Sei sulla pagina 1di 9

La Filctem chiede pi celerit nelle autorizzazioni

A pagina otto www.libertasicilia.com

FONDATO NEL 1987 DA GIUSEPPE BIANCA

INDUSTRIA

Esercitazione anticendio al porto grande


A pagina otto e mail redazione@libertasicilia.com

CRONACA

SABATO 17 29 MARZO GIUGNO2012 2013 ANNO ANNOXXV XXVI N. 152 DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - PUBBLICIT: Poligrafica S.r.l. viaMosco Mosco51 51 Tel. Tel.0931 093146.21.11 46.21.11--Fax Fax0931 0931/ SABATO N. 64 DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - PUBBLICIT: Poligrafica S.r.l. via / 60.006 0,50

QUOTIDIANO DELLA PROVINCIA DI SIRACUSA

La nuova tassa sar pagata in quattro rate anzich in tre

Via libera dal Consiglio comunale

Arriva la Tares

Cronaca

Un attento riesame dell'Auto-

Arpa chiede il riesame dellAia

AMBIENTE

Il piano per una maggiore effi-

rizzazione Integrata Ambientale (AIA) rilasciata agli stabilimenti Esso, Isab ed Isab Energy. Lo ha chiesto, dati alla mano, Arpa Sicilia. La richiesta stata inoltrata all'assessorato regionale Territorio e Ambiente, "affinch spiega il parlamentare regionale Pippo Sorbello, componente della quarta Commissione - intervenga da Roma il Ministero dell'Ambiente, con una decisione coraggiosa ma inevitabile stando a quanto riferisce Arpa Sicilia. E se in questa prima fase si punta l'attenzione su tre dei principali impianti industriali presenti nel polo petrolchimico del siracusano (Priolo, Augusta, Melilli ndr).
A pagina cinque

cienza della polizia municipale e la rateizzazione della Tares, la tassa sui rifiuti che sostituir la Tarsu, sono probabilmente gli ultimi due provvedimenti adottati dal consiglio comunale, sotto la presidenza di Edy Bandiera, ormai in via di scadenza. Il piano per lefficienza dei vigili urbani aveva trovato un ostacolo nella mancanza del parere contabile sulla copertura finanziaria e nellesclusione dei nove agenti in forza alla procura della Repubblica. La prima questione stata superata con una nota del ragioniere

Uno

costruisce e laltro demolisce. Alla Regione, quello che fa lAssessorato Agricoltura e Foreste non in sintonia con quello che fa lAssessorato Territorio.
A pagina sette

Plemmirio Si caccia o non si caccia?

Segue a pagina tre

Caso Open Land Ricusato il Gup

Sar la Corte dAppello di Catania a sciogliere le riserve sulla


vicenda Open Land relativamente alla ricusazione che la parte civile ha avanzato nei confronti del Gup del tribunale di Siracusa, Vincenzo Panebianco. Listanza stata formalizzata in occasione delludienza preliminare di ieri mattina, dallavvocato Giuseppe Calafiore, patrocinatore della pare civile, costituita dalla famiglia Frontino, titolare del progetto Centro commerciale Fiera del Sud
A pagina sei

29 GIUGNO 2013, SABATO

di Arturo Messina Domenica scorsa la Galleria Roma, in piazza San Giuseppe, nel cuore di Ortigia, ancora una volta ha confermato di meritare dessere ritenuta il pi noto e stimato punto di riferimento di Siracusa, la degna erede de La Fontanina, che il pi poetico artista dello scatto, Angelo Maltese, fond e gest stupendamente come cenacolo degli artisti siracusani del Novecento, nel cuore del cuore della stessa Ortigia, allingresso di Piazza Duomo, accanto al Palazzo Vermexio, dove usavano incontrarsi e confrontarsi i pittori, gli scultori, gli scrittori, i poeti, gli attori pi quotati di Siracusa e di fuori Siracusa con mostre, recite di liriche, concerti, conferenze, conversazioni del pi alto livello. Lha dimostrato concludendo alla grande la prima parte del suo doppio programma annuale; non quello riguardante le mostre ( ch quello ebbe il suo clou con gli stupendi ritratti in bianco e nero di Salvo Monica, il pi grande disegnatore, scultore e poeta siracusano del secondo Novecento!) bens quello spettacolare: il meraviglioso recital di Lalla Bruschi, ritenuta il pi singolare esempio di grande attrice libera e indipendente da gruppi e compagnie. Non stato, del resto, un meraviglioso recital semplicemente, bens un autentico spettacolo teatrale, visto che a renderlo pi affascinante hanno contribuito meravigliosamente la musica, il canto e la danza esotica, che hanno fatto da meravigliosa cornice allo stupendo ritratto lirico realizzato da lei con la sua recitazione incentrata su una delle figure pi suggestive e inquietanti della mitologia classica: Fedra.

Stupendo il recital di Lalla Bruschi


Ma Lalla non ha voluto focalizzarla recitando brani classici, della tragedia di Euripide ( che abbiamo visto al teatro greco) o di Edza Pound ( che abbiamo visto allanfiteatro, messo in scena dallindimenticabile Gioacchino Lentini con Dora Peluso). Ha preferito presentarcela, per i Siracusani, in edizione insolita, la prima delle quali addirittura dun Siracusano: Tanino Gulizia, architetto, pittore e poeta recentemente scomparso, del quale lattrice nel recente passato ha realizzato unintervista nella stessa Galleria Roma; la seconda recitandone un brano tratto dalla Fedra di Gabriele DAnnunzio. Possiamo senzaltro affermare che la prima ci ha suscitato maggiore emozione, per due motivi: innanzitutto perch la Pasifae, di Gulizia riporta il mito di Fedra alle sue origini, per moltissimi sconosciute; quindi perch la parte recitata da Lalla indubbiamente pi intensa, pi sconvolgente, pi choccante, sia in se stessa, drammaticamente, sia nella stupenda interpretazione che ne ha fatto lattrice siracusana.. Secondo la mitologia greca, infatti, Pasifae era figlia del Sole e della ninfa Perside o Crete, nonch sorella della maga Circe. Pasifae and sposa a Minosse e da quel matrimonio nacquero diversi figli, tra cui, appunto Fedra. Fu Pasifae che gi si era unita sia a Zeus che ad Ermes, giunse ad invaghirsi addirittura del meraviglioso toro bianco fico al punto da ordinare a Dedalo il modo ingegnoso con cui farsi montare dallignaro toro, costruendo il simulacro ligneo: e Pasifae ebbe sodisfatte le sue brame contro natura! E questo il clou dellopera di Gulizia, che Lalla Bruschi ha saputo interpretare nel modo pi stupefacente, soprattutto nei momenti

Alla Galleria Roma si conclusa la parte spettacolare della prima met dellannuale suo nutrito programma artistico-culturale
dellesaltazione potremmo dire psicopatica del mitico personaggio che si rende conto di essere rimasta incinta e si sublima di quella gestazione, nel sentirsi dentro un essere del tutto differente da quelli che gi aveva partorito : sta l lapice del dramma di Gaetano Gulizia, nellavere saputo rendere nel modo pi sconvolgente quella follia, quei sentimenti innaturali che poi saranno ereditati da Fedra, nata da lei e da Minosse. In effetti, la degradazione psichica, o se vogliamo definirla pure depravazione mentale, di Fedra venne ritenuta tale, cio come scaturita dalla tara

familiare che quella figura mitologica ricevette dalla madre, di cui lei ebbe gravemente a risentire nellaccendersi si passione per Ippolito, il figlio del marito, Teseo, e della regina delle Amazzoni, Ippolita. Questo stato largomento sconvolgente della tragedia euripidea, ripreso poi da tanti altri insigni psicologi fino ai nostri tempi e tragediografi, come Lucio Anneo Seneca(dove domina loscura e tragica violenza della sua passione che la porta a rivelare lei stessa la sua passione a Ippolito, dopo che la nutrice non riuscita a commuovere il giovane Ippolito), come Jean Racine (che riusc a creare unoriginale opera poetica facendo di Fedra la vittima dolorosa della terribile forza della passione, combattuta e consunta dallamore come da una gravissima malattia mentale che la porta fino alla gelosia quando apprende che loggetto del suo amore ama unaltra, Aricia, per cui accusa Ippolito al marito, di avere attentato alla sua fedelt, provocando lira di Ippolito per il figlio degenerato!),come il seicentista tragediografo spagnolo Nicolas Pradon, come, appunto, Gabriele DAnnunzio, di cui Lalla Bruschi ha recitato stupendamente alcuni brani, sottolineando soprattutto la sensualit oscura in cui si afferma un crudele gusto e desiderio di morire, per la vergogna della presa di coscienza che la indurr al suicidio e la veemente passione incestuosa che si traduce in immagini cupe e febbrili, ore tese a esprimere lardore cieco dellamore, colmo di disperazione, ora ad affermare la forza dellamore oltre le leggi divine e umane. La sua stupenda performance stata sostenuta ed esaltata dal canto e dalla percussione di Ramzi Harrabi e in modo esaltante dalla danza esotica di due eccellenti e seducenti: Gabry Hamilah e Desir Roccaro, per la coreografia di Angela Inturri. Egregio presentatore stato il dr. Corrado di Pietro, sicilianista scrittore e poeta come linsigne suo zio, lindimenticabile Salvatore Di Pietro.

