Sei sulla pagina 1di 10

http://aliceunifi.altervista.

org

COME ESEGUIRE LESERCITAZIONE UNA VOLTA ASSEGNATO IL REVISORE, SI COMINCIA A REALIZZARE


L'ESERCITAZIONE.

P.S. IL REVISORE LASCIA LA PIU' GRANDE AUTONOMIA ALLO STUDENTE, E


NON IMPONE ALCUN LIMITE ALLA QUANTITA' DI MATERIALE DA PORTARE A RICEVIMENTO ALL'INCONTRO SUCCESSIVO. QUESTO SIGNIFICA CHE PIU' LAVORO SI RIESCE AD ULTIMARE TRA UN RICEVIMENTO E L'ALTRO MEGLIO E'.

1) ESERCITAZIONE IN ACCIAIO:
AL PRIMO RICEVIMENTO VENGONO ASSEGNATE ALLO STUDENTE LE CARATTERISTICHE CHE DOVRA' AVERE IL CAPANNONE OGGETTO DI STUDIO E PROGETTAZIONE. LOCALITA LARGHEZZA LUNGHEZZA PASSO COLONNE ALTEZZA UTILE ACCIAIO UTILIZZATO DOPODICHE' COMINCIA LA PROGETTAZIONE. LA PROGETTAZIONE IN ACCIAIO PUO' ESSERE CONSIDERATA DIVISA IN TRE PARTI.

I PARTE:
NELLA PRIMA PARTE SI DIMENSIONANO GLI ELEMENTI STRUTTURALI CHE COMPONGONO L'EDIFICIO: CAPRIATA ARCARECCI DI FALDA

ARCARECCI DI PARETE COLONNE LATERALI ARCARECCI FRONTALI MONTANTI DI FACCIATA ASTE DEL CONTROVENTO DI FALDA ASTE DEL CONTROVENTO DI PARETE ALLA FINE DI QUESTA PRIMA PARTE DOVRANNO ESSERE NOTE LE SEGUENTI CARATTERISTICHE DEL CAPANNONE METALLICO: LOCALITA LARGHEZZA LUNGHEZZA ALTEZZA UTILE ALTEZZA TOTALE DIMENSIONE APERTURA FRONTALE CARATTERISTICHE GIUNTO DI DILATAZIONE TERMICA CARATTERISTICHE LAMIERA GRECATA: TIPO SPESSORE CARATTERISTICHE COLONNE LATERALI: PASSO ALTEZZA TOTALE PROFILATO CARATTERISTICHE MONTANTI DI FACCIATA: PASSO ALTEZZA TOTALE PROFILATO

CARATTERISTICHE ARCARECCI DI COPERTURA: PASSO PROFILATO CARATTERISTICHE ARCARECCI DI PARETE: PASSO PROFILATO CARATTERISTICHE CAPRIATA: ALTEZZA MINIMA ALTEZZA MASSIMA LARGHEZZA MAGLIE PROFILATO CORRENTE SUPERIORE PROFILATO CORRENTE INFERIORE PROFILATO MONTANTI PROFILATO ELEMENTI DIAGONALI CARATTERISTICHE CONTROVENTO DI FALDA: LARGHEZZA MAGLIE PROFILATO CORRENTI PROFILATO MONTANTI PROFILATO ELEMENTI DIAGONALI CARATTERISTICHE CONTROVENTO DI PARETE: LARGHEZZA MAGLIE PROFILATO CORRENTI PROFILATO MONTANTI PROFILATO ELEMENTI DIAGONALI

II PARTE:
NELLA SECONDA PARTE SI PROGETTANO INVECE LE UNIONI TRA I VARI ELEMENTI STRUTTURALI COSI' DIMENSIONATI: UNIONI ALL'INTERNO DELLA CAPRIATA PER UNIRE I SUOI ELEMENTI UNIONE COLONNA LATERALE -CAPRIATA UNIONE ARCARECCI DI COPERTURA-CAPRIATA UNIONI CONTROVENTO DI FALDA: ARCARECCI DI FALDA ALLA CAPRIATA, ELEMENTI DIAGONALI TRA LORO E CON GLI ARCARECCI DI FALDA UNIONE ARCARECCI DI PARETE-COLONNE LATERALI UNIONI CONTROVENTO DI PARETE: ARCARECCI DI PARETE ALLE COLONNE LATERALI, ELEMENTI DIAGONALI TRA LORO E CON LE COLONNE LATERALI LA SECONDA PARTE E' LA PIU' COMPLESSA E QUELLA CHE RICHIEDE PIU' TEMPO.

