Sei sulla pagina 1di 5

Tantra

parte 1^ e 2^ - Sessualità, un'Arte Alchemica

Dallo Studio Olistico Namaste - Sito Web - www.namastestudioolistico.com

e dal gruppo FB:"Namaste: il Divino che è in me s'inchina al Divino che è in te", per accedervi clicca sul Link sotto:

Questo testo è privato e protetto da Copyright©NamasteStudioOlistico

sotto: http://www.facebook.com/groups/102604660664/ Questo testo è privato e protetto da Copyright©NamasteStudioOlistico

Sessualità - Un'arte alchemica- [parte 1]

NOTA: Quest’articolo ha un avanzato grado di difficoltà e prima che tu lo legga ti si raccomanda una certa familiarità con il concetto di continenza sessuale. Per favore, leggilo con molta attenzione perché alcune delle cose che vengono comunicate non possono essere espresse in modo semplice. Per questo motivo è consigliabile e suggerito, per chi fosse interessato, di rileggere questa prima Nota alla fine di questo breve "viaggio Tantrico" composto da 8 passaggi che, in una sequenza Tantrica composta da una serie di Note/File, accompagneranno in un percorso alla scoperta del Tantra. Namaste e Buon Amore a tutti . Tita - Sito Web: www.namastestudioolistico.com

I concetti che si sveleranno rappresentano il cuore degli insegnamenti tantrici sulla sessualità sacra, e

potrebbero apparirti rivoluzionari, se paragonati all’atteggiamento che generalmente si ha verso il sesso.

La sessualità non è mai stata “etica”, … è “non etica” in sé. Codificare l’appetito sessuale per sottometterlo a

norme che non gli sono specifiche è inutile, e rivela una mancanza di conoscenza delle sue grandi possibilità:

la

generazione delle energie sottili.

In

realtà è un vero e proprio capolavoro d'alchimia. Non c’è niente e nessuno da giudicare, da analizzare. E’

necessario comprendere la natura delle nostre pulsioni e passioni, sperimentando. Avvicinarsi alla nostra sessualità e a noi stessi è una vera arte.

La condizione è che mentre facciamo l'amore manteniamo un preciso livello di consapevolezza, una profonda

coscienza degli impulsi fisiologici, una chiara e distinta percezione dei processi sottili che fanno nascere il desiderio e portano il piacere all’estasi. Le tradizioni Tantrica e Taoista preservano autentici tesori di conoscenza sulla natura alchemica della sessualità umana. Per comprendere le prospettive di questa “sessuologia transpersonale”, dobbiamo prima imparare a percepire e a sentire. Imparare a percepire e a sentire “ciò che è”, è il modo per portare pienamente a termine l’atto di fare l’amore, non costituito da piaceri effimeri e inconsistenti. In questo modo, per comprendere la profondità della natura umana, l’alchimia delle “energie vibranti”, dobbiamo sperimentare la diversità dei fenomeni psicosomatici e spirituali, e scoprire le loro intime trasformazioni. Quando il desiderio è percepito nelle sue manifestazioni energetiche, sottili, avviene una metamorfosi

dell’attrazione sessuale che, fino a quel momento, era stata strettamente organica.

Il piacere si diffonde nell’intero corpo, e uno stato di voluttà scaturisce al di là delle funzioni della personalità umana (emozioni e sentimenti), a volte persino in modo indipendente. L’amore sensuale può essere visto come un’arte autentica solo se tra i due c’è vero amore. La piena esperienza dell’amore, della gioia e del piacere può diventare il trampolino di lancio verso stati superiori di coscienza. Spesso l’attrazione sessuale precede l’atto sessuale. Quando si passa da un livello organico ad un livello emozionale sottile, l'emozione è rivissuta in modo eccezionale, ma l’attrazione sessuale in sé non può generare un’alchimia vera e propria. L’alchimia dell’atto sessuale implica quindi una profonda conoscenza della propria sessualità, un controllo totale sull’energia sessuale e l’esistenza di un amore puro e incondizionato.

