Sei sulla pagina 1di 34

Il Disegno di gara: offerta segreta vs asta elettronica

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Procedure di acquisto

Gare vs negoziazioni

Negoziazione: Quadro giuridico


Art. 55 CdC ammette luso di procedure ristrette (e negoziate) Art. 55, com. 2: preferenza verso procedure ristrette quando il contratto NON ha come oggetto la sola esecuzione o quando il criterio di aggiudicazione quello dellofferta economicamente pi vantaggiosa

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Gare implicano maggiore trasparenza ma meno appropriate per progetti complessi Progetti complessi e/o innovativi suggeriscono utilizzo di procedure negoziate, anche se con le dovute cautele

Rischio corruzione

Procedure negoziate (es. Dialogo Competitivo) possono favorire lacquisizione di preziose informazioni da parte della stazione appaltante

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Dialogo competitivo

Art. 58 CdC. Applicabile nel caso di appalti particolarmente complessi

Quando la stazione appaltante non oggettivamente in grado di: 1. Definire i mezzi tecnici atti a soddisfare le sue necessit o i suoi obiettivi 2. Specificare l'impostazione giuridica o finanziaria di un progetto La stazione appaltante non dispone, a causa di fattori oggettivi ad essa non imputabili, di studi in merito alla identificazione e quantificazione dei propri bisogni o all'individuazione dei mezzi tecnici, gestionali ed economico-finanziari Traducendo!!!! Amministrazione incapace di definire mezzi tecnici e giuridici per progettazione ed esecuzione
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Dialogo competitivo

L amministrazione pone, a base della gara di appalto, un capitolato tecnico il cui oggetto il frutto di una negoziazione effettuata in precedenza tra le stesse imprese che partecipano alla gara Fase iniziale: pubblicazione del bando che esplicita i criteri da utilizzare per individuare, sulla base del progetto iniziale predisposto dall'amministrazione, la proposta tecnica da porre a base della gara vera e propria

1.

2.

Selezione partecipanti in base a controllo requisiti e idoneit


Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Dialogo competitivo
3.

Fase del dialogo: (con) i candidati selezionati per individuare tra le diverse soluzioni (es. successive eliminazioni) quella che meglio soddisfa i bisogni delle amministrazioni Le amministrazioni non forniscono informazioni che possano favorire alcuni offerenti rispetto ad altri n rivelano le soluzioni proposte e le informazioni riservate Fase conclusiva: terminato il dialogo i candidati sono invitati a formulare le offerte in base alle soluzioni proposte, e quindi si passa alla valutazione delle stesse secondo i criteri prestabiliti sul bando
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

4.

Dialogo competitivo: istruzioni per luso (1/2)

Permette alle amministrazioni di estrarre informazioni tecniche (aggiornate) dal mercato (fornitori) risparmiando sui costi di formazione Ottica Dinamica: la PA rivelando le proprie preferenze migliora la forniture future (tecnicamente simili) Se il divario di competenza tra fornitori e amministrazione ampio i fornitori posso attuare comportamenti strategici

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Dialogo competitivo: istruzioni per luso (2/2)

Rischi Corruzione Diffusione informazioni sensibili da parte di PA o singoli soggetti

Sono previsti eventuali premi ai partecipanti Compensano rischio di diffusione informazioni Agevolano la partecipazione di PMI

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

La natura dellincertezza
I Fattori che influenzano il costo di esecuzione di un contratto sono di due tipi

Componente Privata

Componente Comune

Specifica dellimpresa

Influenza tutti i fornitori

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

La natura dellincertezza
Componente privata:

Efficienza manageriale Costi di trasporto (in senso lato)

Componente comune (sebbene sconosciuta al tempo della procedura competitiva)

Incertezza sulla Domanda

Quale amministrazione firmer il contratto fornito dallagenzia di procurement

Evoluzione (andamento stocastico) del prezzo di mercato di un input cruciale (petrolio per riscaldamento di una scuola)
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Come procedere se prevale la componente privata?

Quasi sempre sono presenti entrambe le componenti

Tuttavia, limpatto della componente comune pu essere tralasciato quando i fornitori condividono la stessa informazione sulla componente comune La prevalenza della componente privata implica che la stima del costo di esecuzione del contratto di ciascuna impresa non cambierebbe se limpresa venisse a conoscenza della componente privata di unimpresa concorrente.

