Sei sulla pagina 1di 11

e

ditoriale

Per una felice anarchia della


istruzione scientifica quale la conosciamo oggi scrive il filosofo Paul K. Feyerabend nel suo libro Contro il metodo (Feltrinelli) semplifica la scienza semplificandone i partecipanti: prima di tutto si definisce un settore di ricerca. Questo settore viene separato dal resto della storia (si separa ad esempio la fisica dalla metafisica e dalla teologia) e riceve una logica propria. Una preparazione approfondita in tale logica condiziona quindi coloro che lavorano nel settore; essa rende le loro azioni pi conformi e congela gran parte del processo storico. Accade cos che fatti stabili emergano e persistano nonostante le vicissitudini della storia. Una parte essenziale della formazione scolastica che fa emergere tali fatti consiste nel tentativo di inibire intuizioni che potrebbero condurre a confondere i confini tra un settore e laltro. La religione di un individuo, per esempio, la sua metafisica, o il suo senso dellumorismo non devono avere la minima connessione con la sua attivit scientifica. La sua immaginazione viene repressa, e anche il suo linguaggio cessa di essere un linguaggio personale. possibile in questo modo creare una tradizione che venga mantenuta in vita dallosservanza di norme rigorose e che entro certi limiti ottenga anche risultati importanti. Ma desiderabile sostenere tale tradizione a esclusione di qualsiasi altra cosa?.

conoscenza L

sfuma, si sfalda, si vaporizza, si allarga diventando esso stesso terreno dindagine e di speculazione. Tutto confine dove non esistono settori. Spiritualit e scienza, fisica e metafisica, mente e cervello, anima e corpo non sono i poli opposti di un dualismo materialista, ma il territorio davanguardia di una scienza inclusiva, che pu anche partire dal metodo e rendergli omaggio, ma che si sostanzia nello scavalcarlo, rigirarlo, aggirarlo, confutarlo, sorpassarlo. Alla scoperta di nuove metodologie e campi dindagine. In questo numero ci avventuriamo in una nuova terra di confine: la ghiandola pineale o epifisi. Individuata da Cartesio, nel XVII secolo, quale sede dellanima, e chiamata anche terzo occhio in quanto considerata porta di accesso a stati alterati di coscienza capaci di metterci in comunicazione con la vera essenza, la ghiandola pineale ha affascinato le culture di tutti i tempi e di tutti i luoghi e ancor oggi desta la curiosit di ricercatori, studiosi e filosofi. Ananda Bosman, Riccardo Tuis, Paolo Lissoni e Massimo Corbucci ci accompagnano in un viaggio affascinante alla scoperta di una parte nascosta del nostro cervello e di una porzione consistente della nostra cultura, con quellattenzione allinterdisciplinariet e alla connessione profonda che caratterizza la nostra linea editoriale. Connessione profonda di cui le parole di Paolo Lissoni nel suo articolo La ghiandola anticancro ci offrono unilluminante squarcio: Allo stato attuale delle conoscenze reinterpretando i dati medico-scientifici secondo una dimensione filosofica possiamo affermare che la funzione sintetica della ghiandola pineale quella di rendere possibile una relazione armonica: da una parte fra singolo organismo vivente e condizione energetica delluniverso; dallaltro fra la propria vita spirituale e il corpo biologico. Buona lettura! Marianna Gualazzi
Scienza e Conoscenza 1

Poco tempo prima di intraprendere la nuova avventura di Scienza e Conoscenza mi sono imbattuta nelle citate parole di Feyerabend che mi sono sembrate una guida, uno spunto, uno stimolo e una griglia interpretativa per il nuovo lavoro allorizzonte. Anarchia, interdisciplinariet, contaminazione e umanesimo sono le parole chiave che mi sono arrivate leggendo le pagine di Contro il metodo. E sono le stesse parole che si applicano al lavoro di ricerca di Scienza e Conoscenza, che da sempre tende lo sguardo e si avventura negli inesplorati territori di confine: dove il confine si

perch ABBONARSI?
Perch sostieni il Nuovo e lEvoluzione
Le informazioni che trovi sulla nostra rivista si rifanno a studi e scoperte allavanguardia. I canali sono ricercatori e scienziati di ampio orizzonte, oltre la scienza accademica.