Il “fuoco della passione” è soprattutto una “voluttà dell’eternità”. Da un punto di vista superiore, l’atto sessuale non consiste semplicemente nel consumare il desiderio fisico, animalesco.

Di fatto, è un’aspirazione interiore ad ottenere il capolavoro alchemico di fondere il Principio Maschile, Solare,

con quello Femminile, Lunare, allo scopo di diventare l’essere umano perfetto. Questo è un nuovo approccio alla sessualità che potrebbe scioccare molte persone. “L’atto sessuale potrebbe

aiutare gli esseri umani a raggiungere quel perfetto stato di salvezza al quale si riferiscono i mistici?”. La risposta è semplice e molto reale: SI’.

La volontà di amare, di piacere, e lo sforzo di fare felice l’altro, nascono da una profonda, intima aspirazione

a

diventare uno con se stesso, nella beatitudine universale.

Il

“fuoco della passione” che divampa tra due amanti è soprattutto una voluttà dell’eternità. L’orgasmo è

voluto e desiderato dalle persone non solo perché è una sensazione piacevole e intensa, ma anche perché ci conduce al di là del tempo e ci dà la possibilità di assaporare l’eternità. Sapendo tutto ciò, una persona spirituale e sessualmente continente può raggiungere gli apici della vita spirituale (che generalmente possono essere raggiunti solo attraverso la preghiera e la meditazione) vivendo l’atto di fare l’amore con emozione spirituale e trasfigurazione. L'orgasmo, dunque, non corrisponde necessariamente solo al piacere; essenzialmente appartiene alla natura non-materiale, spirituale di noi stessi.

[parte 2] Sessualità - Un'arte alchemica- L’ALCHIMIA DEL PIACERE E’ LA CONOSCENZA DELLA PIENEZZA

Nel normale stato di coscienza, abbiamo una certa percezione dell’esteriorità, molte volte senza nemmeno

essere coscienti di percepirla. Potremmo dire che in realtà non percepiamo, ma solo che sogniamo circa l’atto della percezione, perché il normale stato in cui ci troviamo è simile all’inconsapevolezza del sognare. Nel caso dell’atto amoroso consapevole e trasfigurante con continenza, la diretta percezione è la reale sorgente del piacere e della voluttà.

La chiave fondamentale per l’arte alchemica dell’amore sensuale è che, quando ci troviamo nel mezzo delle

percezioni, dobbiamo comprenderle pienamente e controllarle perfettamente.

Dobbiamo imparare a vivere il piacere erotico in modo completo e cosciente, e ad intuire la natura divina di questo piacere.

La vera alchimia dell’amore significa fonderci con noi stessi attraverso l’unione con l’amato/a.

Significa lasciarci circondare in modo cosciente dalla beatitudine dell’amore, per penetrare e lasciarci penetrare dall’estasi.

Di

fatto, è la conoscenza della pienezza.

Il

respiro cosciente mentre si fa l’amore favorisce una percezione precisa e globale dell’intero corpo, così

come favorisce un controllo avanzato sui flussi energetici. Quest’associazione consapevole tra il respirare e il sentire produce una “lucida sostanza” all’interno della coscienza di chi la vive, e sviluppa una nuova visione sull’esistenza in generale, e sull’esistenza amorosa in particolare. Attraverso un respiro controllato e ritmico, diamo potere al fuoco della passione e, allo stesso tempo, lo teniamo sotto controllo. Trattenere il respiro nei picchi dell’estasi, quando è molto più difficile controllare l’energia, induce l’interruzione di tutti processi correlati e ci proietta spontaneamente in uno stato di vuoto beatifico, in cui, se siamo sufficientemente consapevoli, possiamo vivere lo stato di unione con Dio. L’apparizione di un’interruzione (hiatus) nel punto massimo dell'orgasmo, ci proietta in una dimensione senza tempo e senza spazio dove, avendo accesso diretto alla percezione dell’Eternità, possiamo scoprire la nostra vera natura divina, il nostro Sé divino. Se iniziamo dal calore e dall’effervescenza originali del “fuoco sacro” (che prende vita durante l’atto amoroso cosciente), possiamo raggiungere una conoscenza non duale, luminosa, innocente e pura. In questo modo proviamo una percezione nuova, toccante, o meglio, una non-percezione, un’esperienza diretta, una fusione con l’inesprimibile, l’illimitato, l’ineffabile, il divino. Questo nuovo modo di percepire, al di là di qualsiasi attributo quantitativo e qualitativo, al di là di qualsiasi misura o ubicazione nello spazio e nel tempo, appare e si sviluppa all’interno del non-esprimibile e dell’ignoto. Possiamo solo dire che Esiste e Nasce ogni minuto dentro e attraverso di noi.

