Sei sulla pagina 1di 27

PREPARAZIONE AREA POSIZIONAMENTO PIASTRE DI FONDAZIONE INSTALLAZIONE E MESSA A PUNTO ATTIVITA' DI COLLAUDO

PREMESSA
La linea Versaroll, per la tipologia del sistema di traslazione ( CARRIER ), deve essere schierata perfettamente orizzontale ( in piano ) lungo tutta la sua lunghezza. le gambe sono dotate di livellamenti ( chiodi Nelson o STUD ) onde consentire la perfetta messa in bolla.

VERSAROLL 2012

Pendenze o irregolarit del pavimento, che generano variazioni di altezza superiori alla massima regolazione dei livellamenti ( max 30 mm ), richiederanno spessori aggiuntivi da saldare sulle piastre di fondazione nei punti pi bassi del pavimento. Per questa ragione, consigliato eseguire una scansione del pavimento nell' area di schieramento della linea, prima del posizionamento delle piastre di fondazione. Questo consente in seguito e se necessario, l' approvvigionamento e la saldatura di spessori aggiuntivi sulle piastre stesse prima di saldare i chiodi NELSON. Si allega esempio di rilievo .

Posizionamento delle piastre come da Lay-out fornito da UT.

ATTIVITA' DI PREPARAZIONE
Lo schieramento della struttura del Versaroll, dopo il posizionamento delle piastre, abbiamo la saldatura dei livellamenti filettati ( STUD o chiodi NELSON n.d.r.) sulle piastre di fondazione. Tali livellamenti sono posizionati con precisione lungo la linea, mediante un calibro guida e immediatamente dopo saldati con attrezzatura specifica. Il calibro guida da posizionare con una tolleranza di +/- 0,13. Per eseguire quanto descritto occorrono : Collaudo - 2 collaudatori - 1 laser tracker LEIKA o FARO ( pi altri strumenti pi sotto descritti ) Cantiere - 1 operatore per la saldatura degli STUD - 1 calibro per STUD Gambe a T / L / H con appendice per Versalift - 1 calibro per STUD gambe a I - 1 calibro per STUD TOOL-TRAY Shuttle - 1 macchina per la saldatura STUD ( stud welder ) Pistola Nelson Saldatrice NELSON

Chiodi/STUD NELSON da M20 con FERULE

In questa fase pu essere aggiunta la verifica o la tracciatura di tutti gli assi stazione / motori / elevatori / ... con lo strumento di misura.

Dima per Gambe e Versalift

Dima per Tool Tray shuttle

ATTIVITA DI COLLAUDO
1) SCHIERAMENTO CON LASER TRACKER

Lo schieramento con laser tracker ha inizio dopo il fissaggio a terra delle piastre di fondazione. Tutti i fissaggi di ciascuna piastra di fondazione, devono essere presenti e correttamente serrati. Il centro linea e gli assi stazione, devono essere tracciati e visibili. 2) STRUMENTI - DOCUMENTAZIONE PER I COLLAUDATORI

Per una corretta operativit di messa a punto, necessario avere : - Laser tracker con taratura in corso di validit - Livella elettronica - Livella ottica pi micrometro, con taratura in corso di validit - Riflettore CCR 1,5" con supporto magnetico - Cilindro per settaggio livellamento ( v. dis. 1 ) - Supporto per tracciatura asse stazione ( v. dis. 2 ) - Benchmark ( BM ) q.t 6 per ogni stazione, meglio se verniciati esternamente in modo da renderli molto visibili ( v. dis. 3 ) - Colla tipo Loctite 496 - Layout piastre di fondazione - Layout linea con quotatura passi stazione / elevatori/ ecc...

3)

ESECUZIONE

a) Traguardare con la livella ottica, il centro delle piastre di fondazione lungo tutta la linea per quantificare e localizzare le differenti altezze del pavimento. Tenerne traccia scritta. Nota : questa attivit viene svolta nel caso il rilievo non sia stato eseguito preventivamente o non documentato chiaramente come nell' allegato A. b) Posizionare il laser tracker da un lato della linea ad una distanza di 12-15 metri al massimo dalla stazione iniziale. Si potr cos raggiungere un' area di lavoro che include 45 stazioni al massimo, tra le quali si trova il laser tracker. c) Mediante la livella elettronica, livellare lo strumento di misura.

d) Incollare direttamente sul pavimento i BM attorno all' area di lavoro, secondo lo schema indicato pi sotto ( figure B - C ). Numerarli in sequenza ( su carta facendo uno schemino ed a pavimento se possibile ). Nota: Poich i BM possono accidentalmente essere urtati e staccati, ove possibile incollare ( o meglio saldare ) almeno altri 4 BM due per lato linea, in punti stabili e difficilmente raggiungibili ( p.es. : colonne di stabilimento, ecc... ).

