Sei sulla pagina 1di 18

PRONTO, ASSISTENZA?

Samsung Lcd modello 932MW: il Tv completamente spento


Potremmo chiamare la ditta Samsung come la Mivar del 21 secolo in quanto lazienda di Taiwan, data la sua larga diffusione nel mondo e in Italia portatrice di una gran quantit di lavoro per i laboratori di assistenza Tv
di Sergio Palmieri e Michele Poletti

Marca SAMSUNG Modello 932 MW Schema elettrico o foto Vedere foto a corredo Difetto Spento completamente Prove Per lo smontaggio dellapparecchio occorre per prima . cosa svitare le due viti in basso e poi disincastrare il coperchio e toglierlo. Cos ci si presenta innanzi un blocco metallico riguardante il POWER SUPPLY /INVERTER e, a fianco, la MAIN BOARD . Questo blocco non fissato con delle viti. E lo stesso coperchio metallico che tiene fissato tutto lassieme. Per questo motivo occorre sfilare

Fig. 1 - Visione parziale del modulo di alimentazione. Le frecce indicano i componenti sostituiti
DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

36

P R O N T O, A S S I S T E N Z A ?

Connettore alimentazione Flat che va dallLVDS al pannello

Alimentazione generale

Main Board detta anche Mother Board (Scheda madre)

Alle lampade CCFL

Sezione inverter

Fig. 2 - Visione complessiva delle due basette principali del Tv osservate dal lato del circuito stampato

subito i due connettori, quello inferiore e quello superiore collegato al circuito LVDS. Quindi ribaltiamo lintero blocco schermato per vedere i due circuiti principali, a sinistra troviamo la MAIN e a destra il POWER SUPPLY. Poi svitiamo le quattro viti, stacchiamo il connettore di alimentazione e in seguito i quattro connettorini che fanno capo alle lampade CCFL. In questo modo possiamo smontare il pannello POWER SUPPLY / INVERTER e controllarlo. Per prima cosa ci accorgiamo che lintegrato IC 8015 (che porta la sigla FSDMO 7652R ) scoppiato, quindi andiamo alla ricerca dei componenti che potrebbero aver causato il guasto. Misuriamo per primi i quattro diodi che formano il ponte raddrizzatore D811/ D812/D813/D814 ( SB 3100). Pi avanti troviamo in cortocircuito i due ZENER
DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

2D801 da 22V e 2D802 da 8,2V anchessi in corto. Dopo la sostituzione di questi componenti, abbiamo fatto un al-

tro controllo generale dopo di che rimontiamo il tutto seguendo in maniera inversa le operazioni di smontaggio. Quindi

accendiamo lapparecchio e le immagini tornano a comparire belle e chiare. Segue un congruo periodo di prova.

Fig. 3 - Ecco il risultato finale di questo intervento: unimmagine chiara e pulita per la gioia del cliente

37

SCHEDA DI LAVORO

1056-Stir
Marca
STIRELLA METALNOVA

Pi
Prove
Il cliente ci ha portato questa macchina da stiro informandoci che non la si pu usare perch fa scattare il salvavita dellimpianto elettrico. Tolgo subito la cintura di gomma che copre le due parti della stirella, poi svito le quattro viti che fissano il coperchio. Il sollevamento i questultimo mette in evidenza la caldaia gi accessoriata. Lo spazio comprende la resistenza che nel blocco caldaia, lelettrovalvola 7, il pressostato 8 e il termostato 9. Prima di tutto stacco i due connettori che portano la corrente alla resistenza della caldaia. Quindi con il tester misuro se perdita di isolamento fra la resistenza e massa. NB - La maggior parte delle volte abbiamo trovato in perdita la resistenza

p e d che

ich rat

e!

