Sei sulla pagina 1di 4

"Non devo insegnare n nozioni hindu, n nozioni cristiane, n nozioni gnostiche, n nozioni vedanta; devo soltanto risvegliare la gente,

semplicemente con l'aiuto di ci che il discepolo sa gi, approfondendolo" (42 !"# "Non c'$ fede non formulata% &l vedanta formulato supera gi l'intuizione advaita e diviene cos' esso stesso un concetto limitato di fede% (ui pi) che altrove la ragione viene messa da parte" (42"# "*e l'advaita diventa una dottrina, se si istituzionalizza, diventa un falso advaita, una nuova religione" (+ ,# "-i si converte, si riceva una di.sa (iniziazione#, si diventa cristiani, musulmani, sufi, vedantin, ecc% *i tratta di forme sovrapposte% /entre l'essenziale $ spogliarsi di tutto il sovrapposto, recuperare svarupa (la propria forma#, perduta% %%% Non c'$ altro essere che 0uesto, *at1atman12rahman% 3utto il resto $ un mondo pieno di idee e di miti% 4a sovrapposizione dell'universo mentale con le sue molteplici costellazioni e con i suoi sistemi stellari% 4a formulazione advaita $ comun0ue anch'essa una sovrapposizione come le formulazioni coranica e trinitaria% 5 gli uomini si azzuffano per difendere le loro personali formulazioni e per condannare 0uelle degli altri6" (4"7# "4a -hiesa assomiglia terri2ilmente a una piccola cappella% &l suo punto di vista $ settario, non universale% 4'aggettivo cattolica6" (p% 22"# "8inch mi pongo la domanda se devo o22edire o no alla -hiesa, ecc%, proprio 0uesta $ la prova che non vivo sul piano in cui non ci sono o22lighi" (4+2# "4a -hiesa appartiene a 0uesto tempo% 4a salvezza $ 'uscire dal tempo'% 9ccedere all'eternit" (+"2# "*oltanto 0uando la -hiesa sar li2erata da tutte le forme 'necessarie' ! culturali, dogmatiche, istituzionali ! sar capace di penetrare dappertutto" (++4# "3utto ci che non viene da 0uesto cielo $ adhruva (transitorio# e deve passare% 4a -hiesa e l'eucarestia, nelle loro forme, come tutto il resto" (+ :# "& riti, i credo, sono la via che gira intorno alla montagna% ;iritto alla cima, dice l'<panisad" (+ :# "4a /essa, una via =tantrica> verso l'atman" (p% 22"# ";ell'atman, i nostri rsi dissero che era al di l d'ogni conoscenza? na pra@na, napra@na An conoscenza n non!conoscenzaB" (p% 22C# "*e Des) si fosse risvegliato allo stato di @agrat Aveglia consapevoleB nella nostra terra di Eharat A&ndiaB, non avre22e parlato come Fa@naval.GaH" (p% 22C#% "3utto $ murti AimmagineB dell'essere% -he m'importa la murtiH" (p% 22C# "Iraticare il silenzio dell'immaginazione, del pensiero, dell'idea stessa di Iresenza" (p% 22C# "&l cristianesimo non pu che essere advaita% ;ire che ci sono due esseri $ la contraddizione del *am.hGa A%%%B% &l cristiano, avendo detto che l'essere creato $ una partecipazione all'essere divino, $ soddisfatto di tale formula di 2ase, 0uindi pensa e agisce come se ce ne fossero due" (p% J::#% &l "mistero $ impensa2ile alla mind% 4a verit $ al di l, advaita, paramarthata Arealt ultima, trascendenteB" (p% J:,# ";io non $ che un altro nome dell'essere, dell'essere 0uando lo si guarda in faccia%%% /a si pu guardare ;io in facciaH ;io non pu essere guardato; se potesse essere guardato, come sare22e ancora ;ioH 5 l'uomo nel cui cuore profondo la tene2ra ha incominciato a rischiararsi e in cui il silenzio eterno ha incominciato a far intendere la propria voce, non pu far altro che dire con il profeta Deremia? a, a, a, ;omine ;eus AecceB nescio lo0ui A'9him, *ignore ;io, io non so parlare', Deremia J, ,B, non ho pi) la lingua per lodarti, non ho pi) orecchie per ascoltarti, non ho pi) occhi per guardarti, non