COME COMPRENDERE LE ESPERIENZE DELL’AMORE TRANSPERSONALE Le esperienze dell’amore transpersonale, che hanno poco in comune con le nozioni ordinarie che si hanno sulla realtà, ci permettono di parlare di una nuova dimensione della sessualità, che è la sessuologia transpersonale. Questa nuova sessualità è stata vissuta nel tantrismo autentico ed anche in certe rivelazioni mistiche eccezionali. Senza una precedente, appropriata preparazione, senza una comprensione esoterica (mistica) dell’atto

sessuale e senza essere specificatamente iniziato, di solito l’uomo sente il bisogno di eiaculare, e qui ci si riferisce agli istinti primari che nascono dal bisogno di conservare la specie e che sono potenzialmente presenti in ogni essere umano. L’uomo, così come la donna, può fermare i processi fisiologici dell’istinto animalesco attraverso un’azione cosciente, spirituale, usando immagini o idee che gli/le permettono di entrare in risonanza con le energie sublimi dell’universo.

In questo caso, la maggiore difficoltà consiste nell'affrontare e nel comprendere l’apparente contraddizione

tra la spinta spirituale a trattenere ed espandere la durata dell’unione sessuale, e l’impulso animalesco a scaricare i liquidi sessuali, generando un’enorme perdita di energia.

Ti potresti chiedere: “Come può il mio corpo volere e, allo stesso tempo, non volere?”.

Prendiamo, per esempio, l’uomo: c’è lo stimolo intenso ad eiaculare (istinto), e qualcosa si oppone per prolungare l’arte erotica in sé (intenzione).

Da una parte, l’influenza del desiderio di arrestare l’eiaculazione può ritardare il processo di accumulo di una maggiore quantità di piacere sessuale, dall'altra parte, l’impulso animalesco, istintivo ad eiaculare può determinare una considerevole perdita seminale, fisica ed energetica. Questo è un dilemma. Come si può risolvere? Il Tantrismo e il Taoismo danno una soluzione eccezionale: la CONTINENZA SESSUALE. In questo modo, attraverso la continenza sessuale (ritenzione dello sperma), attraverso un processo alchemico cosciente, l’istinto - il desiderio ad eiaculare – sparisce ed è rimpiazzato dal desiderio o dall'aspirazione a mantenere la continuità della fusione e a raggiungere un profondo stato di unificazione. In questo caso, avviene una trasformazione della materia in energia, del primario in sottile, delle passioni inferiori in desideri sublimi e aspirazioni. Questo processo è chiamato SUBLIMAZIONE dell’energia sessuale. L’eiaculazione, direttamente correlata con la procreazione, con l’energia creatrice e divina, avviene negli adepti tantrici solo quando intendono concepire un bambino. Trattenendo l’eiaculazione si verifica un fenomeno opposto, estremamente sottile: la conduzione delle energie nel nostro mondo interiore al posto della loro dispersione nell’esteriorità. Quest’accumulo effervescente delle energie come risultato dell’atto amoroso, determina quegli stati estatici, sublimi. Gli insegnamenti tantrici parlano di questo stato che è, di fatto, una sessuologia transpersonale (E' però altrettanto importante sapere che in differenti rami del Tantrismo non si rende necessaria la Sublimazione dell'Energia Sessuale (ossia trattenere l'eiaculazione) poichè si possono raggiungere gli stessi livelli spiritualmente elevati semplicemente controllando l'eiaculazione attraverso la respirazione cosciente e la conduzione cosciente (praticata da entrambi i partner) dell'innalzamento e dell'abbassamento dello stato orgasmico fino a quando si decide deliberatamente di liberare questo stato energetico attraverso l'eiaculazione e l'orgasmo, ma questa precedente altalena energetica produce effetti risveglanti sulla Kundalini. E' altrettanto essenziale praticare il Tantra con il proprio compagno/a Tantrici, ossia i due partners devono avere entrambi lo stesso anelito spirituale, essere energeticamente sulla stessa "lunghezza d'onda" e fluire nella piena consapevolezza spirituale di essere l'uno strumento di Risveglio dell'altro vicendevolmente nell'ascesi spirituale attraverso il loro Amore incondizionato. Perciò è sconsigliato praticare sessualità tantrica con partner che non hanno lo stesso fine e non sono spiritualmente ed energeticamente in perfetta sintonia con noi, questa è l'unica "condizione limitante" del

