Sei sulla pagina 1di 49

Indice

Bl
e nde r M agaz ine Ital
ia
num e ro 2
anno 2008

Re s pons abil i:
Luca Pinciani (Sinis tar)
Al
fons o Annarum m a (Anfe o)

Col
laboratori:

Fullvio Fontana
(As pirante Fum e ttis ta)

K artoon3d

Il
ario

Ful
vio Satta (YotaVGA)

Paol
o Acam pora (Pk rim e )

Luca Pinciani (Sinis tar)

Al
fons o Annarum m a (Anfe o)

Grafica:
Davide _ G

Siti di rife rim e nto:


w w w .bl e nde r.it
w w w .k ino3d
w w w .ble nde r.org

Softw are utiliz z ati:


Ble nde r 2.45
Pdftk
Th e Gim p 2.4
O pe noffice
Scribus 1.3.3

In Cope rtina:
"Je s s ica" di Luigi Rus s o
(Lux87)
Bl
e nde r: l
e ne w s

© Tutte le im m agini apparte ngono ai legittim i proprie trari

Ul
tim e ne w s dalm ondo Bl
e nde r
di Luca Pinciani

Un proge tto ital


iano pe r ilGSoC m aps o volum e ligh ts .
In q ue s to m odo, gli ute nti potranno fare un
Pe r ilGoogle Sum m pe r O f Code , q ue s t'anno è grande us o di are a ligh ts e e nvironm e nt ligh ting
s tata acce tto il proge tto de ll'italiano D avide e d otte ne re ris ulati più rapidi ris pe tto alpas s ato.
Ve rce lli(UncleZ e ivne i fourm ).
Ilproge tto cons is te ne ll'im plem e ntare l'algoritm o
Ligh tcuts in Blende r, pre s e ntato alSiggraph de l
2005.
Attualm e nte , pe r la re alizzazione di un re nde r,
Blende r pre nde in cons ide razione tutte le luci
pre s e nti ne lla s ce na. Con l'algoritm o Ligh tcuts ,
inve ce , pe r ogni pixe ls i utilizza un s ottoins ie m e
di luci rappre s e ntative (ce ntinaia). In q ue s to
m odo, ris pe tto alla s ituazione attuale, ilte m po di
re nde ring dim inuis ce , m a s e nza alcuna pe rdita
vis ibile di q ualità.
L'utilizzo di ce ntinaia di luci da parte di un
ute nte di Blende r, potre bbe s e m brare cos ì poco
fre q ue nte da far pe ns are ch e l'algortim o s ia
inutile. In re altà, inve ce , non ne ce s s ariam e nte
q ue s to gran num e ro di luci de vono e s s e re ins e rite
dall'ute nte , m a e s s e ve ngono cre ate anch e
dall'utilizzo di te xture d are a ligh ts , e nvironm e nt

4
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Bl
e nde r: l
e ne w s

True Vol
um e trics La cope rtina d i q ue sto num e ro

Le pote nzialità di Blende r ne lcam po de gli e ffe tti Com e pe r il pre ce de nte num e ro di Blende r
vis ivi s tanno cos tante m e nte aum e ntando. Un M agazine Italia, anch e q ue s ta volta s i è s volto un
im portante contributo s i de ve a Fars th ary, uno conte s t pe r de cide re l'im m agine da utilizzare pe r
s viluppatore ch e s ta re alizzando un s is te m are pe r la cope rtina. Iltitolo e ra "Figura fe m m inile", un
otte ne re True volum e trics in Blende r, te m a am pio in q uanto s i pote va inte rpre tare in
pe rm e tte ndo cos ì di cre are fum o, fiam m e , e t dive rs i m odi. Ne i due principali forum italiani,
s im iliin m odo s e m plice e re alis tico in Blende r. dive rs i ute nti h an ce rcato di re alizzare im m agini
Lo s viluppo de lproge tto è ancora alle prim a fas i alm e glio, m os trando anch e , pos tando im m agini
m a già dalle im m agini s i pos s ono ve de re ris ultati w ip in appropriati th re ad, com e q ue s te
m olto buoni: pre nde vano form a. Al te rm ine de l conte s t, un
s ondaggio s u Blende r.it h a de cis o l'im m agine
vincitrice . M olti de i votanti h anno e s pre s s o la
difficoltà de lla s ce lta trattandos i tutte di
im m agini m olto be lle.
Ecco le im m agini de lle prim e tre pos izioni:

"Je s s ica"
di Lux87

"Age ntK itty"


di SandroP

"D e a de lla Fe rtilità"


di D avide M aim one (daw idh )

I ris ultati com pleti s i pos s ono legge re q ui:


Pe r s e guire gli s viluppi di q ue s to proge tto, s i può h ttp://w w w .blende r.it/forum /vie w topic.ph p?p=76
vis itare il blog di Fars th ary: 9 58 La s fida è ovviam e nte rinnovata pe r la
h ttp://fars th ary.w ordpre s s .com / cope rtina de lpros s im o num e ro!

5
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Bl
e nde r: l
e ne w s

Ilproge tto Apricot(O pe n Gam e ) L'am bie ntazione e i pe rs onaggi ricorde ranno
q ue lli di Big Buck Bunny, ilcortom e traggio de l
Poch i m e s i fa, Ton R oos e ndaalh a form ato un Pe ach Proje ct.
te am pe r re alizzare un vide ogioco utilizzando Ilvide ogioco s arà in 3d e utlizzabili s u tutte le
Blende r. Ilnom e de lproge tto è "Apricot". Com e piattaform e (Linux, W indow s , O S X).
Gam e Engine s i è pre fe rito non utilizzare q ue llo
inte rno di Blende r m a di affidars i a Crys tal
Space (h ttp://w w w .crys talspace 3d.org). Il
vide ogioco è ancora in s viluppo m a ne lblog de l
proge tto (h ttp://apricot.blende r.org) s ono vis ibili
già num e ros e im m agini di ante prim a:

6
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Bl
e nde r: l
e ne w s

Bl
e nd e r 2.46 "Big Buck Bunny"

Il19 m aggio è s tata rilas ciata l'ultim a ve rs ione di E' s tato finalm e nte conclus o "Big Buck Bunny",
Blende r: la 2.46. ilcortom e traggio re alizzato dalPe ach Te am .
Vi s ono ovviam e nte dive rs e novità im portanti. La Blende r Foundation e la com unità di Blende r
Ve diam o ne lde ttaglio le principali: s ono s tati i m aggiori finaziatori di q ue s to
- Cape l li e pe l i: note voli m iglio- proge tto.
ram e nti pe r q uanto riguarda ilri- Com e pe r ilpre ce nde nte cortom e traggio -ovve ro
s ultato vis ivo, l'utilizzo de lla ilfam os o "Eleph ants D re am "- è s tato pos s ibile
m e m oria e la ve locità de l re nde - acq uis tare in pre ve ndita il D VD prodotto dal
ring. Te am .
- Gl ossy R e fl e ctions: rifles s ioni e In q ue s ti giorni, infatti, i D VD s ono s tati s pe diti
rifrazioni ora pos s ono e s s e re re nde - e d orm ai giunti a de s tinazione .
rizzate utilizzando anch e un fattore Ilcortom e traggio, ch e è s tato rilas ciato s otto la
glos s y ("luce nte zza"), controllando lice nza Cre ative Com m on Attribute 3.0, è
la rugos ità de lm ate riale. s caricabile dal s ito
- Arm ature : le arm ature ora h ttp://w w w .bigbuck bunny.org/ ne lla s e zione
s upportano i Bone groups , la pe rs o- D ow nload.
nalizzazione de lcolore de lle Bone , In fondo alla pagine vi è anch e il link pe r
i colori autom atici e m olte altre s caricare i files utilizzati ne lproge tto, in m odo
funzionalità. Inoltre s ono s tati ch e ogni ute nte inte re s s ato pos s a ve de rli,
introdotti nuovi s trum e nti pe r ve lo- s tudiarlie d e ve nutalm e nte rie laborarli.
cizzare i proce s s i di rigging e di "Big Buck Bunny" racconta, in m odo dive rte nte
pos ing. e ironico, la s toria di un cincillà e due s coiattoli
- Particl e syste m : ils is te m a de lle dis pe ttos i ne i confronti di un gros s o coniglio
partice lle è s tato ris critto bianco.
dall'inzio, m igliorandolo note - Buona vis ione !
volm e nte .
- Bak e R e nd e r: è pos s ibile fare il
bak e di norm al m ap di m e s h ad
una m aggiore ris oluzione , otte ne re
bak e di dis place m e nte tras pare nze
- R e nd e ring: novità anch e pe r il
re nde rgin, con l'introduzione
de ll'Adaptive QM C e de lCons tant
QM C. Inoltre è pos s ibile us are s oft
s h adow s con tutti i tipi di lam p.
- Nod i: s ono s tati aggiunti nuovi
nodi di com pos iting, tra q ui: glare ,
lens dis tortion, dire ctionalblur, bi-
late ralblur e tone m ap.
Le novità s ono ancora tante , dalm iglioram e nto
de lGam e Engine all'am pliam e nto de lVide o Se -
q ue nce Editor.
Pe r m aggiori de ttagli, s i può cons ultare ils ito:
h ttp://w w w .b le nd e r.org/d e ve lopm e nt/re l e ase - (c) copyrigh tBlende r Foundation
logs/b le nd e r-246/ w w w .bigbuck bunny.org

