Sei sulla pagina 1di 26

74 CONCORSO NAZIONALE

JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

CARTELLA STAMPA

Il Programma degli Eventi Jesolo, edizione 2013

Finali Nazionali: - Marted 22 ottobre

74 CONCORSO NAZIONALE

Milano, Hotel Boscolo Milano, Corso Matteotti 4. Ore 11.00. Conferenza stampa di presentazione di Miss Italia 2013 - Venerd 25 ottobre

Jesolo, Teatro Vivaldi. Ore 16.00. Assegnazione dei titoli nazionali. - Sabato 26 ottobre

Jesolo, Teatro Vivaldi. Ore 12.00. Conferenza stampa di presentazione della serata finale in onda su La7 - Domenica 27 ottobre

Jesolo, Pala Arrex. Ore 20.45, finale di Miss Italia in diretta su LA7. Conduce Massimo Ghini con la partecipazione di Cesare Bocci e Francesca Chillemi. - Luned 28 ottobre

Jesolo, Pala Arrex. Ore 11.00. Servizi fotografici alla vincitrice Jesolo, Pala Arrex. Ore 11.00. Conferenza stampa di presentazione di Miss Italia 2013 e di chiusura della manifestazione.

JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

Miss Italia su La7: un nuovo modo di vivere la bellezza


Tre attori alla conduzione della serata televisiva

Miss Italia riparte da una nuova casa televisiva, La7, ospite di una citt, Jesolo, dove era attesa da anni, e propone unedizione tutta da vedere. Il passaggio dalla tv di Stato, dopo 25 anni, a una televisione forte di unidentit colta e moderna rappresenta, se non una piccola rivoluzione nel settore dello spettacolo e dellintrattenimento, un restyling da seguire con interesse. Al centro dellattenzione sono il nuovo modo di presentare le ragazze e la conduzione inedita affidata a tre attori amati dal pubblico: la serata sar infatti presentata da Massimo Ghini con la partecipazione di Cesare Bocci e Francesca Chillemi. Il Concorso ha fatto discutere tutta lestate, ha ricevuto critiche, non sempre motivate, ma anche molti attestati di stima; un fenomeno di cui ognuno si sente protagonista, secondo unosservazione divenuta cult di Edmondo Berselli (Miss Italia siamo noi) ed - diremmo abituata ai corsi e ricorsi della sua storia. Ma sempre rimasta, come ora, ben salda in piedi. Seimila partecipanti, 500 manifestazioni in piazze stracolme di folla nelle localit turistiche del nostro Paese, una televisione nazionale, una citt e una regione che si legano al concorso con accordi pluriennali, sponsor storici che, in piena crisi economica - o forse proprio per questo - rimangono affiancati allAzienda Miss Italia: ci sono tutti gli elementi, i personaggi, gli artisti per ripartire, anche se in realt non ci si mai fermati. Siamo un concorso che vive tra la gente, in modo capillare sul territorio italiano, in ogni regione, dal Nord al Sud, ha ripetuto Patrizia Mirigliani. Massimo Ghini sa infiammare uno spettacolo: ha cultura teatrale, cinematografica e televisiva, ha verve, ha alternato ruoli brillanti a prove di artista di grande livello. E il primo attore a fare il presentatore delle miss, un termine che piaceva a Walter Chiari: ci prov insieme a Nunzio Filogamo nel 1971 e fu coinvolto in una contestazione di cui per non erano oggetto n lui n il concorso. Allinizio della serata televisiva sar proprio Ghini, annunciando le miss, a chiedersi, visto il dibattito di questi mesi, qual il significato del concorso nel costume italiano e quale il ruolo della donna nella societ. Comunque, se ci sar un processo, si pu anticipare che Miss Italia sar condannata ad andare in onda, come sempre. Lo spettacolo, anche se i cambiamenti programmati richiedevano un tempo maggiore, di primordine: una giuria particolare, ospiti e cantanti rispecchiano le intenzioni di proporre una nuova Miss Italia, la Miss Italia di Jesolo e de La7.

Patrizia Mirigliani: Miss Italia su La7 per cambiare

Miss Italia cambiavolto e conserva la sua modernit, entrando in una Televisione colta e innovativa. Difendiamo la nostra tradizione ma siamo attuali e moderni, al passo e forse oltre a quanto viene realizzato sul tema in altri Paesi civili. Miss Italia sotto gli occhi di tutti, nelle piazze stracolme delle selezioni e nei dibattiti, libera da schemi. Dopo 25 anni, il trasloco da Rai1 a La7 assume nel suo genere, secondo alcuni, laspetto di un evento epocale. La Rai ha fatto grande il Concorso, ma ritengo che rapporti cos importanti dovevano essere sostenuti e rinnovati, non abbandonati. Come non vengono abbandonati i tanti milioni di telespettatori che avevano la bella consuetudine di assistere, anche come protagonisti con il televoto, a un evento che allestero ci invidiano. La bellezza nazionale va tutelata e aiutata e, aggiungo, amata. La7 si manifestata come lapprodo pi libero del panorama televisivo italiano poich sulla mia strada ho trovato un imprenditore di ampie vedute che non si fermato di fronte a valutazioni del Concorso molto discutibili. Il tempo a disposizione per la realizzazione del programma televisivo stato troppo breve per poter effettuare tutti i cambiamenti che da anni ritenevo indispensabili per la naturale evoluzione di Miss Italia. Volevo inoltre unaMiss Italia che potesse raccontare in tv lattivit sociale svolta durante lanno dalle ragazze che, con queste azioni, sono in primo piano ben oltre la loro bellezza. Ma non ho dubbi che, insiemealla televisione La7, in una citt moderna e viva come Jesolo, faremo una grande edizione. E sempre la popolarit di Miss Italia, con il suo pubblico, e accentuata soprattutto con lexploit di iscrizioni di questanno, la nota che ci contraddistingue, ma inseguivo da tempo un format nuovo per la presentazione delle ragazze in televisione, una veste che strizzasse locchio anche al mondo della cultura, come avvenuto nei primi anni del Concorso. Una stagione in cui - accanto a Dino Villani e a Enzo Mirigliani - cera la presenza di giornalisti, scrittori e artisti, come Orio Vergani, Cesare Zavattini, Arrigo Benedetti, Giovanni Guareschi, Giovanni Mosca, Paolo Monelli, Enzo Grazzini, Vincenzo Buonassisi, Carlo Carr,Vittorio De Sica, Luchino Visconti, Michelangelo Antonioni. E perch non citare Edmondo Berselli, autore del libro dei 70 anni del Concorso? A Jesolo e con La7 festeggeremo nel 2014 i 75 anni di Miss Italia. Lo faremo insieme a tutti coloro che amano il Concorso e lo rendono grande ogni giorno: le ragazze, le vere protagoniste del fenomeno Miss Italia; la citt di Jesolo che, in un momento delicato, ha saputo accoglierci con uno slancio impareggiabile e con la tradizionale simpatia della gente del Veneto, realizzando unaspirazione che risale a molti anni fa; i nostri sponsor che, nellanno pi difficile a causa della situazione economica, hanno operato con intelligenza mettendo a frutto le dinamiche pi attuali di Miss Italia. E, ancora, i responsabili regionali della manifestazione, organizzatori di primordine che hanno coinvolto come negli anni doro i Comuni, le Pro Loco, le associazioni di vario tipo che non hanno rinunciato alle annuali feste in piazza con le ragazze delle loro citt. Patrizia Mirigliani

