Sei sulla pagina 1di 4
0859168715 veriwwerwe COMUNICATO STAMPA Il provvedimento di sequestro del gassificatore notificato in data odierna é, anche ad avviso dei nostri tecnici, il risultato di una non corretta interpretazione della normativa di riferimento da parte delle Autorita giudiziarie competenti, le quali, non condividendo il punto di vista della Regione Lazio, hanno titenuto che il gassificatore fosse gid in esercizio. Sta di fatto che, come & stato precisato da ultimo con Vallegata nota dell’8 novembre 2008, Pimpianto non_é in esercizio (la partenza delle attivita ¢ prevista per il 1° gennaio 2009) e che, in base alle autorizzazioni ricevute (Decreto Commissario Regionale n. 37/08 e successive integrazioni), Colari ha puntualmente osservato ogni prescrizione prevista dalla legge per la distinta fase delle “attivita preliminari all’esercizio dell’impianto”. Il d.p.r. 37/98 € d’altronde assolutamente chiaro: il previo conseguimento del Certificato prevenzione incendi ovvero la presentazione di DIA sono necessari soltanto per |”esercizio dell’attivita. L’impianto, dunque, si trova in una fase precedente Pesercizio. Cid peraltro non vuol dire che in tale fase non siano state assicurate condizioni di assoluta sicurezza. Tutte le infrastrutture ‘ necessarie _all’ottenimento del Certificato di prevenzione incendi sono state infatti gia realizzate e collaudate ¢ V'impianto risponde a tutte le disposizioni che, in base al titolo IV del digs. 81/08, disciplinano la sicurezza delle infrastrutture in “fase di attivita di avvio impianto”. Durante le attuali fasi di prove ed avvio dell’impianto @ assicurato continuativamente il rispetto di tutte le norme vigenti e cogenti in materia di salute ¢ sicurezza in adempimento al prescritto di cui al d.lgs. 81/08 tra cui: - redazione dei piani di sicurezza e coordinamento aggiornati ed integrati in relazione all’evoluzione’ dell’ attivita. 065916871 ; Pagina 4/6 - redazione ed approvazione dei piani operativi di sicurezza delle imprese esecutrici delle attivita e presenti sull’impianto - redazione ed applicazione del piano di emergenza provvisorio - redazione ed applicazione della procedura di permessi di lavoro Confidiamo, pertanto,: in un riesame del provvedimento alla stregua della effettiva disciplina di riferimento. Manlio Cerroni Presidente COLARI 065916871; 12-Nov-08 10:56; COMUNICATO STAMPA Dal comunicato stampa delle ore 13.28, anche a seguito delle insistenti richieste da parte della stampa citadina, si precisa. Il provvedimento di sequestro afferma che anche nella attuale fase di attiviti preliminare all’csercizio Vimpianto dovesse dotarsi di certificazione di prevenzione incendi. Liaffermazione é smentita dalla stessa Autorita preposta. Si legge infatti nella nota del 29 ottobre 2008 del Direttore della Prima Divisione — Politica della Prevenzione Incendi — Dipartimento dei Vigili del Fuoco che “nom essendo prevista, dalla legislasione antincendi aitata (DPR 37/98), sn'atinta di verifica del risperto delle condizioni di sicuresza durante la'fase di eswcuone dei lavori, ly seriventeritene che tale aspetto viene demandato spécifcatamente alla diretta responsabilita del titolare ell astvith(cantiere) secondo i disposti del D.lgs. 81/2008". Al di la di ogni tecnicismo, Paffermazione dei Vigili del Fuoco é chiara: oggi Vimpianto non pud essere considerato in esercizio ma si trova ancora nella fase di realizzazione e per questa fase la legge non esige il previo tilascio del certificato di ptevenzione incendi ma il rispetto delle distinte disposizioni circa la fase di avvio dell'attivita preliminare all’esercizio (titolo IV del d.lgs. 81/08). Tutte le presctizioni di sicurezza imposte dal titolo IV del digs. 81/08 sono state tigorosamente tispettate sicché nessun addebito poteva ragionevolmente esser avanzato con riferimento alla attuale fase di realizzazione. Pet quanto tiguarda poi la futura fase di escrcizio, per la quale @ in effetti previsto lottenimento della conformita antincendi, ogni attivjta di competenza dellimpresa é stata gia ultimata ¢ gid in’ data 3 novembre 2008 l'intera documentazione é stata messa a disposizione delle Autoriti. Manlio Cerroni Presidente CoLaRi Pagina 5/6