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

29 GIUGNO 2013, SABATO

Consiglio comunale Arriva la Tares


La
prima questione stata superata con una nota del ragioniere generale, Giorgio Giann: le indennit che scaturiscono dal progetto, ha chiarito, non gravano sul bilancio comunale perch interamente finanziate dalla Regione. Quanto al secondo punto, i problemi sono stati superati con un emendamento (primo firmatario Sebastiano Di Natale e sottoscritto da altri sette consiglieri) votato allunanimit dopo un intervento a favore di Alberto Palestro, secondo il quale le mansione dei nove distaccati giustificano il riconoscimento dellindennit. Lassise ha poi votato allunanimit lintero provvedimento e limmediata esecutivit visto che gli atti devono essere consegnati a Palermo entro luned. Sulla rateizzazione della Tares, il consiglio comunale ha deciso una strada diversa da quella indicata dal dirigente del settore, Enzo Miccoli: sar pagata in quattro rate e non in tre. Diversi anche le scadenze e gli importi delle rata: la prima entro il 31 agosto nella misura del 35 per cento della Tarsu del 2012; la seconda, nella stessa misura entro il 30 settembre; la terza sar pari al 25 per cento e sar versata entro il 31 ottobre. La quarta rata, dopo che saranno approvati il piano finanziario e il regolamento, sar pagata

Recepita dal civico consesso la nuova tassa che sar pagata dai contribuenti in quattro rate anzich tre

entro il 31 dicembre e sar un conguaglio rispetto alle somme gi versate. Tale soluzione, approvata con la sola astensio-

In foto, palazzo Vermexio.

ne di Paolo Romano, stata il frutto di un emendamento proposto da Carmen Castelluccio. Era stata la stessa consigliera,

poco prima, a chiedere la trattazione dellargomento proponendo il prelievo del punto. Due gli interventi nel dibat-

tito. Marco Mastriani ha evidenziato come la Tares graver sulle famiglie almeno il 30 per cento in pi dellattuale Tarsu e

che nel corso dellanno dovranno essere versati entrambi i balzelli. Paolo Romano si soffermato sulle conseguenze che la decisione pu avere sui cittadini di Cassibile-Fontane Bianche che devono gi sopportare la decisione del dirigente del settore Ambiente di sospendere la raccolta dei rifiuti porta a porta invece di estenderla a tutti. Chiedo da subito ha concluso un intervento del nuovo sindaco per ristabilire la situazione evitando cos che possano sorgere problemi di ordine pubblico. Approvato il provvedimento, il presidente Bandiera ha sciolto la seduta perch intanto era venuto a mancare il numero legale. In apertura di seduta, Sergio Bonafede, che ha scelto di non candidarsi alle elezioni del 9 giugno, ha chiesto la parola per un ringraziamento e per evidenziare gli aspetti positivi della sua esperienza da consigliere.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Il comitato cittadino Pd rimette le dimissioni


Il segretario cittadino del partito
democratico, Paolo Gulino, e tutto lesecutivo siracusano hanno rassegnato le proprie dimissioni rimettendo allassemblea il compito di eleggere un nuovo direttivo. Nella nota, diffusa alla stampa e fatta pervenire al coordinamento provinciale del Pd, il segretario Gulino scrive testualmente. Trascorsa la recente tappa elettorale amministrativa nella citt di Siracusa, che ha rappresentato per il Partito Democratico un positivo epilogo dellattivit svolta dallesecutivo cittadino e dal gruppo PD uscente in Consiglio Comunale nel capoluogo aretuseo, con la vittoria della coalizione di centro sinistra, con lattestazione del PD come primo partito in citt e con lelezione a Sindaco del capogruppo uscente del PD in Consiglio Comunale Giancarlo Garozzo, come gi da tempo annunciato, il segretario politico e lesecutivo cittadino ritengono doveroso rimettere i rispettivi incarichi a disposizione del partito. Tale decisione, nonostante la splendida affermazione elettorale del PD in citt, determinata dalla convinzione, che una volta raggiunti tutti gli obiettivi prefissati, un organismo di partito debba cedere la mano, al fine di consentire un ulteriore e conseguente rilancio dellattivit e della proposta politica di partito. E fuor di dubbio, che i cittadini di Siracusa abbiano inteso, con il loro consenso elettorale, riconoscere al Partito Democratico del capoluogo apprezzamento per il lavoro svolto sino ad oggi. La proposta politica lanciata anni fa dallesecutivo cittadino del PD, volta ad avviare un processo di cambiamento radicale del modo di far politica nella nostra citt a cominciare dal Partito Democratico e portata avanti, con non pochi sforzi, passata in campagna elettorale agli occhi dei cittadini, come la pi rispondente al concetto di politica e di gestione della cosa pubblica nel sentire comune di tanti cittadini, che hanno visto una citt massacrata da anni di scellerato ed irresponsabile governo del centro destra. Metodi e facce nuove, primarie e partecipazione dei cittadini alle scelte, che la politica pone in essere, sono state in questi anni le

29 GIUGNO 2013, SABATO

Un

Lattivit di screening sar realizzata con lutilizzo di un videodermatoscopio digitale ad epiluminescenza che la stessa Airc Sicilia

In foto,Paolo Gulino, Giovanni Cafeo e Roberto De Benedictis.

linee direttrici dellazione politica del PD in citt e della campagna elettorale del candidato Sindaco eletto Giancarlo Garozzo. Al primo e secondo turno i cittadini di Siracusa hanno deciso di cambiare ed hanno scelto Garozzo come Sindaco. Hanno scelto

Giancarlo e lidea che lui incarna. E lidea della gente, che vuole dei politici onesti, trasparenti ed aperti alle esigenze dei cittadini, capaci di tradurre le istanze della gente in concrete proposte politiche ed azioni amministrative. Abituati comeravamo a vedere,

Il centrodestra si sgretola perch pone le sue basi su fondamenta

Centrodestra battuto perch poggia le basi su antichi asti

GIANLUCA SCROFANI

costituite da ipocrisie e antichi asti. Questa la posizione di Gianluca Scrofani, leader del movimento Siracusa Democrativca, il quale continua: I risultati delle urne sono chiarissimi. La gemmazione di liste civiche dai partiti tradizionali un fenomeno sintomatico di una politica condizionata e poco lungimirante. Mancano allappello le liste che vanno dall'Udc a La destra, e con una evidente affermazione di una nuova composizione generazionale. Da qui la necessit di utilizzare tutto lo spirito critico che possediamo e creare le basi di un dibattito volto alla costituzione di un nuovo centrodestra che non pu non partire se non attraverso un patto generazionale dove i leader hanno il compito oneroso di traghettare questa fase di transizione. La mia non certo una critica ma unanalisi che deve servire da pungolo. Il centrodestra unito torner a vincere. Se coeso e forte pu controbattere qualsiasi forza politica e questo un dato su cui riflettere per ricominciare a lavorare da subito. Il nostro appello: sediamoci tutti attorno a un tavolo e ricomponiamo le file di unarea smarrita facendo affidamento al buonsenso di tutti. Faremo opposizione in maniera costruttiva, ma dobbiamo essere insieme, forti, per poter difendere quella citt che crede fortemente nel cambiamento. Abbiamo un grande dovere nei confronti dei nostri elettori e di coloro che non si sono ritrovati in noi: quello di lavorare per il bene di Siracusa. Togliamo le armature e guardiamo al futuro con nuova linfa e nuove idee.

sempre, il centro destra, con i suoi uomini ed i metodi da vecchia politica, farla da padrone ad ogni elezione, oggi a Siracusa, nonostante la discutibile campagna elettorale di tanti nostri avversari, la citt ha scelto di cambiare. Ha scelto il Partito Democratico, il centro sinistra e Giancarlo Garozzo. Lesperienza di questo organismo termina con la consapevolezza, che se il PD intende continuare nella linea politica proposta in questi anni dallesecutivo cittadino, magari esportandola nel resto della provincia, soprattutto dove il PD stato battuto nelle amministrative, necessario avviare un confronto serio, che porti nel pi breve tempo possibile alla celebrazione del congresso provinciale, che elegga organismi di partito formati da persone capaci di restituire alla gente fiducia nella politica ed in particolare in quella del nostro partito, troppe volte oggetto di critiche da parte dei suoi stessi elettori. Sollecitiamo il coordinamento provinciale, al quale questo documento indirizzato, ad avviare il percorso che possa dare nuovi organismi al partito in citt; in questo senso la segreteria cittadina uscente intende collaborare per stabilire la convocazione dellassemblea cittadina, unico organo deputato a procedere allelezione di tali organismi.

attento riesame dell'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) rilasciata agli stabilimenti Esso, Isab ed Isab Energy. Lo ha chiesto, dati alla mano, Arpa Sicilia. La richiesta stata inoltrata all'assessorato regionale Territorio e Ambiente, "affinch - spiega il parlamentare regionale Pippo Sorbello, componente della quarta Commissione - intervenga da Roma il Ministero dell'Ambiente, con una decisione coraggiosa ma inevitabile stando a quanto riferisce Arpa Sicilia. E se in questa prima fase si punta l'attenzione su tre dei principali impianti industriali presenti nel polo petrolchimico del siracusano (Priolo, Augusta, Melilli ndr) - prosegue Sorbello - non c' motivo di dubitare che una analoga procedura possa essere seguita per Gela e Milazzo". Per la qualit dell'aria in Sicilia, specie nelle aree a rischio industriale, si comincia a fare sul serio. Dai dati di monitoraggio prodotti dall'Agenzia regionale per lambiente, con particolare riguardo all'area siracusana, emerge la necessit di integrare i decreti di autorizzazione perch, si evince, sarebbero mancanti in passaggi chiave per la salvaguardia della salute pubblica. Insomma, servono prescrizioni pi rigide inserite in una rivistazione repentina e puntuale delle autorizzazioni ambientali. D'altronde, anche in Prefettura a Siracusa

Arpa Sicilia richiede il riesame dellAia

29 GIUGNO 2013, SABATO

Si tratta dellautorizzazione integrata ambientale rilasciata dalle aziende Esso, Isab ed Isab Energy

sono state rilevate e segnalate carenze negli impianti interessati. Il ministero dell'ambiene non pu tirarsi indietro, adesso. E' probabile che errori siano stati commessi in passato, con altri inquilini e responsabili del dica-

stero. Ma ora che siamo arrivati a met del percorso, Roma non pu rifiutarci la possibilit di ripararvi e chiedere che l'aria in Sicilia sia respirabile", incalza Sorbello. Una prima risposta dal Ministero , per la verit, arrivata. Vi si

rivela la bont delle osservazioni e delle conclusioni. "Ed essendo l'Arpa una agenzia che si occupa di tutela dell'ambiente e salute dei cittadini, questa segnalazione non pu che spingerci a fare presto", spiega ancora Sorbello.

