Sei sulla pagina 1di 60
ECHINIDI DELL EOCENE FRIULANO FIRENZE AVVERTENZA La presente illustrazione degli Echinidi eocenici friulani rappresenta soltanto, come edizione provvisoria ma in sé definitiva, una parte dello studio geologico € paleontologico dell’ Eocene del Friuli, al quale attendo da molti anni e che vedra, completo, la luce nel prossimo anno 1913. Nel desiderio di oftrire, intanto, un saggio dell’amplezza e del metodo con il quale questo mio studio é stato condatto, ho dovuto, per esigenze tipografiche, scegliere il gruppo. relativamente ristretto degli Echinidi di mezzo a una fauna che conta gid oltre 600 specie determinate, descritte e secondo ta opportunita, figurate. i carattere provvisorio della presente pubblicazione mi consiglia dal sospen- dere per ora la denominazione delle specie nuove, come pure, d’ altronde, mi impedisce di fissare Vordine delle tavole. Credo infine opportuno avvertire che, per la presente parte come per le altre, a ciascuna specie ho fatto precedere due distinte bibliografie: una generale, spesso non completa, ma sempre tale da far conoscere quanto € necessario per fa descrizione e per la discussione della specie stessa; un’altra speciale, relativa alle citazioni friulane, e questa, spero, completa. Le opere dei varl autori sono poi indicate per mezzo di abbre- viazioni sempre uguali, e che troveranno riscontro nell’ indice bibliografico che chiudera i mio studio complessivo; le citazioni stesse perd sono fatte in modo, da esser complete in ogni singola trattazione di specie e non costringere il lettore a ricerche, spesso difficile fastidiose, nelle pagine precedenti del lavoro. Firense, Museo Geologico, Agosto 1912. GIOTTO DAINELLI, ECHINOIDEA Eda oservarsi che, mentee deglt Kebinkt aoa sf hanno negli antichi autori cennt o cita- ioni generiche, ess éuveee eostituiseono il gruppo di animali che immanzi a ofl altro sia stato studiato monograficamente dal Friuli. Infatti il primo studio paleoutologica su questa regione & quello appunto del Tarame!1i (2) sopra gli Kebint dotia Creta e del ‘erziario. Dell’ Focene sono descritte e per Ia massima parte figurate le seguenti specie: Cilarisitala Lat wR (Brazzano, Russiz) C. inlertineata D’ARcH. (Otteio, da Oleis a Rosazz0), C. subnets D'ARCI. (Ott), Puro eidaris serrata WAKA, (Ott), Cyphosoma eribrwn AOASs. (LL), Kekinolampas subsimiis D'ARC} (0), #. aftints Drs, (Ott), K. Otlelte TaR. (OLL), Conoctyps conviteus LAM. (OL), Periaster Biaxrilzensis CoTT.(Ott), P. carinatus Ta. (Ott), Prenaster alplans West (Ott). Le quall tutte Agurano in un suecessivo lavoro (2), ai eccezione dolla Civarés subulariy W'AReu. @ del Conoelt- pens conuideus LAM. che vengono esclust in tale seeondo élenco, mentre invece appaiono con. servatt in un elenco ancora posteriore (3) Pid tandi il Piroma (4) si limita a eltare la Claris twerewlata WaRoR. © {a C. Wala Lava; ed fl Taramelli (6) il Prenaster alphos Dest IEehinolanyas subsiniis AGASs., i Cyphosoma eritrum Ackss.,@ i Conoclipeus conoidens LAM; Yano @ Malte, por’, genericamente ‘dal Friuli orientale. Mentre il Marinoni (6) citava benst, aj Ik & poco, soltanto piccol numero Ai specie, ma da una localitd nuova, quella di Monte Plauris, eul ne ageiungeva qualched'un’al- ra: Claris tala Laue, C. swhuratis D'ArcH. (Ottelio, Brazzano, Russlz), C. sp. prope tala LavnE (O11), C. sp, Porveidaris serrata D' ARCH. (Ott). E Tanuo dopo, 1o stesso autore da Rio avinale, localita fossilifera vieina a quella ai Monte Plauris: Claris dala Lave (7); da Ate timis: Cyphosoma critrum Aaass, Kekinolampas affnis Dess., ei. sp. (8); ed infine da Noax: Cidaris tala LAvBE, C. seburatis ARCH. Comoclypus conoideus Las. (0). 1 Taramel1i ripoteva, si pud dire, le stesse citazioni uelropera che accompagua ta sua carta geologica del Friull; ivi, dal piano di Rosazzo ita In Cldaris tala Lavwe, la C. subsea Diane, ed Il Conaclypus conoideus LAM. (10); € dal plano di Buttrio: Cidaris tntertineala D'ARCIL, Porveidaris serrata D'Anctt, Cyphosona critrin Anas, Kehinalanpas subsimitis ‘ARCH, E. affinls DesM, E. Olle TAR, Conocypus Bouet AGass, Macroymenstes. Drissoides: Laske, Schisaster rivisus Desa, Prenaster alpinus Wess. (10) Val quale plano i Buttrio to (Q) Tamsnntst, Sopra alent Fini, 1860, pg. 29-8, tar. ll, (@) Tanaris, Billa formasione, 157, pa. (@) Tanweetis, Di clown aint, 18TH, pa 69. (4) Prom, La Provincia Cane, 1877, os. 48. (©) Tamms, Colle regions, 1877, pag. 3. ( Mammon, Mone Plana 1877, pag, 18:19. () Manewons, Clee onerasion, 1818, pag. 4 (1, pow. 8. Ti, pa. 18. (40) Tanase, Spogusone del carts, 1861, pag. 108. (0) Tannen, Toi, pag. 106-108,