Sei sulla pagina 1di 60

SCHEDE NATURA DA USARE DURANTE LE ATTIVITA ALLAPERTO

Realizzate da Arturo Femicelli e Attilio Gardini

ll terzo linguaggio
Dice B.-P. nel "libro dei capi" che la pi forte atlrattivache lo scautismo esercila medianteI'osservazione della nalura e la scienzadei boschi. Non so se questaaffermazione sia ancoravalida oggi per tutti i ragazzie in "cultura" dominante. relazioneai nuovi contestidi vita e alla lracassona Certo che i ogni ragazzodorme un "pegaso" che rischiadi nonsvegliarsi Le sue ali smisurale non serviranno a nullase non sonomosse dal cuore. Purtropponella nostraepoca s'inaridisceil senso dellesistere perchtutta I'attenzione rivolta al p.esente. Perchguardareil fuluro se l'oggi soddisfa ab, bondantemente idesider? La riccareana odierna stauccidendo isognie lalantaqualcosa sia di unagenerazione ormaisenza radicie senza di valido da trasmetpi sugli alberi (anchematerialmente) tete. I tagazzi non si arrampicano per veEppuredielro allorizzontec' una portacapacedi schiudersi senzarumore, oltre la quale si riacquistala capacitadi rifletteree di meravigliarsi. Lo scautismoo educaalla meravigliao andra rapidamente fuoracorso. Per entrarenel rnondodella meravigliaoccorreconoscere il "terzo linguag, gio", che elernoe senzaparoleed il linguaggio dell'anima. queslo linguaggao Dobbiamo avviarei ragazzia comprendere e a lasciarreportarlinel silenzio spirarela loro anima.Pe. questo occorre del boscoe dei desertoe awicinali alla natura. Per aiutari a envareoel signalicato dellecosdovremo aiutarli a guardare (to looki e non solo a vedere (to see). Ricordiamo chenellanatura Diosi presenla in incognito e che non possbiper le coseinvisbili, le iniziarsi a una religione, cio rendersi disponibili se non s impara a conoscerela realta visibleguardandola oltre che vedndola. Lo scautismo deve diffondere semprepi tra i ragazziI'usodel terzo linguag sio. dn Annunzio

l. Guardae scopri
Cara Capo Fuoco,caro Capo Clan,caro/a Capo Reparto, abbiamopensaloche potrebbeesserti utile un sussidio,con schedenalura ch duranle le usciteoossonodiventareschedebibliche. Infatli,duranle un aliviA all'aperto.in un "territorio di caccia' che abbia le caratteristich adatte,potrestintrodurreI attivit,quindiconsegnare le totocopie naturali Assegna, indicalivamente, una relative ai dieci elementi che seguono. metroa corda,un manualenatuzona da esplorare;melti a disposizione bussola, ralistjco, un quaderno di caccia.,, insieme al Vangelo. una chiacchieratainsieme permetteradi A conclusionedell'esplorazjone, Leggete a vo metterein comunequantoogni scoute ogni guidaha anteriorazzalo. ce alta le letture del capitolo 12, osservatecinque minut d silenzio e lasciate risuonarela Paroladi Oio nel vostrocuore, guardarea Ges.Nonesisteun se vogliamoimpararead educare,dobbiamo Capo,un educatoree un maestropiij grandedi Lui. ces il nostro capo.- lo sonola via, la veritae la vila - (Gv14,6),Eglici ll maestroche divenlaeducalorenonasmetlesolo ciche sa, ma ci che . "lo sonola va,la veri, la vita" nessuno Certo, di noi pudirecomeGesir: e per quesloLui pu dirci:- Nonfalevi chiamaremaestrie dotlori,perchI unico con Lui, possiamo Nlaestroe Doltoresono io - (Mt 23,8-10)ma, comnicando possederela verita e la via della vita e portarlaagli allri.

ll linguaggiodi Ges,nostro Capo


questostupore,non ces stupivale tolle; quantevolte il vanglo sottolinea solo oer ci che dicevama ancheDeril modocon cui lo dicevacestr ha usatoil linguaggio delle immagini: legato di mmagini stupende, lrat1) ll suoinsegnamento ad unagalleria evenlinaturali...), dallecosee dagliavvenimeti te dallanatura(piante, animali, di poeta. di ognagiorno, a cui sapevadar vila con arle incomparabile cosl le sue 2) Spessocreava immaginicon la sua fanasiae nascevano "parabole", ad'Jlti e lanciulli, ascolteranno sempre che gli uomini di lulti i tempi, con rinnovalostupore. 3) Anchei suoi miracoli, ollre che un donodi lelicit, avevano il valoredi di un'altra LuceiIa guarigione immagini: la lucedonala ai ciechiera immagine la vila donalaai mort donataagli ammalatiera immagine di un altra guarigione; era immagine di un altraVita... poi del .lico sterile"([,4c un valoredi 11, 12 ss) ha puramenle ll miracolo quasicomeun disegno cheun abilemaeslro miracolosamonte, immagine, creata per imprimere E la nellamente dei suoialuflni unaverita. iracca su una lavagna vitale: era per noi di un'impoanza veriiAche Gesirha legaioa quell'immagine (cfr.Mc 11,2124). .Per chi credein me nulla impossibilel" per parlarci anchequando, dellafanciLrllezza 4) Gesirparlaper immagini

per entrare spirituale comecondizione indispensabile nel regnodei cieli,"chiama a s un lanciullo (4t e lo ponein mezzo ai suoi discepoli, 18,1-15)t anche quando, per pararci .si atzada tavola dell'autorit comeservizio, e lavai piediat "(Gv 13,4-5)... suoi discepoli So.o geslicompiuti comeimmagini.

pi semplice, ll linguaggio delle immagini il linguaggio pi potente, p penetrante, pirimmedialo... il linguaggio delle cose.La veril e soprattutto la Verit di Oionon si puraggiungere che per analogie. Da cichesivede si pu raggiungere ciche non si vede. Un immagineazzeccata vale moltopi di un lratlatotOggisoprattutto, in que"civiltdelleimmagini", sta nosacosiddetta quanto mai urgente ritornare al "iconico"di Gesirl ling'iaggio

lmmaglnllerrene portale in cielo: immaginitralte dal mondo vegetale.


1) "Non pu l'.lbro buono dare lrutti caitivi, n I'albero cattivo dar runi buoni.Ognlpianlache non porli buonfruttovienetagliala e gearanettuoco... Guardaievidai falsi profeti...Dai loro frutti li conoscerete"(Mt 7, 15-20). 1) "Osservateil llco e tutle le plante.Ouandovedreteche gi metono i ge mogi, voi sapete che I'estate vicinaj cos quandovedretesuccederequeste cose,sappiate che l reqnodi Dio vicino"(Lc21,30-31). 2) "Guardatecomecresconoi glgll del campo:non lavoranon filano:eppure vi assicuro che nemmeno Salonone in tutlala suagloriafu maivestito come uno di loro. Ora se Dio riveste in questamanjera Ierba dl campo, che oggi e domanivien gettalarel lorno, quantopi vestiravoi, gentdi pocafede?"(Mt 6, 28-30i. 3) "Levatei voslriocchio guardate icamplchegi biondeggiano per ta mjettura. E chi miete ricevela mercedee raccogliefrutto per ta vita eterna,perch ne goda insieme chi semina e chi miete"(cv 4,36). 4) "Allora disseGesa, ai suoi discepoli: grande,ma gti La mess veramente perch operaisonopochi. Pregate dunqu il Padrone dellamesse, mandioperai nella sua msse" {Mt 9, 37-38). 5) .ln verita vi dico: se il granellodi lrumenlo cadulo in tea oon muore, rimanesolo; se invecemuore,producemoltofrutto.Chi ama la sua vata, ta perdei e chi odia la sua vita in qusto mondo, la salveraper la vita elerna" (cv 12, 2+251. 6) "E diceva:ll resno di Dio come un uomoche abbiagetratoit sm6sopra la tea; che dorma o vegli, di notte o di giorno,il seme spuntae cresce,senza ch'egll sappia come... Poich la terraproduce da s, prmaIerba,poi la spiga, poi il grano pieno nella spiga. E quandoil frutlo pronto,tosto egli vi mette la falce, perch la messe matura" (Mc 4, 26-29). 7) "ll regnodei cieli smilead un uomoche seminbuonsem nel suo campo..., venneil suo nemico (Ml 13,24 e smin zizzania in mezzo al grano..." ss.). 6

noi il regnodi Oio?... Egli corneun granello 8) "A checosaparagoneremo il pi piccolodi tutli i semi che sono sulla terra, ma seminaloche , di senapa..., il maggioredi tulti i legumie fa rami sl grandiche gli uccellidel crescee cfiventa cieio possonomette.sial riparo della sua ombra" (Mc 4,30-32). dire 9) "ll Sisnoredisse:S avestefedecomeun granollodl6napa,potreste quesla piantadi sicomoro: Sradicatie lrapianiatiin mare,e vi ubbidirobbe"{Lc a 17,5-6). '10) "GesrDresea dire di Giovanni alla fo'la: Checosa siete andatia vedere un profeta? Sl io vi dico;anzi pi che net deserto? Unacannaagiiaiadal vento?..., un profera" (Lc 7, 24"26). Ognitralcio che in me 1j) "lo sonola veravlte,il Padremio l'agricollore. non portalrutto, lo taglia,e quelloche portalrutlo, lo pola, perchtrutli di pi... Come il lralcio non pu da s portarelrutto, se non rimane unito alla vite, cos in me. lo sonola vile e voi i tralciichi riftanein nemmeno voi,se non rimanete me ed io in lui, quesliporta moltofrutto;perchsenzadi me non poletelar niente. (Gv15,1-6). via comeil sarmenlo" se uno non rimanein me, gettato Or awennche partedel 3emacadde anda seminare. 12)"ll seminalore tra le spine..., allro Altrocadde Allrocaddein luogoroccoso..lungola strada... 4,3 ss)caddenel buonterreno..." l\,4c "GLJardatevi Dai loro frutll li conosceret. Si coglieforse dai talsi profeti... 131 dAbuoni lrutti,ma ogni o fichisui rovi?Cosognialberobuono dell'uva sui pruni, albero cattivodA trutli cattivi.Ogni albero che nor producefrutti buoriviene ta gliatoe gettatonel fuoco.Dai loro Aufi dunqueli polreteconoscere"(Mt 7, 15-20).

lmmaginiterrene porlale in cielo: immaginitralte dal mondo animale


d i D i o ,c o l u i c h e t o g l i e 1 ) " P a s c i i m i e i a S n l l l " ( G v 2 i , 1 5 - 1 6 )". E c c ol ' a g n e l l o il peccato del mondo" dice Giovanni il Battisla, rivolto a Ges' (Gv 1, 29). 2) "Non scioglie, di sabato, ciascuno di voi l'sslno?" (Lc 13, 15). "Troverete con un puleu n a s i n a l e g a l a ' ( M t 2 1 , 2 ) . " l l t u o r e v i e n e a t e , s o d u t os u u n ' a s i n a , d r o " l t ! 4 t2 1 , 5 ) . 3) -Dovunque sar il cadavere, ivi si raduneranno 9li awollol" (Mt 24, 28). 4 ) " l c a n i v e n i v a n oa l e c c a r el e s u e p i a g h e " ( L c 1 6 ,2 1 ) ." l l p a n e d e i f i s l i p e r s e t t a r l o a i c a g n o l i n i " ( M t 1 5 , 2 6 ) . " A n c h e i c a g n o l l n l m a n g a n od e l l e b r i c i o l e d e i 7,28). fisli" (t!4c 5) "ll paslore separa le pecore dai caprl" il\4t 25, 32). 6 ) " S i a t e s e m p l i c ic o m e l e c o l o m b e " ( M t 1 0 , 1 6 ) ., , V i d el o S p i r i t od i D i o s c e n dere come una colomba" {[.43 t , 16). 7 ) " G u a r d a t ei c o r v l . . . ' ( L c 1 2 , 2 4 ) . 8 ) " E p i l a c l e c h e u n c a m m e l l o p a s s i p e r l a c r u n a d i u n a g o " ( L l t 1 9 ,2 4 ) . " V o i l i l t r a t e i l m o s c e r i n oe i n g o i a t ei l c a m m e l l o " { M t 2 3 , 2 4 ) . '13, 35)."Prma ch il gallo canti 9 ) " S e r i t o r n e r . .a . l canto de gallo" (Mc due volte" {Lc 14.30). 1 0 ) " D e n t r os o n o l u p l r a p a c i ' ( l \ l 7 , 1 5 ) .( V i m a n d oc o m e a g n e l l i i n m e z z oa i lupi" (Ml 10,16).