Il processo si sta celebrando al cospetto del Gup Rileggete del tribunale di Catania. Adesso la parola pas- le motivazioni Sar la Corte dAppello di Cadella sentenza tania a sciogliere le riserve sulla vicenda Open Land relativamendel Cga te alla ricusazione che la parte
civile ha avanzato nei confronti del Gup del tribunale di Siracusa, Vincenzo Panebianco. Listanza stata formalizzata in occasione delludienza preliminare di ieri mattina, dallavvocato Giuseppe Calafiore, patrocinatore della pare civile, costituita dalla famiglia Frontino, titolare del progetto denominato Centro commerciale Fiera del Sud al processo che vede imputato lingegnere Natale Borgione, dirigente dellufficio urbanistica del Comune di Siracusa, accusato del reato di tentata estorsione, che ha affidato la propria difesa allavvocato Ezechia Paolo Reale. Secondo quanto sostenuto dalla parte civile, la posizione del giudice per le udienze preliminari sarebbe incompatibile perch una sua congiunta farebbe parte di societ in ambito immobiliare e per lo smaltimento di rifiuti in concorrenza con la famiglia Frontino. Il giudice ha trasmesso gli atti alla Corte dAppello ed ha, quindi, fissato una nuova udienza preliminare per il 22 novembre prossimo. La vicenda ruota attorno alla denuncia avanzata dai titolari dellarea in cui sta per avvisrsi il centro commerciale. Si sostiene di avere ricevuto pressioni dal dirigente comunale il quale avrebbe fatto intendere che le sorti del progetto dellOpen Land dipendevano dal progettista che intendevano nominare e che il progettista glielo avrebbe dato lui, solo in questo modo non avrebbero avuto alcun problema oltre che la certezza che il progetto sarebbe passato ed anche in tempi brevi perch tanto lo avrebbe firmato lui. Dopo il colloquio che risale al dicembre 2008, la societ avrebbe deciso di andare avanti per la propria strada, ritenendo di avere comunque le carte in regola per ottenere la concessione edilizia. Ma alla presentazione della relativa domanda, il 20 aprile del 2009, la risposta da parte del funzionario dellufficio urbanistica sarebbe stata negativa. Il sostituto procuratore Maurizio Musco, allora titolare dellinchiesta in questione, ha poi affidato

Caso Open land: la parte civile ricusa il Gup

29 GIUGNO 2013, SABATO

Riserva del Plemmirio Tra divieti e autorizzazioni


Mentre un assessorato vieta la caccia, un altro la consente: O si spara o si protegge la natura
Uno costruisce e laltro demolisce. Alla Regione, quello che fa lAssessorato Agricoltura e Foreste non in sintonia con quello che fa lAssessorato Territorio e Ambiente, con laggravante che la scelta di uno contro quella dellaltro. Probabilmente gli impiegati dei due uffici non si parlano nemmeno se si incontrano al bar. E allora ci pensiamo noi a metterli in contatto, rendendoli destinatari di una grave e importante segnalazione inviatagli pochi giorni fa. Il luogo di cui stiamo parlando il Plemmirio, la bellissima zona costiera a sud di Ortigia protetta in mare dallistituzione di unArea Marina e in terra dalla Riserva naturale Capo Murro di Porco e Penisola della Maddalena, dal SIC Capo Murro di Porco, Penisola della Maddalena e Grotta Pellegrino , e dalla proposta di Piano Paesaggistico Regionale con il massimo livello di tutela (3). Il fatto questo. Al Plemmirio, ed esattamente tra Punta Tavernara e Capo Murro di Porco, gli strumenti di salvaguardia di cui gode il sito vengono puntualmente elusi dalla presenza di unarea in cui i cacciatori, muniti di fucile, possono addestrare i loro cani a predare. Larea si definisce Zona cinologica stabile di tipo B, e la gestione affidata annualmente dallAssessorato Agricoltura e Foreste alla Federazione Siciliana della Caccia. La zona cinologica si trova lungo la rotta migratoria di molti uccelli passeriformi. Il Plemmirio per non unarea protetta per caso. Qui la sosta e lalimentazione di uccelli e di qualsiasi altra specie animale, favorita da una depressione del suolo, interna alla zona cinologica, che le

29 GIUGNO 2013,SABATO

Gli avvocati Corrado Giuliano

In foto, il centro commerciale dellRpipoli.

incarico ad un collegio di periti, tra i quali un docente dellUniversit di Catania, che ha accertato come non vi fosse nessun conflitto tra il progetto di centro commerciale e quanto contenuto nel piano regolatore generale della citt di Siracusa. Tale perizia di parte stata depositata alla met del 2010 aggiungendosi al quadro probatorio a carico del funzionario che stato arrestato, come si ricorder, l8 ottobre 2010 con misura cautelare degli arresti domiciliari dellallora Gip Giuseppina Storaci, poi annullata dal tribunale del riesame di Catania. La difesa dellimputato, sostenuta dallavvocato Ezechia Paolo Reale, afferma, al contrario, di avere avuto lui stesso delle pressioni politiche per accelerare la pratica relativa alla concessione edilizia del progetto. In fase di interrogatorio di garanzia, lingegnere Borgione

Dopo la riduzione dei dirigenti da 18 a 10 operata dallex

Provincia regionale: rimangono soltanto due dirigenti in servizio

ha riferito anche di non avere mai avanzato alcuna richiesta alla famiglia Frontino, men che meno suggerito il nome del professionista a cui affidare la redazione del progetto del centro commerciale ad Epipoli. Borgione ha anche motivato ampiamente la sua decisione di non dare la concessione edilizia alla societ. Carte alla mano, quindi, secondo il funzionario del Comune di Siracusa, non vi sarebbero stati i presupposti per rilasciare il nulla osta, valendosi dei diversi vincoli archeologici e paesaggistici che gravano sulla zona, che lo avrebbero indotto ad opporsi al progetto degli imprenditori Frontino, che comprende la demolizione e la ricostruzione del complesso commerciale della Fiera del Sud di viale Epipoli. R.L.

presidente Bono nel 2009 e la scadenza degli incarichi dirigenziali conferiti da questultimo, coincidenti con la fine del suo mandato elettorale, il commissario straordinario dott. Alessandro Giacchetti, ha dovuto applicare la legge Brunetta e ha potuto conferire incarichi dirigenziali solo a due degli ex dirigenti, sino a fine settembre, nellattesa che venga aggiornato lalbo degli idonei. A detti incarichi sono stati designati il dott. Giovanni Vinci, gi dirigente del settore economicofinanziario e ling. Concetto Silluzio gi dirigente del settore viabilit. Si realizzer cos un risparmio per lEnte stimabile in complessivi 500 mila euro circa lanno, comprensivi di oneri previdenziali.

e Giovanni Sallicano, in merito alla vicenda del centro commerciale riferibile alla Open Land, tengono a precisare alcune fondamentali circostanze e argomentazioni giuridiche contenute nella recente sentenza emessa dal Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, Il giudice dappello dicono - viene a sottolineare, con palese vigore, testualmente che In realt, sul piano sostanziale, listanza di concessione di cui si controverte non avrebbe potuto in alcun modo essere accolta difettando in radice i presupposti urbanistici per il suo legittimo rilascio. Premettendosi che non si pu fare confusione tra destinazione commerciale e destinazione fieristica, confuta il parere dellAvvocatura comunale e nega la legittimit della successiva concessione rilasciata con molta leggerezza in favore dellOpen Land, ritenendo ambedue frutto di un palese ed abbastanza sorprendente fraintendimento della giurisprudenza comunitaria e delle tavole normative allegate al Prg, per cui ne consegue che, come rappresentato nel provvedimento di diniego, lintervento non era legittimamente assentibile anche perch comportava un carico urbanistico ben pi intenso di quello stimato in sede di Piano. Per quanto riguarda il riconoscimento dei danni, si rileva la quantificazione per molti versi effimera degli stessi per il periodo che va dal 10.10.2009 al 30.11.2010, con esclusione peraltro di quello a partire dal 26.02.2010, data in cui la Sovrintendenza ordin la sospensione dei lavori e sempre che lOpen Land sia in possesso, quanto al lucro cessante, di atti aventi data certa anteriore al 17.10.2012 altro che 47 milioni di euro. Si ritiene - concludono i due legali - che il Comune di Siracusa, atteso quanto sopra riferito, possa contrastare efficacemente il progettato (inutile, dannoso e illegittimo) intervento di cementificazione commerciale, comportante un carico urbanistico insostenibile e, cos, interrompendo finalmente il pregresso atteggiamento di eccessiva benevolenza nei confronti della nota intrapresa privata.

In foto, la zona dei laghetti al Plemmirio.


piogge trasformano per molti mesi lanno in unarea umida costiera. Lampia pozza, alla stessa stregua dei pantani di Vendicari o delle saline di Siracusa, si riempiono di vita. Trovandoci in una riserva naturale, anche nella zona cinologica sarebbe vietata la cattura, luccisione, il danneggiamento o il disturbo delle specie animali, lintroduzione da parte di privati di armi e di qualsiasi altro mezzo di cattura, e lintroduzione di specie animali

o vegetali estranee che possano alterare lequilibrio naturale. Nella zona cinologica, per facilitare laddestramento e lallenamento dei cani, accade proprio il contrario: si spara, si introducono cani, si disturbano, catturano, danneggiano e uccidono le specie animali, e si introducono esemplari di allevamento come quaglie, fagiani e conigli. Ammesso e non concesso che il cane abbia la capacit di discernere tra una quaglia selvatica e una di allevamento, tra un coniglio selvatico e uno di allevamento, e che quindi il suo impatto sia solo verso la fauna domestica, la continua liberazione di conigli di allevamento ha creato anche problemi di ibridazione con la sottospecie iblea Oryctollagus cuniculus huxlei, che vive selvatica in queste zone. Finora il governo Crocetta ha rimesso ordine in tante questioni, anche di carattere ambientale, pertanto non sar difficile farlo intervenire per mettere fine a questa convivenza impossibile. Qui o si spara o si protegge la natura. Luno esclude laltro. Anzi, essendo ormai chiaro il modello di sviluppo che la classe politica ha voluto per il Plemmirio, la zona cinologica deve spostarsi. Fabio Morreale

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

La Filctem alla Regione Sbloccate le autorizzazioni


Si tenuto ieri il Forum del sindacato dei chimici che ruotato attorno alla relazione del segretario provinciale, Rizzuti
La
questione delle bonifiche dei siti dellarea industriale siracusana al centro della relazione da parte del segretario della Filctem di Siracusa, Rizzuti, al forum organizzato dal sindacato proprio per fare il punto della situazione e cercare le strade da battere per ovviare ad una profonda crisi. Qui di seguito parte della relazione di Rizzuti. E risaputo che questa area industriale pesa per il 35% sulla economia dellintero territorio, ed in questo frangente, la sua crisi ha acuito ancora di pi le drammatiche e precarie condizioni della nostra provincia. A questo dramma si aggiunge la disperazione, mista a rabbia, di tante famiglie, per la mancanza di prospettive di sviluppo, seppur sappiamo che in riferimento al lavoro ed allo sviluppo, almeno nellindustria, le potenzialit di consolidamento questa provincia le ha avute e continua ad averle tutte, se ognuno facesse la propria parte. Infatti, pur avendo avuto, nellultimo ventennio, un forte ridimensionamento industriale, per effetto della sparizione di intere produzioni, e i conseguenti tagli occupazionali, che negli ultimi 7 anni ammontano a 700 lavoratori diretti e 4000 indiretti, larea industriale siracusana rappresenta ancora oggi un grande polo industriale, che ha la sua forza nella integrazione tra chimica ed energia. Per consolidare lesistente e creare le condizioni per lo sviluppo, il 21 dicembre del 2005, a Palazzo Chigi, stato firmato lAccordo di Programma per la qualificazione e la reindustrializzazione del Polo petrolchimico di Priolo. Accordo di Programma che subito ha realizzato le dismissioni delle produzioni non competitive ( Ciclo del cloro e Polioli) e non compatibili con la tutela della salute e dellambiente; mentre ancora oggi risulta fermo negli investimenti e negli impegni che Eni, Governo Nazionale e Governo Regionale avevano assunto. Per quanto riguarda la chimica, venuto meno limpegno previsto nellaccordo di programma che prevedeva la costruzione di un impianto di glicol etilenico per bilanciare la produzione di etilene. A distanza di anni e con lavvento della crisi internazionale, il mancato impegno ha aumentato sempre di pi la condizione di criticit del nostro craking e quindi di tutto il sito . Ma nel 2011 c stata la svolta: ENI, dopo anni di disimpegni nella chimica, ha rotto gli indugi e ha rilanciato la produzione chimica con investimenti importanti in alcuni siti nazionali. Uno dei siti destinatario di questi investimenti stato Priolo. Infatti dopo una serie di incontri specifici, a marzo mesi, per cui la fase di cantierizzazione prevista per la primavera del 2015, e il completamento e la messa in marcia a regime prevista per la primavera del 2017. Riguardo la chimica anche Sasol a tuttoggi, conferma gli investimenti di circa 120 milioni di euro che dovrebbero realizzarsi nel triennio 2017/ 2020, per ridurre gli attuali costi energetici, costruendo un turbogas e migliorando la performance delle produzioni esistenti con un nuovo impianto per la produzione di alcoli grassi. Un investimento importante nella raffinazione quello annunciato da Lukoil, per un ammontare di 1500 milioni circa, investimento che risulta ancora unidea, che comunque sarebbe destinato tutto allammodernamento della raffineria e che comporterebbe la costruzione di un impianto di Hydrocraking. Gi Lukoil, con un incontro tenutosi alla regione, avrebbe sondato il terreno per avere certezze sui tempi delle autorizzazioni, quindi, il punto dolente sono sempre le autorizzazioni. Ora non c dubbio che, se insieme a quelli gi previsti, si realizzasse anche un investimento di questa portata, questo territorio potrebbe presentare unarea industriale competitiva a livello mondiale.

