Sei sulla pagina 1di 8

Intervista a Vadim Zeland

Traduzione di Luciano Gianazza

D. Chi Vadim Zeland?

Quando mi viene chiesto dai lettori affascinati Chi sei tu, Vadim Zeland?, di solito rispondo Io non sono nessuno (di speciale). La mia io!rafia (la mia vita) non pu" e non deve essere di alcun interesse, in #uanto non sono stato io che ha creato il $ransurfin!, ho semplicemente fatto da canale di antica Conoscen%a che d& accesso ad un mondo in cui l'impossi ile diventa possi ile. (e si se!uono alcune re!ole, l'ordinaria realt& smette di essere #ualcosa di completamente esterno e incontrolla ile, ) si pu" imparare a diri!erla* + per incanalare tale conoscen%a sen%a distorsioni personali, dovrei davvero essere nessuno, solo un recipiente vuoto. Il !rande mistero , ancora se!reto, proprio perch- , incredi ilmente semplice ) la verit& sta in superficie, e richiede solo un vettore per portare #uella verit& alle persone. In #uesto caso una personalit& non ha alcuna importan%a. Ci" che sono di vero interesse (sono?) i custodi che mi hanno passato l'antica conoscen%a. $uttavia anch'essi tendono a rimanere sullo sfondo. .o /0 anni. 1rima del crollo dell'2nione (ovietica, facevo ricerca nel campo della fisica #uantistica, poi mi sono impe!nato in tecnolo!ie informatiche, e ora sono uno scrittore a tempo pieno. Vivo in 3ussia. $utto il resto non ha importan%a.

D. Come ti venuta lidea del Transurfing?


Il $ransurfin! non , un'idea, e non emer!e da nessuna parte. + 4antica Conoscen%a che ci , !iunta da un tempo lontano di millenni. Questa conoscen%a , stata data a me, e la sto ancora ricevendo in modo trascendentale. 5essuno me l'ha mai inse!nata, n- avevo mai letto a ri!uardo. (emplicemente linforma%ione arriva a me di sua ini%iativa ) non riesco a spie!are il modo in cui accade. Io sono una persona comune, che non comunica con spiriti o alieni. L'unica personalit& che potrei chiamare mio 6aestro , l'7sservatore ) , uno dei custodi delle antiche Conoscen%e, che una volta mi , apparso in so!no. 8opo di #uello ci fu un flusso di informa%ione. L'incontro con l'7sservatore , descritto all'ini%io del li ro Lo (pa%io delle Varianti ) 3ealit9 $ransurfin!.

La mia vita , cam iata da allora: all'improvviso, sen%a alcuna ra!ione, un e;<fisico che non era dotato di alcuna a ilit& speciale, ha ini%iato a scrivere =

D. Cosa ti ha spinto a scrivere questo libro? o la serie di libri!


La svolta decisiva avvenne #uando capii che casino avevo fatto della mia vita. >vrei dovuto le!!ere il mio li ro Lo (pa%io delle Varianti almeno venticin#ue anni prima* La mia vita avre e potuto essere completamente diversa, molto pi? facile e re!olare. In tal caso per", non sarei stato in !rado di scrivere #uesto li ro= 6a a #uel tempo, dopo aver condotto una vita selva!!ia e fuori controllo, ho cominciato a ricevere un sacco di informa%ioni attraverso un canale misterioso. 1er tutta la mia vita ho praticato l'anti<$ransurfin!, vale a dire che ho fatto tutto solo nel modo s a!liato. 2n uomo intelli!ente impara da!li errori de!li altri, ma uno stolto impara sempre dai suoi propri. In #uesto senso sono stato uno stolto ostinato. Quale le%ione pensi che si impari me!lio: #uella dai propri errori o da!li errori di un'altra persona? 2n uomo intelli!ente sa solo ci" che , !iusto e ci" che , s a!liato. .a ottenuto le informa%ioni, ma non sente l'essen%a stessa dei suoi errori, come la sente lo stolto, la cui anima soffre profondamente ad o!ni so al%o della vita. (olo un stolto sem ra che sia in !rado di trasformarsi in un veicolo della conoscen%a.

