Sei sulla pagina 1di 2

Laurea triennale in Informatica

Analisi matematica

a.a. 2008/09

Esercizi di revisione – Foglio I

Determinare l’integrale indefinito delle seguenti funzioni:

(a)

(b)

(c)

(d)

(e)

(f)

(g)

(h)

f (x)

= tan 2 x

f (x) =

e x 9e 2x + 6e x 8

f (x)

=

f (x) =

log x + 1 x(log 3 x 2 log 2 x + log x 2)

tan x (1 + tan 2 x) tan 2 x 2 tan x + 3

f (x) =

sin x cos x x

4 cos 2

f (x) = x e x 2

f (x) = (3x 2 1)e 2x

f (x) = log(x + 1)

x 2

(i)

f (x)

= cos(3x) sin(4x)

(j)

f (x) = e 3x cos 2x

(k)

f (x) = (x 2) arctan x

(l) f (x) = arccos(3x)

(m)

(n)

(o)

(p)

f (x) = x 3

x

3

e 1/x

f (x) = x 9 x 2

f (x)

= x + x + 1

x(x + 4)

f (x) = 2x 3 x 2 + x 1

x 2 (x 2 + 4x + 7)

Suggerimenti:

in (a) osservare che tan 2 x = (1 + tan 2 x) 1;

in (b) porre t = e x ;

in (c) porre t = log x;

in (d) porre t = tan x;

in (e) porre in (f) porre

in (g)–(l) applicare la formula di integrazione per parti;

in (m) porre t = 1/x e poi applicare la formula di integrazione per parti;

in (n) porre t = 9 x 2 ;

4 cos 2 x; t = x 2 ;

t

=

in (o) porre t = x.

Laurea triennale in Informatica

Analisi matematica

a.a. 2008/09

Esercizi di revisione – Foglio J

Per risolvere alcuni dei seguenti esercizi conviene tenere presenti gli esercizi del foglio I.

1. Calcolare l’integrale definito di f nell’intervallo indicato.

(a)

f (x) =

cos x tan 2 x

se

se

x 0

x >

0

[π, π/4]

(b)

f (x) = x e x 2 log x

se

se

x 1 x >

1

[0, 3]

2. Calcolare la media integrale della funzione f nell’intervallo indicato.

(a)

(b)

f (x) = arccos(3x)

f (x) =

e 6e x 8

x

9e 2x +

[0, 1]

[0, log 2]

(c)

(d)

f (x) = log(x + 1)

x 2

f (x) =

sin x cos x x 4 cos 2

[1, e]

[0, π/2]

3. Calcolare l’area (totale) della regione compresa tra i grafici delle funzioni f e g e le rette di equazione x = a e x = b.

(a)

f (x)

=

4 x 2

g(x) =

x + 2

a = 2

b = 3

(b)

f (x) =

e x

g(x) = 1

a = 1

b = 2

(c)

f (x)

=

x sin x

g(x) = 0

a = 0

b = π/2

(d)

f (x) = arctan x

g(x) = π/4

a = 1/2

b = 2

4. Una particella che si muove lungo una linea retta ha velocit`a v(t) metri per secondo dopo t secondi. Calcolare la distanza d percorsa dalla particella tra gli istanti t = t 0 e t = t 1 .

(a)

(b)

(c)

v(t) = cos(3t) sin(4t)

v(t) = t 3 e 1/t

t

3

v(t) = t 9 t 2

t 0 = π

t 1 = 2π

t 0 = 1

t 1 = 3

t 0 = 0

t 1 = 3

5. Una particella si muove lungo l’asse delle ascisse sotto l’azione di una forza che misura F(x) newton in un punto posto a x metri dall’origine. Calcolare il lavoro L compiuto per spostare la particella da x = a a x = b.

(a)

(b)

(c)

F (x)

2x 3 x 2 + x 1

=

x 2 (x 2 + 4x + 7)

F(x) = e 3x cos 2x

F(x) = x x(x + + x 4) + 1

a = 1

a = 0

a = 1

t

Nota: negli esercizi 4 e 5 tenere presente che d =

t

1

0

b = 2

b = π

b = 2

b

v(t) dt e L =

a

F(x) dx.