Modello
Rapidus

Vedere la foto a corredo

Difetto
Fa scattare il salvavita dellimpianto elettrico

Materiale sostituito
Sostituita la caldaia in perdita e il termostato

inserita nella caldaia. Nel caso nostro abbiamo proprio fatto centro in quanto lohmmetro del tester segna circa 500 . Per questi tipi di macchine si tratta quasi di un cortocircuito. Avendo unaltra caldaia simile in magazzino, la sostituisco, poi rimetto a posto tutti gli accessori prima indicati. Quindi d tensione alla caldaia ed essa inizia a funzionare, ma subito dopo salta fuori un altro guasto: invece di uscire del vapore per 4/5 minuti escono soltanto delle gocce dacqua. Smonto di nuovo la stirella e sostituisco il termostato 9 sulla caldaia, perch probabilmente il termostato sinterrompeva e non riusciva a portare lacqua in temperatura per trasformarla in vapore. Dopo questa sostituzione la stirella ha ripreso a funzionare normalmente,

(Sergio Palmieri e Michele Poletti)

A sinistra, in alto il Rapidus visto dallesterno, sotto la componentistica come appare una volta aperta la struttura. Sopra, un particolare

Pressostato Elettrovalvola Termostato

Disegno tratto dal servizio tecnico annesso al libretto di istruzioni. Vengono segnalati i componenti di controllo della corrente, della pressione e del calore

38

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

SCHEDA DI LAVORO

1057-Mon
Marca
BELINEA

Pi
Prove
Il cliente ci porta questo monitor di origina slava affermando che lapparecchio non si accende. Era da tempo che per farlo partire occorreva inserire pi volte la spina (questo monitor non dispone di interruttore). Una volta acceso e lasciando la spina inserita nella rete il monitor funzionava regolarmente. Di conseguenza, il cliente la lasciava sempre inserita in rete. Poi, un bel giorno (ma sarebbe meglio dire un brutto giorno) il monitor non si accese pi. Prove gi messe in atto: durante le misure di routine effettuate con lohmmetro, ho trovato il transistor D1804, situato nella sezione inverter, che era in cortocircuito.

sc

pr e d he

ch ati

e!

Modello
111717

Schema elettrico o foto


Vedere foto a corredo

Difetto
Non si accende per niente

Materiale sostituito
Sostituito il transistor D1084 in corto
Telaio GDP-002-94V-0- CEM-1 94V-0 (riferito allalimentatore) La freccia indica il transistor in corto

In seguito, ho sostituito il gruppo di quattro integrati (IC 10-11-12-13) con corrispondenti transistor tipo 2SD5707. Poi, per evitare recidive ho rifatto per sicurezza le saldature sui due trasformatori CCFL. Alla successiva accensione notiamo anche noi, come il cliente, che bisogna inserire pi volte la spina di rete nellapposita presa per farlo avviare. Poi, quando infine si accende la spia rossa applichiamo allingresso il segnale del pc, col che la spia diventa verde e tutto funziona egregiamente per ore e per giorni, ma sempre purch non si stacchi la spina dalla rete. Dimenticavo di dire che naturalmente ho sostituito tutti i condensatori elettrolitici dellalimentatore. Non possiedo alcuna documentazione circuitale. Ora vi chiedo se sia possibile avere lo schema per effettuare altre misure. Lintegrato dellalimentatore switching marcato 203D6, Secondo voi, corrisponder allNCP1203 che trovo sul listino della ditta Kalcic? Sapete darmi qualche suggerimento Unico riferimento che trovo sullo stampato dellalimentatore la sigla: GDP002-94V-0-CEM-1 94V-0 .
Fotografia del circuito stampato dellalimentazione.

Risposta: Quello che lei lamenta ci sembra un difetto tipico e aspettiamo che qualche lettore ci aiuti a risolverlo.

