Sei sulla pagina 1di 1

ATLETICA

ANDATURE PREATLETICHE

Sono andature speciali utilizzate per allenare gli atleti di tutte le discipline sportive ma, in particolare, costituiscono la parte centrale nella preparazione dei corridori (velocisti, fondisti, ostacolisti) e dei saltatori (alto, lungo, triplo, asta). In generale le andature isolano ed amplificano un elemento della corsa o del salto e lo ripetono ritmicamente; in questo modo si ottengono due risultati: il potenziamento della muscolatura interessata e la stimolazione del canale cinestesico che permette al cervello di elaborare e poi consolidare un corretto schema motorio (immagine del movimento). Le andature possono essere combinate in vario modo con passi o balzi creando strutture ritmiche complesse; possono prevedere l'uso di ostacoli di tutte le altezze; possono essere eseguite con cambi di direzione e di velocit; possono essere svolte su terreni di varia pendenza o su gradini e rientrano di fatto in tutte le metodiche di allenamento perch gli schemi motori della corsa e del salto devono far parte del patrimonio di qualunque sportivo. Non esiste una terminologia ufficiale ma alcuni termini sono ormai comunemente accettati. Durante le esercitazioni pratiche abbiamo sperimentato alcune andature: saltelli a piedi pari, tecnica a "candela": le gambe sono quasi tese, lavorano solo i piedi saltelli su un solo piede, prevale il potenziamento passo saltellato (verso l'alto) galoppo laterale (verso l'alto) rullata (tallone punta) doppio appoggio o rimbalzata skip (coscia sull'orizzontale, piede che si avvicina al gluteo, busto verticale) corsa calciata corsa spingendo una resistenza corsa trainando una resistenza corsa in salita e in discesa corsa sul posto senza staccare l'avampiede da terra corsa a gambe tese balzi rana corsa a balzi

scheda nC8