Sei sulla pagina 1di 30

$"eno8

P#,in# . di 67

Commissione parlamentare d'inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi
6a SEDUTA GIOVEDI 16 GENNAIO 1997 Presidenza del Presidente PELLEGRINO indi del vi e Presidente !AN"A

INDI"E
PRESIDENTE

D'AMBROSIO PRAD !!A


CALVI (Sin.Dem.-l'Ulivo), senatore 1 # $ CORSINI (Sin.Dem.-l'Ulivo), deputato FRAGALA' (AN), deputato 1 # $ GUALTIERI(Sin.Dem.-l'Ulivo), senatore 1 # $ LOIERO (CCD), senatore MANCA (Forza Italia), senatore PALOMBO (AN), senatore PELLICINI (AN), senatore SARACENI (Sin.Dem.-l'Ulivo), deputato STANISCIA (Sin.Dem.-l'Ulivo), senatore TASSONE (CCD-CDU), deputato La seduta a inizio alle ore !",#$. COM"#ICA$IO#I D ! PR SID #% PRESIDENTE. Comunico che, do o !'u!"im# $edu"#, $ono e%&enu"i #!cuni documen"i, i! cui e!enco ' in di$"%i(u)ione, che !# Commi$$ione #c*ui$i$ce +o%m#!men"e #,!i #""i de!!'inchie$"#. Comunico #!"%e$- che i! %e+e""o C#%!o Fe%%i,no, di%e""o%e cen"%#!e de!!# Po!i)i# di %e&en)ione de! Di #%"imen"o de!!# u((!ic# $icu%e))# h# %o&&edu"o # %e$"i"ui%e, de(i"#men"e $o""o$c%i""o, #i $en$i de!!'#%"ico!o ./ de! %e,o!#men"o in"e%no, i! %e$ocon"o $"eno,%#+ico de!!# $u# #udi)ione de! ./ dicem(%e $co%$o, do o #&e%&i # o%"#"o co%%e)ioni di c#%#""e%e me%#men"e +o%m#!e. In d#"# .0 ,enn#io .112 i! P%e$iden"e de! Sen#"o h# chi#m#"o # +#% #%"e de!!# Commi$$ione i! $en#"o%e Gio&#nni Po!ido%o, in $o$"i"u)ione de! $en#"o%e Pie%!ui,i C#$"e!!#ni, en"%#"o # +#% #%"e de! Go&e%no. Non e$$endo e,!i %e$en"e ,!i di#mo i! (en&enu"o e% in"e% o$"# e%$on#. In+o%mo in+ine che !'U++icio di P%e$iden)# #!!#%,#"o, ne!!# $u# %iunione de! .0 ,enn#io $co%$o, h# de!i(e%#"o di %ocede%e #!!e #udi)ioni dei m#,i$"%#"i, do""o%i Ge%#%do D'Am(%o$io e M#%i# G%#)i# P%#de!!#, de! do""o% P%io%e, de! do""o% S#!&ini e dei $en#"o%i And%eo""i, Co$$i,# e T#&i#ni. L'U++icio di P%e$iden)# h# #!"%e$- deci$o di %ocede%e #!!'#udi)ione de! ,ene%#!e # %i o$o Gi#n Ade!io M#!e""i3 # "#! +ine !# Commi$$ione in&ie%4 # 5oh#nne$(u%, un# $u# de!e,#)ione com o$"# d#i mem(%i de!!'U++icio di P%e$iden)# e d# un %# %e$en"#n"e e% ci#$cun G%u o o!i"ico.

I#C&I S%A S" S%RA'I D PIS%A''I( A"DI$IO# D I MA'IS%RA%I DO%%OR ' RARDO D'AMBROSIO DO%%OR SSA MARIA 'RA$IA PRAD !!A

h"" 3::;;;. #%!#men"o.i": #%!#m:(ic#m:"e%%o%:$"eno,%#+ici:$"eno8.h"m

90:.7:97.6

steno<

Pagina A di 3B

PRESIDENTE. Abbiamo oggi all'ordine del giorno l'audizione dei magistrati dottor D'Ambrosio e dottoressa Pradella che sono con noi e che ringrazio di essere intervenuti. Come i colleghi sanno e come ho informato il dottor D'Ambrosio nel prendere i contatti necessari per questa audizione, la Commissione dovrebbe essere in dirittura di arrivo, dovrebbe cio aver imboccato quella strada che entro il termine assegnatoci dalla legge, cio 3 ottobre !!", dovrebbe portarci all'approvazione di una relazione conclusiva o quasi conclusiva su molti degli oggetti della nostra inchiesta. #l dottor D'Ambrosio sa che ci stiamo muovendo, considerandola una pura ipotesi di lavoro, sulla scia di una proposta di relazione che io formulai alla Commissione nella scorsa legislatura e che naturalmente oggi, per il tempo trascorso, avrebbe la necessit$ di una serie di aggiornamenti ma che comunque costituisce, ripeto, soltanto un'ipotesi di lavoro. Dal dibattito complessivo della Commissione dovr$ scaturire la relazione cui la Commissione perverr$. %o inviato alla procura di &ilano una copia di quella ipotesi di relazione e quindi, in una logica di verifica preliminare, l''fficio di Presidenza ha stabilito di fare una serie di audizioni (come avete sentito nelle comunicazioni) che mi sembra giusto abbiano inizio quelle del dottor D'Ambrosio e della dottoressa Pradella. Ci* per una serie di ragioni+ in primo luogo perch, sono i magistrati che attualmente conducono l'indagine sulla pi- antica delle grandi stragi insolute, quella di piazza .ontana, probabilmente una strage che rappresent* un momento d'arrivo ed insieme di inizio di quella stagione che durer$ fino al !/0. #n secondo luogo perch, il dottor D'Ambrosio in realt$ dei problemi che in gran parte esauriscono l'oggetto dell'inchiesta da parte della Commissione si occupato da epoca lontanissima insieme ad altri magistrati, fra cui il dottor Alessandrini che purtroppo proprio in quegli anni perse la vita. 1itengo pertanto che questa sia un'occasione importante. .accio delle raccomandazioni che sono fin troppo ovvie+ il lavoro del dottor D'Ambrosio e della dottoressa Pradella coperto dal segreto istruttorio e quindi evidente che essi potranno parlarci della loro inchiesta nei limiti in cui lo riterranno opportuno, n, noi possiamo andare al di l$ di questa loro valutazione di opportunit$. 2petter$ quindi al dottor D'Ambrosio e alla dottoressa Pradella chiederci, qualora lo ritenessero, quando passare in seduta segreta essendo poi tutti noi naturalmente vincolati alla riservatezza su ci* che ascolteremo. # colleghi sanno che in altri paesi del mondo, anche nella civilt$ occidentale, non sono consentite inchieste parlamentari che si svolgano in parallelo con inchieste giudiziarie, l'esistenza di un'inchiesta giudiziaria blocca il potere di inchiesta del Parlamento. 3oi abbiamo una regola diversa che tuttavia impone una estrema cautela, un senso di forte autolimite all'inchiesta parlamentare di fronte ad inchieste giudiziarie ancora in corso. Do ora la parola al dottor D'Ambrosio riservandomi personalmente di chiedergli alcuni chiarimenti, ove necessario, dopo quello che avr* ascoltato e poi i colleghi potranno porre le domande che riterranno opportune. 45 appena il caso di dire 6 perch, sono cose note 6 che l'indagine che adesso conduce la Procura di &ilano nasce da una diversa e pi- ampia indagine (che oggi si pone come una cornice all'indagine della Procura) che era in corso da parte del giudice istruttore di &ilano, dottor 2alvini7 tale indagine in qualche modo la filiazione di un'indagine sul panorama dell'eversione di destra che non era finita mai, non solo con riferimento allo specifico fatto di piazza .ontana (su questo vorrei qualche chiarimento) e che probabilmente non si era mai interrotta dalla contestualit$ temporale con i fatti su cui l'indagine si sta tuttora svolgendo. 8'una e l5altra per* non vanno in una direzione nuova o diversa rispetto alle prime iniziali ipotesi che gi$ la magistratura milanese aveva fatto intorno ai fatti di piazza .ontana, ma ci si muove in quella direzione attraverso nuovi arricchimenti e nuovi approfondimenti, tanto da far dire al dottor D'Ambrosio 6 mi consenta la citazione 6 9forse non avevamo trovato la verit$ ma c'eravamo andati abbastanza vicino9. Dopo questa breve premessa do la parola al dottor D'Ambrosio che mi dir$ se, quando e come passare in seduta segreta. D'AMBROSIO. 2ignor Presidente desidero ringraziare sentitamente tutti i membri della Commissione per avermi chiamato e sar* molto disponibile a rispondere a tutte le domande che mi saranno rivolte in quanto ritengo che la strage di piazza .ontana, che ha iniziato quella che stata chiamata la strategia della tensione, sia di grande rilevanza, non solo, ma sia anche quella in cui si sono raggiunti risultati tali che possono aiutare a capire quello che avvenuto in #talia, quelli che sono i buchi neri della nostra 1epubblica. #o, per la verit$, non so da dove cominciare e quando il senatore Pellegrino mi ha dato la parola ho ripensato ad una delle frasi che diceva molto spesso 4milio Alessandrini+ 93on c' nulla che abbia pi- forza dei fatti9. 4d allora vi racconter* i fatti, vi racconter* la mia esperienza e vi dir* che sono stato incaricato di questa inchiesta per la strage di piazza .ontana per combinazione, perch, ho avuto come primo incarico l'inchiesta Pinelli, che era stata riaperta da :ianchi D'4spinosa, che ritengo uno dei procuratori generali, uno dei magistrati pi- preparati e intelligenti che abbia mai conosciuto+ anzi, sicuramente il pipreparato e intelligente. ;uando mi fu affidata questa inchiesta, mi resi immediatamente conto di una cosa+ la magistratura, in quel periodo 6 siamo nel !<! 6, subiva enormemente i condizionamenti dell'4secutivo, forse ancora quelli del =entennio. Dico del =entennio, perch, adesso si dimentica troppo spesso che la magistratura stata soggetta all'4secutivo e che, nonostante ci*, fu necessario costituire delle magistrature speciali, perch,, come disse molto bene :ianchi D'4spinosa in un convegno (e da allora cominciai ad ammirarlo veramente) 98a magistratura conservatrice per sua natura9, per cui durante il =entennio si era ispirata ai princ>pi liberali, ma dopo il =entennio ne subiva i condizionamenti. # condizionamenti si videro subito7 vidi i condizionamenti del ? dicembre !<! in quel processo che mi fu assegnato e che riguardava come ho detto la prima istruttoria Pinelli. 2econdo me il caso Pinelli nato da quei condizionamenti. @utti quanti ricorderete che Pinelli precipit* dalla finestra del quarto piano della questura di &ilano il ? dicembre !<!, ma era stato fermato la sera stessa del A dicembre+ nessuno aveva mai chiesto alla polizia, prima che lo facessi io, come mai non era stato comunicato quel fermo, n, quello di tutte le altre persone che erano state rilasciate poco prima (qualcuna, anzi, era ancora in stato di fermo in questura, e mi sembra si trattasse di Pulsinelli). ;uesto fu un primo condizionamento. 1ilevo poi che se precipita qualcuno dal quarto piano della questura il magistrato di turno dovrebbe recarsi sul posto, non subito, magari, ma il giorno dopo, perch, uno dei compiti principali del magistrato quello di rilevare attentamente le tracce del reato, mentre in quel caso nessuno si present* a farlo e nessuno si present* ad interrogare i testimoni estranei alla polizia che erano presenti, e ce n5erano, poich, vi erano diversi giornalisti.

http+CCDDD.parlamento.itCparlamCbicamCterrorCstenograficiCsteno<.htm

A0C BCAB 3

steno2

Pagina B di BA

Ma quel che pi mi sorprese (che poi secondo me cre il caso Pinelli) e che mi sembra essere espressione di quel condizionamento di cui parlavo, fu la lunga ordinanza con cui il pubblico ministero decise di escludere il difensore di parte civile dalla partecipazione all'autopsia. u quella esclusione, quel rifiuto di contraddittorio con la difesa che consent! la formulazione delle clamorose e varie ipotesi di omicidio volontario. u in questa atmosfera che arriv a Milano, perch" la #orte di assise di $oma si era dichiarata incompetente, il processo %alpreda. &o ricordo perfettamente perch", pur essendo molto giovane, era uno dei magistrati pi impegnati nelle inchieste difficili di quell'ufficio istruzione... PRESIDENTE. 'ntervengo brevemente solo per fornire un chiarimento ai colleghi( il processo relativo alla strage di piazza ontana era stato assegnato a $oma perch" in connessione con le bombe che erano esplose contemporaneamente nella capitale. D'AMBROSIO. )ra esplosa una bomba alla *anca +azionale dell',gricoltura, poi non ne era esplosa un'altra collocata alla #omit di Milano, ne era esplosa un'altra alla *anca +azionale del &avoro di $oma ed altre due all',ltare della Patria. $icordo questo perfettamente, perch" vivevo quei momenti in maniera molto drammatica. $icordo che arriv il consigliere istruttore ,mati nel mio ufficio stravolto per questa tragedia grande che aveva colpito Milano- lessi sul giornale, ma ascoltai anche le dichiarazioni dell'allora procuratore della $epubblica che afferm chiaramente che avrebbero dovuto passare sul suo cadavere prima che il processo potesse essere trasferito in un'altra sede. Poi, senza che fosse mosso un dito, questo processo fu trasferito a $oma. .uando il processo %alpreda torn a Milano stavo indagando sul caso Pinelli( occorreva sapere fino a che punto egli fosse implicato soprattutto in una serie di attentati che erano stati attribuiti agli anarchici (attentati alla iera di Milano e ai treni dell'/ e 0 agosto del 1020) perch" si riteneva che uno di questi attentati potesse essere stato commesso proprio da Pinelli. Per cui andai a leggere anche gli atti del processo %alpreda- feci poi fare una inchiesta molto accurata, svolta dal commissario 3rio, e dalla quale risult che Pinelli non poteva assolutamente aver messo la bomba su nessuno dei treni. #ominciai a leggere il processo %alpreda, che si trovava nelle nostre cancellerie, e mi resi conto che anche in quel caso veniva fuori con forza una particolarit4( il fatto che l'indagine non era stata condotta dai giudici. 5i trattava di un'indagine condotta senza metodologia, senza professionalit4, soprattutto facendosi condurre per mano dalla polizia. 5empre su suggerimento di *ianchi 6')spinosa, quando nel novembre del '71 a #astelfranco %eneto croll la soffitta di ranco #omacchio e di 8iancarlo Marchesin, in cui furono scoperte quelle armi che rappresentavano il primo riscontro obiettivo alle rivelazioni di 8uido &orenzon, mi recai anche a 3reviso e stetti tre giorni a leggere gli atti di quel processo( cominciai a capire che in quel processo non ci si poteva fidare della polizia. 3anto 9 vero che quando poi il processo fu trasferito a Milano, io decisi che in esso mi sarei avvalso esclusivamente della collaborazione di un corpo di polizia che non fosse stato implicato, non avesse partecipato alle precedenti indagini e che era rappresentato dalla 8uardia di finanza. 'nfatti, l'unico corpo di polizia che ha lavorato con me 9 stato la 8uardia di finanza e qualche volta i carabinieri- ma quando lavoravamo insieme ai carabinieri ci distribuivamo. 5e dovevamo compiere atti contemporanei, per lo pi perquisizioni e ad ogni perquisizione assisteva almeno uno di noi tre. ,lessandrini, iasconaro e io stesso. )ravamo in tre proprio per questo perch" a volte le perquisizioni da fare erano tre. .uando erano quattro si dovevano fare i salti mortali. 'nfatti, mi pare che una delle perquisizioni cui non potemmo assistere fu quella fatta a achini Massimiliano, che non apr! la porta subito, fu necessario sfondarla e non riuscimmo ad avere poi grandi e precisi orientamenti su quel personaggio. .uindi noi rifacemmo di sana pianta l'indagine, con metodo, partendo dai corpi di reato, :na delle prove principali che fu trovata fu la famosa bussoletta del timer. $icordo che personalmente andai a comprare tutti i timer, perch" una delle cose che avevo rilevato per esempio, leggendo il processo %alpreda, 9 che non era mai stato comunicato l'esito della perizia sui timer alla polizia. :n'altra cosa che notai fu che sul tavolo del dottor ,llegra c'era un timer in chiusura che era stato portato l! dal giornalista ;igari. <o letto nella relazione che non si sapeva perch" si diceva che era stata usata una miccia a lenta combustione, che fosse stato usato un timer si sapeva la sera stessa perch" nella *anca commerciale italiana fu trovata una bomba inesplosa che era contenuta, come ricorderete, in una borsa Mosbach=8ruber nera, che aveva un cordino attaccato al manico al cui interno si vedeva tranquillamente, oltre la cassetta metallica 'u>el che conteneva l'esplosivo e un dischetto contaminuti, s! perch" il dischetto contaminuti era stato lasciato fuori. ;igari, che era un giornalista non solo molto bravo ma anche legato a determinati ambienti, trov immediatamente il negozio di Milano che vendeva i timer e ne port uno ad ,llegra del tipo che normalmente veniva usato dai parrucchieri. $icordo poi di aver trovato volumi e volumi di indagini fatte dalla polizia sui timer in chiusura che non potevano essere usati per la bomba perch" servivano a dare corrente per un determinato periodo di tempo (1?, @A o BA minuti) a seconda di quanto doveva durare la permanente, ma nessuno si era preoccupato di dire ai poliziotti che era inutile che indagassero sui timer in chiusura perch" la perizia aveva concluso che poteva essere stato usato solo un timer in apertura. ,nche questo era un errore perch" tra i timer che erano stati presi in considerazione non ne era stato considerato uno, cio9 quello in deviazione, era particolare perch" aveva una bussoletta al posto del morsetto a vite che avevano gli altri, perch" il contatto veniva fatto sotto con una lama in cui si infilava (ricordo ancora il termine che per me allora era oscuro) il %aston, quindi il collegamento veniva fatto per incastro e non attraverso la vite. .uindi cominciammo a rivedere tutti i corpi di reato, ad aprirli, facendo i verbali con il cancelliere e con l'aiuto della polizia scientifica e trovammo, nei corpi di reato della *anca nazionale del lavoro di $oma (perch" era stata trovata l!) una bussoletta, quella famosa che poteva appartenere solo al timer in deviazione. Poi riascoltammo tutte le telefonate intercettate ed in questa si parlava appunto di timer in deviazione. +e erano stati comprati prima cinque credo da 1@A a Padova e poi ne erano stati comprati altri cinquanta a *ologna, proprio dal gruppo che faceva capo a reda e %entura, io direi per anche a Pozzan. 'nfatti, una delle cose che mi ha stupito di pi dopo, nel leggere la decisione, 9 stato il proscioglimento di Pozzan perch" egli fu indicato come

http(DD>>>.parlamento.itDparlamDbicamDterrorDstenograficiDsteno2.htm

@CD1AD@A1B

steno0

Pagina > di ?@

uno dei capi di questa organizzazione eversiva di destra al commissario Juliano dai due confidenti, Tommasoni e Roveroni, che avevano indicato non solo Freda e Ventura - che poi risultarono essere effettivamente implicati in questa vicenda - ma anche lo stesso Pozzan. Questi era chiamato addirittura casella postale . !adate che non dicevano Pozzan, dicevano il custode dell"istituto dei ciechi del #onfigliachi. Quindi c"era una serie di coincidenze e c"era poi la registrazione che era stata fatta dalla polizia delle intercettazioni telefoniche per l"attentato allo studio del professor $pricher dell"universit% di Padova da cui risultava quella famosa riunione del &' aprile, e noi andammo alla ricerca di tutti i riscontri o(iettivi che non erano stati ancora trovati dai colleghi di Treviso, )iancarlo *tiz e Pietro #alogero, che ci avevano preceduto. Questi riscontri li trovammo perch+ scoprimmo il (iglietto con cui Ventura era partito, che era stato fatto presso l"agenzia #orridoni di ,ilano, un (iglietto aereo da ,ilano a Roma nel giorno in cui era stato collocato l"ordigno al Palazzo di giustizia di ,ilano ed erano stati poi collocati gli ordigni alla #orte di cassazione. Per cui trovammo una serie di riscontri che riguardavano Ventura, che erano riscontri o(iettivi e precisi, tanto - vero che poi Ventura, sottoposto ad interrogatorio, confess. praticamente tutti gli attentati fino a quelli dei treni dell"agosto del &/0/. ,a confess. anche un"altra cosa, e cio- che i rapporti che gli erano stati trovati nella cassetta di sicurezza della (anca di ,onte(elluna non erano stati passati da un agente rumeno ma da un agente dei *ervizi italiani, )uido )iannettini. 1nche di quest"ultimo trovammo traccia precisa del passaggio da Padova, non il &' aprile ma qualche giorno prima, perch+ era stato registrato in un al(ergo nei pressi della stazione. Quindi cominciammo ad indagare su )iannettini2 venimmo a Roma, facemmo una perquisizione che ricordo ancora fu a((astanza allucinante. 3a facemmo contemporaneamente a 3ando 4ell"1mico, ad un altro sospettato che risultava aver avuto contatti, e infine a )iannettini. Quest"ultima perquisizione ricordo che la fece Fiasconaro con il capitano !onaventura, trovammo una serie di documenti per i quali lo stesso capitano !onaventura disse che )iannettini apparteneva ad un *ervizio e che lui aveva (isogno di mettersi in contatto con il suo *ervizio, il *54, che per ragioni istituzionali doveva esserne informato. !enissimo, decidemmo, si metta pure in contatto con il *ervizio2 e quindi furono informati immediatamente di questa storia. 4opodich+ facemmo l"indagine sulle (orse. 1nche l6 era accaduto che il rappresentante in 5talia della ,os(ach-)ru(er, che era la fa((rica tedesca che faceva (orse, aveva immediatamente comunicato a&la polizia italiana quali erano i negozi che producevano queste (orse. 1pprofondimmo l7indagine e trovammo che i negozi che vendevano contemporaneamente (orse marroni e (orse nere erano solo tre. *6 perch+ era risultato, da un"acquisizione che avevamo fatto presso gli 1ffari riservati, che frammenti di una (orsa, che loro dicevano essere quelli repertati presso la !anca nazionale del lavoro erano stati inviati alla casa produttrice in )ermania e ci dettero i risultati di questo accertamento. 3a casa produttrice tedesca aveva risposto che la (orsa non era nera, come le era stato detto, ma marrone e ricoperta di fuliggine. Pertanto, saputo che non erano state adoperate solamente (orse nere, ma che contemporaneamente erano state usate (orse nere e marroni, cercammo di sta(ilire quanti negozi, di quelli indicati dal rappresentante, vendevano contemporaneamente (orse marroni e nere e poich+ si era perso il cordino, cercammo di verificare quanti di questi negozi le vendessero con il cordino. 5 negozi possi(ili erano tre8 io effettuai l"indagine sui due negozi presenti a ,ilano, mentre quella sul terzo negozio, che stava a Padova, fu effettuata dal maresciallo ,unari che, per chi lo ricordi, colla(orava con *tiz e di cui lo stesso *tiz si fidava ciecamente8 era, infatti, uno dei pochi marescialli dei cara(inieri che colla(orava con noi nello svolgimento delle indagini. 5l maresciallo ,unari si present. nel negozio di Padova e gli fu risposto che erano state vendute contemporaneamente tre (orse di cui due marroni ed una nera. #omunicammo su(ito questa informazione alla questura di Padova alla quale, come era nelle nostre a(itudini, chiedemmo l"esi(izione di tutta la documentazione. *i scopr6 che presso i tre negozi non si era recata soltanto la questura, ma vi erano andati anche i servizi segreti. #omunque, di questo risultato nel processo Valpreda non vi era assolutamente traccia. *ulla (ase dei fonogrammi inviati dalla questura di Padova all"ufficio 1ffari riservati, trovammo invece alcune tracce anche l6. 1nche in questo caso vi era la particolarit% che queste (orse erano una volta nere, un"altra volta marroni, un"altra ancora marroni e nere, evidentemente a secondo di quello che qualcuno suggeriva di scrivere. Tutti sapete quello che facemmo per il caso )iannettini. ,i impression. soprattutto che quando mi fu trasmesso il processo da *tiz, Pozzan era stato scarcerato. Quando poi parlammo con il commissario Juliano ci rendemmo conto che era stato perseguitato per quello che aveva accertato. 5noltre verificammo, tra l"altro, che il portiere del palazzo dove a(itava Fachini era precipitato per le scale in maniera a((astanza strana. #ome prima cosa, ci preoccupammo di emettere il mandato di cattura nei confronti di Pozzan e di verificare se era effettivamente la casella postale di Freda2 dalle intercettazioni infatti risultava che un famoso personaggio da Roma doveva recarsi a casa di Pozzan, il quale era a sua volta interessato a questo personaggio, tant"vero che aveva poi dichiarato che lo stesso era Rauti8 ci sem(rava pertanto strano che rimanesse al di fuori un soggetto che invece., a nostro avviso, rappresentava la chiave di volta di tutta l"inchiesta. 9on e((i esitazione ed emisi immediatamente il mandato di cattura per associazione sovversiva e raccomandai che venisse catturato, dicendo chiaramente8 (adate, - l"uomo chiave di questa inchiesta: 2 e, come sapete, l"uomo chiave dell"inchiesta fu portato, a cura del *54, in *pagna. Questo fu uno dei primi importanti inquinamenti, poi vi fu quello di )iannettini. Quando scoprimmo tutti i contatti che vi erano stati con )iannettini, cercammo di saperne di pi;. Quando rinvenimmo tutto il materiale a casa sua, scrissi una lettera chiedendo al *54 se quest"uomo apparteneva o meno al *ervizio2 del resto questo era stato dichiarato anche da Ventura. #i risposero che non potevano dircelo e posero il segreto politico e militare. 1llora seguii la procedura vigente, ma non chiesi l"incriminazione dell"allora capo dei *ervizi ,iceli per questo fatto, perch+ non mi importava2 feci solamente rilevare al ,inistro, che era allora il socialista <agari, che mi sem(rava assolutamente assurdo che, in un processo nel quale era stata veramente messa in pericolo la sicurezza dello *tato, venisse eccepito il segreto politico e militare. Quindi, chiesi che il segreto venisse rimosso. 4agli atti del processo di #atanzaro risulta chiaramente che <agari si rec. dall"onorevole Rumor. =((i la sensazione che in quel colloquio non successe qualcosa di (uono2 negli atti ho poi constatato che l7onorevole Rumor si dichiar. disponi(ile ad intervenire sul ,inistro della difesa affinch+ rimuovesse il segreto politico e militare. 1vvertii una sensazione spiacevole8 a