1 1 ) " S e l a p e c o r a S l i c a d e d i s a b a t o i n u n a f o s s a " ( M t 1 2 , 1 1 ) ." R i v o l g e t e v i alle pecore perdute della casa d lsraele" (Mt 10, 6). "Se un uomo ha cento pecor e " ( l v t 1 8 , 1 2 ) . " S a r a n n o d i s p e r s el e p e c o r e , ( M t 2 6 , 3 1 ) . " E r a n o c o m e p e c o r e s e n z a p a s l o r e " ( [ 4 c 6 , 3 4 ) . " l o c o n o s c ol e m i e p e c o r e ' ( G v 1 0 , 1 4 ) ." V o i n o n c r e dete, perch non siete mie pecore" (Gv 10, 26). 12) "Se chiede un p8sc,dar una serp?" (Mt 7, 10)."ciona rimasetle g i o r n i e t r e n o l t i n e l v e n l r e d e l p e s c e " ( M t 1 2 , 4 0 ) ." U n a r e l e c h e r a c c o g l i e ogni g e n e r e d i p e s c i " ( l ' i t 1 3 , 4 7 ) ." N o n a b b i a m oc h e c i n q u e p a n i e d u e p e s c i " ( M t 1 4 , 1 7 ) ." l l p r i m o p e s c e c h e v i e n e p r e n d i l o " ( M t 1 7 , 2 7 ) ." P r e s e r o u n a q u a n t i t ae n o r me di pesci" (Lc 5, 6). "Oflrirono a Gesir una porzione di pesce arrostito' fLc 24, 42). "Un luoco di brace con del pesce sopra" (Gv 21, 9). 13) -Non Settale le vostre perle davanti ai porcl" (M7, 6)- "C era una numer o s a m a n d r i ad i p o r c i " ( M l 8 , 3 0 ) . " L o m a n d n e l c a m p o a p a s c o l a r ei p o r c i ' { L c 15, 15). 1 4 ) " V i h o d a t o i l p o t e r e d i c a m m i o a r es o p r a g l i s c o r p l o n l "( L c 1 0 .j g ) . " S e g l i c h i e d e u n u o v o , g l i d a r u n o s c o r p i o n ? "{ L c 1 1 , 1 2 ) . 1 5 ) " C o m e u n a g a l l l n a r a c c o g l i ei p u l c l n l s o t t o l e a l i " ( M t 2 3 , 3 7 ) . 1 6 ) " S i a l e p r u d e n t ic o m e i s e r y e n l i " ( M t 1 0 , 1 6 ) ." S e r p e n l i ,r a z z ad i v i p e r e l , (N-4 prenderanno 2t3 , 3 3 ) . " O u e l i c h e c r e d o n o . . . in mano i serpenli" (Mc 16,j8). " V i h o d a t o i l p o t e r e d i c a m m i n a r es o p r a i s e r p e n t i " ( L c 1 0 , 1 9 ) . " C o m e [ , l o s innalz il serpente nel deserlo" (Gv 3, 14). ' 1 7 )" O r r e i n s a c r i l i c i ou n a c o p p i a di tortore" (Lc 2,24). ( M t 6 , 2 6 ) . " V e n n e r oS l i 1 8 ) " G u a r d a t e S l i u c c e l l ld o l c i e l o : n o n s e m i n a n o . . . " ' r c c e l l ie d i v o r a r o n oi l s e m e " { M t 1 3 . 4 ) . " G l i u c c e l l i d e l c i e l o h a n n o i l o r o n i d i , ( l \ r l 8 , 2 0 ) . " G l i u c c e l l is i a n n i d a n of r a i s u o i r a m i " ( M t 1 3 , 3 2 ) . 1 9 ) " L e v o l p l h a n n o l e l o r o t a n e " ( L c 9 , 5 8 ) ." A n d a t e a d i r e a q u e l l av o l p e :l o idemoni" (Lc13.32). scaccio

ll. L'acqua
L'acqua:meravigliosaimmaginedella nostravila
Esserein uscita,in hike, oppurein route significa,per noi scout,vivere una esprenza londamentale nella natura-Aprire I'occhio,osservare, dedurre,agire e vivere qui nel verde diventaper noi una propostaeducalivaarmonicache ci Attraversotae esperienza, che resla fra jpilaslri dello Scautismo, facile giungere e "convenienle" allascoperta dellaperola di Oioe quindi allacapacita di seguirnele tracceverso le sceltetondamentali della nostravita. Caro scout,apri Iocchio e osserua.Nel .teritorio di caccia" che ti stato assegnato dal luo Capo,scegli una sorgente oppureil trano pi bello del ruscello. Quandoavrai ultimaloquestascheda,scopriraiche queslo un segnotangibile della lorza vitale che il Signorecreatorehafuso nella natura.

L acqua anziluttosorgentee potenzadi vtai sonza di essa la tera non che un deserioarido,paesodella fame e della sete,doveuominie animalisono votati alla morte, [,4aci sono anche acque di morte: Iinondazionedevastalrice che sconvolgela terra e inghiottei vaventa.

Senz'acqua, tullo muore


Se mancal'acqua,ogni vita muore,.,e la terra diventadese ol L acqua piarpreziosadell'oro. quanto preziosal'acqua,bisognerebForse per accorgercie comprendere be che un giorno il cielo non dessepi la pioggiae tLrtte le sorgentiinaridisserol

Acqua:desideriodi Cielo
L'acquaDossiede in s un misteroe un desideriodl cleloi scendedall'alloe scorreversoil mare...poi ,evaporando, ritornaverso l'alto.

tra due elemeniigassosiinvisibili: L acqua nascedalla reazione ossiqeno ed idrogno. Cielo, terra ed acquasi confondono in un unlca meraviglia...

E guarda come ogni specchiod acqua,anche il pi piccolo,si riempedi cielo...Sempreun qualchelembo di cielo ls si raccogledenlro,trasognato... L'acquadiventaproprioqualcosa di grande,di misterioso, di incomprenslbile lerrestree la verit eternasi confondono, come la noslravita in cui l'aDoarenza prchGesha paragonato Ora comprenclo I acquaa ci che dl piir prezioso I uomo oossaoossedere: la vita elerna,

Ges: acqua di vila eterna


25). OisseGesir:" Donna,il Messlacho tu aspeltisono lo, che parlo conte, {cv 4, Un giorno G6s,stancoper un lungoviaggio,si sedenepressoun pozzo,jn Samaria. Ad una donna samaritanachise da bere- Poi le disse: "Se tu sapessichi sono io, avrestitu stessachiestoda bere a mel lo ho dell'acquaviva chi berr dl quest'acqua, ron avr mai piti sst... L acquache io gli dar divenleraIn lul sorgenledi acquacho zampillaper la

pu darcun po'di Ogni sorgentedl questomondo(purchnon sia inquinata) telicila. bndetlada Dio. Ma il nostrocuore non sar mai pinamsnte lelice,fnchnon bevealla Sorsentedi Diol Se tu sai guardar..d'ora in po, ogni ruscello,ogni sorgentediventeraper te una Paroladi Dio che i raccontala storia meravigliosa del .Regno del cieli" calatosulla tsrral Quantopi conosceraiGes,il nostro Dio che s' fatto come noi, ianto pi t accorgerai che il suo Vangelo una Terra miracolosa in cui liorisce,ovunque, la Gioiavera.anchelra le soin,.. Chi crede in Lui e nella sua Parola. sperimenlera, fin da questalerra, la vera Felicitl

Gesci dice: "Chi ha sete venga a me e beva, Chi crede in me, liumi d'acquaviva sgorgheranno dal suo seno!, {Gv 7, 38). "Chi vuole, attinsa da me sratuitamente I'acquadella vital" (Apocalisse 22, 17). '10

Salvti dalle acque


L'acqua font di vila, ma qandostraripaed agitatadai venti, pu diventarepericolosal GEs PUo' CALIVARE LE AcoUE AGIIA.T oELLA NoSTRAVITA. Oisse Ges:"Sonoio {convoi);non temetel"(Mt 14,27). Quanlvolte sulle acquedel suo bellissimolago di Tiberiadeha comandato ai venti e al'e tempestemortali,e sifece gran bonaccla(Cr.Mc 4,35.41). perchGesha latto dell'acquail segnodel suo BattesiO.a comprendiamo mo che ci salva,ci fa rinasceread una nuovaVila e ci fa tigli di Diol

Chi crede in Ges,camminasulle acque


Nullasli sara impossibile! .Gescammina Leggir [,4atteo 14,22-33; sulleacquee Pietro con 1ui...".

D ora n poi, se tu sai guardaree meravigliarti, quantoVangelotu potrai legsullacquache li disseta, li purifica, ti rinfresca.-., sullacqua che sgorgalimpida da unasorgnte, che scorre, cantando, in un ruscello, chs si raccoglie nell'incanto di un laqo o nellimmensil di un mare,..

Bicordando le parole del Vanglo, poniti dj fronte al ruscelo o sorgente che hai davanti agli occhi. Cornpila la scheda-natura, qui allegala e cerca di rappresenlare nel tuo quaderno di caccia I'acoua che vedi davanli a te. \,4entre raffiguri qui I'acqua in uno dei suoi lanti e meravigliosi aspetli, pensa e p r e g a l e P a r o l e d i G e s : " l o t i d a r I ' a c q u ad e l l a V i t a E t r n a " .

Materiale occorrenle:
portare:la cartinalc,,1 Oltre al Vangelo, con scala1:25000, la bussola, matite coorate,il termomelro,una pallina da ping-pong, un orologiocon contasecondi, oppurecronometro, uno spagoappesantilo da un piomboda lenza,la lente d'ingrandimento, un metro a naslro,una fune o uno spago,allimetroche pu seruire anche da barometro,un manual6naturalistico o guida di utilizzo relativamente facile,da usare in modo concretoed atlivo. Ti verr sotopostaqueslaschedada compilare, nellaqualebisognasbarrare le risposleche riguardanola lua osservazione. Puoi descrivereil corso d'acqua scllo,con le tue parole, riportandole sul quadernodi caccia. 11

Scheda dl rllevamento dei caratteri d'una lonle o dl un ruscello


Dala dell osservazions:

Stagione: Stazaone di rllevamenloIn locali: Elementlgeografjci,vicinii o Frazaone E ponle

casa.(Specificare) . . . . . m i n ud t ia

:::t':":i':::

Altitudlne:

Nom dsl coo d'ecqla

D Flum, tr lorrnto, D ru5cllo,tr canal, tr casla, D so.senl, tr lonlanll.


Damesioni dl trarb Gervato

ll co'so dell'a.qua . PrBnta.

La vegelazionenellacqua La vegetazionodelle sponde

T6mporalura........ tr sabhloso, o ghiaioso, - lansGo I tr stesnan's D lento, tr rapido D sorgenr' ltrca3ca'e. n m6andri. tr Limpida, tr pocotoida, D roida, tr colorala, tr @.6chluna, B ripide, tr dolci, con rosioni, fl dllil, El cmentale fl bosco, tr ponl.tr .ampicoltivall, tr campagna abbandona Etd al.l l c l ( s p @ l f e r c ) ............. tr SupertlclalEE sommrsa tr Ad altolsto, fl a c6pgllo, tr Erbecoe,tr rovl e strpi, O insistnt.. n Molluschi,tr vsrml, D crdsracer,fl i.seltl tr U@elrl tr Anilbi, tr rntli, tr msnmilri, {Spcillcar), ,

Mu.a la protondlla dl r6cllo {') ( ' ) | D i s l a n z .p e r c o E . X 1 0 ' Calcola la vlocila dellacqua

........

atmh

(') La profondta(a mela larghezza) si misuradalla superliciedell'acquaal londo,usandouno spago appesanlilo da un piomboda lenza. (') La velocitasi calcolamisurando la distanzapercorsan 6 scondida una pallina da png-pong, poi la messain acquaal centrodel ruscello,Moltiplicando dislanzaoer 10 ottieni la velocitesoressain metri al miruto. Descrivicon ls tue parolg quello chs provl, 16to sonsazioni. Osservando I'acquadi lronte a te, quale paroladi Ges,lra qullecitatepr li colpiscemaggiormonts e perch. cedentement, PerchGes sceglieI'acquacome ssgno di Vita Etrna?

lll, L'albero
Gli alberi: immaginiterrene porlate in cielo
Esserein uscita,in hike, oppurein routesgniflcaper nol scout,vivere un'ededurre,agire nella natura.Aprire I'occhio,osservare, sperienzafondamental e vivre qui nel verde diventapr noi una propostaeducativaarmonicache ci lacile che resta tra ipllaslrl dello Scautismo, Attraversolale esperienza, giungerealla scopertadella paroladi Dio e quindialla capacitadi e convenienle della noslra vita. seguirnele traccoverso le sceltefondamntali Caro scoul,apri I'occhioe osserva.Nel "lorritorio dl caccia" che ti stato assegnatodal tuo Capo,scegll l'albero pl bello. Ouandoavrai ultimatoquesta un segnotangibiledlla foza vitale che il scheda,scopriraiche quesl'albero Signorecfeatore ha erlusonella nalura. ne annunciala rinascltae qualoralosse taAd ogni primaveraquest'albero gliato, avrebbe le capacildi rlgermogliare. L'albero, nelle zone aride, indica la vita e nutrel'uomocon i suoi lrutti. Si pu parai luoghidove l'acquapermette sia il pogonaread un albero verdeggiante, sia I'uomoglusloche Dio benedice, poio che Egli colma di favori. puoi L'albero a un rlchlamoverso il cieloi intani tu che lo stai osservando guardargverso I'alto.. accorgertiche se lo vuoi guardaredevi necessariamente Giorno dopo gorno,sembra Nell'alberoc' un'ansia ininterroltadi elevazione. alzatenella praghiera. lende i suoi rami come braccia verso il clelo, cui implorare ed unico,lirmatoda Diol vivente,meraviglioso Ogni albero un capolavoro Non esiste sulla terra un albero ugualead un alvol 13

Sappicogliere la poesia e ta bettezza sempre nuova di ogniatbero: quando si svestee si rivesle ad ogni stagione, quandovibra sottole orime tuci deit atba. quandonel msriggioallungain lerra ta sua ombrarisioratrice, quandonela sera Intarsra fantastici disegni coi suorramiconrro rt cietoInfuocaro det iramo4to.. Ascoltala voce degti atberi quando,agitatidat vento,ti suonanomisteriose melodie,e quandosl popotano det canrodegli ucce i, che lra i toro rami trovano rifugio... Osservacon atlenzjonet atberoche hai davaniia te, guardato e nonspegnefe maata tua meraviglia, di fronteal fattomisterioso del suo grandioso rameggjare, che un giorno era tutto racchiusonel piccoljssimo seme caduio in terra! Se tu sai guardare... D'oran poa, per te una parotadi Dio ognialberodiventer che ti raccontala storia meravigtiosa det -Regno dei cieti" catatosu a terral Ascoltaci che dlce Ges: "ll Regno dei Cietisi pu paragonare ad un grane|ino si senapa che un uomoprendee seminanel suo camoo, Esso il pi pccotoditutti isemi, ma una vottacrescauto, p grandedegti altrilegumi e divenla un albro, tantochevengono gti ucce j detcietoe si an;i. danolra i suoi rami" {Mt 13,31-32). Questopiccolissimo semedi cui partaces ta sua parota.chetu devi accogliere e custodirenel terrenodet tuo cuore,capovotto at sote de o SDirilo Santo. OuesiaParolannnovera dentrodi re rt miracoto di una pereraee semDre uova fioritura. Questa Parola sar sempre nuova e non avrai mai finito di conoscerta. tl giorno chedirai:"La conosco gi", morir denkodi te, coscomemuore un atbe_ ro che arresta il suo cresceree il suo rinnovarsiad ogni stagione.

Alberi buoni e alberi cattivi


Nella misurain cui I'atberosat verso t,atto,atfondaIe sue radici sottoterra. Ouestaparle sotterranea detl'atbero Invisibitema ta paimDortante... co_ me rmportanti sono te pietre interratenee londamenia di un grandeedificio... L'albero sarabuonoe farfrutribuoni, sotose te sue radicisaranno buone. Cosl l'uomo:la sua bon viene dat cuore. Ascolta,dice Ges: .UN ALBEROBUONO NONPUO' PRODURRE FRUITICAITIVI N UN ALBERO (I!4I CATTIVO, FRUTTI BUONI" 7. 18), I 'UO[.4O BUONO TRAE FUOBI IL BENE DALBUON TESORO DEL SUO CUORE: L'UOMOCATTIVO DAL SUOCATIVOTESORO TRAEFUOAIII MALE pERcH ptENEzzA LA BoccA PARLA DALLA DELcuoBE" { Lc 6.4sl. 'OGNIALBEFO CHENONPRODUCE FRUT-TI BUONI VIENE-IAGLIATO E GE-TTATO NELFUOCO" 7, 19 e Mc 11.i2-14). 0.4t

Fede: la lorza che pu sradicare gli alberi!


