Sei sulla pagina 1di 52

Tecniche di Grigori Grabovoi

SABATO 1 SETTEMBRE E DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012.

Pilotaggio della realtà e sviluppo armonico. PRIMA PARTE

Grabovoi aveva sin da bambino delle facoltà chiaroveggenti; sapeva cosa sarebbe successo nel futuro. Studiò matematica, un approccio logico che però non ha spento le sue capacità intuitive, come invece avviene di perdere nel corso del tempo.

Lui riesce ad interagire e comunicare con diversi livelli di realtà, e lavora molto sulla Creazione, così riesce ad operare al livello del Creatore. Mette le sue facoltà a disposizione dell’aeronautica, infatti egli aveva il compito di controllare con le sue facoltà telepatiche e sensoriali, fare analisi delle problematiche degli aerei per la sicurezza. Tutto fu confermato da ingegneri, che si doveva veramente risolvere i problemi riguardanti la manutenzione.

Egli fu molto apprezzato e riconosciuto anche nell’ambito della medicina. Fece dei trattamenti a persone per la rigenerazione degli organi e interventi. Un suo allievo Petroff, documenta che egli quando lavora su persone ha risultato al 100%, nella guarigione. La sua è una grande facoltà di riuscire ad entrare direttamente dentro la materia, per vedere che cosa c’è. Egli è consapevole che si può entrare nella materia per rigenerarla e guarire. Ecco perché la sua è una fama internazionale.

Ha subito una carcerazione in Russia, quando decise di candidarsi alla guida del paese. Ebbe ingiuste accuse di aver preso soldi da alcune donne per rianimare i loro figli morti. Questo non gli permise di diventare un capo del governo. La sua fama comunque rimane nel tempo.

Grabovoi sviluppa delle tecnologie semplici, per la guarigione. Più è semplice il metodo e più è facile arrivare al risultato. Si può avere anche un rinnovo a livello cellulare, per rigenerare tante malattie.

L’unico limite all’applicazione di queste tecnologie siamo noi stessi. La fiducia in se stessi e nel metodo è fondamentale.

IL METODO.

Esiste la mente razionale, che noi alleniamo nel mondo occidentale, e la mente intuitiva. Anche se noi sentiamo che non dobbiamo fare una scelta, la facciamo lo stesso. Esempio, la mente mi consiglia un certo tipo di lavoro perché è sicuro, ma poi sto male perché non rispecchia la mia vera natura. L’uomo occidentale crede più alla mente. Questi due ambiti nella nostra testa stanno lottando.

Con queste tecnologie si può creare un terreno fertile per applicare l’intuito, e avere dei risultati. Dobbiamo avere sempre presente in ogni momento l’utilizzo dell’intuizione. È semplice e facile e alla portata di tutti, da tenere sempre presente.

Egli utilizza un linguaggio scientifico per spiegare cose spirituali. C’è la trilogia: coscienza, anima, spirito. Egli ha un contatto diretto con la nostra origine, per questo riesce a creare dei modelli piuttosto complicati, ma poi sono semplici nell’applicazione.

La coscienza è il focus, la nostra realtà, con il quale possiamo lavorare: è la struttura che permette all’anima di pilotare il corpo. L’anima, la cui parte materiale è il corpo, interagisce con la realtà attraverso la struttura della coscienza.

La coscienza è una struttura che unifica il mondo spirituale con quello materiale.

L’anima è la nostra origine e la nostra casa. La coscienza è forza, energia e capacità, in grado di pilotare ogni cosa nella realtà. Ogni volta che facciamo qualcosa si crea nel cervello una struttura neuronale che attiriamo con un singolo pensiero. Con l’intensità del pensare posso creare una nuova realtà nel mio cervello: esempio, faccio una preparazione mentale visualizzando già quello che devo fare. E così lo farò molto meglio.

Io posso avere così un ruolo attivo nella mia vita. La percezione: se io focalizzo una cosa, quella cosa che io ho focalizzato inizia a cambiare. Questo spiega anche la rigenerazione dell’organo. Io mi collego con la matrice dell’organo, e così facendo, lo posso guarire.

I nostri pensieri automatizzati, non ci permettono di uscire dal nostro quotidiano. Se penso che non ce la faccio, poi non ci riesco davvero. Basta che credo nelle mie capacità, dicendo ce la faccio, e le cose iniziano a

cambiare. La fiducia è fondamentale. A livello genetico possiamo lavorare sulla nostra coscienza, se focalizzo il DNA, posso addirittura cambiarlo. Se si pensa che geneticamente sono predisposto a certe malattie, oggi sappiamo che non è proprio così, le informazioni possono anche modificarsi. Naturalmente se nasco in una famiglia stressata prenderò gli stessi atteggiamenti, che loro mi hanno trasmesso.

Posso comunque cambiare, se cambio la mia visione e il mio approccio alla vita. È l’ambiente che influisce sul comportamento delle cellule. Sono

rilassato e felice, non mi ammalo, se sono depresso, arrabbiato e stressato,

mi ammalo di più. Il mio ambiente è più acido e contraggo malattie.

Un elemento ci aiuta a comprendere come mai queste tecniche mentali possono funzionare. Si pensi alla teoria dei campi. Shaldrake, ha scritto un libro interessante, sui campi morfogenetici, e anche un altro libro, chiamato “La mente estesa”. Il campo morfogenetico è quello dal quale si crea la realtà. Esempio, un campo magnetico, elettromagnetico, ci dice che esiste energia. Quando un magnete permanente viene a contatto con altri pezzetti di metallo, essi si allineano e si dispongono attorno al magnete, e questo dimostra visivamente l’esistenza di un campo.

Il campo dà un ordine nella realtà fisica. E siamo circondati da campi:

magnetici, elettrici, dei cellulari, centinaia di campi sovrapposti che non vediamo, ma che sono presenti. Esistono poi campi magnetici, aspetto della chiaroveggenza, che si trovano ad un’altra frequenza.

Sheldrake, dice che per ogni cosa che esiste, esiste un campo morfogenetico origine della realtà. Questo è ciò che dice anche la fisica quantistica. Quello che c’è, è la forza alla base della nostra esistenza. E ciò che utilizza Grabovoi per ricostituire gli organi malati. Se con la mia coscienza inizio a focalizzare la parte che manca in una parte del corpo, posso ricrearla, e riportare quella parte e tutto il corpo alla norma, ovvero all’origine del Creatore.

Ci sono tecniche per ringiovanire il nostro corpo. Possiamo tornare a quel

campo, esempio, a quando avevo trent’anni, per ringiovanire. Esempio, se una persona ha amputato un arto, il sistema energetico lo percepisce come

se l’arto fosse ancora presente. Sente ancora il dolore, come se fosse tutto

normale, con la gamba sana e non amputata. Questo a dimostrazione che rimane il campo energetico dell’arto amputato.

LA TECNICA.

Grabovoi dice che tutto quello che ha imparato lo ha ricevuto direttamente dal Creatore. Parla molto del Creato e del Creatore. Non parliamo di una nuova religione, ma Dio, come sappiamo esiste dovunque. Lo troviamo in ogni posto. Perché noi facciamo parte di tutto questo, di Dio, noi siamo luce, consapevolezza, l’unica cosa che esiste veramente è la mente. Tutto ciò che possiamo pensare è solo una possibilità che nasce da questa fonte. La fonte esiste veramente, e noi facciamo parte di ciò.

Egli parla sempre di Salvezza globale e Sviluppo armonico. Chi siamo noi per salvare altri? Il nuovo sapere, una nuova scienza: e per questo nuovo, le tecniche potenti, che usiamo lavorando per noi, ci permettono di fare del bene anche a tutto quello che esiste. Ogni tecnica che Grabovoi ci offre, è fatta in modo che ha un effetto positivo per noi e per gli altri. Se noi desideriamo una cosa, dobbiamo capire se è un desiderio dell’Ego, oppure un desiderio del cuore.

Se è l’Ego a desiderare, non siamo mai soddisfatti. Se invece riusciamo a capire come l’anima vuole manifestarsi, allora stiamo bene. Il desiderio va poi in armonia con tutto quello che esiste. Noi abbiamo a disposizione forze creative:

- Pensiero

- Sensazione

- Percezione

Noi siamo solo consapevolezza. Noi siamo consapevoli che esistiamo. Se sto male, so che ci sono. Se sto bene so che io sono. Quello che rimane è solo il fatto di esserci. Noi così possiamo creare.

Se osserviamo quanti pensieri al giorno abbiamo, che vanno in una direzione positiva, verso lo stato desiderato, oppure una meta che vogliamo raggiungere, sono veramente pochi. Al 99% noi però, ripetiamo dei programmi che in fondo non vogliamo. Questi pensieri si proiettano come in una diapositiva, e noi gli diamo energia e poi viviamo quello che proiettiamo. Se dico sempre non ce la faccio, sto male, ecc… nutriamo un qualcosa che non vogliamo vivere, per paura e perché in fondo sono abituato così.

Ma con il pensiero positivo, sono in grado di creare una situazione, con delle emozioni, che alla percezione è uno stato positivo e mi fa stare bene.

Ora è molto importante abbandonare le vecchie percezioni, andando in un campo dove basta pilotare solo una volta, oppure con problemi di salute, per due o tre volte al giorno, fino a guarigione completa.

Sono campi vicini al Creatore, che appartengono alla nostra vera essenza, e ci permettono di scegliere ciò che desideriamo veramente, e anche se non si manifestano così come li abbiamo pensati, è lo stesso, va tutto bene, doveva proprio essere così per armonizzare la situazione totale.

Tutto dipende da come pensiamo, percepiamo e da quali sensazioni abbiamo, se analizziamo questo potere si capisce che dipende tutto da noi. Sappiamo così che dobbiamo pilotare tutto sempre per il bene nostro e di altri che stanno attorno a me. Se sto bene io, stanno bene anche gli altri, con i quali entro in risonanza.

Ora vi darò frasi che Grabovoi ha ricevuto direttamente dal Creatore:

Uomo tu sei il mondo, tu sei l’eternità, tu possiedi una forza smisurata, le tue possibilità sono illimitate, tu sei l’incarnazione del Creatore, in te dimora la sua volontà, e attraverso la sua determinazione tu cambi il mondo. In te ha sede il suo amore; ama tutto ciò che vive, come lui, Colui che ti ha creato. Non amareggiare il tuo cuore, pensa il bene e fai il bene. Il bene ti ritornerà per lungo tempo. L’amore ti regalerà l’immortalità, la fede e la speranza saggezza; la fede e l’amore faranno rivivere le tue forze invisibili e tu raggiungerai ciò di cui sogni. L’immortalità, questo è il volto della vita, esattamente come la vita è la traccia dell’eternità. Crea per vivere nell’eternità. Vivi per creare l’Eternità”.

Cosa avete percepito?

Amore per se stessi, dilatazione del cuore, senso di possibilità, espansione, potenza, benessere, gratitudine.

Tutti avete percepito un cambiamento? Qualcuno ha visto un simbolo? Il simbolo dell’infinito. Ottimo.

Grabovoi dice che ognuno di noi è immerso come struttura informativa in campi informativi. Ognuno di noi si muove in campi informativi e non potremmo sopravvivere se non potessimo ricevere informazioni da altre

strutture informative, elaborare queste informazioni e trasmettere

informazioni:

- Riceviamo informazioni e energia (la base)

- Elaboriamo ciò che riceviamo

- Trasmettiamo ciò che riceviamo

Io come struttura informativa mi sviluppo in modo armonico e sto bene. Se

vado fuori da quest’armonia, tutto il sistema viene disturbato. Se imparo a riportare il nostro sistema in questo ordinamento divino, come vuole il Creatore, nella norma, riportiamo alla norma tutto quello che ci circonda e viceversa.

Se faccio un pilotaggio per altri, riporto anche il mio ordinamento alla norma. Ordinamento divino: quello che ha ideato il Creatore. Lo stato che ognuno desidera vivere sotto tutti gli aspetti. Esprimerci attraverso una professione che corrisponde ai nostri talenti e alle nostre capacità. Se una parte della nostra vita, esempio relazionale non funziona bene, vuol dire che lì c’è qualcosa che non corrisponde alla norma, se abbiamo un problema fisico, siamo usciti dalla norma. Con queste tecniche possiamo riportare tutto alla norma.

Ogni anima ha in sé una rete di informazioni, che vuol essere espressa, vissuta, l’idea, l’informazione di questa anima, viene trasportata nella nostra coscienza, e la coscienza ha la facoltà di creare attraverso emozioni, sensazioni, pensieri, percezioni. L’anima è luce, è stata creata dal Creatore, e non può essere modificata.

Allora sapendo questo abbiamo la base per iniziare. Guardate ora la vostra dispensa a pagina 3, c’è un elenco del contenuto. Noi lavoreremo con numeri, sequenze numeriche, colori, forme geometriche, ecc…

Quando abbiamo un sorriso interiore possiamo fare tutto. Sorridere 24 ore al giorno cambia tutto. Poi serve la fiducia, con cui ognuno può manifestare quello che desidera e sa che esiste Dio.

E

Grabovoi ha un successo al 100%. Ha aiutato tantissime persona a guarire.

Ci

sono protocolli che lo confermano, medici e notai. Ogni cosa che fa ha

successo al 100%, perché sa. Non spera che…., lui sa, ed è uno scienziato,

e non un personaggio vago.

Qualcuno di voi ha già questa sicurezza, altri un po’ meno, ma va bene lo stesso. È la fiducia in ciò che dico e faccio, che fa la differenza; altrimenti se non ho fiducia in me stesso in chi posso avere fiducia?

Da oggi voglio sempre vedere in voi questo sorriso interiore, se lo fate adesso, vedete già quanto è più bella la vita da un momento all’altro. Ma pochissimi sorridono, in una città. Molti non sono consapevoli delle proprie emozioni e proiettano continuamente ciò che non desiderano.

La chiave è salvezza globale e sviluppo armonico. Auguriamo sempre il meglio a tutti gli altri. E quando lo facciamo, se desideriamo il bene, per gli altri, lo facciamo per tutti quanti, anche al mio nemico, anche se poi alcuni non ce lo rimandano indietro. Anche se accade all’inizio il contrario, con il tempo invece vediamo che tutto va per il meglio. Tutto va secondo la norma, come vuole Dio.

Siamo noi che percepiamo quando basta pilotare o continuare, seguendo l’intuito. Grabovoi ci propone diverse tecniche, ma poi ognuno di noi intuisce come agire, perché lui ci lascia uno spazio, per agire e capire quando siamo arrivati al risultato.

La prima domanda sempre da fare è: il mio desiderio è… poi diamo tanta energia, entriamo in contatto con questo campo, mettiamo tanta luce, dentro mettiamo a chi auguriamo il bene. Mettere sempre tanta luce è fondamentale.

Poi diciamo: Io sono nello spirito e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore.

Posso anche dire Io entro nella mia anima, e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore.