D. " quali lettori destinato il libro?


> !iudicare dalle lettere dei miei lettori, non sono classifica ili per aree !eo!rafiche, n- per et& o per condi%ione sociale. Va notato che la conoscen%a non , destinata a tutti. 5on tutti sono pronti ad accettarla, dato che il $ransurfin! va oltre il modo ordinario di vedere il mondo. Le persone possono so!nare profondamente da sve!lie, anche se non sono consapevoli di essere in #uella condi%ione. + 4un dato di fatto che solo coloro che sono in !rado di sve!liarsi possono percepire il $ransurfin!. Come re!ola !enerale, i li ri sono ammirati da parte di alcuni lettori e sono respinti in toto da altri. $uttavia, le numerose lettere di !ratitudine dimostrano che i miei oppositori sono in minoran%a.

D. Che cos il modello delle #varianti$?


La realt& ha due forme: una forma fisica che pu" essere toccata, e una metafisica che va oltre la perce%ione, ma che pur non , meno o!!ettiva. In un certo senso, il mondo , uno specchio duale illimitato, da un lato del #uale vi , l'2niverso, dall'altro lato vi , uno spa%io metafisico di varianti ) una struttura di di informa%ioni che memori%%a scenari di tutti !li eventi possi ili. Il numero di varianti , infinito, simile a un insieme infinito di punti possi ili su un piano di coordinate. Vi , una re!istra%ione di tutti !li eventi passati, presenti e futuri, ed , dallo spa%io delle varianti che i nostri so!ni proven!ono, cos@ come la chiarove!!en%a, la conoscen%a e la comprensione intuitiva. In particolari condi%ioni dell'ener!ia, i pensieri possono materiali%%arsi in #ualsiasi settore nello spa%io delle varianti. In uno stato speciale che il $ransurfin! chiama unit& di mente e anima, viene data ori!ine a una for%a misteriosa ) una inten%ione esterna. (e si se!uono alcune re!ole, #uesta for%a porter& a compimento un ordine ) si reali%%er& ci" che hai concepito o creato.

D. % &questo solo un altro libro di auto'tecnica di miglioramento?


Il $ransurfin! non , una tecnica di auto<mi!lioramento, ma un modo di pensare e di a!ire per ottenere #uello che vuoi. 5on lottare per ottenerlo, ma semplicemente ottenerlo. + non si tratta di cam iare se stessi, si tratta di tornare al proprio vero s-. + 4molto semplice. Il mondo , come uno specchio, riflette il tuo atte!!iamento verso di esso. (e non sei soddisfatto del mondo, esso ri!etter& indietro #uella insoddisfa%ione su di te. (e lotti contro di esso, lotter& contro di te.

