Sei sulla pagina 1di 6

Il film prende il titolo dal felino rappresentato nello stemma azzurro dei Principi di Salina, la nobile casata siciliana

cui appartengono alcuni dei protagonisti. Sullo sfondo di una Sicilia appena annessa al Regno dItalia, si narra la vita e la storia del Principe Fabrizio, rappresentante della vecchia classe dominante, stanco e scettico di fronte ai recenti mutamenti politici e tuttavia disposto ad accettarli come un inevitabile destino. Cos egli d lassenso al matrimonio socialmente degradante, fra suo nipote Tancredi, che milita nelle file garibaldine per controllare che in realt la rivoluzione non cambi nulla, e la bella Angelica, figlia di Calogero Sedara, uno sciacallo arricchito, simbolo del nuovo potere della borghesia, avida di guadagni e povera di tradizioni. Con indifferente distacco e un doloroso senso di disfacimento, don Fabrizio assiste alla trasformazione della societ, in cui egli tuttavia non vede i segni di un reale cambiamento, ma solo la perpetuazione dellantica miseria della sua terra.

Regia: Luchino Visconti Sceneggiatura: Suso Cecchi dAmico, Pasquale Festa Campanile Genere: storico Produzione: Italia-Francia-USA, 1963 Durata: 205 minuti Interpreti principali: Burt Lancaster (Principe di Salina), Claudia Cardinale (Angelica), Alain Delon (Tancredi), Rina Morelli (moglie del principe), Paolo Stoppa (Calogero), Romolo Valli (Padre Pirrone). Fonte letteraria: Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Il Gattopardo. Traduzione in greco: , , . . , , Bell, 1999.

IL REGISTA
Luchino Visconti nasce a Milano nel 1906. Dopo un perido trascorso in Francia, alla fine degli anni Trenta torna in Italia e si lega alla rivista antifascista Cinema: il suo impegno politico lo porter a militare nella Resistenza e ad aderire ai gruppi comunisti romani. Nel 1943 esce il suo primo film Ossessione che inaugura il nuovo filone del nostro cinema, quello del neorealismo. Il 1948 si caratterizza per due avvenimenti: luscita in sala di La terra trema, tratto dal capolavoro di Verga I Malavoglia e la messa in scena di Come vi piace di W. Shakespeare. La carriera di Luchino Visconti stata sempre caratterizzata dalla sua presenza sia in teatro che sul grande schermo, dove non si limita al ruolo di regista ma firma anche le sceneggiature. Sulle tavole del palcoscenico dirige Un tram che si chiama desiderio e Morte di un commesso viaggiatore (1951). Anche il 1954 un anno memorabile: il successo di Senso, film scandalo, si accompagna alla nascita di uno straordinario sodalizio fra Visconti e Maria Callas. Sul finire di questo decennio abbiamo Notti bianche (1957), mentre nel 1960 e 1963 Visconti realizza altri due ritratti della societ italiana, Rocco e i suoi fratelli e Il Gattopardo. Nel 1965 esce Vaghe stelle dellOrsa, due anni pi tardi Lo straniero, mentre tra il 1969 e il 1973 esce la trilogia La caduta degli dei, Morte a Venezia (1971) e Ludwig. Nel 1974 il regista realizza Gruppo di famiglia in un interno. Visconti morir a Roma il 17 marzo 1976, riuscendo prima a portare a termine la sua ultima opera Linnocente, dallomonimo romanzo di Gabriele DAnnunzio.

GLI ATTORI
Burt Lancaster (Harlem 1913). Da giovane lavora in un circo che poi costretto ad abbandonare a causa di un infortunio, ma lesperienza circense gli servir moltissimo nella carriera di attore. Il fisico imponente e la sua maschera lo portano in ruoli da maledetto, da gangster o ribelle. Tra i film pi famosi ricordiamo: Furia nel deserto (1947), Le vie della citt (1948), Il corsaro dellisola verde (1951), La rosa tatuata (1955), Trapezio (1956). Nel 1960 interpreta Il figlio di Giuda) con il quale vince lOscar. Seguono Il Gattopardo (1963), Sette giorni a maggio (1964), I temerari (1968), Novecento (1976) con la regia di Bertolucci. Negli anni Ottanta si conclude la sua straordinaria carriera con dieci pellicole di cui lultima Luomo dei sogni , uscito nel 1989. Alain Delon (Sceaux 1935). La sua carriera stata davvero fulminante dall inizio degli anni Sessanta grazie alle sue qualit fisiche e al fascino accompagnati da innegabili doti artistiche. Tra i film pi famosi ricordiamo Fatti bella e taci (1958), Colpo grosso (1963), Il figlio del gangster (1976) e Cesar (1985). Nel 1995 riceve lOrso doro alla carriera mentre nel 1999 annuncia il suo ritiro dalle scene.