Perch risparmi! Pi lungo il tuo abbonamento


e pi risparmi sul suo costo complessivo.

la possibilit di ricevere in omaggio il formato PDF della rivista direttamente sulla tua e-mail.

Perch avrai labbonamento elettronico in omaggio! Se ti abboni ora e quando rinnoverai, avrai

Perch arriver direttamente a casa tua! Avrai ogni copia comodamente a casa Perch se sei abbonato avrai il 15% di sconto su tutti i libri della collana Scienza e Conoscenza Puoi vedere lelenco

tua e ti garantiamo la ri-spedizione del numero perso in caso di problemi postali.

dei libri a pag. 54. Ordina chiamando lo 0547 347627 o inviando una mail a: info@scienzaeconoscenza.it.

Perch potrai usufruire del Servizio Abbonati, un numero diretto dedicato a te per qualsiasi informazione!
Tel. 0547 347627, e-mail: info@scienzaeconoscenza.it

Se vuoi ricevere lomaggio ricordati di inviarci il tuo indirizzo e-mail!!!

ABBONATI O RINNOVA

SUBITO IN OMAGGIO

LABBONAMENTO ELETTRONICO
ABBONAMENTO ANNUALE E 29,00 (4 numeri + ABB. ELETTRONICO ANNUALE OMAGGIO) ABBONAMENTO BIENNALE E 56,00 (8 numeri + ABB. ELETTRONICO BIENNALE OMAGGIO) ABBONAMENTO TRIENNALE E 79,00 (12 numeri + ABB. ELETTRONICO TRIENNALE OMAGGIO)

FOTOCOPIARE COMPILARE E SPEDIRE (ANCHE VIA FAX 0547 345056)

NOME e COGNOME..................................................................................................................... VIA ................................................................................................................................................ CITT............................................................................................CAP......................................... TELEFONO (obbligatorio per la spedizione)................................................................................................. E-MAIL (obbligatoria per ricevere lomaggio)................................................................................................. Chiedo liscrizione alla vostra newsletter ABBONAMENTO: ANNUALE BIENNALE TRIENNALE compilare un bollettino postale in ogni sua parte e una volta pagato PAGO TRAMITE BOLLETTINO POSTALE inviare ricevuta via fax allo 0547 345056 possibile abbonarsi con questa modalit direttamente dal CARTA DI CREDITO nostro sito on-line con il circuito protetto Pay Pal ricevuta via BONIFICO BANCARIO inviare fax allo 0547 345056 La sottoscrizione dellabbonamento d diritto a ricevere offerte di prodotti e servizi da parte della nostra azienda. Se non desidera riceverli barri questa casella

informativa ex D.Lgs. n. 196/03 (tutela della privacy): Ai sensi degli articoli artt. 7 e 10 del Decreto Legislativo, la informiamo che i suoi dati personali saranno trattati dalla redazione della rivista Scienza e Conoscenza, curata da Editing snc, via Fr Michelino 20, 47023 Cesena, titolare e responsabile del trattamento per dare corso alla Sua richiesta di abbonamento. A tale scopo il conferimento dei dati anagrafici indispensabile.I suoi dati saranno altres trattati per eventuali proposte di rinnovo abbonamento, ai fini statistici e per la trasmissione, anche per mezzo di posta elettronica, di iniziative editoriali e/o commerciali di Editing snc. I suoi dati saranno trattati con le finalit sopra esposte dalle seguenti categorie di incaricati: addetti dellufficio abbonamenti e diffusione, addetti al confezionamento e alla spedizione, addetti alle attivit di marketing, addetti alle attivit di redazione. Le ricordiamo che in ogni momento Lei ha diritto di ottenere laggiornamento, la rettifica, lintegrazione e la cancellazione dei suoi dati inviando una richiesta a: Editing snc. Labbonamento verr attivato con il primo numero raggiungibile dal momento della ricezione del pagamento e avr la durata richiesta nel modulo dellabbonamento.