Posso usare ciò che mi risuona meglio.

Poi auguriamo a tutti il bene: salvezza globale e sviluppo armonico.

Poi esprimiamo il nostro desiderio: il mio desiderio è di riportare alla norma questo determinato disturbo psicofisico.

Ora facciamo il pilotaggio vero e proprio.

Ma se pilotiamo per qualcun altro, o per un paese, o per tutto il mondo, dobbiamo spostarci sul macrolivello: cioè inserisco al punto tre e quattro, della dispensa, oppure anche due e tre, è lo stesso, (solo quando faccio

pilotaggio per altri) dire, perciò mi sposto sul macrolivello: per esempio, il mio desiderio è armonizzare e sostenere il disturbo di Paola, e per questo mi sposto sul macrolivello.

Poi facciamo il pilotaggio, poi dopo si dice illumino, questo risultato con la mia luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fisso tutto quanto con la luce del Creatore.

Altro modo: esempio, il mio desiderio è avere una nuova macchina.

Prima dico tutto: io entro nella mia anima, e vedo e agisco come vede e agisce il creatore, salvezza globale e sviluppo armonico, il mio desiderio è di avere una nuova macchina, secondo la norma, e per questo, dico lavoro con la tecnica tale e tale, e mi immagino me in una macchina, mi piace, mi sento bene, ecc… dopodiché illumino questo risultato, dalla mia anima, fuoriesce dal terzo occhio la mia luce che illumina il risultato desiderato. Vediamo quello che abbiamo pilotato con tanta luce!

Diamo tanta luce… poi illuminiamo il risultato con la luce del Creatore. Posso vedere anche una fonte di luce come il sole che illumina questo pilotaggio, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, esempio, può essere l’orizzonte. Ho così pilotato quello che desidero, ho dato tanta luce, mia e del creatore, e fisso tutto quanto con la luce del creatore, significa, come mettere un timbro, fissare e così sia. La luce ha una macro qualità. E così sia. E infine mettiamo la data e l’ora. Finito.

Attenti, se lavoriamo sul nostro corpo, su un disturbo psicofisico, spedisco tutto quanto nell’infinito, significa che abbiamo pilotato qualcosa, esempio benessere, e lo scriviamo nell’infinito, perché fuoriesce oltre i 5 metri. (Noi siamo in due sfere, la piccola ha 1 raggio di 1 metro, quella grande 1 raggio di 5 metri).

Ho spedito fuori il più lontano possibile nell’infinito, perché nel passato viene così cambiata l’informazione e quindi possiamo entrare adesso in un altro campo e cambiare il passato manifestando uno stato di benessere da ora. Adesso iniziamo a lavorare con questa tecnica e la sequenza numerica. Le cose si chiariscono con la pratica.

Grabovoi ha scritto tanti libri sull’applicazione delle sequenze numeriche. Sono libri in tedesco e in inglese, che si possono trovare nel sito

www.jelezky-media.com . questo libretto si chiama “Esercizi di concentrazione”, ci sono due sequenze numeriche per ogni giorno. Da pilotare, per riarmonizzare tutte le nostre giornate.

Oggi primo settembre, iniziamo con una sequenza e con un compito che dobbiamo fare ogni giorno, una concentrazione che si fa. Con il tempo, più si ripetono gli esercizi e più si comprende quello che intende, perché lui parla in un linguaggio scientifico. È una nuova scienza. Vi fornisco ora le sequenze numeriche.

Iniziamo con il primo pilotaggio. Poi a casa vi fate la lista con i desideri, che poi piloteremo domani. Adesso con questo pilotaggio facciamo una documentazione sul vostro fascicolo, per fissare l’obiettivo: armonizzazione della giornata, con il metodo delle sequenze numeriche di ogni giorno.

ARMONIZZAZIONE DELLA GIORNATA. (VEDI FOTOCOPIE).

Iniziamo il pilotaggio:

Collegatevi con questo sorriso interiore, e con la fiducia e il sapere diciamo.

Io entro nella mia anima e vedo e agisco come lo fa il Creatore, salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è di armonizzare questa giornata perciò immagino come apprendo in maniera ottimale l’insegnamento di Grabovoi, mi assumo tutto quello che corrisponde alla mia vera essenza e mi fa star bene, la prendo con leggerezza e piloto il mio sviluppo e quello degli altri secondo la norma del Creatore sviluppandomi in ogni ambito in modo ottimale.

Mi immagino come va questa giornata, come sto bene io e gli altri, perché posso dare, ricevere altrettanto.

E su questo pilotaggio metto la sequenza numerica 1845421 e 845132489.

Illumino questo pilotaggio con la mia luce, con la luce del Creatore davanti allo sfondo dell’anima del Creatore e fisso tutto quanto con la luce del Creatore, metto la data: 01-09-2012, e l’ora: sono le 15.48. Grazie”.

Ok! Questo era un pilotaggio lungo, di solito durano di meno, l’importante è rimanere svegli, non addormentarsi. Bisogna essere comunque sempre tranquilli che ho fatto tutto il possibile. La concentrazione è fondamentale. Il campo informativo si può leggere tramite l’intuito, spesso accade che mi

viene da leggere da destra a sinistra e viceversa, oppure qualche numero al centro che è più importante e lo percepisco meglio.

Posso pilotare lo stesso desiderio ogni giorno, oppure altri desideri. Come sorriso interiore, lavorando così, insieme alle sequenze numeriche, cambia qualcosa nella vostra vita. Anche facendo un solo pilotaggio al giorno con i numeri delle sequenze numeriche.

Se guardiamo l’universo vediamo che esiste un ritmo, che tiene in movimento tutti gli elementi; per noi, la terra ha un suo ritmo, gira attorno al suo asse, e noi percepiamo questo ritmo tra notte e giorno, nelle stagioni, ecc. Tutto ha un ritmo. Se guardiamo un atomo vediamo che gli elettroni girano attorno al nucleo secondo un ritmo. Il nostro cuore batte con un certo ritmo, come la cellula e il nostro corpo, i quali hanno un certo ritmo. Ciò significa che noi possiamo vedere e misurare la frequenza di un certo ritmo. Noi vediamo i colori perché emettono onde elettromagnetiche. Il viola ha il doppio della frequenza del rosso. E così noi vediamo e percepiamo diverse le cose perché hanno una loro diversa frequenza.

Anche i numeri sono dei campi informativi, con l’uno, ad esempio, ci vengono in mente tante informazioni, ma il nucleo di questo uno ha un significato che gli ha dato il Creatore. Il numero ha un ritmo, una certa frequenza, e se mi nutro con questo ritmo, entra nel mio sistema e ho un impatto. Se non c’è armonia nell’informazione, attraverso i numeri possiamo equilibrare di nuovo questa armonia. Ognuno di noi va in risonanza con l’informazione del numero, elaboriamo questa informazione, in modo armonico oppure nel caos. Dipende come siamo dentro di noi. Ogni numero ha un’informazione specifica.

Poi riceverete qualche lezione, con un link, per avere altre lezioni aggiuntive. Ricevete sei lezioni in più, e ricevete per iscritto l’informazione che c’è nella slide.

IL SIGNIFICATO DEI NUMERI SECONDO LA NORMA DEL CREATORE.

1- INIZIO (DI OGNI COSA…IMPULSO)

2- L’AZIONE STESSA, IO FACCIO PER RAGGIUNGERE L’OBIETTIVO

3- IL RISULTATO CHE HO RAGGIUNTO

4- INTERAZIONE CON IL MONDO ESTERNO

5- INTERAZIONE CON IL MONDO INTERNO

6- BASE, COLLEGAMENTO CON IL TEMPO FISICO

7- AMORE

8- COLLEGAMENTO TRA IL PRESENTE E L’INFINITO

9- IL CREATORE DI TUTTO

0- CAMPO DI TRANSIZIONE

Possiamo guardarci anche la nostra data di nascita. Se ad esempio una persona non ha il 3 e non ha mai avuto successo, non si deve meravigliare, perché la persona non ce l’ha come informazione. Però si può aiutare là dove ci sono carenze, utilizzando il pilotaggio. Se manca il tre, può essere anche che si fa tanto ma non si arriva mai a godere di quello che si fa. Però facendo altri passi qualche numero si aggiunge ancora, quindi non è detto che vi manchino tutti.

Grabovoi ha scritto un altro libro, che forse uscirà in italiano, l’anno prossimo: il titolo è, “Ricostituzione dell’organismo mano attraverso la concentrazione sui numeri”. Esistono diverse sequenze numeriche per armonizzare i disturbi del corpo, le malattie. Una sequenza numerica per armonizzare ogni disturbo. Ci sono sequenze composte da solo 3 numeri oppure fino a 9 numeri. Più lunga è la sequenza numerica e più è specifica, quella breve armonizza un campo più vasto.

- Con una sequenza da 9 numeri, io posso armonizzare da 1 a 2 disturbi.

- Con una sequenza da 8 numeri, io posso armonizzare da 5 a 10 disturbi.

- Con un sequenza da 7 numeri, io posso armonizzare da 10 a più disturbi.

Più lunga è, e più è specifica; quella corta è più concentrata. Importante è sapere quale disturbo ho nello specifico. Possiamo iniziare in quella pagina dove elenca i disturbi psicofisici, pag.13 e anche la fotocopia che vi ho dato: esempio, mal di testa, ferite, occhi, ecc… ci sono varie possibilità.

E il modo migliore per armonizzare i disturbi psicofisici, è quello di immaginarsi una sfera di luce, oppure un cubo, o altre forme geometriche. In questa sfera di luce trasferiamo fuori la sequenza numerica che armonizza questo determinato disturbo psico-fisico. Poi, dopo il pilotaggio, possiamo trascrivere questa sequenza numerica su un foglio, e portarlo con noi, non distante da noi più di 2 cm dal corpo, nella tasca, o su un cerotto o direttamente sulla pelle, sul pigiama, nel letto, dove volete.

Ad esempio, per gli occhi, me lo metto in tasca, oppure scegli intuitivamente, anche scriverla sul braccio, ecc… La sfera può avere un colore che voi volete, oppure un bianco argentato va sempre bene, perché è il colore dello Spirito, oppure un viola che è antisettico, come il bianco argentato, quindi hanno già un forte impatto sul nostro corpo.

Scegliete una sequenza numerica che volete, per armonizzare. Poi prendete la sequenza e trascrivetela in questa sfera di luce. Ricordatevi di questo sorriso interiore.

NORMIZZAZIONE DELLA VISTA. (PAG. 16).

Esempio del pilotaggio: “Io sono nello spirito e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio

è…. Di migliorare la mia vista, portando la situazione alla norma, per questo mi immagino una sfera di luce, in questa sfera trascrivo la seguente sequenza numerica, 1891014 (concentrarsi sugli occhi e sull’area del coccige, come da elenco nella pagina), vediamo come percepiamo. La sfera

di luce inizia a vibrare secondo l’informazione ricevuta, comprimiamo la sfera

fino alla misura di una palla da tennis e la collochiamo nel nostro corpo,

scelgo dove metterla, ad esempio nel plesso solare, dopodiché, vediamo e percepiamo come questa informazione si espande nel nostro corpo, come

tutta la parte che è da armonizzare inizia ad abituarsi e ad adattarsi a questa informazione che corrisponde alla norma. Illuminiamo questo pilotaggio con

la nostra luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del

Creatore, e fissiamo tutto quanto con la luce del creatore, mettiamo la data e l’ora, sono le 16.22. e spediamo tutto quanto nell’infinito. Grazie”. (Come dire

“Così sia”).

Documentiamo poi nell’elenco quello che abbiamo pilotato e il risultato, per vedere gli eventuali progressi. Se avete già percepito qualcosa, un cambiamento lo scrivete. Potete trascrivere questa sequenza sul foglio, oppure sulla pelle, per tenerla presente. Per i disturbi psicofisici, dato che

sono cose che si sono già manifestate, può essere che dovete fare più pilotaggi, 3 o 4 volte al giorno, per diversi giorni, fino a quando il disturbo non si è armonizzato.

Vi consiglio di iniziare con due o più cose, meglio poche cose all’inizio, e

continuare fino a che si è raggiunto l’obiettivo. Posso lavorare con un problema, però esiste il “trucco 27”, cioè un modo per velocizzare, da usare solo se avete almeno 5 disturbi psicofisici. Solo per voi stessi. Oppure solo per una persona, che voi sapete avere almeno 5 disturbi.

Prima bisogna avere le sequenze numeriche sotto mano e poi, usare solo su disturbi psicofisici.

Esempio:

-
-

Pressione alta

8
8
1
1

4

5

4
4

3

2
2

- Diabete

8
8
8
8
1
1

9 9 7 7

- Sovrappeso

4

8
8
1
1

2

4
4

1

2
2

- Gastrite

5
5

4 8 4 5 4 8

- Glaucoma

5
5
1
1

3

1

4
4

8

2
2

Abbiamo 5 sequenze numeriche per armonizzare un disturbo psicofisico. Le scriviamo il fila, come disposti in colonna. Ora ci guardiamo la prima colonna.( Poi a casa potrete avere una sequenza che può essere o più lunga o più breve). Iniziamo subito sulla sinistra.

Ci guardiamo la prima colonna, e

tutti i numeri che sono presenti più di una

volta, li possiamo togliere, (evidenziati in giallo,

quelli da togliere), otto è

presente due volte, via, 5 è presente due volte, via. Così per ogni riga. Eliminiamo il numero uguale. Ora prendiamo i numeri che sono rimasti e facciamo una sequenza numerica unica.

Iniziamo ora di nuovo trascrivendo la sequenza, mentre la leggiamo in orizzontale, 4539977421484548318.

Li cancelliamo colonna per colonna e orizzontalmente prendiamo quelli che

sono rimasti. E questa è la sequenza numerica che trascrivo in questa sfera e la portiamo nel nostro corpo, intuitivamente la collochiamo in un

posto nel nostro corpo.

Dopodiché scriviamo la sequenza numerica su un foglio, su un cerotto e la portiamo con noi, così non dobbiamo fare 5 pilotaggi singoli con 5 sequenze numeriche. Un bel “trucco 27”!!!! Si può fare solo per disturbo psicofisico, non per armonizzare altre cose.

Poi si fa la somma di questo numero e con questo 96 che è la somma, possiamo giocare durante il giorno, sappiamo che è il campo che armonizza i nostri disturbi. Ovviamente giocare con una sequenza numerica così lunga è difficile, meglio semplificare. Però non posso mettere il 96 nella sfera, il risultato che ottengo è diverso. Sul biglietto scrivo e ripeto quella sequenza lunga.( 96 è il campo che racchiude quella sequenza di numeri). Anche per armonizzare le allergie, ci sono le sequenze numeriche adatte. Sono indicate nel prontuario di Grabovoi.