Claudia Cardinale (Tunisi 1938). La bellezza tutta mediterranea della Cardinale si impone sul grande schermo sin dalla fine degli anni Cinquanta quando vince un concorso di bellezza in cui viene notata da alcuni registi. Fra i film di enorme successo da lei interptretati ricordiamo: La ragazza con la valigia, Rocco e i suoi fratelli (1960), Il gattopardo, 8 di Fellini, La ragazza di Bube (1963), Vaghe stelle dellOrsa Maggiore (1964), I guappi (1973), Il figlio della pantera rosa (1993) al fianco di Benigni. Il 7 marzo del 2000 diventata Ambasciatrice di buona volont per lUnesco.

GIUSEPPE TOMASI DI LAMPEDUSA


Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa, nasce a Palermo nel 1896. Dopo aver partecipato alla prima guerra mondiale, intraprende la carriera militare, ma vi rinuncia nel 1925, in seguito allaffermarsi del regime fascista. Pur essendo persona di vasta e raffinata cultura rimane essenzialmente isolato dagli ambienti letterari e intellettuali dItalia, dedicandosi in completa solitudine allo studio della letteratura e alla stesura delle sue poche opere, pubblicate quasi tutte dopo la morte: il romanzo Il Gattopardo (1958), Racconti (1961), i saggi critici Lezioni su Stendhal (1971) e Invito alle lettere francesi del Cinquecento (1979). Muore a Roma nel 1957.

BALLANDO... CON I NOBILI


Completate il testo che ripropone un brano del romanzo Il ballo appassisce, si ritorna a casa (Cap. VI), scegliendo una delle parole proposte. Il ballo continu ancora a (1) ..............., si fecero le sei del mattino: tutti erano (2) ............... e avrebbero voluto essere a letto da (3) ............... tre ore; ma andar via (4) ............... era come proclamare che la festa non era riuscita, e offendere i (5) ............... di casa che, poveretti, si erano dati tanta pena. I (6) ............... delle signore erano lividi, gli (7) ............... sgualciti, gli aliti pesanti. Maria! che stanchezza! Maria! che sonno!. Al di sopra delle loro cravatte in (8) ..............., le facce degli uomini erano gialle e rugose, le bocche intrise di saliva amara. 1. ore / lungo / notte 2 .sfiniti / sofferenti / insoddisfatti 3. intere / buone / almeno 4. subito / presto / tardi 5. 6. 7. 8. signori / padroni / promotori pensieri / sentimenti / volti abiti / ornamenti / orecchini abbigliamento / moda / disordine

DICIAMOLO CON... GLI ANIMALI


Dalla frase, pi volte ripetuta nel film, Se vogliamo che tutto rimanga com, bisogna che tutto cambi deriva il termine gattopardismo che sta ad indicare un atteggiamento politico di tipo conservatore, proprio di chi non teme le trasformazioni della societ, nella convinzione che esse siano solo apparenti e non compromettano le posizioni di privilegio acquisite. E non raro leggere una frase del tipo fa la politica del Gattopardo diretta a chi riesce, dopo un gran polverone, a non cambiar niente e si adatta a novit politiche e sociali per mantenere i precedenti privilegi. Nel film si fa spesso riferimento ad animali soprattutto in senso figurato. Abbinate ad ogni espressione o nome di animale la corrispondente definizione.
1. Quando il gatto non c i topi ballano. 2. Dopo il sequestro ci sono state le telefonate dei soliti sciacalli. 3. Quellusuraio uno scarafaggio. 4. E davvero un attore bravissimo. Quel brano, poi, il suo cavallo di battaglia. 5. Portare rispetto al cane per amore del padrone. 6. E testardo mulo. A. Chi approfitta cinicamente delle disgrazie altrui. B. E una persona meschina e repellente.

C. Se manca il controllo, spesso le persone se ne approfittano e si comportano con minore seriet. D. E il suo pezzo forte, ci in cui pi preparato e con cui riesce ad esprimere il meglio di s. E. Rimane ostinatamente attaccato alle proprie convinzioni, non accettando i consigli altrui o levidenza dei fatti. come un F. Cercare di ingraziarsi qualcuno adulando chi gli vicino. 1 /... 2 /... 3 /... 4 / .. 5 /... 6 /...

