Sei sulla pagina 1di 5
di Adriano Parracciani aka CyberParra “il ritorno di Tera” novembre 2013

di

Adriano Parracciani aka CyberParra

“il ritorno di Tera”

novembre 2013

CronachedalPianetaScratchdiAdrianoParraccianièdistribuitoconLicenzaCreative

Creative Cronache dal pianeta Scratch - il ritorno di Tera 1

Cronache dal Pianeta Scratch - il ritorno di Tera

autore - Adriano Parracciani aka CyberParra

Gobo aveva finito di eseguire i suoi script in un programma gioco di un dodicenne, e stava tornando alla Master Library degli Sprite. Come al solito si perse nella immensa Scratch Cloud, e girovagava tra database, aree utenti e librerie di sistema; tra l’altro senza avere alcuna autorizzazione. Non lo faceva di proposito; Gobo era fatto così, distratto e con poca memoria. Ad un tratto si ritrovò sopra la sconfinata area dei Programmi Utenti, il luogo più eccitante di tutta la Scratch Cloud. Gli Sprite potevano entrarci solo su richiesta e sotto il controllo di un coder, ma Gobo fece finta di dimenticarsene e decise di fare un giro. C’era un fermento incredibile, come sempre: giochi, simulazioni, disegni che prendevano forma, dialoghi in svariate lingue, milioni di sprites che andavano e venivano da tutte le parti per animare le griglie dei creativi, e milioni di script in esecuzione. In quel fermento digitale era facile notare la mancanza di attività e Gobo fu attratto da un area particolarmente statica alla sua destra. Si avvicinò e vide la sua amica Tera, immobile sul classico fondale bianco, caricata dentro un programma dal poco significativo nome di Untitled-8. Attraverso il Flusso di Comunicazione Spritonico, Gobo captò lo stato di soddisfazione di Tera e vide che era particolarmente basso GOBO - Ehi Tera, cosa c’è che non va? TERA - E non lo vedi? Mi sto annoiando da morire. Sono rinchiusa in

questo inutile programma, senza uno straccio di codice da eseguire,

niente sfondi, niente costumi, nessun altro sprite con cui parlare. A proposito, ma tu che ci fai qui?

GOBO - Ummm

sto facendo un giretto. TERA - Beato te. Non hai idea da quante unità temporali sono qui a non far nulla. Lo sai che non lo sopporto stare ferma senza eseguire nessun codice. Non dico tanto, non pretendo uno script con centinaia di blocchi, ma almeno un <move 10 steps> <wait 1 secs> <turn 90 degrees> da ripetere 4 volte, od un semplice <glide 1 secs to x:100 y:100> Ed invece, niente di niente, la mia Script Area è completamente vuota.

GOBO - Ti capisco, però lo sai bene Tera, può sucedere; non tutti i coders sono efficienti anzi alcuni sono dei veri scansafatiche. TERA - Già, ma perchè quelli devono capitare a me? GOBO - È la legge del caso, noi non possiamo TERA - Uffa, ora non farmi una lezione sulla distrubuzione delle probabilità GOBO - Oh no, non so nemmeno cosa sia. Comunque volevo dire che devi prenderla con filosofia; e goderti il riposo. TERA - Riposo? Se fosse per me mi scriverei uno script con un blocco

Niente, sto tornando alla Master Library e, sai com’è…

<forever> pieno zeppo di blocchi <move

>

<go to

>

<glide

>

GOBO - Però non puoi, perchè sei uno Sprite e non un coder. Quindi che fai? TERA - Se ne fossi capace mi metterei a piangere GOBO - Piangere?

TERA - Non lo sai? È quella cosa che fanno gli umani quando sono molto

tristi: fanno uscire del liquido dagli occhi che poi gli cola sulla faccia. GOBO - Mai sentito; e come fanno a far uscire l’acqua dagli occhi? TERA - E io che ne so? E poi chi ha detto che sia acqua, ho detto liquido, potrebbe essere Gobo la interruppe GOBO - Che stupido, lo so io come fanno. Gli umani sono coders quindi avranno scritto un pezzo di codice per riuscire a piangere. Mi piacerebbe vedere com’è fatto lo script… TERA - Si è vero: sei veramente stupido. Mica crederai che gli umani funzionino come noi, che eseguano gli script come facciamo noi. GOBO - E perché no? TERA - Boh, non lo so, ma se funzionassero come noi saremmo in grado

di comunicare con loro, ed io potrei dire al mio coder di farmi fare

qualche cosa. GOBO - Già, potresti dirgli di farti piangere; però poi ti serve il costume

da triste. Tu ce l’hai? Io no, nessuno me lo ha mai fatto. Anzi a dire il vero non so nemmeno che cosa sia triste. TERA - È quando il livello di soddisfazione è minore di cinque; e comunque io ce l’ho il costume triste GOBO - Beh, visto il tuo livello di soddisfazione dovresti fare <switch costume>, ma solo il tuo coder può farlo. Adesso però vado, devo ritrovare la strada per rientrare nella Library; se il Checksprite Controller

si accorge che non ci sono è un guaio serio per me

TERA - Aspetta Gobo, forse accade qualcosa. Il mio coder è entrato in

Untitled-8 e maneggia nel Pannello degli Sprite, se sono fortunata ne

carica un’altro e mi cancella dal suo progetto. Si, ora ha caricato Bat1;

forza cancellami, dai cancellami…cancellami

è sopra di me… Si, Si, Si, Evviva mi ha cancellato, finalmente sono fuori da quel ridicolo Untitled-8! Coders di tutta la cloud, Tera sta tornando. Vieni Gobo, ti riporto nella Master Script Library in un pico-secondo. GOBO - Wow Tera, il tuo livello di soddisfazione è schizzato sopra i cento TERA - Non vedo l’ora di ritornare ad eseguire script

Ecco ha preso la forbice…