Gesha scrillosu ogni atbero, che ha radjciprofonde, questa formidabite "Se avostefede, quantoun granettino di senapa,porreste dire a questoget_

sor Sii sradicatoe traplantatonel mer d esso vl ascollerebbel"(Lc 17, 6) Ti manca solo la fde oerch tu possasradicare ll male dal luo cuore e vedre realizzarsiI'imposslbllenOO a. un., , , Nel {lerritorio di caccla" che ti slato assegnatodal tuo capo, scegli un albero, il pi bello. Compila la scheda natura rolativa all'albro,qui allegata,e cerca di disegnarlonel tuo quadernodl caccia,Mntredlsegni,rlpti nsl luo cuore le paroledi Ges:"ll grenelllnodl senapadivontaun alto albero" oppursceglltu una frase Parole di oio. dalle precdenti

Maleriale occorfenle
malil la bussola, Oltr al Vangelo,portara:la cartinaIGMcon scala 1:25000, un metro a naslro,una fune o uno spago,un colorate,la lente d'lngrandimenlo, un ma_ bastonodiritto tungo2 m, altimelroche pu serviro ancheda barometrc, facile,da usarein modoconcrelod attivo nualeo guidadi utilizzorelativem6nte quesla6chda nellaqualebisognasbarrare da compilare, Ti verra sottoposta Puoi descrivreIalbro scelto le risposteche rlguardanols tue ossrvazione. sul quadrnodi caccia. con le tue parole,rlportandole

15

Scheda di rlevamenlo dei caratleri dell'albero


Dala dell osse.vazione: Stagione: Stazione di rilevamento in locatit: E l e m e n t ig e o g r a f i c i ,v i c i n i : tr Frazione .

ponte El bivio El chaesa .. tr casa. (Specilicare)


minuti da . .

carattsridellacorteccia
Caraner delle fosli:

I D Lrscia, e sotcara n Screpolala,tr a pla6che,D con resna


I tr roqt'e a ta n. ta.sa. E losti aqhito,ml

tr loqllesemplici; D lostiecomposr tr loqlleovaiei tr loglrepatrrte, ! oi s|lr. rorc


Fo9li6 opposle sul rametto carattri dei liori caratleri dei truttt I foslie dlspstqatrerne Se pr6snti,descnvl Se prosenli,descnvi

Si ova
Dimersro.i Ela presunta(')

| tr h bosco; tr in siardino; E in parcopubbtco tr Lunsola viai tr in iilare; D isotalo


lArlzza:m ... Circonlerenza a I m di a tez | Eseguiil cetcotocome idlcato qui soito: anni . .

srarod. cons.rvdio.e

I f] e,or.,

C med,o(r O cafi,vo

N.B.Elfettuare sempre il disegno dette fogtie, dei frutti, dei semie.oveDossibile,derlaconeccia, sut quadrno di caccia. Per doerminareIaltezza di un albero,bastaavere un bastonediritto lunoo 2 m, un mero a nastroe un amico.Metttevi a a basede atberoe iare 27 oa;r. non rmpona quanlolunghi purch sianoregotan. Ouindi tdteur segnoper terra e chiedeteal vostro amico di lenrvi drito it bastone. Fale ancoralre passie, mettetev per terra nel puntoprecisoin cui arrivat, in mododa avere gli occhial livello det suoto.Guardate a quatetiveltodet bastone vedete la cima dell'alberoe indicateto at vostro amico. risurate questatunghezza,moltiplicatla per'10 e otterrerecos I'attezza den'atberol (') Per determinare I'etdi un atberoi Secondo ta retazione di A. Mitche, ta misuradella circonlerenza det tronco di un atberoaumeniadi circa 2.5 cm ooni anno.Awolgi il lronco.atl'alte77a dr un metro,usando una runeo uno spaio. quindistendiquesfultimo sut terreno e misurato con it metroa corda. (circonl. Ouindi: del troncoancm:2,5)= numero di annide 'atbero. Descrivi con le lue parolequelloche provi,te tue sensazioni. OsservandoIalbero di lronte a te, quate parota di Gesir,lra que e cilate precedentemente, ti colplscemaggiormente e perch, A tuo parere perchces. per larci capireit vatoredet suo Fegno,ha scetto un piccolo semeche diventa un grande atbero?

lV. ll fiore
Guardalei fiori del campo
Essere in uscila, in hike, oppure i route significa per noi scout, vivere una esperienza fondamenlale nela nalura. Aprire l occhio, osseruare, dedurre, agire e vivere qui nel verde dventa per noi una proposla educativa armonica che ci Atraverso lale esperienza, che resta tra i pilastri dello Scautismo, possibile g i u n g e r e a l l a s c o p e r l a d e l a p a r o l a d i D i o e q u i n d i a l l a c a p a c i t d i s e g u i r n e l e tracc nelle scelle londamentali della nostra vita. Caro scoul, apri Iocchio e osserva. Nel "lerritorio di caccia" che ti stato assegnato dal tuo Capo, puoi trovare molte piante liorile, scegli il fore pi bello ed osservalo. Ouando avrai ultimato questa scheda, scoprirai che questo iore un seqno tangibile della lorza vilale che il Signore creatore ha efuso nella Ogni fiore una Parola di Dio che si realizzatai inlatti la Parola di Dlo crea sempreci che dice. " D i o d i s s e :L a t e r r a s e r m o g l i . . . "{ G e n 1 , 1 1 ) .E l a t e r r a s i p o p o l d i l i o r i d ' a n f c i p a r l a d e l l i n l i n i t ab e l l e z z a O g n i f i o r e , a n c h e i l p i i r p i c c o l o ,i l p i n a s c o s l o , d e l s u o i n l i n i l oa m o r e , d e l l a s u a P r o v v i d e n z a . d i D i o , d e l l a s u a i n i i n i i as a p i e n z a , : a presoun volto:si faltauomol U n g i o r n o l a P a r o l ad i D i o s i i n c a r n e t a h E si chamata Ges. Egli ci dicei "Osservale i liori..." OSni lior ci parla di D i o , a 1 r D i o c h e c i p a r l a a t l r a v e r s oo g n i l i o r .

Se sapessimoguardare
Se tu sa guardare,d'ora io poi ogni Jiorediventerper te una Paroladi Oio, sullalerral del "Regnodel cieli" calato che ti racconta la storiameravigliosa (osservate ([4t6, 28). gi9li del campo..." comecrescono Durantequestauscitao questocampomobile,c' mododi scoprirecentinaa Se tu li sai vedere lungo l senliero,abbarbicatinelle fessuredell rocce, beld'ineguagliabile o cosparsinei verdi prati,dove formanolantasliciarabeschi
17

lezza,se tu sai intendereil loro iinguaggio, t'accorgeraiche essi, pur ne a toro piccolezza, ti gridano la gloria di Dio, non meno delle colossalie superbevettel La natura il solo libro nel quale ogn paginaha un gran vatore, grande nelle grandi cose,ma grandissima nell piir piccote.Se sapessimo guardarta vita con gli occhi dl Dlo, tutta la vila divrrebbe segno,innumerevoti atti d'amore del Creatorein cerca dell'amoredella sua creatura,., tutto ci pu rlvelare Dio. Sappi cogliere la policromiatanlasticadei loro colori e ta varieta dei toro Contemplala stupendabellezzadelle g6nziane,dall'azzurrointenso,che sembraabbianorubatoal cielo, i rododendri dat toro rossofuoco,i piccotiincan, levolinontiscordardim, la soldanella, la bianca anemone delte AtDi. it rosso tri,o, glioalprno. rl bianco ranuncolo dei ghracciai, le variequatita d anemoni. te sassilraghe, appollaiatenelle fendiluredelle rocce..Il tuo sguardosia attentoa tutte questebellezze. Lass, dove ilalchi si libranonei ciett,rtcamando gigti, disegnj simbotici, aslodeli e narcisi ti sembreranno penneimmacolale, caduledagtiangeti che al volo rinnovano le ali, Queslo,per domani,soltantoio so: che la Prowidenzadi Dio sorgerprima Nessunaltro liore li parlerpi intensamenre dett'Amore e de a prowidenza di Djo di quostifiori delle vette,perchnessuno sbocciae cresceDisDontaneamente con piir magnilicenza di questi. "Dice Gesir:"PERCH Vl AFFANNATE PERIL VESTTTO? OSSERVATE COMECRESCONO I GIGLIDELCAMPO: NONLAVORANO E NONFILANO, EPPUBE IO VI DICOCHENEANCHE SALOMONE,CONIUIA LA SUA GLOBIA, VESTIVA COMEUNODI LORO. ORA SE DIOVESE COSI'L'ERBADELCAI.I|PO, CHEOGGIC' E DOMANI VERRAGEITATANEL FORNO, . NON FABA' ASSAIPIU' PEBVOI,GENTE DI POCAFEDE? NONAFFANNATEVI DUNQUE DICENDO: CH COSAINDOSSEREI\4O? DI OUESTO SI PREOCCUPANO t PAGANIi IL PADRE VOSIROCELESTE, INFAII, SA CHENE AVEIE BISOGNO, CERCATE PRIMA IL REGNO DI DIOE LA SUAGIUSTIZIA, E TUTTOQUESTO VI SARA'DATOIN AGGIUN'TA. NONAFFANNATEVI DUNOUE PEF IL DOI.I|ANI... A CIASCUN GIORNO BASA LA SUA PENA" {Nilt 6, 28-34).

D'o non ci dimentica maii siamonoi che ci dimenlichiamo di Luil Guardate... A che servonoi tiori se non per essereguardatj? cuarda ognifiore con occhi disincanlali dallabitudine.._ Gesci invitaa guardaresoprattutto 9li umiti tiori det campodi cui nessLrno, all'infuori di Dio,si prend cura... Sonoquesti che,pdi ogntattro fior, ci partano dell amorosaProwidenzadel PadreCeteste... t6

ifiori, Se nel mondonon esislessela bellezzae l'amore,non esisterebbero quelli che sbocciano ni prati Sololu vedrai moltdi questifiorl, specialmente una cafezza di sol ll sfiora. o lungoisenlieriappena solo per Nessunaltro forse,all'infuoridi te, i vedrAprima del loro appassre. te essi sono sbocclatisul tuo camminol Amoredi Diolila, personallloreale che I'infinito comeun omaggio Intendili dal tuo Capo,scegli ll fiore Nel "territorio di caccia" che tl stalo assegnato Compilala schedanatura relativaal atlira la lua attenzione. che maggiormente tiore, qui allegata,s cerca di disegnarlonel luo quadernodi caccia. "Osservalecome crefvlene disegoi,ripeti nel tuo cuore le paroledi Gest: del campo...". sconoagigli

Maieriale occorrenle
matite portareila cartinaIGMcon scala 1:25000, la bussola, Oitre al Vangelo, un meko a naslro,altimstroche pu sewlre colorat,la lente d'ingrandimnto, lacjle, da usare ancheda barometro, un manualeo guidadi utilizzorelativamenle in modo concretoed altivo. nellaqLrale bisognasbarrare Ti verra so oposlaquestaschedada compilare, Puoidescrivereil toro scello con le risposleche riguardanola lua osservazione. sul quadernodi caccia. le tue paroe,riportandole

19

Scheda per il rilevamento del liore


Data dell'osservazione: Stagione:

Stazionedi rilevamenloin localita: . Elementigeogralici,viclni: E Frazione n pont fl bivio E chiesa


N e l l e v i c i n a n z ed i : Altiludine:

s,l.m,

Nom dialtlal6, local

l l t i o r s l l r o v aa . - . . . . .

cm daterra . . . . . . . .

Cerca di dBcrivre ll prolomo caraten delle logli dlla planra numro dll loqlie dslla planls

tr Parco tr 9iardlno - ,ihboschimnro tr coltivaz'one

Descrivicon Ie lu parole quello ch provi, le tue sensazioni.,. Osservando il liore dl frontea t, quale paroladi Ges,fra quetlecitateprecedentemente, ti colpiscemaggiormenle e perch? Per quale motvoGes,per farci capire la gratuitdel suo Amore dettasua Prowidenza,ha scelto un umile liore del campo?

20

V. ll grano
sloria della gran lesta del Regnodi Dio in La meravigliosa mezzo a noi
per noi scout, vivereun'ein hike,oppure in roulesignifica Essere in uscita, nela natura.Aprire l'occhio,osservare,dedurre,agire soerienzalondamenlale armonicache ci e vivere qui nel verde diventaper noi una propostaeducatva porta a c.escere.Attraverso lale espsrienza, che resta ra i pilastri dello Scautigiungerealla scopertadella parola di Dio e quindi smo, facile e conveniente della nostravila. alla capacitdi seguirnele tracceverso le scellefondamentali Caro scoul, apri l'occhioe osserva.Nel "lerritorio di caccia, che ti slato un campocoltivatoa lrumento,sceassegnato dal tuo Capo,cercadi individuare gli le pianticelle delcampo. Ouando avrai di granopi belle,restando aamargini scopriraiche questespighesonoun segnotangibiledella ultimaloqueslascheda, forza vitale che il Signorecrealor ha efuso nella natura. il lrulto del suo lavoroe la garanzia ll grano significaagli occhidel contadino divana. di cibo per lutto I anno-ll raccolto il segnoed il truttodella benedizione Guardail grano in autunno,quando,appenaseminalo,germogliasototerra il pesantespessore di terra che lo copre,con una forza misierioe poi, spaccando di un verdesmeraldo... la lucs,nel cui bacios inverdisce sa riconqista Guardail grano in invernoquandoarrestail suo crescereper dormiresolto 21

quando,risvegliandosi, riprendela sua crescila Guardail grano in primavera slelo verso ll cielo,sul suo esile e pur resislenlissimo in un'ansiadi elevazione di morirenel suo Guardail grano in eslate,quandoilchicco, che ha accetiato solco, ha il suo vero lrionlo nella spiga indoratadal sole! Tutto queslo Ia stupendastoria del Regnodi Dio: con la sua gioia,denkodi noil di Dio che vuoleabitare, Ascolta:Dice Ges: DI DIO COMEUN UOMOCHEGETfA IL SEMENELLATERRA; IL REGNO CRESCE| IL SEME GERMOGLIA DI NOfiE O DIGIORNO, DORMA O VEGLI, cot\4E,GLl sfEsso NoN Lo sA. PNIMALO STELO, SPONTANEAIIEN-TE, PoIcH LA TERRAPRODUCE SPIGA. PIENO NELLA POIIL CHICCO POILA SPIGA, IL FRUTTO PRONIO, OUANOO PERCH VENUfA LA MIETITUqAALLAFALCE, sI IVETTE MANO SUBITo iMarco4,26-29).

paraboladi Ge' Come grande,e di prolondosignilicatoquestabrevissima Vi passanodentro tutte le stagioni-.. smnarenel nostrocuore il seme del Regnodi Dio; (questo L'amportante che fiorira, in con la certezza seme djra Ges la mia Parola),e poi attendre che nemmenonoi sapptamol un modo misterioso, se tu sai guardare... por le una Parola di Dio d'ora in poi,ognispigadi granodiventera del "Begno dei cieli" calatosulla terral che ti racconiala sloria meravigliosa

Una prodigiosamolliplicazione
Guarda e pensache lutti e co.la isuoi chicchiPrendiin manouna spiga, di germinaresottoquei chicchile li ha regalatiun solo chicco,che ha accetlato Ascolta:OiceGes: RIMANE SOLO: DI GRANO CADUTO IN TERRANONMUOFI, SE IL CHCCO FRUTO" lcv 12,24). PORTAMOL-IO SE INVECE MUOR, oa un solo chicco,tanti chicchia gonliarela spiga. "chi perderaa propriavlta per causa mia, la kovra" {Ml 16,25) - La vila come I'acqua:deve scorere per manteners limpida. - La via come il fuoco:devecontinuamente per manlenersi comunicarsi - La mia gioia dev'esseregioia di luti, perchsia veramenre mia - In realt, per amore.. soloci che ho donato, io possiedo D'ora in poi, guardandol grano, ti auguro che tu possaleggeresulla sua queste da Ges. meravigliose Verilaannunciale immagine 22

ll pane
Oalgrano macinato ottenlafiola larina,che impaslata con un pizzicodi lievi"ll Regno pu paragonare dei cieli- disseGes-'si al lievilo, che unadonna ha presoe impastato con tre misuredi farinaperchtuttasilrmenti". (Mt 13,33). Un giorno Ges sfa un'immonsa lolla, che lo avevaseguito nel deserlo, afamata della sua Parola.Gesavovadetto:.Non di solo pane vlve I'uomo,ma di ogni parola che esce dalla boccadl Dlo, {lrt 4, 4). pochi pani e poch Ges sfamquella folla moltlpllcando miracolosamnto pesci i[,4r14, 13-21). perch nulla vada Poi disse:"Raccoslislei pezzi avanza\i, perduio, (Gv 6, 12).

