Sei sulla pagina 1di 6

Contemplare il senso del s

del venerabile Ajahn Sumedho


Ass. Santacittarama, 2007. Tutti i diritti sono riservati. SOLTANTO PER DISTRI !"IONE #RAT!ITA.

Da un discorso tenuto nell'estate 1993. Dal "Forest Sangha Newsletter" n 44.

C !D" C#! $N% C"S% C#! C& &N'! !SS% '$''& D% (&C&N" sia)o noi stessi* +erch, sia)o noi il soggetto della nostra vita. !- un interesse naturale* .ualun.ue cosa +ensiate di voi stessi* +oich, / con se stessi che si deve vivere +er un-intera vita. 0'o+inione che abbia)o di noi stessi / +erci1 .ualcosa che +u1 darci grande so22eren3a se ci guardia)o nella )aniera errata. %nche nelle circostan3e +i4 2ortunate* se non guardia)o a noi stessi nella )aniera a++ro+riata* 2inire)o +er creare so22eren3a nelle nostre )enti. 5erci1 il 6uddha tent1 di indicare che il )odo di risolvere i +roble)i non / .uello di cercare di rendere soddis2acenti e +iacevoli le situa3ioni esteriori* )a +iuttosto .uello di svilu++are la retta co)+rensione* la retta attitudine verso noi stessi. 7uesto / il +unto chiave del suo insegna)ento. (ivendo oggi in 8ran 6retagna* ci as+ettia)o il )assi)o del co)2ort e ogni ti+o di +rivilegi* di diritti e di beni )ateriali. Ci1 rende la vita in )olti )odi +i4 +iacevole* )a allo stesso te)+o* .uando ogni nostro bisogno / soddis2atto e la vita / tro++o con2ortevole* .ualcosa in noi non si evolve. % volte / +ro+rio la lotta +er su+erare le avversit9 che ci 2a svilu++are e )aturare co)e esseri u)ani. icordo che .uando viveva)o a 0ondra* erava)o soliti ca))inare al )attino su 2ino ad #a)+stead #eath +er a))irare .uella gente ricca che +ortava a s+asso i cagnolini. Co)incia))o a +ensare che non era +oi cos: )ale nascere cani .ui in &nghilterra; avere .ualche gentile signora costante)ente +ronta a vi3iarci* a 2arci dei ca++ottini +er l-inverno* a +rocurarci gustosi biscottini +er nutrirci. $na tale vita cos: +iena di a22etto e di co)odit9 ci se)brava +otesse essere +iuttosto +iacevole< =a la verit9 / che )olti di noi la troverebbero so22ocante; abbia)o bisogno di )isurarci con .ualcosa* abbia)o bisogno di lottare e di i)+arare co)e andare oltre i li)iti che +ensia)o di avere. Ci sentia)o scon2itti solo .uando ci arrendia)o con rassegna3ione e a+atia ai li)iti che abbia)o. %llora +er 2or3a diventia)o de+ressi e in2elici. =a nel )o)ento in cui cedia)o o ci arrendia)o ai vincoli e alle restri3ioni con sagge33a* allora trovia)o la libera3ione< !ssendo nati in .uesto cor+o u)ano e dovendo vivere regolati dalle leggi di natura sul +ianeta 'erra* la vita stessa / es+erien3a di vincoli e di restri3ioni. =ental)ente +ossia)o elevarci 2ino al cielo* +ossia)o andare in +aradiso* )a 2isica)ente sia)o legati alle li)ita3ioni che* invecchiando* diventano se)+re +i4 restrittive. Ci1 non deve essere visto co)e so22eren3a* +erch, tale / la natura delle cose. 5otete svilu++are un atteggia)ento diverso e i)+arare ad accettare le li)ita3ioni* non con una rassegna3ione negativa* )a +ro+rio +erch, vi rendete conto che ci1 che state cercando vera)ente / in voi stessi. Non avete bisogno di cercarlo esterna)ente. Non avete bisogno di +ensare che / .ualcosa di )olto lontano o di inaccessibile. (iene attraverso la dis+onibilit9 a cal)arsi* a 2er)are ogni resisten3a* ad ascoltare e a risvegliarsi alla +ro+ria es+erien3a cosciente.