Trascriviamo la sequenza completa in una sfera, visualizziamo come la sfera vibra, la rimpiccioliamo, per portarla all’interno del nostro corpo, percepiamo la sensazione di cambiamento, la vibrazione, poi con il sistema solito, possiamo vederci come al di fuori, come osservatori di ciò che accade, mentre illuminiamo tutto con la nostra luce, e vediamo il nostro stato ottimale, poi vediamo come la luce del Creatore illumina tutto quanto, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, la luce totale, l’orizzonte, può essere una sensazione di gratitudine verso il Creatore, ognuno crea la propria immagine.

DISTURBI FISICI NON CONOSCIUTI (PAG. 13).

A pag. 13: quando non sappiamo, non troviamo la sequenza che ci serve, cosa si fa? Posso utilizzare queste sequenze che ci sono in questa pagina. Grabovoi divide il corpo in sette parti, e abbiamo la testa/collo, tronco, mano e braccio sinistro e destro, e stessa cosa per le gambe, e c’è una sequenza numerica per tutto il corpo. E queste sequenze anche se non sono proprio specifiche per il disturbo che avete, hanno un impatto fortissimo. Se si lavora anche a livello generale, si ottengono risultati immediati.

Spesso anche la sequenza che riguarda tutto il corpo può bastare. Ora scegliete qualcosa, una di queste sequenze, e facciamo il pilotaggio. Se non conosco il disturbo specifico, prendo quella che agisce interamente su

tutto il corpo. “Disturbi psicofisici sconosciuti nel loro complesso”.

1884321.

Possiamo usare un altro strumento, la cartolina di pronto soccorso, sulla quale possiamo scrivere dei numeri di emergenza. Sono sequenze da portare con noi, perché se accade qualcosa e voi avete bisogno al volo di una determinata sequenza numerica, allora l’avete sotto mano. Ce ne sono alcune da consigliare per avere sempre tutto con sé. La sequenza numerica che agisce su tutto il corpo per esempio va sempre bene, se ho mal di testa e altri disturbi, è un pronto soccorso. Va bene anche per un'altra persona. Poi è facile memorizzarla con il tempo 1884321.

Sempre il sorriso interiore, “Io entro nella mia anima, e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è, di armonizzare tutto il mio corpo. (se qualcuno vuole fare il pilotaggio per un’altra persona, ora ripete anche, E dopodiché mi sposto sul macrolivello), lavorando con la sequenza numerica per armonizzare il corpo. Mi immagino adesso una sfera di luce nella quale trascrivo la seguente sequenza numerica: 1884321. Comprimiamo questa sfera, informata secondo la norma del creatore, e la collochiamo nel nostro corpo, o in quello dell’altra persona. Scegliamo intuitivamente il luogo dove collocarla e vediamo come si espande questa informazione nel corpo e come quello inizia a regolarsi, e a cambiare frequenza per rientrare nell’ordinamento Divino. Illuminiamo questo pilotaggio con la nostra luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fissiamo tutto quanto con la luce del Creatore, fissiamo la data e l’ora, sono le 16.56, e spediamo tutto quanto nell’infinito. Grazie.

Potete documentare quello che avete fatto oggi. E il risultato. C’è qualcuno che ha percepito un cambiamento? Si, …. sentiamo che sta lavorando dentro. Quando ci si sposta nel macrolivello, vuol dire che si fuoriesce dalla sfera , quella di oltre i 5 metri. È distante, perciò non assorbe l’energia di questo campo degli altri. Posso anche fare il pilotaggio ad occhi aperti, non importa che siano per forza chiusi. Ognuno trova il modo giusto per pilotare scegliendo in modo intuitivo. L’obiettivo che voglio ottenere e riportare alla norma, riesco a raggiungerlo meglio, se sono molto specifico. Se si lavora con le sequenze numeriche, conviene veramente lavorare con la sfera. Poi si integra durante il giorno con il numero che ho trascritto sul foglietto. Dipende da quanta energia ci metti, puoi anche immaginare di trascrivere proprio sulla

superficie della sfera e anche dentro alla sfera, dipende dall’impatto che hai. Si può scrivere anche sulla superficie di un cubo, sopra ad una faccia.

Non si parla di guarigione ma di armonizzazione dei disturbi psicofisici. Molte persone stanno bene, e cambiano il loro stato di salute. Quando la persona è pronta, l’armonizzazione è veloce, avviene anche in poche ore o in pochi giorni.

Sappiate che tutto quello che vediamo è sempre e solo uno specchio nostro. Quando vediamo una situazione bella, una persona bella, allora cosa vediamo: la parte bella di noi.

Il primo desiderio già si manifesta. Ne facciamo uno dopo l’altro, quindi basta guardare, sempre sulla pagina 13, iniziamo con sempre sequenze numeriche però le utilizziamo per altri ambiti. Per esempio, per armonizzare il presente, il futuro, il passato. Se siamo ancora a ruminare, quando non ci sentiamo liberi, cambia l’impatto su di noi nel presente.

Se abbiamo ansia o paure riguardo il futuro, allora armonizziamo il futuro. Si può fare un pilotaggio per armonizzare un tema sia nel passato che nel presente e nel futuro. Oppure scegli un problema che hai e un tempo in cui è successo, si mettono insieme tutte e tre le sequenze numeriche. Si possono sistemare anche le questioni con gli antenati. Dobbiamo lasciare i pensieri ripetitivi e ciò che ci rimugina dal passato. Più siamo liberi e meglio è. Infatti siamo poi più ricettivi nel presente per cogliere il messaggio che si ripresenta.

Avete notato quando pensate ad una persona, e questa persona dopo qualche giorno vi chiama? Ecco, in quel momento, voi avevate un silenzio dentro, e questo silenzio vi ha permesso di cogliere questa informazione. E più siamo silenziosi e più ci arrivano queste informazioni. Pilotate tutto quello che vi viene in mente. Iniziate a pilotare sulla base. Su quello che in me non va.

Passo dopo passo. E sorridere sempre fin dal mattino quando vi alzate. Perché il sorriso interiore corrisponde alla gioia. È un programma che ci deve scattare in automatico, per contrastare il non sorridere e la depressione.

È come se la persona si spegne durante la giornata. Bisogna liberarsi dalle emozioni negative iniziando a sorridere. E tutto il sistema cambia e anche

l’ambiente attorno a noi. È come una overdose di felicità. Se riuscite a sorridere per quaranta giorni consecutivi, non riconoscerete più la vostra vita. Tutto cambia nella percezione di quello che ci circonda. Solo per un sorriso interiore.

Armonizziamo perciò il passato, il presente e il futuro. Poi esiste anche una sequenza per armonizzare le piante, che si può mettere nel terreno, su un foglio, scriverlo e metterlo dentro. In una sfera e portarla nella pianta, lavorando sempre intuitivamente con questa sequenza numerica. E una per armonizzare i disturbi degli animali, con un macro pilotaggio (fatto per gli altri).

NORMIZZAZIONE DELLE SITUAZIONI FINANZIARIE. (PAG. 13).

Poi normizzazione delle situazioni finanziarie, secondo la norma. Perché nomale è sempre relativo, dipende da cosa si intende per normale in una società. Si deve armonizzare secondo la norma anche il campo finanziario. Si può trascrivere questa sequenza numerica e portarla con sé nel portafoglio. Funziona alla grande!

Funziona da subito, può essere che ci vuole un po’ di tempo perché le cose si sistemino del tutto. La norma significa vivere in un modo ampio, in cui non ti manca niente, hai tutto ai massimi livelli, amore, denaro, salute, ecc…

Se ciò che si vuole fare è avere denaro per realizzare degli obiettivi, è meglio, finalizzare a un obiettivo, che se corrisponde a quello che vuole la mia vera essenza, allora è ottimo, va benissimo.

Fare un pilotaggio su ciò che non va a livello del tuo campo professionale, se vuoi un lavoro più soddisfacente. Poi iniziare prima di tutto dalla sequenza della normizzazione del campo finanziario, ma va comunque collegato al tuo obiettivo. Si inizia comunque dove c’è insicurezza, per essere più sicuro di capire che cosa vuoi veramente.

La sequenza numerica si può mettere sotto il salvadanaio, oppure sotto la cassaforte, dove c’è denaro, e portare un foglietto sempre con sé nelle tasche. Attenti però, perché già diversi partecipanti stanno dando i numeri!!!!!

C’è un sequenza generale che posso usare se non so esattamente cosa c’è che non va, non trovo la soluzione, esempio, ho questo problema in ditta e non riesco a trovarne la soluzione, ho però desiderio che tutto vada a buon

fine, allora metto questa sequenza numerica e attendo la risposta o il cambiamento, quello che accade.

SEQUENZE PER ALTRE SITUAZIONI (PAG. 13 E PAG.14).

Poi c’è rapporti familiari armonici, che può sempre servire, mi immagino l’armonia in famiglia, faccio pilotaggio, come sempre…. Anche solo con un membro della famiglia.

Poi si può fare per i rapporti di lavoro, per migliorare. Poi risolutezza del bambino nello studio come sostegno, in modo che si impegni e facilmente apprenda a scuola.

Questa è una sequenza che vi consiglio di trascrivere come pronto soccorso, la trasformazione del negativo in positivo, di qualsiasi tipo si tratti: importante definire mentalmente di cosa si tratta, anche per il posto di lavoro e dopodiché ci immaginiamo come vogliamo la situazione ottimale e trascriviamo questa sequenza numerica: 1888948. (Pag.14).

Definire la situazione significa: scegli il tema, poi ti immagini la situazione ottimale, e su questa trascrivi la sequenza numerica. Non uso la sfera, o il cubo, perché la sfera o il cubo si usano solamente per problemi psicofisici, e non mandiamo tutto quanto nell’infinito, perché non riguarda il corpo.

ESEMPI.

Scegliete un tema comune, così si inizia a lavorare per tutti, per capire come funziona.

- Denaro

- Negativo in positivo

- Armonizzazione familiare

Iniziamo con i soldi. Sorriso interiore… sempre.

Io sono nello Spirito e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore, salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è: di armonizzare il mio campo finanziario riportandolo alla norma, per questo lavoro con la sequenza numerica. Immagino me stessa e percepisco me stessa, in un

campo di pienezza, di abbondanza, vedo nel contatto con gli altri, uno scambio amorevole, vedo che faccio con tutto il cuore ciò che faccio, e vedo

che le altre persone sono grate per quello che ricevono da me, sono contenti, più solari, e vedo come questa energia che io emano mi ritorna, anche in

forma di denaro

Vedo come io e intorno a me, ci sviluppiamo in modo armonico, vivendo in bontà, vivendo così come io desidero e che corrisponde a come io sono veramente. E questo risultato, lo fisso con la sequenza numerica:

71427321893. Illumino questo risultato con la mia luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fisso tutto quanto con la luce del Creatore, metto la data e l’ora. Sono le 18 e 20. Grazie.

per creare altrettanto benessere.

Documentate questo pilotaggio e osservate cosa accade. Cosa si prova nel momento in cui si fa questa proiezione della realtà? Una grande gioia, e a livello fisico sensazione di calore, formicolio, ecc… sono movimenti di energia. Attivazioni. Va tutto bene. Sono segnali di riconnessione, ottimo! Che accada quello che accada.

ALTRI ESEMPI A PAG. 14.

Ora possiamo scrivere sul foglio del pronto soccorso questa sequenza numerica. Con una tecnica nuova. Ci immaginiamo la situazione, e poi ci concentriamo sui nostri occhi e su una parte più distante nel mondo esterno, può essere la stella polare, una nuvola, quello che vi viene in mente. Questi due punti che sembrano lontani nello spazio li colleghiamo e facciamo un collegamento perenne, che rimane sempre. In quel momento in cui non c’è più il tempo e lo spazio, cioè esiste il qui e ora, la distanza non c’è più e rimane solo quello che c’è, il collegamento nel qui e ora, adesso.

Facciamo un pilotaggio per la Siria; sorriso interiore, “Io sono nello spirito e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico, il mio desiderio è di armonizzare la situazione critica della Siria, riportando la situazione alla norma, per questo mi sposto sul macrolivello e vedo la situazione e percepisco la situazione critica, e su questa situazione, metto lo stato armonizzato o me lo immagino, oppure attraverso la sequenza numerica 1258912. E adesso mi concentro sui miei occhi, e sull’oggetto più distante del mondo esterno, illumino questo risultato con la mia luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore e fisso tutto quanto con la luce del creatore. Mettiamo la data, l’ora, sono le 18 e 33. E se le immagini che avete colto, riguardavano

maggiormente la situazione di sofferenza fisica di queste persone, allora spedite tutto all’infinito. Grazie”.

Ora potete documentare il risultato. Bene. E adesso vi presento ancora un paio di sequenze numeriche che ci aiutano in altri ambiti e non sul piano psicofisico.

A pag.14, un parto senza problemi usare 212580911. In caso di insonnia,

c’è una sequenza sola 514248538. La uso immaginando la sfera, e trascrivo

la sequenza numerica su un foglio e la metto nel letto, così riesco a dormire.

Per armonizzare i rapporti con il mondo circostante (normalizzazione dello stato psico emotivo) 5154891. Se avete una qualsiasi situazione con qualcuno che vi suscita emozioni negative e del passato, conviene prendere questa sequenza numerica.

Per espandere la coscienza, questa sequenza è meglio se la imparate a memoria:

1888888 pausa 9 pausa 1

(l’unica sequenza che ha delle pause).

Invece dei pensieri ripetitivi nella mente posso ripetere questa sequenza numerica, anche se avete delle ansie, usate la sequenza numerica, perché più fate pilotaggio, e più fate qualcosa di bello per gli altri. Meglio è per tutti.

A memoria anche questa sequenza, per espandere il terzo occhio, e il

sistema di percezione precognitivo: 881881881

E con il tempo vedrete che avete sempre visto le cose che per altri sono

invisibili e non percepibili, solo che non lo avete notato in modo consapevole.

Cambia la visione: essere consapevoli che c’è quello che c’è sempre stato intorno a voi.

che c’è quello che c’è sempre stato intorno a voi. Puoi anche esprimere il desiderio e

Puoi anche esprimere il desiderio e pensare la sequenza del terzo

occhio ripetendo questa sequenza numerica nella mente.

Per il collegamento telepatico con Grabovoi abbiamo questo numero

3582295

Per un apprendimento ottimale dei suoi insegnamenti 17981

Poi abbiamo una sequenza per un problema specifico (risoluzione di problemi e di domande) 25122004

Mi immagino la situazione, definisco dove esattamente mi serve la, soluzione

e lì la metto, in questa situazione. (Visualizzo la situazione e ci metto la sequenza numerica, poi illumino il risultato, nello stesso modo).

Per la stabilità negli affari commerciali e può essere collegata con il campo finanziario, messi insieme. Questa sequenza può essere collegata a quella di pagina 37, per la risoluzione di problemi.