ho pi) corpo per prosternarmi, non ho pi) mente per pensarti" (p% J:,# "Des) $ stato compreso dai cristiani soltanto come il guru che $ altro, anGa iva, %%% il *acerdote, il *alvatore% 3roppo raramente $ 2rillato il lampo del tat tvami asi" (4+,# "-i che viene detto sul piano del linguaggio $ falso, perch non spiega l'esperienza meglio della formula 'Des) $ ;io' della tradizione cristiana% Des) l'<omo e Des) ;io, si tratta ancora di dvandva AdualismiB% 4'esperienza, la verit, satGa, l'essere, sat, $ al di l dei dvandva% & concetti sono dualismi e 0uindi falsificano ogni cosa che pretendono di esprimere su ci che $ aldil dei dvandva% A%%%B 4a verit non $ formula2ile A%%%B% 5ssa non pu essere che a2hi.lrpta, integrata, sperimentata, ricevuta, nel senso che la mente $ del tutto 'passiva'% Nessun ruolo all'intelletto agente% Nessuna griglia di lettura" (4+,# "Dli e2rei hanno ridotto Des), il Een 9dam, al messia della loro storia della salvezza, della loro salvezza% & greci ne hanno fatto una discesa divina, una discesa in terra del loro 4ogos% 4'&ndia, li2era dalla storia e soprattutto dalla particolarit storica ! 0uest'impossi2ile 'Iopolo di ;io'6 ! e li2era anche dal logos e dall'eidos AconcettoB, ha colto immediatamente il mistero universale, il Iurusa che, al di fuori di ogni storia e di ogni eidos, appare agre Aall'origineB? all'origine di tutto, all'origine di tutto il cosmo, all'origine anche della coscienza umana% 4'idea di messia ha rimpicciolito Des)% Des) $ la manifestazione del /istero originale che i dualisti chiamano teandrico e i 2rahmavid Ai conoscitori di ErahmanB il punto d'ignizione del Erahman avGa.ta (non!manifestato#% %%% Kgni tentativo di limitazione, di riduzione a Des) di 0uesto mistero $ limitazione e riduzione di Des) stesso% %%% &l pro2lema della sua

unicit $ un falso pro2lema che nasce soltanto nel contesto fenomenico% %%% Ierch esigere che si dia sempre e dappertutto a 0uesto mistero il nome che gli fu dato 0uando apparve in &sraeleH" (4,2!+# ";e profundis clamavi ad te domine, da 0ueste profondit di 3e e di me in cui il tuo *pirito mi ha fatto entrare, ad 9runcala, e dove non sento pi) ci che dice di 3e lass), fuori, la tua -hiesa, se $ tua%%%" (2:4# "(uando l'atmavid (colui che conosce il s# diventa cristiano non c'$ gi forse nel suo cuore l'amore essenziale di ;io e del prossimo e 0uindi la rinunciaH 9llora che cosa gli d la -hiesaH &niziazioni rituali, riti sacramentali, un codice di leggi istituzionali, una serie di idee molto legate a una filosofia particolare e a immagini mitiche ereditate da una certa cultura%%% 3utto ci che cosa gli d di pi)H -ome $ complicata 0uesta situazione6 8orse si tratta di vie per inerpicarsi gradualmente verso il mistero% %%% & nostri rsi, invece, hanno raggiunto l'altra riva con un solo 2alzo, con un volo senza scalo% %%% 9gire con amore non $ un metodo pi) direttoH Ierch volere che io prenda un auto2us e che conti tutte le stazioni 0uando mi viene offerto gratis un posto su un volo senza scaloH" (2::# "3u dai soltanto a coloro che non hanno pi) niente, L %%% nudi del loro cuore, L nudi della loro mente, L nudi del loro s, L soltanto a coloro cui hai strappato L tutto ci che in loro sare22e stato ancora capace di dirti? '&o'" (2:,# "4'opera 'Gogica' consiste essenzialmente nello sgom2rare il terreno, nel fare il vuoto, nel ridurre, nel respingere fino ai suoi ultimi recessi l'aham.ara (l'ego# che occupa inde2itamente il posto %%%; 0uindi $ normale che in 0uesto vuoto appaia infine la luce a22agliante dell'essere% Ioich nel vedanta, non