Quando smetti di lottare, il mondo corrisponder& ai tuoi desideri. (e avrai il cora!!io di avere ci" che desideri, l'inten%ione esterna trover& un modo per dartelo. 1oi un !iorno accadr& un miracolo, ma sem rer& un miracolo solo a!li altri, non a te. (ei alla disperata ricerca di #ualcosa di speciale? (metti di essere disperato per #uesto, stai per ottenerlo comun#ue. Aaresti me!lio a pensare che stai solo prendendo ci" che ti appartiene. (tai prendendolo sen%a chiedere o insistere. Lo vuoi, non , vero? Quindi, #ual , il pro lema? $u l'otterrai. La societ& impone uno scenario differente su di te. (ei costretto a com attere per ra!!iun!ere un o iettivo. 8ovresti dichiarare !uerra a te stesso e al mondo. $i viene su!!erito che non sei perfetto, #uindi non ra!!iun!erai i tuoi o iettivi fino a #uando tu stesso non cam ierai. 8opo aver cam iato te stesso, dovresti partecipare alla atta!lia per !uada!nare il tuo posto al sole. Questo scenario ha l'unico scopo di prendere la tua ener!ia e di spin!erti in una cellula di matri;. Lottando con te stesso, dai la tua ener!ia a matri;. (e ti unisci alla atta!lia con il mondo, stai facendo assolutamente la stessa cosa. .ai !uada!nato #ualcosa in #uesta atta!lia? 7!ni !iorno vai scora!!iato al tuo lavoro noioso e faticoso, o vedi l'universit& come un duro lavoro noioso di routine. + che dire di #ualcuno che si diverte in una sta%ione sciistica o , sdraiato al sole vicino al mare, proprio in #uesto momento? Aorse hanno vinto la loro atta!lia? (i stanno divertendo come conse!uen%a di #uesto? 1er molti com attenti in #uesta atta!lia, nonostante tutti i loro sfor%i, una vita non asta a salvare una somma di denaro sufficiente per andare a so!!iornare in una sta%ione sciistica. Il $ransurfin! offre una via radicalmente diversa. 8ovresti smettere di lottare per un posto al sole, al%ati e cammina a modo tuo ) 8ovresti solo osare di avere. Il li ro Lo (pa%io delle Varianti ) 3ealit9 $ransurfin! ti dice come fare.

D. Che cosa fa s( che questo libro fun)ioni mentre altri no?


>d esempio, il li ro , spesso para!onato a opere di Carlos Castaneda, forse a causa di una somi!lian%a par%iale nei termini. La Via del Buerriero, fatta conoscere dai li ri di Carlos Castaneda e $eun 6&re% non , assolutamente il $ransurfin!, ma una dottrina radicalmente diversa praticata dai $oltechi, un'antica tri ? messicana. Qualcuno che pensa che #uesti due inse!namenti siano simili, non comprende ene n- l'uno nl'altro. 5onostante il fatto che entram i #uesti inse!namenti conducano alla li ert&, #uando il mondo o edisce a te, le strade che portano alla li ert& vanno in dire%ioni diverse: i se!uaci dei $oltechi cercano di far s@ che il mondo o edisca, mentre i transurfer tentano di consentire al mondo di o edire. +' evidente, che i metodi di ra!!iun!ere l'o iettivo sono fondamentalmente diversi.

D. Come il tuo libro differisce da The *ecret?


L'unica distin%ione , che la stessa conoscen%a , considerata da punti di vista differenti. Come dato di fatto, se si confrontano vari inse!namenti, potremmo andare tanto indietro fino alle 2panishad, ma #ual , il senso di #uesto? $utta #uesta Conoscen%a proviene da un'unica fonte. 1er lo stesso motivo, le stesse scoperte sono spesso fatte da persone diverse in modo indipendente, e un sacco di nuove tenden%e sor!ono in vari punti del pianeta contemporaneamente. 1rova a trovare un inse!namento che non a ia nulla in comune con altri inse!namenti* (e lo trovassi, si applichere e ad una realt& diversa. 6a la mente umana non , in !rado di creare #ualcosa di nuovo che non si applichi al nostro mondo. 1rima o poi, anche la fantascien%a diventa realt&. (crittori di fantascien%a descrivono realt& che possono essere non ancora vere. 1er la verit&, tutte #ueste idee e imma!ini, cos@ come i so!ni, non sono prodotti della mente umana ) sono fissi e esistono o!!ettivamente nel campo inte!rale delle informa%ioni. I 6aestri, come la !ente comune, hanno accesso allo stesso data ase. C cos@

semplice come andare in i lioteca e prendere i li ri che ti piacciono, da #ualsiasi scaffale. > una condi%ione: devi credere nelle tue capacit&, usare il diritto di accesso alla Conoscen%a, e poi ) devi avere l'inten%ione di farlo. 1oni a te stesso delle domande, osa rispondere a te stesso. Colui che osa, fa delle scoperte, compone musica, scrive li ri, crea capolavori in vari campi. La conoscen%a si apre a coloro che hanno dichiarato la loro inten%ione di prenderla a ordo.