29 GIUGNO 2013, SABATO

vita di Quartiere
E' convocata per stamani, sabato 29 giugno alle
ore 11,00 presso la sede dell'Arci in piazza Santa Lucia n. 20 la conferenza stampa di presentazione della neo nata associazione "Comunita' Africana a Siracusa" la prima associazione formalmente costituita formata da stranieri stabilmente residenti nel capoluogo aretuseo. Rifugiati politici e migranti provenienti da 8 Paesi diversi del continente Africano (Somalia, Liberia, Nigeria, Costa D'Avorio, Mali, Guinea, Camerun, Niger) uniti insieme per aiutare e promuovere attivit culturali e sociali rivolte agli stranieri presenti nel territorio siracusano ma anche ai cittadini Siracusani. Tra le finalit dell'associazione "Comunita' Africana a Siracusa": Favorire l'integrazione; dar vita ad attivit di sensibilizzazione e di animazione della comunit locale entro cui opera al fine di renderla pi consapevole all'attenzione e all'accoglienza della Comunit africana presente nel territorio, far rispettare il diritto alla salute, il diritto alla casa

29 GIUGNO 2013, SABATO

S. Lucia: Oggi la presentazione della Comunit africana


e all'accoglienza, il diritto all'istruzione e alla formazione, il diritto al lavoro eccetera, tutelare e la difendere dei diritti dei lavoratori migranti, aiutare tutte le persone in difficolt con particolare attenzione ai soci della associazione, diventare un luogo dincontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali. Durante la conferenza stampa verranno presentate la storia dell'associazione, le finalit, le attivit in programma e verranno avanzate delle proposte per migliorare il sistema di accoglienza nel nostro territorio, diventato nelle ultime settimane sempre pi luogo di sbarchi e di rifugio per centinaia di migranti. Interverranno durante la conferenza. Shidane Abdi Aziz Mohamed - presidente dell'associazione. Prince Richard - portavoce dell'associazione. Mogasiba Mohamed - vice presidente. Idahosa Vivian Iziegbe - componente del direttivo. Simona Cascio - componente del direttivo e presidente Arci.

LAssociazione

Nel centro storico un anello di congiunzione fra passato e presente

In foto, un momento del forum della Filctem. di questanno abbiamo firmato lacfase di preparazione della fermata cordo che sancisce ufficialmente dellimpianto etilene, che cominlavvio di un investimento di 400 cer il 13 agosto e si completer il mil. di euro da parte di Versalis (ex 10 novembre, quando limpianto Polimeri Europa). Il programma di ripartir con le modifiche attuate: investimento, per il suo completanello stesso periodo fermer definimento, purtroppo prevede sia tempi tivamente limpianto di polietilene. lunghi che la politica dei due temMentre per i nuovi impianti la fase pi. Attualmente gi cominciata la autorizzativa prevede un iter di 17

S svolta presso la Banchina n. 6 del Porto

Esercitazione antincendio al porto grande Impegnati Capitaneria e vigili del fuoco

CRONACA

Grande di Siracusa la rituale esercitazione antincendio prevista per lanno 2013. Lesercitazione stata organizzata da questa Capitaneria di Porto di concerto con il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco. Lo scenario di intervento si incentrato su di un incendio sviluppatosi nei locali macchine di un motopesca denominato Sebastiano Padre SR2201 ormeggiato in banchina darsena Via Garibaldi. Lesercitazione ha comportato lapplicazione delle procedure previste dalla Monografia antincendio per il Complesso Portuale di Siracusa Porto Grande e Baia di Santa Panagia edizione 2003. Lesercitazione ha visto il coinvolgimento ol-

tre che degli Enti Istituzionali e delle Forze di Polizia, nella fattispecie la Polizia di Frontiera e la Guardia di Finanza, anche degli operatori portuali quali piloti, ormeggiatori, San Giorgio Mare nonch dei rimorchiatori con limpiego del rimorchiatore Punta Magnisi per lestinzione dellincendio. Le dipendenti motovedette CP 832 e GC B31 hanno svolto il servizio di polizia marittima ed il recupero di un naufrago successivamente trasferito presso il presidio ospedaliero Umberto I. La conduzione dellesercitazione che ha avuto termine alle ore 12:44 per una durata di oltre unora ha consentito di testare i tempi di intervento dei soggetti coinvolti facendo registrare un ottimo risultato sia dal punto di vista operativo che organizzativo.

pupi di Siracusa tornano a San Giovannello alla Giudecca. Infatti lAssociazione Vaccaro-Mauceri ha organizzato dall'1 luglio al 31 agosto 2013 la terza edizione della rassegna teatrale denominata "Pupi sotto le stelle", in collaborazione con l'Oratorio della Parrocchia della Immacolata di Siracusa, patrocinata dal Ministero per i Beni Culturali, dalla Regione Sicilia - Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, e promossa dal Centro Commerciale Naturale "Ortigia". Sotto le stelle e nella suggestiva cornice di San Giovannello i pupi proporranno i loro amori e le loro battaglie, dopo il successo della seconda edizione che ha visto quasi 3000 spettatori. Il rapporto dei pupi con San Giovannello ri-

Ortigia: Pupi sotto le stelle nella ex chiesa di san Giovannello


porta al lontano 1978, quando i fratelli Vaccaro debuttarono, tra mille dubbi e altrettante speranze, con la loro prima opera "L'incantesimo di Angelica" tra le mura del magico sito. A distanza di trentacinque anni la magia si ripete grazie ai fratelli Mauceri. Dice Alfredo Mauceri, direttore artistico della manifestazione: E' un evento. I pupi siracusani dei fratelli Vaccaro hanno dato il via ad un nuovo percorso dell'Opra dei pupi aretusea proprio da San Giovannello, ed da qui che la compagnia ripropone le proprie produzioni teatrali, per suggellare trentacinque anni di ininterrotta attivit teatrale". Quest'anno saranno proposte tre opere cronologicamente legate tra loro dedicate ad una delle eroine pi conosciute dell'Orlando Furioso, Olimpia. La prima una produzione del 2010 dal titolo "Olimpia, la triste istoria" a cui segue "Olimpia, una nuova speranza" e "Olimpia, scaccomatto al destino". Continua Alfredo Mauceri: Inizialmente "La triste istoria di Olimpia" nacque come spettacolo unico. Sviluppando la trama mi resi conto che il personaggio era molto pi complesso e le sue vicende abbracciavano un arco temporale lungo, pertanto decisi di trasformare la storia in una trilogia. La prima parte fu presentata in anteprima a Palermo nel 2010, durante il Festival di Morgana. I due episodi conclusivi sono nuove produzioni e proporranno effetti visivi davvero unici. Sono pi di ventisei le produzioni messe in scena nei primi dieci anni di attivit dai fratelli Mauceri. Gli spettacoli si ripeteranno a ciclo continuo tutti i giorni, dal luned al venerd, nel mese di luglio alle 21:30, mentre il sabato alle 18:30 in teatro. Nel mese di agosto l'appuntamento raddoppia: alle 18:30 in teatro e alle 21:30 a San Giovannello, dal luned al sabato. Oltre agli spettacoli, tutti i mercoled dalle 10:00 alle 13:00, lo staff dell'Associazione attuer dei laboratori artistici per bambini, ma anche per adulti, che prevedranno letture animate e attivit ludiche legate all'opra dei pupi. L'opera dei pupi patrimonio dell'umanit inserita nella lista dei beni immateriali dell'Unesco. Nel 1882, in uno scantinato di via Mario Minniti, allora "vanedda Spata", Francesco Puzzo

Eventi dal taglio squisitamente legato alla cultura popolare pi tradizionale in agenda nel rione della Giudecca dal 1 luglio al prossimo 31 agosto

costru il suo primo pupo. Fu lui a creare il teatrino Eldorado di via Maestranza, con l'aiuto del puparo Giuseppe Crimi che gli dipinse il sipario per il nuovo teatro. Il Puzzo cre successivamente il Teatro Bellini che spost in molte sedi in citt oltre che in provincia, agendo fino al 1917,quando i figli Ernesto, Giuseppe, Luciano e Salvatore ne seguirono le orme. Ernesto Puzzo, nel 1924 tenne a battesimo il Teatro Eden di Via Gemmellaro, che ospit il grande attore e puparo catanese Giovanni Grasso, e successivamente, nel 1928, il Teatro San Giorgio di via Dante, oggi via dei Santi Coronati, a Siracusa. L'attivit di Ernesto dur fino al 1947 mentre il fratello Luciano oper a Noto fino al 1937.

