Sei sulla pagina 1di 2
COMUNE DI MEDIGLIA Medigli , 28 maggio 2009 Gentile Famiglia, lo smaltimento dei rifiuti @ un problema assai noto e dibattuto in Italia da anni, con punte di situazioni tra il drammatico e l'incredibile come abbiamo visto in certe citta e regioni nell’anno scorso. Fortunatamente nella nostra provincia e nel nostro comune siamo ben lontani da simili situazioni, ma cid non vuol dire che il problema non ci ri- guardi e non presenti risvolti assai probiematici nelle soluzioni. Ne @ un esempio la storia del tritovagliatore di Bustighera nelle varie vicende del passato fino alla ultima proposta di realizzare un gassificatore nel nostro territorio per produrre energia dai ri- fiuti stessi, proposta giustamente avversata dalla popolazione e respinta a maggioran- za dal consiglio comunale. Cid premesso desidero con questa comunicazione fornire a tutti i cittadini notizie cir- ca dati e fatti, per comprendere i provvedimenti dell’amministrazione che presiedo, in merito allo smaltimento dei rifiuti. Il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti sul territorio comunale é da molti anni strutturato in modo tale da consentire la raccolta differenziata a domicilio delle diver- se frazioni di rifiuto quali: umido, secco, carta, vetro, plastica, lattine, tetrapak, verde, rifiuti ingombranti, attrezzature elettroniche, elettrodomestici e rifiuti pericolosi e quin- di con grande comodita per i cittadini. Tale servizio ha consentito il raggiungimento del 57% di raccolte differenziate, II servizio cosi organizzato ha un costo che per l'anno 2008 é stato di euro 1.250.962,09 cosi suddiviso: — per il servizio in appalto, l'importo di Euro 882.783,63 (canone servizio ed onere per 1.715,95 tonnellate smaltite direttamente dalla ditta appaltatrice); — per gli smaltimenti in impianti autorizzati delle frazioni di rifiuto umido, secco indif- ferenziato e ingombranti Euro 368.178,46 (totale tonnellate 2008 smaltite 3.145,95). L’amministrazione comunale ha gestito questo servizio senza applicare alcun aumento dall’anno 2001; cid é stato possibile in quanto la presenza sul territorio comunale del- limpianto di trattamento dei rifiuti consentiva lo smaltimento degli stessi a costi_ sim- bolici pari ad Euro 1 a tonnellata Lincendio all'impianto della Mediglia Servizi Ecologici $.p.A., avvenuto nel giugno del 2007, e la conseguente chiusura dello stesso, hanno reso necessario lo smaltimento dei rifiuti umido, secco ed ingombranti in altri impianti autorizzati con conseguente aggra- vio dei costi; infatti si @ passati ad una media di Euro 117 a tonnellata anziché Euro 1 a tonnellata. L’aggravio dei maggiori costi di smaltimento per il 2008 é stato sostenuto dalla Societa Mediglia Servizi Ecologici S.p.A. Dal gennaio 2009, é venuto meno questo introito (di Euro 398.300 destinato all’abbat- timento del costo del servizio rifiuti) e pertanto l'amministrazione comunale é stata c stretta ad aumentare la tassa del 34% poiché la legge prevede che il costo del servizio rifiuti sia coperto dai proventi della tassa. In conseguenza dell’aggravio dei costi a carico dei cittadini, 'amministrazione comu- nale ha ritenuto opportuno suddividere l'importo della tassa rifiuti in tre rate anziché in due. Certa che comprenderete la nostra scelta obbligata in considerazione della situazione di emergenza venutasi a creare, colgo l'occasione per porgerVi i miei cordiali saluti. Il Sindaco Carla Andena