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Indicazioni per il Disegno di una Gara Competitiva

Quando prevale la componente privata del costo, appropriato scegliere la competizione a busta chiusa (offerta segreta) o gara a round singolo

Il profitto di ciascun partecipante dipende dalla sua componente privata del costo
Gare al secondo miglior prezzo-punteggio? (Vickrey)

Vantaggi di questa procedura


Costi di gestione limitati Velocit-tempestivit Riduce il rischio di collusione

Favorisce la partecipazione delle PMI


Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Come trattare la Componente Comune del Costo- Caso 1

Consideriamo il seguente (semplice) contratto per servizi di pulizia


Il contratto comprende due principali categorie di spazi: A. Uffici e corridoi and B. Laboratori. Table 1 riassume i costi stimati per metro quadro da parte di una delle imprese concorrente. Ciascun partecipante conosce lesatta dimensione delle superfici da pulire per entrambe le categorie A e B Lofferta di ciascun partecipante dipende solo dalla (si differenzia dalle altre solo per la) sua componente privata e, verosimilmente, dalle sue congetture sul livello di efficienza degli altri concorrenti
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Come trattare la Componente Comune del Costo: Caso 2

Consideriamo una versione pi sofisticata dello stesso contratto per servizi di pulizia
Il contratto comprende ancora due tipologie principali di spazi da pulire: A. Uffici e Corridoi e B. Laboratori. Table 2 riassume le stime di costo per metro quadro di unimpresa. Ciascun partecipante non conosce esattamente lesatta dimensione della superficie da pulire per le due tipologie A e B

Lofferta di ciascun partecipante dipende ora anche dalla

sua stima della componente comune del costo

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Esempio di stima campionaria dei costi

Numero edifici da contratti precedenti o simili

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Sovra-stima della parte a basso costo unitario Sotto-stima della parte ad alto costo unitario Offerta p con 43.52<p<50.MA profitto negativo (atteso)
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Maledizione del vincitore

Se ogni fornitore conosce il rischio di perdita di profitto in caso di vittoria dovuto al ruolo della componente comune del costo, far offerte pi caute (meno aggressive)

Danno economico per la stazione appaltante

Se il rischio di maledizione del vincitore non considerato, il fornitore far offerte aggressive

Vantaggio economico per lacquirente, ma Rischio taglio dei costi ex post e/o cattiva qualit del servizio

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Soluzioni?

Aste dinamiche (es. aste elettroniche) Permettono di mitigare il problema informativo (maledizione del vincitore) tramite apprendimento dinamico e graduale

Oppure.

Pre-selezione dei concorrenti in base alla loro past-and current experience nel settore per ridurre lerrore nella stima dei costi (maledizione del vincitore)
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Cosa si intende (in generale) per Asta Dinamica?


Asta Multi-round decrescente:

Round con offerte in busta chiusa Possono essere specificati livelli minimi di riduzioni Le offerte sono tipicamente rivelate alla fine di ogni round fermo restando lanonimato dellofferente
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Vantaggi e Svantaggi dellasta dinamica (1/3)


Apprendere dalle offerte

Supponiamo le imprese siano informate in maniera diversa sulla componente comune, e che tale informazione dispersa sia correlata positivamente (in senso statistico)
Una gara dinamica, ad offerta palese con rilanci di prezzopunteggio, (ad esempio un asta elettronica a pi round) rende possibile lapprendimento di tale informazione dispersa

Le offerte rivelano parte dellinformazione in possesso delle imprese ai concorrenti, che a loro volta le aiutano a formare una stima del vero costo in maniera pi accurata, riducendo cos il rischio della cosiddetta maledizione del vincitore (costi effettivi superiori ai costi stimati)
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Vantaggi e Svantaggi dellasta dinamica (2/3)

Forti riduzioni di prezzo aiutano fornitori inesperti a lasciare il mercato evitando ingenti perdite o forti abbattimenti ex post della qualit del servizio..Ma in unottica dinamica e ripetitiva tale comportamento segnalerebbe uninformazione attendibile ai rivali futuri sulla parte privata dei costi, riducendo la possibilit di vincere nuove/future gare su beni e/o servizi simili

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Vantaggi e Svantaggi dellasta dinamica (3/3)

Uneccessiva circolazione di informazioni facilita la collusione tra fornitori (soprattutto in caso di contratti multi-obiettivo)

Invio segnali per coordinarsi Rafforzamento di un cartello collusivo attraverso leffettivit e la ripetizione di eventuali punizioni

Comportamenti strategici volontari

Nascondere o modificare informazioni per secondi fini

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta dinamica: ruolo della durata (1/4)

Per evitare gare troppo lunghe, opportuno fissare ex ante il numero di round, ci aumenterebbe lapprendimento (risolve le distorsione da maledizione del vincitore)
Se eccessiva aumenta i costi di gestione della procedura (per chi offre e per chi acquista) e i rischi di collusione Una durata breve utile anche per attrarre PMI

Se puramente on-line incentiverebbe la partecipazione di PMI

Si potrebbe porre termine allasta in assenza di offerte entro un certo periodo


Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta dinamica: ruolo della durata (2/4)

