Sei sulla pagina 1di 1

LINCHIESTA GIOVEDI 28 NOVEMBRE 2013

GOVERNI DEL TERRITORIO

19

sidente della Provincia, dei sette Sindaci il cui territorio attraversato dal
Fiume Cosa (Frosinone, Guarcino,
Vico nel Lazio, Collepardo, Alatri,
Veroli, Ceccano), nonch dalla XII
Comunit Montana del Lazio Monti
Ernici, dallUniversit degli Studi di
Cassino, dalla Rete Scolastica Territoriale Il fiume Cosa da problema a
risorsa e dal Coordinamento delle
Associazioni per il parco urbano
fiume Cosa. La cabina di regia che
si costu - racconta Raoul Parlanti,
che rappresentava il Coordinamento
delle Associazioni per il parco urbano fiume Cosa - si sfasci immediatamente al primo incontro, quando
si parl di prendere impegni per eliminare le fogne dal fiume. Le relazioni
dellingegner
Sorbi
e
dellarchitetto Ciprietti hanno fotografato la situazione attuale del fiume
e ricostruito il percorso avviato in
passato dalle associazioni che adesso
tornano a far quadrato attorno allobiettivo del Contratto di fiume.
Ma cosa sono i contratti di fiume? Si
parla di strumenti di pianificazione
strategica per la riqualificazione dei
bacini fluviali, nati dietro limpulso
di una direttiva europea del 2000, rispetto alla quale a livello nazionale e
regionale si registra un certo ritardo.
In Italia - ha evidenziato nella riunione di ieri larchitetto Ciprietti - ci
sono 60 progetti di contratti di fiume,
di cui solo 5 partiti. In Francia sono
gi a 162.
Nella riunione si parlato anche
della maggiore attenzione che va rivolta alle risorse europee e della necessit di chiedere al Comune
capoluogo scelte coraggiose sul
fiume, rispetto alla scarna delibera
della scorsa estate.Inoltre i presenti
hanno assistito alla relazione del Comitato di Quartiere Via Maria - Associazione Bonifica del Fiume Cosa,
riguardante il progetto di bonifica e
rinaturalizzazione del fiume presentato nellambito del piano citt. Progetto da circa tre milioni di euro che
con il Decreto del fare continua a
sperare in un finanziamento e che copressare le Istituzioni. Ora le tredici prirebbe 7,5 chilometri del fiume nel
associazioni hanno scritto a Patrizi capoluogo, con interventi di bonifica
per raggiungere quello che lobiet- e rinaturalizzazione.
tivo principale: la ripresa di un deciso A emozionare la platea di associacammino verso lapprovazione del zioni e cittadini stato poi laccorato
ed emozionante intervento del professor AnSta a Patrizi riconvocare i 7 sindaci tonio Limonciello, che
dei Comuni che firmarono nel 2011 ha evidenziato come le
associazioni oltre a
il protocollo dintesa per il Contratto premere
su una politica
di fiume. La cabina di regia si aren sorda, devono prosulla questione degli scarichi fognari muovere la conoscenza
del fiume e il senso di
appartenenza da parte
Contratto di fiume per il Cosa. Un dei cittadini, portandoli sulle sponde
percorso che si era arenato proprio con frequenti e coinvolgenti inizianel 2011, dopo la sottoscrizione del tive. In fondo si difende solo ci che
protocollo dintesa da parte del Pre- si ama.

Associazioni compatte per


la riqualificazione del Cosa

FROSINONE/ Ben 13 le associazioni che hanno sottoscritto la lettera


al Commissario Patrizi per chiedere lattuazione del Contratto di fiume
bare il fiume e farci una strada sopra
- ha detto Parlanti - Daltro canto
per le idee che associazioni e cittadini hanno portato avanti continuano
Come una valanga che nessuno a riproporsi, a rinascere dopo fasi di
pu fermare. E la forza delle tredici stallo e a far ripartire il processo.
associazioni di Frosinone che adesso Quindi c la forza per attivare una
premono per riaprire la partita della valanga che nessuno pu fermare.
riqualificazione del fiume Cosa. A promuovere lincontro di marted
Marted sera, nel corso di unassem- sera fra tutte le associazioni sono
state
Frosinone
blea molto parteciBella e Brutta, Lapata,
le
realt
associative del ca- Intanto unassociazione boratorio Scalo e
poluogo hanno sot- ha presentato un nuovo Zerotremilacento
che hanno sentito
toscritto al termine
progetto di bonifica la necessit di riudi una serie di relanire su questo tema
zioni e interventi
tutte le realt civisulla situazione del
Cosa, una lettera congiunta per chie- che del capoluogo per fare rete e
dere al Commissario straordinario
della Provincia Giuseppe Patrizi di
riconvocare i sindaci e gli altri firmatari del Protocollo dintesa sottoscritto nel febbraio del 2011 per
lattuazione del Contratto di fiume.
La metafora della valanga utilizQuesti i nomi delle associazioni che hanno sottoscritto
zata da Raoul Parlanti (coordinatore
nellincontro di marted sera la lettera inviata al Comdelle associazioni che ottennero quel
missario straordinario della Provincia di Frosinone GiuProtocollo dintesa rimasto poi letseppe Patrizi per chiedere la riconvocazione degli
tera morta) funzionale a spiegare
amministratori che hanno sottoscritto il protocollo dincome nonostante gli stop incontrati
tesa del 2011 per lattuazione del Contratto di fiume del
lungo il percorso, il fiume Cosa torni
Cosa: Frosinone 2020, presidente Raoul Parlanti; AVIS
continuamente a riproporsi come
Frosinone, rappresentante Filomena Ceccarelli; Assotema centrale per lo sviluppo cittaciazione di Volontariato Frosinone Bella e Brutta, predino, rivelando la forza intrinseca di
sidente Luciano Bracaglia; Salviamo il Paesaggio,
questa battaglia. In passato un
Coordinamento di Frosinone, referente Luciano Bracasindaco propose addirittura di intu-

ALESSANDRO REDIROSSI
Frosinone

Ecco i nomi delle associazioni firmatarie


glia; LImpegno, presidente Aldo Mattia; Zerotremilacento Arte Pubblica Relazionale, presidente Luigi Criscuolo; Via Maria Fiume Cosa, presidente Mauro
Ciotoli; Insieme per Corso Lazio, presidente Vincenzo
Falanga; GASP Frosinone, responsabile Valerio Comerci; Centro Intervento Arte Pubblica e Popolare, presidente Spaziani Alberto; Club Alpino Italiano,
rappresentante Roberta Spaziani; Comitato Civico Laboratorio Scalo, presidente Anselmo Pizzutelli; Movimento Difesa del cittadino Frosinone, responsabile
Giuseppe Pettenati.

Interessi correlati