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

Jesolo: la citt di Miss Italia 2013 su LA7 Una realt da vivere tutto lanno

Parchi, zone verdi, aree per il divertimento e il tempo libero, sono insieme alla sua spiaggia dorata, gli ingredienti che contraddistinguono Jesolo. A pochi chilometri dalle citt darte del Veneto e dalla perla della Laguna di Venezia, Jesolo si stende tra lombreggiata Pineta il polmone verde della citt, e la foce del Sile che labbraccia ad ovest con un porto turistico allavanguardia. Inoltre gli interventi di importanti progettisti internazionali affiancati da architetti locali sono la firma della nuova riqualificazione, del recupero ambientale, del riassetto urbanistico del Comune, volti a creare un territorio unico, che sappia rispondere alle esigenze di residenti, turisti e visitatori. La citt ha lisola pedonale pi lunga dEuropa, con i suoi quasi dodici chilometri di passeggiata. Davvero difficile resistere alle tentazioni dei negozi alla moda di Jesolo, dallabbigliamento ai profumi, dai gioielli ai prodotti di bellezza. Jesolo si sta trasformando per essere vissuta tutto lanno, a misura di famiglia e di giovani. Ideale per praticare sport, da quelli nautici come windsurf, vela, ma anche beach volley, fitness allaperto ed un campo da diciotto buche che ogni anno ospita pi di 80 appuntamenti golfistici. Questestate lo stadio comunale Armando Picchi ha ospitato il ritiro estivo di Alessandro Del Piero e della sua squadra, il Sydney F.C. ed in questi giorni fa da cornice alle giovani promesse dellatletica leggera impegnate nei campionati italiani categoria Allievi e Cadetti. Una vera e propria citt dello sport che vanta anche strutture di altissimo livello come il Pala Arrex, con 4 mila posti a sedere capace di ospitare grandi eventi. Per chi ama invece la natura incontaminata i 150 kilometri di percorsi ciclabili portano alla scoperta delle bellezze paesaggistiche: una Jesolo Green tutta da scoprire. Immergersi in una natura ed un paesaggio rurale che affascina ogni volta che lo si incontra. E laltra faccia di Jesolo, quella lontana dai rumori della spiaggia, per sentire i suoni della natura. Rientrano tra le eccellenze cittadine i sette parchi verdi urbani, in grado di catalizzare da soli, lattenzione degli ospiti di tutto il mondo. Una citt evoluta anche per servizi, comfort, sicurezza, qualit, offerta di strutture ricettive e occasioni per il tempo libero. Sono oltre trecento infatti gli appuntamenti che durante lanno animano la citt dal suggestivo Natale in spiaggia, con il suo monumentale presepe di sabbia, ai concerti ed alle manifestazioni in piazza capaci di rendere una vacanza a Jesolo veramente indimenticabile. JESOLO MULTIMEDIALE Jesolo stata la prima citt turistica ad entrare nel vasto mondo delle applicazioni per iPhon e iPad, con una scaricabile gratuitamente e che permette di consultare dal telefonino tutti i servizi cittadini ed essere informati su tutto ci che offre e propone. stata la prima localit ad avere il servizio di wi-fi in spiaggia e sulle piazze, cos da permettere a tutti i suoi ospiti di navigare gratuitamente. Con il booking on line, consultabile anche con il servizio avviato in piazza Brescia, allinterno dellUfficio Informazioni ed Accoglienza Turistica, seguiti da personale qualificato, d la possibilit ai turisti di scegliere una tra le molteplici offerte ricettive. LE SEDI DI MISS ITALIA Stresa - dal 1946 al 49 e nel 1958 Sanremo nel 1951 e nel 1982 Merano nel 1952 Cortina dAmpezzo nel 1953 Rimini dal 54 al 56 Pescara nel 1957 Ischia nel 1959 Vibo Valentia nel 1972 e nel 1973 Reggio Calabria nel 1974 Martina Franca, in Puglia nel 1975 Scalea nel 1976 Palmi, Siderno e SantEufemia dAspromonte nel 1977 Reggio Emilia nel 1978 Viareggio nel 1979 Gallio (Asiago) nel 1980 Formia nel 1981 Salsomaggiore Terme: nel 1950, poi dal 1960 al 71 e ancora dal 1983 al 2010 . Montecatini Terme: nel 2011 e nel 2012. Jesolo: dal 2013

Il Sindaco di Jesolo Valerio Zoggia: Jesolo, citt della bellezza

Jesolo pronta ad accendere i riflettori sulle bellezze finaliste di uno dei concorsi pi conosciuti al Mondo, Miss Italia, trasformandosi nella culla per eccellenza della bellezza ed eleganza. Un evento che ospiteremo nella nota localit dellalto Adriatico per quattro anni, frutto della collaborazione e dellesperienza guadagnata sul campo con lorganizzazione di Miss Italia nel Mondo, la gemella internazionale del concorso. Lelezione della pi bella dItalia sta diventando una sfida per tutti: per noi Amministratori e per tutti quelli che credono nel concorso di Patrizia Mirigliani. Un impegno importante che non si esaurir in una singola serata in diretta televisiva, ma che mi impegner personalmente a tenere vivo 365 giorni, come la miss che verr eletta. Un obiettivo ambizioso che raggiungeremo grazie alla sinergia di un team di persone, molti professionisti del settore e numerose aziende che credono nel connubio Jesolo-Miss Italia e che contribuir alla nostra strategia di allungamento della stagionalit. Per questo, fin da ora, do il mio personale benvenuto a tutte le giovani ragazze che sbarcheranno a Jesolo, alla conquista della fascia nazionale pi ambita e la corona che decreter la vincitrice della 74esima edizione di Miss Italia. Una sfida in riva la mare, che devessere vissuta come un sano divertimento dimostrando come lintelligenza non sia nemica della bellezza. Due qualit che possono distinguere la donna italiana nella nostra societ moderna. Il Sindaco Valerio Zoggia

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

La7

La7 il canale televisivo italiano del Gruppo Cairo Communication che trasmette i suoi programmi sia in digitale terrestre che sulle piattaforma satellitare di Sky Italia e Tv Sat. La sua programmazione di tipo generalista, caratterizzata dalla presenza di programmi di approfondimento e di intrattenimento. Professionalit, credibilit, attenzione alla vita quotidiana, qualit, innovazione e obiettivit sono i valori centrali di La7. Tratti dimmagine di una rete sempre in movimento che svolge un ruolo riconosciuto nelloffrirsi come servizio per il pubblico. La7 da sempre propone al suo pubblico la qualit di uninformazione libera e indipendente e un intrattenimento originale e firmato. Un canale che ha come riferimento centrale lattualit e che propone un contratto di viewership basato su uno scambio di informazioni intenso e coinvolgente. La7 si caratterizza per una squadra di professionisti di primordine che non ha eguali nel sistema televisivo italiano: Enrico Mentana, Lilli Gruber, Michele Santoro, Maurizio Crozza, Corrado Formigli, Daria Bignardi, Tiziana Panella e Myrta Merlino. Squadra che stata ulteriormente arricchita dallarrivo, nellautunno 2013, di due giornalisti che si stanno sempre pi affermando nello scenario tv nazionale: Salvo Sottile e Gianluigi Paragone. La politica dei personaggi costituisce un aspetto essenziale della linea editoriale di La7: illuminano la rete che d loro forza espressiva, in un circolo virtuoso che rafforza lidentit del canale. Punti fermi della nuova stagione televisiva 2013/2014 (la prima sotto la gestione del nuovo Editore Urbano Cairo) sono le edizioni del Tg, guidate dal direttore Enrico Mentana, che ripropone inoltre al mattino Omnibus e Coffee Break con Tiziana Panella, il programma leader dellaccess prime time, Otto e Mezzo, condotto da Lilli Gruber (da questanno anche al sabato) le prime serate di Piazzapulita di Corrado Formigli il luned, Servizio Pubblico con Michele Santoro al gioved, e la grande comicit di Maurizio Crozza al venerd. Nel nuovo palinsesto non mancano le grandi novit, come quelle, sempre in prime time, di Salvo Sottile con Linea Gialla al marted, e di Gianluigi Paragone con La Gabbia al mercoled. Nel daytime si allunga fino alle 13.30 lapprofondimento di respiro sociale de Laria che Tira condotto da Myrta Merlino.

Come si diventa Miss Italia

Sessantatre ragazze, una giuria formata da tecnici della bellezza ed esponenti della cultura e dello spettacolo, il pubblico con il televoto: ecco i protagonisti della gara che porta allelezione di Miss Italia 2013 nelledizione del concorso pi atteso degli ultimi anni. La finale, trasmessa in diretta dalla televisione La7, si svolge nel Pala Arrex della citt balneare di Jesolo, in provincia di Venezia. La serata condotta da un attore Massimo Ghini, con la partecipazione di Cesare Bocci, reso popolare dal personaggio di Mim Augello, da 15 anni alter ego del commissario Montalbano e Francesca Chillemi, Miss Italia 2003 e oggi attrice di successo della fiction televisiva. Tra le 63 finaliste, una giuria speciale formata dai registi Saverio Marconi e Stefano Reali e lesperta di casting Gianna Tani promuove alla fase successiva 15 candidate. La giuria di spettacolo presente in sala recupera, tra le rimanenti, sei miss per costituire quindi un gruppo di 21 concorrenti. Esse prendono parte alla seconda fase della Finale nella quale entra in funzione il televoto: il pubblico e la giuria di spettacolo promuovono sette ragazze. Ecco il numero del televoto: Fisso: 894000 Mobile: 4784781 Sempre con la selezione da parte del pubblico e della giuria si passa da sette a tre candidate, a due, fino ad arrivare al nome della vincitrice. Prima di questo momento saranno assegnati alle ragazze vincitrici i titoli nazionali. Tra i protagonisti della serata c Giusy Buscemi, la ragazza che lascia il titolo dopo 13 mesi e che pu ora cominciare i suoi studi per diventare attrice.