http8BBCCC.parlamento.itBparlamB(icamBterrorBstenograficiBsteno0.htm

A>B&@BA@&?

steno6

1agina C di DE

volte il pericolo si sente da lontano. Non sapendo pi nulla di questa storia, chiamai il giudice Alessandrini e gli dissi che dovevamo andare subito a Roma per interrogare l'ammiraglio Henke, che dovevamo giocare d'anticipo. Andammo a Roma, previa telefonata, ad interrogare l'ammiraglio Henke al quale riferii le ragioni per le quali volevamo sentirlo. Lui per la verit fu gentilissimo e di l! a pochi giorni ci disse che era disponibile a farsi ascoltare nel suo ufficio. "i recammo quindi a Roma e l'ascoltammo# ci dichiar$ di non aver mai conosciuto %iannettini. &' inutile che racconti quello che ormai ( risaputo e quello che successe nel dibattimento del processo di "atan)aro. "erto ( che fu incriminato il generale *averio +ali)ia per falsa testimonian)a ma soprattutto perch, aveva cercato di salvare i politici. -n merito alla convin)ione che si form$ la "orte, vorrei premettere che ho una grande esperien)a di "orte d'assise, perch, ho fatto per undici anni il procuratore generale. Ritengo che i giudici di tale "orte diano un contributo notevolissimo, specialmente quelli di primo grado perch, danno il contributo vero che un giudice popolare pu$ dare, il contributo del buon senso del cittadino comune. .ra l'altro, la citt che non era una metropoli aveva manifestato anche delle simpatie per .reda e /entura0 addirittura, quando fu scarcerato, .reda divent$ uno dei personaggi pi ambiti dei salotti di "atan)aro. - giudici popolari d! questa citt si convinsero che i politici che erano stati sentiti mentivano, negando di essere stati informati dai capi dei *ervi)i per questo fatto e incriminarono il generale +ali)ia, per dimostrare e per affermare che +ali)ia aveva voluto proteggere gli uomini politici che erano stati invece informati regolarmente dai *ervi)i. Ho fatto men)ione di questo episodio, dell'ecce)ione del segreto politico e militare che, come sapete, fu tolto dall'onorevole Andreotti in una intervista, ricorrendo ad un metodo abbastan)a singolare0 in questa intervista egli parl$ di 1residen)a del "onsiglio informata. Lo stesso ministro 2agari dichiar$ di aver informato l'onorevole Rumor, 1residente del "onsiglio del tempo e che, se non sbaglio, era presente a casa dell'avvocato +orlino, quello che poi divent$ senatore. 3uesto risulta dall'inchiesta parlamentare sui fatti del giugno 4567. &d anche questo era un fatto che mi lasciava un po' perplesso, perch, proprio in quel periodo era stata pubblicata la rela)ione del senatore Alessi, che era un democristiano, anche abbastan)a moderato0 era pertanto difficile che potesse scrivere cose che andassero contro il suo partito. -n quella rela)ione risultava chiaramente che il famoso appuntamento in una casa privata 8accennato dall'onorevole Anderlini9 c'era stato veramente. *i scopr! che avvenne a casa dell'avvocato +orlino, un amico dell'onorevole +oro, allora 1residente del "onsiglio uscente nonch, incaricato di formare il nuovo %overno. *i stava attraversando un periodo di stasi molto forte0 il primo %overno di centro: sinistra era caduto su un provvedimento riguardante la scuola, anche se in realt : e qui do ragione al senatore 1ellegrino : cadde sul provvedimento concernente la propriet dei suoli edificatori, la parte pi qualificante del patto Nenni:+oro. A quella riunione a casa dall'avvocato +orlino parteciparono, oltre al presidente +oro, %ava e Rumor, rispettivamente 1residenti di "amera e *enato, nonch, il segretario della ;emocra)ia cristiana. *i disse anche che, siccome la riunione era stata convocata per affrontare problemi di ordine pubblico nell'ipotesi di ele)ioni anticipate, era stato invitato a parteciparvi anche il generale ;e Loren)o. -n effetti il %overno non riusciva ad uscire fuori da questa fase di stallo che durava da quasi un mese0 tutti dichiararono che la riunione era avvenuta per questi motivi# sia ;e Loren)o, sia l'onorevole +oro. .atto sta che non partecip$ a quella riunione : come hanno osservato molti che si sono occupati di quella vicenda : proprio chi era preposto all'ordine pubblico, vale a dire il +inistro dell'interno che allora era l'onorevole <aviani. Non a caso quest'ultimo non fu invitato. Anche questo elemento mi lasciava piuttosto perplesso0 il fatto che nonostante 2agari fosse intervenuto su Rumor, non fosse successo niente, mi determin$ a prendere la decisione d! cui ho detto. "i recammo allora dal capo del *-;, l'ammiraglio Henke. 3uando egli dichiar$ di non sapere nulla di %iannettini, restammo piuttosto scettici# se ne parlava ormai da anni0 possibile che questi non sapesse nulla di %iannettini, che non ci mettesse alcun fascicolo a disposi)ione= ;el resto sapevamo che %iannettini scriveva su >Lo *pecchio> e che molte delle cose che diceva nei famosi rapporti erano state pubblicate su >Lo *pecchio>0 sapevamo comunque che quei rapporti erano stati usati proprio per la cosiddetta seconda linea, quella dell'infiltra)ione nella *inistra. 3uesti rapporti erano stati dati a *artori, che rappresentava allora i mar?isti:leninisti della linea nera# /entura port$ quei rapporti a *artori che si trovava a Napoli proprio per convincere la *inistra che c'era una situa)ione seria in -talia, al limite del colpo di *tato. "'era una serie di cose che non ci convincevano e quindi cominciammo ad indagare anche su Henke. 3uando fu tolto il segreto politico:militare, sapemmo che %iannettini era stato messo nell'ufficio R per conto dei "apo di *tato maggiore# anche quest'ultimo, il generale Alo@a, ci ment! all'ini)io, tant'( vero che fu da me risentito ed in tale occasione lo trattai molto duramente. A quel punto ci fu tolto il processo. Anche questo fatto di toglierci il processo mi colp!, cos! come mi aveva colpito il fatto che era stato trasferito a "atan)aro il processo /alpreda. "on una decisione di una "orte d'Assise, quella di Roma, era stata dichiarata la competen)a di +ilano0 mi sembrava perci$ che essa avrebbe potuto essere difficilmente rimossa. <uttavia, mentre portavamo avanti l'istruttoria .reda e mentre compivamo dei passi notevoli nel mese di agosto '5A, in assen)a del procuratore generale, un sostituto procuratore generale 8che poi diventer procuratore della Repubblica di +ilano9 prese il rapporto del prefetto, fece la sua brava istan)a di remissione alla corte di cassa)ione e quest'ultima trasfer! il processo a "atan)aro. 3uel sostituto era %resti# non mi pare che sia un mistero. "ALVI. & ;e 1eppo= D'AMBROSIO. ;e 1eppo era procuratore della Repubblica mentre %resti era sostituto procuratore generale, lo stesso che fu incaricato di preparare il capo di imputa)ione per il processo 1inelli. 1er la verit mi sarei aspettato che il processo /alpreda venisse deciso immediatamente# era un processo completo, c'era tutto, non c'era alcun bisogno di attendere0 un processo nettamente diverso dal nostro. Anche se si trattava dello stesso fatto, dal punto di vista soggettivo era un processo che non aveva alcun collegamento con il nostro. 3ui devo venire ad un'altra parte che non condivido della rela)ione del presidente 1ellegrino, che ho letto con molta atten)ione0 naturalmente sono delle sensa)ioni di un giudice istruttore. 3uando insistemmo con /entura affinch, ci dicesse chi era il personaggio con cui il 4B aprile 4565 stabil! questa seconda linea, questa doppia dire)ione, vale a dire portare degli attentati in progressione e al tempo stesso tentare un'infiltra)ione nella *inistra

http#FFGGG.parlamento.itFparlamFbicamFterrorFstenograficiFsteno6.htm

A7F4EFAE4D

steno8

2agina 8 di CA

per convincere quest'ultima a fare attentati per esasperare la situazione e creare forse i presupposti per un colpo di Stato o secondo quanto affermava lo stesso Freda nel libretto "La disintegrazione del sistema" - creare dalle ceneri di uno Stato ormai gi cadavere un nuovo Stato (non importa chi, purch qualcuno lo creasse!, avemmo la netta sensazione che stesse cercando di depistarci" #uando $entura fece il nome di Stefano %elle &hiaie, ebbi la sensazione nettissima che fosse un depistaggio' gi avevamo discusso moltissimo del famoso appunto inviato dal centro &S di (oma agli organi di polizia giudiziaria, nel quale si parlava di Stefano %elle &hiaie e d) *erlino" La netta sensazione che ebbi + che $entura cercasse, attraverso questo nome, di allontanare da s i sospetti, che erano gravi, per la strage del ,- dicembre" .gli sapeva che noi sospettavamo che fosse stato lui a mettere almeno una delle bombe a (oma, probabilmente insieme al fratello /ngelo, anche perch avevano trovato un riscontro obiettivo della sua presenza a (oma" 0l fratello /ngelo aveva in quei giorni sub)to un attacco epilettico e noi ritrovammo il registro delle ambulanze dal quale risultava che egli ci aveva dichiarato il falso circa la sua permanenza a (oma" #uindi non + che non avesse un alibi1 egli aveva un alibi falso" PRESIDENTE" /ffinch io possa capire, come chiamato in causa, le chiedo1 la parte della relazione che lei non condivide + quella in cui sottolineiamo il legame %elle &hiaie-/ginter 2ress3 D'AMBROSIO. .sattamente" Secondo me anche l'/ginter 2ress + un depistaggio" PRESIDENTE" 4ella logica del suo ragionamento, nella logica di seconda linea, si era sempre comunque nell5"operazione &haos"" (esterebbe cio+ un fatto1 che questi nuclei eversivi tendevano ad infiltrarsi in formazioni di sinistra per far commettere attentati" 4ella prospettiva della &ommissione non importa tanto il nome di questo o di quell'altro, perch il quadro eversivo che venne fuori + comunque lo stesso" D'AMBROSIO. #uesto + certamente giusto ma c'+ l'appunto del S0%, del centro &S di (oma del ,6 dicembre ,787" PRESIDENTE" .5 un depistaggio molto pi9 sottile quello che non allontano molto""" D'AMBROSIO. $orrei ricordare che, quando il generale %e Lorenzo ha lasciato l'allora S0F/( per diventare &omandante generale dei carabinieri, gli uomini di cui si serviva sempre erano il capo dell'ufficio % e il capo del &S di (oma" :n altro elemento che mi ha colpito + che nella relazione lei dice "sconosciuto confidente"" 0l confidente non era affatto sconosciuto1 era Stefano Serpieri, che noi arrestammo" ;o interrogato a lungo il maresciallo <anzilli perch ci colp) quell'appunto, ci colp) moltissimo, e quindi cercammo di saperne di pi9 su come era nato" 2er prima cosa ci facemmo dire dal comandate del &S, che era un colonnello di cui mi sfugge il nome, mi pare =enovesi, chi era il maresciallo che aveva raccolto la confidenza" .ra il maresciallo dei carabinieri <anzilli il quale, quando venne e gli mostrammo l'appunto, non ebbe alcuna esitazione e ci disse1 "*a io non ho presentato questo appunto" Figuriamoci, /ginter 2ress, =uerin Serac, Lero>, ma chi li ha mai sentiti? ;o lasciato un appunto di due parole"" <anto + vero che poi tutti, concordemente, dissero che a redigere l'appunto definitivo era stato un maggiore - &eraolo mi pare, ma non ne sono sicuro, sono passati venticinque anni - che era morto" *i dissi1 "/ccidenti, ecco un'altra volta il morto" &'+ qualcosa che non funziona"" 0nfatti ogni volta che si trovava qualcosa che non funzionava, misteriosamente veniva fuori un morto che lo aveva fatto" 2oi interrogammo a lungo Stefano Serpieri, il quale mostr@ di non saperne niente ma ci rifer) anche quell'altra parte dell'appunto che pure viene presa in considerazione nella relazione, cio+ che lui non aveva detto niente all'allora pubblica sicurezza" .ra stato messo tra i fermati apposta perch era un confidente anche della polizia e non aveva riferito quello che aveva detto *erlino, che poi invece aveva riferito a <anzilli" <anto + vero che si dice1 "0l confidente non ha riferito", e il confidente era proprio Stefano Serpieri" /nche questo + provato per tabulas. <uttavia controllammo anche che cosa era successo di Stefano %elle &hiaie, perch poteva essere stato anche lui, a parte il fatto che non mi are vi fossero elementi tali da farlo supporre" 2ertanto ci recammo a (oma e, con l'aiuto del commissario 0mprota, che allora stava all5ufficio politico della questura di (oma, cercammo tra le perquisizioni che erano state fatte in quei giorni" 0nfatti, poich era scoppiato o era stato lanciato un ordigno da una macchina la sera precedente sul Lungotevere ed erano state fatte delle perquisizioni, controllammo quelle che erano state eseguite il giorno successivo, cio+ il ,7" (isultava una perquisizione a casa dell'amante di Stefano %elle &hiaie e i poliziotti avevano trovato anche lui" 4on solo, ma siccome c'era una compatibilit di orari, perch credo che la perquisizione fosse stata fatta tra le ,A e le ,,, non ricordo, interrogammo anche i poliziotti che l'avevano eseguita, e scoprimmo che c'erano stati degli agenti di polizia che avevano piantonato la casa fin dalla mattina" 2ertanto sicuramente Stefano %elle &hiaie non poteva essere stato a 2adova la sera del ,B aprile" #uesta fu la conclusione cui arrivammo1 non abbiamo avuto soltanto la sensazione che si volesse depistare" /ndammo a verificare e avemmo la conferma che si voleva depistare" $erificammo anche la storia dell'/ginter 2ress e avemmo la stessa spiacevole sensazione che fosse stato anche quello un depistaggio" &on ci@ naturalmente non voglio dire che non abbiamo mai sospettato della &0/ perch poi furono pubblicati - mi pare su "L'.uropeo" - molti di questi rapporti" Sentimmo a verbale i giornalisti che erano andati in 2ortogallo e ricevemmo anche una relazione completa da parte dell5ufficio /ffari riservati sull'attivit, sui soggiorni in 0talia, sugli estremisti di destra che erano stati in 2ortogallo" 2oich sapevamo che tutto quello che arrivava alla polizia giudiziaria arrivava anche all'ufficio /ffari riservati, quello che ci stup) fu che all'ufficio /ffari riservati non avessero detto niente" /llora avemmo effettivamente la riprova che si trattava di un depistaggio" Si aggiunge poi l'insistenza fino allo spasimo di fermare a &atanzaro il processo a $alpreda' i ripetuti interventi della &assazione ci inquietarono molto perch non riuscivamo a capirli, o meglio riuscivamo a capirli nella misura in cui si voleva che il processo $alpreda fosse fatto insieme al processo Freda" . questo, per la verit, l'ho temuto moltissimo perch allora mi sembr@ di capire - e forse l'intuizione non era sbagliata - che se si fossero svolti insieme quei due processi probabilmente i giudici popolari avrebbero trovato grande difficolt a capire" Fatti comunque insieme, poi, in appello o in &assazione le cose sarebbero andate a finire male come in effetti poi andarono a finire"

http1EEFFF"parlamento"itEparlamEbicamEterrorEstenograficiEsteno8"htm

-DE,AE-A,C

steno!

'agina B di CD

PRESIDENTE. Facendo i processi separati non ci poteva essere il problema del conflitto dei giudicati? D'AMBROSIO. No, perch erano imputati diversi. La notitia criminis che avevamo trovato noi era nuova dal punto di vista soggettivo, mentre, l'oggetto era lo stesso. Era uguale soltanto per piazza Fontana perch noi, fra l'altro, procedevamo per tutti gli attentati del 1 ! . "ll'inizio ho detto che abbiamo proceduto con metodo e la prima cosa che facemmo fu la richiesta dell'elenco di tutti gli attentati per vedere prima #uali erano stati rivendicati e #uali no, #uali erano stati compiuti con ordigni simili. $os% trovammo #uella serie di attentati che andava dall'attentato allo studio del professor &pricher di 'adova del 1( aprile 1 ! , agli attentati al tribunale di )orino, al tribunale di *ilano, alla $orte di cassazione, ai treni che, non solo erano stati fatti dalla stessa mano, ma non erano stati rivendicati ed avevano una logica particolare +#uella di colpire obiettivi della sinistra, e di progressione. )utti #uesti attentati poi erano legati a #uelli del 1- dicembre 1 ! , oltre che dalla logica di progressione in gravit., dalle borse e dai timer impiegati nella confezione degli ordigni. "vevamo anche la prova che /entura poteva essere uno degli autori materiali ed era andato a 0oma. $'era poi anche la storia di *assari, ma 1 inutile richiamarla. La sensazione che avevamo era comun#ue #uesta, siccome vi erano stati #uesti interventi anche sul nostro processo perch noi avevamo incriminato 2iovanni 3iondo +che adesso 1 in magistratura, che avevamo sospettato di essere uno degli autori materiali degli attentati sui treni, perch avevamo scoperto che Freda era stato, mi sembra il ! agosto, nel luogo di villeggiatura in cui si trovava tutta la famiglia 3iondo. 0icordo anche la storia che Freda aveva raccontato ad "lessandrini, perch io avevo l'oneroso compito della verbalizzazione e lui invece si prendeva Freda sotto braccio e andava a chiacchierare delle lumache che avevano mangiato. $'era #uesta storia incredibile di #uesto magistrato che mangiava le lumache in una maniera tale che a lui aveva fatto impressione, Freda comun#ue non neg4 assolutamente di essere stato l%, gi. dava la sensazione di voler salvare l'amico figlio di magistrato. 5l processo #uindi ci fu tolto in un momento in cui non pendeva alcun processo in istruttoria a $atanzaro. /i era un processo che pendeva in $orte d'assise ma 6 ripeto 6 non vi era alcun processo in istruttoria. E ci4 tecnicamente non era possibile, perch per poter essere riuniti i processi si dovevano trovare nella stessa fase. E poi vi fu la modalit. strana in cui ci venne notificato #uesto provvedimento. Noi stavamo spingendo forte l'acceleratore sul $apo di 7tato maggiore e sullo stesso 8en9e, perch avevamo scoperto, fra l'altro, che il famoso libretto :Le mani rosse sulle forze armate: era stato ordinato dal generale "lo;a, era stato pagato con fondi nostri, delle nostre tasche, e poi 8en9e era intervenuto con altri soldi nostri per farlo ritirare, il che ci sembrava strano e #uesto libretto era stato scritto, guarda caso, da 0auti, 2iannettini e 3eltrametti. 0isult4 anche che 0auti, in compenso del ritiro di #uesto libretto, non volle solo soldi, ma volle anche essere invitato a cena dall'ammiraglio 8en9e in un ristorante. $'erano #uindi tutte #ueste singolarit. che volevamo approfondire, ma ci fu notificato #uesto provvedimento di incompetenza che era stato preso senza sentire nessuno 6 ripeto nessuno 6, sul solo ricorso, e che ci fu notificato da un maresciallo dei carabinieri, venuto di domenica a casa del povero procuratore della 0epubblica *icale, il #uale ci telefon4 spaventatissimo dicendo< :*i avete fatto arrivare i carabinieri a casa:. 7i trattava di una singolarit. davvero incredibile. SARACENI. 0icorso anche della parte civile? D'AMBROSIO. No, non credo, mi sembra che anche la parte civile di "zzariti si sia associata ai ricorsi che furono presentati successivamente. /i erano difensori strani. 0icordo che #uando ci giunse di nuovo da $atanzaro il processo per il 75=, che fu tenuto per #ualche tempo da "lessandrini, prima che fosse ucciso, in istruttoria sommaria, mi raccont4 che aveva ac#uisito i passi del *inistero della difesa, e che i passi pi> ricorrenti erano #uelli dell'avvocato "scari, #uello che aveva fatto il sorriso pi> largo #uando /entura aveva chiamato in causa 7tefano =elle $hiaie. "nche #uesti sono piccoli particolari che per4 rimangono impressi e lasciano dei turbamenti. ?uesto 1 #uello che successe, tant'1 vero che proprio perch era stata presa #uesta decisione, che mi sembrava enorme, emisi un'ordinanza in cui dicevo che, poich #uell'ordinanza era abnorme, mandavo via solo la parte relativa a 2iovanni 3iondo e continuavo, l'istruttoria su 2uido 2iannettini e sugli altri. Naturalmente #uesta volta tutti si precipitarono a fare ricorso per conflitto di competenza, e #uesta volta il conflitto c'era perch vi era un giudice istruttore che stava procedendo, vi era un processo pendente, e la corte di cassazione non poteva agire diversamente, e ci tolse il residuo processo. ?uesta 1 l'esperienza che io ho vissuto. 0itengo doveroso chiarire che successivamente, da parte di $atanzaro, abbiamo ricevuto un processo contro ignoti, che era stato aperto in base ad una deposizione del generale )agliamonte +il #uale era il cassiere del 75F"0, ai tempi di =e Lorenzo, e che poi divenne il cassiere dell'"rma dei carabinieri@ credo che =e Lorenzo lo port4 con s nell'"rma allorch ne divenne comandante generale. Egli gestiva i fondi del 75F"0, #uindi era in una posizione abbastanza importante, in cui si accennava anche a #uesto famoso incontro di =e Lorenzo con *oro nel luglio del '!A. "prii un processo contro ignoti. 7i pose il problema processuale d% chi dovesse procedere, perch si era con il nuovo rito. Ne parlai con i giudici di $atanzaro, dicendo che secondo me dovevano procedere loro, poich #uella era una nuova notizia di reato relativa a piazza Fontana. 5l nuovo codice fra l'altro ha abrogato tutta la normativa sulla competenza nei casi di legittima suspicione, per cui dissi che dovevano procedere loro. 5n #uel momento io non ero in condizioni di salute ottima@ come #ualcuno di voi sapr., ho dovuto subire un trapianto cardiaco perch stavo veramente male. 5n #uel periodo non riuscivo a lavorare granch@ riuscivo a lavorare non pi> di due ore al giorno, e #uel che avevo da fare con la criminalit. organizzata mi bastava. 'resi allora contatti con il giudice 7alvini che sapevo stava conducendo un'inchiesta sulla destra 6 #uindi non un'inchiesta su piazza Fontana 6 e lo misi al corrente del fatto che avevo aperto un processo contro ignoti su piazza Fontana. PRESIDENTE. Lei come procuratore o come ufficio giudiziario?