Pnsa chenel mondo ci sonomilioni di uomini chemuoiono di lame,perch ll panel ali miljonidi uomini sprecano Pnsache il pane che mangl il kutto della falica di tante invisibilimanil

Dio si latto pane per noi


Poi, lullmo giorno della sua vta terrena,Ges sl sedettea tavola coi suoi preseil panee, pronunziata E "menlre mangiavano, la benedizione, lo spezprendele, queslo z e lo diedeloro,dicendo: il mio corpol"iMc 14,22). Del pane Gesne ha latto, cosl,il segnodella sua pi misteriosa e adorabile presenza fra noi,finoallafine dei tsmpil

Nel "territorio di caccia" che ti stato assegnalodal luo Capo, scegli un campo coltivatoa frumenlo. Compilala schedanaturarelaliva al grano, qui allegata,e cerca di rappresenlarlo nel to quadernodi caccia. ,4ene disegni,ripeti nel tuo cuore le paroledi Gesir:"Non di solo panevive Iuomo,ma di ogniparolache escedallaboccadi Dio".

Maleriale occorrenle
Oltre al Vangelo,portare:la cartinaIGMcon scala 1:25000, la bussola, matate colorate,la lente d'ingrandimento, un metro a nastro,due sassi pialtl per schiacciare i chicchi,allimetroche pu servireancheda barometro, un manualeo guida di ulilizzo relalivamente facile,da usare in modo concretoed atlivo. questaschedada compilare, Ti verr sotloposta nellaqualebisognasbarrare le risposteche riguardanola tua osservazione, Puoi descrivereil cerealescelto con le lue parole,riponandolesul quadernodi caccia. 23

Scheda per il rilevamento 6ul campo del ceteale


Data dell'osservazione:
Slagions: StaTione di rilvamenlo in localita: . Elementi geografici, vlclni: tr Frazione E ponte tr bivio tr chiesa

di: Nellevicinenze

. El casa. (Sp6cllicare) a ...... manu d la i ...,.,. s , t , m .- . . .

tr Grano, D ozo, tr avena, - mais


Nome dua varietA-r4za

La plenra raggaunge I altaa di ch.

Forma e dinnsionl dlla spiqa Forma d.lle cariossidichlcchl Mitre chi@hisminsli dnno Procdi arlrOrsnetmanle alla I I | Procedi con pleke e sa6i alla I N. . . chicchl prodoni Ouarl prodotll hai ollnuto? 1 ). . . . . 2).... .. Qall prodoni haionnuto?

3)

Descrlvlcon le lue parcle quello che provi, le tu sensazioni... Osservando la pianticlladi cerealedirronte a to, qual parola dl Ges,lra e perch? queltecitate precedentemnte, ti colplscemaggiormenle del suo Amore, lo ha Per quale motivo Ges,per tarci capire la grandezza paragonato ad un uomo che getta il seme?

24

Vl. La luce
ll miracolo e il mislero della luce
Esserein uscita,in hike, oppurein routesignificaper nol scout,vivere una fondamentale nella natura,Aprke I'occhlo,osservare, dedurre,agire esperienza e vivere qui nel verde divenla per noi una propostaeducativaarmonicache ci porta a crescere-Atlraversotale sperienza, che rcsla lra I pilastridello scautigiungerealla scopertadella parola di Dio e qoindi smo, taclle e convenieote della nostravila. alla capacitdi seguirnele lracce verso le scollefondamentali Caro scout,aori Iocchio e osserva.Nel "territorio di caccia" che ti slato assegnalo dal tuo Capo,scegliun pratoampio,uno spiazzoapsrtoparticoarmente soleggialo.Ouandoavrai ultimatoquestascheda,scopriraiche la luce un segnotangiblledella forza vitale che il Signorecreatoreha efuso nella natura. "ln principio coprivano I'absso... Diocre il cieloe la terra... e le tenebre Dio disse:Sia la luce. E la luc tu" (Genesi1). La prima ad esserecreata stata la ::e:. di minuLa luce erompecome un insiemedl radiazionielettromagnetiche, nellospazio.Ai noslrisensisi presenta d'onda,che si propagano scolalunghezza quasidi naturaspiritualelOuantisecoliha impiegatola immateriale, incorporea, scienzaper carpirnei segretil

di un proditrattenuticomenell'imminenza Guardail cielo e la lerra quando, gio,sonocolpiti quando vivificati dal sole risplendono, dalleprimeluci dsll'alba; quandofremonoe s'addormentano nslla luce deitramonto, che spedel meriggio; gne il sole per accendere su di nol miliardi di stelle... colori dell arcobanisuoi sorprendentl cuarda la luce quandosi scompone 25

Guard. come la luce llumlna,riscatda,tmpreziosisce, trasforma,trasfigu.a, flnnova, rawiva, quas ricrea 6 santificaognl cosal k tuce v||. Lasciache la sa meravigliati rimpiail cuorelCosl polraj megtiocomprendere le parole dl Ges: "lo sonola lucedel mondolD.

La luce vera che illumlna ogni uomo


DiceGes:"lo sonola lucedel mondo; chi segueme,cammina ne a luce" (cv 8, 12). La Sua Lucenella nostravita propriocomoqulladel sole,che nascee tri+ monta,per appariredi nuovo,snzamai abbandonare questanostraterra... Ges, Inlatti,ci assicura: Ecco,lO SONOCONVOI TUTI I GtORNt, FINO ALLAFINE oEL MONDO" (Ml 28,20).

"Credele nella luce, per djventarefigti de a tuce" (cv 12,36). La luce dl cul parla Ges la luco detta Fede,che VITA, FORZA, CORAGGIO, SPERANZA, GIOIA.LIBER-TA, AMORE,,, Di questaluc Gesha parlatoalvecchio Nicodemo, che and a trovato di notte (Gv 3, l-21). Se tu sai guarclare,., d ora in poi, ogni alba, ogni tramonto, per le una ogni arcobateno... diventer Paroladi Dio, che ti racconlaIa storia meravtgtiosa det "Regno dei cieta"catato sulla lerral

La luce della Fede


importantee preziosala luc clel sole che penetrain noi attraversooli occhl. Me immensamentg pi importante e preziosa la luce che Dio ha oostodenlro di noi, che trasparni .ostri occh Guardalacome meravigliosa negli occhi di un piccotobimbo! soprattutto auestaluce detta fede che rende luminosala nostravita!

Come "segno" di quostaLuce, ces ha donalota vista a tanti ciechi. G.3 don6 h yl8t6 al cleco nsto Glamis del lango sugll occhi,perchs'accorgesse di essrs cieco. Per desiderarela luce, bisognache rlconosciamo te noslretenebrl "Va'a lavarti"And. Poi gli disse: si tave ci vide! 26

Poi Gesii disse ai larisei, che presumsvano di vedere, e non crdevano: "Se toste ciechi, non avreste acun peccato, ma siccome die: - Noi vediamo - il voso peccato rimane" (Gv 9, a1).

Gesrir donr la vlsla al cleco dl Gdco lunso la via, ssnlendoche passavaGes,srid con Quel cieco, mendicant "Ges,abbipietdl mel Fa' che io vedal". insistenza: Ges lo guar e gli disse:"Va', la tua lede li ha salvato" (Mc 10, 46-52). Come accendere in noi la luce? in preghiera, al sols di Dio. Bisogna esporsi, E Lui ci render luminosi, ci scalder, ci guarira... ci salverl

Se non c luce nella tua vita, ripeti moltevolte,prima con le labbra,poi sollantocon la mentee sopratlutto col cuore, questeparole di Gss : (lo sono la luce del mondol. E la luce non tarder ad accendersi deno di tel e producesempreci ch dice! Perchla Paroladi oio onnipotente Se diceiLuce,creala Lucel produse seminaloe la tera I accoglie, La Paroladi Dio come un seme... ce spontaneamente il suo frutto!E cosi sia semprel

Nel "territorio di caccia" che ti stato assegnalo dal tuo Capo, scegli uno spiazzo particolarmente soleggiato. Compila la scheda natura relativa alla luce, qul allegala, e, medianle un disegno, cerca di rappresentarla nel tuo quaderno di c a c c i a . M e n t r e d i s e g n i ,r i p e l i n o l l u o c u o r e l e p a r o l e d i G e s : . D i c e G e s :- l o s o n o l a l c e d e l m o n d o- " . Pensc a tuno questo mentre guardi la luce e mentre la rafiguri qui, in uno dei s u o i m o l i e p l i c ie m e r a v i g l i o s a i speni.

Materlaleoccorrente
portarerla cartinalG/con scala1:25000, matte Oltre al Vangelo, la bussola, un igrometro,un binocolo,un altimetro, colorate,un terrnomelro, un barometro, facile,da usarein modoconcretoed un manualeo guida di ulilizzorelativamente questaschedada compilare, Ti verra sottoposta nellaqualebisognasbarrare Risultainteressante ripelere la le risposteche riguardanola lua osservazione. tre volle, per coglierle variazionidi luco,al passaredel tempo.Puoi rilevazione con le tue parole,riportandole sul quaderdscriverelo splendore che ti circonda 27

Scheda per il rilevamento della luce


Oata dell osservazione: Stagione: Stazione di rilvamenlo ln localita: Elemeli geografici, vicini: Nell vicinanze di:

tr Frazlone E ponte tr case. (Speclflcare)


s.l,m,

fl bivio tr chiesa

Slato del tempol Direzions del vento:

La luce dl sol provien dai

a l l o r e : . . . . . . ...... ........ . l l 0 1 6 :. . . . . , Alla Prioa rilva2lons Alla s&o.da ll6va2lon

,,,..-..

a l l ap r l m a ritvaion atta s6@ndr at v d i o n E a l l at E ar i t e v a z i o n e

D Cjlo sreno, tr cjelo poco serro D Calopoco nuvoloso, fl Cl6to nuvotoso D Cllo mollo nuvoloso, tr Ctto quasi copono

tr cirrl, tr Cirroslrall, E Cirr@umll, tr Nmbi, n cmll, D cumutonombi Provln d6 a: . -,.,....-. In zona assolelE,tamperaturain gradi cntiqradi In zona ombrosa,remperatur in gradicentigradi Prossionoarhoglrica In mrttrbaro in . . . . . . . . Percenluldi uEior nettara

Se li possibiletratleni nelta tua mentegti sptendidicotori delt,atbao del Fermalia guardareil clelo stltato. In quesli lre casi prova a scattarefotografis_ La luceti Indica una direzlone: di giorno, quando it sote benvisibite, torologjo pu sostituirela bussola.Posalosu una superflciepiatta,con la lancetta piccolapuntataverso ll sole. ll Sud si lrova nslla direzioneintermedaa fra mezzogiornoe I'ora indcata piccota, dalla lancetta atta bisettrtce de 'angotocosfofmato. Ricordadi togliere un'ora in estateper farla concidere con l,ora solare. Descrivcon le lu parols quello che provi, le ue sensazionia Osservando il cilo luminosodi tronte a te, quate paroladi ces, fra que e cilate precedentemenle, tl colpiscomaggiormente e perch? PerchGes,per indicarclla nostravia, cl ha invitatoa camminare nellasua 2A

Vll. ll Paesaggiomontano
Osserva ed ammira come il crealo narta la gloria dl Dio
sserein uscita,in hike,oppurein routesgnilicaper noi scout,vivere un'ededurre,agire nlla natura,Aprlre Iocchio, osservare, sperienzafondamentale e vivere qui nel verde dlventa per noi una propostaeducativaalmonlca che ci porta a crsscere.Atlraversotale sperienza, ch rsta lra i p:laski dello Scauligiungralla scopertadella parola di Dio e quindi smo, tacile convenaente della nostravita alla capaci di seguirnele facce verso le sceltofondamenlali Caro scoul,apri l'occhioe osserua.Nl "lerritorio di caccia" che ti slato dal tuo Capo,scsgli un luogoelevatoche ti pormettadi sovraslaresu assegnato sotlostante. Ouandoavrai ultimatoqustascheda,scoprirai un ampio paesaggio che queslo paesaggio u segnodella lorza crealricedi Dio, lncomincia con I'ammirareci cho Dio ti mostra:non ci bastril tempo per ha adofnaloper noi d immensericchezconoscere tutlo il suo operato.Dio-Padre ze e bellezzequeslo mondo.,,Ma noi, spesso,non abbiamoocchl per vedere, e per meravigliarci... che Ouantevolte siamo come speltatoridistrattidavantia tanto spettacolo, amorosoe sapienProduttore, Regista, inflnitamenle Dio ldeatore,Sceneggiatore, per la noslragioia.. le, rinnova ognrgiorno, guardarecon occhi disincantatl sapremmo dall'abiludne, Se noi sapessimo cogliere dovunqueI'amoreinfinitodi Dio.-.e ringrazlarlo. Ouantosono grandi,Signore,le tue operel futto hai latlo con saggezza..ancheper me. in que Tl ringrazio.Sig.ore d aver rlservaloun postograturto slo luo mondo meraviglioso!

