krain) Vescovato Contea (Goerz und Gradisca) Vescovato

Austria

Brisgovia Bressanone

Carinzia Carniola Coira Gorizia e Gradisca Gurk

principato ecclesiastico con sede a Freisach, secolarizzato dalle soppressioni dell'imperatore Giuseppe II nel 1764 appartiene al vescovo di Frisinga

Kremsmuenster Lambach Lavant

abbazia principesca abbazia principesca Vescovato

principato con sede a St.Andrae, secolarizzato dalle soppressioni di Giuseppe II; il castello di Lavant apparteneva all'arcivescovo di Salisburgo secolarizzata nel 1791 appartiene al vescovo di Frisinga

Mondsee Sankt Poelten Sankt Lambrecht Seckau Stiria Austria Sveva

abbazia principesca abbazia principesca abbazia principesca

Vescovato Ducato (Steyermark) Langraviato (Landvogtei Schwaben) Signoria

principato con sede a Graz, secolarizzato dalle soppressioni di Giuseppe II nel 1764 agli arciduchi d'Austria; Graz Un gruppo di territori del Sud-Ovest della Germania, retta dagli arciduchi d'Austria (Altdorf, Leutkirchen Heide); parte dell'Austria esterna.

Tarasp

Retta dai principi Dietrichstein dal 1653, mediante il vescovo di Coira con propri vicari; ha voto nel collegio dei principi dal 1684 fino al 1803. si estende sui 4 vicariati della Val Lagarina, la valle dell'Adige, Termeno (ceduto nel 1777 all'Austria insieme a gran parte della sovranit di fatto). Retta dagli arciduchi d'Austria Retta dagli arciduchi d'Austria

Trento

Vescovato

Trieste Tirolo

Citt autonoma Contea

Provincia Bavarese

Provincia Bavarese
1. RINVIA Circolo Bavarese

Provincia Borgognona
La Provincia Borgognona o della Burgundia (in tedesco) fu un Circolo Imperiale del Sacro Romano Impero. Venne creata nel 1512 da Carlo d'Asburgo, Duca di Borgogna, divenuto successivamente l'imperatore Carlo V del Sacro Romano Impero. In unione personale con gli stati dei Paesi Bassi nel XV e XVI secolo, a cui corrispondevano gli attuali Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, e a buona parte del nord della Francia (Artois, Nord) e piccole porzioni della Germania dell'Ovest. Diciassette Province era il nome iniziale concesso a questa unione personale, quando era in possesso dei Duchi di borgogna, della Casata dei Valois. Quando l'unione pass agli Arciduchi d'Austria della Casa d'Asburgo, venne introdotto il nome di Provincia Borgognona.

Mappa delle Province Imperiali all'inizio del XVI sec. La Provincia Borgognona indicata in verde.

Le funzioni amministrative di questo territorio vennero sensibilmente ridotte nel corso del XVII secolo con la secessione delle Sette Province nel 1581 e l'annessione della Franca Contea alla Francia nel 1678. Nel 1714 tutti i feudi imperiali del circolo passano dalla Spagna all'Austria (Paesi Bassi Austriaci). Come tale il circolo imperiale continua a figurare nella Matricola dell'impero, ma di fatto, i paesi che ne fanno parte non pagano i tributi all'erario imperiale, n forniscono contingenti all'esercito imperiale, venendo considerati beni allodiali di propriet dell'imperatore. L'occupazione e la successiva annessione dei territori tedeschi ad Ovest del Reno dal governo della Francia rivoluzionaria negli anni novanta del XVIII secolo mise fine all'esistenza della provincia.

Provincia Borgognona

Composizione
La provincia era costituita dai seguenti stati:

Mappa dei Paesi Bassi (1556-1648)

Nome Anversa

Tipologia Margraviato

Note ai Duchi di Brabante, poi alla Spagna e dal 1714 all'Austria; feudo concesso ai Principi d'Orange-Nassau annessa alla Francia nel 1659 annessa alla Francia nel 1678 il capoluogo Bruxelles la sede del governatore generale dei Paesi Bassi spagnoli poi dal 1714 austriaci; unico stato del circolo avente diritto di voto al Reichstag annessa alla Francia nel 1678 distaccatasi a formare la Repubblica delle Sette Province Unite nel 1579

Artois Besanon Borgogna e Brabante

Contea Citt Imperiale Ducato

Franca Contea Drenthe Fiandre

Contea Contea Contea

Frisia dell'Ovest Signoria Groninga Gheldria Citt Imperiale Ducato

distaccatasi a formare le Province Unite nel 1579 distaccatasi a formare le Province Unite nel 1579 distaccatasi a formare le Province Unite nel 1579; la parte meridionale divisa tra Austria e Brandeburgo appartiene ai Paesi Bassi austriaci; in concessione al duca d'Aremberg

Hainaut

Contea (Hennegau)

Provincia Borgognona

7
la citt in condominio con il vescovato di Liegi (1664) che ha il capitolo di Sint Servaas e l'alto Prevostato con | vari edifici cittadini e villaggi circostanti, il capitolo di Onze Lieve Vrouv con le strade adiacenti, la signoria di | | Sint Pieter la parte cittadina della signoria di Vroenhof la principessa-badessa risiedeva a Wenen finch nel 1773 deve cedere la propria sovranit al vescovo di Liegi distaccatasi a formare le Province Unite nel 1579 retto dai duchi di Brabante quindi alla Spagna e poi all'Austria appartiene ai Paesi Bassi spagnoli, poi austriaci retta dai duchi di Brabante, data in amministrazione all'arcivescovo di Malines, presidente del Parlamento fiammingo costituita da Heven, Mouse, Hombeek, Leest in Heffen, e l'enclave di Heist op den Berg

Maastricht

signoria olandese con presidio militare

Muensterbilzen

abbazia femminile Contea Ducato Ducato Signoria (1333)

Olanda Limburgo Lussemburgo Malines

Namur Overijssel Utrecht

Contea Signoria Principato Vescovile e poi Signoria Contea Contea

amministrata dal principe de Grave. distaccatasi a formare le Province Unite nel 1579 distaccatasi a formare le Province Unite nel 1579

Zelanda Zutphen

retta dai Conti d'Olanda, poi distaccatasi a formare le Province Unite nel 1579 retta dai Duchi di Gheldria, poi distaccatasi a formare le Province Unite nel 1579

Provincia dell'Elettorato del Reno


La Provincia del Reno Elettorale (Kurrheinische Reichskreis) fu una Provincia o Circolo Imperiale del Sacro Romano Impero, creata nel 1512. La provincia prese il nome a casua della pi alta concentrazione di principi-elettori, sovrani di alcuni stati appartenenti al circolo (Magonza, Treviri, Colonia e Palatinato).

Composizione
La provincia era formata dai seguenti stati:

Mappa delle Province Imperiali del Sacro Romano Impero all'inizio del XVI sec. La Provincia del Reno Elettorale indicata in grigio-verde.

Provincia dell'Elettorato del Reno

Nome Arenberg Beilstein Colonia Coblenza Basso Isenburg Elettorato di Magonza Palatinato del Reno

Tipologia Principato Signoria Arcivescovato Commenda Contea Arcivescovato

Note al duca omonimo (1644) ai conti von Metternich Principato elettorale; l'arcivescovo era Cancelliere imperiale per l'Italia Un gruppo di terre amministrato dall'ordine Teutonico; Prelatura del Reno in condominio tra l'elettore di Treviri e i principi di Chimay Principato elettorale; l'arcivescovo era Decano della Dieta e Cancelliere imperiale per la Germania

Principato elettorale Burgraviato Contea titolare Arcivescovato

alla linea palatina dei Wittelsbach

Rheineck Thurn und Taxis Treviri

in condominio tra l'elettore di Colonia e i conti von Sinzendorf zu Ernstbrunn (1653) feudo non territoriale del principe von Thurn-Taxis avente l'officio imperiale di "Maestro delle Poste" Principato elettorale; l'arcivescovo aveva diritto al primo voto alla Dieta ed era Cancelliere imperiale per le Gallie

Provincia di Franconia
La Provincia di Franconia fu una Provincia Imperiale del Sacro Romano Impero. Aveva una propria Dieta regionale i cui direttori erano in alternanza il vescovo di Wuerzburg e il margravio di Hohenzollern-Ansbach, con la sede della cancelleria a Rothenburg ob der Tauber. Era costituita da numerosi stati ecclesiastici e secolari e da varie citt imperiali. Gli stati del Circolo al Reichstag erano suddivisi in Banco ecclesiastico, Banco secolare, Banco dei Conti e dei Signori, Banco delle Citt imperiali. Verso la met del XVIII secoloo erano rappresentati da 4 vescovati, 1 abbazia principesca, 2 principati, 23 contee, 4 citt imperiali.

Composizione
La provincia era composta dai seguenti stati:

Mappa delle Province Imperiali del Sacro Romano Impero all'inizio del XVI sec. La Provincia di Franconia indicata in viola.

Provincia di Franconia

Nome Ansbach (Onolzbach) Bamberga Bayreuth Castell

Tipologia Margraviato Vescovato Margraviato Contea

Note appartiene ad una linea autonoma degli Hohenzollern

con Kulmbach appartiene ad una linea autonoma degli Hohenzollern Suddivisa nelle varie linee familiari: Castell, Breitenburg (-1762), Ruedenhausen, Remlingen.

Eichsttt Erbach

Vescovato Contea suddivisa nelle linee familiari di Erbach, Fuerstenau, Schoenberg. Signoria Contea principesca condominiale appartenente per la parte di Schleusingen all'elettore di Sassonia (1584), per Roemhild, Ostheim e Wasungen ai duchi sassoni di Meiningen, Gotha, Coburgo, Hildburghausen e per Smalcalda al langravio di Assia-Kassel (1660) suddivisa tra i vari rami: *Waldenburg Bartenstein, *Waldenburg Schillingsfuerst, *Waldenburg Pfedelbach, *Neuenstein Langenburg, *Neuenstein Oehringen, *Neuenstein Ingelfingen, *Neuenstein Kirchberg governata dai vari eredi per linea femminile delle tre famiglie estinte

Hausen Henneberg

Hohenlohe

Contea familiare omonima (1450)

Limpurg

Signoria condominiale (Gaildorf, Speckfeld e Sontheim) contea familiare omonima (1613) Commenda e sede del Gran Maestro dell'Ordine Teutonico Citt Imperiale Signoria (1671) Contea o Burgraviato

Lwenstein-Wertheim Mergentheim

della linea principesca di Rochefort e di quella comitale di Virneburg Gran baliaggio e terre rette dall'Ordine Teutonico

Norimberga Reichelsberg Rieneck

ai conti von Schoenborn dei conti Nostitz (1673), dell'elettore di Magonza, del vescovo di Wuerzburg e dei langravi di Assia Darmstadt sede della Dieta del circolo imperiale di Franconia

Rothenburg ob der Tauber Schwarzenberg Schweinfurt Seinsheim

Citt Imperiale

Contea del principe omonimo (1670) Citt Imperiale Signoria (1655) del principe von Schwarzenberg Citt Imperiale

con il langraviato di Klettgau rivendicata dal vescovo di Wuerzburg

Weienburg im Nordgau Welzheim

Signoria dei conti von Graevenitz e dal 1731 del Wuerttemberg Contea dei Loewenstein-Wertheim Signoria del conte von Schoenborn, linea del 1701 Citt Imperiale contea condominiale Vescovato ai conti di Hohenlohe- Kirchberg e ai conti di Giech

Wertheim Wiesentheid

Windsheim Wolfstein Wrzburg

Provincia del Basso Reno-Vestfalia

10

Provincia del Basso Reno-Vestfalia


La Provincia del Basso Reno-Vestfalia (Niederrheinischer und Westfaelischer Reichskreis) fu una provincia o circolo del Sacro Romano Impero, da non confondere con l'omonimo ducato di Westfalia, appartenente all'elettore di Colonia. Aveva come suoi direttori il vescovo di Munster e alternativamente gli elettori del Brandeburgo e del Palatinato, rispettivamente, come duchi di Kleve e di Julich con sede della cancelleria del circolo ad Aquisgrana. Era uno dei circoli pi ricchi per numero di stati appartenenti costituiti da principati vescovili, abbazie principesche, ducati, principati, varie contee, e tre citt imperiali. Le sue vicende politiche sono caratterizzate dalle lotte nate nel XVIII secolo per l'elezione del nuovo principe-vescovo di Muenster. Il capitolo Mappa delle Province Imperiali all'inizi del XVI sec. La regione del Basso Reno-Vestfalia indicata in marrone chiaro. era diviso ed elesse nell'ottobre 1706, alla morte del Plettenberg, il principe Carlo di Lorena, vescovo di Osnabrueck, mentre la controparte elesse il conte Francesco Ermanno Giuseppe Wolff von Metternich, vescovo di Paderborn. La contestazione della elezione fu allora portata all'arbitrato della corte pontificia che favor il Metternich.

Composizione
La provincia era costituita da:

Provincia del Basso Reno-Vestfalia

11

Mappa storica della provincia del Basso Reno-Vestfalia nel 1710.

Nome Aquisgrana Anholt

Tipologia Citt Imperiale Signoria poi ducato (1719) signoria Contea (1421) Contea (1495) Contea unita a Lingen Ducato (1380) Contea Citt Imperiale Vescovato Citt Imperiale Ducato Citt Imperiale Abbazia principesca Contea

Note sede della Dieta del circolo; appartiene al banco renano della citt imperiali ai principi di Salm Salm dal 1710 con la signoria di Bronkhorst

Barmstedt Bentheim Bentheim-Steinfurt Bentheim-Tecklenburg Berg Blankenheim-Gerolstein Brakel Cambrai Cambrai Cleves o Kleve Colonia Corvey Delmenhorst

ai conti von Rantzau capitale a Nordhorn; in ipoteca all'Hannover dal 1753 ai conti della linea omonima i conti omonimi la cedono nel 1707 al Brandeburgo mantenendone il titolo insieme a Julich in unione personale con l'elettore palatino ai conti von Manderscheid, dal 1780 ereditata dai conti von Sternberg assorbita dal vescovato di Paderborn alla Francia dal XVII secolo alla Francia all'elettore del Brandeburgo, re di Prussia sede delle consacrazioni imperiali (1475) 9 Prevostura, poi principato vescovile unita a quella di Oldemburg; dal 1666 al re di Danimarca e dal 1777 ai duchi di Holstein-Gottorp all'elettore di Hannover

Diepholz

Contea

Provincia del Basso Reno-Vestfalia

12

Dortmund Duisburg Dren Frisia orientale Echternach Essen

Citt Imperiale Citt Imperiale Citt Imperiale Principato (1667) Abbazia principesca Abbazia principesca dal 1744 al Brandeburgo; con voto alla Dieta imperiale dal 1754 al ducato di Lussemburgo; all'Austria principessa-badessa sotto il protettorato del Brandeburgo; 7 prelatura; signorie di Huckard e Rellinghausen creata nel 1766 per il conte poi principe de Ligne annessa al principato di Moers; all'elettore del Brandeburgo

Fagnolles (Fagnolle) Freudenberg Gemen (Gehmen)

Contea Abbazia principesca Signoria poi Contea (1653) Signoria poi contea (1630) Signoria poi Contea (1754) Contea (1709) Abbazia principesca (1631) Citt Imperiale Contea (1707) Contea Ducato Contea (1712) Abbazia principesca Citt Imperiale Vescovato principesco Contea

dal 1640 ai conti von Limburg-Styrum di Borculo e poi venduta ai baroni von Boemelberg zu Boineburg (1800) ai principi von Schwarzenberg e ceduta nel 1782 con la signoria di Neustadt al conte von Wallmoden ai conti von Torring-Jettenbach

Gimborn

Grunsfeld

Hallermund Herford

ai conti von Platen (1689) sotto il protettorato dell'Hannover principessa-badessa evangelica; 11 Prelatura del Reno; sotto il protettorato del Brandeburgo status incerto; occupata dal Brandeburgo ai margravi di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym all'Hannover al Palatinato ai conti von Schaesberg 5 Prelatura del Reno annessa dalla contea di Lippe

Herford Holzappel Hoya Jlich Kerpen-Lommersum Kornelimnster Lemgo Liegi Lingen

ai conti di Bentheim della linea omonima che nel 1707 hanno venduto al Brandeburgo, mantenendo i titoli ai principi von der Lippe zu Detmold (1720)

Lippe

Contea poi Principato (1789) Ducato Abbazia principesca Contea Contea Signoria poi Contea (1766) Vescovato Principato contea Vescovato principesco Contea Contea

Lussemburgo Malmedy Manderscheid Mark Myllendonk

incerto, poi alla Provincia Borgognona e dal 1714 agli Asburgo d'Austria 8 Prevostura, in unione con Stavelot ai conti omonimi poi dal 1780 ai conti von Sternberg con Ravensburg al Brandeburgo ai conti von Ostein

Minden Moers Myllendonck Mnster Nassau-Diez Nassau-Dillenburg

Secolarizzato al Brandeburgo dal 1648 Pace di Vestfalia, come Principato di Minden al Brandeburgo dal 1614; ha il voto al Reichstag dal 1707 ai conti von Ostein spesso in unione con gli elettori di Colonia ai principi d' Orange-Nassau, "Stadtholder" della Repubblica dei Paesi Bassi ai conti omonimi poi in unione ai principi di Nassau-Weilburg (1742)

Provincia del Basso Reno-Vestfalia

13
ai conti omonimi poi alla linea di Dillenburg e infine ai principi d'Orange (1743) badessa dal 1666 al re di Danimarca, dal 1774 ai duchi di Holstein-Gottorp dal 1648 si alternano vescovi cattolici con vescovi protestanti in unione ha l'abbazia principesca di Luegde in unione ai principi von Waldeck al Brandeburgo ai conti von Aspremont-Lynden ai conti von Nesselrode sotto il protettorato dell'Hannover

Nassau-Hadamar Nivelles Oldenburg Osnabrck Paderborn Pyrmont Ravensberg Reckheim Reichenstein

Contea abbazia principesca Contea Vescovato principesco Vescovato principesco Contea Contea Contea (1623) Signoria poi contea (1702) con Landskron e Rhade Contea (1353)

Rietberg

ai conti Cirksena fino al 1758 poi ai conti e principi von Kaunitz zu Questenburg ai conti omonimi della casata dei Salm, ma non appartenente ad alcun circolo imperiale suddivisa in varie parti: Altenkirchen (dal 1742 al margravi di Ansbach), Hachenburg (ai burgravi von Kirchberg-Farnrode), Wittgenstein (suddivisa tra le varie linee dei conti di Sayn-Wittgenstein) ai margravi d'Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym dal 1648 ai langravi d'Assia-Kassel con capitale Rinteln ai conti von Schaumburg-Lippe, cadetti dei Lippe, con capitale a Bueckeburg con Saffenburg ai conti von der Mark-Lummen, dal 1773 ai duchi von Arenberg annessa dal Brandeburgo all'Hannover in unione con Malmedy ai conti omonimi ai conti omonimi che nel 1707 cedono l Brandeburgo, rimanendo solo signori sovrani di Rheda 15 Prelatura del Reno, in unione con l'abbazia di Essen; kmq. 5,78 poi alla Provincia Borgognona e dal 1648 alla Repubblica dei Paesi Bassi terra secolarizzata come principato del Re di Svezia dal 1648; dal 1720 all'Hannover status incerto, annessa dalla Svezia e poi dall'Hannover (1720) ai conti von Loewenstein-Wertheim-Virneburg annessa da..... 16 Prelatura del Reno in unione con l'abbazia di Essen; signoria di Steele status incerto ai von Quadt zu Wickrath

Salm-Reifferscheid-Dyck Contea Sayn Contea

Schaumburg Schaumburg-Hesse Schaumburg-Lippe Schleiden Soest Spiegelberg Stavelot Steinfurt Tecklenburg

Contea (1707) Contea Contea (1620) Contea (1580) Citt Imperiale Contea Abbazia principesca Contea (1495) Contea

Thorn Utrecht Verden Verden Virneburg Warburg Werden Wesel Wickrath

Abbazia principesca Vescovato Vescovato Citt Imperiale Contea Citt Imperiale Abbazia Citt Imperiale Signoria poi Contea (1752) Contea poi principato (1784) Signoria poi contea Signoria poi Contea (1732)

Wied

suddivisa nelle linee dei conti von Wied-Runkel e Wied-Neuwied

Winneburg Wittem

ai conti von Metternich con la signoria di Beilstein con Eyss e la contea di Slenaken ai conti von Plettenberg zu Lenhausen

Provincia del Basso Reno-Vestfalia

14
ai von Quadt, conti dal 1752

Wyckradt

signoria con Schwanenberg

Provincia della Bassa Sassonia


La Provincia della Bassa Sassonia fu una provincia imperiale del Sacro Romano Impero. L'aspetto inusuale di questa provincia era dato dalla presenza dei re di Danimarca, Gran Bretagna e Svezia che erano principi di numerosi stati dell'area.

Composizione
La provincia era composta dai seguenti stati:

Mappa delle Province Imperiali all'inizio del XVI. La Provincia della Bassa Sassonia indicata in rosso.

Nome Amburgo

Tipologia Citt Imperiale anseatica

Note Posta sotto il protettorato della Danimarca fino al 1771, poi stato indipendente. Ottenuto dai Duchi di Brunswick-Wolfenbttel dal 1731 Secolarizzato come Ducato nel 1648 e ottenuto dalla Svezia sottoposta al protettorato dell'Elettore di Hannover fino al 1744, poi autonoma Suddivisione del Ducato di Brunswick-Lneburg Suddivisione del Ducato di Brunswick-Lneburg; all'Elettorato di Hannover con l'estinzione della linea autonoma dal 1705 annesso all'Elettorato di Hannover dal 1719 ceduto all'Elettorato di Hannover

Blankenburg am Harz

Principato

Brema

Arcivescovato

Brema

Citt Imperiale anseatica

Brunswick-Celle

Principato

Brunswick-Grubenhagen

Principato

Provincia della Bassa Sassonia

15
e Gottinga Principato, Ducato Suddivisione del Ducato di Brunswick-Lneburg. Successivamente unificato col Celle per formare l'Hannover, comprendente tutto il Brunswick eccetto i domini dei rami di Wolfenbttel e di Bevern. L'elettore dell'Hannover il re di Gran Bretagna.

Brunswick-Calenberg

Brunswick-Celle

Ducato

linea autonoma fino al 1705 poi ereditato dall'elettore di Hannover all'elettore dell'Hannover Nome generale di tutti i territori della casata dei Guelfi (Welfen) nella regione (linee di Hannover, Bevern, Wolfnbuettel). Ducato indipendente con la contea Bevern e diviene ducato di Brunswick di Blankenberg fino all'estinzione nel 1815 della linea nel 1753 poi annesso dalla linea di |

Brunswick-Gruebenhagen Ducato Brunswick-Lneburg Ducato

Brunswick-Wolfenbttel

Principato, Ducato

Bursfeld

Abbazia principesca Abbazia femminile (1477); Prelato del Reno con voto alla Dieta Citt Imperiale anseatica Possiede numerose miniere in condominio con l'Hannover, il Brunswick (otto) e la Prussia (quattro). Secolarizzato come Principato per il Brandeburgo nel 1648 Unico principato ecclesiastico cattolico del Circolo; spesso in unione personale con gli Elettori di Colonia Ripartito in vari rami familiari (parte reale o danese, parti ducali) Parte reale (Segeberg) appartenente al re di Danimarca dal 1544 al 1773 Parte ducale appartenente alla linea ducale con sede a Kiel; dal 1762 zar di Russia. alla linea cadetta dal 1662 al 1761 Principato ecclesiastico con sede ad Eutin; dal 1694 ai duchi cadetti di Gottorp (Gottorp-Eutin). Ha in condominio con Amburgo la citt di Bergedorf. Secolarizzato per il Brandeburgo nel 1680

Gandersheim

Goslar

Halberstadt

Vescovato

Hildesheim

Vescovato

Holstein

Ducato

Holstein-Glckstadt

Ducato

Holstein-Gottorp

Ducato

Holstein-Ploen Lubecca

Ducato Vescovato protestante

Lubecca

Citt Imperiale anseatica Arcivescovato

Magdeburgo

Provincia della Bassa Sassonia

16
Diviso in Mecleburgo-Gstrow e Mecleburgo-Schwerin nel 1621, riunificato nel 1695, e diviso infine in Mecleburgo- Schwerin e Mecleburgo-Strelitz nel 1701

Meclemburgo

Ducato

Meclemburgo-Gstrow Meclemburgo-Schwerin Meclemburgo-Strelitz

Ducato Ducato Ducato In unione personale con il Principato di Ratzeburg. sotto il protettorato del Brandeburgo-Prussia sotto il protettorato del Brandeburgo-Prussia Al Re di Danimarca nel 1734 Secolarizzato come principato e consegnato al Duca di Mecleburgo-Schwerin nel 1648; dal 1701 al ramo di Strelitz.

Mhlhausen

Citt Imperiale

Nordhausen

Citt Imperiale

Rantzau Ratzeburg

Contea Vescovato

Regenstein Sassonia-Lauenburg

Contea Ducato Dal 1720, dopo l'estinzione della famiglia regnante ceduto all'Hannover in amministrazione separata dall'elettorato Secolarizzato come principato e consegnato al Duca di Mecleburgo-Schwerin nel 1648

Schwerin

Vescovato

Provincia dell'Alto Reno

17

Provincia dell'Alto Reno


La Provincia dell'Alto Reno fu un circolo imperiale (Reichskreis) del Sacro Romano Impero. Il suo territorio si estendeva dai confini con l'Alsazia fino alla Bassa Sassonia e verso sud comprendeva il Palatinato e la Renania fino alla Lorena, separata da una stretta striscia di territorio lungo il Reno appartenente all'elettorato di Colonia facente parte del Circolo del Reno Elettorale. Con varie exclaves arrivava fino al Giura con il principato vescovile di Basilea. Direttori del circolo erano l'elettore del Palatinato e il vescovo di Worms, entrambi cattolici a seguito del trattato di Weinheim (1690) e nonostante le minacce di secessione dal circolo dei principi protestanti che chiedevano un direttore di fede luterana. Alcuni feudi appartenenti all'impero, anche se non membri di questo circolo, erano sottoposti all'alta sovranit francese dopo la Pace di Westfalia. In particolare, nella bassa Alsazia si trovavano le contee di Hanau, le signorie di Oberbronn, Niederbronn, Lembach, Mannweiler, Reichesweiler per le quali numerosi principi tedeschi risultavano vassalli del re di Francia. Anche varie abbazie imperiali ed immunit ecclesiastiche si trovavano in territorio francese e come tali indipendenti fino alla Rivoluzione francese (Rusfac, Muerbach, Andlau, Lure, Ruhlingen, Unterlinden, ecc.). Gli stati appartenenti a questo circolo erano distinti nel Banco dei principi ecclesiastici, in quelli dei principi secolari, dei conti e dei signori, delle citt imperiali. Gran parte di questa provincia venne annessa alla Francia nel corso del XVII.

Composizione
La provincia era composta dai seguenti stati:
Nome Alsazia Tipologia commenda teutonica Note con la Burgundia costituisce una commenda soppressa nel 1790 badessa sovrana fino al 1791 badessa sovrana fino al 1791

Altdorf Andlau Assia Assia-Darmstadt Assia-Kassel

abbazia principesca abbazia principesca Langraviato Langraviato Langraviato

linea autonoma indipendente dal 1567 indipendente dal 1567 con propria linea sovrana fino al 1866; il langravio Federico I d'Assia re di Svezia (1730-51) appartiene al langravio d'Assia Kassel linea cadetta d'Assia-Kassel (1658) unito al ducato di Lorena fino al 1736 ha la sede dal XVI secolo a Porrentruy principato ecclesiastico indipendente fino al 1792, poi alla Francia appartenne ai oonti von Vehlen e poi ceduta al conte Karl von Heydeck (1772), principato (1789) alla Francia dal 1790

Assia-Marburg Assia-Rheinfels Bar Basilea Besanon

Langraviato Langraviato Ducato Vescovato Arcivescovato

Bretzenheim

Signoria dell'elettore di Colonia (1733-1774)

Burgundia e Alsazia

Commenda dell'Ordine Teutonico Citt Imperiale Signoria con Schweppenhausen

Colmar Dagstuhl

fino al 1648, poi alla Francia dei conti von Oettingen-Baldern (1691)

Provincia dell'Alto Reno

18
Contea nel Palatinato della Lorena (1667-1736), poi Austria, con voto alla Dieta dal 1766 sede delle elezioni imperiali governata da una consorteria nobiliare (Ganerbschaft) prima Prevostura dell'impero fino al 1752, quando diviene diocesi sotto la sovranit francese, continua a versare la tassa matricola per fedelt all'impero all' Assia-Darmstadt dal 1740 con Burgalben e Lemberg all' Assia-Kassel

Falkenstein

Francoforte sul Meno Friedberg

Citt Imperiale Citt Imperiale

Fulda

Vescovato

Haguenau

Citt Imperiale fino al 1648 Contea indipendente fino al 1736 Contea indipendente fino al 1736 Principato

Hanau-Lichtenberg

Hanau-Mnzenberg

Heitersheim

All'ordine ospitaliero di San Giovanni (Gran Priorato e 4 Prevostura) secolarizzato nel 1648; all'Assia-Kassel

Hersfeld Assia Assia-Darmstadt Assia-Kassel

Principato Langraviato Langraviato Langraviato

indipendente dal 1567; il langravio Federico I d'Assia re di Svezia (1730-51) appartiene al langravio d'Assia Kassel linea cadetta d'Assia-Kassel (1658) sede a Offenbach una linea cadetta di conti ha regnato a Eisenberg e Langenselbold fino al 1758

Assia-Marburg Assia-Rheinfels Isenburg-Birstein

Langraviato Langraviato Principato (1744)

Isenburg-Bdingen-Bdingen Isenburg-Bdingen-Meerholz

Contea Contea con Marienborn

indipendente dal 1693 indipendente dal 1673 indipendente dal 1673 alla Francia

Isenburg-Bdingen-Wchtersbach Contea Kaisersberg Citt Imperiale fino al 1648 abbazia principesca Contea

Kaeppel Knigstein

badessa governata dall'elettore di Magonza (1535-1793) e dal conte von Stolberg-Stolberg al conte von Wied-Runkel; voto alla Dieta dal 1765 dal 1648 sotto la Francia divisa nelle linee di: Hartenburg, FalkenburgGuntersblum, Heidersheim (estinta nel 1766) indipendente fino al 1794 con sede a Duerkheim; ha la signoria di Dagsburg (Dabo) in condominio (1705) tra le linee di Alt-Leiningen, Gruenstadt, Neu-Leiningen indipendente fino al 1736; dal 1766 annesso alla Francia alla Francia dal 1648

Kriechingen

Contea (Creange)

Landau Leiningen-Dagsburg

Citt Imperiale Contea

Leiningen-Hartenburg

Contea

Leiningen-Westerburg

Contea

Lorena

Ducato

Metz

Vescovato

Provincia dell'Alto Reno

19
Citt Imperiale Castello e villaggio alla Francia dal 1648 in condominio tra l'elettore di Treviri e il principe d'Orange conte di Nassau-Dietz in unione con l'abbazia di Lure, poi annessa dalla Francia nel 1784 al principe di Nassau-Usingen

Mnster Mnzfelden

Muerbach

Abbazia principesca

Nassau-Idstein

Contea indipendente fino al 1721 Contea indipendente fino al 1728

Nassau-Ottweiler

al principe di Nassau-Saarbrucken

Nassau-Saarbrcken-Saarbrcken Principato

nuova linea indipendente dal 1735; conti di Lahr contea principesca dal 1688 contea principesca dal 1737; signorie di Alsenz e Kirchheim feudo imperiale in usufrutto dal 1737 al duca di Lorena Stanislao Lesczynsky; dal 1766 alla Francia alla Francia dal 1648

Nassau-Usingen Nassau-Weilburg

Principato Principato

Nomeny

Margraviato

Oberehnheim Oberisenburg Odenheim

Citt Imperiale Contea Prevostura

con Bruchsal in unione con il vescovato di Spira in condominio dei conti Waldbott von Bassenheim in unione personale con il Palatinato in unione personale con il Palatinato con Lauterecken in unione con il Palatinato e Zweibruecken linea indipendente in unione personale con l'elettore di Treviri (1576) ai conti von Loewenhaupt poi ai conti Meerscheidt von Hillesheim, dal 1777 ai conti von Isenburg-Buedingen badessa sovrana fino al 1798 dal 1648 alla Francia ai principi omonimi con la nuova linea (1738)

Ollbrck

Signoria (1704)

Palatinato-Lautern Palatinato-Simmern Palatinato-Veldenz

Principato Principato Principato

Palatinato-Zweibrcken Prm

Principato Abbazia e 7 Prevostura dell'impero Signoria (1722)

Reipoltskirchen

Remiremont Rosheim Salm-Salm

Abbazia principesca Citt Imperiale Contea (1659) poi Principato (1751) Wildgraviato e Rheingraviato Wildgraviato e Rheingraviato Wildgraviato e Rheingraviato Principato (1742) Rheingraviato

Salm-Dhaun

indipendente con Rheingraefenstein fino al 1750, poi ai conti von Salm-Grumbach indipendente fino al 1793

Salm-Grehweiler

Salm-Grumbach

ai conti omonimi

Salm-Kyrburg Salm-Stein

linea omonima ai conti von Salm-Grumbach

Provincia dell'Alto Reno

20
Ducato ai Savoia re di Sardegna che non si riconoscono pi vassalli dell'impero con la signoria di [Homburg]] con la signoria di Hohenstein alla Francia dal 1648 in unione personale con l'elettorato del Palatinato con la contea di Greiffenstein e quella lorenese di Criechingen

Savoia

Sayn-Wittgenstein-Berleburg Sayn-Wittgenstein-Wittgenstein Schlettstadt Palatinato-Simmern

Contea Contea Citt Imperiale Ducato

Solms-Braunfels

Principato (1742)

Solms-Laubach

Contea poi Principato (1792) Contea poi Principato (1792) Contea poi Principato (1792) Vescovato Citt Imperiale Contea in condominio tra il Palatinato e il Baden (Kirchberg) con sede a Saverne; feudi imperiali di Ettenheim e Oberkirch nell'Ortenau alla Francia dal 1686 alla Francia dal 1555 alla Francia ala Francia dal 1648 alla Francia dal 1778 in unione con la contea di Solms-Assenheim con sede a Philippsburg

Solms-Lich-Hohensolms

Solms-Rdelheim

Spira Spira Sponheim

Strasburgo

Vescovato

Strasburgo Toul Toul Trkheim Verdun Verdun Waldeck

Citt Imperiale Vescovato Citt Imperiale Citt Imperiale Vescovato Citt Imperiale Contea principesca (1682) Contea (1707)

al principe von Waldeck e Pyrmont

Wartenberg

ai conti Kolb von Wartenberg con al signoria di Ellstadt (1707-1789) alla Francia dal 1648 6 Prevostura dell'impero in unione con il vescovo di Spira (1545) dal 1693 sede del Supremo Tribunale dell'impero

Weienburg Weienburg

Citt Imperiale Prevostura (1524)

Wetzlar

Citt Imperiale

Foresta e Langraviato del Reno Worms Vescovato (Wormsfeld) ha in condominio con il Palatinato la citt di Ladenburg sede della Cancelleria del circolo imperiale

Worms

Citt Imperiale

Provincia dell'Alta Sassonia

21

Provincia dell'Alta Sassonia


La Provincia dell'Alta Sassonia fu una provincia imperiale del Sacro Romano Impero, creata nel 1512. La provincia venne dominata da due elettorati, quello di Brandeburgo e quello di Sassonia.

Composizione
La provincia era composta dai seguenti stati:

Mappa delle province imperiali all'inizio del XVI sec. La Provincia dell'Alta Sassonia indicata in rosa.

Nome Anhalt

Tipologia Margraviato principesco

Note suddiviso nelle linee di Dessau, Bernburg, Bernburg-Schaumburg, Koethen, Zerbst, ecc. Agli elettori di Sassonia dal 1659

Barby

Contea (1497) con Muehlingen Margraviato, Principato Elettorale Vescovato

Brandeburgo

in unione personale con il ducato poi regno (1701) di Prussia Secolarizzato come principato; al Brandeburgo nel 1648 Nel 1648 al Brandeburgo secolarizzata nel 1614 ed annessa dal margravio di Anhalt-Bernburg sotto il protettorato prussiano dal 1742 ha la signoria condominiale di Gleichen e la contea di Crottorf ai conti von Sulberg e Stolberg-Stolberg; sotto il protettorato dell'elettore di Hannover; sotto l'ipoteca del Brandeburgo al margravio Elettore del Brandeburgo indipendente nella linea di Boernstadt fino al 1780, poi alla Sassonia elettorale Al Re di Svezia dal 1648

Cammin

Pomerania Gernrode

Ducato ulteriore Abbazia femminile

Gruessau Hatzfeld

prevostura principesca Contea poi Principato (1748) Contea

Hohnstein

Lohra e Klettenberg Mansfeld

Signoria Contea

Pomerania

Ducato Citeriore

Provincia dell'Alta Sassonia

22
Ducato ulteriore Abbazia femminile Principato Contea poi Principati vari (1778,1790,1806) Ducato della dinastia ernestina dei Wettin di Sassonia Ducato Ducato Ducato estinta la linea viene unificato con Weimar linea ernestina dei Wettin linea ernestina dei Wettin; in unione personale con quello di Altenburg fino al 1825 linea ernestina dei Wettin; unificato a quello di Gotha linea ernestina dei Wettin linea ernestina dei Wettin alla linea albertina dei Wettin; in unione personale con il regno di Polonia fino al 1763 divisa nelle linee di Waldenburg; Stein-Hartenstein, Penig-Glauchau, ecc. si distacca il ramo cadetto dei conti di Schwarzburg-Grafenau (1718-57) si distacca il ramo cadetto di Arnstadt sotto il protettorato prussiano dal 1742 All'elettore di Sassonia dal 1738; le altre porzioni rimasero ai vari rami familiari (Gedern-Werningerode, Rossla, Stolberg) Al Duca di Brunswick-Wolfenbttel dal 1648 con la contea di Gedern; sotto l'amministrazione dell'Elettore di Brandeburgo dal 1714 il ramo di Gedern e Werningerode diviene principesco nel 1742 Nel 1648 al Brandeburgo Prelato del Reno Al duca Elettore di Sassonia dal 1648 suddivisa in vari rami (Greiz, Gera, Schleiz, Lobenstein, Ebersdorf

Pomerania Quedlinburg Querfurt Reu

Sassonia-Weimar

Sassonia-Eisenach Sassonia-Coburgo-Saalfeld Sassonia-Gotha

Sassonia-Altenburg Sassonia-Meiningen Hildburghausen Sassonia

Ducato Ducato Ducato Elettorato

Schnburg

Contea poi Principati vari (1792) Principato

Schwarzburg-Rudolstadt

Schwarzburg-Sondershausen Principato Steinbach Stolberg Abbazia principesca Contea

Walkenried Wernigerode

Abbazia Contea poi Principato (1742)

Wetterau

23

Wetterau
La Wetterau una pianura ondulata fertile della Germania occidentale, nell'Assia, fra le regioni dell'Oberhessen ed il Taunus. attraversata dal fiume Wetter (tributario del Meno). Amministrativamente, corrisponde al circondario omonimo. Dal XV secolo fino al 1806, stato un circolo nobiliare (Wetterauische Graefenkolleg) del Sacro Romano Impero Germanico. Vi facevano parte le famiglie sovrane di rango comitale, aventi feudi imperiali immediati nella regione, ed ammesse nel Collegio dei Conti e dei Signori con diritto di voto al Reichstag. Ne furono membri i Solms, Nassau, Isenburg, Stolberg, Sayn-Wittgenstein, Salm, Leiningen, Reuss e dal 1765 vi fece parte anche la contea in Lorena di Criechingen (Creange).

Provincia Sveva
La Provincia Sveva fu un Circolo imperiale del Sacro Romano Impero, creato dall'imperatore Massimiliano I d'Asburgo nel 1500. La provincia era costituita da un gran numero di piccoli stati; solo il Ducato di Wrttemberg, i Margraviati di Baden-Baden e di Baden-Durlach ed il Vescovato di Augusta avevano una certa importanza. I direttori della Dieta del circolo imperiale erano il vescovo di Costanza e il duca del Wuerttemberg. Gli stati imperiali che avevano diritto di seggio e di voto al Reichstag erano divisi in Banco dei Principi ecclesiastici, Banco dei Principi secolari, Banco dei Prelati svevi, Banco dei Conti e Signori, Banco delle Citt imperiali e libere. Verso la met del XVIII secolo erano rappresentati da 2 vescovati, 22 abbazie principesche, 10 principati, 26 contee, 31 citt imperiali.

Mappa delle province imperiali all'inizio del XVI sec. La Provincia Sveva indicata in giallo.

Composizione
La provincia era composta dai seguenti stati:

Provincia Sveva

24

Nome Aalen Altshausen Augusta Augusta Aulendorf Baar Baden Baden-Baden Baden-Durlach

Tipologia Citt Imperiale commenda Vescovato Citt Imperiale Contea Langraviato Margraviato Margraviato Margraviato

Note libera dal 1360, protestante sotto il protettorato di Ulma serie di possessi dell' Ordine teutonico istituiti in commenda nel 1729 dal XVI con sede a Dillingen; in unione personale con l'abbazia di Fuessen libera dal 1276, maggioranza cattolica linea autonoma (1629) dei conti Trenk von Koenigsegg al principe von Furstenberg (1689)

linea omonima del 1535 ed estinta nel 1761 linea omonima degli antichi conti di Zaehringen costituitasi nel 1535; nel 1761 eredita i possessi dell'altra linea al Baden-Durlach dal 1535 1 Prelatura sveva libera dal 1250 appartenente all'abate di Sankt Blasien con diritto di voto dal 1638 libera dal 1250 la principessa-badessa ammessa nel Collegio dei conti svevi libera dal 1250 libera dal 1275 dal XVI secolo con la riforma protestante ha la sede a Meersburg; in unione personale con l'abbazia di Reichenau libera dal 1391 al margravio del Baden Baden (1723) dei conti von Gravenegg (1726-1788) poi ai principi Thurn und Taxis ai conti von Abensberg und Traun zu Meissau (1656-1804) 2 Prelatura sveva

Baden-Hochberg Baindt Biberach an der Ri Bonndorf Bopfingen Buchau Buchau Buchhorn Costanza

Margraviato (Emertingen) Abbazia principesca femminile Citt Imperiale Contea poi principato (1746) Citt Imperiale Abbazia principesca femminile Citt Imperiale Citt Imperiale Vescovato

Dinkelsbhl Eberstein Eglingen Eglofs Elchingen Ellwangen Esslingen am Neckar Fugger

Citt Imperiale Contea Signoria Signoria con Mueglen Abbazia principesca 1 Prevostura dell'impero Citt Imperiale

sovranit su 13 villaggi Contee varie suddivise nelle varie linee (Kirchberg, Babenhausen, Kirchheim, Boos, Wellenburg, Mickhausen, Stettenfels, Goettersdorf, Aufhausen, Nordendorf, ecc..). Hanno solo tre voti alla Dieta (Conti svevi) per le linee di Kirchberg, Babenhausen e Nordendorf.

Gengenbach Gengenbach

Abbazia principesca Citt Imperiale sotto il protettorato dell'Austria (1745) Citt Imperiale sotto il protettorato austriaco Signoria Abbazia principesca femminile Margraviato

3 Prelatura sveva dal 1751

Giengen an der Brenz

Gundelfingen Gutenzell Hochberg

del principe von FurstenbergHeiligenberg 4 Prelatura sveva appartenente al Baden-Durlach

Provincia Sveva

25
Signoria del principe von Fuerstenberg Abbazia principesca femminile Citt Imperiale Contea principesca (1667) Contea principesca 5 Prelatura sveva; principato dal 1429 con 5 villaggi libera dal 1360, protestante (1525) al principe von Fuerstenberg della famiglia omonima estintasi nel 1765; poi dell'Austria che ha anche la signoria di Lustenau al conte von der Leyen di Blieskastel

Hausen

Heggbach Heilbronn Heiligenberg Hohenems

Hohengeroldsegg

Contea (1711) poi principato dal 1803 Signoria equestre Contea Contea Abbazia Citt Imperiale Contea Abbazia

Hohenhwen Hohenzollern-Hechingen Hohenzollern-Sigmaringen Irsee Isny im Allgu Justingen Kaisheim (Kaisersheim) Kaufbeuren Kempten Kempten im Allgu Kinzigtal Klettgau Knigsegg Leutkirch im Allgu Liechtenstein Lindau

al conte von der Leyen ai principi omonimi (1692) ai principi omonimi (1634) 6 Prelatura sveva sotto l'amministrazione dell'arcivescovo di Salisburgo (1694) libera dal 1250 ai conti von Freyberg fino al 1751 poi al Wuerttemberg ammessa al voto della Dieta imperiale nel 1756

Citt Imperiale Abbazia (Neustadt) Citt Imperiale (Altstadt) Signoria Langraviato Contea Citt Imperiale Principato Abbazia principesca femminile

libera dal 1418 2 Prevostura dell'impero (1360) libera dal 1289 al principe von Fuerstenberg al principe von Schwarzenberg (1689) ai conti omonimi (linee di Aulendorf e di Rothenfels sotto il protettorato dell'Austria indipendente dal 1719 e appartenente all'omonima famiglia austriaca ammessa nel Consiglio dei Principi come conte svevo (Banco secolare), ma i suoi titoli sono contestati nel 1755 libera dal 1274, sotto il protettorato dell'Austria amministrata dall'Ordine Teutonico 7 Prelatura sveva libera dal 1268 del principe von Fuerstenberg dell'elettore di Baviera con diritto di voto alla Dieta imperiale dal 1766 ma contestata dai conti von Ottingen libera dal 1240 8 Prelatura sveva, amministrata dall'abate di Sankt Blasien; ha 35 villaggi organizzati in 4 distretti territoriali libera dal 1289, sotto il protettorato dell'Austria suddivisa tra le varie linee familiari ai conti omonimi, signori di Katzenstein e Dachstuhl

Lindau Mainau Marchtal Memmingen Mekirch Mindelheim e Schwabegg Neresheim

Citt Imperiale Commenda Abbazia principesca Citt Imperiale Signoria (Neufrach) Signoria Abbazia principesca (Heiligenkreutzthal) Citt Imperiale Abbazia principesca

Nrdlingen Ochsenhausen

Offenburg ttingen ttingen-Baldern ttingen-ttingen

Citt Imperiale Contea Contea Contea dei principi omonimi

Provincia Sveva

26
Contea Abbazia principesca dei principi omonimi (1674) 9 Prelatura sveva presso il lago di Costanza, con la signoria di Hilzingen e Herdwange

ttingen-Wallerstein Petershausen

Pfullendorf Ravensburg Reutlingen Roggenburg Rot

Citt Imperiale Citt Imperiale Citt Imperiale Abbazia principesca Abbazia principesca (Muenchenroth) Contea Abbazia principesca femminile Citt Imperiale Abbazia principesca Abbazia principesca Citt Imperiale Citt Imperiale Signoria poi Contea Abbazia principesca femminile Abbazia principesca Signoria Langraviato Ducato Signoria Signoria (1665) Contea Citt Imperiale Citt Imperiale Abbazia principesca Alta Signoria sotto il protettorato austriaco libera dal 1213 10 Prelatura sveva; territorio organizzato in 4 distretti 11 Prelatura sveva

Rothenfels Rottenmnster Rottweil Salmansweiler Schussenried Schwbisch Gmnd Schwbisch Hall Sickingen Sfflingen St Georg in Isny Stauffen Sthlingen Teck Tettnang e Argen Thannhausen Thengen berlingen Ulma Ursberg Waldburg-Scheer-Scheer

alla linea omonima dei conti von Koenigsegg, signori di Stauffen 12 Prelatura sveva alleata degli Svizzeri 13 Prelatura sveva 14 Prelatura sveva con 8 villaggi libera dal 1250 libera dal 1280 ai conti omonimi (1752) 23 Prelatura sveva con diritto di voto alla Dieta dal 1775 24 Prelatura sveva con diritto di voto alla Dieta dal 1782 al principe von Furstenberg al conte von Furstenberg, dal 1761 principato del Wuerttemberg dei conti von Montfort estinti nel 1780, poi all'Austria ai conti von Stadion al principe von Auersperg libera dal 1258 libera dal 1153, protestante 15 Prelatura sveva; ha la signoria di Berg ai conti "Truchsess" von Waldburg Wolfegg-Wolfegg ai conti omonimi ai conti omonimi ai conti omonimi ai conti omonimi ai conti omonimi libera dal 1250 libera dal 1250 16 Prelaura sveva 17 Prelatura sveva 18 Prelatura sveva della Baviera

Waldburg-Wolfegg-Waldsee Alta Signoria Waldburg-Wolfegg-Wolfegg Alta Signoria Waldburg-Zeil-Trachburg Waldburg-Zeil-Wurzach Waldburg-Zeil-Zeil Wangen im Allgu Weil der Stadt Weingarten Weienau Wettenhausen Wiesensteig Alta Signoria Alta Signoria Alta Signoria Citt Imperiale Citt Imperiale Abbazia principesca (Altdorf) Abbazia principesca Abbazia principesca Signoria

Provincia Sveva

27
Citt Imperiale Ducato (1495) Citt Imperiale Abbazia principesca libera dal 1390 a duchi omonimi soto il protettorato dell'Austria 19 Prelatura sveva con voto alla Dieta dal 1750

Wimpfen Wrttemberg Zell am Harmersbach Zwiefalten

Altri progetti
Wikimedia Commons contiene file multimediali su Provincia Sveva

Stati del Sacro Romano Impero (A)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera A:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Aach Aachen

Signoria Citt Imperiale 1306 1500: Provincia di Vestfalia 1801: Annessa alla Francia 1500: Alla Provincia di Svevia 1803: Annessa al Ducato di Wrttemberg Feudo imperiale della Contea delle Fiandre (sotto la corona francese) dal 1056 al 1059 a Berna

Aalen

1360: Citt Imperiale

SW

Aalst (Fiandre Imperiali)

Contea di Brabantgau

Aarberg Aarburg Abensberg-Traun

Contea

1653: Contea di Abensberg e Traun 1554: Signoria 1653: Baronia 1711: Contea Contea Signoria n/a n/a n/a n/a 1554: Divisa da Saffig-Olbrck

Acquisite le signorie imperiali di Egloff e Mglen

Adendorf

1806: Elevata a principato come Principato di Leyen

Ahr Aichen

1107 1323: Divisa dalla Signoria di Hohenrechberg

1210: Annessa alla contea di Nrburg Ai signori di Allmut ai singori di Lumpfen 1352: passata a Mundelfingen 1450: ai signori di Heudorf 1466: Ripartita tra i baroni di Reischach e Dietrich di Rumelang 1501: All'Abbazia di San Biagio 1738: Le partizioni rimanenti andarono alla Signoria di Osterberg 1383: Annessa a Ulma

Albeck

Signoria

n/a

n/a

Stati del Sacro Romano Impero (A)

28
1646: Nobilt 1651: passata ai signori di Knyphausen e Varel 1651: Baronia 1653: Contea Contea 1439: Divisa tra la Signoria di Pappenheim n/a 1343: Divisa tra la Signoria di Wolfstein 1465: Divisa tra la Contea di Neuenahr 640 1697: Annessa alla Contea di Pappenheim 1474: Annessa alla Signoria di Sulzburg 1589: Annessa alla Contea di Moers

Aldenburg Conte di Aldenburg, Libero Signore di Knyphausen, Nobile Signore di Varel

Aletzheim

Allersberg

Signoria

Alpheim

Contea

Alsazia (tedesco: Elsa)

Ducato

Divisa in Bassa e Alta Alsazia 1469: il Duca d'Austria vendette l'Alta Alsazia al Duca di Borgogna 1477: l'Austria riprese il pieno controllo dell'Alta Alsazia 1648: l'Alta Alsazia annessa alla Francia 1679: La Bassa Alsazia annessa alla Francia. 1358: Annessa a Strasburgo 1793: Consiglio dei Principi

Alsazia, Bassa Alsazia Alsazia e Borgogna

Langraviato Propriet dell'Ordine Teutonico Contea n/a n/a

731: Divisa dall'Alsazia

Alt-Bruchhausen

1234: Divisa tra la contea di Bruchhausen 1207: divisa fra l'Usgau

1338: Annessa alla Contea di Hoya

Alt-Eberstein

Contea

n/a

n/a

1283: Annessa alla Contea di Neu-Eberstein 1403: Annessa alla Contea di Neu-Katzenelnbogen

Alt-Katzenelnbogen

Contea

n/a

n/a

1245: Divisa fra il Langraviato di Katzenelnbogen X sec.