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

Massimo Ghini: Io disposto anche a fare il valletto delle miss! Raccontiamo i sogni delle ragazze: Cenerentole, miss, persone, non certo numeri
Fare la distinzione tra artista di cinema, di teatro o di televisione, come tra attore e conduttore proprio fuori luogo. Lattore se stesso e interpreta varie parti, pur rimanendo se stesso. Il segreto, se mai, di svolgere questo lavoro con dignit, dimostrando il proprio talento: cos dice e cos vedremo a Miss Italia Massimo Ghini, il quale, infatti, ha recitato in ruoli drammatici e brillanti, diretto in teatro da registi come Franco Zeffirelli, Giorgio Strehler, Giuseppe Patroni Griffi e Gabriele Lavia e, al cinema, in ruoli drammatici con Paolo Virz (La bella vita), Alessandro DAlatri (Senza pelle) e Carlo Lizzani (Celluloide). Alle produzioni televisive si dedicato invece negli anni 2000: nel 2001 ha interpretato il giovane Angelo Roncalli in Papa Giovanni; nel 2002 il Dr. Andrew Manson, nel remake di Fabrizio Costa del celebre sceneggiato La cittadella accanto a Barbora Bobulova, Franco Castellano e Anna Galiena; nel 2005, linventore italiano del telefono, Antonio Meucci, e Galeazzo Ciano nella mini serie su Edda Ciano; nel 2006, insieme a Lunetta Savino, stato protagonista della fiction Raccontami, con la regia di Riccardo Donna e Tiziana Aristarco; nel 2007 apparso in Piper, di Carlo Vanzina; nel 2008 in Dottor Clown; nel 2009 in Sui tuoi passi, e Enrico Mattei - Luomo che guardava al futuro, nel 2010 in Gli ultimi del Paradiso. Al cinema, in tempi recenti ha partecipato ai cinepanettoni di Neri Parenti Natale a Miami (2005), Natale a New York (2006), Natale a Rio (2008), Natale a Beverly Hills (2009) e Natale in Sudafrica (2010), sostituendo Massimo Boldi al fianco di Christian De Sica; ma anche a film pi impegnati come Guido che sfid le Brigate Rosse (2007), di Giuseppe Ferrara, dove si racconta della vita delloperaio sindacalista Guido Rossa e della sua tragica fine, e Tutta la vita davanti (2008), di Paolo Virz, per il quale ottiene la sua prima candidatura al Nastro dArgento come migliore attore non protagonista. Nel 1979 ha ottenuto la sua prima parte al cinema nel film Cera una volta la legge di Stelvio Massi. Del 1984 il secondo film, Segreti segreti di Giuseppe Bertolucci in cui interpreta il capitano Felici; nello stesso anno ha girato lo sceneggiato La neve nel bicchiere di Florestano Vancini. Nel 1988 ha recitato nella commedia-cult Compagni di scuola di Carlo Verdone, e nel film tv La sposa era bellissima al fianco di Stefania Sandrelli e Antonio Banderas. Grazie al film di Francesco Rosi, La tregua (1997), Ghini ha ottenuto i primi riconoscimenti anche a livello internazionale. Franco Zeffirelli gli ha affidato nel 1999 il ruolo di suo padre nel film autobiografico Un t con Mussolini e nel 2000 ha lavorato accanto a star come Sean Penn e Anne Bancroft in Una notte per decidere di Philip Haas, mentre nel 2003 stato tra gli interpreti principali di Il pranzo della domenica di Carlo Vanzina.. Su LA7, eccolo infine conduttore di Miss Italia. Sono disposto a fare il valletto delle miss - dice scherzando - pur di creare il clima giusto, che penso sia quello dellironia, della leggerezza. Ma lo spettacolo sar vero. Miss Italia il concorso della tradizione, se vogliamo anche da strapaese , una fiaba pagana che nel nostro Dna ha spiegato - e ho deciso di metterci la faccia per il gusto della sfida. Vogliamo giocare, con la consapevolezza per di dover descrivere il racconto di un sogno, quello delle ragazze, delle Cenerentole, persone, comunque, non numeri.

10

Cesare Bocci: Entro nel mondo delle miss in punta di piedi

Il grande pubblico lo identifica in Mim Augello, il personaggio alter ego del Commissario Montalbano che interpreta dal 1998, ma Cesare Bocci un attore dalle pi diverse esperienze. Dopo aver frequentato la scuola di recitazione di Tolentino, inizia la sua carriera nel 1982 con la Compagnia della Rancia, di cui anche socio fondatore. Trasferitosi a Roma, mai lasciando il teatro, inizia a lavorare in televisione e al cinema, dove debutta, nel 1990 con LAria Serena dellOvest con la regia di Silvio Soldini. A parte il ruolo nel Commissario, che dura da 14 anni, consolida la sua notoriet interpretando il ruolo del medico Antonio Ceppi in Elisa di Rivombrosa, altra serie televisiva di enorme successo durata due stagioni. Nel 2001 coprotagonista in Princesa, film inglese prodotto da Rebecca OBrian e Wim Wenders, selezionato al Sun Dance Film Festival. Negli anni a seguire Cesare Bocci lavora spesso in televisione, cimentandosi nei ruoli pi disparati. Recita accanto a Stefania e Amanda Sandrelli nella miniserie tv in sei puntate Io e Mamma. Nel 2008 il primario Sergio Danieli in Terapia durgenza, per 18 episodi. In Sotto il Cielo di Roma, al fianco di James Cromwell per una mini serie su Pio XII. Nel 2010 nel cast dello spettacolo teatrale Testimoni, con la regia di Angelo Longoni. Nel 2011 e 2012 di nuovo in scena, protagonista insieme a Massimo Ghini, de La Cage Aux Folles, che gli fa vincere il Premio Flaiano. Nel 2012 torna in televisione su Rai Uno accanto a Veronica Pivetti nella fortunata fiction Provaci ancora Prof e nel 2013 interpreta lo struggente ruolo del Principe di Trabia in Volare, mini serie RAI che ha toccato i 13 milioni di spettatori. Sempre nel 2013 inizia una nuova avventura come conduttore televisivo nel nuovo programma di Rai 3 Il giallo e il nero. Lo troviamo anche nel film Benvenuto presidente dove interpretavail ruolo del politico Ed ora, eccolo su LA7, in un ruolo insolito nel quale, come sempre, sapr interpretare se stesso. A Miss Italia dice infatti porto me stesso. Sar una trasmissione molto dinamica e divertente, sempre rispettandoil fatto che un concorso che tutti conoscono e che tutti vogliono vedere cos com.Mi avvicino a questo mondo delle miss in punta di piedi. Sono qui perch Miss Italia fa parte della nostra cultura. Anche la critica al Concorso, che nemmeno dovrebbe esistere, fa parte della nostra cultura.

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

11

Francesca Chillemi: simpatici quei due tipi che mi hanno adottata! A dieci anni dallelezione, torna sul palco di Miss Italia: stavolta alla conduzione, al fianco di Massimo Ghini e Cesare Bocci
Dieci anni dopo, Franceschina, la Miss Sicilia diventata Miss Italia 2003, torna sui suoi passi e si diverte un mondo. Sul palco de La7 del PalaArrex di Jesolo, accanto a Massimo Ghini e a Cesare Bocci, c lei. Conduttrice televisiva (esordio con Carlo Conti ne I Raccomandati), attrice di fiction (che centra? - dice - attrice e basta), la prima vincitrice del titolo a presentare la serata tv delle miss, la prima Miss della gestione di Patrizia Mirigliani, la prima protagonista del Calendario di Miss Italia, la prima Insomma, prima in tutto fuorch a scuola!. Cio, non eri brava? No, scherzo, anche se in realt non mi sono mai molto impegnata per essere la prima della classe ma, quando entravo in competizione, ci riuscivo. Francesca Chillemi sembra sempre che scherzi, ma una vera professionista, cosa che naturalmente non in contrasto. Massimo e Cesare mi hanno come adottata. Sono fortunata, un po il mio destino: anche nelle fiction ho riscontrato casi analoghi di attori bravissimi che sulla scena hanno avuto nei miei riguardi un senso protettivo, rassicurante. Questa edizione di Miss Italia poi tutta da inventare ed laspetto che pi mi piace. Meno male che ci sono loro due. Hanno una simpatia e unesperienza tale che nelle prove mi piace stare a guardarli, come essere a scuola: tutto da imparare. Apprendere e divertirmi, ecco quello che voglio fare a Miss Italia; tornare qui non lascia davvero indifferenti. Francesca non si leva dalla mente quel titolo e, sorridendo, dice: Non sarebbe stato possibile, ma io ci avrei riprovato, avrei anche partecipato di nuovo. Oppure potevano confermarmi per un altro anno. Eh gi con Cristina Chiabotto alle porte! Lo studio - dice seria - anche nel campo della recitazione laspetto pi importante della mia vita. Sono felice se ogni giorno mi arricchisco di una cosa diversa, un momento da conquistare con impegno e con fatica. Pur di imparare, reciterei anche sotto un ponte. Dopo Miss Italia vedremo Francesca nella fiction Che Dio ci aiuti 3 (tutti ricordano il suo personaggio, Azzurra Leonardi, la mora, distratta e combina guai) nella quale potrebbe essere in scena insieme a Giusy Buscemi, altra ragazza doro che si sta preparando con seriet per diventare attrice. Francesca Chillemi, 28 anni, siciliana, Miss Italia 2003, ha debuttato come attrice nella quarta serie di Un medico in famiglia e come conduttrice tv su Rai 1 ne I raccomandati e poi in Italia che vai e nei variet Aspettando Miss Italia, Sognando tra le note, Miss Italia: la sfida comincia e Sanremo contro Sanremo. Nel 2007 e nel 2008 ha fatto parte del cast della serie di Canale 5 Carabinieri in cui ha interpretato il ruolo di Laura Flestero ed stata coprotagonista nella seconda stagione di Gente di mare. Nel 2008, anno in cui ha ricevuto il Premio Bagutta nella sezione fiction, tra gli interpreti dellepisodio La luna di carta de Il commissario Montalbano. Francesca ha fatto il suo esordio sul grande schermo nel 2009 con Feisbum, nellepisodio Gaymers, e con Cado dalle nubi. Nel 2010 ha partecipato alla miniserie televisiva Preferisco il paradiso con Gigi Proietti e, lanno dopo, eccola nel cast di Notte prima degli esami 82 e di Che Dio ci aiuti. Lo scorso anno stata protagonista della serie televisiva Sposami al fianco di Daniele Pecci, e ancora di Che Dio ci aiuti, con Elena Sofia Ricci.