http<EEFFF.parlamento.itEparlamEbicamEterrorEstenograficiEsteno!.htm

-AE1DE-D1C

steno@

2agina > di ?;

D'AMBROSIO. Io come procuratore aggiunto; allora ero il procuratore aggiunto di Milano, con il nuovo codice. Questo avveniva agli inizi del '91. Sono stato operato il 9 luglio 1991; era gli inizi del '91 quando entravo e uscivo dagli ospedali e non riuscivo, nonostante la buona volont a rimanere pi di due ore in u!!icio. "etti dei suggerimenti a Salvini; gli scrissi anc#e una lettera, c#e credo sia agli atti, in cui g1i dicevo c#e avevo aperto questo processo.$atura1mente non gli dissi c#e non ero in condizioni di muovermi da Milano perc#% potevo stare in piedi quattro ore al massimo, poi dovevo stare sdraiato perc#% non arrivava sangue al cervello; non riuscivo neanc#e a concentrarmi. &onoscendo l'impegno c#e aveva Salvini gli scrissi c#e gli mandavo copia di questo processo; e c#e se nella sua inc#iesta !osse uscito qualcosa c#e poteva avere ri!erimento ai !atti di piazza 'ontana di in!ormarmi immediatamente perc#% non lo avrei !atto io ma lo avrei !atto !are da qualcun altro. (li dissi anc#e) #o parlato con &atanzaro, non c'* neanc#e possibilit c#e tu te ne occupi in istruttoria !ormale, perc#% la competenza !ormale, una volta radicata non si pu+ pi rimuovere; se decidessimo di svolgere questo processo con rito !ormale, deve !arlo &atanzaro. (li detti anc#e un suggerimento) se #ai occasione ,siccome non parla speci!icamente e solo dei !atti di piazza 'ontana, ma parla dell'organizzazione e dell'utilizzo di determinati !ondi- c#e potrebbero riguardare anc#e la destra eversiva di cui tu ti occupi, vai a sentire .agliamonte e soprattutto senti anc#e il colonnello Minerva, se * ancora vivo ,io non sapevo come non so ancora adesso se * vivo- c#e * colui c#e #a preso il posto d/ .agliamonte al SI'01, c#e poi * diventato SI" e c#e noi avevamo sentito gi nel corso dell'istruttoria e c#e !ra l'altro non mi sembra ci avesse !atto una buona impressione. Il processo per i !atti dell'eversione di destra lo seguiva 2omarici, c#e * un sostituto molto esperto per cui non avevo ragione di occuparmi di queste cose, per+ ricordo c#e con Salvini ebbi questo contatto in cui discutemmo della competenza e poi gli dissi c#iaramente c#e, se !ossero emerse cose, me le comunicasse. &i+ * avvenuto solamente dopo, quando lui cominci+ ad interrogare Martino Siciliano, perc#% si pose un problema di protezione e lui mand+ i primissimi verbali relativi a Martino Siciliano e anc#e di &arlo "igilio, c#e anzi, erano i primi. 3bbi l'impressione c#e non contenessero elementi nuovi rispetto a quello c#e avevano pubblicato i giornali o i libri. &ome !acciamo quindi ad assicurare protezione ad un soggetto come questo c#e racconta storie sapute e risapute, a volte anc#e in maniera contrastante con le emergenze della nostra istruttoria4 Sono ora disponibile a rispondere alle vostre domande; #o tracciato quello c#e * stato il vissuto di questo processo ma pre!erirei rispondere a domande perc#% non so quali sono i dubbi c#e potete avere, quali sono le cose c#e vi possono servire da un punto di vista delle !inalit della nostra inc#iesta. Sono disponibile quindi a rispondere a qualsiasi domanda anc#e perc#% credo c#e il segreto istruttorio sia stato gi ampiamente valicato attraverso in!ormazioni della stampa, almeno per qualcosa. PRESIDENTE. 35 una valutazione c#e lasciamo a lei. 1ispettiamo la versione c#e si d del problema. D'AMBROSIO. 65abbiamo sub/ta. PRESIDENTE. 6e c#iedo se lei pu+ in!ormarci nei limiti del possibile sulla nuova inc#iesta, sull5esperienza attuale. Io #o trovato estremamente interessante questo suo excursus storico, le !accio i complimenti per la memoria eccezionale c#e lei #a dimostrato nel ricordare tutti i vari passaggi. D'AMBROSIO. Sono cose c#e lasciano il segno. PRESIDENTE. Il senso complessivo di questa esperienza personale c#e lei #a vissuto * quella di un magistrato c#e cerca la verit ed * contrastato dal complesso dei poteri, dall'0mministrazione, in parte dalla giurisdizione ed anc#e dai poteri rappresentativi, c#e sono !orse i primi e i cui input determinano o in!luenzano decisioni giurisdizionali e comportamenti dell'0mministrazione. Quello c#e pu+ essere interessante dal mio punto di vista * l'esperienza nuova c#e state vivendo sulla nuova indagine. 1iesce a dare una spiegazione compiuta perc#% tutto ci+ sia avvenuto4 "al punto di vista della &ommissione non * tanto importante individuare se sia stato 7orzi o no. D'AMBROSIO. &redo di averlo anc#e dic#iarato. &#e sia stato un altro estremista di destra, di quelli c#e appartenevano alle !asce estreme tipo 8rdine $uovo, non cambia nulla nella nostra inc#iesta. $on siamo riusciti ad individuare tutti ma credo c#e non abbiamo neanc#e cercato con grande accanimento. 0 noi di quella istruttoria importava soprattutto stabilire quale era la matrice di questi attentati c#e, secondo noi, dal basso era sicuramente individuabile in un estremismo di destra, ma c#e aveva avuto una orc#estrazione c#e poi vedo * stata riportata anc#e nella relazione c#e veniva da lontano, dal !amoso convegno all'#otel 2arco dei 2rincipi, presieduto !ra l'altro da un magistrato. $on mi meraviglia quindi pi di tanto c#e i magistrati abbiano poi !atto queste sentenze di spostamenti di competenze. PRESIDENTE. "i tutto questo, delle vere ragioni per cui scattavano le coperture c#e stavano nelle responsabilit politic#e e istituzionali, nella nuova indagine c#e con!erma * stata trovata4 D'AMBROSIO. 35 un problema c#e ci siamo posti allora. Su c#i manovrasse queste persone, avevamo avuto il riscontro di (iannettini; direi per+ c#e dopo avevamo avuto quando c#iedemmo d/ togliere il segreto politico e militare. Se c'era stata una manovra di parti deviate nel SI", c5erano state anc#e coperture c#e non erano solo di quelle parti ma anc#e del SI" u!!iciale ,perc#% noi ci eravamo rivolti al &apo del SI" e quindi eravamo in una !ase di u!!icialit completa-. "opo l5intervista di 0ndreotti, pubblicata sul settimanale 9I1 Mondo9, del :; giugno 19<=, sapevamo, se era intervenuta e!!ettivamente come lui aveva dic#iarato a &aprara e aveva con!ermato anc#e a noi, di una copertura politica. $oi avevamo quindi l'impressione c#e ci !ossero pi ordini di coperture per questa strategia.

#ttp)AABBB.parlamento.itAparlamAbicamAterrorAstenogra!iciAsteno@.#tm

:=A1;A:;1?

steno2

Pagina 1 di :B

Ci eravamo anche posti il problema della CIA, come vedo viene posto adesso anche con l'Aginter Press, perch anche noi conoscevamo le linee storiche di quanto stato riportato nella relazione. L ho dichiarato anche recentemente! non si possono "are processi di questo tipo senza immergersi anche nella politica. #e un processo politico un giudice istruttore pro"essionale, a mio avviso, deve occuparsi anche di politica e deve andare a vedere anche i "atti, tanto vero che mi sono andato a rivedere anche la relazione Alessi e ricordo che presi anche i $mille giorni %enned&$ che hanno una rilevanza perch c' un orientamento diverso degli #tati 'niti per lo meno da parte del governo u""iciale, quando si decide di aiutare il Partito socialista, data l'instabilit( dei governi solo di centro. Pertanto questa apertura a sinistra "orse in un primo momento non "u voluta dagli americani ma certamente "u approvata. )on dimentichiamoci che si uni"ic* il Partito socialista con il Partito socialdemocratico creando poi la "rangia estrema del Psiup. +a credo che quello che non si deve dimenticare ,anche questo sono andato a rivedermelo, e c'era al riguardo un libro "atto molto bene $#toria e cronaca del centro-sinistra$, di .amburrano, che parlava della situazione politica dell'Italia in quel periodo/ che a partire dal 0123, quando "in4 il secondo governo di centro-sinistra e ci "u il primo governo 5umor, l'impressione che ci andavamo "acendo era che sicuramente l'Italia era un paese di con"ine che non poteva non interessare anche gli #tati 'niti d'America e tutti i paesi dell'Alleanza atlantica! era impossibile che non "ossero interessati a noi, altrimenti non sarebbe nemmeno esistita la )ato. 6ra importante per* rendersi conto - secondo noi - di una cosa! l'Italia non era un paese di con"ine perch con"inava con i paesi dell'6st7 ricordiamoci che l'attenzione degli americani "u posta specialmente sull'Italia e non tanto sulla 8ermania, per esempio, che aveva un partito comunista "uori legge, perch l'Italia era un paese di con"ine in quanto aveva un "ortissimo partito comunista che poteva andare al potere anche democraticamente, soprattutto se "osse rimasto alleato dei socialisti. Anche questo un "atto storico che credo sia condiviso da tutti! i socialisti di )enni erano molto vicini ai comunisti, almeno prima e avevano "atto il "rontismo... FRAGALA . 6rano succubi9 D'AMBROSIO. Per un certo periodo, molto breve, lo erano stati. Comunque, il primo patto che "u "atto dai socialisti nel 012:, "u "atto da una sinistra abbastanza intransigente e quell articolo comparso poi in prima pagina su $lAvanti!" mi pare "osse abbastanza indicativo del dolore di )enni per le rinunce che era stato costretto a "are e non mi pare che su questo vi possano essere dubbi. +i pare anche che vi "urono dei soldi che andarono a "l'Avanti!" da parte dei #ervizi7 mi sembra proprio che vi "u questa corruzione, proprio per convincere, perch l'intendimento degli americani, ad un certo punto, proprio durante la gestione %enned&, era quello di aiutare a dare stabilit(... FRAGALA . )on era un reato di corruzione, era un "inanziamento. DAMBROSIO. )on sto parlando di corruzione, attenzione! erano comunque soldi che venivano dati. FRAGALA . 6 stato un lapsus9 D'AMBROSIO. 6 stato un lapsus! erano stati dati dei soldi. Chiedo scusa per questo, ma a "orza d4 occuparsi di +ani Pulite da ormai quattro anni diventata una de"ormazione pro"essionale. +i dovete perdonare! si trattato di un 1apsus. Credo comunque che "osse coinvolto anche lo stesso .agliamonte in questa storia. C'era, quindi. questo interesse americano, ad un certo punto, a dare stabilit(, perch si pensava che questa avrebbe ra""orzato la democrazia in Italia e avrebbe impedito la crescita del partito comunista7 si cerc* di dare "orza al partito socialista, tanto vero che poi si arriv* gradatamente all'uni"icazione. ;uando venne meno l'uni"icazione< PRESIDENTE. Capisco il suo modo di ragionare - mi scusi se la interrompo -, ma questa era sicuramente l'intenzione dell'amministrazione =ennediana7 lei sta ri"erendosi ad un Presidente degli #tati 'niti che morto in condizioni storicamente non del tutto chiarite! non possiamo quindi pensare che l'Alleanza atlantica "osse un monolite9 D'AMBROSIO. Credo che tutti quanti, "ino anche a poco tempo "a e "orse anche "ino ad adesso, vanno a cercare l'investitura negli #tati 'niti > su questo non c' dubbio - e non la vanno certo a cercare alla CIA, ma la vogliono dal 8overno americano. +i sembra che sia abbastanza signi"icativo, comunque, questo tentativo del centro-sinistra che "unzionava ,anche se "orse non nella maniera in cui voleva )enni quando "ece il patto con +oro nel 012:/, che comunque ha "unzionato "ino al maggio del 0123. Poi vi "u una caduta di voti della democrazia cristiana7 se ne attribuiva la colpa - almeno cos4 mi sembra di ricordare di aver letto sui giornali - alla gestione +oro. 5icordo che nel luglio del 0121 vi "u un'altra volta la scissione del Partito socialista, poi vi "u la nomina di ?orlani, poi ancora i moti di piazza ,dal 0123 in avanti/, quindi la lotta per le gabbie salariali, i morti di @attipaglia, la morte dell'agente di polizia Annarumma nel novembre del 0121 e notevoli mani"estazioni di piazza che allarmarono l'opinione pubblica su questa crescita della sinistra. Per la prima volta gli operai di sinistra lasciarono da parte i sindacati, e cominciarono a "are i contratti per conto loro. Avanzando inoltre rivendicazioni che non erano solamente salariali, come quelle sulla casa. +i pare che allora ci "osse un quadro che poteva preoccupare quella parte dei poteri che potevano dolersi del "atto che la sinistra potesse crescere "ino al punto di arrivare a governare, e vi era anche una situazione interna italiana che preoccupava un po tutti, per lo meno i cosiddetti $poteri "orti$! su tutto ci* non mi sembra possano esservi dubbi. PRESIDENTE. Aobbiamo ora de"inire l'ordine dei lavori. #e il dottor A'Ambrosio ha "inito, i commissari potrebbero porre i loro quesiti. DAMBROSIO. In"ormo di essere disposto a partecipare anche per la mattinata di domani, mentre la dottoressa Pradella, al contrario di me, domani mattina impegnata. )el caso in cui, invece, si intendesse continuare, sono disponibile "ino all'ora che s4 riterr( opportuna.

http!EEFFF.parlamento.itEparlamEbicamEterrorEstenogra"iciEsteno2.htm

CDE0BECB0:

steno2

Pagina 0B di :B

PRESIDENTE. 5iterrei allora opportuno dare la parola alla dottoressa Pradella, in modo che possa integrare con quanto riterr( necessario l'intervento del dottor A'Ambrosio. PRADELLA. Per quanto riguarda la competenza, direi che non vi sono proprio dubbi circa la competenza della Procura della 5epubblica di +ilano sui "atti avvenuti a 5oma e +ilano il 0C dicembre 0121. Gorrei anche aggiungere che proprio recentemente la procura di Catanzaro ha avallato l'indirizzo della Procura della 5epubblica di +ilano che si riteneva - appunto competente a proseguire l'indagine con il nuovo rito e che, su istanza dell'avvocato Azzariti @ova, un possibile con"litto stato portato all'attenzione della Corte di cassazione, la quale ha indicato nella Procura della 5epubblica di +ilano l'unico u""icio competente a conoscere di queste indagini con il nuovo rito. ;uindi, direi che discutere di questo mi sembra "rancamente ultroneo. PRESIDENTE. #e me lo consente non ho posto minimamente in discussione questo problema. PRADELLA. Lei lo ha posto in discussione nella sua relazione, anche con accenti polemici che "rancamente non abbiamo condiviso. GUALTIERI. #tavo per dire appunto queste cose. PRADELLA. )on mi sembra che questo punto sia stato su""icientemente trattato con chiarezza. PRESIDENTE. Aottoressa Pradella, noi rispettiamo il potere giudiziario nella sua interezza. I problemi di con"litto di competenza non spetta al Parlamento risolverli. )el momento in cui sorge il con"litto di competenza noi lo valutiamo negativamente perch, a quello che ci ha detto il dottor A'Ambrosio, questa una storia in cui i con"litti di competenza hanno portato a ritardi nell accertamento della verit(. PRADELLA. ;ui non c' un problema di competenza. PRESIDENTE. Auspicherei, e penso nell'interesse di tutti, che tra i vari u""ici giudiziari che si occupano di questa vicenda, nei limiti in cui possibile, vi sia concordia e convergenza. PRADELLA. )on si tratta di questo. PRESIDENTE. Ho capito, per* questa non una valutazione che pu* dare a me. Lei non pu* pensare che io mi possa mettere a "are le pagelline dei bravi o dei meno bravi. Io ho registrato, come mia valutazione personale, questo "atto che ritengo increscioso, perch so che da quell altra indagine "igliano indagini presso altre procure, presso la Procura di @rescia e, addirittura, di @ologna. Allora, se ci "osse il modo, non tocca a me dire quale n come, perch non ne abbiamo l'autorit(, di creare un raccordo per avere un quadro unitario e non con"liggente, sarebbe meglio nell'interesse generale. Comunque, non c era alcuna critica sul "atto che voi abbiate ritenuto di essere competenti, come probabilmente lo siete. PRADELLA. Airei che questo il punto "ondamentale. 'n secondo punto "ondamentale - al quale non sono in grado di rispondere - a cui si "a sempre cenno nella sua relazione quello relativo al campo di indagini del dottor #alvini, nel senso che io e il collega +eroni siamo anche pubblici ministeri nel procedimento vecchio rito e a tutt'oggi non stato "ornito alla Procura di +ilano l'elenco dei reati per i quali il dottor #alvini procede. ;uindi dobbiamo presumere che proceda ancora per una vecchia ipotesi di banda armata del gruppo La ?enice di +ilano. ;uesto mi risulta l'unico reato non ancora prescritto. Per il resto la procura della 5epubblica ha gi( "atto richiesta di prescrizione. ;uindi ritengo che una eventuale situazione di con"littualit( non andr( avanti nel tempo, perch di "atto venuta a cessare la materia relativa propria alla situazione di con"litto. ;uesto credo che sia l'unico punto che andava chiarito rispetto alla nuova indagine. DAMBROSIO. Il con"litto c' se ci sono due autorit( che procedono sugli stessi "atti. ;ui c' un #alvini che procede per conto suo su alcuni "atti che riguardano, in genere, l'eversione di destra, ma senza arrivare alle stragi e c' un processo di strage per cui procediamo noi. )oi abbiamo detto a #alvini che se emergevano cose che potevano essere utili alla nostra indagine di comunicarcele che le avremmo sviluppate noi. Poi, quello che non vorrei dire, ma che comunque bisogna dire, che lei, presidente Pellegrino, dice una cosa giusta, giustissima e cio che a distanza di tempo molto di""icile cercare la verit(, tanto vero che io non sono neanche molto ottimista sul "atto che adesso si possa arrivare e""ettivamente alla verit(. ?orse arriveremo alla verit( storica, ma non credo ad una verit( processuale, in cui stabiliamo che mettiamo in galera qualcuno, a parte il "atto che molti sono stati processati ed assolti, e quindi non si possono neanche riprocessare. +a una cosa "ondamentale che #alvini, quando procede, dovrebbe procedere con il rito "ormale. ;uesta proroga, in"atti, stata data per il vecchio rito. Aa quello che mi risulta questi ha delegato indagini alla polizia. Io ho "atto il giudice istruttore per tanti anni, ma non ho mai delegato indagini alla polizia. ;uesta una previsione del nuovo codice ed stato uno dei punti di "orza nostri per l'accelerazione "ortissima che consente di dare al processo. +a prima non si poteva mica "are una delega alla polizia giudiziaria. #alvini delega i 5I#. Aa quello che ho saputo e che ho letto sui giornali avrebbe "atto pagare dal #I#+I o il #I#+I avrebbe pagato +artino #iciliano! io non lo avrei mai "atto. #oprattutto, sono stato uno di quelli che ha detto sempre di essere contrario ai cosiddetti colloqui investigativi. ;uando c' un pentito, questi deve essere gestito dal magistrato che sa i rischi della gestione di un pentito quali sono e non da un u""iciale che vuole "are carriera e che pu* dare dei suggerimenti, o che inavvertitamente, per carenza di pro"essionalit(, gli dice cose che il pentito assorbe perch sa che quello che gli servir( per salvarsi oppure per avere il mantenimento della protezione o dell'assegno. ;ueste sono cose che, in verit(, non riguardano il vecchio bens4 il nuovo rito. +a se ne serve addirittura uno che dovrebbe essere il giudice istruttore, quello che raccoglie, come giudice, la prova... In"atti quello che raccoglie il giudice la prova, non raccoglie mica le "onti di prova come "acciamo noi in sede di indagine preliminare. Il