Normizzazione del campo finanziario e stabilità negli affari commerciali

insieme:

Ci immaginiamo la nostra ditta, il nostro studio, come lo vogliamo e cosa ci

serve per espandere la nostra attività, chi lavora come dipendente può comunque utilizzare tali sequenze, per i suoi affari. Per far evolvere armonicamente, far carriera, trovare il lavoro che corrisponde alla sua vera essenza… ecc…. per una persona che cerca un lavoro è meglio usare una tecnica diversa, quella con i numeri singoli.

Tutto è commerciale, tutto è comunicazione e tutto è energia.

212309909 e 71427321893

Per la risoluzione dei problemi societari a pag.15, 8137142133914

Questa sequenza è da portare con sé, soprattutto quando si viaggia, per impedire il succedersi di incidenti stradali 11179 prima di partire di casa la faccio una volta, e posso tenere anche il numero nella macchina. Per essere sicura. Ogni volta che viaggio è meglio farla.

Per sciogliere le colonne stradali, le code del traffico 52025

Per trovare un parcheggio non c’è la sequenza numerica, perché è così facile, basta dire mi serve un parcheggio. E lo trovate subito. Molto semplice.

In situazioni critiche, pericolo ecc… metto subito la sequenza numerica, ma in caso contrario, è sempre meglio fare il pilotaggio. In situazioni critiche non uso la sfera ma basta che mi immagino la situazione.

Fonte d’informazione per l’evoluzione eterna 417584217888

Grabovoi parla che non esiste una morte fisica, noi possiamo ringiovanire e possiamo riportare il corpo alla norma: uno scienziato dice che si può vivere 1000 anni.

La sequenza della libertà nel muoversi, ad esempio, nei paesi, senza passaporti, libertà di viaggiare senza limitazioni, 9189481, in pace e senza paura.

Per armonizzare la situazione sulla terra 19725181

Per la diminuzione della criminalità nelle città 978143218

Per la trasformazione di informazioni negative in positive 19751

Proviamo a farlo ora con queste sequenze: “Io sono nello spirito e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore, salvezza globale e sviluppo armonico, il mio desiderio è, di riportare alla norma la situazione territoriale, per questo mi sposto sul macrolivello e per regolarizzare conformemente alla norma tutto il pianeta, il cosmo più prossimo, mi immagino la terra e partendo dal polo nord trascrivo la sequenza numerica 19725181 e scelgo una parte, continente, città o paese per diminuire la criminalità e vedo come si sviluppa questa zona in modo armonico. Trascrivendo una sequenza numerica 978143218, e vedo anche come questa armonia si espande intorno a tutto il pianeta, per trasformare il negativo in positivo, uso ancora la sequenza numerica 19751. Queste frequenze sostengono il processo della regolarizzazione alla norma di tutto il pianeta e del cosmo più prossimo. Illuminiamo questo pilotaggio con la nostra luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore. E fissiamo tutto quanto con la luce del Creatore. Data e ora, sono le 19 e 3 minuti. Grazie”.

E

se voi guardate l’ora. 1 azione, abbiamo fatto qualcosa per tutti, 9 entriamo

in

campo di transizione e 3 abbiamo un risultato.

Per scongiurare l’arrivo dei ladri a casa, uso quella della diminuzione della criminalità nella città. O altrimenti un pilotaggio con un’altra tecnica che faremo domani.

RINGIOVANIMENTO (PAG. 16)

Per ringiovanire, a pag. 16, ci sono diverse tecniche, una è quella che riguarda le parti del corpo. Le donne si concentrano sul gomito sinistro. E gli uomini si concentrano nel tallone sinistro, appena sopra il tallone sinistro e nel cavo popliteo. Mentre siamo concentrati, tocchiamo la parte. Anche

quando siamo distratti da qualcos’altro, noi ci concentriamo su questo, per stare bene.

Altro pilotaggio: “Io entro nella mia anima, e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è di ringiovanire e ricostituire il mio stato di benessere, perciò il mio corpo, per questo mi concentro su una determinata parte del mio corpo. Gli uomini portano l’attenzione appena sopra il tallone sinistro e nel cavo popliteo sinistro, e le donne portano l’attenzione sul gomito sinistro. Solo questa parte del corpo adesso è importante e niente altro. Illuminiamo questo pilotaggio con la nostra luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fissiamo tutto quanto con la luce del Creatore. Mettiamo la data, l’ora, sono le 19 e 13, e spediamo il risultato del ringiovanimento nell’infinito. Grazie”.

Documentiamo il risultato.

Posso stare concentrato il tempo necessario, meglio essere concentrati lì, se

ci si perde è meglio smettere prima. Per farlo ad un’altra persona è meglio

usare un’altra tecnica.

METODO PER SVENTARE UN RAFFREDDORE IN ARRIVO (PAG. 16)

Un’altra tecnica: questo metodo a pag.16, ci immaginiamo una sfera che ha

la superficie interna specchiata. Con questa tecnica possiamo liberarci da

un raffreddore che sta arrivando, oppure da un’emozione negativa, che sta arrivando. È facilissimo, immaginandoci questa informazione, lo prendiamo con la mano e lo tiriamo fuori, dal nostro campo, come un filo e arrotoliamo qua nella sfera questa informazione che vogliamo espellere da noi, quando percepisco che ho buttato tutto nella sfera, mi sento meglio.

È una tecnica che posso usare se sento che una cosa mi sta arrivando,

l’inizio di qualcosa. Se è una cosa vecchia, che ho già, non va bene. Va molto bene quando arrivano subito delle emozioni negative, esempio per la rabbia.

Io sono nello Spirito e vedo e agisco come lo fa il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è: di liberare il mio sistema da un’informazione negativa. Che sta entrando, perciò mi immagino una sfera del diametro di 10-15 cm, che ha la superficie interna specchiata e questa superficie sta per la salvezza e lo sviluppo armonico. Adesso prendo

l’informazione dal mio sistema e poi srotolo rapidamente questa informazione negativa dal mio sistema, all’interno di questa sfera specchiata. Dopodiché comprimiamo questa sfera fino ad ottenere un punto. La spediamo fuori dalla nostra sfera da 5 metri per la trasformazione. Illuminiamo questo pilotaggio con la nostra luce, con la luce del Creatore davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fissiamo tutto quanto con la luce del Creatore. Mettiamo la data e l’ora. Sono le 19 e 24. Se riguarda un raffreddore spediamo questo pilotaggio nell’infinito, grazie.

Libero così il mio sistema da un’informazione negativa. Documentiamo questo risultato. Dobbiamo tenere presente che di norma siamo tutti sani. Ci ammaliamo perché entra nel nostro sistema un’informazione negativa, attraverso uno shock e ci destabilizza. Per chi nasce malato, esiste già un programma all’interno che fa scattare subito un’informazione. Sulla base di questo il tumore è un’informazione negativa che attraverso le tecniche di Grabovoi, ad esempio, può essere riportata alla normalità. Teniamo presente che riportare tutto alla norma significa a tutti i livelli, vite passate comprese, perché va a cambiare l’informazione nella sua totalità. Agisce su tutto quello che c’è, vite future o passate.

Noi possiamo fare esperienze, il karma è un’informazione del passato che ci mette in risonanza con determinate situazioni. Son sempre programmi di condizionamento che ci dirigono, ma possiamo liberarci da questo. L’anima non si deve evolvere da nessuna parte, perché è già evoluta. Però quel gioco che stiamo giocando e che si chiama vita, quello si che si evolve.

È un’evoluzione eterna, ma se noi siamo solo un’idea che siamo, lì, non percepiamo niente, se non abbiamo qualcun altro attorno a noi per fare esperienza, se io voglio capire qualcosa su di me, devo per forza relazionarmi con un altro che non sono io. E perciò come dice Grabovoi, Dio si è diviso in due, e questo due è uno specchio, è illusione, è quello che stiamo vivendo, però poi noi vogliamo ritornare, e riconoscerci qua, giocare, in perfetta armonia, e qua noi possiamo evolverci per l’eternità. Perché non possiamo mai specchiare qualcos’altro, che non sia una parte di noi. Quello che noi vediamo in noi, è ciò che si specchia nell’altro. Importante è riconoscerci sempre. Potete fare delle esperienze, e attraverso quelle, diventa chiaro tutto quello che avete pensato, tutto quello che avete cercato.

SECONDA PARTE.

NORMIZZARE IL PESO CORPOREO (PAG. 16)

Ora iniziamo con una nuova tecnica, ovvero normizzare il peso

corporeo. Lavoriamo con due sequenze numeriche che portiamo entrambe

in una sfera, una va nella pancia e l’altra va nella testa, nell’ipofisi. Armonizza

il sistema endocrino. E dopo mettiamo questo nostro fantasma con una forma già cambiata, ci immaginiamo più snelli gradualmente, mettiamo il nostro fantasma in una sfera grande e viola, e ci mettiamo tanta luce. Chi ha già una linea ideale può farlo per un’altra persona, si può anche fare per avere dei chili in più, per normizzare il proprio peso. (pag.16).

Dal sorriso interiore… E con questo sorriso interiore partiamo.

Partiamo: “Io entro nella mia anima, e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è: di armonizzare il mio peso corporeo. Di normizzare il peso corporeo. E per questo mi immagino una piccola sfera e mentalmente trascrivo la sequenza numerica 4812412. Comprimiamo questa sfera fino a che diventa un punto e poi la portiamo nella nostra pancia. In un’altra piccola sfera riponiamo la sequenza 1823451, e anche questa la comprimiamo e la portiamo nell’ipofisi, e adesso ci immaginiamo un’ulteriore sfera viola del diametro di due metri e mezzo, in questa sfera piazziamo la nostra immagine, insieme ai numeri ivi depositati, e collochiamo questa sfera nel flusso di luce del Creatore, illuminiamo questo pilotaggio con la nostra luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fissiamo il risultato con la luce del Creatore, mettiamo la data e l’ora. 02-09-2012, ore 10 e 22, e spediamo tutto quanto nell’infinito. Grazie”.

Documentate anche questo pilotaggio. Qualcuno ha percepito qualcosa in questo pilotaggio? Si, come una vibrazione, nell’ipofisi. Va bene ogni movimento energetico. Ogni risultato. Conviene proiettare l’informazione, fino a quando ho avuto dei miglioramenti. Del tipo ad esempio, ogni due giorni, oppure il giorno dopo. Fino a quando ho raggiunto il mio obiettivo. Quando ho raggiunto il mio peso ideale, posso smettere di pilotare.

NORMIZZAZIONE DELLA VISTA (PAG.16).

A pag. 16 lavoriamo ora sulla normizzazione della vista. Per gli occhi

abbiamo tre tecniche. Una è la sequenza numerica e poi per altri disturbi. Poi altre due tecniche, una sempre con una sequenza numerica, e con una luce

bianco argentea, e la seconda variante con le cellule di salvataggio.

Iniziamo con la prima variante, vi invito a togliere gli occhiali, e fare il paragone dopo l’esercizio per vedere cosa è cambiato. Come percepite il vostro ambiente adesso, aprendo pianissimo i vostri occhi. Se lo faccio per altri, dopo che ho espresso il desiderio, prima di fare il pilotaggio, mi sposto sul macrolivello.

Io entro nello spirito, e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore, da tutto il mio cuore desidero salvezza globale e sviluppo armonico. Questa volta vorrei armonizzare i miei occhi. Riportando alla norma la mia vista. Oppure inserite vorrei sostenere l’armonizzazione degli occhi di Giovanni riportandoli alla norma, in questo secondo caso, ci spostiamo sul macrolivello e vediamo la persona davanti a noi. E adesso ci immaginiamo una sfera di luce, e in questa sfera trascriviamo la sequenza numerica 1891014, e questa sequenza regola la capacità visiva.

Comprimiamo questa sfera fino alla grandezza di una palla da tennis e vediamo che questa sfera è fatta di una luce bianco argentata e la portiamo nella testa, nostra o di quella persona, e vediamo come questa sfera con la luce bianco argentata si espande nella testa, e fuoriesca dagli occhi formando due fasci di luce. E ora questa persona vede attraverso questi fasci di luce; se abbiamo fatto pilotaggio per noi, siamo noi che d’ora in poi vediamo attraverso questi fasci di luce bianca argentata.

Illuminiamo questo pilotaggio con la nostra luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore e fissiamo tutto quanto con la luce del Creatore, mettiamo la data e l’ora, sono le 10 e 41. Spediamo il risultato nell’infinito. Grazie”.

E adesso aprite pian piano gli occhi e osservate cosa accade, guardando sempre attraverso questi fasci di luce bianca argentata. Cosa percepite? Movimenti oculari, vedo meglio. Ottimo. A qualcuno fa male la testa. Vedete che ha subito un impatto, all’inizio può percepirsi come un disturbo, e poi passa. Documentate anche questo.

Inoltre, tenere presente che già ripetere più volte durante il giorno salvezza globale e sviluppo armonico, ci porta a cambiare le cose, già basterebbe quello!

LAVORARE CON SINGOLI NUMERI. (PAG. 17 E PAG. 18)

E

adesso vi presento la mia tecnica preferita. A pag. 17 e 18.

Iniziamo a lavorare con i singoli numeri. È una tecnica molto potente e da fare in breve tempo. Con questa programmo ad esempio i miei seminari, certi eventi, certi progetti. Ma ci sono anche altre tecniche che vanno bene per i progetti. Qua adesso potete prendere un desiderio, un obiettivo da raggiungere, ci immaginiamo intuitivamente un numero tra 1 e 9, e in un secondo momento, se siete informati su quale numero vi manca nella vostra data di nascita potete mettere quello, così lavora su due livelli, sia portare l’informazione del numero mancante nella vostra vita, così lavora per

voi, e per l’obiettivo che avete scelto nella vostra vita. Potete anche scegliere

in modo consapevole il numero.

Se ad esempio se vi manca il 3 per ottenere, allora metto il 3. Trascriviamo durante il pilotaggio questo nostro desiderio nel numero, che disegnerò grande in un foglio. Poi comprimiamo mentalmente questo numero, con dentro l’informazione. E lì dentro abbiamo il campo psichico, comprimiamo l’informazione dal nostro campo psichico, nel nostro campo fisico, manifestandolo. Così avrò un risultato.

Dopo illuminiamo questo risultato con la luce del Creatore e finiamo nello stesso modo di sempre.

Ora lo facciamo insieme. Sorriso interiore. “Io entro nella mia anima, e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore, salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è di normizzare la mia situazione finanziaria, perciò mi immagino un singolo numero che appare davanti al mio terzo occhio, adesso prendo questo numero che vedo in modo tridimensionale e trascrivo il mio desiderio, l’obiettivo o il risultato da raggiungere, comprimo questa forma geometrica, questo numero, finché diventa un punto e così facendo spremo fuori l’informazione desiderata e vedo come si manifesta il desiderio. Illumino questo risultato con la mia luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fisso tutto quanto con la luce del Creatore, metto la data, e l’ora, sono le 10 e 59. Grazie”.

