Sei sulla pagina 1di 4

Quando si valuta la fattibilit economica di una scelta produttiva necessario conoscere qual il volume operativo (quantit venduta) minimo

mo da raggiungere per riuscire a coprire tutti i costi e conseguire il pareggio economico. Tale punto di pareggio detto anche punto utile zero, punto di rottura o break event point, viene ricercato mediante lapplicazione dellanalisi C-V-R. I metodi di determinazione del punto di pareggio sono quello grafico e quello analitico.

Metodo grafico
Il metodo grafico si basa su un sistema di assi cartesiani nei quali sono rappresentate le funzioni dei costi e dei ricavi totali, il cui incrocio individua proprio il punto di pareggio. In praticare sullasse delle ascisse sono indicati i volumi della produzione ottenuta e venduta e sullasse delle ordinate i costi totali ed i ricavi totali relativi ai diversi volumi di produzione e vendita. Iniziamo la descrizione del processo di costruzione del diagramma con la retta dei ricavi (si suppone che il prezzo sia costante). Immaginiamo che il prezzo unitario di vendita del prodotto sia di 1euro. Ci significa che una unit di prodotto determina un ricavo di 1euro, due unit di 2euro, e cos via. La retta avr quindi, se le scale dei due assi corrispondono, uninclinazione di 45 (i l coefficiente angolare della retta esprime il prezzo di vendita). Cos si avr:

Passiamo adesso alla retta dei costi variabili. Tale retta partir dallorigine degli assi in quanto il costo variabile della produzione di 0 prodotti pari a 0 ed tanto pi inclinata quanto pi alto il costo variabile unitario di ogni prodotto. Si avr dunque:

La retta dei costi fissi sar orizzontale, parallela allasse delle x, poich i costi fissi non variano al variare della quantit prodotta e venduta.

La retta dei costi totali (CF+CV) si ricava traslando quella dei costi variabili verso lalto, finch la sua origine corrisponder allammontare dei costi fissi.

Infine il punto di pareggio sar determinato dallintersezione della retta dei ricavi con quella dei costi totali.

Il volume di produzione in corrispondenza del quale i ricavi totali sono esattamente pari ai costi totali chiamato BREAK EVEN POINT. Graficamente il bep rappresentato dalla quantit di prodotti in corrispondenza della quale le rette RT e CT si intersecano. Larea disegnata dalle due rette a sinistra del bep larea delle perdite mentre larea a destra del bep larea degli utili in quanto fino al raggiungimento del bep lazienda non vende abbastanza prodotti per coprire i costi e quindi sostiene delle perdite, vice versa se lazienda vende un quantitativo di prodotti superiore al bep ottiene ricavi sufficienti a coprire sia i costi fissi che i costi variabili e quindi ottiene un risultato economico positivo.

Limiti della capacit produttiva


E bene tenere in considerazione che la capacit produttiva aziendale non in finita: gli impianti che compongono lassetto produttivo dellimpresa possono produrre fino ad un certo numero massimo di prodotti. Per aumentare la capacit produttiva necessario modificare il proprio assetto produttivo (ad esempio acquistando nuovi impianti), ma questo possibile solo nel ungo periodo.

Graficamente possibile rappresentare questo limite con una linea che interrompe il grafico in corrispondenza del numero massimo di prodotti fabbricabili.

Metodo analitico
Il metodo analitico porta allindividuazione del punto di pareggio mediante lapplicazione di semplici formule matematiche. In particolare, si consideri la condizione di eguaglianza tra ricavi totali e costi totali: R = CT da cui, scomponendo i costi totali in costi fissi e costi variabili complessivi si ha: R= CF + CV si consideri adesso che i ricavi totali sono uguali al prez