Sei sulla pagina 1di 108

Gian Piero Abbate

A NG EL I e DIAVOLI CUSTODI

Albert Einstein

TUTTI I DIRITTI RISERVATI La riproduzione anche parziale consentita solo citando la fonte.

Indice Premessa Introduzione La visione del Dio unico Angeli del Bene, Angeli del Male e Bestie Ribelli La rivelazione e lorigine dei 72 Nomi La gerarchia angelica Il calendario ebraico Come calcolare il Nome dei nostri Angeli custodi Analisi dei 72 Angeli e dei 72 Diavoli 1: Volont e Paurosit 2: Aiuto e Legami 3: Costruzione ed Egocentrismo 4: Potere e Occultismo 5: Purificazione e Onnipotenza 6: Luce e Fuga dalla realt 7: Coraggio e Accomodamento 8: Prosperit e Chiaroveggenza 9: Indulgenza e Superbia 10: Grazia e Salute 11: Vittoria e Onori 12: Rifugio e Lussuria 13: Fedelt e Concordia 14: Verit e Distruzione dei nemici 15: Chiarezza e Creare guerre 16: Lealt e Falsa apparenza 17: Rivelazione e Occultamento 18: Giustizia e Riparazione magica 19: Espansione e Attrazione sessuale 20: Redenzione e Ricchezza materiale 21: Insegnamento e Conoscenza 22: Fama e Coraggio 23: Guarigione e Astuzia 24: Magnanimit e Restituzione 25: Serenit e Delitto pag. 10 pag. 12 pag. 15 pag. 20 pag. 23 pag. 25 pag. 27 pag. 30 pag. 34 pag. 41 pag. 41 pag. 42 pag. 42 pag. 43 pag. 43 pag. 44 pag. 44 pag. 45 pag. 45 pag. 46 pag. 46 pag. 47 pag. 47 pag. 48 pag. 48 pag. 49 pag. 49 pag. 50 pag. 50 pag. 51 pag. 51 pag. 52 pag. 52 pag. 53

26: Discrezione e Possedimenti 27: Civilt e Rendere amici i nemici 28: Longevit e Alchimia 29: Liberazione e Creazione 30: Crescita e AmoreOdio 31: Opportunit e Restituire le propriet perdute 32: Generosit e Avidit 33: Accordo e Discordia 34: Rettitudine e Amore coniugale 35: Riconciliazione e Aiuto in battaglia 36: Lavoro e Teoria 37: Virt e Confusione 38: Spiritualit e Distruzione 39: Rispetto e Desideri realizzati 40: Gioia ed Ebbrezza 41: Percezione ed Emotivit 42: Organizzazione e Fragilit emotiva 43: Libert e Dominio 44: Comando e Sordit 45: Supporto e Spiare 46: Scoperta e Stupidit 47: Contemplazione e Superficialit 48: Salvezza e Ingiustizia 49: Elevazione e Miseria 50: Eloquenza e Filosofia 51: Esoterismo e Invisibilit 52: Amnistia e Predizione 53: Comunione e Bestialit 54: Eredit e Medianit 55: Ragion pura e Riconciliazione 56: Fortuna e Seduzione femminile 57: Timor di Dio e Follia 58: Intelligenza e Aridit 59: Onniscienza e Miscredenza 60: Conversione e Materialit

pag. 53 pag. 54 pag. 54 pag. 55 pag. 55 pag. 56 pag. 56 pag. 57 pag. 57 pag. 58 pag. 58 pag. 59 pag. 59 pag. 60 pag. 60 pag. 61 pag. 61 pag. 62 pag. 62 pag. 63 pag. 63 pag. 64 pag. 64 pag. 65 pag. 65 pag. 66 pag. 66 pag. 67 pag. 67 pag. 68 pag. 68 pag. 69 pag. 69 pag. 70 pag. 70

61: Risonanza e Impassibilit 62: Sapere e Scoperta 63: Unit e Belligeranza 64: Energia vitale e Fiamma interiore 65: Sapienza e Calcolo 66: Protezione e Abbandono 67: Salto dimensionale e Umanit 68: Amore incondizionato e Sodomia 69: Rendere grazia e Avarizia 70: Miracoli e Imprevisti 71: Motivazione e Vergogna 72: Rinascita e Smarrimento Tabelle riassuntive degli Angeli Come comunicare con gli Angeli custodi Come utilizzare i 144 Angeli nelle 24 ore Il caso di Lucifero, principe del male La questione del Cristo e di un Anti-Cristo Conclusioni

pag. 71 pag. 71 pag. 72 pag. 72 pag. 73 pag. 73 pag. 74 pag. 74 pag. 75 pag. 75 pag. 76 pag. 76 pag. 77 pag. 82 pag. 89 pag. 91 pag. 93 pag.102

Premessa In questo momento di piena trasformazione della Terra, dove nessuno pu garantire che dopo il saldo dimensionale verso cui stiamo andando le leggi della Fisica e quanto codificato nella Bibbia abbia ancora qualche valore o significato, inoltrarsi nelle tecnologie dellantica Cabala sembra quasi un controsenso. Invece questo libro nasce proprio per gli ultimi giorni, cio quelli prima del nuovo mondo, ma anche per quelli futuri. Arrivare a identificare i propri Angeli custodi pu comportare la capacit di avere un grande aiuto in questo ultimo tratto di cammino, nel trovare la propria consapevolezza e la giusta via verso la conversione e la realizzazione della migliore parte di s. In poche parole, la capacit di entrare nel progetto, anzi nel Progetto del Padre, che Padre e Madre, cio Signore Dio, Figlio e Spirito Santo. In un libro della Cabala, intitolato: La maggior santa assemblea1, troviamo lorigine dei 72 Nomi del Signore e anche la risposta che Dio stesso d quando viene interpellato su qual il suo nome. Il punto di partenza il Tetragramma sacro, cio il nome del Dio creatore che secondo la tradizione ebraica nessuno pu pronunciare, e la cui vera pronuncia nota a pochi eletti. Il Tetragramma sacro in ebraico si scrive cos: hvhy , e deve essere letto da destra a sinistra. Questo nome ha origine nella frase del libro dellEsodo 3:14 che normalmente viene tradotta con "Io sono colui che ", cos come in italiano di solito questa scrittura di quattro lettere viene pronunciata Iavh. Le quattro lettere che compongono il nome, da cui il termine tetragramma, sono come quattro colonne, con quattro basi che salgono fino a raggiungere il livello pi alto, qualcosa che attraversa i quattro mondi di cui parla la Cabala: ATZILOTH (Mondo degli archetipi), BRIAH (Mondo creativo), YETZIRAH (Mondo formativo), ASIAH (Mondo materiale). Pertanto non sono un

mondo per colonna, ma lopposto, ogni colonna attraversa i quattro mondi. Tra ogni coppia di colonne ci sono 18 basi, quindi 18 x 4 uguale 72: il numero dellinsieme dei Nomi della nostra vita, e di conseguenza anche dei messaggeri divini, cio gli angeli. Ogni Nome formato da 3 lettere, a causa della rivelazione descritta nei capitoli che seguono. A seconda del suono del Nome, e della sua posizione, si pu aggiungere o JEL o IAH e si ottengono i nomi dei 72 Angeli del Bene che governano i 72 quinari dei 360 gradi dello Zodiaco. Ma se esistono 72 Angeli ci devono essere anche 72 Diavoli. Quindi ciascuno di noi associato a un numero, che identifica simultaneamente uno di questi Nomi del Signore, e poi un Angelo del Bene, quindi un Angelo del Male, detto anche Diavolo, sempre con lo stesso numero ma con un diverso nome. Quindi le manifestazioni nella dualit diventano 144, ma le entit celesti che le originano sono solo 72. Infine il suddetto Signore non Dio, ma la sua scintilla che opera in noi, che chiamo il nostro Spirito o il nostro Io superiore, Dominus, che ci domina e ci dovrebbe guidare. Il che dimostra la nostra appartenenza alla decima gerarchia celeste, quella superiore a tutte.

Introduzione Girovagando per Internet ho trovato molti siti dedicati agli Angeli. Anche nelle librerie ho trovato molti libri che parlano degli Angeli. Spesso il contenuto lodevole, e in alcuni casi si riporta anche lorigine dei 72 Angeli, cio il loro legame con la Cabala. Ho anche trovato, nei link dei siti o nella bibliografia dei libri, a rimandi espliciti a 72 Nomi di Dio e al pregevole lavoro fatto da Yeruda Berg. Per non ho mai trovato un sito o un libro che desse le corrette indicazioni per il calcolo del proprio Angelo Custode. C chi ha confuso i quinari con periodi di 5 giorni, per cui questo viene dichiarato come periodo di reggenza dei 72 Angeli. Peccato per che 5 per 72 fa 360, e lanno dura o 365 o 366 giorni. Allora la soluzione diviene lallungare di 5 o 6 giorni la reggenza dellultimo Angelo, cosa che trovo veramente ridicola e priva di senso. In altri casi ho trovato altre soluzioni, pi o meno creative, nellintento di dare una soluzione matematica coerente di qualche tipo. Per la Cabala una tecnologia, e le sue regole sono precise. Per questo motivo non esiste soluzione matematica al problema se si utilizza il nostro calendario. La Cabala di origine ebraica, e si basa sul calendario ebraico, anche perch il nostro calendario recente, e non esisteva ai tempi dellorigine della Cabala. Come spiegher nel seguito il calcolo del numero degli Angeli preciso e perfetto usando questo calendario, e nei prossimi paragrafi spiegher come fare questo calcolo. Resta il rammarico che molte persone, in tutto il mondo, siano state indotte in errore semplicemente per ignoranza da parte di chi doveva o divulgare una certezza o stare zitto, nellincertezza. Laltro aspetto che mi ha indotto a scrivere questo libro, la mancanza di chiarezza rispetto agli Angeli. Quasi ovunque si parla dellAngelo custode, come se fosse unico e come se per forza dovesse essere un Angelo del Bene. Questa visione strettamente legata ad una visione arcaica e non monoteistica di Dio, che

purtroppo molto diffusa in occidente, con un Dio del Bene e un dio del male che, essendo separati e distinti, si fanno lotta tra loro. Invece Dio uno, in lui convivono Bene e Male, che si separano solo nella percezione della creazione, dove esiste il dualismo. E cos anche gli Angeli, che operano nellUniverso, incluso il Sistema Solare e la Terra, esistono solo perch divisi nelle due schiere degli Angeli del Bene e degli Angeli del Male. Ciascuno di noi collegato ad un unico numero, ma questo numero determina due Angeli, che non ci piace dire contrapposti, ma preferiamo pensare come complementari, inversamente eguali. Entrambi sono nostri custodi, entrambi, seppure in modo diverso, operano per la nostra salvezza. Secondo la tradizione, il nome dellAngelo del Bene deriva direttamente dal Nome di Dio, invece il nome dellAngelo del Male totalmente diverso, quasi come se non ci fosse dato conoscere il legame tra questi Diavoli e Dio stesso. In questo libro parleremo poi anche degli angeli oscuri, detti ribelli, che non appartengono a nessuna delle due categorie suddette. Queste sono creature demoniache, non sataniche, create dalluomo. La distinzione legata al ruolo. Satanici sono gli angeli a cui Dio delega il ruolo di verificare il livello di pietas delluomo (vedi Libro di Giobbe), quindi sono gli Angeli del Male nostri custodi. Gli esseri demoniaci sono il negativo creato da noi e dai nostri pensieri, in milioni di anni di evoluzione. Questi hanno ormai acquisito una loro indipendenza, quindi esprimono una loro volont in autonomia. Dio, pur essendo estraneo a intervenire in tutto questo per Sua volont, con la sua misericordia usa in ogni caso il risultato delle azioni scatenate da queste egregore negative ormai personificate. Andando alla radice del problema, abbiamo da tempo abbracciato una visione errata del Bene e del Male, centrata sul punto zero, secondo lo schema seguente:

NEGATIVO = MALE . | -5 | 0

POSITIVO = BENE | +5 .

La logica matematica diviene: se esiste +5 deve esserci anche -5 per mantenere lequilibrio. Pi aumenta il Bene, pi aumenta il Male. Ma nel divino tutto centrato nellUno, che anche il nostro obiettivo: essere 1 con tutto e con tutti. Lequilibrio deve essere cercato nellUno! La logica diviene quella dellinversamente eguale: se esiste +5, deve esistere 1/5 per mantenere lequilibrio dell1, ed entrambi sono positivi.
NEGATIVO = ???
/ MALE \/
-

POSITIVO = MALE e BENE


- ---------------------------------

BENE------------------------------------------

| -5

| 0

|
1/5

| 1

| +5

Quindi Male e Bene appartengono entrambi al positivo, ma allora come si spiega tutta la negativit che ci circonda? Questa il prodotto dei pensieri negativi delluomo, che essendo co-creatore ha potuto creare nel tempo delle entit demoniache con i suoi pensieri: la bestialit che si trasformata nella Bestia. Per cos come le ha create, le pu anche trasformare! E pu anche scacciarle daglindemoniati, che sono diventati preda di queste entit, e non del diavolo. La rappresentazione finale risulta questa:
NEGATIVO = Demoni
Bestialit negativa creata dalluomo
-

POSITIVO = Angeli e Diavoli


/ MALE \/---------------------------------BENE------------------------------------------

| -5

| 0

|
1/5

| 1

| +5

La visione del Dio unico A partire dal Dio unico degli Egizi, Rha o Dio Sole, attraverso Mos, gli Ebrei hanno elaborato una idea di Dio che progressivamente si evoluta, ma sempre ha inglobato la dualit come unione in Dio. La riforma Jahvista, del X/IX secolo a.C. durante il periodo monarchico, ha quasi occultato laspetto femminile di Dio. Questo aspetto rimasto per codificato nei testi, in particolare nel Pentateuco, e lo stesso Ges, usando il termine Abb, si rif alla tradizione della Cabala. Nella Cabala Abb, cio Pap, ed Imm, cio Mamma, indicano due realt collegate tra loro e non separabili. Abb il potere divino sul creato, esercitato attraverso i poteri spirituali, che genera una risposta di Imm, identificabile con le acque spirituali femminili necessarie anche alla formazione di entit spirituali. Le due manifestazioni sono intimamente legate tra loro e necessarie luna allaltra. Questa visione anticipa di secoli il famoso detto: Ci che in basso come ci che in alto e ci che in alto come ci che in basso per fare i miracoli della cosa una. (Ermete Trismegisto). Anche i teologi cattolici hanno dovuto ammettere, ad esempio, che il Dio dellAntico Testamento simultaneamente maschio e femmina, nel senso che a volte esprime unenergia maschile e a volte una femminile, a volte si comporta come un padre, a volte come una madre. Lo stesso Ges parla di un pap, e non di un padre come purtroppo ci stato poi imposto di dire e di pensare. Abb pap, tipica espressione infantile del bambino che ancora balbetta le prime parole. Se Ges avesse parlato italiano e fosse stato di cultura latina, probabilmente avrebbe usato il termine ma mm, cio Imm, e ci avrebbe parlato di un Dio Mamm che sta nei cieli. In effetti abb solo il suono primordiale di un neonato che identifica un volto amico, ma che non in grado ancora di distinguere tra pap e mamma.

Ges ci ha spiegato che nei cieli c un Dio che si comporta come un genitore che ama i propri figli, che fa di tutto per il loro bene. Cio questo Dio buono. Purtroppo questo insegnamento stato successivamente interpretato in modo estremamente limitativo, trasformando il Dio buono in un Dio del bene. Per, siccome non si pu negare levidenza della logica umana, la conseguenza di questo errore stata il creare una nuova idea, e cio il Dio del male, a fronte di una battaglia tra bene e male che reale, ma deve essere inquadrata in tuttaltro modo. Cos quel dio Uno stato spaccato, non pi maschio e femmina, ma solo maschio, non pi bene e male, ma solo bene, e cos via. La Cabala cinsegna che il nostro cuore composto da due parti, una buona e una potenzialmente propensa al male. Per noi dobbiamo perseguire la divinit cos come la percepiamo dal nostro livello, immersi come siamo nella dualit materiale, e siccome percepiamo solo un Dio buono, dovremmo fare solo il bene. In compenso ogni volta che sbagliamo, commettendo un peccato, se siamo intelligenti impariamo una lezione, e quindi evolviamo verso lunit. Ma questo riguarda solo luomo, perch nellUnit di Dio, dove Bene e Male si uniscono per il bene del Creato, e di tutti noi, non c spazio per queste logiche. Questo vale anche per le espressioni angeliche, essendo che gli Angeli non hanno libero arbitrio, e tutti gli Angeli, sia quelli del bene sia quelli del male, obbediscono a Dio. La Genesi ci racconta di due esseri, Isch e Ischa, generati come figli di Dio, che nel loro insieme erano stati generati, non creati, secondo il modello del Dio creatore. Secondo il Suo modello una traduzione migliore rispetto a immagine e somiglianza. Noi ci siamo identificati con quei due esseri, ma una lettura attenta dellantica Genesi ci dice che non siamo loro diretti discendenti.. I figli di Dio sono stati tutti annientati dal Diluvio, mentre la famiglia di No discendeva dal primo uomo, Caino, che dei Figli di Dio aveva solo parte del DNA.

Noi siamo gli uomini, figli di Eva, legati a un progetto meraviglioso che porter molti di noi a risorgere, cio a diventare figli di Dio. Nessun ritorno al passato, la storia non si ripete perch Dio caos e creazione permanente. Il Progetto molto pi bello e ambizioso di quanto noi vorremmo, e richiede la massima responsabilit da parte nostra per la sua realizzazione. E forse questo ci spaventa, ci preoccupa, ci obbliga ad un impegno che pu non essere gradito, e cos questa realt stata manomessa ed occultata per secoli. Dio usa sia il bene che il male a nostro favore, perch un Pap buono, e riesce ad utilizzare anche i nostri errori per cercare di aiutarci. Daltra parte tutti devono passare attraverso le tentazioni. E che ci sia una profonda alleanza tra Angeli del bene ed Angeli del male facilmente capibile analizzando ci che capita a Ges dopo il battesimo. (versione C.E.I.) Matteo 3,16-17 Appena battezzato, Ges usc dall'acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui. Ed ecco una voce dal cielo che disse: Questi il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto. Matteo 4:1 Allora Ges fu condotto dallo Spirito nel deserto per esser tentato dal diavolo. Quindi la prima azione che fa lo Spirito Santo disceso su Ges battezzato e glorificato dal Padre condurlo nel deserto e affidarlo al Diavolo, cio al Principe degli Angeli del Male. Tornando alla catena degli errori, partendo da un Dio solo bene, si poi fatto discendere un Dio perfetto, dove per la perfezione quella umana, quindi un Dio giusto, dove la giustizia perfetta, e cos via. Cio si creata una immagine di Dio come fosse un uomo elevato allennesima potenza. Peccato che questa immagine non corrisponde alla Sua rivelazione, allimmagine che emerge dalle varie religioni, dalla stessa Bibbia. Che limmagine di Dio sia cambiata nella storia, man mano che mutava la comprensione delluomo di se stesso, innegabile e

confermato dagli studi degli storici teologi o dei biblisti. Ovviamente questo ha sempre dato fastidio ai dogmatici. Per una considerevole spinta ad avvicinarsi a una migliore comprensione ci stata data dalla teoria della relativit e dalla fisica quantistica. chiaro che la comprensione di Dio da parte delluomo sar sempre limitata e parziale, ma una cosa certa: Dio non rispetta le logiche umane, ma compare a noi come caos. Il caos non disordine, ma un ordine di livello superiore rispetto alla nostra capacit predittiva. In pratica, noi vorremmo che gli eventi accadessero secondo una sequenza ordinata, per cui eventi successivi saranno disposti nel tempo in tempi successivi, e semplificando per esemplificare, ogni evento avr un numero crescente. Levento 1 al tempo t1, poi il 2 al tempo t2, quindi il 3 al tempo t3, e cos via. Per la relativit ci dice che se per un certo osservatore i tempi t1, t2 e t3 sono successivi, per un diverso osservatore il tempo t2 pu risultare prima di t1, quindi la sua sequenza di eventi sar 2, 1, 3. E se abbiamo n osservatori indipendenti, avremo n diverse percezioni dei fenomeni. Ecco, questa una visione, seppur parziale, del caos, che risulta cos matematicamente perfetto, ma impredicibile. Impredicibile come le manifestazioni divine. Per complicare ulteriormente le cose, limmagine divina non pu nemmeno essere quella che una visione relativistica ci indurrebbe, perch come Lui ci ha rivelato, Dio non leterno presente, ma leterno futuro, il che sfugge a ogni definizione matematica e a ogni teoria fisica, anche quella del caos. Questa affermazione, che mi nata dal cuore e non dalla mente, correlata alleterno presente della nostra realt divina. In pratica il nostro Io superiore lequivalente della manifestazione di Dio nellattimo presente del Creato. Ecco perch i Nomi di Dio, in generale, non vanno riferiti a Lui ma al nostro Io superiore, al nostro Signore.

Se noi riusciamo a sottrarci alla logica del passato e del futuro e riusciamo a vivere questo eterno presente in collegamento con il Tutto, allora riusciamo a realizzare la nostra divinit interiore. Con questa considerazione il cerchio si chiude, riaffermando che Dio non definibile o rappresentabile in alcun modo. Per definibile la nostra percezione della sua esistenza, e questa evolve nel tempo di pari passo alla nostra evoluzione spirituale e sensoriale.

Angeli del Bene, Angeli del Male e Bestie Ribelli Angelo, da , nghelos, che significa inviato, messaggero. In inglese angel usato anche per , abbir, cio "potente", per , Elohim, cio "divinit" e per , shin'an, l'oscuro. La parola Angelo di origine greca e non ha precedenti fonetici in ebraico, per in questa lingua esiste un termine con lo stesso significato, che , mal'ach. Angelo uno dei tanti modi di identificare una presenza divina nella nostra vita. LAngelo colui che pur apparendoci in sembianze umane o animali, viene da noi percepito come qualcosa di non umano. A seconda dei casi pu essere una percezione dolcissima, sublime, celestiale, o tutto lopposto, bestiale, violenta, impressionante, ma in ogni caso qualche cosa che chiaramente non appartiene alla nostra dimensione. Da sempre gli Angeli accompagnano la nostra storia, in tutte le parti del mondo. Non esiste religione che non abbia un concetto eguale a quello che nel nostro linguaggio greco-latino viene chiamato Angelo. Di angeli ce ne sono principalmente due tipi, quelli del Bene, e quelli del Male, detti anche tentatori. Entrambi sono nostri custodi. Entrambi non hanno il libero arbitrio. Questo significa che entrambi non possono prendere iniziative autonome, non possono giudicare, non possono sbagliare. Per noi siamo co-creatori, e cos abbiamo creato le Bestie Ribelli, quelle negativit che per loro natura sono schierate contro la volont di Dio. Oggi le tre schiere si sono formate, una volta per sempre. Questo significa inoltre che noi uomini, come ci ricorda bene il Corano, pur non essendo figli di Dio, ma se volete suoi figli adottivi, siamo superiori agli Angeli, essendo dotati di libero arbitrio e appartenendo alla decima gerarchia. Per contro noi dobbiamo ancora fare la scelta che gli Angeli hanno gi fatto, e quindi apparentemente loro sono pi avanti.

Ma proprio questa stessa situazione ci pone in una condizione di libert superiore a loro: con il nostro libero arbitrio possiamo rendere grazie a Dio in libert, come nostra decisione autonoma. E rendendo grazie facciamo la Sua volont non per situazione ma per scelta, e questa una componente importante del Progetto. Lasciamo in sospeso ogni considerazione rispetto alle Bestie Ribelli, e prendiamo in considerazione solo gli Angeli custodi. In questa situazione gli Angeli non sono solo messaggeri, ma anche nostri aiutanti nelle esperienze necessarie alla nostra crescita. Ma questo processo di tipo duale, e pu avvenire in due modi fondamentalmente diversi, che per giorno per giorno, minuto per minuto si mescolano tra loro. Da una parte le nostre buone azioni, cio quelle che sono in linea con la nostra crescita, dove gli Angeli del Bene ci aiutano, ci supportano, ci donano energie supplementari per affrontare lazione. Dallaltra parte le cadute, gli errori, le difficolt, nelle quali gli Angeli tentatori cercano di farci scoprire tutto noi stessi, perch la nostra completa realizzazione non pu prescindere da una totale conoscenza di noi stessi. Spesso arriviamo pi facilmente a conoscere noi stessi attraverso un processo per esclusione: in pratica i nostri errori ci fanno capire ci che non siamo, e a furia di escludere ci che non siamo, arriviamo ad intuire ci che siamo. Amare significa da prima amarci. Amarci impossibile se non accettiamo tutto di noi, se non ci allontaniamo dal mito di noi stessi e non guardiamo la realt in faccia: ad esempio, siamo uomini, non figli di Dio. Ma se ci lasciamo guidare dagli Angeli, allora scopriamo entrambe le dimensioni di noi, e possiamo amarci, e di conseguenza amare gli altri, in modo incondizionato. Entrambi gli Angeli ci guidano verso il nostro bene. Perch anche se non siamo figli di Dio, per abbiamo la dimensione divina scolpita in noi, codificata nel nostro DNA. E quello che dobbiamo

fare proprio recuperare questa nostra dimensione divina, attivarla per il passaggio che in atto. Purtroppo lattenzione stata sempre rivolta agli Angeli del Bene, sia perch queste entit sono percepite come un aiuto, sia perch il male fa istintivamente paura. Invece gli Angeli tentatori sono importanti quanto quelli del Bene, e vista la nostra propensione a cadere, a volte sono ancora pi utili.

La rivelazione e lorigine dei 72 Nomi Dal brano della Genesi 28,10-22, dove in visone Giacobbe vede una scala che collega il Cielo e la Terra, derivata la prima ricerca degli studiosi su i Nomi. Secondo la tradizione orale i pioli della scala vista da Giacobbe erano 72. Daltra parte il significato simbolico della scala era chiaro ed importante: era quella la via per la risalita delluomo verso il divino. Non disponendo dei mezzi tecnologici che oggi noi abbiamo ideato, la ricerca inizi manualmente. E port ad individuare un unico brano della Tor che conteneva tre versetti consecutivi ciascuno formato da 72 caratteri. Il brano era il seguente. Esodo 14,19 Allora l'angelo di Dio, che precedeva il campo d'Israele, si mosse e and a porsi alle loro spalle; parimente la colonna di nuvola si mosse dal loro fronte e si ferm alle loro spalle; Esodo 14,20 e venne a mettersi fra il campo dell'Egitto e il campo d'Israele; e la nube era tenebrosa per gli uni, mentre rischiarava gli altri nella notte. E l'un campo non si accost all'altro per tutta la notte. Esodo 14,21 Or Mos stese la sua mano sul mare; e l'Eterno fece ritirare il mare mediante un gagliardo vento orientale durato tutta la notte, e ridusse il mare in terra asciutta; e le acque si divisero. In questi tre versetti dellEsodo, ciascuno formato da 72 caratteri in antico ebraico, nascosta la chiave dei 72 Nomi, che spesso sono stati chiamati Nomi di Dio. Operando in un certo modo si ottengono 72 terne di caratteri, che sono esattamente i 72 Nomi che sono stati criptati in questo brano dellEsodo. Linsieme di tutte le terne e delle quattro lettere del Tetragramma sacro pu essere rappresentato nel seguente modo.

Da questa tabella si possono ricavare anche i nomi dei 72 angeli della suddetta scala di Giacobbe. In ebraico la tabella diviene la seguente.
y yzh 9 ylk 18 h try 27 dnm 36 v lac 45 tyn 54 h vni 63 mvm 72 thk 8 val 17 aah 26 !vk 35 hly 44 ann 53 hhy 62 yyh 71 aka 7 mqh 16 htn 25 xhl 34 lvv 43 ,mi 52 bmv 61 mby 70 hll 6 yrh 15 vhx 24 vxy 33 kym 42 sxh 51 rjm 60 har 69 shm 5 hbm 14 hlm 23 rsv 32 hhh 41 ynd 50 xrh 59 vbx 68 cli 4 lzy 13 yyy 22 bkl 31 zyy 40 vhv 49 lyy 58 iya 67 uyc 3 ihh 12 !ln 21 mva 30 ihr 39 hym 48 mmn 57 !nm 66 yly 2 val 11 lhp 20 yyr 29 mix 38 lsi 47 yvp 56 bmd 65 vhv 1 dla 10 vvl 19 has 28 yna 37 yri 46 hbm 55 Yxm 64

La gerarchia angelica In san Paolo, Principati, Potest, Virt (I Corinzi, XV, 24 seg.) e Troni (Colossesi, I, 16), sono titoli degli Angeli in genere, buoni o cattivi, mentre la teologia posteriore li restrinse solo ai buoni. In particolare da sant'Agostino in poi si distinsero soltanto gli Angeli di Dio, in cielo, e i demoni di Satana, nellinferno; per cui, ad esempio, i nomi di Principati, Potest, Virt e Troni passarono a designare gli Spiriti Celesti. Port chiarezza ed ordine in questa lo pseudo Dionigi Areopagita, che utilizzando i nomi di derivazione biblica, cre una organizzazione gerarchica, descritta nel De Caelesti hyerarchia, a somiglianza della gerarchia della Chiesa cattolica. Questa organizzazione quella attualmente utilizzata, e che segue anche in questo libro, ma con la precisazione che la visione di Paolo era quella giusta. Angeli e Demoni sono entrambi messaggeri di Dio, e rappresentano la manifestazione nella dualit. come se allorigine non ci fosse distinzione, e la separazione avvenisse solo a causa della necessit di manifestarsi al nostro livello, dove bene e male sono separati e complementari. Senza entrare nel dettaglio di questo discorso, come se tutti noi fossimo immersi nel grande gioco di guardie e ladri, essendo gli uomini dotati di quel libero arbitrio al quale gli angeli hanno gi rinunciato. Uomini o angeli che svolgano il ruolo loro assegnato, non importa se sia quello di guardia o di ladro, stando dentro le regole, tutti sono al servizio e quindi nel Progetto. Per contro tra gli uomini, che possono anche disobbedire grazie al libero arbitrio, possiamo trovare che fa la guardia per conto proprio, per servire il proprio ego, e chi fa il ladro, per gli stessi motivi: entrambe queste categorie sono fuori dal Progetto, perch non fare il bene o fare il male che ci pone al servizio di Dio, ma fare la Sua volont in modo incondizionato. La gerarchia angelica suddivisa in 9 livelli, che contengono quindi 8 coppie di entit ciascuno.

I livelli normalmente partono da quello pi vicino a Dio (Cherubini) e scendono sino al livello pi lontano (Angeli, cio messaggeri) 9 - Cherubini 8 - Serafini 7 - Troni 6 - Dominazioni 5 - Principati 4 - Potest 3 - Virt 2 - Arcangeli 1 - Angeli Nomi dal 1 al 8 Nomi dal 9 al 16 Nomi dal 17 al 24 Nomi dal 25 al 32 Nomi dal 33 al 40 Nomi dal 41 al 48 Nomi dal 49 al 56 Nomi dal 57 al 64 Nomi dal 65 al 72

Questi nove livelli, che corrispondono alle nove sephirot dal 1 al 9 dellAlbero della Vita della Cabala, ma in ordine inverso, come in quel albero sono raggruppate in tre triadi. Circa il significato dei nomi si rimanda al libro del Dionigi, tradotto in italiano anche da G. Burrini (Roma, 1981).

Il calendario ebraico Il calendario ebraico ( ) un calendario composito, lunisolare, cio calcolato su base sia solare che lunare. L'anno composto di 12 o 13 mesi di 29 o 30 giorni ciascuno. Contrariamente alle nostre usanze, il calendario ebraico si regola in funzione delle festivit: poich alcune di queste sono legate a momenti particolari o alle stagioni, esse devono cadere nel momento giusto. Il calendario ebraico deriva dal calendario babilonese, con il quale gli ebrei vennero in contatto nel VI secolo a.C.. Originariamente la durata dei mesi non era stabilita in anticipo, ma l'inizio di ogni mese veniva fissato tramite l'osservazione diretta della Luna nuova; nel 358 a.C. il sommo sacerdote Hillel II codific un sistema matematico che fissa l'inizio dei mesi e la durata degli anni in base a regole di calcolo precise e immutabili. Come vedremo queste regole garantiscono una buona precisione. Il calendario ebraico oggi il calendario ufficiale dello stato di Israele. Il calendario ebraico basato sul ciclo di 19 anni divisi tra normali ed embolismici, nei quali viene aggiunto un tredicesimo mese. Gli anni embolismici sono il 3, il 6, l' 8. l'11, il 14, il 17 ed il 19 anno del ciclo. Se ne ricava che il ciclo composto di 12 anni di 12 mesi (144 mesi) e da sette anni di 13 (91 mesi) per un complessivo di 235 mesi lunari. Il tredicesimo mese si chiama Adar Sheni, cio Adar II, essendo Adar il mese normale. Essendo che il mese lunare dura circa 29 giorni, 12 ore, 44 minuti e 3 secondi (il valore usato per i calcoli 29 giorni, 12 ore e 793/1080 di ora, con uno scarto di pochi decimi di secondo), e che lanno solare, invece, dura circa 365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 46 secondi, da questo deriverebbe che nell'arco di un anno un calendario lunare di 12 mesi resterebbe indietro di circa 10 giorni e 21 ore rispetto a quello solare. Alternando anni di 12 e 13 mesi come specificato, per, si riesce a compensare quasi esattamente la differenza: lo scarto tra 19 anni

solari e 235 mesi lunari appena di 2 ore e 5 minuti circa, pari a circa 7 minuti per anno. Come per gli anni, anche i mesi possono avere durate differenti per compensare l'errore presente nella durata del ciclo lunare. La sequenza dei mesi del calendario ebraico la seguente (la traduzione del nome nei nostri caratteri pu differire nelle varie versioni): Tishri (30 giorni) Heshvan (29 o 30 giorni) Kislev (29 o 30 giorni) Tevet (29 giorni) Shevat (30 giorni) Adar (29 o 30 giorni) (Adar Sheni) (29 giorni) Nissan (30 giorni) Iyar (29 giorni) Sivan (30 giorni) Tamuz (29 giorni) Av (30 giorni) Elul (29 giorni) Il mese di Adar Sheni assente negli anni normali, presente negli anni embolismici. I mesi di Heshvan e Kislev variano di durata a seconda del tipo di anno. Gli anni normali possono durare 353, 354 o 355 giorni; gli anni embolismici 383, 384 o 385. Il ciclo di 19 anni pu durare da 6.939 a 6.942 giorni. Il calendario ebraico si ripete esattamente dopo un ciclo di 689.472 anni, pari a 251.827.457 giorni. La durata media dell'anno quindi di circa 365,2468 giorni (365 giorni, 5 ore, 55 minuti e 25 secondi): la deviazione rispetto all'anno solare medio di circa 6 minuti e 39 secondi, quindi il calendario ebraico rimane indietro di un giorno rispetto all'anno

solare ogni circa 216 anni (per confronto, il calendario giuliano perde un giorno ogni 128 anni, quello gregoriano ogni 3.323 anni). Secondo il calendario ebraico il giorno inizia con il tramonto e termina con l'uscita delle prime tre stelle. I giorni della settimana, nel calendario ebraico, non hanno nomi particolari ma vengono indicati con i numerali, dove il sabato viene considerato contemporaneamente il primo e l'ultimo giorno (giorno 0 o 7)

Come calcolare il Nome dei nostri Angeli custodi Per calcolare il proprio Nome necessario conoscere la data di nascita, giorno, mese e anno. Il primo passo convertire la data nel calendario ebraico. Per fare questo sono disponibili sia programmi sia apps per smartphones scaricabili da Internet. Ad esempio io sono nato il 02/08/1949, che convertito nel calendario ebraico fornisce la data 7 Av 5709. Lasciando perdere lanno, che non interessa, entrando nella tabella sotto riportata con giorno e mese, il 7 Av corrisponde al n. 26, che spazia dal 6 al 10 di Av. Il n. 26 proprio il primo numero cercato. La tabella di calcolo la seguente. n. Nome 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 Da 1 Nissan 6 Nissan 11 Nissan 16 Nissan 21 Nissan 26 Nissan 1 Iyar 6 Iyar 11 Iyar 16 Iyar 21 Iyar 26 Iyar 1 Sivan 6 Sivan 11 Sivan 16 Sivan 21 Sivan 26 Sivan A 5 Nissan 10 Nissan 15 Nissan 20 Nissan 25 Nissan 30 Nissan 5 Iyar 10 Iyar 15 Iyar 20 Iyar 25 Iyar 29 Iyar 5 Sivan 10 Sivan 15 Sivan 20 Sivan 25 Sivan 30 Sivan

19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52

1 Tamuz 6 Tamuz 11 Tamuz 16 Tamuz 21 Tamuz 26 Tamuz 1 Av 6 Av 11 Av 16 Av 21 Av 26 Av 1 Elul 6 Elul 11 Elul 16 Elul 21 Elul 26 Elul 1 Tishri 6 Tishri 11 Tishri 16 Tishri 21 Tishri 26 Tishri 1 Heshvan 6 Heshvan 11 Heshvan 16 Heshvan 21 Heshvan 26 Heshvan 1 Kislev 6 Kislev 11 Kislev 16 Kislev

5 Tamuz 10 Tamuz 15 Tamuz 20 Tamuz 25 Tamuz 29 Tamuz 5 Av 10 Av 15 Av 20 Av 25 Av 30 Av 5 Elul 10 Elul 15 Elul 20 Elul 25 Elul 29 Elul 5 Tishri 10 Tishri 15 Tishri 20 Tishri 25 Tishri 30 Tishri 5 Heshvan 10 Heshvan 15 Heshvan 20 Heshvan 25 Heshvan 30 Heshvan 5 Kislev 10 Kislev 15 Kislev 20 Kislev

53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72

21 Kislev 26 Kislev 1 Tevet 6 Tevet 11 Tevet 16 Tevet 21 Tevet 26 Tevet 1 Shevat 6 Shevat 11 Shevat 16 Shevat 21 Shevat 26 Shevat 1 Adar 6 Adar 11 Adar 16 Adar 21 Adar 26 Adar

25 Kislev 30 Kislev 5 Tevet 10 Tevet 15 Tevet 20 Tevet 25 Tevet 29 Tevet 5 Shevat 10 Shevat 15 Shevat 20 Shevat 25 Shevat 30 Shevat 5 Adar 10 Adar 15 Adar 20 Adar 25 Adar 30 Adar

da notare che Adar nella tabella sta per qualsiasi mese di Adar, cio sia per Adar che per Adar Sheni, cio Adar II. Trovato il numero del proprio Angelo, possono essere determinati anche gli altri quattro giorni della reggenza di questo Angelo durante lanno. Purtroppo per questi giorni variano di anno in anno, perch sono fissi rispetto al calendario ebraico, ma la corrispondenza con le date del nostro calendario cambia di anno in anno. Per fare questo calcolo, basta tornare nella tabella con il numero trovato, per noi il 26, e prendere nota delle date di reggenza, che sono dal 6 Av al 10 Av.

Ora usando sempre un convertitore di date, facendo lipotesi che ora sia il 2010, andiamo a vedere a cosa corrisponde questo anno, e troveremo che corrisponde al 5770. Trovato lanno ebraico ora convertiamo 6 Av 5770, verificando che questa data cada nel 2010. Allora 6 Av 5770 diviene 17 luglio 2010 e 10 Av 5770 diviene 21 luglio 2010: questi sono i 5 giorni di reggenza della coppia di angeli n. 26 nellanno 2010. Se ci spostiamo di un anno pi avanti, nel 2011 il n. 26 ha la sua reggenza dal 6 Av al 10 Av 5771, che per corrispondono dal 6 al 10 di agosto. Come detto il periodo di 5 giorni cambia ogni anno nel nostro calendario, mentre rimane fisso, dal 6 al 10 Av in questo esempio, nel calendario ebraico. Invece la distribuzione nelle 24 ore molto semplice, visto che 24 ore diviso 72 fa esattamente 20 minuti. La tabella seguente d la corrispondenza tra il numero dellAngelo e i suo periodo di reggenza nelle 24 ore.
n. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 dalle 0.00 0.20 0.40 1.00 1.20 1.40 2.00 2.20 2.40 3.00 3.20 3.40 4.00 4.20 4.40 5.00 5.20 5.40 alle 0.20 0.40 1.00 1.20 1.40 2.00 2.20 2.40 3.00 3.20 3.40 4.00 4.20 4.40 5.00 5.20 5.40 6.00 n. 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 dalle 6.00 6.20 6.40 7.00 7.20 7.40 8.00 8.20 8.40 9.00 9.20 9.40 10.00 10.20 10.40 11.00 11.20 11.40 alle 6.20 6.40 7.00 7.20 7.40 8.00 8.20 8.40 9.00 9.20 9.40 10.00 10.20 10.40 11.00 11.20 11.40 12.00 n. 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 dalle 12.00 12.20 12.40 13.00 13.20 13.40 14.00 14.20 14.40 15.00 15.20 15.40 16.00 16.20 16.40 17.00 17.20 17.40 Alle 12.20 12.40 13.00 13.20 13.40 14.00 14.20 14.40 15.00 15.20 15.40 16.00 16.20 16.40 17.00 17.20 17.40 18.00 n. 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 dalle 18.00 18.20 18.40 19.00 19.20 19.40 20.00 20.20 20.40 21.00 21.20 21.40 22.00 22.20 22.40 23.00 23.20 23.40 alle 18.20 18.40 19.00 19.20 19.40 20.00 20.20 20.40 21.00 21.20 21.40 22.00 22.20 22.40 23.00 23.20 23.40 24.00

Nel nostro esempio, gli angeli associati al n. 26 operano dalle 8.20 alle 8.40

Analisi dei 72 Angeli e dei 72 Diavoli Di seguito sono riportati i Nomi dei 72 Angeli, sia del Bene che del Male, con le informazioni che li riguardano. La tabella dei 72 Nomi degli Angeli del Bene, in ebraico, diventa:
layzh Lathk hyaka Lahll 9 8 7 6 laylk hyVal hymqh Layrh 18 17 16 15 latry Hyaah hyhtn Hyvhx 27 26 25 24 ladnm hy!vk hyxhl Hyvxy 36 35 34 33 hylac Hyhly hylvv Lakym 45 44 43 42 latyn laAnn hy,mi Hysxh 54 53 52 51 lavni Lahhy labmv Larjm 63 62 61 60 hymvm Layyh hymby Lahar 72 71 70 69 hyshm hycli lauyc layly hyvhv 5 4 3 2 1 lahbm lalzy hyihh hyval hydla 14 13 12 11 10 lahlm layyy la!ln hylhp hyvvl 23 22 21 20 19 hyrsv labkl lamva layyr hyhas 32 31 30 29 28 lahhh lazyy laihr hymix layna 41 40 39 38 37 laynd lavhv lahym hylsi layri 50 49 48 47 46 laxrh lalyy hymmn layvp hyhbm 59 58 57 56 55 hyvbx laiya la!nm hybmd layxm 68 67 66 65 64

Ci sono 3 versioni molto diffuse di questi Nomi, e ce ne sono anche altre, tutte basate sul tentativo di simulare la pronuncia ebraica. Ecco la tabella secondo il nostro alfabeto nelle 3 versioni di Franz Bardon, studioso tedesco di esoterismo del periodo nazista, vissuto tra il 1909 e il 1958, che concentr la sua attenzione proprio sulle questioni fonetiche, Heinrich Cornelius Agrippa, altro occultista tedesco vissuto tra il 1486 e il 1535, e Abraham ben Samuel Abulafia, studioso e scrittore spagnolo, a cui si devono molti libri sulla Cabala, vissuto tra il 1240 e il 1291.

n. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33

Bardon Vehu-iah Jeli-el Sita-el Elem-iah Mahas-iah Lelah-el Acha-iah Kahet-el Azi-el Alad-iah Lauv-iah Haha-iah Jezal-el Mebah-el Hari-el Hakam-iah Lano-iah Kali-el Leuv-iah Pahal-iah Neleka-el Jeiai-el Melah-el Hahu-iah Nith-Ha-iah Haa-iah Jerath-el See-iah Reii-el Oma-el Lekab-el Vasar-iah Jehu-iah

Agrippa Vehu-jah Jeli-el Sita-el Elem-jah Mahas-jah Lelah-el Acha-jah Cahet-el Hazi-el Alad-jah Lavi-jah Haha-jah Jezal-el Mebah-el Hari-el Hakam-jah Leav-jah Cali-el Levu-jah Pahal-iah Nelcha-el Jeii-el Melah-el Hahvi-ja Nitha-jah Haa-jah Jerath-el See-jah Reii-el Oma-el Lecab-el Vasar-jah Jehu-jah

Abulafia Vaheva[-yah] Yolayo[-el] Sayote[-el] Ealame[-yah] Meheshi[-yah] Lalahe[-el] Aacahe[-yah] Cahetha[-el] Hezayo[-el] Aalada[-yah] Laaava[-yah] Heheea[-yah] Yozala[-el] Mebehe[-el] Hereyo[-el] Heqome[-yah] Laaava[-yah] Calayo[-el] Lavava[-yah] Pehela[-yah] Nulaca[-el] Yoyoyo[-el] Melahe[-el] Cheheva[-yah] Nuthahe[-yah] Heaaaa[-yah] Yoretha[-el] Shiaahe[-yah] Reyoyo[-el] Aavame[-el] Lacabe[-el] Vashire[-yah] Yocheva[-yah]

34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68

Lahab-iah Kevak-iah Menad-el Ani-el Haam-iah Reha-el Ieiaz-el Hahah-el Mika-el Veubi-ah Ielah-iah Seal-iah Ari-el Asal-iah Miha-el Vehu-el Dani-el Hahas-iah Imam-iah Nana-el Nitha-el Meba-iah Poi-El Nemam-iah Jeial-el Harah-el Mizra-el Umab-el Jah-H-el Anianu-el Mehi-el Damab-iah Manak-el Eiai-el Habu-iah

Lehah-jah Cavac-jah Manad-el Ani-el Haam-jah Reha-el Jeiaz-el Haha-el Mica-El Veval-jah Jelah-jah Saal-jah Ari-el Asal-jah Miha-el Vehu-el Dani-el Hahas-jah Imam-jah Nana-el Nitha-el Mebah-jah Poi-El Nemam-jah Jeiali-el Harah-el Mizra-el Umab-el Jahh-el Anav-el Mehi-el Damab-jah Menak-el Eia-el Habu-jah

Laheche[-yah] Cavako[-yah] Menuda[-el] Aanuyo[-el] Heeame[-yah] Reheea[-el] Yoyoza[-el] Hehehe[-el] Meyoca[-el] Vavala[-yah] Yolahe[-yah] Saaala[-yah] Eareyo[-el] Eashila[-yah] Meyohe[-el] Vaheva[-el] Danuyo[-el] Hecheshi[-yah] Eameme[-yah] Nunuaa[-el] Nuyotha[-el] Mebehe[-yah] Pevayo[-el] Numeme[-yah] Yoyola[-el] Hereche[-el] Mezare[-el] Vamebe[-el] Yohehe[-el] Eanuva[-el] Mecheyo[-el] Damebe[-yah] Menuko[-el] Aayoea[-el] Chebeva[-yah]

69 70 71 72

Roch-el Jabam-iah Hai-el Mum-iah

Roeh-el Jabam-jah Haiai-el Mum-jah

Reaahe[-el] Yobeme[-yah] Heyoyo[-el] Mevame[-yah]

In questo libro utilizzeremo la versione di Bardon. Mentre per gli Angeli del Bene e i loro nomi molteplici sono le fonti e le pubblicazioni disponibili, per gli Angeli del Male la letteratura molto scarsa e imprecisa. Questo riguarda anche il loro ruolo, che sempre stato interpretato in un modo negativo, che incute paura. Non vogliamo dire che dei cos detti demoni non si debba aver timore, ma lo stesso timore lo si dovrebbe avere anche degli Angeli del bene, perch loro sono i messaggeri di Dio, e tutto questo riconducibile al timor di Dio. Per un conto il timore e un altro conto la paura: chi ha fede non pu avere paura di nulla, e vede anche negli Angeli del Male delle creature da ringraziare, per tutto quello che fanno per noi. Anche loro sono al servizio di Dio, perch Dio usa tutto per amarci, anche i nostri errori. bene ricordare ancora una volta che tutti gli Angeli non hanno libero arbitrio, e possono solo fare la volont di Dio. La Piccola Chiave di Salomone o Lemegeton Clavicula Salomonis un libro anonimo del Seicento e uno dei pi famosi libri di demonologia. Di questo libro sono giunte a noi diverse versioni, che differiscono solo in piccoli particolari. Il libro dice di essere stato generato da un antico libro scritto dallo stesso re Salomone, che la leggenda vuole abbia catturato i 72 Angeli del Male. Una volta evocati da re Salomone e da egli rinchiusi in un vaso di bronzo sigillato con simboli magici, i 72 Angeli furono obbligati a servirlo, cio a servire lintero genere umano, cio ad essere a disposizione per il Progetto.

Per quante ricerche abbiamo fatto, nessuno da allora si pi voluto addentrare in questa realt, forse spaventato dai possibili rischi. Almeno, nessuno si posto in contatto con queste realt con un atteggiamento benevolo, di fratellanza, e questo ha posto gli Angeli tentatori in una situazione di isolamento rispetto agli uomini, che ha reso loro il compito pi difficile. Per contro la bestialit dellessere umano ben pi negativa di qualsiasi Angelo del Male, che di negativo non ha proprio nulla. Demonizzare i demoni stato un grave errore per lUmanit. La tabella dei 72 Nomi degli Angeli del Male, in ebraico, la seguente:
>bram ]ygyamag Vga>v 5 4 3 ravb ]nmyap >vubrb 10 9 8 >vgyla !yarl talb 15 14 13 ]v>rvp >vla> ]ytab 20 19 18 >lvblacaln >vyrbn ,ya 25 24 23 >vanrvhp tvrau>a tyrb 30 29 28 >ay>vxrm rvhprvhp [aag 35 34 33 Cvar >plam >tlam 40 39 38 Anyv Za> ;vnb> 45 44 43 >krxp lkvrk yuggah 50 49 48 >bvrv cvmrvm vymak >araga 2 ]nma 7 yruy> 12 >yuvb 17 >vpy 22 Vvnvr 27 ydvuca 32 cynap 37 rapv 42 lavv 47 cakvla lab 1 ;plav 6 ]vycvg 11 rpaz 16 caram 21 ,yb 26 >arvp 31 >vlvu> 36 rvlkrvhp 41 >nvrhpyb 46 calab

55 54 53 Alvpn ,ayrv >nva 60 59 58 >vhplardna a>rvah >ardna 65 64 63 ra> aybrakd laylb 70 69 68

52 51 v>v yrnmg 57 56 vlav ]agaz 62 61 >aykvdma >yramyk 67 66 >vylmvrdna ]vylaunad 72 71

Anche i Nomi dei 72 Angeli del Male, sempre secondo Salomone, sono pervenuti a noi in diverse versioni, a causa delle possibili interpretazioni fonetiche dellantico ebraico; la versione da noi scelta la seguente:

Nel seguito sono riportate le caratteristiche dei 144 Angeli (72 per 2); ogni paragrafo dedicato a un Angelo e un Diavolo, organizzato secondo la seguente struttura: - prima riga: numero dellAngelo del Bene seguito da una B, Nome dellAngelo del Bene prima in ebraico, poi con le 5 lettere nel nostro alfabeto, pronuncia del Nome dellAngelo del Bene secondo Bardon, aspetto prevalente dellAngelo - seconda riga: numero dellAngelo del Male seguito da una M, Nome dellAngelo del Male in ebraico secondo Salomone, equivalente nel nostro alfabeto, pronuncia del Nome, aspetto prevalente dellAngelo - terza riga: caratteristica principale dei due Angeli nei 20 di reggenza giornaliera - motto legato a questi Angeli. Deve essere sempre ricordato che lebraico si legge da destra verso sinistra, mentre le tre o cinque lettere dei Nomi nel nostro alfabeto sono scritte normalmente. Ad esempio, il Nome dellAngelo del bene n. 1 hyvhv v=V, h=H e y=I.

1B hyvhv 1M lab BAL Bael 00,00-00,20: INTRAPRENDENZA

VOLONT PAUROSIT

Noi cerchiamo sempre le verifiche a noi stessi, e questo ci porta ad utilizzare lintraprendenza a favore dei nostri progetti. Per imparare dobbiamo cadere. Ma Lui ci rialza, e se useremo lintraprendenza facendo la volont del Signore, allora questi Angeli ci daranno: 1B la forza di volont per svolgere la nostra missione, facendoci superare i limiti della barriera spazio- tempo di questo mondo; 1M le tentazioni per vincere le nostre paure, anche quelle ancestrali che ci vengono dai primordi, dalle nostre prime incarnazioni. 2B layly I L I A L AIUTO 2M >araga A G A R A Sh Agares LEGAMI 00,20-00,40: AMARE ED ESSERE AMATI Lamore umano spesso basato su vincoli e legami, dove sinstaura un rapporto di scambio: mi dono perch mi aspetto qualcosa in contraccambio. Invece Amare vuole dire donarsi in modo incondizionato ed entrare in unione con tutto, recuperando le scintille di Vita che il Creatore ha celato in ogni cosa. Questi Angeli ci danno: 2B gli aiuti per saper catturare e trasformare ogni forma di energia; 2M le tentazioni per rompere ogni legame terreno, e arrivare allunione con il tutto.

3B lauyc COSTRUZIONE 3M vga>v V Sh A G V Vassago EGOCENTRISMO 00,40-01,00: AVERE E INCONTRARE NOBILT Per quanto noi possiamo operare in modo positivo, la vita ci presenta continuamente nuove sfide che sono pi grandi di noi. Lunico modo per superare tutti gli ostacoli confidare in noi e nel nostro Signore, e attraverso la fede vincere il nostro ego e fare i miracoli necessari. I due Angeli ci potranno aiutare nel seguente modo: 3B indicandoci la via per costruire il futuro facendo anche limpossibile 3M tentandoci nel nostro egocentrismo, al fine di capire come seguendo il nostro ego e la sua volont finiamo per allontanarci da quella Speranza che fonte di gioia. 4B hycli POTERE 4M ]ygyamag G A M A I G I N Gamigi OCCULTISMO 01,00-01,20: FELICIT IN ARRIVO Questi due Angeli sono entrambi legati ai poteri dellocculto. Il primo legato al potere di saper eliminare ogni pensiero negativo, non per un falso ottimismo, ma per la capacit di usare un potere che viene dallalto. LAngelo tentatore invece legato alloccultismo, e collabora con il primo nel seguente modo: 4B ci dona un potere occulto legato allaspetto misericordioso di Dio 4M ci tenta attraverso lo spiritismo, la magia e ogni forma deviata di occultismo, per farci vedere come queste attivit portino solo a potenziare i pensieri negativi, invece di trasformarli.

5B hy>hm 5M >bram M A R B A Sh Marbas 01,20-01,40: BUONA APPARENZA

PURIFICAZIONE ONNIPOTENZA

Questi Angeli operano per le nostre guarigioni, sia a livello fisico, sia a livello spirituale. La guarigione la via per arrivare ad una vita abbondante. Questi Angeli ci daranno, sia per noi che volendo operare a favore di altri: 5B la purificazione necessaria a guarire le ferite del corpo e dellanima 5M le tentazioni per vincere le nostre ferite basandoci sul nostro senso di onnipotenza, che ci fa credere di poterci curare da soli. 6B lahll 6M ;plav V A L F R Valefor 01,40-02,00: PROSPERIT LUCE FUGA DALLA REALT

Lodare il Signore significa saper entrare in contatto con le Sue opere, altrimenti non abbiamo nulla da raccontare. Ma Dio caos imprevedibile, e non con la ragione che possiamo fare questa opera. Questi Angeli ci daranno: 6B la capacit di entrare nella luce divina, sapendo illuminare il mondo che cincontra e trasferendo questa visone fantastica della Vita 6M la tentazione di fuggire dalla realt, nella incapacit di capirla e viverla come una Vita abbondante.

7B hyaka CORAGGIO 7M ]nma A M G N Amon ACCOMODAMENTO 02,00-02,20: DIVULGARE LA VERIT La nostra clemenza proporzionale alla nostra pazienza. Ci vuole coraggio a sopportare certe situazioni e certe azioni, ma non possiamo mai confondere le brutte azioni con la persona che le ha commesse. Tutte le persone hanno una parte bella dentro s. Allora questi Angeli ci daranno: 7B il coraggio per affrontare le situazioni difficili, con amore e giustizia 7M la tentazione di essere accomodanti, che ci porterebbe a non prendere le nostre responsabilit 8B lathk PROSPERIT 8M >vubrb B R B T V Sh Barbatos CHIAROVEGGENZA 02,20-02,40: ABBONDANZA La nostra mente spesso dimentica che se esistiamo perch qualcuno ci ha fatti, e questo qualcuno merita di essere adorato. Per ci sono molti altri che vorrebbero le nostre adorazioni, dal dio denaro al dio potere, e cos via. Tutti questi semidei ci promettono molto, ma se vengono seguiti ci portano solo a vivere una vita di stress. Questi Angeli ci daranno: 8B la capacit di vivere una vita abbondante, vincendo ogni difficolt 8M le tentazioni di dominare il futuro, con le arti magiche

9B layzh INDULGENZA 9M ]nmyap P A I M G N Paimon SUPERBIA 02,40-03,00: GUARIGIONE Questa una coppia di super Angeli, perch muovono proprio le energie che ci permettono di sentire tutte le influenze degli Angeli nella nostra vita. La misericordia divina si esprime donandoci una vita abbondante, anche se spesso non questa limmagine che noi associamo a questo termine. Ma non c misericordia senza indulgenza, perch tutti possono sbagliare. Questi Angeli ci daranno: 9B lindulgenza necessaria a perdonare con amore, ma sempre con altrettanta giustizia 9M la tentazione della superbia come sperimentazione di cosa succede quando vogliamo porci al di sopra della vita (super-bios) decidendo noi cosa giusto. 10B hydla GRAZIA 10M ravb B V A R Buer SALUTE 03,00-03,20: RISULTATI POSITIVI Il Signore riesce ad essere benigno sia usando il Bene che il Male, ma noi non sfruttiamo questa capacit. Immersi nella dualit, abbiamo bisogno di vedere il bene per poterlo perseguire. Ma abbiamo bisogno di protezione rispetto al modo bestiale di vedere le cose. Questi Angeli ci daranno: 10B la Grazia necessaria a vedere le scintille divine nascoste in ogni cosa, e la capacit di liberarle per offrirle a Dio (rendere Grazia a Dio) 10M la tentazione di sentirci cos potenti da poter avere il controllo su tutto, soprattutto sulla nostra salute fisica e spirituale.

11B hyval 11M ]vycvg G V S I V N Gusion 03,20-03,40: SUCCESSO

VITTORIA ONORI

Vincere le forze del male e pulire gli ambienti un compito dei giusti. Queste forze ci danno la possibilit di svolgere il nostro compito essendo assistiti dallalto. Ovviamente per non possono mancare le tentazioni. Allora questi Angeli ci daranno: 11B la vittoria su tutte le energie negative 11M la tentazione di ricevere gli onori come se la nostra opera fosse frutto delle nostre energie 12B hyihh 12M yruy> Sh I T R I Sitri 03,40-04,00: PROTEZIONE RIFUGIO LUSSURIA

Noi cerchiamo sempre di trovare la soluzione ai nostri problemi al di fuori di noi stessi. Cos ci rivolgiamo a Dio o ai suoi Angeli per trovare un rifugio sicuro. Invece siamo noi stessi la fonte della forza che ci aiuta a vivere, cio dobbiamo essere la sorgente di un Amore incondizionato, che prescinde dal tempo attuale. Questi due Angeli ci danno un aiuto a vivere il presente e, in particolare, ci offrono: 12B il rifugio temporaneo in attesa di trovare in noi stessi il vero rifugio 12M le tentazioni per scoprire il valore dellAmore incondizionato rispetto al desiderio lussurioso e carnale

13B lalzy 13M talb B L A Th Beleth 04,00-04,20: RICONCILIAZIONE

FEDELT CONCORDIA

Molte tecniche sono state elaborate per cercare un paradiso artificiale. Alcune sono lecite, come la meditazione, altre illecite, come luso di droghe, ma tutte ci allontanano da quello stato meraviglioso che possiamo raggiungere semplicemente esultando nella gioia del Creatore, quando facciamo la sua volont. Questi Angeli ci danno: 13B la forza di essere fedeli alla nostra missione 13M la tentazione di usare il compromesso per raggiungere una falsa concordia 14B lahbm 14M !yarl L R A I R Leraje NEMICI 04,20-04,40: FORTUNA VERIT DISTRUZIONE DEI

Non siamo noi i detentori della forza necessaria a dare protezione ai pi deboli. Anzi proprio deponendo le armi e lasciandoci guidare potremo trovare quella Verit che rende tutti Liberi. Non significa arrendersi alla Bestia, ma porsi al servizio del Bene rinunciando ad una immagine di salvatori che non ci deve appartenere. Questi Angeli ci danno: 14B la capacit di scoprire la Verit che in noi e nel Creato 14M la tentazione di dividere il mondo tra amici e nemici, creando separazione

15B layrh 15M >vgyla A L I G V Sh Eligos 04,40-05,00: RIABILITAZIONE

CHIAREZZA CREARE GUERRE

Nella vita ci pu capitare di cadere, ma il Signore ci rialza se sappiamo individuare il progetto che Lui ha su di noi. Si tratta di percepire il futuro con una visione prospettica non limitata dai fatti contingenti, ma aperta a ogni possibilit. I due Angeli ci aiutano a: 15B fare chiarezza sui segni dei tempi, restando aperti al futuro 15M tentarci attraverso luso della forza per piegare gli eventi a nostro favore 16B hymqh 16M rpaz Z A P R Zepar 05,00-05,20: OPPORTUNIT LEALT FALSA APPARENZA

Purtroppo a volte ci pu cogliere un senso di smarrimento, di entrare in crisi depressive. Ma questo atteggiamento in netto contrasto con quello gioioso di chi ha Fede. Non possiamo farci stendere da nessun evento, se confidiamo nella Sua forza e nel Suo amore. Quindi dobbiamo sempre continuare la nostra opera, anche nelle avversit. Questi Angeli ci danno: 16B la forza di essere leali e rispettosi verso Dio, verso noi e verso gli altri 16M la tentazione di mostrarci come non siamo, costruendo una falsa immagine di forza

17B hyval 17M >yuvb B V T I Sh Botis 05,20-05,40: GIOIA

RIVELAZIONE OCCULTAMENTO

Noi cerchiamo spesso di evadere la realt, magari con una via di fuga artificiale. Invece siamo immersi nella materia proprio perch attraverso questa esperienza possiamo arrivare a diventare Esseri di Luce. Questa la vera Buona Novella, la Rivelazione che questi Angeli ci confermano con: 17B la capacit di comprendere quanto ci stato rivelato dal Cristo in vari modi 17M la tentazione di occultare la Verit, per vincolare tutti alle nostre volont 18B laylk GIUSTIZIA 18M ]ytab B A T I N Bathin RIPARAZIONE MAGICA 05,40-06,00: VERIT Noi partecipiamo continuamente alla creazione. Siamo dei cocreatori, sia nel bene che nel male. Per possiamo essere preda della perfidia altrui se non ci muoviamo con la dovuta cautela e astuzia. Inoltre la Giustizia e lAmore sono una unica realt, le due facce di ununica medaglia. Questi due Angeli ci danno: 18B la forza di essere giusti e invocare la giustizia attraverso la creativit e lAmore 18M la tentazione di aggiustare le cose attraverso la magia e la finta guarigione

19B hyvvl ESPANSIONE 19M >vla> Sh A L V Sh Sallos ATTRAZIONE SESSUALE 06,00-06,20: GENEROSIT Quando siamo nelle difficolt della vita, oltre confidare in noi stessi, dovremmo trovare il coraggio di chiedere allAlto che sia fatta la Sua volont. Ci dovremmo proprio rifugiare in questo, parlando con il nostro Signore, invece che cercare aiuto negli altri. Questi Angeli ci aiutano a: 19B trovare lespansione necessaria per rendere efficace la nostra preghiera attraverso un corretto collegamento verso lAlto 19M essere tentati sessualmente nellillusione di poter trovare chi ci ascolta e risolve i nostri problemi in questa terra 20B hylhp REDENZIONE 20M ]v>rvp P V R Sh V N Purson RICCHEZZA MATERIALE 06,20-06,40: REDENZIONE Si dice che luomo un animale fatto di abitudini, e purtroppo spesso questo vero. Per noi possiamo sempre contare sulla redenzione gratuita che ci viene offerta dal Signore, anche se questa offerta non a tutti gradita, perch comporta il cambiare le proprie abitudini, particolarmente quelle viziose. Questi due Angeli ci aiutano dandoci: 20B la capacit di vedere la redenzione che ci offerta e la forza per cambiare 20M le tentazioni legate alla ricchezza materiale come deit da servire in questa Terra

21B la!ln 21M caram M A R A S Marax 06,40-07,00: SAPERE

INSEGNAMENTO CONOSCENZA

Molti sono i mali che affliggono il mondo, sia a livello materiale che spirituale. Ma chi confida in Dio ha la possibilit di combatterli, sino a sradicarli da s, dal suo prossimo e da certi ambienti. Questi Angeli ci offrono: 21B glinsegnamenti necessari a saper combattere efficacemente il male 21M la tentazione di vincere il male da soli, come se la nostra conoscenza fosse infinita 22B layyy 22M >vpy I P V Sh Ipos 07,00-07,20: FAMA FAMA CORAGGIO

Talvolta ci sentiamo attratti da altre persone o da certe situazioni in modo cos forte da non saper resistere. Questa attrazione spesso risponde o alla nostra richiesta di amore o alla sete di potere. In ogni caso deve essere vinta, perch al successo si deve arrivare facendo la Sua volont, con laiuto di questi Angeli che: 22B ci daranno la fama e la notoriet in funzione del progetto che ci stato affidato 22M ci daranno la tentazione di cedere allattrazione come prova del nostro coraggio

23B lahlm 23M ,ya A I M Aim 07,20-07,40: BONT

GUARIGIONE ASTUZIA

Tutti coloro che si sono messi al servizio conoscono lardore che si prova nelloperare a favore del Progetto. Questa energia interiore dovrebbe essere condivisa con le altre persone, per permettere a loro, attraverso noi, di fare un primo passo verso il divino. Cos si piegano i mali materiali e dellanima. Questi Angeli ci danno: 23B la forza di guarire chi afflitto dai mali di questo mondo, usando la nostra bont 23M la tentazione di usare lastuzia per far credere che siamo noi i guaritori 24B hyvhx 24M >vyrbn N B R I V Sh Naberius 07,40-08,00: SINCERIT MAGNANIMIT RESTITUZIONE

Di tutte le passioni umane, la gelosia una delle pi deleterie. La gelosia non porta a nulla, se non a distruggere ci che si ha. Non importa di cosa o di chi si gelosi, in ogni caso c una mancanza di sincerit, innanzitutto verso noi stessi. Questi Angeli ci danno: 24B la capacit di superare ogni gelosia attraverso la fiducia e la donazione al prossimo 24M la tentazione di restituire sempre pan per focaccia, senza amorevolezza e onest

25B hyhtn SERENIT 25M >lvblacaln G L A S A L B V L Sh Glasya-Labolas DELITTO 08,00-08,20: PACE Parlare significa creare, ma noi non dobbiamo solo parlare agli altri, ma anche a noi stessi. Il nostro equilibrio basato sulla comunicazione tra cuore e cervello, attraverso la parola. Solo cos potremo annunziare le Sue meraviglie. Questi Angeli ci permettono: 25B di avere la serenit necessaria per essere onesti con noi stessi 25M di sperimentare cosa significa la morte dellanima quando si chiuso il cuore 26B hyaah 26M ,yb B I N Bune 08,20-08,40: DIPLOMAZIA DISCREZIONE POSSEDIMENTI

Per tutti noi c un ruolo nel Grande Progetto, ma questultimo ci si presenta in forma caotica. Non sempre facile capire le regole del Signore. Ma dobbiamo continuare a chiedere, perch questo lunico modo per conoscere. Questi Angeli ci danno: 26B la capacit di discernimento necessaria a riconoscere lordine nel disordine 26M le tentazioni legate al possesso, sia materiale che spirituale, che ci portano a pensare solo a difendere i nostri possedimenti

27B latry CIVILT 27M vvnvr R V N V V Ronove RENDERE AMICI I NEMICI 08,40-09,00: DIFESA Anche se spesso lo dimentichiamo, c sempre una nostra met che legata a noi. un compagno silenzioso che opera sulla nostra anima. Anche noi siamo la met di qualcuno, che magari non conosciamo. Se per siamo malvagi, la nostra cattiveria si riverser anche in questa persona, che soffrir inconsapevolmente per causa nostra. Gli Angeli ci danno: 27B la civilt di operare degnamente, in difesa nostra e della nostra anima gemella 27M la tentazione di usare il compromesso per trasformare, in apparenza, i nemici in amici, ovvero la tentazione di essere dei falsi amici 28B hyha> 28M tyrb B R I Th 09,00-09,20: SALUTE LONGEVIT ALCHIMIA

Berith

Questi due Angeli sono molto legati a quelli precedenti (n. 27) perch operano sempre nelle problematiche legate alle anime gemelle. In questo caso si tratta proprio di operare per il bene proprio, avendo raggiunto una perfetta unione con la propria met. Gli Angeli ci aiuteranno con: 28B una lunga vita abbondante, ricca di salute sia fisica che spirituale 28M la tentazione di usare artifici alchemici per raggiungere artificialmente leterna giovinezza

29B layyr LIBERAZIONE 29M tvrau>a A Sh T A R V Th Astaroth CREAZIONE 09,20-09,40: ELEVAZIONE Un sentimento che tutti almeno una volta hanno provato lodio. Lodio pu servire a costruire se solo un passaggio una-tantum, ma diventa tragico se permanente. Lodio verso la Vita poi la pi grave bestemmia. Questi Angeli ci danno: 29B la forza di liberarci dallodio per aprirci allAmore, attraverso un processo di elevazione spirituale 29M le tentazioni di usare la nostra capacit creativa contro la persona odiata, perch basta il pensiero sia per fare il male che per uccidere 30B lamva CRESCITA 30M >vanrv>vanrvhp P H V R N A V Sh N A V Sh Forneus AMORE-ODIO 09,40-10,00: ESPANSIONE Alcune persone hanno la dote naturale di saper mettere in relazione le persone tra loro. Non solo, spesso sanno anche collegare la persona alle Entit superiori, oppure pi semplicemente alle situazioni. Ci vuole molta pazienza per fare questo, ma ci si pu rendere molto utili al Progetto. Questi Angeli ci danno: 30B la capacit di crescere attraverso le esperienze per saper arrivare sempre pi in alto 30M le tentazioni legate al rapporto di amore-odio che si crea in questo tipo di attivit, dove spesso chi si crea aspettative va incontro a delusioni.

31B labkl OPPORTUNIT 31M >arvp P H R A Sh Foras RESTITUIRE LE PROPIET PERDUTE 10,00-10,20: TALENTO PRATICO Nessuno veramente giusto in questo Mondo. Portare avanti il proprio ruolo nel Progetto a volte difficile, e si cade nella tentazione di lasciar perdere. Invece necessario sempre finire ci che si iniziato. Questi Angeli ci offrono: 31B tutte le opportunit per rivitalizzare la nostra opera, rendendola fruttifera 31M le tentazioni legate alle cose materiali o alle capacit medianiche come distrazioni che ci portano a cambiare strada, lasciando le opere incompiute 32B hyr>v 32M ydvuca A S M V D I Asmoday 10,20-10,40: NOBILT GENEROSIT AVIDIT

Molte persone vivono come se questa fosse lunica vita, e la morte fosse veramente la fine dellesperienze terrene. Invece la morte un passaggio, cos come la nascita. E chi vuole pu fare memoria del suo passato, anche di migliaia di anni fa. Allora tutto acquista una prospettiva diversa, e si diventa meno rigidi e pi inclini al perdono. Questi Angeli ci danno: 32B la capacit di essere generosi, capendo che le debolezze altrui sono state, magari in altre vite, anche le nostre 32M la tentazione di appropriarsi di tutto, sfruttando le capacit che ci arrivano dal nostro passato, e che in questa vita non dobbiamo usare in questo modo

33B hyvxy 33M [aag G A A P Gaap 10,40-11,00: RIVELAZIONE

ACCORDO DISCORDIA

Quando abbiamo compreso laspetto manifesto, tangibile delle cose, ci sembra di avere in pugno la realt. Invece ogni cosa, come ogni persona, fatta da una parte manifesta e una immanifesta. Questi Angeli ci aiutano ad una comprensione globale attraverso: 33B larmonia che scopriamo nelle cose quando vediamo entrambi gli aspetti, cos come laccordo che raggiungiamo con le persone quando vediamo entrambe le loro dimensioni 33M la situazione di discordia tra noi e gli altri ogni volta che ci limitiamo a prendere in considerazione solo un aspetto limitato della realt. 34B hyxhl L H Ch I H Lahabiah RETTITUDINE 34M rvhprvhp P H V R P H V R Furfur AMORE CONIUGALE 11,00-11,20: CLEMENZA Essere clementi significa essere inclini al perdono, di se stessi e degli altri. Ma non ci pu essere Amore se non c Giustizia. Per poter perdonare amando, ma senza diventare ingiusti, c una sola strada: far morire il proprio ego e sperare nel Signore. Questi Angeli ci aiutano dandoci: 34B la rettitudine che propria dei giusti, di quelli che amano nella giustizia 34M le tentazioni e le delusioni legate ad un amore coniugale che ci chiude in una vita sterile, tutta basata sul soddisfacimento delle necessit nostre e del nostro partner

35B hy!vk RICONCILIAZIONE 35M >ay>vxrm M R Ch V Sh I A Sh Marchosias AIUTO IN BATTAGLIA 11,20-11,40: AMORE FAMILIARE Questo aspetto della divinit che opera in noi ci permetterebbe di dominare le passioni carnali, di derivazione animalesca, per entrare in modo pulito nellenergia sessuale, che la forza motrice della creazione. Questi Angeli ci aiutano dandoci: 35B la capacit di riconciliarci dopo i nostri errori e le conseguenti separazioni dagli altri o da Dio, per tornare a vivere nella gioia

36B ladnm 36M >vlvu> Sh T V L V Sh Stolas 11,40-12,00: ONORE

LAVORO TEORIA

Il coraggio per dominare le nostre paure, confrontandole a livello pi profondo con la Verit, il fondamento per onorare Dio. Le paure sono una specie di nostre invenzioni cerebrali, anche se in realt non sono frutto della sola immaginazione. Bisogna sempre ricordare che la paura il nemico della Fede. Questi Angeli ci aiutano: 36B nel lavoro, qualunque esso sia, come traduzione in azione della nostra capacit di onorare il Padre e di glorificarlo 36M con le tentazioni legate a meravigliose costruzioni teoriche, che per crollano non appena entrano in conflitto con le nostre paure interiori.

37B layna 37M cynap P A N I S Phenex 12,00-12,20: IDEE

VIRT CONFUSIONE

Noi spesso ci illudiamo che le nostre opere possano salvarci. Invece la salvezza nasce dallo splendore del volto divino, dalla Sua Misericordia, mentre noi restiamo immersi nelle nostre battaglie quotidiane. Questi Angeli ci aiutano a: 37B esercitare le virt come strumento di partecipazione al grande Progetto della Vita 37M fare chiarezza attraverso i momenti di confusione che ci portano a ridiscutere ogni certezza, visto che le certezze assolute sono una delle nostre rovine. 38B hymix 38M >tlam M A L Ph Sh Halphas 12,20-12,40: SPERANZA SPIRITUALIT DISTRUZIONE

Stabilire il proprio rifugio solo in se stessi e non uscire mai di casa lopposto di quanto siamo chiamati a fare. Questa limmagine classica dellegoista, di colui che delusione per tutti, perch chi si fida di lui finisce per essere depredato di tutto. Questi Angeli ci danno: 38B la spiritualit necessaria a saper riconoscere e donare tutto quello che riceviamo dal Cielo 38M la tentazione di distruggere questo circuito virtuoso a causa del nostro egoismo.

39B laihr 39M >plam M A L Ph Sh Malphas REALIZZATI 12,40-13,00: FAMIGLIA

RISPETTO DESIDERI

Pur non sapendo ancora risorgere a livello fisico, per possiamo gi ora riaccendere la Luce che in noi e portarla a splendere ad un livello tale di luminosit da cambiare il nostro stato cellulare, diventando noi stessi luminosi. Questi Angeli ci danno: 39B la capacit di rispettare noi, gli altri e il creato, lasciandoci guidare dallalto 39M le tentazioni legate al successo dei nostri progetti personali, che se ci appagano per un attimo, poi svaniscono nel nulla, senza averci permesso di realizzarci. 40B lazyy 40M cvar R A V M Raum 13,00-13,20: RINASCITA GIOIA EBBREZZA

La capacit di dire le parole giuste al momento giusto necessariamente legata a uno stato di abbandono nella gioia, e questo non pu essere simulato da nessuna condizione umana. una specie di ebbrezza, simile a un bicchiere di vino di troppo. Questi Angeli ci danno: 40B la sensazione di gioia che ci porta a lasciarci andare ed operare nellabbandono 40M le tentazioni legate allo stato di ebbrezza che si pu artificialmente raggiungere in molti modi (sesso, alcolici, droghe) ma che mai ci pu soddisfare.

41B lahhh PERCEZIONE 41M rvlkrvhp P H V R Ch L V R Focalor EMOTIVIT nei 20: VERIT Questo Nome rimanda al concetto di trinit, oltre che alla dimensione femminile di Dio. Questi Angeli sono riferiti alla paura di non dire la verit. Se la parola ci che crea, le labbra menzognere creano il male umano. Questi Angeli ci danno: 41B la percezione dellAmore divino, che la via per smascherare ogni menzogna e per capire la difficolt in cui versa chi mente, avendone compassione 41M le tentazioni per vincere la nostra emotivit, che non ci permette di sentire correttamente e serenamente le forti emozioni che le paure scatenano. 42B lakym 42M rapv V P A R Vepar 13,40-14,00: AUTORIT ORGANIZZAZIONE FRAGILIT EMOTIVA

Spesso le apparenze ingannano, mentre dobbiamo portare alla luce la parte nascosta di ogni cosa. La parte nascosta non ha nulla a che fare con la parte immanifesta, frutto della dualit. Ma al di la di questa simmetria esistono le cose visibili e le cose occulte, occulte perch qualcuno le ha nascoste. Questi Angeli ci daranno: 42B lorganizzazione mentale necessaria a mantenere la logica pur uscendo dagli schematismi 42M le tentazioni legate alla fragilit emotiva che emerge quando abbiamo paura e tendiamo a proteggere la nostra vita con le nostre azioni, invece che affidarsi e fidarsi della Sua volont.

43B hylvv 43M ;vnb> Sh B N V Ch Sabnock 14,00-14,20: DEDIZIONE

LIBERT DOMINIO

Le nostre parole, la preghiera, sapranno giungere al Signore solo se avremo gridato aiuto con la dovuta energia. Ma il trasporto deve essere totale. Questi Angeli ci aiutano ad essere leggeri e ci danno: 43B la libert tipica di chi ha imparato a volare 43M le tentazioni legate al dominio sulle cose e persone, come alternativa al saper chiedere, al saper pregare. 44B hyhly 44M za> Sh A Z Shan 14,20-14,40: EROISMO COMANDO SORDIT

Noi chiediamo che il Signore segni dentro la nostra anima i Suoi giudizi. Questa richiesta legata al nostro karma. Non siamo autorizzati a giudicare tutto e tutti, ma questi Angeli ci possono dare: 44B la capacit di dare comandi senza esprimere giudizi sulle persone, ma giudicando solo le azioni, sempre con Amore e Compassione 44M la sordit agli stati di bisogno tipica di chi giudica le persone sulla base delle leggi e dei principi, dimenticando che lAmore laltro volto della Giustizia.

45B hylac 45M anyv V I N A Vine 14,40-15,00: REALIZZAZIONE

SUPPORTO SPIARE

Lidea che siamo venuti sulla Terra per soffrire totalmente sbagliata. vero che spesso la sofferenza una grande medicina per curare le nostre malattie dellanima, ma la condizione giusta per tutti noi che nasce dallequilibrio, una condizione di prosperit. Questi Angeli ci danno: 45B il supporto necessario a saper correttamente vivere questa prosperit senza sprechi 45M le tentazioni legate ad utilizzare ci che abbiamo capito in modo fraudolento, nel tentativo di sostenerci da soli tradendo noi e gli altri. 46B layri 46M >nvrhpyb B I P H R V N Sh Bifrons 15,00-15,20: INTELLIGENZA SCOPERTA STUPIDIT

Fidarsi incondizionatamente della volont di Dio un atto contrario al nostro istinto. Mettersi nelle Sue mani ci aiuta a sapere aver fede, avere la capacit di fare qualcosa sulla base della fiducia, il che contro la nostra logica limitata, i falsi interessi del nostro ego. Questi Angeli ci aiutano a: 46B scoprire i limiti della ragione e della logica, e capire le verit rivelate 46M scoprire quanto grande sia la stupidit umana quando luomo pensi di poter scoprire la Verit come se questa fosse immutabile e alla sua portata.

47B hyl>i 47M lavv V V A L Uvall 15,20-15,40: EQUILIBRIO

CONTEMPLAZIONE SUPERFICIALIT

Prima di cambiare la condizione del genere umano, dobbiamo cambiare noi stessi, ed questa la pi importante trasformazione da fare. Daltra parte nessuno pu autoproclamarsi giusto, ma Lui che ci rivela chi sono i veri giusti, anche se ci ha ammonito di stare attenti ai falsi profeti. Per questo motivo questi Angeli ci danno: 47B la capacit di contemplare i pensieri di Dio, nella loro profondit 47M la tentazione di restare sempre in superficie per non immergersi mai nelle nostre emozioni e nei Suoi pensieri. 48B lahym 48M yuggah H A G G N I Haggenti 15,40-16,00: MISSIONE SALVEZZA INGIUSTIZIA

Amare tutto e tutti, cogliendo lunit del creato, non facile. Spesso la vita si presenta in modo caotico, disordinato, e invece la nostra idea di unit legata allordine, spesso di tipo matematico. Invece lordine divino un ordine creativo, sempre in evoluzione e in rivoluzione. C un solo Dio, e questi due suoi Angeli ci aiutano a: 48B portare la salvezza agli altri come messaggeri inviati da Lui a loro 48M riconoscere le ingiustizie che commettiamo ogni volta che ci muoviamo secondo il nostro ego.

49B lavhv 49M lkvrk C R V C L Crocell 16,00-16,20: GRANDEZZA

ELEVAZIONE MISERIA

La ricerca della felicit uno dei grandi temi esistenziali dellumanit. chiaro a tutti che raggiungere gli obiettivi che il nostro ego elabora e ci propone non determina una capacit di essere felici. Sia fatta la tua volontsignifica avere la capacit di vivere tutto in maniera felice, condizione tipica di chi sa che sta ricevendo quello che gli serve per il suo bene. Questi Angeli ci aiutano a: 49B elevarci verso lEccelso, nella certezza di ricevere una vita abbondante 49M sperimentare le paure legate alla miseria come conseguenza delle nostre scelte, dove la miseria pu essere sia materiale sia spirituale. 50B laynd ELOQUENZA 50M >krxp P H R Ch Sh Furcas FILOSOFIA 16,20-16,40: UMANIT Una delle pi grandi tentazioni di chi ha compiuto un lungo cammino spirituale quella di sentirsi arrivato, di sedersi pensando di aver raggiunto una posizione nella quale si pu vivere di rendita. Chi opera facendo la volont del Padre non pu mai vivere di rendita. Questi due Angeli ci danno: 50B la capacit di trovare le prove della misericordia divina, per riconoscerle e mostrarle anche agli altri 50M le tentazioni legate al teorizzare le situazioni, creando filosofie apparentemente perfette, ma prive di giustizia e misericordia.

51B hy>xh 51M calab B A L A M Balam 16,40-17,00: DISCERNIMENTO

ESOTERISMO INVISIBILIT

Dobbiamo sentirci liberi, scrollarci da dosso qualsiasi senso di colpa, che legato agli aspetti negativi, non perch questi non esistono, ma perch la colpevolezza non un sentimento corretto se persiste a lungo. Dalla colpevolezza si deve evolvere alla compassione verso se stessi. Questi Angeli ci aiutano a: 51B comprendere il significato nascosto, cio esoterico, delle azioni che la vita ci chiede di compiere e degli eventi che osserviamo 51M provare lo sconforto di chi opera nellinvisibilit, realizzando in modo subdolo i propri desideri, magari approfittando della buona fede altrui 52B hy,mi 52M cakvla A L V Ch A S Alloces 17,00-17,20: INIZIAZIONE AMNISTIA PREDIZIONE

Avere fede significa fidarsi anche di Colui che non si vede. Nebbie dallacqua e dal fuoco, dalle emozioni e dal fuoco sacro possono nasconderci, seppure momentaneamente, la Sua vista, perch la vera fede non mai fatta di certezze. Questi Angeli ci danno: 52B la forza di usare bene le nostre passioni, perdonando qualsiasi errore nostro ed altrui 52M le tentazioni legate al te lo avevo detto io, dove ci poniamo al di sopra del nostro prossimo come giudici padroni del tempo, che si sono sostituiti a Dio.

53B laAnn 53M vymak C A M I V Camio 17,20-17,40: UMILT

COMUNIONE BESTIALIT

Lumiliazione dei figli di Dio essere stati cacciati dal Paradiso Terrestre per essere umiliati, cio per essere messi in contatto con la terra. Proprio coloro che hanno grandi doti e notevoli possibilit, devono decidere che uso fare di queste doti. La tentazione quella di metterle al servizio dellego. Questi Angeli ci aiutano a: 53B superare le tentazioni mettendo in comunione le nostre capacit 53M subire le tentazioni legate alluso bestiale della nostra forza sia fisica sia interiore, in modo di farci scoprire come la superbia sia una offesa a noi, agli altri e al creato. 54B latyn 54M cvmrvm M V R M V C Murmuc 17,40-18,00: REGALIT EREDIT MEDIANIT

Se il Signore ha stabilito nei cieli il suo trono e che il suo regno abbraccer tutto lUniverso, allora questo regno a noi promesso dovr rispecchiare le caratteristiche del regno celeste. Questi Angeli ci aiutano a: 54B ricevere leredit che ci stata promessa come coloro che tornano pentiti alla casa del Re, per scoprire di essere visti e trattati da Lui come figli prediletti 54M cadere nelle tentazioni legate ai poteri occulti come strumento per collegarsi artificialmente verso lalto, nellillusione di trovare una scorciatoia verso il cielo.

55B hyhbm 55M >bvrv V R V B Sh Orobas 18,00-18,20: MEMORIE

RAGION PURA RICONCILIAZIONE

Il Signore resta in eterno perch le sue opere sono legate al Suo progetto, al Suo sogno. Chi vuole partecipare a questo sogno, deve saper trasformare i suoi pensieri in azioni coerenti con il sogno di Dio. Questi Angeli ci aiutano attraverso: 55B la nostra ragion pura, che quella capacit di mantenere la logica al servizio dellanima e del cuore 55M le tentazioni di una riconciliazione basata sulla logica umana del dare e dellavere, dellequilibrio e dello scambio. 56B layvp 56M yrnmg G M N R I Gremory FEMMINILE 18,20-18,40: RICCHEZZA FORTUNA SEDUZIONE

Spesso il nostro vacillare legato allincapacit di comprendere, in molte situazioni, il senso degli eventi che ci capitano. Superare ogni rancore ed ogni reazione negativa rispetto a ci che percepiamo come ostacoli deve essere uno dei nostri obiettivi. Non andare mai in collera, aiutati da questi Angeli a comprendere la realt attraverso: 56B la percezione delle innumerevoli fortune che ci vengono in ogni istante elargite 56M le tentazioni del sesso come mezzo artificiale per ricercare uno sfogo alle nostre rabbie.

57B hymmn 57M v>v V Sh V 18,40-19,00: FEDE

Ose

TIMOR DI DIO FOLLIA

Il timor di Dio una forza fondamentale nella nostra vita. Timore non significa paura, che il vero nemico della fede. Timor di Dio saper comprendere che Lui molto pi grande di noi. Per fare questo bisogna fare silenzio e sapere ascoltare ci che ci arriva da dentro. Fare deserto, facendoci aiutare da questi due Angeli che ci danno: 57B la forza della gioia delloperare nel timor di Dio 57M le tentazioni legate alla superbia di chi follemente si ribella a Dio e alla vita. 58B lalyy 58M >nva A V M Sh Amy 19,00-19,20: FEDELT INTELLIGENZA ARIDIT

Non possiamo avere un soddisfacente e miracoloso futuro, se ci basiamo su un passato infelice e cinico. La mente ancorata al passato perde lo spirito vitale. La persona che si trova in questa situazione diviene cinica, rispetto a ogni evento. Questi Angeli ci danno: 58B lintelligenza di capire come uscire da stati danimo negativi 58M le tentazioni per vincere le nostre aridit dellanima, per scoprire il piacere di donare ed amare incondizionatamente.

59B laxrh 59M ,ayrv V R I A Ch Oriax 19,20-19,40: PRATICIT

ONNISCENZA MISCREDENZA

Lodare il Signore in ogni momento della nostra vita, perch Dio in tutto, in ogni cosa, necessario per recuperare le sue scintille. Se le liberiamo, saremo capaci di vedere la Sua Luce in ogni cosa. Per quando perdiamo la capacit di amare e interrompiamo il canale di comunicazione con Lui non siamo capaci di Amare. Questi Angeli ci aiutano a: 59B scoprire come sia facile comprendere le leggi del creato quando siamo connessi al Signore e alla creazione 59M le tentazioni per vincere le stupide credenze e le azioni che interrompono il nostro collegamento con Lui e la sua energia 60B larjm 60M alvpn N P V L A Vapula 19,40-20,00: PENTIMENTO CONVERSIONE MATERIALIT

Essere liberi vuol dire essere andati oltre le apparenze e le forme. La Verit vi far liberi. Il problema risalire alla Verit, andare oltre i nostri sensi. Non esiste la possibilit di scoprire la Verit essendo schiavi del proprio ego. Vivere in libert lasciare che la Vita ci porti a fare quello che lei ci propone. Gli Angeli ci aiutano con: 60B la capacit di convertirci continuamente, cio di cambiare sempre strada, perch la Vita creativit assoluta 60M le tentazioni per vincere la nostra paura di perdere il possesso e il controllo sulle cose e sulle persone a causa dei continui cambiamenti.

61B labmv 61M ]agaz Z A G A N Zagan 20,00-20,20: EMOZIONI

RISONANZA IMPASSIBILIT

Porre il nome di Dio sopra ogni cosa significa capire quanto la Genesi ci dice nel secondo giorno della creazione. Le acque da separare non sono solo le emozioni, ma sono anche le acque fisiche, quelle sulle quali aleggiava lo Spirito di Dio, quelle che permettono ogni forma di vita. I due Angeli ci permettono di: 61B entrare in risonanza con la vibrazione dellacqua che ci permette di entrare nel Tutto, di collegarci al Suo Nome 61M scoprire come limpassibilit di chi non sa vivere le proprie emozioni non un valore positivo, ma un grande limite da superare 62B lahhy SAPERE 62M vlav V A L V Volac SCOPERTA 20,20-20,40: MODESTIA Predicare bene e razzolare male presente in un antico detto. Chi sente una grande spinta a predicare spesso tende a porre se stesso al di sopra di tutto e di tutti. La tentazione per il nostro ego di prendere il posto di Dio. Questi Angeli ci aiutano a: 62B utilizzare in modo corretto il sapere, donandolo agli altri senza salire in cattedra 62M le tentazioni legate al gonfiarsi per ogni scoperta che facciamo, come se laver capito fosse un nostro merito e non un dono dato dallAlto

63B lavni 63M >ardna A N D R A Sh Andras 20,40-21,00: ESULTANZA

UNIT BELLIGERANZA

In ogni giorno della nostra vita ci capita dincontrare nuove persone. Superando le apparenze, meglio sentire il profondo dellanima di chi ci sta di fronte, percepire la mansuetudine di ogni cuore dove opera Dio, capire che chi opera collegato alla Luce non potr mai essere un pericolo, apprezzando il calore e limmagine di Dio che in ogni persona. Questi Angeli ci danno: 63B la capacit di unirci agli altri attraverso la capacit di essere mansueti 63M le tentazioni legate alla nostra belligeranza, come strumento per imporre agli altri la nostra volont, rompendo cos larmonia dellunit. 64B layxm ENERGIA VITALE 64M a>rvah H A V R Sh A Haures FIAMMA INTERIORE 21,00-21,20: DIVULGAZIONE Noi tendiamo, attraverso il nostro ego, a costruire un immagine di tranquillit e di sicurezza di noi stessi. Ma questo un processo solo mentale. impossibile controllare la creativit di Dio che ci da la Vita: non siamo noi che possiamo determinare il futuro, con le nostre scelte e le nostre azioni. Questi Angeli ci danno: 64B la forza dellenergia vitale che riceviamo e sappiamo usare bene se operiamo in umilt, nel Suo nome e non per metterci in bella mostra 64M le tentazioni legate a quel fuoco interiore che sinfiamma in noi quando siamo convinti di fare il bene, e che questo ci dia merito, verso gli altri e verso noi stessi.

65B hybmd SAPIENZA 65M >vhplardna A N D R A L P H V Sh Andrealphus CALCOLO 21,20-21,40: PROVVIDENZA Il timore di Dio non avere paura di Dio, ma dire: S che tu sei un Padre buono e voglio giocare con te, realizzare il tuo progetto e non il mio. Questi Angeli ci aiutano a vedere le conseguenze future delle nostre azioni di oggi e ci daranno: 65B la sapienza per svolgere la nostra missione anche al di la delle conoscenze accumulate nella nostra mente 65M le tentazioni per capire che non possono essere i nostri calcoli mentali la fonte dei nostri progetti 66B la!nm 66M >yramyk C I M A R I Sh Cimejes 21,40-22,00: CALORE PROTEZIONE ABBANDONO

Superare il proprio ego significa uscire da una visione vittimistica, dove le cose che capitano sono frutto dellesterno, ma capire che tutto frutto delle nostre azioni. Assumere le nostre vere responsabilit il primo passo per arrivare a quella umilt interiore che necessaria per cambiare la nostra visione della vita. Gli Angeli ci danno: 66B la protezione contro le false idee che la nostra mente si crea a partire da un ego indomito; 66M le tentazioni per capire che non si possono abbandonare le nostre responsabilit, n si possono scaricare o imputare agli altri.

67B laiya SALTO DIMENSIONALE 67M >aykvdma A M D V S I A Sh Amdusias UMANIT 22,00-22,20: EVOLUZIONE Se abbandoniamo i nostri progetti e il nostro ego animalesco, creiamo un meccanismo virtuoso e positivo, che ci porta a continui successi interiori e a sviluppare un rapporto armonioso con il nostro prossimo. Cos le aspettative si realizzano, con laiuto per: 67B realizzare le condizioni che ci permettano di fare quel salto dimensionale che indispensabile per la nostra ed altrui salvezza; 67M scoprire attraverso le tentazioni e le conseguenti cadute che lumanit un sentimento largamente diffuso, oltre le nostre aspettative. 68B hyvbx INCONDIZIONATO 68M laylb B L I A L Belial 22,20-22,40: CREATIVIT AMORE SODOMIA

Non sbagliato mettersi in contatto con i defunti, ma le sedute spiritiche vanno evitate. Se una persona possiede la dote di contattare i defunti, la deve poter utilizzare, con laiuto di questi due Angeli che le daranno: 68B la forza derivante da un amore incondizionato che ci permette di superare ogni barriera fisica o dimensionale, aprendo il canale di comunicazione con tutto e con tutti; 68M le tentazioni per comprendere come una sessualit deviata e bestiale sia un ostacolo insormontabile che ci relega allisolamento dal Tutto.

69B lahar RENDERE GRAZIA 69M aybrakd D C A R B I A Decarabia AVARIZIA 22,40-23,00: VISIONE Vedere tutto spesso legato alla chiaroveggenza. Chi ha la capacit di porsi al servizio con un cuore puro pu ricevere anche questo dono, per poter vedere ci che gli altri non vedono. Per questa dote deve essere totalmente messa al servizio degli altri, e questo possibile solo con laiuto di questi due Angeli, che ci danno: 69B la forza di rendere grazia a Dio attraverso questa dote, utilizzandola solo per realizzare i suoi progetti; 69M le tentazioni per vincere lavarizia di un cuore duro, che tenderebbe a limitare a pochi i benefici di una simile dote. 70B hymby MIRACOLI 70M ra> Sh A R Seere IMPREVISTI 23,00-23,20: TRASFORMAZIONE Vedere la Luce del Progetto di Dio alla fine di ogni tunnel e riconoscere che c quel particolare Progetto sotto lapparente caos un obiettivo importante. Avendo Fede, questi Angeli ci aiuteranno a: 70B fare miracoli come testimonianza che esiste un Padre che ci ama e che possibile essere Uno con Lui; 70M le tentazioni per capire che glimprevisti esistono solo nella nostra mente, perch tradite dalla Vita sono solo le nostre aspettative, frutto di una mente che mente.

71B layyh MOTIVAZIONE 71M ]vylaunad D A N T A L I V N Dantalion VERGOGNA 23,20-23,40: ILLUMINAZIONE I fisici non pongono un limite numerico agli universi paralleli. Sicuramente non siamo soli, e siamo tutti collegati a queste realt. Con laiuto di questi Angeli siamo in grado di vivere questa complessit, comprendendola non perch siamo dotati di una intelligenza superiore, ma grazie a doti profetiche che ci danno: 71B la giusta motivazione per essere capaci di superare i vincoli spazio-temporali della creazione, vivendo questa multidimensionalit; 71M le tentazioni basate sul sentimento della vergogna, che ci permette di comprendere come esiste una realt multidimensionale pi estesa rispetto alle nostre idee. 72B hymvm RINASCITA 72M >vylmvrdna A N D R V M L I V Sh Andromalius SMARRIMENTO 23,40-24,00: PURIFICAZIONE Fare pulizia, in primo luogo dentro se stessi, poi dentro gli altri, un ciclo continuo. Saper fare pulizia senza farsi coinvolgere nelle cose negative, interrompendo dei cicli e delle situazioni che magari si propagavano da centinaia danni, quasi un miracolo, possibile con laiuto di questi Angeli che ci danno: 72B la forza di rinascere a una nuova vita, riemergendo dalle ceneri come la mitica araba fenice; 72M le tentazioni che inducono quello smarrimento di se stessi che un passaggio importante, a volte necessario, per scoprire i propri limiti e superarli.

Tabelle riassuntive degli Angeli


n. Angelo (Bene) Strumento Tentatore Strumento

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

Vehuaiah Jeliel Sitael Elemiah Mahasiah Lelahel Achaiah Kahetel Aziel Aladiah Lauviah Hahaiah Jezalel Mebahel Hariel Hakamiah Lanoiah

VOLONT AIUTO COSTRUZIONE POTERE PURIFICAZIONE LUCE CORAGGIO PROSPERIT INDULGENZA GRAZIA VITTORIA RIFUGIO FEDELT VERIT CHIAREZZA LEALT RIVELAZIONE GIUSTIZIA ESPANSIONE REDENZIONE INSEGNAMENTO FAMA GUARIGIONE MAGNANIMIT SERENIT DISCREZIONE CIVILT LONGEVIT LIBERAZIONE

Bael Agares Vassago Gamigin Marbas Valefor Amon Barbatos Paimon Buer Gusion Sitri Beleth Leraje Eligos Zepar Botis Bathin Sallos Purson Marax Ipos Aim Naberius GlasyaLabolas Bune Ronove Berith Astaroth

18 Kaliel 19 Leuviah 20 21 22 23 24 Pahaliah Nelekael Jeiaiel Melahel Hahuiah

PAUROSIT LEGAMI EGOCENTRISMO OCCULTISMO ONNIPOTENZA FUGA DALLA REALT ACCOMODAMENTO CHIAROVEGGENZA SUPERBIA SALUTE ONORI LUSSURIA CONCORDIA DISTRUZIONE DEI NEMICI CREARE GUERRE FALSA APPARENZA OCCULTAMENTO RIPARAZIONE MAGICA ATTRAZIONE SESSUALE RICCHEZZA MATERIALE CONOSCENZA CORAGGIO ASTUZIA RESTITUZIONE DELITTO POSSEDIMENTI RENDERE AMICI I NEMICI ALCHIMIA CREAZIONE

25 Nith-Haiah 26 Haaiah 27 Jerathel 28 Seeiah 29 Reiiel

n. Angelo (Bene)

Strumento

Tentatore

Strumento

30 Omael 31 Lekabel 32 Vasariah 33 Jehuiah 34 Lahabiah 35 36 37 38 Kevakiah Menadel Aniel Haamiah

CRESCITA OPPORTUNIT GENEROSIT ACCORDO RETTITUDINE RICONCILIAZIONE LAVORO VIRT SPIRITUALIT RISPETTO GIOIA PERCEZIONE ORGANIZZAZIONE LIBERT COMANDO SUPPORTO SCOPERTA CONTEMPLAZIONE SALVEZZA ELEVAZIONE ELOQUENZA ESOTERISMO AMNISTIA COMUNIONE EREDIT RAGION PURA FORTUNA TIMOR DI DIO INTELLIGENZA ONNISCENZA CONVERSIONE RISONANZA

Forneus

39 Rehael 40 Ieiazel 41 Hahahel 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 Mikael Veubiah Ielahiah Sealiah Ariel Asaliah Mihael Vehuel Daniel Hahasiah Imamiah Nanael Nithael Mebaiah Poiel Nemamiah Jeialel Harahel Mizrael Umabel

AMORE-ODIO RESTITUIRE LE Foras PROPIET Asmoday AVIDIT Gaap DISCORDIA AMORE Furfur CONIUGALE Marchosia AIUTO IN s BATTAGLIA Stolas TEORIA Phenex CONFUSIONE Halphas DISTRUZIONE DESIDERI Malphas REALIZZATI Raum EBREZZA Focalor EMOTIVIT FRAGILIT Vepar EMOTIVA Sabnock DOMINIO Shan SORDIT Vine SPIARE Bifrons STUPIDIT Uvall SUPERFICIALIT Haggenti INGIUSTIZIA Crocell MISERIA Furcas FILOSOFIA Balam INVISIBILIT Alloces PREDIZIONE Camio BESTIALIT Murmuc MEDIANIT Orobas RICONCILIAZIONE SEDUZIONE Gremory FEMMINILE Ose FOLLIA Amy ARIDIT Oriax MISCREDENZA Vapula MATERIALIT Zagan IMPASSIBILIT

n. Angelo (Bene)

Strumento

Tentatore

Strumento

62 Jah-Hel 63 Anianuel 64 Mehiel 65 Damabiah 66 Manakel 67 Eiaiel 68 69 70 71 Habuiah Rochel Jabamiah Haiel

SAPERE UNIT ENERGIA VITALE SAPIENZA PROTEZIONE SALTO DIMENSIONALE AMORE INCONDIZIONATO RENDERE GRAZIA MIRACOLI MOTIVAZIONE RINASCITA

Volac Andras

Haures Andrealph us CALCOLO Cimejes ABBANDONO Amdusias Belial Decarabia Seere Dantalion Andromali us UMANIT SODOMIA AVARIZIA IMPREVISTI VERGOGNA

SCOPERTA BELLIGERANZA FIAMMA INTERIORE

72 Mumiah

SMARRIMENTO

Tabella delle funzioni nelle 24h


n. Angelo B Angelo T Nelle 24h Ora

1 Vehuaiah 2 Jeliel 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 Sitael Elemiah Mahasiah Lelahel Achaiah Kahetel Aziel Aladiah Lauviah Hahaiah Jezalel Mebahel Hariel Hakamiah Lanoiah

Bael Agares Vassago Gamigin Marbas Valefor Amon Barbatos Paimon Buer Gusion Sitri Beleth Leraje Eligos Zepar Botis

INTRAPRENDENZA AMARE ED ESSERE AMATI AVERE E INCONTRARE NOBILT FELICIT IN ARRIVO BUONA APPARENZA PROSPERIT DIVULGARE LA VERIT ABBONDANZA GUARIGIONE RISULTATI POSITIVI SUCCESSO PROTEZIONE RICONCILIAZIONE FORTUNA RIABILITAZIONE OPPORTUNIT GIOIA

0,00 0,20 0,20 0,40 0,40 1,00 1,00 1,20 1,20 1,40 1,40 2,00 2,00 2,20 2,20 2,40 2,40 3,00 3,00 3,20 3,20 3,40 3,40 4,00 4,00 4,20 4,20 4,40 4,40 5,00 5,00 5,20 5,20 5,40

n.

Angelo B

Angelo T

Nelle 24h

Ora

18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54

Kaliel Leuviah Pahaliah Nelekael Jeiaiel Melahel Hahuiah Nith-Haiah Haaiah Jerathel Seeiah Reiiel Omael Lekabel Vasariah Jehuiah Lahabiah Kevakiah Menadel Aniel Haamiah Rehael Ieiazel Hahahel Mikael Veubiah Ielahiah Sealiah Ariel Asaliah Mihael Vehuel Daniel Hahasiah Imamiah Nanael Nithael

Bathin Sallos Purson Marax Ipos Aim Naberius GlasyaLabolas Bune Ronove Berith Astaroth Forneus Foras Asmoday Gaap Furfur Marchosias Stolas Phenex Halphas Malphas Raum Focalor Vepar Sabnock Shan Vine Bifrons Uvall Haggenti Crocell Furcas Balam Alloces Camio Murmuc

LIBERT GENEROSIT REDENZIONE SAPERE FAMA BONT SINCERIT PACE DIPLOMAZIA DIFESA SALUTE ELEVAZIONE ESPANSIONE TALENTO PRATICO NOBILT RIVELAZIONE CLEMENZA AMORE FAMILIARE ONORE IDEE SPERANZA FAMIGLIA RINASCITA VERIT AUTORIT DEDIZIONE EROISMO REALIZZAZIONE INTELLIGENZA EQUILIBRIO MISSIONE GRANDEZZA UMANIT DISCERNIMENTO INIZIAZIONE UMILT REGALIT

5,40 6,00 6,00 6,20 6,20 6,40 6,40 7,00 7,00 7,20 7,20 7,40 7,40 8,00 8,00 8,20 8,20 8,40 8,40 9,00 9,00 9,20 9,20 9,40 9,40 10,00 10,00 10,20 10,20 10,40 10,40 11,00 11,00 11,20 11,20 11,40 11,40 12,00 12,00 12,20 12,20 12,40 12,40 13,00 13,00 13,20 13,20 13,40 13,40 14,00 14,00 14,20 14,20 14,40 14,40 15,00 15,00 15,20 15,20 15,40 15,40 16,00 16,00 16,20 16,20 16,40 16,40 17,00 17,00 17,20 17,20 17,40 17,40 18,00

n.

Angelo B

Angelo T

Nelle 24h

Ora

55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72

Mebaiah Poiel Nemamiah Jeialel Harahel Mizrael Umabel Jah-Hel Anianuel Mehiel Damabiah Manakel Eiaiel Habuiah Rochel Jabamiah Haiel Mumiah

Orobas Gremory Ose Amy Oriax Vapula Zagan Volac Andras Haures Andrealphus Cimejes Amdusias Belial Decarabia Seere Dantalion Andromalius

MEMORIE RICCHEZZA FEDE FEDELT PRATICIT PENTIMENTO EMOZIONI MODESTIA ESULTANZA DARE ENERGIA PROVVIDENZA CALORE EVOLUZIONE CREATIVIT VISIONE TRASFORMAZIONE ILLUMINAZIONE PURIFICAZIONE

18,00 18,20 18,20 18,40 18,40 19,00 19,00 19,20 19,20 19,40 19,40 20,00 20,00 20,20 20,20 20,40 20,40 21,00 21,00 21,20 21,20 21,40 21,40 22,00 22,00 22,20 22,20 22,40 22,40 23,00 23,00 23,20 23,20 23,40 23,40 24,00

Come comunicare con gli Angeli custodi Ci sono molti modi per comunicare con gli Angeli, e questi modi di solito vengono attivati durante la vita in modo progressivo; per i vari modi si sovrappongono, e alla fine si possono utilizzare anche tutti in parallelo, in istanti diversi della giornata. Il primo modo per comunicare utilizzare lintuizione e lenergia psichica, poi la telepatia, e poi via via altri modi, sino al pi elevato che essere preghiera. Lintuizione e lenergia psichica Lintuizione il primo canale di comunicazione, e questa strettamente legata allenergia psichica. Per questo motivo questo modo poco potente, perch dipende fortemente da moltissimi fattori, dallo stato di salute fisica alle condizioni ambientali. per un canale gestibile attraverso la ragione, e quindi attivabile con un atto volontario che non incute timore alla nostra mente. Per contro, proprio a causa dei suoi limiti, non permette un vero discernimento dellinterlocutore, e si pu correre il rischio di comunicare con lentit sbagliata. Nel senso che non esistono solo gli Angeli, e altri tipi di creature o energie possono facilmente essere confusi, se la valutazione si limita alle capacit mentali. Per attivare questo canale bisogna prestare particolare attenzione alle intuizioni che ci arrivano nellarco della giornata. Visto che di solito gli Angeli rispondono a una nostra chiamata, per capire se queste intuizioni sono risposte a nostre domande inviate sotto forma di idee liberate dalla mente, si pu osservare lora alla quale lintuizione arrivata e verificare quali Angeli erano attivi in quel momento. Lintuizione pu arrivare da loro, oppure dai nostri Angeli custodi, o da noi stessi, nel senso che la mente anche in grado di partorire intuizioni. Quindi se questa intuizione coerente con un aspetto di questi quattro Angeli, allora forse arriva da loro, altrimenti arrivata in altro modo.

Oltre ai limiti di forza di questo modo, esiste un ulteriore problema: questo metodo non permette dinstaurare una comunicazione bilanciata bilaterale. Spesso lintuizione arriva, ma noi stessi non sappiamo perch. Per questo motivo bene passare al gradino successivo. La telepatia La telepatia il modo principe di comunicazione usato dalluomo. Contrariamente a quanto pensiamo, noi comunichiamo pi telepaticamente che verbalmente. Tra laltro, la comunicazione verbale limitata agli scambi tra umani che conoscano il nostro linguaggio, mentre la comunicazione telepatica abbraccia ogni creatura vivente del creato. Ma il creato fatto solo da creature viventi, con caratteristiche molto diverse, ma ogni elemento del creato un essere vivente, non solo gli uomini e gli animali, ma anche le piante, le rocce, le stelle o i pianeti. Quindi la telepatia ci permette di comunicare con ogni cosa del creato, a prescindere dalla sua distanza fisica. Non ci sembra necessario spiegare cosa sia la telepatia e come vada utilizzata, visto che esistono molteplici libri in materia. Possiamo semplicemente sottolineare che il modo per collegarsi telepaticamente con gli Angeli non ha nulla di particolare rispetto alla normalit. Inoltre questo metodo bilaterale e quindi permette una piena comunicazione. La meditazione La meditazione stato il mezzo principe utilizzato nel passato per mettersi in comunicazione verso lalto. Esperienze di meditazione sono riportate nelle vite dei maggiori mistici di ogni religione e di ogni epoca. Ancora oggi la meditazione viene praticata e insegnata da molte guide spirituali. Noi non siamo molto convinti della validit di promuovere ora questo mezzo, nel senso che oggi molto pi difficile riuscire a

meditare senza perdere il collegamento con la realt e senza collegarsi, senza volerlo, con entit di basso livello, a volte negative, altre volte burlone, o che in ogni caso portano fuori strada. Sarebbe qui troppo lungo spiegare quali sono le cause fisiche che hanno determinato questo cambiamento, ma possiamo dire che esistono e non fanno parte delle intuizioni dellesoterismo, ma sono vere e proprie cause fisiche, misurabili e verificabili sperimentalmente. Alla fine per il risultato che la meditazione rimane una tecnica virtualmente utile per comunicare con gli Angeli, ma bene sia utilizzata solo da chi ha veramente una lunga esperienza specifica e sa esattamente quali energie sta muovendo e cosa sta succedendo, istante per istante. Per contro, chi da tempo la pratica ha a sua disposizione un mezzo veramente potente. In ogni caso qualsiasi meditazione che porti ad uno stato alterato delle percezioni, cio ad una alterazione dellessere, come lo stato di trance, deve essere accuratamente evitata, da tutti. La scrittura Un mezzo di comunicazione la scrittura automatica. Ci rendiamo conto che questo mezzo non alla portata di tutti, perch ci vuole anche una certa propensione naturale per attivarlo, per crediamo che le persone che lo utilizzano siano una piccolissima parte di quella moltitudine che sarebbe in grado di scrivere sotto dettatura degli Angeli o di altre entit celesti. La scrittura molto importante sia perch i messaggi restano nel tempo, e possono essere riletti anche a distanza di anni, presentando magari significati sempre pi comprensibili, sia perch lo scrivere e il rileggere obbliga la mente ad uno sforzo di razionalizzazione ed interiorizzazione che altrimenti non sempre viene fatto. Ci sono due modi fondamentalmente diversi di scrittura automatica. Il primo un modo legato ad uno stato alterato, magari di trance. In questo caso chi scrive riceve vere e proprie frasi, e al risveglio si ricorda ben poco dellaccaduto, e magari

scopre di aver scritto frasi a lui stesso incomprensibili. Molte volte sono stato interpellato per capire messaggi che erano arrivati a persone che non conoscevano il significato dei termini presenti nei messaggi stessi. In generale questo non un modo per comunicare con gli Angeli, o quanto meno non un modo a loro gradito. La comunicazione dovrebbe essere sempre bilaterale, con la possibilit di porre domande e ricevere risposte da entrambe le parti. Inoltre ricevere delle frasi incomprensibili e di conseguenza interpretabili in modo errato, visto che linterpretazione data da un estraneo, non certamente il massimo della trasparenza. La scrittura diviene un mezzo potente ed importante quando la scrittura di pensieri non pensati, che per vengono trasformati in parole attraverso un processo cosciente. Ho una lunga esperienza in materia, e so bene che il linguaggio, la forma, la terminologia saranno diversi a seconda di chi riceve il messaggio. So che un problema di chi scrive in questa condizione la velocit di scrittura, nel senso che i pensieri scorrono pi veloci delle parole, e daltra parte i pensieri non permangono nel cervello proprio perch non sono stati pensati; di conseguenza bisogna trasformare al volo i pensieri in parole, e non c il tempo di pensare, tantomeno di riflettere. Cos chi ha scritto, quando arrivato alla fine, costretto a rileggere il tutto, per poter entrare in ci che ha fissato sulla carta, ma non ha problemi di comprensione, perch il linguaggio il suo, le parole sono a lui note. Questo metodo non valido solo per comunicare con gli Angeli, ma pu essere utilizzato per comunicare con qualsiasi entit celeste. Il sogno Nella Bibbia sono molteplici gli episodi nei quali gli Angeli comunicano attraverso il sogno. Questa tradizione si perpetua anche nei Vangeli. Questo modo presente anche nelle altre religioni, in particolare in quelle orientali, dove il sogno ha un grande valore.

Quindi il sogno pu essere un modo per ricevere dei messaggi dagli Angeli. Ha per il limite di essere monodirezionale. Inoltre comporta il problema di saper discriminare tra il sogno come nostro strumento di comunicazione interna, tra la parte cosciente e la parte immanifesta di noi stessi, e il sogno come esperienza che arriva dallesterno. In generale, i sogni del primo tipo, che sono i pi frequenti, sono difficilmente interpretabili da chi li ha fatti. Ad esempio, i sogni utilizzano personaggi reali della nostra vita per raccontarci ci che vogliono dirci, per se abbiamo sognato che nostro figlio ha fatto o detto una certa cosa, c da scommettere che nostro figlio non centra nulla, e semplicemente magari ci rappresenta un aspetto di noi, la nostra giovane energia maschile. Quindi per capire un nostro sogno dobbiamo ricorrere allinterpretazione di qualcuno esperto in questa materia. Per contro, se il sogno arriva dallesterno, allora perfettamente capibile, non usa allegorie o personaggi rappresentativi, e se si hanno delle visioni, normalmente queste sono previsioni o profezie. Ancora una volta necessaria una buona dose di discernimento. La preghiera Pregare da sempre un modo per comunicare verso lalto. Anzi, stato forse il modo pi diffuso che ci stato tramandato sinora. Come vedremo tra poco, la situazione non pi questa. La preghiera presente in tutte le religioni, e in tutto il mondo rappresenta il modo di dialogare con il soprannaturale, a prescindere dallimmagine associata a questo termine. Si pu dire che la preghiera universale, e poco contano le parole, ma molto conta lintenzione che soggiace alla preghiera. I recenti studi di diverse Universit hanno dimostrato la capacit dinterazione tra preghiera e realt fisica. Quindi la preghiera anche un modo per entrare in relazione con gli Angeli. La preghiera pu essere utilizzata per chiedere, ma anche per ringraziare.

Quando la preghiera profonda, passa da una dimensione monodirezionale, dal basso allalto, ad una realt bidimensionale, permettendo uno scambio dinformazioni. Imparare a pregare e non aver paura di chiedere sono passi fondamentali nella nostra esperienza umana, oltre i quali si pu andare solo diventando noi stessi preghiera. Essere preghiera Essere preghiera come essere Uno. Chi ha imparato ad essere preghiera entrato in una dimensione nuova dellessere, laddove tutto ci appartiene e noi siamo parte del tutto. Essere preghiera significa poter comunicare direttamente, in modo immediato, cio senza mezzo, perch non serve un mezzo quando si . Sembra che questo equivalga ad essere Dio, ma non vero. Dio oltre, perch Dio continuo dinamismo, caos inarrestabile, creazione continua, quindi Dio non mai, perch sempre sar. Esodo 3:14 Dio disse a Mos: Io sar Colui che sar. Poi disse: Dirai cos ai figli d'Israele: "L'Io sar mi ha mandato da voi". Due futuri perch Dio sempre al futuro, il suo non leterno presente, dimensione raggiungibile anche dalluomo, ma leterno futuro. Laltra possibile traduzione, che spesso abbiamo utilizzato nelle conferenze, : Io sar Colui che mi farai essere, ma il tempo dei verbi non cambia, resta sempre futuro. Per in questa seconda traduzione rimarcata linterazione tra la realt dellessere umano e la divinit. La massima espressione di questa interazione lessere preghiera. Quando si preghiera, si anche in relazione diretta con i propri Angeli custodi, cos come con ogni altro Angelo nellarco della giornata. Anzi, vorremmo azzardare che quando si preghiera, la relazione con il Tutto cos intima che anche quanto detto in questo libro scompare, perch chi preghiera uscito dalla dinamica dellevoluzione umana, ha superato ogni Nome e ogni Angelo, lui stesso Nome ed Angelo.

Sintesi Ogni giorno trovate il tempo di fermarvi per fare deserto. Calmate la vostra mente, fermate ogni ragionamento, e cercate di ascoltare ci che arriva dal cuore e dal Cielo. Accettate ci che arriva a voi, specialmente se arriva come un pensiero non pensato. Restate aperti a ogni possibilit, perche la vita abbondante talmente abbondante da essere sempre oltre ogni immaginazione. Imparate a ricevere, invece che donare. Siate creativi, partendo da una creativit materiale, magari dipingendo, ballando, facendo musica, per arrivare ad una vera creativit, a fare miracoli. Passate da una creativit cerebrale, ad una creativit del cuore, ad una creativit dellanima, che mette in equilibrio cuore e mente, attraverso il vivere le emozioni. Chiedete. Chiedete a voi stessi. Chiedete agli amici. Chiedete agli Angeli. Chiedete al Cielo. Fate domande di ogni genere. Aspettate le risposte prima di prendere decisioni e scatenare azioni. Non prendete mai liniziativa, ma obbedite alla vita, a ci che vi arriva, credendo in voi stessi, perch tutto ci di cui avete bisogno gi in voi. Quindi chiedete soprattutto di conoscere voi stessi. E alla fine scrivete. Un diario, un giornale di bordo, i messaggi canalizzati, qualsiasi cosa vi passi per la mente, ma scrivete. Lo scrivere fissare sulla carta la parola, e la parola lo strumento principe della creazione, la parola la via per arrivare dentro voi stessi. La parola anche la via per comunicare con gli Angeli. E non dimenticate che In principio era il Verbo.

Come utilizzare i 144 Angeli nelle 24 ore Lopera degli Angeli durante la giornata molto diversa dal loro ruolo di Angeli custodi. Quando siamo nati, oltre che scegliere i nostri genitori e la famiglia nella quale inserirci, abbiamo scelto anche la nostra sfida, la migliore per la nostra evoluzione, e cos facendo abbiamo scelto la nostra data di nascita, e di conseguenza il nostro Nome della Vita. Il Nome della Vita la nostra opportunit e la nostra sfida in questa incarnazione. Rispetto a questo Nome, abbiamo i due Angeli custodi sempre allopera, ma solo per noi. Invece nellarco della giornata, ogni giorno, c la possibilit di utilizzare un canale speciale di comunicazione, per ottenere alcuni aiuti particolari. Questo non significa che gli Angeli operino quotidianamente solo venti minuti, ma in quei venti minuti si apre una particolare condizione di collegamento che permette di collegarsi in modo energeticamente pi semplice. Inoltre questa distribuzione giornaliera vuole indicarci che le 72 manifestazioni di Dio nella materia, che si esprimono operativamente nelle 72 coppie di Angeli, tutte queste manifestazioni sono ogni giorno disponibili per tutti, perch le esigenze della vita vanno ben oltre la nostra sfida personale. da notare che pi siamo impegnati in una missione pi necessitiamo di questi aiuti. Per il Maestro dei maestri, cio per Ges, non si mosse un semplice Angelo, ma addirittura la manifestazione prima del Dio creante, colui che Signore e dona la Vita, cio lo Spirito Santo, e per contro, il principe degli Angeli Tentatori, colui che li comanda, Satana in persona. Allora pi uno santo, pi ha bisogno di tutti gli Angeli ogni giorno. I modi di collegamento sono quelli gi detti, ma il tipo di rapporto dovrebbe essere diverso, nel senso che questo collegamento

dovrebbe avvenire solo per chiedere un aiuto particolare, magari perch siamo di fronte ad un bivio e non sappiamo che strada prendere. Per fare un esempio concreto dalle ore 0.00 alle ore 0.20 operano Vehuaiah e Bael rispetto allintraprendenza. Quindi se pensiamo che dobbiamo prendere un decisione relativa a mettere in moto una nuova iniziativa, possiamo sfruttare questa finestra temporale per chiedere aiuto. Altro esempio. Nei venti minuti successivi operano Jeliel e Agares rispetto ad amare ed essere amati. Se abbiamo una decisione che coinvolge i nostri affetti o le questioni di cuore, questa la finestra giusta per chiedere consiglio. E cos via.

Il caso di Lucifero, principe del male Lucifero viene spesso presentato come il maggiore degli angeli ribelli, ovvero langelo caduto. Lucifero significa portatore di luce, e in ambito sia pagano che astrologico esso indica la cosiddetta stella del mattino, cio il pianeta Venere che, mostrandosi all'aurora, anche identificato con questo nome. Alla Venere romana corrisponde lAfrodite greca. Sono le due versioni della dea dell'amore, della bellezza, della sessualit, della sensualit, della lussuria e dei giardini. Ma tutto questo ci rimanda direttamente alla Sophia, la parte femminile, esoterica del Cristo. Cos partendo da Lucifero siamo arrivati alla Sophia, e dalla Sophia allAnti-Cristo il passo breve, come vedremo al prossimo capitolo. Quello che bisogna capire che questo aspetto occulto, nascosto, femminile di Dio ha sempre fatto paura a tutta la classe sacerdotale di qualsiasi religione. Che si chiami Inanna, in sumero, o Ishtar, in Mesopotamia, o legizia Hathor, o la pi nota Astarte, Siro-Palestinese, o letrusca Turan, Afrodite detta Venere ha dei parallelismi anche con altre dee dell'alba indo-europee, come Ushas o Aurora. In ogni caso porta la luce e corrisponde spesso a qualche cosa di nascente. Nei codici di Nag Hammadi, Sophia l'eone pi basso, parte femminile del Cristo, con cui forma lUnit. Solo ora iniziamo ad affrontare questi miti con una visione innovativa, che si liberata dalle paure di un divino femminile, con tutte le conseguenze che questo comporta. Estendendo quindi il concetto, utilizzando la terminologia ebraico cristiana, ricordiamo che nella Bibbia esiste un Dio creatore detto Elohim", termine formato da una parte al singolare (El) e una al plurale (ohim). Si potrebbe tradurre: colui che hanno vita in se stessi, che sono un insieme maschile e femminile. In questo plurale misto, molto particolare, i cristiani hanno costruito una rappresentazione trinitaria, fatta da un dio Padre/Madre che opera

attraverso un Figlio maschile, il Cristo, e una Figlia femminile, detta Spirito Santo, che corrisponde alla Sophia. Se ora accettiamo che ci sia un dio creatore, senza per altro voler escludere lesistenza di un Dio unico e supremo, ma accettando che esistono delle gerarchie anche a livello divino, allora essitono due livelli. A un livello inferiore c il Dio visibile, quello manifesto, che operano nella storia umana manifestandosi in azioni, e questo Elohim, ovvero Javh, ovvero Adonai, o qualsiasi altro nome utilizzato nellAntico Testamento. Al livello superiore c Dio, quello invisibile, non manifesto, senza alcun nome, che quindi opera nella storia non attraverso le azioni ma indirettamente. A Elohim rispondono tutte le schiere angeliche di ogni tipo e livello, incluso Lucifero. Le nostre paure ci hanno portato a chiamarlo ribelle, ma non tale, semplicemente linversamente eguale dellarcangelo Michele. Quindi questi non sono due opposti, in lotta tra loro, ma dei inversamente eguali, che operano in modo inverso nello stesso progetto. Tutto questo pi facilmente comprensibile usando come esempio il Cristo e lAnti-cristo.

La questione del Cristo e di un Anti-Cristo L'Anticristo per gli ebrei, i cristiani e i musulmani il nemico del Messia, l'avversario e antagonista di Cristo, alleato di Satana, potentissimo ma destinato a soccombere. Gli Ebrei abbracciarono questa credenza solo dopo l'esilio, insieme al concetto delle cosiddette "doglie del Messia" ovvero delle tribolazioni che precederanno la sua venuta. In Ezechiele 38-39 l'Anticristo sarebbe stato il principe guerriero Gog di Magog, mentre in Daniele 11, 21 sarebbe stato un sovrano asiatico che avrebbe preso le armi contro Dio e tormentato Israele con grandi devastazioni e tribolazioni, ma infine sarebbe stato sconfitto dalla venuta del Messia e dei suoi angeli. chiaro che si tratta di visioni profetiche e non puntuali, tantomeno con valenze storiche. Altres mettendo insieme queste tradizioni con quelle cristiane risulta ormai chiaro che si deve abbandonare lidea che lAnticristo sia una persona fisica, idea che per molti anni stata coltivata. A questa idea stata sostituita quella di un opposto a Cristo, una specie di meno Cristo. Questa visione quella del Bene e del Male come opposti, che nel punto zero trovano lequilibrio, che abbiamo illustrato allinizio di questo libro. Se esiste 5 deve esistere - 5, se esiste il Cristo deve esistere il Cristo, perch tutto lUniverso deve restare in equilibrio attorno allo zero. Come detto, non condivido questa visione. Noi viviamo in un mondo tridimensionale, dove ogni cosa e ogni evento viene percepito dai nostri sensi come duale. Il dualismo insito in noi e in ci che ci circonda, sin dalla nostra nascita. Ma un conto la realt, altro conto la sua percezione, altra cosa linterpretazione che diamo a tutto questo. Dalla scoperta dello zero in matematica, che sembra risalire a poco tempo fa, nel VII secolo dopo Cristo, linterpretazione data alla dualit delle cose stata legata alle prime due operazioni aritmetiche che luomo impara, cio la somma e la sottrazione, e allesistenza degli opposti, cio dei numeri negativi.

Questa la logica che ha dominato il mondo da allora in poi, in ogni settore, incluso la spiritualit. In particolare questa logica stata applicata nel mondo occidentale, portando ad una errata interpretazione dei testi antichi di ogni religione. Chi scrisse quei testi, nella nostra tradizione, ad esempio, chi scrisse la Bibbia o i Vangeli o la stessa Apocalisse, non ragionava secondo questo schema. Invece per noi, cos come il bianco e il nero sono definiti come opposti, altres se esiste un Cristo allora deve esistere un Anticristo. Anche rispetto alle energie si parla di energie positive ed energie negative, con la possibilit di accrescere lenergia, sommandone pezzi tra loro, o perdere lenergia, sottraendola. Cos si sviluppa il concetto del bene e del male come opposti in lotta tra loro, e di angeli e demoni, sino a di fatto creare un dio del bene e un dio del male, Dio e Diavolo, anche in quelle religioni che si professano monoteiste. Solo recentemente alcuni teologi hanno iniziato a dire che in ogni caso gli Angeli e i Diavoli obbediscono entrambi a Dio, ma questo non in disaccordo con la visione degli opposti, n comporta il suo abbandono, solo un piccolo passo avanti. Per sviluppare una nuova visione bisogna introdurre ulteriori concetti teologici, come quello dellunitariet dellUno. Per sempre restando agli opposti, da notare che lo zero frutto della somma di due elementi eguali ed opposti. In questa visione lassoluta mancanza del tutto frutto di un annientamento, di una specie di disintegrazione dellelemento con il suo opposto. il concetto di materia ed antimateria, ma lesperienza fisica ci dice che la realt diversa: se due particelle, una di materia e una di antimateria, sincontrano, vero che si annichiliscono, cio spariscono, ma la reazione non nulla, anzi provoca una radiazione elettromagnetica, cio della luce, di energia pari alla somma delle energie delle due particelle. Anche lesperimento fisico smentisce la nostra modalit interpretativa basata sugli opposti.

Infine linfinito matematico, in questa schematizzazione, non unico, ma esistono due infiniti, uno positivo e un negativo, che si trovano agli estremi opposti. Per noi siamo in un uni-verso, e partire dallinfinito negativo per procedere verso linfinito positivo non ha molto senso e non corrisponde allesperienza storica, quindi la rappresentazione deve essere tale da avere un unico verso pur mantenendo la dualit delle cose e certi equilibri che conosciamo empiricamente. Ulteriore elemento di confusione in questa rappresentazione lo zero, perch zero il risultato della somma algebrica di qualsiasi numero con il suo opposto, per zero anche il limite a cui tende linverso dellinfinito, cio lim(1/)= 0. Ma i due zeri hanno significati ben diversi: il primo il niente, linsieme nullo dovuto allannullamento, mentre il secondo la rappresentazione dellimmanifesto, del contrario di tutto, come pu essere il buio il contrario della luce. Tutta levoluzione attualmente in atto, i relativi cambiamenti, gli stessi messaggi che stanno arrivando a molti sensitivi, tutto ci porta a capire come questo schema sia errato e si debba passare a qualche cosa di diverso, la cui portata inizia a dispiegarsi solo recentemente. Una visualizzazione che ho gi proposto in passato quella della medaglia che per esistere deve avere due facce. Le due facce sono inverse tra loro, inverse ma non opposte, sono reciprocamente le due facce della medaglia. In nessun modo possibile contrapporre le due facce, altrimenti la medaglia perde di senso. Nessuno pu stabilire quale sia la faccia A, ma semplicemente, a caso, se chiamiamo A una faccia, laltra diventa B, ma resta valido anche il viceversa. Questo un modo diverso di rappresentare la stessa dualit di prima. Solo che ora le operazioni fondamentali non sono pi somma e sottrazione, ma moltiplicazione e divisione. Tornando allaritmetica, i numeri inversi, o reciproci, sono quelli il cui prodotto da lunit. In pratica 1/n linverso, il reciproco, di n.

Ipotizziamo che queste siano le due facce della medaglia. Allora in questa rappresentazione non c pi spazio per la negativit, ma tutto sempre positivo. Molte cose non cambiano, ad esempio linverso del nero resta il bianco, e viceversa, ma per capirlo dobbiamo ragionarci sopra, perch non siamo abituati a questa modalit di pensiero. Sempre riferendoci alla rappresentazione grafica dellintroduzione, se n=5, allora il suo inverso 1/5. Tanto pi il numero cresce, tanto pi il suo inverso decresce, sino ad arrivare al limite. Anche in questo caso il limite linfinito, ma esiste solo un infinito, e il suo reciproco lo zero. Ma questo un limite, anche nella nostra realt. Finalmente otteniamo uno schema coerente con la parola universo: tutto procede sempre in un verso solo, a partire dal nulla iniziale che contiene il tutto, che non appena si manifesta (il cos detto big bang) si mette in una fase crescente di espansione che non ha mai fine, ma presenta solo un limite teorico non raggiungibile, detto infinito. E se restiamo al simbolo della medaglia, allora questo significa che il nulla e il tutto sono la stessa cosa, luno linverso dellaltro, ma a questo punto la medaglia non esiste pi perch entrambi sono dei limiti non raggiungibili. Siccome preso un qualsiasi elemento, il prodotto con il suo inverso lunit, cio (n) x (1/n) = 1, allora lunione si ottiene proprio dal prodotto (notare il termine prodotto, risultato di una produzione) di due inversi. Angeli e Diavoli non sono contrapposti, non si fanno la guerra, e neppure il Cristo e lAnticristo si danno battaglia, ma semplicemente sono inversi tra loro, e necessari, perch non pu esistere una medaglia con una faccia sola. E anche perch la Vita e levoluzione nelluniverso si produce attraverso la collaborazione degli inversamente eguali. Se prendiamo linsieme dei numeri naturali (1,2,3,) e dei loro inversi, possiamo notare che i numeri naturali sono interi, mentre i loro inversi sono sempre decimali, tranne che in un caso.

Questo caso singolare proprio lunit, perch linverso dellunit nuovamente lunit. Quando raggiungiamo lunit, allora siamo uno con tutto e con tutti, e la medaglia perfetta, quindi paralare di una faccia A e una faccia B non ha pi senso, nellunit le due facce sono identiche e indistinguibili. Altra considerazione: se associamo il mondo del Bene allinsieme dei numeri naturali, e di conseguenza il mondo del Male allinsieme degli inversi, ci accorgiamo che se il valore di una entit positiva cresce, il valore del suo inverso decresce. un nuovo concetto di equilibrio, contrario allidea preconcetta che se il bene cresce allora anche il male deve crescere per bilanciarlo. in questo modo che possiamo far vincere il Cristo: pi ci uniamo al suo corpo mistico, pi Lui si espande, pi lAnticristo tende a sparire. Prima se il bene aumentava, per mantenere lequilibrio anche il male doveva aumentare in proporzione, essendo lequilibrio lo zero. Ma ora lequilibrio luno, e se il bene cresce il male deve decrescere, secondo la funzione inversa, in modo che il prodotto sia sempre lunit. Questa visione molto pi rispondente sia allesperienza sia alla fisica, anche se ci risulta poco intuitiva. Abbiamo detto che linverso del bianco il nero, e questo capibile se si conosce il triangolo dei colori e le sue coordinate, e in ogni caso anche verbalmente che il bianco sia linverso del nero pu essere un concetto intuitivo, ma se ci chiediamo cosa sia linverso della luce, allora la tentazione sarebbe subito di rispondere: il buio. Invece in questa rappresentazione solo linverso di una luce infinita pu produrre il buio, e quindi essendo questo un concetto limite, ancora una volta non applicabile alla realt. Normalmente linverso della luce ancora luce, dintensit molto minore, ma sempre luce.

Linverso del bene il male, ma in questa rappresentazione il male cambia i suoi connotati. Il male diventa una certa quantit di bene, una quantit tanto pi piccola quanto pi grande era il bene di partenza. Esattamente come il peccato non una caduta, ma solo aver sbagliato la mira e non aver fatto centro. In ogni caso la rappresentazione attraverso il simbolo della medaglia non perfetta, e mi scuso se non ho trovato di meglio, mentre la codifica matematica con i numeri naturali e i loro inversi molto pi potente, ma meno intuitiva. Materia e antimateria divengono due elementi che non si possono incontrare, perch sono due facce inversamente eguali della realt. Per nostra fortuna questo incontro non avviene frequentemente in natura, altrimenti questo universo sarebbe gi collassato. Per quando questo avviene, il risultato non nullo, ma il ricongiungimento delle due particelle nellunit, con liberazione di luce, simbolo della trasformazione, ovvero della conversione in energia della medaglia. Ogni volta che una medaglia sparisce c una emissione di luce. Ogni volta che un buco nero sparisce nasce una nuova stella. Cio il creato continua a creare, e in questo processo tende sempre verso lunit, dove lunit perenne dinamismo, e non staticit. la musica del creato, che non silenzio, la danza del creato, che non staticit. Purtroppo spesso abbiamo diffuso una immagine di Dio come di una realt statica, perfetta e immobile, sempre eguale a se stessa. Questa immagine per molto limitante, e poco appropriata anche rispetto alle intuizioni che la moderna fisica ed astronomia ci suggeriscono. Una immagine di un Dio creatore in continua espansione, e di conseguenza che crea continuamente, una immagine pi appropriata, anche se ci pu dare fastidio perch mina la staticit dei dogmi e la nostra necessit di rinchiudere dio in uno schema. Ma questo riguarda anche noi e la scoperta di noi stessi. La vecchia rappresentazione per opposti suddivideva il mondo in buoni e cattivi, in perenne lotta.

La nuova rappresentazione vede lunit come elemento di separazione tra le due schiere, dove linverso dei buoni sono i meno buoni. In questa rappresentazione i cattivi non hanno pi spazio. Ci sono azioni malvagie, ma non esistono cuori malvagi, le azioni possono essere cattive, ma i cattivi non esistono. Esistono i meno buoni, i pi deboli, che bilanciano i pi buoni. Forse per questo lantica Cabala ebraica non dice che il nostro cuore diviso in due parti una buona e una cattiva, ma dice che diviso in due parti, una buona e una potenzialmente cattiva. Potenzialmente, perch la parte sinistra buona anchessa, solo che inversamente buona. Tutto il nostro io, il nostro mondo, lintero universo deve essere ripensato in questa logica. E vedendo il tutto in una prospettiva diversa, prende corpo il concetto della espansione. Usiamo limmagine di una torta. Se passiamo da una fetta grande un sesto della torta ad una un po pi grande, diciamo un suo quinto, ad una ancora pi grande, il suo quarto, cio 1/6, 1/5, 1/4 e cos via, arrivando a 1, cio una torta, per poi continuare verso 4 torte, e poi 5, e poi 6, e cos via; sia nella prima sequenza che nella seconda il processo pu essere visto come una espansione, dove allespansione del lato integro, cio degli interi, corrisponde una contrazione dei reciprochi. Per questo motivo le due facce della medaglia hanno sempre la stessa dimensione: se dico che una faccia vale 5, allora la faccia opposta deve contenere il suo reciproco, cio 1/5, ma non pu essere grande 1/5 perch lattribuzione dei valori del tutto arbitraria, e quindi se la faccia deve contenere 1/5, allora deve poter contenere anche 5. Inoltre il concetto di espansione comporta uno spostamento della centratura. Pensiamo rispetto a noi stessi. Nella vecchia rappresentazione se espandevo la mia sfera dinfluenza, ad esempio, da 5 a 6, allora lopposto passava da -5 a -6, e il centro

restava sempre fermo sullo zero. Il raggio dinfluenza era passato da 10 a 12. Adesso se mi espando da 5 a 6, il reciproco si sposta da 1/5 a 1/6, e quindi anche il centro si sposta. Calcolare dove capita il centro non difficile: per 5 e 1/5 il centro sar (5+1/5)/2=26/10=2,6 mentre per 6 e 1/6 sar (6+1/6)/2=37/12=3,083 cio la nostra centratura ha fatto un passo avanti. Anche il diametro della nostra sfera dinfluenza cambiato: nel primo caso valeva (5-1/5) =24/5 =4,8 mentre ora diviene (6-1/6)=35/6=5,83, cio aumentato. Come ci aspettavamo. Il bello di questa rappresentazione, se si riesce a visualizzarla, che la sfera cresce sempre di pi, ma anche si sposta sempre pi avanti con il suo centro, cosa che non accadeva nel precedente modo di vedere la realt. E cos di espansione in espansione, quando si arriva alla massima espansione, cio ad essere prossimi allinfinito, allora linverso tende ad annullarsi, e il tutto si ricompone nellunit. Anzi, nellUnit del Tutto. A questo punto abbiamo raggiunto il limite della nostra espansione nel mondo reale, e per andare oltre dobbiamo cambiare schema. importante osservare come in questo limite il nostro diametro tende allinfinito cos come la nostra centratura tende a spostarsi verso linfinito, e non verso lunit. Questo ci dice che essere uno con tutto e con tutti non significa essere lunit, ma essere linfinito, che tutto abbraccia e tutto comprende. Lunit solo lelemento singolare di questo insieme, quello che separa glinversi tra loro, quello che ci permette di scoprire la reciprocit. Quindi non si tratta di essere 1, ma di sperimentare lunit essendo, simultaneamente, il nulla e il tutto, che attraverso e grazie alluno, sono reciproci tra loro. In questa visione anche lAnticristo Uno con il Cristo, essendo il suo inversamente eguale, ma ricordando le relazioni matematiche, pi noi rinforzeremo il Cristo, pi la dimensione dellAnticristo diminuir, sino a sparire.

La vittoria del Cristo non viene smentita in questa visione, solo letta in un modo diverso dal solito, assumendoci noi tutti, lumanit, la responsabilit di ci che accadr. In questo modo anche la visione spiritualista di parte della cristianit viene rispettata. Infine una notazione sulla vera negativit. Gi nellintroduzione abbiamo spiegato che questa non esiste a livello divino, ma creata a livello umano dalluomo stesso. Per questo motivo Ges, quando deve riferirsi alla scelta tra i due padroni, non tira in ballo Satana come opposto a Dio, ma mammona, cio la divinit creata dagli uomini. Mammona la ricchezza smisurata, la lussuria sfrenata, il potere delluomo sullaltro uomo, in fine la bestialit di cui capace solo il genere umano. Mammona veramente lunico dio della negativit.

Conclusioni Ci sarebbero tante altre cose da dire sugli Angeli. Ad esempio abbiamo solo accennato alle gerarchie: Serafini, Cherubini, Troni, Dominazioni, Virt, Poteri, Principati, Arcangeli e infine gli Angeli. Abbiamo lasciato allintuizione e alle narrazioni tradizionali il capire come appaiono, sia gli Angeli del Bene sia quelli del Male. Abbiamo tralasciato le tradizioni angeliche nelle varie religioni, dal giudaismo alla cristianit, dallIslam allinduismo, e cos via. Non abbiamo parlato del rapporto tra Angeli, lo zodiaco e lastrologia. Ma ci parso che questo libro fosse gi troppo ricco di concetti ed indicazioni operative, e abbiamo temuto di fare confusione invece che chiarezza. Speriamo che questo libro non finisca in nessun scaffale. Speriamo che fisicamente finisca magari nel vostro comodino, o sulla scrivania in ufficio, cio in un luogo a pronta mano, dove allungare un braccio e consultare velocemente quel punto particolare che confusamente affiora dalla memoria. Soprattutto speriamo finisca nel vostro cuore, affinch la vostra mente possa sempre attingere non concetti aridi, ma calde emozioni. Chiedete aiuto agli Angeli. Chiedete, chiedete, chiedete, non stancatevi mai di chiedere. Non chiedete cose particolari, perch ci che chiederete vi sar dato, ma vi sar dato ci che avrete chiesto. E spesso non sappiamo ci che realmente serve per il nostro bene. Quindi lasciate che siano loro a decidere i particolari, ma voi chiedete, perch tutti noi abbiamo bisogno di aiuto, tra di noi e dallalto. Quando chiedete, non mettete limiti, non permette alla vostra mente di inscatolare le idee nel razionale. La potenza del Creato infinita. E chiedere oltre il massimo non toglie nulla a nessuno. Togliere tanto o poco ad una risorsa infinita vuol dire in ogni caso

non aver tolto nulla; e allora tanto vale chiedere oltre, oltre ogni aspettativa. E se non vi sar dato per la vostra fede, vi sar concesso per la vostra insistenza.

Gian Piero Abbate

ISBN xxx-xx-xxxx-xxx-x

10,00