La Compagnia dei pupari Vaccaro-Mauceri, fondata nel 1999, lanello di congiunzione tra il passato, rappresentato dalloperato dei fratelli Saro e Alfredo Vaccaro, e i fratelli Daniel e Alfredo Mauceri, nipoti di Alfredo Vaccaro. I Fratelli Vaccaro, con spirito rinnovatore, per molti anni hanno dato vita ai pupi nella citt aretusea; i fratelli Mauceri, avendo raccolto il testimone della tradizione siracusana, con lo stesso spirito, invertono la marcia dei loro progenitori per ricondurre lopra dei pupi di Siracusa ad una fedelt filologica dei contenuti e delle modalit dello spettacolo, con consapevole cultura della storia e dei significati che lopra dei pupi tramanda. Con continua dedizione e conoscenza dello strumento teatrale, cercano la giusta mistura fra tradizione e innovazione, cercando allo stesso tempo di sperimentare nuove forme teatrali. I fratelli Mauceri, facendo leva solo sulla propria creativit e tenacia, hanno presentato la compagnia e i propri spettacoli in numerosi Festival e Rassegne di teatro di figura in Italia e allEstero. Nel 1978 i fratelli Rosario e Alfredo Vaccaro, con l'ausilio degli attori della locale Televisione Video Regione e la presentazione ufficiale dello storico Giuseppe Guarraci e dell'avv. Corrado Piccione, memoria storica siracusana, iniziano la loro attivit che segna la ripresa dell'opera dei pupi a Siracusa.

10

29 GIUGNO 2013, SABATO

Io stesso, innanzi-

Solidariet al personale AST


S. Lucia: Oggi alle 11,00 si parler dellabolizione delle province

Per le vicissitudini che lazienda regionale di trasporti attraversa

tutto, esprimo solidariet ai dipendenti dell'Ast impegnati nella loro giusta azione di protesta, visti i ritardi con i quali vengono pagati i loro stipendi e le consequenziali problematiche economiche che si accendono per le oro famiglie" dice il vicepresidente del gruppo Pdl, Marco Falcone, il quale nello stesso tempo sottolinea come "il problema pi grosso, in effetti, sta nella sorta futura di questa azienda, indispensabile per il territorio e per l'utenza in gran parte costituita da lavoratori pendolari". Per questo, Falcone annuncia un atto ispettivo che sar depositato oggi stesso e con il quale chiede delucidazioni "urgentissime all'assessore alle Infrastrutture, specialmente alla luce di un emendamento, proprio del Pdl, approvato in

Di

Citt: Nuove prospettive dopo tre lustri fallimentari

Acradina: Il CSS premia i giovani


29 GIUGNO 2013, SABATO

11

Stamani, sabato 29 giugno, alle


Aula, con il quale si stanziavano ben dieci milioni per il futuro dell'Ast. Se esiste una azione in nuce che porti al salvataggio e al potenziamento dell'azienda e se stato, per questa bisogna, approntato un piano industriale che renda serenit a uno dei troppi settori in crisi in questa nostra terra". L'Azienda Siciliana Trasporti (Ast) una azienda

11 nella segreteria di via Tripoli il presidente della Commissione attivit produttive alla Regione,

Bruno Marziano, terr una conferenza stampa sul tema Da Provincia a Consorzio tra comuni. all'interno della Regione Siciliana collegando con i rispettivi capoluoghi di provincia e con il capoluogo regionale anche zone ed aree che ne erano sprovviste. Venne istituita con la legge regionale n. 7 del 22 agosto 1947 allo scopo dichiarato di provvedere a servizi di trasporto di persone e cose. La legge regionale n. 22 del 13 marzo 1950 ne mise le basi operative in atto costruendo cos quella che rappresenta fino ad oggi uno degli elementi portanti del trasporto pubblico della Regione Siciliana ed occupa un posto di grande importanza nella definizione del Piano Regionale del Trasporti. LAzienda Siciliana Trasporti stata trasformata in societ per azioni nell'ambito delle attuali linee di orientamento a livello europeo. A partire dagli anni novanta si avviata una progressiva diversificazione dell'attivit produttiva dell'azienda che ha assunta la gestione degli impianti di risalita della stazione sciistica di Piano Battaglia sulle Madonie. Ha poi acquisita una partecipazione azionaria nella Societ Interporto di Catania Spa. e di maggioranza nell'Ast Sistemi Srl.

pubblica regionale che collega i principali centri della Sicilia svolgendo inoltre in alcune citt, tra cui Siracusa, Ragusa e Modica anche il servizio di trasporto urbano. LAzienda Siciliana Trasporti fu fondata nel 1947 da Michele Navarra, allo scopo di provvedere una rete di collegamento su strada che permettesse la mobilit dei cittadini

seguito dichiarazione sullelezione a sindaco di Giancarlo Garozzo formulata dal parlamentare del partito democratico Giuseppe Zappulla, che la descrive nella sostanza come: una vittoria frutto della ritrovata unit nel Partito democratico, unit che adesso deve essere valorizzata per sostenere Garozzo e la sua giunta nella soluzione dei problemi. La ritrovata unit tra tutte le componenti interne al Partito democratico di Siracusa ha permesso al centrosinistra, di tornare al governo della nostra splendida citt, dopo circa 15 anni di gestione fallimentare del centrodestra. Il crollo dell'affluenza alle urne, oltre a confermare il grave distacco dei cittadini rispetto alla politica, conferma comunque un dato importante: a votare andato il popolo del centrosinistra, nonostante i veleni degli ultimi giorni. Al contrario, il risultato elettorale a favore di Garozzo ci consegna un partito che, dopo il legittimo e serrato confronto delle primarie, pi unito che mai. Questa ritrovata armonia deve essere custodita e valorizzata affinch il nuovo Sindaco e la sua giunta possano essere sostenuti nel difficile compito di rispondere alle giuste istanze dei nostri concittadini. Due impegni su tutti: il primo quello di cambiare davvero Siracusa, partendo dai giovani e dal lavoro, dalla tutela del territorio, alla riqualificazione di interi quartieri, dalla qualit della vita, all'etica della responsabilit; il secondo, recuperare il gravissimo deficit di fiducia che si registrato soprattutto al ballottaggio. Doverosi e sentiti i ringraziamenti. Il primo grazie non pu non andare al principale protagonista dell'affermazione, al neo sindaco Giancarlo Garozzo. Grazie a quanti lo hanno sostenuto e alle migliaia di siracusani che hanno votato lui, il Pd e le liste della coalizione. Un doveroso riconoscimento va all'impegno dei militanti e a tutti i candidati al Comune e ai consigli di quartiere soprattutto a coloro che, pur non essendo stati eletti si sono mobilitati anche per il ballottaggio con il solo gusto della passione e della battaglia politica. Nonostante alcune cadute di stile degli ultimissimi giorni, infine, mi sento di rendere l'onore delle armi a Reale e a quella parte di sostenitori per bene e competente che con lui ha affrontato la competizione elettorale. Cos si esprime parlamentare del partito democratico Giuseppe Zappulla a proposito dell'elezione e alla carica di primo cittadino di Giancarlo Garozzo. 36 anni, nato a Siracusa, sposato dal 2009, appassionato di sport, Giancarlo Garozzo segue con interesse calcio, pallavolo e formula 1. Da sempre impegnato nella tutela dei pi deboli, anche un convinto animalista. Ha assolto gli obblighi di leva da obiettore di coscienza presso la Caritas Diocesana di Siracusa, e lIstituto Psicopedagogico S. Angela Merici per lassistenza a soggetti portatori di handicap. Abilitato alla professione di Consulente del Lavoro nella sessione desami dellanno 2001 iscritto allalbo provinciale dal 15/04/2005 svolge la propria attivit lavorativa presso la Geacol Srl. Da sempre impegnato in politica, ha sempre militato nellarea di centrosinistra. Nel 1995, subito dopo il compimento del 18anno di et, stato eletto al Consiglio di Quartiere Neapolis. Nel 2004 viene eletto al consiglio comunale nelle liste della margherita democrazia e libert. Nel 2007 tra i fondatori del partito democratico in Provincia di Siracusa.

La migliore tecnica di difesa esclusivamente a mani nude e senza nessun ausilio di armi

Consueto passaggio di cintura fra i karateka a conclusione dellanno sportivo 2012/2013

Presso

la stessa sede sociale dellAssociazione Sportiva Centro Sportivo Siracusano a chiusura dellanno sportivo, si provveduto, in questi giorni, al consueto passaggio di cintura per i mini karateka del Centro Sportivo Taiji Kase. I tecnici Marianna De Simone e Giancarlo Trigilio e il direttore Tecnico Roberto dellAquila hanno consegnato la cintura

bianca e gialla a: Luciano Petrolio, Antonio Moscuzza, Paolo Vinci, Leonardo Morrone, Salvo Draco, Lorenzo Bandiera, Danilo Cal, Riccardo Rodolico, Matteo Greco, Cristian Spicuglia, Daniele Garofano, Alessia Riccioli e Damiano Liistro. Gialla: Marco Pinasco, Samuele Sampietri, Gabriele Conte, Giorgio Mollica, Erigo Intelande, Pietro Spa-

da, Aurelio Cavallaio, Giorgio Mollica Rino Cimino e. Giallo-arancione: Enrico Megnia, Alice Megna, Alessia Giunta, Francesco Pupillo, Fazio, Paolo Consolino, Luciano Genovese, Riccardo Di Stefano, Emanuele Geraci e Lara Bogicewic. Arancione a: Vittorio Moncada,Domenico Salaria, Gabriele Cupani e Giancarlo Caldelarie. Verdi: Tita Ortisi,

Giuseppe Martinez, ed ancora Dario DAlessio e Francesco Zammitti. Blu: Gianluca Rubino, Alexander Castagna, Paolo Tabacco e Aurora Romano, Capozio Francesco ed ancora Gabriele Salvo, Alfonso Salerno e Gianluigi Schiavo. Marrone: Alba Urso . Il karate un'arte marziale nata nelle Isole Ryukyu, (oggi Okinawa), in Giappone. Fu

sviluppato dai metodi di combattimento indigeni chiamati: te (letteralmente: "mano vuota"?) e dal kenp cinese. Il karate prevede infatti la difesa a mani nude, senza l'ausilio di armi, anche se la pratica del Kobudo di Okinawa, che prevede l'ausilio delle armi tradizionali (bo, tonfa, sai, nunchaku, kama), strettamente collegata alla pratica del karate.

LUnit idro-oceanografica della

La nave Magnaghi alla fonda ad Augusta


5, 10 e 20 m, e saranno prelevati campioni di sedimenti destinati a successive analisi di laboratorio. Lattivit svolta da Nave Magnaghi, al Comando del Capitano di Fregata Marco Grassi, presso la rada di Augusta, una delle molteplici collaborazioni con lIspra condotte dallunit nellambito della Campagna Idro-oceanografica 2013. In particolare, nel mese di luglio, la nave sar impegnata in rilievi mirati alla caratterizzazione di specifici banchi del canale di Sicilia, habitat di interesse prioritario per la biodiversit e per la pesca. Infine , a partire dal mese di settembre, saranno completate le attivit presso lArcipelago delle Eolie, gi avviate con la campagna Panarea 13, in unarea interessata da fenomeni di idrotermalismo superficiale e profondo.