Durata e grandezza della variazione di prezzo (es. ribasso)

Snakes in the grass: con sconti minimi unasta dinamica pu essere trasformata in asta ad 1 periodo e la maledizione del vincitore si ripropone

Anche se la durata breve, laccuratezza del processo di apprendimento decresce con la grandezza della variazione di prezzo

Es. Costo di fornitura del concorrente A=9, prezzi possibili p>9 H1: Ribasso del rivale: p=10 p=2, A esce dalla gara H2: Ribasso del rivale: p=10 p=8.9, A esce dalla gara Con quale ribasso si apprende meglio il costo di A?
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta dinamica: ruolo della durata (3/4)

Soluzione? Asta Anglo-Dutch

Klemper (contro collusione per le aste delle frequenze in UK) Appena restano solo due concorrenti, lasta dura solo un ulteriore periodo in cui entrambi sono costretti ad ununica offerta finale a busta chiusa al prezzo pi basso Evita che i due concorrenti pi forti (efficienti ed informati) rallentino lasta riducendo lapprendimento a danno dei concorrenti pi deboli meno esperti ed informati Favorisce partecipazione di PMI
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta dinamica: ruolo della durata (4/4)

Unasta (resa) breve sempre unottima soluzione?

No, Jump or pre-emptive bidding I concorrenti meno esperti e pi piccoli (PMI) anticipano tale possibilit ed evitano di partecipare

Evitabile con lintroduzione di limiti superiori ed inferiori tali che le offerte siano valide (limita offerte anomale)

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Indicazioni di Policy

Allasta dinamica preferibile unasta sealed bid (oneshot) quando Il costo comune basso e poco incerto Partecipanti hanno informazioni (ed esperienza) simile Il settore a rischio collusione

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta elettronica: istruzioni per luso


Art. 54 EU direttiva 2004/18 e Art 85 CdC

Nelle procedure aperte, ristrette e negoziate previo bando


Nellambito della fase di rilancio di AQ e nel SDA Art 85 CdC, com. 4:

lAE riguarda unicamente il prezzo (se concorrenza al prezzo pi basso)


Prezzo e specifiche tecniche (se offerta economicamente pi vantaggiosa)

Com. 7, Si svolge in ununica seduta Com. 9, La SA comunica durante lAE:


Posizione del concorrente Prezzi e valori di altri concorrenti Numero di partecipanti


Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta elettronica: maneggiare con cura!!!! (1/5)

Questioni economiche principali:

Disegno dellasta e livello di informazione:


Regola di chiusura Politiche di diffusione dellinformazione

Procedure: totalmente elettronica vs. formula mista (cartacea + elettronica, art 85, com 7 CdC)

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta elettronica: maneggiare con cura!!!! (2/5)

Tre possibili Regole di chiusura:


a)
b)

Scadenza fissa (art 75 com. 10, CdC)


Numero limitato di round

c)

Stop alle offerte (es. Klemper)

Problemi con a) e b) (snake in the grass e offerta dellultimo minuto) La teoria economica opta per la c)

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta elettronica: maneggiare con cura!!!! (3/5)


Quanta informazione preferibile diffondere? Prezzi: collusione (meno possibile) vs apprendimento (pi possibile) Numero di concorrenti attivi: si pu variare durante la stessa asta MAquestioni aperte: Lamministrazione ha interesse a modificare la strategia di diffusione durante la stessa gara?
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta elettronica: maneggiare con cura!!!! (4/5)

In quale fase preferibile pi informazione?


E preferibile pi informazione allinizio La propensione a colludere potrebbe essere mitigata dal maggiore numero di concorrenti attivi Il maggiore numero di concorrenti ancora attivi stimolerebbe un maggior lapprendimento

Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta elettronica: maneggiare con cura!!!! (5/5)

Due possibili PROCEDURE: 1. Procedura mista: 1 fase cartacea + asta elettronica 2. Procedura completamente elettronica MaRequisiti legali (Italia)!!! Le offerte devono essere aperte pubblicamente alla fine della prima fase (controllo integrit della busta e regolarit della procedura)

Questa procedura fornisce un ambiente ideale affinch i concorrenti si coordino nella seconda fase

Se rischio collusione alto lasta completamente elettronica preferibile


Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013

Asta elettronica: cosa fare?


Le aste elettroniche sono un meccanismo competitive estremamente flessibile.. Piccoli dettagli fanno la differenza, necessario un attento ragionamento di impostazione economica Il tipo di regola di chiusare fondamentale!!!

Ragiona strategicamente: impara a giocare (e vincere) contro te stesso! Laggiudicatore deve imparare a ragionare con la testa del concorrente (sempre!!!)
Berardino Cesi SSPA Bologna Giugno 2013