Invece di mettere l’ora e data, posso anche mettere adesso. Se qualcuno non riesce ad immaginare bene, può prendere un piccolo foglio, per disegnarci all’interno un numero in modo grafico. Ne scegliete uno intuitivamente. Ad esempio, il numero 3. Tenete davanti a voi questo numero e una penna , e poi quando è il momento di fare il pilotaggio, scrivete dentro questo numero il vostro desiderio.

Dopo comprimiamo il foglio e spremiamo fuori fisicamente l’informazione nel mondo fisico. Qua non ci dobbiamo immaginare nulla. Poi lo dovete bruciare. Perché così da un ulteriore sostegno.

Io sono nello Spirito, e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore, salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è: avere tanti soldi per i miei progetti, riportandolo alla norma. Per questo lavoro con un singolo numero nel quale trascrivo adesso questo mio desiderio. Aprite gli occhi, e scrivete questo vostro desiderio, in questo numero. Dopo prendete questo foglio nelle mani, chiudete di nuovo gli occhi, comprimete il foglio, finché diventa un punto, e così facendo spremete fuori l’informazione e vedete come si manifesta nel mondo fisico questo vostro desiderio. E questo evento lo illuminiamo con la nostra luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore. E fissiamo tutto quanto con la luce del Creatore. Mettiamo la data e l’ora. Sono le 11 e 8 minuti. Grazie”.

Qualcuno ha visto o percepito, cosa è successo quando avete spremuto fuori? Si, una grande forza. È molto importante documentare il risultato sempre. Perché così abbiamo poi sempre più fiducia in quello che facciamo. Possiamo vedere passo dopo passo, come abbiamo raggiunto questo risultato. Se lo scriviamo gli diamo più forza, lo facciamo passare dallo stato psichico, a quello fisico.

Ora vi propongo un’altra tecnica. A pag.18.

Potete prendere un progetto, se volete ottenere qualcosa dove dobbiamo fare diversi passi, ad esempio, la vendita della casa. Ci immaginiamo un otto. Nella parte superiore scriviamo norma, oppure insegnamento secondo G. Grabovoi. Nella parte sotto si mettono i numeri dall’uno al 9. In base all’elenco che facciamo, di cosa voglio ottenere.

Ad esempio, il desiderio di voler avere la patente di guida.

1- Io desidero la patente di guida (inizio, idea)

2- Vado a seguire le lezioni e a fare l’esame (azione stessa che faccio)

3- Ho la patente (il risultato)

4- Un rapporto ideale con il mio insegnante (4-9 tutti i passi singoli per ottenere questo risultato)

5- Apprendo in modo semplice quello che studio

6- Guido alla grande ecc….

Tutto quello che vi viene in mente, intuitivamente, comunque per far andare a buon fine e ottenere il risultato. Non è necessario arrivare fino a 9. Ci si può fermare prima. Non è collegato comunque con quell’elenco del tempo e dello spazio che abbiamo definito all’inizio del seminario. I passi giusti si manifestano poi in automatico.

Quindi nella parte in alto metto la norma, nella parte sotto dell’otto scrivo tutti i numeri. E lo facciamo mentalmente, appena fatto l’elenco, potete rilassarvi. Dopo partiamo, chiudendo gli occhi.

Io entro nella mia anima e vedo e agisco come lo fa il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è: di conseguire la patente di guida. Manifestandolo secondo la norma del Creatore, e per questo lavoro con l’estrazione di questo risultato con il numero otto. Nella parte superiore di questo otto che appare davanti al mio terzo occhio trascrivo la parola norma, oppure insegnamento di G. Grabovoi. Nella parte inferiore trascrivo i singoli numeri ai quali ho collegato il mio desiderio, i singoli passi fino al raggiungimento del desiderato. Metto uno, due, tre, quattro, cinque, sei. E se ho collegato con altri numeri un singolo passo continuo ad inserire questi determinati numeri. Illumino questo pilotaggio con la mia luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fisso il risultato con la luce del Creatore. Metto la data e l’ora. Sono le 11 e 55. Grazie.

Documentate anche questo pilotaggio. Se desideri il risultato entro un certo periodo di tempo, esempio entro il 2013, lo metti nell’elenco, prima di fare il pilotaggio.

TECNOLOGIE CON L’USO DEI COLORI (PAG. 22 E PAG. 23)

Passiamo ora alla pagina 22, e gli altri pilotaggi li facciamo più tardi. Iniziamo a lavorare con una tecnica con i colori. Durante la pausa pranzo, prendete un sassolino, qualcosa, perché dopo facciamo un pilotaggio con questa pietra. O se avete già qualcosa con voi va bene lo stesso. Il colore va benissimo per pilotare perché ci assomiglia tanto per l’essenza che ha. Il colore ha un campo illimitato come noi. I colori vanno bene sia per disturbi psicofisici, che per ottenere un risultato.

La tecnica di pag. 22 va bene, sia per ottenere qualcosa, che per armonizzare un disturbo; la tecnica dell’arcobaleno di pag.23 va bene per armonizzare solo un disturbo psicofisico. L’altra tecnica sempre di pag.23 della concentrazione sui colori, va bene per ottenere un obiettivo personale.

Partiamo con il primo. Scegliete un tema. Per due pilotaggi. Uno per la tecnica di pag.23 e poi scegliamo un’altra di queste tecniche. Ora vi servono due obiettivi, uno per armonizzare il disturbo psicofisico e l’altro per raggiungere un obiettivo.

Adesso lavoriamo con due colonne, in una colonna mettiamo l’insegnamento, nell’altra la colonna di luce sta per il raggiungimento dell’obiettivo. Si incrociano le due colonne verso l’alto e ricadono su di noi come una pioggia.

L’altra tecnica, scelgo un colore sul quale mi concentro per 5 minuti, per armonizzare un disturbo psicofisico.

L’altra tecnica, la terza, consiste nel scegliere un colore, concentrarsi per 5 o 10 minuti su quel colore, collegandolo al pensiero del raggiungimento di un obiettivo personale.

Ok? Cominciamo.

Prima tecnica.( Pag. 22). Per il primo pilotaggio. Prendete un obiettivo, chiudete gli occhi e iniziamo. Ricordatevi sempre di questo sorriso interiore. E con questo sorriso interiore entriamo nella nostra anima affermando: “Io entro nella mia anima e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è: Di avere benessere psicofisico a tutti i livelli. Manifestandolo secondo la norma del creatore. E per questo mi immagino sulla mia sinistra, una colonna di luce bianco argentea, che porta in alto, e con questa colonna di luce bianca argentea, collego l’opera sulla salvezza globale e lo sviluppo armonico. Sulla mia destra invece, vedo un’altra colonna di luce di un qualsiasi colore chiaro, lilla, rosa, quello che volete, e mentalmente inserisco in questa colonna di luce, il mio ben formulato compito, del cambiamento di una situazione, o problema, e definisco anche i tempi, e possibili varianti della risoluzione di questo compito. Vedo come entrambe le colonne di luce si portano verso l’alto nell’infinito. E guardo in alto per vedere quando si uniscono questi due colori. E come dall’alto piove verso il basso questa nuova luce, che possiede adesso una struttura che contiene sia il colore dell’insegnamento, che la sua propria colorazione. Questa luce riempie lo spazio intorno a me con questo

nuovo colore, in modo che oltre ad occuparmi della risoluzione del mio compito, mi impegno anche a risolvere quello degli altri, perciò, mi rendo conto, che ho realizzato un obiettivo di un pilotaggio relativo al mio compito personale, tramite la macrosalvezza.

Una salvezza per tutti. Illumino questo risultato con la mia luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fisso tutto quanto con la luce del Creatore. Adesso. Grazie”. Se avete pilotato un’armonizzazione del benessere psicofisico, spedite questo pilotaggio nell’infinito.

La luce ha una forza. Ma queste tecniche si fanno quando si è da soli. Concentrarsi in un posto tranquillo è meglio. All’inizio ci sembra di non capire nulla, ma con il tempo, praticando, le cose poi diventano chiare. Se vuoi pilotare per un’altra persona, vedi le colonne vicino a quell’altra persona. Anche se per fare un pilotaggio per altre persone, si usano altre tecniche. Questa già contiene informazioni per armonizzare anche gli altri, quindi, è meglio usarla solo su di sé.

Ora scegliete un disturbo psicofisico e vi faccio vedere come lavorare con la tecnica dell’arcobaleno. (pag.23). Prendiamo un colore che ci attira e ci concentriamo su un colore in particolare.

Io entro nello Spirito, e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore, salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è, che mi passi il mal di testa, riportando la situazione alla norma, e per questo, mi immagino un arcobaleno, e faccio una scansione di questi colori e scelgo il colore che mi colpisce di più, che attira la mia attenzione, e mi concentro su questo colore, solo questo colore è importante, e niente altro. La concentrazione su questo colore costringerà l’organo o quella parte del corpo che è fuoriuscita dalla norma, di cambiare la frequenza delle sue vibrazioni e perciò di ritornare nello stato della norma. Rimaniamo focalizzati su questo colore, e percepiamo questo cambiamento della vibrazione, per circa 5 minuti. Solo questo colore è importante e niente altro. Rimaniamo focalizzati, diventiamo questo colore, lo vediamo e lo percepiamo. Vediamo e percepiamo come questa parte del corpo, questo organo vibra di nuovo secondo la norma, e questo risultato lo illuminiamo con la nostra luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fissiamo tutto quanto con la luce del Creatore. E spediamo tutto nell’infinito. Mettiamo la data e l’ora. Sono le 12 e 34. Grazie.

Quando pilotiamo il bene per noi e per tutti gli altri, possiamo rilassarci e vedere quello che accade.

A pag.23, facciamo pilotaggio con il colore bianco, facciamo una scansione del corpo con questo colore, per vedere dove ci sono dei disturbi psicofisici, poi colleghiamo questo pilotaggio, dove ci concentriamo sul colore bianco e sul lobo dell’orecchio destro, osserviamo che dove ci sono colori diversi, c’è una disarmonia. Facciamo la riarmonizzazione della situazione con una tecnica che trovate a pagina 39. Prima si fa la scansione, poi si mettono le mani davanti ai nostri occhi, vediamo come parte dall’indice della mano sinistra, un impulso che va sull’indice della mano destra, poi va su mignolo sinistro, mignolo destro, dal mignolo destro all’anulare, sinistro, e da quello all’anulare destro. Facendo questo si armonizza automaticamente il disturbo nel corpo. Facciamo tutto insieme con calma. Bene.

Io entro nella mia anima, e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è: di fare una valutazione energetica con l’aiuto del colore bianco e di armonizzare un determinato disturbo, per questo mi concentro sul lobo del mio orecchio destro e sul colore bianco, che percepisco sopra la mia testa e che faccio entrare nel mio corpo per fare questa scansione. E mentre questo color bianco entra nel mio corpo, mi concentro sempre sul lobo del mio orecchio destro, e osservo, se tutte le parti del mio corpo le vedo con questo color bianco, oppure se ci sono parti che appaiono in un altro colore, oppure che rimangono scure. Non intervengo, ma osservo solo ciò che sta accadendo, mentre questo colore bianco, scende pian piano attraversando, tutto il mio corpo. E quando, questa scansione è terminata, apriamo gli occhi, posizioniamo le mani davanti al nostro petto, e vediamo come parte un impulso, dal nostro indice, della mano sinistra verso l’indice della mano destra, dall’indice destro, continua verso il mignolo sinistro, dal mignolo sinistro, al mignolo destro, dal mignolo destro all’anulare sinistro, e qua ci fermiamo un attimo, per percepire cosa sta accadendo nel nostro corpo. Adesso trasmettiamo questo impulso dall’anulare sinistro all’anulare destro. Potete ripetere, questa sequenza vedendo partire l’impulso da tutti i punti,

- Indice sinistro …… Indice destro

- Mignolo sinistro…… Mignolo destro

- Mignolo destro……. Anulare sinistro (ci fermiamo un attimo e ascoltiamo il nostro corpo)

- Anulare sinistro…… Anulare destro

Così facendo rigeneriamo il nostro corpo, che viene riportato alla norma e anche ringiovanito. Potete chiudere gli occhi e questo risultato armonico potete illuminarlo con la vostra luce, con la luce del Creatore davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fissate tutto quanto con la luce del Creatore. Mettete la data, l’ora. Sono le 12 e 50. E lo spediamo nell’infinito. Grazie”.

L’indice sta per il livello della coscienza. Il mignolo, è collegato con il livello della percezione e l’anulare con la realizzazione, perciò, quando trasmettiamo l’impulso dal mignolo all’anulare, facciamo il passo di manifestare nel mondo fisico il desiderato e in quel momento possiamo quindi percepire un cambiamento nel nostro corpo. Il passo è da desiderare un’idea

e poi manifestarla, e realizzarla. Quella tecnica con le mani si può anche

usare per ricostituire organi che sono presenti normalmente due volte. Due reni, due polmoni, e così via, se manca uno basta avere il desiderio e lavorare con la concentrazione con le mani per ricostituire poi gli organi mancanti. Mentre la prima parte di questa valutazione si può usare anche in un altro modo. Ad esempio, la sera, prima di dormire.

TECNICA DI RIARMONIZZAZIONE DA USARE PRIMA DI

ADDORMENTARSI, TUTTE LE SERE.

(scansione).

La sera andate a letto, vi concentrate sul lobo dell’orecchio destro, sul color bianco che entra nel vostro corpo, osservate ciò che accade senza interferire,

e poi vi addormentate con il desiderio che si notte poi viene armonizzato il

desiderio, e tutto il sistema. La sera non è necessario lavorare con le mani ma solo fare la scansione, e dopo vi addormentate con il desiderio che questa armonizzazione accadrà di notte. E avviene così un cambiamento. Si parte sempre dalla parte sinistra perché si parte prima dalla psiche (sinistra) e poi si passa al fisico (destra). La mano sinistra è collegata alla parte destra del cervello, quindi è la parte psichica. Accade qualcosa anche a livello cerebrale nel fisico.

GIOCO DEL PUNTO NERO. (PAG. 25)

Un gioco. Mi concentro sul punto nero e vedo una cosa semplice. A pag. 25, osservo il punto nero all’interno della pagina. Concentratevi in questo punto, e vediamo cosa accade. C’è una luce bianca in movimento intorno a questo punto nero, e da lì si vede ch ogni cosa è fatta di luce, e quando ci

concentriamo riusciamo a cogliere anche questo aspetto della realtà, che è naturalmente presente in ogni cosa. Ecco che possiamo dire che dietro ad ogni campo informativo c’è la luce. Poi se vi fermate ancora un po’ questo punto diventa grigio e lo possiamo anche spostare. Questo a dimostrazione che concentrandoci, possiamo avere un impatto immediato con una forza fisica e persino cambiare la situazione. E così vi aiuta ad espandere anche la consapevolezza. Più ci apriamo e più vediamo cosa c’è oltre. Un passo alla volta. Non accade tutto nello stesso momento.