Lunit della marina militare in zona per effettuarvi dei rilievi di tipo oceanografico

Marina Militare, Nave Ammiraglio Magnaghi, in sosta nel porto di Augusta per effettuare dei rilievi oceanografici nellambito del progetto Augusta_Biodivalue, condotti in sinergia con Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra), Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (Arpa) ed Istituto Idrografico della Marina (Iim), nellambito dellaccordo di collaborazione Conagem. Il progetto europeo (20072013) denominato Biodivalue (Biodiversity and Sustainable Development in the Strait of Sicily) mirato allo studio degli effetti del traffico marittimo in aree del Canale di Sicilia. Tale lavoro prevede, tra le varie attivit, la caratterizzazione dei sedimenti marini di aree

portuali a forte impatto, quali rada di Augusta ed il porto di Malta (La Valletta). In tali aree prevista lo studio del sedimento dal punto di vista granulometrico, ed analisi dei parametri chimico-fisici della colonna dacqua, al fine di valutare la presenza di sostanze ed organismi marini provenienti da attivit legate al trasporto marittimo. Studi precedenti effettuati dallIstituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale evidenziano come il traffico marittimo possa influen-

zare lambiente marino con effetti e modalit differenti sia in termini di biodiversit sia di inquinamento e/o modifiche di habitat. I campionamenti per la caratterizzazione ambientale del fondale della rada di Augusta saranno condotti il 25 ed il 26 giugno da personale specialista di Nave Magnaghi , dell Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale e dell Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Saranno effettuate bennate lungo tre transetti, alle profondit

Siria, tre uomini decapitati dai jihadisti


Tre monaci francescani del convento di Ghassanieh, in Siria, sono stati decapitati dal Fronte al Nusra, dopo un "processo" sommario nel quale sono stati accusati di "essere al soldo del regime". A darne notizia Radio France International che indica tra le vittime il religioso Franois Mourad. La notizia stata confermata a RFI dall'arcivescovo di Damasco. Secondo altre fonti, invece, ad essere trucidati sarebbero stati un frate e altre due persone non appartenenti all'ordine religioso. Padre Pierbattista Pizzaballa, custode di Terra Santa, ha per smentito con un comunicato ufficiale che le tre persone trucidate siano tre francescani: Non ci risulta nulla, i frati nella regione sono tutti vivi. Il gruppo jihadista ha comunque pubblicato il video dell'esecuzione sul web. FILMATO - Nel filmato, della durata di circa nove minuti e nel quale si mostrano crude immagini dell'uccisione dei tre uomini bendati e inginocchiati, si vede un uomo in piedi, con un copricapo centroasiatico che parla ai presenti in un arabo assai diverso dalla parlata locale siriana. Il crimine sarebbe avvenuto secondo la didascalia nella regione di Idlib, vicino a Ghassaniye, localit dove padre Murad - la cui uccisione era stata annunciata nei giorni scorsi - era rimasto a guardia del convento di San Simeone. Questo - afferma il miliziano, indicando uno degli

12

29 GIUGNO 2013, SABATO

La notizia diffusa da Radio France International parlava di tre francescani. I tre uomini giustiziati dopo un processo
bar (Dio grande) che precede la decapitazione. Le raccapriccianti immagini finali mostrano le teste dei decapitati, mentre la folla attorno, composta anche da diversi bambini, scatta foto e grida. AL SOLDO DEL REGIME - Il 24 giugno padre Pierbattista Pizzaballa, custode di Terra Santa, riferendo le parole del suo ministro regionale della Siria, padre Halim Noujaim, aveva reso noto che il giorno prima un gruppo di ribelli era entrato nel convento di Ghassaniye, e dopo averlo razziato lo avevano distrutto. Nel raid, recitava il comunicato, avrebbero anche ucciso un eremita cattolico, padre Francois, che nel convento aveva trovato rifugio. Rfi precisa invece che nel raid del 23 i jihadisti hanno rapito tre religiosi, tra i quali anche padre Francois, e qualche giorno dopo hanno messo in piedi un vero e proprio processo, accusando i religiosi di essere al soldo del regime perch nell'agenda di uno di loro compariva il numero di un militare dell'esercito siriano. I tre sono stati anche accusati di aver favorito il trasporto di armi e munizioni per conto del regime. Poi la condanna e la decapitazione. La vicenda, scrive Rfi, stata condannata con durezza dal generale Riad al-Assad, uno dei capi militari dell'Esercito siriano libero (Esl): Questi gruppi estremisti non hanno nulla a che fare con la religione musulmana n con il popolo siriano.

Recanati, ex dipendente Il primo trapiantato di mano in Italia si fa tenta di incendiare l'azienda amputare 13 anni dopo: Troppo dolore Clementoni e poi scappa Perse l'arto dopo un incidente stradale ma da due anni il rigetto incontrollabile
Un ex dipendente della Clementoni, azienda di giochi di Recanati (Macerata), ha tentato di incendiare la fabbrica dando fuoco a un'auto nel cortile dell'azienda, con all'interno delle bombole di gpl. Poi l'uomo scappato facendo irruzione in una vicina scuola, dove ha minacciato una maestra (con un coltello o uno spray urticante) per rubarle la vettura, con cui si allontanato a tutta velocit. L'insegnante sotto choc. A mettere in atto l'attacco, intorno alle 7 di venerd mattina, stato un lavoratore interinale romeno di 44 anni, che per un certo periodo ha lavorato per la Clementoni. Il principio di incendio stato subito spento con degli estintori da alcuni dipendenti della fabbrica. Walter Visigalli, l'uomo che nel 2000 a Monza fu protagonista del primo trapianto di mano in Italia, si sottoposto nei giorni scorsi a Milano a un intervento per farsi amputare l'arto impiantato il 17 ottobre di 13 anni fa. Lo conferma il chirurgo Marco Lanzetta, che allora esegu il trapianto all'ospedale San Gerardo di Monza, oggi nome di punta dell'Istituto italiano di chirurgia della mano della citt brianzola. Visigalli avr comunque un'altra mano nuova perch nel giro di 4-6 settimane gli sar impiantata una protesi. IL TRAPIANTO 13 ANNI FA Visigalli, che all'epoca del pionieristico intervento durato circa 13 ore aveva 35 anni, aveva perso la mano ventenne, in un incidente. Ne vale la pena, ma serve tanto coraggio e tanta volont, aveva dichiarato un anno dopo l'operazione, in occasione del secondo trapianto di mano nel nostro Paese, guidato sempre da Lanzetta. Il chirurgo, nel 1998, partecip a Lione al primo trapianto di mano al mondo. Il paziente che lo ricevette, il neozelandese Clint Hallam, allora 50enne, un anno dopo l'intervento smise di assumere i farmaci anti-rigetto e fu amputato in Inghilterra. Spieg di sentire troppo dolore, e psicologicamente non aveva accettato del tutto la

uomini a terra - ha collaborato col regime. Sul suo cellulare abbiamo trovato numeri di telefono di ufficiali (del regime) di Aleppo. Il miliziano presenta altre prove del coinvolgimento dell'uomo con il regime siriano fino a quando la folla di presenti, tra cui si riconoscono combattenti provenienti dal sud-est asiatico o dal nordafrica, intona il grido Allahu Ak-

ROMA - A neppure 48 ore dalla svolta di Papa Francesco che mercoled 26 ha nominato una commissione di cardinali per raccogliere informazioni sulle reali attivit dell'Istituto per le Opere Religiose, arriva una clamorosa svolta nei rapporti tra Stato italiano e Vaticano: un alto prelato, un funzionario dei Servizi segreti ed un broker finanziario sono stati arrestati nell' ambito di un filone di indagine sullo Ior in corso alla Procura della Repubblica di Roma. Sono accusati di corruzione, calunnia e truffa: i reati riguardano la vicenda del rientro di una grossa somma in contanti dalla Svizzera. Le autorit vaticane si sono dette disponibili a una piena collaborazione anche se al momento non avrebbero ancora alcuna richiesta sulla questione dalle competenti autorit italiane, ha spiegato il portavoce della Santa Sede padre Federico Lombardi. Gli arresti, dopo le indagini svolte dal nucleo valutario della Gdf, sono stati chiesti dalla Procura e confermati dal gip della Capitale, Barbara Callari. Il provvedimento cautelare ha colpito: monsignor Nunzio Scarano, 61 anni, fino a un mese prima dell'arresto capo contabile all'Apsa - e da due settimane gi indagato dalla Procura di Salerno per il crack del Pastificio Amato -; un ex funzionario del Servizio segreto interno, Giovanni Maria Zito, sottufficiale dei carabinieri, espulso dall'Aisi tre mesi fa; il broker finanziario Giovanni Carenzio, un italiano che lavora soprattutto all'estero.

Ior, arrestati un alto prelato, un broker e un funzionario dei Servizi segreti

Letta: all'Italia 1,5 miliardi per il lavoro Grillo poteva mandare tutto in vacca
Dal fondo europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile arriveranno all'Italia un miliardo e mezzo di euro. Dichiarazione del premier Enrico Letta, nel corso della conferenza stampa conclusiva del Consiglio dell'Unione europea a Bruxelles, spiegando che nel corso del vertice si stabilito che ci saranno 3 miliardi in pi a disposizione per il fondo, che arriver cos a una disponibilit di 9 miliardi. Adesso sta alle imprese, le imprese non hanno alibi, possono assumere giovani con una forte defiscalizzazione, ovviamente a tempo indeterminato, ha aggiunto Letta, sottolineando che sul lavoro bisogna rifuggire da aspettative eccessive. Abbiamo ottenuto buoni risultati perch abbiamo individuato l'obiettivo - ha spiegato - siamo stati credibili avendo presentato un piano nazionale rimanendo dentro l'obiettivo di bilancio, senza sfasciare i conti pubblici. Letta si poi espresso sul caso derivati del Tesoro sostenendo che sia gi un affare chiuso, quello del rimborso a prestigiose banche daffari con i quali lo Stato italiano aveva contratto accordi negli anni 90 e che ora prevedono almeno 8 miliardi di euro di oneri per i conti pubblici. Il premier si poi soffermato sui centri di costo della pubblica amministrazione: Io voglio aggredire la spesa pubblica, facendolo per bene, ma bisogna considerare che in ogni comparto della spesa pubblica ci sono persone dietro le scelte. Dal canto suo la cancelliera tedesca Angela Merkel alla conferenza stampa di fine vertice Ue getta acqua sul fuoco. Dicendo che non saremo in grado di fare un'offerta a tutti. Non bisogna creare false attese, o ci sar delusione. Ho vissuto la riunificazione della Germania e so cos' la disoccupazione - ha aggiunto -. Si tratta di un processo a lungo termine, che deve essere perseguito passo dopo passo e sottoposto a costante revisione. Letta invece ha parlato anche di Ecofin che non pi il cuore dell'Europa, ha detto il premier, perch cominciano a contare di pi le persone e si dimostrato che l'Europa non pi uno strumento finanziario, non sono solo i ministri delle Finanze che decidono. Il presidente del Consiglio ha anche attaccato Beppe Grillo, sia pure senza nominarlo: Sulle misure adottate dal governo con il decreto sul lavoro - ha detto Letta - un sito autorevole, appena uscita la notizia dal Consiglio dei ministri ha dato una notizia falsa dicendo che c'era bisogno di