7
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Ke rk yth e a 2008 Ech o

M ate rial
e e d im pre s s ioni s u un re nde re r e m e rge nte
di Ful
vio Satta

ATTENZ IO NE: Ilre nde re r e s am inato in q ue s to num e ro è una


Si as s um e ch e s i s ia letto l'articolo s ul prim o com pars a re lativam e nte re ce nte ne lpanoram a di
num e ro di Blende r M agazine Italia. blende r.
O gni articolo potre bbe ave re rich iam i ad altri O rm ai fam os o con Sk e tch Up, s ta com inciando
articoli s critti in pre ce de nza. Si cons iglia a fars i s trada tra gli ute nti de lfrullatore , dando
pe rtanto di legge re gli articoli in s ucce s s ione dive rs i grattacapi e s oddis fazioni agli
com e pre s e ntati dai vari num e ri di BM I, anch e s e avve nturie ri ch e s i accingono a provarlo. Scopo
pe r facilitare la rice rca ci s aranno rife rim e nti al de ll'articolo è dare una bas e te orica pe r una s ua
num e ro a cui fare rife rim e nto (e cce tto ch e pe r il valutazione più com pleta, as s ie m e alle m ie
prim o, pe rch é i rife rim e nti s are bbe ro troppi). im pre s s ioni.

O gni re ce ns ione vie ne accom pagnata da un box


ch e da un voto e d una lis ta di pre ggi e dife tti de l
re nde re r e s am inato. Que s te inform azioni vanno
pre s e s olo com e orie ntative e non bas tano pe r
s ce glie re il re nde re r più adatto, pe rciò è Ci s ono dive rs i algoritm i di re nde ring utilizzati
cons igliabile di legge re l'inte ro articolo. con k e rk yth e a e non ancora e s am inati.
Com unq ue q ue s ti dati pos s ono e s s e re utili pe r K e rk yth e a utilizza due te cnich e di re nde ring di
ave re un'ide a s om m aria tra un gros s o gruppo di bas e , ray tracing e ph oton m apping (l'ultim a,
re nde re r, e poi legge re s olo gli articoli di q ue lli com e già de tto, è una te cnica ibrida).
più appe tibili.
Le diffe re nze principali s ono le s e gue nti: a
I re nde re r ch e vado a s tudiare s ono ge ne ralm e nte parità di rum ore , ilray tracing è ge ne ralm e nte
nuovi anch e pe r m e , pe rciò le opinioni e le più lento a conve rge re alla s oluzione , m a us a
nozioni e s pre s s e ne i vari articoli s ono da rite ne rs i m olta m e no ram , poich é non h a bis ogno di
s om m arie e d appros s im ative . Pe r q ue s to m otivo m e m orizzare m appe .
ve ngono e vitati articoli de ltipo "com e s i us a", Le ph oton m ap di k e rk yth e a non s alvano le
pre fe re ndo articoli de ltipo "cos a può fare ", cos a caus tich e , ch e ve ngono q uindi calcolate in de lle
s u cui s pe s s o un grafico, non pre parato a ce rte caus tic m ap de dicate .
nozioni, h a m aggior difficoltà a com pre nde re ne l
bre ve pe riodo. M olti de i ray trace r utilizzati in k e rk yth e a s ono

14
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Ke rk yth e a 2008 Ech o

s tocas tici, q uindi cons ide rano i pe rcors i più form ando ilm ode llo ph ong.
dis parati de lla luce e non un s ingolo pe rcors o o
poch i com e s pe s s o fanno i de te rm inis tici. Ils e condo te rm ine è l'anis otropia, la facoltà di
Tra i vari ray trace r utilizzati in k e rk yth e a va un m ate riale di cam biare le proprie
notato ilm e tropolis ligh t trans port, di cui parlerò caratte ris tich e a s e conda de ll'angolo col q uale
più in de ttaglio in un articolo s ucce s s ivo s u vie ne guardato. Un e s e m pio clas s ico è ilm ode llo
indigo. In parole pove re , com unq ue , trova pe r W ard, pre s e nte anch e in k e rk yth e a. I m ode lli di
prim i i pe rcors i con una luce ch e ris ulta più q ue s to tipo s ono utili pe rch é dive rs i m ate riali
inte ns a, riduce ndo cos ì il rum ore m e dio re ali s ono anis otropici, ad e s e m pio ilve lluto od
de ll'im m agine . Il dife tto più grande di q ue s ta alcuni m e talli.
te cnica, probabilm e nte , è ch e le parti con poca
luce (com e le om bre ) ris ultano in ge ne re più Il te rzo te rm ine è die lettrico. I m ode lli di
rum oros e . m ate riali die lettrici s e rvono pe r rappre s e ntare
m ate riali polarizzati, com e ad e s e m pio le lenti
de gliocch ialida s ole.

Il q uarto te rm ine è Lafortune , un m ode llo


e m pirico m olto affidabile pe r i m ate riali diffus i.
Ne l prim o num e ro di BM I s ono s tate date Em pirico vuol dire ch e i valori utilizzati
dive rs e nozioni s ui m ate riali, m a q uas i ne s s una inte rnam e nte ne l calcolo de llo s h ade r s ono
s ui m ode lli utilizzati. Que s t'argom e nto è m olto s tabiliti da e s pe rim e nti, e non da m ode llite orici.
com ples s o, cos ì non cre do s ia conve nie nte
s vis ce rarlo tutto ora. Qua ve ngono date , q uindi,
le nozioni fondam e ntali pe r com pre nde re
l'articolo,
m e ntre si
e s porranno i K e rk yth e a pe rm e tte di s ce glie re l'algoritm o di
m ode lli più in re nde ring utilizzato pe r re nde rizzare una s ce na e
de ttaglio in un la q ualità con la q uale utilizzarlo. Pos s ie de anch e
articolo futuro. dive rs i pre s e t, utili pe r fare re nde ring ve loci,
Pe r la pre cis ione ante prim e e q uant'altro s e nza de dicars i a de finire
ve rranno ch iariti i vari s e ttaggi.
alcuni te rm ini
utilizzati più In particolare k e rk yth e a pe rm e tte la s ce lta de i
avanti param e tri di
ne ll'articolo. antialias ing, di s top
(q uando fe rm are il
Il prim o e più re nde ring, utile pe r
s e m plice è il i re nde ring
m atte , parola incre m e ntali), la
utilizzata pe r s ce lta
indicare il de ll'algoritm o
m ate riale pe rfe ttam e nte diffus o. Si è e s am inato d'illum inazione
abbondante m e nte ne lprim o articolo, cos ì non è globale da us are e d
ne ce s s ario ripe te re nulla. In k e rk yth e a vie ne opzioni pe r
com binato con un s e condo m ode llo di s h ading, caus tich e , raggi
ch e tie ne conto de lla s pe cularità de ll'ogge tto, lanciati e final

