Sei sulla pagina 1di 1

Il lupo perde il pelo ma non il vizio: Solvay continua a falsificare i dati ambientali. Lha scoperto lARPA.

La quale, con la propria centralina, ha verificato che i limiti europei di emissione di acido cloridrico (20 microgrammi al metro cubo) sono ampiamente superati a Spinetta Marengo: le medie estive del 2010 e 2011 sono state tre volte pi alte del limite, ad agosto 2013 ci sono state punte di ben 299 microgr/m3, cio 15 volte il limite, il 1.500%! LARPA ha anche verificato che questi dati non venivano rilevati dalla centralina Solvay che -guarda caso- in alcuni giorni era guasta e in altri esprimeva valori decisamente pi bassi e al di sotto della soglia massima. Sia la soluzione che i vapori di acido cloridrico ( HCl ), volgarmente conosciuto come acido muriatico, hanno effetti fortemente corrosivi sui tessuti, possono danneggiare l'apparato respiratorio, gli occhi, la pelle e l'apparato digerente. Effetti che dipendono dal tempo e dallintensit dellesposizione. Solvay preferisce ignorare i dati drammatici delle centraline. Per non creare allarmismi? Altrimenti qualcuno potrebbe ricordarsi che durante la Prima Guerra Mondiale, il fosgene (COCl2) venne utilizzato molto spesso come arma chimica? Il principale effetto di quest'arma la dissoluzione del gas nella pleura, ove viene idrolizzato in acido carbonico e acido cloridrico. Quest'ultimo rompe le sottili membrane alveolari e i polmoni si riempiono di acido carbonico e la morte sopraggiunge per edema polmonare. Qualcun altro potrebbe ricordarsi che l'acido cloridrico considerato come una delle cause primarie della Convenzione contro il traffico illecito di stupefacenti e di sostanze psicotrope del 1988? Infatti utilizzato nella produzione di eroina e di cocaina. Niente allarmismi: possiamo assicurare tranquillit per quanto riguarda fosgene e droghe. Per lallarme va gridato e forte: lacido cloridrico fortemente tossico e nocivo nellesposizione prolungata (e non monitorata) alla quale sono sottoposti i cittadini di Spinetta e dintorni!