Sei sulla pagina 1di 3

Supercie di rotazione e secondo Teorema di Pappo-Guldino

E possibile applicare i risultati ottenuti in precedenza per calcolare larea di una supercie S generata dalla rotazione attorno allasse r ( z ) di una curva . Denizione. Sia una curva piana ed r una retta ad essa complanare. Si denisce supercie di rotazione generata da il luogo geometrico delle traiettorie descritte dai punti di durante una rotazione di un angolo intorno allasse r. Sia z lasse di rotazione e la curva piana contenuta nel piano x (u) = x(u)i + z (u)k con u [a, b] , e sia S la supercie di rotazione generata da x = x(u) cos 3 y = x(u) sin S = {(x, y, z ) R , tale che z= z (u) con u [a, b] e con v [0, ] }. Tale supercie ` e regolare e le curve coordinate u = {(x(u) cos 0 , x(u) sin 0 , z (u)) R3 = {(x(u0 ) cos , x(u0 ) sin , z (u0 ) R3 con u [a, b]}, con v [0, ]}.

sono dette rispettivamente meridiani e paralleli . I vettori tangenti a tali curve sono ru = x (t) cos i + x (t) sin j + z (t)k, e r = x(t) sin i + x(t) cos j. I meridiani e i paralleli sono curve ortogonali, infatti ru r = 0. 1

Teorema (Secondo teorema di Pappo-Guldino). Larea della supercie generata dalla rotazione di un angolo di una curva regolare ` e data dalla lunghezza della curva ruotante, moltiplicata per la lunghezza dellarco di circonferenza descritto nella rotazione dal baricentro. Dim. Sia I = [a, b] la base della curva . Larea A (S ) ` e data da
b

A (S ) =
[a,b][0,]

|ru r | d =

d
0 a

x (t)

x (t)2 + z (t)2 dt

xds = L ( ) x ,

1 dove x = L( xds ` e la coordinata del baricentro G di e ) coincide con la distanza di G dallasse di rotazione. Chiaramente x coincide con la lunghezza di circonferenza descritta da G durante la rotazione, e da qui si ha la tesi.

Esempio. E possibile determinare larea della sfera S di raggio r applicando il teorema di Guldino. Infatti, pensando la sfera come una supercie generata dalla rotazione attorno allasse z della semicirconferenza di equazioni parametriche x(u) = r cos u, La supercie S ` e S = {(x, y, z ) R3 con u , 2 2 tale che x = r cos u cos y = r cos u sin z= r sin u z (u) = r sin u, u , . 2 2

e con v [0, 2 ] }. 2

Larea di tale supercie ` e


2

A =
0

d
2
2

r cos t

r2 sin2 t +2 cos2 tdt =


/2

= 2r

cos tdt = 2r2 [sin t]/2 = 4r2 .