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

39

SCHEDA DI LAVORO

1058-Lcd
Marca
SAMSUNG 19

Pi
Prove
Nel consegnarci in laboratorio il Tvc il proprietario dellapparecchio, ci ha riferito che qualche giorno prima di spegnersi completamente, il tardava ad accendersi, segno che qualcosa stava per esaurirsi. Una volta smontato il televisore sono ben visibili sul modulo di alimentazione tre condensatori elettrolitici che appaiono gonfiati. Con la loro pronta sostituzione, lapparecchio ha ripreso a funzionare con regolarit. Evviva gli elettrolitici!. (Torre Vito)

pra e d che

e tich

Quelli segnati con la freccia gialla sono i condensatori sostituiti

Modello
LE 19R86 BDX/XEU

Schema elettrico o foto


Vedere la foto accanto

Difetto
Spento completamente

Materiale sostituito
Sostituito C110-111-113 da 820F e C112 da 330F

Prove

1059-Tvc
Marca
SHAUB LORENZ

Controlliamo subito il circuito ESTOVEST, dove troviamo il condensatore C630 (430nF) con tracce di bruciatura. Queste sono dovute alle saldature dei reofori che risultano essere mezze staccate dal circuito stampato. Sostituiamo quin-

di il condensatore. Nel medesimo tempo abbiamo pensato di controllare la resistenza R629 da 2,7 che molto spesso si brucia. Infatti anche questa risultava aperta per bruciatura. Dopo la sostituzione abbiamo acceso il televisore e la distorsione del tutto scomparsa.

(Sergio Palmieri e Michele Poletti)

Modello
SL 1063 - Telaio Vestel 11AK19

Schema elettrico o foto


Antonelliana 86/147

Difetto
Distorsione a cuscino

Materiale sostituito
Sostituiti: C630 da 430nF, R629 da 2,7

40

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

SCHEDA DI LAVORO

1060-Fer
Marca
PHILIPS

Pi
Prove

p e d che

ch ati

e!

Modello
GC 2810 - Ferro da stiro a vapore

Schema elettrico o foto


Vedere le foto a corredo

Difetto
Non esce il vapore.

Iniziamo con lo smontare questo bel ferro da stiro della Philips. Leviamo la parte superiore del manico che fissato ad incastro poi togliamo la manopola che serve a regolare il vapore. Premendola la quantit di vapore spruzzato si raddoppia. Ad un primo esame per tutto sembra essere OK. Cos rimontiamo il tutto inseriamo dellacqua distillata nella vaschetta attraverso lo sportello sul davanti del manico. Poi, attacchiamo la spina alla corrente e

aspettiamo qualche minuto che si riscaldi lacqua. Quindi regoliamo la manopola del vapore, e notiamo questi esce normalmente da sotto la piastra. Poi chiudiamo lo sportello sul davanti, che era rimasto aperto, ma ecco che il vapore non esce pi. Controllando bene vediamo che sullo sportello c un piccolissimo foro che quasi invisibile. Questi risultato occluso per intasamento e non lascia uscire laria di sfiato dal serbatoio. Dopo aver liberato il forellino con uno spillo, il ferro da stiro tornato a spruzzare regolarmente il vapore. (S. Palmieri - M. Poletti)

Materiale sostituito
Liberato il foro di sfiatamento del serbatoio dellacqua

Foro di sfiato del vapore emesso dal ferro da stiro Philips

Forellino di sfiato

Visione dassieme del ferro da stiro a vapore Philips GC 2810

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

41

SCHEDA DI LAVORO

Pi

pr e d che

ch ati

e!

1061-Dec
Marca
HUMAX

Prove
Domanda posta su OPEN FORUM -

Alla c/a del direttore Signor Amadio Gozzi Dovrei riparare un decoder della HUMAX mod. DTT 4500 che totalmente spento. Sono alla ricerca dello schema elettrico per poter effettuare delle rilevazioni strumentali. Vorrei sapere se fosse possibile avere lo schema elettrico di tale apparecchio per poterlo riportare al suo normale funzionamento. In attesa, con loccasione per porgere i miei pi cordiali saluti. Abbonato P.O. di Torino P.S. - Vi comunichiamo che la C.P.U. ha lestensione B/D revisione 1.0. Grazie per linteressamento.
Risposta - Su internet abbiamo trovato il