Da gennaio 2009 la rivista Scienza e Conoscenza curata dalla casa editrice Editing snc. Per qualsiasi informazione sugli abbonamenti e sulla rivista contattare lo 0547 347627 o scrivere una mail a info@scienzaeconoscenza.it Sul nostro sito www.scienzaeconoscenza.it inoltre troverete tanti articoli inediti, promozioni e tanti consigli di lettura

Scienza e Conoscenza un marchio Macro Soc. Coop. Via Bachelet 65, 47522 Cesena (FC) www.macroedizioni.it Ideatore del progetto Scienza e Conoscenza Giorgio Gustavo Rosso

Direttore Responsabile Marianna Gualazzi In redazione Marianna Gualazzi Romina Alessandri Erica Gattamorta

Editing snc

Editore

Ufficio Abbonamenti Editing snc Tel. 0547 347627 info@scienzaeconoscenza.it Comitato Scientifico Massimo Corbucci Vincenzo Valenzi Davide Fiscaletti Valerio Pignatta

INDICE
La grande Trottola Le dinamiche delleruzione vulcanica islandese Rispondimi, anche se non puoi! La sfida di Martin Monti e del suo team per comunicare con i pazienti in stato vegetativo A caccia di civilt aliene In principio era la consapevolezza Intervista ad Amit Goswami Ricreare il mondo Il racconto scientifico disegna la realt Onda su Onda Intervista a Vadim Zeland 6 24 Pinolina, sostanza dei sogni Intervista a Ananda Bosman 30 Il simbolismo della pineale 40 La ghiandola anticancro Vedere con lanima 7 ADHD e carenza di gioco fisico Uninterrelazione naturale Il coniglio quantistico Conversazione con Edward Esko 14 Perduto Eden: alla scoperta di Gbekli Tepe Intervista a Andrew Collins 46 56

Stampa Lineagrafica, Citt di Castello Distribuzione in edicola Italian Press (Milano) Hanno contribuito alla realizzazione di questo numero: Lorenzo Acerra Vera Bani Ananda Bosman Fernando Brivio Andrew Collins Massimo Corbucci Carlo Dorofatti Edward Esko Marisa Grande Ivana Iovino Paolo Lissoni Giusy Messina Laura Pieroni Daniele Pietrini Valerio Pignatta Corrado Ruscica Lynne McTaggart Tanja Tion Riccardo Tristano Tuis Vadim Zeland

Per le immagini www.shutterstock.com www.sxc.hu

12

60

66

20

72

La cellulosa utilizzata per la produzione della carta su cui stata stampata questa rivista proviene da foreste amministrate

La cellulosa utilizzata per la produzione della carta su cui stata stampata questa rivista sbiancata senza luso di cloro. Questa carta riciclabile

Questo periodico associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Autoriz. Trib. Forl N. 21 dell8 luglio 2002 Numero 32 aprile/giugno 2010 II trimestre

Il nostro periodico aperto a tutti coloro che desiderino collaborare nel rispetto dellarticolo 21 della Costituzione che cos recita: Tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione, non costituendo pertanto tale collaborazione gratuita alcun rapporto di lavoro dipendente o di collaborazione autonoma.

Ricreare il

mondo
Il racconto scientifico disegna la realt
Le pi avanzate ricerche sulla natura della consapevolezza ci portano a rivedere quelle che consideravamo certezze scientifiche sul mondo, e ci forniscono nuovi racconti scientifici attraverso cui re-immaginare il nostro futuro Lynne McTaggart
na volta lo scrittore americano Joan Didion disse che, per vivere, noi ci narriamo dei racconti. Di tutti i racconti, quelli scientifici hanno limpatto maggiore su di noi. Questi racconti creano la nostra percezione delluniverso e del modo in cui esso opera, percezione che a sua volta crea tutte le strutture

Newton e Darwin: un mondo di vincitori e vinti

Il nostro attuale racconto scientifico ha pi di trecento anni ed una costruzione basata principalmente sulle scoperte di Isaac Newton: in esso si parla di un universo in cui tutta la materia si muove nel tempo e nello spazio tridimensionale, secondo leggi ben precise.

Di tutti i racconti, quelli scientifici hanno limpatto maggiore su di noi. Questi racconti creano la nostra percezione delluniverso e del modo in cui esso opera
Limmagine newtoniana quella di un luogo affidabile, abitato da una materia beneducata e facilmente identificabile. La concezione del mondo che nasce da queste scoperte trova sostegno nelle implicazioni filosofiche della teoria evolutiva di Charles Darwin, secondo la quale levoluzione possibile solo per lindividuo geneticamente forte. Fondamentalmente, questi sono racconti che accentuano lidea di separatezza. Dal momento in cui nasciamo, ci viene detto che per ogni vincitore deve esserci un perdente. Noi

sociali: le relazioni tra noi e lambiente, il modo in cui gestiamo gli affari ed educhiamo i figli, lorganizzazione delle citt e dei paesi, lindividuazione dei confini delle nazioni e del pianeta. Anche se tendiamo a vedere la scienza come una verit assoluta, in realt essa solo un racconto narrato a puntate. Impariamo com fatto il mondo un po alla volta, mediante un processo di correzione e revisione costanti. I nuovi capitoli perfezionano e spesso soppiantano quelli precedenti.
20 Scienza e Conoscenza - n. 32, apr./mag./giu. 2010