D. Come la teoria ha fun)ionato per te?


5on c', iso!no di dire che se non avessi sperimentato il $ransurfin! io stesso (se non avessi conosciuto il $ransurfin! per esperien%a diretta), non sarei in !rado di spie!are a!li altri come fun%iona. La tecnica fun%iona alla perfe%ione, con risultati, come re!ola, al di l& di o!ni aspettativa. + 4a astan%a fre#uente che succedano cose straordinarie. >nche se #uesti miracoli possono essere spie!ati in termini di $ransurfin!, non posso mai a ituarmici e continuo a chiedermi: pu" essere possi ile? Chiun#ue a ia mai provato a controllare la realt& con la for%a della sua inten%ione, sente le stesse cose ) , stupito e rapito. (tupito per come una mente ordinaria viene usata per percepire la realt& come #ualcosa di esterno ed esistente al di l& della nostra volont&. Incantato per come una persona smette di sentirsi piccola e insi!nificante, dipendente dalle circostan%e, e ini%ia a creare il proprio mondo.

D. +uanto tempo hai impiegato per sviluppare la teoria del Transurfing?


5on sono stato io a sviluppare la teoria $ransurfin! ) esisteva nello spa%io delle varianti, e ancora esiste. Il mio compito , stato solo di le!!erla da #uello spa%io. 1u" sem rare strano che io non scriva un li ro in una se#uen%a lo!ica, dall'ini%io alla fine, ma lo scrivo, per cos@ dire, simultaneamente: tutti i capitoli, nello stesso tempo. 8i solito ho un sacco di pensieri separati che mi ven!ono in mente spontaneamente, e li metto su carta. Quando una #uantit& sufficiente di #uesti pe%%i , stati raccolta, in #ualche modo si sviluppano in un #uadro complessivo, ed , solo #uestione di tempo per com inarli in un insieme e editarli. Questo , il modo usuale in cui il mio li ro viene scritto, #uasi come un mosaico. 8i solito mi occorre un anno o diciotto mesi di tempo per scrivere un li ro. 5on ho mai misurato la mia produttivit&, ma posso rimanere inattivo fino a parecchie settimane, #uando non riesco a scrivere una sola pa!ina. +d , per una ra!ione. (e cerco di lavorare coscientemente, cio, pensando lo!icamente, non vado da nessuna parte, come se una for%a mi tenesse stretto fino a #uando finalmente ricevo il messa!!io. La vera Conoscen%a viene da s-, sen%a che me ne accor!a, da #ualche parte del profondo della mia anima. 5on sono in !rado di inventare cose.

D. +uesta teoria difficile da seguire?


Il $ransurfin! , una tecnolo!ia sia semplice che efficace per avere controllo sulla realt&. +sso , rivolto alla persona normale, che non possiede alcuna a ilit& particolare. 3icevo un sacco di lettere dai lettori, che !iun!ono ad una conclusione unanime: Il $ransurfin! mi!liora la #ualit& della vita. I risultati variano da persona a persona, o!nuno ottiene #uello che ha ordinato, che si tratti di un lavoro, un alto stipendio, una macchina o un appartamento. >lcuni trovano la loro anima !emella, altri si li erano da pro lemi e complessi, ecc.