Certa)ente +er1* il grande ostacolo alla reali33a3ione di ci1* / che noi abbia)o la +erce3ione di noi stessi co)e se 2ossi)o .uesto* .uello o .uell'altro. &l senso di s, / .ualcosa di cui divenia)o consci da ba)bini. %++ena nati non c'/ alcun senso di un s, co)e di un .ualcosa di de2inito. =an )ano che crescia)o i)+aria)o ci1 che sia)o tenuti ad essere; se sia)o buoni o cattivi* se sia)o o non sia)o si)+atici* se sia)o accettati o biasi)ati. &n tal )odo svilu++ia)o il senso di noi stessi. S+esso ci co)+aria)o agli altri e abbia)o dei )odelli guida di co)e dovre))o diventare .uando crescere)o. Nella )ia stessa es+erien3a notai che l'ego ini3i1 vera)ente a consolidarsi .uando 2ui )andato a scuola; 2ui gettato dentro .uelle classi con tutti .uegli strani ba)bini e co)inciai a notare chi era il +i4 2orte* chi il +i4 duro* chi era il 2avorito del )aestro. (edia)o noi stessi nei ter)ini delle nostre rela3ioni con gli altri. ! .uesto atteggia)ento si svilu++a attraverso l'intero arco della vita* a )eno che non sceglia)o deliberata)ente di ca)biare e ini3ia)o a guardare +i4 in +ro2ondit9* invece di vivere sola)ente attraverso il condi3iona)ento della )ente che abbia)o ac.uisito da ba)bini. %nche .uando diventia)o +i4 vecchi a volte ci co)+ortia)o vera)ente da adolescenti e abbia)o rea3ioni e)otive in2antili verso la vita. Co)+orta)enti e rea3ioni che non sia)o stati ca+aci di risolvere se non so++ri)endoli e ignorandoli. ! .uesto +u1 essere )olto i)bara33ante o scioccante +er noi. C'/ una )aniera di +arlare del s, che lo 2a se)brare )olto dottrinale. & buddhisti a volte +ossono dire che non esiste un s,* e lo 2anno co)e se 2osse un +rocla)a al .uale dover credere> co)e se ci 2osse .ualche Dio lass4 che dice; "N"N !S&S'! %0C$N S?<". ! .ualcosa in noi o++one resisten3a a tale i)+osi3ione. 0'andare annunciando che non c'/ alcun s, non se)bra genuino. 7ual' / in2atti l'es+erien3a che stia)o 2acendo in .uesto )o)ento@ 7ui se)bra esserci* ecco)e* un senso di s,< State sentendo* state res+irando* state vedendo e ascoltando> reagite alle cose* la gente +u1 lodarvi o criticarvi* +er cui vi sentite di conseguen3a 2elici o de+ressi. 7uindi se .uesto non sono io allora cos'/@ ! sono tenuto ad andare in giro co)e buddhista credendo di non avere un s,@ Se devo +ro+rio credere in .ualcosa* 2orse / )eglio che io creda di avere un s,* +erch, in .uesto )odo +osso dire; " &l )io vero s, / +er2etto e +uro". 7uesto +erlo)eno vi d9 una sorta di is+irato incoraggia)ento a +rovare a vivere la vostra vita* +iuttosto che dire che non c'/ alcun s,* alcuna ani)a* lasciando annichilire ogni o++ortunit9. 7uesti sono solo ese)+i dell'uso del linguaggio. 5ossia)o dire; "Non esiste alcun s," co)e un +rocla)a* o++ure; "Non esiste alcun s,"* co)e una ri2lessione. 0a )aniera ri2lessiva serve a incoraggiarci a conte)+lare il s,. &l 6uddha vuole dirigere la nostra atten3ione sul 2atto che* non a++ena osservia)o le )utevoli condi3ioni con le .uali tendia)o ad identi2icarci* +ossia)o ini3iare a vedere che .ueste non sono "s,". Ci1 in cui credia)o* ci1 che trattenia)o e a cui ci aggra++ia)o* ci1 che +resu)ia)o* non / ci1 che vera)ente sia)o; / una situa3ione* una condi3ione* .ualcosa che ca)bia a seconda del te)+o e dello s+a3io. Ciascuno di noi s+eri)enta la coscien3a +er )e33o del cor+o u)ano che ci / dato. 7uesta / la realt9.. 0a coscien3a / una 2un3ione naturale* e non vi / un senso del s, riguardo alla coscien3a. 0a sola ragione +er cui +otre))o su++orre l'esisten3a di un s,* / +erch, la coscien3a o+era in