http!EEFFF.parlamento.itEparlamEbicamEterrorEstenogra"iciEsteno2.htm

CDE0BECB0:

steno>

"agina 99 di =:

giudice raccoglie la prova. Rendiamoci conto che il fatto che Salvini si metta a fare indagini su piazza Fontana pu nuocere, perch fa degli atti nulli. Qui non si tratta di conflitto. Stiamo forse scherzando? Ma quale conflitto !o dico che Salvini, se si occupa della strage di piazza Fontana e fa degli atti nulli danneggia la nostra indagine. Siccome chiama i testi che sono citati dalla dottoressa "radella e cerca di anticiparla per sentirli lui, mi danneggia. #evo dire che se ne sta occupando il $onsiglio superiore della magistratura. %& stata fatta presente questa situazione assolutamente anomala al $onsiglio superiore, cio' di uno che non ' competente per la strage, che si occupa di indagini sulla strage e lo fa in maniera strana, non rispettando le norme del vecchio codice. PRESIDENTE. (on pensa, dottor #)*m+rosio, che dal punto di vista nostro tutto questo ci allarma e in qualche modo ci rincresce, perch poi si trattere++e di anticipare atti di indagine che vanno per nella stessa direzione. ,)impressione che ho avuto ' che non ' che emergano due quadri completamente diversi da quello che viene fuori dall)indagine di Salvini, che ' poi una spiegazione di ci che ' avvenuto e forse la possi+ilit-... DAMBROSIO. Se inquina la mia prova e la rende poco attendi+ile perch raccolta in un determinato modo ' inutile che io vada a cercare la stessa prova perch diventere++e de+ole. PRESIDENTE. Quanto alle modalit- di svolgimento delle indagini non spetta a noi giudicare, ma il grosso pro+lema ' che per esempio l)indagine su .stica non ' che si stia poi svolgendo in maniera completamente diversa. Solo che li c)' accordo tra la procura e il giudice istruttore. GUALTIERI. (on ha niente a che vedere con questo. CALVI. (on ' assolutamente possi+ile. D'AMBROSIO. /orrei spiegare che non si tratta di un pro+lema di conflitto, altrimenti rischiamo di creare confusione. *ttenzione con il vecchio rito 0*lessandrini e Fiasconaro erano pu++lici ministeri1 il pu++lico ministero poteva assistere il giudice istruttore, poteva assistere agli atti che venivano compiuti, si faceva addirittura una richiesta scritta "+ada che voglio assistere a tutti gli atti che compi2, altrimenti il giudice istruttore va avanti per conto suo. *desso, nelle indagini che sta svolgendo il giudice "riore, il pu++lico ministero gli ha detto che vuole assistere agli atti che lui compie. "u assistere, ma ' il vecchio rito. (on pu comunque prendere lui l)iniziativa, segue il giudice istruttore. $)' accordo, come, d)altra parte, vi era tra me e i giudici *lessandrini e Fiasconaro. PRESIDENTE. (on mi sem+ra di aver detto nulla di diverso. DAMBROSIO. %, no, signor "residente ,ei parla di conflitto. Qui c)' accordo perch in entram+i i casi si ricorre al vecchio rito3 in questo caso invece procediamo con il nuovo rito, mentre il giudice Salvini dice di procedere con il vecchio rito su un&inchiesta che non ' la nostra. PRESIDENTE. #ottor #)*m+rosio, il giudice Salvini ha dichiarato in $ommissione di non aver mai avuto dalla "rocura di Milano la colla+orazione che si sare++e aspettato di avere, operando con il vecchio rito. D'AMBROSIO. $i ' vero per l)inchiesta sull)eversione di destra che non riguarda la strage di piazza Fontana4 si tratta di altre indagini. PRESIDENTE. "otre++ero per esservi delle connessioni. D'AMBROSIO. (on ' possi+ile perch in +ase al vecchio rito sare++e competente la "rocura di $atanzaro, alla quale dovre++ero essere trasmessi gli atti. PRESIDENTE. Si tratta pro+a+ilmente di visuali diverse. $apisco il suo punto di vista ma dal mio punto di vista, analizzando la questione come $ommissione di inchiesta che vorre++e avere un quadro il pi5 chiaro possi+ile della situazione, non posso che vedere le cose in maniera diversa. #o quindi la parola al senatore 6ualtieri. GUALTIERI. Signor "residente, con il suo permesso, credo sia nel nostro interesse avere un quadro di insieme preciso. (on possiamo avere sugli stessi pro+lemi non dico il conflitto di competenza, ma incursioni di vari campi. #o++iamo prendere atto che sulla strage di piazza Fontana, in questo momento sono competenti, e insediati, soltanto i magistrati della "rocura di Milano. Quando sono state rinvenute le ultime carte, sui giornali a++iamo letto che le stesse sono state acquisite dalla procura di Milano in originale o in copia. %ra stato costituito un pool del quale facevano parte la dottoressa "radella e il dottor Meroni, coordinati dal dottor #)*m+rosio. Ricordo ci come memoria storica. %& questo il punto cui siamo giunti4 ' questa la competenza sull)inchiesta di piazza Fontana, competenza che ' stata riconosciuta dalla "rocura di $atanzaro quando l)ha trasmessa e dalla $orte di cassazione. %& questo il quadro? DAMBROSIO. S7, ' questo il quadro. GUALTIERI. (oi invece a++iamo ricevuto alcune carte dal giudice Salvini che contengono pesanti giudizi sulla "rocura di Milano, che io ritengo assolutamente scorretti. !l giudice Salvini nella sentenza8ordinanza, che ha emesso il 9: marzo 9;;< e che ' stata qui depositata, ha scritto che4 2la "rocura di Milano non ha +rillato per l)impegno n nella ela+orazione di una strategia di indagine n in termini di presenza di un sostituto che, insieme al giudice istruttore, conducesse gli atti istruttori o quanto meno

http4AABBB.parlamento.itAparlamA+icamAterrorAstenograficiAsteno>.htm

?@A9:A?:9=

steno&

Pagina %? di @A

presenziasse ai pi importanti di essi". Il giudice Salvini ha anche scritto che vi stato un quasi inesistente impegno da parte della Procura di Milano ed ha anche detto: "non avendo il pubblico ministero, in sintonia con la scarsa sensibilit ed attenzione per l!indagine dimostrate dalla Procura di Milano ... ". "a sentenza#ordinanza contiene questi pesanti giudizi sulla Procura di Milano. Il giudice Salvini ha poi trasmesso atti a $oma il %& marzo del %''(, chiudendo l!istruttoria )ormale, rinviando a giudizio *iancarlo $ognoni, +ico ,zzi, -arlo Signorelli, Sergio -alore, -arlo .igilio e /ttore Malcangi e dichiarando la non procedibilit nei con)ronti di altri0 quindi ha trasmesso gli atti riguardanti i nuclei territoriali di di)esa dello Stato alla Procura della $epubblica di $oma per i reati di attentato contro la -ostituzione, arruolamento ed armamento di cittadini e cospirazione politica mediante associazione: questo quello che ha )atto il giudice Salvini. -ontemporaneamente, egli entrato in con)litto con la procura di 1enezia. PRESIDENTE. +on il giudice Salvini che entra in con)litto con la Procura di 1enezia, ma la Procura di 1enezia che lo ha messo sotto indagine. CORSINI. Passiamo per )avore a )ormulare le domande2 GUALTIERI. Io rivolger3 le domande che mi )ar comodo )ormulare, se lei permette collega -orsini. Il giudice Salvini ha poi scritto che la Procura di 1enezia si mossa: "nella pi completa incompetenza e ignoranza dei dati processuali e, alla luce di una collegata iniziativa di stampa che costituisce il pi indecoroso episodio di disin)ormazione che sia dato di leggere negli ultimi anni". 4uesti sono i giudizi di cui noi disponiamo. "e domande che voglio rivolgere sono le seguenti. 1orrei innanzitutto accertare se la Procura con una sua polizia giudiziaria... insomma, chi alimenta il giudice Salvini2 -i sono pervenute centinaia di pagine )irmate dai $5S, che non sono la polizia giudiziaria, o un singolo corpo, ma sono una polizia di altro tipo. In questo momento, non so se si potrebbe passare in seduta segreta. PRESIDENTE. +on posso decidere io il passaggio in seduta segreta poich6 non so quello che lei si appresta a dire: decida pertanto lei se )arlo o meno. GUALTIERI. Io domando se i $5S sono autorizzati ad e))ettuare questa specie di inchiesta per conto proprio, che poi trasmettono al giudice Salvini che, a sua volta, la trasmette a noi in questo modo: e poi dir3 il perch6, in quanto ho in merito alcuni sospetti. PRADELLA. I $5S non sono autorizzati ad e))ettuare indagini del genere. Inizialmente la Procura della $epubblica di Milano ha ereditato la struttura investigativa del dottor Salvini0 quindi i $5S dei carabinieri di $oma, in particolare coordinati da un tale capitano Massimo *iraudo. +ell!ottobre del %''( ho appreso che il mio principale indagato 7purtroppo il nominativo comparso sui giornali8, il dottor -arlo Maria Maggi, stato avvicinato in modo piuttosto inquietante da questo capitano dei carabinieri. Per tale )atto il capitano dei carabinieri stato messo sotto inchiesta dal giudice -asson. 5vviamente, previa consultazione sia del procuratore capo 9orrelli che del collega .!,mbrosio, ho ritenuto opportuno evitare che questo capitano si occupasse delle indagini sulla strage di piazza :ontana. ;o )ormalizzato questa richiesta per iscritto. "a reazione dei $5S stata la seguente: il colonnello Mori si recato prima nel mio u))icio e poi in quello del procuratore capo 9orrelli per dire che a questo punto tutta l!,rma dei carabinieri e i $5S si sarebbero ritirati dalle indagini sulla strage di piazza :ontana. 4uindi esiste un provvedimento scritto che ho gi prodotto al -onsiglio superiore della magistratura con il quale inibito a qualsiasi appartenente dei $5S di indagare sulla strage di piazza :ontana0 stata tolta in pratica ogni delega per iscritto. GUALTIERI. Signor Presidente, ci3 dimostra che non si pu3 a))ermare che i materiali che ci provengono in queste condizioni, da qualunque parte siano trasmessi, comunque servono perch6 questa una -ommissione di inchiesta. .obbiamo ricevere del materiale che abbia una validit procedimentale da parte di organi competenti. Se vogliamo entrare nel merito di quello che ci viene trasmesso, devo dire che il tentativo del giudice Salvini, con il suo scritto, quello di indirizzare le indagini su un solo settore di responsabilit delle stragi. Se appro)ondissimo la documentazione che ci ha trasmesso, potremmo vedere che tutta la responsabilit viene attribuita all!u))icio ,))ari riservati e alla -I, mentre viene sollevata completamente la responsabilit degli organi istituzionali italiani, del *overno e di altri. ,ll!inizio il Presidente ha chiesto se la polizia vi ha mai aiutato o intralciato: ma che signi)ica2 4uando viene )uori un depistaggio sistematico durato per anni, con il tras)erimento di tutti i processi, la sottrazione di testimoni, l!espatrio dei testi principali, come pu3 dirsi che non c! responsabilit di organi dello Stato, persino a livello governativo2 -ome si pu3 arrivare a dire questo e non poter dire che c< responsabilit dello Stato in questa inchiesta, che stata una vergogna per il modo in cui lo Stato si comportato di )ronte a questa strage, cos= come a quelle seguenti2 Stiamo attenti: attraverso l!inchiesta sulla ,ginter Press rischiamo di essere depistati. Per questo dico che dobbiamo avere un collegamento stretto con la procura di cui storicamente ci )idiamo, con la quale possiamo dialogare sapendo almeno che dialoghiamo con una responsabilit precisa. +on possiamo prendere le carte che ci vengono da collaboratori di questo magistrato che non stanno n6 in cielo n6 in terra. PRESIDENTE. Mi scusi, senatore *ualtieri, se la interrompo: lei mi deve dire sulla base d= quale norma io potrei non ricevere gli atti che vengono dal dottor Salvini e come potrei condurre una -ommissione d!inchiesta se restituissi gli atti al mittente. Mi rimetto al dottor .!,mbrosio0 siamo in seduta pubblica: abbiamo almeno il senso delle cose che diciamo> GUALTIERI. +on ho detto che dobbiamo respingerli0 dobbiamo vedere prima di tutto...

http:CCDDD.parlamento.itCparlamCbicamCterrorCstenogra)iciCsteno&.htm

?BC%AC?A%@

steno>

(agina ;< di <=

PRESIDENTE. Questa Commissione non deve diventare il Consiglio superiore della magistratura. I comportamenti del dottor Salvini e della procura di Milano vengono giudicati da un organo indipendente di autogoverno della magistratura. Noi abbiamo bisogno di capire la verit. GUALTIERI. Se per lei queste cose le inserisce nella sua relazione, allora la questione diversa. PRESIDENTE. Quando lei dovr discutere la mia relazione augurandoci c!e lo si possa "are "inalmente in #ula e non nei corridoi o al bar del Senato$ sarebbe gi un buon inizio allora lei potr proporre anc!e una sua contro relazione. GUALTIERI. Su questo pu stare tranquillo. PRESIDENTE. %ggi per andiamo avanti, dando modo anc!e agli altri colleg!i di intervenire per c!iedere al dottor &'#mbrosio e alla dottoressa (radella quanto desiderano conoscere. Mi permetto soltanto di dire c!e io questa sera c' il resoconto stenogra"ico !o detto c!e se la magistratura e gli apparati di sicurezza si muovono per bloccare l'inc!iesta, una responsabilit interna e politica italiana "uori discussione$ l'!o detto questa sera. PELLICINI. Soltanto una piccola premessa a""inc!) si possa capire poi la domanda. &ottor &'#mbrosio, lei !a detto sostanzialmente c!e sulla matrice di estrema destra nelle indagini non vi sono stati dubbi. *uttavia questa matrice di estrema destra, per le in"iltrazioni nella sinistra, riceveva copertura dal SI& e anc!e di carattere politico. +a prima domanda c!e le rivolgo questa, se ritiene di poter rispondere poic!) mi rendo conto in parte si tratta di una opinione$ c!i manovrava questi manovali, pi, o meno quali"icati, del tritolo+a seconda domanda la rivolgo anc!e alla dottoressa (radella. Sono d'accordo con lei c!e non esiste con"litto di competenza tra l'indagine Salvini prorogata nella istruttoria e le indagini svolte dalla procura. esistono per di "atto mi sembra di capire due indagini c!e possono avere entrambe per oggetto piazza /ontana. 0videntemente, se esistono ancora due indagini di "atto su piazza /ontana rispetto all'indagine pregressa c!e l'aveva portata ad assumere determinate convinzioni quanto c' ancora di valido- In altre parole, ancora aperta la questione piazza /ontanaD'AMBROSIO. Credevo di aver gi risposto a questa domanda, di aver gi c!iarito le complicit$ !o emesso due mandati di cattura per 1iannettini, un mandato c!e rimasto "ermo. !o emesso poi due mandati di cattura per (ozzan, uno per associazione sovversiva e l'altro per a strage di piazza /ontana. 1iannettini stato condannato in primo grado all2ergastolo insieme a /reda e 3entura. 4o detto anc!e c!e a mio giudizio non aveva giovato all'accertamento della verit la riunione dei due processi. Non voglio entrare nel merito delle sentenze, ma il "atto c!e si sia scagionato (ozzan mi !a lasciato veramente sgomento. %gnuno pu decidere quello c!e vuole, ma se un individuo viene "atto scappare da un servizio con un passaporto intestato a Mario 5anella, emesso dal Ministero degli a""ari esteri con tutti i crismi, e portato via dall'Italia in costanza di un mandato di cattura "irmato da me, evidentemente qualcosa secondo me c'entra, specialmente se alcuni, in epoca non sospetta 6parlo di 7overoni e *omasoni8, avevano ri"erito al commissario Iuliano c!e al vertice di questa organizzazione c'era arc!e questo custode del Con"igliac!i, l'istituto per i ciec!i, questo (ozzan, e se lo stesso 1iannettini mi dice c!e questi era la casella postale di /reda. Credo c!e quest'ultimo elemento "osse sicuro$ stando al Con"igliac!i, egli poteva essere un punto di ri"erimento per tutti i messaggi da inviare a /reda. +e responsabilit politic!e credo c!e siano sotto gli occ!i di tutti$ risulta non soltanto dagli atti della Corte d'assise di primo grado di Catanzaro ma anc!e da quanto tutti i politici e gli esponenti dei Servizi !anno dic!iarato. In particolare mi ri"erisco alle responsabilit relative al mantenimento del segreto in un caso in cui sicuramente il segreto non avrebbe dovuto essere mantenuto. 02 emerso tuttavia c!e i Servizi lo !anno "atto con l'avallo dei politici$ questa una responsabilit molto grave, riconosciuta tra l'altro in un'intervista dallo stesso #ndreotti. *utti in sede di dibattimento si sono poi de"ilati dietro i 9non ricordo9, ma un "atto certo$ non !o mai conosciuto militari c!e in casi di tali gravit non si consultassero cori i politici re"erenti. Questo mi pare c!iaro, appartiene all'esperienza di tutti. ormai la mia et ce l'!o anc!'io. 4o "atto questo mestiere per decenni$ i militari sentono molto l'0secutivo, lo sentono "ortissimamente. (er quale ragione noi magistrati abbiamo paura delle separazioni delle carriere- (robabilmente anc!e la magistratura, se venisse posta sotto l'0secutivo, sentirebbe la sua in"luenza. Non so quanti siano, ma mi son visto scavalcare nella 9carriera9 da gente c!e aveva "atto come me l'uditore, alla quale !o insegnato il mestiere. Questo c!e cosa signi"ica- +ei crede c!e questo non signi"ic!i nulla- +ei ritiene c!e siano numerosi quelli c!e come me pre"eriscono l2accertamento della verit, il bene del proprio paese agli interessi personali- Questo lo avrei "atto glielo assicuro anc!e se non avessi avuto la progressione automatica di carriera dal punto di vista dello stipendio. 7imango a Milano perc!), come diceva ieri il presidente della Corte dei conti, la corruzione c' ancora. Quello c!e si dimentica c!e la classe burocratica sempre quella del vecc!io regime$ non stata cacciata via. &i c!e cosa ci siamo lamentati "ino adesso- C!e la classe burocratica, c!e era indispensabile a quel sistema di collusione, rimasta. la classe politica se ne andata, cambiato il sistema di "inanziamento dei partiti 6ormai quella collusione non pi, possibile perc!) se si rispettano, cos: come abbiamo sempre detto "in dall'inizio, le direttive soprattutto della Corte di giustizia europea di""icile truccare gli appalti8, ma non dimentic!iamo c!e gli appalti venivano truccati dalla classe burocratica, non si truccavano da soli. 0ra possibile "ar vincere le gare d'appalto alle imprese c!e pagavano le tangenti ai partiti perc!) c2era una classe burocratica corrotta o collusa c!e ancora l:, non se ne andata. 0cco perc!) !a ragione il (residente della Corte quando dice c!e "inita la corruzione legata alla tras"ormazione abnorme dei partiti in apparati costosissimi$ quella sparita perc!) sono sparite quelle "orme di costituzione dei singoli partiti e perc!) stata modi"icata la legge sul "inanziamento. Comunque c' una legge Merloni c!e !a modi"icato gli appalti. %ra accade c!e le stesse imprese c!e una volta vincevano gli appalti riescano ancora a vincerli, ma perc!) praticano prezzi di gran lunga in"eriore a quelli praticati prima, a volte anc!e della met.