29

La Prowidenza di Dio-Padre
Se Dio ci ha datotanro,"se ci ha dato petino it proprioFigtio,sacriticato per noi, cos'allro ci potra negare?" (Ctr.Rom 8, 32). Ci lascerforse mancareit necessario per ta nostravita? "cuardate come Egli nutre gli uccelli del cielo... ci dtce ces. Guardatecome vesl i gigti del campo!E voi, non valt forse padi toro?- {Clr_Mt 6, 2E-34). Guardala bellezza,ta grandezza e la sapienzane a atLrra creata:esse so_ no altretlanie manifestazioni sitenziosedela beltezza,cte a grandezzae detta sapienzad' Dio. Occorreavere occhi puri per poter scoprjre questisegni de a presenzadi Dio. L'allezzadella montagna, it sjlenziodet bosco,to scrosciare def ruscello,I incantodl cieto stettato sono te immaginimeravtg oso che si presen_ lano al nostrosguardoammiratosoprattutto duranteI'uscilao il campomobte. (veramenle stolti per naturatuni gli uomini che vivevanone ionoranza di Dio.e dai benivisibili non.rconobbero cotuiche, non'iconobbero t ;rtetice. our considerandono le opere. Ditani datla granctezza e be ezza de e creature.oer a.alogiasi conosce lautore,. {Sapienza 13.1.5). Se riuscissimoad ammiraretulto ci che Dio ci mostra,non sentiremo il bisognodi cercareci che Oio ci nasconde, cos come i misreriche riquardano "essenzaslessa delta sua natura divtna e che sono oggenode a no;tra fede. Come da un opera d arte risatiamoatte quatitde 'artisra,cosl daro a no di scoprire ed ammirare Ie pelezionidi Dio,rittesse, comein uno sDecchio. ne e

NellaBibbia legglamo che t\retchisedech benedice Abramo"da partedet Dio altissimoche cre it cieto e ta terra" (cen 14,.t9).Ora anchetu, comtece Abramo hai occasione di awicinarri a Dio "it Dioattissimo checreit cietoe Ia rerra" lcen 14,22). Riconosci la grandezza degliinterventi di Dio e ammira la sua misericordiai quando cosicch nei Salmisi invirano anche cosee animati a "benedire it Siono_ re". potrar capire chearch essisonotestimoni de a bontA e d a fedett detloro creatore.Guarda,ascolla... sembrache si oda un,ecogenerate di voci di ringra, "lo confesso ziamento esclamare: chetu ser ouono". Noi scoutspossiarno lodareperchci rendjamo contodi trovarcitn un mondo tutto da ammiraree da teggere;
"Lodar il nome dt Signors, tdatto, setui dsr Sisnore 1...1-rufio cl ch vuote I sisnor, egli lo compie in clelo sutta ter5, ni mari e In turigtiabtssi. Fa salr t6 nubidal,sremit della lera, produce t totqori per la piooqia, da 5u riserv6 tibra i venti, (Sat 138, l-7)

Oggi il sole lramontapor to piir sopra itelti de a cit, non pi soDrate campagnee di la da montittu scout,anchequandoesci per I uscitadomentcate. forse guardialla bellezzadel creatocomese fosseuna reaftapnsata comatternativa alla scuola e al lavoro, pi ch una verit da vivere. Ma, Iodierno concettodi (naturaDjin s stranamente neutro,sarebbe stato impensabile to scrittore Oresso biblico. 30

gliabissldellatrra' le sono s0e manosono .venir, applaudiamo alslsnore, i,,l nellasa plasmelo lEtera" (sal951-5) le smani hanno suo il har6,egliI halano, vette deimonli. estetica La natura non Der noi solamenteoggetlo d'una contsmplazione ecologica,per cui noi scouls non possiamocone d'una ambiguasollecitudine templare il mondosenza il suo creatore:sarebbecome un mondosenzasole
"Esurlel6,siustl, nr Slgnore [.. Oatlaparola del Sionorl.ono laltia cieli, dalsofio d.lla sua bocca oqhl loro schi6ra. Como ln ur ot. raccogliel acquo dl mars chiud in tlsrve 9lr -rsm6 il Slgnore tulta le t6ra, lrenino devantl a loi qli abilantl del mondo, p.rch ogla abissi. oarta no tano, comandae ttio esisto, {sat 33, 1-9).

del Creators'il suo amore per ognl lnoltre I'allegriapef l'evidentepresenza ci hanno di soccorso verso quellepipiccolee bisognose craturae la tenerezza dellapietadivina: nel Salmitralli andimenticabili lasciato
" Lodaril sisnorq b.llo cnlarg .l noslro Dio, I l Risanai cuori allfanli e fascia le roro lerite; gli .onr ll numro dsll slelle e chiamaci6cona por nom Grand ll signor o.napotenre. la sua sspl.za .on ha conllnl. f, .l cantele al signor un cenlo di grazio nlonatesulla csrra inni al nosko Dlo. Egli copr il cielo di nubi propera la plosqia Pr le lerra la grhglir l'erba sui monli. Prowede il clbo al besliame,ai piccoli del corvo ch grldanoa lul Nonfa conlo dl vlgore dl cevallo, non aPprz2alaqil cor5a drlomo ll Siq^oro sl compacd chl lo t6, di cni 5pra nella sua sr.2ia" (sal 147, 1-11)

paesaggiodi Se lu sai guardare...d'ora in poi ta vlsta di un verdegglante meravigllosa ti racconla la sloria per Parola d Dio che t una divenler montagna del "Regnodei cieli" calalosullaterra!

Nel "territorio di caccia" che ti stalo assegnatodal tuo Capo, dal luogo comincia a compilarela elevatoche t ha aiutaload ammirareI ampiopaesaggio, sul qui allegata,e cerca di rappreseniarlo schda natura relallva at paesaggio, tuo quadernodi caccia. Mntredisegni,ripeli n6l tuo cuoro le parolelratte dal Salmo:"Dalla parola del Signorefuronofatti icieli, dal soflio della sua boccaogni loro schiera"

Mateliale occorrenle:
|a bussola,matite portare:la canina IGMcon scala1:25000 Oltre al Vangelo, a nastro' allimetrocho un metro d'ingrandimenlo, una lente colorate,un binocolo, ou sewire anche da baromelro,un manualeo guida di utilizzo relatlvament lacile, da usare In modo concreloed atlivo. questaschedada compilare, nellaqualebisognasbarrare Ti verr sottooosla ch ti Puoidsscrivereil pasaggio la tua osservazione le risposlech riguardano sul quadernodi caccia. circondacon le lue parol6,riporlandole 31

Scheda dl rilevamenlo, osservando da un'altura


Dala dell'o6servazioni
Stagjonei Stazione dl rilvamento in locati: Elementi geografici, vicini: N e l l e v i c i n a n z ed i : Altitudinei Stato del tempo: Direzione del vento:

tr

E casa. (Specilicare)
..... minud t ia

Frazion E ponte n bjvio fl chiesa

D Valla|a, n pendto tr bosco, O pont6, fl .ampicottivati, canpasna a b b a n d o n a tD a Edttci. (Spectcare . .). . . . . . .


Oesl'area ha la lo.ma di:

ci sonod6rr zonoche si prch dislingono

I | (Spciricare)

cespg dr i i. . . . . . . .

Ouanll tipi di alb.| cl son? Ouanll lipi di arbustl ci sono? Ouanti ttpi di anima ci so.o? mi piac lmmglrre .....

Descrivicon le tue parole quello che provi, le lue sensazioni... Osservando la natura presentenel paesaooio di fronle a t, quale Daroladi Ges,lra quelle citate precodentemenle, ti cotptscemaggiorment e p;rch? PerchGes,per farci capireil valoredel suo Regno, ha sceltotan lemenli del moodoanimaleo vegetale? Provaad immaginare il tuo paesaggio (e quindiit mondo), senzata ricorrenre presenza del sole e poi pnsacomepossaessereil crealo,senzall suo Creatore. 32

Vlll. Le pecore
Le pecore e il loto paslore
Esserein uscita,in hike, oppure in route significaper noi scont,vivore una esperienza fondamentale nella natura.Aprire I'occhio,osservare, dedurre,agire e vivere qui nel verde diventa per noi una propostaeducativaarmonicach ci porta a crescere.Attraversotale esperienza, che resratra i ptasi de o Scaurismo, {acile e conveniente giungerealla scopertadetta parola di Dio e quindi allacapacit di seguirne le tracce versote sce[e fondamentati de a nostra vita Caro scout,apri I'occhioe osserva.Nel "territorio di caccia" che ti siato assegnato dal tuo Capo,potrebbeesserepossibiterintracciareun pastorecon it suo gregge. Con cortesaa e senza insistenza,prova ad intervistareil Dastore e quindi scegli unapecorala prbet'a ed osservata conae4zrone. euandoavrar ultimatoquestascheda,scoprirache questapecora un segno tangibitedela vila del cristianoe dellaforza vitaleche il Signorecrearoreha efuso ne a natura. Un gregge che cammina,condottodat suo pastore,un gregge at pascoto o che riposaal sicuroin un ovile,suscita in noi immagini di pace,di serenit... Questimmagjne,cos consuetaai tempi di Gestj, diventatapurtroppo cos rara in questanostracivil industrializzaia. Ma se ti capitadi vedereun greggo,fermatia partareun po' col suo pastore. Forse caplrai quali profonderelazionipassanofra lui e te sue pecore... Allora potrai meglio comprendere quale Misterod'AmoreInfinitoracchiudono questeoarole di Ges: "VOI SIETELE I\IIEPECORE E IO IL VOSTRO PASTOREI"

Dice Ges: <lo sono il buon Pastore),

(lo - dico Ges- sono il buon Paslore: conoscole mie pecore,le conducoai pascolidella vita, camminando davanti a loro,le difendo da ognipericoto... e per loro io do la mia vita!" (ciovanni 10,1-16). Comeci si senteal sicuroin un gregge che ha un simitePastorel 33

Dic Ges: "o sono il Buon Pastore. ll Buon Pastoreolfre la vita per le pecore. lo sono il Buon Paslore,conoscole mie pecoree te mi pecoreconoscono m". {Gv 10, 14) Se tu sai guardare... d'ora in poi ta visradi un greggee di ogni pecoradiventerAper te una Paroladi Dio che ti racconta la storia meravigtiosa del "Regnodei cieli, calatosulla terral

lo vado in cerca della pecora peldula


Dlce ces: lo sono ll Buon Pastore,lo vado in cerca dslla pecorasmarrita... e quando Iho lrovalala rioorto altovite... e facciograndotesta! Chi di voi- disse una volta ces - avendocento pecore,se ne p6rde una, non lasciale novanlanove nel desertoe non va in cercadi quellasmarrita,finch non I abbiatrovata? E quandoI ha trovatase la m6ttesulle soalletuttocontento e. rilornalo a casa, chiama glj amici e i vicini, dlcendotoro: "Ra egratvicon me perchho trovato la mia pecorellasmarrita,Cos io vi dico che in cielo ci sar una gioia maggioroper un solo poccatore che si penteche per novantanove giusti" (Lc'15,4,'17). ll nostro Dio ci viene a corcare lungo tutts te strade delle nostre evasioni: perchLui ci vuole tutti salvi, e vuol lare di tutti noi .un solo ovile sotto un unico Pastor" (Gv 10, 16). L unico Pastoreche ci salva Lui! Anche noi, spesso,ci sntiamocome pecoreperdute, Ouando?

Preghiamo con il Satmo23:ll buonPastore


ll Signore il mlo pastoro: non mancodi nu a; su pascotierbosimi fa riDosare, ad acquetranquillemi conduce, l\,4 rinlranca,mi guida per il gjustocammjno,per amofe det suo nome. Se dovessicamminarein una valls oscura,non temereialcun male, Derch lu ser con m. ll tuo bastonee il tl.,ovincastromi dannosicurezza, Davanlia me tu prepariuna mensasotto gti occhi dei miei nemici;cospargi di olio il mio capo. ll mio calice kabocca. Felicit e graziamisaranno compagne tuti i giornide a mia vita,e abiter nella casa del Signoreper lunghissimi anna. Glotla al Padre B al Flgllo e allo Spitfio Santo...

34

Nel -lerritorio di caccia" ch ti statoassesnato dal luo Capo,latti indlcare dove possibileincontrareun pastoreal lavoro e va ad intewistarlo. Compilala schedanaturarelativaalle pecore,qui allegata, e cercadi rappresentarlenel tuo quadernodi caccia. Mentre disegni,ripli nel luo cuore le parole del Vange'o:.Dice Gesi- lo sonoil buonPastore".

Maleriale occorrente
portare:la carlina lG[4con scala 1i25000, Oltre al Vangelo, la bussola,matite colorale,la lenre d'ingrandimento, un melro a nastro,altimetroche pu servire n manualeo guidadi utilizzorelativamente facile,da usare ancheda barometro, in odo concreloed allivo. Conpilala seguentescheda,nella quale bisognasbarrarele risposteche riguardanola tua osservazione. Puoidescriverla pcorascellacon le tue parole, riportandole su quadernodi caccia.

-:-

iry

fu.
35

Scheda di rilevamento relallvo ai calatteri della pecora


Data dell'osservazione: Stagionei Stazionedi rttevamento in tocalit: Elementi geogralici, vicinii D Frazione tr ponte El bivio ! E casa. (Specittcare) Nell vicinanzedi: a - - . . . . m i n ud l ta Altitudine: s.l,m.

chiesa

Nom dlalettal, locel

Compo.onrid e lsg s, D , e E i o n ed a p e c o r s E r .p r e s u n r a vello

planqgianri, tr pascoll tr sco.c.sl tt bschl I n ........0""o," n. ...,,.._ cantpasro. :m . .... La,en4a.cn. .. .. I A t r e r : ac . . . . . . la.nr lcobr: ... I Modid, rrchiamo

zamo.
rntervisb ar pastor:

lcorore

....

N o m id l a l c u n op c o r . . .... Fjconccono ll proprio pasrore? l i p o d i v i l o. . . , , . . . .

Descrivi con le tue parolsquelloche provi,le tue sensazioni... di tronrea te, quate parota di ces. tra que e citate _,--y_"19-rl1.d9tq.p..ra preceoenremente, ti cotpiscemaggiormente e perch?euandoanchenoi ci sen_ amo pecorepordut? rapportointercorretra un greggee jt proprio pastore?perchsoto il .Ouale pasrore che ofire ta vita per le sue pecore disponibitead awnturarsi nella rcerca oe a pecorasmarrita?