e) Azzerare il laser tracker utilizzando l'asse linea all'inizio della prima stazione ed al fondo della 4 o 5 stazione. Questo sar l'asse Y linea. La X iniziale sar definita dal centro della prima stazione. Il piano Z sar mediato dalle misure di tutti i BM tenendo conto di eventuali inclinazioni del pavimento e delle possibilit di livellamento. Sar necessario considerare il punto Z pi alto del pavimento e quello pi basso per definire la massima escursione del livellamento ed il suo valore medio diventer lo 0Z pavimento da utilizzare nell' azzeramento. Includere la misura degli eventuali BM aggiunti, fissati sulle colonne. Nel frattempo, l'operatore incaricato alla saldatura degli STUD ha gi allestito e posizionato la DIMA sulle prime due piastre di fondazione. Il posizionamento prevede delle regole di base che consentano la corretta esecuzione della saldatura, la piastra deve essere ripulita dalla eventuale vernice nella zona della saldatura e nel punto di attacco massa, normalmente su una vite di fissaggio a pavimento, a fine rilievo del LASER Tracker, prima di iniziare a saldare gli STUD assicurarsi che le viti di contrasto sono serrate per evitare sposizionamenti.

f) Riferendosi alle quote nominali indicate sul layout, misurare i fori di riferimento a bordo calibro ( fig. A ). Agendo sulle viti di regolazione dello stesso, posizionarlo entro +/0,13 mm in X, Y, Z.

Video Saldatura dei Perni NELSON

100413 VERSAROLL TYCHY 015.mpg

h) Rimossa la DIMA dopo la saldatura dei STUD, si sposta nella stazione successiva. Regolare in Z le viti di livellamento calcolando la posizione media in altezza precedentemente rilevata, il punto pi alto della misura regolarlo a 30/35 mm dalla piastra ( quota filo superiore con dado e rondella diam 20mm), le gambe, Versalift, e Tool tray shuttle sono riferite tra di loro come da tabella AA a fine documento.. Posizionare le gambe nei STUD saldati ed avvitare i dadi.

i) Procedere allo stesso modo fino a posizionare le prime 4 - 5 stazioni. Spostare il laser verso la stazione 5 - 6 ed utilizzando almeno 8 - 10 BM precedentemente misurati, azzerarsi. Verificare il corretto allineamento in Y andando a misurare l' asse linea nelle prime stazioni. l) Ripetere i punti f ) - g ) - h ) - i )

Al termine delle attivit di allineamento DIMA con Laser Tracker e verifica posizionamento delle Attrezzature,Tool Tray shuttle, Versalift, si richiede la stesura del report di certificazione. Si allega schema prodotto da Comau N.A. che esemplifica graficamente la struttura del posizionamento laser tracker, dei benchmark, del calibro per la saldatura degli stud. 8

Fig. A

Fig. B

Fig. C

Montaggio delle Gambe Repair station/Elevatore 4CE

10

Gambe schierate

Dopo il montaggio delle gambe bisogna posizionare le colonnine per il sostegno dei CONDO, prima di serrare le viti delle colonnine alle gambe bisogna verificare il parallelismo di esse ed verificare il corretto allineamento con lasse lin ea mediante DIMA da costruire in cantiere e piombo. ( In questa foto viene effettuato il controllo anche prima di posizionare le colonnine)

11

Colonnina da installare sulle Gambe T/L leg da allineare con DIMA e centrare con filo a PIOMBO

12

Posizionare i CONDO sulle gambe verificando che siano allineati in Y tra di loro.

13

Tool per allineamento in Z delle viti, da utilizzare con il LEIKA


8 H7

110 140

20.5 40

DIS.1

Tool per verifica/tracciatura asse linea tracciata sul pavimento

8H Prof 15

100

90

100

100

14

BM ( benchmark) da applicare ( incollare o saldare ) sulle colonne o punti visibili nello stabilimento

Benchmark BM

DIS.3

20

8 H7

20

Rugosit 3 ( Foro 1,6 )