!ttp$AABBB.parlamento.itAparlamAbicamAterrorAstenogra"iciAsteno>.!tm

?@A;=A?=;<

steno;

*agina 26 di 5>

PRESIDENTE. L'argomento interessa me e molti colleghi, ma ritorniamo alla strategia della tensione. D'AMBROSIO. Mi scuso per la divagazione. PELLICINI. No, anzi, interessante. D'AMBROSIO. Sono uscito fuori dall'argomento perch ritengo di aver impegnato l'intera vita al servizio del paese e mi dispiace quando succede quello che sta succedendo adesso. Mi amareggia. Le responsabilit le sento, le ho sentite e le ho avvertite. PELLICINI. La mia seconda domanda si riferiva in realt al secondo filone di indagini, quello che alla procura porta avanti un po' alla garibaldina il dottor Salvini. !he rapporto ha con la vecchia indagine di cui lei parlava" Mi scuso per la domanda proprio da popolano, ma vorrei sapere perch c' la prosecuzione di due indagini su piazza #ontana. D'AMBROSIO. Non cos$, c' solo la nostra indagine che prosegue. %ssa prosegue per verificare ancora la responsabilit degli esecutori materiali che non erano stati colpiti dalla prima inchiesta o che non sono stati gi assolti. &nfatti non possiamo rifare il processo a chi stato gi assolto, per l'amor di 'io. !' una preclusione prevista dal codice. N cerchiamo di integrare la prova nei confronti di chi stato processato e assolto, sarebbe assurdo. !erchiamo ulteriori responsabilit a valle, se ci sono. (uello relativo a )orzi era un sospetto che era nato allora perch gi allora io sentii l'avvocato #orziati che fece il nome di )orzi come uno degli attentatori della scuola slovena e del ceppo di confine. *oi mandai gli atti al giudice competente ed andata a finire purtroppo con il proscioglimento. !redo quindi che per quei reati sia solo questo proscioglimento l'ostacolo da superare. (uando ho fatto quelle affermazioni che sono state riportate dai giornali + ,attenzione, non facciamo subito un mostro, + gi allora c'era una prova precisa che )orzi fosse l'autore di quegli attentati al ceppo di confine ed alla scuola slovena, ma il collegamento con la strage di piazza #ontana ancora da verificare e da provare. %- quanto stiamo cercando di fare ma credo che ci. non possa essere che l-oggetto di una sola parte dell'istruttoria. *oi ci sono altri obiettivi verso l'alto, naturalmente, mai verso il basso. PRESIDENTE. (ual il termine di scadenza delle vostre indagini" PRADELLA. 'ue anni in tutto da quando il procedimento stato iscritto nel registro degli indagati, senza proroghe. D'AMBROSIO. *oich procediamo con il nuovo rito, questi sono i termini previsti. FRAGALA-. 'ottor ''/mbrosio, la ringrazio per la disponibilit mostrata. Mi permetta di farle quattro domande relative all'excursus storico+giudiziario che lei ha fatto sulla prima inchiesta da lei condotta sull'attentato di piazza #ontana, in cui lei era giudice istruttore 0quella che sta seguendo adesso in veste di coordinatore del gruppo della procura la seconda1. Le risposte mi serviranno per integrare e modificare la bozza di relazione presentata dal senatore *ellegrino e comunque per svolgere una relazione di minoranza. &nnanzitutto desidero chiederle se all'epoca delle sue indagini del 2345+2346 lei sapeva se l'elettricista #abris apparteneva o no all'area mar7ista. Sapeva allora a quale area appartenesse" DAMBROSIO. Sapevo solo che era un elettricista che era stato avvicinato da #reda. FRAGALA-. Non avete fatto allora alcuna indagine per appurare a quale area politica appartenesse" D'AMBROSIO. Non ricordo, ma non credo. FRAGALA-. 8o elementi documentali, per tabulas come ha detto lei, che apparteneva all'area mar7ista. Ma desideravo sapere se lei avesse svolto indagini. PRADELLA. L'abbiamo sentito recentemente. FRAGALA-. % cosa le ha detto rispetto a questo tema, naturalmente fuori dal segreto istruttorio perch l'appartenenza politica di un soggetto non ha alcuna refluenza sulle indagini. PRADELLA. Non ha assunto alcuna determinazione in proposito. FRAGALA-. 'ottor ''/mbrosio, vorrei sapere se nella sua prima inchiesta le risultato che 9entura avesse consegnato a tale Marchesini noto esponente del *artito socialista italiano in !astelfranco 9eneto, armi e munizioni. DAMBROSIO. S$, mi risultato. FRAGALA-. 9orrei sapere se lei ricorda la telefonata tra #reda e 9entura intercettata il 2: aprile 23;3. &n questa intercettazione appare un numero< 3:=5=;. %- stato mai chiarito a che si riferissero queste cifre, non a chi ma a che si riferissero. in altre parole, vorrei sapere se nella prima inchiesta al dottor ''/mbrosio, giudice istruttore di allora, risultassero questi elementi. Naturalmente ringrazio la dottoressa *radella per la cortesia nel darmi eventualmente una notizia aggiornata.

http<??@@@.parlamento.it?parlam?bicam?terror?stenografici?steno;.htm

=6?2>?=>25

steno%

Pagina /" di $:

D'AMBROSIO. Mi pare che l'indagine fu fatta. Adesso non ricordo con precisione. Forse la dottoressa Pradella ricorda rneglio. PRADELLA. Si riferisce alla famosa ragazza presso cui si sarebbe potuto trovare il personaggio del quale stanno discutendo Freda e Pozzan. FRAGALA. Queste cifre !"#$#% a cosa si riferivano& PRADELLA. Si riferivano ad una abitazione privata. 'a persona individuata come collegata a tale abitazione privata ( stata sentita allora dal dottor )'Ambrosio e recentemente dalla sottoscritta e non sono emersi elementi di collegamento tra i personaggi e gli interlocutori. ''indagine ( stata ripetuta. D'AMBROSIO. Adesso la collega conferma che io feci l'indagine e sentii la donna. *omunque ( stata ripetuta anche dalla dottoressa Pradella. PRADELLA. *omunque non ( emerso nulla sotto questo profilo. FRAGALA. 'ei ricorda+ dottor )'Ambros,o+ che la sorella di -entura accus. un personaggio della sinistra di aver partecipato agli attentati ai treni dell'agosto /!%!. 'e chiedo se lei ci pu. dire adesso il nome del personaggio+ quali indagini siano state svolte sul medesimo allora 0poi la dottoressa Pradella mi dir1 se ora sono state svolte2 e se ( possibile ottenere una sua foto d'epoca. -oi avete nell'incarto processuale una foto d'epoca d, questo personaggio& PRADELLA. 3o. FRAGALA. Si tratta di un personaggio della sinistra accusato di aver partecipato agli attentati ai treni dell'agosto '%!. D'AMBROSIO. Forse a *atanzaro. PRADELLA. 'a sorella ( stata sentita dai giudici di *atanzaro. DAMBROSIO. Per noi era una persona che veniva a trovare il fratello. FRAGALA. Fu sentita in unistruttoria. D'AMBROSIO. *redo a *atanzaro. FRAGALA. Questo non l'ho controllato. PRADELLA. *redo che sia l'inchiesta del giudice istruttore 'edonne+ quella che termin. con l'ordinanza del /!4%. FRAGALA. 3emmeno lei+ dottoressa Pradella+ ha mai sentito la sorella n5 la storia degli attentati ai treni del '%!+ in cui -entura... PRADELLA. 3o, non abbiamo approfondito ancora questo tema di indagine. FRAGALA. Passiamo ora all'inchiesta attuale. *oncordo con lei sul fatto che c'( ben poco da tutelare sul piano del segreto di indagine perch5 ho circa cento fogli di agenzie stampa e notizie giornalistiche che parlano di questo. *redo quindi di potervi rivolgere qualche domanda. *i sono+ dottoressa Pradella+ anche le sue dichiarazioni. PRADELLA. 6o sempre censurato questa fuga di notizie che ha danneggiato indiscutibilmente le mie indagini. FRAGALA. -orrei per. capire innanzi tutto+ proprio per riprendere un tema che ( caro al senatore 7ualtieri+ perch5 voi ritenete che vi sia contrasto+ dal punto di vista dell'ipotesi di lavoro+ fra la vostra indagine e quella del dottor Salvini. PRESIDENTE. Questa ( una bella domanda. FRAGALA. A me sfugge+ come credo sfugga a tutti i membri della *ommissione stragi. RUSSO SPENA. A me non sfugge. PRESIDENTE. 3ella mia proposta di relazione o nel brano che citava prima la dottoressa Pradella+ ho detto8 le polemiche insorte fra i diversi uffici giudiziari attengono non gi1 al merito delle indagini+ quanto a profili formali attinenti alla giurisdizione+ alla competenza e alla regolarit1 nell'acquisizione delle prove. Pu. darsi che il contrasto oggi sia diverso o che fosse sin dall'inizio diverso9 per questo mi piace la domanda dell'onorevole Fragal1 che consente alla dottoressa Pradella di spiegarci se effettivamente c'( una direzione diversa dell'indagine+ oppure se la direzione ( la stessa+ e tutto attiene alla competenza e al merito dell'indagine.

http8<<===.parlamento.it<parlam<bicam<terror<stenografici<steno%.htm

#;</:<#:/$

steno7

Pagina 07 di 89

D'AMBROSIO. Credo di aver premesso fn dall'inizio che concordo con il senatore Pellegrino sulla difficolt del momento storico di svolgere unindagine del genere. Sono infatti passati ventisette anni, con gente che morta, e con gente che non c' pi, con l'impossi ilit praticamente di trovare riscontri oggettivi, se non !uelli che erano stati gi trovati, e con deposizioni che vengono rese da persone che sono pagate. " allora ho fatto in premessa !uesto discorso# attenzione, !ui non si tratta di contrasti. $o posso entrare in contrasto con uno che accerta !ualcosa che contraria a !uella che ho accertato io. %a in !uesto caso non mi sem ra che vi siano accertamenti di una certa consistenza, ma ci sono dichiarazioni rese da persone della cui attendi ilit non possiamo sapere niente, anzi della cui attendi ilit do iamo sospettare per il modo in cui sono state agganciate e trattate. &uesto !uel che dico. FRAGALA. 'ottor ''(m rosio, infatti mi aspettavo da lei una risposta di !uesto genere. $l pro lema del contrasto infatti riguarda esclusivamente il metodo processuale che lei ha denunciato come anomalo, addirittura irrituale, perfino ai limiti dell'a uso in atti di ufficio perch) si tratta di un metodo che evidentemente... D'AMBROSIO. *on ho parlato di a uso. FRAGALA. Si tratta di un metodo che travalica addirittura gli am iti e i perimetri normativi del vecchio codice di procedura penale. +ei un tecnico... D'AMBROSIO. $o ho parlato di nullit di atti. FRAGALA. "videntemente se il metodo talmente erroneo , definiamolo in !uesto modo , talmente anomalo da destare le preoccupazioni che ci avete esternato oggi, !uesto un dato di fatto che naturalmente non sta alla Commissione dirimere, ma c' il Consiglio superiore della magistratura. So peraltro che il giudice Salvini ha un ottimo difensore, che uno dei migliori procuratori d'$talia, !uindi si far difendere, mentre il tema... SARACENI. Pu- dire il nome del difensore di Salvini. FRAGALA. *on dico il nome di persone che non c'entrano con la nostra audizione. SARACENI. &uesti ammiccamenti non vanno ene. FRAGALA. *on sono ammiccamenti. PRADELLA. %i sem ra che sia il Procuratore nazionale antimafia. FRAGALA. %a che importanza ha il nome del difensore del giudice Salvini. PRESIDENTE. +a prima domanda, onorevole /ragal, mi sem rava interessante, ma !ual ora la domanda. FRAGALA. +a domanda la seguente. Scontato il pro lema del metodo erroneo o anomalo, che per- un terreno su cui noi non possiamo e non vogliamo assolutamente entrare, mi chiedo# rispetto agli indirizzi di indagine, per dirla chiaramente, il giudice Salvini sostiene la tesi storico,giuridica o l'ipotesi di lavoro di indagine , la chiami come vuole , che la strage di piazza /ontana, e comun!ue le stragi e la strategia della tensione, che il tema del nostro di attito, a iano come esecutori gli estremisti, le forze della eversione di destra, che comun!ue venivano teleguidati secondo una regia internazionale in cui c'entravano la C$( e le agenzie di cui parla la ozza di relazione del senatore Pellegrino. " !uesto, dice Salvini, per impedire il compimento , secondo il suo punto di vista politico, evidentemente, non pi giudiziario , della democrazia italiana, per lasciarla , sempre secondo il punto di vista di Salvini , una democrazia imperfetta, in cui un grande partito della sinistra non potesse andare al potere. &uesta la tesi di Salvini. +a tesi che risulta da !uel che lei ha dichiarato pu licamente nel convegno del 01 dicem re, riportato da tutte le agenzie di stampa e dai giornali di tutta $talia, praticamente identica2 solo che lei dice che la pista nera, ma tutta italiana2 la C$( non c'entra, e comun!ue lei sostiene che tutto fu fatto per impedire la crescita democratica del Paese2 per impedire al Partito comunista italiano di andare al 3overno. Poi che naturalmente la crescita democratica del paese coincidesse con l'andata del Partito comunista al potere una sua idea politica che contrasta completamente con la mia. +e chiedo concretamente, perch) mi sfugge la differenza, dal punto di vista dell'indirizzo di indagine e dal punto di vista dell'ipotesi di lavoro, a !uesto punto pi storico,politica che giudiziaria, dove la differenza tra la sua impostazione e !uella, come risulta da !uesto convegno, dai giornali, dagli atti di Salvini. PRESIDENTE. " una curiosit che ho anche io. D'AMBROSIO. $nnanzitutto io credo che se un partito che unanimemente riconosciuto rientrare nell'arco costituzionale, come si diceva una volta, cresce e se ne vuole impedire la crescita, non si fa una cosa democratica. $l senso del mio discorso !uesto. Per !uanto riguarda il coinvolgimento della C$( credo che vi sia anche nella relazione l'accenno all'interesse degli Stati 4niti in genere. +a !uestione che c'eravamo posti e che era un'ipotesi di lavoro che potesse essere gestita dalla C$(. $n effetti non risultato dall'inchiesta che a iamo fatto noi al tempo nessun contatto di un agente della C$(, direttamente o indirettamente, con uno degli esecutori di !uesta cellula veneta che noi ritenevamo aver attuato !uesta strategia della tensione. ''altra parte risultato e risulta anche dalla vostra inchiesta che sul piano internazionale i provvedimenti perch) il Partito comunista o l'$talia non entrasse nella sfera dei paesi orientali o che sotto la pressione orientale uscisse dalla *(56, erano stati presi in maniera diversa e ufficiale, tanto vero che era stata creata una struttura ufficiale, la 3ladio, come voi avete scritto. $o mi attengo !uindi ai fatti# se se ne occupato in !ualche modo lo ha fatto per un settore. Per !uanto riguarda !uest'altro settore io dico !uello che

http#;;<<<.parlamento.it;parlam; icam;terror;stenografici;steno7.htm

1:;09;1908

steno3

'agina 1? di E@

emerso con assoluta certezza dall'indagine che stata fatta e che non ci porta sulla strada che adesso sta percorrendo Salvini. Non conosco tutti gli atti dell'indagine di Salvini per mi sembra di aver rilevato una cosa abbastanza importante: che qui si parla solamente di referenti di destra nei confronti di appartenenti a forze della NAT . !he la NAT o i servizi della NAT "che probabilmente erano quelli della !#A$ avessero interesse a conoscere delle cose italiane% con la strategia della tensione mi sembra abbia poco a che fare. Non vi quindi un contrasto% vi un problema di validit& di elementi raccolti. !he ci potesse essere un interesse di tutti che l'#talia rimanesse nella sfera occidentale mi sembra chiaro: abbiamo aderito alla NAT e vi ha aderito lo stesso 'artito comunista. !iononostante questa strategia vi stata. (ueste sono constatazioni) come giudice non posso fare delle illazioni o delle ipotesi che non siano convalidate da riscontri oggettivi% da prove serie. (uelle che avevamo erano convalidate da prove. Avevamo i contatti di *iannettini con questa cellula) *iannettini si comportava in determinati modi facendo questi rapporti% aiutandone l+infiltrazione% aiutando questo gruppo e d'altra parte , attenzione- , avevamo un *iannettini che pur essendo un esperto militare metteva in guardia sul come fare le bombe% perch. non dovevano essere attentati da far ricadere sulla /estra o sui Servizi ma dovevano ricadere sulla Sinistra. #o non formulo delle ipotesi se non ho degli elementi concreti su cui appoggiarle. PRESIDENTE. !ome metodo giudiziario mi sembra correttissimo. Storicamente per% nel momento in cui sappiamo che in #talia strutture dei Servizi tendono ad attivare elementi di queste reti clandestine perch. mettano le bombe in maniera tale che la responsabilit& possa andare sulla Sinistra e vediamo da documenti% che negli Stati 0niti sono ormai pubblici% che questo schema operativo si riproduceva in tutta l'Alleanza atlantica% possiamo pensare veramente che in un paese come l'#talia tutto quello che avviene dal 1232 al 1245 sia avvenuto senza che .gli alleati lo sapessero e in qualche modo lo convalidassero6 Non voglio dire il governo degli Stati 0niti% ma quelle parti degli apparati che erano sicuramente legate ai nostri apparati. 7o dico francamente: quando leggo la relazione Anselmi sulla '8 e vedo che gli Stati 0niti non sono mai nominati resto fortemente perplesso. 9i domando quale forma di autocensura ha portato% ad esempio% a non fare nessun riferimento ad un quadro internazionale quando con me 'residente di questa !ommissione abbiamo sentito l'ammiraglio 9artini% capo del servizio segreto militare% che ci ha detto che questo un paese dove i Servizi segreti stranieri hanno sempre fatto ci che volevano e che tutto quello che facevano spesso era inseguire gli altri Servizi per metterci d'accordo o meno. :oglio dirlo con chiarezza per la stima che ho nei suoi confronti e nei confronti dell'ufficio di cui fa parte: la cornice internazionale per me non serve a giustificare% serve a capire che le responsabilit& internazionali non escludono le responsabilit& interne% solo che consentono di situare quelle responsabilit& interne come anelli di una catena pi; lunga. 'er che in questo paese% in quegli anni% potesse avvenire tutto quello che successo in una logica puramente interna non lo credo. Sarebbe come pensare che i colonnelli hanno preso il potere in *recia da soli% o che quello che era successo in Turchia avvenuto al di fuori di ogni logica di collocamento internazionale. 9i sembra un'ipotesi culturalmente riduttiva% che non giustifica niente. <+ chiaro che gli input dovevano passare per una catena nazionale% se l'ipotesi valida. FRAGALA+. /ottor /'Ambrosio% il problema complessivo questo% per cui le chiedo un suo parere come coordinatore dopo venticinque anni dell'inchiesta madre di tutte le inchieste sulla strategia della tensione. Se fosse vero quanto da lei sostenuto in quel convegno nelle sue dichiarazioni sulla strategia della tensione e sulla strategia delle stragi mirata ad impedire l+andata al potere del 'artito comunista di allora% =tutto questo , ha proseguito /'Ambrosio , per fermare una Sinistra seria "questo lo dice lei naturalmente$% il 'artito comunista pi; forte d'occidente in crescita impegnato nella riforma del regime urbanistico per sottrarre% eccetera=. D'AMBROSIO. Non ho detto che stava andando al potere% si trattava di una crescita. !redo di avere la registrazione di quest'intervento. FRAGALA+. 7a bomba fu messa per fermare =la crescita democratica del 'aese e impedire al 'ci di andare al governo=. DAMBROSIO. (uesto diverso% perch. al governo si pu andare anche in coalizione: ci andava il 'artito socialista portando con s. il 'artito comunista. >ino all'altro ieri si parlava di consociativismoFRAGALA+. 9i scusi% dottor /'Ambrosio: lei come concilia questa sua ipotesi di lavoro rispetto invece ad una linea di accertamenti e di risultati che sono venuti a conoscenza della !ommissione stragi: i Servizi% deviati o no "io li chiamo Servizi e basta$% e tutta la strategia della tensione% in #talia) le stragi che sono avvenute dal 1232 in avanti e poi dal 12?@% con >eltrinelli che saltava nel traliccio numero ?1 di Segrate e !amilla !ederna che sosteneva che era stato ucciso dalla 'olizia e che si trattava dA un attentato del regime che voleva impedire al '!# di andare al governo) e poi tutti i depistaggi nella strage di 0stica% nella strage di Bologna% a piazza della 7oggia a Brescia organizzati dai Servizi per attribuire alla /estra politica italiana% oltre che alla cosiddetta /estra eCtraparlamentare% la responsabilit& delle stragi , e questo ci risultato in tantissimi documenti ,) il fatto che in una riunione del comitato interministeriale di sicurezza del D agosto 124@ i 9inistri presenti% con il 'residente del !onsiglio% il !apo della polizia e i capi dei Servizi sostenevano che bisognava organizzare "per esempio in quella occasione% per 0stica e per Bologna$ il depistaggio ai danni della /estra. CALVI. !i sono sentenze passate in giudicato% al riguardo. FRAGALA+. !i sono ottantuno vittime relative all'abbattimento dell'aereo #tavia che sono ancora prive di giustizia% e ci sono "ha detto bene l'avvocato !alvi$ tanti colpevoli fuori e alcuni innocenti in galera. 7e chiedo come sia possibile che quello stesso regime% quegli stessi Servizi deviati o no% quelle stesse strutture di regime che volevano... PRESIDENTE. 9i scusi% onorevole >ragal&% ma abbiamo compreso il senso della sua domanda% che tesa a comprendere perch. i Servizi% che si avvalevano di soldati% di manovalanza di destra% per impedire che...

http:FFGGG.parlamento.itFparlamFbicamFterrorFstenograficiFsteno3.htm

85F1@F8@1E

steno6

Pagina <= di >7

FRAGALA. ...facevano depistaggio ai danni della Destra: com' che questi volevano impedire al PCI di divenire, invece, il partito d'ordine della crisi Moro D'AMBROSIO. !orrei sottolineare che io mi sono occupato della strage di pia""a #ontana. In premessa ho ricordato che non c' niente che a$$ia pi% for"a dei fatti e i fatti, per la strage di pia""a #ontana, dimostrano esattamente il contrario di quello che ha detto lei. &ul resto non rispondo, perch' non ho istruito io quei processi, e quindi non posso farlo. TASSONE. #ar( qualche $revissima domanda, perch' non voglio fare nessun commento di ordine politico, anche se alcune valuta"ioni spingono a commentare politicamente alcune dichiara"ioni rese in questa audi"ione) vorrei per( porgere alcune domande rispetto alle cose che ha affermato, visto e considerato che lei rappresenta un po' la memoria storica di tutta una vicenda che ovviamente ha condi"ionato ed ha gravato pesantemente sulla storia del nostro Paese. *ei ha fatto riferimento pi% volte +mi sem$ra due o tre, a Morlino, che stato, oltre che senatore e ministro, anche Presidente del &enato, Ministro di gra"ia e giusti"ia, Ministro del $ilancio e della programma"ione economica, oltre ad essere stato !ice segretario na"ionale della Democra"ia cristiana e poi, come detto, -uardasigilli, vice presidente del &enato e Presidente del &enato) ho fatto questo excursus per mettermi al passo col dottor D'.m$rosio che ha sfoderato sen"a alcun appunto una serie di nomi, di atti e documenti, con una capacit/ di cui gli do atto: cerco quindi solo di non far fare $rutta figura al potere legislativo. D'AMBROSIO. .rrossisco per il complimento0 TASSONE. !orrei capire se una sua impressione che da quella casa, da quegli incontri sia venuto fuori un disegno anche di copertura !oglio ricordare, alla Commissione e a lei, che Morlino era il secondo rappresentante della piccola corrente di .ldo Moro che poi, dopo tanti anni, stato sequestrato ed ucciso dalle 1rigate rosse) vorrei un suo giudi"io sui fatti, non sulle impressioni. !orrei poi capire perch' la magistratura, di fronte ad alcune insufficien"e, anche di alti magistrati, non ha assunto qualche ini"iativa forte rispetto a tali insufficien"e, considerato che a$$iamo un arco complessivo di coinvolgimento di poteri dello &tato. Credo che lei a$$ia fatto un quadro preciso per quanto concerne l'aspetto politico, ma sono coinvolti altri corpi, altri poteri dello &tato. C'era qualcuno che molti anni fa parlava di 2poteri separati dello &tato2, di 2poteri forti dello &tato2. !orrei ancora rivolgere due domande. Devo fare questa prima domanda perch' sono di Catan"aro: lei ha fatto riferimento a #reda ed un cenno, molto puntale e $en preciso, ad un raccordo tra #reda e la societ/ o, quanto meno, ai salotti della citt/. D'AMBROSIO. *'ho letto sui giornali0 TASSONE. 3 una sua impressione, questa degli elementi relativi a questi inviti di #reda nei salotti4$ene della citt/ di Catan"aro, perch' non c' du$$io che c' un collegamento o una copertura. *e pongo ora l'ultima dornanda. &ono d'accordo sul fatto che ci sono stati coperture e depistaggi) non entro nel merito della questione di &alvini e degli altri, che mi lascia un po' perplesso per quanto mi riguarda, fra le altre cose perch' a$$iamo un quadro anche di tutti i poteri della politica e della magistratura quanto meno sfilacciato, per cui il dato della verit/ si allontana sempre di pi% rispetto agli intendimenti di questa Commissione e del nostro Paese. 5ella sua lunghissima esperien"a ha avuto qualche riscontro che anche... In questo nostro Paese c'era un disegno molto forte, si tratta di un Paese 4 $adi $ene 4 che per la lunga esperien"a parlamentare di molti di noi non vedeva passare, anche negli anni '67, '68 e '97, nessun provvedimento forte sen"a anche un coinvolgimento da parte della minoran"a, dell'opposi"ione) i fatti importanti, le grandi scelte parlamentari che riguardavano tutto il Paese venivano anche dal coinvolgimento dell'opposi"ione. &e tutto questo potuto avvenire fuori, attraverso una serie di poteri, di strumenti, di strutture, di articola"ioni possi$ile secondo lei +le chiedo di dirmi se ha avuto qualche riscontro, le chiedo solo questo, le prove e non soltanto, ovviamente, le impressioni, che ci portere$$ero ad un di$attito di carattere politico,, lei ha avuto qualche riscontro che anche altre parti dell'opposi"ione del nostro paese a$$iano avuto non una conniven"a ma quantomeno una disatten"ione rispetto a quello che veniva fuori come strategia della tensione 5on c'erano delle posi"ioni estreme all'interno di questo nostro paese anche dall'altra parte, e che avevano tutte le inten"ioni perch' una strategia della tensione avvenisse e perch' si ri$altasse l'ordine costituito In fondo, poi, nell'o$iettivo di ri$altamento dell'ordine costituito credo che ci sia una convergen"a degli estremismi, sia di destra che di sinistra. DAMBROSIO. :ispondo naturalmente per quel che mi risulta. Io ho fatto riferimento all'avvocato Morlino perch' ho letto gli atti della Commissione .lessi e le posso con tutta tranquillit/ dire che egli non partecip( a quella riunione, per quel che emerso dall'inchiesta del senatore .lessi. 5on ho alcuna difficolt/ a fare questo. Io ho fatto riferimento alla casa, cio al luogo in cui avvenuta la riunione di quelle persone che invece parteciparono attivamente. *'avvocato Morlino ha sempre goduto della mia stima, stato anche mio Ministro, ci ho parlato una volta siamo andati anche insieme ad un convegno, per cui niente da dire. Per quanto riguarda Morlino, quindi, ho fatto solo un riferimento e posso confermarle, se lei lo gradisce, che effettivamente dagli atti della Commissione .lessi risulta che non partecip( alla riunione. #orse si limit( a dare la propria casa perch' c'era un pro$lema che era stato sollevato credo da &egni, mi pare cos; di ricordare, perch' Moro aveva chiesto che De *oren"o andasse nel suo ufficio e invece &egni aveva detto che gi/ erano andati altri, che era andato anche da lui, cos; come il Capo di &tato maggiore, per cui era meglio che la riunione avvenisse in luogo diverso e mi sem$ra che risulti che l'onorevole Moro avesse indicato la casa di un suo amico, che era poi Morlino, dove poter fare la riunione. Ma mi risulta anche, cos; come ho letto, che lui non partecip( a questa riunione, quindi non c'entra niente. Per quanto riguarda i magistrati, certo, ho detto che ognuno di essi ha evidentemente il proprio $agaglio culturale, il proprio modo di comportarsi, la propria professionalit/ e credo che questo conti moltissimo, per cui ognuno si sar/ regolato in un certo

http:AABBB.parlamento.itAparlamA$icamAterrorAstenograficiAsteno6.htm

?@A<7A?7<>

steno;

