Sei sulla pagina 1di 6

POTARE GLI ULIVI

1 - eliminare tutti i rametti rivolti verso l'alto e verso l'interno in modo che la luce raggiunga tutta la pianta 2 - lasciare per ogni grosso ramo principale un giovane maschio in alto che avr il compito di "tirare" la linfa fino ai rami pi alti 3 - lasciare tutte le "femmine" rivolte lateralmente o verso il basso perch raccoglierne i frutti sia comodo per noi 4 - lasciare qualche maschio che si trova per caso nella direzione in cui vorremmo che la pianta si espandesse. Quest'anno non far frutti ma, l'anno prossimo da esso nasceranno lateralmente anche dei rametti "femmina" che fruttificheranno dove a noi fa pi comodo. 5 - lasciare solo il numero di rami adeguato all'energia della pianta perch lasciandone di pi si disperde quell'energia in piccoli rivoli usati per mantenere in vita quei rami a scapito della "figliolanza".

Questo sopra un ramo "maschio"

Questa sopra una femmina.

Questo un altro maschio (foto sopra)

Altra femmina (foto sopra)

Cominciate a tagliare tutto ci che sta all'interno, che si rivolge verso l'alto o che sta troppo in alto.

Quando tagliate, tagliate i rami radente al tronco, possibilmente vicino a quella linea scura che segna il luogo di nascita del nuovo ramo, non lasciate "nasi"...

il perch lo vedete nella foto che segue. Dalla base di ogni "naso" erroneamente lasciato spunteranno una selva di nuovi rametti come risposta automatica al taglio che l'anno dopo vi costeranno decine di sforbiciate e minuti di lavoro che si sarebbero potuti evitare.

Dopo l'eliminazione dei succhioni, dei rami interni e dei rami troppo alti, l'ulivo "facile" di prima appare cos (mi scuso per la foto e per la sua dominante blu).