15
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Ke rk yth e a 2008 Ech o

gath e ring, q ual'ora com patibili con l'algoritm o m ode llo s ulq uale è applicato ilm ate riale m e ntre
us ato. s i m odifica q ue s t'ultim o. Inoltre è pos s ibile
cos truire libre rie di m ate riali pe r riutilizzarle in
Gli algoritm i utilizzabili s ono dive rs i. È altri lavori, e d in re te s e ne trova q ualcuno.
pos s ibile s ce glie re tra dive rs i tipi di ph oton
m apping, con o s e nza final gath e ring, path
tracing e d inte rrifles s ione diffus a. Pe r q uanto
riguarda q ue s t'ultim a non s ono rius cito
e s attam e nte a capire ch e inte nde , poich é
norm alm e nte , con q ue s to te rm ine , non s 'inte nde
un algoritm o di re nde ring. Se m bre re bbe in ogni
cas o un re nde ring progre s s ivo m olto s im ile al
ph oton m apping.
Inoltre è pos s ibile utilizzare de i tone m apping
(k e rk yth e a ris ulta e s te ns ibile in propos ito), pe r
m igliorare la vis ualizzazione di una s ce na.

La pos s ibilità di s ce glie re l'algoritm o più adatto


pe r una s ce na è uno de i punti di forza di M ancano alcuni as pe tti im portanti, com e il
k e rk yth e a. s ubs urface s catte ring, s e nza i q uali ce rti lavori
ris ultano difficili da re alizzare , dove ndo s pe s s o
ricorre re a trucch i pe r arrivare al ris ultato
s pe rato.
K e rk yth e a h a una ge s tione dis cre ta de i Que s to rite ngo ch e s ia il punto de bole più
m ate riali, È in grado di ge s tire un gran num e ro grande di k e rk yth e a.
di m ode lli de i m ate riali, tra cui m atte , m ate riali
anis otopici, e m ate rialidie lettrici. D i contro com unq ue s e m bre re bbe e s s e re
Un'ottim a caratte ris tica è la pos s ibilità di pos s ibile utilizzare i m e dia di parte cipazione , e d
utilizzare i m ate riali s tratificati, ovve ro uno in una m anie ra pure m olto e fficace . Con q ue s ti
s ull'altro. Que s to pe rm e tte di fare m ate riali s i potre bbe , volendo, s im ulare anch e il
m olto com ples s i. s ubs urface s catte ring, s e bbe ne s are bbe
È pos s ibile e s te nde re k e rk yth e a con de i plugin s e m plice m e nte troppo lento pe r e s s e re re alm e nte
pe r aggiunge re ogni tipo di te xture proce durale utilizzabile.
(s e bbe ne ne conte nga già un piccolo num e ro), e d
i m ate riali s ono m olto configurabili, pe rm e tte ndo
di pe rs onalizzare lo s h ade r s ce lto,
l'autoillum inazione , la ne bbia, e dando la L'il
lum inazione in k e rk yth e a è piuttos to pote nte .
pos s ibilità di us are anch e e ffe tti non È pos s ibile utilizzare com e s orge nti
fotore alis tici, com e ad e s e m pio m ate riali ch e d'il
lum inazione l a s k ym ap, l e m e s h e s orge nti
e m e ttono s olo om bre . Supporta inoltre s upporta lum inos e ve re e proprie .
dive rs i tipi di te xture , tra cui bum p e norm al
m apping, te xture pe r la riflette nza com e le Ne lprim o gruppo (s k ym ap) è pos s ibil e s im ulare
diffus e e s pe culari e pe r la tras m itte nza. ilcie l o in m anie ra re al is tica, od util izzare al tre
ill
um inazioni diffe re nti, com e ad e s e m pio un
H o avuto l'im pre s s ione ch e i m ate riali s iano in col ore fis s o.
q ualch e m odo di difficile im pos tazione , pur non Ne ls e condo gruppo (m e s h ) è pos s ibil e de finire
ave ndone com uq nue e s pe rie nza. R is ulta inve ce m e s h com e e m e ttitori, e d abil itare s ingol arm e nte
m olto com odo ilfatto ch e s i pos s a vis ualizzare il la pos s ibil ità di autoil lum inare un ogge tto

16
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Ke rk yth e a 2008 Ech o

(l
'autoil lum inazione è s pe s s o un ral le ntam e nto cos truire l
ibre rie di m ate rial i pe r riutil
izzarl
e in
note vol e ne l re nde ring, e dis abil itarla può altri l
avori, e d in re te s e ne trova q ualcuno.
ve locizzarl o abbas tanza).
Ne lte rzo gruppo (s orge nti l um inos e ) è pos s ibile M ancano al cuni as pe tti im portanti, com e il
de finire s orge nti l um inos e di varie form e , e s ubs urface s catte ring, s e nza i q ual i ce rti l avori
de finire m ol ti altri param e tri, com e l a pos s ibilità ris ultano difficil i da re al izzare , dove ndo s pe s s o
di fornire om bre non ne tte (s oft s h adow ) o l a ricorre re a trucch i pe r arrivare alris ul
tato s pe rato.
configurazione de l m e dia de ntro il q ual e Que s to rite ngo ch e s ia il punto de bol e più
pas s e ranno i fas ci lum inos i. grande di k e rk yth e a.

È anch e pos s ibil e il lum inare cols ol e in m odo D i contro com unq ue s e m bre re bbe e s s e re
corre tto, s e m pl
ice m e nte de fine ndo l a pos izione , la pos s ibile util izzare i m e dia di parte cipazione , e d
data e l 'ora ne lla q ual e ci s i trova, cos a ch e ris ul
ta in una m anie ra pure m ol to e fficace . Con q ue s ti s i
as s ai com oda pe r de finire in poco te m po potre bbe , vol e ndo, s im ul are anch e ils ubs urface
un'il lum inazione re al is tica. s catte ring, s e bbe ne s are bbe s e m pl ice m e nte troppo
le nto pe r e s s e re re al
m e nte util izzabil e.
Probabil m e nte l'il
lum inazione è il punto forte
de lre nde re r, e va approfondita atte ntam e nte pe r
utilizzarl
o alm e gl io.