D. Come possibile semplicemente #ottenere ci, che si desidera$?


(e tento di formulare l'essen%a del $ransurfin! in !enerale, il tuo mondo , #uello che tu pensi che sia. Il mondo , come uno specchio, riflette il tuo atte!!iamento nei suoi confronti. (e uno , convinto che le occasioni mi!liori sono !i& state vendute tutte, trova scaffali vuoti. (e crede che per un prodotto di #ualit& vale la pena di fare la fila e pa!are una !rossa somma di denaro, , o li!ato a fare in #uel modo. (e le sue aspettative sono pessimiste e piene di du i, , certo che si avvereranno. (e una persona si aspetta di incontrare un am iente ostile, i suoi timori si reali%%eranno. 6a nel momento in cui , ispirato da un pensiero innocente, che il mondo ha riservato il me!lio per lui, le cose, per #ualche ra!ione, ini%iano a fun%ionare. 2n tipo (strano?), che non ha idea che ci vuole un !rande sfor%o per ottenere #ualcosa in #uesto mondo, inspie!a ilmente , il primo al anco con i prodotti mi!liori, come se fossero stati l@ solo per lui. 1oi si scopre che il primo cliente ottiene i eni !ratuitamente* 8ietro di lui c', una lun!a fila di coloro che credono in una scarna realt&, e pensano che !li sciocchi hanno tutte le fortune. (e #uello sciocco fortunato dovesse cam iare il suo atte!!iamento verso il mondo a causa della scarna realt&, naturalmente anche la sua realt& cam ier& e mander& l'illuminato alla fine della coda. Il $ransurfin! davvero apre !li occhi sull'illusoriet& del mondo esterno, l'illusione principale essendo il credere che la realt& sia indipendente e non controlla ile. 8i fatto, l'uomo pu" plasmare la propria realt&. 1er essere in !rado di farlo, deve se!uire certe re!ole. I detta!li sono contenuti nel li ro Lo (pa%io delle Varianti ) 3ealit9 $ransurfin!.

D. -el tuo libro dici che abbiamo la libert. di scelta e parli di varianti simili. Cosa devo fare se scelgo il percorso di vita sbagliato/ o una variante #troppo simile$?
+ntro i limiti dell'intervista posso fornire un principio utile che , chiamato coordina%ione dell'inten%ione. Come #ualsiasi altro movimento di materia, una vita umana , una catena di cause ed effetti. 5ello spa%io delle varianti, l'effetto , sempre vicino alla sua causa. 1roprio come dai risultati precedenti se!uono i successivi, settori limitrofi sono disposti lun!o la linea della vita. 7!ni evento nell'intera vita ha due rami, uno che va in una dire%ione favorevole, l'altro che va in una dire%ione sfavorevole. 7!ni volta che ti trovi di fronte a un determinato evento, sce!li anche il modo di occupartene. (e lo tratti come un evento positivo, vai al ramo favorevole della linea della vita. 6a la tenden%a a pensare ne!ativo ti fa lamentare e sce!liere il ramo sfavorevole. 5el momento in cui sei seccato e irritato, otterrai un nuovo pro lema. Cos@, la pio!!ia va intesa in #uesto modo: non piove mai, l'ac#ua viene versata. 6a l'ac#ua%%one non proviene dalle difficolt& in primo luo!o, , il risultato del vostro atte!!iamento verso di esse. La re!olarit& , costituita dalla scelta effettuata al ivio della vita. Il principio della coordina%ione dell'inten%ione consiste in #uanto se!ue: se si ha inten%ione di considerare positivo un evento apparentemente ne!ativo, sar& cos@. 3icordati: non importa #uanto possa essere difficile proprio adesso, il futuro ha una piacevole sorpresa in ser o per te, a condi%ione che tu continui a mantenere la coordina%ione dell'inten%ione. 8ovresti dire a te stesso prima di o!ni prova (prova?): (e lo faccio ) ene, se non lo faccio ) va ene lo stesso. (e non sono riesci a !estire #ualche cosa, devi avere evitato alcuni altri pro lemi sconosciuti. > cuor le!!ero, dovresti andare incontro al tuo destino, il destino creato da te stesso. 8a ora in poi, #ualun#ue cosa accada ) , per il me!lio.