Altena

Contea

n/a

n/a

1160: segnalata come parte della Contea di Berg, venne conosciuta come Altena-Berg 1180: nominata come Altena 1249: segnalata come parte della Contea di Mark 1367: Altena viene garantita come propriet del Conte Enghelberto III di Mark 1609: al Brandeburgo 44.3km 1180: Conosciuta come Altena

Altena-Berg

Contea

n/a

n/a

1160: Formata da Altena con parte della Contea di Berg

Altensteig

Signoria

1100: primo documento storico che menziona Altensteig ai signori di Berneck ai signori di Gultlingen 1390: venduta al Margravio di Baden 1603: al Wurttemberg

Stati del Sacro Romano Impero (A)

29
Citt Imperiale Provincia della Bassa Sassonia RH 1189 1241: Membro Fondatore della Lega Anseatica 1510: Citt Imperiale 1810: Annessa alla Francia 1815: Citt Libera c1260: fondazione della propriet 1512: Regione Austriaca

Amburgo

An der Etsch "sull'Adige"

Propriet dell'Ordine Teutonico 1132: Contea

Andechs

Propriet del Vescovato di Bressanone c1130: acquisito dalla Contea di Plassenburg 1173: acquisito dal Margraviato d'Istria 1180: acquisito dal Ducato di Merania 1248/51: estinzione della linea

Andechs-Merania Andelfingen Anhalt

Ducato Signoria 1212: Contea Alta 1218: Sassonia Principato Elettorale 1250: Principato 1863:Ducato di Anhalt 1918: Libero Stato di Anhalt Principato Alta Sassonia PR 1173: Diviso dalla Sassonia 1252: Diviso in Anhalt-Aschersleben, Anhalt-Bernburg e Anhalt-Zerbst; 1570: Riunificato 1582: Consiglio dei Principi 1603: Diviso nei principati di Anhalt-Bernburg, Anhalt-Dessau, Anhalt-Kthen, Anhalt-Pltzkau e Anhalt-Zerbst 1582: Consiglio dei Principi

Anhalt-Aschersleben

PR

1252: Creato dalla partizione del Principato di Anhalt 1252: Creato dalla partizione del Principato di Anhalt

1316,1322: Annesso al vescovato di Halberstadt che venne secolarizzato ed annesso alBrandeburgo nel 1648 1468: Annesso al Principato di Anhalt-Zerbst 1603: ristabilito sulla partizione del Principato di Anhalt 1834: all'Anhalt-Dessau 1863: al Ducato di Anhalt-Dessau-Kthen

Anhalt-Bernburg Principato Duca di Anhalt-Bernburg, Duca di 1806: ducato Sassonia, Angaria & Vestfalia, Conte di Ascania, Signore di Bernburg & Zerbst

Alta Sassonia

PR

Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym

Principato

Alta Sassonia

PR

1727: Creato dall'unione della Contea di Holzapfel e del Principato di Anhalt-Zeitz-Hoym 1396: Creato dalla partizione del Principato di Anhalt-Zerbst 1561: Annessio ancora al Principato di Anhalt-Zerbst 1603: ristabilito sulla partizione del Principato di Anhalt 1853: unito al Principato di Anhalt-Kthen a formare il Ducato di Anhalt-Dessau-Kthen 1742: Riannesso al Principato di Anhalt-Zerbst

Anhalt-Dessau 1603: Duca di Anhalt(-Dessau), Duca di Principato Sassonia, Angaria & Vestfalia, Conte di 1807: Ducato Ascania, Signore di Bernburg, Zerbst & Grbzig

Alta Sassonia

PR

Anhalt-Dornburg

Principato

Alta Sassonia

PR

1667: Diviso dal Principato di Anhalt-Zerbst

Stati del Sacro Romano Impero (A)

30
Principato Alta Sassonia PR 1635: Diviso dal Principato di Anhalt-Bernburg 1396: Diviso dal Principato di Anhalt-Zerbst 1709: Riannesso al Principato di Anhalt-Bernburg

Anhalt-Harzgerode

Anhalt-Kthen Anhalt-Kothen Anhalt-Cothen Duca di Anhalt-Kthen, Duca di Sassonia, Angaria & Vestfalia, Conte di Ascania, Signore di Bernburg & Zerbst Anhalt-Mhlingen

1603:Principato Alta 1807: Ducato Sassonia di Anhalt-Kthen

PR

1552: Annesso al Principato di Anhalt-Dessau 1603: ristabilito sulla partizione del Principato di Anhalt 1847: all'Anhalt-Dessau

Principato

Alta Sassonia

PR

1667: Diviso dal Principato di Anhalt-Zerbst 1755: Diviso dal Principato di Anhalt-Kthen 1544: Diviso dal Principato di Anhalt-Dessau

1714: Eiannesso al Principato di Anhalt-Zerbst

Anhalt-Pless

Principato

Alta Sassonia

PR

Anhalt-Pltzkau Anhalt-Plotzkau

Principato

Alta Sassonia

PR

1049: prima menzione di Plotzkau in un documento storico il Conte di Plotzkau eredita la Conte adi Walbeck 1133: i conti di Plotzkau si estinguono 1435: l'Anhalt eredita Plotzkau 1553: annesso al Principato di Anhalt-Zerbst 1603: ristabilito sulla partizione del Principato di Anhalt 1665: annesso al Principato di Anhalt-Kthen 1727: unito alla Contea di Holzapfel a formare il Principato di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym 1396: Diviso nei principati di Anhalt-Dessau e Anhalt-Kthen 1544: ristabilito sulle partizioni del Principato di Anhalt-Dessau 1796: annesso al Principato di Anhalt-Dessau

Anhalt-Zeitz-Hoym

Principato

Alta Sassonia

PR

1718: Diviso dal Principato di Anhalt-Bernburg 1252: Diviso dal Principato di Anhalt

Anhalt-Zerbst

Principato

Alta Sassonia

PR

Stati del Sacro Romano Impero (A)

31
1169: Signoria 1621: Contea Basso Reno WF 1169: il Castello di Anholt viene costruito da Guglielmo I, Principe-Vescovo di Utrecht 1234: Governata dai signori di Zuylen-Anholt 1300s: garantita come eredit a Stefano I, Signore di Anholt, 1317-1343 1346: i signori di Anholt battono moneta per la prima volta 1349: garantiti i diritti di citt da Teodorico di Anholt 1380: Morte dell'ultimo Signore di Anholt; sua figlia ed erede, Herberga spos Ermanno III di Gemen 1399: ai Gemen 1402-1641: ai Bronchhorst-Batenburg attraverso il matrimonio di Margherita di Gemen 1431: l'Imperatore Sigismondo conferma i Bronchhorst-Batenburgs come Signori di Anholt con diritto di battere moneta 1641-1810: Ereditata dai principi di Salm-Salm attraverso l'erede del Conte Teodorico IV (m.1641) 1653: Stato Imperiale del Seggio dei Conti di Vestfalia 1738: Estinzione della linea di Salm-Salm; Anholt pass alla linea dei Salm-Hoogstraten (col nome di Salm-Salm nel 1739) ?-1813: Occupazione francese 1815: alla Prussia

Anholt

Ansbach Antwerp Antwerpen Aosta Appenzell

Margraviato Margraviato Citt

1500: Provincia della Franconia 1512: Provincia di Borgogna

1310: Ducato Valle imperiale 1507: Divisa dai territori dell'Abbazia di San Gallo

1539-1563: Occupazione francese 1597: Diviso in Appenzell Innerrhoden e Appenzell Ausserrhoden 1648: Memebro della Confederazione Svizzera 1648: Memebro della Confederazione Svizzera 1512: alla Regione dell'Elettorato del Reno 1580: Consiglio dei Principi 1810: Divisa 1214: unito alla Contea di Lussemburgo 1221: annesso al Ducato di Limburg

Appenzell Ausserrhoden

Valle imperiale

1597: Divisa dal'Appenzell 1597: Partitioned from Appenzell Reno PR c1177

Appenzell Innerrhoden

Valle imperiale

Arenberg Aremberg

?: Contea 1576: Contea Principesca 1644: Ducato Contea c1167: Margraviato Contea

Arlon

n/a

950

Arnsberg

Stati del Sacro Romano Impero (A)

32
1237: Contea Signoria 1803: Principato 1803 X sec.: acquisita dal Cancelliere Imperiale e Arcivescovo Willigide di Magonza 1803: garantita al Cancelliere, Carlo Teodoro di Dalberg 1806: Annessa al Granducato di Francoforte 1814: alla Baviera 1590: ai Baroni di Reckheim 1623: Stato Imperiale Citt 1512: Regione di Borgogna

Artois Asch Aschaffenburg

Aspremont-Lynden

1590: Baronia Imperiale Contea Imperiale 1550: Baronia 1630: Contea 1653: Principato 1664: Contea Principesca 1795: Diviso in se stesso, nel Principato di Auersperg-Schnfeldscher ed in quello di Auersperg-Zweig

Auersperg Principe di Auersperg, Duca di Gottschee, Conte Principesco di Thengen, Conte di Wels, Signore di Schnberg & Seissenberg, etc.

1654: Stato Imperiale 1654: Consiglio dei Principi 1654-1791: ai duchi di Slesia-Munsterberg e Frankenstein 1663: propriet dei Signori di Thengen 1664: alla Regione Sveva 1791: ai Duchi di Gottschee Acquisto della Contea Principesca di Wels 1806: Ceduto all'Austria

Auersperg-Schnfeldscher

1795-1806: principato Principato

1795: Diviso dal Principato di Auersperg 1795: Diviso dal Principato di Auersperg Provincia dell'Alto Reno PR 1247 divisa dalla Turingia

Auersperg-Zweig

1806: Ceduto all'Austria

Assia Principe Elettore del Sacro Romano Impero, Langravio d'Assia, Granduca di Fulda, Principe di Hersfeld, Hanau, Fritzlar e Isenburg, Conte di Katzenelnbogen, Dietz, Ziegenhain, Nidda, Schaumburg

1265: Langraviato 1292: Principato del Sacro Romano Impero 1500: Ducato 1806: Granducato 1866: Elettorato Langraviato 1806: Granducato

Acquisizione di Giessen Acquisizione di Ziegenhain Acquisizione di Nidda Acquisizione di Katzenelnbogen 1432: Protettorato sull'Abbazia di Hersfeld 1567: Divisa in Assia-Darmstadt, Assia-Kassel, Assia-Marburg, e Hesse-Rheinfels 1582: Consiglio dei Principi

Assia-Darmstadt Grnduca d'Assia e del Reno

Provincia dell'Alto Reno

PR

1567: Creata sulla divisione del Langraviato d'Assia

1582: Consiglio dei Principi 1736: Ereditato dagli Hanau-Lichtenberg 1806: Aderisce alla Confederazione del Reno

Stati del Sacro Romano Impero (A)

33
1622: Divisione dall'Assia-Darmstadt 1650: Divisa in Assia-Homburg e Assia-Homburg-Bingenheim 1668: diviene indipendente dall'Assia-Darmstadt 1681: Homburg e Bingenheim vengono riuniti 1806: l'Assia-Homburg annesso all'Assia-Darmstadt 1815: l'Assia-Homburg viene ripristinato 1866: all'Assia-Darmstadt 1866: alla Prussia 1582: Consiglio dei Principi 1736: Ereditato dall'Hanau-Munzenberg 1815: Acquisito dal Principe Vescovo di Fulda 1866: alla Prussia 1582: HRE Council of Princes 1604: Merged into Hesse-Kassel

Assia-Homburg Langravio d'Assia, Principe di Hersfeld, Conte di Katzenelnbogen, Dietz, Ziegenhain, Nidda, Schaumburg, Isenburg e Bdingen

Assia-Kassel Principe Elettore d'Assia, Granduca di Fulda, Principe di Hersfeld, Hanau, Fritzlar e Isenburg, Conte di Katzenelnbogen, Dietz, Ziegenhain, Nidda e Schaumburg Assia-Marburg

1265: Langraviato 1803: Elettorato

Provincia dell'Alto Reno

PR

1567: Creato dalla divisione dell'Assia

1265: Langraviato

provincia dell'Alto Reno

PR

1567: Created on partition of Hesse

Assia-Rheinfels

1265: Landgraviate

Upp Rhen PR

1567: Creato dalla divisione dell'Assia

1582: Consiglio dei Principi 1583: Territori divisi tra Assia-Darmstadt, Assia-Marburg, e Assia-Rheinfels 1500: alla Provincia Sveva 1793: Consiglio dei Principi 1802: Annesso alla Baviera 1803: Secolarizzato dalla Baviera 14 a.C.: Fondata da Augusto 1488-1534: parte della Lega Sveva 1500: alla Provincia Sveva 1632-1635: occupazione svedese 1806: Annesso alla Baviera

Augsburg

1203: Vescovato Principato Vescovile 1276: Libera Citt Imperiale

EC

c888

Augsburg

SW

1276

Stati del Sacro Romano Impero (A)

34
c960: Margraviato 1156: Ducato 1359: Arciducato 1453: Arciducato 1804: Impero d'Austria Austria PR 960 833: il Margraviato d'Austria viene creato 976: l'Austria si separa dal Ducato di Baviera 1192: eredit della Stiria 1379-1457: divisione tra Austria (Linea Albertina) e "Austria interna" (Ducati di Stiria, Carinzia e Carniola, Contea del Tirolo e il "Vorlande", alla linea Leopoldina)) 1457: estinzione della linea Albertina; l'Austria ceduta alla linea Leopoldina 1512: Provincia Austriaca 1520-1534: amministrata dal Ducato di Wurttemberg 1582: Consiglio dei Principi

Austria Imperatore, Re Apostolico d'Ungheria, Re di Boemia, Dalmazia, Croazia, Slavonia, Galizia, Lodomeria e Illiria, Re di Gerusalemme, etc., Arciduca d'Austria, Granduca di Toscania e Cracovia, Duca di Lorena, Salisburgo, Stiria, Carinzia, Carniola e Bukovina, Gran Principe di Transilvania, Margravio di Moravia, Duca dell'Alta e della Bassa Slesia, di Modena, di Parma, di Piacenza e Guastalla, di Auschwitz e Zator, di Teschen, del Friuli, di Ragusa e Zara, Conte Principesco di Habsburg, Tirolo, Kyburg, Gorizia e Gradisca, Principe di Trento e Bressanone, Margravio dell'Alta e della Bassa Lusazia e in Istria, Conte di Hohenems/Hohenembs, Feldkirch, Bregenz, Sonnenberg, etc., Signore di Trieste, Cattaro, della Marca Slava, Gran Voyvode di Voyvodina di Serbia Austria

Propriet dell'Ordine Teutonico Ducato 1379: Divisa dall'Austria

1512: Provincia Austriaca 1793: Consiglio dei Principi

Austria, Bassa Austria

1493: Riannessa all'Austria

Stati del Sacro Romano Impero (B)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera B:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Baar Babenhausen

Langraviato Signoria 1803: Principato

Svevia

1500: alla Provincia di Svevia 1237: primo documento storico che menziona Babenhausen 1100 circa: Babenhausen e Schonegg sono parte della Signoria di Kellmunz 1200-1300: ai signori di Schonegg 1378: ai signori di Rechberg 1539: Anton Fugger acquista la Signoria di Babenhausen 1803: Signoria di Babenhausen, Boos e Kettershausen elevate a Principato di Babenhausen per la famiglia Fugger 1806: alla Baviera Area: 52km; Pop. 11,000

Stati del Sacro Romano Impero (B)

35
Signoria 1432: Divisa da Staufeneck-Babenhausen PR c960 1487: Divisa in Frundsburg e Kronburg 1190: Diviso in Baden-Baden e Baden-Hachberg 1387: Ricevette parte della Contea di Eberstein 1500: alla Provincia Sveva 1535: Divisa in Alto Margraviato di Baden (Baden-Baden) e Basso Margraviato di Baden (Baden-Durlach) 1582: Consiglio dei Principi 1771: si estingue la linea dei Baden-Baden; il Baden viene riunito 1806: entra a far parte della Confederazione del Reno 1871: entra a far parte dell'Impero Tedesco 1849: Republicca di Baden 1918: Republicca di Baden 1291: Diviso in Baden-Baden, Baden-Eerstein e Baden-Pforzheim 1335: Diviso tra Baden-Eberstein e Baden-Pforzheim 1348: Diviso dal Baden-Pforzheim 1515: Diviso in se stesso, Baden-Durlach e Baden-Sponheim 1536: Diviso in se stesso e Baden-Rodemachern 1588: Annesso a Baden-Rodemachern 1622: Diviso dal Baden-Durlach 1771: Unito per formare il Baden 1577: Diviso in se stesso, Baden-Hachberg e Baden-Sausenburg 1771: Unito per formare il Baden 1353: Annesso al Baden-Pforzheim

Babenhausen-Mindelheim-Cellmnz

Baden Granducato di Baden, Duca di Zhringen, Langravio di Nellenburg, etc, Signore & Signore Ereditario di Baar & di Sthlingen, Heiligenberg, Hausen, Mskirch, Hohenhwen, Wildenstein e Waldsberg, Mosbach e Drn, Bischofsheim, Hardheim e Lauda, the Klettgau, Krautheim, Wertheim, Neudenau e Billigheim, Conte di Salem, Petershausen e Hanau

1112: Margraviato 1362: Margravio del Sacro Romano Impero 1803: Elettorato 1806: Granducato

Baden-Baden

Margraviato

Provincia Sveva

PR

1190: Diviso dal Baden

Baden-Durlach

Margraviato

Provincia Sveva

PR

1515: Diviso dal Baden-Baden

Baden-Eberstein

Margraviato

1291: Diviso dal Baden-Baden

Stati del Sacro Romano Impero (B)

36
Margraviato Provincia Sveva PR 1190: Diviso dal Baden 1290: Diviso in se stesso e nel Baden-Sausenburg 1415: Annesso al Baden-Baden 1482: Diviso dal Baden-Baden 1488: Annesso al Baden-Baden 1577: Diviso dal Baden-Durlach 1591: Annesso al Baden-Durlach 1315: Diviso in se stesso e nel Baden-Baden 1361: Annesso al Baden-Baden 1575: Diviso in se stesso e Baden-Rodenheim 1596: Annesso al Baden-Durlach 1622: Diviso dal Baden-Durlach 1666: Annesso al Baden-Baden 1620: Annesso al Baden-Durlach 1503: Annesso al Baden-Baden 1577: Diviso dal Baden-Durlach 1604: Annesso al Baden-Durlach 1533: Annesso al Baden-Baden

Baden-Hochberg Baden-Hachberg

Baden-Pforzheim

Margraviato

n/a

n/a

1291: Diviso dal Baden-Baden

Baden-Rodemachern

Margraviato

Provincia Sveva

1537: Diviso dal Baden-Baden

Baden-Rodenheim

Margraviato

Provincia Sveva Provincia di Svevia PR

1575: Diviso dal Baden-Rodemachern 1290: Diviso dal Baden-Hachberg

Baden-Sausenberg

Margraviato

Baden-Sponheim

Margraviato

Alto Reno

1515: Diviso dal Baden-Baden

Badenweiler Baindt

Signoria Abbazia Provincia Sveva Provincia EC di Franconia 1007 1793: Consiglio dei Principi

Bamberg

1007: Vescovato c1242: Principato Vescovile

1500: Provincia di Franconia 1793: Consiglio dei Principi 1802: Annesso alla Baviera 1803: Secolarizzato alla Baviera

Stati del Sacro Romano Impero (B)

37
951: Contea 1354: Ducato Alto Reno 951 959-1033: Sotto la Lorena (Lotharingia) 1197-1214: Unione di Bar e Lussemburgo 1301: Vassallo del Re di Francia per la parte ad ovest del territorio (Barrois Mouvant) e vassalo dell'Imperatore per la parte ad est 1354: L'Imperatore Carlo IV garantisce il titolo di Margravio di Pont-a-Mousson e il rango di Principe al Duca di Bar 1399: Bar ereditato dalla Signoria di Cassel 1473: Unione del Ducato di Bar e del Ducato di Lorena 1480: Unito permanentemente al Ducato di Lorena 1508: Ereditato dalla Lorena 1582: Consiglio dei Principi 1634-1659, 1670-1697, 1702-1714: Occupazione Francese 1766: Annesso permanentemente alla Francia assieme alla Lorena 961: prima menzione di Barby in un documento storico 974: l'Imperatore concede Barby alla propria sorella, Matilde, Badessa di Quedlinburg 1050: ai signori di Arnstein come feudo imperiale Diviso in: Barby-Arnstein (1209-1284), Barby-Barby (1213-1651), Barby-Lindow (1211-1372), Barby-Mhlingen (1565-1659) e Barby-Ruppin 1524: Barby-Rupin al Brandeburgo 1651: Barby-Barby al Barby-Mhlingen (1360-1524) 1659: Barby-Mhlingen alla Sassonia-Weissenfels 1372: Barby-Lindow all'Anhalt 1659: all'Elettore di Sassonia

Bar Bar-le-Duc Barrois

Barby

1497: Contea

Alta Sassonia

1497

Barmstedt

Acquisito dai Rantzau

Stati del Sacro Romano Impero (B)

38
Vescovato Alto Reno EC 999 1579: Alleato della Confederazione Svizzera 1792: Annesso alla Francia 1793: Consiglio dei Principi 1801: Diviso tra il Baden e la France 374: menzionata per la prima volta come "Basilea" ai vescovi di Basilea 1356: acquisto dei diritti di governo (propria moneta, leggi, etc.) 1501: Aderisce alla Confederazione Svizzera 1648: Lascia l'Impero ai Bassenheim Provincia Bavarese EL VI sec. 888: la Baviera viene proclamata Ducato 889-1180: Governata dai Guelfi 1180-1918: Governata dai Wittelsbach 1185: Eredita le terre dei Margravi di Regensburg 1214: Investita della Contea Palatina del Reno 1238: Eredita le terre dei Conti di Valai Incorporate le terre dei Conti di Bogen Incorporate le terre dei Conti di Wassenburg 1255: Prima divisione in Alta Baviera (incluso il Palatinato e Regensburg) e Bassa Baviera 1310: Divisione dell'Alta Baviera in Baviera-Monaco e Baviera-Ingolstadt 1314: Divisione in Palatinato (incluso l'Alto Palatinato) e Baviera 1340: si estingue la linea della Bassa Baviera 1349: Divisione del patrimonio dei Wittelsbach in: Alta Baviera e Brandeburgo; Baviera-Monaco; Bassa Baviera; e Olanda, Zeeland, Frisia e Hainaut 1392: Divisione in Baviera-Ingolstadt (estinta nel 1447), Baviera-Landshut (estinta nel 1503) e Baviera-Monaco 1500: Provincia Bavarese

Basilea

Basilea

1386: citt libera

n/a

Bassenheim

1729: Signoria

Baviera 888: Ducato Re di Baviera, Conte-Palatino del Reno, 1623: Elettorato Duca di Baviera, Franconia e in Svevia, 1805: Regno etc.

Stati del Sacro Romano Impero (B)

39
1545: La Baviera viene riunificata dopo molte divisioni 1582: Consiglio dei Principi 1618: Acquisto di Mundelheim dai baroni di Maxlrain Acquisto del Langraviato di Leuchtenberg 1623: Elettorato del Palatinato trasferito in Baviera 1623: Acquisto dellAlto Palatinato 1806: Aderisce alla Confederazione del Reno

Baviera, Alta Bavaria (Oberbayern) Baviera, Bassa Baviera

Ducato

Ducato

1255: Diviso dalla Baviera

1353: Divisa in Baviera-Landshut e Baviera-Straubing 1445: Annesso a Baviera-Monaco 1503: Annesso a Baviera-Monaco 1505: Diventa Ducato di Baviera 1425: Diviso tra Baviera-Ingolstadt, Baviera-Landshut e Baviera-Monaco 1496: Annessa a Mansfeld 1194: prima menzione di Bayreuth in un documento 1248: ai conti di Zollern e Burgravi di Norimberga 1363: ai conti di Zollern come Principato 1420-1440: Sotto Norimberga 1457-1486: Amministrato dagli Ansbach 1495-1515: Amministrato dagli Ansbach 1500: Provincia della Franconia 1557-1603: Amministrato dagli Ansbach 1791: Integrato nella Prussia 1806: Amministrazione francese 1810: alla Baviera

Baviera-Ingolstadt

Ducato

1392: Diviso da Baviera-Landshut 1353: Diviso dalla Bassa Baviera 1392: Diviso da Baviera-Landshut 1353: Diviso dalla Bassa Baviera

Baviera-Landshut

Ducato

Baviera-Monaco

Ducatp

Baviera-Straubing

Ducato

Baviera-Naumburg Bayreuth Principe e Margravio di Bayreuth

Signoria 1398: Principato

1316: Divisa da Querfurt

Beckenried

Abbazia del Sacro Romano Impero Contea 1465: Divisa da Neuenahr 1519: Annessa a Mrs

Bedburg

Stati del Sacro Romano Impero (B)

40
Signoria 1144 1275: Divisa in Beichlingen-Beichlingen e Beichlingen-Rothenburg 1567: Annessa a Gleichen 1500: Regione della Vestfalia 1512: Regione dell'Elettorato del Reno al Principe Metternich 1200s: Ai conti di Montbeliard 1307: Garantita agli eredi all'Austria 1648: Ceduta alla Francia Luigi XIV di Francia ne concedette la signoria al Cardinal Mazzarino 576 899: Atenulfo I di Capua conquist Benevento e un i due ducati 1053: allo Stato della Chiesa 1115: Passata al Conte Ottone di Salm Matrimonio dell'erede di Ottone, Sofia (m.1176), Contessa di Rheineck, Salm e Bentheim con Dirk VI d'Olanda 1146-1182: Feudo del Vescovato di Utrecht 1176: Passato ai Conti d'Olanda 1263: Annexed County of Tecklenburg 1277: Partitioned into Bentheim-Tecklenburg and Bentheim-Bentheim 1421/1468: Bentheim became an immediate fief of the Empire 1500: Westphalian Circle 1530-1643: To County of Steinfurt 1606/1610: Division into Bentheim-Tecklenburg (with Rheda and Hohenlimburg) and Bentheim-Steinfurt 1752: Bentheim mortgaged to and was seized by Elector of Hanover 1804: Annexed to Steinfurt 1806: Bentheim mediatised to Berg 1810: Annexed to France 1815: To Hanover

Beichlingen

Beilstein

Signoria 1679: Contea (per la Casa di Metternich)

??

Belfort

Giurisdizione

Benevento

576: Ducato

Bentheim 1182: Contea Regione Conte di Bentheim, Tecklenburg, 1486: Contea del Sacro del Basso Steinfurt e Limburg, Signore di Rheda, Romano impero Reno Wevelinghoven, Hoya, Alpen, Helpenstein, Barone di Lennep, Patrono di Kln

WE

1050

Bentheim-Alpen

1606-1629: Contea

Stati del Sacro Romano Impero (B)

41
1277-1530, 1643-1753, 1753-1803: Contea 1277: Divisa da Bentheim 1530: Linea di (come Bentheim-Bentheim Bentheim-Tecklenburg) dichiarata estinta; Bentheim viene garantita ad Arnoldo II di Bentheim-Steinfurt 1753-1803: all'Elettore di Hannover 1803: Bentheim riunito a Bentheim-Steinfurt

Bentheim-Bentheim

Bentheim-Limburg Bentheim-Lingen Bentheim-Steinfurt

1606-1632: Contea 1450-1555: Contea 1454-1803: Contea Principato di Bentheim-Steinfurt in Prussia Regione del Basso Reno WE 1454: Divisa dalla Contea 1643: Divisa in di Bentheim-Bentheim Bentheim-Steinfurt e Bentheim-Bentheim 1806: divisa tra Berg (che ottenne Bentheim) e la Prussia (che ottenne Steinfurt) 1277: Divisa da Bentheim (come Bentheim-Bentheim)

Bentheim-Tecklenburg

1277-1557: Contea 1817: Principato di Bentheim-Tecklenburg in Prussia 1606-1806: Contea

Bentheim-Tecklenburg-Rheda

1606: Divisa da Bentheim-Steinfurt

1806: alla Prussia

Bentinck Conte del Sacro Romano Impero di Bentinck e Aldenburg, Signore della libera Signoria di Knyphausen, Nobile Signore di Varel

1732: Conti del Sacro Romano Impero

1733/1800 ai Signori di Knyphausen e Varel Aug 1806-1807 protettorato dei Signori di Knyphausen e Varel 1814/15 ai Signori di Knyphausen e Varel sotto la reggenza di Oldenburg Bav 1491 1500: Provincia Bavarese 1803:Annesso a Salisburgo 1793: Consiglio dei Principi 1803: Annesso a Salisburgo 1805: Annesso all'Austria 1809: Annesso alla Baviera 1437: al Ducato di Julich 1511: al Ducato di Cleves 1521: unito a Mark e Cleves 1609: guerre di successione 1582: Consiglio dei Principi 1609: al Palatinato-Neuburg 1614: al Palatinato-Neuburg 1685: al Palatinato Elettorale 1799: alla Baviera 1801: Annesso alla Francia 1803: alla Baviera 1811: alla Francia 1815: alla Prussia

Berchtesgaden Principe, Provosto e Signore di Berchtesgaden

1108: Abbazia 1486/1491: Abbazia Principesca Prevostato

Berg

1101: Contea 1380: Ducato

Provincia del Basso Reno

PR

1093

Stati del Sacro Romano Impero (B)

42
1218: Libera Citt Imperiale 1218: Divisa da Zhringen 1191: Fondata dal Duca Bertoldo V di Zahringen 1353: entra a far parte della Confederazione Svizzera 1415: Invasa ed acquisita dal Canton Argovia 1536: Invasa ed acquisita dal Cantone Vaud 1648: lasciata all'Impero 1798: occupazione francese 1512: Provincia Borgognona 1792: Annesso alla Francia 1793: Consiglio dei Principi 1300s: ottenuta dai duchi di Borgogna 1477-1674: passata agli Asburgo 1648: Annessa alla Libera Contea (una Contea speciale) della Borgogna ("Franca-Contea") 1674: ceduta alla Francia SW 1180 1803: Annessa al Wrttemberg 983: Conquistata dai Bodrichi 1145: prima menzione dei "Conti di Bilstein" 1301: Estinzione della linea dei conti di Bilstein; Bilstein venduta alla casata d'Assia 1303: Annesso all'Assia 1444: Parte di Zweibrucken 1801: Annessa alla Francia 1816: governo prussiano 1817: Principato di Birkenfeld in unione personale con Oldenburg

Berna Berna

Besanon Besancon

Arcivescovato

EC

Besanon Besancon

1184: Citt Imperiale

Burg

Biberach an der Ri

Citt Imperiale

Regione Sveva

Billungenmark Bilstein

Margraviato Contea

928 1073

Birkenfeld

1569: Contea 1817: Principato

Bitburg Bitsch Blamont Blankenburg

Abbazia Signoria Signoria Principato Bassa Sassonia c1082 1368: Annesso a Regenstein agli Zweibrucken

Stati del Sacro Romano Impero (B)

43
1112: Signoria 1380:Contea 1461: Contea del Sacro Romano Impero di Manderscheid e Blankenheim 1149: Diviso da Blankenheim-Schleiden 1112: prima menzione del Signore di Blankenheim Acquisita dalla Signoria di Kronenburg, Junkerath, Dollendorf, Gerolstein, Erp, Neuerburg, Oberkail, Falkenstein, Bettingen, Manderscheid, Osann-Monzel 1406: si estingue la linea dei Conti di Blankenheim; passato per linea di successione femminile ai Signori di Heinsberg ai Conti di Manderscheid 1699: Stato Imperiale estinzione dei Conti di Manderscheid-Blankenheim; passata per matrimonio ai Conti di Sternberg 1803: Annessa alla Francia 1816: alla Prussia 1533: Divisa in Blankenheim e Gerolstein e Bettingen 1149: Diviso in Blankenheim e Schleiden 1394: all'Austria 1804: Signoria di Blumenegg-Sankt Gerold all'Austria None EL c890: unita all'Impero 1356: Principe-Elettore 1526: Passata all'Austria

Blankenheim

Blankenheim e Gerolstein

Contea

Basso Reno

1488: Divisa da Blankenheim c1115

Blankenheim-Schleiden

Signoria

Bludenz Blumenegg

Contea Signoria 1396: Contea Imperiale

Boemia

845: Principato Ducato 1198: Regno 1800: Baronia Contea

Bomelburg Bonndorf

1806: Dissolta Provincia Sveva 1803: al Principato di Babenhausen per la casata dei Fugger Provincia Sveva SW c1250 1803: Annesso al Wrttemberg 1095, 1522: Annesso al Principato vescovile di Liegi (Lttich) 1552, 1676: Annesso alla Francia

Boos

Signoria

Bopfingen

Libera Citt Imperiale

Bouillon

Contea Ducato

959; 1496; 1559

Stati del Sacro Romano Impero (B)

44
1085/1086: Langraviato 1090: Ducato1183/1184: Ducatp Elevat al rango di Arciducato Burg PR 1000s: Originatosi dalla divisione del Ducato della Bassa Lorena in molti stati feudali 1283: Giovanni I di Brabante compra il Ducato di Limburg da Adolfo V di Berg 1430: Passa al Ducato di Borgogna 1477: Passa alla Casa d'Asburgo 1512: Provincia Borgognona 1556: passa alla linea degli Asburgo di Spagna 1582: Consiglio dei Principi 1609: la parte del Brabante del Nord unita alle Province Unite; la parte a Sud rimane all'Olanda Spagnola (successivamente alla linea Austriaca) al Vescovato di Paderborn

Brabante

Brakel

Citt Imperiale

Basso Reno Provincia della Sassonia Superiore Provincia della Sassoia Superiore Franc

RH

Brandeburgo

Margraviato 1356: Elettorato dell'Impero

EL

1157: Originariamente creato come "Marca del Nord"

1415: Gli Hohenzollern ottengono il Brandeburgo

Brandeburgo

Vescovato

EC

949

1569: Annesso al secolare Elettorato di Brandeburgo

Brandeburgo-Ansbach

Margraviato

PR

1440 come divisione del Burgraviato di Norimberga 1440 come divisione del Burgraviato di Norimberga 1655: Diviso da Brandeburgo-Bayreuth 1535: Diviso dal Brandeburgo 1230 dalla divisione di Hohenlohe

1582: Consiglio dei Principi 1791: al Brandeburgo

Brandeburgo-Bayreuth

Margraviato

Franc

PR

1582: Consiglio dei Principi 1769: al Brandeburgo-Ansbach 1726: Riannesso al Brandeburgo-Bayreuth 1571: Riannesso al Brandenburg Divisa diverse volte. 1340, 1391, 1448: Tutte riannesse a Hohenlohe 1000s: Feudo diretto dell'Imperatore del Sacro Romano Impero 1327: Adelaide di Gaveren vende Breda a Giovanni III di Brabante 1350: Breda venduta a Giovanni II di Wassenaar (m.1377) 1403: ai conti di Nassau attraverso il matrimonio di Giovanna di Polanen, erede di Breda, con Enghelberto I di Nassau

Brandeburgo-Kulmbach

Margraviato

Brandeburgo-Kstrin

Margraviato

Brauneck

Contea

Breda

Baronia

Stati del Sacro Romano Impero (B)

45
Contea Provincia Sveva SW 950 802: prima menzioni del castello di Bregenz 926: prima menzione di Ulrico VI come "Conte di Bregenz" 970: Divisione della Casa di Bregenz (Pfullendorf, Lustenau) Annessa a Tbingen 1152/1160: si estingue la linea dei conti di Bregenz 1171: matrimonio di Hugo II (m.1182), Conte Palatino di Tubingen con Elisabetta (m.1216), erede di Montfort e Bregenz 1180: Annessa a Montfort 1451/1458: Annessa all'Austria 1782: Annessa alla Baviera

Bregenz

Brehna Brisgovia

Contea Contea Langraviato Ducato n/a SW 771 1077: Annessa a Zhringen 1512: Provincia Austriaca 1803: Ricostituito come Brisgovia-Modena 1805: Diviso tra Baden e Wrttemberg

Brisgovia

Provincia Austriaca Provincia Austriaca

SW

1801

Brisgovia-Modena

Ducato

SW

1803

Breitenbrunn

Signoria del Sacro Romano Impero

Stati del Sacro Romano Impero (B)

46
1631: HSignoria del Sacro Romano Impero Provincia Bavarese 1129: il castello di Breitenegg e la Signoria di Breitenbrunn ottenuti dai Signori di Breitenbrunn 1247-1289: primo proprietario accertato, Werner V di Laaber 1500: Provincia Bavarese Venduta ai conti di Hirschberg 1302: venduta a Adamaro II di Laaber 1433: acquistata da Enrico di Gumppenberg 1463: Riottenuta da Ulrico di Laaber 1465: Venduta a Corrado di Pappenheim 1473>: Venduta a Martino e Ludovico di Wildenstein 1583: estinzione della linea di Wildenstein 1592: Signoria divisa tra Neuburg e la Baviera 1624: data da Massimiliano I ai Tilly (linea estinta nel 1724) come compenso<br1744: Ereditata dai Signori di Gumppenberg 1792: Venduta a Carlo Teodoro di Baviera in unione personale EC 787 805: Fondazione del vescovato 848-1072: in unione personale con il Vescovato di Amburgo 1648: alla Svezia; secolarizzato come Ducato di Brema e Principato di Verden 1712: occupazione danese 1715: venduta agli Hannover 1719: Incorporata nell'Hannover 1810: Annessa alla Francia 1358: Entra a far parte della Lega Anseatica 1810: Annessa alla Francia 1815: Citt Libera 1290: Annessa alla Sassonia-Wittenburg Il Vescovo ottiene il Ducato di Grottkau dal Duca di Slesia-Brieg e lo aggiunge al territorio episcopale di Neisse Principe di Neisse e Duca di Grottkau

Breiteneck Breitenegg

Brema

1072: Arcivescovato 1100s: Principato Arcivescovile 1648: Ducato

Provincia della Sassonia Inferiore

Brema

1646: Citt Imperiale

Provincia della Bassa Sassonia

RH

1202

Brena

Baronia

1156

Breslavia

Vescovato

Stati del Sacro Romano Impero (B)

47
1774: Conte del Sacro Romano Impero di Bretzenheim 1790: Principe del Sacro Romano Impero di Bretzenheim Provincia dell'Alto Reno 1790 alla linea dei Wittelsbach-Bretzenheim 1769: Conti di Heydeck a Velen 1780: ai Signori di Bretzenheim 1790: Stato Imperiale 1802: territori annessi al Langraviato di Assia-Darmstadt 1803: Principato garantito alla Contea di Lindau am Bodensee 1804: annesso all'Austria 1512: Provincia Austriaca 1793: Consiglio dei Principi 1803: secolarizzato ed annesso all'Austria nella Carniola 1805: alla Baviera 1814: all'Austria 1918: all'Italia

Bretzenheim Principe del Sacro Romano Impero di Bretzenheim e Conte di Lindau

Bressanone

1027: Vescovato 1179: Principato Vescovile

Provincia Austriaca

EC

1179

Broich

signoria

1093: prima menzione dei 883: costruzione del castello Signori di Broich di Broich per difesa contro gli attacchi vichinghi sotto la reggenza dei Duchi di Berg propriet dei Duchi di Berg 1372: estinzione della linea dei Signori di Broich; passata ai Conti di Limburg-Styrum 1413: i Duchi di Berg reclamano la reggenza al declino dei Conti di Limburg 1432: i Duchi di Cleves conquistano Broich 1439: Inizio della nuova linea detta die Conti di Limburg-Broich 1508: ai Conti di Dhaun-Falkenstein 1682: ai Conti di Leiningen 1806: Signoria di Broich abolita. 1199 1234: Divisa 1338, 1388: Annessa alla Contea di Hoya 1793: Consiglio dei Principi n/a n/a 1267: Divisione in Brunswick e Luneburg 1666: Diviso da Brunswick-Wolfenbttel 1735: Annesso a Brunswick-Wolfenbttel 1735: Diviso da Brunswick-Wolfenbttel

Bruchhausen

Contea

Bruchsal e Odenheim Brunswick

Abbazia Ducato

Brunswick-Bevern

Ducato

Stati del Sacro Romano Impero (B)

48
Ducato Provincia della Sassonia Inferiore Provincia della Sassonia Inferiore Provincia della Sassonia inferiore Provincia della Sassonia Inferiore n/a PR 1495: Diviso da Brunswick-Wolfenbttel 1584: Annesso a Brunswick-Wolfenbttel

Brunswick-Calenberg

Brunswick-Calenberg-Gttingen

Ducato

PR

1641: Diviso da Brunswick-Lneburg

1692: Divenuto Elettorato di Hannover

Brunswick-Celle

Ducato

PR

1527: Diviso da Brunswick-Lneburg

1569: Diviso in Brunswick-Dannenburg e Brunswick-Lneburg

Brunswick-Celle

Ducato

PR

1641: Diviso da Brunswick-Lneburg

1705: Annesso all'Hannover

Brunswick-Gttingen

Ducato

n/a

1279: Diviso da Brunswick

1345: Diviso in se stesso e Brunswick-Wolfenbttel 1442: Annesso a Brunswick-Wolfenbttel 1322: Diviso in se stesso e Brunswick-Osterode 1526: Annesso a Brunswick-Osterode

Brunswick-Grubenhagen

Ducato

Provincia della Sassonia Inferiore

PR

1279: Diviso da Brunswick

Stati del Sacro Romano Impero (B)

49
1235: Ducati di Brunswick e Luneburg Provincia della Sassonia Inferiore PR 1235: l'Imperatore Federico II crea i ducati di Brunswick e Luneburg 1267: Divisione in Brunswick e Luneburg 1285: Duchato di Brunswick diviso in Brunswick-Wolfenbuttel, Brunswick-Gottingen e Brunswick-Grubehnagen 1292: si estingue la linea dei Brunswick-Wolfenbuttel 1345: Fondazione della nuova linea di Brunswick-Wolfenbuttel 1369: Estinzione della linea di Luneburg 1369: alla Sassonia 1388: Luneburg incorporato nel Brunswick-Wolfenbuttel 1432: Brunswick diviso in Brunswick-Calenberg e Brunswick-Wolfenbuttel 1463: La linea maggiore dei Brunswick-Gottingen si estingue 1396: la linea di Brunswick-Grubenhagen 1527: Divisione 1582: Ereditato per 1/2 dai Conti di Hoya 1585: Ereditato dalla Contea di Diepholz 1633: Ereditato dal Principato di Grubenhagen 1689: Ereditato dal Ducato di Launeburg Ereditato da Calenberg (unione personale) Diviso dal Brunswick-Gttingen 1373: Diviso in se stesso, Brunswick-Einbeck e Brunswick-Lneburg 1495: Diviso in se stesso e Brunswick-Calenberg 1666: Diviso in se stesso e Brunswick-Bevern 1735: Diviso in se stesso e Brunswick-Bevern 1625: Acquisita dalla Signoria di Strassberg 1793: Consiglio dei Principi 1803: secolarizzata e data ai Principi di Thurn und Taxis 1806: Annessa al Wurttemberg; Strassberg agli Hohenzollern-Sigmaringen

Brunswick-Lneburg Duca di Brunswick e Luneburg

Brunswick-Wolfenbttel

Ducato

Provincia della Sassonia Inferiore

PR

Buchau

c770: Abbazia 1447: Abbazia Principesca del Sacro Romano Impero

Provincia Sveva

Stati del Sacro Romano Impero (B)

50
Citt Imperiale Provincia Sveva Provincia Sveva SW c1250 1803: Divisa

Buchau

FredrichshafenBuchhorn

Citt Imperiale

SW

1089

1803: Sivisa

Burgau

Margraviato

1301: acquisita dagli Asburgo d'Austria 1304: feudo imperiale di Burgau investito ai figli del Re Alberto I 1451: Divisa da Saffig 1533: Annessa a Saffig-Olbrck 1330: Passata ai Duchi di Borgogna 1405-1556: ai Duchi di Borgogna 1556: agli Asburgo di Spagna 1678: Annessa alla Francia 1582: Consiglio dei Principi

Burgbrohl

Signoria

Borgogna Franca Contea

915: "Libera" Contea Contea palatina

Burg

PR

1127

Borgogna Brresheim Burresheim Burtscheid Butzweiler Buxheim

Ducato Signoria

Abbazia Signoria Abbazia

1793: Consiglio dei Principi

Stati del Sacro Romano Impero (C)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera C:
Nome Tipologia provincia Seggio Formazione Note

Calvelage Calw

Contea Contea

1072

1170: Annessa a Ravensberg 1075: prima menzione di Calw in un documento storico 1155: acquisito dai Lowenstein 1189: Acquisito dai Vaihingen Sivisione tra Calw-Lowenstein e Calw-Vaihingen 1277: estinzione dei Conti di Calw-Lowenstein; i territori diventano propriet di un ramo illegittimo degli Asburgo 1282: si estinguono i i Conti di Calw; i territori vengono ereditati dai Conti di Tubingen 1361: la linea dei Conti di Calw-Vaihingen si estingue; i territori vengono ereditati dai Conti di Wurttemberg

Stati del Sacro Romano Impero (C)

51
Provincia del Basso Reno Burg 1677: Annessa alla Francia

Cambrai

Vescovato

Cambrai Cappenberg Carinzia

Citt Imperiale

970: Margraviato 1180: Ducato

Provincia Austriaca

PR

876; 927; 976; 995

1286: ai Conti di Gorizia 1335: agli Asburgo d'Austria 1512: Provincia Austriaca 1804: al Regno d'Illiria 1054: l'Imperatore Enrico II cre uno stato separato con il nome di Carniola come feudo del Ducato di Carinzia 1071-1090: ad Aquileia 1237-1251: Amministrazione imperiale 1259-1269: ad Aquileia 1270-1918: agli Asburgo 1512: Provincia Austriaca 1803: Stato imperiale nel seggio dei Principi 1805-1806: occupazione francese 1254: Diviso in linea primogenita e collaterale 1347: estinzione della linea primogenita; Castell viene riunito 1500: Provincia di Franconia 1597: Divisa in Castell-Remlingen e Castel-Rdenhausen 1772: Riannessa a Castell-Castell Composta di 3 territori e 28 villaggi 1709: Divisa in Castell-Castell e Castell>br>1772: Annessa a Castell 1806: alla Baviera 1668: Diviso in Castlell-Remlingen e Castell-Castell 1762: Riannesso a Castell

Carniola

1002: Margraviato 1364: Ducato

Provincia Austriaca

PR

1040

Castell

1200: Contea

Franc

1200

Castell

Contea

1709: Divisa da Castell-Castell 1668: Divisa da Castell-Remlingen

Castell-Castell

1668: Contea

Castell-Remlingen

1597: Contea

1597: Partitioned from Castell

Castell-Rdenhausen

Contea

1597: Diviso da Castell

Castels Chablais Chatelot Chiemsee Chur

Alta Giurisdizione 1310: Ducato Signoria Vescovato Vescovato Provincia Austriaca EC 1170 1512: Provincia Austriaca 1793: Consiglio dei Principi 1798: Annesso alla Repubblica Elvetica

Churwalden Cilli Cilly

Giurisdizione 1341: Contea 1436: Principato del Sacro Romano Impero di Cilli e Ortenburg Signoria 909 1456: estinzione della linea dei Conti di Cilli; stato ereditato dagli Asburgo

Clven

Divisa nel 950

Stati del Sacro Romano Impero (C)

52

Clemont Cleves Kleve

Signoria X sec.: Contea 1417: Ducato Provincia del Basso Reno PR 719 1368: Unito con la Contea di Mark 1521: Unito con Julich, Berg, Cleves e Mark 1582: Consiglio dei Principi 1609: Guerra di successione 1614 al Brandeburgo ?-1672: Occupato dalle Province Unite alla Prussia 1795: occupazione francese 1815: alla Prussia 1512: Provincia dell'Elettorato del Reno 1793: Consiglio dei Principi Provincia Sveva EC 911 1793: Consiglio dei Principi 1802: Divisa tra il Baden e la Svizzera 1803: Secolarizzata ed annessa al Baden Area: 482km.; Pop. 50,000 780: Costanza riceve i diritti municipali 1548: Privata dei privilegi di Libera Citt Imperiale e data all'Austria dall'Imperatore Carlo V 1805: Annessa al Baden 1788: Rinominato in Colloredo-Mansfeld 1803: Ampliato con parti di Limpurg e Rieneck 1648: Annessa alla Francia

Coblenza

Protettorato dell'Ordine Teutonico

Costanza

Vescovato 1200s: Principato Vescovile

Costanza

1192: Libera Citt Imperiale

1192

Colloredo

Principato (personale)

n/a

FR

1763

Colloredo-Mansfeld

Principato (personale)

n/a

FR

1788: Rinominato da Colloredo

Colmar

Citt Imperiale

Provincia dell'Alto Reno Provincia EL dell'Elettorato del Reno 954

Colonia Kln (in tedesco)

Arcivescovato 1356: Elettorato

1512: Provincia dell'Elettorato del Reno 1803: Annessa al Langraviato di Assia-Darmstadt 1794: Annessa alla Francia