$agina 34 di 9:

modo. Che poi ci possano essere state contiguit, queste sono ipotesi non dimostrate. Non c' alcuna prova che i magistrati che hanno spostato il processo a Catanzaro abbiano ricevuto sollecitazioni politiche e forse se le cercassimo adesso sarebbe troppo tardi, perch la maggior parte di loro credo sia gi nell'aldil. Quindi non posso darle una risposta neanche su questo. ! probabile che ci siano stati rapporti precisi, dei modi di vedere assolutamente identici. "o visto magistrati che adesso sono diventati #inistri, che avevano delle idee diametralmente opposte alle mie e con le quali ho polemizzato. Non ho alcuna remora a dire che ci sono magistrati che la pensano in maniera diversa. $er quanto riguarda le frequentazioni di %reda, sono cose che o ho letto sui giornali o mi sono state riferite e mi sono rimaste in mente. PRADELLA. &orrei aggiungere, proprio perch sono in contatto costante sia con il procuratore capo della 'epubblica di Catanzaro, dottor #ariano (ombardi, che era pubblico ministero all'epoca, sia con i sostituti procuratori antimafia #acri e (edonne, che vi sono collegamenti anche in epoca recente tra )elle Chiaie e %reda, alcuni personaggi di spicco della 'ndrangheta calabrese e alcune personalit politiche calabresi. Questi contatti costituiscono specifico oggetto di una indagine in corso, che sfociata attualmente in dibattimento, indagine relativa alla cosiddetta operazione *+limpia*. FRAGALA!. Quindi contatti non penalmente rilevanti, D'AMBROSIO. Non volevo dire questo perch non sapevo se ci- potesse danneggiare l'indagine di Catanzaro. Comunque, sono cose che succedono. $er quanto riguarda la disattenzione delle altre parti politiche, direi che per lo meno per quanto riguarda il periodo in cui ho condotto l'istruttoria il problema della strategia della tensione stato seguito con grande attenzione non solo dal $C., per le stesse complicit che potevano esserci state a livelli molto alti. 'icordo che sono stato ricusato da %reda perch dicevano che ero socialista. Questo lo ricordo perfettamente/ sono stato ricusato, ma poi la Corte d'appello ha rigettato la ricusazione proprio mentre stavo per fare l'ordinanza di rinvio a giudizio. Quindi, non mi pare ci sia stata disattenzione, anzi, c'erano alcuni partiti che avevano interesse a che venisse fuori questa verit. TASSONE. Non qualche forza politica, ma qualche segmento di forza politica non aveva interesse che venisse fuori la verit. D'AMBROSIO. Questo non lo so, quello che so, evidentemente, che c'erano delle forze. $oi, c' stata anche un'istanza di ricusazione nella richiesta di %reda. STANISCIA. )ottor )'0mbrosio, lei ha detto che la magistratura sub1 l'influenza dell' secutivo/ fno a quando questo si verificato, 2i verificato solo per le stragi, $oi, ha detto che la polizia non ha sempre collaborato con la magistratura/ fino a quando e solo per questo aspetto, 0 un certo punto del suo intervento ha detto che qualcuno suggeriva certi comportamenti/ chi era, D'AMBROSIO. 2ul fatto che la magistratura abbia subito condizionamenti ho citato degli esempi. %ino a quando li ha subiti e se li subisca ancora non lo so, io non li ho mai subiti. $u- darsi che ci sia qualcuno che li abbia subiti. Questo non lo so dire. "o citato i casi di cui ero a conoscenza e mi pare che obiettivamente ci siano stati dei condizionamenti. STANISCIA. (ei ha detto che la magistratura ha subito l'influenza dell' secutivo in un certo momento, non ha parlato del suo caso. D'AMBROSIO. "o detto che in quel periodo la magistratura subiva i condizionamenti. STANISCIA. "o chiesto fino a quando. DAMBROS1O. .l discorso varia da magistrato a magistrato. &i sono magistrati che probabilmente ancora adesso li subiscono, ve ne sono altri che forse non li hanno mai subiti. Non lo so, questo non lo posso dire. $osso citare i casi in cui ho intravveduto una certa subordinazione della magistratura rispetto ad un certo timore reverenziale nei confronti dell! secutivo. )'altra parte non mi pare che sia una cosa di molto tempo fa/ siamo stati accusati anche noi di #ani $ulite di essere stati inerti fino al 3445. LOIERO. Quindi l'avete subita prima, DAMBROSIO. .o sostengo che non l'abbiamo mai subita e che ci hanno sempre fermato, tant' vero che alla $rocura di #ilano, perlomeno, spostavano i processi6 non so se altri hanno subito analoghe decisioni. )'altra parte 7questa un'altra premessa che ho fatto8 abbiamo il timore di subire dei condizionamenti, perch vi sono responsabilit da coprire che forse non devono emergere, tant' vero che ci impegnammo in prima persona, senza utilizzare la polizia/ mi sono impegnato io allora e sto facendo impegnare direttamente loro adesso. 2i tratta di raggiungere la verit senza possibilit che poi si dica/ *va bene, ma la verit l!avete raggiunta in questo modo*. PRADELLA. &orrei aggiungere che, come metodo d'indagine, stiamo conducendo personalmente decine e decine di interrogatori, delegando pochissimo alla autorit di polizia giudiziaria. 0bbiamo provveduto a leggere direttamente circa quattrocento dei famosi faldoni sequestrati al #inistero dell'interno, anche per avere un impatto diretto, come magistrati, sul materiale cartaceo acquisito. DAMBROSIO. (e nostre indagini sono ancora coperte dal segreto istruttorio6 emergeranno poi i risultati derivanti dall'esame di queste carte. FRAGALA!. )ottor )'0mbrosio, lei ha gi dichiarato che non ci sono prove.

http/==>>>.parlamento.it=parlam=bicam=terror=stenografici=steno;.htm

5<=3:=5:39

steno;

$agina 5: di 9:

D'AMBROSIO. "o dichiarato che non ci sono prove di altre responsabilit, vi sono per- prove di condizionamento. &i ricordate che sono stati incriminati dei funzionari dell'ufficio 0ffari riservati nel processo di piazza %ontana o non lo ricordate, PRESIDENTE. )ottor )'0mbrosio, ha gi sottolineato prima questo punto. LOIERO. 2ignor $residente, vorrei formulare una domanda telegrafica. )ottor )'0mbrosio, lei ha scritto e pi? volte ripetuto anche questa sera che potremmo raggiungere una verit storica e non giudiziaria. .o capisco cosa vuol dire con tale affermazione, per- vorrei che lei chiarisse meglio questo punto e le dico anche il perch. 2entendola stasera, per la prima volta in maniera organica 7in precedenza l'ho vista soltanto in televisione o nel corso di qualche intervista8, ho avuto l'impressione, nella puntigliosit e meticolosit dell'affresco che ha tracciato, nella memoria vivissima che ha esibito, di alcuni elementi forti di tipo storiografico. (e faccio un esempio/ lei ha ricordato che ad una riunione importante non partecip- il senatore @aviani, che era allora #inistro dell'interno/ ci- potrebbe significare qualcosa. (ei ricorda che una sentenza fu accolta da un avvocato con un grande sorriso. D'AMBROSIO. .l nome )elle Chiaie. LOIERO. "o capito perfettamente, ma guardi che le sto dicendo una cosa che non negativa. #i scusi se sono un po' disordinato, ma la pregherei di rispondere alla mia domanda. (ei, a un certo punto, ha detto/ *da allora mi accorsi che della polizia non ci si poteva fidare*. Questa affermazione, che di una gravit devastante, ha avuto conseguenze nel prosieguo delle indagini, (e ho riproposto questa domanda perch le era gi stata rivolta in precedenza da un mio collega, ma lei non ha risposto. DAMBROSIO. $ensi che siamo stati costretti a fare indagini quasi completamente da noi e che ci siamo avvalsi soltanto della Auardia di finanza. LOIERO. Queste sue affermazioni sono di una gravit inaudita. )avanti a situazioni di questo genere vi sono conseguenze ineludibili. D'AMBROSIO. $er le altre indagini non per questa/ io posso rispondere con precisione su questa indagine e non su altre. PRESIDENTE. 2enatore (oiero, il dottor )'0mbrosio ha spiegato qual era il rapporto tra la $olizia di 2tato e l'autorit giudiziaria negli anni in cui si sono svolte le indagini su %reda e su &entura, non oggi. D'AMBROSIO. Come ho detto chiaramente/ come ci si poteva fidare di una polizia che non ci comunicava i risultati degli accertamenti che aveva effettuati, "o detto o non ho detto che il negoziante delle borse d1 $adova si era recato dalla polizia e che la polizia non ci aveva informato di ci-, Come ci si pu- fidare di persone che non informano l'autorit giudiziaria, LOIERO. ! sacrosanto quello che lei ci dice. 2i d il caso per- che lei abbia detto che/ *da allora mi accorsi che della polizia non ci si poteva fidare*. Presidenza del vice presidente MANCA D'AMBROSIO. "o affermato ci- ma sempre in riferimento alle indagini sulla strage di piazza %ontana. )'altra parte mi sembra che in tutti gli altri casi che ho curato, mi sono fidato ed ho utilizzato a piene mani la polizia, che ha lavorato benissimo. .n un caso per- in cui vi era il sospetto che la polizia potesse essere condizionata dall' secutivo nell'informare o meno l'autorit giudiziaria, perch bisognava coprire determinate vicende o non bisognava arrivare a determinate verit o, ancora, la verit di 2tato doveva essere quella, chiaro che non mi dovevo fidare. .o ho enunciato i fatti, siete voi che dovete esprimere dei giudizi, non io. .o vi racconto i fatti che conosco. LOIERO. #i interessa come giornalista la differenza da lei richiamata6 non una cosa grave, ma vorrei che lei la ripetesse. CORSINI. Noi l'abbiamo capita. LOIERO. .o non l!ho capita, la mia domanda retorica. D'AMBROSIO. Non ho nessuna difficolt a chiarire questo mio pensiero. C' una verit storica indiscutibile che desunta da tutti gli interventi che ci sono stati/ se ci sono stati degli interventi, questi per- non sono stati fatti nei confronti, ad esempio, del processo &alpreda. Quando il processo era di competenza della $rocura di 'oma nessuno ha detto di non farlo a 'oma ma a #ilano. 2e si interviene invece puntualmente e nei momenti pi? cruciali su un'altra istruttoria vuol dire, secondo me, ma credo secondo tutti, che quella istruttoria si sta avvicinando all'accertamento della verit. Quindi, dal punto di vista storico, viene fuori una verit6 e se non si raggiunta una verit giudiziaria proprio a causa di questi interventi. CALVI. &orrei aggiungere un dato che lei ha proprio ora sottolineato/ nessuno disse che la competenza era della $rocura milanese e non di quella romana. &orrei ricordare che a 'oma il collegio di difesa sostenne la competenza territoriale in istruttoria oltre che in dibattimento della $rocura milanese, ma essa fu rigettata/ una aggiunta a quello che lei ha detto. Presidenza del presidente PELLEGRINO

http/==>>>.parlamento.it=parlam=bicam=terror=stenografici=steno;.htm

5<=3:=5:39

steno

Pagina "1 di >?

D'AMBROSIO. Questo confermerebbe quello che si diceva: se faceva piacere si lasciava la competenza ad una determinata Procura, altrimenti si cambiava. CALVI. Freda e Ventura sono stati condannati a quindici anni di reclusione per il reato di associazione sovversiva e per tutti gli attentati del 19 9, con la sola insufficienza di prove per l!attentato del 1" dicembre. #alla stampa ho potuto leggere che tra i fascicoli che sono stati rinvenuti di recente vi sarebbe un reperto, cio$ due o tre frammenti tra cui un timer della bomba che esplose sul treno a Pescara l!% agosto 19 9. Vorrei rivolgerle due domande, sempre che la risposta non leda le indagini e sia coperta dal segreto. Vorrei sapere quando fu archiviato questo reperto. &noltre, se lo stesso fosse stato consegnato, come avrebbe dovuto essere, all!autorit' giudiziaria e non conservato dalla polizia, avrebbe potuto giovare all!accertamento della verit' che comunque poi fu accertata successivamente per altre vie( PRESIDENTE. )ffinch* io possa capire, l!attentato cui si riferisce quel reperto $ uno di quelli per cui c!$ il giudicato di condanna di Freda, Ventura, che vengono poi richiamati nella sentenza di +ologna( CALVI. Freda e Ventura sono stati condannati per associazione sovversiva e per tutti gli attentati commessi fino all!agosto. &n uno di questi ,cos- sembra, perch* le notizie che conosco sono quelle giudiziarie e quindi quelle certe. dai giornali appare che nell!archivio recentemente rinvenuto si sarebbe ritrovato anche un reperto relativo agli attentati dell!%/9 agosto a Pescara su un treno. 0i pu1 conoscere la data in cui tale reperto fu archiviato( 2a soprattutto: se questo frammento, questo timer fosse stato come doveroso, consegnato subito ai magistrati avrebbe potuto agevolare le indagini o invece le ritard1, anche se poi la verit' fu trovata successivamente per altra via( D'AMBROSIO. Per quanto riguarda quel reperto, si trattava dell!orologio 3hula di cui eravamo gi' a conoscenza, quindi non spostava assolutamente niente. 4erto mi sembra grave che un reperto sia stato tenuto l-: il giudizio apparteneva alla magistratura, per una questione di differenza di ruoli. PRESIDENTE. 2i faccia capire bene questo problema dell!orologio. DAMBROSIO. 5!orologio 3hula era stato impiegato in tutte le bombe, che complessivamente erano dieci: due di esse non esplosero, per cui di orologi 3hula ne furono trovati pi6 di uno. PRESIDENTE. 4!era allora gi' certezza all!epoca che, almeno in parte, l!ordigno che esplose a piazza Fontana era simile agli ordigni esplosi sui treni fino all!agosto( D'AMBROSIO. 7o8 l!orologio 3hula era una cosa mentre i timer erano un!altra, anche se entrambi avevano la stessa funzione: quella di far esplodere l!ordigno dopo un periodo di tempo determinato. PRESIDENTE. 5!orologio 3hula a che cosa serviva( D'AMBROSIO. 5!orologio 3hula era venduto dalla 0tanda: si trattava di un tipo di timer che si attivava mettendo un punteruolo nella plastica e legandovi un filo metallico8 legando un altro filo alla cassa all!atto del contatto tra la lancetta ed il punteruolo, si realizzava la chiusura del circuito elettrico e l!ordigno quindi esplodeva. PRESIDENTE. Quindi la parte di reperto che $ stata ritrovata al Viminale non c!entra niente con come era fatta la bomba di piazza Fontana. DAMBROSIO. 7o, c!erano delle analogie. 4redo che l!orologio 3hula fosse stato usato negli attentati precedenti, certamente era stato usato nell!ordigno collocato il "9 luglio 19 9 al Palazzo di :iustizia di 2ilano. ;uttavia, negli attentati di agosto tutti gli ordigni che non esplosero erano mandati dall!orologio 3hula. Perci1, al di l' di quella che pu1 essere stata una dimenticanza, certamente il non aver saputo che anche l!ordigno che non era esploso era comandato da un orologio 3hula non ha cambiato gran che. 3esta grave il fatto che non lo abbiano consegnato, cos- come $ grave che avessero conservato i reperti delle borse e non li avessero consegnati all!autorit' giudiziaria di 3oma. Quando si parla di diffidenza si fa riferimento proprio a questo: di qui derivava la diffidenza. 4os- come resta molto grave il fatto che il fascicolo sui reperti relativi alla bomba inesplosa a Verona $ stato distrutto immediatamente, pur essendo stata pubblicata da tutti i giornali la notizia che gli attentati erano stati dieci. Parlo di quel fascicolo che conteneva quel foglio di carta extra strong che poi ritrovammo nello studio di Freda. #ai fascicoli risulta invece che era stata individuata la tipografia: abbiamo sudato sette camicie per individuarla. 4!era pertanto un certo tipo di controllo, di selezione delle notizie da darci o da non darci: questa era l!impressione. CALVI. 4!era un<indagine del tutto autonoma e parallela che non veniva comunicata alla magistratura, secondo lei( D'AMBROSIO. =o letto solo velocemente gli atti e non ho fatto ancora un quadro completo della situazione8 l!impressione che se ne ha $ che all!ufficio )ffari riservati fossero comunicate tutte le indagini dagli organi periferici di polizia giudiziaria, che sono poi gli uffici politici8 successivamente venivano selezionate le notizie da dare all!autorit' giudiziaria. CALVI. 5ei poco fa faceva cenno al dottor 3ussomanno dell!ufficio )ffari riservati, come colui che invi1 lo spezzone di borsa rinvenuto a 3oma ,mi sembra presso l<altare della patria..

http:@@AAA.parlamento.it@parlam@bicam@terror@stenografici@steno .htm

"9@1?@"?1>

steno0

&agina ,, di B4

D'AMBROSIO. Questa una constatazione che facemmo in seguito noi, vedendo le fotografie dei reperti: scoprimmo cos che quel frammento era fra i reperti fotografati presso l'altare della patria. Quando essi mandarono il reperto in Germania dissero che l'avevano rinvenuto presso la Banca nazionale del lavoro. Questa era la differenza. CALVI. Diciamo che erano dei grandi pasticcioni. n ogni caso, !ussomanno invia questo frammento, che viene conservato presso l'archivio. "ei poco fa ricordava anche le indagini relative alla valigeria #$l Duomo#: mi sem%ra che anche in quel caso, per un vero e proprio accesso improvviso che voi faceste presso l'ufficio politico di &adova, rinveniste quella documentazione che vi consent poi di accertare che effettivamente quelle %orse erano state vendute dalla valigeria #$ Duomo# di &adova. DAMBROSIO. 'o, risultava che il fatto era stato comunicato due giorni dopo e che non era stato comunicato ai magistrati. CALVI. (i sem%ra di capire che c'era una sorta di indagine parallela che per) non convergeva mai verso il vero referente, l'autorit* giudiziaria. D'AMBROSIO. +ra proprio questo che dava l'impressione che fossero loro a portare per mano i magistrati. Quando ho detto che i magistrati di !oma venivano portati per mano dalla polizia intendevo proprio questo. +ssi comunicavano le cose che andavano %ene in relazione all'accusa che veniva fatta in quel momento, ma se si fosse scoperto che le %orse usate per l'attentato erano state vendute a &adova sare%%e stato difficile far ricadere la responsa%ilit* sul circolo #,, marzo#. -'era questo tipo di selezione. CALVI. n tutte le stragi del ./0/, nelle due del ./12 e in quella del ./34 5lasciando da parte quella del ./32 che stata di matrice mafiosa6 risulta una presenza inquietante di uomini, di apparati deviati dei servizi segreti che hanno ostacolato in modo pesante le indagini della magistratura. 'on un caso che spesso gli unici condannati siano stati loro: si veda (aletti e "a%runa, o Belmonte e (usumeci condannati a dieci anni per calunnia avendo depistato le indagini sulla strage di Bologna del , agosto ./34. "ei poco fa ricordava anche i funzionari dell'ufficio $ffari riservati, l'ufficio politico di (ilano, a proposito della scomparsa7 D'AMBROSIO. Del cordino. CALVI. +sattamente. 8orrei anche ricordarle che il suo rinvio al giudizio non termin) in un di%attimento perch9 intervenne l'amnistia, che fu accettata. $ me non risulta, ma le chiedo se nella sua esperienza, anche per altre vie o per indagini attualmente in corso, le mai capitato, di fronte ad una presenza cos massiccia di apparati deviati dei nostri :ervizi, di rilevare una qualche esperienza di :ervizi stranieri, di un loro interessamento diretto o indiretto; D'AMBROSIO. (ai, assolutamente. CALVI. <o trovato sorprendente quanto ho letto nella sentenza=ordinanza7 PRESIDENTE. (i scusi, senatore -alvi, affinch9 io possa capire: nella strage di Bologna coinvolto &azienza; 'on lo ricordo %ene. "e rivolgo questa domanda con la consueta amicizia e cortesia. CALVI. &otrei risponderle parlandole per ore, poich9 mi sono occupato a lungo di questo. PRESIDENTE. >na domanda sola le ho fatto: se stato condannato anche &azienza, oppure no; "a mia domanda questa: secondo lei &azienza appartiene ai servizi segreti italiani o stranieri; CALVI. +ra il vero capo dei servizi italiani nel momento in cui il capo dei servizi italiani era mori%ondo ed stato condannato in quanto, insieme a (usumeci... PRESIDENTE. :econdo lei una persona viene dall'estero, arriva in talia e dopo sei mesi diventa il capo dei servizi segreti italiani, cos per grazia. CALVI. :enatore &ellegrino, se lei avesse la %ont* di leggere la sentenza di Bologna trovere%%e che la spiegazione %en diversa, non legata ai :ervizi ma a %en altro circuito inquietante. PRESIDENTE. nternazionale. CALVI. -erto, ma non alla natura dei servizi segreti. + tuttavia il signor &azienza stato condannato in quanto, insieme a (usumeci e a Belmonte, organizz) il depistaggio sugli attentati ai treni nel dicem%re successivo e determin) quel depistaggio che port) poi all'accertamento delle responsa%ilit* che conosciamo tutti. (a &azienza non era sicuramente un agente della - $, n9 tantomeno un agente americano, almeno cos risulta? io poi cosa facesse in realt* non lo so. -ome stavo dicendo, :alvini nella sua sentenza=ordinanza fa una asserzione che mi sem%ra singolare: c' un ringraziamento molto esplicito ai direttori dei servizi militari per la massima colla%orazione che essi avre%%ero fornito. @sservo per) che uomini del : D sono stati condannati per depistaggio, cos come uomini del : :( . +A giunta una nuova linea di colla%orazione con la magistratura; +A cam%iato l'orientamento dei nostri servizi segreti; 'ella nuova indagine che voi state svolgendo avete avuto questa massima colla%orazione da parte dei :ervizi; FRAGALAA. &enso che non l'a%%iano nemmeno richiesta perch9 sare%%e anomalo.