12

Si rinnova il legame di Miss Italia con il Cinema Chi sono gli attori e le attrici che hanno onorato il concorso con la loro presenza

Massimo Ghini, amatissimo attore sul piccolo e grande schermo, presenta questanno ledizione 2013 di Miss Italia con la partecipazione di Cesare Bocci, reso popolare dal personaggio di Mim Augello, da 15 anni alter ego del commissario Montalbano, e Francesca Chillemi, Miss Italia 2003 e oggi attrice di successo della fiction televisiva. Cera un tempo, si dice, in cui registi e attori facevano la fila per andare in giuria a Miss Italia, poi, nel tempo, questa moda si affievolita, ma la loro presenza c sempre stata. Gli attori italiani ed internazionali pi amati dal pubblico hanno onorato con la loro presenza Miss Italia, intervenendo come presidenti o componenti della giuria, come ospiti ed anche nel ruolo di presentatori delle serate. Anzi, a dire il vero, si pu scorrere lelenco ma, come conduttore, troviamo soltanto Walter Chiari nel 1971, in unedizione, tra laltro, molto contestata per motivi sindacali di unazienda vicina al concorso. Celebre una foto di Tot nel 1948 mentre scherza con Fulvia Franco a Stresa dove lattore stava girando il film Tot al Giro dItalia. Negli anni 60, ecco Aldo Fabrizi e Rossano Brazzi in giuria e poi, come ospiti, Marcello Mastroianni insieme a Monica Vitti accompagnati da Michelangelo Antonioni. Una giuria di attori nel 69 con Giorgio Albertazzi, presidente, e, con lui, Adolfo Celi, Lando Buzzanca e Paolo Carlini. Ugo Tognazzi, nel 1982, fu protagonista di unanimata discussione con gli altri giurati per la scelta di Miss Italia, Federica Moro. Altrettanto indimenticabili sono state le presenze di Alberto Sordi nel 1953 e nel 1999. Alberto Lupo, nel 1977, tra gli ospiti della finale, come Macario nel 1979 alla Bussola di Viareggio. Spetta a Giuliano Gemma, nel 1983, premiare con la corona la vincitrice Raffaella Baracchi mentre, lanno dopo, Nando Gazzolo, riferendosi alla quindicenne Susanna Huckstep, dir: Ho contribuito ad eleggere Miss Italia una ragazzina che giocava ancora con le bambole ed assomiglia a barbie!. Nel 1991 irrompe a Salsomaggiore Terme Alain Delon e c ancora chi ricorda il suo ballo con una giovanetta splendida, Martina Colombari, subito dopo averla incoronata Miss Italia. Il ritorno di Sofia Loren nel 2001 a Salsomaggiore, dove nel 1950 era stata eletta Miss Eleganza, fu celebrato come un grande evento. Lattrice ha presieduto poi altre due volte la giuria di Miss Italia nel Mondo. Christopher Lambert nel 2002 sfila in passerella, nella serata della moda di Miss Italia, insieme a Andrea Bocelli e a Martina Colombari. Claudia Cardinale, affascinante, presiede la giuria nel 2003 e consegna la corona a Francesca Chillemi. Stupisce lanno dopo, per la dolcezza di lei e lironia di lui, la coppia Catherine Deneuve e Dino Risi. Il maestro del Sorpasso sta bene insieme al suo amico Enzo Mirigliani e arriva apposta qualche giorno prima. Risate nel 2004 con Raimondo Vianello e Sandra Mondaini (ma come? Mi fate venire in mezzo alle 100 ragazze pi belle dItalia e invitate anche mia moglie?!). Bruce Willis nel 2005 presiede la giuria e per due giorni al centro dellinteresse generale. Sylvester Stallone, nel 2006, imita Willis e lo supera in popolarit: il suo arrivo a Salsomaggiore ricorda gli scenari festosi di Broadway. Dopo aver visto le ragazze, dice: la pi bella? Mia moglie. Andy Garcia e Giancarlo Giannini sono di scena nel 2008, presente anche Anna Strasberg, moglie di Lee, creatore dellActors studio Tra gli attori delle serate di Miss Italia anche Enzo Cerusico, Gabriel Garko, Ronn Moss e Katherine Lely Lang (Ridge e Brook di Beatiful), mentre Beppe Fiorello, un anno fa, a premiare Giusy Buscemi, parente dellattore Steve Buscemi.

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

13

Le finali 2013 I titoli in palio

1. Miss Italia 2. Miss Eleganza 3. Miss Cinema Planters 4. Miss Deborah Milano 5. Miss Wella Professionals 6. Miss Miluna 7. Miss Rocchetta Bellezza 8. Miss Ragazza In Gambissime Luciano Barachini 9. Miss Kia Soul 10. Miss Italia Sport Lotto 11. Miss Energia Edison 12. Miss Forme Morbide 13. Miss Fair Play (titolo onorifico) 14. Miss Simpatia Le Pandorine 15. Miss Diva e Donna 16. Miss TV Sorrisi e Canzoni 17. Miss Arrex

14

Miss Italia 2013: i titoli speciali! Sportive e dalle forme generose, cos il Concorso lancia un messaggio di benessere e salute
Bellezza e benessere sono un binomio cui non si pu prescindere. questa la logica che sta alla base dei due titoli speciali assegnati nellambito del Concorso Miss Italia: Miss Italia Sport e Miss Forme Morbide. Entrambi lanciati per la prima volta nel 2011, sono ormai giunti alla loro terza edizione portando dietro di loro scie di consensi e, talvolta stupori. Miss Italia Sport Tributo allo sport femminile italiano e riconoscimento a tutte quelle ragazze sportive che ogni anno, sempre di pi, partecipano al Concorso, rivolto alle giovani atlete, di et compresa tra i 18 e i 26 anni, e crea un collegamento forte tra Miss Italia e il mondo dello sport, due universi paralleli accomunati da una serie di valori positivi. Nel 2013, durante le selezioni regionali, sono stati inoltre assegnati i due titoli speciali di Miss Sport Montecarlo e Miss Fair Play Montecarlo nellambito del Fair Play World Awards - Wonderful Women: unedizione speciale che ha permesso a due giovani atlete di arrivare alle Prefinali nazionali. Sempre questanno, liniziativa del Concorso dedicata allo Sport viene abbracciata da alcune Federazioni vicine al mondo femminile: Danza Sportiva (FIDS), Ginnastica dItalia(FGI), Pallavolo (FIPAV), Atletica Leggera (FIDAL). In particolare le atlete della FIDS Danza sportiva, e della FGI Ginnastica dItalia, sono intervenute con le loro esibizioni in molti degli oltre 600 eventi di Miss Italia sul territorio, proprio per promuovere le proprie discipline a un target eterogeneo quale quello convogliato dal Concorso. Importante anche labbinamento con lUniversit degli Studi Roma - Foro Italico, gi Iusm ed ISEF, lunico ateneo italiano interamente dedicato allattivit motoria e allo sport. Miss Fair Play Accanto al titolo dedicato allo sport, viene assegnato (in fase di Finale nazionale) quello onorifico di Miss Fair Play ad una miss da parte delle sue compagne, per aver incarnato valori quali lealt, generosit, capacit di comprensione, spirito di solidariet, impegno ad appianare qualsiasi eventuale momento di discordia o di tensione. Miss Forme Morbide Il titolo costituisce una delle molteplici iniziative che il Concorso da 74 anni porta avanti per valorizzare tutte le dimensioni del pianeta donna. Si tratta di un riconoscimento speciale, dedicato a ragazze dalle forme generose, portatrici di un messaggio di benessere e femminilit. Per ledizione 2013, ancor pi degli anni precedenti, Miss Italia cerca, tra le miss in gara, lemblema della donna capace di comunicare attraverso il suo corpo sinuoso, specchio di una bellezza sana, di una matura ed intelligente consapevolezza delle proprie forme. Sul progetto Patrizia Mirigliani ha scelto questanno una madrina deccezione: Elisa DOspina (www. elisadospina.com), top-model tra le pi richieste a livello internazionale nel settore del conformato. Opinionista di numerose trasmissioni TV e radiofoniche nazionali e da sempre impegnata nella lotta contro i disturbi alimentari, Elisa ha denunciato in questi anni ai media il proliferare di siti e blog che finiscono per essere pro-anoressia e pro-bulimia. Collabora inoltre con i portali Leonardo.it. e Mela Verde.it oltre che con la redazione di Vogue.it . E la portabandiera italiana del mondo curvy, che rivendica la bellezza della donna a prescindere dalla taglia che indossa. Durante le fasi di selezione, Elisa ha scrutinato oltre un centinaio di ragazze alla ricerca delle otto Miss Forme Morbide oggi in gara alle Prefinali nazionali. Tra di loro, a Jesolo, durante le fasi finali del Concorso, verr eletta Miss Forme Morbide 2013.