Colonia

Citt Libera

Provincia del Basso Reno

RH

1288

Comburg Corvey (Korvey)

Abbazia Imperiale 877: Abbazia c1582: Principato Abbaziale 1783: Principato Vescovile Principato Signoria Provincia del Basso Reno 877 1793: Consiglio dei Principi 1803: secolarizzato come principato per i Nassau-Dillenburg

Cottbus

1156: prima menzione di Cottbus in un documento storico 1199-1445: ai Signori di Cottbus 1462: ai Principi-Elettori di Brandeburgo

Stati del Sacro Romano Impero (C)

53
1590: ai Conti di Solre nei Paesi Bassi spagnoli 1677: Principi di Solre nei Paesi Bassi spagnoli 1767 ai Duchi di Cro in Francia 1803: ai Signori di Dlmen

Croy Duchi di Cro, Principi del Sacro Romano Impero

Ducato 1767: Principato del Sacro Romano Impero

Stati del Sacro Romano Impero (D)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera D:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Dagstuhl Dachstuhl

Signoria

Provincia dell'Alto Reno

1290-1375: ai Signori di Dagstuhl 1375-1625: ai Signori di Flenkenstein, Kriechingen, Rollingen e Brucken 1625-1696: ai Signori di Sotern 1696-1802: ai Conti di Oettingen-Baldern e Sotern 1802-1803: ai Principi di Oettingen-Wallerstein

Dannenberg Danzica

Principato 1454: Libera Citt Imperiale 1335: alla Francia Alta Giurisdizione Contea del Sacro Romano Impero Contea Provincia del Basso Reno 1278; 1440; 1577 1602: linea estinta alla Baviera Divisione di Oldenburg 1438, 1482, 1647: Riannessione a Oldenburg 1583: Annessa a Brunswick estinzione della linea c1326: alla Bavaria

Dauphine Davos Degenberg

Delmenhorst

Diepholz

Baronia 1524: Contea Contea del Sacro Romano Impero Citt Imperiale 1514: Baronia del Sacro Romano Impero 1612: Contea del Sacro Romano Impero 1631: Principato del Sacro Romano Impero 1654: Principi del Sacro Romano Impero di Dietrichstein

Provincia del Basso Reno

1278

Diessen

Diessenhofen Dietrichstein Principe del Sacro Romano Impero di Dietrichstein in Nikolsburg/Nicolsburg, Conte di Proskau, Signore di Trasp

1415

al 1442 1654: Consiglio dei Principi 1654: Stato Imperiale 1684: ai Signori di Tarasp 1802: Acquisita dalla Contea di Leslie 1803: perdita di Tarasp a favore della Confederrazione Svizzera

Stati del Sacro Romano Impero (D)

54
Contea 1101 1522: Divisa tra Eppstein-Knigstein e Assia-Cassel 1322: Annessa a Diez-Weilnau 1438: passata a Isenburg

Diez

Diez-Birstein

Contea

1189: Divisione da Diez 1234: Divisione da Diez Provincia Sveva in Svizzera SW 1274

Diez-Weilnau

Contea

1438: Annessa a Nassau-Dillenburg

Dinkelsbhl

Citt Imperiale

1802: Annessa alla Baviera

Disentis

Abbazia del Sacro Romano Impero Citt Imperiale

c. 720

parte della Lega dei Grigioni

Donauwrth

c. 1250

1714: Annessa alla Baviera (anche tra il 1606 ed il 1705)

Donzdorf

Lordship 1699: Contea Signoria Citt Imperiale Provincia del RH Basso Reno

1605: PaDivisa 1738: Annessa a Osterberg da Aichen

Dornbirn Dortmund

1220

1803: Annessa al Nassau-Orange

Dreis

Signoria del Sacro Romano Impero Countea 1512: Provincia Borgognona 1579: alle Province Unite n/a n/a 1290: Annessa a Cleves Annessa a Jlich

Drenthe

Duisburg Dren Dyck

Citt Imperiale Citt Imperiale Signoria

Stati del Sacro Romano Impero (E)

55

Stati del Sacro Romano Impero (E)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera E:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Eberstein

1196: Contea

Provincia Sveva

1574: Divisione da Neu-Eberstein

1085: prima menzione di Eberstein in un documento storico 1196: primo uso del titolo di "Conte di Eberstein" 1387: Una parte di Eberstein va ai Margravi di Baden 1660: linea dei conti estinta; divisione tra Baden, Spira e Wrttemberg 698: Echternach venne costituita 859-871: In possesso dei canonici secolari di Trier 1236: Garantito lo status di citt 1797: Abbazia soppressa. 1804: ai Principi Esterhzy di Galntha

Echternach

Abbazia

Edelstetten Principe del Sacro Romano Impero Esterhzy di Galntha, Principe-Conte di Edelstetten, Conte di Forchtenstein Eggenberg Principe del Sacro Romano Impero di Eggenberg, Duca di Krummau, Principe-Conte di Gradisca, Conte di Adelsberg, Signore di Aquileja Eglingen

Signoria 1804: Principe-Conte

Principato

Provincia Austriaca

PR

1647: Acquisizione di 1717: Estinzione Gradisca 1653: Consiglio dei Principi

Signoria

Provincia Sveva

ai Conti di Gravenegg 1723: ai Thurn und Taxis agli Abensberg-Traun ai Windisch-Gratz

Eglofs Egloff Ehrenburg Ehrenfels Eichsttt Eichstatt Eichstadt

Signoria Contea Signoria Signoria

Provincia Sveva

1500: alla Provincia Bavarese EC 908 1500: Provincia della Franconia 1793: Consiglio dei Principi 1802: Annesso alla Baviera 1803: Annesso a Salisburgo 1017: Annessa a Meien 1798: Annesso alla Confederazione Elvetica

741:Vescovato Provincia 908-1802: Principato della Arcivescovile Franconia Imperiale Contea Abbazia 965: Principato Abbaziale 1274: Principato del Sacro Romano Impero

Eilenburg Einsiedeln

976

Stati del Sacro Romano Impero (E)

56
1128: Abbazia Provincia Sveva 1128: Abbazia fondata dai Conti di Dillingen 1793: Consiglio dei Principi 1802: Disciolto e secolarizzato 1803: Annesso alla Baviera 1454: alla Polonia

Elchingen

Elbing (Elblag)

Libera Citt Imperiale Abbazia 1460: Prevostato 1215: Principato Prevostale Imperiale 1460: "Collegio dei Canonici Secolari" Abbazia Signoria Signoria 1124: Priorato 1128: Abbazia Provincia Sveva 1011

Ellwangen

1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzato ed annesso alla Prussia

Elten Eltz Engadin e Winterthur Engelberg

950: Divisa da Clven 1095: Estinta 1124 1425: Membro associato della Confederazione Svizzera 1798: Annesso alla Svizzera a Nidwalden 1815: a Obwalden

Enzberg Eppstein

Signoria 1505: Contea del Sacro Romano Impero 1172 c1100: viene costruito un castello imperiale a Eppstein 1114: prima volta che Eppstein viene menzionata in un documento storico 1200s: ereditata per 1/2 dalla Contea di Wied e dalla Signoria di Kleeberg 1300s: Acquista 1/2 Signoria di Breuberg e Trimberg 1400s: Acquista 1/2 Signoria di Falkenstein e 1/2 Contea di Diez 1425: Viene venduta per 38.000 gulden a Magonza 1433: Divisa in Eppstein-Knigstein (estinta nel 1535) e Eppstein-Mnzenberg (estinta nel 1522) 1535: Annessa a Stolberg

Eppstein-Knigstein

Contea

1391: divisa da Eppstein 1391: divisa da Eppstein Provincia di Franconia 1213

Eppstein-Mnzenberg

Contea

1522: Annessa a Eppstein-Knigstein 1532: Stato Imperiale 1717: Divisione in Erbach-Furstenau, Erbach-Erbach e Erbach-Schonberg 1500: Provincia di Franconia 1806: divisione 1653: Annessa a Erbach-Erbach

Erbach Conte del Sacro Romano Impero di Erbach, Signore di Breuberg e Wildenstein

Signoria 1532: Contea del Sacro Romano Impero

Erbach-Breuburg

1532: Contea del Sacro Romano Impero

1647: Divisa da Erbach

Stati del Sacro Romano Impero (E)

57
1532: Contea del Sacro Romano Impero 1647: Divisa da Erbach 1818: Ereditata dalla Contea di Wartenberg-Roth 1647: Divisa da Erbach

Erbach-Erbach

Erbach-Frstenau

1532: Contea del Sacro Romano Impero 1532: Contea del Sacro Romano Impero 1532: Contea del Sacro Romano Impero 1251: Principato del Sacro Romano Impero (sovranit)

Erbach-Schonberg

1903: Garantito il titolo di Principe

Erbach-Wildenstein

1647: Divisa da Erbach

1669: Annessa a Erbach-Erbach

Ermland (Warmia)

1243: a Hochstift 1454: alla Poland come parte della Prussia Reale 1466: Direttamente sotto la corona polacca 1772: Abolito all'annessione con la Prussia Provincia del Basso Reno 1041 874/947: status imperiale 1228: Badessa denominata Principessa del Sacro Romano Impero 1793: Consiglio dei Principi 1802: Annessa alla Prussia 1806: Accetta il codominio di Prussia e Berg 1806 Annessa a Berg 1815: alla Prussia 1803: Annessa al Wrttemberg

Essen

c850: Abbazia 1661: Principato Abbaziale del Sacro Romano Impero

Esslingen am Neckar

Citt Imperiale

Provincia Sveva

SW

c1250

Esterau Esterhzy von Galntha

Signoria Principato Regione Bavarese PR

1643: alla Contea di Holzapfel 1804: Ottiene Edelstetten da Ligne (Collegio dei Principi)

Stati del Sacro Romano Impero (F)

58

Stati del Sacro Romano Impero (F)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera F:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Fagnolle Fagnolles

Signoria 1770: Contea del Sacro Romano Impero Contea

Provincia del Basso Reno

alla Casa di Ligne

Falkenstein

Provincia dell'Alto Reno

1255: Territori ereditati all'estinzione della linea di Hagen-Munzenberg 1418: estinzione della linea principale; passata ai Signori di Eppstein e Conti di Solms una parte di solms passa agli Isenburg-Budingen attraverso eredit femminile 1375/1379: all'Austria (linea Leopoldina)

Feldkirch

Signoria Contea Signoria Contea ? 862: Contea Provincia PR Borgognona 862

Finstingen

1458: alla Lorena

Fischbach Fiandre

1405: al Ducato di Borgogna; feudo di Francia (eccetto le 'Fiandre Imperiali' e soprattutto la Contea formale di Aalst) 1512: Provincia Borgognona 1529: Cedute agli Asburgo 1250: Divisione in Fleckenstein-Dagstuhl, Fleckenstein-Soultz-sous-Forts e Fleckenstein-Bickenbach

Fleckenstein

1467: Baronia del Sacro Romano Impero Ducato Ducato VIII sec. 1633: Creato per il Duca di Sassonia-Weimar Provincia dell'Alto Reno RH 1372

Franconia Franconia

1196: Discontinuo 1639: Abolished

Francoforte

1220: Citt Imperiale

1806: Inclusi i Principati di Regensburg e Aschaffenburg 1810:Granducato 1815: Libera Citt 1866: Annessa alla Prussia 1813: Occupazione prussiana 1866: Annessa alla Prussia

Franzenheim

Signoria

Frauenalb Frauenchiemsee

Abbazia RA

Stati del Sacro Romano Impero (F)

59
853: Fondato dall'Imperatore Ludovico il Germanico per sua figlia, Ildegarda, ricompensata con terre in feudo, ma sotto la diretta amministrazione dell'Imperatore 1045: L'Imperatore Enrico III garantisce alla citt i diritti di creare un mercato, raccogliere le tasse e battere moneta 1524: Abolizione ad opera di Zurigo 1157: la citt di Friburgo 1277: agli Asburgo viene fondata 1452: ai Savoia 1478: Libera Citt Imperiale 1481: Entra a far parte della Confederazione Svizzera 1648: Lascia l'Impero 1368: all'Austria (Lina Leopoldina) Provincia del Basso Reno 1667: Consiglio dei Principi 1744: Ereditato dalla Prussia 1807: Ceduta alla Francia 1807: incorporata nel Regno d'Olanda 1810: Occupazione francese 1813: Occupazione russa 1813: alla Prussia 1815: all'Hannover EC 724: Fondata come monastero 1500: Provincia Bavarese 1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzata per la Baviera

Fraumnster

853: Abbazia Imperiale Ducato Abbaziale Imperiale

Friburgo Freiburg

1218: Libera Citt Imperiale

Friburgo in Brisgovia Frisia dell'Est Principe e Signore della Frisia dell'Est, Signore di Esens, Stadesdorf e Wittmund

Contea 1465: Contea 1654: Princiato del Sacro Romano Impero 1662: Principato 738: Vescovato 1220: Principato Vescovile 962: Abbazia Imperiale 1250: Signoria del Sacro Romano Impero Contea 1785: Contea Principesca di Friedberg e Scheer Citt Imperiale Provincia dell'Alto Reno RH 1217

Frisinga

Provincia Bavarese

Freudenberg

1801: Annessa alla Francia ;1815: Annessa alla Prussia ai Conti di Wertheim 1803: ai Lowenstein-Wertheim-Freudenberg

Freudenberg

Friedberg

ai Thurn und Taxis

Friedberg

1803: Divisa

Friedrichshafen vedi Buchhorn Friesland Signoria Provincia Borgognona Provincia Austriaca 1512: Provincia Borgognona

Friuli

Ducato

1512: Provincia Austriaca

Stati del Sacro Romano Impero (F)

60
Provincia Sveva 1507: Propriet della Contea di Kirchberg (acquisita dietro pagamento) acquisizione (attraverso pagamento) della Signoria di Weissenhorn 1511: Garantito lo status di nobile imperiale 1536: ai Signori di Glott 1534: ottiene il diritto di battere moneta 1538: ai Signori di Babenhausen 1541: Ottiene i diritti di giurisdizione sulle terre dei Fugger 1563: Stato della Provincia Sveva dell'Impero nel seggio di Conti Divisa tra Bavaria e Wurttemberg Acquisizioni della Casa di Fugger: Gablingen (1527), Mickhausen (1528), Burgwalden (1529), Oberndorf (1533), Gter in Ungheria (1535), Pflege Donauwrth (1536), Gltt (1537), Babenhausen e Brandeburgo (1539), Ple (1546), Rettenbach (1547), Gter im Elsa (1551), Kirchheim (1551), Duttenstein (1551), Eppishausen (1551), Niederalfingen (1551), Stettenfels (1551), (Ober-)Reichau (1551), Kettershausen e Bebenhausen (1558) 1806: Ceduta alla Baviera

Fugger Conte di Kirchberg e Weissenhorn

1514/1530: Contea del Sacro Romano Impero di Kirchberg e Weissenhorn

Fugger-Babenhausen Principe del Sacro Romano Impero Fugger di Babenhausen, Signori di Boos, Heimertingen, Wald, Wellenburg, Burgwalden e Markt, Conti di Kirchberg e Weissenhorn

1514: Contea del Sacro Romano Impero 1803: Principato del Sacro Romano Impero

Fugger-Glott Comnti Fugger di Gltt, Signori di Oberndorf, Conti di Kirchberg e Weissenhorn Fugger-Kirchheim Conti Fugger, Signori di Kirchheim, Conti di Kirchberg e Weissenhorn Fulda 1156: Provincia Principato dell'Alto Abbaziale del Reno Sacro Romano Impero 1170: Abbazia Imperiale 1752: principato Vescovile 1660: Baroni del Sacro Romano Impero EC 744: Fondato come l'Abbazia benedettina di Fulda 1157: Fulda ricevette riconoscimento imperiale 1576-1602: Annessa all'Ordine Teutonico 1803: Secolarizzata ed annessa al Nassau-Dillenburg 1793: Consiglio dei Principi 1806: Amministrazione francese 1807: Annessa al Regno di Vestfalia 1815: all'Assia-Kassel 1867: Annesso alla Prussia Area (1902): 40 m.q.; Pop.: 100,000 NOTE: Si differenzia dalla famiglia dei Principi di Furstenberg

Furstenberg

Stati del Sacro Romano Impero (F)

61
1250 Acquisito il Langraviato di Baar 1627: Acquisto della Signoria di Gundelfingen Acquisto della Signoria di Hausen Acquisto della Signoria di Heiligenberg Acquisto della Signoria di Howen Acquisto della Signoria di Messkirch 1639: Acquisto del Langraviato di Stuhlingen Acquisto della Signoria di Purglitz Acquisto della Signoria di Taikowitz Acquisto della Signoria di Weitra 1408: Diviso in Frstenberg e Dillingen Diviso in Frstenberg-Frstenberg e Frstenberg-Wolfach 1667: Consiglio dei Principi 1483: Ereditata dai Furstenberg-Geisingen 1490: Furstenberg-Wolfach 1559: Divisa in Frstenberg-Blomberg e Frstenberg-Heiligenberg 1614: Divisa in Frstenberg-Mtzkirch e Frstenberg-Sthlingen 1441: Divisa in Frstenberg-Baar e Frstenberg-Geisingen 1762: Divisa in Furstenberg-Furstenberg e Furstenberg-Purglitz 1804: Ereditata dai Frstenberg-Prglitz

Frstenberg Furstenberg Principe del Sacro Romano Impero di Frstenberg, Langravio in Baar e di Sthlingen, Conte di Heiligenberg e Werdenberg, Barone di Gundelfingen, Signore di Hausen im Kinzinger Thal, Trochtelfingen, Mskirch, Hohenhwen, Wildenstein, Jungnau, Waldsberg, Werenwag, Weitra e Pglitz

1250: Contea

Frstenberg-Baar

1441-1559: Contea

1441: Divisa da Frstenberg-Frstenberg

Frstenberg-Blomberg

1559-1614: Contea 1408-1441: contea 1704-1716: Contea 1716-1804: Principato 1441-1483: Contea 1559: Contea 1664: Principato 1614: Contea 1716: Principato 1614-1704: Principato 1614-1704: Contea 1716: Principato

1559: Divisa da Frstenberg-Baar 1408: Divisa da Frstenberg 1704: Divisa da Frstenberg-Sthlingen

Frstenberg-Frstenberg

Frstenberg-Geisingen

1441: Divisa da Frstenberg-Frstenberg 1559: Divisa da Frstenberg-Baar

1483: Annessa a Frstenberg-Baar

Frstenberg-Heiligenberg

1716: Annessa a Frstenberg-Frstenberg

Frstenberg-Mtzkirch

1614: Divisa da Frstenberg-Blomberg

1744: Annessa a Frstenberg-Frstenberg

Frstenberg-Prglitz

1762: Divisa da Frstenberg-Frstenberg 1614: Divisa da Frstenberg-Blomberg 1704: Divisa in Furstenberg-Furstenberg e Furstenberg-Weitra

Frstenberg-Sthlingen

Furstenberg-Weitra

Divisa da Furstenburg-Stuhlingen

1759: Divisa in Furstenberg-Weitra e Furstenberg-Taikowwitz 1806: all'Austria

Fssen

Abbazia

Stati del Sacro Romano Impero (G)

62

Stati del Sacro Romano Impero (G)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera G:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Gandersheim

Abbazia

856: Fondazione dell'Abbazia di Gandersheim ad opera del Duca Ludolfo di Sassonia 1793: Consiglio dei Principi 1803: al Brunswick 1746: Occupata dall'Impero Austriaco 1748: Annesso al Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla. 1179: Ereditato dalla Contea di Zutphen per matrimonio 1247: Acquisto della Citt Imperiale di Nijmegen 1393: Ereditato dal Ducato di Julich 1473: ai Duchi di Borgogna 1512: Provincia Borgognona 1579: Aderisce all'Unione di Utrecht 1582: Consiglio dei Principi 1672: Occupazione francese 1713: La parte Sud del Gelderland alla Prussia 1795: alla Repubblica Bataviana>al Regno d'Olanda 1810: alla Francia 1815: al Regno dei Paesi Bassi 1170 1803: Annessa all'Assia-Cassel

Guastalla

1406:Contea

Guelders Gelderland Geldern Gelre

1096:Contea 1317: Principato del Sacro Romano Impero 1339: Ducato

Gelnhausen

Libera Citt Imperiale Signoria Provincia del Basso Reno

Gemen

962: prima menzione di Gemen in un documento storico

1282: Gemen un feudo dei Conti di Cleves 1492: estinzione della linea dei Signori di Gemen; passata ai Conti di Schaumburg e Holstein-Pinneberg attraverso l'erede Cordula di Gemen Assieme a Schaumburg per formare la Contea di Schaumburg e Gemen 1640: Passata ai Conti di Limburg-Styrum 1644: In una divisione, Gemen passa alla linea di Limburg-Styrum-Gemen 1782: Con l'estinzione della linea di Gemen, viene ereditata dalla linea dei Limburg-Styrum-Iller-Aicheheim 1800: Passa ai Baroni di Bomelberg 1806: Divisa tra i Principi di Salm-Kyrburg 1810: alla Francia 1814: alla Prussia XI sec.: Fondazione della Libera Signoria Imperiale 1366: all'Ordine Teutonico 1647-1662: Occupazione olandese 1794: Occupazione francese 1795: alla Repubblica Bataviana

Gemert

Signoria del Sacro Romano Impero

Stati del Sacro Romano Impero (G)

63
1034 1401-1405: Amedeo VIII di Savoia ottiene i diritti su Geneva dai legati e dal Vescovo di Geneva

Geneva

Contea

Geneva

Vescovato 1154: Principato Vescovile 1533: Libera Citt Imperiale Abbazia

Provincia dell'Alto Reno

Geneva

1156: Retta dai Vescovi di Geneva<br?1798-1813: Occupazione francese Provincia Sveva Provincia Sveva SW c1250 1793: Consiglio dei Principi

Gengenbach

Gengenbach

Citt Imperiale

1803: Divisa nel Baden

Gernrode

Abbazia

c959/961 dal Margravio Gero

961: Sotto protezione imperiale 1512: alla Provincia dell'Alta Sassonia 1610: Secolarizzata per l'Anhalt 1793: Consiglio dei Principi IX sec.: prima menzione di Gerlachsheim alla Signoria di Zimmern-Luden Ereditato da Elisabetta di Wertheim 1319: Donata da Elisabetta all'Abbazia di Gerlachsheim 1803: ai Salm-Reifferscheid-Krautheim 1806: Divisa nel Baden

Gerlachsheim

Signoria 1804: Principato del Sacro Romano Impero di Krautheim e Gerlachsheim

Gerolstein e Bettingen

Contea

1533: Divisa da Blankenheim e Gerolstein

1697: Annessa a Blankenheim

Geyer-Giebelstatt

1685: Contea del Sacro Romano Impero Signoria 1680: Baronia del Sacro Romano Impero 1695: Contea del Sacro Romano Impero Citt Imperiale Provincia della Franconia FR 1333 1720-1723: ai Signori di Wittem 1726: Stato Imperiale 1791: sotto il patronato della Prussia

Giech Conte del Sacro Romano Impero e Signore di Giech

Giengen

Provincia Sveva

SW

c1250

1803: Divisa nel Wrttemberg

Gimborn

1631: Signoria Imperiale 1682: Contea

Dal XIII sec., Gimborn venne affidata ai Signori di Sankt Gereon in Cologne, Berg, Mark, Kruwell, Burtscheid, Nesselrode e Harff 1273: Ceduta dal Conte Adolfo di Berg al Conte Enghelberto di Mark 1400s: Gimborn menzionata come feudo di Sankt Gereon in Cologne 1610: Gimborn elevata a "Unterherrschaft" (vassalla) di Brandeburgo 1782/1783: Venduta ai Conti di Wallmoden 1806: Al Granducato di Berg 1815: alla Prussia

Stati del Sacro Romano Impero (G)

64

Gimborn-Neustadt

Signoria 1631: Contea del Sacro Romano Impero Valle Imperiale 1415 1648: Lascia l'impero come membro della Confederazione Svizzera 981: ai principi boemi Slavnik 995-1305: alla dinastia Premyslide 1459: Contea di Glatz elevata a Principato del Sacro Romano Impero 1477: Garantita la Signoria di Hummel dal Re di Boemia 1526: Passato agli Asburgo d'Austria con la Boemia 1763: alla Prussia 1228: Divisa da Tonna 1124 e 1137: Passa all'Arcivescovo di Magonza ai Conti di Tonna (estinti nel 1631) 1345: Divisa 1631: Divisa tra Hohenlohe, Magonza, Schwarzburg e Trautenburg 1639: agli Hatzfeld 1803: alla Prussia 1294: Annesso a Magonza

Glarus

Glatz

1459: Contea

Gleichen

1162: Contea

Gleichenstein

Contea

1227: Diviso da Tonna

Gmnd Godesberg Contea 1276: Divisa da Neuenahr 950: Divisa da Clven 1465: Divisa in Alpheim e Bedburg

Goldineshundare

Contea

1067: Estinta

Goltstein

1694: Contea del Sacro Romano Impero Signoria 1611: Divisa da Saffig n/a

1771: ai Signori di Slenaken

Gondorf

1692: Annessa a Nickenich

Gorizia Gorz

Contea 1365: Contea Principesca del Sacro Romano Impero 1754: Contea Principesca del Sacro Romano Impero di Gorizia e Gradisca Citt Imperiale

1031: ai Conti di Eppenstein 1090: To Counts of Lurn Acquired Tyrol by marriage 1258: Division into Gorz and Tyrol (extinct 1335) 1500: Inherited by Austria 1747: United to form Gorizia and Gradisca 1809: French occupation

Goslar

Provincia della Bassa Sassonia

RH

1803: Divisa

Grfenthal Grafenthal

Signoria

1439: Divisa da Pappenheim

1536: Riannessa a Pappenheim

Stati del Sacro Romano Impero (G)

65
Provincia Austriaca n/a 1511: Annessa all'Austria 1647: a Eggenberg 1717: all'Austria 1747: Unita a formare la Contea di Gorizia e Gradisca

Gradisca

1647: Contea 1754: Contea Principesca di Gorizia e Gradisca Signoria Signoria

Grandvillars Granges Gravenegg Grvenitz Gravenitz Conte del Sacro Romano Impero di Grvenitz Grvenstein Gravenstein Greifensee Greyerz Groningen

Acquisita dagli Eglingen 1707: Contea del Sacro Romano Impero 1718-1731: ai Signori di Welzheim 1726: Stato Imperiale

Signoria

Signoria Contea Signoria 1512: Provincia Borgognona 1579: alle Province Unite

Grubenhagen vedi "Brunswick-Grubenhagen" Grubenslagen Guelders Principato c1088: Langraviato 1339: Ducato, dichiarato allo status di Arciducato Signoria Provincia Borgognona PR 1082 / 1096 1543: alla Borgogna dopo il 1581: Divisa tra le Province Unite e i Paesi Bassi del Sud 1795: Annessa alla Francia 1008: prima menzione di Gundelfingen in un documento storico 1647-1768: ai Furstenberg 1072 1803: Annessa alla Carinzia dall'Austria

Gundelfingen

Provincia Sveva

Gurk

1072: Vescovato Provincia Principato Vescovile Austriaca Signoria

Gutenstein

1613: Ceduta ai Margravi di Burgau 1735: Acquisita dai Conti di Castell Provincia Sveva 1793: Consiglio dei Principi

Gutenzell

Abbazia

Stati del Sacro Romano Impero (H)

66

Stati del Sacro Romano Impero (H)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera H:
Nome Haag Tipologia Contea del Sacro Romano Impero Provincia Seggio Formazione Note 1500: Provincia Bavarese 1567: estinzione della linea; ai Duchi di Baviera 1040 1305: Annessa all'Austria, diede il nome alla dinastia arciducale che divenne "de facto" dinastia imperiale 1414: Annessa a Bern 1282-1408: Acquistita dal Langraviato di Klettgau 1408: Tutte le precedenti divisioni riannesse a Sulz 1689: Stato Imperiale 1731: all'Hannover Provincia dell'Alto Reno 1260 1648: Annessa alla Francia

Habsburg

Contea

Habsburg-Lauffenburg Habsburg-Laufenburg

Contea

1239: Divisa da Habsburg

Hadeln

"Republicca di Framer" Libera Citt Imperiale

Haguenau Hagenau

Hagenau Hainaut, Hainaut (in francese), Henegouwen (in olandese), Hennegau (in tedesco)

"Landvogtei" Contea (unificazione della Contea di Bergen, del Margraviato di Valenciennes e della parte a sud della Contea di Brabante) Contea Provincia PR Borgognona 1071 1299: Unita alla Contea d'Olanda 1436: all'Borgoga 1512: Provincia Borgognona

Hainburg

1240: Divisa da Regenstein

1368: Riannessa a Regenstein. Regenstein fu successivamente annessa al Principato Vescovile di Halberstadt 1648: Secolarizzato come principato per il Brandeburgo

Halberstadt

vscovato

Provincia della Bassa Sassonia Provincia della Bassa Sassonia

EC

996

Halberstadt

Principato

1648: Secolarizzato dal Vescovato di Halberstadt

Dal 1648 al 1918, i "Principi di Halberstadt" furono gli Elettori di Brandeburgo, i Re di Prussia ed infine gli Imperatori di Germania, a parte quando Halberstadt fu parte del Regno di Vestfalia dal 1807 al 1813.

Haldenstein Hall Hallermund

Baronia

Contea

Provincia del Basso Reno

c1163

1398: Annessa a Corvey 1408: Annessa a Minden 1436: Annessa a Brunswick 1707: Annessa a Platen-Hallermund

Stati del Sacro Romano Impero (H)

67
XII sec. 1443: Annessa a Leuchtenberg 1486: Venduta a Aichberg 1511: Ereditata dai Degenberg 1517: Venduta alla Baviera a Cronenstein a Sinzendorf 1715: alla Baviera 1243: prima menzione del castello di Hanau 1255: Acquisita la Signoria di Munzenberg 1451: Divisa in Hanau-Munzenberg e Hanau-Lichtenberg 1458: Divisa in Hanau-Babenhausen, Hanau-Munzenberg e Hanau-Lichtenberg 1480:Acquisita dalla Signoria di Lichtenberg Riunita 1736: Passata all' Assia-Kassel 1803: alla Francia 1810: al Granducato di Francoforte 1813: all'Assia-Kassel 1866: alla Prussia 1481: Diviene Hanau-Lichtenberg 1642: Eredit della linea estinta degli Hanau-Munzenberg 1736: linea estinta; divisa tra il Langraviato di Assia-Darmstadt e Magonza 1785: Unita all'Assia-Kassel 1642: Estinzione della linea maschile; unita con l'Hanau-Lichtenberg 1736: Ereditata dagli Assia-Darmstadt Provincia della Bassa Sassonia EL 1636

Hals

1280: Contea

Hanau Conte di Hanau, Rhineck e Zweibrcken, Signore di Mnzenberg, Lichtenberg e Ochsenhausen

1429: Contea del Sacro Romano Impero 1803: Principato del Sacro Romano Impero

1178

Hanau-Babenhausen Hanau-Lichtenberg

1429: Contea 1429: Contea 1696: Principato del Sacro Romano Impero Provincia dell'Altro Reno

1451: Divisa dall'Hanau 1481: Patronato dell'Hanau-Babenhausen

Hanau-Munzenberg

1429: Contea

Hannover

Ducato 1692: Principato Elettorale del Sacro Romano Impero Principato 1383: Contea del Sacro Romano Impero

Harburg Hardegg

1188: prima menzione dei Conti di Hardegg 1260: ai Conti di Plain 1273-1483: ai Conti di Maidburg 1495: Venduta dai Baroni e Conti di Pruschenk agli Habsburgs continua ad esistere nelle linee di Seefeld e Stetteldorf Acquisita dalla Signoria di Kadolz, Seefeld e Stetteldorf n/a SW 1628 Acquisizione della Contea di Rohrau Acquisizione della Contea di Thannhausen

Harrach Conte di Harrach in Rohrau e Thannhausen, etc.

1628: Contea del Sacro Romano Impero (Personale)

Stati del Sacro Romano Impero (H)

68

Harmersbach Hartelstein Hatzfeld Principi del Sacro Romano Impero di Hatzfeld-Gleichen-Trachenberg, Baroni di Wildenburg, Signori di Crottorf, Schnstein, Kranichfeld, Blankenhain, etc.

Valle Imperiale Signoria Singoria 1635: Contea del Sacro Romano Impero 1748: Principato del Sacro Romano Impero Upp Sax 1460: Divisa da Saffig 1477: Annessa a Saffig-Olbrck 1418: Linea estinta; i territori passano agli Hatzfeld per successione femminile 1639: Acquisto di Gleichen 1640: Stato Imperiale; ai Conti del Sacro Romano Impero di Gleichen 1741: ai Principi di Trachenberg in Prussia 1806: al Granducato di Berg 1815: alla Prussia

Hauenstein Hausen Havelberg Heggbach

Contea Signoria Vescovato Abbazia Provincia Sveva 1793: Consiglio dei Principi Acquista Bretzenheim 1471: al Bavaria ?? 1500: Provincia della Franconia

Heideck Heydeck

Signoria del Sacro Romano Impero Libera Citt Imperiale Contea Provincia Sveva Provincia Sveva SW 1350

Heilbronn

1803: Divisa

Heiligenberg

Heiligkreuzthal Heinsberg

Abbazia Contea 1085 1479: Annessa a Jlich

Stati del Sacro Romano Impero (H)

69
1113 1100: costruzione del castello di Helfenstein 1200: Matrimonio dell'erede dei Conti di Helfenstein con il Conte di Spitzenberg e Sigmaringen 1226: Unione delle Contee di Spitzenberg e Helfenstein 1258: Ereditata, per successione femminile, con molti territori dai Conti di Dillingen la linea di Wiesenstein eredita la Contea di Geislingen 1356: Divisione nelle linee di Blaubeuren (estinta nel 1517) e di Wiesenstein (estinta nel 1627) 1383: i castelli di Geislingen e Helfenstein entrano a far parte dei domini della Citt Imperiale di Ulma 1396: la linea di Wiesenstein vende (per pagare i propri debiti ammontanti a 123,439 gulden) il castello di Helfenstein, le terre ad Ulma e il protettorato dell'Abbazia di Heilingen a Ulma 1447: Vende la Signoria di Blaubeuren al Wurttemberg 1448: Vende la Signoria di Heidenheim al Wurttemberg 1450-1457: Wurttemberg ha contemporaneamente entrambe le possessioni di Wiesenstein 1450-1504: l'Elettorato di Baviera ha temporaneamente il possesso della Signoria di Heidenheim Heidenheim ai Wurttemberg 1626: si estingue la linea maschile dei Helfensstein 1627: Blaubeuren passa al Wurttemberg; 1/3 di Wiesenstein passa ai Furstenberg e 2/3 all'Elettorato di Baviera 1643: alla Baviera ed al Wurttemberg

Helffenstein Helfenstein

1351: Contea del Sacro Romano Impero

Helmarshausen

RA

Stati del Sacro Romano Impero (H)

70
Provincia della Franconia 1037 1096: prima menzione di Henneberg in un documento storico Divisione in Henneberg, Botenlauben e Strauf 1274: Divisione in Henneberg-Schleusingen, Henneberg-Aschach-Romhild e Henneberg-Hartenberg 1310: Henneberg-Schleusingen viene elevato a Principato del Sacro Romano Impero Divisioni annesse a Mansfeld-Bornstedt, Meien, Sassonia e Stolberg-Stolberg 1500: Provincia della Franconia 1554: Patto di successione mutuale tra i Duchi di Sassonia e i Conti di Henneberg 1582: Consiglio dei Principi 1583: i Conti di Henneberg si estinguono 819: viene fondata l'Abbazia benedettina di Herford dall'Imperatore Ludovico il Pio 1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzato alla Prussia 1648(?): Annessa al Brandeburgo

Henneberg

Contea 1471: Cotnea Principesca del Sacro Romano Impero di Henneberg

Herford

823: Abbazia Imperiale 1523: Principato Abbaziale

Priovincia del Basso Reno

c800

Herford

1631: Libera Citt Provincia del Basso Reno Signoria Signoria 1530: Contea Signoria Abbazia del Sacro Romano Impero

RH

Hricourt Herrenzimmern

1495: Divisa da Zimmern

1570: Annessa a Mtzkirch

Herrstein Hersfeld

1232

1432: all'Assia 1606: sotto l'amministrazione dell'Assia-Kassel 1648: Secolarizzata per l'Assia-Kassel 1793: Consiglio dei Principi 1802: Annessa al Brandeburgo 1803: Secolarizzato alla Prussia 1803: Annessa al Brandeburgo

Hildesheim

815: Vescovato c1221: Principato Vescovile Libera Citt

Provincia della Bassa Sassonia Provincia della Bassa Sassonia

EC

888

Hildesheim

EC

1300

Hillesheim Hillesheimb Conte del Sacro Romano Impero di Hillesheim, (?)Signore di Reipoltskirchen Hochberg Hochstaden

Baronia 1712: Contea del Sacro Romano Impero

1722: ai Signori di Reipoltskirchen

Margraviato Contea 1144 1261: Annessa all'Abbazia di Colonia

Stati del Sacro Romano Impero (H)

71
1280/1287: Acquisita dalla Signoria di Altensteig 1381: all'Austria (linea Leopoldina) Acquisita dalla Signoria di Wildberg, Nagold, Altensteig e Horb Ottenuta dalla Signoria di Oberndorf 1253: Divisione in Hohenberg-Rottenburg e Hohenberg-Nagold Divisione di Hohenberg-Nagold in Hohenberg-Nagold e Hohenberg-Wildberg 1397/1398: Venduta ai Margravi di Baden 1603: al Ducato di Wurttemberg

Hohenberg

Contea del Sacro Romano Impero

Hohenberg-Altensteig

Hohenberg-Nagold

Contea

1253: Divisa da Zollern e Hohenberg 1253: Divisa da Zollern and Hohenberg

1264: Annessa a Zollern-Nuremberg 1363: Venduta al Wurttemberg 1264: Annessa a Zollern-Nuremberg

Hohenberg-Rottenburg

Contea

Hohenberg-Wildberg

1200: costruito il castello di Wildberg 1237: prima menzione di Wildberg c1237: Wildberg, Nagold passata per matrimonio dai Conti Palatini di Tubingen ai Conti di Hohenberg 1318: Burcardo V prende qui la sede della sua signoria, includendo Altensteig e Neubulach 1355: Divisione in Hohenberg-Burlach e Hohenberg-Altensteig 1364: all'Elettorato Palatino 1440: al Wurttemberg 1333: Contea 1560: Contea del Sacro Romano Impero Provincia Sveva c1210 ?: ai Signori di Hohenems 1603: Stato Imperiale 1613: i Conti di Sulz vendono Vaduz e Schellenberg ai Conti di Hohenems 1613-1712: ai Conti di Vaduz ?: ai Signori di Lustenau 1646: Divisa in Hohenems-Hohenems e Hohenems-Vaduz 17__: Perde lo status di Stato Imperiale 1765: Acquisito dall'Austria

Hohenems Hohen-Embs Conti del Sacro Romano Impero di Hohenems, Signori di Lustenau

Hohenems-Hohenems Hohenems-Vaduz

Contea Contea

1646: Divisa da Hohenems 1718: Annessa a Hohenems-Vaduz 1646: Divisa da Hohenems 1712: Ottenuta dalla Casa di Liechtenstein 1719: Annessa al Principato del Liechtenstein

Hohenfels

Signoria del Sacro Romano Impero XII sec.: Signoria 1705: Contea Principato Provincia Sveva 1692-1705: Sotto amministrazione imperiale Acquisita da Leyen 1815: all'Austria 1819: al Baden

Hohengeroldseck

Stati del Sacro Romano Impero (H)

72
Provincia della Franconia 1192

Hohenlohe

XI sec.: Contea 1450: Contea del Sacro Romano Impero

XI sec.: Enrico I fu il primo ad ottenere il titolo di Conte di Hohenlohe 1230: Divisione in Hohenlohe-Hohenlohe e Hohenlohe-Brauneck 1256: Diviso in Hohenlohe-Mckmhl, Hohenlohe-Rltingen e Hohenlohe-Weikersheim 1500: Provincia della Franconia 1390: estinzione della linea di Hohenlohe-Brauneck; i territori passano al Brandeburgo 1412: si estingue la linea degli Hohenlohe-Uffenheim-Speckfeld 1551: Divisione in Hohenlohe-Neuenstein e Hohenlohe-Waldenburg 1631: Hohenlohe-Neuenstein ereditata dalla Contea di Gleichen 1805: Si estingue la linea principale degli Hohenlohe-Neuenstein 1701: La linea collaterale degli Hohenlohe-Neuenstein si divide in Hohelohe-Langenburg, Hohenlohe-Ingelfingen e Hohenlohe-Kirchberg 1861: si estingue la linea degli Hohenlohe-Kirchberg 1824: Hohenlohe-Schillingsfurst viene ereditato dai Ducato di Rabibor e Corbie Area (1806): 680 m2.; Pop: 108,000 1798: Divisione in Hohenlohe-Bartenstein e Hohenlohe-Jagstberg 1806: al Wurttemberg

Hohenlohe-Bartenstein

1688: Contea del Sacro Romano Impero 1764: Principato del Sacro Romano Impero 1701: Contea 1764: Principato del Sacro Romano Impero 1798-1806: Principato 1650: Contea 1764: Principato del Sacro Romano Impero 1676-1689: Contea 1586: Contea 1764: Principato del Sacro Romano Impero

1688: Diviso da Hohenlohe-Schillingsfrst

Hohenlohe-Ingelfingen

1701: Divisa da Hohenlohe-Langenburg 1806: Annessa alla Baviera 1798: Divisa da Hohenlohe-Bartenstein 1650: Divisa da Hohenlohe-Langenburg 1701: Divisa da Hohenlohe-Langenburg 1676: Divisa da Hohenlohe-Nueustein 1586: Divisa da Hohenlohe-Neuenstein 1806: al Wurttemberg

Hohenlohe-Jagstberg

Hohenlohe-Kirchberg

1675: Riunita con Hohenlohe-Langenburg 1806: alla Baviera 1810: Venduta al Wurttemberg 1689: Riunita con Hohenlohe-Nueustein

Hohenlohe-Knzelsau

Hohenlohe-Langenburg

Stati del Sacro Romano Impero (H)

73
1256: Divisa da Hohenlohe 1340: Divisa tra Hohenlohe-Uffenheim e Hohenlohe-Wernsberg

Hohenlohe-Mckmhl

Contea

Hohenlohe-Neuenstein

1472: Contea 1772: Principato del Sacro Romano Impero

1472: Divisa 1698: agli daHohenlohe-Weikersheim Hohenlohe-Nueustein-Oehringen 1702: Divisa da Hohenlohe-Nueustein-Oehringen 1708: Annessa all'Hohenlohe-Neuestein-hringen

Hohenlohe-Neuenstein-Ingelfingen Principe del Sacro Romano Impero di Hohenlohe, Conte di Gleichen, Signore di Langenburg e Kranichfeld Hohenlohe-Neuenstein-Kirchberg Principe del Sacro Romano Impero di Hohenlohe, Conte di Gleichen, Signore di Langenburg e Kranichfeld Hohenlohe-Neuenstein-Langenburg Principe del Sacro Romano Impero di Hohenlohe, Conte di Gleichen, Signore di Langenburg e Kranichfeld Hohenlohe-Neuenstein-Oehringen

1764: Principato del Sacro Romano Impero

1764:Principato del Sacro Romano Impero

1764: Principato del Sacro Romano Impero

1698: Contea 1764: Principato del Sacro Romano Impero 1641: Contea del Sacro Romano Impero 1764: Principato del Sacro Romano Impero Contea 1676: Divisa da Hohenlohe-Neuenstein

1702: Diviso in Hohenlohe-Oehringen e Contea di Hohenlohe-Nueustein

Hohenlohe-hringen

1765: Annessa a Hohenlohe-Ingelfingen 1805: Passato a Hohenlohe-Ingelfingen

Hohenlohe-Rltingen

1256: Divisa da Hohenlohe 1615: Divisa da Hohenlohe-Waldenburg

Estinta nel 1290

Hohenlohe-Schillingsfrst

Contea

1688: Divisa in Hohenlohe-Bartenstein e Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfrst 1545: Annessa a Hohenlohe-Neuenstein 1387: Annessa a Norimberga

Hohenlohe-Schillingsfrst-Weikersheim Contea

1472: Divisa da Hohenlohe-Weikersheim 1262: Divisa da Hohenlohe-Mckmhl 1553: Divisa da Hohenlohe-Neuenstein

Hohenlohe-Uffenheim

Contea

Hohenlohe-Waldenburg

1553: Contea 1557: Principato 1757: Principato del Sacro Romano Impero 1744: Principato del Sacro Romano Impero

1615, 1679: Divisa in vari stati

Hohenlohe-Waldenburg-Bartenstein Principe del Sacro Romano Impero di Hohenlohe, Conte di Waldenburg, Signore di Langenburg

1746: Provincia della Franconia

Stati del Sacro Romano Impero (H)

74
1688: Diviso da Hohenlohe-Schillingsfrst 1806: Annessa alla Baviera

Hohenlohe-Waldenburg-Schillingsfrst Principe del Sacro Romano Impero di Hohenlohe, Conte di Waldenburg, Signore di Schillingsfrst e Langenburg

1697: Contea del Sacro Romano Impero 1744: Principato del Sacro Romano Impero Contea

Hohenlohe-Weikersheim

1256: Divisa da Hohenlohe 1610: Divisa da Hohenlohe-Neuenstein 1267: Divisa da Hohenlohe-Mckmhl 1163

1490: Annessa a Hohenlohe-Schillingsfrst-Weikersheim 1756: Annessa a Hohenlohe-hringen

Hohenlohe-Weikersheim

Contea

Hohenlohe-Wernsberg

Contea

1350: Annessa a Hohenlohe-Uffenheim

Hohenrechberg Hohenrechberg e Aichen

Signoria Signoria 1626: Contea Signoria

1585: Annessa a Staufeneck

1605: Divisione da Aichen 1676: Annessa a Donzdorf

Hohenwaldeck e Maxlrain Hohen-Waldeck Hohenzollern Principe del Sacro Romano Impero di Hohenzollern, Burgravio di Norimberga, Conte di Sigmaringen e Vringen, Conte di Berg, Signore di Haigerloch e Werstein, etc.

1500: Provincia Bavarese

Conte 1363: Principe del Sacro Romano Impero 1623: Principe Conte del Sacro Romano Impero Contea 1630: Principato Contea 1623: Principato del Sacro Romano Impero Provincia Sveva

1309: Divisa dalla Contea di Zollern

1061: prima menzione degli Hohenzollern in un documento storico 1267: prima menzione del castello di Zollern 1512: Diviso in Hohenzollern-Hechingen e ?

Hohenzollern-Haigerloch

1575: Diviso in Hohenzollern-Hechingen 1512: Diviso da Hohenzollern

1767: Annesso a Hohenzollern-Sigmaringen 1653: Consiglio dei Principi 1806: Aderisce alla Confederazione del Reno 1815: Adrisce alla Confederazione Germanica 1849: alla Prussia 1869: si estingue la linea degli Hohenzollern-Hechingen 1849: alla Prussia

Hohenzollern-Hechingen Principe di Hohenzollern-Hechingen, Burgravio di Norimberga, Conte di Sigmaringen e Veringen, Conte di Berg, Signore di Haigerloch e Werstein, etc

Hohenzollern-Sigmaringen Contea Principi del Sacro Romano Impero di 1623: Principato Hohenzollern-Sigmaringen, Burgravio di Norimberga, Conte di Sigmaringen e Veringen, Conte di Berg, Signore di Haigerloch e Werstein, etc.