D. "llora/ il libro riguarda solo il pensiero positivo?


5on , ordinario ottimismo, si tratta di una speciale a ilit& di !estione inten%ionale della realt&. >nche se fossi tre volte ottimista (troppo ottimistica), non saresti in !rado di mantenere a lun!o il tuo rio, nel caso in cui tu sia sano di mente. 2n ottimista spera solo per il me!lio, ma lo fa inconsciamente, a causa della sua natura. Che cosa succede se io sono un pessimista? +' possi ile che mi convincano con il anale $utto sta andando ene? 6i serve en altro. 1erch- sta andando tutto ene? Io, per esempio, sono un pessimista. Questo fatto continuava a rovinare la mia vita fino a #uando ho ini%iato a controllare il mio atte!!iamento verso la realt&. (e #ualcosa di spiacevole accade nella mia vita, lo ri!iro sottosopra e dichiaro, in assoluta consapevole%%a, che , una cosa piacevole. Aun%iona al cento per cento. >lla fine, tutto va davvero ene, perch-, dato il !iusto atte!!iamento, il corso de!li eventi, in #uesto caso , sempre diretto verso la linea favorevole della vita. 7ra sono io, che controllo la realt&, e non viceversa.

D. +uale messaggio vorresti che il libro trasmetta?


(e cercassi di spie!arlo revemente, il messa!!io per i lettori potre e venire perso. In realt&, si tratta di un so!!etto per un intero articolo. Cos@, la mia risposta sar& molto prolissa. 1rima di tutto, il li ro porta il lettore di fronte a un fatto compiuto in modo sconcertante, che non tutti possono comprendere e accettare. + 4sempre pi? facile vivere in un illusorio, ma confortevole mondo, che in un vera, ma in#uietante realt&. L'illusione , che le motiva%ioni e le a%ioni dell'uomo sono presumi ilmente controllati dalla sua coscien%a. In realt&, non , del tutto vero. 7 me!lio, assolutamente non vero. Bli scien%iati fanno sfor%i inutili facendo ricerche sulla mentalit& umana (psichica?) come un o!!etto separato, come una propriet& di una mente umana. 5on si tratta di struttura della mentalit& umana, si tratta di volont&. La ra!ione umana non ha nessun li ero ar itrio ) , controllata dall'esterno (dal di fuori?) 5on , controllata da!li inse!nanti, fun%ionari o diri!enti, ma da elementi strutturali (strutture? +ntit&? Creature? Aenomeni?) del mondo sottile. Come , noto, l'ener!ia del pensiero non scompare completamente. Quando !ruppi di persone ini%iano a pensare nella stessa dire%ione, i parametri delle loro onde mentali diventano identici. Le ener!ie del pensiero individuale si fondono in un unico flusso. 5el me%%o del mare di ener!ia, delle strutture asate sulle informa%ioni ven!ono create. Questi sono dei pendoli, invisi ili, ma reali. 2na volta portati in esisten%a, i pendoli ini%iano a svilupparsi in modo autonomo. +ssi tendono a sottomettere le persone, che sono elementi strutturali, alla loro volont&. >!iscono inconsciamente, in #uanto non hanno la ra!ione. I pendoli non possono avere delle caratteristiche come alcune for%e mali!ne. +ssi ricordano le piante parassite, o pseudo<pro!rammi viventi. Inte!rati in una struttura, tali pro!rammi determinano (definiscono?) il loro comportamento. I 1endoli esistono nel mondo sottile come sovrastrutture di o!ni !ruppo sociale umano, sia esso una fami!lia, una scuola, un'impresa o uno (tato. 1u" sem rare incredi ile che le persone non sono consapevoli di a!ire nell'interesse dei pendoli, anche se lo fanno involontariamente. $uttavia, , un dato di fatto. 7!ni struttura esiste e si sviluppa non solo come risultato di a%ioni inten%ionali di persone, che sono i suoi elementi. 2na struttura , re!olata da un pendolo, come il fun%ionamento di un meccanismo automatico , re!olato da un al!oritmo. 6em ri della struttura sono in !rado di ese!uire a%ioni li ere, ma non sono li eri nelle loro motiva%ioni e, come re!ola, devono a!ire involontariamente nell'interesse