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

15

Giusi Buscemi Dal palcoscenico di Miss Italia al piccolo schermo Il debutto televisivo DELLA RAGAZZA SICILIANA in Don MATTEO 9

E stata definita dalla stampa la Miss Italia con le stelle negli occhi, lei, siciliana di Menfi (AG) arrivata al Concorso con un grande sorriso e un importante sogno: il cinema. Giusy Buscemi, 20 anni, pronta a restituire la corona, dopo un anno e un mese. Sono la Miss Italia rimasta di pi in carica nella storia, specifica, mentre ricorda di essere stata eletta il 10 settembre 2012, esattamente 13 mesi fa. Oggi Giusy comincia a muovere i primi passi nel mondo della recitazione, con un DEBUTTO IMPORTANTE nella fiction prodotta dalla Lux Vide per Rai1 Don Matteo 9, al fianco di Terence Hill e Nino Frassica (Giusy interpreter una figlia del maresciallo Antonio Cecchini, cio Frassica). Un grande successo per la siciliana dai lunghi riccioli doro, arrivato poco dopo il termine della scuola di Cinema Actors Planet Luiss, di Rossella Izzo, direttrice artistica, e Massimiliano Cardia, direttore organizzativo. Giusy ha infatti frequentato il corso alla Luiss durante lanno che volge al termine. Ho avuto loccasione di lavorare e studiare tra gli altri con Pupi Avati, Ricky Tognazzi, Federico Moccia, Fausto Brizzi, Giorgio Albertazzi, Fioretta Mari e Marco Mattolini. Spronata ed appoggiata durante lintero percorso da Patrizia Mirigliani, questa stata solo la prima delle opportunit che mi sono state offerte dal Concorso. Legatissima alla sua Sicilia, Miss Italia 2012 ha sfruttato a pieno i 360 giorni con la corona. Festeggiata a Menfi da oltre 10.000 persone, il suo calendario di appuntamenti sempre stato fitto. Tra gli altri, Giusy ha partecipato come madrina, in Senato, alla discussione di una proposta di legge sulla tutela degli animali, iniziativa che vede in prima fila le ragazze del Concorso; stata testimonial dell Ospedale del Giorno del Gaslini partecipando allevento di inaugurazione dello stesso. stata inoltre protagonista del Calendario 2013 di Miss Italia, presentato a fine dicembre 2012, le cui immagini sono state scattate dal fotografo Claudio Porcarelli. Lalbum, nato da unidea di Patrizia Mirigliani, stato loccasione per ripercorrere il lungo cammino intrapreso dalle donne nel corso dei decenni per affermare il proprio ruolo sociale, raccontato attraverso la storia dellevoluzione stilistica femminile avvenuta dal 1940 ad oggi. Queste sono solamente alcune delle esperienze fatte nellanno appena trascorso. Da qui si riparte. Sto gi muovendo i primi passi come attrice, voglio fare la gavetta come si deve e studiare la storia del Cinema italiano dice Questo ed altri obiettivi li ho raggiunti insieme a Miss Italia. Ora sono pronta per gli altri. Ho abbandonato il sogno di diventare medico optando per una carriera nel mondo dello spettacolo. Ora mi sono iscritta alla facolt di Lettere, indirizzo Letteratura, musica e spettacolo.

16

La cartina geografica della bellezza

Le vincitrici delle precedenti edizioni regione per regione Dal LAZIO 10 ragazze sono poi diventate Miss Italia: Anna Maria Bugliari (1950), Isabella Valdettaro (1951), Eloisa Cianni (1952), Marcella Mariani (1953), Paola Falchi (1958), Cristina Businari (1967), Maria Pinnone (1971), Adonella Modestini (1972), Arianna David (1993), Tania Zamparo (2000). - Dalla LOMBARDIA 10 Miss Italia: Gianna Maranesi (1940), Adriana Serra (1941), Lucia Bos (1947), Nives Zegna (1956), Layla Rigazzi (1960), Alba Rigazzi (1965), Loren Cristina Mai (1978), Federica Moro (1982), Eleonora Resta (1985), Rosangela Bessi (1990). - Dalla SICILIA arrivano 9 Miss Italia: Eugenia Bonino (1954), Daniela Giordano (1966), Paola Bresciano (1976), Anna Kanakis (1977), Nadia Bengala (1988), Anna Valle (1995), Francesca Chillemi (2003), Miriam Leone (2008); Giusy Buscemi (2012). - Il VENETO incorona 6 miss: Beatrice Faccioli (1957), Mirka Sartori (1964), Eleonora Benfatto (1989), Gloria Zanin (1992), Eleonora Pedron (2002), Silvia Battisti. - Il FRIULI VENEZIA GIULIA si classifica quinto con 5 miss: Fulvia Franco (1948), Alda Balestra (1970), Loredana Piazza (1974), Susanna Huckstep (1984), Michela Rocco di Torrepadula (1987). - cos come la CALABRIA: Brunella Tocci (1955), Graziella Chiappalone (1968), Claudia Trieste (1997), Maria Perrusi (2009), Stefania Bivone (2011). - Dalla TOSCANA 4 Miss Italia: Rossana Martini (1946), Margareta Veroni (1973), Cinzia Lenzi, Denny Mendez di Santo Domingo ma residente a Montecatini Terme (1996). - Altre 4 dal PIEMONTE: Isabella Verney (1939), Raffaella Baracchi (1983), Cristina Chiabotto (2004), Edelfa Chiara Masciotta (2005). - Sono invece 3 le Miss Italia dalla CAMPANIA: Maria Jossa (1959), Roberta Capua (1986), Daniela Ferolla (2001). - Altrettante dalle MARCHE: Mariella Giampieri (1949), Anna Zamboni (1969), Patrizia Nanetti (1981). - LEMILIA ROMAGNA festeggia la vittoria di due Miss: Martina Colombari (1991), Gloria Bellicchi (1998). - cos come la LIGURIA: Franca Cattaneo (1961), Livia Jannoni (1975). - La SARDEGNA ha anche due Miss Italia: Franca Dallolio (1963), Alessandra Meloni (1994). - LUMBRIA ha eletto la sua seconda Miss Italia della storia nel 2010, Francesca Testasecca, di Foligno. Prima di lei lunica e sola miss umbra stata per 48 anni Raffaella De Carolis (eletta nel 1962). - La PUGLIA vanta una sola miss: Manila Nazzaro (1999), - cos come lABRUZZO: Cinzia Fiordeponti (1979) - e il TRENTINO ALTO ADIGE: Claudia Andreatti (2006). Delle 70 miss elette finora dunque 31 sono del Nord, 19 del Centro, 9 del Sud e 11 delle Isole. - Alla conquista della corona! Valle dAosta, Molise e Basilicata sono allassalto del titolo, che non hanno mai vinto. Ma anche la Liguria scalpita: lultima sua Miss Italia, Livia Jannoni, risale infatti al 1975, come lAbruzzo (Cinzia De Ponti, eletta in Toscana nel 1979) e le Marche (Patrizia Nanetti nel 1981). Queste tre regioni sono le pi ritardatarie.

