Sei sulla pagina 1di 4

CARLO MAGNO E IL SACRO ROMANO IMPERO

Carlo Magno era discendente di Carlo Martello, che, una volta vinta la battaglia di Poitiers, divenne il personaggio pi importante dEuropa. Alla morte di Carlo Martello, suo figlio, Pipino il Breve, divenne re dei Franchi e, successivamente, uesto titolo fu preso da Carlo Magno.

CA)./ MA)0E../

P'P'$/ '. B)E,E

CA)./ MA1$/
Allini!io, in effetti, Carlo Magno dovette dividersi il territorio con il fratello maggiore, che si chiamava Carlo Magno. Ma alla morte del fratello " che fu avvelenato " Carlo Magno eredit# tutto il potere. Carlo Magno fu consacrato imperatore dal papa nella notte di $atale dell%&&. 'l suo impero si chiama (acro )omano 'mpero .

*uale era il motivo di uesto nome+ ,ediamolo insieme con un semplice schema-

(AC)/ )/MA$/ 'MPE)/

(AC)/Perch7 Carlo magno era stato consacrato imperatore dal papa e uindi tutto limpero era consacrato.

)/MA$/Carlo voleva riunificare il vecchio 'mpero )omano

'MPE)/perch7 era un territorio vastissimo che andava dalla spagna fino a uasi lattuale )ussia.

Cosa ha fatto Carlo MagnoCarlo Magno, alla morte di Pipino, ini!ia una politica molto audace.

2. Con uist# moltissimi territori 3. 4n5 tutti i popoli germanici sotto il proprio dominio. 6. diede un importante impulso alla sua scuola e alla cultura.

2. unific# il territorio dellattuale Europa occidentale. 0ranne l'talia del (ud e la (pagna. 3. 4n5 tutti i popoli germanici e li govern# come un capo germanico con tradi!ione franca. 6. Cre# ad A uisgrana una importante scuola, chiamata Schola Palatina

(cuola di Pala!!o

LA SCHOLA PALATINA
Ad A uisgrana, dentro al suo pala!!o, Carlo Magno cre# un grande centro di cultura- la (chola Palatina. Essa era una scuola per i figli dei nobili del pala!!o. 'n uel posto si studiavano le materie pi importanti del tempo .

Ma perch7 Carlo Magno dava tutta uesta importan!a alla scuola e allo studio+. Come sappiamo Carlo Magno aveva un territorio vastissimo 8molto grande9 che comprendeva uasi tutta lEuropa . Bisognava trovare il modo di legare in ualche modo i popoli del suo regno. Cos5, chiam# Alcuino dall 'nghilterra per :costruire :la (cuola di Pala!!o. Cosa si studiava??? 'l programma di studio era diviso in sette percorsi 8sette materie9, che venivano denominate le sette arti liberali. *uesti arti erano divise in due blocchi- trivio e uadrivio. .o stesso Carlo Magno, era cosciente dellimportan!a dello studio. .ui stesso era praticamente analfabeta. (apeva leggere molto lentamente, ma non era in grado di scrivere. (apeva unicamente siglare i documenti con la sua firma che si era fatto magistralmente incidere su una guida di legno simile ai righelli che si usano oggi per scrivere le lettere.

P)/1)AMMA ;E..A (C4/.A PA.A0'$A

TRIVIO
(artes sermocinales) !"ammatica "eto"ica dialettica

QUA RIVIO
(artes reales) a"itmetica !eomet"ia a#t"onomia mu#ica

$ella scuola palatina Carlo Magno fece arrivare moltissimi studiosi da tutta Europa e cre# un centro colturale molto speciali!!ato. $on a caso lesempio di Carlo Magno sar< poi seguito da tutte le scuole che verranno fondate nel medio evo. 'noltre, annesso alla scuola ,vi era anche un importante centro monastico dove i monaci svolgevano una intensa attivit< di copiatura dei libri che venivano usati.