K e rk yth e a h a una ge s tione dis cre ta de i K e rk yth e a non h a una ge s tione particol arm e nte
m ate rial i, È in grado di ge s tire un gran num e ro di bril lante de l l e ge om e trie . Supporta s ol o m esh
m ode l li de i m ate rial i, tra cui m atte , m ate rial i pure e s e m pl ici. Non s upporta s upe rfici di
anis otopici, e m ate rial i die l
e ttrici. s uddivis ione (ch e ovviam e nte s i pos s ono ge ne rare
Un'ottim a caratte ris tica è l a pos s ibil ità di e s te rnam e nte , m a non è pos s ibil e adattare l a
util izzare i m ate rial i s tratificati, ovve ro uno com pl e s s ità alre nde ring), non s upporta nurbs , ne
s ul l'altro. Que s to pe rm e tte di fare m ate rial i m ol to ge om e tria s ol ida, ne s upe rfici im pl icite , s upporta
com pl e s s i. s ol o e d e s cl us ivam e nte m e s h .
È pos s ibil e e s te nde re k e rk yth e a con de i pl ugin Que s to di pe r s e può e s s e re ne gativo, m a l o è
pe r aggiunge re ogni tipo di te xture proce dural e ancora di più s e s i pe ns a al le dis place m e nt m ap.
(s e bbe ne ne conte nga già un piccol o num e ro), e d i Non s ono s upportate ne anch e q ue l l e , ilch e vuol
m ate rial i s ono m ol to configurabil i, pe rm e tte ndo dire ch e ce rti e ffe tti di dis pl ace m e nt ris ul tano
di pe rs onal izzare l
o s h ade r s ce l to, difficil i, dove ndol e appl icare tutti i m odificatori in
l'autoil lum inazione , l a ne bbia, e dando l a e s portazione . Fortunatam e nte gl i s trum e nti
pos s ibil ità di us are anch e e ffe tti non fotore al is tici, pre s e nti pe r bl e nde r ge s tis cono q ue s to as pe tto
com e ad e s e m pio m ate rial i ch e e m e ttono s ol o piuttos to be ne .
om bre . Supporta inol tre s upporta dive rs i tipi di In ogni cas o il dife tto principal e è ch e è
te xture , tra cui bum p e norm alm apping, te xture ne ce s s ario e s portare m e s h gros s e e pe s anti,
pe r l a rifl e tte nza com e l e diffus e e s pe cul ari e pe r ral le ntando il re nde ring e cons um ando ram ,
la tras m itte nza. q uando con al tri re nde re r non ce ne s are bbe al cun
bis ogno. Con m e s h s ufficie nte m e nte de ns e non
H o avuto l 'im pre s s ione ch e i m ate riali s iano in dovre bbe com unq ue e s s e re un probl e m a otte ne re
q ual ch e m odo di difficil e im pos tazione , pur non m e s h adatte ai propri s copi.
ave ndone com uq nue e s pe rie nza. R is ul ta inve ce
m ol to com odo ilfatto ch e s i pos s a vis ual izzare il
m ode l lo s ulq uale è appl icato ilm ate riale m e ntre
s i m odifica q ue s t'ul tim o. Inol tre è pos s ibil e K e rk yth e a offre un'inte rfaccia s tand al
one ch e

17
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Ke rk yth e a 2008 Ech o

pe rm e tte di cam biare i m ate rial i, l


'il
lum inazione e
fare dive rs i piccol i inte rve nti di m ode llazione . In conclus ione s i tratta di un re nde re r dis cre to,
Que s to può e s s e re vis to com e un vantaggio, ne l colq uale s i pos s ono tirare fuori ottim i lavori, m a
s e ns o ch e non è ne ce s s ario adattare i m ate rial i di ch e ne ce s s ita di un buono s tudio pe r e s s e re
bl e nde r a k e rk yth e a, m a s i l avora dire ttam e nte coi padrone ggiato, s tudio ch e probabilm e nte non
s uoi param e tri. Tuttavia q ue s to non è il m odo vale i ris ultati otte nuti, pote ndo s tudiare re nde re r
m igl iore di ris ol ve re ilprobl e m a, poich é occorre altre ttanto validi m a s e nza i grattacapi ch e
s pe s s o cam biare program m a, e tornare indie tro al la k e rk yth e a e s pone . Com unq ue può anch e e s s e re
m ode l l
azione ris ul ta difficil e , s pe s s o dove ndo utile e d i lavori ch e s i pos s ono produrre pos s ono
buttare gran parte de ll avoro fatto. e s s e re più ch e validi.
Ilm odo m igl iore s are bbe pote r configurare pe r
ogni re nde re r ogni param e tro da bl e nde r, ad Tra le cos e ch e non s ono s tate trattate di
e s e m pio con l e fam os e com inciate e m ai finite k e rk yth e a q ui di s e guito ne s ono e s pos te alcune
re nde re r API pe r bl e nde r. Com unq ue pe r k e rk yth e a de gne di nota: s i tratta di un re nde re r abbas tanza
c'è un pal l
iativo, com e s arà ch iaro fra poco. ve loce , e pe rm e tte di cos truire anim azioni, e
q uindi di anim are , purtroppo pe rò la
Es is te un e xporte r pe r bl
e nde r, pe r la pre cis ione docum e ntazione è piuttos to care nte , e q uando
ne e s is te più d'uno, ch e pe rm e tte di e s portare l a pre s e nte è s pe s s o orie ntata ad un particolare
s ce na pe r poi m e tte rl
a a punto con l 'inte rfaccia di m ode llatore (ch e raram e nte è blende r).
k e rk yth e a, ch e h a i probl e m i pre ce de nte m e nte
illus trati.

Es is te anch e un fork di bl e nde r, ch e pe rm e tte di


utilizzare k e rk yth e a dire ttam e nte da bl e nde r. Pre gi
Purtroppo h o avuto difficol tà ad us arl a su Pos s ibilità di s ce glie re tra de gli ottim i
GNU/Linux, s ono com unq ue rius cito ad us arl o con algoritm i di re nde ring.
w ine , con q ual ch e ral le ntam e nto. Le m ie Es pandibile in m olti m odi.
cons ide razioni s u q ue s ta pos s ibil ità com unq ue Supporta intim am e nte l'illum inazione
s ono ne gative , gran parte de l le im pos tazioni non globale.
s ono acce s s ibil i, e ne ce s s ita cos ì s e m pre D is cre ta ge s tione de i m ate riali.
de ll'inte rfaccia di k e rk yth e a pe r fare de te rm inate Supporto de i m e dia.
ope razioni, pe rciò pe rde gran parte de ls uo val ore . È piuttos to ve loce a re nde rizzare .
Illum inazione pote nte e ve rs atile, e
s pe s s o facile da controllare .
Pe rm e tte di anim are .

D ife tti
Non particolarm e nte inte grato con
Blende r.
M ancano SSS e dis place m e nt.
Supporta s olo le m e s h (non è
com unq ue un grave problem a con
blende r).
D ocum e ntazione care nte .

Voto: 7.5

18
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
A s cuol
a di prototipi

Ilm ode llo s tam pato


alla s ua prim a m os tra

Bl
e nde r e l
a stam pa sol
ida al
la scuol
a m e dia
di Ful
vio Fontana

Al m eno per q uanto riguarda l a com puter grafica, prim i cartoni anim ati giapponesi, ch e si vol evano
cinem a e tel evisione ci h anno abituato fin troppo brutti, diseducativi e "fatti al com puter". O ggi,
bene. Non è passato m ol to tem po dai prim i tentativi ripensando ai l im iti dei com puter del l'epoca, non è
al la fine degl i anni '70 e ancora oggi m ol ti effetti difficile sorridere di una sim il e l eggenda
special i vengono real izzati con tecnich e m etropol itana, m a l a percezione non è cam biata
tradizional i. A l ivel lo di senso com une, però, si è m ol to e non è infreq uente im battersi in contesti in
creata una sorta di abitudine al le im m agini generate cui "fatto alcom puter" viene usato com e sinonim o
al com puter, ch e sem bra in parte appannarne l a di "facil e" o, peggio, di "autom atico" e "banal e" (ne
m agia. sono prova anch e alcune recensioni
Forse l e cause di q uesto prem aturo invecch iam ento cinem atografich e).
sono l egate al l'eccessiva pubbl icizzazione degl i Nonostante l a sem pre m aggiore diffusione, il
effetti special i digital i, a sua vol ta derivata com puter continua q uindi ad occupare un curioso
dal l'insaziabile fam e di novità del l'industria spazio tutto suo, alconfine tra ilm ondo real e e
cinem atografica, sem pre pronta a fagocitare i cam pi q uel lo del le leggende. Finch è si tratta di im m agini
lim itrofi, dal l'inform atica ai fum etti. Forse -e fittizie -possibil m ente fatte da q ualcun al tro- tutto è
nonostante tutto- ilcom puter rim ane una specie di possibil e e nul la stupisce, m a q uando il m ostro
scatol a nera insondabil e, la cui inesorabil e avanzata entra nel la real tà allora la q uestione è differente (e
nel la vita di tutti i giorni continua a venire guardata im paginare un sem pl ice testo può diventare una
con sospetto. m issione im possibil e). Credo ch e m ol to delfascino
Si potrebbe anch e aggiungere ch e, al m eno in Ital ia, del la stam pa sol ida derivi proprio dal l
a sua capacità
le im m agini digital i h anno com inciato a popol are di espl icitare q uesto passaggio anch e per gl i
l'im m aginario col lettivo prem aturam ente -e con un osservatori più distratti, o q uasi. E' q ual cosa cui non
significato negativo- ai tem pi del la diffusione dei siam o ancora abituati e ch e q uindi conserva ancora