Modello
Decoder DTT mod. 4500

Schema elettrico o foto


Vedere foto allegata

Difetto
Completamente spento

Materiale sostituito
Sostituiti 4 condensatori elettrolitici:

manuale duso di questo decoder allindirizzo: www.mediasat.com/download.asp ma per il Service Manual occorre fare ricerche sul web internazionale con una navigazione che pu anche essere molto lunga e defatigante perch tutto materiale in lingua straniera. Per occorre tener conto che in genere i decoder si guastano sullalimentazione e, sostituendo i condensatori elettrolitici, tutto ritorna a posto. Controlli anche e i diodi e i regolatori di tensione che possono andare in corto. Un intervento pi lungo e costoso potrebbe non essere accettato dal cliente che, solitamente, appena il costo della riparazione sale oltre un minimo, preferisce sostituire lapparecchiatura. Mi tenga informato sullo sviluppo della situazione. Grazie. Amadio Gozzi.

Particolare della sezione alimentatrice del decoder DTT 4500 della Humax - E letteralmente infarcito di condensatori elettrolitici. Quelli indicati dalle frecce gialle sono stati sostituiti in un recente intervento per rimediare al fatto che lapparecchio non si accendeva per niente.

42

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

SCHEDA DI LAVORO

1062-Dec
Marca
TELEWIRE

Pi
Prove

pr e d che

ch ati

e!

Modello
3600 - Decoder DVB

Schema elettrico o foto


Vedere fotografia a corredo

Difetto
Manca completamente laudio

Il decoder ci viene recapitato dallo stesso proprietario il quale ci spiega che lapparecchio non ha pi laudio e che ha deciso di disfarsene perch ha acquistato un Tv nuovo con decoder integrato. Per, avendo in casa un Tv vecchio, vorrebbe se possibile recuperarlo. (Quel: se possibile significa chiaramente: se lintervento non costa molto!) Cos apriamo il mobile del decoder. Dopo averlo ispezionato e resettato inutilmente pi volte ci accingiamo a fare qualche misura sullintegrato audio (F4558) misure che abbiamo riscontrato essere tutte molto basse. Reperito su internet il

datascheet relativo a questo IC capiamo subito che il semiconduttore assorbe corrente in eccesso. Avendo in laboratorio un diverso decoder guasto ma con lo stesso integrato decidiamo di effettuare un trapianto. La sostituzione ci d ragione. Infatti dopo questa operazione lapparecchio funziona regolarmente anche dopo ore di funzionamento in prova. Non certamente una riparazione che dia un gran guadagno, ma la soddisfazione per aver risolto il caso tanta, specialmente se si tiene conto che con i nuovi apparecchi gli interventi veramente interessanti sono assai rari. Allego la foto in cui la freccia rossa indica il circuito integrato guasto.

(Marco Ganassa)

Materiale sostituito
Sostituito integrato audio F4558

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

43

SCHEDA DI LAVORO

1063-Cd
Marca
SONY

SISTEMA DI SMONTAGGIO PER LA SOSTITUZIONE DEL GRUPPO OTTICO

Pi

ep d e ch

ra

e tich

Modello
CDP-M11 - Lettore CD

Schema elettrico o foto


Vedi foto a corredo

Difetto
Gruppo ottico guasto

Materiale sostituito
Procedura corretta per la sostituzione del gruppo ottico

Fig. 1 - Rimuovere il carrello porta CD sganciando il ponte porta piattello e premendo le linguette sottostanti sulle due parti inferiori

2
Fig. 2 - Rimuovere gi ingranaggi. Non hanno punti di riferimento per il cablaggio

Fig. 3 - Ruotare il bulbo porta ingranaggi con guida per il sollevamento della meccanica porta ottica e farlo uscire dalla sede.

44

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

SCHEDA DI LAVORO

1063-bis
Marca
SONY

Pi

p e d che

ch ati

e!

Modello
CDP-M11 - Lettore CD

Schema elettrico o foto


Vedi foto a corredo

Difetto
Gruppo ottico guasto

Fig. 4 - Sollevare la meccanica, svitare la vite di fermo della cerniera e liberarla.