http:CCDDD.parlamento.itCparlamC%icamCterrorCstenograficiCsteno0.htm

,2C.4C,4.B

steno0

&agina ,B di B4

D'AMBROSIO. 'on l'a%%iamo chiesta. PRESIDENTE. &er la verit* il (inistro dell'interno ci ha assicurato che adesso di queste vicende si occupano funzionari di polizia nei quali egli ritiene di poter avere piena fiducia. D'AMBROSIO. -redo anche di poter dire un'altra cosa: attenzione, la magistratura fa le indagini con la polizia giudiziaria non con i :ervizi. :ervizi non devono fare indagini di polizia giudiziaria, hanno altri compiti. CALVI. +ra esattamente il punto a cui volevo arrivare, lei mi ha anticipato. "ei ha poc'anzi citato tale (artino :iciliano, che sare%%e stato un teste escusso dal giudice istruttore :alvini e che, sem%ra, avre%%e ricevuto, almeno da quanto scrivono i giornali, %en cinquantamila dollari. +A noto a voi che ci) sia avvenuto, e soprattutto qual la fonte finanziaria che ha pagato questa somma; PRADELLA. -ome pu%%lico ministero vecchio rito non sono mai stata informata dell'avvenuta dazione di questa somma da parte del : :( a (artino :iciliano. &roprio in virtE di una colla%orazione con la procura della !epu%%lica di 8enezia ho proceduto autonomamente ad un sequestro di fascicoli presso il : :( ed ho appurato direttamente l'esistenza di questa dazione di danaro. -i) che mi ha stupito e mi preoccupa moltissimo circa l'acquisi%ilit* e l'utilizza%ilit* di questa fonte di prova che tale dazione stata quantificata e promessa prima ancora che (artino :iciliano parlasse con l'autorit* giudiziaria, quindi prima ancora di qualsiasi verifica circa la sua attendi%ilit*. CALVI. Da chi stato pagato; PRADELLA. +A stato pagato dal : :( attraverso la colla%orazione materiale dei !@: dei cara%inieri. PRESIDENTE. (i faccia capire. "ei ritiene quindi irregolare il pagamento di questo compenso da parte del :ervizio, fuori dalla logica che dovre%%e sottostare al trattamento dei colla%oranti. +A cos; PRADELLA. l fatto che c' una legge sui pentiti e sui colla%oratori di giustizia che consente al magistrato di ottenere, previa verifica dell'attendi%ilit* del colla%oratore di giustizia stesso, un programma di protezione che viene sta%ilito da un determinato comitato. >na dazione di denaro statuita attraverso una sorta di colla%orazione anomala, e certo in violazione dell'articolo / della legge istitutiva dei servizi, tra magistrato, comandante dei !@: e prima divisione del : :( mi sem%ra preoccupante e anomala. PRESIDENTE. @ppure ritiene inattendi%ile ci) che una persona dice dopo aver preso i soldi; 8orrei capirlo. PRADELLA. "ei sa %enissimo sotto il profilo della valutazione della prova di%attimentale cosa significa il requisito della spontaneit* della chiamata in correit*. PRESIDENTE. Quindi ci) che vale per :iciliano varr* per Di (aggio, non ci saranno canoni diversi. PRADELLA. -erto, noi do%%iamo acquisire gli elementi di riscontro. CALVI. :oltanto che Di (aggio viene pagato dallo :tato. PRESIDENTE. Questo lAho capito, senatore -alvi, mi chiarissimo. CALVI. Di recente a%%iamo avuto notizia del rinvenimento di un archivio. 8orrei qualche dato in piE perch9 non a%%iamo notizie, tranne quelle che ci sono state appunto fornite dal (inistro dell'interno e dal -apo della polizia. "ei che ha avuto occasione di leggere queste carte, nei limiti in cui naturalmente non violi il segreto istruttorio, pu) dirci per lo meno di che cosa si tratta in linea generale e qual la qualit* complessiva di questa documentazione; PRADELLA. -irca il contenuto di questo archivio ho letto veramente tantissime inesattezze sulla stampa. "a linea scelta dalla nostra procura stata quella di non parlare prima di un esame quanto meno preliminare della documentazione stessa. "a procura della !epu%%lica di (ilano, evidentemente per ragioni di cautela processuale e di trasparenza nell'acquisizione della prova, ha deciso di acquisire in originale circa trecento=quattrocento faldoni rinvenuti in un archivio=deposito del (inistero dell'interno. l restante materiale rinvenuto in quell'archivio=deposito stato contestualmente sequestrato dalla procura della !epu%%lica di !oma. &roprio in questi giorni sull'origine del rinvenimento di questo materiale sul modo in cui stato o no catalogato sono in corso delle indagini congiunte condotte dalla sottoscritta e dai sostituti onta, :aviotti e :alvi di !oma 5sostanzialmente stiamo compiendo insieme atti d'indagine6. l materiale nella sostanza gestito congiuntamente da tutte le procure e vi sono state delle riunioni tra tutti i sostituti interessati alle indagini sulle stragi, di cui la piE importante s tenuta a !oma. +A ancora presto per delineare con chiarezza la consistenza di questo materiale. -erto non si tratta di materiale omogeneo ma di diversa provenienza. &arte di questo materiale effettivamente era carta destinata al macero, in quanto gi* catalogata e poi ritenuta non piE interessante. &arte invece non catalogata e sem%ra tenuta a fini di interessi privati, mai rientrata nell'archiviazione ufficiale dell'ufficio $ffari riservati o del (inistero dell'interno. CALVI. -' un ordine numerico, cronologico; PRADELLA. -' di tutto.

http:CCDDD.parlamento.itCparlamC%icamCterrorCstenograficiCsteno0.htm

,2C.4C,4.B

steno0

&agina ,2 di B4

CALVI. fascicoli sono numerati; <anno un ordine alfa%etico, cronologico, numerico; PRADELLA. &arte s e parte no. @vviamente la parte non catalogata, non ordinata cronologicamente n9 per materia in modo organico quella che a noi interessa maggiormente perch9 non stata mai vista da un magistrato in precedenza. CALVI. "a parte organizzata, catalogata, ha una sequenza di numeri o di date, una cronologia; PRADELLA. +siste una cronologia. CALVI. @ si interrompe; PRADELLA. :i interrompe in alcuni punti fondamentali. CALVI. >n'ultima domanda. Dottoressa &radella, questo un aspetto che mi interessa non personalmente, ma come difensore. $llorquando andai avanti alle sezioni unite quale difensore delle vittime della strage del , agosto, e%%i la sorpresa davvero sconcertante ed amara di vedere che avanti le sezioni unite della -orte di cassazione erano stati depositati dei ver%ali di interrogatorio di (am%ro e Fioravanti, resi quali testimoni che confermavano ed avallavano un proprio ali%i. (a questo era assai irrilevante ai fini del giudizio, tant' vero che le sezioni unite decisero, come noi sappiamo? poi ci fu un nuovo giudizio, ma non entro nel merito. "a domanda che le formulo questa: ho notato che il giudice istruttore interrog) i testi, se cos si pu) dire... PRESIDENTE. :enatore -alvi, chi aveva fatto gli interrogatori (am%ro e Foravanti; CALVI. l giudice :alvini. "a domanda, dicevo, questa: non ho visto la sua presenza. Dottoressa &radella, perch9 lei non era presente; Fu avvertita; +A il vecchio rito, quindi avre%%e dovuto essere presente se l'avesse chiesto. 'on chiese di essere presente; PRADELLA. :u questo argomento specificatamente ho gi* deposto al -onsiglio superiore della magistratura? ne parler) nei limiti affrontati in quella sede e nei limiti che certo non contrastano con la cognizione del fatto che hanno i colleghi %olognesi. o allora ero pu%%lico ministero vecchio rito, quindi chiesi di partecipare all'interrogatorio di 8alerio Fioravanti. (i fu chiesta la cortesia di non farlo perch9 in pratica avrei interrotto un rapporto fiduciario esistente da tempo fra il dottor :alvini e lo stesso Fioravanti. CALVI. "e fu chiesto da :alvini; PRADELLA. :, mi fu chiesto da :alvini, ovviamente, di non partecipare perch9 io invece avevo chiesto di essere presente. (i fu detto che vi era un rapporto fiduciario da lungo tempo 5nel senso che 8alerio Fioravanti era stato in passato piE volte interrogato dal collega :alvini6, mentre non mi risulta che tale rapporto ci sia mai stato. $vevo chiesto di partecipare perch9 avevo constatato un fatto inquietante: (am%ro e Fioravanti avevano cercato un contatto con :alvini attraverso un funzionario dei :ervizi, e io non ne capivo la ragione. Quando lessi il contenuto dell'interrogatorio, ovviamente rimasi sconcertata del fatto e chiesi la trasmissione degli atti all'autorit* giudiziaria di Bologna. GUALTIERI. "a mia domanda si collega alla penultima questione posta dal senatore -alvi. 8oi avete la sensazione che l'archivio=deposito sia una parte dell'archivio dell'ufficio $ffari riservati o che non sia l'archivio degli $ffari riservati; "'archivio dell'ufficio $ffari riservati da qualche parte esiste, perch9 questi archivi non si distruggono, anche per l'esperienza che ho avuto nel controllo degli archivi per l'incarico di &residente della -ommissione sui servizi. 8orrei sapere se la vostra impressione che quel deposito facesse parte dell'archivio dell'ufficio $ffari riservati dal periodo in cui stato creato, fino al '12, quando, se non s%aglio, fu sciolto; PRADELLA. &arte di questo materiale faceva certamente parte dell'archivio degli $ffari riservati, ma aggiungo che arriva almeno al ./13, quindi anche quando l'ufficio $ffari riservati assunse altre denominazioni, fra cui quella dell' spettorato antiterrorismo guidato da :antillo. PRESIDENTE. Dottoressa &radella, che previsioni possiamo fare sulla possi%ilit* che la -ommissione cominci, sia pure lentamente, a prendere visione di questo materiale; PRADELIA. "a &rocura della !epu%%lica di (ilano entro pochi giorni lo ritrasmetter* all'autorit* di provenienza, perch9 ha terminato l'esame della parte di interesse. PRESIDENTE. Quindi sar* trasmesso al (inistero dell'interno; PRADELLA. :. PALOMBO. :ar) %revissimo? chi parla per ultimo sempre penalizzato in quanto alcune delle domande che avrei voluto porre hanno gi* avuto ampia risposta da parte del dottor D'$m%rosio e della dottoressa &radella. +sprimo un ringraziamento al dottor D'$m%rosio per la chiarezza con la quale ci ha esposto dei fatti gravi che appartengono al nostro passato e che mi auguro fermamente il nostro &aese non de%%a mai piE rivivere. !ingrazio in particolare il dottor D'$m%rosio perch9, con il consueto coraggio che lo contraddistingue, ha detto che i capi dei :ervizi, i militari, le persone che sono sottoposte a una disciplina molto raramente si muovono in maniera autonoma, vanno avanti da soli: hanno sempre un referente. n questi casi noi, soprattutto dalla

http:CCDDD.parlamento.itCparlamC%icamCterrorCstenograficiCsteno0.htm

,2C.4C,4.B

steno<

Pagina 89 di :;

lettura della relazione del presidente Pellegrino, dai documenti acquisiti, da quello che viene riportato dai giornali, da quanto accade continuamente, constatiamo che a pagare sono sempre i soliti. Si rimuove qualche generale, si trasferisce qualche colonnello; qualcuno si rifugia a Johannesburg, per i soliti noti che hanno manovrato e gestito queste persone sono sempre al loro posto. Non ho visto ancora condannare, puntare il dito verso un politico e dire: sei stato tu ad aver fatto questo. Non esistono servizi segreti deviati. i siamo creati noi la storia dei servizi segreti deviati. Nei servizi segreti si riferisce sempre a qualcuno quel che accade. !" sempre un grande orecchio che riceve le notizie e le gestisce come deve. Non pu un povero cristo di sottufficiale o qualche ufficiale di basso livello fare certe cose, se non ha dei referenti in alto. CALVI. # generali forse s$. PALOMBO. Pu darsi, ma anche il generale deve riferire. !" tutta una gerarchia; il generale che magari aspira ad avere qualcosa di pi% non si mette contro il &inistro o il Sottosegretario che " responsabile della gestione dei servizi; lo serve bene, per avere qualcosa di pi% magari dopo, ma la responsabilit' " sempre pi% in alto di questa gente. Sono responsabili anche loro perch( hanno prestato un giuramento, vestono una uniforme, hanno le stellette; sono colpevoli. &a " pi% colpevole chi li gestisce per fini che non sono sempre limpidi e che non vanno bene per la democrazia. Su questo punto ringrazio molto il dottor )!*mbrosio, perch( per la prima volta ho sentito fare un!affermazione cos$ vera e cos$ forte. # servizi segreti deviati sono una scusa; servono molte volte per nascondere cose ben pi% gravi. +i " un aspetto che mi ha invece lasciato un po! perplesso e su cui non vorrei tornare perch( " un argomento che " stato gi' sviscerato a lungo: rilevo una sorta di diffidenza nei confronti della polizia giudiziaria, a prescindere da quello che lei ha detto circa la polizia del periodo in cui lei fece l!inchiesta. ,ei ha avuto i suoi motivi per dire alla polizia: mettetevi da parte; come magistrato voglio fidarmi di altre persone, quindi " nella sua giusta competenza. Per vi sono piccoli segnali, piccoli fatti: il fatto che la dottoressa Pradella abbia affermato che quattro magistrati stanno esaminando i fascicoli senza avvalersi dell!ausilio degli ufficiali di polizia giudiziaria " grave, perch( la polizia giudiziaria deve essere alle dipendenze della magistratura. i sono magistrati valorosissimi che si muovono solo con la polizia giudiziaria. ,o stesso fatto che " avvenuto, e che forse " un fatto marginale - non so se la dottoressa pu chiarirlo -, cio" il colonnello &ori che si presenta e dice che l!*rma dei carabinieri non " pi% a disposizione. il comandante del /aggruppamento operativo speciale, che " un fiore all!occhiello dell!*rma dei carabinieri, perch( un capitano in modo abbastanza pesante - ha affermato la dottoressa Pradella - ha avvicinato una persona, un teste, non so chi sia. &i auguro che questo capitano abbia commesso qualche errore procedurale... PRADELLA. 0uesto capitano " indagato. PALOMBO. 0uesto capitano " stato messo sotto inchiesta dall!amico giudice asson che come sport preferito oltre a fare il calciatore ha anche quello di mettere sotto inchiesta gli ufficiali di polizia giudiziaria che collaborano con lui... PRADELLA. Non " corretto da parte sua. PALOMBO. Posso garantirle che lo conosco e ho lavorato con lui. PRESIDENTE. +orrei che tutte le autorit' giudiziarie in questa ommissione fossero rispettate, che si chiamino asson, che si chiamino Salvini. PALOMBO. /itiro allora quello che ho detto e chiedo scusa. +orrei tuttavia sapere se questo allontanamento dei /1S " avvenuto perch( il capitano si " messo anche lui a depistare o a fare qualcosa di contrario alle regole degli ufficiali di polizia giudiziaria che devono lavorare alle dipendenze della magistratura o se sono state iniziative estemporanee di questo capitano o se si " trattato soltanto di inesperienza, di maleducazione o di presunzione di fare qualcosa che andava al di l' dei suoi doveri, o se ha obbedito a qualcuno che gli ha detto di fare qualcosa. +orrei sapere solo questo. PRADELLA. #o sono libera di utilizzare per il compimento delle indagini le forze di polizia ritenute pi% adeguate. D'AMBROSIO. 2na delle grosse conquiste ottenute con il nuovo codice " stata la creazione di queste sezioni di polizia giudiziaria in cui abbiamo cercato con le assegnazioni di prendere personale professionalmente qualificato. 0uesto personale lo stiamo crescendo ed esso d' buona prova nelle procure. ,a forza delle procure credo infatti che dipenda molto dalla qualit' professionale di questi ufficiali di polizia giudiziaria. Per quanto riguarda il fatto che non li abbiamo potuti utilizzare per l!esame di questi atti 3lo avremmo fatto molto volentieri4 " perch( il reparto " insufficiente. Stiamo lavorando, come certamente sapete, anche ad altre inchieste specializzate per alcune materie e non possiamo muoverli altrimenti si ferma un settore specifico. 5accio l!esempio delle violenze sui minori o delle violenze carnali dove abbiamo poliziotti bravissimi che ci danno un aiuto fondamentale e del settore dei reati contro la pubblica amministrazione e poi un aiuto prezioso ci viene dato dalla 6uardia di finanza che sta esaminando la documentazione societaria, bancaria e quella che proviene dalle rogatorie. 6li ufficiali di polizia giudiziaria poi, per lavorare all!esame di queste carte avrebbero dovuto possedere conoscenze che invece non hanno. *nche io mi sono offerto di andarle a vedere personalmente: sono potuto andare solo il primo giorno, poi purtroppo la mia condizione di immuno-depresso da farmaci che prendo ogni dodici ore non mi ha permesso di continuare. 6razie al cielo la salute non mi manca, dopo l7intervento sono rinato e quasi tutte le sere

http:>>@@@.parlamento.it>parlam>bicam>terror>stenografici>steno<.htm

8=>?;>8;?:

steno<

Pagina ;< di =>

ringrazio il professor Vigan che mi ha operato. A prescindere da questo il motivo non certo di diffidenza nei confronti della polizia giudiziaria: l'esame presuppone un bagaglio di conoscenze approfondite altrimenti diventa inutile. CORSINI. Innanzitutto chiederei al Presidente in occasione del prossimo !fficio di Presidenza che venga definita una pi" corretta metodologia per l'espletamento di queste audizioni in modo da garantire pari opportunit# di tempo a tutti i commissari. Per quanto riguarda invece i dottori $'Ambrosio e Pradella innanzitutto mi voglio associare al ringraziamento che alcuni colleghi hanno manifestato nei loro confronti per la disponibilit# che hanno reso alla %ommissione e per la cortesia con la quale hanno risposto alle nostre domande ed ai nostri interrogativi. Peraltro se volessi spogliarmi del mio ruolo di parlamentare e quindi parlare come cittadino a titolo del tutto personale vorrei rendere in questa sede un'attestazione di stima al dottor $'Ambrosio per l'impegno nelle sue battaglie di magistrato di ieri e di oggi. &o tratto notevole conforto dalle osservazioni che sono emerse dalla sua esposizione perch' in larga misura condivido le argomentazioni che ha portato condivido il giudizio storico che d# del rapporto tra magistratura e Ventennio condivido la fondamentale distinzione metodologica tra il giudizio storico( politico e l'accertamento della verit# giudiziaria condivido in sostanza l'impegno a ripercorrere una fase cruciale della nostra vita contemporanea. )i permetter di fare una sola osservazione di carattere politico prima di venire ai tre interrogativi che voglio sottoporre ai due magistrati. *uando noi discuteremo fra pochi mesi perch' questa %ommissione terminer# i propri lavori nell'ottobre di quest'anno ed avremo modo di esporre le nostre valutazioni al collega +ragal# porr un interrogativo che reputo fondamentale e che desumo dalle riflessioni che ha esposto questa sera. Io valuto positivamente il processo di democratizzazione del partito che fu neofascista, giudico che il processo di legittimazione democratica di Alleanza -azionale sia un fenomeno politico positivo per la conduzione della vita di questo paese ad una sua fisiologica normalit#. FRAGALA.. /e si riprende il mio intervento non si pu poi consentire al senatore %alvi di dire queste sciocchezze. /ignor Presidente lei deve presiedere: io sono stato ripreso dal senatore %alvi... PRESIDENTE. )i sembra di aver presieduto abbastanza nei confronti del senatore %alvi. FRAGALA.. Allora presieda anche nei confronti dell'onorevole %orsini. CORSINI. /e il collega +ragal# mi vuole ascoltare capir# che non ho nessuna intenzione n' di offenderlo personalmente n' di aprire una polemica pretestuosa. /to facendo semplicemente un'osservazione: che non mi pare giovi al processo di legittimazione democratica di Alleanza -azionale e alla credibilit# di questo processo la negazione di un fenomeno che in sede storico(politica stato definitivamente acquisito. %ollega +ragal# siamo colleghi di universit#, vedo dalla sua biografia che anche lei si occupa di storia contemporanea. %os0 come la /inistra italiana ha compiuto una coraggiosa se pur tarda rivisitazione di un'intera stagione di estremismo politico non compatibile con la democrazia mi sembra sarebbe un fenomeno positivo anche per la $estra italiana assumere il coraggio di riconoscere che c' stato 1questo un giudizio storico(politico e le potrei citare una chilometrica bibliografia che probabilmente anche lei conosce2 un processo di consociazione tra la destra radicale settori del potere politico nonch' apparati dello /tato. FRAGALA.. Il contrario esattamente di quanto lei sostiene sia sul piano storiografico che politico. P34/I$4-54. *uesta sar# la discussione che faremo nei prossimi mesi. CORSINI. A me interessa porre tre interrogativi. In primo luogo sono molto interessato per ragioni di carattere personale e pubblico alla vicenda giudiziaria relativa alla strage di piazza della 6oggia. -ella sentenza(ordinanza dell'ultimo magistrato che se ne occupato il giudice 7orzi si 8egge testualmente che la verit# in queste carte come dice 7orzi queste carte sono ricoperte da un cellophane e contengono una verit# quasi traslucida impossibile da penetrare. &o letto dai giornali che c' stato un incontro dei due magistrati bresciani che stanno riprendendo le fila del discorso sulle vicende di piazza della 6oggia il dottor Piantoni e il dottor $e )artino. 4. in atto un processo di collaborazione e di reciproca informazione9 *uesta la prima domanda. /econda domanda. 6e carte che sono pervenute dal fondo di via circonvallazione Appia riguardano anche o contengono elementi che in qualche misura possano portare ulteriori e nuove acquisizioni rispetto a quanto gi# stato appurato a riguardo della strage di piazza della 6oggia9 Infine un'ultima domanda magari un po' ingenua. 3ispetto alla strage di piazza +ontana quali riscontri emergono circa le acquisizioni della prima indagine9 -on le chiedo n' naturalmente potrei farlo 1e me ne rendo conto2 dati di carattere fattuale e di tipo evemenenziale ma se emergono nuove suggestioni nuove piste nuovi squarci di ricerca o se si ha una sostanziale conferma delle acquisizioni che erano gi# state portate alla luce nel corso della prima indagine che il dottor $'Ambrosio aveva direttamente guidato. PRADELLA. Per quanto riguarda i rapporti con :rescia ricordo che l'indagine dei colleghi bresciani ad un altro grado processuale nel senso che credo che sia ancora un procedimento a carico di ignoti per quello che mi risulta.