19
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
A s cuol
a di prototipi

Re nde r altratto de lm ode l


lo finito introdurre Bl ender nel la m ia program m azione.
Nonostante rappresentasse una novità anch e per
m e, i risul tati erano stati incoraggianti, così col si
l'occasione per approfondire l 'argom ento con un
gruppo di al unni particol arm ente m otivati, cui
fornii i ril ievi degl i edifici del S. M onte con
l'incarico di ricostruirl i in 3D. Ripensandoci ora,
l'im presa era abbastanza azzardata: eravam o tutti
al le prim e arm i e iltem po era decisam ente poco,
così i ragazzi si ritrovarono a fare l a m aggior parte
dell avoro a casa. Fu subito evidente ch e l a fase di
m odel lazione avrebbe assorbito tutti i nostri sforzi e
la sua m agia. In fondo si tratta di portare un oggetto ch e non avrem m o avuto tem po per definire i
nato nel lo spazio virtual e -in cui tutto è possil e- a m aterial i degl i edifici. Nelfrattem po avevam o però
q uello real
e, ch e abitiam o q uotidianam ente e di cui scoperto l e m eravigl ie delcam era track ing tram ite
conosciam o bene i l im iti. Svincol ato dal le sue Voodoo del l
'Università di H annover
appl icazioni più banal i, per q uanto util i, q uali la (h ttp://w w w .digil ab.uni-
videoscrittura o i fogl i di cal colo, ecco q uindi ch e il h annover.de/docs/m anual .h tm l ). La possibil ità di
com puter si riprende il suo ruol o di "bacch etta tracciare ilm ovim ento del la tel ecam era real e per
m agica" capace di cose al trim enti im possibili. unire riprese dalvero e m odel li 3D non era sol o
affascinante in sè, m a rappresentò anch e l a
Prim a fas e : ilvide o sol uzione alprobl em a dei m aterial i: una vol ta ch e i
La strada ch e m i h a portato ad affrontare iltem a ragazzi term inarono i m odel li degl i edifici, real izzai
del la prototipazione rapida al la scuol a m edia un video del la durata di circa sei m inuti ch e univa
rispecch ia abbastanza fedel m ente q uesto percorso: riprese dalvero e com puter grafica, in un percorso
tutto è iniziato nel l'anno scol astico 2005-06, m isto virtual e-real e in cui l 'inq uadratura era sem pre
q uando l 'associazione cul turale Nuova Regal di in m ovim ento (l a versione per ilw eb delvideo è
diede ilvia alProgetto Passio, ch e, tra l e altre disponibil e nel l
'art gallery del la scuol a all'indirizzo
iniziative, prevedeva anch e l a real izzazione di un h ttp://giornatl ino.al tervista.org/artgal lery_ l
eggi.ph p)
pl astico in scal a 1:100 delSacro M onte di Varal lo . I m odel li in Bl ender venivano m ostrati a fildi
(Vercel l
i). Ilcom pl esso m onum ental e si com pone ferro (rigorosam ente verde su fondo nero, al la
di 45 cappel le ospitate in edifici singol i o in pal azzi ricerca del 'effetto "m atrix") e in versione sol ida,
distribuiti su un terreno irregol are, le cui rocce e m entre l e riprese dal vero non facevano sentire
disl ivell
i sono parte essenzial e del l'allestim ento
paesaggistico. Vista l a com pl essità del progetto,
l'associazione si rivol se a due scuol e superiori del la
provincia, l 'istituto per Geom etri di Gattinara e il
Liceo Artistico di Rom agnano. Il prim o doveva
occuparsi delril ievo delterritorio, m entre gl i alunni
delLiceo Artistico avrebbero real izzato gl i edifici
in l egno di bal sa. Com e insegnante di Tecnol ogia
al l
a scuol a m edia, venni contattato per real izzare
q ual cosa da esporre insiem e alprim o nucl eo del
pl astico e ai l avori provenienti da al tre scuol e.
Al l
'epoca insegnavo per il secondo anno
consecutivo presso l 'Istituto Com prensivo di
Borgosesia: l 'anno precedente avevo com inciato ad La l
ocandina de lvide o

20
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
A s cuol
a di prototipi

troppo la m ancanza dei m aterial


i. m aterial e e m ai sul la sottrazione. Si tratta cioè
In q uesta prim a fase, grazie al cam era track ing sem pre di real izzare una serie di strati ch e,
avevam o q uindi portato ilm ondo real e dentro l o sovrapponendosi, ricostruiscono l 'oggetto. Il
sch erm o, ospite dell
o spazio virtuale abitato dai risul tato sarà natural m ente tanto più preciso q uanto
nostri m odell
i. m inore sarà l o spessore del la singol o strato, in
m odo ch e ilpassaggio tra una "fetta" e l 'al
tra sia il
Se conda fas e : l
a s tam pa s ol
ida più possibil e invisibile. Bl ender esporta senza
La possibil ità di com piere il percorso opposto, probl em i in STL (Standard Triangul ation
portando fuori dal lo sch erm o i m odel l
i 3D, è Language, uno dei form ati tipici del l
a
arrivata al l
'inizio di q uest'anno scol astico. Nel prototipazione) e q uindi rappresenta una val ida
proseguire l 'attività e com pl etare il pl astico scel ta anch e in q uesto cam po. Ilprobl em a risiede
dell'intero com pl esso m onum ental e, l'associazione piuttosto nelm odel lare l'oggetto desiderato com e
Nuova Regal di h a deciso di affiancare ai m odel li un'unica sh el l e di verificarne l a correttezza,
realizzati con tecnich e tradizional i q uelli realizzati intervenendo q uindi sui piccol i errori ch e
alcom puter, affidandosi al l
a prototipazione rapida. inevitabil m ente si creano. Nel caso specifico si
Sono stato q uindi nuovam ente contattato per trattava di unire col onne, bassoril ievi, pareti ecc. in
riprendere l 'esperienza con q uesta nuova final ità. una m esh priva di facce interne, in m odo da creare
Nel frattem po, l a m ia condizione di suppl ente un unico "guscio". In al ternativa, si sarebbero
aveva fatto sì ch e cam biassi scuol a due vol te. potute real izzare l e varie parti separatam ente,
Nonostante avessi acq uisito un po' più di sem pl ificando l a fase di m odel l azione, m a
dim estich ezza con Bl ender ilprogram m a era q uindi ritrovandosi a dover assem bl are l
'oggetto a m ano.
com pl etam ente sconosciuto ai nuovi al unni.
Essendo final izzata al la stam pa sol ida, inol tre, l a MiniMagics
m odel lazione era m ol to più vincol ante delsol ito e I due intoppi più tipici sono l e norm al i invertite e i
im poneva di ripensare l 'intero processo di piccol i errori di "cucitura": in q uesti casi, infatti, la
lavorazione. Ancora una vol ta siam o partiti al la m acch ina non considera ch iusa l a sh el l e di
cieca, con un m etodo tutto da scoprire. conseguenza si ritrova nel l
'im possibilità di
Ilm odel lo in foto rappresenta ilprim o -e per ora distinguerne l 'interno dall'esterno. Per verificare l a
unico- risul tato di q uesta seconda fase, tutt'ora in correttezza del m odel lo util izziam o M iniM agics,
corso. Si tratta delcom pl esso del le cappel l
e 24 e versione gratuita di M agics di M aterial ise
16, m odel l
ato nel la fase precedente del l'esperienza (h ttp://w w w .m aterial
ise.com /). Ilprogram m a l egge
(curiosam ente, il nostro prim o m odel lo è q uel l
o il fil e STL e control la se è effettivam ente
dell'ultim a cappel la real izzata, edificata intorno al prototipabil e, perm ettendo anch e di verificare l e
1750). L'adattam ento per l a prototipazione,
particol arm ente l aborioso, h a rappresentato l a m ia
prim a esperienza delgenere e su q uesta base h o
cercato di ricavare al cuni principi ch e potessero
rendere più agevol e ill avoro agl i alunni.