III PARTE:
UNA VOLTA TERMINATA ANCHE QUESTA SECONDA FASE DI PROGETTAZIONE, L'ULTIMO ELEMENTO DA DIMENSIONARE E' LA FONDAZIONE: INTERFACCIA COLONNA-FONDAZIONE PLINTO DI FONDAZIONE

MATERIALE UTILE:
1) GLI APPUNTI PRESI A LEZIONE DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI II; 2) UNA ESERCITAZIONE GIA' SVOLTA COME RIFERIMENTO; 3) GLI APPUNTI PRESI A LEZIONE DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI I RELATIVI ALLE FONDAZIONI; IL TEMPO PREVISTO PER QUESTA PRIMA ESERCITAZIONE E' 5-6 MESI.

2) ESERCITAZIONE IN CEMENTO ARMATO:


TERMINATA LA PROGETTAZIONE DEL CAPANNONE IN ACCIAIO, OCCORRE PROGETTARE UN EDIFICIO IN CEMENTO ARMATO. QUEST'ULTIMA ESERCITAZIONE NON PREVEDE LO STUDIO DELLE UNIONI, DAL MOMENTO CHE, CON IL GETTO DI CALCESTRUZZO, ESSE RISULTANO AUTOMATICHE. DI CONTRO LA PROGETTAZIONE IN CEMENTO ARMATO E' PIU' COMPLESSA, NON SOLO PERCHE' STAVOLTA L'EDIFICIO AVRA' MOLTI PIANI, MA ANCHE PERCHE' CI SONO MOLTI PIU' ELEMENTI DA DIMENSINARE, ED ESSI SARANNO COSTITUITI DA DUE MATERIALI: ACCIAIO E CALCESTRUZZO. IL REVISORE CONSEGNA ALLO STUDENTE LA PIANTA DEL PIANO TIPO DELL'EDIFICIO, IN SCALA 1:100. LA PIANTA CONTERRA' ANCHE LE SEGUENTI INFORMAZIONI: UBICAZIONE NUMERO DI PIANI ALTEZZA UTILE INTERPIANO DESTINAZIONE DUSO TIPO DI COPERTURA MATERIALI UTILIZZATI: CALCESTRUZZO PER MAGRONI CALCESTRUZZO PER GETTI ACCIAIO DELLE ARMATURE PER NON PERDERE TEMPO E' UTILE RICORDARE AL REVISORE DI PORTARLA PRIMA CHE IL RICEVIMENTO ABBIA LUOGO, MAGARI CON UNA TELEFONATA O AL PRECEDENTE RICEVIMENTO. DOPODICHE' COMINCIA LA PROGETTAZIONE. LA PROGETTAZIONE DELL'EDIFICIO IN CEMENTO ARMATO SI COMPONE DEI SEGUENTI PASSI: DETERMINAZIONE SCHEMA COPERTURA E SOLAIO TIPO LO SCHEMA DELLA COPERTURA E DEL SOLAIO TIPO E' LA DISPOSIZIONE DELLE TRAVI A CUI SPETTA IL COMPITO DI SOSTENERE IL SOLAIO, E DEI PILASTRI A CUI SPETTA IL COMPITO DI SORREGGERE LE TRAVI.

POI NECESSARIO STABILIRE LA DIREZIONE DEI SOLAI, OVVERO LANDAMENTO DI QUELLA CHE VIENE DEFINITA LORDITURA PRINCIPALE.

SOLAIO DI COPERTURA E SBALZO DETERMINAZIONE DELLE AZIONI CHE GRAVANO SUL SOLAIO DI COPERTURA E DETERMINAZIONE DELLE AZIONI CHE GRAVANO SULLO SBALZO CALCOLO DELLE CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE SUL SOLAIO E SULLO SBALZO DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE: SEZIONE RESISTENTE E ARMATURA LONGITUDINALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: FLESSIONE E TAGLIO VERIFICHE ALLO STATO LIMITE DI ESERCIZIO: FLESSIONE LUNGHEZZE D'ANCORAGGIO

SOLAIO DEL PIANO TIPO E BALCONE DETERMINAZIONE DELLE AZIONI CHE GRAVANO SUL SOLAIO DI COPERTURA E DETERMINAZIONE DELLE AZIONI CHE GRAVANO SULLO SBALZO CALCOLO DELLE CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE SUL SOLAIO E SULLO SBALZO DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE: SEZIONE RESISTENTE E ARMATURA LONGITUDINALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: FLESSIONE E TAGLIO VERIFICHE ALLO STATO LIMITE DI ESERCIZIO: FLESSIONE LUNGHEZZE D'ANCORAGGIO

TRAVE DI SPINA

DETERMINAZIONE DELLE AZIONI CHE GRAVANO SULLA TRAVE DI SPINA CALCOLO DELLE CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE SULLA TRAVE DI SPINA DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE: SEZIONE RESISTENTE E ARMATURA LONGITUDINALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: FLESSIONE DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE: ARMATURA TRASVERSALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: TAGLIO VERIFICHE ALLO STATO LIMITE DI ESERCIZIO: FLESSIONE LUNGHEZZE D'ANCORAGGIO

