Sei sulla pagina 1di 4

Consiglio comunale 23 luglio 2009

Relazione di Filottrano2009 sul punto 2 dell’ordine del


giorno Linee programmatiche dell’amministrazione
comunale per il quinquennio 2009/20013

In campagna elettorale a differenza di quanto fatto dalla lista “Coppari per Filottrano”
non abbiamo effettuato nessun commento circa i contenuti dei programmi proposti
dalle altre liste. Adesso però non possiamo astenerci da alcune considerazioni
soprattutto in relazione al fatto che quanto presentato rappresenterà la base per la
programmazione nei 5 anni a venire:
• Nel volantino inviato alle famiglie dalla lista “Coppari per Filottrano” è stato
affermato che il nostro programma era una bella fiaba ma poi magicamente
molte delle nostre favole sono comparse anche nel vostro programma, ne sono
solo alcuni esempi:
o Il favorire il coinvolgimento delle imprese locali nella realizzazione delle
opere pubbliche;
o L’avvio di scambi economici con le città gemellate;
o L’incentivare l’uso dell’acqua di rubinetto;
o Il prevedere sistemi premianti per che effettua la raccolta differenziata;
o Il sistemare il campo antistante la scuola media;
o Il prevedere orari per l’accesso alla zona dei giardini;
o Ecc.

Delle due l’una o non erano favole o qualcuno nel volantino inviato alle famiglie
ha detto qualche bugia di troppo.

Il programma che è stato adottato dalla attuale Giunta come base programmatica per
i prossimi 5 anni è una dichiarazione di intenti, ci sono troppi aspetti che indicano
punti molto vaghi che mai danno indicazioni su come sarà realizzato l’intervento.

Si indica la necessità di rispettare rigorosamente le regole di bilancio, le leggi


finanziarie, la collaborazione con la prefettura e la questura, ma sono argomenti da
inserire in un documento programmatico che indica gli interventi dell’azione
Amministrativa o non sono obblighi ai quali i comuni comunque si debbono attenere ?
Noi siamo convinti che siano più attinenti a questo secondo aspetto così come alcuni
adempimenti che sono scontati per un Comune come ad esempio, continuare la
pubblicazione del giornalino, confermare l’attività del teatro Torquis, continuare a
promuovere la contesa dello stivale, sostenere le manifestazioni già programmate
nella sezione politiche giovanili, attivare la carta europea di uguaglianza uomo-donna,
promuovere ancora la festa della trebbiatura ecc.
C’era forse da rassicurare qualcuno ?
Alcuni punti del programma ci sembrano molto preoccupanti soprattutto in relazione al
fatto che è stato redatto dagli Amministratori che hanno governato il Paese negli
ultimi 10 anni:
• Tenere aggiornata una banca dati dei beni comunali. Ma come il Comune non
conosce i beni di cui dispone e soprattutto non ne tiene aggiornata la
consistenza e il valore?
• Monitorare le tariffe dei servizi a domanda individuale. Perché alcuni servizi non
sono monitorati ? Visto che la percentuale di copertura è presente nel parere
dell’organo di revisione come vengono caricati i dati in bilancio?
• Rispettare le leggi sulla trasparenza amministrativa. Questo significa che sino
ad ora il Comune ha adottato provvedimenti poco trasparenti verso i cittadini ?
• Continuare la verifica delle gestioni nel rispetto delle convenzioni per gli
impianti sportivi. Perché sino ad ora la verifica sull’utilizzo degli impianti e sugli
addebiti delle quote spettanti è stata condotta in modo approssimativo?

Dalla lettura di questi punti la diffusa percezione rappresentata dai cittadini circa
un’azione di governo non estremamente limpida invece che attenuarsi si amplifica in
maniera considerevole.

La variante, non siamo d’accordo con la soluzione identificata dalla precedente Giunta
e lo abbiamo rappresentato in tutti i modi e in tutte le occasioni:
• Leggendo però il programma della “lista Coppari per Filottrano” abbiamo
scoperto che anche Voi non siete così convinti che quella identificata sia la
soluzione migliore, se pensate ad un prolungamento sino alle piana Troscione
per superare la zona industriale.
Ma come; i rilevatori di traffico non avevamo fornito dati inconfutabili circa la
direttrice predominate che era quella tra Osimo e Macerata?
Ben venga il superamento della zona industriale, ma avete avuto modo di
valutare che significa aggiungere un tratto del genere?
Significa allungare nella migliore delle ipotesi la strada di altri 3 km.
Per reperire le risorse necessarie non basterà di certo mettere in atto ogni
tentativo nel limite delle leggi finanziarie, come avete scritto nel programma.

• Sempre in relazione alla variante, nel Consiglio Comunale di novembre 2008


quando da parte di Carnevali si ipotizzava il coinvolgimento dei privati per la
realizzazione della strada nelle zone di lottizzazione alcuni degli Assessori e il
tecnico comunale hanno gridato allo scandalo. Adesso nell’elenco delle opere
pubbliche sono state previste due bretelle nelle zone di lottizzazione una di
Tornazzano e l’altra di Bartoluccio da collegare al raccordo di Tornazzano.
Anche nel nome c’è poca fantasia, le avete chiamate infatti variantine.
Come mai adesso gli accordi con i lottizzanti si possono fare ? Il dubbio nasce
spontaneo non è che servono a favorire qualcuno che altrimenti avrebbe
difficoltà nella viabilità delle nuove zone di lottizzazione ?
Molti aspetti del programma lasciano supporre ad una stesura più attenta alle
dimensioni in termini di pagine che a proporre soluzioni ai cittadini:
• Piazza Dante, vengono in tre punti del programma riproposti interventi di varia
natura sulla zona condizionandoli alla reperibilità dei fondi. Il palazzo delle erbe
è stato messo all’asta prima delle elezioni, a nostro giudizio in modo improprio
e il progetto di ristrutturazione adottato è quello appositamente realizzato dalla
Cassa Rurale. Quindi smettiamola di inserire o indicare progetti che non
potranno essere mai realizzati ma diciamo che lo stabile è stato venduto come
concordato da tempo.