Provincia Sveva

1575: Divisa da Hohenzollern-Hechingen

Stati del Sacro Romano Impero (H)

75
Provincia dell'Alta Sassonia 1123 1238-1267: i Conti di Hohenstein acquisiscono la Contea di Klettenberg come feudo del Principe Vescovo di Halberstadt 1268: Acquisita la Signoria di Sommerda 1300s: Acquisita la Contea di Lohra 1315: Divisione in 3 linee 1593: Estinzione della linea dei Conti di Hohenstein 1648: Annessa al Brandeburgo, Schwarzburg e Stolberg Sotto protettorato parziale degli Hannover 1111: L'Imperatore Lotario investe Adolfo di Schauenburg di Holstein e Stormarn 1261: Divisione in Holstein-Itzehoe, Holstein-Kiel, Holstein-Pinneberg, Holstein-Plon, Holstein-Rendsburg, Holstein-Segeberg 1386: Acquisizione del Ducato di Schleswig 1474: Confluita nello Schleswig-Holstein 1582: Consiglio dei Principi 1582: Consiglio dei Principi 1582: Consiglio dei Principi

Hohnstein Hohenstein

Contea

Holstein Contea Provincia Duca di Schleswig, Holstein, Stormarn, 1111-1474: della Bassa Ditmarshes, Lauenburg e Oldenburg Contea del Sacro Sassonia Romano Impero 1474-1806:Ducato del Sacro Romano Impero

PR

1111

Holstein-Glckstadt Holstein-Gottorp Holstein-Schaumburg Principe del Sacro Romano Impero, Conte di Holstein, Schaumburg e Sternberg, Signore di Gemen Holzapfel Holzappel 1641: Contea del Sacro Romano Impero Signoria Contea Contea Provincia del Basso Reno 1641

1727: Passata all'Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym

Homburg Horburg Horne

Dopo il 1568: unione personale con il Vescovato di Lige

Horneck Hrstgen Horstgen

Commenda Signoria Sotto il protettorato di Mors ai Conti di Drachenfels 1530: Ereditato da Millendonk-Mirlar Passato ai Brochhorst Passato ai Croy Passato ai Burlepsch Passato agli Ostein 1754: Passato ai Baroni di Knesebeck 1794: Occupazione francese 1815: alla Prussia

Hwen

Signoria

Stati del Sacro Romano Impero (H)

76
Provincia del Basso Reno 1204 1202: prima menzione del "Conte di Hoya" 1215: Ottiene la libera contea di Nienburg Ottiene la Contea di Altbruchhausen Ottiene la Contea di Neubruchhausen 1345: Divisione in Alto Hoya (Nienburg) e Basso Hoya (Hoya) 1497: estinzione della linea di Hoya; i territori passano a Nienburg 1512: occupazione ad opera del Brunswick-Luneburg 1519: i Conti di Hoya ottengono nuovamente i territori 1582: la linea si estingue; i territori passano all'Hannover 1866: alla Prussia

Hoya

1202: Contea

Stati del Sacro Romano Impero (I)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera I:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Irsee

Abbazia

Provincia Sveva

1793: Consiglio dei Principi

Isenburg Principe del Sacro Romano Impero di Isenburg

1442: Contea di Budingen e Isenburg

c1100: Divisione in Isenburg-Limburg e Isenburg-Kempenich 1137: Diviso in Isenburg-Isenburg e Isenburg-Limburg-Covern 1673: Divisione in Isenburg, Birstein, Isenburg-Marienborn, Isenburg-Meerholz, Isenburg-Wachtersbach 1806: Aderisce alla Confederazione del Reno Provincia dell'Elettorato del Reno 1218: Divisa da Isenburg-Isenburg 1503: Divisa in Isenburg-Grenzau e Isenburg-Neumagen 1512: Provincia dell'Elettorato del Reno 1664: estinzione della linea 1635-1643: Occupato dall'Assia-Darmstadt 1806: Acquisito e diviso tra Isenburg-Budingen, Isenburg-Meerholz, Isenburg-Philippseich e Isenburg-Wachtersbach 1806: Aderisce alla Confederazione del Reno 1810: Occupazione francese 1813: amministrazione austriaca 1816: Annesso all'Assia-Darmstadt

Isenburg, Basso Isenburg

Contea del Sacro Romano Impero

Isenburg-Birstein

1511: Contea di Birstein 1744: Principato del Sacro Romano Impero Principato

Provincia dell'Alto Reno

1628: Diviso dall'Isenburg-Bdingen-Birstein

Stati del Sacro Romano Impero (I)

77
1341: Divisa da Isenburg-Cleeberg 1628: divisa da Isenburg-Budingen-Birstein 1131: prima meznione di Gerlach I come Signore di Budingen 1219: prima menzione del castello di Bdingen 1240: Estinzione della linea; i territori vengono ereditati dai Signori di Breuberg e Isenburg 1323: Ersinzione dei Breuberg; Isenburg viene ereditata coi territori di Budingen 1511: Divisa in Isenburg-Bdingen-Birstein e Isenburg-Ronneburg (estinta nel 1601)<1673>Divisa in Isenburg-Bdingen, Isenburg-Meerholz e Isenburg-Wchtersbach 1806: a Isenburg 1816: all'Assia-Darmstadt Area: 3.5 kq.; Pop. (1600s): 10,000 1628: Divisa in Isenburg-Bdingen (ridotto) e Isenburg-Birstein 1341: Divisa in Isenburg-Bdingen e Isenburg-Grenzau 1664: Annessa a Arenberg

Isenburg-Bdingen Isenburg-Budingen

1442: Contea del Sacro Romano Impero

Isenburg-Bdingen-Birstein

Contea

1511: Divisa da Isenburg-Bdingen 1286: Divisa da Isenburg-Grenzau 1158: Divisa da Isenburg-Limburg-Covern 1137: Diviso da Niederlahngau

Isenburg-Cleberg

Contea

Isenburg-Grenzau

Contea

Isenburg-Limburg-Covern Isenburg-Marienborn

Contea 1673: Conti

1158: Diviso 1725: Incorporato in Isenburg-Meerholz

Isenburg-Meerholz

1673: Contea

1673: Diviso da Isenburg-Bdingen 1628: Diviso da Isenburg-Bdingen-Birstein 1711: Divisa da Isenburg-Offenbach 1673: Divisa da Isenburg-Bdingen Provincia Sveva SW c1250

1806: Incorporato nell'Isenburg-Birstein 1758: Diviso

Isenburg-Offenbach

Contea

Isenburg-Philippseich

Contea

Isenburg-Wchtersbach

1673: Contea

1806: Incorporata in Isenburg-Birstein

Isny im Allgu

Citt Imperiale Margraviato

1803: ai Conti di Quadt 1806: annessa al Wrttemberg 1374: Una parte passa agli Asburgo 1420: Il resto dell'Istria viene annesso alla Repubblica di Venezia 1797: La parte venenziana viene ceduta agli Asburgo d'Austria 1809-1813: Occupazione francese

Istria

X sec.

Itter

Signoria

Stati del Sacro Romano Impero (J)

78

Stati del Sacro Romano Impero (J)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera J:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Jagdberg Jgerndorf Jagerndorf

Signoria 1278: Ducato 1221: fondazione di Jagerndorf 1377-1523: Ducato indipendente 1523: Margraviato di Jagerndorf ottenuto dalla linea cadetta degli Hohenzollern di Brandeburgo agli Asburgo garantito come feudo del Principe di Liechtenstein

Jauer Jever

Principato 1330: Capitanato Baronia 1353 1575: Annesso a Oldemburgo 1667: Annesso al Principato di Anhalt-Zerbst 1793: Annesso alla Russia 1806: Occupazione francese 1807: Ceduta dalla Russia alla Francia 1807: al Regno d'Olanda 1810: alla Francia 1814: Occupazione russa 1814: amministrazione di Oldemburgo 1818: Ceduta a Oldemburgo 1423: Unita con 1521: Unita con Berg, Kleve e Mark 1582: Consiglio dei Principi 1609: Guerra di Successione 1614: Passata al Palatinato-Neuburg 1742: ai Duchi del Palatinato-Sulzbach 1794: Occupazione francese 1815: alla Prussia 1609: Divisa tra Brandeburgo, Sassonia e l'Elettorato Palatino

Jlich Julich

X sec.: Contea Provincia del 1336: Basso Reno Margraviato 1356: Ducato

PR

1143: Divisa da Jlichgau

Jlich-Kleve-Berg Ducato

Provincia del Basso Reno

PR

1511: Unita a Kleve-Mark e Jlich-Berg

Justingen

Signoria

Provincia Sveva

Stati del Sacro Romano Impero (K)

79

Stati del Sacro Romano Impero (K)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera K:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Kfernburg Kafernburg

Contea

X sec.

1195: Diviso in Schwarzburg e Schwarzburg-Kfernburg 1302: si estingue la linea dei Conti di Kafenburg 1757: alla Baviera 1793: Consiglio dei Principi 1803: Annesso alla Baviera

Kaisheim Kaisersheim

Abbazia Principato Abbaziale

Provincia Sveva

1133

Kalenberg vedi "Brunswick-Calenberg" Kall Contea 1488: Divisa daManderscheid Provincia dell'Alta Sassonia 1742: Annessa a Blankenheim 1803: Annessa alla Francia 1274: Acquisisce la citt di Lubecca 1556: Secolarizzato per la Pomerania-Wolgast 1648: alla Svezia 1679: al Brandeburgo 1803: ai Nassau 1866: alla Prussia

Kammin

1176: Vescovato 1628: Principato

Kppel Kappel Kastelberg Katzenelnbogen

1390?: Abbazia

Signoria 1095: Contea 1138: Contea del Sacro Romano Impero Langraviato 1090 1138: prima menzione dei Conti di Katzenelnbogen 1260: Divisione in Alto e Basso Katzenelnbogen 1402: Riunito con il matrimonio di Anna del Basso Katzenelnbogen e Giovanni IV dell'Alto Katzenelnbogen 1453: Acquisita in parte dalla Contea di Diez e dalla Signoria di Kappstein 1479: Linea estinta; passato per successione femminile agli Assia-Marburg 1803: Annesso alla Baviera

Kaufbeuren

Citt Imperiale

Provincia Sveva

c1250

Kaufmanns-Saarbrucken

Libera Citt Imperiale

Al Vescovato di Metz alla Lorena 1661: alla Francia 1848: Estinzione della linea dei Kaunitz-Rietberg

Kaunitz Principe del Sacro Romano Impero di Kaunitz, Conte di Rietberg e della Frisia dell'Est, Signore di Esens, Stadesdorf, Wittmund e Melrich Kaysersberg Kaisersberg Citt Imperiale Provincia dell'Alto Reno

1648: Annessa alla Francia

Stati del Sacro Romano Impero (K)

80
c752: Abbazia Provincia 1348/1360: Principato Sveva Abbaziale 1289: Libera Citt Imperiale Provincia Sveva SW 1348 1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzato ed annesso alla Baviera 1803: alla Baviera

Kempten im Allgu

Kempten im Allgu

SW

1289

Kerpen Ketterhausen Signoria

Acquisito dai Schasberg 1803: Al Principato di Babenhausen per la casata dei Fugger n/a SW 1763 1396: prima menzione in un documento storico 1519: Divisione in molte linee

Khevenhller-Metsch 1763: Principe del Khevenhuller-Metsch Sacro Romano Principe di Khevenhller-Metsch, Conte Impero (Personale) di Hochosterwitz, Barone di Landskron e Wernberg, etc. Kirchberg Burgraviato Burgravio di Kirchberg, Conte di Sayn e Wittgenstein, Signore di Farnrode Klettgau c1200: Contea 1325 Langraviato

1090

1799: Annesso al Nassau-Weilburg

Provincia Sveva

981; 1315; 1572

1040: Annesso a Habsburg 1282-1408: ai Conti di Habsburg-Laufenburg 1408: Passato ai Conti di Sulz per matrimonio 1698: Annesso allo Stephanswald-Franconia

Klingenmnster Klosters Knyphausen

RA Alta Giurisdizione Signoria 1588: Baronia Imperiale 1658: Contea Imperiale Signoria Abbazia Imperiale 1600s: Parte della Frisia 1738: a Bentinck 1808: al Regno d'Olanda 1810: alla Francia 1813: a Oldenburg

Koevorden Konigsbronn Knigseck Knigsegg Konigsegg Conte del Sacro Romano Impero di Knigsegg e Rothenfels, Barone di Aulendorf e Stauffen, Signore di Ebenweiler e Wald in Svevia Knigsegg-Aulendorf

1192:Signoria 1470:Baronia 1629: Contea del Sacro Romano Impero

Provincia Sveva

1192

1622: Divisione in Knigsegg-Aulendorf e Knigsegg-Rothenfels 1663:Riunita con l'estinzione dei Konigsegg-Rothenfels.

1622:Baronia 1629:Contea

1622: Divisa da Knigsegg

1500: Aulendorf entra a far parte della Provincia Sveva 1806: al Wurttemberg 1804: Annessa all'Austria

Knigsegg-Rothenfels Conte del Sacro Romano Impero di Knigsegg e Rothenfels, Barone di Aulendorf e Stauffen Knigsfeld (Foresta Nera) Konzenberg Kornelimnster Kornelimunster

Signoria 1629: Contea

1622: Divisa da Knigsegg

Signoria RA

Stati del Sacro Romano Impero (K)

81
Signoria 1804: Principato del Sacro Romano Impero di Krautheim e Gerlachsheim Abbazia del Sacro Romano Impero Signoria 1460: divisa da Aichen 1540: Divisa in Osterberg, Schwabeck e Weissenstein 1697: Estinzione della linea ai Wied-Runkel 1200s: prima menzione in un documento storico 1709: 1709: Conte del Sacro n/a Romano Impero (Personale) Signoria FR 1709 ai Salm-Reifferscheid

Krautheim

Kreuzlingen

Kronburg

Krienchingen Criechingen Kfstein Kufstein

Contea del Sacro Romano Impero

Kfstein-Greillenstein Conti di Kuefstein, Baroni di Greillenstein, di Hohenkraen, etc. Kulmbach

1057-1234: agli Andechs-Merano 1248: ai Conti di Orlamunde 1340: agli Hohenzollern, Burgravi di Norimberga 1792: alla Prussia 1807: Occupazione francese 1810: alla Baviera XI sec. 1414: Annesso alla Svizzera

Kyburg Kiburg

Contea

Stati del Sacro Romano Impero (L)

82

Stati del Sacro Romano Impero (L)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera L:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Lage Landau

Signoria 1201: Citt Imperiale Provincia dell'Alto Reno 1515: Membro della Decapoli 1648: Annessa alla Francia 1815: Annessa alla Baviera

Landsberg Landsberg-Osterland Langwies Laurenburg Lauenburg

Principato Margraviato Giurisdizione Contea 1180: Ducato di Brunswick e Lauenburg 1093 1197: Annessa a Nassau 1260: Divisione degli Ascanidi in Sassonia-Lauenburg e Sassonia Wittenberg 1689: Eredita il Principato di Luneburg 1714: all'Elettorato di Hannover 1803: alla Prussia 1815: al Duca di Holstein e Re di Danimarca 1864: alla Prussia Provincia Austriaca c1320 Dietrich, primo Principe Vescovo, 1318-1332 Dal ventiduesimo Vescovo, Theobald Schweinbeck, 1446-1463, i vescovi ottengono anche il titolo di Principi 1032 1291: Annesso a Meien

Lavant Sant'Andrea

1228: Vescovato Principato Vescovile

Lebus

Vescovato tardo XII sec. 1128: prima menzione del "Conte di Leiningen" 1220: estinzione della linea primogenita dei Conti di Leiningen; passata per matrimonio ai Conti di Saarbrucken 1220: Acquisita la Signoria di Hardenburg dall'eredit dei Saarbrucken 1225/1241: Ereduita la Contea del Sacro Romano Impero di Dagsburg 1310: Divisa in Leiningen-Dachsburg (estinta nel 1467) e Leiningen-Leiningen 1312: Acquisisce Landvogt nella Bassa Alsazia 1444: l'Imperatore Federico III assicura il grado di Langravio in Alsazia 1467: Passata per successione femminile ai Signori di Westerburg (linea di Leiningen-Westerburg)

Leiningen 1128: Contea Conte di Leiningen eDagsburg, Signore di Aspremont, Oberstein, Bruch, Brgel e Reipoltskirchen, etc.

Leiningen-Billigheim Conti di Leiningen, Signori di Billigheim, Allfeld, Mhlbach, Katzenthal, e Neuburg a the Neckar, Conte di Dagsburg e Aspremont

Stati del Sacro Romano Impero (L)

83
Provincia dell'Alto Reno 1310: Divisa da Leiningen 1593: Divisa da Leiningen-Dachsburg-Falkenburg 1688: Linea estinta extinct Divisa da Leiningen-Dachsburg-Falkenburg-Heidesheim 1709: Linea estinta 1343: Divisa da Leiningen-Dachsburg 1466: Acquisita dai Signori di Lorena 1467: Eredita Dagsburg e cambia il nome in Leiningen-Dagsburg

Leiningen-Dachsburg Leiningen-Dagsburg

1593-1688, 1658-1709: Contea

Leiningen-Hartenburg Leiningen-Hardenburg Principe di Leiningen, Conte Palatino di Mosbach, Signore di Miltenberg, Amorbach, Dren, Bischofsheim, Hardheim e Lauda, etc. Leiningen-Leiningen

Contea 1779: Principato del Sacro Romano Impero

Provincia dell'Alto Reno

Contea

1310: Divisa da Leiningen

1467: Annessa a Westerburg

Leiningen-Neuburg Conte di Leiningen, Signore di Herzbolzheim, Conte di Dagsburg e Aspremont Leiningen-Westerburg 1467: Contea Conte di Leiningen, Signore di Westerburg, Grnstadt, Oberbrunn e Forbach Lemgo Libera Citt Imperiale Provincia del Basso Reno Provincia Bavarese RH 1705: Divisione in Leiningen-Westerburg-Altleiningen e Leiningen-Westerburg-Neuleiningen

Annessa a Lippe

Leuchtenberg

1196: Langraviato 1376: Langraviato del Sacro Romano Impero 1440: Principato Langraviale del Sacro Romano Impero

primi anni del XII sec.

1119: acquisizione della Signoria di Waldeck per matrimonio 1158: prima menzione del Conte di Leuchtenberg in un documento storico 1209: Divisione in Waldeck e Leuchtenberg 1366: Divisione territoriale (Vesten zu Leuchtenberg/Pfreimd e Pleystein/Reichenstein/Grafenwohr Acquisizione della contea di Hals 1476: Divisione della Contea di Hals 1486: Hals venduta ai Conti di Aichberg 1500: Provincia Bavarese 1582: Consiglio dei Principi 1646: linea maschile estinta Sold Leuchtenberg e Waldeck alla Baviera 1707-1708: al Vescovato di Bamberga 1708: ai Principi del Sacro Romano Impero di Lamberg 1770: Annesso alla Baviera 1803: Annessa alla Baviera 1810: Annessa al Wrttemberg

Leutkirch im Allgu

Libera Citt Imperiale

Provincia Sveva

SW

Stati del Sacro Romano Impero (L)

84
c1296 c1420: Diviso in Neustadt e Saffig 1667 possedimento dei Cavalieri di Burrweiler 1705: ai Signori di Hohengeroldseck 1711: Stato Imperiale

Leyen Principe del Sacro Romano Impero di Leyen e Hohengeroldseck, Barone di Adendorf, Signore di Bliescastel, Burrweiler, Mnchweiler,Orterbach, Niewern, Saffig, Ahrenfels, Bongard, Simpelfeld, etc.

Signoria 1653: Braonia del Sacro Romano Impero 1711: Contea del Sacro Romano Impero 1806: Principato 1458: Cotnea del Sacro Romano Impero

Lichtenberg

1206: prima menzione della famiglia Lichtenberg in un documento storico 1246: prima menzione del castello di Lichtenberg 1249: Assicurata a Strassburg 1480: linea maschile estinta; i territori passano, attraverso linea femminile, au Conti di Hanau ed ai Conti di Zweibrucken-Bitsch 1570: La porzione degli estinti Conti di Zweibrucken-Bitsch ereditata dagli Hanau 1817: diventa un'exclave dei Sassonia-Coburgo 1834: alla Prussia

Lichtenthal Liechtenstein Principe Sovrano di Liechtenstein, Duca di Troppau e Jgerndorf, Conte di Rietberg, etc

Abbazia 1608: Rango di Principe del Sacro Romano Impero per la famiglia Liechtenstein 1712: Principato di Liechtenstein 1719: Principato del Sacro Romano Impero Vescovato Provincia Sveva 1699: Ottenuta la signoria di Schellenberg 1707: ammissione dal Collegio dei Principi di Svevia 1712: ottiene la Contea di Vaduz 1713: Consiglio dei Principi 1719: ampliamento del Liechtenstein da Hohenems-Vaduz a Schellenberg<1806>Aderisce alla Confederazione del Reno 1815: Aderisce alla Confederazione Germanica EC 972 1793: Consiglio dei Principi 1795: Annessa alla France

Liegi Lttich Liege

Provincia del Basso Reno

Liegnitz Ligne Principe del Sacro Romano Impero di Ligne e Amblise/Amblia, Margravio di Roubaix/Roubais e Dormans, Conte di Fauquemberghe, Barone di Werchin, Beloeil, Antoing, Cisoing, Villiers, Silly e Herzelles; Reggente di Fagnolles; Signore di Baudour, Wallincourt e altre terre

Ducato 1544: Contea del Sacro Romano Impero 1601: Principato del Sacro Romano Impero 1503: ai Conti di Faucquenberg 1770: ai Conti di Fagnolles 1786: Stato della Provincia del Basso Reno-Vestfalia

Stati del Sacro Romano Impero (L)

85
1242-1508: Ai Conti di Isenberg-Limburg 1508-1542: Ereditata dai Conti di Dhaun-Falkenstein 1542-1592: Passata per matrimonio ai conti di Neuenahr-Alpen 1592-1610: Ereditata dai Bentheim 1610-1626: ai Bentheim-Limurg 1626-1629: ai Bentheim-Alpen 1629-1817: ai Bentheim-Tecklenburg-Rheda 1289: Acquista Altenhof e Stirum 1370: Acquista Neu-Isenburg 1422: Acquista Bedburg 1422: Acquista Hackenbroich 16..: Acquista Aichheim 1640: Acquista Gemen 1664: Acquista una parte di Bronchhorst Area: 118km 1439: Divisa da Limburg-Stirum 1442; i Duchi di Berg ottengono il dominio dai Duchi di Cleves 1449: i Conti di Limburg-Broich sono coinvolti con i Neuenahr-Alpen in una guerra di successione per la Contea di Limburg 1449: La Contea di Limburg viene affidata ai Conti di Neuenahr-Alpen 1508: Ereditata da Virico V di Dhaun-Falkenstein che spos Amoena di Sayn, erede adottata di Giovanni di Limburg-Broich 1304: Unita con Limburg-Stirum

Limburg (Contea)

1242: Contea di Limburg-Isenburg

Limburg-Broich

1439-1508: Contea

Limburg-Hohelimburg

1246-1304: Contea

1246: Divisa dalle Contee di Altena e di Isenberg Provincia PR Borgognona c1100

Limburg (Ducato)

1106: Ducato

1155: i Signori di Limburg si separano dalla Bassa Lorena e diventano duchi indipendenti 1288: Passa al Brabante 1512: Provincia Borgognana 1582: Consiglio dei Principi 1648: la Spagna cede le Contee di Dalhem e Falkenberg alla citt di Maastricht ed alle Province Unite 1714: La parte a Sud di Limburg passa ai Paesi Bassi asburgici 1794-1814: alla Francia Area: 118km Divisa nel 1806

Limburg-Stirum Conti di Limburg e Bronckhorst, Signori di Stirum, Wisch, Borkelo e Gemen, Signore Ereditario del Principato di Gelderland e della Contea di Ztphen Limburg-Stirum-Borkel Limburg-Styrum-Bronchhorst

1271: Contea

1271

1766: Contea 1766: Contea 1644: Divisa da Limburg-Stirum 1766: Divisa in Limburg-Stirum-Borkelo e Limburg-Stirum-Bronchhorst

Limburg-Stirum-Bronchhorst-Borkel 1644: Contea

Stati del Sacro Romano Impero (L)

86
1644: Divisa da Limburg-Stirum 1657: Divisa in Limburg-Stirum-Gemen e Limburg-Stirum-Iller-Aichheim Feudo dei Conti di Vestfalia 1782: ai Limburg-Stirum-Iller-Aichheim 1500: FrProvincia della Franconia 1806: al Wurttemberg

Limburg-Stirum-Gemen

1644-1782: Contea del Sacro Romano Impero

Limpurg

Contea

Provincia della Franconia

Lindau

810: Abbazia 1466: Princiato Abbaziale 1275: Libera Citt Imperiale Provincia Sveva SW 1274

1802: Secolarizzata 1804: all'Austria 1805: alla Baviera 1802: Annessa al Principato di Bretzenheim 1804: Annessa all'Austria 1806: Annessa alla Baviera 1597: Occupata dai Nassau-Orange 1605: alla Spagna 1633: ai Nassau-Orange 1702: Ereditata dalla Prussia WE 1129 1536: Divisa in Lippe-Detmold e Sternberg and Pyrmont 1616: Divisa in Lippe-Detmold, Lippe-Brake, Lippe-Schwalenberg e Lippe-Alverdissen 1709: Lippe-Brake incorporata nel Lippe-Detmold 1749: estinzione della linea di Lippe-Alverdissen 1807: Aderisce alla Confederazione del Reno 1815: Aderisce alla Confederazione Germanica 1866: Aderisce alla Confederazione Germanica del Nord 1871: Aderisce all'Impero Tedesco

Lindau

Lingen

Contea

Provincia del Basso Reno

Lippe Principe del Sacro Romano Impero, Conte e Nobile Signore di Lippe, Conte di Schwalenberg e Sternberg, Burgravio Ereditario di Utrecht

1129: Signoria 1529: Contea Imperiale 1720: Principato

Provincia del Basso Reno

Lippe-Detmold Principe, Conte e Nobile Signore di Lippe, Conte di Schwalenberg e Sternberg, Burgravio Ereditario di Utrecht

Contea 1720: Principato 1789: Principe del Sacro Romano Impero 1918: Stato Libero di Lippe-Detmold 1201: Principato Vescovile

1528: Diviso da Lippe

Livonia

Ordine Livoniano Lobkowitz Principe Lobkowitz, Duca di Raudnitz, Principe Conte di Sternstein, etc. Lommersum 1624: Principe del Sacro Romano Impero

1202: Fondato da Albert di Buxhoeveden 1300s: prima menzione di Lobkowitz Acquisita la Contea Principesca di Sternstein 1806: alla Baviera 1814: Sternstein venduta alla Bavaria Acquisita da Schasberg

Stati del Sacro Romano Impero (L)

87
944 1366: Annessa al Vescovato di Liegi

Loon (Looz in francese) Duca e Principe Conte del Sacro Romano Impero di Looz, Hesbaye/Hasbanien/Haspengau, Hoorn/Horne/Hornes, Niel/Nyel, Duca di Corswarem-Looz, Conte di Frisinga e Nieurlet, Alto Signore della Citt e della Castellania di Cassel, Margravio di Ligny, Tongrinne e Pont-d'Oie, Barone di Longchamps e Cranewyck, Visconte di Santa Gertrude a Liernu, Signore della Libera Citt di Wavre, della Citt di Fleurus e della Signoria di Landelis, Bommeree, Denee, Santa Maria, Vitry, Grand-Lez, Betisart, Clermont, Veleine e altre terre Lorena

1000s: Contea di Loon

1048: Ducatp

Provincia dell'Alto Reno

925: Ducato di Lorena parte del Sacro Romano Impero 959: Divisione amministrativa in Alta Lorena (attuali Lorena francese e Lussemburgo) e Bassa Lorena (attuale Belgio, Brabante e Paesi Bassi) 1048: L'Imperatore Enrico III conferisce il Ducato dell'Alta Lorena al Conte Gerardo d'Alsazia 1480: Unione permanente dei Ducati di Lorena e di Bar 1473: i Conti di Vaudemont ereditano la Lorena 1473: Renato II di Lorena unisce l'eredit materna alla Lorena, Bar, Pont-a-Mousson e Guisa con l'eredit paterna di Vaudemont, Joinville, Aumale, Mayenne e Elbeouf 1552-1559: Occupazione francese 1552-1559: Occupazione francese 1582: Consiglio dei Principi 1633-1659: Occupazione francese 1670-1697: Occupazione francese 1702-1714: Occupazione francese 1736: alla Francia PR 1736 1803: Revocato il seggio al parlamento

Lorena-Nomny

Principato (personale) Ducato

n/a

Lorena, Bassa Lorena

977: L'Imperatore Ottone II garantisce la Bassa Lorena come ducato a Carlo, fratello di Lotario di Francia, come feudo di Germania. RA 1011

1033: Unita con l'Alta Lorena quando Gozelo I succedette al padre Ottenuta dai Conti di Leuven (i successivi Duchi di Brabante) nel 1106; senza autorit sino al 1190; Brabante e Guelre basano la successione sul titolo arciducale

Lorsch Losanna

Abbazia Vescovato 1270: Principato Vescovile Citt Imperiale

1536: Secolarizzato da Berna

Losanna

1434

1536: Conquistata da Berna

Stati del Sacro Romano Impero (L)

88
1629: estinzione della linea

Losenstein

Signoria del Sacro Romano Impero 1494: Contea del Sacro Romano Impero 1712: Principato del Sacro Romano Impero

Lowenstein Conti del Sacro Romano Impero di Lwenstein, Wertheim, Rochefort, Montaigu, Limpurg, Virneburg, Gaildorf, Principe Supremo di Chassepierre/Chaisepierre, Signore di Scharfeneck, Breuberg, Herbeumont/Herbimont, Neufchteau

1123: Lowenstein viene fondata dai Conti di Calw ?-1281: ad un ramo dei Conti di Calw 1281: agli Asburgo quando Rodolfo I decise di cedere Lowenstein al figlio naturale Alberto 1441: Venduta da Enrico, discendente di Alberto, all'Elettore Palatino del Reno Federico I Ludovico II di Lowenstein eredita la Contea di Wertheim e altre terre per matrimonio e si definisce Conte di Lowenstein-Wertheim 1806: Divisione Area: 53 km.

Lowenstein-Scharfeneck Lwenstein-Wertheim Principe del Sacro Romano Impero di Lwenstein e Wertheim, Conte di Rochefort, Montaigu, Principe Supremo di Chassepierre/Chaisepierre, Signore di Scharfeneck, Breuberg, Herbeumont/Herbimont, Neufchteau, Kerpen e Kasselburg Lowenstein-Wertheim-Freudenberg County 1803: Principato del Sacro Romano Impero Provincia di Franconia 1574: Divisa da Lwenstein, Stolberg-Rochefort e Wertheim-Breuberg 1500: Provincia di Franconia 1611: Divisione in Lowenstein-Wertheim-Rochefort e Lowenstein-Wertheim-Virneburg 1806: al Principe-Primate Carlo Teodoro di Dalberg

1812: Principato

Lowenstein-Wertheim-Rochefort 1712: Principato Principe del Sacro Romano Impero del Sacro di Lwenstein e Wertheim, Conte di Romano Impero Rochefort, Montaigu, Principe Supremo di Chassepierre, Signore di Scharfeneck, Breuberg, Herbeumont, Neufchteau, Kerpen e Kasselburg Lwenstein-Wertheim-Rosenberg Lowenstein-Wertheim-Virneburg Principato 1611: Divisione da 1721: Divisione in Lowenstein-Wertheim Lowenstein-Wertheim-Virneburg (linea Volradina) e Lowenstein-Wertheim-Virneburg (linea Carlista) Vescovato Provincia della Bassa Sassonia Provincia della Bassa Sassonia Provincia della Bassa Sassonia EC 1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzata come Principato di Oldenburg 1188; 1226 1810: Annessa alla Francia 1815: Libera Citt 1937: Annessa alla Prussia

Lubecca Lubeck

Lubecca (Lubeck)

1226: Libera Citt Imperiale

RH

Lubecca Lubeck

Principato

Stati del Sacro Romano Impero (L)

89
1415: Divisa dagli Asburgo 1178: Fondazione della citt di Lucerna propriet dell Abbazia di Murbach 1291: agli Asburgo 1332: Membro della Confederazione Svizzera 1648: Lascia l'impero come membro della Confederazione Svizzera Lusatia, Bassa Luisatia 900s: la Bassa Lusazia diviene una marca separata 1034: alla dinastia dei Wettin di Sassonia 1117: Divisa dalla Lusatia 1131: Annessa a Meien 1303: Ottenuta dai Margravi di Brandeburgo 1368: alla Boemia 1378: all'Alta Lusatia 1415: al Re di Boemia 1469-1490: Riconosciuto Mattia Corvino come sovrano 1490: alla Boemia 1526: agli Asburgo d'Austria 1635: Venduta alla Sassonia 1815: alla Prussia Lusatia, Alta Lusatia 1117: Divisa dalla Lusatia 1160: Garantita dall'Imperatore alla Boemia 1253: ai Margravi di Brandeburgo 1329: ai Re di Boemia Il nome di Alta Lusatia cambiato in Ducato di Gorlitz 1526: agli Asburgo d'Austria 1620: Conquistata dall'Elettore di Sassonia 1635: Venduta alla Sassonia 1815: alla Prussia

Lucerna

Libera Citt Imperiale

Lusatia Alta Lusatia Bassa Lusatia

1367: Margraviato della Bassa Lusatia 1415: Margraviato

Lustenau Lussemburgo Luxemburg Granduca di Lussemburgo, Duca di Nassau, Conte Palatino del Reno, Conte di Sayn, Knigstein, Katzenelbogen e Dietz, Burgravio di Hammerstein, Signore di Mahlberg, Wiesbaden, Idstein, Merenberg, Limburg e Eppstein

Podere Imperiale 963: Signoria 1059: Contea 1354: Ducato 1815: granducato Provincia PR Borgognona 963

1814: all'Austria 1139-1189: Unione con la Contea di Namur 1364: Acquista la Contea di Chiny 1383-1443: il Lussemburgo feudo passa dagli imperatorei alla Boemia e Borgogna 1441: il Lussemburgo viene venduto ai Duchi di Borgogna 1443-1482: ai Duchi di Borgogna 1482-1815: agli Asburgo d'Austria 1512: Provincia Borgognona 1582: Consiglio dei Principi 1815: Aderisce alla Confederazione del Reno 1815-1890: il Lussemburgo in unione personale con i Paesi Bassi sotto il Re dei Paesi Bassi

Stati del Sacro Romano Impero (M)

90

Stati del Sacro Romano Impero (M)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera M:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Magdeburgo

967: Arcivescovato

Provincia della Bassa Sassonia

EC

968

805: prima menzione del Magdeburgo 1648:Secolarizzato come ducato al Brandeburgo

Magdeburgo Mahlberg Maienfeld Magonza

Burgraviato Signoria Signoria Arcivescovato 1356: Principato Elettorale del Sacro Romano Impero Citt Libera Signoria 1453: Contea 1460: Contea del Sacro Romano Impero Provincia dell'Elettorato del Reno EL 962 1512: Provincia dell'Elettorato del Reno 1803: al vescovato di Ratisbona

Magonza Manderscheid Conte di Manderscheid, Blankenheim e Gerolstein

1242 c934

1462: Annessa all'Abbazia di Magonza 1270: ai Signori di Manderscheid 1488: Divisa in Manderscheid-Blankenheim-Gerolstein, Manderscheid-Kail (estinta nel 1762) e Manderscheid-Schleiden 1760: Passata per matrimonio ai Conti di Sternberg 1802: Acquisce le Abbazie di Schussenried e Weissenau, poi perse in favore della Francia e di Blankenheim, Junkerath, Gerolstein e Dollendorf 1806: al Wurttemberg 1647: Annessa a Kall

Manderscheid-Schleiden

Contea

1488: Divisa da Manderscheid

Stati del Sacro Romano Impero (M)

91
Provincia dell'Alta Sassonia 1051 973: prima menzione di Mansfeld 1079: Mansfeld nominata contea a nord di Hattgau 1229: di estingue la linea maschile dei Mansfeld; ereditata dai Conti di Querfurt per successione femminile Acquisisce la Signoria di Bornstedt 1501: Divisione in Mansfeld-Vorderort, Mansfeld-Mittelort e Mansfeld-Hinterort Annessione delle divisioni di Mansfeld-Bornstedt 1563: Mansfeld-Vorderort divisa in Arnstein (estinta nel 1615), Artern (estinta nel 1631), Bornstedt (estinta nel 1780), Eisleben (estinta nel 1710), Friedeburg (estinta nel 1626) e Heldrungen (estinta nel 1572) 1580: Perdita del protettorato imperiale 1602: estinzione della linea di Mansfeld-Mittelort 1666: estinzione della linea di Mansfeld-Hinterort 1771: Matrimonio tra l'erede di Mansfeld-Vordeort-Bornstedt con il Principe di Colloredo; fondazione della linea di Colloredo-Mansfeld 1780: estinzione della linea di Mansfeld-Vorderort; i territori vengono annessi alla Sassonia 1793: Consiglio dei Principi

Mansfeld Principe del Sacro Romano Impero e Principe di Fondi, Conte e Signore di Mansfeld, Nobile Signore di Heldrungen, Seeburg e Schraplau, Signore della Signoria di Dobrzisch, Neuhaus e Arnstein

Contea

Marchtal

Abbazia

Provincia Sveva Provincia del Basso Reno PR 1160: Divisa da Berg

Mark

1198: Contea

1368: Unita con Cleves 1521: Unita con Berg e Cleves 1609: Guerra di successione 1614: Annessa al Brandeburgo 1666: Annessione al Brandeburgo riconosciuta generalmente

Martinstein Massa Malaspina

Signoria Signoria 1662: Ducato di Massa e Principato di Carrara Contea del Sacro Romano Impero Abbazia Abbazia Imperiale Signoria Provincia Borgognona c950: Feudo del Vescovo di Liegi 1356: ai Conti delle Fiandre Passato agli Asburgo 1512: Provincia Borgognona 1797-1814: Occupazione francese

Matsch

1505: estinzione della linea

Maulbronn Maursmunster

Mechelen Malines

Stati del Sacro Romano Impero (M)

92
Provincia della Bassa Sassonia PR 1139 1229: Diviso in Meclemburgo, Werle, Rostock e Parchim 1304: i Principi di Meclemburgo acquistano Stargard come dote in matrimonio 1314: si estingue la linea dei Principi di Rostock 1416: la linea dei Principi di Parchim 1323: Acquisizione di Rostock 1353: Divisione 1358: Ottiene Schwerin dai Conti di Tecklenburg e Schwerin 1436: Acquisizione delle terre del ramo estinto dei Werle 1471: estinzione della linea dei Meclemburgo-Stargard; il Meclemburgo viene riunito 1536: Divisione in Meclemburgo-Schwerin e Meclemburgo-Gustrow 1582: Consiglio dei Principi 1610: vengono riuniti i principati del Meclemburgo 1621: Diviso in Meclemburgo-Schwerin e Meclemburgo-Gstrow 1628: Duchi di Meclemburgo posti sotto bando imperiale 1629: ad Alberto di Wallenstein 1631: i Duchi di Meclemburgo sono restaurati nei loro domini da Gustavo Adolfo di Svezia 1648: Acquisizione dei Vescovati secolarizzati di Schwerin e Ratzeburg 1808: aderisce alla Confederazione del Reno 1815: Aderisce alla Confederazione Germanica

Meclemburgo Granduca di Meclemburgo, Principe di Wends, Schwerin e Ratzeburg, Conte di Schwerin, Signore delle terre di Rostock e Stargard

1170: Principato 1348: Ducato 1815: Granducato

Meclemburgo-Gstrow

Ducato

Provincia della Bassa Sassonia

PR

1621: Creato dalla 1582: Consiglio dei Principi partizione del Ducato di 1695: estinzione della linea di Mecleburgo Meclemburgo-Gustrow 1701: Diviso inMeclemburgo-Schwerin e Meclemburgo-Strelitz 1621: Creato dalla divisione del Ducato di Meclemburgo 1582: Consiglio dei Principi 1808: Entra a far parte della Confederazione del Reno 1815: aderisce alla Confederazione Germanica 1867: aderisce alla Confederazione Germanica del Nord 1871: aderisce all'Impero tedesco 1808: aderisce alla Confederazione del Reno 1815: Aderisce alla Confederazione Germanica 1867: aderisce alla Confederazione Germanica del Nord 1871: aderisce all'Impero tedesco

Meclemburgo-Schwerin 1621: Ducato Granduca di Meclemburgo, 1815: Principe di Wendes, Schwerin Granducato e Ratzeburg, Conte di Schwerin, Signore delle terr di Rostock e Stargard

Provincia della Bassa Sassonia

PR

Meclemburgo-Strelitz Granduca di Meclemburgo, Principe di Wendes, Schwerin e Ratzeburg, Conte di Schwerin, Signore delle terre di Rostock e Stargard

1701: Ducato 1815: Granducato

Provincia della Bassa Sassonia

PR

1701: Creato dalla divisione del Meclemburgo-Gstrow

Stati del Sacro Romano Impero (M)

93
1145: prima menzione della Libera Contea Imperiale di Megen 1795: Occupazione francese 1801: alla Repubblica Bataviana Include le citt di Megen e i villaggi di Haren e Macharen 948 1559: Secolarizzato per la Sassonia-Meien

Megen

Contea del Sacro Romano Impero

Meien Meissen Meien Meissen

Vescovato

1088: Margraviato

928

1440: Diviso tra il Vescovato di Meien, il Ducato di Sassonia-Wittenberg ed il Langraviato di Turingia 1803: alla Baviera

Memmingen

Citt Imperiale

Provincia Sveva

SW

1286

Mergentheim

1200s: patronato dell'Ordine Teutonico 1805: Principato

1058: prima menzione di Mergentheim 1200 c.: i Conti di Hohenlohe assegnano lo stato di Mergentheim all'Ordine Teutonico 1500: Provincia di Franconia 1805: Elevato a Principato nel Trattato di Pressburg Espropriato all'Ordine Teutonico e ceduto all'Austria 1809: Annesso dal Regno di Wuttemberg da Napoleone 1810: all'Austria 968 850: prima menzione di Merseburg 1561: Vescovato soppresso e passato alla Sassonia<nr>1565: Secolarizzato per la Sassonia 1656-1738: al Duca di Sassonia-Merseburg 1815: alla Prussia 1080: prima menzione di Messkirch ai Conti di Rohrdorf 1210: Venduta ai Truchsess di Waldburg ai Conti di Zimmern Ereditata per matrimonio dai Conti di Helfenstein, Signori di Gundelfingen 1627: ai Furstenberg 1806: al Granducato di Baden 945, 1047, 1152: Annesso come parte di Metzgau 1207 1558: Annessa alla Francia 1648: Ceduta formalmente alla Francia

Merseburg

968: Vescovato

Mekirch Messkirch

Signoria

Provincia Sveva

Metz

500s: Vescovato

Provincia dell'Alto Reno

Metz

Citt Imperiale

Provincia dell'Alto Reno

1552: Annessa alla Francia

Stati del Sacro Romano Impero (M)

94
Provincia del Basso Reno 1263: Passata alla famiglia dei Pesch Millendonk 1268: sotto la signoria dei Guelders 1279: sotto la signoria di Colonia passata ai Reifferscheid 1350: ai Mirlar Ereditata dai Bronckhorst 1682/1690: ai Duchi di Croy 1694: alla Contessa di Berlepsch 1700: ai Conti di Ostein (per eredit femminile) 1794: Occupazione francese 1815: alla Prussia 1704: ao Duchi di Marlborough

Millendonk Myllendonk

Singoria 1700: Signoria del Sacro Romano Impero

Mindelheim

Signoria Principato del Sacro Romano Impero di Mindelheim e Schwabegg 803: Vescovato Provincia del Basso Reno EC 977

Minden

1636: Occupazione svedese 1648: con il Trattato di Vestfalia, viene secolarizzato ed annesso alBrandeburgo come principato 1807: al Regno di Vestfalia 1815: alla Prussia Ottenuto dal Brandeburgo

Minden

Principato

Provincia del Basso Reno Provincia del Basso Reno

PR

1648: Secolarizzato per il Vescovato di Minden c1150

Moers Mors

Signoria c1240: Contea 1706: Principato

1493: Passato ai Wied-Runke 1519: Passato ai Neuenahr 1601: Ereditato dai Nassau-Orange 1702: Ereditato dal Brandeburgo-Prussia 1794: Occupazione francese 1815: alla Prussia

Mollwitz Mondsee Mons Bergen Monschau Montbliard Mompelgard

Principato Abbazia Contea in Austria 980: Divisa dalla Contea di Hainaut 1221 Nessuna 1071: alla Contea di Hainaut

Baronia 1000s: Contea del Sacro Romano Impero Contea Principesca Contea

1435: Annessa a Jlich 1397-1793: Passata per matrimonio ai Conti di Wurttemberg 1793: Annessa alla Francia

Montechiarugolo

1180: Divisa dalla Contea di Guastalla

1612: Acquisita dal Ducato di Parma

Stati del Sacro Romano Impero (M)

95
1180: Divisa da Tbingen Originatasi dai Conti Palatini di Tubingen 1160: Matrimonio di Ugo di Tubingen ed Elisabetta, erede di Bregenz Acquisisce Bludenz Acquisisce Bregenz (estinta nel 1523) Acquisiscela Signoria di Feldkirch (linea estinta nel 1390) Acquisisce la Signoria di Heiligenberg Acquisisce Herrenberg Acquisisce Langenargen Acquisisce Pfullendorf Acquisisce Rheinegg Acquisisce Rothenfels Acquisisce Sargans Acquisisce la Signoria di Tettnang (linea estinta nel 1779) Acquisisce Tosters Acquisisce Tubingen Acquisisce Vaduz Acquisisce Wasserburg Acquisisce Werdenberg Acquisisce Zollern 1780: Venduta all'Austria per pagare i propri debiti 1787: estinzione della linea di Montfort 1780: Divisa tra Austria e Wrttemberg

Montfort

Contea

Montfort-Montfort

Contea

1482: Divisa da Montfort-Stadeck 806

Moravia

830-906: Regno Nessuna indipendente o ducato 1182: Margraviato

700s: Principato di Moravia 833: Diviene lo stato della Grande Moravia 833: Conquista il Principato di Nitra 955: Sotto il controllo della Boemia 999-1019: Sotto il governo di Boleslavo I di Polonia 1019: Conquistato dalla Boemia alla Polonia 1349: Sotto la Casa di Lussemburgo 1411: Annessa alla Boemia 1526: agli Asburgo d'Austria

Mosbach

Libera Citt Imperiale Signoria 1495: Divisa da Zimmern Provincia della Bassa Sassonia RH 1180 1594: Annessa a Helffenstein

Mtzkirch

Mhlhausen

Citt Imperiale

1803: al Brandeburgo

Mulhouse Munchenroth

Citt Imperiale Abbazia del Sacro Romano Impero

1798: alla Francia

Stati del Sacro Romano Impero (M)

96
EC 1180 1122: Acquisisce la Contea di Kappenberg c1170: Acquisisce la Signoria di Stromberg 1252: Acquisisce la Signoria di Vechta dai Ravensberg 1269: Ottiene la Contea di Horstmar 1310-1359: Ottiene la met ad est della Signoria di Lohn 1400: Acquisisce Ahaus 1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzato per la Prussia, Arenberg, Looz, Salm e Croy 1648: Annessa alla Francia

Mnster Munster

791: Vescovato Provincia del 1134: Basso Reno Principato Vescovile

Mnster

Libera Citt Imperiale Abbazia Imperiale Abbazia

Provincia dell'Alto Reno

Murbach

Muri

Stati del Sacro Romano Impero (N)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera N:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Namur

Contea Margraviato 1159: Contea n/a 1366: Contea Principesca 1737: Principato 1806: Ducato 1160

1512: Provincia Borgognona 915: fondazione della citt di Nassau 1125: costruzione del castello di Nassaut 1255: Divisione tra le linee Ottoniana e Walramiana e divisione in numerose linee 1515: i Conti ottengono il titolo di Principi d'Orange 1866: Annesso alla Prussia 1654: Consiglio dei Principi 1250 1303: Divisione in Nassau-Siegen e Nassau-Hadamar 1334: Nassau-Dillenburg viene riunito 1654: Consiglio dei Principi 1654: Consiglio dei Principi

Nassau Duca di Nassau, Conte Palatino del Reno, Conte di Sayn, Knigstein, Katzenelnbogen e Dietz, Burgravio di Hammerstein, Signore di Mahlberg, Wiesbaden, Idstein, Merenberg, Limburg e Eppstein

Nassau-Diez

Nassau-Dillenburg

Nassau-Hadamar

Stati del Sacro Romano Impero (N)

97
County 1559: Diviso da Nassau-Dillenburg 1674: Annesso a Nassau-Diez

Nassau-Orange Principe di Orange e Nassau, Conte di Katzenelnbogen, Vianden, Dietz, Lingen, Mrs, Buren, Leerdam, etc. Marchese di Vere en Vlissingen, Signore e Barone di Breda, della Citt di Grave e delle terre di Cuycq, Diest, Grimbergen, Herstal, Cranendoncq, Warneston, Arlay, Noseroy, San Vith, Daesburgh, Polanen, Willemstadt, Niervaert, Ysselsteyn, San Maertensdijck, Steenbergen, Geertruydenberge, Turenhout, Zevenbergen, dell'Alto e del Basso Swaluwen, Naeltwijck, Soest, Baren, ter Eem, Immenes, &c. Burgravio Ereditario di Antwerp e Besanon, Maresciallo Ereditario d'Olanda, Governatore e Stadholder Ereditario di Gelderland e delle contee di Zutphen, Holland, Zeeland, West-Frisia, Utrecht e Over-Yissel, e delle terre di Drenthe, Capitano Generale Ereditario e Ammiraglio dei Paesi Bassi Uniti Nassau-Orange Nassau-Siegen

Principato

1702: Diviso da Nassau-Diez 1654: Consiglio dei Principi

Nassau-Usingen

Contea 1688: Principato Contea Principesca 1688: Principato del Sacro Romano Impero Vescovato

Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno

1659: Diviso da Nassau-Saarbrcken

Nassau-Weilburg

1442: Diviso da Nassau-Weilburg-Saarbrcken

Naumburg-Zeitz

1029

1565: Annesso alla Sassonia

Naugard Naumburg

Contea Principato Vescovile 1734: Contea del Sacro Romano Impero Langraviato Abbazia Imperiale Provincia Sveva 1793: Consiglio dei Principi Acquisita dai Reichenstein Signoria Contea 1234: divisa da Bruchhausen 1363: all'Austria 1388: Annessa a Hoya 1766: Collegio dei Conti Svevi

Neipperg

Nellenburg Neresheim

Nesselrode

Neuburg Neu-Bruchhausen

Stati del Sacro Romano Impero (N)

98
Contea 1643: Principato 1034 ai Duchi di Orleans-Longueville 1707: Unione personale con la Prussia

Neuchtel Neuchatel Neuenburg Principe Regnante e Conte di Neuchtel e Conte di Valangin Neu-Eberstein

Contea

1207: Divisa da Usgau

1589: Divisa tra Bronchorst-Gronsfeld e Wolkenstein 1673: Annessa a Spiera 1676: Annessa al Baden 1419: Annessa a Virneburg 1545: a Julich

Neuenahr

Contea del Sacro Romano Impero Citt Imperiale Contea

1222

Neuenburg am Rhein

1218: Divisa da Zhringen

all'Austria

Neu-Katzenelnbogen

1245: Divisa da Katzenelnbogen

1479: Annessa all'Assia-Marburg

Neumark Vedi Brandenburg-Kstrin Neustadt Signoria c1420: Divisione dalla Contea di Leyen 1625: Estinzione della linea a Trauttmansdorff a Wallmoden 1714: Annessa a Adendorf c1200: Ereditata dai Conti di Ziegenhein 1333: Riannessa a Ziegenhain 1450: Passata all'Assia 1500: Provincia Bavarese 1793: Consiglio dei Principi

Nickenich

Signoria

1611: Divisa da Saffig

Nidda

Contea

1227: Divisa da Ziegenhain

Niedermnster im Regensburg Niedermunster in Regensburg

Abbazia Provincia 1675: Bavarese Principato Abbaziale del Sacro Romano Impero Contea 1234

Nienburg

1582: Annessa al Brunswick-Calenberg

Nienburg Nomeny Nordgau vedi Bassa Alsazia Nordhausen

Abbazia Margraviato 1736: alla Casa di Lorena

Citt Imperiale

Provincia della Bassa Sassonia Provincia Sveva

RH

1253

1803: al Brandeburgo

Nrdlingen

Citt Imperiale

SW

1215

1803: alla Baviera

Stati del Sacro Romano Impero (N)

99
Margraviato 860 1136: Rifondata come Margraviato di Brandeburgo 1105: prima menzione di Nuremberg 1105-1192: ai Conti di Raabs 1227: ai Conti di Hohenzollern (per successione femminile e matrimonio) 1363: Riceve lo status di Principato 1415: L'Imperatore concede Norimberga al Margraviato di Brandeburgo 1417: gli Hohenzollern vengono infeudati del Brandeburgo 1440: il Burgraviato di Norimberga viene diviso in Brandeburgo-Ansbach e Brandeburgo-Bayreuth 1500: Provincia di Franconia 1806: Annessoa alla Baviera 1806: Annessa alla Baviera

Nordmark

Norimberga

1219: Libera Citt Imperiale Burgraviato

1110

Norimberga

Citt Imperiale

Provincia della Franconia

SW

1219

Northeim

Contea

1002

1165: Annessa all'Elettorato Palatino

Northern March vedi Nordmark Nostitz 1366: Signoria del Sacro Romano Impero 1631: Baronia Sacro Romano Impero 1692: Contea del Sacro Romano Impero Contea XV sec. 1280: prima menzione dei Signori di Nostitz 1673: Ottiene la Contea di Rieneck

Nrburg

1144

1225: Annessa a Neuenahr

Stati del Sacro Romano Impero (O)

100

Stati del Sacro Romano Impero (O)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera O:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Oberbronn

