Sei sulla pagina 1di 2

GLI SCIOGLILINGUA - da ripetere velocissimamante, senza prender fiato 1. C il questore in questura a questora? A quest'ora il questore in questura non c! 2.

Al pozzo dei pazzi una pazza lavava le pezze. And un pazzo e butt la pazza con tutte le pezze nel pozzo dei pazzi. 3. Andavo a Lione cogliendo cotone, tornavo correndo cotone cogliendo. 4. Apelle figlio d'Apollo fece una palla di pelle di pollo tutti i pesci vennero a galla per vedere la palla di pelle di pollo fatta d'Apelle figlio d'Apollo. 5. Caro conte chi ti canta tanto canta che t'incanta. 6. Chi ama chiama chi ama, chiamami tu che chi ami chiami. Chi amo chiamer se tu non chiami. 7. Chi seme di senapa secca semina sempre seme di senapa secca raccoglie. 8. Chi troppo in alto sal cade sovente precipitevolissimevolmente. 9. Ci che , ; ci che non , non ; ci che , non ci che non ; ci che non , non ci che . 10. Figlia, sfoglia la foglia sfoglia la foglia, figlia. 11. Filastrocca sciogligrovigli con la lingua ti ci impigli ma poi te la sgrovigli basta che non te la pigli. 12. Filo fine dentro il foro, se l'arruffi non lavoro, non lavoro e il filo fine fora il foro come un crine. 13. Guglielmo coglie ghiaia dagli scogli scagliandola oltre gli scogli tra mille gorgogli. 14. Ho in tasca l'esca ed esco per la pesca, ma il pesce non s'adesca, c' l'acqua troppo fresca. Convien che la finisca, non prender una lisca! Mi metto in tasca l'esca e torno dalla pesca. 15. Il mondo fatto a scale chi le scende e chi le sale, chi le scende troppo in fretta gli si sciupa la scarpetta se la scarpa ha il laccio sciolto collo scialle scalda molto lo scialle non sciarpa la sciarpa non scarpa il furbo non sciocco, tira il laccio sciolto il fiocco. 16. In una conca nuotano a rilento tre trote, cinque triglie e tinche cento. 17. In un piatto poco cupo poco pepe cape. 18. In un pozzo poco cupo si specchi una volta un lupo, che nel poco cupo pozzo and a battere di cozzo con un cupo tonfo fioco da smaltire a poco a poco e credette di azzannare un feroce suo compare; ma rimase brutto e cupo il feroce sciocco lupo. 19. Lucio e Decio lisciano dodici gatti felici. 20. Nel castello di Mister Pazzin dei Pazzi c'era una pazza che lavava una pezza di pizzo nel pozzo. Mister Pazzin dei Pazzi diede una pizza alla pazza che lavava la pezza di pizzo nel pozzo. La pazza rifiut la pizza, cos Mister Pazzin dei Pazzi butt la pazza, la pizza e la pezza nel pozzo del castello di Mister Pazzin dei Pazzi. 21. Nell'anfratto della grotta trentatr gretti gatti si grattano. 22. No, non ho un nonno. 23. Perro per perorare per Pero part per per perorare Perro a Pero per. 24. Pisa pesa e pesta il pepe al papa; il papa pesa e pesta il pepe a Pisa. 25. Porta aperta per chi porta per chi non porta parta pur che non importa aprir la porta. 26. Prendi questa barca e impegolamela e quando l'avrai impegolata disimpegolamela snza impegolarmi. 27. Sa chi sa se sa chi sa che se sa non sa se sa, sol chi sa che nulla sa ne sa pi di chi ne sa. 28. Scopo la casa, la scopa si sciupa; ma, se non scopo sciupando la scopa, la mia casetta con cosa la scopo? 29. Se la serva non ti serve, a che serve che ti serva di una serva che non serve? Serviti di una serva che serve, e se questa non ti serve, serviti dei miei servi. 30. Se l'arcivescovo di Costantinopoli si arcivescovocostantinopolizzasse vi arcivescovocostantinopolizzereste voi per arcivescovocostantinopolizzare lui? 31. Sereno seren sar se non sar seren si rasserener. 32. E ti stizziscie stizzisciti pure! 33. Sopra la panca la capra campa; sotto la panca la capra crpa.