36

lX. La Roccia
La Roccia, meravigliosa immagine dll'amore di Dio
Ess6r6In uscita,in hike, oppuren roule signilicaper noi scout,vivere una nella nalura.Aprir I occhio,osssrvare,dedurre,agire esperinza fondamentale e viver qui nel verde dlvenla per noi una proposlaeducativaarmonicache cl lacile Altraversolale esperienza, che resta fra i pilastfi dello Scautismo, giungerealla scoperladella paroladi Dio e quindialla capacitadi e convenienle dlla nostravita. seguirnele tracceverso le sceltfondamentali Caro scout,apri l'occhio osselva,Nel "te ltorlo di caccia" che ti stato uno spazlo pianeggiante assegnalodal luo Capo,non ti sara difficileindividuare nuda e brulla che sbucaimprovvF roccioso, oppureuna rocclapartlcolafmente scopriraiche quesla sa dal lerreno erboso,Ouandoavrai ultmaloqueslascheda, un segnotangibiledella soliditsu cui il Signorvuole con t costruirla tua

La noslra casa sulla foccia


Cristo la pielra di base (Rom9, 33),colui grazieal quale possiamomante(1 nonin virtdiunasicurezza umana, ma per la grazia del Dioledele nercisaldi, Cor 10, 12).L'uomo che ascoltala sua parola edilica sulla pietra (Mt 7, 24). Guardala roccia,misurala sua durezza,cercandodi rigarla con un oqgetto alora capirai ci che il Salmo 18 dichjara:"mia lorza, mia roccia,mia metatlico, fonezza,mlo liberator,mia rupe in cui trovo rlparo, maoscudoe baluardo,mia potenlesalvezza". In Dio desideriamo porre la nostrafiducia.perch egli la solido: roccia eterna ed unica. Rilugiosicuro, Ia roccia anche un londamento Dio rocclapr la sua ledll.Colui che ha lede in lui, non vacller.

Ges vonulo per farcj abttare,in qustomondo,in una "casa tondatasu a roccra,che nssuna viotenzadi venti e ditsmpeste potrmai abbaterD. Abitare i, unasimilecasa un sogno cheognUno di noi portadentro dis; un sogno che si realizzerse londiamoesclusivamente in Dio la noslravita. Perch Lui la noslra Roccial"lo - ci dice Ges_ sono venutoa Donarvila pace:una gioiapiena(cv 15,11),che nessuno vi potrrubare!,{cv t6,22). E questagioia, che pace di fondo,impertufbabitita di honto a e temoeste prirgrandi. anche chenoiscours, noi cristiani dobbiano mosrrare at ondo.;ome leslimonranza che slamodiscepotr det Crisro Croctfisso e Bisortort Signore che ha vintoper noi la mortee ogni matel

Q'reslagioia- dlce ces - fruttoin noi de a Sua parotaascottara e conser_ vata nel cuore:"chi ascoltae mettein pralica ta mia parota, simitead un uomo saggioche ha costruitola sua casa su a roccia..."ilc 6, 46-49). I a SuaParola Lui stesso. Se ta conservjamo In cuore, saremo i Lui e Lui "Se Dio con noi,chi sarcontrodi noi?t,_ gridaS. paoto(RomS, 31.

Con quesla stupenda immagine de a "casacostruita su a roccaa" {tvt7. 2j_ 27)Gesutermina il suo grande Discorso de a Montagna. Ognivolrache netta lua vitata giota, it coraggio, ta pacedl cuore, I'amore. la speranza. la beatitudine nel dotore 'mpossrbiri. r, sembrano riDrendi ta via ch ti conduce su queslaMontagna E lass sied;ti jnsieme a quettimmensafo a in ascotrodi ces lraestro Le verliginose mele che ces ha segnaloper noi da ,attodi queltaco ina.le raggrungeremo non in virtir delle nostre poverelorze, ma in virtir di ouelle sue Parole,pregalee conservate in cuore_ Parola di Djol E ha it poteredi creare in noi sempreci che dicel "Dio solo mia rupe e mia satvezza, mia rocciad difesa:non potr vacitta_ re" (Sal62, 7). ll profeta lsaia perciesorra a .contrdare semprenet Sigore perchegli una rocciaeternaD(ts 26. 4). Per queslo,per ricostruireta nuovacerusatemme, it Signoreannunzia: "Ec_ co, io pongo una pietra in Sjon,una pielra scettaangotare, preziosa, satdamente rondata: chi crede non vaci era" {ts 28, 16):pietra che sara appticata a cristo, il quale, parlando ur giorno ai sacerdotie agtianziani det popoto dirA:"Non avete lelto nelle Scritture:La pietra che i costrutori hannoscartata, diventata testata d ansolo"{Ml 21,42).

Mentreosserviquestaroccja,essati ricorderche Ges,e nessunaltro, pu darci la salvezza(At 4, 12).San Paotodice che ces ta pietraviva datta quate gli lsraeliti bewero la stessa bevanda spirituate l1 Cor 10,4). 38

E non soto lui, ma anchePietro,pr suo volere,dventla pielra su cui egli sopra il E i crislianisono " pielrevive editicate edifcala sua ChiesaiMt 16,17-18). fondamnlodegli apostolie dei proleti, avendocome pietra angolarelo stesso CristoGesti" (Ef 2, 20).

poniti di rontealla rocciach hai davanti le parole del Vangelo, Ricordando agli occhi,compitala schdanaturarelativaalla roccia,qui allegata, cerca di nel tuo quadernodi caccia. rappresenlarla aspetti,pensa Mentredisegni la roccia in uno dei suoi tanli e meravigliosi "L sua casa sulla roccia"saggio ha costruiio la e prega le Paroledi Ges: uomo

Maleriale occorrenle
matite la bussola, Ollre al vangelo,portare:la cartinaIGMcon scala 1:25000, un metroa nastro,un altimetroche puservire colorate,la lented'ingrandimento, facile,da usare un manualeo guidadi utilizzorelativamente ancheda barometro, in modo concrtoed attivo. nella qualebisognasbarrare Ti vea sotopostaquestaschedada compilare, Puol descriverela rocciascella le risposleche riguardanola tua osservazione. sul quadernodi caccia. con le tue parole,riportandole

Una foccia come memoriale


nel suo viaggioverso Carran, Possiamo teggerenlla Bibbia che Giacobbe, dopo il sogno della notte, (prese la pietra che si era postacome guanciale,la eressecome una stele e vi vers sopra ollo...e poi dissel- Ouestapitra,che io ho erottocome stelo,sar una casa di Dio-" (Gn28, 18.22) Cosl pure Samule. per celebrarela vittoriasui Flllstei,preseua pietrae la posetra Mizpae lesana, ch signilica la pitradellaiuto(1 Sam7, 12). chiamEben-zer e la -Iuo porta kistezza,paura e ti allontanala gioia di tuno ci che ti nemico per te. ln preghieraraccoglipietre vivere, nmiciche il signore pu sconfiggere che trovi nlle vicinanzeed rigi un cumulo,che pu divenlareun segnodel luo il Signore. ringrazia.e

39

Scheda di rilevamenlo del caralleti d'una Roccia


Dala dell'osservazione:
Stagione: Stazione di rilevamento in locat: Elementi geogralici, viclni: N e l l e v i c i n a n z ed i :

tr Frazione E ponte tr casa. (Specillcare)


. .. . . minutida

F bvio O chiesa

Dimnsionlroccia osservaia L roccia costituirada:

D un .olo componnte ctartini D 23 compone.tl Usando une rnte d ingrandimento Colore e lormadel conponenti: trst DNO Si nga con ta punta dt cottelo (. Vrlcanica, D ptutonica,tr ipoabissati) Ahnito, Gabb.o,Diote, Basafto ( E clastica, El chamice,tr orsanos6.a) Arcnada, Silt,Argilla,Catcarca O bosco,0 ponts, tr campt cotrivati, D campagna abbendonata.E t 'ccr r l r c .a (d S 'p e.). . . . . .r ., tr ad alto lusto, tr a cespstio, D Erbacea,tr rovi e sterpi, tr inesistnt. fl Molluschi,tr vrmi, tr crostaci,tr insEdi tr Ucclli, tr anlibi, tr rfliti, tr hammiteri
I Cosa rscorto Cosa to@o; Cosa vedo,

Si rarra di una roccia:

Oppur 2) S6dimentaria Opp0re 3) Metamorllca

La veqatazioncircostante:

I snsi mi rvlano:

Descrjvicon le tue parole quello che provi, le tue sensazioni... Osservando la roccia di tronte a re, quate parota di Ges,fra quele ciale precedentemente, ti colpiscernaggiormente perch? PerchGes sceglie ta Rocciacom fondamento cte a lua vita e de a Vita Eterna?

40

X. Gli uccelli
ed ammiralecome gli uccellinarranola gloria di Osservate Dio
p e r n o i s c o u i ,v i v e r e u n e E s s e r e i n u s c i l a , i n h i k e ,o p p u r e i n r o u l e s g n i f i c a s p e r i e n z al o n d a m e n t a l en e l l a n a t u r a .A p r i r e I o c c h i o , o s s e r v a r e ,d e d u r r e ,a g i r e e vive.e qui nel verde diventa pr noi una proposta educaiiva armonica che ti pora a crscere. Attraverso tale esperienza, che resta fra i pilastri dello Scauti_ g i u n g e r ea l l a s c o p e r l a d e l l a p a r o l a d i D i o e q u n d i srno facilee conveniente alla capacit di seguirne le tracce verso le scelte fondamentali della noslra vita. Caro scout, apri l'occhio e osserva. Nel "terilorio di caccia" che li stato a s s e g n a l od a l t u o C a p o , m a n t i e n i l s i l e n z i o ,p e r n o n d i s i u r b a r e9 l i a b i t a n t id e l Se li b o s c o e c e r c a d i a s c o l t a r ei l c a n t o d e g l i u c c e l l ic h e s i e l e v a e t i c o i n v o l g e . m u o v i c o n p r u d e n z a ,n o n d i s a r d i f i c i l e s c o r g e r ei l v o l o d e i n o s t r i a m i c i v o l a t i l i . un O u a n d oa v r a i u l t i m a l oq u e s l as c h e d a ,s c o p r i r a ic h e i l c i e l o c o n i s u o i a b i t a n t segnotangabile d e l l a l o r z a v i l a l e c h e i l S i g n o r ec r e a l o r e h a e l f u s o n e l l a n a t u r a . l m p a r i a m oa g u a r d a r e ,c o n a m o r e , q u e s t ec r e a t u r ed i D i o . O u a n l ec o s e h a n no da raccontarci e da nsegnarcil

c e s u c i d i c e r " c u a r d a t e c o m e v i v o n o g l i u c c e l l id e l c i e l o . . " ( M t 6 , 2 6 ) . del loro volo. c u a r d a l l n e l l e l e g a n z ai n a d u c i b l e O g n i u c c e l t o h a u n a p r o p r i a m a n e r ad i g u a d a g n a r eI a r i a e d i d o m i n a r l a . . . C' il voto che tutlo un batter d ali, e c i volo gratuilo, ad ali aperie abbandon a t e ,c o m e v e l e a l v e n l o . . . P e n s a a t l u n g o v o l o d e g l i u c c e l l im i g r a t o r ic h e c o n l e l o r o p i c c o l ea l i o s a n o incrediblil s t i d a r el o n r a n a n z e

La loro casa il cielo.Ogni ucce[o ch6 si tibra tibero ne 'aria. oorracon s un sognoche nsl prolondo del nosro cuore: una struggente nostaigia di cietol Guardacon quantasapienza e amoreogni uccellocostruisce ll proprio nido. Ma sopratlutto sappi ascottareit toro canto da e infnitetoralilal

Come gli uccelll dl cielo


Oice Ges:"PER LA VOSTRA V|TA NONAFFANNAIEVI DI QUELLO CHE MANGERETE O BEBFETE, E NEANCHE PERIL VOSTRO CORPO. DI OUELLO CHE INDOSSEREIE: LA VITA FORSE NONVAL PIU DELCIBO E IL CORPO PIU DELVESTITO? GUARDATE GLI UCCELLIDEL CIELOiNON SEMINANO, N I.I|IETONO. N ANIMASSANO NEIcFANA|i EPPUR IL PADRE VOSIROCELESTE Lt NUTRE, NoN CoNTATEVoI FoRsE PI DI LoRo? NONAFFANNATEVI DUNOUE DICENDO CHE COSAMANGEREMO? CHECOSABERREI\4O? CHECOSAINDOSSEREI\,IO? OI TUTTEQUESTE COSESI PBEOCCUPANO I PAGANI: tL PAoREVosTRo CELESTE SA CHENE AVETEBISOGNO, CERCATE PRII\,4A IL REGNO DI DIO E LA SUAGIUSTIZIA, E TUTTEOUESTE COSEVI SARANNO DATEIN AGGIUNTA, NoN AFFANNATEVI DUNQUE PER IL oo[,IANI, PERCH IL DoMANIAVRA GIALE SUEINOUIETUDINI. A CIASCUN GIORNO BASTALA SUA PENA" (MI 6, 25-34). Se tu sai guardare... d'ora in po I osservareit voto degtj ucce i diventeraper te una parotadi Oio che li raccontala storiameravagtjosa det "Regnodei cieti" catatosu a lerral

- Gesci vuole Iiberi,operosi,ma santamente spensierai ed a egri comegti - Dio nostroPadre,e non ci pu mai dimenticarel - La Sua Prowidenza per noi ognigiornoprimadet sote... sorgsr Vivremocos lelici, se al di sopra di luto e prima di tuto cerch6remo e metteremo Dlo nella nosa vital

Anche noi, un glorno, melleremole ali


quassi "Non abbiamo unacittstabile"(Ebrei13,14). "Ouandoverr disfattoqueslocorpo, nostraabtazione sulla terra, riceveremo un'abitazione da Dio, una dimora eterna,non costruitada mani d uomo, nei cieli" (2cor5, 1). comeSalvaloreil SignoreGes La nosfa patria nei cili e di l aspettiamo Cristo,il quale lrasfigureraal nostro miserocorpo per conlormarloal suo corpo a s tuttele cose" (Fil3, 20-21). glorloso,anvirt dei poterche ha di sottomettere

Cantaa Dio la lua gioia


ll corpo degli uccellisembracreatosolo per due cose: il volo e il canto. nel cielo.. vibrazione in essin un'unica Voloe cantosi fondono Ascoltala toro voce quando,in coro, canlanole loro lodi alcreatore, al sor_ gere dol sole e al suo tramonto.,. che diventasemprs pi armoniosoin misura Ascolta il loro canto sottario, in altezze-.. Essi non canlanose non quandosono slaccatidal che guadagnano di quel loro canloche,nell ascollaF Dio ha scrittoancheper le la (PartituraD lo, ti dilalail cuorel

Solo per oggi...


Ges ci invita a vivere inlensamente e serenamente il nostro <oggiD senza altannarci e senza sovraccaricarci delle croci del "domanl".