• Patto per filottrano sicura, Inserire in un programma elettorale tra i punti


programmatici la frase “realizzare una migliore qualità della vita per tutti,
mettendo al primo posto i diritti ma anche i doveri di ciascuno” che cosa vuol
rappresentare, questo si che sembra il libro delle fiabe.

• Qualità della vita, come e con che strumenti si intende dar seguito ad un
aspetto importante che riguarda in particolare i nostri ragazzi che avete inserito
nel programma “contrastare sul fronte socio-educativo il disagio sociale e
l’abbandono scolastico con particolare attenzione alle fasce meno protette della
popolazione, nonché favorire l’integrazione sociale e culturale dei bambini
stranieri”. Non vorremmo che l’azione di contrasto si esaurisca, come fatto
sinora, con l’organizzazione di qualche incontro e niente altro.

• Sanità, problema molto sentito dai Filottranesi e invece qui più che in altre
sezioni i punti elencati sembrano il libro delle buone intenzioni, abbondano
termini generici, attivarsi, sollecitare, valorizzare, collaborare. Non è presente
nemmeno una indicazione operativa e pensare che i cittadini aspettano da
oramai 5 anni di avere una minimo di struttura.

• Servizi per gli anziani, nel programma è previsto solo il mantenimento


dell’attuale e non è presente nessuna nuova proposta. Tra l’altro come da noi
evidenziato in campagna elettorale i fondi in bilancio per alcune attività sono
stati ridotti anche in maniera significativa. Gli anziani possono solo
accontentarsi di quanto c’è già.

• Immigrazione e integrazione, i processi di integrazione e di sostegno a tutti gli


stranieri presuppongono interventi specifici e consistenti, in considerazione delle
scarse azioni effettuate sino ad ora, come si intende procedere e con quali
risorse per il sostegno soprattutto ai problemi linguistici. Su questi aspetti una
considerazione di tipo politico. Come si coniugano gli interventi previsti per gli
immigrati, con l’appoggio fornito dalla Lega Nord? A noi sembra che ci siano
forti contrasti tra la linea politica rappresentata dalla segreteria nazionale della
Lega e gli interventi previsti nel programma della lista “Coppari per Filottrano”.
Possibile che sia solo una svista o con buona probabilità gli esponenti regionali e
provinciali della Lega che hanno appoggiato la lista non hanno nemmeno letto il
programma presentato.

• Le politiche per la casa, oltre ad essere contrari alle forme di ghettizzazione non
riusciamo a comprendere perché sia necessario reperire nuove aree per la
realizzazione della edilizia sociale quando nel nuovo piano regolatore sono state
previste aree lottizzabili ben oltre le reali necessità del paese.
• Lo sviluppo della città, al piano regolatore così come è stato redatto non deve
essere data piena esecutività, ma vanno affrontate le innumerevoli carenze e i
contenziosi con una revisione generale che dia una visione e una prospettiva
certa alle esigenze del paese. Si inseriscono nella lista delle opere pubbliche le
stesse strade da asfaltare oramai da tre legislature senza mai attuarle, strada di
fiumicello, strada della codarda, le strade inghiaiate, ecc. forse il numero di
elettori non giustifica le opere ?

• Le rotatorie identificate nel piano della mobilità in particolare quella di s.giobbe


e quella di via marche non sono necessarie per lo snellimento del traffico. Anzi
in considerazione del fatto che insieme a quella della variante in soli 300 mt.
saranno presenti 3 rotatorie la loro realizzazione provocherebbe certamente un
problema al deflusso del traffico invece che portare dei benefici. Le rotatorie
utili al traffico del centro di Filottrano sono quelle che noi abbiamo identificato
nel nostro programma, curva giovanetti, scuola media/elementare e zona
industriale. Sono poi necessari altri interventi sulle frazioni e su vie pericolose,
incrocio via fiumicello sp362, Montoro inizio e fine, Cantalupo, zona industriale
piane Troscione, incrocio per s.biagio, ecc.
Molto bene invece la revisione del traffico su via Leopardi e negli impianti
sportivi.

• Parcheggi, siamo nettamente contrari alla realizzazione del progetto presso i


giardini pubblici, con la contestuale eliminazione di parte dell’unico polmone
verde presente nel centro storico. Per la sua realizzazione saranno infatti
eliminate circa 20 piante secolari che vista il ridotto spessore della terra che
sarà riportata sopra lo stabile non potranno in nessun modo essere reintegrate.
A nostro avviso non è necessario per Filottrano realizzare opere faraoniche, il
nostro paese non è Ancona. É necessario invece realizzare opere meno costose
e più distribuite sulle aree del centro storico.