Filosofia della scienza

abbiamo plasmato il nostro mondo in base a questa concezione limitata. Oggi chiaro che il racconto che ci stato tramandato sta per essere sostituito da una versione radicalmente nuova. Le pi avanzate ricerche sulla natura della consapevolezza ci portano a rivedere quelle che consideravamo certezze scientifiche sul mondo, fornendoci nuovi racconti scientifici con cui reimmaginare il nostro futuro. Queste ricerche danno vita a un racconto scientifico decisamente nuovo. Lultimo capitolo, scritto da un ristretto gruppo di esploratori scientifici allavanguardia, ipotizza che fondamentalmente siamo tutti ununit, una realt profondamente interdipendente in cui le parti influenzano il tutto in ogni momento.

Verso una scienza nuova

Decine di scienziati di istituzioni prestigiose, in tutto il mondo, hanno dimostrato che la materia esiste allinterno di una vasta rete quantica di relazioni, e che tra gli oggetti viventi e il loro ambiente avviene uno scambio continuo di informazioni. Qualcuno ha addirittura suggerito che la consapevolezza sia una sostanza esistente al di fuori dei limiti corporei. Il cervello e il DNA, da sempre ritenuti i conduttori centrali del corpo, andrebbero pi correttamente considerati i trasduttori che trasmettono, ricevono e finalmente interpretano le informazioni quantiche raccolte dal campo. Anche lattuale concezione del tempo come un qualcosa che fluisce in ununica direzione stata considerata, in circoli ortodossi, un costrutto umano incompleto passibile di una radicale e sostanziale modifica. Le scoperte pi recenti ci forniscono prove incredibili del fatto che le strane idee della fisica quantistica la quale si pensava governasse solo le par-

ticelle pi piccole esistenti si manifestano anche nel mondo visibile. Nuove scoperte sulla natura mutevole degli atomi e delle molecole danno pi peso allidea, avanzata da molti scienziati, che la consapevolezza abbia un ruolo centrale nella modellazione del nostro mondo. Ogni giorno, nei loro laboratori, questi scienziati catturano un barlume del nuovo mondo che le loro scoperte lasciano intravedere. Essi hanno scoperto che gli esseri umani sono molto di pi che mere combinazioni evolutive o macchine genetiche finalizzate alla sopravvivenza. Il loro lavoro lascia pensare a unintelligenza decentrata e unificata molto pi grandiosa e raffinata di quanto Darwin o Newton potessero supporre: un processo non casuale n privo di senso, ma intelligente e intenzionale. Essi hanno scoperto che, nel flusso dinamico della vita, lordine trionfa. Limportanza di queste scoperte va oltre la dimostrazione dei poteri extrasensoriali o della parapsicologia. Esse potrebbero demolire lintero edificio della scienza contemporanea. Le recenti scoperte di molti scienziati, secondo i quali nel mondo visibile si manifestano effetti quantici, pu segnalare la fine della divisione, nella fisica moderna, tra le leggi che governano il grande e quelle che governano il piccolo e lintroduzione di una definizione unica per il reale. Andr rivista la nostra concezione delluniverso come

www.scienzaeconoscenza.it - Scienza e Conoscenza 21

un insieme di oggetti isolati e di noi stessi come niente altro che uno di questi oggetti, cos come le nostre idee sullo spazio e il tempo. I maggiori scienziati di tutto il mondo hanno dimostrato che tra le cose viventi e il loro ambiente costantemente in atto un trasferimento di informazioni, e che le forme di pensiero non sono altro che un modo di trasmettere energia. Non possiamo pi considerare noi stessi separati dal nostro ambiente o i nostri pensieri opera di un cervello individuale, autonomo e isolato. Decine di scienziati hanno dimostrato chiaramente, in migliaia
22 Scienza e Conoscenza - n. 32, apr./mag./giu. 2010

di articoli che fanno parte della letteratura scientifica, che i pensieri sono capaci di influire profondamente su tutti gli aspetti della nostra vita. Poich siamo allo stesso tempo osservatori e creatori, a ogni istante creiamo il nostro mondo. Ogni nostro pensiero, qualsiasi nostro giudizio, anche se inconsci, esercitano degli effetti. In ogni momento la mente conscia sta inviando unintenzione.