Materiale sostituito
Procedura corretta per la sostituzione del gruppo ottico
b)

a)

c)

Fig. 5 - a) Spostare la linguetta di fermo dellalbero di scorrimento del gruppo - ottico e, b) far scivolare questo dalla sede, sconnettere il flat dallottica

SI PROCEDERA AL CONTRARIO PER IL RIMONTAGGIO DEI COMPONENTI (Torre Vito) Il gruppo ottico nuovo montato in sede

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

45

TEORIA ELETRONICA

I contatori digitali eredi nobili dei celebri contatori meccanici


I contatori binari sincroni e asincroni fanno parte, assieme alle porte logiche e ai registri a scorrimento delle basi circuitali dei calcolatori e poi dei computer fin dalla loro introduzione nel campo dellelettronica A cura della Redazione Didattica

Fino a qualche decennio fa eravamo abituati ai contatori meccanici. Chi sia ancora in possesso di unautomobile di 15-20 anni fa (come le vecchie Panda, ad esempio) sa bene che il suo contachilometri costituito da un cilindretto formato da rotelline che portano sul bordo stampati i numeri da 0 a 9 e che ogni qualvolta una rotella compie

un giro completo, fa scattare un numero in quella che gli sta direttamente accanto sulla sinistra. Con le macchine moderne le cose non stanno pi cos e le distanze percorse (parziali o totali) si leggono su un display luminoso. Ora si fa largo uso di contatori binari o digitali le cui uscite vengono decodificate per pilotare dei display numerici

20

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

TEORIA ELETRONICA

Contatori meccanici decadici e contatori elettronici digitali La fotografia accanto mostra un contachilometri, montato fino a qualche anno fa nella plancia delle automobili allinterno del misuratore di velocit. Si tratta di un contatore meccanico ad accumulo. Talvolta era accompagnato da un secondo contachilometri, azzerabile, per la misurazione del chilometraggio parziale. Si trattava di un vero miracolo di ingegneria matematica a forma di un cilindretto costituito da diverse rotelline tutte uguali appaiate e il cui avanzamento dipendeva dal movimento della rotella precedente. Ogni rotella, infatti, portava impresse sul bordo le cifre da 0 a 9 che si muovevano a partire da 0, man mano che un apposito impulso di comando proveniente dallapparato di movimento dellauto faceva scattare una cifra.Allo scatto della decima cifra, (corrispondente al numero 9) un piolino posto allinterno della rotella, faceva avanzare immediatamente la rotella dei chilometri posta alla sua sinistra, con un processo di accumulo da sinistra verso destra. Una volta esaurito il contatore con le cifre arrivate a 999999, scattava il resettaggio dello stesso contatore che ripartiva a contare da zero. Il viaggiatore a questo punto sapeva che la sua auto aveva gi percorso 100,000 km. Contachilometri elettronico digitale a display Nelle automobili pi moderne, il conteggio della distanza percorsa non viene pi effettuato con un
Sequenza delle uscite binarie Qa, Qb, Qc e Qd dopo aver contato fino 9 (10 impulso di clock). All11 impulso tutte le uscite ritornano a posizionarsi sullo zero 0

contatore meccanico, ma per mezzo di un circuito elettronico che si avvale come meccanicmo di conteggio di un contatore binario, simile a quello rappresentato nello schema di principio riportato sotto. Questo circuito, pur funzionando sullo stesso principio di quello di Fig. 10 stato modificato in modo da trasformarlo da binario a decadico. Come si pu osservare sono state introdotte alcune porte di flyback in modo da far contare il dispositivo fino a 9 (partendo da 0) e far s che ad ogni decade possa scattare quella successiva come avveniva per quello meccanico. Le uscite vanno poi a pilotare, tramite un circuito integrato decodificatore, un display, generalmente a 7 cifre per la visione del chilometraggio raggiunto.

Gli ingressi J-K dei flip/flop B, C, D vengono controllati dalle uscite delle 3 porte And (A, B e C) condizionando il funzionamento dei flip-flop B, C, D.