autenticamente comprensibile laddove si coglie l'estrema importanza di essere perfetti e

Tantrismo

consapevoli strumenti d'ascesi necessariamente vibranti sulle stesse corde, ossia entrambi i partners scelgono in piena accoglienza e consapevolezza di essere non solo strumento della propria individuale ascesi spirituale, ma bensì di essere incondizionato strumento d'Amore per l'ascesi spirituale dell'ALTRO attraverso l'atto d'Amore della donazione di di se stessi. Questo è il Dono e la Grazia che permette l'ascesi e il Risveglio attraverso la sessualità e l'Amore Tantrico. Diversamente il livello energetico si abbassa, la spiritualità non si avvicina neppure lontanamente ad uno stato di elevazione e di Risveglio e l'atto sessuale rimane un semplice, seppur relazionalmente importante, atto fisico/emozionale/affettivo, come accade nella maggioranza dei partner sessuali, ma non si rende un atto oltre che fisico/emotivo/affettivo anche coscientemente e volutamente vibrazionale/animico/spirituale. Inoltre è bene sapere che praticare sesso con partner occasionali o non affini a noi energeticamente o non interessati ad una reciproca ascesi animica, non solo inibisce e blocca la nostra stessa energia e ascesi, ma può arrivare a farci precipitare ad un livello inferiore, ad essere "risucchiati" energeticamente e a "sporcare" i nostri Chakra - il Chakra maggiormente compromesso è il 2^ -Swadhistana il Chakra Sessuale- che in questo tipo di unioni sessuali diviene da arancione qual'è originariamente, a marrone e poi nero, con le conseguenze che ne derivano-

Seguono 2 VIDEO: "Mystic Love" e "L'Elevazione dell'Amore Spirituale" . Per vederli clicca sui Link sotto.

_

http://www.youtube.com/watch?v=9zXOjAd_Bj0

(Breve testo allegato a quest'ultimo Video:

"Desidero vivere l'amore in totale abbandono dove la mente è in piena meditazione. L'unione fra due esseri che si amano rivela la bellezza di questo magico rituale. Fai l'amore con il tuo compagno consapevole di fare il primo passo verso il divino e avrai gioia nel cuore. Ti sentirai energicamente equilibrato e porterai il tuo benessere anche alle persone che incontrerai. Se tu sei equilibrato,il mondo è equilibrato, perchè tu sei il mondo. Fare sesso-amore è un modo per unire gli opposti,lo yin e lo yang del tao. Il sesso vissuto per

soddisfare i propri istinti e bisogni attira verso di te energie di bassa evoluzione che ti danneggiano spiritualmente, perchè stimolano in te più desideri. Il desiderio crea bisogno,il bisogno produce insoddisfazione e sofferenza. Il tuo SPIRITO e la tua ANIMA soffriranno,e la tua energia non riuscirà ad elevarsi. Se vuoi elevare il tuo spirito non dividere il sesso dall'Amore Incondizionato. (Tratto dal libro Parlare con gli Angeli-Ispirazioni d'amore di Radha-Ada Rizzi")

Namaste e Buon Amore. Tita

Da: www.namastestudioolistico.com

gli Angeli-Ispirazioni d'amore di Radha-Ada Rizzi") Namaste e Buon Amore. Tita Da: www.namastestudioolistico.com