Sei sulla pagina 1di 2

IL LAVORO INTELLETTUALE

Lintellettualit non dovr separarsi dalla spiritualit. Ingressum instraus Progressum custodias Egressum impleas (s. Tommaso dAquino) Ve lia sulle prepara!ioni" #orve lia i pro ressi" $onserva i %rutti. Appro%ondire la &onos&en!a di se stesso. Rendersi &onto delle proprie %or!e. Trovare un metodo di lavoro" &er&are i momenti della iornata in &ui si ' pi( ri&ettivi e &er&are an&)e il punto dappli&a!ione &entrale. #aper tras&urare. Non &er&are di &apire tutto. Avvi&inarsi ad un sol punto e irar li intorno. *istin uere le %asi del riposo" della prepara!ione e dellese&u!ione. Nessuna indul en!a" n+ me!!o lavoro" n+ me!!o riposo. $er&are le ore re ali" quelle in &ui latten!ione ' in uno stato di lu&idit" di penetra!ione" di &oin&iden!a &on lio" il pi( vivo. *eterminare queste ore di pa&e attiva" il loro numero" la loro durata" il loro ritmo" il loro ritorno" poi non %ar dipendere il nostro lavoro da loro. Non adattar&i mai a las&iar&i attirare" in quelle ore" dalle %rivole!!e di questo mondo. Rivoluzionare il nostro orario per %ar irare il nostro lavoro intorno ai tempi sa&ri e non pi( questi tempi intorno al nostro lavoro. E" per evitare" le&&esso di %ati&a" si devono sta,ilire le proprie ore di %res&)e!!a e dedi&arle a &i&)e ' pi( ur ente o pi( pesante o pi( santamente pia&evole. $i- &)e importa ' di &onos&ersi e di a&&ettarsi. di essere &os&ienti della propria %or!a" &ome se si trattasse di quella di un appare&&)io. di sapere il rado della propria atten!ione" il momento della iornata in &ui ' al suo apo eo" il momento in &ui deve ritemprarsi &ol riposo" lalternativa o il diverso. Alla disposi!ione delle ore propi!ie &orrisponde quella del luo o e delle persone. /iso na saper &omin&iare prima &)e tutto sia pronto. Luni&a &osa &)e meriti atten!ione ' il fatto ris&)iarato da unidea. ' lidea in&arnata in un fatto. Il %atto puro non )a unesisten!a0 quello &)e deve essere lo s&opo della nostra ri&er&a non ' il %atto puro" ' il %atto in quanto vi rimanda ad una le e enerale. E" nello stesso modo" una le e pura e astratta non ' &on&epi,ile0 la le e deve sinteti!!are una moltitudine di %atti. 1assa la prima ora a &onsiderare i termini del so etto" a pesarli" soppesarli" &ontraddirli e de%inirli esattamente0 ' raro &)e la domanda posta non s&aturis&a da questo para one. 1oi sta,ilis&i una dire!ione enerale" %a uno s&)ema piuttosto &)e un piano" e lan&iati a &orpo morto nella reda!ione0 vedrai le idee iun ere al momento opportuno da se stesse. Lo s,a lio ' di inda are troppo. eliminiamo" sempli%i&)iamo" sostituiamo le in&o nite &on sim,oli. %a&&iamo &onto &)e il pro,lema sia i risolto. Risolviamo il pi&&olo pro,lema del momento. 1rendiamo le &ose da un altro punto di vista. Andiamo a dormire e ri&omin&iamo la mattina di poi. Nello studio di un autore letto e riletto da tanti altri si pu- %are una tavola dei passi &itati da questi autori e sottolineare i passi &itati pi( di %requente" quelle %rasi da &ui la vista pu- al ,iso no spa!iare su molti &ampi. Una volta sta,iliti" tornare spesso a quei testi e pian piano la lu&e si di%%onder an&)e sul &ontesto &)e li &ir&onda" sui passi vi&ini e analo )i" sui testi pi( os&uri. In ogni cosa bisogna procedere da ci che si consoce a ci che non si conosce. Importante ' &o liere i momenti di passa io" le analo ie" le le ature di temi. #&e liere un luo o" una situa!ione" sol&arli di du,,i e di domande poste &ostantemente" appro%ondire questo studio" donar li un po per &uriosit" un po per il io&o delle somi lian!e" le dimensioni di un essere &ompleto" tutto &i- ' lessen!a della &ultura" almeno &ome luomo pu- proporselo nella sua ,reve esisten!a. La &ultura non &onsiste nel di%%ondersi super%i&ialmente su tutto lo s&i,ile" n+ nel

&)iudersi in ununi&a spe&iali!!a!ione" ma nello s&avare l dove &i troviamo %ino a ra iun ere la alleria s&avata dal vi&ino ed a s&oprirvi le &onver en!e di tutti questi s%or!i. $i- impone uno spirito" un desiderio &omune ed impli&a an&)e una &omunit di lin ua io. *ividere il lavoro intellettuale in tre %asi0 &on%e!ione del mostro" riposo" ri%initura o ri&er&a della per%e!ione. Ini!iare a s&rivere sen!a pensare di avere lintui!ione ma se narsi note" &ita!ioni" tra&&e" parole" espressioni. $omprare un quaderno ed ini!iare a s&rivere sen!a &an&ellature &ome se ri&opiassi dalla memoria unopera i s&ritta. Non &an&ellare una %rase i s&ritta ma %arne una mi liore. Rile i li appunti" dividi quelli &)e si ri%eris&ono al medesimo so etto. $lassi%i&a le note in se!ioni. Lordine ' una s&ala reale &)e va dal sempli&e al &omplesso" dal noto alli noto" da &i- &)e ' ammesso da tutti a &i- &)e non ' ammesso &)e dalle intelli en!e pi( perspi&a&i. Veri%i&a lordine &)iedendo se C altro ancora. #&e liere unidea e svilupparla in o ni senso. Non dire &)e una &osa sola alla volta. *ire la medesima &osa tre volte. La sia annun&ia" la sviluppa ed in%ine la si riassume ,revemente. 1oi si passa ad unaltra idea( Si dice che la si dir ! la si dice! si dice che la si detta ). 1artire dalla &on&lusione.