Ridisegnare noi stessi

Queste rivelazioni ci costringono non solo a ripensare il significato dellessere uomini, ma anche a rivedere

Filosofia della scienza


Questioni non convenzionali

il nostro concetto di relazione. Forse dovremo riconsiderare gli effetti dei nostri pensieri, anche quando non vengono espressi a parole. Il nostro rapporto con luniverso continua anche nel silenzio. Dovremo ridefinire la nostra biologia in termini pi miracolosi. Stiamo appena incominciando a intui-

Le implicazioni di questo nuovo racconto sulla concezione della vita e sullorganizzazione della societ sono straordinarie. Se un campo quantico ci tiene tutti uniti nella sua trama invisibile, dovremo ridefinire noi stessi e il significato dellessere umano.

Noi non siamo esseri isolati che conducono unesistenza disperata su un pianeta solitario, in un universo indifferente. Non siamo mai stati soli. Siamo sempre stati parte di un tutto pi grande
Se tra noi e il nostro ambiente avviene un dialogo costante e immediato, se tutte le informazioni dal cosmo fluiscono attraverso i nostri pori in ogni istante, la nostra attuale concezione del potenziale umano solo un barlume di ci che dovrebbe essere. Dobbiamo immaginare un altro modo di vivere, una modalit radicalmente nuova di essere. In unepoca in cui il vecchio racconto scientifico, con il suo accento sul dominio tecnico delluniverso, minaccia di portare allestinzione il nostro pianeta, questi uomini e donne (per lo pi sconosciuti al grande pubblico) ci offrono un futuro alternativo. Mentre la corrente principale della scienza diventata ancora pi fondamentalista dominata com da pochi e faziosi scienziati convinti che il racconto scientifico sia ormai completato un piccolo gruppo di resistenti sta sfidando lo status quo. Passando attraverso domande non convenzionali e improbabili risposte, questi uomini e donne stanno rimodellando il nostro mondo. Possano loro e i loro simili illuminare il nostro cammino. n Traduzione di Daniele Pietrini. Resurgence, The Resurgence Trust.

re quanto sia grande e sottoutilizzato il potenziale umano a nostra disposizione, ovvero la straordinaria capacit di ogni individuo di influenzare il mondo. Questo potenziale un diritto di nascita di ogni persona, non solo dei grandi maestri. Se imparassimo a dirigere positivamente linfluenza che ognuno di noi pu esercitare, potremmo migliorare ogni aspetto del nostro mondo. La medicina, la guarigione, leducazione, persino il nostro rapporto con la tecnologia trarrebbero grande beneficio da una migliore comprensione del modo in cui la mente partecipa alla creazione del mondo. Se potessimo cominciare ad afferrare il grande potere della consapevolezza umana, miglioreremmo la comprensione della nostra complessit.

La fine del dualismo

Il nuovo racconto scientifico preannuncia la fine del dualismo in tutti i sensi. Lungi dal distruggere Dio, la scienza ha per la prima volta cominciato a dimostrarne lesistenza, perch ci sta dicendo che esiste una consapevolezza collettiva pi grande. Non c pi bisogno di due verit: quella della scienza e quella della religione. Oggi pu esistere una sola, unitaria concezione del mondo. In realt, la comprensione del potere del pensiero conscio potrebbe provocare il riavvicinamento della scienza alla religione, perch offrirebbe una prova scientifica di quello che molti di noi hanno intuito, cio che la vita molto di pi che un insieme di sostanze chimiche e segnali elettrici. Questa rivoluzione del pensiero scientifico promette, inoltre, di ridonarci quellottimismo che avevamo perso con larida filosofia del ventesimo secolo, formatasi per lo pi sulle idee della scienza moderna. Noi non siamo esseri isolati che conducono unesistenza disperata su un pianeta solitario, in un universo indifferente. Non siamo mai stati soli. Siamo sempre stati parte di un tutto pi grande.