Nel "territorio di caccia" che ti staio assegnaio dal tuo Capo, scegli una zona dove possibile scrutare I orizzonte oppure una zona del bosco dove indlviduare volatili. Compila la scheda nalura relativa agli uccelli, qui allegata, e cerca di rappresentarti nel tuo quaderno dicaccia. In caso di mancata rilevazione, raffigura qui gli uccelli che ti sono pi cari. E msnt.e lo lai, ricorda o prega le parol " G e s i , c i d i c e :G u a r d a t e c o m e v i v o n o g l i u c c e l l id e l d i G e s .B i p e l i p e r e s e m p o :

Maleriale occorrenle
portare:la cartinaIGMcon scala1:25000, la bussola il bino_ Oltre al Vangelo, colo. matite colorate,un altimetroche pu servire anchoda baromelro,un maed atlivo lacile,da usarein modoconcreto nualeo guidadi utilizzorelalivamente -Ii questaschedada compilare, nelaqualebisognasbarrare verra sodoposla e rasposte che riguardanola tua osservazionePuoi descriveregl uccelli che sul quadernodi caccia con le lue parole,riportandol riusciraiad indviduare 43

Scheda di rilevamenlo relalivo al caralteri degll uccelli


Data dell osservazione: Stagjone: Stazlonedi rilevamento in locatit: Elemntigeogralici,vicini: D Frazione E pont O bivto fl chiesa . D casa. (Specificare) Nellevicinanze di: minutida . . Altitudne: Direziondel vento: proviene da:

C giardino n rimboschimentotr cohivazione

Descrivicon ls tue parole qusllo che provi, le tue sensazioni... Tj auguro di aver inlercettato alcuni uccelli;avral scopertoquantosilenzio e quantapazlenze sono necessari,_. Osseryandoti, quale paroladi Ges,ra quet_ le citate precedenlemente, tl colpiscemaggiormente e perch? Perch Ges per larci capire quanlo siano dannosi per noi I'affannoe le preoccupazioni ha sceltoi pi piccotiabitantide aria?

Xl. La Vite
Osservale ed ammlrale come la vite ed il suo frullo narrano la gloria di Dio
Esserein uscita,in hike, oppureIn rout signilicaper nol scoul' vivere una dedurr'agire nella natura Apri.e t'occhio,ossrvare' fondamentale esperienza che ci pr proposta aamonica educativa noi una verde diventa nel e vivere oui che restaka pilastridello scauliporta a crescere, Attraversotale esperienza, glungeralla scopertadella parola di Dio e quindi amo. facile e conveniente della noslravita, alla capaci di seguirnele tracceverso le scellelondamentali Caro scout,apri l'occhioe osserva.Nel "lerritorio di caccia" che li stao una vigna oppureun filare di viiassegnalodal tuo Capo, possibileindividuare scegline una pianta,la pi bella del tilare. Ouandoavrai ultimatoquestascheda, scopriralche questapianta un segnotangibiledella forza vitale che il Signore creatore ha efuso nelia natura. comela vite, sia dal lavoroattentoed ingegnodipendono, Pochecoltivazioni terra di vigneti,insegnaad La Palestina, so dell uomo,sia dal rtmodellestagioni. totalmenle ad un lavoro prometa dedicarsi guslare della terra, i lrutt lsraele a tutto dalla generosiladivina D'altra parte la vite, renle- ma anchead aspettarsi di misteriosoNon ha valoreche per il suofrutlo ll suo ha oualcosa cos Dreziosa. i legno senzavalore ed suoi tralci sterili non sono buoniche per il luoco;ma il se apporlala qundiun misteropi profondo: suo frulto rallegraila vite nasconde unavite il cui frutto la gioiadi Diogioianel cuoredell'uomo,

45

Guardalela vlte ed il suo meraviglioso fruno


Guardala vite, In Inverno, quandoattunga i suoi tratci schetelriti e nudt,ouasi In attesa di quatcosa... Guarda la vite, in primavera, quandometto le sue gemme... Guardala vite, in eslate,quandosi veste di togtiee dei suoi prirni grappoti Guardala vite, in autuono, quandoti ofre, maturi,i suoi meravigtiosi grappo li rossio indorati dal sole.... Se sapraiguardare..., tutto queslo li apparira come i diversi aspltdi un miracoto, che si rinnovaper le per ta tua gioia, La vite ha un messaggio per le, se tu la sai vedere ed ascoltare. La vite li pala, perchanch'essa una Parotadi Dio che si realizzataquaodoLLri disse: (La terra producaalberda trutlo..., ciascunosecondota sua sDecie"{cenesi l, 11). La Parola di Dio onnipolente, e creasempre ci che dicel

Un giornola Parola di Dio si tanacarne(Gv 1, 14) Ha preso un voltot si latta uomo! E si chiamataGes. Egli,per panarcidi unodei pi grandied esatranti misteridet suo Vangeto, ci ha additalola vite, e ci ha detto: "IO SONO LA VITE, VOIITRALCI". "Rimanete in me e io in voi- disseces - Comeit tratcio nonpufar lrutto da s slesso,se non rimanenella vite, cos anchevoi se non rimanelein me. Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimanein me e io in lui, fa mollofrutto,perchsenzadi me non potetefar Nulla. Chi non rimane n me viene gettatovia come il tralcio e si secca,e poi lo raccolgono e lo gettanonel luoco e lo bruciano. Se rmanetein me le mie parolerimangono in voi, chiedelequetche votete Rimanete nel mio amore.., Questovi ho detto perchla mia gioa sia in voi e ta vosrragioia sia piena!" ( G v1 5 ,1 " 1 1 ) . guardare, D'orain po,se ru saprai ogniiilare di vire, ognipianta di vite,ogni grappolod'uva ti racconter queslastupenda paginadi Vangeto retativaat Regno dei Cielicalatosullaterra! Se lu lo vuoi, potrai sentirli unito a Dio, come un tratcioala vite... E Dioti comunichera la sua stssa Vita,e tu saraisuo figtio. 46

Potrai comperl stesseopero di Dio! (Chi rimane in me e io In l1,la rnoltofrutto..."- dlce ll Slgnore. E i frutli di chi rimanein Lui, con la ment6,il ctiora e tutte le sue forze, sono moltil "Chi cr6d6 in me, compirale opere che io compio e ne lar di pi grandi" (Gv14,12). "Tutto ti sar possibilel(Mc 14, 12).

Senza di me, invece, non potete fare nulla


proclamatada Ges la posso leggerein ogni Ouestavsrita londamentale poverotralcio che io vedo a terra, staccatodalla vite.,. Un lralcio staccatodalla vite non A buonoa nulla, proprloa NULLA,se non per essere bruciato! Cos noi, s non restiamouniti a Dio.

Perch la mia gioia sla In voi


ll lruttodllavile si chiama.allegria". ci doni il Vino Tu, Signore - dice ilSalmsta "che rallegra (Salmo 104, 15). il cuoredell'uomo, che Dio fruttoti racconteranno Se sai guardare,la vite e il suo meraviglioso lelicita e ci vuole tuttiJelici,lin da questalerra... Ti racconteranno che ogni gioia,anchsla piii breve,la pi terrena, liglia di Dio,e ci pona alsuo sorriso.Per donarciquestafolicitterrenaGesirha compiuto I'acquain vlno, perch il suo primo miracoloa Canadi Galilea(Gv2), cambiando fino alla linela poveraglola di una tesla nuzialepolesssconlinuareIndlsturbata

Poi un giorno (l'ultlmo della sua vila), si sdutodi nuovoa mensae, .PRESOUN CALICE Dl VINO,DISSE: UITII BEVETENE VERSATO PERVOI", OUESTO IL [.4IO SANGUE E con questosuo ullimo miracolo,il pi grande,cambiavail vino nel Suo Sangue pr inebriarcldl una Gioia sovrumanal

La Vile ci racconta anche il mlstero det dolore


ASCOLTA: DiceGes:"lo sono la vra vite e il Padremio it vignaioto_ Ognitratcioche n me non portalrutto, lo toglie E OGNITRALCIO CHEPORTA FRUTIO. LO POTA PERCHE PORTIPIU FRUTO" {Gv 15, 1-2). La potalura un gesto d'amore,anchese doloroso.

Nel "lerritorio di caccia, che ti stato assegnato dal tuo Capo,individuaun filaredi vili. Compilala scheda natura relativaalla vite e all'uva, qui allegata,e con ur disegnocerca dl rappresentarla nel tuo quadornodi caccia. Rafigura qui la vite e il suo frutto,e mentrelo fai pensaa e parotedi ces e ripetinel tuo cuore:"io sonola vite.voi ilralci...".

Materiale occorrente
Oltre al Vangelo,portarela cartinatcM con sca,a1i25000, Ia bussota, matite colorate,la lente d jngrandimento, un metro a nastro,un manuateo guida di utilizzo relalivamente lacile, da usare in modo concretoed attivo. -Ii verr sottoposla questaschedada compilare, nettaquatebisognasbarrare le risposteche riguardanola tua osseryazione. Puoi descriverela pianta di vite scella con le lue parole, riportandole sul quadrnodi caccia,

48

Scheda di rilevamenlo dei caratteri della vite


Dala dell osservazione:

Siagione: Stazionedi rilevamento in localit: . Elementigografici,vicini: D Frazione O ponte El bivjo fl chiesa ._ D casa. (Specificare) a - . . . . . m i n ud t ia s.l.m.

lipodilerreno....

Vilicci I Arlozzadllarbuslo ramplcante Circonlernzadll arbusto: Et presunla o oalcolebil: I tosli. palrata (') |

per ognr rsmo tn mdia) N. cm . . . . ,.. , E s e o u e n dio l calclo l n d i c a t o i a n n i. . . . . . . . A s s o i s r i aa t . . . . . . .

dlsposre atrerne | tr rostie loglio opposle st amo tr | Caranen del lrun' I Descrizione: Dirensionidelgrapporo I lunshezzacm.......
Chic.hi Acini e d,menstone I Nunro,lorma . o r m ae d r m e n s r o n I N u m r or

N.B. Effeltuarc,qualora sia possibile,il disegno detta pianta di vite, de a foglia,dell'uva,dei semi e della corteccia. (') Secondo la relazione di A. l\ritchell, la misuradeltacirconferenza det tronco di un albero aumsntadi circa 2,5 cm ogni anno-Quindi(carcont. det tronco in cm | 2,5): numro di annidell'albero

Doscrivicon le lue parole quello che provi, le tue sensazioni.,. Osservando la piantadl vile di lronte a te, quale parola di Ges,lra quette citate precedentemene, li colpiscemaggiormente e perch? PerchGesil, per farci capire che Iuomo pu essereunito a Dio, ha scelto comesegnola pianladellavite?

49

K;ph--W u-#&ffi
Xll. L'awenturacontinua: Preghiamo
Lodiamo insieme Dlo crealoe
Caro scout se sei giunlo alla tine della schdacho ti stata consegnata ed hai seguitole Indlcazloni, adessopotrai scoprirech il tuo cuore pulsaed dlla' tato, come lo era queilo dei discepolidi Emmaus.Nessuno Indlferente alla Paroladi Dlo.Cosacl resla da lar6?Subito,"lodare", .benedire, e "rinorazlare" il Signorl Potremmo chiedercicome possajo scout"benedire, Dio e con quale acqua aspergerlo. Ouandola Bibbladice che Abramo,,benedisse Dio", vuol significare per quanto opera e di gioiosa moraviqliaper I atteggiamento di riconoscenza quantopromelte.La bellezzadelcreato, per noi scouls, lestimondegli intrventi divini nella storia della Salvezza, che divenlasioria individuale dslla nostra

'tff1,,fr.tff

50

Qual il mio poslo nella creazione fnno aff'Onnipolente: Salmo '147,'12-20


Glorilica ilSionore, Gersalmme, lods iltuo 0lo, Sin.Prchha rinrorzaro esbarrd,le iue porte,In mezzoa le ha benedenoltuoltlgll. Egll ha h4so pace .6i tuol confini ti.aia con lior di irmenlo. Manda slla tea le sue parola, il suo nessaggio cor vloc,Fa scnderela nv com lana, cne polver spa.ge la brina. Gtla com briciol la grandi.e, dionle al suo gelo chi r6siste? Manda una sua parola 6d cco sa s6ioqll, la sofiar il vento e scotrono le acque. Annunzia a Giacobbla sua parola, l su leqqi e i suoi decreti a lsfaele. Cosl no. ha lallo 6on nessun allro popolo, non ha aniteslato ad altri i 6uoi pfeceni. Gloria al Padre, al tiolio e allo Spirlto Sanlo...

Una dote eccezionale nel rsoiro oostico dei Salmi dslla lode a Dio creatore data dalla neltzza. La schiettezza delle cose dette durante l campo, I'autentici-

dei nostri gesti, diventano in preghiera lo specchio della ruvida concretezza del vivere. Per noi scouts non risulta difllcile capire che la poverta delle parole tende a daventareun mondo dove le cose non hanno pi bisogno di aggeltivi perch noi l e c o n o s c i a m oD e r o u e l l o c h e s o n o . Al campo, la casra povert delle nostr parole, la concretezza dl vivere ci porta ad evilare di crea.e sensazioni per mezzo dei suoni como nella poesia estelizzante, dove I'efetto dello stile prevale su quello dei pensieri, p6r cui non si distinsue pi la parola dalle cose. Come cristiani preshiamo senza alcuna contors o n e d e l l e i m m a g i n i ,s e n z a c r e a r e u n i v e r s if a n l a s t i c i .