Contea

1622: Divisa da Leiningen

1665: Annessa a Rickingen

Oberehnheim

Libera Citt Imperiale Abbazia Provincia Bavarese Provincia dell'Alto Reno 1500: Provincia Bavarese 1793: Consiglio dei Principi 1648: Annesso alla Francia

Obermnster im Regensburg Obermunster in Regensburg Obernai

Citt Imperiale

Oberried Oberstein

Prevostato Signoria del Sacro Romano Impero Contea del Sacro Romano Impero 1391: Abbazia Provincia Sveva 1682: Estinzione della linea

Ochsenhausen

1495: Diventa "reichsfrei" (territorialmente indipendente) 1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzato 1806: Annessa al Wurttemberg

Odenheim

Prevostato

Provincia dell'Alto Reno Provincia Sveva SW 1289 1803: al Baden

Offenburg

Citt Imperiale Signoria del Sacro Romano Impero

Olbruck

Stati del Sacro Romano Impero (O)

101
X sec.: Contea del Sacro Romano Impero 1806-1810: Regno d'Olanda c1150: Divisa dal Vescovato di Utrecht 1064: prima menzione dell'Olanda in un documento storico c1100: Per la prima volta viene utilizzato il titolo di Conte d'Olanda 1299: viene unita con la Contea di Hainaut 1349-1433: ai Wittelsbach di Baviera 1433-1482: al Ducato di Borgogna; l'Olanda la pi forte delle Province Unite, ma una repubblica; la casa d'Orange diventa ereditaria in Olanda con il titolo di stadholder 1482-1581: agli Asburgo 1512: Provincia borgognona 1813: Regno dei Paesi Bassi 1181: i Conti ottengono il rango di Principi del Sacro Romano Impero 1667: Estinzione della linea principale di Oldenburg 1676: a Cristiano V di Danimarca 1773: al Granduca Paolo di Russia 1871: Aderisce all'Impero Tedesco

Olanda

Oldenburg Granduca di Oldenburg, Erede in Norvegia, Duca di Schleswig, Holstein, Stormarn, Ditmarshes e Oldenburg, Principe di Lubecca e Birkenfeld, Signore di Jever e Kniphausen"

Contea 1774: Ducato 1829: Granducato

Provincia del Basso Reno

PR

1101

Oppeln Orange

Ducato 1000: Contea 1173: Principato 1376: Principato del Sacro Romano Impero Provincia dell'Alto Reno 1000: Diviso dalla Contea di Provenza 1150: Divisione in due linee principesche 1289: Linee riunite 1417: alla dinastia di Chalon 1530: alla dinastia di Nassau 1660-1665: 1673-1702: Occupazione francese 1713: alla Francia

Orange-Nassau vedi Nassau-Orange Orlamnde Orlamnde Contea Contea 1032 1170: Divisa da Ballenstdt 1295: Divisa da Orlamnde 1406: Divisa da Orlamnde-Lauenstein 1321: Divisa da Orlamnde-Grfenthal 1015: Annessa al Weimar Divisa diverse volte 1411: Annessa a Meien 1321: Divisa in Orlamnde-Lauenstein, Orlamnde-Weimar e Orlamnde-Wiehe 1426: Annessa a Meien

Orlamnde-Grfenthal

Contea

Orlamnde-Grfenthal-Lichtenkamm

contea

Orlamnde-Lauenstein

Contea

1406: Divisa in Orlamnde-Grfenthal-Lichtenkamm, Orlamnde-Lauenstein-Schaunforst e Orlamnde-Lichtentanne 1467: Annessa al Sassonia-Wittenberg

Orlamnde-Lauenstein-Schaunforst

Contea

1406: Divisa da Orlamnde-Lauenstein 1406: Divisa da Orlamnde-Lauenstein 1285: Divisa da Orlamnde-Weimar

Orlamnde-Lichtentanne

Contea

1460: Annessa al Sassonia-Wittenberg

Orlamnde-Plassenburg

Contea

1340: Annessa a Meien

Stati del Sacro Romano Impero (O)

102
Contea 1100: Divisa da Weimar 1139: Annessa al Ballenstdt 1170: Ricreata dalla partizione 1365: Annessa a Meien 1321: Divisa da Orlamnde-Grfenthal n/a FR 1681 1372: Annessa a Meien

Orlamnde-Weimar

Orlamnde-Wiehe

Contea

Orsini e Rosenberg Principe di Orsini e Rosenberg, Barone di Lerchenau e Grafenstein

1681: Contea del Sacro Romano Impero (Personale) 1790: Principe del Sacro Romano Impero (Personale) Langraviato 1805: Contea del Sacro Romano Impero

1200s: famiglia menzionata per la prima volta in un documento storico 1684: Adotta il nome di "Orsini-Rosenberg"

Ortenau Ortenburg Conte di Ortenburg, Conte e Signore di Tambach

1048

1141: primo uso del titolo di "Conte di Ortenburg" 1395: Divisa in Ortenburg-Altortenburg (estinta nel 1446), Ortenburg-Dorfbach (estinta nel 1462) e Ortenburg-Neuortenburg 1417: Stato Imperiale 1418/19: Estinzione della linea dei conti; passata ai Conti di Cilli 1500: Provincia Bavarese 1805: Ceduta alla Baviera 1446: Annessa a Ortenburg-Dorfbach

Ortenburg-Altortenburg

1395: Contea Contea

1395: Divisa da Ortenburg 1100s: Creata dai territori di Ortenburg e Sponheimia nel Ducato di Carinzia 1395: Diviso da Ortenburg 1395: Divisa da Ortenburg Provincia del Basso Reno EC 783: Vescovato 1226

Ortenburg-Carinthia

1660: Annessa all'Austria

Ortenburg-Dorfbach

Contea

1462: Annessa a Ortenburg-Neuortenburg

Ortenburg-Neuortenburg

Contea

Osnabrck Osnabruck

Vescovato

1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzato all'Hannover 1813: Annesso all'Hannover 1745: Rinominato Rechberg e Rothenlwen

Osterberg

Signoria

1540: Diviso da Kronburg

Stati del Sacro Romano Impero (O)

103
1147: Contea 1674: Principato del Sacro Romano Impero Provincia Sveva 1141 1423: Divisa in ttingen-Flochberg, ttingen-ttingen, ttingen-Spielberg e ttingen-Wallerstein 1522: Divisa in Ottingen-Ottingen e Ottingen-Wallerstein

ttingen Ottingen

Ottingen-Baldern

1798: Linea estinta; passata a Ottingen-Wallerstein Contea 1423: Divisa da ttingen Provincia Sveva 1423: Divisa da ttingen 1549: Annessa a ttingen-ttingen

ttingen-Flochberg

ttingen-ttingen

Contea; 1674: Principato Contea; 1734: Principato Contea; 1774: Principato Abbazia Signoria

1731: Linea estinta; annessa a ttingen-Wallerstein

ttingen-Spielberg

1423: Divisa da ttingen-Wallerstein

ttingen-Wallerstein

Provincia Sveva

1423: Divisa da ttingen

1623/1694: Divisa in Ottingen-Baldern, Ottingen-Spielberg e Ottingen-Wallerstein

Ottobeuren Overijssel

Provincia Borgognona

1512: Provincia Borgognona

Stati del Sacro Romano Impero (P)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera P:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Paderborn

795: Vescovato Provincia del 1127: Basso Reno Principato Vescovile

EC

881

777: fondazione della prima chiesa a Paderborn tra il 815 e il 862: Paderborn riceve un decreto di speciale protezione imperiale da parte dlel'Imperatore Ludovico il Pio 881: Conferma del Vescovato di Paderborn come contea 974: L'Imperatore Ottone II accorda il diritto di libera elezione dei vescovi 1793: Consiglio dei Principi 1802: Secolarizzato e annessa alla Prussia 1807: al Regno di Vestfalia 1813: alla Prussia

Stati del Sacro Romano Impero (P)

104
1095: Contea Palatina 1356: Principato Elettorale del Sacro Romano Impero Provincia dell'Elettorato del Reno EL 945; origini nel VI sec. 945: Palatinato di Lorena 1095: Palatinato del Reno 1214: La Contea Palatina passa per eredit ai Wittelsbach di Baviera 1623: L'eredit Elettorale trasferita alla Baviera 1628: Incorporata alla Baviera 1648: Nuova sede elettorale garantita al Palatinato 1777: Ereditato dalla Baviera 1803: Diviso 1410: Diviso in Palatinato Elettorale, Alto Palatinato Palatinato-Amberg, Palatinato-Mosbach e Palatinate-Zweibrcken 1448: estinzione della linea del Palatinato-Mosbach; riunito al Palatinato Elettorale 1499: si estingue la linea dell'Alto Palatinato; unito al Palatinato Elettorale 1582: Consiglio dei Principi 1610: Diviso in se stesso e nel Palatinate-Simmern 1777: Ereditato dalla Baviera 1803: Incorporato nella Baviera 1448: Annesso al Palatinato 1600: Diviso in se stesso e nel Palatinato-Bischweiler 1671: Annessoa al Palatinato-Neuburg 1735: Diviso dal Palatinato-Bischweiler 1775: Annesso al Palatinato-Gelnhausen 1654: Diviso in Palatinato-Bischweiler e Palatinato-Gelnhausen 1671: Ereditato dall'etinzione della linea dei Birkenfeld 1731: Ereditato dal Ducato di Zweibrucken 1735: Diviso in Palatinato-Birkenfeld e Palatinato-Zweibrcken 1801: Annesso alla Francia

Palatinato Kurpfalz Conte Palatino del Reno, Arci-Steward e Principe Elettore del Sacro Romano Impero

Palatinato-Amberg Palatinato-Birkenfeld

Contea Palatina n/a Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno

n/a PR

1410: Diviso dal Palatinato 1569: Divisa dal Palatinato-Zweibrcken

Palatinato-Bischweiler

Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno

PR

1600: Diviso dal Palatinato-Birkenfeld

Palatinato-Gelnhausen

Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno Contea Palatina Provincia Bavarese Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno

PR

1654: Diviso dal Palatinato-Ltzelstein 1614: Divisa dal Palatinato-Neuburg 1604: Divisa dal Palatinato-Zweibrcken

Palatinato-Hilpolstein

PR

1644: Annessa al Palatinato-Sulzbach 1654 - 1718: Annessa alla Svezia 1718: Annessa al Palatinato-Landsberg

Palatinato-Kleeburg

PR

Stati del Sacro Romano Impero (P)

105
Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno PR 1604: Divisa dal Palatinato-Zweibrcken 1677 - 1693: Annessa alla Francia 1731: Annessa al Palatinato-Bischweiler 1694: Annessa al Palatinato-Birkenfeld 1654: Divisa in Palatinato-Gelnhausen e Palatinato-Lautereck 1499: Annessa al Palatinato 1557: Annessa al Palatinato-Zweibrucken

Palatinato-Landsberg

Palatinato-Lautereck

Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno

PR

1592: Divisa dal Palatinato-Veldenz 1592: Divisa dal Palatinato-Veldenz

Palatinato-Ltzelstein

PR

Palatinato-Mosbach Palatinato-Neuburg

Contea Palatina n/a Ducato Provincia Bavarese

n/a PR

1410: Divisa dal Palatinato 1505: Creata per Ottone, Enrico e Filippo, figli di Roberto, Vescovo di Frisinga 1569: Divisa dal Palatinato-Zweibrcken

Palatinato-Neuburg

Contea Palatina Provincia Bavarese

PR

1614: Divisa in se stessa, Palatinato-Hilpoltstein e Palatinato-Sulzbach 1685: Elettorato Palatino 1598: Elettorato Palatino 1610: Divisa dal Palatinato 1673: Annessa al Palatinato 1604: Annessa al Palatinato-Neuburg 1614: Divisa dal Palatinato-Neuburg 1742: Elettorato Palatino 1592: Divisa in Palatinato-Lautereck e Palatinato-Ltzelstein 1597: Annessa al Palatinato-Neuburg 1459: Divisa in se stessa e nel Palatinato-Simmern 1514:Divisa in se stessa e nel Palatinato-Veldenz 1569: Divisa in se stessa, Palatinato-Birkenfeld, Palatinato-Neuburg, Palatinato-Sulzbach e Palatinato-Vohenstrauss 1604: Divisa in se stessa, Palatinato-Kleeburg e Palatinato-Landsberg 1661: Annessa al Palatinato-Landsberg 1569: Divisione in 5 parti 1600: Divisione in Palatinato-Birkenfeld (estinta nel 1671) e Palatinato-Bischweiler 1799: Annessa alla Baviera 1799: alla Baviera

Palatinato-Simmern

Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno

PR

1569: Divisa dal Palatinato-Zweibrcken

Palatinato-Sulzbach

Contea Palatina Provincia Bavarese

PR

1569: Divisa dal Palatinato-Zeeibrcken

Palatinato-Veldenz

Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno

PR

1514: Divisa dal Palatinato-Zweibrcken

Palatinato-Vohenstrauss

Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno Contea Palatina Provincia dell'Alto Reno

PR

1569: Divisa dal Palatinato-Zweibrcken 1410: Divisa dal Palatinato

Palatinato-Zweibrcken

PR

Palatinato-Zweibrcken

Contea Palatina Provincia 1661: Ducato dell'Alto Reno

PR

1735: Divisa dal Palatinato-Bischweiler

Palatinato-Zweibrucken-Birkenfeld

1731: Ducato

Stati del Sacro Romano Impero (P)

106
c. 1030: Signoria 1628: Contea c. 1030 1439: Divisione in Aletzheim, Grfenthal e Treutlingen 1558: Divisione in Pappenheim e Sthlingen 1536: Assorbita Grfenthal<br1740/1742: Confermato lo status di Conti del Sacro Romano Impero 1647: Assorbita Treutlingen 1697: Assorbita Aletzheim 1806: alla Baviera 1777: ai Signori di Reipoltskirchen

Pappenheim Conte del Sacro Romano Impero e Signore di Pappenheim

Parkstein

1776: Contea del Sacro Romano Impero c. 722: Vescovato Provincia Bavarese EC 999

Passavia

1500: Provincia Bavarese 1793: Consiglio dei Principi 1803: Annessa a Salisburgo 1805: Secolarizzato alla Baviera

Passavant Petershausen

Signoria 983: Abbazia Provincia Sveva 983: L'Abbazia fondata da San Gebardo II (979-995) 1793: Consiglio dei Principi

Pffers Pfafers

740: Abbazia Abbazia del Sacro Romano Impero Libera Citt Imperiale Principato Provincia Sveva SW Divisa nel 1803

Pfullendorf

Piombino

1594: Creato da Rodolfo II 1801: Abolito da Napoleone come feudo per gli Appiani Bonaparte e poi ripristinato per nel sud della Toscana la sorella Elisa. c. 1396 Acquisisce Hallermund 1707: Forma la Contea di Platen-Hallermund

Platen

Signoria 1630: Baronia

Platen-Hallermund

Contea

1707: Creata dall'unione della Baronia di Platen e di Hallermund 1571: Estinzione della linea; passata all'Assia c. 1643 1698: Divisione in Plettenberg-Lenhausen e Plettenberg-Wittem 1722: ai Signori di Wittem e Eyss 1732: Stato Imperiale

Plesse

Signoria

Plettenberg

Signoria 1724: Contea del Sacro Romano Impero

Plettenberg-Lenhausen

1698: Divisa da Plettenberg 1730: Annessa a Plettenburg-Wittem Signoria 1724: Contea 1698: Divisa da Plettenberg

Plettenberg-Wittem Conte del Sacro Romano Impero di Plettenberg e Wittem

Stati del Sacro Romano Impero (P)

107
Ducato Signoria Ducato 1156: Divisione in Pomerania-Stettin e Pomerania-Demmin 1181: la Pomerania diventa un feudo imperiale 1185: la Pomerania diventa un feudo danese 1227: nuovamente un feudo imperiale 1231: Sotto l'autorit feduale dei Margravi di Brandeburgo 1236: Pomerania-Demmin accetta l'autorit feudale del Brandeburgo; Stargard passa al Brandeburgo 1250: i Duchi di due linee vengono investiti del Margraviato di Brandeburgo 1250: Barnim I acquista il castello ed il territorio di Wolgast 1264: estinzione della linea di Pomerania-Demmin 1582: Consiglio dei Principi 1582: Consiglio dei Principi Ducato Ducato 855: Regno 879: Contea 863: Divisa tra Italia (sud) e Lorena (nord) 869-877: Governo francese 933: al Regno di Arles 1032-1246: al Sacro Romano Impero 1113-1246: ai Conti di Barcellona 1246: Feudo francese 1481: in unione personale coi domini della Corona Francese Provincia dell'Alto Reno 721: Prum viene edificata 1574: Ceded to Trier 1793: Consiglio dei Principi 1801: Annessa alla Francia 1815: Incorporata alla Prussia

Pln Pluwig Pomerania

Pomerania esterna Pomerania interna Pomerania-Stettin Pomerania-Wolgast Provenza

Prm Prum Pruem

720: Abbazia del Sacro Romano Impero PriPrincipato Abbaziale Contea

Pckler e Limpurg

Provincia di Franconia

FR

Rinominata da Pckler quando eredita una parte di Limpurg 1500: Provincia Bavarese

Pyrbaum

Signoria

Stati del Sacro Romano Impero (P)

108
Contea Provincia del Basso Reno WF 1149 1557: Annessa a Sternberg e Pyrmont 1583: Ritrattata sulla partizione 1631: Annessa a Waldeck-Eisenberg Ottenuta dall'Abate di Bassenheim

Pyrmont Principe di Waldeck e Pyrmont, Conte di Rappolstein, Signore di Hohenack e Geroldseck am Wasgau

Pyrmont (in Eifel)

Contea

Provincia del Basso Reno

WF

Stati del Sacro Romano Impero (Q)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera Q:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Quadt Conti di Quadt in Wykradt e Isny Quedlinburg

1752: Contea del Sacro Romano Impero

Provincia del Basso Reno

WF

1502: Acquisisce Wykradt 1803-1806: Acquisisce Isny 1814: Annessa alla Prussia 1793: Consiglio dei Principi 1801: Secolarizzato 1803: alla Prussia 1807: alla Vestfalia 1815: alla Prussia 950 1466: Annessa alla Baviera-Naumburg 950: prima menzione dei Signori di Querfurt 979: prima menzione del castello di Querfurt 1137: Feudo del Magdeburgo Acquisisce la Contea di Mansfeld Acquisisce la Contea di Seeburg Acquisisce la Signoria di Schraplau 1496: Estinzione della linea dei Signori di Querfurt; il feudo passa al Magdeburgo 1635: all'Elettorato di Sassonia 1656: al Sassonia-Weissenfels 1746: Estizione della linea di Sassonia-Querfurt; passata alla Sassonia 1815: alla Prussia

931: Abbazia 1465: Principato Abbaziale del Sacro Romano Impero

Provincia dell'Alta Sassonia

Querfurt Querfurt

Signoria 1137: Signoria Provincia 1663: Principato del Sacro Romano dell'Alta Impero di Sassonia-Querfurt Sassonia

Stati del Sacro Romano Impero (R)

109

Stati del Sacro Romano Impero (R)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera R:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Rantzau Ranzau Rantzow Rapperswil Rapperschwyl

Contea

Provincia della Bassa Sassonia

Acquisisce Barmstedt

Signoria 1232/1233: Contea del Sacro Romano Impero

1200: Rapperswil viene fondata 1229: prima menzione del castello di Rapperswil 1309: Ereditata dai Conti d'Asburgo-Laufenburg La citt compera la propria indipendenza dall'Austria 1442: Aderisce alla Confederazione Svizzera

Rappoltstein

Signoria Contea del Sacro Romano Impero Ducato Vescovato Provincia della Bassa Sassonia 1236 1648: Secolarizzato come principato per il Mecleburgo-Schwerin Ottenuto dal Ducato di Mecleburgo-Schwerin 1346: Ai Conti di Berg 1348: Ai Duchi di Julich 1521: Ai Duchi di Kleve 1614: al Brandeburgo 1803: alla Baviera 1810: Annessa al Wrttemberg 1528: Annesso a Cleves 1179: prima menzione di Rechberg 1806: al Wurttemberg

Ratibor Ratzeburg

Ratzeburg

Principato

Provincia della Bassa Sassonia Provincia del Basso Reno

1648: Secolarizzato per il Mecleburgo-Strelitz 1150

Ravensberg

1180: Contea

Ravensburg

Libera Citt Imperiale Baronia Signoria 1577: Baronia del Sacro Romano Impero 1626: Contea del Sacro Romano Impero 1601: Baronia del Sacro Romano Impero Contea Contea

Provincia Sveva

SW

1276

Ravenstein Rechberg

XII sec.

Rechberg e Rothenlwen Barone di Rechberg at Hohenrechberg

1613?: Stato Imperiale 1745: Rinominato in Langraviato di Osterberg 1810: Conti bavaresi Provincia di Franconia FR 1713: Rinominato da Rechteren quando eredita parte di Limpurg

Rechteren-Limpurg-Speckfeld

Stati del Sacro Romano Impero (R)

110
1623: Contea del Sacro Romano Impero 739: Vescovato 1803: Arcivescovato Provincia Bavarese EC 919 a Aspremont-Lynden

Reckheim

Ratisbona

1500: Provincia Bavarese 1793: Consiglio dei Principi 1802: Principato di Ratisbona-Aschaffenburg 1803: Arcivescovato (con Magonza) 1810: alla Baviera 1190-1245: Amministrazione Imperiale 1500: Provincia Bavarese 1802: Amministrata da Magonza 1803: Annessa al vescovato di Ratisbona 1810: Amministrazione francese 1810: Annessa alla Baviera 1366: Annessa a Hainburg

Ratisbona

1180: Libera Citt Provincia Imperiale Bavarese

SW

1180

Regenstein

Contea

n/a

1160: Divisa da Blankenburg PR

Regenstein

Contea

Provincia della Bassa Sassonia

Creata dall'unione di Annessa al Blankenburg e Hainburg Brunswick-Wolfenbttel. Annessa successivamente al Principato di Halberstadt 1500: Provincia di Franconia a Schonborn

Reichelsberg Reichsberg

Signoria Contea del Sacro Romano Impero Abbazia 724: Fondazione del monastero

Reichenau

Reichenstein

Contea del Sacro Romano Impero Signoria Signoria del Sacro Provincia Romano Impero dell'Alto Reno 620: Abbazia 1290: Principato Abbaziale del Sacro Romano Impero 1673: Contea Imperiale Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia PR c1010

1698: Acquisita da Nesselrode

Reichenweier Reipoltskirchen

Remiremont

620: fondazione dell'abbazia 1070: Stato imperiale 1790: Secolarizzato e annesso alla Francia

Reuss Reuss

c1206: divisa in Reuss-Gera, Reuss-Plauen e Reuss-Weida

Reuss-Berg

Contea

PR

1583: Divisa da Reu-Unter-Greiz

1640: Annessa a Reu-Unter-Greiz

Reuss-Ebersdorf Reuss-Ebersdorf

Contea 1806: Principato

PR

1678: Divisa da Reu-Lobenstein

Reuss-Gera Reuss-Gera

Contea

PR

c1206: Divisa da Reuss

1479: Annessa a Reuss-Lobenstein

Stati del Sacro Romano Impero (R)

111
Contea Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia PR 1647: Divisa da Reuss-Schleiz 1802: Divided between Reuss-Lobenstein and Reuss-Schleiz 1564: Divisa in Reuss-Ober-Greiz, Reuss-Schleiz e Reuss-Unter-Greiz 1604: Divisa in Reuss-Ober-Greiz e Reuss-Unter-Greiz 1768: Unione di Reuss-Ober-Greiz e Reuss-Unter-Greiz 1711: Divisa in Reuss-Ebersdorf e Reuss-Lobenstein

Reuss-Gera Reuss-Gera

Reuss-Greiz Contea Reuss-Greiz 1778: Principato Principe di Reuss, Conte e Signore di Plauen, Signore di Greiz, Kranichfeld, Gera, Schleiz e Lobenstein

PR

1303: Divisa da Reuss-Plauen 1583: Divisa da Reuss-Unter-Greiz

Reuss-Hirschberg Reuss-Hirschberg

Contea

Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia

PR

1678: Divisa da Reuss-Lobenstein

Reuss-Hof Reuss-Hof

Contea

PR

1225: Divisa da Reuss-Weida

1264: Riannessa a Reuss-Weida 1288: Ricreata sulla divisione del 1288 1411: Annessa a Norimberga 1547: Annessa a Reuss-Plauen 1824: Lobenstein diventa parte del Reuss-Ebersdorf

Reuss-Lobenstein 1673: Contea Reuss-Lobenstein 1790: Principato Principe Reuss, Conte e Signore di Plauen, Signore di Greiz, Kranichfeld, Gera, Schleiz e Lobenstein Reuss-Ober-Greiz Contea

Provincia dell'Alta Sassonia

PR

1425: divisa da Reuss-Gera 1647: Divisa da Reuss-Schleiz

Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia

PR

1564: Divisa da Reuss-Greiz

1768: Rinominata Reuss-Greiz

Reuss-Osterstein-Ronneberg

Contea

PR

1225: Divisa da Reuss-Weida

1253: Riannessa a Reuss-Weida

Reuss-Plauen Reuss-Plauen

Contea

PR

c1206: Divisa da Reuss

1569: Divisa in Reuss-Greiz e Sassonia

Reuss-Saalburg

Contea

PR

1647: Divisa da Reuss-Schleiz

1666: Riannessa a Reuss-Schleiz

Reuss-Schleiz Reuss-Schleiz Principe Reuss, Conte e Signore di Plauen, Signore di Gera, Kranichfeld, Greiz, Schleiz e Lobenstein Reuss-Selbitz

Contea Provincia 1806: Principato dell'Alta del Sacro Romano Sassonia Impero

PR

1564: Diviso in Reuss-Greiz

Contea

Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia

PR

1710: Divisa da Reuss-Lobenstein

1805: Riannessa a Reuss-Lobenstein

Reuss-Unter-Greiz

Contea

PR

1564: Divisa da Reuss-Greiz

1583: Divisa in Reuss-Berg e Reuss-Greiz

Reuss-Unter-Greiz

Contea 1673: Principato

PR

1604: Divisa da Reuss-Greiz

1768: Annessa a Reuss-Ober-Greiz

Stati del Sacro Romano Impero (R)

112
Contea Provincia dell'Alta Sassonia Provincia Sveva PR c1206: Divisa da Reuss 1532: Divisa molte volte. Annessa alla Sassonia

Reuss-Weida Reuss-Weida

Reutlingen

Libera Citt Imperiale Signoria

SW

1240

1803: al Wrttemberg

Rheda

1190: ai Signori di Lippe 1364: ai Conti di Tecklenburg 1605: ai Conti di Bentheim-Tecklenburg 1808: al Granducato di Berg 1818: al Regno di Prussia dal 1082: Parte del Vescovato di Munster 1806: al Granducato di Berg 1811: Annesso alla Francia 1815: alla Prussia Provincia dell'Elettorato del Reno 1512: Provincia dell'Elettorato del Reno 1654: a Sinzendorf-Ernstbrunn 1806: al Principe Primato Carlo Teodoro di Dalberg

Rheina-Wolbeck

1802: Principato

Rheineck

Signoria Burgraviato

Rheinfelden Rheinfelden Rheintal Rhine

Signoria Citt Imperiale Signoria Rengraviato (langraviato del Reno) Contea 1310: Contea 1058: da Rhinegau 1361: Annessa a Wild-Rhine 1225 1330: Venduta agli Asburgo

Rhinegau Rickingen

937 1310; Divisa da Leiningen

Rhine dal 1058 1310: Creata come Contea governata dai Leiningen 1668: Annessa a Leiningen-Hartenburg

Riedesel zu Eisenbach Riedlingen

Signoria Libera Citt Imperiale

Stati del Sacro Romano Impero (R)

113
Signoria 1641: Contea Provincia di Franconia 1619: Divisa da Nostitz 1106/1108: Rieneck ereditata dai Conti di Loon nel Brabante 1156/1157: prima mewnzione della famiglia dei "da Rieneck" dei Conti di Loon 1179: prima menzione del castello di Rieneck c1200: Divisione in Loon e Rieneck 1366: Rieneck diventa feudo di Magonza 1500: Provincia di Franconia 1559: Estinzione della linea dei Conti; Reineck viene affidata a Magonza e Wurzburg 1673: Venduta a Nostitz da Magonza 1796: Divisa in Thrmitz e Tschochau 1815: alla Baviera 1353: Stato Imperiale 1456: Sotto la sovranit dei Langravi di Assia-Kassel 1526/1577: Passata per eredit femminile ai Conti dell'Est Frisia 1690/1702: Passata per eredit femminile ai Conti di Kaunitz 1807: Annessa al Regno di Westfalia 1815: alla Prussia 1454: Divisa da Arenberg 1544: Annessa a Stolberg-Rochefort 1793: Consiglio dei Principi

Rieneck

Rietberg

1237: Contea 1353: Contea del Sacro Romano Impero

Provincia del Basso Reno

1237

Rochefort

Contea

Roggenburg

Abbazia del Sacro Provincia Romano Impero Sveva Signoria del Sacro Romano Impero Contea del Sacro Romano Impero Libera Citt Imperiale Principato Signoria Provincia dell'Alto Reno

Roggendorf

1600: all'Austria

Rosheim

1648: Annessa alla Francia

Rostock Rteln Roteln Roth an der Roth

1376: Abbazia del Provincia Sacro Romano Sveva Impero

1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzato ai Conti di Wartenberg 1806: al Regno di Wurttemberg SW 1274 1500: Provincia di Franconia 1803: alla Baviera

Rothenburg ob der Tauber

Libera Citt Imperiale Contea

Provincia di Franconia Provincia Sveva

Rothenfels

Stati del Sacro Romano Impero (R)

114
Abbazia Provincia Sveva Provincia Sveva SW 1140 1793: Consiglio dei Principi

Rottenmnster Rottenmunster Rottweil

Citt Imperiale

1463: associata alla Confederazione Svizzera (sino al XVIII sec.) 1802: al Wrttemberg 1159: prima menzione di Runkel 1521: Ereditata dai Conti di Wied 1698: ai Conti di Wied-Runkel 1806: ai Nassau-Weilburg

Runkel

Signoria 1219: Contea

Rugen

Principato

1162

1168-1438: Feudo danese 1325: Estinzione della casata principesca; unita alla Pomerania-Wolgast 1648: alla Pomerania svedese 1815: alla Prussia ai Conti di Arnstein 1524: Estinzione della linea dei conti; passa al Brandeburgo

Ruppin

Contea

Stati del Sacro Romano Impero (S)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera S:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Saarbrcken (Saarbrucken)

Contea

c1120

999: prima menzione del castellum Sarabrucca ai Vescovi di Metz ai Conti del Basso Saargau ai Conti delle Ardenne 1353: Saarbrucken passa alla linea di Walram dei Conti di Nassau 1381-1793: ai Conti di Nassau-Saarburcken 1801-1815: alla Francia 1815: alla Prussia

Saarwerden e Lahr Sassenburg Sagan San Biagio San Emmeram St. Emmeram in Regensburg

Contea ai Conti di Mark Ducato Abbazia Abbazia 830-975: Unita ad Augsburg 1500: Provincia Bavarese 1793: Consiglio dei Principi 1207 1799: Annessa alla Repubblica Elvetica

San Gallo

Abbazia

Stati del Sacro Romano Impero (S)

115
1401: Citt Imperiale 1454: Associata alla Confederazione Svizzera 1648: Lascia l'impero 1798: nuovo Cantone di Sntis della Repubblica Elvetica 1803: Cantone di San Gallo Provincia Sveva 1793: Consiglio dei Principi

San Gallo

San Giorgio in Isny

Abbazia

Sant'Uberto San Giovanni im Turital

Abbazia Abbazia del Sacro Romano Impero Abbazia Provincia del Basso Reno 1793: Consiglio dei Principi

San Kornelimnster St. Kornelimunster

San Massimino

Abbazia del Sacro Romano Impero Giurisdizione Abbazia Abbazia Abbazia Abbazia 1019: Contea 1623: Principato del Sacro Romano Impero n/a n/a 1019: Diviso da Saarbrcken 1170: Diviso in Basso Salm (linea dei Signori di Reifferscheid) e Alto Salm (linea di "Wild- e Rheingrafen" o "dei Conti della Foresta e del Reno") 1639: Salm-Reifferscheid-Dyck separato dal Basso Salm 1651: l'Alto Salm diviso in Salm e Salm-Grumbach 1654: Consiglio dei Principi 1676: Salm divisa in Salm-Salm e Salm-Kyrburg 1734: il Basso Salm diviso in Salm-Reifferscheid-Bedbur e Salm-Reifferscheid-Raitz 1499: Elevata a Foresta e Rrhingraviato di Salm 1574: Diviso in Salm-Salm e Salm-Grumbach 1520: Diviso in se stesso e Salm-Neuburg 1600: Annesso al Ducato di Lorena<rb>1608: Ricreato 1670: Annesso alla Francia 1506: Annessoa al Ducato di Lorena 1793: Consiglio dei Principi

San Pietro San Pietro auf dem Schwarzwald San Trudperto Sant'Ulrizo e Santa Afra in Augsburg Salem Salm

Salm, Alto Salm

1163: Contea

1170: Divisa da Salm

Salm-Badenweiler

Contea

Provincia dell'Alto Reno

1431: Diviso dall'Alto Salm

Salm-Blankenburg

Contea

n/a

n/a

1246: Diviso dall'Alto Salm

Stati del Sacro Romano Impero (S)

116
1263: Contea Fortesta e Rheingraviato (Lamngraviato del Reno) Provincia dell'Alto Reno WF 1499: Divuiso dall'Alto Salm 1263: Separato dall'Alto Salm 1499-1574: Parte di Salm 1574: Diviso in se stesso, Salm-Grumbach e Salm-Salm 1697: Diviso in se stesso e Salm-Puttlingen 1750: Parte di Salm-Grumbach 1750: Annesso a Salm-Puttlingen 1815: alla Prussia 1574: Diviso da Salm-Dhaun 1668: Diviso in se stesso e Salm-Rheingrafenstein e Grehweiler 1801: Annesso alla Francia 1803: Rinominato Salm-Horstmar con l'aggiunta di nuovi territori 1739: Rinominata Salm-Salm

Salm-Dhaun Salm-Daun Conti della Forest e del Reno di Salm in Dhaun

Salm-Grumbach

Fortesta e Rhingraviato (Langraviato del Reno)

Provincia dell'Alto Reno

WF

Salm-Hoogstraten

Altgraviato (Antico Langraviato)

Provincia dell'Alto Reno Provincia Sveva

PR

1696: Divisa da Salm-Neuweiler

Salm-Horstmar Conti della Foresta e del Reno di Salm in Horstmar

Contea

SW

1803: Rinominata daSalm-Dhaun

1269: Parte del Vescovato di Munster Acquisisce la Contea di Horstmar in Prussia e parte della Contea di Limpurg nel Wurttemberg 1806: Annessa a Berg 1810: Annessa dalla Francia 1815: alla Prussia 1816: Principato di Salm-Horstmar in Prussia 1607: Divisa in se stessa, Salm-Mrchingen e Salm-Tronecken 1681: Annessa a Salm-Mrchingen Acquisisce il Principato di Overijse e la Signoria di Leuze Pecq in Belgio Acquisisce la Signoria di Boxen e Meer-Gestel nei Paesi Bassi 1806: Aderisce alla Confederazione del Reno 1811: alla Francia 1813:alla Prussia 1905: Estinzione della linea; assunta dai Principi di Salm-Salm 1742: Divisa da Salm-Leuze 1815: alla Prussia

Salm-Kyrburg

Foresta e Rheingraviato (Langraviato del Reno) 1086: Contea 1742: Principato

Provincia dell'Alto Reno

WF

1499: Divisa dall'Alto Salm

Salm-Kyrburg Principe di Salm-Kyrburg, Principe Regnante di Ahaus, Bocholt e Gemen, Conte della Foresta di Dhaun e Kyrburg, Conte del Reno di Stein

Provincia dell'Alto Reno

PR

Salm-Leuze

Foresta e Rehingraviato, successivamente Principato Foresta e Rehingraviato Provincia dell'Alto Reno

PR

1696: Divisa da Salm-Neuweiler

1742: Divisa in se stessa e Salm-Kyrburg 1779: Annessa a Salm-Kyrburg

Salm-Mrchingen

1607: Divisa da Salm-Kyrburg

1688: Annessa a Salm-Neuweiler

Stati del Sacro Romano Impero (S)

117
Foresta e Rehingraviato Contea Palatina da 1629 Foresta a Regingraviato Provincia dell'Alto Reno WF 1520: Divisa da Salm-Badenweiler 1653: Ceduta a Sinzendorf 1784: Estinta

Salm-Neuburg

Salm-Neuweiler

Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno

1608: Divisa da Salm-Salm

1696: Divisa in Salm-Hoogstraten e Salm-Leuze

Salm-Puttlingen

Foresta e Rehingraviato

1697: Divisa da Salm-Dhaun

1748: Rinominata Salm-Dhaun

Salm-Reifferscheid

Altgraviato 1455: Contea

1416: Creata dall'unione del Basso Salm e Reifferscheid

1639: Separata dal Basso Salm 1693: Divisa in Salm-Reifferscheid-Bedbur e Salm-Reifferscheid-Dyck 1801-1813: Annessa dalla Francia 1815: alla Prussia 1734: Divisa in se stessa, Salm-Reifferscheid-Hainsbach e Salm-Reifferscheid-Raitz 1804: Rinominata Salm-Reifferscheid-Krautheim 1806: Confederazione del Reno 1811: alla Francia 1813: alla Prussia 1816: Principe di Salm-Reifferscheid-Dyck in Prussia 1888: Estinzione della linea; ai Principi di Salm-Reifferscheid-Krantheim

Salm-Reifferscheid-Bedbur

Contea Principato da 1803

Provincia dell'Alto Reno

WF

1639: Divisa da Salm-Reifferscheid

Salm-Reifferscheid-Dyck Principe del Sacro Romano Impero di Salm, Duca di Hoogstraeten, Conte della Foresta di Dhaun e Kyrburg, Conte del Reno di Stein, Signore di Diemeringen, Anholt

Contea

Provincia WF del Basso Reno

Salm-Reifferscheid-Hainsbach

Contea

1734: Divisa da Salm-Reifferscheid-Bedbur Provincia Sveva n/a SW 1804: Rinominato Salm-Reifferscheid-Bedbur 1734: Divisa da Salm-Reifferscheid-Bedbur 1688: Divisa da Salm-Grumbach

Salm-Reifferscheid-Krautheim

Principato

Salm-Reifferscheid-Raitz

Contea 1790: Principato Foresta e Rehingraviato

n/a

Salm-Rheingrafenstein e Grehweiler

Provincia dell'Alto Reno Province dell'Alto e del Basso Reno Province dell'Alto e del Basso Reno

WF

Salm-Salm

1574: Contea Foresta e Rehingraviato 1623: Principato

WF, PR

1574: Divisa da Salm-Dhaun

1608: Divisa in se stessa e Salm-Neuweiler 1738: Annessa a Salm-Hoogstraten

Salm-Salm Principe del Sacro Romano Impero di Salm, Duca di Hoogstraeten, Conte della Foresta di Dhaun e Kyrburg, Conte del Reno di Stein, Signore di Diemeringen, Anholt Salm-Tronecken

Foresta e Rehingraviato 1623: Principato

WF, PR

1739: Rinominata Salm-Hoogstraten

Foresta e Rehingraviato

Provincia dell'Alto Reno

1607: Divisa da Salm-Kyrburg

1637: Annessa a Salm-Mrchingen

Stati del Sacro Romano Impero (S)

118
Abbazia Provincia Sveva Provincia Bavarese EC c543 1793: Consiglio dei Principi

Salmannsweiler Salmansweiler Salisburgo

c543: Vescovato 798: Arcivescovato 1278: Principato Arcivescovile 1803: Ducato di Salisburgo 1803: Elettorato del Sacro Romano Impero di Salisburgo Contea del Sacro Romano Impero Citt Imperiale

1500: Provincia Bavarese 1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzato come ducato formale per Ferdinando III di Toscana 1805: all'Austria

Sargans

1500: all'Austria

Sarrebourg

Provincia dell'Alto Reno

1641: Annessa alla Francia

Saussenberg Savoia

Langraviato 1031/32: Contea 1313: Principato del Sacro Romano Impero 1416: Ducato Baronia 850: Margraviato 888:Ducato 1356-1806: Elettorato 1806-1918: Regno c850: Ludolf ottiene il Margraviato di Sassonia dall'Imperatore Ludovico il Germanico 961-1106: alla Casa di Billung 1106: ad Enrico il Coraggiosobr>1180: Enrico il Leone viene privato del Ducato di Sassonia 1485: Divisione in linea Albertina (successiva Sassonia Elettorale) e linea Ernestina (successivamente Duchi di Turingia e Sassonia) Provincia dell'Alta Sassonia PR 1602: Divisione in Sassonia-Weimar 1672-1825: In unione personale col Sassonia-Gotha Provincia dell'Alto Reno PR 1032 1401: Otenuta dai Conti di Geneva 1419: Acquisisce il Piemonte 1582: Consiglio dei Principi 1792: Annessa alla Francia 1860: Ceduta alla Francia

Sax Sassonia

Sassonia-Altenburg

1602-1672: Ducato 1826-1918: Ducato

Sassonia-Coburg Duca di Sassonia-Coburg e Gotha, di Julich, Cleve e Berg, di Engern e Vestfalia, Landgravio in Turingen, Margravio di Meissen, Conte Principesco di Henneberg, Conte di Mark e Ravensberg, Signore di Ravenstein e Tonna, etc. Sassonia-Coburgo-Saalfeld

1596-1633: Ducato 1681-1699: Ducato

Peovincia PR dell'Alta Sassonia

1572: Divisa da Sassonia-Gotha

1633: Annessa a Sassonia-Eisenach 1680: Divisa da Sassonia-Gotha 1699: Unita per formare il Sassonia-Coburgo-Saalfeld

Ducato

Provincia dell'Alta Sassonia

PR

1699: Creata dall'unione del Sassonia-Coburgo e del Sassonia-Saalfeld

Stati del Sacro Romano Impero (S)

119
1596-1638:Ducato 1640-1644: Ducato 1672-1806: Ducato Provincia dell'Alta Sassonia PR 1572: Divisa da Sassonia-Gotha 1638: Divisa in Sassonia-Weimar e Sassonia-Altenburg 1640: Divisa da Sassonia-Weimar 1644: Divisa in Sassonia-Weimar e Sassonia-Gotha 1662: Divisa da Sassonia-Weimar 1741: Unita a formare il Sassonia-Weimar-Eisenach 1707: Annessa a Sassonia-Gotha-Altenburg

Sassonia-Eisenach

Sassonia-Eisenberg

Ducato

Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia

PR

1680: Divisa da Sassonia-Gotha

Sassonia-Gotha

Ducato

PR

1553: Divisa dalla Sassonia-Turingia

1572: Divisa in Sassonia-Coburgo e Sassonia-Eisenach

Sassonia-Gotha

1640-1680: Ducato

PR

1640: Divisa da Sassonia-Weimar

1680: Divisa in Sassonia-Coburgo, Sassonia-Eisenburg, Sassonia-Gotha-Altenburg, Sassonia-Hildburghausen, Sassonia-Meiningen, Sassonia-Rmhild e Sassonia-Saalfeld

Sassonia-Gotha-Altenburg

Ducato

Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia n/a

PR

1680: Divisa dal Sassonia-Gotha

Sassonia-Hildburghausen

1680: Ducato

PR

1680: Divisa da Sassonia-Gotha

Sassonia-Jena

Ducato

PR

1662: Divisa da Sassonia-Weimar

1600: Divisa tra Sassonia-Weimar e Sassonia-Eisenach

Sassonia-Lauenburg

Ducato

n/a

1260: Divisa dalla Sassonia

1305: Divisa in Sassonia-Mlln-Bergedorf e Sassonia-Ratzeburg

Sassonia-Meiningen

1681-1918: Ducato

Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia

PR

1680: Divisa da Sassonia-Gotha

Sassonia-Meissen

Ducato

PR

1485: Divisa da Sassonia-Wittenberg

1547: Annessa alla Sassonia

Sassonia-Merseburg

Ducato

PR

1656: Divisa dalla Sassonia

1738: Annessa alla Sassonia

Sassonia-Saalfeld

Ducato

PR

1680: Divisa da Sassonia-Gotha

1699: Unita a formare la Sassonia-Coburg-Saalfeld

Stati del Sacro Romano Impero (S)

120
1572-1806 Ducatp 1815: Granducato Provincia dell'Alta Sassonia PR 1553: Diviso dal Sassonia-Turingia 1582: Consiglio dei Principi 1602: Divisa in se stesso e Sassonia-Altenburg 1640: Divisa in se stesso, Sassonia-Eisenach e Sassonia-Gotha 1672: Divisa in se stessa, Sassonia-Eisenach, Sassonia-Marksuhl, e Sassonia-Jena 1741: Unuione personale con union Sassonia-Weimar e Sassonia-Eisenach 1809: ai Sassonia-Weimar-Eisenach

Sassonia-Weimar Granduca di Sassonia-Weimar-Eisenach, Langravio in Turingia, Margravio di Misnia, Conte Principesco di Henneberg, Signore di Blankenhayn, Neustadt e Tautenburg

Sassonia-Weimar-Eisenach Duca di Sassonia, Langravio in Turingia, Margravio di Meissen, Conte Principesco di Henneberg, Signore di Blankenhayn, Neustadt, Tautenburg, etc. Sassonia-Weissenfels

Ducato

Provincia dell'Alta Sassonia

PR

1741: Creata dall'unione di Sassonia-Eisenach e Sassonia-Weimar

Ducato

Provincia dell'Alta Sassonia n/a

PR

1656: Diviso dalla Sassonia

1746: Annessa alla Sassonia

Sassonia-Wittenberg

Ducato 1356: Principe Elettore del Sacro Romano Impero Ducato

EL

1260: Creata dalla Partizione del Ducato di Sassonia

1423: Unita con il Margraviato di Meien a formare il Ducato di Sassonia 1582: Consiglio dei Principi 1260: Divisa in Sassonia-Wittenberg e Sassonia-Lauenburg Divisa tra linea Ernestina e Albertina nel 1485

Sassonia

n/a

VIII sec.

Sassonia

Ducato e poi Elettorato

Provincia dell'Alta Sassonia

EL

1423: Creata dall'unione del Margraviato di Meien e del Ducato di Sassonia-Wittenberg

Sayn

Contea

Provincia del Basso Reno

1247: ai Conti di Sponheim 1294: Divisione in Sayn-Sayn e Sayn-Vallendar 1606: estinzione delle linee di Sayn, Hachenburg e Altenkirchen 1345: Matrimonio di Salentin di Sayn-Vallendar e Adelaide, erede di Contea di Wittgenstein 1605: Divisione in Sayn-Berlebrug, Sayn-Sayn e Sayn-Wittgenstein. Ai Sassonia-Eisenach al Brandeburgo-Asbach alla Prussia ai Manderscheid-Blankenheim ai Kirchberg ai Nassau-Weilburg 1648: Divisione in Sayn-Hachenburg e Sayn-Altenkirchen

Sayn-Altenkirchen

Contea

Sayn-Hachenburg

Contea

Sayn-Sayn

Stati del Sacro Romano Impero (S)

121
1361: Contea 1792: Principato 1605: Divisione in Sayn-Wittgenstein-Berleburg e Sayn-Wittgenstein-Hohenstein 1806: Annessa all'Assia-Darmstadt 1806: Annessa alla Prussia 1623: Occupata dall'Arcivescovato di Colonia 1715: ai Burgravi di Kirchberg 1799: ai Conti di Nassau-Weilburg 1803: ai Sayn-Wittenstein-Berleburg al Granducato di Lussemburgo 1806: Annesso all'Assia-Darmstadt 1816: Annesso alla Prussia

Sayn-Wittgenstein-Berleburg Principe di Sayn-Wittgenstein-Berleburg, Signore di Vallendar e Neumagen

Sayn-Wittgenstein-Hachenburg

1648: Contea

Sayn-Wittgenstein-Hohenstein Principe di Sayn-Wittgenstein-Hohenstein Sayn-Wittgenstein-Sayn Schaffhausen

1605: Contea 1801: Principe

1846: Estinzione della linea Abbazia del Sacro Romano Impero 1190: Libera Citt Imperiale n/a 1190 1045: prima menzuione di Schaffhausen con diritto di battere moneta 1049: all'Abbazia di Allerheiligen 1330: l'Imperatore assegna la citt agli Asburgo 1415: Schaffhausen compra la sua indipendenza dagli Asburgo 1454: Alleanza con la Confederazione Svizzera 1501: Aderisce alla Confederazione Svizzera 1648: Lascia l'Impero

Schaffhausen

Schsberg Schasberg Schaumburg Schauenburg 1110: Contea 1619: Contea del Sacro Romano Impero Provincia WE del Basso Reno 1110 Divisione in Schaumburg e Schaumburg-Lippe Divisa in 1640, con molti territori all'Assia-Kassel; la linea continua in Schaumburg-Lippe 1646: Schaumburg viene divisa in Contea di Pinneberg in Holstein data al Re di Danimarca; la Signoria di Bergen in Olanda viene venduta; la Signoria di Gemen in Vestfalia passa ai Conti di Limburg; e la Contea di Sternberg va a Lippe. Area: 340km; Pop. (1800): c20,000

Schaumburg-Lippe Principe di Schaumburg-Lippe, Nobile Signore di Lippe, Conte di Schwalenberg e Sternberg, etc.