ter)ini di soggetto e oggetto. 5er essere consci dobbia)o essere una entit9 se+arata* cos: che o+eria)o* nel .ui ed ora* da .uesta +osi3ione di essere individuale. !- cos: che arrivia)o ad ossessionarci con le nostre inter+reta3ioni assoluta)ente +ersonali di ogni cosa; ogni rea3ione o es+erien3a* che sia istintiva o altro* +u1 essere inter+retata nel senso che .uesta sia io stesso o che )i a++artenga. 5ossia)o inter+retare le energie naturali del cor+o in una )aniera )olto +ersonale co)e se 2ossero )e* un )io +roble)a* +iuttosto che vederle co)e +arte dell-eredit9 che ci vien data nel nascere co)e esseri u)ani. %nche un bi)bo a++ena nato ha i)+ulsi istintivi alla so+ravviven3a* cos: che .uando ha 2a)e +iange. & neonati di solito ci se)brano creature cos: deli3iose che ci +rendia)o natural)ente cura di loro e li a)ia)o. 5ensate che il neonato stia 2acendo .uesto deliberata)ente A "+rovo ad essere carino cos: %Bahn Su)edho )i terr9 in braccio e )ia )adre )i a)er9" A o++ure .uesto / +ro+rio il )odo in cui le cose sono* in cui la natura agisce@ Sono solo cose naturali* )a abbia)o la tenden3a a vederle in )odo )olto +ersonale. 0e o+inioni che abbia)o uno dell-altro s+esso ce le +ortia)o dietro +er una vita intera; lei / cos:* lui / cos9. ! .uesti +areri in2luen3ano il )odo in cui noi reagia)o e ci ra++ortia)o l'uno all'altro> ris+ondia)o +ro+rio nel )odo in cui .ualcuno ci a++are; +iacevole* 2elice* accogliente* cattivo e anti+atico* uno che ci loda o che ci insulta. 5ossia)o +ortare risenti)ento +er tutta la vita +er essere stati insultati e non +erdonare )ai la +ersona che lo ha 2atto. Forse l'ha 2atto solo +erch, aveva un brutto )o)ento* )a noi* se lo voglia)o* sia)o ancora ca+aci di 2arne una .uestione anche do+o trent'anni. Cos: .uesto "s," ha bisogno di essere osservato* esa)inato e conte)+lato in ter)ini religiosi. "gni religione ha i +ro+ri insegna)enti che riguardano l'abbandono del s,; si +u1 dire che la religione insegna a rinunciare alle tenden3e egoistiche della )ente cos: che* +ri)a di +oter reali33are* ad ese)+io* il egno di Dio* dobbia)o lasciare andare le nostre sedu3ioni e ossessioni egoistiche. Se abbia)o l'inten3ione di reali33are il vero Dha))a* occorre che lascia)o andare l-idea di un s,. 7uindi .uesto +u1 essere un altro co)ando dall'alto; "Non devi essere egoista< Sbara33ati di ogni egois)o e s2or3ati di diventare una +ersona +ura<". Sia)o tutti d'accordo con .uesto* nessuno sarebbe tentato dall'idea di diventare se)+re +i4 egoista. =a a volte neanche sa++ia)o co)e non essere egoisti. 5otre))o avere nobili idee su co)e rinunciare alle nostre ricche33e 2ino a non +ossedere +i4 nulla* +er avvicinarci se)+re +i4 all-annulla)ento dell-egois)o. =a la cosa strana / che .uando si diventa )onaco o )onaca* a volte* sebbene tu stia +ensando che ti stai sbara33ando dell'egois)o* ti ritrovi a diventare se)+re +i4 egoista. &l tuo egois)o diventa )olto concentrato* dal )o)ento che non +uoi agire in un ca)+o cos: a)+io co)e nella vita da laico. &n .uesto )odo diventi )olto +i4 consa+evole del tuo egois)o. ! se lo condanni* allora ti se)bra di essere in una situa3ione che non ha s+eran3a* +erch, ini3i ad inter+retare la vita da .uella sensa3ione di "io sono egoista e )i devo sbara33are di .uesto egois)o". !d uno dei )aggiori +roble)i del nostro )odo di +ensare / l'abbandonare .uella +re)essa di base che ci 2a dire; "&o sono .uesto ti+o di +ersona e devo 2are .ualcosa allo sco+o di diventare in 2uturo una +ersona altruista e illu)inata". Nella nostra cultura sia)o condi3ionati a +ensare in .uesto )odo; sii un bravo raga33o e .uindi 2ai .uesto e .uello* cos: che in 2uturo sarai una +ersona distinta e accettata dalla