Il fondo per la disoccupazione giovanile sar di 9 miliardi: Ora le imprese non hanno pi alibi. Scontro sulla Bei

Bocciato in prima elementare per colpa della spending review


VENEZIA Infinite discussioni, continui litigi e, alla fine, un divorzio pesante. Con un bambino di appena sei anni che resta nel mezzo. E che, anche a causa del trauma dovuto alla separazione dei genitori, inizia a manifestare qualche problema di apprendimento. Disturbi lievi, niente di grave. Piccole assenze momentanee che, per, con il passare dei mesi, diventano pi marcate. Il ragazzino - che chiameremo Andrea anche se non il suo vero nome - diventa sempre pi nervoso, refrattario. Non disturba, non parla a voce alta, si contiene. Ma di fare quello che dicono le maestre non ne vuole sapere. Il salto dall'asilo alle elementari, o, come si chiamano adesso, scuole primarie, va ancora peggio ed un secondo piccolo trauma. Nella nuova classe, in un comprensorio del Veneziano, Andrea non lega. N con i suoi nuovi ventidue compagni di rispondendo alle domande di alcuni cronisti, Lele Mora ha fatto una sorta di retromarcia, con dichiarazioni pi concilianti verso il Cavaliere. Ad Arcore non c' stato niente di male, l'amicizia non una cosa che uno ti d, ma si sceglie. Se ho scelto di avere un amico come Berlusconi che ancora credo sia tale e che rispetto, sono orgoglioso di andare a cena da lui se mi invita. Non uno che fa prostituire la gente. Allora, io che lavoro ho fatto per 35 anni, il magnaccia?, ha detto Mora. Ai cronisti che lo incalzavano su quel riferimento fatto in aula al degrado, Mora ha risposto: Io forse ho sbagliato a non essere pi attento ma non c' mai stata prostituzione, ho detto quello che ha riportato un giornale. CHIESTA ASSOLU-

29 GIUGNO 2013, SABATO

13

Lele Mora e le serate di Arcore Abuso di potere e degrado


Il caso Ruby e quello che successo attorno alle serate ad Arcore di Silvio Berlusconi stato un caso di dismisura, abuso di potere, degrado, tre parole che ho letto sui giornali e che condivido. Lo ha detto Lele Mora, leggendo un testo scritto, rendendo dichiarazioni spontanee al processo Ruby bis, in cui imputato per induzione e favoreggiamento alla prostituzione, anche minorile. Io non ne sono stato passivo concorrente, ha aggiunto l'ex talent scout, facendo una sorta di mea culpa (e la parola non, scritta nel testo, in aula proprio non si sentita). vero, ho partecipato alle feste di Silvio Berlusconi ad Arcore, vero, ho accompagnato alle cene alcune ragazze, ed anche vero che ho ricevuto un prestito da Berlusconi tramite Emilio Fede che avrebbe salvato la mia societ. Ma non ho mai voluto condizionare le ragazze, non ho mai giudicato i loro comportamenti e non ho mai orientato le loro condotte con costrizione, ha detto Mora, che ha anche voluto sottolineare che rispetta e non contesta l'attivit di indagine della procura. LA CITAZIONE - La frase letta da Lele Mora su dismisura, abuso di potere e degrado una citazione

avere tutte le condizioni unite per ottenere gli sgravi. Questa notizia falsa, girata mercoled ha messo sulla strada sbagliata l'informazione. Questo, aggiunge Letta, stato molto negativo e ha dato a intendere una cosa che poteva finire in vacca. LALLEANZACON IL PDL - Il presidente del Consiglio ha detto poi non dubitare che Silvio Berlusconi e il Pdl continueranno a sostenere il governo di larghe intese senza che ci siano influenze delle vicende giudiziarie dellex premier e leader del centro destra. Per la questione delle possibili influenze di vicende giudiziarie di Berlusconi sulla tenuta del governo, sono sicuro che non ci saranno influenze di questo genere, ha aggiunto Letta rispondendo prima in inglese - dove aveva usato il termine confident, cio fiducioso- poi in italiano dicendosi sicuro.

classe n con la nuova maestra. E il deficit di apprendimento peggiora visibilmente. La maestra, che dopo la spending review scolastica firmata dall'ex ministro Mariastella Gelmini rimasta tutta sola di fronte agli alunni, non pu stargli dietro. O si occupa dell'andamento di tutta la classe o segue da vicino il difficile percorso di Andrea. Pi lento rispetto ai compagni, pi tortuoso, a volte insopportabile. Non lo abbandona, sia chiaro. Ma fa quello che pu. La riforma della scuola elementare parla chiaro: soldi non ce ne sono e gli insegnanti sono troppo occupati a tappare i buchi per dedicarsi ad Andrea. I percorsi alternativi richiedono personale. E serve lavallo della neuropsichiatria dellUsl di riferimento. La maestra procede, riferisce ai genitori di Andrea. Ma loro sono troppo impegnati nelle litigate per occuparsi del bambino.

mano nuova. SITUAZIONE PEGGIORATA - La storia di Visigalli, almeno all'inizio, sembrava diversa. Il paziente si era sempre dichiarato convinto e soddisfatto della propria scelta, impegnandosi al massimo nella riabilitazione e seguendo le prescrizioni mediche. Per anni le reazioni di rigetto si erano presentate in forma leggera, ma negli ultimi 2 la situazione era progressivamente peggiorata, fino ad arrivare a ulcere dolorose. I rischi erano la cancrena e la setticemia. Da qui la decisione di amputare, con un intervento di 3 ore alla cinica milanese Columbus.

uscire da quella bufera infernale che mi ha tolto la luce. CIBO AVARIATO - Oggi non voglio pi mangiare "cibo da un articolo del gior- avariato" n offrirlo ai nalista di Repubblica miei amici - ha aggiunGiuseppe D'Avanzo, to Mora - non voglio morto nel luglio del entrare nel merito dei 2011. Lo stesso cro- fatti, non essendomi nista al quale Silvio sottoposto all'esame Berlusconi si rivolse, lascio quindi ai miei a margine di un'udien- difensori il compito za del processo Me- di chiarire le mie radiaset, chiamandolo gioni sulla base delle signor Stalin. prove acquisite. So CHIEDO SCUSA A che l'ignoranza della TUTTI - Quando legge non perdona - ha sono stato scarcerato proseguito - ma posso pensavo alle tante dire di non aver mai polemiche che ho fatto voluto condizionare contro i giornalisti e la volont di queste comunisti, con minac- ragazze e credo di ce cui mi vergogno, non averlo fatto. E ha raccontato Mora. non ho mai giudicato In particolare, Mora il loro comportamenha chiesto scusa al to - ha concluso giornalista Corrado n inquadrato il loro Formigli. Voglio comportamento come chiedere scusa a tutti. prostituzione. Il carcere ti obbliga a R E T R O M A R C I A momenti di rilettura - Fuori dal Palazzo della vita e io voglio di Giustizia, per,

ZIONE - Le condotte di Mora non hanno niente a che vedere con gli atti sessuali eventualmente compiuti ad Arcore. questa la linea di difesa dell'ex talent scout, espressa nell'arringa dell'avvocato Gianluca Maris, che ha parlato con il collega Nicola Avanzi, chiedendo l'assoluzione perch il fatto non costituisce reato. In sostanza, Mora faceva solo il talent scout: non c'era partecipazione psicologica in quello che avveniva dopo. La venalit, l'arrivismo e l'ambizione delle clienti e del contesto sono evidenti a tutti, ma quello che non era evidente per Mora - ha chiarito l'avvocato Maris - era quello che poteva accadere alle sue "clienti", quello che potevano decidere di fare autonomamente.

14

29 GIUGNO 2013, SABATO

Domani Mary Astell in visita alla grotta del Monello


Continuano
gli appuntamenti previsti dall Associazione Mary Astell con il loro Siracuriosando, domenica 30 lieta di invitare la cittadinanza a visitare la Grotta del Monello, ovvero una riserva naturale integrale, unarea protetta istituita nel 1998 dell'Assessorato Territorio e Ambiente della Regione Siciliana e affidata in gestione al Cutgana (Centro Interfacolt dell'Universit degli Studi di Catania). Ubicata nel settore orientale dell'altopiano ibleo con un'estensione di circa 60 ettari, la riserva stata istituita con l'obiettivo di tutelare leccezionale sviluppo di stalattiti e stalagmiti. La grotta Monello stata scoperta casualmente nell'agosto del 1948 dal proprietario del fondo Sebastiano Monello, a seguito del crollo del terreno. Inizialmente aperta alle visite turistiche, venne chiusa al momento della scoperta degli organismi troglobi endemici che la abitano, affinch venis-

Ortigia. Oggi 1a festa del libro a Siracusa

La biblioteca comunale ospiter stamani, saba-

to 29 giugno, dalle 10 in poi, la prima edizione della Festa del libro, organizzata con lassociazione Temposolidale. Lappuntamento nei locali della Biblioteca comunale in Ortigia e nello spiazzo antistante, in via dei Mergulensi. se tutelata la loro esistenza. Sar lennesima occasione che, lassociazione Mary Astell ci offrir per conoscere i luoghi fantastici della nostra amata provincia!!! Lintero gruppo si incontrer alle ore 09:45 di domenica 30 presso il rifornimento della Q8 in viale Paolo Orsi (fronte Mobili Midolo).

Ortigia: Una rappresentazione in onore di s. Paolo apostolo


Stasera, sabato 29 Giugno
2013 alle 21,00 in occasione della festa dei Ss. Pietro e Paolo apostoli, avr luogo la rappresentazione teatrale multimediale S. Paolo, da Persecutore ad Apostolo per la regia di Agostino De Angelis. Lo spettacolo sar portato in scena allinterno del suggestivo scenario della Chiesa di S. Giovannello presso la Piazza del Precursore nel rione Giudecca di Ortigia a Siracusa con ingresso libero. La vita e le opere dellapostolo che fu detto ... delle genti Paolo di Tarso saranno interpretate e narrate con accompagnamento musicale, canto e supporto di proiezioni di filmati che racconteranno il viaggio del Santo; in scena con il De Angelis nel ruolo di S. Paolo, lattrice Deborah Lentini, il soprano Maria Lucia Riccioli accompagnata dal M Marinella Strano. Lo spettacolo si inserisce come primo evento allinterno della 1 edizione estate 2013 dal titolo "Sotto il Cielo di San Giovannello" organizzata dalle Associazioni Culturali Extramoenia & Archotheatron con Pantalicando Tourism Services, in collaborazione con l' Oratorio Parrocchia Immacolata di Siracusa e l'Associazione La compagnia dei Pupari Vaccaro Mauceri. San Paolo senzaltro il

Evento in agenda per stasera alle 9,30 presso la ex chiesa del Precursore, in Ortigia, nella stessa giornata dedicata dal calendario liturgico alla figura paolina.

