Sei sulla pagina 1di 2

Discorso di insediamento:

Grazie Presidente! Buona sera a tutti. Io vorrei fare alcune considerazioni in merito alla mia posizione occupata fino a ieri in questa sala. Parlo di tutte quelle volte che ho ascoltato le sedute di questo consiglio comunale dietro quella balaustra. Facendo unattenta analisi, quella postazione la potrei definire privilegiata e strategica, perch da l possibile intercettare in tempo reale, tutte quelle reazioni che la cittadinanza elabora di conseguenza ai dibattiti, ragionamenti, votazioni e atteggiamenti di chi siede su queste poltrone. Inoltre da dietro quella postazione si riesce a comprendere non cosa pensa la cittadinanza ma come pensa la cittadinanza. Bene, la mia percezione alquanto altalenante fra stupore, meraviglia ed incomprensione. Rimango stupito, quando allinterno del dibattito sulla riduzione dellindennit di posizione dei nostri dirigenti da noi presentata, il consigliere Stacchietti colloca gli stessi dirigenti allinterno di un mercato, pronti ad andarsene alla minima riduzione dello stipendio o parte di esso, come se fossero dei mercenari della peggior specie. Per fortuna in quella occasione il Sindaco ci mette una pezza definendo il termine mercato un po troppo forte. Nello stesso dibattito la consigliera Mecozzi ripete pi e pi volte il termine indennit lorda. In realt vero che chi percepisce uno stipendio ha una somma lorda! Peccato per, che quella somma non la percepiamo ma la eroghiamo come Ente Comune e quindi si dovrebbe parlare di indennit NETTA!!! Ma poi, ho assistito alla forte presa di posizione del consigliere Piermartiri sacrificarsi e scontrarsi contro le forze politiche presenti nella maggioranza sulle unioni civili, apprezzando la forza e lenergia nel portare avanti una proposta, condivisibile o meno, lunico finora fra i consiglieri di maggioranza. Io ti consiglierei, per, di avere la stessa energia per provvedimenti prioritari per la cittadinanza. Per non parlare del lo decido ioassurdo! Tutta la mia stima v poi al consigliere Malavolta che nella discussione preliminare del consiglio comunale per lapprovazione del bilancio, si scusa dichiarando: Molto probabilmente abbiamo tralasciato laspetto del pubblico, laspetto dei cittadini, riferendosi alla gaffe della commissione bilancio dove il buon Cerquozzi stato costretto a chiamare i carabinieri per far valere i diritti dei cittadini. COMUNICAZIONE DI SERVIZIO le commissioni sono aperte e qualsiasi cittadino pu partecipare. Il mio stupore si manifesta quando il consigliere Putzu dichiara per fortuna io non credo nelluguaglianza come se riconoscere e garantire i diritti inviolabili dell'uomo sia causa dellinsorgenza di malattie esantematiche. Tutti i cittadini hanno pari dignit sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. (art.3 della Costituzione). Ma poi ho sentito il Sindaco appellarsi pi volte a continuare nel rispetto del programma elettorale concordato con tutte le forze di maggioranza, programma elettorale con cui si chiede la fiducia dei cittadini. Trovo fortemente scorretto, presentare ed approvare provvedimenti in totale contraddizione a quanto promesso in campagna elettorale. Io leggo sul programma dellattuale maggioranza depositato agli atti, quindi un documento con unufficialit, sponsorizzare ed enfatizzare le politiche delle imposte e delle tariffe comunali basate su criteri di equit sociale prevedendo lintroduzione dellIRPEF - per la prima volta secondo scaglioni di reddito . Bene! Lodevole! Peccato che il 30 novembre stato approvato da questa maggioranza laliquota fissa allo 0.8% per tutti, indistintamente dall appartenenza della classe sociale e scavalcando quanto suggerito dai sindacati. Io normalmente se qualcuno non mantiene le promesse perde automaticamente la mia fiducia e la mia credibilit.

Ci sono anche aspetti positivi, apprezzo il coraggio di questa amministrazione nel chiudere Piazza Garibaldi. Un provvedimento che divide, proprio su questa divisione dobbiamo fare chiarezza per avere la pi reale volont della cittadinanza. Io leggo a mezzo stampa della promozione di concorsi di idee per la Piazza e la pedonalizzazione di via Principe Umberto e via Cesare Battisti come spunto di partecipazione e coinvolgimento della cittadinanza. Benissimo! Per quelle sono idee progettuali. Facciamo un referendum consultivo, sulle tematiche di Piazza Garibaldi come: Chiusura al traffico, Costruzione di ulteriori fabbricati (ad esempio sul vecchio sedime del vecchio municipio). Inevitabilmente i miei modi nellesporre proposte e fare considerazioni saranno differenti da chi mi ha preceduto, perch naturalmente e fisicamente una persona diversa. Non cambieranno i principi e le proposte che abbiamo presentato nel nostro programma e che animano il MoVimento 5 Stelle. Vista la mia presenza in questa assise come consigliere comunale dichiaro di mettere a verbale le mie dimissioni per incompatibilit con lincarico di membro del CDA della fondazione PROGETTO CITTA E CULTURA. Grazie!