1647: Contea del Sacro Romano Impero 1807: Principe di Schaumburg-Lippe Contea

Provincia WE del Basso Reno

1647: Precedentemente parte di Schaumburg

Schaumburg-Rendsburg

1290

1474: allo Schleswig-Holstein

Stati del Sacro Romano Impero (S)

122
Signoria del Sacro Romano Impero Contea del Sacro Romano Impero Signoria 1785: Conte Principesco di Friedberg e Scheer Signoria 1559: Estinzione della linea

Schaunberg

Scheer

ai Thurn und Taxis

Schellenberg

1510: L'ultimo Barone di Brandis vende Vaduz e Schellenberg ai Conti di Sulz 1699: venduta al Liechtenstein

Schiers Schillingen Schleswig Schleswig Duca di Schleswig, Holstein, Stormarn, Ditmarshes, Lauenburg e Oldenburg

Alta Giurisdizione Signoria 947: Vescovato 1115: Ducato 1058 1386: ai Conti di Holstein come feudo ereditario 1460: Schleswig e Holstein in unione personale con la Danimarca 1474: Divisi in Schleswig-Holstein 1581: Divisa in una "parte reale", col Re di Danimarca come Duca, e una "parte ducale", conosciuta come Schleswig-Holstein-Gottorp 1658: La corona danese rinuncia ai propri diritti sullo Schleswig 1773: al Regno di Danimarca 1866: alla Prussia 1648: Annessa alla Francia

Schleswig-Holstein

Ducato

1474: Creato da Holstein, Schleswig, e Schaumburg-Rendsburg

Schlettstadt Slestat

Libera Citt Imperiale Provincia dell'Alto Reno Signoria 1116: Signoria 1677: Baronia del Sacro Romano Impero 1726: Contea del Sacro Romano Impero Provincia WT di Franconia 1804: ai Conti di Wetterau

Schliengen Schlitz genannt von Grtz

1116: all'Abbazia di Fulda 1408: Rinominata Schlitz genannt von Grtz 1563: Acquisisce la Signoria di Pfarrstellen 1656: Ottiene l'indipendenza da Fulda 1806: All'Assia-Darmstadt all'Abbazia di Fulda al Vescovato di Wurzburg alla Turingia ai Conti di Henneberg aderisce al governo di Henneberg e Assia 1583: al Langravio d'Assia Acquisisce Reichelsberg

Schmalkalden

Signoria

Nessuna

Schnborn Schonborn

Stati del Sacro Romano Impero (S)

123
1700: Contea del Sacro Romano Impero 1790: Principato del Sacro Romano Impero Provincia dell'Alta Sassonia 1100s; prima menzione di Schonburg 1569: Divisione in Basso Schonburg e Alto Schonburg 1700: l'Alto Schonburg diviene contea imperiale 1740: Sotto parziale governo dell'Elettorato di Sassonia<1790: l'Alto Schonburg si divide in Schonburg-Hartenstein e Schonburg-Waldenburg 1569: Diviso da Schnburg 1800: Diviso in Schnburg-Hartenstein e Schnburg-Waldenburg Divisa in Schnburg-Hinterglauchau, Schnburg-Rochsburg e Schnburg-Wechselburg

Schnburg Schonburg

Schnburg, Alto Schnburg

Contea

Provincia dell'Alta Sassonia Provincia WT della Sassonia Superiore Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia Provincia dell'Alta Sassonia

Schnburg, Basso Schnburg

Contea

1569: Divisa da Schnburg

Schnburg-Hartenstein

Principato

1800: Divisa in Alto Schnburg

Schnburg-Hinterglauchau

Contea

Divisa dal Basso Schnburg

Schnburg-Rochsburg

Contea

Divisa dal Basso Schnburg

Schnburg-Waldenburg Principe, Conte e Signore di Schnburg, Conte e Signore di Glauchau e Waldenburg, etc. Schnburg-Wechselburg

Principato

1800: Diviso dall'Alto Schnburg

Contea

Provincia dell'Alta Sassonia

Divisa dal Basso Schnburg

Schnstein Schonstein Schnthal Schonthal Schussenried

Signoria

Abbazia del Sacro Romano Impero Abbazia del Sacro Romano Impero Signoria del Sacro Romano Impero Citt Imperiale Provincia Sveva SW c1250 Provincia Sveva 1793: Consiglio dei Principi

Schwabegg

a Mindelheim

Schwbisch Gmnd Schwabisch Gmund

1803: al Wrttemberg

Stati del Sacro Romano Impero (S)

124
1280: Libera Citt Imperiale Provincia Sveva SW 1280 1156: prima menzione di Schwabisch Hall in un trattato ai Conti di Comburg-Rothenburg c1116: Passata agli Hohenstaufen 1204: Schwabisch Hall raggiunge lo status di villaggio 1802: perde la propria indipendenza politica e territoriale 1803: al Wrttemberg 1607/08: alla Baviera 1705-1714: Libera Citt Imperiale X sec. 1613: Divisa da Lippe-Detmond 1195: Diviso da Kfernburg 1137: Divisa in Pyrmont e Waldeck 1620: Riannessa a Lippe-Detmond

Schwbisch Hall Schwabisch Hall

Schwbisch Wrth

Libera Citt Imperiale

Schwalenberg Schwalenberg-Sternberg

Contea Contea

Schwarzburg Principe del Sacro Romano Impero di Schwarzburg, Conte di Hohenstein, Signore di Arnstadt, Sondershausen, Leutenberg, Lohra e Klettenberg

Contea<nr>1695: Principato del Sacro Romano Impero

1160: Diviso in Schwarzburg e Kafernburg By 1184: Ottenuto da Schwarzburg, Blankenburg e Konigsee 1248: Acquisisce Sondershausen 1302: Annesso a Schwarzburg-Kfernburg 1306 e 1332: Ottiene la Signoria di Arnstadt 1340: Acquisce Rudolstadt e Frankenhausen 1599: Divisione in Schwarzburg-Sondershausen e Schwarzburg-Rudolstadt 1754: Consiglio dei Principi 1651-1669 e 1681-1716: linee separate di Schwarzburg-Arnstadt 1762: Riannessi allo Schwarzburg-Sondershausen Divisa molte volte 1583 e 1669: Annessa a Schwarzburg-Sondershausen

Schwarzburg-Arenstadt

Principato

1721: Diviso da Schwarzburg-Sondershausen

Schwarzburg-Arnstadt

Contea

1326: Divisa da Schwarzburg-Blankenburg 1642: Divisa da Schwarzburg-Sonderhsausen

Schwarzburg-Blankenburg Schwarzburg-Ebeleben

Contea Contea 1681: Principato Contea

1231: Divisa da Schwarzburg Estinta nel 1357 1642: Divisa da Schwarzburg-Sondershausen 1552: Divisa da Schwarzburg-Arnstadt 1195: Divisa da Kfernburg 1721: Divisa da Schwarzburg-Sondershausen 1324: Divisa da Schwarzburg-Schwarzburg 1721: Partitioned from Schwarzburg-Sondershausen 1681-1721: Riannessa a Schwarzburg-Sondershausen 1597: Annessa a Schwarzburg-Rudolstadt 1385: Estinta 1740: Riannessa a Schwarzburg-Sondershausen 1564: Annessa a Schwarzburg-Arnstadt 1749: Re-annexed to Schwarzburg-Sondershausen

Schwarzburg-Frankenhausen

Schwarzburg-Kfernburg Schwarzburg-Keula

Contea Principato

Schwarzburg-Leutenberg

Contea

Schwarzburg-Neustadt

Principato

Schwarzburg-Rabenwald

County

1231: Divisa da Schwarzburg 1312: Annessa a Schwarzburg-Kfernburg

Stati del Sacro Romano Impero (S)

125
Contea 1697: Principato Provincia dell'Alta Sassonia PR 1552: Divisa da Schwarzburg-Arnstadt

Schwarzburg-Rudolstadt Principe di Schwarzburg (-Rudolstadt), Conte di Hohenstein, Signore di Arnstadt, Sondershausen, Leutenberg, Blankenburg, etc Schwarzburg-Schwarzburg

Contea

1274: Divisa da Schwarzburg-Blankenburg

1316: Divisa in Schwarzburg-Leutenberg e Schwarzburg-Wachsenburg Divisa molte volte

Schwarzburg-Sondershausen Principe del Sacro Romano Impero di Schwarzburg-Sonderhausen, Conte di Hohenstein, Signore di Arnstadt, Sondershausen, Leutenberg Schwarzburg-Wachsenburg

Contea 1697: Principato

Provincia dell'Alta Sassonia

PR

1552: Divisa da Schwarzburg-Arnstadt

Contea

1324: Divisa da Schwarzburg-Schwarzburg

1368: Annessa a Meien

Schwarzen Schwarzenbach Schwarzenberg Principe del Sacro Romano Impero di Schwarzenberg, Langravio Principesco di Klettgau, Conte di Sulz, Duca di Krummau, Signore di Gimborn

Signoria Signoria Signoria 1429: Baronia 1566: Contea 1599: Contea Imperiale 1670: Principato Imperiale 1671: Langraviato Imperiale Provincia di Franconia 1347 1500: Provincia di Franconia 1624: Estinta 1674: Consiglio dei Principi 1789: Divisa da Stephanswald-Franconia come Klingenberg

lo Schwarzgraviato

1333: Divisa dagli Hohenzollern Principato 1254: FLibero Vilalggio Imperiale Provincia SW di Franconia 1282

1412: Riannessa agli Hohenzollern

Schweidnitz Schweinfurt

791: prima menzione di Schweinfurt 1200s: ottiene lo status di villaggio 1386: Aderisce alla Lega delle Citt Sveve 1500: Provincia di Franconia 1803: alla Baviera

Schweppenhausen Schwerin

Signoria Vescovato Provincia della Bassa Sassonia Provincia della Bassa Sassonia 1165 1648: Secolarizzato come principato per il Meclemburgo-Schwerin

Schwerin

Principato

1648: Secolarizzato dal Vescovato di Schwerin

al Meclemburgo-Schwerin

Stati del Sacro Romano Impero (S)

126
1167: Contea 1161 1167: Gunzel di Hagen viene infeudato di Schwerin da Enrico il Leone di Sassonia 1279: Divisione in Schwerin-Schwerin e -Scwerin-Wittenburg 1323: linea Schwerin-Boizenburg 1328: Ereditata dalla Contea di Tecklenburg per successione femminile 1343: il Mecleburgo ottiene i diritti ereditari 1344: si estingue la linea degli Schwerin-Schwerin 1349: estinzione della linea degli Schwerin-Wittenburg-Boizenburg 1358: estinzione della linea dei Conti di Schwerin; venduta al Mecleburgo 972: "Comunit di Liberi Contadini di Schwyz" 1173: agli Asburgo 1240: Schwyz si dichiara direttamente dipendente dall'Imperatore 1315: Membro originario della Confederazione Svizzera 1648: Lascia l'Imepro come membro della Confederazione Svizzera 1798-1803: alla Repubblica Elvetica

Schwerin

Schwyz

Valle Imperiale

1309: Divisa dagli Asburgo

Slestat - vedi "Schlettstadt" Seckau 1218: Vescovato 1218: Principato Vescovile del Sacro Romano Impero Signoria 1628: Contea del Sacro Romano Impero Signoria del Sacro Romano Impero Provincia FR di Franconia Baronia della casa di Schwarzenberg Aust 1218

Segenberg

Waldstein

Seinsheim

1803: ai Conti di Franconia

Selz Sickingen

Abbazia Imperiale Contea Provincia Sveva

Siebenbrgen Siegburg

Principato Abbazia Imperiale

Stati del Sacro Romano Impero (S)

127
1250 900s: costruzione del castello di Sigmaringen 1077: prima menzione dei Sigimaringin ?-1253: ai Conti di Peutengau-Hirschberg 1270: ai Conti di Montfort 1290: Venduto all'Austria 1325: ai Conti di Wurttemberg 1362: ai Conti di Werdenberg 1534: ai Conti di Hohenzollern 1610: Barone del Sacro Romano Impero di Ernstbrunn 1653: ai Burgravi di Rheineck 1803: ai Burgravi di Winterrieden

Sigmaringen

Sinzendorf Principe del Sacro Romano Impero di Sinzendorf e Thannhausen, Burgravio di Winterrieden, Barone di Ernstbrunn

1648: Contea del Sacro Romano Impero 1803: Principato del Sacro Romano Impero

Sinzendorf-Ernstbrunn Sion (Francese), Sitten (tedesco]] Sitten, in Svizzera - vedi "Sion" Vescovato c775

Acquisisce Rheineck 999: i Vescovi erano anche Conti di Valais 1798: Annessa a Valais e poi alla Svizzera 1609: Annessa a Cleves

Soest

Citt Imperiale

Provincia RH del Basso Reno Provincia Sveva n/a n/a 1129

Sflingen Soflingen Solms Conti di Solms, signori di Mnzenberg, Wildenfels e Sonnenwalde Solms-Alt-Puch

Abbazia del Sacro Romano Impero Contea

1793: Consiglio dei Principi

1258: Divisa in Solms-Braunfels e Solms-Burg-Solms

Contea

Provincia dell'Alto Reno

WT

1688: Divisa da Solms-Sonnenwalde

1711: Divisa in se stessa, Solms-Kurzwitz, Solms-Rsa e Solms-Sonnenwalde nel 1711 1769: Annessa a Solms-Kurwitz

Solms-Assenheim

Contea

Provincia dell'Alto Reno

WT

1632: Divisa da 1635, 1722, 1778: Annessa Solms-Baruth Solms-Rdelheim-Assenheim 1699, 1728: Divisa da Solms-Rdelheim-Assenheim 1600: Divisa da Solms-Laubach 1622: Divisa in se stessa e Solms-Assenheim 1696: Divisa in se stessa, Solms-Baruth su Klitschdorf e Wehrau, Solms-Laubach, Solms-Utphe e Solms-Wildenfels

Solms-Baruth

Contea

Provincia dell'Alto Reno

WT

Solms-Baruth su Klitschdorf e Wehrau

Contea

n/a

n/a

1696: Divisa da Solms-Baruth

Stati del Sacro Romano Impero (S)

128
Provincia dell'Alto Reno WT 1258: Diviso da Solms 1235: Divio in se stesso e Solms-Ottenstein 1409: Diviso in se stesso e Solms-Lich 1592: Diviso in se stesso, Solms-Greifenstein e Solms-Hungen

Solms-Braunfels Contea Principe del Sacro Romano Impero di 1742: Principato Solms, Signore di Braunfels, Grafenstein, Mnzenberg, Wildenfels e Sonnenwalde Principe di Sacro Romano Impero Solms-Braunfels, Conte di Greifenstein, Lichtenstein e Hungen, Tecklenburg, Crichingen, Lingen, Signore di Mnzenberg, Rheda, Wildenfels, Sonnenwalde, Pttlingen, Dortweiler e Beaucourt Solms-Burg-Solms Solms-Greifenstein Contea Contea

n/a Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno

n/a

1258: Diviso da Solms 1592: Divisa da Solms-Braunfels

1415: Annessa a Solms-Braunfels 1693: Annessa a Solms-Braunfels

Solms-Hohensolms

Contea

WT

1562: Divisa da Solms-Lich

1718: Annessa a Solms-Hohensolms-Lich

Solms-Hohensolms-Lich

Contea 1792: Principato

WT

1718: Unione di Solms-Hohensolms e Solms-Lich 1592: Divisa da Solms-Braunfels 1747: Partitioned from Solms-Kurwitz 1678: Annessa a Solms-Greifenstein

Solms-Hungen

Contea

Solms-Kotiz

Contea

Solms-Kurwitz

Contea

Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno

n/a

1711: Divisa da Solms-Alt-Puch

1747: Divisa in se stessa e Solms-Kotiz

Solms-Laubach

Contea

WT

1544: Divisa da Solms-Lich

1561: Divisa in se stessa e Solms-Sonnenwalde 1607: Divisa in se stessa, Solms-Baruth e Solms-Rdelheim 1627: Divisa in se stessa e Solms-Sonnenwalde 1676: Annessa a Solms-Baruth 1696: Divisa da Solms-Baruth 1544: Divisa ins e stessa e Solms-Laubach Divisa in se stessa e Solms-Hohensolms 1718: Unita per formare Solms-Hohensolms-Lich 1424: Annessa a Solms-Braunfels

Solms-Lich

Contea

Provincia dell'Alto Reno

WT

1409: Divisa da Solms-Braunfels

Solms-Ottenstein

Contea

n/a

n/a

1325: Divisa da Solms-Braunfels

Solms-Rdelheim

Contea

Provincia dell'Alto Reno

WT

1607: Divisa da 1635, 1722, 1778: Annessa a Solms-Laubach Solms-Rdelheim-Assenheim 1699, 1728: Divisa da Solms-Rdelheim-Assenheim 1635, 1722, 1778: Creata dall'unione di Solms-Assenheim e Solms-Rdelheim 1699, 1728: Divisa di nuovo in in Solms-Assenheim e Solms-Rdelheim

Solms-Rdelheim-Assenheim

Contea

Provincia dell'Alto Reno

WT

Stati del Sacro Romano Impero (S)

129
Contea Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno n/a 1711: Divisa da Solms-Alt-Puch

Solms-Rsa

Solms-Sachsenfeld

Contea

n/a

1741: Divisa da Solms-Wildenfels

Solms-Sonnenwalde

Contea

n/a

1561: Divisa da Solms-Laubach

1615: Annessa a Solms-Laubach 1627: Divisa da Solms-Laubach 1688: Divisa in se stessa e Solms-Alt-Puch 1803: Annessa a Solms-Rsa 1762: Estinta

Solms-Utphe

Contea

Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno

n/a

1696: Divisa da Solms-Baruth

Solms-Wildenfels

Contea

n/a

1696: Divisa da Solms-Baruth

1741: Divisa in se stessa e Solms-Sachsenfeld

Solothurn

1218: Libera Citt Imperiale

1218

1355: Membro associato della Confederazione Svizzera; annessa a Berna 1481: Memebro della Confederazione Svizzera 1648: Lascia l'Impero 1474: Ottenuta dall'Austria

Sonnenberg

1463: Contea del Sacro Romano Impero vescovato Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno EC 888

Spira

1793: Consiglio dei Principi 1803: Annessa al Baden

Spira

Citt Imperiale

RH

1294

1792: Annessa alla Francia 1816: Annessa alla Baviera

Spoleto Sponheim

Ducato in Italia Contea del Sacro Romano Impero

VI sec. IX/X sec.

1201: allo Stato della Chiesa 1227: Diviso in Sponheim-Eberstein, Sponheim-Heinsberg, Sponheim-Kreuznach e Sponheim-Starkenburg 1393: Annessa a Nassau-Dillenburg 1340: Riannessa a Sponheim-Kreuznach 1263: Divisa tra Sponheim-Kreuznach e Sponheim-Starkenburg 1258: Annessa a Sponheim-Eberstein Divisa molte volte 1416: Divisa tra Baden e il Palatinato 1707: Tutta al Palatinato

Sponheim-Bolanden

Contea

1314: Divisa da Sponheim-Kreuznach 1291: Divisa da Sponheim-Kreuznach 1227: Divisa da Sponheim

Sponheim-Castellaun

Contea

Sponheim-Eberstein

Contea

Sponheim-Heinsberg

Contea

1227: Divisa da Sponheim

Sponheim-Kreuznach

Contea

1227: Divisa da Sponheim

Stati del Sacro Romano Impero (S)

130
Contea 1261: Divisa da Sponheim-Eberstein 1227: Divisa da Sponheim 1283: Divisa in Sayn e Sayn-Homburg 1444: Divisa tra Baden e il Palatinato 1776: Tutta al Palatinato 1100s: la famiglia menzionata per la prima volta 1392: Divisione della famiglia di Stadion nella linea Sveva e Alsaziana Acquired Thannhausen Acquisisce la Signoria di Waldhausen 1700: riunite le linee di Stadion 1708: Divisione in Stadion-Warthausen (estinta nel 1890) e Stadion-Thannhausen (estinta 1908) 1741: Divisa in Stadion-Thannhausen e Stadion-Warthausen Ereditata dai Conti di Schonborn-Buchheim 1806: alla Baviera

Sponheim-Sayn

Sponheim-Starkenburg

Contea

Stadion Conte del Sacro Romano Impero di Stadion-Stadion e Thannhausen

1200s: Signoria Locale 1686: Baronia del Sacro Romano Impero 1705: Contea del Sacro Romano Impero

XII/XIII sec.

Stadion-Thannhausen Conti di Stadion-Stadion-Thannhausen

1705: Contea del Sacro Romano Impero 1705: Contea del Sacro Romano Impero

1741: Divisa da Stadion

Stadion-Warthausen Stadion-Waldhausen Conti di Stadion-Waldhausen e Thannhausen Stargard

1741: Divisa da Stadion

1806: all'Austria ed al Wurttemberg

Ducato

1130: ai Duchi di Pomerania 1236: ai Margravi di Brandeburgo 1292: ai Principi di Mecleburgo 1352-1471: al Mecleburgo-Stargard 1348: Stato del Sacro Romano Impero n/a FR 1679 1100s: prima menzione della famiglia

Starhemberg

1679: Contea del Sacro Romano Impero (Personale) 1765: Principe del Sacro Romano Impero (Personale)

Starhemberg-Schaumburg-Wachsenberg 1705: Principe del Principe di Starhemberg, Conte di Sacro Romano Schaumburg-Wachsenberg, etc. Impero Starkenburg Signoria del Sacro Romano Impero Signoria signoria del Sacro Romano Impero Contea del Sacro Romano Impero Signoria

Acquisisce la Cotnea di Schaumburg-Wachsenberg

1237: a Sponheim

Starkenstein Stauf Ehrenfels

Staufenberg

Stati del Sacro Romano Impero (S)

131
Signoria 1432: Divisa da Staufeneck-Babenhausen 1351: Divisa da Aichen 1599: Annessa a Donzdorf

Staufeneck

Staufeneck-Babenhausen

Signoria

1432: Divisa in Babenhausen-Mindelheim-Cellmnz e Staufeneck

Stauffen

Signoria

Provincia Sveva Provincia del Basso Reno 1072 650: viene costruito il chiostro di Stablo-Malmedy 1793: Consiglio dei Principi 1268: Annessa al Reno

Stavelot Stablo

Abbazia

Stein

Contea 1194: Rheingraviato Abbazia del Sacro Romano Impero Signoria del Sacro Romano Impero c1129: Signoria 1495: Contea del Sacro Romano Impero Provincia del Basso Reno

Stein am Rhein

Stein zu Nassau

Steinfurt

c1129

1421: Annessa a Bentheim-Bentheim 1806: al Granducato di Berg 1810: alla Francia 1815: alla Prussia 1529: Divisa tra Stephanswald-Franconia e Stephanswald-Lige 1789: Divisa in Klingenberg (vedi Schwarzenberg) e Krumau

Stephanswald

Baronia

1437: Divisa da Schwarzenberg

Stephanswald-Franconia

Baronia 1599: Contea 1670: Principato Baronia

1510: Divisa da Stephanswald

Stephanswald-Lige

1510: Divisa da Stephanswald n/a WF 1536: Divisa da Lippe

Estinta nel 1656

Sternberg-Manderscheid Sternberg e Pyrmont

Contea (personale) Contea

1583: Divisa in Lippe-Detmond e Pyrmont 1736: Divisa in Lippe-Biesterfeld e Lippe-Weienfeld 1500: Provincia Bavarese ai Lobkowitz

Sternberg-Schwalenberg

Contea

1627: Divisa da Lippe-Detmond Provincia Bavarese

Sternstein Principe di Lobkowitz, Duca in Slesia at Sagan, Conte Principeco di Sternstein, Signore di Raudnitz Stetten Stettenfels Stettino

1641: Contea Principesca del Sacro Romano Impero

Signoria Signoria Ducato

Stati del Sacro Romano Impero (S)

132
Provincia dell'Alta Sassonia 1210 1231: Divisa in Stolberg-Bockstdt e Stolberg-Stolberg 1429: Acquisisce la Contea di Wernigerode 1538: Divisa in Contea di Stolberg-Stolberg, Contea di Stolberg-Knigstein, Contea di Stolberg-Rochefort, Contea di Stolberg-Wernigerode, Contea Stolberg-Schwarza 1738: Sotto parziale governo dell'Elettorato di Sassonia 1346: Annessa a Stolberg-Stolberg 1804: Riannessa a Stolberg-Wernigerode 1615: Riunita in Stolberg-Stolberg

Stolberg Contea Conte di Stolberg, Knigstein, Rochefort, Wernigerode e Hohenstein, Signore di Eppstein/Epstein, Munzenberg, Breuberg, Agimont, Lohra e Klettenberg

Stolberg-Bockstdt Stolberg-Gedern

Contea 1710: Contea 1742: Principato 1571: Contea

1231: Divisa da Stolberg 1710: Divisa da Stolberg-Wernigerode 1571: Divisa da Stolberg-Stolberg 1672: Divisa da Stolberg-Wernigerode 1538: Divisa da Stolberg-Stolberg 1572: Divisa da Stolberg-Wernigerode

Stolberg-Hohenstein

Stolberg-Islenburg

Contea

1710: Riannessa a Stolberg-Wernigerode 1581: Linea estinta; annessa ancora a Stolberg-Stolberg 1641: Divided between Stolberg-Stolberg and Stolberg-Wernigerode 1641: Divisa in Stolberg-Wernigerode e Stolberg-Stolberg 1684: a Stolerg-Stolberg 1704: Divisa in Stolberg-Rossla e Stolberg-Stolberg 1574: Linea estinta; annessa a Lwenstein-Wertheim

Stolberg-Knigstein

1538-1581: County

Stolberg-Ortenberg

Contea

Stolberg-Ortenberg

Contea

1572: Divisa da Stolberg-Wernigerode 1669: Divisa da Stolberg-Stolberg

Stolberg-Rochefort

1538-1574: Contea

1538: Divisa da Stolberg-Stolberg 1704: Divisa da Stolberg-Ortenberg 1730-1738: Sotto parziale governo della Sassonia 1803: al Regno di Sassonia 1815: alla Prussia 1538: Divisa da Stolberg-Stolberg<br?1677: Divisa da Stolberg-Wernigerode 1231: Divisa da Stolberg

Stolberg-Rossla

1704: Contea di Stolberg-Rossla 1893: Principato di Stolberg-Rossla

Stolberg-Schwarza

1538: Contea

1638: Annessa a Stolberg-Wernigerode 1748: Annessa a Stolberg-Wernigerode Divisa diverse volte 1631: Annessa a Stolberg-Wernigerode 1638: ricreata sulla partizione 1684: Annessa a Stolberg-Ortenburg 1704: Ricreata sulla partizione 1730-1738: Sotto governo parziale della Sassonia

Stolberg-Stolberg

1538: Contea 1893: Principato di Stolberg-Stolberg

Stati del Sacro Romano Impero (S)

133
1538: Contea di Stolberg-Wernigerode 1538: Divisa da Stolberg-Stolberg 1714: Sotto parziale governo della Prussia Divisa diverse volte, ma la contea continua. 1518: All'Abbazia di Lebus 1556: Margravio di Brandeburgo-Kustrin 1575: all'Elettore di Brandeburgo Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno Provincia Sveva 1582: Divisa da Pappenheim EC 982 Autonomo dal 775 1681: Annesso alla Francia 1793: Consiglio dei Principi

Stolberg-Wernigerode

Storkow

Signoria

Strasburgo

Vescovato

Strasburgo Strassburg

1262: Citt Imperiale

1681: Annessa alla Francia

Sthlingen Stuhlingen

Langraviato

1084: prima menzione del "comes de Stulingen" 1120: Rodolfo di Lenzburg il primo Langravio di Stuhlingen (estinti nel 1172) 1172: ai Signori di Kussenberg (estinti nel 1250) 1251: ai Conti di Lupfen per eredit femminile 1251: ai Conti di Lupfen e Stuhlingen (estinti nel 1582) 1582: ai Signori di Pappenheim (estinti nel 1639), venduta Stuhlingen dall'Imperatore per 80,000 gulden 1603: i Pappenheim prendono possesso di Stuhlingen dopo essersi garantiti l'eredit 1605: Acquisisce la Signoria di Hewen 1639: Stuhlingen, Hewen e la Citt di Engen ai Frstenberg per eredit femminile 1806: al Granducato di Baden 1192: Unita al Ducato d'Austria 1254: Sotto il controllo dell'Ungheria 1260: Sotto il controllo di Ottocaro di Boemia 1276: Diventa un possesso degli Asburgo 1379-1436 e 1564-1619: Una linea separata degli Asburgo governa in Stiria 1512: Provincia Austriaca 1582: consiglio dei Principi

Stiria Steiermark

970: Margraviato 1180: Ducato

Provincia Austriaca

PR

Stati del Sacro Romano Impero (S)

134
1139: Signoria Contea 1071 1252: Acquisita dai Signori di Geroldseck 1270-1472: ai Signori di Geroldseck Rodolfo dif Sulz acquisisce la Signoria di Rotenberg e Kriechingen e la Contea di Klettgau 1473: Acquisita dal Wurttemberg 1510: l'ultimo Barone di Brandis vende Vaduz e Schellenberg ai Conti di Sulz 1519-1534: Sulz passa ai Signori di Geroldseck 1534: al Wurttemberg 1572: Divisa in Klettgau e Sulz-Vaduz 1613: i COnti di Sulz vendono Vaduz e Schellenberg ai Conti di Hohenems 1616: Annessa a Weingarten

Sulz

Sulz-Vaduz Sulzbach

Contea Villaggio del Sacro Romano Impero Signoria 1522: Baronia 1673: Contea c900: Contea Langraviato

1572: Divisa da Sulz

Sulzburg

1322: Divisa da Wolfstein

1500: Provincia Bavarese 1740: Annessa alla Baviera

Sundgau -vedi Alta Alsazia

900: prima menzione della contea di Sundgau 1135: Langraviato di Sundgau agli Asburgo 1648: Venduta alla Francia c911: Dal formale Ducato di Alemannia 1079-1268: agli Hohenstaufens 1268: Discontinuo 1289-1313: Ristabilito per la casata d'Asburgo

Svevia

Ducato

Svevia Svevia Austriaca

Landvogtei Landgraviato Consistente nelle citt sul Danubio di Mengen, Munderkingen, Riedlingen, Saulgau e Waldsee (acquisite tra il 1282 ed il 1331), al Margraviato di Burgau (1302 1304), la Contea di Berg con Ehingen e Schelkingen (1346), la Contea di Hohenburg con Rottenburg (1381), la Contea di Nellenburg (1465) e la Prefettura provinciale di Svevia (1386 1541), Vorarlberg (XIV sec.), Brisgovia (1478) e Friburgo (1368; sede di governo dal 1651), la Prefettura provinciale di Ortenau (1551 - 1556) e la Contea di Tettnang (1780). 1512: Provincia Austriaca

Stati del Sacro Romano Impero (T)

135

Stati del Sacro Romano Impero (T)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera T:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Tanegg Tarasp Trasp

Vogtei Signoria del Sacro Romano Impero Ducato Provincia Austriaca 1512: Provincia Austriaca 1683: ai Principi di Dietrichstein

Teck

Provincia Sveva

1381: Venduta ai Conti di Wurttemberg; thil titolo di Duca di Teck fu tra le basi, nel 1495, per l'elevazione della Contea di Wurttemberg a Ducato. WE primo XI sec. 1189: Simone di Tecklenburg acquisisce la Signoria di Ibbenburen 1263: Annessa a Bentheim 1327-1557: ai Conti di Schwerin 1365: Acquisisce la Signoria di Rheda 1385: Acquisisce la Signoria di Iburg 1493: Divisione in Tecklenburg (con Rheda) e Lingen 1557: Tecklenburg e Rheda a Bentheim 1696: Tecklenburg a Solms-Braunfels per giurisdizione 1707: Solms-Braunfels vende i diritti al Brandeburgo 1808: al Granducato di Berg<1810>alla Francia 1815: alla Prussia 882: prima menzione di Tettnang

Tecklenburg

Contea

Provincia del Basso Reno

Tettnang e Argen

Contea del Sacro Romano Impero Signoria 1665: Contea del Sacro Romano Impero Signoria 1663: Contea Imperiale Provincia Sveva

Thannhausen

1708: Acquisita da Stadion a Sinzendorf

Thengen (Tengen)

ai domini degli Asburgo in Svevia 1663: ai Principi di Auersperg che le concedettero un seggio nel Reichstag 992 1793: Consiglio dei Principi 1795: Annessa alla Francia 1815: ai Paesi Bassi

Thorn

992: Abbazia Provincia del 1292: Principato Basso Reno Imperiale Abbaziale

Stati del Sacro Romano Impero (T)

136
Signoria Langraviato 1130: Langraviato 1608: Baronia del Sacro Romano Impero 1624: Contea del Sacro Romano Impero 1695: Principato del Sacro Romano Impero 1247: linea maschile estinta

Thngen Thurgau Thuringia

Thurn und Taxis Principe del Sacro Romano Impero di Thurn & Taxis, Principe di Buchau, Conte Principesco di Friedberg e Sheer, Conte di Valsassina/Valle-Sassina, Barone di Impden, Signore della libera Signoria Imperiale di Eglingen e Osterhofen, della Signoria di Demmingen, Markt-Dischingen, Trugenhofen, Ballmertshofen, Duttenstein, Wolfertheim, Rossum e Meusseghem

1512: Garantito lo stato di nobile dall'Imperatore Massimiliano I (confermato nel 1534 dall'Imperatore Carlo V) 1512: alla Provincia dell'Elettorato del Reno 1615: Lamoral di Taxis viene nominato Direttore Generale delle poste imperiali 1681: Garantito il titolo di Principe alla corte spagnola Acquisisce Eglingen 1754: Consiglio dei Principi

Thurnau Toggenburg

Signoria 1209: Contea 1044: prima menzione dei Conti di Toggenburg 1394: Division 1468: Venduta all'Abbazia di San Gallo Provincia dell'Alto Reno 1048 1552: Annessa alla Francia 1648: Formalmente ceduta alla Francia Annessa alla Francia nel 1552

Toul

300's: Vescovato

Toul

Citt Imperiale

Provincia dell'Alto Reno

Trauttmansdorff Principe di Trauttmansdorff-Weinberg e Neustadt am Kocher, Conte Principesco di Umpfenbach, Barone di Gleichenberg, Nogau, Burgau e Totzenbach, etc.

1623: Contea del Sacro Romano Impero 1805: Principato del Sacro Romano Impero

1300s: la famiglia menzionata per la prima volta Acquisisce Weinsberg e Neustadt

Stati del Sacro Romano Impero (T)

137
c300: Vescovato Provincia 1027-1802: Austriaca Principato Vescovile del Sacro Romano Impero EC 1027 1300s: Annessa alla Baviera 1363: i vescovi danno la Contea del Tirolo a Rodolfo IV d'Austria 1419: i vescovi si sottomettono all'Imperatore 1425: Trento dichiarato comune Trento e Bressanone ricevono lo status di "confederati perpetui" degli stati dei possedimenti austriaci 1512: Provincia Austriaca c1519: i vescovi acquisiscono la Signoria di Castelbarco e Rovereto 1578: i Principi Vescovi riacquistano la sovranit dal 1658: Trento e Bressanone sono propriet della famiglia Madruzzo 1658: Assegnata a Sigismondo Francesco, Reggente del Tirolo 1662: Sotto il diretto governo imperiale 1793: Consiglio dei Principi 1801: Secolarizzato e annesso all'Austria 1803: Incorporato al'Austria come parte del Tirolo 1805: Annesso alla Baviera 1810: Annesso al Regno d'Italia 1813: Annesso all'Austria<1918>Annesso all'Italia Sino al 1285: al Vescovato di Trieste 1382: Accetta il governo austriaco (della linea Leopoldina) 1806-1813: Governo francese

Trento Trent / Trient

Trieste Triest

1295: Libera Citt Imperiale

Triberg Trier

Signoria c811: Provincia Arcivescovato dell'Elettorato 1356: Principato del Reno Elettorale del Sacro Romano Impero EL 898 771: Autonomo 898: Trier ottiene il potere temporale sotto l'Arcivescovo Radbodo dal Duca Zwentiboldo di Lorena 1512: Provincia dell'Elettorato del Reno 1803: Annessa a Nassau-Weilburg 1366: Diviso in Troppau-Leobschtz, Troppau-Ratibor e Troppau-Troppau

Troppau (Opava)

Principato

n/a

n/a

1278

Stati del Sacro Romano Impero (T)

138
Principato n/a n/a 1424: Diviso da Troppau-Ratibor 1433: Diviso in se stesso e Troppau-Rybnik 1474: Annesso alla Boemia 1394: Annesso alla Boemia 1433: Diviso da Troppau-Troppau 1462: Annesso alla Boemia 1452: Diviso in se stesso e Troppau-Steinau 1464: Annesso alla Boemia 1424: Diviso in se stesso e Troppau-Jgerndorf 1506: Annesso alla Boemia 1424: Diviso in se stesso e Troppau-Jgerndorf 1479: Annesso alla Boemia 1474: Annesso alla Boemia

Troppau-Jgerndorf

Troppau-Leobschtz

Principato

n/a

n/a

1366: Diviso da Troppau

Troppau-Mnsterberg

Principato

n/a

n/a

1433: Diviso da Troppau-Troppau

Troppau-Ratibor

Principato

n/a

n/a

1366: Diviso da Troppau

Troppau-Rybnik

Principality

n/a

n/a

1433: Diviso da Troppau-Jgerndorf

Troppau-Steinau

Principato

n/a

n/a

1433: Diviso da Troppau-Troppau 1366: Diviso da Troppau

Troppau-Troppau

Principato

n/a

n/a

1433: Diviso in Troppau-Leobschtz e Troppau-Mnsterberg

Tubinga

Contea del Sacro Romano Impero Libera Citt Imperiale 1140: Contea 1493: Contea Principesca Provincia dell'Alto Reno Provincia Austriaca PR X sec. Annessa alla Francia nel 1648

Turckheim Turkheim Tirolo Tirol

1363: agli Asburgo 1512: Provincia Austriaca 1582: consiglio dei Principi 1802: il Tirolo annette e secolarizza il Vescovato di Trento Trento, il Tirolo ed il Voralberg vengono ceduti alla Baviera

Stati del Sacro Romano Impero (U)

139

Stati del Sacro Romano Impero (U)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera U:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

berlingen Uberlingen Ulma

Citt Imperiale

Provincia Sveva

SW

1268

1803: al Baden

1155: Libera Citt Imperiale Umpfenbach

Provincia Sveva

SW

1115

1803: alla Baviera 1809: al Wurttemberg a Trauttmansdorff

Signoria 1805: Contea Principesca del Sacro Romano Impero 1415

Unterwalden Valle Imperiale

Divisione in Nidwalden e Obwalden 1173: ai Conti d'Asburgo 1291: Nidwalden diventa un membro fondatore della Lega Svizzera 1324: Feudo Imperiale (Reichsunmittelbar) 1350s: Divisione in Obwalden e Nidwalden 1648: Lascia l'Impero come membro della Confederazione Svizzera 1060: prima menzione di Urach 1080: primo uso del titolo di "Conte di Urach" Divisione dei territori in Achalm e Urach 1218 Igino I di Urach eredita la Contea di Friburgo da Zahringen 1261: estinzione dei Conti di Urach 1251-1265: Ulrico I di Wurttemberg acquisisce i territori dei Conti di Urach

Urach

Contea

Uri

Valle Imperiale

1231: Divisa dagli Asburgo Provincia Sveva

1648: Lascia l'Impero come membro della Confederazione Svizzera 1803; Secolarizzato

Ursberg Ursperg Utrecht

1143: Abbazia del Sacro Romano Impero Vescovato

Provincia Borgognona

EC

1024

1512: Provincia Borgognona 1528: Secolarizzato all'Austria 1793: Consiglio dei Principi

Uznach

Contea

Stati del Sacro Romano Impero (V)

140

Stati del Sacro Romano Impero (V)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera V:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Vaduz

Contea

1510: L'ultimo Barone di Brandis vende Vaduz e Schellenberg ai Conti di Sulz 1708 aderisce alla Contea di Schellenberg; capitale del Principato indipendente di Liechtenstein Venduta al Liechtenstein 1123: prima menzione di Varel ai Conti di Oldenburg 1667: ai Conti di Aldenburg 1733-1854: Passata per matrimonio ai Conti di Bentinck 1811: Occupazione francese 1813: al Granduca di Oldenburg 1260: Estinzione della linea dei conti 1271: ai Signori di Geroldseck per matrimonio 1444: al Palatinato-Zweibrucken per matrimonio 1514-1684: Sede della Contea del Palatinato a Veldenz 1801: alla Francia 1815: alla Prussia ed alla Baviera Acquisita da Bretzenheim

Varel

Signoria

Veldenz

1112: Contea

Velen Vehlen Verden Vescovato Provincia del Basso Reno Provincia del Basso Reno RH EC

1648: Secolarizzato come Principato alla Svezia

Verden

Principato

EC

1648: Secolarizzato dal Vescovato di Verden 1648: Annessa al Principato di Verden contea dal 997-c.1044

Ottenuto dalla Svezia 1719: Passata all'Hannover

Verden

Provincia del Basso Reno 300's: Vescovato

Verdun

Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno

1558: Annessa alla Francia 1648: Formalmente ceduta alla Francia 1552: Annessa alla Francia

Verdun

Citt Imperiale

Vianden

Contea Provincia del Basso Reno

XI sec.

1414: Passata a Sponheim 1543: Estinzione della linea dei Conti di Virneburg; ereditata dai Conti di Manderscheid 1593: Ereditata dai Lowenstein per eredit femminile passata al Barone Giovanni di Recker durante la Guerra dei Trent'anni 1648: Restaurato ai Lowenstein-Wertheim 1794: Invasione francese

Virneburg Contea del Sacro Romano Impero

Vogtland

Margraviato

Provincia dell'Alta Sassonia

1546

Annessa alla Sassonia nel 1563

Stati del Sacro Romano Impero (W)

141

Stati del Sacro Romano Impero (W)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera W:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Waadt Wdenswil Wain Waldbott von Bassenheim

Signoria Signoria Signoria 1720: Contea del Sacro Romano Impero 1628: Contea del Contea del Sacro Romano Impero Provincia dell'Alto Reno WF 1554: Divisione nelle linee di Bassenheim, Bornheim e Gudenau

Waldburg Principe del Contea del Sacro Romano Impero di Waldburg ay Wolfegg e Waldsee

Provincia Sveva

SW

XII sec.

1183: Estinzione della prima linea dei conti di Waldburg 1424: Divisa in Waldburg-Sonnenberg, Waldburg-Trauchburg e Waldburg-Wolfegg-Zeil 1745: Annessa alla Prussia

Waldburg-Capustigall

1686: Contea del Contea del Sacro Romano Impero

1504: Divisa da Waldburg-Trauchburg

Waldburg-Friedburg-Scheer

1612: Divisa da Waldburg-Trauchburg 1717: Divisa da Waldburg-Trauchburg 1424: Divisa da Waldburg 1424: Divisa da Waldburg

1717: Annessa a Waldburg-Trauchburg 1764: Annessa a Waldburg-Trauchburg 1511: Annessa all'Austria 1504: Divisa in Waldburg-Trauchburg e Waldburg-Capustigal 1612: Divisa in Waldburg-Trauchburg e Waldburg-Friedburg-Scheer 1717: Divisa in Waldburg-Trauchburg e Waldburg-Scheer 1772: Annessa a Waldburg-Zeil 1600: Divisa tra Waldburg-Wolfegg e Waldburg-Zeil

Waldburg-Scheer

Waldburg-Sonnenberg Waldburg-Trauchburg

Waldburg-Waldburg

1589: Contea

1589: Divisa da Waldburg-Wolfegg-Zeil 1667: Divisa da Waldburg-Wolfegg

Waldburg-Waldsee

1667: Contea 1803: Principato

Waldburg-Wolfegg 1589: Contea Conte di Wolfegg, Barone di Waldburg, Signore di Waldsee, Zeil, Wurzach e Marstetten, Kisslegg, Waltershofen, Rthsee, Prassberg e Leypolz

1589: Divisa da Waldburg-Wolfegg-Zeil

1667: Divisa in Waldburg-Wolfegg e Waldburg-Waldsee 1798: Annessa a Waldburg-Waldsee

Stati del Sacro Romano Impero (W)

142

Waldburg-Wolfegg-Waldsee

1803: Principato del Sacro Romano Impero 1424: Contea 1424: Divisa da Waldburg 1589: Divisa in Waldburg-Waldburg, Waldburg-Wolfegg e Waldburg-Zeil

Waldburg-Wolfegg-Zeil

Waldburg-Wurzach

1674: Contea del Sacro Romano Impero 1803: Principato del Sacro Romano Impero 1589: Contea 1803: Principato del Sacro Romano Impero 1803: Principato del Sacro Romano Impero 1180: Contea 1349: Contea Imperiale 1682: Principato del Sacro Romano Impero 1712: Principato Imperiale Principato Provincia dell'Alto Reno

1674: Divisa da Waldburg-Zeil

Waldburg-Zeil

1589: Divisa da Waldburg-Wolfegg-Zeil

1674: Divisa in se stessa e Waldburg-Wurzach

Waldburg-Zeil-Trauchburg

Waldeck Principe di Waldeck e Pyrmont, Conte di Rappolstein, Signore di Hohenack e Geroldseck am Wasgau

1137

Divisa in diverse parti Divisa in Waldeck-Eisenberg e Waldeck-Wildungen 1625: Waldeck acquisisce il Principato di Pyrmont per successione

Waldeck-Eisenberg

1674/1686: Consiglio dei Principi (estinto nel 1714) 1706 1807: il Principato di Waldeck-Pyrmont diventa autonomo 1868: Diventa parte della Prussia ma rimane di fatti autonomo sino al 1918

Waldeck-Pyrmont

Contea 1712: Principato

Waldsassen

Abbazia del Sacro Romano Impero Abbazia Provincia dell'Alta Sassonia

Walkenried

Wallhausen

Singoria

Stati del Sacro Romano Impero (W)

143
999: acquisito dal Re di Borgogna per i vescovi di Sion 1798: Occupazione francese 1802: Stato indipendente 1810:Occupazione francese Aderisce alla Confederazione Svizzera Acquisisce Neustadt e Gimborn

Wallis Valais

Principato Vescovile di Wallis

Wallmoden Wangen im Allgu Citt Imperiale Provincia Sveva Provincia del Basso Reno SW c1250

1803: alla Bavaria 1810: Annessa al Wrttemberg Ottenuta dal Vescovato di Paderborn 1622: Annessa a Braunschweig 1802: Annessa a Prussia 1807: Annessa al Regno di Vestfalia 1815: Annessa alla Prussia 1772: alla Prussia

Warburg

Citt Imperiale

RH

Warmia Arcivescovato di Warmia

1243: Vescovato 1356: Principato Vescovile del Sacro Romano Impero Signoria 1699: Contea del Sacro Romano Impero Signoria del Sacro Romano Impero Libera Citt Imperiale Contea Provincia Sveva SW c1250 Provincia dell'Alto Reno

Wartau Wartenberg Conte del Sacro Romano Impero di Wartenberg-Roth

1806: Annessa alla Vestfalia 1814: Annessa alla Prussia

Wasserburg

Weil der Stadt

1803: al Wrttemberg

Weimar

VIII o IX sec.