Mode l
lare pe r l
a s tam pa s ol
ida
M odel lare per l a stam pa sol ida significa
essenzial m ente m odell
are un unico guscio -sh el l -
ch e possa essere diviso in tante "fette" orizzontali,
sim ili a q uel l
e ch e com pongono i puzzl e 3D
(slicing). Esistono infatti differenti tecnich e di
prototipazione rapida, ch e util
izzano diversi tipi di
m ateriali, m a tutte si basano sul l'apporto di Ilm ode l
lo q uas i finito control
lato da M iniM agics

21
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
A s cuol
a di prototipi

m isure esatte del la versione stam pata. E' inol tre Ilm ode l
latore Dim e ns ion di Stratas ys
possibil e ricavare sezioni q uotate del pezzo. A
differenza delprogram m a com pl eto, M iniM agics
non corregge al cun errore, m a si l im ita a segnal arli
(un grosso pul sante tentatore -H ow to fix m y part?-
ricorda l a possibil ità di sistem are tutto in m odo
rapido ed indol ore: cl iccandoci sopra ci si ritrova
nelsito del la M aterial ise). Ilprogram m a è inol tre
disponibil e sol o per W indow s. M entre non ci sono
in genere difficol tà a rintracciare e correggere l e
norm al i invertite, q ual ch e probl em a in più nasce
dagl i spigol i venuti m al e (bad edges), non sem pre
facili da individuare. Una vol ta intuita la posizione
del l
'errore, si deve rintracciare l o spigol o ispezionare l 'interno. Iltem po di stam pa è stato di
incrim inato in Bl ender e ricucirl o, q uindi esportare circa 36 ore.
nuovam ente in STL per un nuovo control lo. Per Entrato a tutti gl i effetti nelm ondo real e ilm odel lo
oggetti rel ativam ente com pl essi ill avoro tende a h a iniziato ad espl orarl o: dopo iltour nel le cl
assi in
diventare snervante, specie se -com e nel nostro cui insegno, è stato ilpezzo forte delcol loq uio
caso- si parte da un m odel lo ch e originariam ente d'esam e con cui h o final m ente ottenuto
non era stato pensato per l a stam pa sol ida e ch e l'abilitazione al l
'insegnam ento. La sua prim a
q uindi si com pone da una m iriade di oggetti apparizione fuori dal contesto scol astico è di
separati. Unire vol te a crociera e capitel li, bal austre dom enica 30 april e 2008 a Varal lo (VC) q uando è
e col onnine in un unico bl occo in cui neppure un stato esposto insiem e ai m odel li in balsa delLiceo
vertice sia fuori posto non è esattam ente tra l e cose Artistico di Rom agnano. E' q uindi partito per l a
più divertenti ch e si possono fare in Bl ender. Nei m ostra Eurostam pi a Parm a.
prim i passaggi l e operazioni bool eane aiutano
parecch io, m a poi è com unq ue necessario Lavori in cors o
intervenire m anual m ente ricucendo l e zone venute Alm om ento attual e ilgruppo di otto studenti ch e
m ale. Ad essere deltutto sincero, nel le ul tim e fasi seguo è all avoro su q uattro com pl essi, tutti più
dell avoro dicevo a ch iunq ue avesse ancora vogl ia grandi del l
'edificio già real izzato. Due pal azzi
di ascol tarm i ch e non vedevo l 'ora di avere tra l e saranno da prototipare divisi in più parti, dal
m ani l 'oggetto stam pato per poterl o final m ente m om ento ch e l al oro ricostruzione in scal a 1:100
prendere a cal ci. supera ilvol um e di l avoro del la m acch ina. La sfida
non è sem pl ice e l e sorprese non m ancano: ogni
La s tam pa s ol
ida edificio h a l
e sue pecul iarità, da affrontare in m odo
Una vol ta ricevuto ilsospirato O K da M iniM agics, unico, m entre iltem po è poco (ilgruppo si riunisce
gli STL delnostro m odel lo sono stati inviati là una vol ta a settim ana per circa due ore). La
dove iltutto avrebbe m agicam ente guadagnato una speranza è com unq ue q uel la di term inare i m odel l
i
dim ensione in più. Del la prototipazione si è entro l 'anno scol astico. In q uesto m odo, prim a di
occupata DiPi Design (Roccapietra, VC) entrare a far parte delpl astico delSacro M onte, gl i
util
izzando ilm odel latore concettual e Dim ension di edifici accom pagneranno i ragazzi al l
'esam e di
Stratasys. La m acch ina utilizza tecnica FDM (fused licenza m edia.
deposition m odel ling), h a un vol um e di lavoro di
203x203x305 m m e usa com e m aterial el'ABS.
Ilm odel lo m isura circa 100x150x120 m m ed è
com posto da tre parti: l'edificio vero e proprio e le
due coperture, asportabil i in m odo da poter

22
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
23
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
24
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
25
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
E' pos s ibile q uindi dim inuire i
te m pi di calcolo?

26
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
27
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
28
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
29
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
30
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
M ode l
lazione pol
trona

Con q ue s to tutorialm ode l le re m o l


a fam os a pol
trona Barce l
lona
de l
l'arch ite tto Ludw ig M ie s Van D e r Roh e
di Il
ario

31
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
M ode l
lazione pol
trona

32
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
M ode l
lazione pol
trona

33
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
M ode l
lazione pol
trona

34
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
M ode l
lazione pol
trona

35
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
M ode l
lazione pol
trona

36
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
D ai bl
occh i di Autocad agl
i ogge tti di Bl
e nde r

Us are Bl e nde r in am bie nte profe s s ional


e é pos s ibil
e con
q ualch e accorgim e nto ; -)
di Ingoe nius

D a q ualch e anno grazie a blende r s ono


dive ntato fe rve nte dife ns ore de ll'ope n-
s ource e ce rco in ogni m odo di us are alm as s im o
As pe ttando un m iracolo com e q ue llo s ucce s s o
pe r blende r ne lcam po de l3D , bis ogna trovare
un m odo di far collaborare i due s oftw are ne lla
prodotti gratuiti, q uindi faccio largo us o di m anie ra ade guata, pe r la parte dis e gno ve ro e
Ink s cape Gim p e m olti altri; Sono arrivato al proprio , la com unità di blende r s ta già lavorando
9 5% m a re s ta ancora q ualch e applicazione ad un im porte r ch e funziona già m olto be ne
ins os tituibile ne lm io lavoro com e AUTO CAD . anch e s e non s upporta ancora tutto (e s i s olidi 3d
acis ).
Sono anni orm ai ch e s i as pe tta una s oluzione
CAD ope n-s ource valida e d all'alte zza di Fino al 2005 ave vo ancora la pos s ibilità di
Autocad com e funzionalità. e s portare da autocad ve rs o ilform ato .3ds pe r
A volte e s ce q ualcos a, m a pe r ade s s o non m i fare i re nde ring con blende r.
s e m bra di ve de re all'orizzonte un « Que s to é dive ntato un problem a q uando a partire
AutocadK iller »gratuito ch e ge s tis ca s nap, 2d, dalla ve rs ione 2007 di autocad é s tato tolto
3d, blocch i, linguaggio Autolis p e tc e ch e s ia q ue s to com ando
com patibile al100%. (a de tta di tutti ch iaram e nte pe r indirizzare gli
utilizzatori alloro s oftw are com patibile 3ds m ax).