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

17

IL MOTORE DI MISS ITALIA Ecco le aziende abbinate al Concorso per ledizione 2013

Rocchetta, Acqua di Salute e Bellezza, non a caso lAcqua di Miss Italia Un organismo depurato sinonimo di bellezza ed per questo che lAcqua Rocchetta stata scelta quale icona di una Bellezza che viene da dentro, per una pelle idratata e uno sguardo luminoso. Rocchetta accompagna le ragazze aspiranti alla corona anche alla finale di Miss Italia nella nuova sede di Jesolo. Rocchetta stimola la diuresi depurando lorganismo, per questo, giorno dopo giorno, sorso dopo sorso, aiuta ad essere pulite dentro e belle fuori plin, plin!!! Il rapporto tra Rocchetta e Miss Italia si collaudato nel tempo e nel 2013 viene suggellato dalla scelta di Miss Italia 2012 come protagonista della nuova campagna pubblicitaria Brio Blu. Briosa e frizzantissima: sono le due versioni in cui appare Giusy Buscemi, a tutti gli effetti una collega alle prime armi dellaffermata Cristina Chiabotto, testimonial storica di Rocchetta dal 2005 ad oggi. La campagna declinata su vari media, incluse affissioni nelle principali citt dItalia, stampa, radio e web. Rossa o blu, Miss Italia in carica appare in tre simpatiche vesti: la sensuale pin up, la simpatica teenager e la donna pi impegnata Da oltre 30 anni cura il look delle miss Wella Professionals, che da pi di trentanni cura il look delle miss e lancia le tendenze della nuova stagione, anche per ledizione 2013 di Miss Italia mette in luce il fascino di ogni candidata attraverso la competenza e la creativit dei suoi migliori hair stylist. Marchio di punta nel settore haircare, vanta una consolidata partnership con gli acconciatori, professionisti della bellezza dei capelli. Alessio Alberti, amministratore delegato Wella divisione professionale di Procter & Gamble - sottolinea: La lunga e duratura partnership con Miss Italia, vede protagonisti i nostri migliori parrucchieri e contribuisce ad elevare il ruolo della professione dellacconciatore, che, forte di competenze tecniche e stilistiche di altissimo livello, si fa decisivo per il look delle Miss e per il successo della kermesse. La nostra missione far belle le donne dItalia attraverso prodotti sempre innovativi, cavalcando trend e anticipandoli per essere sempre allavanguardia. Miss Italia il suggello di questo intento. Firma per il 17 anno il trucco delle miss Presente sul mercato dagli inizi del 900, il gruppo vanta una consolidata esperienza nel settore farmaceutico-cosmetico. Simbolo in tutto il mondo della bellezza made in Italy, eccezionale interprete di uno stile inimitabile, Deborah Milano firma per il 17 anno, il trucco delle miss. Il continuo monitoraggio delle tendenze, il costante lavoro di ricerca del laboratorio e limpiego di avanzate tecnologie hanno portato alla realizzazione di prodotti cosmetici innovativi e altamente qualitativi. Sempre al fianco della Bellezza italiana Miluna partner di Miss Italia anche nella 64ma edizione del famoso concorso nazionale di bellezza. Il celebre marchio di gioielleria, a fianco della manifestazione dal 1997, rinnova cos un sodalizio nel nome della bellezza che negli anni ha portato il brand di Cielo Venezia 1270 a istituire la fascia nazionale di Miss Miluna, a realizzare preziose collezioni di gioielli dedicate alle Miss e a creare le celebri corone che si sono posate sul capo delle vincitrici e che sono autentiche creazioni di gioielleria. Questanno il concorso sar la vetrina per presentare un vortice damore: Vertigo, la nuova collezione di Miluna, caratterizzata da una seducente e dinamica spirale in argento con anima in titanio, impreziosita da

18

perle e gemme, che segue armoniosamente le linee del corpo, mantenendo la flessibilit e lelasticit inalterate nel tempo. Dedicata a Miss Italia anche la collezione I tre colori dellAmore, in cui Miluna riprende la tradizione della bandiera italiana, conferendo per ai colori un nuovo significato, ispirato ai tre diversi tipi di Amore celebrati nellantica Grecia: il rosso del rubino leros (amore passionale), il bianco lagape (amore puro e incondizionato), il verde dello smeraldo rappresenta la philia (amore amichevole). Un nuovo omaggio alla bellezza e a quellamore di cui Miluna da sempre fedele interprete. Per Luciano Barachini Miss Italia continua! Luciano Barachini triplica la partnership con Miss Italia nelledizione 2013, dopo il successo della precedente, coronata dal Grand Tour di Miss Italia nelle boutique moda: dalla dolce vita di Forte dei Marmi e Capri alle citt del business come Roma, Firenze e Milano passando per le grandi metropoli internazionali come Shangai. Anche questanno prefinaliste e finaliste, indosseranno i preziosi sandali gioiello firmati Luciano Barachini, calcando il palco di Miss Italia fino alla conquista dellambitissima fascia a Jesolo. Per lo storico brand calzaturiero, sinonimo di creativit ed esperienza, artigianalit ed innovazione, la ricerca e lattenzione ai dettagli si accompagnano ad una spiccata sensibilit verso i contenuti ed i valori che arricchiscono le aspiranti reginette di bellezza. Unazienda simbolo caratterizzata da una linea luxury di sandali gioiello dai tacchi vertiginosi tempestati di pietre pronti per calcare le passerelle e sfilare sui Red Carpet pi importanti, ma anche elegantissimi tacchi medi o flat per essere preziose e allo stesso tempo comodissime. La mission di Luciano Barachini rendere le miss, e tutte le donne, attraenti e sofisticate, dando vita, attraverso i propri sandali gioiello, ad ulteriori simboli di bellezza in un luogo - il Concorso Miss Italia - dove la bellezza di casa. Il messaggio per tutte le donne chiaro: dallalto dei sandali gioiello per mostrare stile, cultura e tanta padronanza di se. Per il secondo anno consecutivo Planters sponsorizza la prestigiosa fascia di Miss Cinema Planters, lazienda leader nel segmento delle creme cosmetiche naturali in vendita nelle farmacie e nelle erboristerie, sar sponsor per il secondo anno consecutivo del concorso Miss Italia abbinando il suo nome, come avvenuto lo scorso anno, al celebre titolo di Miss Cinema. Dopo aver seguito un percorso di 19 tappe sul territorio nazionale, e aver incoronato 19 Miss Cinema Planters, una in ogni regione (Piemonte e Valle dAosta sono unite), il tour della bellezza itinerante si concluder a Jesolo il prossimo 27 ottobre con la proclamazione della nuova Miss Cinema Planters 2013. Planters ha voluto legare ancora una volta la sua immagine al mondo del cinema e della bellezza, dando seguito allormai consolidato rapporto di stima e collaborazione con Maria Grazia Cucinotta, testimonial della nostra linea top di gamma allacido ialuronico Penta5 e dopo lelezione di Ludovica Frasca, Miss Cinema Planters 2012 ha dichiarato Roberta Benaglia, Amministratore Delegato Planters Mi piace sempre ricordare che la stessa Maria Grazia partecip a Miss Italia nel 1987 ed oggi unattrice e produttrice di successo, icona dellItalia nel Mondo. Sar un onore per me scegliere tra le tantissime bellezze italiane in concorso, la nostra Miss. Lazienda incontra le aspiranti miss e si avvicina sempre pi al mondo delle giovanissime, anche grazie al lancio della Crema Riparatrice Natural&Young, una crema idratante a base di aloe vera, dal packaging colorato e frizzante, con unedizione limitata appositamente dedicata a Miss Italia, lanciata lo scorso anno, e attualmente in vendita in farmacia e in erboristeria con la special edition Dillo con Planters, fino ad esaurimento scorte.

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

19

Con ironia ed eleganza, il brand regala un tocco in pi al look delle miss! Luniverso femminile di Le Pandorine incontra Miss Italia per il secondo anno consecutivo. Una partnership nata dalla comune passione per le donne, per la loro bellezza colta in tutte le sue pi svariate sfaccettature. Emozioni, sogni, amori, successi, concetti propri del Concorso di Patrizia Mirigliani, rivivono nelle frasi e nelle grafiche che rendono ogni modello dei prodotti firmati Le Pandorine un pezzo unico e tratto distintivo del look. Le bags e gli accessori del brand sono inconfondibili, non solo per la variet dei modelli, dei materiali e per la cura dei particolari, ma soprattutto per lo stile e lo spirito che traspare da ogni pezzo. Le borse della collezione Fall Winter 2013/2014, donate alle prefinaliste di Miss Italia, presentano forme inedite e tessuti rivoluzionari per giocare con stile e fantasia. Tessuti e modelli unconventional prendono forma in un turbinio di colori e giochi inconsueti. Il progetto delle Bags on the Bags, che si ispira ad uno scambio di ruoli tra immaginazione e realt, solo una parte di questa collection che prevede il ritorno di modelli classici in nuove versioni accanto ad assolute novit dalla fantasiose texture. Materiali particolari come la felpa, il metal e il neoprene rompono gli schemi, ammaliando. Il tessuto felpato reinventa lo storico modello della Classic conferendole un tocco street casual, mentre il metallic e lecopelle cangiante esaltano lo stile raffinato di un accessorio dal tono professional e chic. Lo stile di Le Pandorine vive in ogni modello e in ogni creazione. Dalla Linea Classic, particolarmente adatte ad ogni situazione e out-fit, alla Luxury elegante e con un tocco rock, passando per la Pon Pon molto capiente e riconoscibile dal simpatico pon pon, fino alla Mini sfiziosa ed intrigante e al Borsone Weekend, completamente rivestito in morbido piumino. La linea MAD, infine, si distingue per i disegni di Maddalena Sisto che questanno presente anche in versione piumino, oltre che in eco pelle. Il primo ottobre stato inaugurato a Milano il primo monomarca Le Pandorine al numero 3 della vivace Via Solferino con una madrina deccezione: Cristina Chiabotto. Ospite della giornata Giusy Buscemi, Miss Italia 2012, testimonial della campagna Linea Donna primavera/estate 2013.