c'$ altro ostacolo al risplendere dell'essere che 0uesta presenza dell'aham.ara con tutto ci che essa implica" (2:,# "4'uomo non osa accettarsi come assoluto% 9llora trasferisce 0uesto assoluto in ;io6 *', trasferimento di ci che $ in!sopporta2ile in s% %%% 4a superficie preferisce appoggiarsi su un'altra piuttosto che accettare l'auto!sufficienza dell'essere" (+"7# "4a salvezza $ l'esperienza del *% 4a fede ne $ un sostituto per chi resta a livello della Magione% 8ede? vivere nel mito e nella volont, poich l'esperienza $ inafferra2ile in se stessa% /ito e volont (il desiderio d'essere# sono ci che rimedia all'insufficienza della Magione" (+"2# "Nel dogma cristiano tutto $ vero, al livello cui appartiene% /a il cristianesimo ha valore soltanto nel tempo% %%% Ioich il cristianesimo non $ de facto la via della salvezza per l'immensa maggioranza dei miei fratelli, come potre22e esserlo per meH" (+"2# "&l sufismo viene direttamente dal ;eus a2sconditus della moschea% Niene anche dall'9ntico 3estamento, dove non si d nessun nome a ;io, se non 5gli $% /a gli uomini in seguito lo chiamarono Oehovah% -he mostruosit dare un nome al ;io di 92ramo e di /os6 %%% Eisogna aver smesso di dire &o per poter incontrare ;io" (+7J# "Kgnuno pu testimoniare solo la propria esperienza% &o so solo una cosa? che 'io sono'% %%% 3ale messaggio si accorda molto 2ene con un contesto sivaita e con espressioni del vedanta% /a $ anche cristianoH 5 che cosa potrei dare ai cristiani, se non 0uesto, dato che il resto non sono che parole, 0ualcosa che ho appreso con il cuoreH Non $ 0ualcosa di 'conosciuto' in fondo al cuore" (+72# "4a 2uona novella portata da Des) al mondo $ che l'uomo veramente % *enza la rivelazione del Nangelo l'uomo non avre22e mai potuto essere sicuro che egli % -i che il Nangelo aggiunge all'advaita non $ innanzitutto una rivelazione su ;io, ma una rivelazione sull'uomo% &l vangelo insegna all'uomo che egli $" (+7+# "-ome credere all'assolutezza di una formula dogmaticaH di un ritoH dun0ue di una -hiesaH ;io sare22e in0uadra2ile in ci che $ creatoH 9nche noi crediamo a -risto come a un 8iglio di ;io% /a come pu -risto esaurire ;ioH Dli stessi teologi accettano la possi2ile molteplicit delle incarnazioni% A%%%B Ierch l'incarnazione in Dalilea dovre22e essere l'apogeo dell'umanitH" (JJ"# "Ienso sempre pi) che il dogma cristiano %%% non sia che un'espressione essenzialmente provvisoria del Meale% &l mistero della 3rinit in particolare (ivi compresa l'incarnazione e la redenzione#, cos' com'$ presentato, $ un mito o una costruzione razionale% %%% Non $ possi2ile che il dogma centrale del cristianesimo sia cos' 'inutile' nella vita normale e ordinaria del cristiano" (+,4# "Non si sceglie la solitudine per trovare ;io% *i va nel deserto perch non c'$ che ;io, ed $ ;io che si fa solitario% *e nel deserto ci fossero ancora ;io e me, non sare22e deserto% Nel deserto, io mi sono perduto e non sono pi) capace di ritrovare le tracce che portano verso di me% 5 nel deserto ho perduto il ;io che io cercavo e non so pi) ritrovare le tracce n di lui n di me% ;io non $ nel deserto% &l deserto $ il mistero stesso di ;io che non ha limiti, n niente per misurarlo o per situarlo, n niente per misurare me stesso o per situarmi in lui, in rapporto a lui" (+,4# "& preti e i teologi si arrestano e fanno arrestare i loro fratelli al segno% A%%%B ;ogmi, canoni, riti; soltanto segni% /a l'umanit non $ ancora capace di sostenere una cosa del genere" (+ J# "-ome ho scritto varie volte, ci che impedisce alla maggioranza degli uomini di 'approfittare' della rivelazione del mistero di Des), $ la pretesa della massa dei credenti in Des) di ridurre Des) alle forme