LA DATA DI NASCITA.

Adesso vediamo come possiamo vedere il campo che portiamo dentro di noi. La nostra data di nascita racchiude un significato. Così vi do delle indicazioni per voi, per cosa significa la vostra data di nascita.

Allora, esempio 16 05 1939

Ok… lo zero non ci interessa nella data di nascita, perché sta per transizione, e anche se guardate i numeri, lo zero non risulta spesso. E lo eliminiamo. Facciamo la somma orizzontale che fa 34, quindi 7.

Facciamo una tabella che ci aiuta a vedere come si può lavorare con queste sequenze, e vediamo quante volte risultano i singoli numeri nella data di nascita.

- 1 presente 2 volte

- 2 non risulta nemmeno nella somma, quindi manca

- 3 presente 1 volta nella data di nascita e 1 volta nella somma

- 4 nella somma

- 5 nella data di nascita

- 6 nella data di nascita

- 7 nella somma

- 8 manca

- 9 è presente due volte nella data di nascita

Una prima lettura ci fa vedere cosa è molto presente e cosa manca. Quindi:

16 05 1939 la somma è pari a 34, quindi semplificando 7. (4+3). Lo zero si elimina.

Nascita

Somma

Mancante

1

si (2 v.)

2

no

3

si

si

4

si

5

si

6

si

7

si

8

no

9

si (2 v.)

Quello che portiamo nella data di nascita come campo di energia ci è stato regalato nel momento della nascita. Quello che manca è quel campo, quella capacità che non abbiamo, ma è stato dato a noi attraverso i genitori, ad esempio, dei genitori molto attivi a cui piace l’azione, e io sono cresciuto lì, il 2 sta per l’azione, e quindi l’ho ricevuto da loro, e quindi non devo tanto cercare di potenziarlo, perché in qualche modo fa parte del mio campo. Se invece neanche loro erano presenti nella loro vita fisicamente, allora qua forse posso dare un’occhiata un po’ più forte, nella parte dei numeri mancanti, ed è lì che devo dare più forza e più energia. Il focus per ottenere il miglior cambiamento nella mia vita.

Ad esempio, in questo caso, se non ho ricevuto il 2 come nascita e come genitorialità, forse potrei avere una vita in cui magari faccio un po’ fatica ad entrare per fare le cose, ho difficoltà nell’azione. Se invece i genitori anche se non avevano questo 2 nella loro vita, però hanno avuto delle esperienze che li hanno portati a doversi muovere nella vita, allora io ho già questo come informazione da loro, anche se non risulta nel mio campo. Da genitori, da amici e dalla famiglia.

Non ci si deve preoccupare se manca qualcosa, ma solo prendere coscienza di dove posso mettere il focus per cambiare qualcosa.

Ora vediamo per esempio, cosa sta dentro la data di nascita. L’uno è presente due volte, e sta per l’inizio dell’azione. 1 sta per l’idea. Chi ha tanti uno dentro, potrebbe un po’ osservare o guardare la propria vita, dicendo magari ho tante nuove idee, ma poi mi perdo, perché non entro nell’azione, per esempio se mi manca il 3, ho tante idee, ma poi sono portato a cambiare spesso, ad esempio ogni 3 anni cambio, casa, lavoro, partner, ecc… e queste sono persone che non vanno a conclusione, non fanno esperienza di entrare nell’azione.

Invece qua c’è 2 volte il numero 1, perciò ci sono tante idee, e anche per fare cose nuove nella vita, però non c’è forse il piacere nel fare le cose, perché manca il 2, ma comunque con il 3 c’è un risultato, che vediamo una volta nella data di nascita e una volta nella somma. Comunque anche impegnandosi poco, è una persona che riesce ad ottenere dei bei risultati. Ma se non riesce a godere molto dei suoi risultati, magari ha intorno delle persone che la aiutano a conseguire questo punto che le manca. Se ha ricevuto degli input positivi dalla famiglia, può essere che le abbiano insegnato a fare con piacere le cose.

Il 4 sta per la relazione all’esterno, il rapportarsi approcciarsi con delle persone fuori da me, e qua non c’è presente nella data di nascita. Ma comunque nella somma c’è. Lì potrebbe essere un punto un po’ da guardare se ti è facile o meno interagire con le persone e comunicare, portare le tue idee, e prendere spunto anche dagli altri.

Il 5 è il numero che mi indica la capacità di conoscere bene le mie capacità, di dirmi anche se faccio una cosa per poi dire, l’ho fatto bene e sono contento. Se manca il 5 spesso sono persone che fanno forse anche bene una cosa, ma poi sono molto critiche verso se stesse, potevo magari fare meglio, potevo fare di più. E questo ha a che fare con l’amare se stessi per quello che siamo. Se manca, allora è da osservare, poi è da sviluppare una strategia che veramente aiuta, uno si impegna, fa le cose e si rilassa dicendo, ho dato il meglio e sono tranquillo, ho fatto tutto il possibile. Invece se manca, qualcuno rimane poi fissato, ah, vedi, non ho fatto bene!

6 è la radicazione nel posto, o sul livello filosofico, ad esempio, ha un’idea, di cosa vuole, come vuole vivere e dove vuole vivere. Se manca il 6, allora sono persone poco presenti, che cambiano sempre idea, situazione, appartamento, lavoro, ecc… sono sempre in movimento. Può essere un vantaggio perché si vedono molte situazioni, ma è anche molto faticoso. Se

una persona ha il 6 nella sua data di nascita, sa già quale è il posto giusto per lei, è ben radicata nel momento e nel luogo dove vive e lavora.

Il 7 è l’amore, ognuno di noi lo porta dentro. E se manca, non vuol dire che la persona non è capace di amare. L’amore fa parte della vita. Se è presente indica una persona che è riesce ad amare anche le cose che non gli piacciono. Se invece manca il 7, forse tendo a criticare persone e situazioni che non mi piacciono tanto. Non accetto facilmente le situazioni, se invece c’è l’ho nella mia data di nascita, per me è più facile accettare certe situazioni, dico è bene così com’è, posso stare vicino anche a persona che non mi piacciono fino in fondo.

L’8 indica avere una visione lineare e temporale nel tempo, sono ben presente nella realtà e nel momento presente. Se mi manca il numero 8, indica che non sempre sono nel momento giusto per fare la cosa giusta. Forse una persona che ha già l’8 dentro di nascita sa quando è il momento giusto per fare una cosa. Se manca l’8 potrebbe essere che inizio a studiare a 50 anni perché mi interessa una determinata cosa, che forse poi come possibilità di applicazione non posso fare più di tanto perché sono fuori dal tempo, in cui avrei potuto fare. Mi manca il collegamento per poter fare ciò che è giusto nel momento esatto della mia vita. In precisi momenti della nostra vita, abbiamo a disposizione delle energie che in qualche modo ci facilitano nella realizzazione delle cose. Non è detto che non posso andare all’Università a 70 anni, ma forse poi non posso avere un campo di applicazione a livello professionale, ma solo per cultura personale.

Il 9 è il numero del Creatore, la capacità di sviluppare tutto quello che devo fare, perciò comprende un po’ tutti gli altri numeri, chi ha il 9 è avvantaggiato perché indica una persona che porta in sé una consapevolezza che è in grado di creare e veramente può gestire la propria vita come desidera.

Domanda: Si può collegare in qualche modo all’enneagramma? Risposta:

non esattamente, perchè l’enneagramma ha una sua propria concezione dei numeri, in qualche modo qualcosa corrisponde, ma non si deve confondere con altri sistemi, perché ha un significato ben diverso. Leggetelo questo metodo di Grabovoi e provatelo.

Se vedo che ho dei numeri mancanti, è là che posso portare un po’ il focus, e uso qualsiasi strumento a disposizione per lavorarci, ad esempio, se mi manca il 2 mi avvicino a persone che veramente fanno e agiscono, che hanno il piacere di fare le cose, oppure mi impegno io stesso a

fare. Se mi manca il 4 per esempio, forse seguo dei corsi di formazione per comunicare con le persone, per la retorica, se mi manca il 7 mi avvicino alla meditazione per sviluppare l’amore universale, per poter amare ogni cosa, anche ciò che non mi interessa; trovate poi voi il vostro modo. O usate anche dei numeri proprio nel pilotaggio. Se vi manca il sette, una persona può usare proprio il 7 come tecnica, per avere contatto sempre con questo numero.

C’è anche un’altra lettura carina che possiamo fare anche in modo orizzontale.

C’è la partenza di un’idea, 1 sa dove vuole realizzarsi e dove vuole farlo, 2, con una bella autostima, nel dire è tutto giusto come lo sto facendo, comunque inizia, con questa capacità creativa del creatore, ottenendo ottimi risultati, perché il 3 è già presente, poi di nuovo, questo sapere inserito nell’ambito proprio del Creatore, con dei risultati di nuovo con della bella interazione, amando tutto quello che sta succedendo.

NUMERI PER ALTRI DISTURBI.

Esiste anche un numero per le allergie, è questo: 45143212

LA TECNOLOGIA DELLE CELLULE DI SALVATAGGIO (PAG. 26)

Pronti per la prossima tecnica? Ottimo! Adesso ci occupiamo delle cellule di salvataggio, alla pag.26. allora queste cellule di salvataggio, già sono presenti normalmente, ma noi le costruiamo di nuovo insieme in modo che le abbiamo presenti consapevolmente. Poi con queste cellule di salvataggio possiamo fare diverse cose come ricostituire una parte del nostro corpo, o riarmonizzare una parte, o anche ricostituire un organo come spiega nella pag. 27.

Intanto ci immaginiamo queste sfere del colore viola che sono segmenti della consapevolezza. Quelli più vicini sono quelli della consapevolezza più vicina, quelli più lontani della consapevolezza più lontana.

Prendiamo una cellula, un segmento più distante in assoluto, lo portiamo vicino a noi e con quello iniziamo a lavorare, diamo ancora più colore, più viola. Poi trascriviamo dentro la parola Salvatore, mettiamo il simbolo

dell’infinito, 8, e il simbolo dell’Eternità. Perciò alla fine sembra un fiore, e dopo moltiplichiamo questa cellula di salvataggio in modo che abbiamo intorno a noi tantissime cellule di salvataggio. Dopo ne prendiamo una, la portiamo nel nostro corpo, e iniziamo a ricostituire una parte, oppure a riarmonizzarla. Per portarla alla norma. Se volete ricostituire un organo, è importante che avete presente l’immagine perfetta, perciò conviene che prendete un’immagine da un testo e verificate se avete in mente proprio come è fatto questo organo. Scegliete ora una parte del corpo, per riarmonizzare, ad esempio, un occhio, oppure per ricostituire una parte, un organo. Bene, lo facciamo insieme. Rilassatevi. Costruiamo ora questa cellula di salvataggio.

Per Grabovoi la consapevolezza è fatta di sfere viola tutte collegate a segmenti e perciò tutto è collegato. Visualizzando queste cellule, diventiamo consapevoli di che cosa è la consapevolezza.

La consapevolezza, in fondo è una presenza consapevole. Dopodiché ci sono varie forme che hanno diverse informazioni, e lavorando con diverse forme che hanno determinati colori, e con informazioni che diamo, questo campo poi ha un impatto su di noi.

Ok. Sorriso interiore.

Io entro nella mia anima, e vedo e agisco come lo fa il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è di creare una cellula di salvataggio, e tramite questa di armonizzare o di ricostituire una parte del mio corpo. Vedo intorno a me delle sfere viola con un diametro di circa 30 cm, che sono i segmenti della consapevolezza. Nelle vicinanze i segmenti della consapevolezza più vicina. Più distante, i segmenti della consapevolezza più distanti. E ancora più a distanza, i segmenti della consapevolezza più distanti in assoluto. Scegliamo un segmento, della cellula di salvataggio vivente con materia vivente, e vediamo come uno dei segmenti della consapevolezza più distante in assoluto inizia a sfolgorare come una scintilla. Richiamiamo questa cellula vicino a noi e iniziamo a lavorarci riempiendola con il colore viola, e inserendo la parola Salvatore. E anche il simbolo dell’Eternità, un otto e il simbolo dell’Infinito, un otto steso. E adesso, diamo un impulso a questa cellula di salvataggio in senso orario, e vediamo come questa cellula si moltiplica. E osserviamo come intorno a noi riempiamo uno spazio, con sempre più cellule di salvataggio, e ora, prendiamo una di queste cellule di salvataggio, e la portiamo nell’organo che è fuoriuscito dalla

norma. Oppure in quella zona che abbiamo scelto per riarmonizzare le funzioni, e attraversiamo questa parte con la cellula in senso orario, e possiamo percepire e vedere, come questa cellula di salvataggio inizia a moltiplicarsi e a ricoprire questo spazio scelto. E adesso vediamo come questo organo, come questa parte inizia a brillare, di luce viola. E questo significa che l’organo, questa parte del corpo, vibra di nuovo secondo la norma. E infine, ci immaginiamo questa parte del corpo con il suo colore naturale. Illuminiamo questo risultato con la nostra luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fissiamo tutto quanto il risultato con la luce del Creatore. Mettiamo la data e l’ora. Sono le ore 14 e 39. Spediamo tutto quanto nell’infinito. Grazie.

Avete percepito qualcosa nel corpo? Dolore, gli occhi e la testa. Sensazioni, energia sulla parte, ecc… ci vuole allenamento. Ovviamente quando fate pilotaggio sempre per altre persone, vi spostate sempre sul macrolivello. Prima di farlo. Però potete prendere queste cellule di salvataggio che avete già creato.

Questo lavoro di creare le cellule di salvataggio non dovete più farlo. Basta farlo una volta, per avere di nuovo riacceso la consapevolezza che esistono,

e poi le potete usare di nuovo. Ormai le abbiamo create e ce ne sono già

abbastanza. La prossima volta dovete solo prendere una cellula di salvataggio e inserirla, lì darà l’impulso in modo che si ricostituisce l’organo, per ricostituire un organo potete anche disegnare prima il contorno, poi riempite tutta la parte della superficie, poi entrate e riempite la parte interna, dopodiché tutto quanto. Sempre con queste cellule di salvataggio.

Chiaro? Perfetto! Le cellule di salvataggio sono neutre e si possono usare anche per altre persone, ce ne sono in una quantità infinita ed esistono sempre. Poi è importante rendersi conto che esistono, e ne prendete una e la inserite e lavorate. Quando fra due o tre anni, se lavorate molto con queste cellule di salvataggio vi sembra di averne di meno e le volete ricostituire, magari qualcuna, fatelo. Lo sentite voi quando è il momento di ricostituirne altre per il vostro lavoro.