Amos 4. 13
"Eccocoluichelorfra I monlle ea i venll,che manilesta all ono qual ll so pesle.o, cheia lalba le lenebre cammina sullealuredellalerra,Signore D o degliese.ciU il luo

I monti sono quelli che chiedono il nostro storzo per essere guadagnati, il v e n t o q u e l l oi i e p i d o e l e g g e r op e r c e p i t o i n u n l r a m o n t o ,o q u e l l oc h e n e l l el e n e b r e c i i a t r e m a r eg o n f a a n d o il sopralelo, I a c q u a q u e l l ac r i s t a l l l n a e g e l i d ad e l l a sorgente, come quella impetuosa ed indomabile nel torrente, la terra quella che s o r r e g g ei l n o s l r oc o r p o n e l r i p o s on o t t u r n o , l a l u c e q u e l l a i m p r e v e d i b i l e dell'albae di un tumultuoso tramonto. Parole vere riferile a cose vere. Parole che diventano vere cose, la cui identit garantila dalla slessa mano del creatore, nel q u a l e o g n u n od i n o i l e v e d e e c o n t e m p l ac o n c o m m o s s ap i e t ,p o i c h g i a i l l o r o stesso nome, senza aggettivi, irradia splendore:

51

Lode cosmica:Salmo 148,1-14


Lodareirsrqnore dai clell, todartonl atrodetcttl todat6t, voint, soot arsel,lodatto, Lodatelo,sol6 e lune,lod.teto, vot t!tr, rutgjdse 6. Lodarto, ciel drci6ti, votacqe.tdi sopra dei cieli. todl.o tLnriit nomg d.t Signor,perch g disse e frono crari ti he stabitiri parsempre, ha p$ro ona r9goche non pa3sa.Lodatell stsnor da a rErre,mostrimatnt Evoi ruti abissl,luoco srandine,neve6 nbbia,venrodt botracho obbediscala sua parote.nonti e vor rutt,cotlin,atborida lrutto tutivot, codn, vot fire etune t beste, rerrill ucc iatati. l r E d l l ar 6 r r ae i p o p r t t u n i , i g o v e . n a n t i g i u d i c i d e a r r r a t g l o v e n i t t a n c i u | e , lvcchi insiem aibambtnt lodtno tt nome dot Signor:porchsoto itso nomo subtim,ta sa grorle risprsndesullatra 6 nicjeti. Eqtl he so avarola potn2. dtsuo popoto. canroditode por lti i suoj td!i, per I ligti di tsraete,popoto.h ogti ame. Gloria al Padre, alllglo atto Sptrllo Sanro..,

Da notare che quando il Salmo invita le coss a lodare e bendirell loro Crealore,in effetti da antendore che esse gl lo fanno esistendo; samoDerci lutti nol che uniamo la nostravoce a quelladlla creaziono_ L,efeno conseguito sla nella trasparenzain cul questavoce sa immergerelo spirito, senza alcun artiliciodi stile:

Gli splendori della creazione: Salmo 104, 1-4


Benedl.l l Sisnor,anima hiatSisno.e, mto Dlo, quantoseigrandr Fivstirodt mastadi splndoro,awolro dl luc @ di un manio. t srsnrtj it cieto com una tenda, cosrrusi su e acque la le dinorai lat delte rbi it tuo caro, cammtni su a[ dt vnroj Jal del venri i ruoi me$agseri, dell liamm gizanti j tuol minist.i", Gloria al Padr, al llgtro atto Splrlto Senro...

Ger 17,7-a
.Benedtlo I uomo ch conltda nt Signo.e e t Sisnor sua ducia. Egll A co'n un albro plenhro tunqo Iacqa, vrEo ta cor6nr6 srondele .adlci: non tom qando vin jl caldo, le se logti6 rimangonovrdi; nl anno dE a siccj non Intrisrisce, non smtt di produrr | suol lrultl..

52

Cantlco dei lre giovani: Daniele 3, 57-90


Bndttosol tu nel lnmamnro dsl .lelo, desno dl lode e dl grora nr se.ori, Benedite,pre tun. del siqnor6, ll slgnore, lodalelo d esa[atlo nor scola. Ben6dir,anslldel Slqnor,il Signoro,lodatelo ed esaltaleloni secoll. cili, il Signor, lodatolod esallatlo.i scoli. Benedat. Benedita, acqe lon, ch si6t sopra I cleli, lodatelod osaltalelonl s6@ri. Benedit,polr2e tun del Signor,ll Slgnore, lodalelo d .saltarlo nl secol,. anedite,sol e lun., il slgnor, lodtlo 6d satlelolonel secoli. Benodite,st6ll. dl cislo, il slgnore, lodalelo od sallalolo nel se@li. Benedt,plogqe e rugiad,ll Slgnore,lodatelo ed sallalelonel secoli Bendite,o ventl tutri, il siqnote, lodallo ed satarlo nol secoll. Bendir,loco e calore, ilsignore, lodalelo ed *altelo nel scola. Benedir,Jrddoe caldo, ilSisnor, lodelolo ed esallalelo niscoll aonedtte, rugiada brina, ll signof, lodatelo d esaltateloni 6ecoll Bn6dir,9lo e lrdd, ll Siqnore,lodalelo d saltalolonel secoli. rcvl, Il Siqno.e, lodal.lo d ealtalelo ni scoli. Benedile, ohaacci il Signore,lodallo d saltatlonei scoli Bendit, noti e gaorni, Benedire, ruc e rnebr,il sisnorE, lodalelo ed $llaislo nsl scoli Benedir,lorsori e nobi, ilsiqno16, lodallo ed esallallo ni scoll. Benedica la tsra il Signore,lo lodl s lo esalll ngi secolj. Bnedit6, montl e coui., il Signots, lodatelo 6.1sallalolo nei secoli. Beredite, d6alore tull ch se.minate sulla lra, il Slgnor, lodalelo ed saltatlonl scoli. Bredite, sorsntl,ll sl9no., lodareb d osaltallonoi secoli, B6n6dlto, mari o liuml, ll signor, lodatelo ed esallal6lo ni secoli Benedie, moslrl manni ouanto si mole nell'acqua.il Sigor6 lodatlo d esalletelonei secoll. Bnodlle, uccelli dllarla, il Signor, lodatslo d osallallo nei s@oll Bndite, animallrutti,solvaggl domesllcl, ll slgnoe. lodaeto d esahalloni scoli. Bendite,ligll dell uomo, il Slg.ots, lodatelo d .saltetelo noi scoli; Bendica lsraele ll Signore,lo lodl o lo salli nl sscoll. Bndit,sacerdolldel sisnore, lr slgnor, lodatelod saltaeloni scolj, Bened,i, o s.tur d6l slgnof.. ll slsnofo, lodalelo ed 6alt tlnor se@ri.

dal Lo speltacolo del creatonon la dell'uomouna plccolarealtae nemmeno, n esaltato; non n schiacciato dlla creazione; I'uomo opposto, it despota lato che pu rillttsrosonzaollesan miseriadi d'una grandezza come lo spocchio dominalo, come il maree le stagloni:da confrontoanchele cosechs parrebbero ouestoounodi vista va Intesoil Salmo8:

53

Polenza del nome dlvino: Salmo 8. 2-10


o siqnore, nosfo Dio, quanto grande tuo none su tuta ra tefa: sopra rcietr sj innalzaretua Fagnificenza.Con ta boccadi bimbt e dei tatlan ,fermi !atua polenza cntro j luol awa6ari. pr fldrr ar sitenzto nsmid e nbe[i. so guardo il tuo ciro, opera dett6 rus dita, ta tne o te stelte ch6 tu hai fissat,ch cosa r'uomo perch t n rjcordie il ttgttode lomo p6rcht ne cri? EppureI hailano poco men dgll angell, dl Eloria e dl onor6 lo hai coronaro:sri hai dato porre su e opro d|e te ani, tulto hl posro sono i slol piodii tuti i grggi o armenit, tufie t besti dela campaonaigti uccellidlcielo e ipescldtma., c h e p e r c o r r o n to v t ed t n a r 6 .O S i o n o r n , o s oO t oa u a n l o grand6 il luo nome so totta ta terra. Glrlaal Padre, al ,igtio atto SptrttoSanto..

L uomo non viene mai invitatoa sentirsi -re dslla creazion" perch non pretendadi assumersene il dominio.

Osea 6, 3
"Ailrettiamocl a conoscere il Stg.or. ta sua vnuta sicura con |aurora. v6ra a noi com la piogqla d autunno,come la piossja di prlmaverache teconds ra terra,. Paroa di Dio

54

jh\Ltlx

,p '{

El

Xlll. <Apri I'occhio>

ci ripete Maria Santissima


dei colori di Caro scoul,I'invitoa lodareil SignoreaitraversoI'osservazlone un piccololiore, dello scorrerecristallinodell'acquadi un ruscello,viene rivolto proprio dalla Madonna!Infatti,in Bosnia,nella in particolarmodo a noi scout.-. messagil seguente i vggentlhannoricevutodalla l,ladonna cita di Medjugorj, nel n. 147del mensi_ come pubblicato go, lo scorso25 agosto1999. Lo riportiamo 1999. le "Eco di MedjuSorje"nel Settembre "Carl figli, ancheoggi vt nvitoa dare glorla a Dio Crsatorcnel coloti dalla naturc. Egll, attrcverco il pl piccolo liote, vi parla della Sua bellezza della Nofondit dellamote con cui vl ha cteati.Flglloll, che la pteghiorasgorghi .lal voslrocuorc comeacquafrcscada una soryente Che I canpl di grano vl pa lno detla miseicordia dl Dlo vtso ogni crcaturc.Petci,rlhnovatela preghlerc cll pet tulto quelloche vl dA. Grcziepar avot spostoalla nia chlaringrazlamenlo Maria, madre di Dio e madre nostra,nel suo amore per noi, ci richiama a guardareal crato pr leggereDio nel libro pl lacile che Egli ha scritto per "Com sonograndile tue opere,Signorel Tuttohal fatlo con tutti,e ad esclamare: stolto non capisce"(Sal non Intende e lo I'uomo insnsato 103). Ma saggzza {Sat dove glorif_ che vviamoin un mondosolisticalo, 91).Al contrarioci accorglamo poter fare tutto che crede di cala t'opera e la capacltdelluomo l'operadl Dio, senza Se la Madonnainvita anchenoi scoulsa contemplaro dubbioperchl'uomo semprep rivoltoalle operedelle sue mani,che diventano i suoi idoli. ourants un'uscita,duranlela route, la lod e il grazie si alzino dalla nostra bocca,rivolti a Dio. Slupore,gustoper ll bello, seguiti da un Glora e ringraziamo. a Dio.,. che bnedlclamo Ma purtroppo,dieao la corsa frenetlcadi ogni giorno che ci impediscedi Dlo,lorse c' I'occhionon puro, quandonon sia del tutto iermarci a contemplare chuso.Dice Ges: "Se il tuo occhio limpido,lutto nella luce, ma se il luo occhio A malatolutto il tuo corpo (tuttala reaftA)sar nell6 tenebre" (Mt 7 22). Oueslo manualeoperativointltolatoappunto"Aprl I'occho' vuole confermarci aprir gli occhie che se Maria ricorreai colori della naiura' al che necessario piccolofloreche ci parla della bellezzadiDio, perchnonabbiamopl lo stupopi la prolondit dell'amorecon cu Dio ci re dei bambinl.Cos non conosciamo ha amato e Der nol ha cratolutle le cose.
55

-L-

La preghierasgorgaspontanea come acquafrescada una sorgentquando I occhio puro e lo stuporenasceda a sempticit det cuore.I campi di g;ano ci parlanodella misoricordia di Dio, il quatota sorgereit sote sopra i matvigi e so_ pra i buonl e ta piovere sopra i giusti e sopra gti ingiusti(Mt S, 45). Nonoslante i nosiri peccati,Egli noncessadi fornirciit necessari per vivere,it pane quotidia_ Alla fine c' I'invito a rendimenro di grazie per tutto que o che Dio ci da. O Padre,non semprenoi siamocapacidi riconoscere I'operadel Tuo Amore ne e meravigliedetla Tua Crazione:non se.npre,o torse noa prir, stamo caDacidi sluprrci di fronteatta bettezza di un unite riored' campo. ct, occhi,abbagtiari dalle luci delle nostrecitt, non riesconopi ad apprezzare tenuechiaroredeF alba o icolori semprenuovidel tramonto; te orecchie, slordite dat rumoridel mondo,non sentonopi il mormoriodel ventoteggero(1 Re 19, 12)che annunzia Ed anchequando,o Padre,non ci sluggeta be ezzadetts Tue creature,non siamocapacidi guardareoltre, di cogtierein esse i segnidella Tua Operae cos conlemplare, nella loro, la Tua betleTza: e questaincapacit non soto taroate ati al noslro ringrazramento. ma ci inducead esaurirein esse i sentimenfi d;l nostro cuore o, peggloancora,a tenerte finatizzate soto a noi stessie ouindiad usarne in modo scorretto,se non addiritturaad abusarne.Va tu, paOie, sei Dazinte e misericordioso e attendi che i figtiti riconoscano, proprioper it dannoche sl sono prodotticol non riconoscere Te, e ti rendanograzie ne a gioaade a comunione con tutti i nostri fratefliscoul.

56

Dedicato a

Paolo Piovaccari
che ora tra le bracciadel Padre

Paolo ha percorso con entusiasmo Ia pista del Iuptto, il senterc dell'esploratorc e ]a strada del rover, insiemea tutti noi dell'AGESCIFotl 3.

il Signore l ha trovatopronto..

5 Novembre 1g7g 6 Settembre1999 57

Canliamo:"Quando conlemploi cieli,'


Composto da Afturc Femicalli R i t . O u a n d oc o n t e m p l oi c i e l i , l a l u n a e i l s o l e , la terra e il mare / voglio cantare; v o g l i o c a n t a r ea l N o m e t u o g l o r i o s o , S i g n o r e ,n o s o D i o , m e r a v i g l i o s o ! 1 ) S t e l l e d e l c i e l o , b e n e d i l ei l S i g n o r e s o l e e l u n a , b e n e d i t ei l S i g n o r e C i e l i e t e r r a , b e n e d i t ei l S i s n o r e N o t t i e g i o r n i , b e n e d i t ei l S i g n o r e . 2 ) N u b i e r u g i a d e ,b e n e d l ei l S i g n o r e P i o g g e e v e n t i , b e n e d i t ei l S i g n o r e A l b e r i e f r u l t i , b e n e d i t ei l S i g n o r e F i o r i e g e r m o g l i ,b e n e d i t ei l S i g n o r e . 3 ) , 4 o ne t i c o l l i n e , b e n e d i l ei l S i s n o r e M a r i e l i u m i , b n d i l ei l S i g n o r e A c q u e e s o r g e n i ,b e n e d i t ei l S i g n o r e F u o c o e c a l o r e b e n e d i t ei l S i g n o r e ! 4 ) A l b e e t r a m o n t i ,b e n e d i t ei l S i g n o r e T u r l o i l c r e a t o , b e n e d i c ai l S i g n o r e S a n i d e l C i e l o , b e n e d i i ei l S i g n o r e P o p o l il u t l i , b e n e d i l ei l S i g n o r e .

58

!.

41ioLaf .L

Y qri.nf-ar Hoo. uo !1,,

i . r t r D i ,o -

59

( Soltanto Cantiamo: questoso)'


Conposto cta Arturo Femice i 8it. Soltantoquestoso del mio doman; che la tua Prowidenza,o mio Signore, per me risorgerprima del sole! l) Guardagli uccelli in cielo come vivonol Guardai faorldel campocome crescono! Come li nutre ll Pad.etuo celeste, con che magnilicenza li rivestel 2) Non affannartiper il tuo domani; il Padr ha la tua vita fra le sue manil Ad ogniglornobastala sua pena, perch la tua vita sia serena, 3) "Perch temete,gent di poca fede? Nulla impossbile a chi crede. Se rimanetesemprnel mio amore, beati voi sarele" - dice il Signore.

60

* r

'a
: :

\r
,(j

s
f

!n

Sommario