giudaico!greche delle loro facolt di comprensione, e cos' di svuotarlo della sua universalit e della sua reale 'divinit'" (422# "4a fedelt a una tradizione $ un mezzo psicologicoLmitico di vivere la fedelt a se stessi" (422# "4a teologia cristiana ha fatto di Des) e anche di ;io un deva% Kra i deva sono il muro che ostruisce il sa.sha.tara, la vista diretta del /istero di 2rahman!atman" (422!+# "-omun0ue, non 2isogna far violenza al Nangelo per spiegare il messaggio di Des) in 0uesto modo, cio$ in rapporto all'anu2hava delle <panisadH &nnanzitutto Diovanni e Iaolo danno interpretazioni gi a22astanza specifiche di Des)% 9nche i sinottici hanno pensato Des) a partire dalle loro concezioni giudaiche, e prima ancora Des) ha espresso il proprio mistero secondo le concezioni vetero! testamentarie pi) ricorrenti alla sua epoca? il 8iglio dell'<omo, il *ervo sofferente% 9nche il messaggio del Euddha, per 0uanto cos' eminentemente pratico, non sfugge a 0uesto marchio del tempo, n 0uello di Mamana% 3uttavia, c'$ nella forma indiana del messaggio un'universalit che nessuna forma e2raica di pensiero pu eguagliare, e nemmeno nessuna forma greca, fissata com'$ sull'eidos" (42+# "4'esperienza del * esclude ogni proiezione, di 0ualsiasi 'om2ra'% Nel tempo, indietro o avanti per esempio% 4e cosiddette 'cose ultime', un paradiso da raggiungere 'domani'% 3utte proiezioni %%% % 4'io di 0uesta esperienza $ un io trascendentale %%% % 3utte le proiezioni di me stesso in un 'altro', in ';io', una deviazione che mi oltrepassa e mi impedisce di trovarmi% 3utte griglie mentali" ! 8euer2ach (42+# "&l risveglio a ;io $ insepara2ile dal risveglio a s% 4a prima proposizione del messaggio (profetico# non $ ;io $ (en arch ! in principio%%%# o ;io mi ha detto, ma Io sono% %%% &l punto di partenza della mia coscienza" (42+# "&l nome salvifico di Des) $ Erahman, $ atman% 5gli salva rivelando l'atman!2rahman" (44J# "Niente di ci che $ a livello di concetto ha un valore assoluto% Kra, i dogmi cristiani sono espressioni mitico!concettuali del 'mistero'% &l namarupa di -risto esplode necessariamente, ma la -hiesa vuole mantenerci praticamente a livello del namarupa% %%% &l namarupa palestinese, ecclesiale, mediterraneo, non pu pi) contenere 0uesto purna? 0uesto Ileroma, 0uesto 2human ApienezzaB% %%% Des) esplode, ma niente lo sostituisce% P Erahman che risplende dappertutto% Des) ci rivela lo splendore di Erahman dappertutto% 5gli $ 0uella pura 4uce" (442# "-'$ nell'intera esistenza dell'uomo, continuamente presente e soggiacente a tutto %%% l'incontro interiore con il mistero, con un mistero che $ il nostro s e la sua verit pi) profonda e che nello stesso tempo trascende il s che $ percepito nella nostra coscienza comune, al punto che l'uomo fa di 0uesto mistero un Altro, e proietta in un ;io 0uesta trascendenza e 0uesta interiorizzazione di s" 8euer2ach (4, # "&l mito $ un grande sogno collettivo% P, analogamente al sogno, un modo istintivo di vivere 0uesta realt% & sogni e i miti individuali interagiscono% *i rivelano e si sta2iliscono temi principali? si scavano solchi mentali, poi letti di ruscelli e si formano a poco a poco fiumi% 4'incontro $ talmente primordiale che 0uesti solchi diventano molto profondi, talmente profondi che sem2rano naturali, originali% &l logos lavora in seguito su 0uesti solchi mitici %%% e cerca di dar loro una verit assoluta% *ono le formule, le strutture sociali delle religioni% Eisogna