della struttura. I 1endoli si nutrono dell'ener!ia delle persone. Quando sei infastidito da #ualcosa o indi!nato, dai ener!ia a un pendolo. $utto ci" che pu" causare la tua forte rea%ione ne!ativa , provocato dai pendoli. L'ener!ia ne!ativa , il loro piatto preferito. 1er esempio, all'ini%io di una partita di calcio c', un certo o!!etto a forma di palla appesa sopra lo stadio. Questa palla , invisi ile a un occhio umano, in #uanto esiste nel mondo sottile. Ini%ia a ra!!iun!ere o!ni tifoso con i suoi ra!!i di reale ener!ia, che sono come antenne. Come le emo%ioni si riscaldano per la partita, il pendolo si riempe di ener!ia e cresce fino a diventare veramente enorme. Quando il !ioco , finito, si comprime in una piccola palla e vola via. Ci" che , orri ile, , che i pendoli non solo assor ono ener!ia, ma anche, in modo sottile, fanno a!ire le persone in modo da li erare pi? ener!ia. (e sei teso e preoccupato per #ualcosa, , sicuro che le persone intorno a te faranno le cose che ti irritano, e lo faranno proprio in #uel momento, #uando vuoi essere lasciato solo. I am ini ini%iano a !iocare rumorosamente, anche se prima si comportavano ene (erano tran#uilli?). Qualcuno che , al tuo fianco diventa improvvisamente un seccatore. $utti i tipi di persona!!i continuano ad arrivarti fra i piedi, tormentandoti con i loro pro lemi. (ei costantemente intralciato da parte di tutti i tipi di ostacoli. (e stai aspettando #ualcuno con impa%ien%a, non arriver& mai, se non hai vo!lia di vedere nessuno, , sicuro che comparir& #ualcuno, e cos@ via. 1uoi confermare che il mondo spesso ti da ai nervi. Certo, dipende, ma nel complesso il principio fondamentale , il se!uente: se in un dato momento #ualcosa , in !rado di farti perdere l'e#uili rio, come lo fare e la sfortuna, sicuramente avverr&. (upponiamo che sei di fretta, temendo di essere in ritardo. 8a #uel momento tutto comincia a lavorare contro di te. Le persone loccano il tuo passa!!io, intralciandoti lun!o il percorso. .ai iso!no di attraversare la porta in fretta, e compare una coda tutta di sfaccendati, che si muovono lentamente. (ull'autostrada , la stessa storia con le automo ili. Ci deve essere un complotto contro di te. Questa pressione esterna aumenta sempre pi? e con essa la tua irrita%ione. 1i? forte , la tensione, pi? attive sono le persone nel loro infastidirti. Ci" che , interessante, , che non a!iscono proprio deli eratamente, non viene neanche in mente a loro di poter essere sulla strada di #ualcuno (che potre ero distur are #ualcuno). La #uestione , che la for%a trainante che forma motiva%ioni inconsce, non fa parte della mentalit& di una persona, ma al di l& di essa. Quindi, si pone una domanda: come resistere all'influen%a dei pendoli? > tal fine, si dovre e smettere di essere un'ostrica che rea!isce ne!ativamente a #ualsiasi irritante. In altre parole, dovresti smettere mantenendoti cosciente e non dovresti cedere alle provoca%ioni. Aai uno sfor%o cosciente di rea!ire a!li irritanti, e smetteranno di darti fastidio. 6a c', di pi?. Ci sono cose molto pi? si!nificative e terri ili nel mondo che accadono per colpa dei pendoli. Buerre, rivolu%ioni, lotte per le materie prime e mercati di vendita, concorren%a, il terrorismo ) tutto #uesto , solo la punta di un ice er! che puoi vedere. >lla ase invisi ile, sottile, di #uesti fenomeni c', una lotta incessante di pendoli. (ono loro che provocano praticamente tutti i conflitti, perch- si nutrono dell'ener!ia di conflitti. 8all'altro lato dello specchio duale, nel mondo sottile, ci sono cos@ tante cose che preferiresti non sapere. 1ro a ilmente chiederesti, come pu" essere possi ile? 8opo tutto, le persone sono in !uerra l'un con l'altro di propria ini%iativa, non , vero? $uttavia, !li ini%iatori reali sono i pendoli. 1rendiamo come esempio una struttura relativamente primitiva ) un formicaio. La scien%a non pu" dare una risposta comprensi ile su come la colonia viene !estita. +' sorprendente che nel formicaio ci sia una riparti%ione precisa delle responsa ilit&, ma non esiste una !erarchia.