Scritto da Lynne McTaggart


Brillante conferenziere, giornalista e scrittrice di fama internazionale, Lynne McTaggart esperta di scienze di frontiera e di medicina alternativa. Dirige insieme al marito lassociazione What the Doctors Dont Tell You (www.wddty.com) ed conosciuta per la pubblicazione, in importanti riviste, di saggi di salute e spiritualit. Ha scritto cinque libri, tra cui il best-seller La scienza dellintenzione (Macro Edizioni, 2008) e Il campo del punto zero (Macro Edizioni, 2008). Attualmente Lynne McTaggart vive in Inghilterra insieme al marito e alle due figlie.

www.scienzaeconoscenza.it - Scienza e Conoscenza 23

78 Scienza e Conoscenza - n. 32, apr./mag./giu. 2010

COSTI DI ABBONAMENTO E PROMOZIONI


1 copia: Numero arretrato Abbonamento annuale Abbonamento biennale 7,60 e 12,00 e 29,00 e 56,00 e
4 numeri arretrati (in forma cartacea) a scelta dal numero 17 al numero 31 a soli Euro 30,00 (+ 5,00 euro di spese)

P R O M O Z IO N E

(4 numeri + abb. elettronico annuale )

A R RE T R A T I O N L IN E
Gli arretrati 1-2-10, esauriti in forma cartacea, sono disponibili ora in versione E-Book sul nostro sito www.scienzaeconoscenza.it al prezzo di 12,00 e . Gli arretrati dal numero 3 al numero 31 sono disponibili in forma cartacea al prezzo di 12,00 euro cad. e alcuni in versione E-Book a prezzo speciale (vedi il nostro sito per lacquisto).

( 8 numeri + abb. elettronico biennale)

Abbonamento Triennale 79,00 e ( 12 numeri + abb. elettronico triennale) Abbonamento Sostenitore 1 abb. annuale 49,00 e
Linformazione scientifica indipendente si finanzia da sola, con gli abbonamenti le vendite e qualche pubblicit. Se pensi che siano importanti le informazioni che divulghiamo investi 20 euro per sostenere Scienza e Conoscenza e i ricercatori che collaborano con noi.

INFO ABBONAMENTI: tel. 0547 347627 Fax: 0547 345056


info@scienzaeconoscenza.it

Ora puoi abbonarti ON-LINE! FACILE VELOCE E SICURO VAI SU WWW.SCIENZAECONOSCENZA.IT


ABBON. PER LA SVIZZERA: annuale 55,00 euro - biennale 95 euro - Europa e mondo contattare la redazione -

Scienza e Conoscenza
- rivista trimestrale - vendita per abbonamento postale, nelle principali librerie ed edicole - Poste Italiane SPA, Sped. in Abb. Post. DL 353/2003 (Conv. in L. 27/02/04 art.1 Comma 1. DCB Forl n. 67/2009 - Iscrizione al Tribunale della Provincia di Forl, numero 21 dell8 luglio 2002 - Direttore Responsabile: Marianna Gualazzi curata da:

METODI DI PAGAMENTO - tramite versamento su c/c postale n. 93831956 intestato a Editing snc. via Fr Michelino 20, 47521 Cesena, USARE IL BOLLETTINO PRECOMPILATO che trovi al centro della rivista - tramite bonifico bancario su Banca Romagna Cooperativa, intestato a Editing snc, IBAN: IT44K0707323908029009011001, BIC ICRAITRRTT0 - tramite pagamento con carta di credito (possibile solo on-line dal nostro sito) Attenzione per lacquisto dei libri e arretrati vanno sempre aggiunti 5,00 euro di spese di spedizione

EDITING SNC

Via Fra Michelino 20, 47521 Cesena (FC) INFO ABBONAMENTI: TEL. 0547 347627 email: info@scienzaeconoscenza.it
http://www.scienzaeconoscenza.it

STAMPA: LINEAGRAFICA Citt di Castello (PG) Tel. 075 8511260


80 Scienza e Conoscenza - n. 32, apr./mag./giu. 2010

Via Falcone, snc 20024 Garbagnate Milanese (MI) Tel. 02-9944991 www.italianpress.it

ITALIAN PRESS S.r.l.

Distribuzione in edicola: