Sei sulla pagina 1di 2

Collge Sismondi Gruppo di italiano

Stefano BENNI La chitarra magica


Ogni ingiustizia ci offende quando non ci procuri direttamente alcun profitto. Luc de Vauvenargues

10

Cera un giovane musicista di nome Peter che suonava la chitarra agli angoli delle strade. Racimolava cos i soldi per proseguire gli studi al Conservatorio: voleva diventare una grande rock star. Ma i soldi non bastavano, perch faceva molto freddo e in strada cerano pochi passanti. 15Un giorno, mentre Peter stava suonando Crossroads, gli si avvicin un vecchio con un mandolino. - Potresti cedermi il tuo posto? sopra un tombino e ci fa pi caldo. - Certo - disse Peter che era di animo buono. - Potresti per favore prestarmi la tua sciarpa? Ho tanto freddo. 20- Certo - disse Peter che era di animo buono. - Potresti darmi un po di soldi? Oggi non c gente, ho raggranellato pochi spiccioli e ho fame. - Certo - disse Peter che eccetera. Aveva solo dieci monete nel cappello e le diede tutte al vecchio. 25Allora avvenne un miracolo: il vecchio si trasform in un omone truccato con rimmel e rossetto, una lunga criniera arancione, una palandrana di lam e zeppe alte dieci centimetri. Lomone disse : - Io sono Lucifumandro, il mago degli effetti speciali. Dato che sei stato buono con me ti regaler una chitarra fatata. Suona da sola qualsiasi pezzo, 30basta che tu glielo ordini. Ma ricordati : essa pu essere usata solo dai puri di cuore. Guai al malvagio che suoner ! Succederebbero cose orribili ! Ci detto si ud nellaria un tremendo accordo di mi settima e il mago spar. A terra rest una chitarra elettrica a forma di freccia, con la cassa di madreperla e le corde doro zecchino. Peter la imbracci e disse: 35Suonami Ehi Joe . La chitarra si mise a eseguire il pezzo come neanche Jimj Hendrix, e Peter non dovette far altro che fingere di suonarla. Si ferm moltissima gente e cominciarono a piovere soldini nel cappello di Peter. Quando Peter smise di suonare, gli si avvicin un uomo con un cappotto di 40caimano. Disse che era un manager discografico e avrebbe fatto di Peter una rock star. Infatti tre mesi dopo Peter era primo in tutte le classifiche americane italiane francesi e malgasce. La sua chitarra a freccia era diventata un simbolo per milioni di giovani e la sua tecnica era invidiata da tutti i chitarristi. Una notte, dopo uno spettacolo trionfale, Peter credendo di essere solo sul palco, 45disse alla chitarra di suonargli qualcosa per rilassarsi. La chitarra gli suon una ninnananna. Ma nascosto tra le quinte del teatro cera il malvagio Black Martin, un chitarrista invidioso del suo successo. Egli scopr cos che la chitarra era magica. Scivol alle spalle di Peter e gli infil gi per il collo uno spinotto a tremila volt, uccidendolo. Poi rub la chitarra e la dipinse di rosso. 50La sera dopo, gli artisti erano riuniti in concerto per ricordare Peter prematuramente scomparso. Suonarono Prince, Ponce e Parmentier, Sting, Stingsteen e Stronhaim. Poi sal sul palco il malvagio Black Martin. Sottovoce ordin alla chitarra: - Suonami Satisfaction .

55Sapete

cosa accadde? La chitarra suon meglio di tutti i Rolling Stones insieme. Cos il malvagio Black Martin divent una rock star e in breve nessuno ricord pi il buon Peter. Era una chitarra magica con un difetto di fabbricazione.

60

Stefano BENNI, La chitarra magica , in Il bar sotto il mare, pp. 153-155.


65La

vasca Alex Britti

voglio restare tutto il giorno nella vasca con l'acqua calda che mi coccola la testa un piede fuori che s'infreddolisce appena, uscire solo quando pronta gi la cena 70mangiare e bere sempre e solo a dismisura senza dover cambiare buco alla cintura e poi domani non andr neanche al lavoro, neanche avvertir xch il silenzio d'oro torner con gli amici davanti scuola, ma senza entrare, solo fuori a far la ola non c saranno ripetenti punto e basta, staremo tutti insieme nella stessa vasca cos grande che ormai una piscina, staremo a mollo dalla sera alla mattina 75cos che adesso troppo piena e non si pu + stare, meglio trasferirci tutti quanti al mare quando fa buio accenderemo un grande fuoco, attaccheremo un maxi schermo e un grande gioco e dopo inseguimenti vari e varie lotte faremo tutti un grande bagno a mezzanotte mi bagno, mi tuffo, mi giro e mi rilasso, mi bagno, m'asciugo e inizia qui lo spasso 80e mi ribagno, mi rituffo, mi rigiro e mi rilasso, mi ribagno mi riasciugo e ricomincia qui lo spasso saremo + d 100, quasi 120, amici conoscenti e anche i parenti con il cocomero e la cocacola fresca, con le chitarre a dirci che non francesca aspetteremo le prime luci del mattino; festeggeremo con cornetti e cappuccino 85e quando stanchi dormiremo sulla sabbia, le nostre camere scolpite nella nebbia ma dormiremo poche ore quanto basta per poi svegliarci e rituffarci nella vasca mi bagno, mi tuffo, mi giro e mi rilasso, mi bagno, m'asciugo e inizia qui lo spasso e mi ribagno, mi rituffo, mi rigiro e mi rilasso, mi ribagno mi riasciugo e ricomincia qui lo spasso 90voglio restare tutto il giorno in una vasca con le mie cose + tranquille nella testa un piede fuori come fosse una bandiera, uscire solo quando fuori primavera ma spero solo questa mia fantasia non sia soltanto un altro attacco d utopia xch x questo non c' ancora medicina che mi trasformi la mia vasca in piscina e tantomeno trasformare tutto in mare, x qualcuno lo dovrebbe inventare 95mi bagno, mi tuffo, mi giro e mi rilasso, mi bagno, m'asciugo e inizia qui lo spasso e mi ribagno, mi rituffo, mi rigiro e mi rilasso, mi ribagno mi riasciugo e ricomincia qui lo spasso