Kia Motors Company: brand on the move La partnership con Miss Italia per ledizione 2013 del Concorso Design, qualit e performance: questi i cardini sui quali poggia la filosofia Kia, quella di un marchio che riuscito, grazie ad un approcciodifferent, a conquistare i mercati mondiali posizionandosi, come gruppo, al quinto posto a livello globale nellindustria dellautomotive. Una strategia che ha permesso a Kia di continuare a crescere, sia nei mercati dove lautombile corre, sia in quelli dove le situazioni economiche frenano i consumi. Nel 2012 le vendite mondiali sono aumentate di oltre il 10% e in Italia addirittura del 39,03% rispetto allanno precedente. Il successo premia unindustria nata nel 1944, che pu vantarsi di essere stata la prima di origine coreana ad esportare autovetture fin dal 1978. Oggi Kia appare nelle classifiche mondiali dei marchi pi prestigiosi e figura stabilmente fra i Top 100 Best Global Brands, i 50 Best Global Green Brands e nella Top Ten degli indici di qualit secondo JDPower. Kia fa parte dal 1998 del gruppo Hyundai e produce vetture e veicoli industriali in tutto il mondo, con stabilimenti in Corea, Cina, Stati Uniti, ed Europa da cui escono modelli in grado di coprire tutti i principali segmenti di mercato, dalle citycar come la Picanto, alle compatte come la Rio (la Kia pi venduta nel mondo),

20

alle medie come le ceed, alle monovolume come Venga e Carens, alle berline superiori come la Optima, alle crossover come la Soul, fino ai SUV di particolare successo come la Sportage e la Sorento. Qualit ai massimi livelli, dicevamo in apertura; questultima testimoniata in maniera eviden te dallesclusiva garanzia Kia 7anni/150.000 km che il marchio ha introdotto con successo dal 2009, mettendosi in una posizione di avanguardia nella protezione del valore automobile. Senza dimenticare l attenzione per lecologia che ha portato Kia a partecipare ad un gran numero di iniziative dedicate, nelle quali si esprime la particolare sensibilit dellazienda per la solidariet e la protezione dellambiente; trasformate in aiuti concreti per un valore di quasi 15 milioni di euro. Intenso anche il legame che unisce il dinamismo del marchio Kia e lattivit di sponsorship di eventi sportivi, fra i quali si annoverano appuntamenti prestigiosi quali gli Australian Open di Tennis e la storica collaborazione con FIFA e UEFA nel settore del calcio che culminer nel 2014 con Mondiali brasiliani. Approccio giovane, dinamico e different sono testimoniati ogni giorno dalla grande attenzione che Kia pone nelle nuova tecnologie e nei pi moderni canali di comunicazione. I social network, per esempio, dove la casa coreana vanta oltre 250 social media locali e globali ai quali fanno riferimento circa 1,4 miliardi di utenti con oltre 300.000 post al giorno e, ultimo solo in ordine temporale, il patrocinio dei You Tube Music Awards. In occasione della partnership con Miss Italia per ledizione 2013, la sera del 27 ottobre sar eletta in diretta tv su LA7 Miss Kia Soul. Miss Italia e Lotto eleggono Miss Italia Sport Lotto, che collabora questanno con Miss Italia, fa il suo esordio tra le aziende produttrici di calzature sportive a Giugno del 1973: le scarpe da tennis segnano linizio della produzione, a cui si aggiunge quella di modelli da basket, pallavolo, atletica, calcio e in seguito labbigliamento sportivo. Durante i primi 10 anni, Lotto si concentra sul mercato italiano, diventando uno dei marchi di riferimento nel settore dellarticolo sportivo e una delle aziende leader nel tennis. Negli anni 80 inizia la realizzazione dei primi modelli di scarpe da calcio e con essa le grandi collaborazioni con atleti e squadre di importanza internazionale: John Newcombe, Andrei Gomes e Jos Luis Clerc nel tennis, Ruud Gullit e lOlanda nel calcio. Il coinvolgimento degli atleti, sia nella progettazione che nella messa a punto dei prodotti abbinati alla loro immagine, porta lAzienda a diventare leader nel tennis e nel calcio. Negli stessi anni, comincia la distribuzione nei mercati esteri. La crescita a livello internazionale procede velocemente e, nel giro di un decennio, il marchio viene distribuito in oltre 60 Paesi in tutto il mondo. Nel Giugno del 1999 lAzienda viene rilevata da un gruppo di imprenditori locali, gi attivissimi nel settore dello sport, con a capo Andrea Tomat che assume il ruolo di Presidente e Direttore Generale della nuova Societ, ribattezzata Lotto Sport Italia S.p.A. Lobiettivo della nuova propriet di valorizzare i punti di forza del marchio - dinamismo, innovazione, qualit, design made in Italy e passione per lo sport - uniti a un servizio sempre pi attento ed efficace nei confronti del cliente. Oggi, in linea con la nuova missione aziendale, stato potenziato il settore performance, dando particolare enfasi alle calzature e allabbigliamento tecnico di calcio e tennis. A Lotto si affianca Lotto Leggenda, collezione di prodotti lifestyle di alto riferimento e di distribuzione selezionata, Lotto Works, linea di abbigliamento, calzature, accessori per la sicurezza e Le dd, brand che identifica una particolare offerta di calzature dal forte connotato di design. Lotto distribuisce oggi i propri prodotti in circa 100 Paesi attraverso negozi di articoli sportivi indipendenti, catene specializzate e grandi superfici con reparti sportivi specializzati. Particolare attenzione viene data alla politica di sviluppo retail, sia attraverso negozi monomarca (flagship stores, street stores, factory outlets) sia attraverso corner e shop in shops, diffusi oggi in Italia come allestero. Nella storia di Lotto, le grandi sponsorizzazioni sportive, per esempio nel calcio e nel tennis, sono sempre state alla base dei successi raggiunti.

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

21

Arrex le cucine, sponsor di Miss Italia 2013 Arrex Le Cucine si abbina questanno al Concorso Miss Italia e a Jesolo elegger Miss Arrex, titolata nazionale 2013. Il brand nasce nel 1973 e, in pochi anni, sviluppa unarea produttiva e un ampio mercato nazionale nel settore delle cucine componibili (moderne, classiche e in muratura). Successivamente si dedica con notevoli risultati anche allesportazione in alcuni importanti paesi europei ed extraeuropei (Francia, Spagna, Cina, India, Ucraina, Russia, Qatar, Emirati Arabi Uniti, ecc.), facendosi apprezzare per la qualit e il particolare design caratteristico del Made in Italy. Oggi Arrex una nota realt nel campo della produzione di mobili per cucina, vanta stabilimenti produttivi allavanguardia dislocati nelle province di Pordenone e Treviso. I numeri: Oltre 80 modelli di cucine in stile classico e moderno Pi di 800 diversi elementi per comporre la cucina Oltre 6.000 combinazioni di finiture e colori Showroom di 10.000 metri quadri Lampia possibilit di scelte modulari, lattenzione ai dettagli, laccuratezza delle finiture, le elevate prestazioni dei materiali, la ricerca di soluzioni funzionali e rispondenti alle esigenze dellattualit (ecologia, sicurezza, praticit), nonch la vasta accessoristica, sono gli elementi che Arrex Le Cucine considera fondamentali per la realizzazione di un prodotto di qualit elevata e di forte capacit competitiva. Crescere nellattivit di ricerca e di organizzazione dellattivit produttiva, investire nellinnovazione tecnologica, valorizzare il capitale umano, puntare al miglioramento continuo per raggiungere leccellenza: questi sono gli obiettivi che Arrex Le Cucine persegue.

22

MISS ITALIA 2013: ANTEPRIMA COSTUMI ED ABITI FINALISTE Patrizia Mirigliani, Cristina Ferrari, Daniela Del Cima: tre donne al timone dello stile e della moda nella 74esima edizione di Miss Italia
Fisico di Cristina Ferrari per i costumi delle Miss Una collaborazione che si tinge di rosa quella di Patrizia Mirigliani con Cristina Ferrari. Tra le tante novit della 74esima edizione, la Patron di Miss Italia ha voluto puntare, infatti, sul talento della stilista del brand di lusso Fisico per lideazione e la creazione dei costumi che indosseranno le 63 finaliste del concorso. Cristina Ferrari ha selezionato alcuni capi della collezione Primavera-Estate 2014, presentati in sfilata a Milano Moda Donna nella fashion week di Settembre, adattandoli alle Miss in carica con uno stile unico e originale. Non si tratta di semplici costumi, ma di modelli che si riflettono nel mondo della Beach Couture, ovvero labbigliamento mare di alta gamma che rispecchia leleganza inconfondibile della sartoria made in Italy, nostro vanto e orgoglio in tutto il mondo. Sono modelli che permettono alle ragazze di far risaltare al meglio la loro femminilit e la loro bellezza. Protagonista indiscusso sul palco del Pala Arrex di Jesolo sar, dunque, il Glamour. Basti pensare che per il gran finale stato realizzato un costume illuminato, tempestato da una miriade di borchiette a forma tridimensionale, unito a una micro-gonna che ne mette in risalto luce e colore. Per fornire la massima resa delle riprese televisive sono stati scelti tessuti tecnici, come la microfibra laminata, di grande tendenza anche nelle ultime passerelle internazionali realizzando un look di forte impatto e altamente innovativo. Altro protagonista della sfilata sar il Confort. E stata fatta unattenta analisi per poter dotare le Miss di un abbigliamento adatto in modo che possano esibirsi e ballare sul palco con maggiore disinvoltura. La lavorazione interna dei costumi Fisico consente una perfetta vestibilit e comodit di utilizzo. I modelli permetteranno alle ragazze di non essere troppo scoperte perch hanno una piena valenza di abbigliamento, potranno cio essere utilizzati come parte integrante di un look da sera. Un costume che si trasforma in un abito elegante. Cristina Ferrari ha realizzato i costumi anche per le Miss Forme Morbide esaltandone la bellezza tipica mediterranea in cui molte donne si rispecchiano, con lo scopo di lanciare il messaggio che anche le ragazze burrose possono essere e sentirsi belle e armoniose. La presenza della stilista si trova anche sulla fascia in cui la bandiera italiana viene messa in massimo risalto dallapplicazione di cristalli Swarovski. Miss Italia 2013 sembra abbia fatto proprie le parole dello scrittore tedesco Jean Paul Richter secondo cui: Nelle donne ogni cosa cuore, anche la testa.