37
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
D ai bl
occh i di Autocad agl
i ogge tti di Bl
e nde r

A q ue s to punto e ro bloccato (o continuavo a


te ne re una ve rs ione ante riore di autocad ch e
e s portava in 3ds oppure .....oppure nie nte ;-( .

Lavoro ne ll'am bie nte de lle conve ntion da oltre


10 anni alte rnando ne llavoro ildis e gno te cnico
cad ai re nde ring ps e udore alis tici, q ui s otto,
q ualch e e s e m pio di re s a .
Nota :
Ne lle im m agini di e s e m pio, de lle s ale con s variati ogge tti, ne l
m io cas o le s ale i m uri e tc lih o gia m ode llati a parte q uindi
l'utilizzo di q ue s ta te cnica é com oda s olo pe r AR R ED AR E
q ue s te s ale rie m pie ndole con gliogge tti de lla bibliote ca non pe r s truttura re alizzata in CAD pas s ata a blende r e d inte grata ne lla
m ode llarle. foto de lluogo

lavoro, s ia con gros s i file e gros s e q uantità di


ogge tti als uo inte rno, e non ultim a pe r la s ua
rapidità di re s a.

Le im m agini q ui s opra non h anno m ai rich ie s to


piu' di 4 m inuti di re nde ring con ilre nde r inte rno
di blende r.

Pe r q ue s to tipo di lavoro é im pe ns abile ricorre re


a s oluzioni tipo yafray indigo o altri re nde r
e s te rni ipe rre alis tici pe rch é q ue s te im m agini
ve ngono re alizzate con te m pi ris tre ttis s im i,
q uindi ci s i acconte nta di un re alis m o ridotto al
m inim o e di m olte m appe UV;-), e anch e s e non
s i h anno de gli e ffe tti ottici ultim o grido in fatto
di re alis m o pe r lo s copo a cui s ono dire tte le
im m agini é più ch e s ufficie nte .

Pe r re nde rs i conto de i te m pi pe ns ate ch e una


dom anda arriva alm attino e d alpom e riggio s ono
in grado di m andare q ualch e 'im m agine alclie nte
con l'as pe tto ch e avrà la s ua conve ntion ne lla
s ala rich ie s ta e con ilm ate riale te cnico ins e rito
Sono tutte s ce ne non troppo com ples s e allive llo (audio vide o Luci e tc ).
di m ode llazione , m a con un gran num e ro di
ogge tti da pos izionare pre cis am e nte s e condo il L'obie ttivo di q ue s to articolo é q ue llo di
dis e gno cad. illus trarvi com e con ilpre zios o aiuto de i forum
K ino3D AutocadXp e altri e , de lle pe rs one
Inizialm e nte h o us ato Ligh tW ave poi 3ds M ax e dis ponibilis s im e e com pe te nti ch e ci s i trovano
Viz , poi....poi c'é s tato blende r all'inizio os tico s ono rius cito a cre are una s truttura di lavoro ch e
com e pe r tutti, m a dopo un po' e con i continui m i pe rm e tte di pas s are rapidam e nte da autocad a
m iglioram e nti ch e ci s ono s tati, é dive ntato pe r Blende r tram ite l'us o di q ualch e accorgim e nto e
m e ins os tituibile in q uanto a ve locità e facilità di un po' di program m azione .

38
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
D ai bl
occh i di Autocad agl
i ogge tti di Bl
e nde r

Com e nasce l
'id e a? La Doppia b ib l
iote ca com patib il
e
Se s ie te utilizzatori di autocad o di altri cad ch e Quando inte ndo bibliote ca com patibile inte ndo
s upportano i blocch i s apre te s e nz'altro q uanto dire ch e s e cre o ne lCAD un blocco s e dia di
s iano im portanti e d utilizzati , un blocco non é 42cm x 49 cm (com e ne ll'im m agine ) e ch e ils uo
altro ch e un nom e dato ad una s e rie di e lem e nti punto di ins e rzione é alce ntro de lle due gam be
grafici e s e m pio dis e gno un q uadrato di 50x50 davanti e ch e ilblocco s e nza ne s s una rotazione é
cm e lo ch iam o « s e dia » a q ue s to punto il rivolto com e ne l dis e gno, de vo cre are ne llo
databas e de l s oftw are cad m i pe rm e tte di s te s s o m odo il s uo corris ponde nte ge m e llo in
continuare ad ins e rire q uanti blocch i s e dia io blende r.
voglia te ne ndo pe rò anch e la traccia di dove
s ono, q uanti s ono e di altre proprie tà ch e Ne l cad lavoro con le unità di bas e s e nza
alim e ntano il databas e de l dis e gno ch e re s ta s pe cificare cos a s iano, pe r m e 1x1 ne l cad
cons ultabile in q ualsias i m om e nto. s ignifica 1x1 in blende r e cons ide ro ch e s iano
m e tri.

Ce rto q uando s i h anno 5 s e die attorno ad un


tavolo non é un problem a contarle, ricre are la
s ce na in blende r m e tte ndole ne lla s te s s a
pos izione e tc, m a q uando inve ce in un dis e gno s i
h anno 800 s e die più altri ogge tti tipo tavoli
vide oproie ttori ponti luci e q uant'altro dive nta
un'im pre s a q uas i im pos s ibile pas s are tutto a
blende r (poi dipe nde anch e da q uanto caffè
ave te ).

Quindi l'ide a é s tata inve ce di e s portare gli


ogge tti da autocad a blende r e s portiam o s olo le
loro inform azioni (nom e pos izione s cala e
rotazione ) e s os tituiam oli con i loro ge m e lli in
Blende r . A q ue s to punto s e h o un m odo pe r dire a Blende r
Que s to pre s uppone di ave re una doppia « pre ndi iltuo Blocco s e dia dalfile bibliote ca
bibliote ca (blende r autocad) di ogge tti blende r e m e ttilo ne lla s te s s a pos izione s cala e
com patibili m a con un po’ di m e todo e rotazione de lblocco s e dia indicato ne lfile te s to
organizzazione le cos e dive ntano ve locis s im e e us cito dalcad » anch e s e non faccio un ve ro e
facilis s im e . proprio e xport m i ritrovo con la m ia s ce na in
blende r uguale a q ue lla de lcad.

39
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
D ai bl
occh i di Autocad agl
i ogge tti di Bl
e nde r

- inconve nie nti : ave re una doppia bibliote ca di M a com e funziona?


blocch i.
- vantaggi : ave re una doppia bibliote ca di A q ue s to link pote te s caricare uno Z IP con gli
blocch i pe rm e tte di ins e rire blocch i s e m plici ne l s cript e d il m ate riale ch e h o utilizzato ne gli
dis e gno cad e s os tituirli con ve rs ioni 3d e s e m pi:
te xturizzate e colorate in Blende r.
h ttp://w w w .k ino3d.com /forum /dow nload.ph p?id=
Qui s otto un e s e m pio s e m plice di file cad 4753

PS
O ppure utilizzare ilfile allegato alla rivis ta dal
nom e File_ D a_ Cad_ A_ Blende r.zip.

Se ave te Autocad Aprite il file AUTO CAD


CAD .dw g ch e contie ne la s ce na con i blocch i.

Prim a e ntra in funzione lo s cript Autolis p


blend.lsp ch e , s e lezionati gli ogge tti in autocad,
ci cre a un file di te s to s im ile a q ue s to, dove h o le
inform azioni e s tratte dai blocch i ch e s ono
vis ta dall'alto s trutturate in q ue s to m odo:

Nom e Pos X Pos Y Pos Z R otX R otY R otZ e


ScalaX ScalaY ScalaZ

(e s e m pio de lfile TXT)

ch ais e 5.553783 3.9 83441 0.000000 0.00000000


0.00000000 84.01542687 1.00 1.00 1.00

ch ais e 5.487783 3.449 740 0.000000 0.00000000


0.00000000 81.486719 43 1.00 1.00 1.00
s ce na CAD vis ta in as s onom e tria
ch ais e 4.252758 1.132340 0.000000 0.00000000
0.00000000 41.849 68845 1.00 1.00 1.00............

