Sei sulla pagina 1di 2

Lezione 118 (EBR) I plurali ebraici

Nota Questa lezione non difficile. Lo scopo di riconoscere nel testo biblico alcune terminazioni: quelle dei plurali. Cercate anche di imparare alcune parole ebraiche: vi saranno utili.

In ebraico i sostantivi possono essere maschili o femminili, e non sempre corrispondono al genere che hanno in italiano. Cos anche per il greco. A differenza del greco, per, lebraico non ha il genere neutro. Giacch lebraico ha un solo articolo determinativo ( , ha) che vale sia per il maschile sia per il femminile (come gi studiato nella lezione 84), si potrebbe pensare che non sia facile distinguere il genere di un vocabolo. Tuttavia, va detto che i sostantivi femminili terminano di solito in . Esempio: ( yerh), timore, che in ebraico femminile. Vediamo ora come si formano i plurali in ebraico. Va detto subito che in ebraico, oltre al plurale, esiste il duale.

Plurale
Il plurale dei sostantivi maschili termina quasi sempre in im:

Il plurale dei sostantivi femminili termina di solito in -ot:

Esempio:


susm cavalli

sust cavalle

Pu accadere che alcuni sostantivi femminili presentino il plurale con la terminazione dei maschili, come il femminile (shanh), anno, che al plurale fa (shanm). Allo stesso modo, alcuni sostantivi maschili presentano il plurale con la terminazione del femminile, come padre:

(av) che al plurale fa ( avt). Non mancano poi i sostantivi che presentano ambedue le terminazioni, assumendo in tali casi sfumature diverse. Esempio:


sadh campo


sadm campagne


sadt campi (di propriet)


kikr disco Duale


kikarm monete


kikrt pani rotondi

La forma duale viene usata per vocaboli che indicano cose che esistono a paia. La desinenza -ym:


Esempi:

einym asnym raglym yadym

occhi orecchi piedi mani

Oltre alle coppie come paia naturali (gambe, braccia e cos via), il duale di usa anche per indicare una coppia che si formata, come ad esempio due cavalli: ( susym). Infine, ci sono in ebraico alcuni sostantivi di uso molto frequente che troviamo solo al plurale e in una forma morfologica che uguale al duale. Esempi:

(shamym) cielo (mym) acqua


E ora prendetevi la soddisfazione di riconoscere alcuni plurali maschili e femminili e perfino qualche parola che ora conoscete:

Giobbe 38 32


33


34


35


36


37