Sei sulla pagina 1di 7

Centro Didattico produzione Musica

Limprovvisazione nel jazz


Esecuzione di Autumn Leaves (esposizione del tema, soli, scambi con la batteria, tema con coda) Uno degli aspetti peculiari del jazz, che lo differenziano dalla musica classica, limprovvisazione. Cercheremo ora di spiegare cos e uali sono le procedure utilizzate dai musicisti. Di solito uando si parla di impro!!isazione sia nella musica sia nel uotidiano si fa riferimento a un atteggiamento misto di libert" ed anarchia, che non ha regole e schemi. #l contrario chi impro!!isa attua in tempo reale tutta una serie di operazioni complesse che, nella musica classica, !endono racchiuse nel termine $composizione%. &istantaneit" del procedimento, e la bra!ura dei musicisti jazz, fanno si che limpro!!isazione sia uindi una composizione istantanea. #lla base della differenza tra la musica classica e la musica jazz sono due elementi fondamentali' - separazione dei ruoli tra il musicista (esecutore) e lautore (compositore). &a bra!ura del musicista sta in uanto si a!!icina allidea del compositore. - pre!alenza della trasmissione scritta del sapere sulla trasmissione orale. ( uindi nella musica classica c pre!alenza della notazione musicale sulla capacit" di in!enzione e sulloriginalit". )el jazz, al contrario, la figura dellesecutore, compositore, arrangiatore racchiusa in ununica persona che con la sua personalit" rende $originale% e di!ersa ogni brano ed esecuzione. *l jazzista ha inoltre una !oce strumentale assolutamente unica che lo differenzia dagli altri. &a trasmissione nel jazz a!!iene pre!alentemente per via sonora ed orale. +er uesto moti!o cos, importante il disco come strumento di trasmissione della musica rispetto allo spartito e alla notazione. *l jazzista usa pre!alentemente loralit" per comunicare con gli altri perch- la notazione non sufficiente. *l jazzista usa anche la notazione ma non solo. &a prima forma di impro!!isazione la $variazione sul tema%. .i tratta di un procedimento molto noto ed utilizzato anche nella musica classica sebbene a un certo punto $le !ariazioni% non !eni!ano composte al momento (cio impro!!isate) ma !eni!ano scritte e uindi di!eni!ano delle altre composizioni scritte. +rendiamo come esempio le prime / battute della canzone eseguita allinizio e suoniamola esattamente come scritta. Autumn Leaves prime / misure

0ra rispettando il tempo, la melodia e larmonia pro!iamo ad introdurre delle !ariazioni ritmiche. Autumn Leaves prime / misure Variazione ritmica (RITMO)

+ro!iamo ora ad analizzare la melodia e, a orecchio, a togliere le note di passaggio e di indi!iduare le note caratteristiche della melodia (dette toni guida). .uonando solo i toni guida e riducendo allosso la melodia ci accorgiamo che il senso della melodia non cambiato. Autumn Leaves prime / misure (TONI !I"A MELO"IA)

+artendo dai toni guida pro!iamo ora fare una !ariazione sul tema per diminuzione cio eliminando il pi1 possibile le note suonate, facendo suonare le pause cio il silenzio. &e poche note suonate ac uistano importanza proprio grazie al silenzio che le precede e agli accenti ritmici introdotti. Autumn Leaves prime / misure (#ER "IMIN!$IONE% MELO"IA& #A!'E& RITMO)

0ra facciamo lesperimento opposto e cio aggiungiamo note alla melodia, cio impro!!isiamo per accrescimento Autumn Leaves prime / misure (#ER A((RE'(IMENTO)

Ci si allontana poi sempre pi1 dal tema iniziale (!ariazione sul tema) in!entando melodie sul momento ma rispettando sempre la forma (23 misure), larmonia, e il tempo Esecuzione Autumn Leaves (improvvisazione li)era)