34. Sotto un cespo di rose scarlatte offre il rospo t caldo con latte. Sotto un cespo di rose paonazze tocca al rospo sciacquare le tazze. 35. Stiamo bocconi cogliendo cotoni, stiamo sedendo cotoni cogliendo. 36. Sul tagliere taglia l'aglio, non tagliare la tovaglia: la tovaglia non aglio e tagliarla un grave sbaglio. 37. Tito, tu m'hai ritinto il tetto, ma non t'intendi tanto di tetti ritinti. 38. Tre fiaschi stretti stan dentro tre stretti fiaschi, ed ogni fiasco stretto sta dentro lo stretto fiasco. 39. Tre tigri contro tre tigri. 40. Tre tozzi di pan secco in tre strette tasche stanno in tre strette tasche stan tre tozzi di pan secco. 41. Treno troppo stretto e troppo stracco stracca troppi storpi e stroppia troppo. 42. Un empio imperator di un ampio impero scoppiar fece una guerra per un pero; credeva conquistare il mondo intero l'imperator, ma perse l'ampio impero. 43. Un limone mezzo limone Due limoni mezzo limone Tre limoni mezzo limone Quattro limoni mezzo limone Cinque limoni mezzo limone. 44. Una rara rana nera sulla rena err una sera, una rara rana bianca sulla rena err un po' stanca. 45. Verso maggio con un paggio vo in viaggio. Non vaneggio, n motteggio; forse peggio! Se mi seggo, pi non reggo: mangio o leggo. Se non fuggo qui mi struggo, ma se fuggo vado al poggio e un alloggio l mi foggio, sotto un faggio, con coraggio. 46. Porta il copro del porco nel porto. 47. Se il coniglio gli agli ti piglia, piglia il coniglio e tagliagli gli artigli. 48. Trentatr trentini venivano gi da Trento, tutti trentatr trotterellando. 49. Trentatr trentini rotolarono fra le pietre rotolanti. 50. Barbaro barbiere sbarb barbaramente la barba al Barbarossa. 51. Ti lascio l'ascia sull'uscio liscio tu lascia liscia sull'uscio l'ascia. 52. Eccoti un fico secco risecco seccato al forno del vecchio Cecco. 53. Sei assorti assiri, seduti su siepi spinose, spiano il sole a sera. 54. Se non badi alla biada bada che la biada non sen vada. 55. Una biscia striscia su una fascia liscia. 56. Sotto le frasche del capanno quattro gatti grossi stanno; sotto quattro grossi sassi quattro gatti grossi e grassi. 57. Sgomitoli il gomitolo chi laggomitol poi lo raggomitoli chi lo sgomitol. 58. Peppina prendi un pettine e pettinami un po, un po Peppina pettina ma poi simpappin. Peppina aspetta un pettine per pettinarmi un po. 59. Chi porta in porto le porte aperte, parta dai porti e porti le porte in porto. 60. Regna il ragno dentro il buco nella pesca regna il bruco. 61. Scorda chi ti scorda ma non scordar chi ti ricorda. 62. Tre tartarughe trottavano su tre tetti troppo stretti. 63. Tanti tonti tutti tinti tiran tanti tacchi tinti. 64. Tre tipi tonti tentano tutti i tipi di tip tap. 65. Tra tre trite trote tre triglie in teglia stanno. 66. Sotto un uscio tutto liscio cadde a striscio un grosso guscio. 67. Buona sera signorina! Che bella sera stasera se anche domani sera fosse una sera come stasera, sa, signorina che bella sera! 68. Andando venendo le scarpe rompendo niente imparando chi sa fino a quando... 69. Ti che te tacchet i tacc', tacchem i tacc'! Chi?! Mi, taccat' i tacc' a ti, che te tacchet i tacc'. taccheti ti i t tacc', ti che te tacchet i tacc'.