Cellule di salvataggio vivente con materia vivente: si tratta di un’informazione,

e qua dentro c’è comunque materia vivente che serve per creare sul livello

fisico nel corpo la materia. È come se fosse la matrice della materia del corpo. La materia base.

Comunque non siamo noi con il nostro Ego ad agire, ma sempre tramite il Creatore. È quella parte tua che sa che fa, che agisce e non il tuo Ego. Non quello che intendiamo come Ego, o programmi, oppure piccolo io. Non è quella parte limitata ad agire ma quell’altra parte. L’intelligenza del corpo.

PULIZIA DEGLI AMBIENTI. (PAG.28).

Altra tecnica, la pulizia degli ambienti.

Si può fare o direttamente in una casa o anche a distanza, ci immaginiamo delle sfere, 4 sfere di luce perché di solito l’energia negativa si accumula negli angoli. Queste sfere di luce assorbono l’energia negativa, dopodiché ci immaginiamo una sfera più grande nel mezzo della sala, e l’energia raccolta viene trasportata in questa sfera grande, e dopo vediamo una colonna di luce che porta fuori dalla casa, dalla stanza l’energia negativa e la trasforma. Tutto qua. Semplicissimo.

Sempre usando io entro nello spirito ecc… con la formula completa. Si fa stanza per stanza e dopo una casa intera e scegliete intuitivamente. Esistono stanze più scure o più luminose.

Si basa tutto sull’uso di due forze: energia maschile e femminile, la maschile

la usiamo per concentrare energia, per pilotare qualcosa, per il mio desiderio

è. Come se devo usarla nella proiezione di una diapositiva con il mio desiderio. Dopodiché lasciamo che accade e in che modo accade dipende poi. Comunque l’importante è che accada.

IL TERRITORIO DELL’INFORMAZIONE CREANTE. (PAG. 28)

Adesso facciamo una tecnica che rappresenta la base: come G. Grabovoi vede l’uomo, il tempo, lo spazio, e con questa tecnica possiamo lavorare in diversi modi. Sembra complicata ma in fondo è facilissima. Ognuno di noi è immerso in due sfere. In una sfera di 1 metro, anche se il diametro è 2 metri e poi siamo immersi in un’altra sfera di 5 metri, anche se il diametro è di 10 metri.

E con queste due sfere siamo in un cubo, e in questo cubo noi abbiamo una

vibrazione, in modo che noi possiamo rimanere nel nostro corpo in un certo

tempo e spazio. La grandezza del cubo dipende in che tempo e in che spazio siamo.

Comunque quello che ci interessa è la parte qua di fronte a noi, ci interessa questo spazio che chiamiamo, “il territorio dell’informazione creante” e pilotiamo solo in questo spazio. Questo è lo spazio in cui sta l’informazione del territorio creante.

Lavoriamo con questi due schermi. Noi mandiamo fuori attraverso il nostro terzo occhio un’informazione, con la luce che è la base. Questa informazione viene specchiata, per esempio, io desidero una nuova casa, lo vedo sullo schermo, e questa immagine viene poi rispecchiata sulla parte esteriore delle sfera di un metro, e poi ritorna nel mio sistema. Se vi immaginate due schermi fatti a specchi, lo schermo di 5 metri, la parte interna, proietto l’immagine, poi abbiamo qua un altro schermo, specchio, e questa immagine quante volte viene proiettata? All’infinito. E quando si incontrano queste due onde, che è sempre la stessa ma in mezzo qua si incontrano, parliamo dell’onda stanziale, dell’onda statica. E lì si manifesta nel mondo fisico il desiderato. Proprio lì accade la manifestazione.

È abbastanza chiaro?

Adesso lo facciamo insieme. Appena abbiamo fatto questo, abbiamo mandato fuori il nostro desiderio, viene rispecchiato sulla parte esteriore della sfera di un metro, poi, ci rientra, ok? E per normizzare il nostro desiderio, prendiamo adesso un segmento di questa immagine sulla parte sinistra e sulla parte destra, per esempio, dico, vedo il segmento che è responsabile dell’informazione, di questo desiderio e lo segno. Lo faccio dall’altra parte, lo faccio sulla parte esteriore della sfera di un metro, e anche sulla destra. Dopodiché collego questi due segmenti, perciò ho qua questa linea.

E in questo territorio dell’informazione creante, o metto una X, che sta per

Cristo, sempre la norma, oppure, una N, la norma. Potete scegliere voi. O uno o l’altro. Ok? Adesso scegliete un vostro desiderio e iniziamo a lavorare

con questo territorio.

La prima parte non dovete ripeterla a casa perché è solo un ricordarsi che ci sono queste due sfere, a casa potete partire direttamente con la proiezione. Chiudete gli occhi. Partiamo con un sorriso interiore.

Io entro nella mia anima, e vedo e agisco, come vede e agisce il Creatore, salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è di comprarmi un negozio, portandolo alla norma attraverso il territorio dell’informazione creante. E per questo, vedo questa sfera che ha un raggio di 1 metro, nella

quale, mi trovo. E con questa sfera, mi vedo in un’altra sfera che ha un raggio

di 5 metri. E per il pilotaggio di situazioni, portiamo adesso la nostra

attenzione alla parte della sfera che a partire dal nostro corpo fisico si trova davanti al nostro petto. E adesso, portiamo la nostra attenzione sul segnale che batte tra le nostre sopracciglia e riceviamo una linea che viene rispecchiata dall’interno della sfera da 5 metri e che batte sulla sfera da 1 metro, e questo è il nostro territorio geometrico di percezione. E l’informazione, ci diparte sempre dall’anima come flusso di luce verso l’interno della sfera da 5 metri. La parte interna di questa sfera, ha una superficie a specchio, e in questo modo, ognuno di noi vede praticamente un film su se stesso, e l’onda che viene riflessa dalla parete interna della sfera da 5 metri, ritorna indietro battendo sulla sfera da 1 metro, e prosegue fino a raggiungere il nostro corpo. L’onda parte da noi e ritorna su di noi, questo accade costantemente sempre. E lì dove si incontrano le onde, si origina un’onda statica. E adesso, proiettiamo partendo dal nostro sistema, un nostro desiderio su questo schermo della sfera, di 5 metri. Vediamo come viene proiettata questa immagine, come viene rispecchiato sulla parte esterna della sfera di 1 metro, e come in mezzo dove si incontrano queste onde, si manifesta il desiderato. E quest’ informazione ritorna in noi, e adesso diciamo: io vedo il segmento responsabile dell’informazione di questo mio

desiderio, sulla parte interiore della sfera di 5 metri e lo segno. Su tutti e due i lati. E vedo il segmento che è responsabile dell’informazione ci questo mio desiderio, sulla parte esterna nella sfera di 1 metro e lo segno. Anche qui. Su tutti e due i lati. Collego questi segmenti e trascrivo in questo territorio dell’informazione creante una N o una X per riportare la situazione alla norma. Infine, illumino questo risultato con la mia luce. Con la luce del creatore davanti allo sfondo dell’anima del creatore, e fisso tutto quanto con

la luce del creatore. Metto la data e l’ora. Sono le ore 15 e 5 minuti, Grazie”.

Per capire: Se desidero essere felice, mi proietto felice, in quello schermo, poi mi proietto in una sorta di cannocchiale tra me nello spazio di queste due sfere. Mi vedo riflessa felice. Comunque l’informazione ti ritorna e perciò ritorna in te di essere felice. Come se si creasse un canale tra queste due sfere, in modo che si crea una sorta di rimbalzo di questa immagine nello spazio creante.

Rifacciamo questo pilotaggio, questa volta diversamente. Molto semplice senza immagini, per poterlo utilizzare se c’è un disturbo. Quando non si sa qual è la causa. Qua basta dire che vediamo il segmento responsabile di

questa informazione negativa e lo segniamo, e poi mettiamo una X o una N. Se lo facciamo per l’altro mi sposto sempre nel macrolivello. Vediamo nelle due sfere la persona, e segniamo lì il segmento.

Ad esempio nella dispensa c’è un esempio di pilotaggio, per armonizzare un’epidemia, e perciò avete questo esempio, mi sposto su macrolivello e poi faccio il pilotaggio, vedo la persona nelle due sfere. Questa tecnica si usa per manifestare un desiderio di qualsiasi genere e si fa con l’immagine.

Nella seconda variante che facciamo adesso, non abbiamo immagini, e possiamo trasformare un’informazione negativa di qualsiasi tipo. Sia che riguarda il corpo, che un’emozione, per esempio, quello che volete. Una disarmonia in una relazione, quello che vi viene in mente. È descritto solo a pagina 29, con un macro pilotaggio.

Dico solo vedo il segmento che è responsabile dell’informazione della rabbia. Non dico altro, non vedo l’immagine, come nella prima versione. Ora lo facciamo insieme.

Io sono nello spirito e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è di armonizzare la mia rabbia, riportando la situazione alla norma attraverso il territorio dell’informazione creante. Percepisco in queste due sfere, e vedo sulla parte esterna della sfera di 1 metro il segmento che è responsabile dell’informazione della rabbia, e lo segno. E sulla parte interna della sfera di 5 metri, vedo il segmento che è responsabile dell’informazione della rabbia, e lo segno.

Collego i segmenti e trascrivo in questo territorio dell’informazione creante una N o un X. Per riportare la situazione alla norma. Infine illumino questo risultato con la mia luce, con la luce del Creatore davanti allo sfondo dell’anima del Creatore e fisso tutto quanto con la luce del Creatore. Metto la data e l’ora, sono le 15 e 18. Grazie”. Qua non serve un’immagine. Questo pilotaggio va benissimo per la trasformazione del negativo in positivo. Anche con un disturbo psicofisico, un’emozione o una situazione disarmonica.

RIARMONIZZAZIONE DELLA COLONNA VERTEBRALE (PAG.32).

Riarmonizziamo la nostra colonna vertebrale, se sappiamo che lì c’è un disturbo. Lo ritroviamo anche in altre parti del corpo e viceversa. Il disturbo è dappertutto. Posso fare questo pilotaggio anche per un’altra persona con un

macropilotaggio, anche se la persona non è presente. Pag. 32. Partiamo, rilassatevi e chiudete gli occhi. Dopo sempre aver percepito il vostro sorriso interiore.

Io entro nella mia anima e vedo a gisco come vede e agisce il Creatore, salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è di riarmonizzare la mia colonna vertebrale. Per questo, ci concentriamo sulla nostra colonna vertebrale e ci immaginiamo, un raggio di luce bianco argentato, e con questa luce scriviamo lungo l’asse della colonna vertebrale la parola Norma. Per sostenere il processo di riarmonizzazione, poi ci concentriamo su una sfera di luce che vediamo vicino al nostro bacino sulla parte destra; e in questa sfera, trascriviamo Ricostituzione totale della mia colonna vertebrale. E adesso vediamo un chiaro collegamento luminoso tra questa sfera e la norma che si estende lungo la colonna vertebrale. E che dalla sfera l’informazione irradia luce lucentissima attraverso il nostro corpo, in direzione della norma. E adesso posizioniamo un ulteriore sfera di luce vicino al nostro ginocchio destro e vi inseriamo ricostituzione totale della mia colonna vertebrale. E nuovamente, vediamo un chiaro collegamento luminoso tra questa sfera e la

norma, che si estende lungo la colonna vertebrale. E questo brillante irradiare delle informazioni sale dal ginocchio alle cosce, attraverso tutti gli organi e dalla norma lungo la colonna vertebrale. Infine, posizioniamo una terza sfera

di luce vicino al nostro piede destro, e stavolta inseriamo ricostituzione

totale del mio organismo. E in questa sfera riempita di luce bianco argentea, riformuliamo mentalmente ripristino totale del mio organismo nella norma del Creatore. E un potente rifulgere di luce, riempito con l’informazione della sfera, inizia a salire partendo dall’articolazione del piede, attraverso i polpacci, le cosce, su fino al tronco, coinvolgendo gli organi genitali, l’apparato digerente, il fegato, la milza, i reni, il pancreas, i polmoni, finché questo flusso di luce si collega con la norma posizionata lungo la colonna vertebrale, per proseguire poi la sua ascesa attraversando la tiroide, il collo, per portarsi infine all’altezza del cervello e dell’ipofisi.

Quest’ultima viene talmente illuminata da produrre nel centro del cervello una piccola sfera bianco argentata, dal nostro emisfero cerebrale destro si genera

uno sfolgorante arco di luce che si collega all’emisfero sinistro. Nell’emisfero destro si trova l’informazione completa su come mantenere in stato di benessere ottimale il nostro corpo. L’emisfero sinistro inizia dunque ad elaborare l’informazione ricevuta, e ad inoltrarla a tutto il sistema endocrino.

E questo conduce gli ormoni necessari per riarmonizzare completamente il

nostro corpo, e addirittura per ringiovanirlo. E adesso, il nostro corpo funziona nuovamente secondo la norma del Creatore. Illuminiamo questo risultato con la nostra luce, con la luce del Creatore davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fissiamo tutto quanto il risultato con la luce del Creatore. Mettiamo la data e l’ora, sono le 15 e 36. E spediamo l’informazione nell’infinito. Grazie”.

TECNICA DELL’OZONO. (PAG.33 E 34).

Un’altra tecnica molto bella, dove lavoriamo sempre con le due sfere, ma non c’è nulla di complicato, tra queste due parti della sfera di 1 metro e di 5 metri, adesso ci immaginiamo una piramide, e questa è la luce dell’Assoluto, del Creatore, mentre sopra la piramide sta una sfera che è l’Anima dell’uomo.

Questa piramide si apre un po’ e fuoriesce luce, e questa luce ripulisce la sfera, e con ciò l’anima dell’uomo. La sfera è l’anima dell’uomo, che è quando è del tutto ripulita, la piramide si apre del tutto e la sfera vi si inserisce all’interno. Dopo viene prodotto l’ozono, e prendiamo la quantità che ci serve nel nostro corpo, e lo usiamo lì dove serve. Questo ozono, carbonizza le cellule indesiderate. Tutto quello che non ci serve più. Poi riprendiamo ancora una volta l’ozono, questa volta per ricostituire le cellule. Semplicissimo e lo facciamo insieme. Se lo fai per un’altra persona, lascia fare all’energia, o lo fai tu pilotandolo anche per un’altra persona.

Pronti! Sorriso interiore.

