Sei sulla pagina 1di 1

L'abitudine in fisiologia e psicologia

Il termine abitudine viene usato per indicare sia le attivit motorie, sia le attivit mentali, che dopo numerose ripetizioni vengono svolte in modo relativamente automatico o, pi semplicemente, con maggior facilit e coordinazione. L'abitudine il processo mediante il quale un comportamento diventa abituale. I comportamenti si ripetono in un contesto coerente, vi un aumento incrementale nel collegamento tra il contesto e l'azione. Per azione si intendono sia attivit mentali che motorie che, dopo un periodo relativamente lungo in cui vengono ripetute, vengono poi svolte in maniera pi sciolta o con maggiore coordinazione dei movimenti. Questo aumenta l'automaticit del comportamento in tale contesto.[1] Caratteristiche di un comportamento automatico possono essere: efficienza, mancanza di consapevolezza, la non intenzionalit, l'incontrollabilit.[2]

Cattive abitudini
Una cattiva abitudine un modello di comportamento negativo. Alcuni esempi includono: procrastinazione, irrequietezza, onicofagia.[3] Un fattore chiave per distinguere una cattiva abitudine da una dipendenza o da malattia mentale l'elemento della forza di volont. Se una persona sembra ancora avere il controllo sul suo comportamento, allora solo un'abitudine.[4] Le buone intenzioni sono in grado di escludere l'effetto negativo delle cattive abitudini, ma il loro effetto sembra essere indipendente e le cattive abitudini restano, ma sono sottomesse invece che annullate.[5] Secondo l'autore Bill Borcherdt, il momento migliore per correggere una cattiva abitudine prima che l'azione diventi regolare. Ecco perch pi facile che lo sviluppo di cattive abitudini possa essere impedito maggiormente durante l'infanzia.[6] Ci sono molte tecniche per la rimozione di cattive abitudini una volta che esse si sono stabilizzate. Uno dei metodi prevede l'identificazione e laa rimozionedei fattori che innescano l'abitudine e che incoraggiano la sua persistenza a lungo termine.[7] Solitamente in psicologia e in pedagogia, l'abitudine viene classificata come meccanismo psicologico messo in moto dalla persona per adattarsi in maniera pi proficua all'ambiente che lo circonda. L'abitudine diventa quindi uno dei fattori che contribuiscono in maniera maggiore alla formazione del carattere sin dalla prima infanzia.