DIAMOCI DEL LEI... ECCELLENZA


Il 21 ottobre 1860 si svolse il plebiscito per l'annessione della Sicilia al Piemonte. Votarono 432.720 siciliani di cui solo 667 contrari allunione. Qui di seguito riportato un dialogo del film tra il Principe di Salina (S) e il suo guardiacaccia e confidente Don Ciccio Tumeo (T) sullargomento elezioni. S - E Voi Don Ciccio, come avete votato il giorno 21? Di che avete paura? Qui ci siamo solo noi il vento e i cani. T - Scusate, ma la Vostra una domanda inutile. Voi sapete benissimo che a Donnafugata tutti hanno votato per il S. Si dice pure che Voi stesso avete consigliato agli incerti di votare in questa maniera. S - Infatti vero. Allora, avete votato S? T - No, Eccellenza. Io avevo votato per il No! No! Cento volte No! S, lo so Eccellenza, quello che avevate detto la necessit, lunit, lopportunit.... Forse avevate ragione Voi. Io di politica non me ne intendo e lascio queste cose agli altri. Ma Ciccio Tumeo un galantuomo. Nel Sud Italia, ancora oggi, c la consuetudine di darsi del Voi invece che del Lei. Completate il testo del dialogo precedente trasformando nella forma di cortesia (3 persona singolare) le parti sottolineate.

S - E (1) .......... Don Ciccio, come (2) .................... il giorno 21? Di che (3) ........ paura? Qui ci siamo solo noi il vento e i cani. T- (4) ............, ma la (5) ........ una domanda inutile. (6) .................... benissimo che a Donnafugata tutti hanno votato per il S. Si dice pure che (7) .................................. agli incerti di votare in questa maniera. S - Infatti vero. Allora, (8) ....................... S? T - No, Eccellenza. Io avevo votato per il No! No! Cento volte No! S, lo so Eccellenza, quello che (9) ........................... la necessit, lunit, lopportunit.... Forse (10) ............... ragione (11) ........ Io di politica non me ne intendo e lascio queste cose agli altri. Ma Ciccio Tumeo un galantuomo.

LINTRUSO
Cancellate laggettivo che non si addice al personaggio: 1. Tancredi: remissivo, ribelle, estroverso, spregiudicato. 2. Il Principe di Salina: autorevole, coerente, tradizionalista, fedele. 3. La moglie del Principe: bigotta, anticonformista, docile, rassegnata. 4. Angelica: introversa, sentimentale, determinata, socievole. 5. Concetta: paziente, impetuosa, remissiva, innamorata.

GLOSSARIO
Annessione = unione politica di un territorio a un altro Stato. Baccano = rumore assordante e confuso. Breviario = libro che i sacerdoti devono recitare quotidianamente. Curato = colui che ha la cura delle anime, parroco, sacerdote. Devoto = che animato da senso religioso. Dilapidare = spendere il denaro proprio o altrui senza riflettere. Discendente = chi ha la propria origine da una determinata famiglia. Disdegnare= disprezzare, respingere con spregio qualcosa o qualcuno. Farabutto= persona capace di compiere qualsiasi azione disonesta. Garibaldino= soldato volontario, noto anche come camicia rossa agli
ordini di Garibaldi, personaggio eroico che ha contribuito allunit dItalia.

Gattopardo = mammifero africano con pelliccia giallastra a macchie nere. Ignobile = colui che non ha nobilt danimo, ossia sentimenti di

generosit, senso dellonore, del decoro, della dignit. Imbroglione = chi vive di imbrogli, di truffe. Lasciapassare = documento rilasciato da unautorit che permette laccesso o il transito in un luogo in cui normalmente ci non consentito. Levataccia= lalzarsi dal letto la mattina molto presto. Libertino = anticonformista, che tende a vivere in modo spregiudicato specialmente la sessualit. Marsala = vino aromatico tipico dell omonima citt siciliana. Mezzadro = chi coltivava un podere altrui, dividendo poi i prodotti e gli utili della coltivazione a met con il proprietario. Plebiscito = consultazione popolare su questioni di importanza nazionale. Rompiscatole = persona insistente, inopportuna, fastidiosa. Scrutinio = operazioni effettuate al termine di una votazione, comprendenti lo spoglio delle schede, il controllo e il computo dei voti e delle preferenze espresse. Seccato = che prova fastidio, noia, irritazione. Sgualcito = piegato in malo modo, stropicciato. Sorbetto = gelato di produzione artigianale preparato con acqua, zucchero e succo di frutta, a cui a volte si aggiunge la vodka. Supplica = richiesta umile e accorata, implorazione, preghiera. Trapelare= venire fuori a stento, manifestarsi.

SOLUZIONI DELLE ATTIVIT Ballando ... con i nobili: 1. lungo, 2. sfiniti, 3. almeno, 4. presto, 5. padroni, 6. volti, 7. abiti, 8. disordine. Diciamolo con ... gli animali: 1/C, 2/A, 3/B, 4/D, 5/F, 6/E. Diamoci del Lei... Eccellenza: 1) Lei, 2) ha votato, 3). ha, 4) Scusi, 5) Sua, 6) Lei sa, 7) Lei stesso ha consigliato, 8) ha votato, 9) aveva detto, 10) aveva. 11) Lei. Lintruso: 1. remissivo, 2. fedele, 3. anticomformista, 4. introversa, 5. impetuosa.