&impro!!isazione a!!iene nel jazz su materiale di!erso' canzone, composizioni originali di forma circolare, composizioni estese, composizioni libere. .iamo partiti dalla canzone per rendere pi1 semplice la spiegazione ma in realt" i procedimenti di !ariazione sul tema a!!engono su ogni tipo di materiale. *l jazz comun ue non ha solo preso spunto da ci4 che esiste!a gi" per interpretarlo e !ariarlo con limpro!!isazione ma ha in!entato spesso delle nuo!e melodie, ritmi, scale e forme come ad esempio il blues. Esecuzione *lues .i parla spesso del blues, anche nei libri di scuola. soprattutto sotto il profilo storico, sociale ed anche musicale, oggi parleremo soprattutto del carattere dialo+ico del blues. *n primo luogo il blues ha una forma ciclica di 53 battute che pu4 essere strutturata in ##6. *l blues racconta sempre una storia nella # espone la storia, nella seconda # la ripete rafforzandola, nella 6 la conclude. Esecuzione *lues AA*

*l blues una musica di sintesi. )on esiste in #frica n- in (uropa uindi una musica africana7americana e fonde elementi di entrambe le culture. A,rica' poliritmo (so!rapposizione !erticale di ritmi) e polimetria, scale pentatoniche, no armonia, forma antifonale, intonazione naturale, !ariet" di modi. Europa' armonia tonale, intonazione temperata, scale diatoniche, 3 modi (maggiore7minore). Esecuzione 'cala )lues (ambiguit" minore7maggiore, intonazione blue, concetto di modalit")

*l blues presuppone una concezione modale della musica (gi" presente nella nostra musica dai greci fino al canto gregoriano). .emplificando al massimo si pu4 dire che nella musica modale la melodia pre!ale sullarmonia. +er sperimentare di persona la modalit" si pu4 pro!are ad in!entare delle melodie (cio impro!!isare) con il flauto dolce suonando le note della scala di do maggiore cominciando dalla nota re (scala dorica). Mentre uno studente $impro!!isa% un altro, suona un pedale di re cio una nota lunga di re, rispettando tutti un tempo in 878 o 278 . &o stesso procedimento stato fatto dal trombettista Miles "avis nel 59:9 in un disco molto famoso dal titolo -ind o, )lue nel uale ha sperimentato molte possibilit" modali e del blues. #d esempio 'o ./at cos, concepito' ,orma ; canzone di 23 battute ##6# semplificata. &e sezioni # e 6 sono basate esattamente su due scale doriche di re e di mi bemolle tema ; melodia suonata dal basso con una risposta antifonale (africana) dei fiati improvvisazione ; modale sulle scale doriche di re e mi bemolle armonia ; ( costituita da note appartenenti alle due scale. <li accordi sono costituiti da note suonate contemporaneamente per inter!alli di uarta e terza. Esecuzione di 'o ./at

&incontro tra la cultura africana e uella europea nelle americhe ha generato di!ersi generi musicali di cui il jazz e il blues occupano un rilie!o particolare sia per lestrema !ariet" di stili che si sono succeduti nel corso di poco pi1 di un secolo sia per limportanza storica, economica e sociale assunta dagli 'tati !niti nella cultura occidentale. *l jazz e il )lues nascono pre!alentemente dallincontro di culture centro0 a,ricane con culture an+losassoni e ,rancesi. )el centro america le culture africane sono !enute a contatto con uelle latine (in particolar modo uelle ispaniche). *n 6rasile lincontro stato con la cultura porto+/ese ecc. * risultati musicali sono stati perci4 di!ersi e molteplici, dalla musica salsa, al sam)a, al tan+o ecc. &e musiche africane=americane si poi sono influenzate a !icenda nel corso del tempo rappresentando cos, un crogiuolo di ritmi, armonie e melodie nuo!e offrendo uno stimolo straordinario anche ai compositori classici come I+or 'tra.ins12 (>agtime per 55 strumenti a fiato), (laude "e)uss2 (<olli?ogg@s caAe ?alA), "arius Mil/aud (&a creation du mond, .audades de 6rasil). Ci4 che comun ue rappresenta lo spartiac ue principale tra la musica eurocolta e le musiche africane=americane rimane, anche nel BB secolo a!anzato, limpro!!isazione. 0ra forniremo un esempio di impro!!isazione su un brano che alterna una parte latina di sapore cu)ano a una parte jazzistica s?ingata. *l brano di "izz2 illespie e si intitola A ni+/t in Tunisia3