Sei sulla pagina 1di 1

1 16

Storia ecclesiastica

na a sera, ad esercitare continuamente il loro spirito alla vene razione. Studiando le Sacre Scritture, interpretano la filosofia degli avi mediante l'allegoria, poich ritengono l'interpretazio ne letterale simbolo di una realt nascosta, conoscibile con l'in terpretazione allegorica. 1 1 . Hanno anche opere di antichi scrittori, fondatori della loro setta, che hanno lasciato molte tracce dell a loro sapienza in forma allegorica; di queste fanno uso come di modelli, per imitare il loro modo di vivere 7o. 1 2 . Queste cose parso opportuno dire a questo autore, che li ha sentiti di persona spiegare le Sacre Scritture; ed molto verosi mile che quelle opere degli antichi, che lo scrittore dice essere da loro possedute, siano i Vangeli, gli scritti degli apostoli, e forse alcune spiegazioni degli antichi profeti, come quelle pre senti nella Lettera agli Ebrei e in molte altre lettere di Paolo. 13 . Cos dice poi sul fatto che essi scrivevano nuovi Salmi: Non si danno solo alla meditazione, ma scrivono anche canti e inni a Dio in ogni genere di metri e melodie, facendo ricorso necessa riamente a ritmi gravi l . 14. In quella stessa opera Filone rife risce molte altre notizie su di loro; ma a me sembrato neces sario dovere scegliere quelle da cui potessero risaltare le pecu liarit della loro vita ecclesiastica. 15. Ma se a qualcuno sembra che le cose dette non siano proprie di una vita vissuta secondo il Vangelo, ma si possano dire anche di altri, oltre che delle per sone in questione, si persuada del contrario alla seguente testi monianza di Filone, in cui ognuno, se sar obiettivo, potr tro vare un'inconfutabile prova a questo riguardo. Dice Filone: 16. Pongono come fondamento dell'anima la temperanza, da cui fanno derivare le altre virt. A nessuno di loro consentito mangiare o bere prima del calar del sole, poich reputano l'at tivit mentale degna di essere esercitata alla luce del giorno, e i bisogni del corpo di essere soddisfatti di notte; per cui riserva70 Filone, pp. 475 , 34 - 476, 2 . 7 1 Filone, p . 476, 2-5 .