1100: Annessa a Orlamnde-Weimar 1365: Annessa a Meissen 1268: Principato Abbaziale sotto la protezione austriaca 1793: Consiglio dei Principi 1803: Secolarizzato al Nassau-Orange 1806: al Wurttemberg Area: 306km

Weingarten Principe Abate di Weingarten

1053: Abbazia 1268: Principato Abbaziale del Sacro Romano Impero 1274: Abbazia del Sacro Romano Impero

Provincia Sveva

1274

Stati del Sacro Romano Impero (W)

144
c1000: Viene fondato il castello di Weinsberg come fortezza imperiale c1200: Viene fondato il villaggio di Weinsberg 1241: prima menzione di Weinsberg c1283: Weinsberg riconosciuto come citt. 1/2 citt ha lo status di Citt Imperiale, l'altra un possesso dei Signori di Weinsberg residenti nell'omonimo castello. 1417: Weinsberg perde il suo parziale status di Citt Imperiale Weinsberg aderisce all'Unione di Weinsberg con altre 33 citt imperiali 1430: L'Imperatore Sigismondo conferma lo status di Citt Imperiale a Weinsberg 1440: Annessa al Palatinato<1450>Il Palatinato compra il castello di Weinsberg il Duca Ulrico di Wurttemberg conquista Weinsberg e gli viene confermata con il Trattato di Urach nel 1512 1520-1534: all'Austriaz ai Trauttmandsdorff Provincia Sveva 1089 1793: Consiglio dei Principi 1802: Secolarizzato 1806: al Wurttemberg

Weinsberg

Signoria

Weienau Weissenau

1750: Abbazia del Sacro Romano Impero Abbazia

Weienberg Weissenberg Weienburg Wissembourg Weissenburg Weienburg in Bayern Weissenburg in Baviera Weienburg im Nordgau Weienstein Weissenstein (Svizzera) Welzheim

Abbazia Principato Abbaziale Citt Imperiale Provincia SW di Franconia c1350

1793: Consiglio dei Principi

1500: Provincia di Franconia 1803: alla Baviera

Contea

1540: Divisa da Kronburg

1604: Annessa a Schwabeck

Signoria

Provincia di Franconia

1500: Provincia di Franconia Acquisita dai Conti di Gravenitz

Werden Essen-Werden Werden-Helmstdt 809: Abbazia 877: Principato Abbaziale del Sacro Romano Impero

1793: Consiglio dei Principi

809: fondazione di Werden 827: fondazione di Helmstadt 1803: Secularizzata alla Prussia 1806: Annessa a Berg 1808: Annessa alla Vestfalia 1814: Restaurata alla Prussia

Stati del Sacro Romano Impero (W)

145
1230: Divisa da Montfort 1260: Divisa da Werdenberg e Sargans 1308: Divisa in Werdenberg-Heiligenberg e Werdenberg-Werdenberg<1416>si estingue la linea di Vaduz dei Conti di Werdenberg; Vaduz passa ai Baroni di Brandis 1370: Divisa in Werdenberg-Heiligenberg, Werdenberg-Pludenz, Werdenberg-Rheineck e Werdenberg-Wartau 1413: Annessa all'Austria 1384: Annessa all'Austria

Werdenberg

1230: Contea

Werdenberg-Heiligenberg

1308: Contea del Sacro Romano Impero

1308: Divisa da Werdenberg

Werdenberg-Pludenz

1370: Contea

1370: Divisa daWerdenberg-Heiligenberg 1370: Divisa da Werdenberg-Heiligenberg 1370: Divisa da Werdenberg-Heiligenberg 1308: Divisa da Werdenberg

Werdenberg-Rheineck

1370: Contea

1389: Estinta

Werdenberg-Wartau

1370: Contea

1428: Estinta

Werdenberg-Werdenberg

1308: Contea

1330: Annessa a Werdenberg-Heiligenberg

Werdenfels Werle

Contea c1235: Principato 1316: Principato Principato c1235 1414: Annesso a Werle-Gustrow

Werle-Goldberg

1316: Divisa da Werle-Gustrow 1408: Annesso a Werle

Werle-Gstrow

1200s

1316: Divisa in Werle-Gustrow e Werle-Goldberg 1337: Divisa in Werle-Gustrow e Werle-Waren 1436: Anenssa al Mecleburgo

Werle-Waren

1337: Principato Contea Provincia dell'Alta Sassonia Provincia di Franconia

1337: Divisa da Werle-Gustrow 1436: Annessa al Mecleburgo

Wernigerode

1103 1807-1813: al Regno di Vestfalia 1097

1429: si estinguono i Conti di Wernigerode; le loro terre passano in eredit agli Stolberg 1407: Divisa in Wertheim-Breuberg e Wertheim-Wertheim 1500: Provincia di Franconia 1600: Annessa a Stolberg 1482: Divisa in Wertheim-Breuberg e Wertheim-Freudenberg 1574: Divisa in Wertheim-Breuberg e Lowenstein-Wertheim 1600: Annessa a Stolberg 1509: Annessa a Wertheim-Breuberg 1494: Annessa a Wertheim-Breuberg

Wertheim

Contea

Wertheim-Breuberg

1407: Contea

1407: Divisa da Wertheim

Wertheim-Freudenberg

1482: Contea

1482: Divisa da Wertheim-Breuberg 1407: Divisa da Wertheim

Wertheim-Wertheim

1407: Contea

Stati del Sacro Romano Impero (W)

146
Provincia del Basso Reno RH 1609: Annessa a Cleves

Wesel

Citt Imperiale

Westfalia Vestfalia

Ducato

1180-1803: all'Arcidiocesi di Colonia con propria costituzione e propria giurisdizione 1803: all'Asia-Darmstadt 1227 1209: prima menzione di Westerburg ai Signori di Runkel per marimonio 1597: Passata ai Leiningen 1806: a Granducato di Berg

Westerburg

Contea del Sacro Romano Impero

Westerburg Wettenhausen

Signoria Abbazia del Sacro Romano Impero Citt Imperiale Provincia Sveva 1793: Consiglio dei Principi

Wetzlar

Provincia dell'Alto Reno

RH

1180

1803: all'arcivescovato di Ratisbona 1810: al Granducato diFrancoforte 1815: Annessa alla Prussia

Wiblingen Wickrath Wykradt

Abbazia 1488: Signoria Provincia del Sacro dell'Alto Romano Reno Impero 1752: Contea del Sacro Romano Impero di Quadt-Wykradt 1068: prima menzione del Governata dai Signori di castello dei Signori di Wickrath Broichhausen 1310: Diviene feudo dei Guelders 1488: Stato Imperiale per i Cavalieri di Hompesch 1502: ai signori di Quadt; rinominato Quadt-Wickrath 1752: Stato Imperiale con diritto di voto nel seggio dei Conti di Vestfalia 1794: Occupazione francese 1803-1806: i Conti di Quadt acquisiscono la citt di Isny come ricompensa dei territori persi 1815: alla Prussia c. 860 1229: prima menzione del Castello di (Alt-) Wied 1243-1462: Parte del Nieder-Isenburg 1244: Estinzione della prima linea dei Conti di Wied 1462: ai Signori di Runkel 1806: ai Nassau 1815: alla Prussia Diviso molte volte

Wied Conte di Wied, Isenburg e Kriechingen, Signore di Runkel, Kriching-Pttlingen e Rollingen

1093: Contea di Provincia Wied del Basso Reno

Wied-Neuwied Conte di Wied e Isenburg, Signore di Runkel

1093: Contea di Wied 1784: Principato di Wied-Neuwied Contea

Wied-Runkel Conte di Wied, Isenburg e Kriechingen, Signore di Runkel, Kriching-Pttlingen e Rollingen

Stati del Sacro Romano Impero (W)

147
Provincia Sveva 1333, come propriet di Giech 1412: Annessa al Vescovato di Bamberga 1680: Riannessa a Giech 1500: Provincia di Franconia

Wiesensteig

Signoria

Wiesentfels

1487: Signoria

Wiesentheid

Signoria del Sacro Romano Impero Wildgraviato (Langraviato di Wild) Foresta e Rehingraviato 1086, evoltosi da Nahegau

Wild

Divisa molte volte vedi Wild-Rhine, con i loro rami

Wild-Rhine

1361, come Wild-Rhine-Dhaun dall'unione di Wild-Dhaun e Rhine

1499: Annessa a Salm-Dhaun

Wildenburg

Signoria

Discendente dai Signori di Arenberg 1418: Estinzione della linea; i territori passano agli Hatzfeld per successione femminile 1806: al Granducato di Berg 1815: alla Prussia 1495: Divisa da Zimmern Provincia Sveva SW 1554: Annessa a Mtzkirch 1803: Assegnata al Baden, ma annessa poco dopo al Granducato di Assia-Darmstadt 1628 1802: Divisa in Windisch-Grtz-Eglofs e Windisch-Grtz-Winteritz 1804: Ottenuta Eglofs dagli Abensberg-Traun (linea sveva)

Wildenstein Wimpfen

Signoria Citt Imperiale

Windisch-Grtz

Contea (personale)

n/a

FR

Windisch-Grtz-Eglofs

Contea (personale) contea

n/a

FR

1802: Divisa da Windisch-Grtz 1802: Divisa da Windisch-Grtz 1284

Windisch-Grtz-Winteritz

n/a

n/a

Windsheim

Citt Imperiale

Provincia SW di Franconia Provincia del Basso Reno

1500: Provincia di Franconia 1803: alla Baviera

Winneburg

1616: Signoria del Sacro Romano Impero 1652: Contea Imperiale (per la casa di Metternich) Libera Citt Imperiale

1637: a Trier 1652: al Principe di Metternich

Weienburg Wissembourg Weissenburg

Provincia dell'Alto Reno

1648: Annessa alla Francia

Stati del Sacro Romano Impero (W)

148
1357: Estinzione della linea principale dei Conti di Wittgenstein. La porzione pi grande della Contea passa ai Conti di Sponheim cambiando nome in Conti di Sayn e Wittgenstein 1603: Divisa in Wittgenstein-Berleburg e Wittgenstein-Wittgenstein 1808: al Granducato di Berg 1815: alla Prussia

Wittgenstein

1174: Contea di Witgenstein 1792: Principato Imperiale

Wohlau Wolfegg

Principato Signoria 1628: Contea del Sacro Romano Impero Signoria 1217 a Waldburg

Wolfstein

Divisa molte volte 1383: Annessa a Allersberg 1793: Consiglio dei Principi 1803: Annessa al Granducato d'Assia-Darmstadt Annessa alla Francia nel 1789 1816: Annessa al Granducato d'Assia 1726: Stato Imperiale

Worms

Vescovato

Provincia dell'Alto Reno Provincia dell'Alto Reno

EC

861

Worms

Citt Imperiale

RH

1074

Wurmbrand-Stuppach Conte del Sacro Romano Impero di Wurmbrand-Stuppach, Barone di Steyersberg, Reittenau

1607: Baronia del Sacro Romano Impero 1701: Contea del Sacro Romano Impero c1083: Signoria Provincia 1135: Contea Sveva 1495: Ducato 1495: Principato del Sacro Romano Impero 1803: Elettorato 1806: Regno PR

1701

Wrttemberg Wurttemberg Wirtemberg Re di Wrttemberg; Duca Reggente in Svevia, Duca di Teck, Hohenlohe; Langravio di Tbingen; Principe di Mergentheim, Ellwangen, Zweifalten, Gran Signore dei Principati di Buchau, Waldburg, Baldern, Ochsenhausen, Neresheim; Conte di Grningen, Limpurg, Montfort, Tettnang, Hohenberg, Biberach, Schecklingen, Egloffs; Gran Signore delle Signorie di Aulendorf, Scheer-Friedberg, Roth, Baindt, Isny; Signore di Altdorf, Leutkirch, Heidenheim, Justingen, Krailsheim e delle citt danubiane di Ulma, Rothweil, Heilbronn, Hall, Wiesensteig, etc Wrttemberg-Bernstadt

1089

1441: Diviso in Wrttemberg-Stoccarda e Wrttemberg-Urach 1496:Riunito 1519 - 1534: Annesso all'Austria 1617: Diviso in Wrttemberg-Brenz-Weiltingen, Wrttemberg-Mmpelgard, Wrttemberg-Neuenburg, Wrttemberg-Neustadt e Wrttemberg-Stoccarda 1792: Riunito

Ducato

n/a

n/a

1664: Diviso da Wrttemberg-ls

1697: Annesso a Wrttemberg-ls

Stati del Sacro Romano Impero (W)

149
n/a n/a 1617: Diviso da Wrttemberg-Stoccarda 1669: Diviso da Wrttemberg-ls 1617: Diviso da Wrttemberg-Stoccarda 1635: Diviso in Wrttemberg-ls e Wrttemberg-Weiltingen 1694: Annesso a Wrttemberg-ls

Wrttemberg-Brenz-Weiltingen

Ducato

Wrttemberg-Juliusburg

Ducato

n/a

n/a

Wrttemberg-Mmpelgard

Ducato

n/a

PR

1684 - 1697: Conquistato dalla Francia 1723: Annessa a Wrttemberg-Stoccarda 1641: Annesso al Wrttemberg-Stoccarda 1671: Annesso al Wrttemberg-Stoccarda 1641: Annesso a Wrttemberg-Stoccarda 1742: Annesso a Wrttemberg-Stoccarda

Wrttemberg-Neuenburg

Ducato

n/a

n/a

1617: Diviso da Wrttemberg-Stoccarda 1649: Diviso da Wrttemberg-Stoccarda 1617: Diviso da Wrttemberg-Stoccarda 1649: Diviso da Wrttemberg-Stoccarda

Wrttemberg-Neuenburg

Ducato

n/a

n/a

Wrttemberg-Neustadt

Ducato

n/a

n/a

Wrttemberg-Neustadt

Ducato

n/a

n/a

Wrttemberg-ls

Ducato

n/a

n/a

1635: Diviso da 1664: Diviso in se stesso e Wrttemberg-Brenz-Weiltingen Wrttemberg-Bernstadt 1669: Diviso in se stesso e Wrttemberg-Juliusburg 1745: Rinominato Wrttemberg-ls-Bernstadt 1735: Rinominato da Wrttemberg-ls 1441: Divisa dal Wrttemberg 1792: Annesso a Wrttemberg-Stoccarda 1496: Unita con Wrttemberg-Urach per formare il Wrttemberg 1649: Diviso in se stesso, Wrttemberg-Neuenburg e Wrttemberg-Neustadt 1674: Diviso in se stesso e Wrttemberg-Winnental 1792: Rinominato Wrttemberg 1496: Annesso al Wrttemberg-Stoccarda

Wrttemberg-ls-Bernstadt

Ducato

n/a

n/a

Wrttemberg-Stoccarda

Contea, Ducato Provincia dopo il 1495 Sveva

PR

Wrttemberg-Stoccarda

Ducato

Provincia Sveva

PR

1617: Divisa da Wrttemberg

Wrttemberg-Urach

Contea, Ducato n/a dopo il 1495 Ducato n/a

n/a

1441: Diviso da Wrttemberg

Wurttemberg-Weiltingen Duca di Wrttemberg e Teck, in Slesia, ls, Bernstadt, Conte di Mmpelgard, Signore di Heidenheim, Sternberg, Medzibor Wrttemberg-Winnental

n/a

1635: Diviso da 1735: Annesso al Wrttemberg-Brenz-Weiltingen Wrttemberg-Stoccarda

Ducato

n/a

n/a

1674: Diviso da Wrttemberg-Stoccarda 1168

1733: Annesso al Wrttemberg-Stoccarda 1441: i Principi Vescovi si affidano al Duca di Franconia 1500: Provincia di Franconia 1793: Consiglio dei Principi 1802: Annesso alla Baviera 1803: Secolarizzato alla Baviera

Wrzburg (Wurzburg)

Vescovato Principato Vescovile Granducato

Provincia EC di Franconia

Stati del Sacro Romano Impero (Z)

150

Stati del Sacro Romano Impero (Z)


Questo un elenco degli stati del Sacro Romano Impero, inizianti per la lettera Z:
Nome Tipologia Provincia Seggio Formazione Note

Zhringen

Ducato

1097

c1078: Bertoldo II costruisce il Castello di Zahringen c1100: Bertoldo II assume il titolo di "Duca do Zahringen" 1218: Revocato 1299: Ai Conti d'Olanda ai Duchi di Borgogna 1477: agli Asburgo 1512: Provincia Borgognona alle Province Unite 1815: al Regno dei Paesi Bassi a Waldburg

Zeeland

Contea

Provincia Borgognona

Zeil

Signoria 1628: Contea del Sacro Romano Impero

Zeitz-Naumburg vedi Naumburg-Zeitz Zell am Harmersbach Ziegenhain Zimmern Citt Imperiale Provincia Sveva SW divisa nel 1803

Contea Signoria 1538: Contea del Contea del Sacro Romano Impero 1319: Acquisizione per matrimonio dell'erede della Signoria di Messkirch 1415: Acquisisce il Castello di Wildenstein 1462-1594: Acquisizione degli Asburgo della Signoria di of Oberndorf 1488: Temporanea possessione dei Conti di Sigmaringen-Werdenberg 1503: Recupero dei territori da parte dei Signori di Zimmern 1508: Divisione di Zimmern in 3 linee (Signoria di Wald e Oberndorf, Signoria di Messkirch e Signoria di Wildenstein 1594: Estinzione della linea maschile; eredit divisa tra due sorelle; Signoria di Wald venduta alla Citt Imperiale di Rottweil; la Signoria di Oberndorf ritorna agli Asburgo; la Signoria di Messkirch con il Castello di Wildenstein viene venduta per 400.000 gulden ai Conti di Helfenstein-Gundelfingen c1052 1125 1309: unita ai domini degli Hohenzollern 1253: Unita a Hohenberg

Zollern Zollern e Hohenberg Zugo

Contea Contea

Valle Imoeriale

1415: Divisa dagli Asburgo

1648: Lascia l'Impero come membro della Confederazione Svizzera

Stati del Sacro Romano Impero (Z)

151
1218 c670: prima menzione di Zurigo 929: Status di Citt all'Abbazia di Fraunmuster 1218: possedimento imperiale 1351: Aderisce alla Confederazione Svizzera 1440: Espulsa salla Confederazione a causa di scontri con altri membri 1450: Zurigo viene riammessa 1648: Lascia l'Impero come membro della Confederazione Svizzera 1512: Provincia Borgognona

Zurigo Zurich

1218: Libera Citt Imperiale

Zutphen

Contea

Provincia Borgognona

Zweibrcken

1182: Contea

1366: Ottenuto dall'Elettore Palatino Roberto II 1385: il Conte Eberardo vende 1/2 Zweibrucken al Conte Palatino del Reno mantenendo l'altra met per se e per i propri discendenti 1393: estinzione della casata di Walramide Louis (d.1489) founded line of Dukes of Zweibrucken 1731: Estinzione della linea dei Simmern-Veldenz di Zweibrucken; Zweibrucken passa alla linea di Birkenfeld 1799: Ereditato dalla Baviera 1801: Ceduto alla Francia 1814: alla Baviera, Oldenburg e Prussia Provincia Sveva 1793: Consiglio dei Principi

Zwiefalten

Abbazia

Principe elettore
Principe elettore (in latino: princeps elector imperii oppure elector, in tedesco: Kurfrst) una carica del Sacro Romano Impero, definita dalla Bolla d'Oro e assegnata ad un numero limitato di principi che costituivano il collegio elettorale al quale, a partire dal XIII secolo, spettava l'elezione dell'Imperatore.

Composizione del collegio


Nel medioevo e nella prima et moderna il collegio era composto da sette principi, tre dei quali erano ecclesiastici: l'arcivescovo di Magonza (Arcicancelliere imperiale per la Germania e Presidente delle Diete)

I sette principi elettori eleggono re Enrico di Lussemburgo (tratto dal Codex Balduineus)

l'arcivescovo di Treviri (Arcicancelliere imperiale per le Gallie) l'arcivescovo di Colonia (Arcicancelliere imperiale per l'Italia) Quattro erano invece i principi laici: il Re di Boemia il Duca di Sassonia il Margravio del Brandeburgo il Conte palatino del Reno

Principe elettore I principi elettori avevano l'abitudine di riunirsi nell'Unione elettorale, che se pur non aveva uno status giuridico preciso, permetteva all'imperatore di limitarsi nella consultazione ai principi pi importanti e non all'intera Dieta Imperiale, cio a tutti gli stati e i principi dell'Impero, che erano numerosissimi e variavano nel tempo a seguito di conquiste, annessioni, divisioni ereditarie. L'Unione elettorale non comprendeva l'elettore di Boemia, poich spesso quest'ultimo era l'imperatore stesso, nella persona dell'arciduca d'Austria, re di Boemia e d'Ungheria (cio quasi sempre un Asburgo a partire dal XV secolo). La funzione del collegio elettorale ebbe una complicazione con la Riforma protestante: mentre i principi ecclesiastici rimasero cattolici, i principi elettori laici diventarono tutti protestanti tranne gli Asburgo (che persero anche per un certo periodo la carica elettorale legata al Regno di Boemia durante le guerre hussite e la guerra dei Trent'anni).

152

Storia del collegio dei principi elettori


Origini
Il frequente mutare delle dinastie nel Regno dei Franchi dell'Est prima, e nel Sacro Romano Impero poi, dai Carolingi ai Liudolfingi, dai Salici agli Hohenstaufen, rese quasi regolarmente necessaria l'elezione di un nuovo sovrano e di una nuova dinastia. Diversamente dalla gran parte degli Stati europei, il Sacro Romano Impero rimase pertanto una monarchia elettiva, allo stesso modo degli Stati romano-germanici sorti sulle macerie dell'Impero Romano. Anche il figlio di un sovrano in carica necessitava, per veder riconosciuto il proprio diritto di successione, del consenso e dell'elezione da parte dei cosiddetti grandi del Regno, elezione che non di rado avveniva quando il padre era ancora in vita. Inizialmente tutti i principi imperiali avevano diritto a prender parte all'elezione del nuovo sovrano. Ma da sempre era esistita una cerchia pi ristretta (i cosiddetti laudatores), cui spettava una sorta di diritto di selezionare le varie candidature. Non si trattava necessariamente dei principi pi potenti, ma piuttosto di quelli maggiormente prestigiosi, che pi di altri si avvicinavano al rango e alla dignit del sovrano. Di essi facevano parte i tre arcivescovi di Magonza, Colonia e Treviri, oltre al Conte Palatino del Reno, perch i loro territori facevano parte dell'antico regno franco. L'elezione del sovrano era valida solamente se condivisa anche dai laudatores. Molto probabilmente il collegio dei principi elettori nasce proprio da questo gruppo privilegiato

Evoluzione fino al 1356


Sviluppo graduale del Collegio dei Principi Elettori La morte dell'Imperatore Enrico VI (1190-1197) pose fine anche al suo progetto (l'ultimo di questo tipo) di trasformare l'Impero in una monarchia ereditaria. Nella lotta per il trono tra Guelfi e Staufen che si scaten subito dopo, e che avrebbe portato, nel 1198, all'elezione di due candidati al trono, papa Innocenzo III si propose come arbitro. L'incoronazione a sovrano di Germania era infatti, sin dai tempi di Ottone il Grande, legata all'incoronazione a Imperatore, che avveniva a Roma, ad opera del papa. Per questo i papi avevano un grande interesse ad esercitare un'influenza sull'elezione del re tedesco. In quell'occasione Innocenzo III riusc a far prevalere l'opinione che il consenso dei tre arcivescovi e del Conte Palatino del Reno fosse vincolante per una legittima elezione del Re. Attraverso il consenso dei principi ecclesiastici, il papato si assicurava cos un influsso indiretto sulla scelta del sovrano tedesco - e di conseguenza, dell'imperatore. Agli inizi del XIII secolo questo nucleo iniziale venne ampliato includendo il Duca di Sassonia e il Margravio del Brandeburgo. Nello Sachsenspiegel di Eike von Repkow (1230) si pu leggere: Nella scelta dell'Imperatore il primo deve essere il vescovo di Magonza, il secondo quello di Treviri, il terzo quello di Colonia seguono quindi i tre principi laici, mentre al Re di Boemia non viene riconosciuto esplicitamente il diritto di partecipare all'elezione perch non tedesco. Fu dopo la morte di Guglielmo d'Olanda (1256) che il collegio dei principi elettori divenne un'istituzione chiusa, che escludeva tutti i principi imperiali che non ne facevano parte dalla scelta del sovrano. In generale l'interregno

Principe elettore rafforz la posizione dei principi elettori, anche se questo rafforzamento si sarebbe mostrato in tutta la sua interezza solamente nel secolo successivo. Anche il Re di Boemia prese parte alle elezioni successive, anche se solo nel 1289 riusc ad affermare la sua appartenenza permanente al collegio. Pi tardi, durante le guerre hussite, venne sospesa la qualit di elettore del Re di Boemia. Il Codex Balduineus contiene la prima descrizione nota del Collegio dei Principi Elettori. L'elezione di Enrico di Lussemburgo (1308) diede anche dimostrazione di una nuova concezione del proprio ruolo da parte dei principi elettori, tutti e sei presenti in quell'occasione, i quali, insieme al neoeletto re, non chiesero l'approvazione papale, ma si limitarono a comunicare a papa Clemente V l'elezione di un nuovo Re (e futuro Imperatore), rendendo in questo modo manifesto che era sufficiente che il collegio eleggesse il re, e che non necessitava di alcuna approvazione esterna. Soprattutto, dopo l'esperienza dell'epoca di Adolfo di Nassau e Alberto I, i quali entrambi avevano praticato una politica dinastica rivolta in parte contro i Principi Elettori, quest'elezione rese altres evidente che i Principi Elettori intendevano salvaguardare integralmente i loro privilegi, e che pretendevano che il Re eletto facesse altrettanto. Lo spazio di manovra del re veniva in questo modo limitato notevolmente, anche se Enrico VII cerc di rafforzare la propria posizione assicurandosi una base dinastica territoriale in Boemia e cercando in Italia un rinnovamento dell'istituzione imperiale. L'unione elettorale di Rhens Nel 1338, con l'unione elettorale di Rhens, i principi elettori decisero di collaborare pi strettamente, per decidere in maniera congiunta le future elezioni del sovrano. Da questa unione nacque pi tardi il Collegio dei Principi elettori nel Reichstag In quell'occasione stabilirono inoltre che al papa non spettava alcun diritto d'approvazione sulla nomina del sovrano da loro eletto. Il documento che sancisce queste decisioni, del 16 luglio 1338, recita:

153

Secondo il diritto e secondo la tradizione, colui il quale nominato Re dei Romani dai Principi Elettori dell'Impero, o, in
caso di disaccordo, dalla maggioranza di essi, non necessita di alcuna nomina, approvazione, conferma, assenso o autorizzazione da parte della Santa Sede per l'amministrazione dei beni e dei diritti dell'Impero, n per assumere il titolo di re.

Quest'evoluzione ebbe termine nel 1508, quando l'imperatore Massimiliano I, si autonomin Imperatore Eletto dei Romani, avendo s l'approvazione del pontefice, ma senza essere da lui materialmente incoronato. Da quel momento, con l'eccezione di Carlo V, nessun imperatore venne pi incoronato dal papa. Dal 1562 in poi la cerimonia di incoronazione ebbe luogo di solito a Francoforte, citt nella quale avveniva l'elezione. Il titolo di Re dei Romani, che dal 1125 era appannaggio del Sovrano dell'impero dalla sua elezione sino all'incoronazione ad imperatore, da quel momento in poi fu riservato al successore designato di un imperatore ancora in vita.

Principe elettore La Bolla d'oro I diritti ed i doveri dei Principi Elettori erano basati, sino a questo punto, principalmente sulla consuetudine. L'imperatore Carlo IV, con la Bolla d'oro, fiss giuridicamente la procedura per l'elezione dell'imperatore. Questo documento, sino al 1806, rappresent uno dei fondamenti costituzionali del Sacro Romano Impero. Tra le norme procedurali da esso stabilite si legge tra l'altro:

154

Carlo IV promulga la Bolla d'oro

[...] Quando allora i Principi Elettori, o i loro delegati, avranno prestato giuramento nella forma e nei modi sopraddetti,
debbono procedere all'elezione, e non dovranno lasciare la detta citt di Francoforte sino a quando la maggioranza di loro non avr scelto il capo laico del mondo o della cristianit, ovvero il Re romano e futuro Imperatore. Qualora non lo facessero entro trenta giorni, contati dal giorno del giuramento, a partire da allora dovranno ricevere per nutrimento solo pane ed acqua, e per nessun motivo lasciare la suddetta citt, sino a quando non abbiano eletto il signore in terra dei credenti, come sopra scritto.

Fu di grande importanza per gli sviluppi successivi dell'impero che, a partire dalla morte di Federico II, i Principi Elettori si fossero allontanati dal principio dinastico, evitando di eleggere un membro della dinastia regnante. In questo modo ogni principe imperiale era un possibile candidato al trono. I pretendenti alla corona dovevano letteralmente comperare l'elezione con vaste concessioni, per esempio garantendo privilegi ai Principi Elettori, concessioni che venivano registrate con acribia nella cosiddetta capitulatio. Oltre a queste concessioni di carattere giuridico-politico, a partire dalla fine del secolo XII, i pretendenti al trono dovevano anche versare somme ingentissime ai Principi Elettori. Tutto ci fin per rafforzare il potere e l'indipendenza dei principi imperiali, ed ebbe per conseguenza la frantumazione territoriale dei territori dell'Impero.

Principe elettore

155

Evoluzione nei secoli XVII e XVIII


Il primo ampliamento del collegio dei Principi elettori ebbe luogo durante la guerra dei trent'anni. Il duca Massimiliano, della casata dei Wittelsbach pretese dall'Imperatore Ferdinando II, come compenso dell'aiuto prestato per scacciare dalla Boemia il cosiddetto Re d'inverno, ovvero suo cugino il Conte Palatino, di sostituirlo nel collegio dei Principi elettori (1623). Dapprima questo privilegio fu limitato alla persona del Duca del Palatinato superiore, ma nel 1628 divenne ereditario. L'Imperatore e gli otto Principi elettori (Incisione di Abraham Aubry, Norimberga La questione ebbe un notevole rilievo anche 1663/64) nelle trattative per la pace di Vestfalia, e venne risolta solamente nel 1648, concedendo sia al Conte Palatino che al Duca del Palatinato Superiore di far parte del Collegio dei Principi elettori. Alla fine del XVII secolo la casa degli Asburgo, assicuratasi di fatto l'ereditariet del titolo imperiale, richiese la riammissione del Regno di Boemia nel Collegio dei Grandi Principi Elettori. Tuttavia, gli altri Elettori e Principi dell'impero, per lungo tempo temporeggiarono e cercarono di ostacolarne l'ingresso, temendo un ulteriore rafforzamento politico della gi potente dinastia imperiale negli affari della Dieta. Per tali cause il nuovo elettorato di Boemia fu ammesso nel Collegio solo nel 1708. La sua esistenza fu tuttavia breve e la sua attivit marginale: non appartenne mai a nessun circolo imperiale (Provincia imperiale), ebbe un'influenza decisionale occasionale in seno alla Dieta e con la morte di Maria Teresa d'Austria fu definitivamente soppresso. Nel 1692 anche il Duca Enrico Augusto di Brunswick-Lneburg (Hannover) pretese, per la propria casata, l'istituzione di un nono seggio nel Collegio dei Principi elettori, in cambio dell'aiuto militare prestato alla casa d'Austria (imperiale) durante la guerra contro la Francia per la successione del Palatinato. In questa vicenda ebbe anche un ruolo il fatto che l'elettore del Palatinato, ora in appannaggio dei Wittelsbach, era passato ad una dinastia cattolica. Con la creazione di un nono elettore, l'elemento protestante veniva rafforzato. Nonostante le proteste degli elettori cattolici, l'Imperatore assecond Enrico Augusto che per fu ammesso come elettore solo nella Dieta del 1708 insieme alla Boemia. Poich la casata degli Hannover, nel 1714, ascese al trono britannico, per tutto il secolo XVIII la monarchia inglese ebbe voce in capitolo nell'elezione dell'Imperatore del Sacro Romano Impero, per l'elettorato di Brunswick-Hannover e le contee di Hoya, Diepholz, Spiegelberg. Quando, nel 1777, per motivi dinastici, il ramo palatino dei Wittelsbach si riun a quello bavarese, il numero dei Principi elettori si ridusse nuovamente a otto.

Principe elettore

156

La fine
Durante le guerre napoleoniche la Francia si annett tutti i territori a sinistra del Reno, comprese vaste parti dei territori prima appartenenti ai quattro elettori renani (l'arcivescovo di Colonia, quello di Magonza, quello di Treviri e il Conte palatino. Nel Reichsdeputationshauptschluss del 1803 vennero pertanto meno tutti e tre gli arcivescovi elettori oltre all'elettore palatino. Quattro nuovi principi li sostituirono, ottenendo il diritto di voto: l'Arcivescovo di Salisburgo, il Duca di Wrttemberg, il margravio del Baden e il Langravio di Assia-Kassel. Questa riforma, per, non ebbe alcun effetto pratico, perch nel 1806 il Sacro Romano Impero venne sciolto, e i nuovi elettori non ebbero la possibilit di eleggere alcun Imperatore.

Procedura dell'elezione e privilegi dei Principi elettori


Inizialmente l'elezione del Re da parte dei Principi elettori doveva avvenire all'unanimit. Solamente con l'unione elettorale di Rhens, del 1338, ci si accord sul principio del voto a maggioranza. Anche se il sovrano era in vita, era possibile procedere all'elezione del successore. Se ci non accadeva, la Bolla d'oro prevedeva che, nel termine massimo di quattro mesi, l'arcivescovo di Magonza convocasse gli altri Principi elettori o i loro delegati a Francoforte per l'elezione del nuovo re. L'arcivescovo di Magonza, nella sua qualit di arcicancelliere dell'Impero, presiedeva inoltre il collegio. Egli doveva interrogare gli Elettori riguardo alla loro decisione, secondo un ordine ben definito: primo l'arcivescovo di Treviri, quindi quello di Colonia, poi, nell'ordine, il Conte Palatino, il Margravio di Brandeburgo, il Duca di Sassonia e il Re di Boemia. L'ultimo voto (e spesso, quello decisivo) spettava allo stesso arcivescovo di Magonza. Fino al secolo XVI l'incoronazione aveva luogo ad Aquisgrana, ad opera dell'arcivescovo di Colonia. a partire dall'elezione di Massimiliano II (1562) e fino allo scioglimento dell'impero quasi tutte le incoronazioni si tennero a Francoforte. L'ultima avvenne nel 1792. La Bolla d'oro garant ai Principi elettori una serie di privilegi: avevano il diritto di batter moneta, ed altre regalie; erano considerati maggiorenni a 18 anni, e le aggressioni contro di loro erano reato di lesa maest. I loro territori erano indivisibili, e le sentenze emanate dai loro tribunali supremi non erano appellabili. Infine il re non poteva avocare a s alcuna causa che ricadesse sotto la loro giurisdizione.

Principe elettore

157

Alti incarichi
Ogni elettore godeva del privilegio di un "Alto Incarico dell'Impero" ed era membro del cerimoniale della Casa Imperiale. Tre di loro rivestivano il ruolo di elettori spirituali di tutti gli Arci-Cancellieri (Erzkanzler): l'Arcivescovo di Magonza era Arci-Cancelliere di Germania, l'Arcivescovo di Treviri era Arci-Cancelliere della Borgogna e l'Arcivescovo di Colonia era Arci-Cancelliere d'Italia. Gli altri incarichi erano i seguenti:

Stemma di Massimiliano I di Baviera, Arci-Steward e Principe Elettore

Incarico Imperiale

tedesco

latino Archipincerna Archidapifer

Elettore Re di Boemia, fino al XV secolo, poi dal1708-1780 Elettore Palatino dal 1623 Elettore di Baviera, 16231706 Elettore Palatino, 170614 Elettore di Baviera, 17141806

Arci-Maggiordomo o Arci-Coppiere Erzmundschenk Arci-Siniscalco o Arci-Steward Erztruchse

Arci-Maresciallo Arci-Ciambellano Arci-Tesoriere

Erzmarschall Erzkmmerer

Archimarescallus Elettore di Sassonia Archicamerarius Elettore di Brandeburgo

Erzschatzmeister Archithesaurarius Elettore Palatino, 16481706 Elettore di Hannover, 171014 Elettore Palatino, 171477 Elettore di Hannover, 17771814

Arci-Araldo

Erzbannertrger

Archivexillarius

Elettore di Hannover, 170810 e 171477

Quando il Duca di Baviera rimpiazz l'Elettore Palatino nel 1623, egli assunse l'incarico di Arci-Steward. Quando il Conte Palatino si garant un nuovo elettorato, assunse la posizione di Arci-Tesoriere dell'Impero. Dopo che il Duca di Baviera venne bandito dall'Impero nel 1706, l'Elettore Palatino ritorn in possesso del proprio incarico di Arci-Stewatrd, e nel 1710 l'Elettore di Hannover venne promosso ad Arci-Tesoriere. La questione si complic alla restaurazione del Duca di Baviera nel 1714; l'Elettore di Baviera assunse nuovamente l'incarico di Arci-Steward, mentre l'Elettore Palatino torn all'incarico di Arci-Tesoriere e l'Elettore di Hannover ottenne l'incarico di Arci-Araldo. Gli Elettori di Hannover, ad ogni modo, continuarono ad essere indicati come Arci-Tesorieri, anche se l'Elettore Palatino lo esercit sino al 1777, quando eredit la Baviera ed il titolo di Arci-Steward. Dopo il 1777, non

Principe elettore vennero apportati altri cambiamenti significativi; erano stati pensati nuovi incarichi per il 1803, ma il Sacro Romano Impero venne abolito prima che queste riforme fossero applicate. Molti Alti Ufficiali utilizzavano nei loro stemmi dei segni di distinzione; molti di questi, che spesso erano "pezze onorevoli", erano indicate nel centro della stemma, in posizione d'onore (come indicato dall'immagine a destra) oltre alle altre cariche che ricoprivano. L'Arci-Steward usava la gules an orb Or (un globo dorato in campo rosso come indicato a destra). L'Arci-Maresciallo utilizzava il pi complesso per fess sable and argent, two swords per saltire gules (due spadre rosse incrociate a Croce di Sant'Andrea, su un campo nero e bianco). L'Arci-Ciambellano utilizzata azure a sceptre per pale Or (uno scettro d'oro su un campo blu), mentre l'Arci-Tesoriere utilizzava gules the crown of Charlemagne Or (la corona di Carlomagno, d'oro, su un campo rosso). Come gi detto sia l'Elettore Palatino che l'Elettore di Hannover usavano definirsi come Arci-Tesorieri dal 1714 al 1777; durante questo periodo, entrambi gli elettori utilizzavano il medesimo segno distintivo. I tre Arci-Cancellieri e l'Arci-Maggiordomo non usavano segni distintivi. Gli elettori utilizzavano anche titoli onorifici che venivano utilizzati soprattutto al momento dell'incoronazione dell'Imperatore. L'Arci-Maggiordomo svolgeva le funzioni di Maggiordomo (col titolo di Conte di Althann), l'Arci-Siniscalco quelle di Steward (Conte di Waldburg), l'Arci-Ciambellano di Ciambellano (Conte di Hohenzollern), l'Arci-Maresciallo quello di Maresciallo (Conte di Pappenheim) e l'Arci Tesoriere quello di Tesoriere (Conte di Sinzendorf).

158

Bibliografia
Hans Boldt: Deutsche Verfassungsgeschichte, vol. 1: Von den Anfngen bis zum Ende des lteren deutschen Reichs 1806, Monaco di Baviera 1984. Arno Buschmann (Hg.): Kaiser und Reich. Klassische Texte und Dokumente zur Verfassungsgeschichte des Heiligen Rmischen Reiches Deutscher Nation, Monaco di Baviera 1984. Franz-Reiner Erkens: Kurfrsten und Knigswahl, Hannover 2002, ISBN 3-7752-5730-6. Martin Lenz: Konsens und Dissens. Deutsche Knigswahl (1273-1349) und zeitgenssische Geschichtsschreibung (= Formen der Erinnerung 5), Vandenhoeck & Ruprecht, Gottinga 2002, ISBN 3-525-35424-X. Hans K. Schulze: Grundstrukturen der Verfassung im Mittelalter, vol. 3: Kaiser und Reich, Stoccarda 1998.

Voci correlate
Elettorato di Magonza pfl:Kuafrschd

Diocesi di Magonza

159

Diocesi di Magonza
Diocesi di Magonza Dioecesis Moguntina Chiesa latina

vescovo

cardinale Karl Lehmann

suffraganea dell'arcidiocesi di Friburgo in Brisgovia

vicario ausiliari parrocchie sacerdoti

Dietmar Giebelmann Ulrich Neymeyr, Werner Guballa 343 (20 vicariati) 442 secolari e 94 regolari 1.486 battezzati per sacerdote 135 religiosi 411 religiose 122 diaconi 2.807.896 abitanti in 7.692 km 796.562 battezzati (28,4% del totale)

eretta rito

IV secolo romano

Postfach 1560, D-55005 Mainz; Bischofsplatz 2, D-55116 Mainz, Bundesrepublik Deutschland [1] [2] tel. (06131)2530 fax. 25.34.01 W @ Dati dall'annuario pontificio 2005 * Chiesa cattolica in Germania [3] *

Diocesi di Magonza

160

La diocesi di Magonza (in latino: Dioecesis Moguntina) una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Friburgo in Brisgovia. Nel 2004 contava 796.562 battezzati su 2.807.896 abitanti. attualmente retta dal vescovo cardinale Karl Lehmann.

Territorio
La diocesi comprende parte della Renania-Palatinato e dell'Assia, nonch la localit di Bad Wimpfen nel Baden-Wrttemberg. Sede vescovile la citt di Magonza, dove si trova la cattedrale. Il territorio suddiviso in 20 decanati e in 344 parrocchie.

Le torri della cattedrale di Worms

Chiese importanti
Duomo di Magonza Duomo di Worms Basilica San Martino (Bingen am Rhein) Basilica Sant'Eginardo (Seligenstadt) Chiesa di Santo Stefano (Magonza), con nove vetrate decorate realizzate da Marc Chagall

Storia
La sede di Magonza venne eretta ai tempi della dominazione di Roma, nella citt di Magonza, che era capitale provinciale romana allora chiamata Mogontiacum, ma assunse grande rilievo dopo essere stata elevata ad arcidiocesi nel 780/782. I primi vescovi del IV secolo hanno nomi leggendari, a partire da Crescens. Il primo vescovo certo fu Mar(t)inus nel 343. L'importanza secolare ed ecclesiastica di Magonza risale a san Bonifacio, che divenne titolare della sede nel 747. Bonifacio era gi in precedenza arcivescovo e l'onore fu trasmesso alla sede con il suo successore Lullo. L'arcivescovado fu un importante principato ecclesiastico del Sacro Romano Impero. Esso comprendeva territori attorno a Magonza su entrambe le rive del Reno e lungo il Meno sopra Francoforte, compresi il distretto di Aschaffenburg e i territori attorno a Erfurt in Turingia. L'arcivescovo tradizionalmente deteneva la carica di Arcicancelliere di Germania e presidente del collegio elettorale tecnicamente dal 1251 e permanentemente dal 1261 al 1803. Il 29 novembre 1801 Magonza perse il rango arcivescovile. Durante la secolarizzazione che accompagn la Reichsdeputationshauptschluss del 1803, la sede dell'elettore Karl Theodor von Dalberg fu trasferita a Ratisbona, e l'elettorato perse la riva sinistra del Reno che and alla Francia, la riva destra del Meno pass ai principi di Assia-Darmstadt e Nassau, mentre Erfurt and alla Prussia. Dalberg mantenne l'area di Aschaffenberg, e quando il Sacro Romano Impero fu infine dissolto nel 1806, quest'area divenne il nucleo del nuovo Granducato di Francoforte. Da allora la diocesi di Magonza ebbe due cardinali e, per mezzo di vari concordati, pot mantenere la tradizione medievale di eleggere i propri vescovi direttamente dal capitolo della cattedrale, caratteristica che la accomuna alle diocesi svizzere di Coira, di Basilea e di San Gallo, metodo scomparso nel resto della Chiesa cattolica.

Diocesi di Magonza

161

L'elettorato
Dal 1257 l'arcivescovo di Magonza e primate della Germania fu ufficialmente riconosciuto arcicancelliere dell'impero e presidente-decano della Dieta o Reichstag e primo Grande Elettore. Tale situazione venne sancita definitivamente dalla Bolla d'oro del 25 dicembre 1356 (Erzbischof von Mainz und de Heiligen Roemischen Reichs Erzkanzler fuer Germanien und Chur-Furst). Come decano degli Elettori presiedeva anche il "Consiglio Aulico dell'impero" (Reichshofrat) e fino al 1343 incoronava personalmente il nuovo imperatore eletto. Come presidente della Dieta poteva convocare il Collegio elettorale, aprendone i lavori e concedendo l'apertura delle votazioni cominciando dagli Elettori di Treviri e di Colonia; esaminava e legittimava le lettere credenziali dei deputati plenipotenziari inviati dai vari principi alle votazioni. Dal 10 giugno 1630 per decreto di papa Urbano VIII riceve il trattamento di eminenza e gli viene riconosciuto il rango reale, pi o meno contestato, dagli altri sovrani europei. Il principato elettorale era costituito dal distretto di Magonza con Kastel, Kronberg nel Taunus, Bingen, Lohnstein e Steinheim; principato di Aschaffenburg con Miltenberg, Amorbach, Bischoffsheim, Gernsheim, Amoenenburg, Hochheim; le contee di Hoechst, Rheingau, Elfeld, Eppstein, Oberursel, Koenigstein, Reineck inferiore, il langraviato di Orb; principato abbaziale di Lorsch in unione personale dal 1623; principato vescovile di Erfurt e il ducato di Eichsfeld composto dal principato di Heiligenstadt e dalla marca di Duderstadt

capitolo di San Pietro a Noerten presso Gottinga Una curiosit: la sede di Magonza l'unica sede, oltre Roma, a detenere il titolo di "Santa Sede", sebbene questo titolo sia diventato ultimamente meno comune.

Cronotassi dei vescovi


Crescente (circa 80 - 103) Marino (circa 103 - 109) San Crescenzio (circa 109 - 127) Ciriaco (circa 127 - 141) Ilario (circa 141 - 161) Martino I (circa 161 - 175) Celso (circa 175 - 197) Lucio (circa 197 - 207) Gottardo (circa 207 - 222) Sofrone (circa 222 - 230) Heriger I (circa 230 - 234) Ruther (circa 234 - 254) Avito (circa 254 - 276) Ignazio (circa 276 - 289) Dionigi (circa 289 - 309) Roberto I (circa 309 - 321) Adalardo (circa 320) Lucio Anneo (circa 330) Martino II (circa 330 - 360) Sidonio I (circa 360 - circa 386) Sigismondo (circa 386 - circa 392)

Lupoldo (circa 392 - circa 409) Niceta (circa 409 - circa 417) Mariano (circa 417 - circa 427)

Diocesi di Magonza Aureo (circa 427 - circa 443) Eutropio (circa 443 - circa 467) Adalbaldo Nather Adalberto (I) Lantfredo Sidonio II (? - circa 589) Siegberto I (circa 589 - 610) Ludegasto (circa 610 - 615) Rudwaldo (circa 615) Lubaldo ? (circa 625) Siegberto II Geroldo (? - 743) Gewielieb (circa 743 - circa 745) San Bonifacio (745 - 5 giugno 754 deceduto) Lullus (755 - 786) Richholf (787 - 813) Adolf (813 - 826) Odgar (826 - 847) Beato Rabano Mauro (848 - 4 febbraio 856 deceduto) Carlo d'Aquitania (856 - 863) Ludbert (863 - 889) Sunderhold (889 - 891) Hatto I (891 - 913) Herigar (913 - 937) Friedrich (937 - 954) Guglielmo (954 - 968) Hatto II (968 - 970) Rudbrecht (970 - 975) Willigis (975 - 23 febbraio 1011 deceduto) Erchenbald (1011 - 1021) Aribo di Magonza (1021 - 6 aprile 1031 deceduto) Bardo (1031 - 1051) Leutpold (1051 - 1059) Siegfried I (1060 - 1084) Wezilo (1084 - 1088) Rudhart (1088 - 1109) Adalberto I (1111 - 1137) Adalberto II di Magonza (1138 - 1141) Markholf (1141 - 1142) Heinrich I (1142 - 1153) Arnoldo (1153 - 24 giugno 1160 deceduto) Rodolfo (1160 - 1161) Corrado I di Wittelsbach (maggio 1161 - 1165) Cristiano I (1165 - 23 agosto 1183 deceduto)

162

Corrado I di Wittelsbach (novembre 1183 - 25 ottobre 1200 deceduto) (per la seconda volta) Lupold von Scheinfeld (1200 - 1208)

Diocesi di Magonza Sigfried II von Eppenstein (1200 - 1230) (antivescovo fino al 1208) Sigfrido III di Eppstein (1230 - 9 marzo 1249 deceduto) Christian III von Weissenau (1249 - 1251) Gerhard I von Daun-Kirberg (1251 - 1259) Werner II von Eppenstein (1260 - 1284) Heinrich II von Isny (1286 - 1288) Gerhard II von Eppenstein (1286 - 1305) Peter von Aspelt (1306 - 1320) Matthias von Buchek (1321 - 1328) Heinrich III von Virneburg (1328 - 1337) Gerlach von Nassau (1346 - 1371) Johann I von Luxemburg-Ligny (1371 - 1373) Ludwig von Meissen (1374 - 1379) Adolf I von Nassau (1379 - 1390) Konrad II von Weinsberg (1390 - 1396) Johann II von Nassau (1396 - 1419) Joffrid von Leiningen (1396 - 1397) (antivescovo) Konrad III von Stein (1419 - 1434) Dietrich Schenk von Erbach (6 luglio 1434 - 6 maggio 1459 deceduto) Dieter von Isenburg-Bdingen (18 giugno 1459 - 21 agosto 1461 dimesso) Adolf III von Nassau-Wiesbaden (21 agosto 1461 - 6 settembre 1475 deceduto) Dieter von Isenburg-Bdingen (9 novembre 1475 - 7 maggio 1482 deceduto) (per la seconda volta) Albert II (7 maggio 1482 succeduto - 1 maggio 1484 deceduto) Bertold von Henneberg-Rmhild (20 maggio 1484 - 21 dicembre 1504) Jakob von Liebenstein (29 dicembre 1504 - 15 settembre 1508 deceduto) Uriel von Gemmingen-Michelfeld (27 settembre 1508 - 9 febbraio 1514 deceduto) Alberto di Hohenzollern (9 marzo 1514 - 24 settembre 1545 deceduto) Sebastian von Heusenstamm (20 ottobre 1545 - 18 marzo 1555 deceduto) Daniel Brendel von Homburg (18 aprile 1555 - 22 marzo 1582 deceduto) Wolfgang von Dalberg (20 aprile 1582 - 5 aprile 1601 deceduto) Johann Adam von Bicken (15 maggio 1601 - 11 gennaio 1604 deceduto) Johann Schweikhard von Kronberg (17 febbraio 1604 - 17 settembre 1626 deceduto) Georg Friedrich von Greiffenklau (20 ottobre 1626 - 6 luglio 1629 deceduto) Anselm Casimir Wambold von Umstadt (6 agosto 1629 - 9 ottobre 1647 deceduto) Johann Philipp von Schnborn (19 novembre 1647 - 12 febbraio 1673 deceduto) Lothar Friedrich von Metternich-Burscheid (16 aprile 1673 - 3 giugno 1675 deceduto) Damian Hartard von der Leyen (3 luglio 1675 - 6 dicembre 1678 deceduto) Karl Heinrich von Metternich-Winneburg (9 gennaio 1679 - 26 settembre 1679 deceduto) Anselm Franz von Ingelheim (7 novembre 1679 - 30 marzo 1695 deceduto) Franz Lothar von Schnborn (30 marzo 1695 succeduto - 30 gennaio 1729 deceduto) Francesco Luigi del Palatinato-Neuburg (30 gennaio 1729 succeduto - 18 aprile 1732 deceduto) Philipp Karl von Eltz (9 giugno 1732 - 21 marzo 1743 deceduto) Johann Friedrich Karl von Ostein (22 aprile 1743 - 4 giugno 1763 deceduto) Emmerich Joseph von Breidbach-Brresheim (5 luglio 1763 - 11 giugno 1774 deceduto) Friedrich Karl Josef von Erthal (18 luglio 1774 - 4 luglio 1802 dimesso)

163

Karl Theodor von Dalberg (1802 - 1803 nominato arcivescovo di Ratisbona) (antivescovo) Joseph Ludwig Colmar (1 agosto 1802 - 15 dicembre 1818 deceduto)

Diocesi di Magonza Joseph Vitus Burg (29 settembre 1829 - 22 maggio 1833 deceduto) Johann Jakob Humann (16 luglio 1833 - 19 agosto 1834 deceduto) Petrus Leopold Kaiser (16 ottobre 1834 - 30 dicembre 1848 deceduto) Wilhelm Emmanuel von Ketteler (15 marzo 1850 - 13 luglio 1877 deceduto) Christoph Moufang (13 luglio 1877 - 10 giugno 1886 dimesso) Paul Leopold Haffner (10 giugno 1886 - 2 novembre 1899 deceduto) Heinrich Brck (21 dicembre 1899 - 5 novembre 1903 deceduto) Georg Heinrich Kirstein (30 novembre 1903 - 15 aprile 1921 deceduto) Ludwig Maria Hugo (15 aprile 1921 succeduto - 30 marzo 1935 deceduto) Albert Stohr (10 giugno 1935 - 4 giugno 1961 deceduto) Hermann Volk (3 marzo 1962 - 27 dicembre 1982 ritirato) Karl Lehmann, dal 21 giugno 1983

164

Statistiche
La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 2.807.896 persone contava 796.562 battezzati, corrispondenti al 28,4% del totale. Geograficamente, la proporzione dei cattolici varia considerevolmente: nella citt di Magonza sono circa met della popolazione, mentre nella parte settentrionale della diocesi sono una piccola minoranza.
anno battezzati popolazione totale % numero secolari regolari sacerdoti diaconi battezzati per sacerdote 1.223 1.359 1.427 1.327 1.420 1.447 1.472 1.473 1.410 1.486 40 76 104 106 111 113 115 122 religiosi parrocchie uomini donne

1950 1970 1980 1990 1999 2000 2001 2002 2003 2004

631.100 893.357 939.372 856.461 825.309 820.932 814.205 809.223 803.923 796.562

1.794.600 2.344.970 2.637.000 2.300.000 2.746.000 2.770.000 2.770.000 2.770.000 2.807.896 2.807.896

35,2 38,1 35,6 37,2 30,1 29,6 29,4 29,2 28,6 28,4

516 657 658 645 581 567 553 549 570 536

437 533 564 538 477 475 464 456 476 442

79 124 94 107 104 92 89 93 94 94

128 201 136 132 142 130 119 123 121 135

1.907 1.622 1.145 796 657 616 458 423 423 411

284 1.037 346 344 344 344 344 344 344 344

Diocesi di Magonza

165

Voci correlate
Principe elettore

Altri progetti
Wikimedia Commons contiene file multimediali su Diocesi di Magonza

Collegamenti esterni
Annuario pontificio del 2005 e precedenti, riportati su www.catholic-hierarchy.org [4] alla pagina [3] Sito ufficiale [1] della diocesi

Note
[1] [2] [3] [4] http:/ / www. bistummainz. de/ bistum/ index. html mailto:info@bistum-mainz. de http:/ / www. catholic-hierarchy. org/ diocese/ dmain. html http:/ / www. catholic-hierarchy. org

Diocesi di Treviri
Diocesi di Treviri Dioecesis Trevirensis Chiesa latina

vescovo

Stephan Ackermann suffraganea dell'arcidiocesi di Colonia

vicario ausiliari

Georg Holkenbrink Leo Schwarz, Robert Brahm, Jrg Michael Peters

Diocesi di Treviri

166
parrocchie sacerdoti 959 (35 vicariati) 730 secolari e 338 regolari 1.490 battezzati per sacerdote

596 religiosi 2.178 religiose 143 diaconi 2.500.000 abitanti in 12.870 km 1.592.042 battezzati (63,7% del totale) eretta rito III secolo romano

Hinter dem Dom 6, D-54290 Trier; Postfach 1340, D-54203 Trier, Bundesrepublik Deutschland [1] [2] tel. (0651)71.050 fax. 710.54.98 W @ Dati dall'annuario pontificio 2005 * Chiesa cattolica in Germania [3] *

La diocesi di Treviri (in latino: Dioecesis Trevirensis) una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Colonia. Nel 2004 contava 1.592.042 battezzati su 2.500.000 abitanti. attualmente retta dal vescovo Stephan Ackermann.