accettare il fatto che Des) si sia risvegliato a 0uesto mistero nel grandioso mGthos del giudaismo% Iartire da Des) in seno al suo mGthos e2raico e pi) ancora dal pi) largo mGthos mediterraneo in cui la -hiesa ha proiettato la sua immagine, per sta2ilire una teologia delle religioni (cio$ per giudicare tutto in rapporto alla teologia cristiano!ellenistico!giudaica e per giudicare a partire da essa il valore delle formule o delle strutture similari di altri paesi#, $ semplicemente falso" (4,"# "P tutto l'edificio trinitario che crolla% Ierch esso $ ancora namarupa% %%% /a tentare di concepire una nuova teologia trinitaria porta soltanto a un vicolo cieco% *ignifica farsi incantare ancora da mGthos, da logos% *ignifica semplicemente sostituire thoes con theo!logia e confondere l'idea di ;io con ;io" (4,"# "4a psiche umana $ talmente coinvolta nel mGthosLlogos religioso che $ incapace di riconoscere in esso le proprie strutture% 4o stesso avviene nell'induismo e nel 2uddhismo, 2ench 0ui ci sia l'advaita latente e il rifiuto ! neti neti ! di tutti i namarupa, che aiuta a compiere il salto% %%% <na volta riconosciuta la verit fondamentale del mito religioso e delle molteplici forme che esso ha assunto, si accetta la verit sim2olica di ogni forma, di ogni rito, ecc%, ma si rifiuta decisamente di dar loro un valore assoluto% Iroprio 0uello che fece Des) in rapporto al giudaismo del suo am2iente, e che lo port alla croce" (4,C# "Kgni esperienza $ gi ela2orata a livello della coscienza fenomenologica% &nvece l'esperienza dell'advaita si trova a un grado assolutamente minimo d'ela2orazione% (uanto all'esperienza trinitaria, $ molto ela2orata" (+ # "3utta la teologia e tutte le istituzioni (diritto canonico# dipendono da un sistema di pensiero e da un sistema sociale% %%% <na grande li2erazione da 0ueste formule dogmatiche e canoniche si opera 0uando il credente ha l'intuizione della 'fede pura', della coscienza pura di s" (42"# "9vevo perduto ;io e, cercandolo, $ me che ho ritrovato, ma 0uale meH" (4"7#

"(uesto ;io della mia proiezione%%% la sparizione del ;io che $ pradista (proiettato# $ considerata da Diovanni della -roce come una notte, perch 0uesto 'stato d'esperienza' $ riferito a un''altra' esperienza% /a 0uando tale esperienza $ riconosciuta nella sua pura verit, a se stante, allora 0uesta notte $ pura luce, la luce radiosa del vero '&K'% -olui che possiede parecchi linguaggi mentali (religiosi o spirituali# $ incapace di assolutizzare una 0ualsiasi formula, evangelica, upanisadica, 2uddhista, ecc% 5gli pu testimoniare soltanto un'esperienza, di cui 2al2etta" (4"J# "Eisogna che Des) se ne vada, 2isogna che la dualit sparisca% Des), partito nella dualit, ritorna nell'unit, non nella dualit" 5c.hart (+,7# "-risto $ molto meno reale nella sua storia temporale che nel mistero essenziale del mio essere% -i che importa per la mia salvezza, $ realizzare che io sono" (+ 4# "Nessuna differenza esteriore tra lo @nanin e l'ateo% 5ntram2i hanno rifiutato la sovrapposizione di un dio estraneo alle cose, i nomi e le forme date a ;io sul modello dei nomi e delle forme delle cose umane%%% /a lo @nanin vede la radiosit delle cose, la presenza%%% senza cercare di spiegarla con nuovi nomi e con nuove forme" (+ :# "Non parole da meditare, da ficcarsi nella testa, ma un'esperienza da 'provare'" (+ ,# "*ono ancora cristianoH" ! JC agosto JC:C (+7J# "Iadre Iani..ar ha scritto 0uesta frase formida2ile sul cristianesimo? 'Irovvisorio, giusto per il tempo presente' (&l -risto sconosciuto dell'&nduismo#" ! 24 otto2re JC,, (+ +#