20

15

ESEMPIO DI SETTAGGIO LIVELLAMENTI GAMBE VERSALIFT - TOOLTRAY SHUTTLE

1) RIFLETTORE LASER 2) SUPPORTO MAGNETICO 3) CANOTTO DI REGOLAZIONE 9) OFFSET RIFLETTORE / SUPPORTO MAGNETICO

10) ALTEZZA DEL CANOTTO DI REGOLAZIONE 4) RONDELLA PIANA 5) DADO DI REGOLAZIONE 6) BARRA FILETTATA LIVELLAMENTO

11) MINIMO 30/35 mm

7) PIASTRA DI FONDAZIONE 8) FILO PAVIMENTO = Z 0 RILEVATO NEL PUNTO PIU' ALTO DELLO SCHIERAMENTO

* IL TOTALE OTTENUTO, SI RIPORTA SU TUTTI I LIVELLAMENTI DELLA LINEA AGENDO SUL DADO DI REGOLAZIONE 5)

16

ALLEGATO A ( esempio rilievo del pavimento )

Posizionamento delle piastre come da lay-out

17

REGOLAZIONI E VERIFICHE STRUTTURA DEL VERSAROLL

DA

EFFETTUARE

SULLA

POSIZIONAMENTO/REGOLAZIONE RULLI GUIDA PARTE INFERIORE DEL CARRIER ( Lover bar) ASSE Y rispetto al centro linea, la larghezza della lower bar del carrier di 75 mm, i rulli devono essere regolati ad una misura di circa 80 mm. di luce tra i rulli rispetto al centro linea. Position Roller guide Ax.Y ( red roller )reference to center line

18

POSIZIONAMENTO VERSACODER RISPETTO AL CENTRO STAZIONE Position Versacoder refer center station ASSE X CENTRO STAZIONE Ax X center station

57.6

57.6

NOTA IMPORTANTE : TERMINATO IL LIVELLAMENTO DI TUTTA LA PARTE INFERIORE DELLA STRUTTURA ( CONDO / VERSALIFT / VERSASHUTTLE ) TUTTE LE QUOTE QUI SOTTO INDICATE DEVONO ESSERE VERIFICATE RISPETTO AL FILO SUPERIORE RULLI ANZICHE' RISPETTO AL FILO PAVIMENTO. QUESTO CONSENTE DI AZZERARE EVENTUALI ERRORI DI COSTRUZIONE E MANTENERE LA CORRETTA RELAZIONE DIMENSIONALE TRA TUTTE LE PARTI MECCANICHE IN MOVIMENTO. VALORE Z RULLI SUPERIORI SCORRIMENTO BILANCELLE Z reference Top Of the roller Back bone

Z=3660 DAL FILO SUPERIORE RULLI AL PIANO NOMINALE PAVIMENTO

19

Per facilitare le misure possibile, previo rimozione della vite fissaggio rullo, misurare il centro.

Z=3660

20

POSIZIONAMENTO VERSALIFT CARRIER IN POSIZIONE DI LAVORO ( LEVA INCLINATA DI 27 GRADI ) Z=2671 DAL FILO SUPERIORE RULLI GUIDA RULLO DISCESA BILANCELLA

MEZZERIA BILANCELLA

Z=989

Z=90 RISPETTO AL TEORICO DEL PAVIMENTO

X=2796 RISPETTO AL CENTRO STAZIONE X=5592 RISPETTO AL CENTRO VERSALIFT OPPOSTO (154) X=2950 RISPETTO AL CENTRO STAZIONE Verifica e regolazione Versalift su asse stazione

0X

21

La quota di posizionamento in Z del Versalift, rispetto al filo scorrimento rulli ( TOP of the Roller ) al centro di rotazione del meccanismo di 2671.

+2671

+3074.23

22

Parallelismo del Versalift con asse linea, verificare 0-Y con piani lavorato del VERSALIFT nei quattro punti estremi.

+167

Asse linea 0 Y con verifica/regolazione posizione del Versalift

0 Y

23

PIANO Z TELAIO INFERIORE E PIANO Z TELAIO PORTA ATTREZZATURA +3110 TOP of the Roller

Z= 550 PIANO LAVORATO TELAIO PORTA ATTREZZATURA a terra

Z= 360.4 PIANO LAVORATO TELAIO INFERIORE

24

CON TOOL TRAY SHUTTLE PIANO Z SCORRIMENTO RULLI E PIANO Z ATTREZZATURA

+3325 TOP of the Roller

+3110 TOP of the Roller

25

AA) RELAZIONE TRA LE QUOTE DI SCHIERAMENTO TRA VERSASHUTTLE / VERSALIFT / CONDO + BRIC +0 piano inferiore Gambe +2 piano inferiore Versalift +18 piano inferiore Tool Tray shuttle

+2 +18 0

26

Verifica allineamento in Z tra BACK-BONE con strumento idoneo ( barra in alluminio appoggiata tra i rulli back-bone contigui con ripoto in Z verso il basso per essere visibile in modo semplice) per evitare effetto montagne russe.

27