1 0

Uscita negata

Questo contatore decadico a 4 Flip-Flop utilizza 3 porte AND per il blocco e il ritorno a zero del conteggio, una volta che sia stata superata la cifra 9. La porta di tipo AND produce unuscita di tipo 1 quando tutti i suoi ingressi vengono a trovarsi a logica 1 (High). Il funzionamento di questo tipo di contatore viene ottimamente spiegato a commento della Fig. 12 riportata nelle pagine precedenti.

Commuta ad ogni impulso

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

21

TEORIA ELETRONICA

J-K a 1 = Il flip/flop funziona quando il clock va a 0 J-K a 0 = flip/flop funziona quando il clock va a 1

n. 12 in versione binaria

=0

=0

=1

=1

Q (negata) Uscita inversa

Sgancio con clock in discesa (passaggio H/L)

0 1

22

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

TEORIA ELETRONICA

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

23

TEORIA ELETRONICA

In alcuni casi, il contatore binario viene utilizzato anche come dividore di frequenza. Ne troviamo un esempio nel tuner sintonizzatore a sintesi di frequenza funzionate col sistema ad anello (Loched Loop) nel quale la frequenza del canale sintonizzato viene divisa per 64 perma di essere inserita nel sistema CAFF (Controllo Automatico di Fase e Frequenza) per essere confrontato con la frequenza campione di ogni canale. 24
DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

TEORIA ELETRONICA

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

25

TEORIA ELETRONICA

In questo flip flop J e K sono separati

Porte AND. Affinch luscita passi a 1 necessario che tutti gli ingressi siano a 1

Contatore decadico (conta fino a dieci e poi si riazzera). NB. Con JK a 1 il flip flop scatta quando il clock passa a 0 (L). Con JK a 0, il flip flop scatta quando il clock passa da zero ad 1. Il CLEAR a logica 1 (H) riporta a 0 tutte le uscite.

11

NB. All11 impulso di clock (passaggio H/L) il contatore si riazzera in quanto le uscite Qa, Qb, Qc e Qd tornano tutte a livello L

26

DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

TEORIA ELETRONICA

(2-Continua - Cortesia Radio Elettra)

LETTERE IN REDAZIONE - A proposito di Mivar Carissimo direttore, la voglio ringraziare per avere pubblicato il mio intervento sul tv lcd nella rivista del mese di Aprile. Le volevo porgere una domanda che mi sembra possieda una sua logica. Visto che in Italia rimasta soltanto la Mivar a produrre i televisori lcd, perch non pubblicate qualcosa sul loro funzionamento e sulla la tecnologia che li equipaggia? Vorremmo conoscere anche quali sono i progetti di questa azienda per il futuro. Personalmente ne possiedo 2 di questi Mivar Lcd di cui un 32 FULL HD e un 32 Led 1 FULL HD 100Hz. E vi dico che sono una meraviglia a confronto degli Lcd di tante altre marche che vanno per la maggiore. Questo soltanto un commento o un piccolo suggerimento da parte mia per onorare il noto marchio Mivar e naturalmente tutti i prodotti made in Italy. So che al loro interno i televisori Mivar hanno materiale che proviene
DISPLAY Sat - N. 239 - Maggio 2012

dalloriente per credo che un commento fatto dalla Sua rivista sia sempre qualcosa di interessante e di lodevole. Saluti. Vostro collaboratore Anile Rocco

Gent.le lettore, anche da parte nostra proviamo da sempre una grande ammirazione per questa fabbrica che ha resistito (e tuttora resiste) per tanti anni prima al degrado e poi alla scomparsa dellindustria televisiva del nostro paese. Le promettiamo che quanto prima ci recheremo ad Abbiategrasso (MI) dove sappiamo esserci gente molto disponibile a farsi intervistare e a pocurarci del materiale tecnico senza difficolt, a differenza di quanto fanno i colossi orientali e i loro affiliati che addirittura nei loro servizi tecnici ci privano della documentazione di alimentatori e inverter, praticamente i soli circuiti sui quali possano intervenire con profitto i tecnici privati. Forse gi nel numero di Display Sat di giugno potremo fornire notizie fresche sulle strategie di questa azienda.

27