societ9. 7uesto ha un senso +er .uanto riguarda la +arte )ondana della vita* +erch, co)incia)o col non sa+ere nulla e dobbia)o .uindi )an )ano a++rendere tutto. ! da .uel )o)ento in +oi dobbia)o studiare le varie )aterie scolastiche in )odo da diventare .ualcuno che ha il suo +osto all-interno del siste)a. Se 2allia)o* allora diventia)o .ualcuno che ha 2allito. ! il 2alli)ento / dis+re33ato. ? interessante insegnare )edita3ione a +ersone che hanno +aura del 2alli)ento. #anno +aura di 2allire nella )edita3ione< =a non / +ossibile 2allire nella )edita3ione. Non si tratta )ai di 2alli)ento* altri)enti anche la )edita3ione diventerebbe solo un altro )odo di )etterci alla +rova. "5osso 2arcela. Se +ratico con +erseveran3a* diventer1 un bravo )editatore e* se tutto va bene* raggiunger1 l'illu)ina3ioneC2orseC". ! +oi arrivano i dubbi; " =a non +enso che +otr1 )ai diventare illu)inato. Chi lo /@". %lla gente +iace 2are delle veri2iche su di noi* +er ca+ire se %Bahn Su)edho / illu)inato o se lo / %Bahn (iradha))o* o++ure se abbia)o raggiunto un .ualche livello +i4 avan3ato. Forse sia)o soltanto dei ti+i che non ce l-hanno 2atta@ =a c'/ una )aniera di22erente di vedere e +ensare. !d / l'o++osto del vederci in ter)ini di .ualcuno che deve 2are .ualcosa +er diventare .ualcun altro o altra che / )igliore di ci1 che / ora. !- un )odo )olto )aterialistico di +ensare. Non / 2orse .uesto ci1 che le +ersone a)ano sentire; "%vevo un sacco di +roble)i ed ero vera)ente un uo)o )iserabile e in2elice. 5oi* +raticando la )edita3ione* vidi la luce e ora sono 2elice ed a++agato"@ "Sono .uesta +articolare +ersona* ho .uesta +ersonalit9* sono %Bahn Su)edhoC.sono cos: e sono col9C..dovrei essere e non dovrei essere" viene da un )odo di +ensare )ondano condi3ionato. =a l'obiettivo della )edita3ione buddhista / ca)biare il +ro+rio atteggia)ento usando la 2un3ione ri2lessiva o intuitiva della )ente. S+esso* .uando entria)o nella .uiete della )edita3ione* +ossia)o essere so+ra22atti dalla sensa3ione di s,* ci sentia)o +ieni di ogni genere di ricordi e di idee circa noi stessi. % volte s+eria)o che C"se vado a )editare allora entrer1 in uno stato di .uiete e uscir1 da .uesto orribile sensa3ione che ho di )e stesso". % volte la )ente si 2er)er9 i)+rovvisa)ente e 2are)o l'es+erien3a di una sorta di beatitudine o di una +ace che aveva)o di)enticato o a cui non aveva)o )ai real)ente 2atto caso. =a il senso di s, stessi sar9 ancora all'o+era a causa della 2or3a dell'abitudine. 5ossia)o allora svilu++are un atteggia)ento di ascolto di .uesto s,* non nei ter)ini di credervi o )eno* )a nel senso di notare vera)ente cos'/ che nasce e che cessa. Non i)+orta se ci consideria)o )igliori o +eggiori; / tale stato in s, che viene e va. Solo lasciando andare* abbandonando il s,* non tentando di sbara33arci di esso )a consentendogli di andarsene* co)incere)o a 2are l-es+erien3a della genuina natura della )ente* che / beatitudine* silen3io. Ci sono .uindi dei )o)enti della nostra vita in cui il s, s)ette di 2un3ionare ed entria)o in contatto con lo stato +uro dell'es+erien3a consa+evole. 7uesto / ci1 che chia)ia)o beatitudine. =a nel )o)ento in cui abbia)o tali es+erien3e di beatitudine* i))ediata)ente ci so+ra229 il desiderio di averne ancora delle altre* e non i)+orta .uanto strenua)ente ci i)+egnia)o +er riottenerle; 2inch, restia)o attaccati all'idea di avere nuova)ente uno stato di beatitudine* .uesto non si reali33er9. Non / cos: che 2un3iona. (olerlo signi2ica che lo abbia)o