http:@@AAA.parlamento.it@parlam@bicam@terror@stenografici@steno<.htm

;?@8>@;>8=

stenoD

Pagina B; di CA

CORSINI. Per il momento, s. PRADELLA. Fin dall'inizio della mia inchiesta, cio dal luglio del 1995, ho avuto un rapporto di collaborazione assoluto con i colleghi bresciani, ci malgrado i loro collegamenti a ini di indagine con i !"# dei carabinieri. $algrado due strade diverse, abbiamo rapporti di reciproca collaborazione, di scambio di notizie e di iducia. PRESIDENTE. $i scusi se la interrompo, ma vorrei comprendere meglio la %uestione. &a Procura di 'rescia continua ad avvalersi dei !"#, e %uindi pure di (iraudo) PRADELLA. Per %uello che so, (iraudo si sta de ilando e sta subentrando nelle indagini un altro suo collega, sempre del reparto eversione di !oma* si tratta di una notizia assunta recentissimamente, credo l'altro ieri, dal collega Piantoni. Per %uello che mi riguarda, posso dire che molte delle carte da noi viste concernono anche l'indagine di piazza della &oggia* sono stati immediatamente avvertiti tutti i magistrati e anche su %uesto punto c' un rapporto di collaborazione assolutamente trasparente. CORSINI. + magistrati bresciani dispongono gi, di %ueste carte) PRADELLA. + magistrati bresciani hanno visto %ueste carte insieme a me ed ho spiegato %uali erano le parti pi- importanti per loro. cosa aranno poi, non dipende certo da me. D'AMBROSIO. /bbiamo messo a disposizione le carte immediatamente0 PRADELLA. +n atti si sono recati pi- volte a $ilano per vederle. +n risposta alla terza domanda, rilevo che certamente il materiale o re spunti investigativi molto importanti* per, proprio perch1 sono spunti investigativi, devono ancora essere veri icati, vagliati, ulteriormente appro onditi e collegati con i dati attuali odierni. MANCA. +n ormo preliminarmente che non ar un comizio politico, ma intendo ornire il mio contributo di pensiero sulla dimensione nazionale o internazionale delle regie su cui in precedenza ci si so ermati. Porr poi due domande. la prima, per essere aiutato a rispondere ad una domanda* la seconda invece una domandina relativa ad un periodo cui si ri eriscono certe carte. +l contributo di pensiero il seguente. 2ome tutti sappiamo l'intelligence si divide in due settori. intelligence interna e intelligence esterna. 3o elementi per a ermare che negli anni #essanta, ino alla met, degli anni #ettanta, certamente l'intelligence esterna non veniva integrata da paesi stranieri, ma veniva diretta da %uesti, non solo perch1 si apparteneva all'/lleanza atlantica, ma per esperienza, ed anche per una sorta di sottomissione pro essionale. $i riesce %uindi di icile capire 4 anche se non ho prove in merito alla parte inerente l'intelligence interna 4 che in essa non vi osse anche %uesta direzione* preciso. non mi ri erisco solo ad una parte, ma credo che ci osse una direzione di entrambe le parti. 5uesto era il contributo di pensiero che intendevo ornire. &a domanda che volevo porre invece la seguente. 6ottor 6'/mbrosio, le chiedo di essere aiutato a rispondere in %ualit, di parlamentare, e %uindi di rappresentante del pensiero degli elettori 7mi rivolgo a lei perch1 la prima volta che ha il coraggio di dire che a certi livelli si rimandava ai re erenti politici, in pratica8. come mai, in %uasi tutti i processi, ma specialmente in alcuni, hanno pagato solo gli operatori degli attentati, e a livello intermedio e non hanno mai pagato i livelli alti) 2on 9livelli alti9 non intendo ri erirmi ai generali, perch1 anche se %uesta parola a impressione, non sono livelli alti, ce ne sono altri ben pi- alti. $i complimento anche io, insieme al collega Palombo, per il suo coraggio nell'a ermare che l'ambiente militare italiano in genere 7 atte salve alcune eccezioni8 non a nulla se non ri erisce all'autorit, politica. :orrei poi sapere se il materiale rinvenuto presso il $inistero dell'interno arriva solo al 19;< o si ri erisce anche agli anni "ttanta, perch1 ho visto che il giudice Priore era interessato alla %uestione. PRADELLA. =on ho detto %uesto0 MANCA. :olevo saperlo, perch1 ero interessato ad un possibile ri erimento ad >stica ed a 'ologna. PRADELLA. &'estensione cronologica del materiale va oltre il 19;<. 5uando ho citato il 19;<, mi sono ri erita alla creazione del #+#6?. l'u icio / ari riservati si scioglie. +l materiale che si ri erisce al periodo oltre gli anni "ttanta stato in prevalenza se%uestrato dai colleghi romani. MANCA. =on speravo in tanto0 PRESIDENTE. 2erchiamo di are chiarezza. non si tratta dei aldoni che il $inistro dell'interno ci ha detto che sono stati ac%uisiti, ma del magazzino complessivo che stato se%uestrato dalla Procura di !oma, dove ci sono anche carte successive al 19;<. ?@ cos) D'AMBROSIO. =on conosciamo il contenuto di %uelle carte. sappiamo che vanno ino al 19<A. PRADELLA. =on sappiamo se c' %ualcosa su >stica. MANCA. :a bene.

http.FFGGG.parlamento.itFparlamFbicamFterrorFstenogra iciFstenoD.htm

BEF1AFBA1C

stenoD

Pagina B< di CA

PRADELLA. Posso rispondere per %uello che abbiamo letto noi. MANCA. 3o inito, ma volevo la risposta alla mia prima domanda, posta come parlamentare. PRESIDENTE. +l dottor 6'/mbrosio le risponder, che tutte le volte che provavano a mettere sotto processo i ministri, i parlamentari ermavano la procedura non concedendo l'autorizzazione a procedere. D'AMBROSIO. Prendo atto di %uanto ha detto il commissario $anca, che ha una esperienza diversa dalla mia, e prendo per buone le sue considerazioni, che non ho assolutamente motivo di contrastare. Per %uanto riguarda le responsabilit,, credo che come magistrato mi sono sempre posto l'obiettivo di non are mai alcuna distinzione. #e lei mi chiede il motivo per il %uale non abbiamo mai perseguito politici, la rimando alle ragioni che ha poc'anzi esposto il Presidente. allora c'era l'autorizzazione a procedere e contro i ministri procedeva addirittura un'altra autorit,. SARACENI. 2ondivido abbastanza l'a ermazione atta dal dottor 6'/mbrosio, per cui l'avvio delle indagini sulla strage di piazza Fontana, che u portata %ui a !oma attraverso una spoliazione della competenza di $ilano, u segnato da una guida* cercheremo di identi icare a chi aceva capo %uesta guida, ma la magistratura u guidata. !icordo %uegli anni di grande tensione alla Procura di !oma. 5uella indagine da parte della magistratura si identi ica nel povero :ittorio "ccorsio che u prima ingannato 7sono d'accordo8 e poi ucciso da 2oncutelli 7che mi pare sia di 6estra8 per un'altra indagine. "vviamente %ui abbiamo atto anche un po' di amarcord che non guasta. $a io ricordo un "ccorsio che negli ultimi mesi di vita aveva molti dubbi sull'indagine. PRESIDENTE. 2i sono troppe esperienze personali in %uesto. SARACENI. =on so %uanto valgono in %uesto momento. #ta di atto che io condivido %uesto giudizio e cio che "ccorsio certamente ci mise il suo protagonismo, in %uesta vicenda, ma probabilmente la pressione orte veniva da altri input. Poi, c' una cosa che non rientra in modo molto coerente in %uesto %uadro. #u %uesto chiederei una spiegazione al dottor 6'/mbrosio. #e non ricordo male 4 si tratta innanzi tutto di una veri ica 4 il amoso appunto del 1; dicembre 19D9 del #+F/!, %uello che mi pare che diceva alla ine che $erlino, se interrogato, avrebbe dato come alibi 6elle 2hiaie, stasera ho sentito il giudizio del dottor 6'/mbrosio che dice che secondo lui 6elle 2hiaie un depistaggio. "ra, ad "ccorsio non u dato %uell'appunto amoso del 1; dicembre, perch1 emerse in un secondo tempo, se non ricordo male. "ccorsio u dun%ue ingannato doppiamente, perch1 $erlino portava agli anarchici. 5uindi %uell'appunto era un modo per dare ulteriori spinte ad "ccorsio per indagare negli ambienti anarchici, sia pure con il collegamento di $erlino con gli ambienti di destra. Perch1, secondo lei, dottor 6'/mbrosio, %uell'appunto non u comunicato ad "ccorsio) Forse perch1 %ui potrebbe esserci un principio di spiegazione, diciamo, di %uella che poteva essere soltanto un'impressione, perch1 "ccorsio u ucciso abbastanza tempestivamente, da %uesto punto di vista, per non dargli il tempo e la possibilit, di capire. $i rendo conto che non si tratta di una risposta acile, ma %uesta la materia su cui volevo chiedere una sua opinione. PRESIDENTE. &ei %uindi vuole sapere se %uell'appunto era un depistaggio ed nella direzione di 6elle 2hiaie... SARACENI. ? di $erlino, soprattutto, che porta agli anarchici e che a parte del circolo amoso di :alpreda, eccetera. PRESIDENTE. Porta agli anarchici, ma nella logica dell'in iltrazione. SARACENI. :orrei comun%ue la risposta dal dottor 6'/mbrosio. D'AMBROSIO. =oi ci chiedemmo %uesto %uando sapemmo che l'appunto era stato dato agli organi di polizia giudiziaria. Forse chiedemmo anche 4 non ne sono certo, ma sicuramente conoscendo la mia curiosit, u anche chiesto 4 il perch1 non osse stato inviato ad "ccorsio e ci u risposto che ci era dovuto al atto che i #ervizi non hanno rapporti diretti con la magistratura, ma solo con la polizia giudiziaria. 5uindi la domanda sarebbe %uella di conoscere perch1 la polizia giudiziaria non lo mand ad "ccorsio. 2redo di aver gi, accennato una ragione, ed era che l'u icio / ari riservati che deve aver avuto %uell'appunto sapeva per ettamente tutte le inesattezze e le alsit, che vi erano contenute. Per cui a %uesto punto orse si consultarono e dissero che era meglio lasciar perdere. Per %uesto non signi ica che non ci sia stata una volont, precisa da parte dei #ervizi. Parlo di #ervizi come 2# e #+6, perch1 sicuramente l'appunto u sottoposto anche al capo del #+6, prima di essere mandato, sempre per %uella storia delle responsabilit, che i militari assumono, ma dopo aver %uanto meno in ormato i superiori. .$a credo che poi sia anche risultato che %uell'appunto u comunicato al capo dei #ervizi. $a una cosa certa, ed che l'u icio / ari riservati sapeva moltissimo sull'/ginter Press, %uindi sapeva soprattutto che (uerin #erac non era un anarchico, sapeva che batteva per l'"as e per la 2+/. Per cui a %uesto punto pu darsi che a livello di polizia giudiziaria poi si siano messi d'accordo per non dirlo, ma %uesta un'ipotesi che mi deriva dalla conoscenza successiva. +n atti, %uando poi noi chiedemmo ai unzionari dell'u icio / ari riservati di sapere che cosa conoscevano su %uelle notizie, essi ci risposero con grande chiarezza che loro avevano un bel ascicolo su (uerin #erac e che sapevano anche dei contatti che gli estremisti di destra italiani avevano avuto con l'/ginter Press e delle storie degli arruolamenti che acevano per la legione straniera. 2'era molto materiale. 2omun%ue una cosa certa, sapevano che non era anarchico. 5uindi, se l'avessero atto inoltrare dalla loro polizia alla magistratura, una volta emersa una cosa del genere, si sarebbero trovati in grosse di icolt, a doversi giusti icare. 5uindi sul tentativo di depistaggio, semmai parlo di tentativo atto dai #ervizi di depistare. Poi la polizia giudiziaria si erm o probabilmente u ermata. +o credo che u ermata dagli / ari riservati. #e viene comunicato agli u iciali di polizia giudiziaria che acevano l'indagine se per %uanto riguarda la pubblica

http.FFGGG.parlamento.itFparlamFbicamFterrorFstenogra iciFstenoD.htm

BEF1AFBA1C

stenoD

Pagina B9 di CA

sicurezza 7l'u icio politico era re erente diretto degli / ari riservati e non muoveva un dito senza ri erire a %uell'u icio8 gli / ari riservati lessero serenamente %uesto appunto e si resero conto che si trattava di un documento che non reggeva. CALVI. !icordo che u ascoltato il comandante dei carabinieri che and a sovrintendere l'u icio per il recupero delle opere d'arte, che allora comandava la stazione dei carabinieri presso il Palazzo di giustizia, che venne a 2atanzaro a testimoniare che l'appunto gli u consegnato e lui si ri iut di consegnarlo ai giudici. D'AMBROSIO. =on so %ueste cose perch1 non ho seguito attentamente il dibattimento. SARACENI. Fu sentito anche 6elle 2hiaie. D'AMBROSIO. 6elle 2hiaie u sentito, %uindi %ualcuno glielo and a dire. 6elle 2hiaie scapp proprio allora, se ne and proprio mentre era interrogato in tribunale e non si trov pi-. SARACENI. Fu sentito non solo lui, ma anche la convivente e i igli. DAMBROSIO. 5uindi %ualcosa comun%ue arriv a conoscenza, probabilmente arriv depurato della storia dell'/ginter Press e di (uerin #erac. CALVI. 6opo il ri iuto di consegnare l'appunto gli u ri erito verbalmente. D'AMBROSIO. +o %uesto non lo posso sapere. #i tratta solo di un'ipotesi. &'unica cosa che posso aggiungere %uella che avevo detto prima in dall'inizio, e cio che e ettivamente l'u icio / ari riservati sapeva tutto sull'/ginter Press, cio sapevano molte cose che invece sembravano completamente ignorate. CALVI. &'episodio stato poi chiarito a 'ari, Hanzilli a 2atanzaro non venne interrogato ma venne a 'ari e con erm tutto %uanto, ma con erm anche che il amoso appunto era also in tutte e due le parti. D'AMBROSIO. Hanzilli lo ha detto sin dall'inizio che %uella parte era alsa* e mi sembra che poi sia stato assolto dal tribunale di 'ari con ormula piena. PRESIDENTE. 2on ri erimento a %uesto appunto, mentre in sede giudiziaria si sono avute valutazioni diverse, tuttora in sede storiogra ica 4, viene data una lettura di erente da parte di alcuni autori che ritengono che lo stesso provi, innanzitutto, la ri eribilit, comun%ue dell'intera vicenda a %uesto contesto. Forse non riesco a armi capire pienamente. $entre dal punto di vista giudiziario la di erenza nettissima, dal punto di vista nostro sia (iannettini che 6elle 2hiaie ci riportano alle stesse conclusioni e cio al convegno dell'+stituto... D'AMBROSIO. 2on la di erenza per che 6elle 2hiaie vi partecipava come studente, mentre (iannettini era un relatore. e mi sembra vi sia una bella di erenza. PRESIDENTE. =el rattempo, per, erano passati %uattro anni e 6elle 2hiaie poteva aver atto carriera. /lla ine il contesto sempre %uello, sia che l'appunto si legga in un certo modo sia che si legga in un altro modo. D'AMBROSIO. 'isogna vedere se #te ano 6elle 2hiaie era un agente del #id a noi %uesto non risulta. SARACENI. ?@ un giudizio %uasi storico. &'accanimento dell'indagine sugli anarchici che, non dimentichiamolo, dur tre anni, da attribuire in maniera evidente al povero dottor "ccorsio e alla polizia giudiziaria. !icordo la amosa indagine sull'/mbra +ovinelli, che doveva dimostrare che :a+preda aveva atto il viaggio di andata e ritorno da $ilano, tra il 1B e il 15 dicembre. 5uesta indagine, che veramente allucinante per la sua ragilit, e, al tempo stesso, per il suo accanimento, sarebbe da riportare sui manuali per ar vedere come non si devono condurre le indagini. Huttavia, la matrice apparente l. la Procura di !oma ed il povero dottor "ccorsio, la polizia giudiziaria, la 5uestura di !oma e l'u icio politico, come si chiamava allora. 5uesto accanimento per una convinzione sbagliata, ma che pur sempre una convinzione, si erma l oppure la pressione che vi dietro che spinge l'indagine a livelli di tale inconsistenza e, al tempo stesso, di accanimento) 6ottor 6'/mbrosio, non so se le posso rivolgere %uesta domanda. D'AMBROSIO. +o non so se posso rispondere ad una domanda del genere come magistrato. %uesto il problema. 6al processo risultavano le a ermazioni del (iannettini, ri erite da altri, in merito al atto che a !oma vi era stato addirittura un contrasto con il 2apo della polizia su dove indirizzare le indagini. >n altro elemento abbastanza serio mi pare si evinca dalla comunicazione che u atta immediatamente dopo, e ancora prima che si potesse sospettare lontanamente di :alpreda in sede internazionale, %uando si disse che i responsabili della strage, anche se non c'erano elementi, erano gli anarchici. #iccome tutto ci parte dal $inistero, credo che se ne possa trarre %ualche deduzione, come tipo di volont,* cos come credo sia importante ricordare che, in coincidenza con il atto di voler are i processi contemporaneamente, si cominci a parlare di doppi estremismi. anche %uesto potrebbe essere un ulteriore elemento che potrebbe aiutare a capire. PRESIDENTE. #e dobbiamo pensare che tutto obbediva ad una strategia pensata dall'alto e preparata da tempo, in ondo un coinvolgimento marginale, con compiti di manovalanza, del 2ircolo del BB marzo negli aspetti romani, avrebbe reso la strategia pi- e icace.

http.FFGGG.parlamento.itFparlamFbicamFterrorFstenogra iciFstenoD.htm

BEF1AFBA1C

stenoD

Pagina CA di CA

D'AMBROSIO. 5uesto, se ci osse stato0 PRESIDENTE. Proviamo ad analizzare i atti, tenendo conto del tempo che passato e non con ri erimento alle posizioni che ciascuno di noi ha assunto nel tempo. SARACENI. 2' la prova giudiziaria. bastava la pasticca al chinino di :alpreda0 PRESIDENTE. &'in iltrazione del 2ircolo 9BB marzo9 che ine aveva, se poi lo stesso non ha agito) SARACENI. / mio giudizio, l'azione era volta soltanto a coinvolgere a livello processuale e non a livello di partecipazione ai atti. + atti concreti, le prove giudiziarie sono molto importanti per capire gli eventi. D'AMBROSIO. 2' un altro particolare che non ricordo se lo ho richiamato, perch1 adesso comincio ad essere un po' stanco, ma mi sembra di averlo sottolineato. 'isogna tener presente che per tutti gli attentati, anche per %uelli per cui sono stati condannati Freda e :entura a %uindici anni di reclusione, si procedeva contro gli anarchici. 5uando il commissario 2alabresi rilasci l'a ermazione sulla strage. 9sappiamo dove cercare9 e la stessa cosa disse il pre etto, %uando si disse erroneamente 7perch1 orse il onogramma era partito prima che venisse ritrovata la bomba nella 'anca commerciale italiana8 che era un ordigno con la miccia a lenta combustione, si aceva ri erimento ad alcuni ordini che si attribuivano agli anarchici. / %uesto punto, potrebbe essere stata anche l'occasione il 9BB marzo9* basta trovare poi un teste, il !olandi* :alpreda, che d'altra parte era sospettato e si sapeva che stava a $ilano, viene riconosciuto, in una maniera o nell'altra, bene o male, pi- o meno completamente, pi- o meno correttamente, dallo stesso !olandi, allora, il 2ircolo BB marzo poteva anche non essere stato un preordinamento per buttare la colpa. la colpa ci va a inire0 SARACENI. ?@ il cacio sui maccheroni0 CALVI. #e osse stato diverso, tracce di elementi di prova pi- consistenti sarebbero state trovate. #e volevano precostituire un'esecuzione avrebbero anche precostituito tracce di prova. ma non ce n'era neppure una0 SARACENI. &o stesso :alpreda aveva un alibi preciso, solo a saperlo leggere. GUALTIERI. 6i norma c'era l'in iltrato della polizia. D'AMBROSIO. #econdo me non era possibile e non potevano arlo, perch1 c'era l@agente +ppolito e %uindi vi era una responsabilit, diretta di un agente di polizia. PRESIDENTE. #e non ci sono altre domande, ringrazio il dottor 6'/mbrosio e la dottoressa Pradella per il tempo che ci hanno dedicato e per gli appro ondimenti che hanno reso possibili. #periamo di potere avere ulteriori notizie. Penso che la cosa peggiore che potremmo are a %uesto punto dividerci tra autori di una o di un'altra verit,. 2redo che di ronte a %uesti problemi abbiamo il dovere di esprimere inalmente %uesto giudizio storico4politico, che mi sembra abbastanza consolidato, su %uesta stagione del Paese. #e osse possibile, nel rattempo, passare dalla scenogra ia agli accertamenti della verit,, orse la erita si rimarginerebbe ino in ondo. DAMBROSIO. "vviamente, nonostante le di icolt, che lo stesso Presidente ci riconosce, spero sia ben chiaro che noi comun%ue aremo %uesto tentativo. PRESIDENTE. 6i %uesto non c' dubbio e %uindi vi auguriamo buon lavoro. La seduta termina alle ore 23,30.

Home page Commissione stragi

http.FFGGG.parlamento.itFparlamFbicamFterrorFstenogra iciFstenoD.htm

BEF1AFBA1C