Io entro nella mia anima, e vedo a agisco come vede e agisce il Creatore, salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è di trasformare cellule indesiderate e di pulire la sfera della mia anima. E per questo, vedo nella parte interna della sfera di 5 metri una piramide, sulla quale sommità c’è una sfera. Mentre la sfera sta per l’anima dell’uomo, la piramide rappresenta invece l’anima del Creatore. La luce dell’Assoluto. La piramide si apre leggermente e fuoriesce questa luce dell’Assoluto, per ripulire la sfera dell’anima, e possiamo vedere e percepire come la sfera si ripulisce, si illumina e si riempie di sempre maggior luce. E adesso, quando la sfera si è riempita di luce, e perciò è ripulita la piramide si apre e la sfera vi sprofonda al suo interno, e in questo momento viene prodotto l’ozono. E questo ozono, viene spinto fuori per trasformare in positivo le cellule negative, e pilotiamo pronunciando: io vedo cellule negative e scelgo la quantità necessaria di ozono per catturarle. E adesso osserviamo, come le cellule indesiderate vengono letteralmente divorate dall’ozono e carbonizzate. E dopo che queste

cellule si sono annerite, potenziamo ulteriormente la concentrazione di ozono, e stavolta utilizziamo l’ozono per trasformare queste cellule in positive, e per riportarle alla norma. Illuminiamo questo pilotaggio con la nostra luce, con la luce del creatore davanti allo sfondo dell’anima del creatore, e fissiamo tutto quanto con la luce del creatore, mettiamo la data e l’ora. Sono le 15 e 50. E spediamo l’informazione nell’infinito. Grazie”.

SISTEMA CUBO CONO CUBO. (PAG.34).

Questo sistema lo possiamo utilizzare per pulire i liquidi. Sia l’acqua che beviamo, che quella di laghi e fiumi. Possiamo anche pulire i liquidi del nostro corpo. Come il sistema linfatico e il sangue. Possiamo inserire anche una sequenza numerica per ripulire il sangue e il sistema linfatico, se abbiamo un determinato disturbo, ci mettiamo dentro la sequenza numerica corrispondente. Dopo portiamo questo sistema cubo cono cubo, nel liquido, per ripulire tutto quanto. Possiamo anche prendere la foto di una persona oppure di una famiglia e metterci sopra la sequenza numerica per armonizzare il rapporto, anche così funziona.

Facciamo ora un macropilotaggio e un micro pilotaggio, per le acque intorno a noi e per noi stessi. Sempre partendo da questo sorriso interiore.

Io sono nello Spirito e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è: di riportare alla norma i liquidi, di ricostituire il livello cellulare, di ricostituire il sangue e le acque, secondo l’idea del Creatore, secondo la norma. Per questo, mi immagino il sistema cubo, cono, cubo, e in questo sistema, conduco mentalmente una cellula vivente della norma del creatore, e trascrivo la sequenza numerica 1843214, e piloto dicendo mentalmente a viva voce: Io conduco il sistema cubo, cono, cubo, nei liquidi, di tutto l’organismo vivente, e in ogni suo organo interno, ai fini di una totale pulizia, ricostituzione e rigenerazione. Così, come lo ha creato originariamente il Creatore.

Fatelo: conducete questo sistema cubo, cono, cubo, nel vostro sistema, e osservate come questa cellula della norma del creatore, inizia a moltiplicarsi e a ricostituire il sangue, e a ringiovanirvi. Teniamo presente questo risultato, lo illuminiamo, fatelo voi adesso, infine aggiungete adesso e spedite l’informazione nell’infinito. Rimaniamo comunque concentrati e ci spostiamo sul macrolivello. E questa volta il nostro desiderio è: di condurre questo

sistema nelle acque, fiumi e mari, per la pulizia e la rigenerazione dell’acqua da veleni, tossine, microbi o sostanze dannose, nonché per la ristrutturazione del suo stato molecolare, come il Creatore in origine creò l’acqua e l’eternità. E per questo pronunciamo a viva voce: io conduco il sistema cubo, cono, cubo, in tutte le acque, fiumi e mari, per la pulizia e la rigenerazione, secondo la norma del Creatore. Illuminate anche questo pilotaggio, e infine aggiungete, Adesso. Grazie”.

TECNICA PER RIARMONIZZARE L’APPARATO DIGERENTE. (PAG.36)

Questa tecnica ve la spiego e poi voi la utilizzerete al bisogno, per riarmonizzare l’apparato digerente. Vediamo davanti a noi una sfera di un diametro di 2 cm. Su questa sfera sta un foglio, una piattaforma, e su questa piattaforma sta un cilindro, con un diametro sempre di 2 cm. Quando abbiamo qualcosa nel nostro apparato digerente che ci da fastidio, prendiamo mentalmente questa informazione e la poniamo dentro questo cilindro. Questo cilindro, si riempie, e quindi si raddoppia come misura, dopo prendiamo questo foglio con su il cilindro e lo portiamo fuori dalla sfera di 5 metri. Lì entra in un cubo, per la trasformazione. Solo il foglio con il cilindro. Mentre la sfera la prendiamo, perché la sfera contiene l’informazione, secondo il creatore e la portiamo dentro il nostro apparato digerente. E lì percepiamo come si espande l’informazione, e vedete poi subito un cambiamento. Tutto lì. Ok?!

Riassumendo:

- Abbiamo la sfera, foglio, cubo, cilindro. Nel cilindro mettiamo l’informazione negativa.

- Con il foglio e il cilindro, mettiamo tutto nel cubo e lo portiamo così fuori dalla sfera dei 5 metri.

- Mentre la piccola sfera con l’informazione positiva del Creatore, la portiamo nel nostro apparato digerente e lì, questa sfera ci rigenera e noi percepiamo il cambiamento. Uno stato di leggerezza e benessere.

METODO PER LA RISOLUZIONE DI SITUAZIONI. (PAG. 37).

Questo metodo è ottimo, quando vogliamo raggiungere un obiettivo, per un desiderio che vogliamo ottenere. Avete un obiettivo, bene, ci immaginiamo una colonna di luce davanti a noi, e in questa colonna di luce, inseriamo il nostro desiderio, come immagine, poi questa colonna di luce viene piegata

come un arco, perciò l’informazione si concentra ad un punto. Poi molliamo questa colonna che rimbalza e potete immaginarvi che il nostro desiderio viene sparato fuori come fosse una freccia. Incontra il divino e si manifesta. Molto semplice. Lo facciamo sempre partendo dal sorriso interiore ovviamente:

Io sono nello Spirito, e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore, salvezza globale e sviluppo armonico, il mio desiderio è di raggiungere l’obiettivo di sviluppo del mio lavoro a livello commerciale e guadagnare bene, e per questo, mi immagino a distanza da 50 cm dal mio corpo, questa colonna di luce che porta in sé l’informazione del Creato. E in questa colonna di luce, posiziono l’immagine in tutti i suoi dettagli, una situazione che desidero normizzare nella mia vita, o un risultato che desidero raggiungere come obiettivo nella vita. Dopo, piego questa colonna di luce ad arco, in modo che il centro della mia informazione scorra sul punto di massima curvatura. Qui, la trattengo per un istante di concentrazione, e adesso la rilascio, liberando l’arco e spedisco l’informazione con il mio desiderio. Così facendo, l’informazione viene trasportata come un lampo nella realtà, e trasformata in risultato. Illumino questo pilotaggio con la mia luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore e fisso tutto quanto con la luce del Creatore. Data e sono le ore 16 e 12 minuti. Grazie.

TECNOLOGIA PER ELUDERE SITUAZIONI PROBLEMATICHE. (PAG. 38).

Questa tecnica si usa quando non abbiamo tanto tempo, quando abbiamo fretta e vogliamo sapere subito una soluzione, e cerchiamo una risposta a una domanda, cerchiamo allora questa sfera delle soluzioni, che si trova sopra la nostra testa, mentre la sfera dei problemi si trova davanti al nostro naso, colleghiamo un segmento di questa sfera delle soluzioni, con la piccola sfera dei problemi, prima diciamo cosa vogliamo sapere e cosa vogliamo risolvere, e dopo questo collegamento, accade quello che accade.

Potete avere subito un lampo di genio, oppure poi andando avanti durante la giornata, la soluzione si troverà in breve tempo. Scegliete un tema e lo facciamo. Va bene porre anche una domanda. Sorriso interiore.

Io entro nelle mia anima, e vedo e agisco, come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è di fare bene questo esame universitario, e per questo mi immagino la sfera delle soluzioni ai problemi che si trova sopra alla mia testa. Che possiede un

raggio di 5 cm e che è composta da sette segmenti. Il primo segmento è orientato in direzione del naso, dove si trova all’altezza del terzo occhio, questa sfera dei problemi, che ha un raggio di 2 cm, e che si trova distante di 2 cm dal mio corpo. E adesso, colleghiamo questo segmento della sfera delle soluzioni con la sfera dei problemi e formulate la vostra domanda e il vostro tema: sostenere bene un esame, sapendo che fra breve sarà chiara la risposta, e questa chiarezza, questa soluzione la illuminiamo con la nostra luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore, e fissiamo con la nostra luce e con quella del Creatore il risultato. Mettiamo la data e l’ora. Sono le 16 e 19. Grazie”.

Hai percepito una sensazione. Ottimo! Ok!

TECNICA A PAG. 19. PILOTAGGIO CON IL NUMERO 3, IL RISULTATO.

Adesso, facciamo ancora un pilotaggio con il numero 3. Che sta per il risultato, perciò conviene usarlo quando si sa già come sarà il risultato. Per esempio, quando faccio un viaggio, immagino che parto da casa, faccio quello che ho da fare e ritorno, lo faccio rilassata mentre sono sul terrazzo, ad esempio, che guardo il bosco. Metto il numero 3 dicendo che riprendo l’attività con nuova energia e piacere, con nuovi obiettivi. Quindi parto tranquilla, e so che quando ritornerò a casa, poi sarò in uno stato di completo benessere, (tecnica a pag. 19).

ALTRE TECNICHE PER RINGIOVANIRE.

Lavoriamo con 6 sequenze numeriche per il ringiovanimento, e poi a casa potete scegliere una di queste 3 tecniche. Una volta lavoriamo con una foto in cui siamo giovani, poi la seconda possibilità è di prendere una pianta vera, che è già in armonia perfetta, o immaginata nella nostra mente, e trascriviamo altre sequenze numeriche, sempre mettendoci accanto in uno stato ottimale, la terza possibilità è prendere questa pietra, trascriviamo queste sequenze numeriche diverse, e poi vediamo come c’è questa espansione della sfera informativa, nella quale poniamo questo stato di benessere ottimale, dopodiché portiamo questa pietra con noi. Che lavora per noi. Benissimo. Dopodiché chiudiamo questo seminario con un altro bellissimo pilotaggio, con le onde sonore. Possiamo prendere qualsiasi rumore, cane che abbaia, vicino che la domenica taglia l’erba, invece di arrabbiarci possiamo usare tale rumore per pilotare… fantastico! Potete rilassarvi, tenete presente la pietra, poi a casa fate solo uno di questi pilotaggi.

Pronti! Via! Sorriso interiore.

Io entro nella mia anima e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Questa volta, vorrei pilotare il mio rientro, il ringiovanimento del mio corpo e del mio sistema e …. Ad esempio, la mia guarigione sotto tutti gli aspetti, fisico, spirituale, mentale e animico. E quest’ultimo pilotiamo attraverso le onde sonore. E per questo, ci immaginiamo il ritorno a casa, con gioia, con felicità, pieno di impulsi nuovi sapendo di essere sulla strada giusta. Rilassati, ci vediamo con questo mezzo, con il quale facciamo questo viaggio, finché ritorniamo a casa, lì ci percepiamo, in un modo, in uno stato ottimale, dicendo ristabilimento e felice continuazione della vita con nuovi obiettivi. Illuminiamo questo pilotaggio con tanta luce, e ci concentriamo subito sul prossimo desiderio, dove ci immaginiamo noi stessi, giovani, contenti, pieni di gioia e voglia di fare, e su quest’immagine posizioniamo le seguenti sequenze numeriche:

2145432 e 2213445. E illuminiamo queste sequenze numeriche con una luce bianco argentata. Poi, ci immaginiamo una pianta, un albero, e a destra di questa pianta vediamo noi stessi sempre in uno stato ottimale sia fisicamente

che psichicamente, gioiosi e pieni di energia, ricordandoci i momenti più felici del nostro passato, del presente e del futuro. E sui rami dell’albero, oppure sulle foglie, trascriviamo le sequenze 1234814 e 1421384. E vediamo come

la luce di questa pianta, assorbe la luce della nostra immagine, per

manifestare l’evento desiderato. E vedo realmente davanti a me, questo mio

desiderio. E infine, ci concentriamo su questa pietra che prendiamo nelle nostre mani. Trascriviamo le sequenze, 8275432 e 8223745. Ci immaginiamo

di nuovo noi stessi sempre in uno stato ottimale, dove siamo sani, giovani e

felici. Osserviamo anche come questa pietra, che è circondata con una sfera

che è la sfera delle informazioni, e in questa sfera di informazioni collochiamo

la nostra immagine desiderata, con tutti gli eventi di cui necessitiamo e

vediamo come si manifesta questo nostro obiettivo di ringiovanire e di

ricostituire l’organismo nel suo complesso. Illuminiamo questo pilotaggio con

la nostra luce, con la luce del Creatore davanti allo sfondo dell’anima del

Creatore, e fissiamo tutto quanto con la luce del Creatore, mettiamo la data e l’ora. Sono le 16 e 35 e spediamo l’informazione nell’infinito. Grazie”.

PILOTAGGIO CON LE ONDE SONORE.

Saluto finale.

Chiudete gli occhi. Sempre il sorriso interiore. “Io sono nello spirito e vedo e agisco come vede e agisce il Creatore. Salvezza globale e sviluppo armonico. Il mio desiderio è dare amore e pace a tutti, e vorrei realizzare questo desiderio tramite l’ausilio di onde sonore. E appena sento una musica metto su queste onde sonore il desiderio che ho per macropilotaggio, salvezza globale e sviluppo armonico, e dopodiché e aggiungo il mio desiderio individuale e vedo e percepisco come si espande fino all’infinito sia che questo macro come il micro pilotaggio. (A questo punto, metto la musica, o ascolto e mi concentro su un rumore che sento). Un attimo, rimanete pure. In questa emozione. Ok. Illumino questo pilotaggio con la mia luce, con la luce del Creatore, davanti allo sfondo dell’anima del Creatore e fisso il risultato con la luce del Creatore. Metto la data e l’ora sono le 16 e 48. Grazie”.

Noi abbiamo fatto un esempio con la musica, ma posso farlo anche utilizzando un rumore molesto, ad esempio, mi concentro a pilotare su un rumore del tipo, sento abbaiare un cane, esprimo il mio desiderio, ma prima parto dal solito metodo, dicendo io sono nello Spirito… ecc… sapendo che con l’aiuto di questo rumore, posso far evolvere il mio desiderio espresso. Questa energia trasporta il mio desiderio.

ULTIMI NUMERI…

Il numero per smettere di fumare… 1414551

Alcolismo… 148543292

AD ESEMPIO, SE TI MANCA L’INFORMAZIONE, PUOI METTERE DEGLI OGGETTI, AD ESEMPIO, TI MANCA IL 3 METTI 3 CANDELE, 3 CUSCINI… ecc… TI AIUTI COSI’.

GRAZIE.