gi9 reso i)+ossibile. 0'attitudine .uindi / .uella di lasciar andare il desiderio. Non di so++ri)erlo* +erch, .uesto / un altro ti+o di desiderio; il desiderio di sbara33arci del desiderio 2a +arte dello stesso +roble)a. 7uindi se stia)o tentando di so++ri)ere o di annientare il desiderio* non 2un3iona. Non 2un3iona neanche se se)+lice)ente lo assecondia)o. &nvece* in uno stato di vigile consa+evole33a* ini3ia)o a vedere cosa sta vera)ente accadendo* ed allora +ossia)o lasciare andare le cause della nostra so22eren3a. (edia)o le cose cos: co)e vera)ente sono ed abbia)o la sagge33a intuitiva del lasciar andare. 7uindi in .uesta vita da esseri u)ani* ogni istante* dalla nascita alla )orte* / un-o++ortunit9 +er sa+er co)+rendere nel giusto )odo. &l successo o il 2alli)ento non signi2icano nulla* +erch,* anche se 2allia)o* ne +ossia)o ricavare un insegna)ento. Ci1 non signi2ica che non dobbia)o +i4 tentare o cercare di avan3are* )a che il nostro obiettivo non / +i4 .uello di raggiungere il successo* )a .uello di ca+ire le cose. Ci vuole )olto te)+o +er andare oltre tale visione del s, +erch, / .uesta un'in2luen3a che +ervade intera)ente la nostra es+erien3a conscia. &noltre* con la )edita3ione* +ortia)o l-atten3ione su cose )olto ordinarie* co)e il res+iro e il cor+o* e in tal )odo i)+aria)o a stare nel )o)ento +resente* a sostenere l-atten3ione* +iuttosto che essere intra++olati nel tentativo di diventare .ualcosa* o di ottenere .ualcosa dalla nostra +ratica. 'ale "+rovare ad ottenere .ualcosa" non 2un3iona +erch, .ualsiasi cosa noi ottenia)o sia)o destinati a +erderla. 7uindi se avete la sensa3ione di avere ottenuto samad$i* signi2ica anche che lo +erderete. 7uando +arteci+ia)o ad un ritiro di )edita3ione in cui il silen3io / )olto intenso* +ossia)o ottenere uno stato di beatitudine. =a +oi* .uando il ritiro ter)ina* +erdia)o tale stato. 7uesto non signi2ica rinunciare ai ritiri )a +rovare a guardare a tali o++ortunit9* non +i4 da una +osi3ione )ateriale* autoAcentrata* )a da una +osi3ione d'osserva3ione di co)e le cose sono non a++ena ri)uovia)o le sti)ola3ioni sensoriali. " co)e sono .uando uscia)o dalla situa3ione ideale in cui gli sti)oli sensoriali sono ridotti al )ini)o e ci inca))inia)o 2uori nella strada* con il ru)ore del tra22ico* l'in.uina)ento* e la gente attorno che corre. Ci +ossia)o sentire anche +eggio di +ri)a* +erch, adesso sia)o diventati +i4 sensibili e il )ondo volgare / ancora +i4 inso++ortabile. =a se conte)+lia)o nel )odo giusto* vedia)o la de+riva3ione o la sti)ola3ione sensoriale "cos: co)-/". Di conseguen3a i sensi non si agitano o si irritano e ri)ania)o +i4 o )eno in contatto con la natura della )ente che / serena. 'ale natura / se)+re +resente* )a .uando sia)o intra++olati nell'irrita3ione e nell'agita3ione non lo notia)o. 0'a++roccio buddhista / .uello di svilu++are consa+evole33a* +iuttosto che andarsene in luoghi +rotetti in cui le sti)ola3ioni sensoriali siano al )ini)o o diventare un ere)ita. &n2atti* attraverso la +resen3a )entale ini3ia)o a reali33are che la +ura natura della )ente / se)+re con noi* anche in .uesto )o)ento. Se )anterre))o la +resen3a )entale anche .uando sia)o agitati o irritati* s+eri)entere)o una beatitudine naturale* che sta oltre .uelle condi3ioni. ! una volta che reali33ere)o .uesto co)e es+erien3a +ersonale* allora sa+re)o co)e non +rovare so22eren3a. 0a 2ine della so22eren3a sta nel vedere le cose co)e real)ente sono* di )odo che il nostro ri2ugio non sia nella condi3ione reattiva ed eccitabile degli occhi* delle orecchie e del naso* della lingua* del cor+o* del cervello e delle e)o3ioni. 7ui ci sono solo condi3ioni che irritano e agitano. %ttraverso la +resen3a )entale invece reali33ia)o ci1 che

trascende tali condi3ioni. 7uello / il nostro autentico ri2ugio. 5ossia)o reali33are ci1* co)e esseri u)ani* attraverso una saggia conte)+la3ione delle nostre +ro+rie di22icolt9 +ersonali.

Potrebbero piacerti anche