Territorio
La diocesi si trova nel sud-ovest della Germania e comprende le precedenti regioni amministrative di Coblenza e Treviri, della Renania-Palatinato, come anche lo stato federato (Bundesland) della Saarland (escluso Le arche dei primi due vescovi di Treviri, Eucario e Valerio, nella cripta il distretto di Saarpfalz-Kreis). La diocesi dell'abbazia benedettina di san Mattia a Treviri confina con la diocesi di Aquisgrana e l'arcidiocesi di Colonia a nord; l'arcidiocesi di Paderborn a nord-est; le diocesi di Limburg, Magonza e Spira ad est; la diocesi di Metz (Francia) a sud; l'arcidiocesi di Lussemburgo ad ovest, e la diocesi di Liegi (Belgio) a nord-ovest. Sede vescovile la citt di Treviri, dove si trova la cattedrale di san Pietro. Il territorio si estende su 12.870 km ed suddiviso in 959 parrocchie, raggruppate in 35 decanati.

Diocesi di Treviri

167

Storia
La sede del vescovo di Treviri, in Renania-Palatinato, la pi antica della Germania. I vescovi di Treviri sono documentati a partire dalla met del III secolo. Gi in epoca merovingia i vescovi di Treviri godevano di una sostanziale indipendenza. La sede di Treviri fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana nell'VIII secolo. L'arcidiocesi di Treviri stata un importante principato ecclesiastico del Sacro Romano Impero, con estensione lungo la Mosella fra Treviri e Coblenza. Il 1 maggio 1196 l'arcivescovo Giovanni consacrava un altare della cattedrale dedicato alla reliquia della Tunica inconsutile, indossata da Ges Cristo prima della Crocifissione e miracolosamente ritrovata, secondo la leggenda, da sant'Elena, madre dell'imperatore Costantino. Dal XIII secolo ebbe il titolo onorifico di Arcicancelliere della Gallia e del regno di Arles e, a partire dal 1356, l'arcivescovo di Treviri divenne il secondo per precedenza dei sette principi elettori. Aveva il privilegio, su invito dell'elettore di Magonza, di esprimere per primo il voto fra tutti i membri del Reichstag (Dieta) e nelle elezioni dell'imperatore.

Mappa dell'arcidiocesi di Treviri nel 1645

Nei secoli il principato elettorale, appartenente al circolo o Provincia dell'Elettorato del Reno era andato estendendosi, per acquisti e donazioni, su gran parte della valle della Mosella. Il principato comprendeva i baliaggi di Coblenza e di Treviri (amministrata con propri ordinamenti fino al 1794 da un vicario dell'elettore) fino al Reno dominato dalla possente fortezza di Ehrenbreitstein, sicuro rifugio degi elettori e delle loro ricchezze, Stampa devozionale con la riproduzione della Tunica inconsutile, reliquia Cocheim, Boppard e le exclaves della contea della cattedrale di Treviri, in occasione dell'ostensione del 1891 di Limburg, del ducato di Schoenburg, Eger, Montabaur, Mayen, Daun, il principato di Worms, in unione personale, con una parte della citt di Ladenburg, l'abbazia principesca di Pruem.

Diocesi di Treviri

168

Dall'arcivescovato di Treviri dipendevano i vescovadi di Metz, Toul, Verdun, Nancy e Saint-Di (oggi francesi) e la sponda destra del Reno fino a Giessen. Ora suffraganea dell'arcidiocesi di Colonia. Il declino della diocesi e del principato elettorale cominci nel 1786 quando l'ultimo elettore si trasfer a Coblenza. Nel 1795 tutto il territorio della diocesi e del principato ad ovest del Reno fu occupato dai francesi e il 29 novembre 1801 una nuova diocesi di Treviri fu eretta sul suo territorio, con la conseguente perdita del rango arcivescovile. Nel 1803 il principato con i suoi 280.000 sudditi venne secolarizzato e la piccola parte restante del principato ecclesiastico, posta sulla riva destra del Reno, fu annessa dal principato di Nassau. Il 16 luglio 1821 per effetto della bolla De salute animarum di papa Pio VII la diocesi Lapide che ricorda tutti i vescovi di Treviri, nella cattedrale entr a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Colonia e il 16 agosto dello stesso anno cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Limburg. L'ostensione del 1844 della Tunica inconsutile forn a Johannes von Rnge, fino ad allora un sacerdote cattolico, il pretesto per dare origine alla setta scismatica dei "cattolici tedeschi". Mosso dal risentimento per la predicazione del vescovo di Treviri Wilhelm Arnoldi, che attribuiva alla reliquia poteri taumaturgici, giunse a rifiutare il celibato ecclesiastico, la pratica della scomunica, le indulgenze e la confessione orale dei peccati. Giunse ad avere duecento comunit sparse in tutta la Germania, ma gi nel 1911 la setta contava solo 2.000 seguaci, tutti in Sassonia, e pi tardi conflu nel movimento dei vecchi cattolici.

Cronotassi dei vescovi


Eucario (Eucherio) (circa 250) Valerio di Trves (circa 250) Materno (circa 300) Agrizio (314 - 329) Massimino (329 - 346) Paolino (347 - 358) Bonoso (359 - 365) Vetranio (365 - 384) Felice II (384 - 398) Maurizio II (398 - 407) Leonzio (407 - 409) Autore II (409 - 427) Severo (428 - 455)

Cirillo (455 - 457) Giamblico (457 - 458)

Diocesi di Treviri Evemero (458 - 461) Marco II (461 - 465) Volusiano (465 - 469) Milezio (469 - 476) Modesto (486 - 489) Massimiano (479 - 499) Fibicio (500 - 526) Aprunenzio (526 - 527) Niceto (527 - 566) Rustico II (566 - 573) Magnerico (573 - 596) Gundwich (596 - 600) Sibaldo (600 - 626) Modoaldo (626 - 645) Numeriano (645 - 665) Sant' Hildulfo (665 - 671 dimesso) Basino (671 - 697) Ludwin (697 - 718) Milo (718 - 758) Wermad (758 - 791) Richbodo (791 - 804) Waso (804 - 809) Amalhar (809 - 814) Hetto (814 - 847) Dietgold (847 - 868) Bertoldo (869 - 883) Radbodo (883 - 915) Rudgar (915 - 930) Rudbrecht (930 - 956) Enrico I (956 - 964) Teodorico I (965 - 977) Egberto (977 - 993) Ludolfo (994 - 1008) Adalbero I (1008) Megingod (1008 - 1015) Poppo (1016 - 1047) Eberardo (1047 - 1066) Kuno I (1066) Udo (1066 - 1078) Engelberto (1079 - 1101) Bruno (1101 - 1124) Goffredo (1124 - 1127) Meginher (1127 - 1130) Adalbero II (1131 - 1152) Hillin (1152 - 1169)

169

Arnoldo I (1169 - 1183) Fulmar (1183 - 1189)

Diocesi di Treviri Giovanni I (1189 - 1212) Teodorico II (1212 - 1242) Arnold von Isenburg (1242 - 1259) Heinrich von Finstingen (1260 - 1286) Bohemond von Warnesberg (1286 - 1299) Diether von Nassau (1300 - 1307) Heinrich Virneburg (1300 - 1306) (antivescovo) Baldwin von Luxemburg (1307 - 1354) Bohemond von Saarbrcken (1354 - 1361) Kuno von Falkenstein (1362 - 1388) Werner von Falkenstein (1388 - 1418) Otto von Ziegenhain (1418 - 1430) Rhaban von Helmstadt (1430 - 1438) Jakob von Sierk (19 maggio 1439 - 28 maggio 1456 deceduto) Johann von Baden (21 giugno 1456 - 9 febbraio 1503 deceduto) Jakob von Baden (9 febbraio 1503 succeduto - 27 aprile 1511 deceduto) Richard Greiffenklau zu Vollraths (15 maggio 1511 - 13 marzo 1531 deceduto) Johann von Metzenhausen (27 marzo 1531 - 22 luglio 1540 deceduto) Johann Ludwig von Hagen (9 agosto 1540 - 23 marzo 1547 deceduto) Johann von Isenburg (20 aprile 1547 - 18 febbraio 1556 deceduto) Johann von der Leyen (25 aprile 1556 - 10 febbraio 1567 deceduto) Jakob von Eltz (7 aprile 1567 - 4 giugno 1581 deceduto) Johann von Schonenberg (31 luglio 1581 - 1 maggio 1599 deceduto) Lothar von Metternich (7 agosto 1599 - 17 settembre 1623 deceduto) Philipp Christoph von Stern (25 settembre 1623 - 7 febbraio 1652 deceduto) Karl Kaspar von der Leyen (7 febbraio 1652 succeduto - 1 giugno 1676 deceduto) Johann Hugo von Orsbeck (1 giugno 1676 succeduto - 6 gennaio 1711 deceduto) Carlo Giuseppe di Lorena (24 settembre 1711 - 4 dicembre 1715 deceduto) Francesco Luigi del Palatinato-Neuburg (20 febbraio 1716 - 3 marzo 1729 dimesso) Franz Georg von Schnborn-Buchheim (2 maggio 1729 - 18 gennaio 1756 deceduto) Johann Philipp von Walderdorf (18 gennaio 1756 succeduto - 12 gennaio 1768 deceduto) Clemente Venceslao di Sassonia (10 febbraio 1768 - 29 novembre 1801 dimesso) Charles Mannay (5 luglio 1802 - novembre 1816 dimesso) Josef von Hommer (3 maggio 1824 - 11 novembre 1836 deceduto) Wilhelm Arnoldi (21 giugno 1842 - 7 gennaio 1864 deceduto) Leopold Pelldram (29 dicembre 1864 - 3 maggio 1867 deceduto) Matthias Eberhard (16 luglio 1867 - 30 maggio 1876 deceduto) Michael Felix Korum (12 agosto 1881 - 4 dicembre 1921 deceduto) Franz Rudolf Bornewasser (12 marzo 1922 - 20 dicembre 1951 deceduto) Matthias Wehr (20 dicembre 1951 succeduto - 19 novembre 1966 ritirato) Bernhard Stein (25 aprile 1967 - 5 settembre 1980 ritirato) Hermann Josef Spital (24 febbraio 1981 - 15 gennaio 2001 ritirato) Reinhard Marx (20 dicembre 2001 - 30 novembre 2007 nominato arcivescovo di Monaco e Frisinga) Stephan Ackermann, dall'8 aprile 2009

170

Diocesi di Treviri

171

Statistiche
La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 2.500.000 persone contava 1.592.042 battezzati, corrispondenti al 63,7% del totale.
anno battezzati popolazione totale % numero secolari regolari sacerdoti diaconi battezzati per sacerdote 940 954 1.135 1.301 1.322 1.334 1.356 1.368 1.458 1.490 39 63 22 106 117 121 140 143 religiosi parrocchie uomini donne

1950 1969 1980 1990 1999 2000 2001 2002 2003 2004

1.527.000 1.850.977 1.930.293 1.802.456 1.659.905 1.646.599 1.633.383 1.620.662 1.609.251 1.592.042

2.005.000 2.601.648 2.313.490 2.485.500 2.368.000 2.368.000 2.368.000 2.300.000 2.300.000 2.500.000

76,2 71,1 83,4 72,5 70,1 69,5 69,0 70,5 70,0 63,7

1.258 1.382 1.081 1.385 1.255 1.234 1.204 1.184 1.103 1.068

365 558 619 971 862 852 842 830 752 730

1.623 1.940 1.700 414 393 382 362 354 351 338

1.230 1.094 1.035 770 649 620 639 626 624 596

6.010 5.420 3.476 3.300 2.558 1.851 2.392 2.292 2.262 2.178

909 873 978 978 969 969 965 965 965 959

Altri progetti
Wikimedia Commons contiene file multimediali su Diocesi di Treviri

Collegamenti esterni
Annuario pontificio del 2005 e precedenti, riportati su www.catholic-hierarchy.org [4] alla pagina [3] Sito ufficiale [1] della diocesi Mappa della diocesi [4] (file scaricabile in pdf) (LA) Bolla De salute animarum [5], in Raffaele de Martinis, Iuris pontificii de propaganda fide. Pars prima, Tomo IV, Romae 1891, p. 594

Note
[1] [2] [3] [4] http:/ / www. bistum-trier. de mailto:bistum-trier@bgv-trier. de http:/ / www. catholic-hierarchy. org/ diocese/ dtrie. html http:/ / cms. bistum-trier. de/ bistum-trier/ Integrale?SID=D0D23FBDFC41BFB5151BA7A837BFF3ED& MODULE=Frontend. Media& ACTION=ViewMediaObject& Media. PK=8770& Media. Object. ObjectType=full [5] http:/ / www. archive. org/ stream/ iurispontificii00martgoog#page/ n610/ mode/ 1up

Arcidiocesi di Colonia

172

Arcidiocesi di Colonia
Arcidiocesi di Colonia Archidioecesis Coloniensis Chiesa latina

arcivescovo metropolita

cardinale Joachim Meisner

Provincia ecclesiastica

diocesi suffraganee Aquisgrana, Essen, Limburg, Mnster, Treviri vicario ausiliari Dominik Schwaderlapp Heiner Koch, Manfred Melzer, Rainer Woelki 743 906 secolari e 382 regolari 1.701 battezzati per sacerdote

parrocchie sacerdoti

525 religiosi 1.931 religiose 295 diaconi 5.360.000 abitanti in 6.181 km 2.191.905 battezzati (40,9% del totale) eretta rito II secolo romano

Marzellenstrasse 32, D-50668 Koln [1] [2] tel. (0221)16420 fax. 16421700 W @

Arcidiocesi di Colonia
[3]

173

Dati dall'annuario pontificio 2005 * Chiesa cattolica in Germania

L'arcidiocesi di Colonia (in latino: Archidioecesis Coloniensis) una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2006 contava 2.191.905 battezzati su 5.360.000 abitanti. attualmente retta dall'arcivescovo cardinale Joachim Meisner.

Territorio
L'arcidiocesi comprende le citt di Colonia, Bonn, Dsseldorf, Leverkusen, Remscheid, Solingen e Wuppertal, parte del circondario Euskirchen (Bad Mnstereifel, Euskirchen, Zlpich, Weilerswist, Mechernich), i distretti Mettmann, Oberbergischer Kreis, i comuni Neuss, Dormagen, Grevenbroich, Kaarst, Rommerskirchen, Bderich (Meerbusch) e Glehn (Korschenbroich), i distretti Rhein-Erft-Kreis, Rhein-Sieg-Kreis e Rheinisch-Bergischer Kreis. Anche alcuni comuni dello stato Renania-Palatinato fanno parte della diocesi. Sede arcivescovile la citt di Colonia, dove si trova la cattedrale, dedicata a san Pietro e a santa Maria. Il territorio suddiviso in 743 parrocchie, raggruppate in 7 decanati urbani e 9 decanati foranei.
La chiesa di san Gereone a Colonia, la pi antica chiesa tedesca (IV secolo)

Storia
La diocesi di Colonia fu eretta nel II secolo. I vescovi prima di Materno II sono leggendari e non trovano riscontro documentale. Anche i vescovi tra Severino e Charentino sono incerti. Tutte le date di episcopato sono congetturali fino all'arcivescovo Gnther (met del IX secolo). Nell'VIII secolo fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.
Reliquiario dei re Magi in cattedrale

Il 1 novembre 787 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Brema, poi soppressa nel 1648.

Arcidiocesi di Colonia

174

L'arcidiocesi di Colonia una delle pi importanti diocesi della Germania ed stata uno dei maggiori principati ecclesiastici del Sacro Romano Impero. La citt di Colonia divenne una citt libera nel 1288 e la sede dell'arcivescovo fu trasferita dalla Cattedrale di Colonia a Bonn. L'arcivescovo di Colonia fu ufficialmente riconosciuto nel 1357 come uno dei Principi elettori dell'impero con l'ufficio di Arcicancelliere dell'impero per l'Italia. Il principato elettorale ecclesiastico con vari acquisti e donazioni si estendeva lungo una I giovani affollano Colonia per la Giornata Mondiale della Giovent 2005 striscia di terra nella riva sinistra del Reno ad est di Jlich e, nell'altra riva possedeva il Ducato di Westfalia e le regioni di Berg e la Mark. Nonostante il tentativo nel 1463 di riunire i territori ereditari elettorali continuarono a coesistere tre Diete regionali autonome secondo la ripartizione dei feudi: Terre dell'Arcicapitolo poste lungo la riva sinistra del Reno e distintie in Alto Elettorato (Bonn, Augustusburg, le contee di Hochstaden, Hagen, Gelsenkirchen, Schlitz) e Basso Elettorato (Principato di Neuss e contee di Rheinsberg e di Andernach; Contea di Vest Recklinghausen, un'exclave nella valle della Lippe amministrata con un governatore con sede nel castello di Westerholt dal 1228 e dal 1600 ripartita nei due distretti di Recklinghausen e di Dorsten con divieto assoluto di residenza per i protestanti; Ducato di Vestfalia suddiviso nei distretti di Arnsberg (capoluogo), Werl, Merschede, Gesecke; Principato abbaziale di Maria Laach in unione personale con l'elettore. Il 12 maggio 1559 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Roermond. All'inizio degli anni ottanta del XVI secolo l'arcivescovo Gebardo Truchsess von Waldburg (1577-83) si convert al luteranesimo e cerc di secolarizzare l'arcivescovato, ma la popolazione aiutata dalla Baviera imped la secolarizzazione, insediando come nuovo arcivescovo il principe Ernesto di Wittelsbach. Da allora fino al 1761 la carica di arcivescovo fu assegnata ai secondogeniti dei principi bavaresi Wittelsbach. Nel corso del XVIII secolo l'elettore gradualmente assomm altre sovranit ecclesiastiche in unione personale (Ratisbona, Osnabrck, Hildesheim, Paderborn, Mnster), rendendolo uno dei principi pi importanti della Germania nord-occidentale. Dopo il 1795 i territori dell'arcidiocesi nella riva sinistra del Reno furono occupati dalla Francia, a cui furono annessi nel 1801. Il Reichsdeputationshauptschluss del 1803 secolarizz il resto dell'arcivescovato (27 aprile 1803), assegnando il Ducato di Westfalia al langravio di Assia-Darmstadt. Colonia rimasta tuttavia sede arcivescovile fino ai giorni nostri. Il 29 novembre 1801 cedette un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Aquisgrana, che fu soppressa il 16 agosto 1821 e in seguito ristabilita il 13 agosto 1930. Nel 1840 cedette nuovamente una porzione del suo territorio, che era passata sotto la giurisdizione della diocesi di Aquisgrana nel 1801, a vantaggio del ristabilimento del vicariato apostolico del Limburgo (oggi diocesi di Roermond). Il 23 febbraio 1957 ha ceduto un'ulteriore porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Essen. A Colonia si tenuta la Giornata Mondiale della Giovent 2005 dal 15 al 21 agosto.

Arcidiocesi di Colonia

175

Cronotassi dei vescovi


Materno I (circa 88 - 128) Paolino Marcellino ? Aquilino Levoldo ? (circa 248 - 285) Materno II (circa 285 - 315) Eufrate (circa 315 - 348) Severino (circa 348 - 403) Ebergisil I ? (circa 403 - 440) Solazio (circa 440 - 470) Sunnoveo (circa 470 - 500) Domiziano (circa 535) Charentino (circa 570) Eberigisil II ? (circa 580 - 600 ?) Rimedio (circa 600 ? -611 ?) Solazio (circa 611 ? -622) San Cuniberto (circa 623 - 663) Bodato (circa 663 - 674) Stefano (674 - 680) Adelvino (680 - 695) Gisone (695 - 708) Anno I (708 - 710) Faramundo (710 - 713) Sant'Agilulfo (713 - 717) Reginfrido (718 - 747) Hidegaro (747 - 753) Bertholmo (753 - 763) Ricolfo (763 - 784) Ildebrando (784 - 819) Hadboldo (819 - 842) Hildwino (842 - 849) Gnther (850 - 864) Ugo l'abate (864 - ?) (vescovo eletto) Wilberto (870 - 889) Ermanno I (890 - 925) Wigfrido (925 - 953) San Bruno I (953 - 965) Volkmaro (965 - 969) Gerone (969 - 976) Warino (976 - 984) Ebergardo (984 - 999) Eriberto (999 - 1021) Pellegrino (1021 - 1036)

Ermanno II (1036 - 1056) Sant'Annone (1056 - 1075) Hildolfo (1076 - 1079)

Arcidiocesi di Colonia Sigwino (1079 - 1089) Ermanno III (1089 - 1099) Federico I (1100 - 1131) Brunone di Berg (1131 - 1137) Ugo di Sponheim (1137) Arnoldo (1138 - 1151) Arnoldo di Wied (1152 - 1156) Federico di Berg (1156 - 1158) Rainald von Dassel (1159 - 1167) Filippo di Heinsberg (1167 - 1191) Brunone di Berg (1191 - 1192) Adolfo di Berg (1192 - 1216)

176

Brunone di Sayn (1205 - 1208) (antivescovo) Teodorico di Hengebach (1208 - 1215) (antivescovo) Engelberto di Berg (1216 - 1225) Enrico di Mulnarken (1225 - 1237) Corrado di Hochstaden (1238 - 1261) Engelberto di Falkenstein (1261 - 1274) Sigfrido di Westerburg (1274 - 1297) Wikboldo di Holte (1297 - 1304) Enrico di Virneburg (1304 - 1332) Walramio di Jlich (1332 - 1349) Guglielmo di Gennep (1349 - 1362) Adolfo de la Marca (1363) Engelberto de la Marca (1364 - 1368) Kuno di Falkenstein (1370 - 1371) Federico di Saarwerden (1372 - 1414) Teodorico di Mors (24 aprile 1414 - 24 gennaio 1446 dimesso) Teodorico di Mors (4 dicembre 1447 - 13 febbraio 1463 deceduto) (per la seconda volta) Roberto del Palatinato (30 marzo 1463 - 16 luglio 1480 deceduto) Ermanno d'Assia (11 agosto 1480 - 19 ottobre 1508 deceduto) Filippo di Daun-Oberstein (13 novembre 1508 - 12 febbraio 1515 deceduto) Ermanno di Wied (14 marzo 1515 - 16 aprile 1546 dimesso) Adolfo von Schauenburg (17 settembre 1547 - 20 settembre 1556 deceduto) Antonio von Schauenburg (26 ottobre 1556 - 18 giugno 1558 deceduto) Gebardo von Mansfeld-Vorderort (26 luglio 1558 - 2 novembre 1562 deceduto) Federico von Wied (19 novembre 1562 - 25 novembre 1567 dimesso) Salentino von Isenburg-Grenzau (23 dicembre 1567 - 13 settembre 1577 dimesso) Gebardo von Waldburg (5 dicembre 1577 - 1 aprile 1583 dimesso) Ernesto di Baviera (2 giugno 1583 - 17 febbraio 1612 deceduto)

Ferdinando di Baviera (17 febbraio 1612 succeduto - 13 settembre 1650 deceduto) (arcivescovo eletto) Massimiliano Enrico di Baviera (13 settembre 1650 succeduto - 3 giugno 1688 deceduto) Giuseppe Clemente di Baviera (19 luglio 1688 - 11 dicembre 1723 deceduto) Clemente Augusto di Baviera (11 dicembre 1723 succeduto - 6 febbraio 1761 deceduto) Maximilian Friedrich von Knigsegg-Rothenfels (6 aprile 1761 - 15 aprile 1784 deceduto) Massimiliano Francesco d'Asburgo-Lorena (15 aprile 1784 succeduto - 29 luglio 1801 deceduto) Capitolo dell'arcivescovato in esilio

Arcidiocesi di Colonia Ferdinand August von Spiegel (1801 - 1803) (Governatore) Sede vacante (1803-1825) Ferdinand August von Spiegel (24 dicembre 1824 - 2 agosto 1835 deceduto) Clemens August Droste zu Vischering (1 dicembre 1835 - 19 ottobre 1845 deceduto) Johannes von Geissel (19 ottobre 1845 - 8 settembre 1864 deceduto) Paul Ludolf Melchers (8 gennaio 1866 - 3 luglio 1885 dimesso) Philipp Krementz (30 giugno 1885 - 6 maggio 1899 deceduto) Hubert Theophil Simar (24 ottobre 1899 - 24 maggio 1902 deceduto) Anton Hubert Fischer (6 novembre 1902 - 30 luglio 1912 deceduto) Felix von Hartmann (29 ottobre 1912 - 11 novembre 1919 deceduto) Karl Joseph Schulte (8 marzo 1920 - 11 marzo 1941 deceduto) Josef Frings (1 maggio 1942 - 10 febbraio 1969 ritirato) Joseph Hffner (24 febbraio 1969 - 14 settembre 1987 ritirato) Joachim Meisner, dal 20 dicembre 1988

177

Statistiche
L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 5.360.000 persone contava 2.191.905 battezzati, corrispondenti al 40,9% del totale.
anno battezzati popolazione totale % numero secolari regolari sacerdoti diaconi battezzati per sacerdote 1.217 1.133 1.208 1.384 1.560 1.571 1.670 1.633 1.633 1.656 1.701 5 106 204 292 286 290 295 289 289 295 religiosi parrocchie uomini donne

1950 1969 1980 1990 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2006

2.973.012 2.712.000 2.531.845 2.465.000 2.320.000 2.301.000 2.280.000 2.250.000 2.232.000 2.220.000 2.191.905

4.797.231 5.075.000 5.050.601 5.000.000 5.300.000 5.325.000 5.300.000 5.300.000 5.320.000 5.400.000 5.360.000

62,0 53,4 50,1 49,3 43,8 43,2 43,0 42,5 42,0 41,1 40,9

2.442 2.392 2.095 1.781 1.487 1.464 1.365 1.377 1.366 1.340 1.288

1.929 1.610 1.397 1.186 1.063 1.040 992 986 977 943 906

513 782 698 595 424 424 373 391 389 397 382

680 1.322 979 913 575 576 507 547 550 561 525

9.012 6.880 4.643 3.066 2.561 2.465 2.305 2.266 2.088 2.046 1.931

707 801 796 815 806 802 797 790 780 767 743

Arcidiocesi di Colonia

178

Altri progetti
Wikimedia Commons contiene file multimediali su Arcidiocesi di Colonia

Collegamenti esterni
Annuario pontificio del 2007 e precedenti, riportati su www.catholic-hierarchy.org [4] alla pagina [3] Sito ufficiale [1] dell'arcidiocesi

Note
[1] http:/ / www. erzbistum-koeln. de [2] mailto:presse@erzbistum-koeln. de [3] http:/ / www. catholic-hierarchy. org/ diocese/ dkoln. html

Principe vescovo
Un principe vescovo (altre volte principe spirituale, geistlich Frst in tedesco) era un vescovo che univa al suo ruolo religioso il potere temporale su di un territorio (che non necessariamente coincideva esattamente con la diocesi su cui esercitava l'autorit religiosa). L'investitura religiosa era per necessaria per l'esercizio del potere temporale. Nel Sacro Romano Impero questa figura scomparve di fatto solo con lo scioglimento dell'Impero, nell'anno 1806. In Montenegro questo titolo sopravvisse fino alla nascita dello stato jugoslavo, nel 1918.

Principivescovi nel Sacro Romano Impero


Un principe vescovo era un vescovo che, nel Sacro Romano Impero, aveva il rango di principe imperiale. Questa fusione delle funzioni spirituali e temporali dei vescovi entro l'ambito del Sacro Romano Impero risale alla politica dei re tedeschi durante l'alto medioevo, i quali si appoggiarono a vescovi da loro nominati per porre dei limiti all'influenza delle pi potenti famiglie nobiliari. Molti di loro vennero investiti di diritti regali (regalie). Con il nascere di principati territoriali anche i vescovi imposero la loro potest sui territori di loro competenza, creando i cosiddetti principati vescovili. La Bolla aurea, emanata dall'imperatore Carlo IV, stabil che i tre principi-vescovi pi potenti facessero parte del collegio di elettori dell'imperatore (assieme a quattro principi laici): si trattava dei principi-arcivescovi di Magonza, Colonia e Treviri. Nel 1521 il Sacro Romano Impero contava 53 principati ecclesiastici; la riforma protestante e la conseguente secolarizzazione ridussero questo numero, nel 1648, a 23 (che poi divennero 26 nel corso del secolo XVII). Nel corso delle guerre di religione molti principati vescovili furono secolarizzati ed annessi dai sovrani laici protestanti (Brema, Magdeburgo, Halberstadt, Ratzeburg, ecc.) che ne mantennero il seggio ed il voto nel Collegio dei Principi al Reichstag. Tuttavia, come per i principi secolari, non tutti i principi-vescovi avevano la piena sovranit sulle loro terre o il voto alla Dieta dell'impero (Vienna, Praga, Olmtz, Malines, Breslavia, Seckau, Gurk, Sion, Lavant, ecc.). Cos nel secolo XVI e al principio del XVII esistettero, accanto ai principati vescovili cattolici anche numerosi principati vescovili protestanti, il pi importante dei quali era quello di Magdeburgo. Quasi senza eccezioni questi territori ecclesiastici protestanti venivano governati da principi appartenenti a potenti dinastie confinanti, e, con la pace di Westfalia del 1648, vennero trasformati in principati laici, a vantaggio dei maggiori stati protestanti, come per esempio la Prussia. L'unico principato vescovile protestante che sopravvisse fu quello di Lubecca, e il caso specialissimo del principato vescovile di Osnabrck, che veniva governato alternativamente da vescovi cattolici e protestanti.

Principe vescovo Anche il priore dell'Ordine Teutonico, dal 1526, era un principe ecclesiastico, senza per essere un principe-vescovo. Dal secolo XVI fino agli inizi del XIX la carica di principe vescovo era ricoperta quasi esclusivamente da esponenti della nobilt, figli di principi, cavalieri imperiali, esponenti dell'antica nobilt. Per questo, fino al 1803, la Chiesa cattolica nell'Impero era sostanzialmente una chiesa di nobili. Fino al secolo XVII esisteva per qualche forma di mobilit sociale, quando alcuni esponenti della nobilt minore e persino qualche persona di famiglia non nobile, con la nomina a vescovo, riuscirono a raggiungere il rango di principe imperiale. Con il trattato di Lunville, nel 1801 si procedette alla secolarizzazione di tutti i principati ecclesiastici nel territorio del Sacro Romano Impero. La loro rapida fine fu determinata da diversi fattori, tra i quali in primo luogo la perdita di legittimazione dell'autorit temporale della chiesa nell'epoca del razionalismo e dell'illumismo, l'influenza della Francia rivoluzionaria, dove i beni ecclesiastici erano stati secolarizzati, e la volont annessionistica degli stati confinanti. Quasi tutti i principati vescovili vennero secolarizzati nel 1802, e il Reichsdeputationshauptschluss (1803) ne diede la sanzione ufficiale. I principi-vescovi in carica al momento della secolarizzazione mantennero a vita il rango di principi imperiali.

179

Elenco dei principati ecclesiastici del Sacro Romano Impero (1801)


Alla vigilia della secolarizzazione il Sacro Romano Impero contava i seguenti principati ecclesiastici. Principato arcivescovile di Magonza (principe elettore) Principato arcivescovile di Colonia (principe elettore) Principato arcivescovile Treviri (principe elettore) Principato arcivescovile di Salisburgo Principato vescovile di Augusta Principato vescovile di Bamberga Principato vescovile di Basilea Principato vescovile di Breslavia Principato vescovile di Bressanone Principato vescovile di Coira Principato vescovile di Corvey Principato vescovile di Eichsttt Principato vescovile di Feltre Principato vescovile di Frisinga Principato vescovile di Fulda Principato vescovile di Hildesheim Principato vescovile di Costanza Principato vescovile di Lubecca Principato vescovile di Liegi Principato vescovile di Mnster Principato vescovile di Osnabrck Principato vescovile di Paderborn Principato vescovile di Passavia Principato vescovile di Ratisbona Principato vescovile di Spira Principato vescovile di Strasburgo principato vescovile di Trento Principato vescovile di Worms

Principato vescovile di Wrzburg Principati ecclesiastici dell'impero secolarizzati nel corso del XVIII secolo

Principe vescovo Principato arcivescovile di Besanon (1792) Principato vescovile di Gurk (1782) Principato vescovile di Lavant (1782) Principato vescovile di Seckau (1786) Principato vescovile di Sitten (1798) Principato vescovile di Orta e San Giulio (1786)

180

(Per l'ordine di precedenza e di voto, vedi la voce Reichstag).

Principi vescovi in Montenegro


Nemmeno nelle Chiese orientali era comune che i vescovi esercitassero un potere temporale. A questo proposito fa per eccezione il ruolo politico del vescovo di Cettigne (Cetinje), nella regione del Montenegro (Crna Gora), che si svilupp a partire dal XVI secolo. Dopo la conquista della Serbia, l'Impero Ottomano voleva estendere il suo controllo anche sul Montenegro, ma le popolazioni che abitavano quelle montagne vi si opposero con successo. I capi dei diversi clan attribuirono al vescovo di Cettigne (Vladika) la funzione di presidente al di sopra delle parti in questa entit territoriale. Danilo Petrovi-Njego, che nel 1697 era divenuto Vladika, riusc a indicare come proprio successore un suo nipote, di modo che, nel XVIII secolo, tale ufficio, ad un tempo spirituale e temporale, venne attribuito alla famiglia Petrovi, i cui esponenti formarono una vera e propria dinastia di vescovi. Fu per solo col principe-vescovo Pietro I (1872-1830) che questa situazione venne riconosciuta definitivamente. Il successore, il di lui nipote Pietro II (1831-1851) elimin completamente un potente clan rivale, cosicch il principe-vescovo divenne capo politico indiscusso del Montenegro. Di conseguenza il nipote di Pietro II, Danilo II (1851 1860), un anno dopo esser divenuto Vladika rinunci alla carica proclamandosi principe (laico) del Montenegro. Il nipote e successore di Danilo II, Nicola I (18601918), padre di Elena, andata in sposa a Vittorio Emanuele III di Savoia, nel 1910, fece del principato un regno, che per venne annesso, nel 1918, al Regno dei Serbi, dei Croati e degli Sloveni, la futura Jugoslavia.

Altrove
In Inghilterra il Vescovo di Durham era un Principe-Vescovo col grado di Conte palatino incaricato non tanto di governare una diocesi quanto di proteggere il paese dalla minaccia scozzese. Il titolo sopravvisse all'unione fra Inghilterra e Scozia nel 1707 e persistette fino al 1836 insieme a quelo di altri ecclesiastici. Infatti nella Camera dei Lords erano riservati 30 seggi con voto ai principi ecclesiastici di cui 26 inglesi (Canterbury, Londra, Durham, Winchester, Oxford, Bristol, Chester, St. Asaph, Bath, Wells, Chichester, York, Dunkeld, Carlisle, Salisbury, Raphoe, Glasgow, Aberdeen, St. David, Galloway, Argyll, St. Andrews, Brechin, Murray, Ross, Caithness) e 4 irlandesi (Connor, Londonderry, Cloyne, Clogher). In Francia erano riconosciuti principi-vescovi i sei titolari di Pare ecclesiastiche: l'arcivescovo di Reims, i vescovi di Laon, Langres, Beauvais, Chalon e Noyon. Inoltre, mantennero il titolo di principi dell'impero i tre vescovi di Metz, Toul e Verdun i cui stati furono annessi dalla Francia nel 1552. In Italia principi-Vescovi furono il patriarca di Aquileia fino al 1751, il vescovo di Novara come principe di Orta, il vescovo di Sarzana, quelli di Feltre, di Treviso.

Principe vescovo

181

Casi speciali
Il pi importante Principe-Vescovo il vescovo di Roma, il Papa, capo universale della Chiesa cattolica, le cui pretese di dominio temporale si basavano sulla falsa Donazione di Costantino (fino alla fine dello Stato della Chiesa nel 1870). Ancora oggi per, in seguito ai Patti lateranensi il papa un sovrano assoluto, capo di stato della Citt del Vaticano. Il vescovo di Urgell in Spagna un altro caso di Principe-Vescovo essendo coprincipe di Andorra insieme al presidente della Repubblica francese.

Voci correlate
Vescovo-Conte

Altri progetti
Wikimedia Commons contiene file multimediali su Principe vescovo

Collegamenti esterni
Il Principe-vescovo di Mnster [1] pfl:Frschdbischuf

Note
[1] http:/ / www. zum. de/ whkmla/ military/ 17cen/ muenster1661. html

Fonti e autori delle voci

182

Fonti e autori delle voci


Sacro Romano Impero Germanico Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=36909739 Autori:: Lista degli stati del Sacro Romano Impero Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=36893152 Autori:: Acis, Alesvp, Ardens, AttoRenato, Avemundi, Basilicofresco, Civv, Cruccone, Eumolpo, Framo, Goemon, Leopold, Lucio Di Madaura, Marcol-it, Nanae, No2, Snowdog, Twice25, 9 Modifiche anonime Provincia Austriaca Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37942037 Autori:: Ardens, Ary29, Crabbymole, Crypto, Giornada, Leopold, MagisterMagii, Moloch981, Westfalenbaer, 8 Modifiche anonime Provincia Bavarese Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=29224642 Autori:: Provincia Borgognona Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=36142220 Autori:: Ardens, Carlomorino, Crypto, Leopold, Lodewijck, Ysogo, 2 Modifiche anonime Provincia dell'Elettorato del Reno Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=32312338 Autori:: Ardens, AttoRenato, Crypto, Leopold, Symposiarch, 2 Modifiche anonime Provincia di Franconia Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37806622 Autori:: Ardens, Ary29, Crypto, Leopold, Marco Bernardini, 2 Modifiche anonime Provincia del Basso Reno-Vestfalia Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=35201779 Autori:: Ardens, Crisarco, Dr Zimbu, Giornada, KingFanel, Leopold, MaEr, Musso, No2, Phantomas, 6 Modifiche anonime Provincia della Bassa Sassonia Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37584763 Autori:: Ardens, Leopold, Phantomas, Tenebroso, Tirinto, 3 Modifiche anonime Provincia dell'Alto Reno Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37468603 Autori:: Ardens, Ary29, Dr Zimbu, Leopold, No2, Phantomas, 2 Modifiche anonime Provincia dell'Alta Sassonia Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=36984771 Autori:: Ardens, Friedrichstrasse, K.Weise, Leopold, No2, Phantomas, 1 Modifiche anonime Wetterau Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37977058 Autori:: Al Pereira, Ardens, Civv, Hedorfer, Moongateclimber, Wiskandar Provincia Sveva Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37806691 Autori:: Ardens, Giornada, Io', Leopold, Moloch981, No2, Phantomas, 5 Modifiche anonime Stati del Sacro Romano Impero (A) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37317451 Autori:: Ardens, Eumolpo, KingFanel, Leopold, Marko86, Medan, Mr buick, Tenebroso Stati del Sacro Romano Impero (B) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=36592443 Autori:: Ary29, AttoRenato, Friedrichstrasse, Leopold, Marko86, Musso, No2, Pracchia-78, Torredibabele Stati del Sacro Romano Impero (C) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=34120750 Autori:: AttoRenato, KingFanel, Leopold, Marko86, No2, Rago Stati del Sacro Romano Impero (D) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37487379 Autori:: Leopold, Marko86, Tenebroso Stati del Sacro Romano Impero (E) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=32258071 Autori:: Fazzino, Leopold, Marko86, No2 Stati del Sacro Romano Impero (F) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37200619 Autori:: Leopold, Marko86, Tenebroso, 1 Modifiche anonime Stati del Sacro Romano Impero (G) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37205144 Autori:: Ary29, Leopold, Marko86 Stati del Sacro Romano Impero (H) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=32276615 Autori:: AttoRenato, K.Weise, Leopold, Marko86 Stati del Sacro Romano Impero (I) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=19765083 Autori:: Leopold, Marko86 Stati del Sacro Romano Impero (J) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=19765091 Autori:: Leopold, Marko86, Wiskandar Stati del Sacro Romano Impero (K) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37482634 Autori:: Ary29, Friedrichstrasse, Leopold, Marko86 Stati del Sacro Romano Impero (L) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=35979528 Autori:: Ary29, AttoRenato, Fazzino, K.Weise, Leopold, Marko86 Stati del Sacro Romano Impero (M) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37584806 Autori:: AttoRenato, Avemundi, KingFanel, Leopold, Marko86, No2, Patafisik, Rago, Tenebroso Stati del Sacro Romano Impero (N) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=32884372 Autori:: Friedrichstrasse, Leopold, Marko86 Stati del Sacro Romano Impero (O) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=27246054 Autori:: F l a n k e r, Leopold, Marko86 Stati del Sacro Romano Impero (P) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=33425841 Autori:: Avemundi, Framo, Leopold, Marko86, 1 Modifiche anonime Stati del Sacro Romano Impero (Q) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=19765114 Autori:: Leopold, Marko86 Stati del Sacro Romano Impero (R) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=36974089 Autori:: Avemundi, K.Weise, Leopold, MaEr, Marko86, No2, Wiskandar Stati del Sacro Romano Impero (S) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37584590 Autori:: AttoRenato, K.Weise, Leopold, Marko86, Nicolabel, No2, Tenebroso, Teodoro Amad Stati del Sacro Romano Impero (T) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37175954 Autori:: Leopold, Marko86, Tenebroso Stati del Sacro Romano Impero (U) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=19765129 Autori:: Leopold, Marko86 Stati del Sacro Romano Impero (V) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=19765135 Autori:: Leopold, Marko86 Stati del Sacro Romano Impero (W) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=33511678 Autori:: Avemundi, Leopold, Marko86, Nicolabel Stati del Sacro Romano Impero (Z) Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=27246056 Autori:: Ary29, Leopold, Marko86 Principe elettore Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37759027 Autori:: -kayac-, Acis, Ardens, AttoRenato, Avemundi, Civv, Duccio55, Elbano Bagnoli, Eumolpo, Eva4, Framo, Fredericks, Gregorovius, Hellis, Incola, Leopold, Lingtft, M7, Mahmud, Mappo, Massimo Macconi, Mizardellorsa, Moe, Nicola Romani, RiccardoP1983, Stefano.volpato, Tommaso Ferrara, Triph, Wiskandar, 15 Modifiche anonime Diocesi di Magonza Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37552464 Autori:: Acis, Ardens, AttoRenato, Avemundi, Civv, Elvezio, Fazzino, FeltriaUrbsPicta, Fluctuat, Gabrio, Kanchelskis, Krystian Kuchta, Leopold, Lingtft, Medan, Moe, Nicola Romani, Panairjdde, Pavelius, Rago, Riccardov, Sailko, Snowdog, StefanoBarill, Symposiarch, Tomfox, Tonkawa68, Wiskandar, 10 Modifiche anonime Diocesi di Treviri Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=36371470 Autori:: Acis, Ardens, Avemundi, Croberto68, DanGarb, Dg, Eguirald, Eva4, FeltriaUrbsPicta, Fluctuat, Gabrio, Jaqen, K.Weise, Leopold, Orson69, Riccardov, 5 Modifiche anonime Arcidiocesi di Colonia Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=38174253 Autori:: 5Y, Acis, Ary29, Avemundi, Dr Zimbu, Eltharion, F.chiodo, FeltriaUrbsPicta, Fluctuat, Franco aq, Gabrio, Gac, K.Weise, Leopold, Mappo, Marcok, Medan, Michele.crudele, Moe, Moloch981, Nanae, Nicola Romani, Poweruser, Purodha, Retaggio, Riccardov, Thomas Gebhardt, Triquetra, Vermondo, Viipuri, Wiskandar, 13 Modifiche anonime

Fonti e autori delle voci


Principe vescovo Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=37017402 Autori:: Alesvp, Archeologo, Ardens, AttoRenato, Avemundi, CristianNX, Cypsel, Dcosta, Ercaran, F l a n k e r, Fluctuat, Gac, Gacio, Jaqen, K.Weise, Lalupa, Lingtft, Luigi.Vampa, Medan, Migliorpasquale, Moe, Musso, Nicola Romani, No2, Nyo, Riccardov, Sailko, SpeDIt, 8 Modifiche anonime

183

Fonti, licenze e autori delle immagini

184

Fonti, licenze e autori delle immagini


Immagine:Austrian Circle-2005-10-14-en.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Austrian_Circle-2005-10-14-en.png Licenza: sconosciuto Autori:: Erik Warmelink, Loveless, Poulpy Immagine:Burgundian Circle-2005-10-14-en.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Burgundian_Circle-2005-10-14-en.png Licenza: sconosciuto Autori:: Loveless Immagine:The Low Countries.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:The_Low_Countries.png Licenza: GNU Free Documentation License Autori:: DaisyDaisy, Ed g2s, Pieter Kuiper, Vincent Steenberg Immagine:Electoral Rhenish Circle-2005-10-15-en.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Electoral_Rhenish_Circle-2005-10-15-en.png Licenza: Creative Commons Attribution-Sharealike 2.5 Autori:: Darkoneko, Erik Warmelink, Gryffindor, Loveless, Ludger1961, Poulpy, ~Pyb Immagine:Franconian Circle-2005-10-15-en.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Franconian_Circle-2005-10-15-en.png Licenza: sconosciuto Autori:: Erik Warmelink, Loveless, Poulpy, ~Pyb File:Lower Rhenish-Westphalian Circle-2005-10-15-en.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Lower_Rhenish-Westphalian_Circle-2005-10-15-en.png Licenza: sconosciuto Autori:: Beckstet, Erik Warmelink, Loveless, Ludger1961, Poulpy, ~Pyb File:Reichskreis Niederrhein-Westfalen 1710.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Reichskreis_Niederrhein-Westfalen_1710.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Peter Schenck Immagine:Lower Saxon Circle-2005-10-15-en.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Lower_Saxon_Circle-2005-10-15-en.png Licenza: Creative Commons Attribution-Sharealike 2.5 Autori:: Beckstet, Erik Warmelink, Loveless, Ulf Heinsohn, Wimmel, ~Pyb Immagine:Upper Saxon Circle-en.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Upper_Saxon_Circle-en.png Licenza: Creative Commons Attribution-Sharealike 2.5 Autori:: Der Eberswalder, Erik Warmelink File:Swabian Circle-2005-10-15-en.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Swabian_Circle-2005-10-15-en.png Licenza: Creative Commons Attribution-Sharealike 2.5 Autori:: Darkoneko, Ephraim33, Erik Warmelink, Loveless, Poulpy, ~Pyb Immagine:Commons-logo.svg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Commons-logo.svg Licenza: logo Autori:: User:3247, User:Grunt File:Balduineum Wahl Heinrich VII.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Balduineum_Wahl_Heinrich_VII.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Acoma, Alex1011, Historiograf, Kandschwar, Michail, Shakko, Skim, Valentinian, 13 Modifiche anonime File:394pxCarlo IV promulga la Bolla d'oro.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:394pxCarlo_IV_promulga_la_Bolla_d'oro.png Licenza: Public Domain Autori:: Kiado, Moe File:Kaiser im Kreis der Kurfrsten.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Kaiser_im_Kreis_der_Kurfrsten.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Beek100, Gryffindor, Michail, Skim, Skipjack, Xenophon, 2 Modifiche anonime File:Bavaria arms.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Bavaria_arms.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Enaud Image:Mainzer Dom nw.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Mainzer_Dom_nw.jpg Licenza: GNU Free Documentation License Autori:: Moguntiner Immagine:Coat of arms of the Archbishopric of Mainz (1250).svg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Coat_of_arms_of_the_Archbishopric_of_Mainz_(1250).svg Licenza: Public Domain Autori:: User:Madden Immagine:Mappa_diocesi_Magonza.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Mappa_diocesi_Magonza.png Licenza: sconosciuto Autori:: Fluctuat File:Cattedrale di worms esterno torri.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Cattedrale_di_worms_esterno_torri.jpg Licenza: Public Domain Autori:: User:Sabinolembo Image:Dom und Liebfrauen Trier.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Dom_und_Liebfrauen_Trier.jpg Licenza: GNU Free Documentation License Autori:: Berthold Werner Immagine:Trier Arms.svg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Trier_Arms.svg Licenza: sconosciuto Autori:: user:Ipankonin Immagine:Mappa_diocesi_Treviri.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Mappa_diocesi_Treviri.png Licenza: sconosciuto Autori:: Fluctuat Immagine:Trier Benediktinerabtei St Matthias 3.JPG Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Trier_Benediktinerabtei_St_Matthias_3.JPG Licenza: sconosciuto Autori:: Stefan Khn Immagine:Blaeu 1645 - Archiepiscopatus Trevirensis.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Blaeu_1645_-_Archiepiscopatus_Trevirensis.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Lliura, Pe-Jo, Rp., Simplicius, 1 Modifiche anonime Immagine:Heiliger Rock Trier Wallfahrt 1891.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Heiliger_Rock_Trier_Wallfahrt_1891.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Kurz & Allison; Image was slightly cropped and edited by the uploader Immagine:TabulaEpiscoporumTrevirensium.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:TabulaEpiscoporumTrevirensium.jpg Licenza: GNU Free Documentation License Autori:: Holger Weinandt Image:Koelner Dom.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Koelner_Dom.jpg Licenza: GNU Free Documentation License Autori:: AnRo0002, Bene16, Factumquintus, Fransvannes, Mkill, Wikipeder, 1 Modifiche anonime Immagine:Mappa_diocesi_Colonia.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Mappa_diocesi_Colonia.png Licenza: sconosciuto Autori:: Fluctuat Immagine:Mappa_Provincia_ecclesiastica_Colonia.png Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Mappa_Provincia_ecclesiastica_Colonia.png Licenza: sconosciuto Autori:: Fluctuat Immagine:Kln st gereon von west.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Kln_st_gereon_von_west.jpg Licenza: GNU Free Documentation License Autori:: Factumquintus Immagine:Dreiknigsschrein im Dom1.JPG Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Dreiknigsschrein_im_Dom1.JPG Licenza: sconosciuto Autori:: Arminia Immagine:Wjt 2005 impression5.jpg Fonte:: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Wjt_2005_impression5.jpg Licenza: GNU Free Documentation License Autori:: User:Elya

Licenza

185

Licenza
Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported http:/ / creativecommons. org/ licenses/ by-sa/ 3. 0/

Interessi correlati