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

23

Daniela Del Cima per gli abiti delle Miss Un sodalizio al femminile quello che Patrizia Mirigliani intende consolidare con il mondo della moda. Sar, infatti, la stilista Daniela Del Cima a vestire le ragazze durante la finale del concorso che andr in onda domenica 27 Ottobre su La 7. I vestiti delle Miss rispecchiano la visione della designer che si lascia sedurre dai colori della sua Toscana e da materiali di altissima qualit, rigorosamente di manifattura italiana. Saranno abiti dal profumo vintage e dallo stile anni 50 dalle forme geometriche, gonne larghe che disegnano il modello perfetto di donna, uninaspettata combinazione di stile ed eleganza. Tessuti e tinte chic che si fondono impercettibili in una preziosa femminilit senza tempo, senza confini, senza et. Lanima, il cuore, la filosofia delle collezioni firmate Daniela Del Cima, sono racchiuse in questo mondo fatato, frutto dellintuito e della passione che animano la creativit della stilista jaquard, popeline in una tavolozza di nobilt patinata che si colora di volta in volta di panna, di beige, di rosa cipria, di grigio perla, di nero. Una mission creativa, alla ricerca di equilibrio perfetto tra forme classiche e romantiche, dettagli innovativi e di tendenza. La vena artistica di chi sa comporre un inno alla sensualit con larte sartoriale made in Italy. Gli abiti che indosseranno le Miss saranno un dolce salto nel passato, a quei mitici Fifties che hanno segnato la bellezza e leleganza mediterranea fino alle passarelle stellate tipiche di Hollywood. Anche Giusy Buscemi, la Miss in carica, sceglier di indossare per la finalissima alcuni degli splendidi abiti di haute couture in pizzo chantilly, seta, organza, chiffon, tulle, raso ideati dalla stilista per mettere in risalto la sua naturale bellezza.

24

La storia del concorso Miss Italia: 74 anni di bellezza al femminile

La passerella di Miss Italia compie 74 anni di vita. Migliaia di ragazze hanno sfilato sul palco del Concorso, tutte determinate a coronare un sogno: diventare Miss Italia. Nato nel 1939, prima della guerra, per una geniale intuizione di un pubblicitario lombardo, Dino Villani, il Concorso ha regalato fino ad oggi 74 anni di emozioni a decine di migliaia di ragazze. A partire dal 1959 stato guidato da Enzo Mirigliani, vero patron delle miss. Mirigliani ha affidato agli inizi degli anni Duemila la guida alla figlia Patrizia che ha saputo rinnovare il Concorso con un tocco di femminilit e un bagaglio ricco di idee. Miss Italia una manifestazione che rappresenta da sempre la storia del costume italiano, la societ di un Paese racchiuso in un mondo di emozioni, sogni, amori, successi, delusioni. Con il passare degli anni il concorso cambiato, si rinnovato nel tempo. Nel 2013 ledizione cambia rete, approdando su La7. una Miss Italia nuova: una manifestazione sempre pi combattiva e determinata a coinvolgere pi che mai il mondo dei giovani, a far conoscere con grinta la sua vera essenza. Figlia di questa voglia di rinnovamento anche Miss Italia Channel, la tv web del Concorso, che dal 2009 continua la sua avventura e scava dietro le quinte delle fasi finali per raccontare il non detto, ci che accade nel backstage di una manifestazione di cui si vede solo il punto darrivo: la finalissima in televisione. Nonostante il rinnovamento generazionale, alcune caratteristiche proprie di Miss Italia restano invariate: prima fra tutte la partecipazione di migliaia di ragazze che affrontano circa 500 selezioni nelle piazze delle grandi citt e nei piccoli borghi sperduti per arrivare alle fasi finali. In 74 anni di storia hanno sfilato su questa passerella donne diventate poi stelle del cinema, come Sofia Loren, Gina Lollobrigida, Silvana Mangano, Lucia Bos, Silvana Pampanini, Gianna Maria Canale, poi Stefania Sandrelli, Maria Grazia Cucinotta, Anna Valle. E nessuno ha rinunciato a far parte delle giurie: Vittorio De Sica, Giorgio De Chirico, Luchino Visconti, Marcello Mastroianni, Claudia Cardinale, Catherine Deneuve, Bruce Willis, Sylvester Stallone ed Andy Garcia. La serata che si conclude con lassegnazione del titolo, questanno per la prima volta a Jesolo (VE), citt che ha ospitato Miss Italia nel Mondo dal 2007 al 2010 e le Prefinali del Concorso nel 2006. Le candidate al titolo di Miss Italia sono in prevalenza studentesse. La magia della corona affascina loro come chi le ha precedute. Se vero che i tempi cambiano, altrettanto riconosciuto che certe emozioni rimangono al di l del tempo e dello spazio. Una di queste appunto la gioia di essere eletta Miss Italia. Molte altre notizie sul concorso sono disponibili allindirizzo www.missitaliachannel.tv

74 CONCORSO NAZIONALE - JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

25

albo doro

Concorso 5000 lire per un sorriso 1939 Isabella Verney 1940 Gianna Maranesi 1941 Adriana Serra Concorso Miss Italia 1946 1947 1948 1949 1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957 1958 1959 1960 1961 1962 1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1970 1971 1972 1973 1974 1975 1976 Rossana Martini Lucia Bos Fulvia Franco Mariella Giampieri Anna Maria Bugliari Isabella Valdettaro Eloisa Cianni Marcella Mariani Eugenia Bonino Brunella Tocci Nives Zegna Beatrice Faccioli Paola Falchi Marisa Jossa Layla Rigazzi Franca Cattaneo Raffaella De Carolis Franca Dallolio Mirka Sartori Alba Rigazzi Daniela Giordano Cristina Businari Graziella Chiappalone Anna Zamboni Alda Balestra Maria Pinnone Adonella Modestini Margareta Veroni Loredana Piazza Livia Jannoni Paola Bresciano 1977 Anna Kanakis 1978 Loren Cristina Mai 1979 Cinzia Fioredeponti 1980 Cinzia Lenzi 1981 Patrizia Nanetti 1982 Federica Moro 1983 Raffaella Baracchi 1984 Susanna Huckstep 1985 Eleonora Resta 1986 Roberta Capua 1987 Michela Rocco di Torrepadula 1988 Nadia Bengala 1989 Eleonora Benfatto 1990 Rosangela Bessi 1991 Martina Colombari 1992 Gloria Zanin 1993 Arianna David 1994 Alessandra Meloni 1995 Anna Valle 1996 Denny Mendez 1997 Claudia Trieste 1998 Gloria Bellicchi 1999 Manila Nazzaro 2000 Tania Zamparo 2001 Daniela Ferolla 2002 Eleonora Pedron 2003 Francesca Chillemi 2004 Cristina Chiabotto 2005 Edelfa Chiara Masciotta 2006 Claudia Andreatti 2007 Silvia Battisti 2008 Miriam Leone 2009 Maria Perrusi 2010 Francesca Testasecca 2011 Stefania Bivone 2012 Giusy Buscemi

26

Sponsor u ciali:

originale

logo scala arancione

gradient chiaro

gradient scuro

Ufficio stampa Miss Italia Marcello Cambi Cell. 3385760147 e-mail: ufficiostampa@missitalia.it Eleonora Di Prete Cell. 3466785087 e-mail: redazione@missitalia.it Mascia Garigliano e-mail: info@missitalia.it

Ufficio stampa Goigest - La7 ufficiostampa@goigest.com ufficiostampa@la7.it Ufficio stampa Comune di Jesolo Dott.ssa Eleonora Karsan Tel 0421 359357 334 6267729 E-mail stampa@comune.jesolo.ve.it

www.missitalia.it

28