Neapolis: Stamani alle 10,00 conferenza di fine lavori


Stamani, sabato 29 giugno alle 10.00 presso Parco Archeologico della Neapolis Chiesetta di San Nicol - gli Assessori regionali Maria Rita Sgarlata e Dario Cartabellotta, presenteranno alla Stampa la conclusione dei lavori di manutenzione straordinaria dellarea a verde del Parco Archeologico della Neapolis. I lavori eseguiti consentiranno al Servizio Parco della Neapolis di restituire alla piena fruizione pubblica, l'intera area della Neapolis, nella quale sono ubicati alcuni dei pi importanti monumenti di et greca e romana dell'Occidente Europeo. I lavori di manutenzione straordinaria dellarea a verde, esistente all'interno del Parco Archeologico della Neapolis, sono stati realizzati dall'Ufficio provinciale Azienda Foreste demaniali di Siracusa, con l'impiego di venticinque lavoratori forestali, in collaborazione con il Servizio Parco Archeologico di Siracusa, partecipati dalla Soprintendenza per i Beni Culturali ed

pi grande missionario di tutti i tempi, non conobbe personalmente Cristo, ma per la sua folgorante chiamata da parte dello stesso Signore Ges Cristo sulla via di Damasco, ne divenne un discepolo fra i pi

grandi, peror con assoluta convinzione la causa dei pagani convertiti, fu lapostolo delle Genti; insieme a Pietro diffuse il messaggio evangelico nel mondo mediterraneo di allora; con la sua parola e con i suoi scritti oper la prima e fondamentale inculturazione del Vangelo nella storia. Nacque molto probabilmente verso il 5-10 d.C. a Tarso nella Cilicia, oggi situata nella Turchia meridionale presso i confini con la Siria, citt che nel I secolo era un luogo cosmopolita, dove vivevano greci, anatolici, ellenizzati, romani e una colonia giudaica, a cui apparteneva il padre commerciante di tende, il quale con la sua famiglia, come tutti gli abitanti, godeva della cittadinanza romana, riconosciuta dal triumviro MarcAntonio e poi dallimperatore Augusto. Come molti degli ebrei di quel tempo, portava due nomi, uno ebraico Saul, che significava implorato a Dio e laltro latino o greco che era Paulus, probabilmente alludeva alla sua bassa statura; Paulus divenne poi il suo unico nome, quando cominci la sua predicazione in Occidente. Conosceva la cultura ellenistica e a Tarso impar il greco, ma la sua educazione era fondamentalmente giudaica, il suo ragionamento e la sua esegesi biblica, avevano limpronta della scuola rabbinica.

Lintento di Liberi diliberi da era proprio quello di riuscire a creare lavoro, e al tempo stesso restituire dignit e capacit a persone in condizioni di svantaggio.
E iniziata il 24 giugno, ad Ancona, lavventura di Nerina limbarcazione rimessa a nuovo da un gruppo di ex detenuti ed ex tossicodipendenti, che per venti mesi hanno partecipato a Siracusa al progetto di inclusione sociale Liberi diliberi da, realizzato dalla Cooperativa Tandem di Siracusa in partenariato con la cooperativa Ergoform e la Societ Sailing Cube, finanziato dalla Regione siciliana, Dipartimento Famiglia e Politiche sociali. Per i diciotto allievi e per gli skipper professionisti che li hanno affiancati in questa esperienza, cominciato infatti il Campionato Mondiale di Vela dAltura - ORC International World Championship - che si concluder il 29 giugno prossimo ad Ancona. Comunque vada ha tenuto a precisare lorganizzatore dellevento, Moreno Clementi i vincitori morali saranno loro, i ragazzi di Nerina. Selezionati dal Sert dellAusl 8 di Siracusa, questi giovani hanno seguito un percorso formativo durato venti mesi, durante il quale hanno preso confidenza con conoscenze ed abilit pratiche connesse ai potenziali mestieri del settore nautico (skipper, marinaio, assistenza agli ormeggi, responsabile pontile, etc.). Da alcuni giorni sono giunti ad Ancona per prepararsi alla gara, un appuntamento attesissimo che annualmente mette a confronto i grandi nomi della vela internazionale, blasonati timonieri ed equipaggi provenienti da tutto il mondo, in un serrato programma di e capacit a persone in condizioni di svantaggio. Il lavoro insomma, inteso anche come percorso di crescita, di autostima, di autoaffermazione sociale. Il Mondiale di Ancona - spiega il direttore del progetto Liberi di liberi da, Concetta Carbone la migliore conclusione di una favola iniziata circa un anno e mezzo fa. Comunque vada il mondiale, noi abbiamo gi vinto la scommessa di una vita nuova per questi ragazzi. Oggi questi giovani sono talmente esperti da essere diventati parte integrante del gruppo di lavoro di ciascun cantiere. E proprio in questi giorni si riunisce a Palermo, il Comitato di Sorveglianza costituito dai responsabili dellUnione Europea, del Ministero del Lavoro e della Regione siciliana per valutare i risultati dei progetti di inclusione sociale . Liberi di liberi da uno dei tre progetti realizzati in tutta la Sicilia, considerato esempio di buona prassi. Andr a presentare i risultati finali di questo e di un altro progetto che ha coinvolto i detenuti del carcere di Siracusa spiega ancora Concetta Carbone - Sono evidentemente soddisfatta perch la buona riuscita di questi lavori dimostra che per soggetti, apparentemente difficili, pu esserci una possibilit di riscatto e laccoglienza che abbiamo ricevuto ad Ancona dimostra la qualit del nostro lavoro. Per alcuni dei giovani selezionati c stata anche lesperienza di navigazione in barca a vela con i maestri skipper.Siamo orgogliosi di affrontare questa straordinaria esperienza dice lo skipper Peppino Midiri, alle spalle un passato fatto di regate e di tante vittorie Il nostro equipaggio sicuramente speciale. Nei mesi trascorsi insieme nato un affiatamento straordinario e posso dire che questa esperienza ha cambiato questi ragazzi ma ha cambiato anche noi. Con questo progetto si trasforma insomma lidea tradizionale di intervento assistenziale nei confronti, in questo caso, di giovani con un problema di dipendenza. Limpresa navale diventata quindi luogo di produzione, di apprendistato, di orientamento e formazione, garantendo un graduale avvicinamento al mondo del lavoro. Lobiettivo finale stato quello di perfezionare le competenze professionali di ogni singolo destinatario del progetto, sviluppate durante lintero percorso. Questo garantir la possibilit a ciascuno di loro di un reale inserimento in un contesto lavorativo. Non ultimo, il riconoscimento sociale per questi giovani destinati ad essere esclusi. Per la realizzazione del progetto infatti stata indispensabile la collaborazione del tessuto imprenditoriale del territorio, rappresentato in questo caso da aziende del comparto nautico che hanno aderito alliniziativa e che hanno ospitato, presso le proprie strutture, i destinatari del progetto. Qui i giovani selezionati sono stati prima preparati e successivamente inseriti a lavorare nel settore della nautica.

Vela /ORC INTERNATIONAL WORLD CHAMPIONSHIP

SPORT Siracusa

29 GIUGNO 2013 SABATO

15

Ambientali di Siracusa. NellAlbum fotografico, allegato, sono ben visibili alcuni dei monumenti prima e dopo i lavori di restauro del verde. All'incontro interverranno: il Dirigente Generale Dipartimento Azienda Regionale Foreste Demaniali, Pietro Lo Monaco, Il Dirigente Generale del Dipartimento Beni Culturali e dell'Identit Siciliana, Sergio Gelardi, Il Dirigente del Servizio Parco Archeologico di Siracusa e delle Aree Archeologiche dei Comuni Limitrofi, Maria Amalia Mastelloni, Il Dirigente Provinciale dell Ufficio Azienda Regionale Foreste Demaniali di Siracusa, Carmelo Frittitta ed il Prof. Pietro Minissale dellUniversit di Catania. Seguir una degustazione guidata di prodotti enogastronomici legati alle valenze culturali, archeologiche e ambientali degli Iblei a cura dellAssessorato Regionale delle Risorse Agricole ed Alimentari Soat di Siracusa, nellambito delliniziativa Iblei in Rete: Turismo Agroalimentare.

regate che si protrae per unintera settimana. Ieri la gara di prova e linaugurazione dei Mondiali, oggi la prima regata. Domani loffshore (da 30 a 34 ore) lungo la costa marchigiana: Ancona, San Benedetto, Fano, Ancona. Alla cerimonia di inaugurazione dei Mondiali ORC International World Championship il direttore del progetto, Concetta Carbone, insieme al dirigente dellAssessorato alla Famiglia e alle Politiche sociali della Regione siciliana, Pietro Fina, hanno consegnato due quadri raffiguranti la Trinacria - realizzati su papiro da un artista siracusano, Tony Fanciullo - al presidente della Regione Marche, Gianmario Spacca e al presidente del Comitato organizzatore dei Mondiali di Vela dAltura, Moreno Clementi.Sono in tutto 14 le nazioni che partecipano allevento. La pattuglia pi numerosa quella italiana con 88 equipaggi, compreso quello di Nerina che ad Ancona respira aria di casa: 2400 anni fa, infatti, tocc proprio a una colonia di greci siracusani, di stirpe

dorica, fondare la citt che ospita i mondiali di vela. A bordo di Nerina (un Rodman 42 lunghezza f.t. 12,80 larghezza f.t. 3,90) un equipaggio formato da professionisti: Giuseppe Midiri, Skipper; Antonio Alparone, Tailer; Moreno Boldini, Albero; Carmelo Cannizzaro, Aiuto tailer; Roy Caramagno, Prodiere; Michele Gallo,Randa; Francesco Giacalone,Tailer; Giovanni Iacono,Drizze. Con loro, a bordo della barca della solidariet, i ragazzi del progetto: Massimo Lombardo e Alessandro Sacco, Aiuto tailer. Tutti gli altri hanno raggiunto Ancona per i delicati lavori di manutenzione. Sono felicissimo, essere qui una emozione unica dice Massimo Lombardo - Ce la giocheremo con barche di professionisti. Marinadorica? Meravigliosa, si respira una atmosfera magica. Questo progetto ha veramente cambiato la mia vita. Ho un passato piuttosto tormentato, per me questa gara rappresenta il riscatto che ho sempre sognato. Lintento di Liberi di liberi da era proprio quello di riuscire a creare lavoro, e al tempo stesso restituire dignit

16

29 GIUGNO 2013, SABATO

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it