You are on page 1of 1

Una voce amica dalla Sardegna

L'acqua ha invaso la mia Terra. Con furia. Con una violenza sorda ad ogni tipo di supplica. Ha spazzato persone, animali, cose. E ci ha lasciato mai pi uguali a noi stessi. Ci sono donne che non hanno pi mariti n figli. Uomini che non hanno pi mogli n figli. Sorelle e fratelli che non hanno pi genitori n nipoti, amici e conoscenti. E in tutto questo dolore hanno ancora i piedi immersi nella terra fangosa. Le mani impegnate a ristabilire l'ordine perso in una manciata di ore. Non possono riposare nei loro letti . Perch non li hanno pi. Non possono mangiare ai loro tavoli perch non ci sono pi. Non possono asciugarsi i visi e gli occhi perch i loro fazzoletti non ci sono pi. Non ci sono pi cassetti, armadi, comodini, tende, posate,bicchieri. Hanno perso tutto. Questa terra che regala splendidi panorami, un mare cristallino, un sole caldo ed avvolgente, momenti di serenit quando serve ricaricare le batterie, lospitalit della sua gente pronta a condividere ci che possiede, ha bisogno del nostro aiuto: abbiamo lopportunit di fare qualcosa di concreto attraverso il link approntato dal Sindaco del Comune di Uras Provincia di Oristano, uno dei tanti luoghi colpiti

http://www.comune.uras.or.it/modules.php?modulo=mackey_html&title=Il%20Sinda co&mid=11 oppure direttamente attraverso il sito del Comune di Uras. Scegliamo di regalare un Natale in cui i Sardi si sentano meno soli!
Gli amici della Sardegna