Pe r l'utilizzo de lfile autolis p bas te rà una rapida


occh iata ai m anuali di autocad o s u inte rne t , é
com e in blende r s i carica ilfile autolis p e poi s i
lancia con il s uo com ando, ne lla line a di
com ando , ne lcas o di q ue s to s cript ilcom ando é
blend.

Se non ave te autocad pote te us are ilfile txt ch e


h o gia e s tratto io « CAD ,txt».
s ce na BLEND ER

Se ave te e s tratto le inform azioni dalcad avre te

40
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
D ai bl
occh i di Autocad agl
i ogge tti di Bl
e nde r

un file txt da q ualch e parte e pote te pas s are a con lo s te s s o nom e s e nno pyth on pre nde rà il
blende r. prim o ch e trova).

PS s e rilanciate piu' volte ilfile autolis p dalcad Pe r finire Pre m e re O K e lo s cript va a ce rcare
ve rs o lo s te s s o file te s to non lo s ovras crive te m a ogni ogge tto e m e tte ogni cos a als uo pos to (PS a
ci aggiunge te de ntro le nuove inform azioni volte non carica tutto al prim o colpo, s e vi
q uindi é cons igliato o di cam biare nom e al s ucce de s e lezionate tutti gli ogge tti de lla vis ta 3d
nuovo file txt oppure di cance llare prim a q ue llo cance llate lie rilanciate lo s cript).
ve cch io
Al
ias a cosa se rve ?
Si apre finalm e nte blende r e s i carica lo s crypt
Pyth on « M AX_ Blok -to-Blend.py ». Capita ch e ave te già de i blocch i autocad e de gli
ogge tti blende r con nom i ch e non coincidono
oppure volete ch e q uando ilfile TXT autocad
indica ilnom e di ogge tto s e dia blende r pre nda
l'ogge tto s e dia_ 2 , con l'utilizzo de lfile alias ch e
é ancora un s e m plice file di te s to pote te indicare
la corris ponde nza, ilprim o nom e é ilnom e de l
blocco CAD e d ils e condo è ilnom e de ll'ogge tto
BLEND ER . Uno s pazio tra i due nom i :

Una volta lanciato lo s cript Pyth on abbiam o s e ats e dia_ 2


q ue s ta GUI con de i cam pi da rie m pire :
e in q ue s to cas o tutti i blocch i cad s e at ve rranno
Alias : pe r ade s s o non lo utilizziam o las ciam olo s os tituiti ne lfile blende r con l'ogge tto s e dia_ 2.
vuoto
D e ttaglio: s e guardate i due files ve dre te oltre
Txt : una volta cliccato andiam o a s e lezionare il alle s e die anch e de gli ogge tti 3d di varie
file TXT ch e e ra us cito da autocad dim e ns ioni com e h o fatto?H o cre ato un blocco
pe r ogni dim e ns ione di ogge tto?
D ir : é ilpe rcors o di una carte lla e non di un file
q ue s ta é una carte lla ne lla q uale andre te a Anch e li é un trucco h o cre ato un blocco (un
m e tte re tutti i vos tri file blende r di biblite ca cubo) di 1 x 1 x 1 unità e pe r m odificare le s ue
dim e ns ioni h o us ato de lle m odifich e di s cala
(ch e ne lcas o de i blocch i ve ngono re gis trate ne l
Pe r fare ilte s t indicate la carte lla Bibliote ca ch e databas e de l dis e gno), in q ue s to m odo anch e
é ne lla carte lla Articolo_ BM I als uo inte rno c'é blende r h a re cupe rato il s uo ogge tto cubo di
un file .blend m a bas ta ch e indich iate allo s cript 1x1x1 e lo h a pos izionato ruotato e s calato com e
pyth on ilpe rcors o di q ue s ta carte lla. rich ie s to ;-).

Inizialm e nte ave vo un s olo file bibliote ca con Spe ro ch e q ue s to articolo vi pos s a e s s e re utile, e
de ntro vari ogge tti , m a con ilpas s are de lte m po s pe ro s oprattutto di non e s s e re l'unico pazzo ch e
dive ntava s e m pre più grande e q uindi lo s cript di h a q ue s to m odo di lavorare !!
rice rca é s tato m odificato pe r andare a ce rcare gli
ogge tti guardando in tutti i files blende r di una O ppure s e q ualcuno h a trovato un m e todo
ce rta carte lla cos ì pote te ave re un file pe r tipo di m igliore s i faccia avanti, m a vis ta la q uantità di
ogge tti (s e die tavoli auto viti e tc ) o un file pe r pe rs one ch e us a ilcad tutti i giorni h o buone
ogge tto (é ch iaro ch e non bis ogna ave re ogge tti s pe ranze ;-) .
41
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
...dom ande , ris pos te a prob l
e m i con Bl
e nde r

D ove s i trova il
Tas to Sub Surf?

42
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
43
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
44
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Com unicazioni
dal
lo Staff

45
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Conte s t

Nuovo conte s t pe r s ce gl
ie re l
a pros s im a cope rtina

Com e pe r l'altro conte s t, q ue s to te m a è m olto - I lavori finiti de vono e s s e re m andati all'e m ail
libe ro. Bis ogna re alizzare una locandina di un anfe o(at)libe ro.ite ntro il05/08/2008
Film . Il film può e s s e re inve ntato, re ale, o - R icordate di s pe cificare iltitolo de ll'im m agine
is pirato ad uno re ale, una parodia e cc... e ilnom e ch e volete us are com e firm a (nick e /o
nom e ve ro).
M odalità di parte cipazione e re golam e nto: - Sono am m e s s i anch e lavori pre ce de nti bas ta
- Le im m agini de vono e s s e re e s e guite ch e ris pe ttino le re gole s oprae lencate .
principalm e nte con Blende r. - Ilvincitore avrà l'onore di ve de re pubblicata la
-Que s ta volta è pe rm e s s o l'us o di m ode lli 3d s ua im m agine s ulla cope rtina di Blende r
pre m ode llati, a patto ch e s iano di lice nza libe ra, M agazine Italia.
nie nte m ode llicom m e rciali. - Ilvincitore potrà s crive re un piccolo M ak ing
- Si pos s ono e s e guire anch e più lavori, m a O f de ls uo lavoro ch e s arà pubblicato s ulla s te s s a
ricordate ch e conta la q ualità non la q uantità. rivis ta e lettronica. L’articolo non è obbligatorio.
- Sono pe rm e s s i m otori di re nde ring e s te rni.
- Sono pe rm e s s i altri program m i e s te rni m a s olo
pe r ritocch i di pos tproduzione a patto ch e s iano
O pe n.
- Le im m agini de vono e s s e re in form ato A4, ad
una ris oluzione ch e parta dai 1024 pe r illato più
corto.
- Le im m agini pos s ono e s s e re pos tate com e W ip
s u Blende r.it (s e zione im m agini)o K ino3d
(s e zione ope n lab), con la dicitura [BM I3] prim a
de ltitolo.

46
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Cas inò
Grifon

K ing O f M is s is s ippi
W aaf - Andre a Fiori
(h ttp://w aafcg.blogs pot.com )
Poltrona
"Barce llona"
Ilario D e Ange lis

Ins oddis fatto de i


te m pi ch e corrono?
Cre tox
(h ttp://w w w .inve ntati.org/ch e rude k )

2
BLENDER M AGAZ INE ITALIA
Sk ulls
W aaf - Andre a Fiori
(h ttp://w aafcg.blogs pot.com )

Cucina
K artoon3d
(h ttp://w w w .k artoon3d.com )

3
BLENDER M AGAZ INE ITALIA