TRAVE DI BORDO DETERMINAZIONE DELLE AZIONI CHE GRAVANO SULLA TRAVE DI BORDO CALCOLO DELLE CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE SULLA TRAVE DI BORDO DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE: SEZIONE RESISTENTE E ARMATURA LONGITUDINALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: FLESSIONE DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE: ARMATURA TRASVERSALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: TAGLIO VERIFICHE ALLO STATO LIMITE DI ESERCIZIO: FLESSIONE LUNGHEZZE D'ANCORAGGIO

PILASTRATA CENTRALE DETERMINAZIONE DELLE AZIONI CHE GRAVANO SUL PILASTRO CENTRALE MAGGIORMENTE SOLLECITATO

CALCOLO DELLE CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE SUL PILASTRO CENTRALE MAGGIORMENTE SOLLECITATO DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE: SEZIONE RESISTENTE, ARMATURA LONGITUDINALE E ARMATURA TRASVERSALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: PRESSO-FLESSIONE E TAGLIO VERIFICHE ALLO STATO LIMITE DI ESERCIZIO: PRESSO-FLESSIONE LUNGHEZZE D'ANCORAGGIO

PILASTRATA DI BORDO DETERMINAZIONE DELLE AZIONI CHE GRAVANO SUL PILASTRO DI BORDO MAGGIORMENTE SOLLECITATO CALCOLO DELLE CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE SUL PILASTRO DI BORDO MAGGIORMENTE SOLLECITATO DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE: SEZIONE RESISTENTE, ARMATURA LONGITUDINALE E ARMATURA TRASVERSALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: PRESSO-FLESSIONE E TAGLIO VERIFICHE ALLO STATO LIMITE DI ESERCIZIO: PRESSO-FLESSIONE LUNGHEZZE D'ANCORAGGIO

VANO SCALE STUDIO DELLA DISPOSIZIONE DEL VANO SCALE: RAMPE, PIANEROTTOLO DI PIANO E PIANEROTTOLO INTERMEDIO DETERMINAZIONE DELLE AZIONI CHE GRAVANO SU RAMPE PIANEROTTOLO DI PIANO E PIANEROTTOLO INTERMEDIO CALCOLO DELLE CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE SU RAMPE PIANEROTTOLO DI PIANO E PIANEROTTOLO INTERMEDIO CALCOLO DELLE CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE SUGLI ALTRI ELEMENTI DEL VANO SCALE: TRAVE DI PIANO, TRAVE DI INTERPIANO, TRAVI

DI PIANO TRASVERSALI (DI SPINA E DI BORDO), EVENTUALE ULTERIORE VERIFICA SUI PILASTRI DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE DI TUTTI GLI ELEMENTI: SEZIONE RESISTENTE, ARMATURA LONGITUDINALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: FLESSIONE DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE DI TUTTI GLI ELEMENTI: ARMATURA TRASVERSALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: TAGLIO VERIFICHE ALLO STATO LIMITE DI ESERCIZIO: FLESSIONE LUNGHEZZE D'ANCORAGGIO

FONDAZIONI DETERMINAZIONE DELLE AZIONI CHE GRAVANO SULLA TRAVE DI FONDAZIONE VERIFICHE SUL TERRENO VERIFICHE SULLA STRUTTURA: CALCOLO DELLA TRAVE DEFORMABILE SU SUOLO ELASTICO ALLA WINKLER; CALCOLO DELLA TRAVE CON SOVRASTRUTTURA INFINITAMENTE RIGIDA; CALCOLO DELLA TRAVE CON TRAVE DI FONDAZIONE INFINITAMENTE RIGIDA DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE: SEZIONE RESISTENTE E ARMATURA LONGITUDINALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: FLESSIONE DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE: ARMATURA TRASVERSALE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO: TAGLIO VERIFICA DELLE ALI: ANALISI DEI CARICHI, CALCOLO CARATTERISTICHE DI SOLLECITAZIONE, DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE, VERIFICHE VERIFICHE ALLO STATO LIMITE DI ESERCIZIO: FLESSIONE LUNGHEZZE D'ANCORAGGIO IL TEMPO PREVISTO PER QUESTA PRIMA ESERCITAZIONE E' CIRCA 6-7 MESI. 9

MATERIALE UTILE:
1) GLI APPUNTI PRESI A LEZIONE DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI II; 2) UNA ESERCITAZIONE GIA' SVOLTA COME RIFERIMENTO. 3) GLI APPUNTI PRESI A LEZIONE DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI I RELATIVI ALLE FONDAZIONI;

http://aliceunifi.altervista.org 10