>llora perch- tutti !li insetti in un formicaio, sono cos@ en coordinati, come in una or!ani%%a%ione con un mana!ement centrale? Le formiche comunicano tra loro per me%%o di sostan%e odorose ) feromoni. (cie odorose aiutano a trovare la via che porta al ci o e a casa. 6a in che modo sono trasferite le informa%ioni a tutti i mem ri della colonia simultaneamente? +ventuali forme superiori di scam io di informa%ioni tra le formiche sono fuori discussione. 1erch- usare #ualit& primitive come #uella dell'olfatto, allora? Dene, cos', che unisce mem ri separati in una colonia or!ani%%ata? 2n pendolo. Contemporaneamente con la forma%ione e lo sviluppo di una struttura si forma un elemento di ener!ia asato su informa%ioni che si assume (prende su di s-?) le fun%ioni per !estire e sta ili%%are #uesta struttura. $ra il pendolo e !li elementi della struttura ci sono le!ami diretti e inversi. 2n pendolo esiste a spese dell'ener!ia dei propri aderenti e sincroni%%a le loro attivit&, li unisce in una comunit& or!ani%%ata. Lo stesso vale per la societ& umana ) tutti i processi sono controllati da #uesti elementi strutturali sottili. Il mondo si sta trasformando in una matri; a passi da !i!ante, e #uesta non , fantascien%a. Certo, non , come in un famoso film, dove le persone ven!ono coltivate in celle con cupole e la loro vita , solo un illusione virtuale. 6a la situa%ione reale , molto vicino a #uella. >l fine di spin!ere una persona dentro una matri;, , necessario tessere una rete intorno a lei, una rete costruita sulle dipenden%e. 3ecentemente, sono apparsi nuovi tipi di dipenden%e: il ci o si , trasformato in man!ime che causa l'o esit&, la realt& virtuale del computer ha fatto crescere la dipenden%a al !ioco e a Internet, sen%a telefoni cellulari le persone soffrono di attacchi di malinconia e solitudine. La cosa pe!!iore , che una persona, schiava di un sistema, non solo perde la li ert& di scelta, ma comincia a volere esattamente ci" che vuole il sistema. Cos@, #uesti sono processi che sono in corso in tutto il mondo. C per #uesto che il nostro o iettivo , #uello di preservare la coscien%a, cos@ che un !iorno non ci si de a sve!liare in una cella di matri;. (em ra che siamo una sorta di colture fora!!iere, che i pendoli coltivano per i loro scopi. 2na societ& umana , or!ani%%ata in modo che non possa esistere sen%a pendoli. 6a anche i pendoli hanno iso!no di noi. 2na persona con !iudi%io , in !rado di utili%%are i pendoli per i suoi fini. Ci sono un sacco di possi ilit&, ma , un ar!omento a s-.

D. 0ai scritto tre libri della serie Transurfing. Il lettore deve leggerli tutti per capire la teoria e migliorare il suo percorso di vita?
5ella serie $ransurfin! sono stati pu licati in tutto nove volumi. 7!ni nuovo li ro svela nuove sfumature. + ci sono molte cose di cui non ho parlato. 6a naturalmente, per un principiante potre e essere sufficiente le!!ere i primi tre volumi. C importante non solo le!!ere, ma mettere in pratica la nuova Conoscen%a. In #uesto caso, si pu" ini%iare a fare delle scoperte sorprendenti. Il $ransurfin! , una potente tecnolo!ia di controllo della realt&, che apre una porta in un mondo differente, dove non si , pi? urattini, ma 6aestri del proprio destino.